Quali sono le cause dello svenimento negli uomini?


Lo svenimento (o sincope) è un'improvvisa perdita di coscienza a breve termine che si verifica sullo sfondo di insufficiente apporto di ossigeno o sangue al cervello. Lo svenimento è accompagnato da una diminuzione del tono muscolare, che porta a una caduta.

Possibili cause di svenimento

Ci sono molte ragioni per svenire e quasi tutte sono associate a un'improvvisa diminuzione dell'intensità del flusso sanguigno nei vasi del cervello. Una varietà di malattie o condizioni può causare tali disturbi circolatori..

Le principali cause di svenimento negli uomini sono:

  • disturbi nel funzionamento del sistema nervoso autonomo (circa il 50% dei casi) - nevralgia dei nervi glossofaringeo o trigemino, reazioni ortostatiche, ipersensibilità del seno carotideo, ecc.;
  • malattie cardiache (circa il 25% dei casi) - patologia dell'apparato valvolare, infarto miocardico, mixoma atriale, dissezione dell'aneurisma aortico, pericardite, aritmie, disturbo della conduzione atrioventricolare, EP, ipertensione polmonare, ecc.;
  • un improvviso aumento della pressione intracranica - edema cerebrale, tumore, emorragia;
  • disturbi vascolari - aterosclerosi, attacco ischemico transitorio, ictus;
  • disturbi mentali e neurologici - sindrome isterica, nevrosi, sindrome da iperventilazione, epilessia;
  • una diminuzione del volume di sangue circolante - assunzione di acqua insufficiente, sanguinamento, diarrea, vomito, una grande quantità di urina escreta;
  • avvelenamento - alcol, sostanze velenose, narcotici o medicinali, monossido di carbonio;
  • intossicazione - malattie infettive e oncologiche;
  • disturbi metabolici - ipossia, ipercapnia, diminuzione dello zucchero nel sangue, ecc.;
  • lesioni al cranio - commozione cerebrale, contusione cerebrale, lesione cerebrale traumatica.

Il cosiddetto svenimento situazionale che si verifica in determinate circostanze può essere distinto in un gruppo separato:

  • dal tipo di sangue;
  • dall'atto di defecazione o minzione;
  • Dalla tosse;
  • durante la deglutizione, ecc..

Tutte le cause principali di svenimento di cui sopra sono ugualmente caratteristiche delle donne. Tra questi, gli esperti identificano anche fattori specifici che causano la perdita di coscienza negli uomini:

  • chiudere il colletto di una camicia con una cravatta;
  • avvelenamento con bevande alcoliche;
  • sforzo fisico eccessivo durante l'esercizio;
  • minzione notturna negli anziani.

Sintomi di svenimento

Nel periodo di svenimento, si possono distinguere diverse fasi con i loro sintomi caratteristici..

Periodo presincopale (o pre-sincope)

Quando si avvicina lo svenimento, una persona può manifestare i seguenti sintomi prodromici (precursori):

  • nausea;
  • grave debolezza;
  • sudorazione eccessiva;
  • pallore;
  • vertigini;
  • "Mosche" davanti agli occhi.

Le loro manifestazioni possono durare da pochi secondi a diversi minuti..

Successivamente, la persona avverte le manifestazioni cliniche della presincope:

  • debolezza crescente;
  • mal di testa e vertigini;
  • disagio o pesantezza al petto;
  • mancanza d'aria;
  • dolore addominale;
  • sensazione di palpitazioni, "congelamento" o "arresto" del cuore;
  • oscuramento negli occhi;
  • tinnito.

La gravità e l'insieme dei suddetti sintomi di vertigini possono essere variabili. Qualche volta questo periodo è espresso estremamente chiaramente, moderatamente, indistintamente o completamente assente. Inoltre, il paziente presenta segni della malattia che ha causato la sincope..

La sincope vera e propria

Dopo la fine del periodo pre-sincopale, una persona sviene:

  • una persona perde il senso dell'equilibrio e cade in un "covone" o affonda lentamente;
  • completa mancanza di coscienza (circa 5-20 secondi, nel 10% dei casi più a lungo);
  • completa assenza di movimento (possibile lieve contrazione degli arti o minzione involontaria);
  • pupille dilatate;
  • diminuzione del tono muscolare;
  • pallore;
  • morso di lingua (a volte).

Periodo post-sincopale

Questo periodo inizia dopo il "ritorno" della coscienza. Di regola, il paziente inizia a riprendersi rapidamente. Ha i seguenti sintomi:

  • confusione di coscienza;
  • debolezza generale;
  • sonnolenza;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • disagio al petto;
  • palpitazioni;
  • lieve difficoltà a respirare.

