Edema cerebrale


L'edema cerebrale (OGM, edema cerebrale) è una condizione patologica associata ad un eccessivo accumulo di liquidi nei tessuti cerebrali. Clinicamente, si manifesta con la sindrome da aumento della pressione intracranica. Medici di diverse specializzazioni affrontano l'OGM nella pratica:

Edema cerebrale: che cos'è?

L'edema cerebrale non è una malattia indipendente, ma una sindrome clinica che si sviluppa sempre secondariamente in risposta a qualsiasi danno al tessuto cerebrale.

Il principale fattore scatenante nella patogenesi dello sviluppo di OGM sono i disturbi del microcircolo. Inizialmente, sono localizzati nell'area del danno ai tessuti cerebrali e causano lo sviluppo di edema perifocale (limitato). Con gravi danni cerebrali, inizio tardivo del trattamento, i disturbi del microcircolo assumono un carattere totale. Ciò è accompagnato da un aumento della pressione intravascolare idrostatica e da un'espansione dei vasi sanguigni nel cervello, che, a sua volta, provoca la fuoriuscita del plasma sanguigno nel tessuto cerebrale. Di conseguenza, si verifica lo sviluppo di OGM generalizzato..

Il gonfiore dei tessuti cerebrali provoca un aumento del loro volume e poiché si trovano in uno spazio chiuso del cranio, aumenta anche la pressione intracranica. I vasi sanguigni sono compressi dal tessuto cerebrale, che migliora ulteriormente i disturbi del microcircolo ed è la causa della carenza di ossigeno delle cellule nervose, la loro morte di massa.

Cause di edema cerebrale

Le cause più comuni di OGM sono:

  • grave trauma craniocerebrale (frattura della base del cranio, contusione del cervello, ematoma subdurale o intracerebrale;
  • ictus ischemico o emorragico;
  • emorragia nei ventricoli o nello spazio subaracnoideo;
  • tumori cerebrali (primari e metastatici);
  • alcune malattie infettive e infiammatorie (meningite, encefalite);
  • empiema subdurale.

Molto meno spesso, il verificarsi di OGM è dovuto a:

  • gravi reazioni allergiche sistemiche (shock anafilattico, angioedema);
  • anasarca, che si è manifestata sullo sfondo di insufficienza renale o cardiaca;
  • malattie infettive acute (parotite, morbillo, influenza, scarlattina, toxoplasmosi);
  • intossicazione endogena (insufficienza epatica o renale, diabete mellito grave);
  • avvelenamento acuto con medicinali o veleni.

Negli anziani che abusano di alcol, c'è un aumento della permeabilità delle pareti vascolari, che può portare allo sviluppo di edema cerebrale.

I seguenti fattori sono le cause dell'OGM nei neonati:

  • corso grave di gestosi;
  • impigliamento con il cordone ombelicale;
  • lesione alla nascita intracranica;
  • lavoro prolungato.

In rari casi, l'OGM si osserva in persone assolutamente sane. Ad esempio, se una persona sale in alta montagna senza le soste necessarie per acclimatare il corpo, può sviluppare edema cerebrale, che i medici chiamano edema di montagna..

Classificazione

A seconda delle cause e del meccanismo patologico di sviluppo, si distinguono diversi tipi di OGM:

Causa e meccanismo di sviluppo

I più comuni. Si verifica a seguito di danni alla barriera emato-encefalica e al rilascio di plasma nello spazio extracellulare della sostanza bianca. Si sviluppa attorno ad aree di infiammazione, tumori, ascessi, traumi, ischemia

Le cause principali sono intossicazione e ischemia, che provocano l'idratazione intracellulare. Solitamente localizzato nella materia grigia e diffuso in maniera diffusa

La causa della sua insorgenza è una diminuzione dell'osmolarità del sangue dovuta a emodialisi inadeguata, disturbi metabolici, annegamento, polidipsia, ipervolemia

Si verifica in pazienti con idrocefalo a causa della sudorazione del liquido cerebrospinale nel tessuto nervoso attorno ai ventricoli

Sintomi dell'edema cerebrale

Il segno principale di OGM è la perdita di coscienza di gravità variabile, che va dallo stordimento lieve e termina con un coma profondo.

Man mano che l'edema cresce, aumenta anche la profondità del disturbo della coscienza. All'inizio dello sviluppo della patologia, sono possibili convulsioni. In futuro si sviluppa l'atonia muscolare.

Durante l'esame, il paziente rivela sintomi meningei.

Con la coscienza preservata, il paziente lamenta un forte mal di testa, accompagnato da nausea atroce, vomito ripetuto, che non porta sollievo.

Altri sintomi di OGM negli adulti e nei bambini sono:

  • allucinazioni;
  • disartria;
  • discordanza dei movimenti;
  • disturbi visivi;
  • irrequietezza motoria.

Con OGM eccessivo e incuneamento del tronco cerebrale nel forame magno, il paziente sviluppa:

  • polso instabile;
  • ipotensione arteriosa pronunciata;
  • ipertermia (aumento della temperatura corporea fino a 40 ° C e oltre);
  • respirazione paradossale (alternanza di respiri superficiali e profondi, con intervalli di tempo diversi tra loro).

Diagnostica

È possibile presumere che un paziente abbia un OGM in base ai seguenti segni:

  • crescente depressione della coscienza;
  • progressivo deterioramento delle condizioni generali;
  • presenza di sintomi meningei.

Per confermare la diagnosi, viene mostrata una risonanza magnetica o computerizzata del cervello..

La puntura lombare diagnostica viene eseguita in casi eccezionali e con grande cura, in quanto può provocare dislocazione delle strutture cerebrali e compressione del tronco.

Per identificare la possibile causa di OGM, eseguire:

  • valutazione dello stato neurologico;
  • analisi dei dati TC e MRI;
  • analisi del sangue cliniche e biochimiche;
  • raccolta di dati anamnestici (se possibile).

L'OGM è una condizione pericolosa per la vita. Pertanto, la diagnosi primaria deve essere eseguita il prima possibile e iniziare dai primi minuti del ricovero del paziente in ospedale..

Nei casi più gravi, le misure diagnostiche vengono eseguite contemporaneamente alla fornitura di pronto soccorso..

Trattamento dell'edema cerebrale

NN Burdenko, il fondatore della scuola sovietica di neurochirurgia, ha scritto: "Chiunque conosca l'arte di curare e prevenire l'edema cerebrale ha la chiave per la vita e la morte del paziente"..

I pazienti con OGM sono soggetti a ricovero d'urgenza nel reparto di terapia intensiva. Il trattamento comprende le seguenti aree:

  1. Mantenere livelli ottimali di pressione sanguigna. È auspicabile che la pressione sistolica sia di almeno 160 mm Hg. st.
  2. Intubazione tracheale tempestiva e trasferimento del paziente alla respirazione artificiale. L'indicazione per l'intubazione è un aumento dell'intensità dell'insufficienza respiratoria. La ventilazione meccanica viene eseguita in modalità iperventilazione, che aumenta la pressione parziale dell'ossigeno nel sangue. L'iperossigenazione contribuisce al restringimento dei vasi cerebrali e alla diminuzione della loro permeabilità.
  3. Facilitazione del deflusso venoso. Il paziente viene posto su un letto con la testata rialzata, con la colonna cervicale estesa il più possibile. Il miglioramento del deflusso venoso contribuisce a una graduale diminuzione della pressione intracranica.
  4. Terapia di disidratazione. Ha lo scopo di rimuovere il liquido in eccesso dai tessuti cerebrali. È effettuato mediante somministrazione endovenosa di diuretici osmotici, soluzioni colloidali, diuretici dell'ansa. Se necessario, per potenziare l'effetto diuretico dei diuretici e fornire ai neuroni sostanze nutritive, il medico può prescrivere la somministrazione endovenosa di una soluzione di glucosio ipertonico, soluzione di solfato di magnesio al 25%.
  5. Ormoni glucocorticoidi. Sono efficaci in caso di edema cerebrale perifocale causato dallo sviluppo di un processo tumorale. Inefficace nel trattamento dell'OHM associato a lesioni cerebrali traumatiche.
  6. Terapia infusionale. Mirato alla disintossicazione, all'eliminazione delle violazioni dell'equilibrio elettrolitico dell'acqua e dell'equilibrio colloide-osmotico.
  7. Antistaminici. Riducono la permeabilità delle pareti vascolari, prevengono l'insorgenza di reazioni allergiche e sono anche usati per alleviarle.
  8. Mezzi che migliorano la circolazione cerebrale. Migliora il flusso sanguigno nel microvascolare, eliminando così l'ischemia e l'ipossia del tessuto nervoso.
  9. Mezzi che regolano il processo metabolico e nootropici. Migliora i processi metabolici nei neuroni danneggiati.
  10. Terapia sintomatica. Include la nomina di antiemetici, anticonvulsivanti, analgesici.