In alcuni casi gravi, durante lo svenimento di una persona, si verifica la morte improvvisa (ad esempio, con asistolia, EP, fibrillazione ventricolare, ecc.).

Pronto soccorso per svenimenti

Occasionalmente, una persona che manifesta i sintomi di uno stato presincopale può prevenire in qualche modo lo svenimento:

  • se lo stato lo consente, allora dovresti incrociare le gambe, appoggiare la schiena su un muro o un albero e sforzare fortemente i muscoli delle gambe e dei glutei;
  • se la condizione peggiora, sedersi o sdraiarsi;
  • iniziare a respirare profondamente e spesso - l'inalazione dovrebbe essere massima e durante l'espirazione, lo stomaco dovrebbe essere aspirato;
  • massaggiare le orecchie;
  • premere più volte il dito e rilasciare il punto situato nell'incavo tra le labbra e il naso.

L'obiettivo principale del pronto soccorso per lo svenimento è finalizzato all'eliminazione della carenza di ossigeno dei tessuti cerebrali. Per fare ciò, una persona che si trova accanto alla persona ferita deve raggiungere il flusso sanguigno alla testa. Inoltre, dovrebbe essere prevenuto lo sviluppo di alcune possibili complicazioni..

Il primo soccorso per svenimento include le seguenti misure:

  1. Se possibile, cattura una persona che perde conoscenza.
  2. Sdraiati sulla schiena su una superficie piana.
  3. Se lo svenimento si verifica nella stagione invernale e per strada, è meglio posizionare il paziente su una panchina o spostarlo all'interno (per prevenire congelamento e ipotermia). Dopo questo, la vittima deve essere coperta. Se la perdita di coscienza è stata causata da surriscaldamento o insolazione, trasferire il paziente all'ombra o in una stanza fresca.
  4. Sbottonare gli indumenti che limitano la respirazione e la circolazione sanguigna, allentare la cintura, legare.
  5. Posiziona un rullo sotto i piedi dagli strumenti disponibili. Gli arti dovrebbero essere sopra il livello della testa.
  6. In caso di svenimento nella stanza, fornire un afflusso di aria fresca (aprire una finestra o una porta).
  7. Inumidisci o spruzza il viso con acqua fredda e applica un asciugamano imbevuto di esso sulla fronte.
  8. Per evitare di soffocare con il vomito, apri la bocca e gira la testa di lato. Quando inizia il vomito, gira tutto il corpo su un lato.
  9. Al posto dell'ammoniaca, portare l'aceto, una cipolla tagliata o qualcos'altro con un odore pungente al naso del paziente. Ripeti questi tentativi ogni 7-10 secondi finché non sei svenuto. Si sconsiglia di utilizzare l'ammoniaca, perché in alcuni casi può causare problemi respiratori (fino all'arresto compreso).
  10. Accarezza leggermente la vittima sulle guance.
  11. Se ci sono abrasioni, graffi o ferite, trattali con una soluzione antisettica e applica una benda.
  12. Se la vittima non torna in sé entro pochi minuti o ha ferite profonde, assicurati di chiamare la squadra dell'ambulanza.
  13. In assenza di respirazione e polso, è necessario eseguire la rianimazione: respirazione artificiale e compressioni toraciche.
  14. Dopo il ripristino della coscienza, si consiglia al paziente di rimanere in posizione orizzontale per circa mezz'ora. Dopo la relativa stabilizzazione dello stato, dovrebbe bere tè dolce o 20-30 gocce di tintura di valeriana. Puoi alzarti in piedi solo gradualmente. Qualcuno deve accompagnarlo in ospedale.
  15. Se, dopo uno svenimento, il viso di una persona non diventa pallido, ma diventa rosso, questo segno può indicare ipertensione arteriosa o colpo di calore. In questi casi, il paziente deve essere disteso con la testa sollevata. Dopodiché, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza o un medico!

Diagnosi delle cause di svenimento

Se non c'era motivo di chiamare l'ambulanza, dopo essere svenuto, dovresti consultare un terapista. Il medico ascolterà i reclami del paziente, effettuerà un esame e, se necessario, li indirizzerà per la consultazione allo specialista appropriato (cardiologo, neurologo, psicoterapeuta, endocrinologo, ecc.).