Se l'OGM è causato da un processo infettivo e infiammatorio, i farmaci antivirali o antibatterici sono inclusi nella terapia complessa. Il trattamento chirurgico viene eseguito per rimuovere tumori, ematomi intracranici e aree di schiacciamento cerebrale. Con l'idrocefalo, viene eseguito un intervento chirurgico di bypass. L'intervento chirurgico viene solitamente eseguito dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente..

Complicazioni

Con un aumento significativo della pressione intracranica, è possibile osservare la dislocazione (spostamento) delle strutture cerebrali e il conflitto del suo tronco nel forame magno. Ciò porta a gravi lesioni dei centri respiratori, vasomotori e termoregolatori, che possono causare la morte sullo sfondo dell'aumento dell'insufficienza cardiaca e respiratoria acuta, ipertermia.

Conseguenze e previsioni

Nella fase iniziale dello sviluppo, l'OGM è uno stato reversibile, ma man mano che il processo patologico progredisce, i neuroni muoiono e le fibre di mielina vengono distrutte, il che porta a danni irreversibili alle strutture cerebrali.

Con l'inizio precoce del trattamento per OGM di genesi tossica in pazienti giovani e inizialmente sani, ci si può aspettare il pieno recupero delle funzioni cerebrali. In tutti gli altri casi si noteranno effetti residui di varia gravità:

  • mal di testa persistenti;
  • distrazione;
  • dimenticanza;
  • depressione;
  • disordini del sonno;
  • aumento della pressione intracranica;
  • disturbi delle funzioni motorie e cognitive;
  • disordini mentali.

Prevenzione

Le misure di prevenzione primaria dell'edema cerebrale mirano a prevenire le cause alla base del suo sviluppo. Possono includere:

  • prevenzione degli infortuni sul lavoro, sui trasporti stradali e domestici;
  • rilevamento tempestivo e trattamento attivo dell'ipertensione arteriosa e dell'aterosclerosi, che sono le principali cause di ictus;
  • terapia tempestiva di malattie infettive e infiammatorie (encefalite, meningite).

Se un paziente ha una patologia, contro la quale è possibile lo sviluppo di edema cerebrale, deve ricevere un trattamento preventivo volto a prevenire il gonfiore della sostanza cerebrale. Può includere:

  • mantenimento della normale pressione plasmatica oncotica (somministrazione endovenosa di soluzioni ipertoniche, albumina, plasma fresco congelato);
  • appuntamento con alta pressione intracranica di diuretici;
  • ipotermia artificiale: consente di ridurre il fabbisogno energetico delle cellule cerebrali e quindi previene la loro morte di massa;
  • l'uso di farmaci che migliorano il tono dei vasi cerebrali e dei processi metabolici nei tessuti cerebrali.

video

Offriamo per la visualizzazione di un video sull'argomento dell'articolo.

Edema cerebrale: cos'è, le sue cause e le conseguenze

Una delle patologie che praticamente non può essere curata senza assistenza medica è l'edema cerebrale (BSE). La mancanza di un trattamento tempestivo per questa malattia porta chiaramente alla morte del paziente. Nei bambini, il gonfiore GM può causare molti disturbi e sintomi nascosti; negli adulti, sebbene non vada via così duramente, non sarà possibile sbarazzarsene senza l'aiuto del medico.

Inoltre, vengono fornite informazioni complete sull'edema all'interno del cervello: cos'è, le cause dell'OGM, i suoi sintomi negli adulti, come trattarlo e quali conseguenze sono causate dalla mancanza di una terapia adeguata.

  1. Cos'è
  2. Quali sono le cause dell'evento
  3. Chi è a rischio
  4. Classificazione
  5. Quali opzioni di sviluppo sono possibili
  6. Sintomi
  7. Diagnostica
  8. Metodi di trattamento
  9. Metodi conservativi
  10. Chirurgico
  11. Prognosi del paziente
  12. Prevenzione
  13. Conclusione

Cos'è

L'edema cerebrale è giustamente considerato una delle complicanze più formidabili di qualsiasi disturbo intracranico. Fu descritto per la prima volta a metà del XIX secolo. Con questo disturbo, c'è un ampio ammollo dei tessuti dell'organo centrale del sistema nervoso con fluido dall'ambiente vascolare. La causa e la posizione del problema non hanno importanza, poiché la presenza di edema nella testa viene parlata solo nei casi in cui è presente una sintomatologia generale, che indica la sconfitta dell'intero organo e non delle sue singole sezioni.

I cambiamenti nel cervello possono minacciare la vita del paziente, quindi sono classificati come le complicanze più gravi.

Il fattore fondamentale per la formazione dell'edema è la presenza di gravi insufficienze microcircolatorie scompensate nei tessuti dell'organo, che iniziano ad apparire in aree con focolai patologici. Se il decorso della malattia primaria è troppo grave, potrebbe esserci una violazione dei meccanismi di autoregolazione del tono delle pareti vascolari, che porta alla loro espansione paretica. Tali focolai si diffondono rapidamente in tutto il cervello, interessando i tessuti degli organi sani, causando vasodilatazione in essi e aumentando la pressione idrostatica. Quando le pareti dei vasi sono difettose, con una maggiore pressione su di esse, naturalmente, i componenti liquidi del sangue non possono essere sempre trattenuti all'interno del letto vascolare e defluiscono attraverso le pareti, immergendo il midollo.

In tutti gli altri organi, l'edema tissutale non causa conseguenze disastrose, ma la situazione con il cervello è leggermente diversa, poiché è limitata dal volume del cranio, il che significa che l'organo non può crescere di dimensioni troppo grandi. Se il cervello si gonfia, è in uno stato compresso, provocando l'ischemia delle fibre nervose e la progressione del gonfiore. Inoltre, con questa malattia, il livello di ossigeno che fornisce il cervello diminuisce, la concentrazione di CO2 aumenta, la pressione oncotica e osmotica del plasma diminuisce a causa di una diminuzione delle proteine ​​e dei cambiamenti nell'equilibrio degli elettroliti del sangue..

A causa del fatto che ogni cellula del GM, durante il loro gonfiore, è troppo saturata di liquido e aumenta di volume a volte, l'organo stesso perde la capacità di svolgere le sue funzioni e anche il metabolismo in esso viene interrotto.

Quali sono le cause dell'evento

Il cervello (di seguito denominato GM) è un organo caratterizzato da un aumento dell'afflusso di sangue, quindi è molto facile provocare problemi di microcircolazione, trasformandosi in edema. Più ampia è l'area della lesione iniziale, maggiore è il rischio che possa verificarsi AHM. Vari disturbi e disturbi possono causare edema:

  • ictus ischemico. In questa condizione, il flusso sanguigno al GM viene interrotto a causa del blocco dei vasi sanguigni da parte dei coaguli di sangue, che interferiscono con il normale apporto di ossigeno alle cellule. Di conseguenza, le cellule muoiono e l'organo si gonfia;
  • emorragia cerebrale causata da un'arteria rotta, si sviluppa con trauma e aneurisma vascolare, provocando un aumento della pressione all'interno della testa;
  • emorragia nei reparti del GM e dei suoi tessuti;
  • oncologia presso GM;
  • proliferazione di metastasi nel GM, indipendentemente dalla posizione della neoplasia principale;
  • trauma cranico con danno cerebrale;
  • meningoencefalite, infiammazione delle meningi di natura infettiva;
  • frattura della base del cranio;
  • toxoplasmosi. Questo disturbo può causare edema del sistema nervoso centrale nel feto durante lo sviluppo intrauterino;
  • lividi all'interno del cranio dopo lesioni alla testa;
  • contusione del cervello;
  • avvelenamento grave con bevande alcoliche, prodotti chimici, veleni, tossine;
  • una rapida e forte diminuzione delle funzioni dei reni e del fegato di natura scompensata;
  • gonfiore della pelle causato da disfunzione miocardica scompensata o allergie.

Ci sono una serie di altri motivi per cui c'è l'edema:

  • aumento della pressione sanguigna dovuto all'aumento della pressione nei piccoli vasi sanguigni, cioè l'espansione delle arterie cerebrali porta all'accumulo di liquido cerebrospinale nello spazio interstiziale;
  • alterata permeabilità vascolare, che provoca un aumento della pressione nello spazio interstiziale e provoca la distruzione delle membrane cellulari.