Inoltre, al paziente possono essere raccomandati i seguenti metodi di esame:

  • analisi del sangue di laboratorio;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • ECG (vari tipi);
  • Echo-KG;
  • Ecografia doppler dei vasi del collo;
  • cardioritmografia;
  • sfigmomanometria informatica;
  • angiografia;
  • analisi del sangue per gli ormoni tiroidei;
  • CT;
  • Risonanza magnetica;
  • elettroencefalogramma, ecc..

L'ambito delle misure diagnostiche per chiarire le cause dello svenimento è determinato individualmente per ciascun paziente. Dopo aver analizzato i risultati ottenuti, il medico sarà in grado di prescrivere il trattamento necessario.

Cause di svenimento improvviso - Metodi di gestione della sincope

La sincope è uno svenimento improvviso a breve termine causato da una forte diminuzione del flusso sanguigno nel cervello.

Quali possono essere le ragioni della perdita di coscienza? Impara i primi segni, rischi e metodi per aiutare qualcuno che ha subito un'improvvisa perdita di coscienza.

Cos'è la sincope

La sincope è una condizione fisica caratterizzata da improvvisa e rapida perdita di coscienza (solitamente accompagnata da una caduta) seguita da un altrettanto rapido recupero spontaneo..

Nel linguaggio comune, la condizione descritta è chiamata un termine più familiare: svenimento..

Va sottolineato che si può parlare di svenimento improvviso se si verificano contemporaneamente le seguenti condizioni:

  • Incoscienza dovrebbe essere breve (in media 15 secondi, e solo in alcuni casi pochi minuti) ed essere accompagnati da un recupero spontaneo. Altrimenti, non sta svenendo, ma coma..
  • La perdita di coscienza deve essere accompagnata da perdita di equilibrio. Per alcune forme di crisi che non possono essere classificate come sincope, non c'è perdita di tono posturale (in piedi o seduti).
  • La perdita di coscienza deve essere una conseguenza interrompere o diminuire il flusso sanguigno al cervello. Che però ritorna rapidamente ai normali valori fisiologici. Per questo motivo, ad esempio, una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue, che può anche portare a perdita di coscienza e caduta, non è classificata come sincope, in quanto la perfusione del cervello (afflusso di sangue) rimane normale.

Patogenesi: un processo che porta allo svenimento

Per mantenere uno stato di coscienza, il cervello ha bisogno di ricevere molto sangue, che è di circa 50/60 millilitri al minuto per ogni 100 grammi del suo tessuto.

L'apporto di questa quantità di sangue è supportato dalla perfusione, ad es. la pressione con cui il sangue si diffonde nei tessuti del cervello, che a sua volta è una conseguenza diretta della pressione sanguigna e della resistenza vascolare.

Per questo motivo, qualsiasi fattore che abbassa la pressione sanguigna e aumenta la resistenza vascolare nel cervello diminuisce la pressione di perfusione del cervello e quindi la quantità di sangue che scorre al cervello..

D'altra parte, la pressione sanguigna è strettamente correlata alla gamma del flusso sanguigno e alla diminuzione della resistenza vascolare periferica. La gamma di passaggio del sangue, a sua volta, è assicurata dalla frequenza cardiaca, ad es. la quantità di sangue pompata per ogni colpo. La diminuzione della resistenza vascolare dipende principalmente dai meccanismi che determinano la vasodilatazione e, quindi, dall'azione del sistema simpatico..

Per riassumere, possiamo dire che la diminuzione della perfusione ematica cerebrale dipende da:

  • Diminuzione del volume della corsa.
  • Diminuzione della frequenza cardiaca.
  • Aumento della vasodilatazione.
  • Aumento della resistenza dei vasi sanguigni del cervello.

Sintomi che accompagnano svenimenti improvvisi

Non sempre, ma a volte lo sviluppo della sincope è preceduto da sintomi prodromici (anticipatori).

Questa sintomatologia è chiamata presincope ed è caratterizzata da:

  • vertigini e nausea.
  • sensazione di stordimento.
  • sudore freddo e pallore.
  • mancanza di forza, che non consente di mantenere una posizione eretta.
  • lampi e disturbi nel campo visivo.

I sintomi descritti sono solitamente accompagnati da perdita di coscienza e cadute. In alcuni casi, tuttavia, la sincope non si verifica e le condizioni normali possono essere ripristinate. Poi parlano di uno svenimento interrotto.

Il recupero dalla sincope, come detto, è veloce e completo. L'unico sintomo di cui talvolta lamentano i pazienti anziani è una sensazione di stanchezza e amnesia, riguardo agli eventi commessi durante lo svenimento, ma che, tuttavia, non pregiudica la capacità di ricordare eventi successivi.