Normalmente, il valore della pressione all'interno del cranio negli adulti varia da tre a quindici mm Hg. Tosse, starnuti, aumento della pressione intra-addominale e altri fattori fisiologici possono aumentare il suo valore da cinquanta a sessanta mm Hg, mentre non ci sono problemi con il sistema nervoso umano. Perché? Poiché la pressione all'interno della testa ritorna rapidamente alla normalità a causa delle caratteristiche protettive interne del sistema cerebrale.

Il gonfiore GM può essere diagnosticato non solo negli adulti, ma anche nei bambini appena nati. La causa dello sviluppo della malattia nei neonati è molto spesso una lesione alla nascita, ma anche altri fattori possono provocarla:

  • processi oncologici;
  • fame di ossigeno;
  • infezione o infiammazione in un bambino GM;
  • infezioni sviluppate nel grembo materno;
  • tossicosi tardiva durante la gestazione;
  • ematomi e lividi.

Nei bambini l'edema paraventricolare può essere rilevato già nelle prime settimane di vita..

Chi è a rischio

Le persone delle seguenti categorie sono ad alto rischio di contrarre edema cerebrale:

  • nuclei e pazienti con problemi del sistema vascolare, coloro che hanno sofferto di malattia ischemica, ipertensione arteriosa, aterosclerosi. Molto spesso per questo motivo, la patologia si verifica negli anziani;
  • persone il cui lavoro è associato alla possibilità di lesioni o ad un'alta probabilità di caduta dall'alto;
  • alcolisti. In coloro che abusano di alcol, l'etanolo uccide le cellule nervose nel GM e al loro posto viene raccolto il CSF;
  • neonati che nascono naturalmente con il passaggio attraverso il canale del parto.

Classificazione

A seconda dell'area interessata, l'edema può essere di due tipi:

  • edema locale o perifocale - colpisce un'area specifica dell'organo;
  • diffuso è un edema esteso che colpisce il tronco cerebrale e gli emisferi. In questo caso, la sintomatologia della patologia è più pronunciata..

Inoltre, l'edema si distingue in base ai motivi che hanno provocato l'accumulo di liquido cerebrospinale nelle cellule dell'organo..

Molto spesso viene diagnosticato edema traumatico che, a seconda dell'etimologia, può essere vasogenico o citotossico.

Tipo di edemaDescrizione
Edema cerebrale vasogenicoSi verifica a causa di una violazione delle funzioni della barriera emato-encefalica, mentre la sostanza bianca aumenta notevolmente di volume e i sintomi patologici compaiono già il primo giorno dopo l'infortunio. Con questo tipo di gonfiore, il liquido si accumula nei tessuti nervosi che circondano le neoplasie, le zone operative, i focolai di infiammazione, ischemia e lesioni. Questo tipo di gonfiore può trasformarsi rapidamente in compressione GM.
Edema citotossicoL'edema citotossico può essere innescato da tali patologie:
  • ipossia dovuta a intossicazione da gas;
  • Infarto GM, che è insorto a causa del blocco dei vasi cerebrali;
  • intossicazione generale, che si sviluppa sullo sfondo della penetrazione di veleni nel corpo che distruggono gli eritrociti;
  • a causa dell'avvelenamento del corpo con varie sostanze chimiche.

Con questo tipo di disturbo, si gonfia principalmente la materia grigia.

Edema osmoticoSi sviluppa sullo sfondo di un aumento della concentrazione osmotica del tessuto nervoso. Un fenomeno simile può svilupparsi in questi casi:

  • quando una persona annega nei fiumi con acqua dolce;
  • se si sviluppa encefalopatia, provocata da disturbi nei processi metabolici del corpo;
  • trasfusione di sangue non qualificata;
  • un desiderio inestinguibile di bere liquidi, che può essere soddisfatto solo temporaneamente da un enorme volume di acqua - polidipsia;
  • aumento del volume di sangue che scorre nel corpo.
Edema interstizialeÈ caratterizzato dall'ingresso di liquido cerebrospinale attraverso le pareti laterali dei ventricoli nei tessuti che li circondano.

Quali opzioni di sviluppo sono possibili

Il gonfiore di GM non è sicuro per la vita di nessuna persona, perché senza un trattamento adeguato, può provocare disturbi scompensati nel corpo o conseguenze incompatibili con la vita..

Questa malattia è pericolosa perché non è nemmeno sempre suscettibile al trattamento fornito, quindi, ci sono tre opzioni principali per le conseguenze dell'edema cerebrale:

  1. La malattia progredisce, si sviluppa in un gonfiore del GM e termina con la morte del paziente. Questa sequenza di condizioni patologiche si verifica nella metà dei casi. L'edema è pericoloso: man mano che progredisce, una quantità critica di soluti si accumula nel GM. Il paziente rimarrà stabile finché c'è spazio nel cranio per l'espansione del cervello. Maggiore è il gonfiore, più le strutture cerebrali dense si muoveranno all'interno di quelle molli, ad esempio, le tonsille cerebellari verranno premute nel tronco cerebrale, il che alla fine porterà all'arresto respiratorio e alla cessazione del cuore.
  2. L'edema viene completamente eliminato senza provocare complicazioni. Questo è un risultato molto raro dopo il trattamento della patologia, è possibile solo se il gonfiore viene diagnosticato in persone giovani e fisicamente sane, sullo sfondo di avvelenamento da alcol o altro tipo di corpo. Se la dose di tossine è compatibile con la vita e il paziente viene prontamente consegnato alla struttura medica, il gonfiore del GM può essere fermato senza conseguenze per l'organismo..
  3. L'edema del GM viene eliminato, ma a causa di gravi complicazioni il paziente diventa disabile. Un tale esito del decorso della malattia è possibile nei casi in cui il gonfiore è provocato da meningite, trauma cranico e meningoencefalite moderata. Nella maggior parte dei casi, è impossibile determinare visivamente se una persona ha una disabilità..

Sintomi

Il quadro clinico dell'edema è molto vario, il sintomo più caratteristico, ma non specifico, è un terribile mal di testa che non può essere alleviato da alcun analgesico.

La comparsa di tali sintomi, in particolare, dovrebbe destare sospetti se si è recentemente verificato un trauma cranico o, oltre a un mal di testa, la vittima ha nausea e vomito..

Elenchiamo tutti i segni più elementari di edema, che possono apparire gradualmente o fulminei, a seconda della rapidità con cui il gonfiore progredisce negli adulti:

  • la coscienza è oscurata. Il grado del suo disturbo può variare, da una lieve congestione a un coma profondo. Con la progressione della patologia, lo stato di svenimento aumenta e si approfondisce;
  • devono essere avvertiti i sintomi che indicano la presenza di infiammazione delle meningi di natura infettiva, in particolare, la loro combinazione con un deterioramento del benessere generale e uno stato di ottusità della coscienza;
  • con edema nella fase iniziale, possono svilupparsi sintomi focali - ridotta attività motoria degli arti, paralisi di metà del corpo, disturbi visivi, linguaggio, allucinazioni, coordinazione dei movimenti in generale possono essere compromessi. Con il classico gonfiore del tessuto cerebrale, queste funzioni vengono completamente interrotte, poiché il paziente è incosciente e il suo corpo non è in grado di svolgere un'attività nervosa superiore;
  • con la progressione della patologia iniziano stati convulsivi a breve termine, che vengono successivamente sostituiti da un completo indebolimento del tono muscolare;
  • la pressione sanguigna scende e il polso è destabilizzato. Questa sintomatologia indica la diffusione dell'edema al tronco cerebrale, in cui si trovano i centri principali per garantire le condizioni per preservare la vita;
  • respirazione irregolare, che parla anche di danni a parti importanti del tronco cerebrale, in particolare il centro respiratorio;
  • il nuoto dei bulbi oculari o lo strabismo divergente indicano che la corteccia GM è scollegata dai centri sottocorticali.

Nelle fasi iniziali, si verificano disturbi della memoria, dimenticanza, diminuzione della vista e dolore al collo.

Se l'edema è provocato dall'intossicazione da alcol, sul viso possono comparire cianosi e lividi pronunciati. Nella maggior parte dei casi, la sintomatologia cresce solo e la compromissione della coscienza si approfondisce, a seguito della quale il paziente perde completamente la capacità di un'attività nervosa superiore e la capacità di attività motoria.