Da quanto è stato detto, è chiaro che la sincope non è una malattia, è un sintomo transitorio che si manifesta rapidamente e inaspettatamente, e passa altrettanto rapidamente. La sincope, nella maggior parte dei casi, non implica una malattia grave, ma in alcune situazioni può essere un segnale di grave pericolo per la vita del paziente.

Tipi di sincope e cause

A seconda della patologia del meccanismo che causa questa condizione, la sincope può essere suddivisa in:

Neurotrasmettitore balza. Questo è un gruppo di svenimenti, una caratteristica della quale è l'iperattività temporanea generale del sistema nervoso autonomo, che, indipendentemente dalla nostra volontà, regola la pressione sanguigna con l'aiuto dei vasi sanguigni e della frequenza cardiaca.

Come risultato di questa iperattività, la circolazione sanguigna cambia, in particolare si sviluppano bradicardia o vasodilatazione o entrambe le condizioni contemporaneamente. La conseguenza è una diminuzione della pressione sanguigna o ipotensione sistemica, che determina l'ipoperfusione del cervello e, quindi, una diminuzione del rilascio di sangue che raggiunge il cervello.

Esistono diversi tipi di sincope neurotrasmettitore, le più comuni sono:

  • Vasovagal. Varie sindromi che derivano dalla stimolazione del nervo vago e portano alla temporanea perdita di coscienza. I fattori scatenanti che causano questa condizione sono molto diversi, ad esempio una posizione eretta prolungata, emozioni, ecc..
  • Carotide. Si sviluppa a causa della maggiore sensibilità del seno carotideo, situato nella sezione iniziale dell'arteria carotide. Attività di routine come radersi, raddrizzare il colletto di una camicia o annodare una cravatta possono attivare il riflesso sinusale, che causa asistole cardiaca temporanea (assenza di sistole (contrazione del cuore)) e ipotensione. Ciò si traduce in ipoperfusione cerebrale e svenimento..
  • Situazionale. Ci sono molte diverse situazioni associate all'espirazione forzata quando la glottide è chiusa. Tutto ciò porta ad un aumento della pressione all'interno del torace, che impedisce il ritorno del sangue venoso al cuore. Ciò si traduce in una diminuzione della gittata sistolica e, di conseguenza, della pressione arteriosa sistemica. I recettori localizzati nel seno carotideo “rilevano” le cadute di pressione e, per compensare gli squilibri, stimolano il sistema simpatico, che provoca un aumento della frequenza cardiaca e vasocostrizione. La sincope, in questa rapida sequenza di eventi, è il risultato di una diminuzione della pressione causata da una diminuzione della gittata sistolica. Le situazioni che più comunemente causano questo tipo di svenimento sono la tosse, gli starnuti, lo sforzo di defecare, la minzione, la deglutizione, l'esercizio, il sollevamento pesi, dopo aver mangiato, ecc..

Ipotensione ortostatica. Si dice che l'ipotensione ortostatica sia quando, entro pochi minuti dal passaggio alla posizione eretta, da una posizione supina, la pressione sistolica nell'arteria diminuisce di oltre 20 mm Hg. Questa condizione è abbastanza comune nelle persone anziane..

Spesso si basa sul seguente meccanismo:

Quando ci si sposta in posizione eretta, circa un litro di sangue, sotto l'influenza della gravità, si sposta dal petto alle gambe. Questa situazione determina una significativa diminuzione del ritorno venoso al cuore e, di conseguenza, una diminuzione della gittata sistolica, poiché le cavità cardiache non sono completamente riempite. Ciò si traduce in una diminuzione della gittata sistolica e della pressione sanguigna..

In condizioni fisiologiche, il corpo reagisce a tali situazioni attraverso una varietà di contromisure. Negli anziani, tuttavia, questo sottile meccanismo è compromesso (insufficienza neurovegetativa) e, pertanto, non vi è alcun ripristino della pressione normale, che può portare a svenimenti.