Segni di malattia nei neonati sono ansia grave, pianto incessante, ingrandimento della pupilla, rifiuto di allattare, tensione o gonfiore della fontanella. Inoltre, il bambino può avere una testa notevolmente ingrandita e si verificano convulsioni. Il periodo critico per i bambini è il mese successivo alla nascita. Se compaiono tali sintomi, dovresti immediatamente cercare l'aiuto di un medico, poiché il ritardo può comportare il rapido sviluppo della malattia e la morte.

Diagnostica

Se c'è il sospetto di edema della parte centrale del sistema nervoso, solo un medico può dire come alleviare l'edema. Inizialmente, il paziente deve essere esaminato da un neurologo e oftalmologo. La neurosonografia viene eseguita per i bambini di età inferiore a un anno. I pazienti più anziani vengono sottoposti a TC o RM della testa.

Le conclusioni sulle ragioni della formazione di OGM sono fatte sulla base dell'anamnesi raccolta, una valutazione della storia medica in neurologia, esami del sangue generali e biochimici e risultati di studi che visualizzano la struttura, le funzioni e le caratteristiche biochimiche del cervello. Poiché questa patologia sta progredendo rapidamente, tutte le manipolazioni diagnostiche devono essere eseguite in ambiente ospedaliero insieme alla terapia. Le misure terapeutiche possono essere eseguite a seconda della gravità del paziente nell'unità di terapia intensiva o nell'unità di terapia intensiva.

Metodi di trattamento

Se il midollo si gonfia negli scalatori a causa di una rapida salita o se il liquido cerebrospinale si accumula localmente per un altro motivo, il trattamento in una struttura medica potrebbe non essere necessario. I sintomi scompariranno da soli entro due o tre giorni. Per tutto questo tempo, una persona può provare mal di testa, nausea e vertigini, pertanto possono essere prescritti anche diuretici, analgesici e farmaci antiemetici. Condizioni più gravi possono richiedere farmaci seri o addirittura un intervento chirurgico.

Il complesso delle procedure terapeutiche dovrebbe includere diverse aree:

  • combattere il gonfiore esistente e prevenirne la progressione;
  • determinazione delle cause dello sviluppo dei patologi e del loro sollievo;
  • eliminazione di ulteriori sintomi che aggravano il benessere del paziente.

Metodi conservativi

Il trattamento con metodi medici dovrebbe essere completo. Inizialmente, vengono prescritti farmaci che rimuovono il liquido cerebrospinale in eccesso dai tessuti dell'organo:

  • diuretici osmotici. Un esempio è Manit. Dopo la sua infusione, vengono iniettati diuretici dell'ansa per fornire il massimo effetto di disidratazione;
  • diuretici dell'ansa (Furosemide, Lasix, Trifas) in un dosaggio molto elevato. Ciò è necessario per ottenere rapidamente la concentrazione richiesta di sostanze attive e ottenere un effetto diuretico;
  • L-lisina escina. L'assunzione di tali farmaci è necessaria per rimuovere il fluido dai tessuti e ridurre i segni di gonfiore;
  • soluzioni iperosmolari (glucosio 40%, magnesio solfato 25%). Questi farmaci a breve termine aumentano la pressione osmotica del plasma e migliorano l'effetto dei diuretici. Inoltre, le cellule cerebrali sono fornite di sostanze nutritive.

Sicuramente, la terapia di disidratazione è integrata con un'adeguata ossigenazione e mezzi per migliorare i processi metabolici nel cervello. A tal fine vengono svolte le seguenti attività:

  • viene installato un apparato per la ventilazione polmonare artificiale o introdotto ossigeno umidificato per gocciolamento;
  • vengono prese misure per il raffreddamento locale: la testa del paziente è coperta da impacchi di ghiaccio su tutti i lati;
  • vengono introdotti farmaci che normalizzano il metabolismo cerebrale (Actovegin, Ceraxol, Kotexin);
  • per prevenire l'espansione dell'edema, vengono prescritti corticosteroidi, ma sono efficaci solo nella forma locale della lesione. Questi farmaci rafforzano le pareti dei vasi sanguigni nel cervello..

È necessario trattare non solo l'edema stesso, ma anche le ragioni che lo hanno provocato, nonché le conseguenze causate dalla malattia. A seconda della situazione, è necessario prestare attenzione a eventuali manifestazioni della malattia e, se necessario, correggere le condizioni del cuore, eliminare i segni e le conseguenze dell'avvelenamento del corpo, combattere un aumento della temperatura corporea, che può aggravare il gonfiore.

Dopo aver stabilito la causa esatta della formazione dell'edema, possono essere prescritti i seguenti farmaci e misure:

  • antibiotici che hanno un'elevata capacità di penetrazione contro la barriera emato-encefalica - Cefuroxime, Cefepim;
  • mezzi per rimuovere le tossine dal corpo;
  • farmaci per combattere le convulsioni - barbiturici;
  • mezzi per sopprimere eccitabilità, sedativi e miorilassanti (Diazepam, Relanium);
  • farmaci che normalizzano la circolazione sanguigna e la nutrizione del cervello - Trental, Curantil, ecc..

È possibile trattare il gonfiore dei tessuti cerebrali solo in un ospedale sotto la supervisione di specialisti, qualsiasi ritardo può causare la morte.

Chirurgico

Se il trattamento medico dell'edema non è sufficiente, può essere prescritto un intervento chirurgico:

  • craniotomia (Fig. a) - escissione di neoplasie intracraniche operabili, ma solo quando il paziente è in condizioni stabili;
  • rimozione endoscopica di lividi nel cervello;
  • ventricolostomia (Fig. b) - installazione di un drenaggio sotto forma di ago cavo e catetere per garantire il deflusso del liquido cerebellare cerebellare cerebellare cerebellare, ridurre la pressione all'interno del cranio e ridurre l'edema in generale.

Prognosi del paziente

Quanti vivono con una patologia simile? Come dimostra la pratica, nelle fasi iniziali questo può ancora essere un processo reversibile, ma con la progressione della malattia, le possibilità di pieno recupero sono minime, poiché l'edema grave provoca lo sviluppo di cambiamenti irreversibili nelle strutture cerebrali, vale a dire, provoca la morte delle fibre nervose e la distruzione delle fibre con la mielina.

Il recupero completo dall'edema è possibile solo nel caso della sua origine tossica e solo quando il paziente è giovane, sano e consegnato in una struttura medica in tempo. La scomparsa spontanea dei segni di patologia è possibile in caso di edema di montagna, se il paziente è stato rapidamente rimosso dalla regione di alta montagna, dove ha sviluppato la patologia. La durata della regressione dei sintomi in questo caso non supera i 2-3 giorni.

Molto spesso, è completamente impossibile recuperare completamente, il paziente può avere effetti residui invisibili agli altri, ma causare qualche disagio al paziente:

  • mal di testa;
  • aumento della pressione intracranica;
  • distrazione;
  • problemi di memoria;
  • problemi di sonno;
  • condizioni depressive;
  • convulsioni;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • violazione dello sviluppo fisico;
  • problemi con le capacità di comunicazione;
  • crisi epilettiche;
  • paralisi;
  • disturbo respiratorio;
  • coma;
  • la permanenza del paziente in uno stato vegetativo a causa della perdita di funzioni della corteccia cerebrale.

In caso di grave gonfiore del cervello e della sua compressione, la prognosi per la vita è deludente, poiché lo spostamento delle strutture cerebrali provoca l'arresto respiratorio e la cessazione del lavoro del muscolo cardiaco, cioè porta alla morte del paziente.

Prevenzione

Per la prevenzione e il controllo dell'edema, è imperativo seguire semplici raccomandazioni e regole di sicurezza:

  • indossare le cinture di sicurezza durante la guida in veicoli;
  • proteggere la testa con un casco quando si va in bicicletta, ciclomotore, motocicletta, pattinaggio o si lavora in un cantiere e altri oggetti pericolosi;
  • smettere di fumare;
  • monitorare i livelli di pressione sanguigna.

Conclusione

L'edema del tessuto cerebrale è una patologia molto grave. Se compaiono segni del suo sviluppo, specialmente se questo è stato preceduto da una lesione cerebrale traumatica o varie infezioni, in nessun caso dovresti auto-medicare. Questa patologia può essere eliminata solo in ambito ospedaliero. Solo uno specialista esperto, dopo una serie di misure diagnostiche, può prescrivere un ciclo di trattamento o intervento chirurgico. Con la diagnosi precoce, esiste la possibilità di una guarigione di successo, ma una patologia protratta è irta dello sviluppo di complicazioni che rimarranno con il paziente per il resto della sua vita..


Articolo Successivo
Trattamento sintomatico della sindrome SLA