Il fallimento neurovegetativo è causato da diverse condizioni, le più comuni sono:

  • Morbo di Parkinson. Malattia degenerativa del sistema nervoso centrale - può influenzare e modificare il sistema nervoso autonomo e quindi il sistema nervoso simpatico.
  • Neuropatia diabetica. È una complicanza del diabete che può danneggiare il sistema nervoso periferico..
  • Neuropatia amiloide. La degenerazione del sistema nervoso autonomo e periferico si verifica a seguito della mutazione di una proteina (transtiretina) che circola nel sangue. La proteina alterata si deposita e si attacca ai tessuti del sistema nervoso autonomo e porta a un fallimento neurovegetativo.
  • Abuso di alcol e oppiacei. L'alcol e i derivati ​​dell'oppio interferiscono con il sistema nervoso simpatico.
  • Medicinali. ACE inibitori utilizzati per l'ipertensione arteriosa, alfa-bloccanti per l'ipertensione e l'ipertrofia prostatica, antidepressivi triciclici, ecc. può causare, soprattutto negli anziani, svenimenti.
  • L'ipotensione ortostatica seguita da sincope dovuta a insufficienza neurovegetativa può derivare dall'ipovolemia. Quelli. una diminuzione del volume del sangue circolante, che determina la carenza di ritorno venoso.

Sincope da aritmia cardiaca. Le aritmie cardiache sono anomalie nel ritmo normale del cuore. Con queste anomalie, il cuore può battere più velocemente (tachicardia) o più lentamente (bradicardia). Entrambe le anomalie possono causare una diminuzione della perfusione cerebrale e quindi sincope..

Di seguito sono elencate alcune delle malattie che più comunemente causano disturbi del ritmo cardiaco.

  • Tachicardia sinusale patologica. Aumento della pulsazione dovuto a vari motivi (febbre, anemia, iperfunzionamento della ghiandola tiroidea) oltre i 100 battiti al minuto.
  • Tachicardia ventricolare. Un aumento del battito cardiaco di oltre 100 battiti al minuto, con la formazione di segnali elettrici dalle contrazioni muscolari esterne al cuore, cioè il nodo del seno. Ciò che dà violazioni nella riduzione.
  • Bradicardia sinusale patologica. Diminuzione della frequenza cardiaca al di sotto di 60 battiti al minuto. Può avere molte ragioni: ipotiroidismo, malattie del nodo del seno (la parte del cuore che genera impulsi), ecc..

Svenimento per disturbi cardiaci o cardiopolmonari. Sono eterogenei, ma sono determinati da una diminuzione della produzione di sangue e, di conseguenza, da una diminuzione della perfusione cerebrale..

  • Cardiopatia. Quelli. disturbi delle valvole cardiache. Determina il riempimento incompleto delle cavità cardiache e, di conseguenza, una diminuzione della gittata sistolica e quindi una diminuzione della pressione di perfusione.
  • Infarto miocardico. Necrosi cardiaca causata da ischemia dovuta al blocco di una delle arterie del cuore.
  • Cardiomiopatia ipertrofica. Indebolimento del tessuto muscolare del cuore. Questa condizione porta a una perdita di funzionalità del cuore e in alcuni casi può manifestarsi come svenimento improvviso..
  • Ipertensione polmonare. Aumento della pressione nell'arteria polmonare, che collega il ventricolo destro del cuore ai polmoni e trasporta il sangue venoso. Un aumento della pressione si verifica a causa di un aumento della resistenza dei vasi polmonari o in caso di embolia.

Disturbi della circolazione cerebrale. Causato da perfusione cerebrale (diminuzione del flusso sanguigno) quando il flusso sanguigno è bloccato in un vaso che alimenta il cervello e gli arti.

Diagnosi delle cause di svenimento

Poiché la sincope compare all'improvviso, dura pochissimo, nell'ordine di pochi secondi, e scompare rapidamente e spontaneamente senza lasciare traccia, è ragionevole presumere che sarà molto difficile fare una diagnosi corretta. Cioè, per trovare la causa che causa la perdita di coscienza. Tutto ciò significa che il paziente in molte situazioni dovrà sottoporsi a un lungo corso diagnostico. Un processo che non sempre porta alla causa esatta.

Uno dei metodi diagnostici è la tecnica di esclusione. Per questo:

  • Studia la storia medica. Storia medica precedente del paziente e possibile associazione con perdita di coscienza.
  • Esame di un paziente con misurazione della pressione sanguigna sia in posizione supina che in posizione ortostatica (in piedi).
  • ECG per verificare eventuali anomalie nello sviluppo del cuore.

Al termine di questa prima fase, i dati ottenuti vengono consolidati e vengono prescritti studi più specifici:

  • Ecografia Doppler del cuore. Per vedere il lavoro muscolare in azione, insieme alle valvole che chiudono le cavità.
  • Holter test della pressione sanguigna. Per valutare i cambiamenti nei valori della pressione sanguigna nell'arco di 24 ore.
  • Holter ECG. Per valutare la frequenza cardiaca durante il giorno.
  • ECG da sforzo. Test per la malattia coronarica, che può ridurre l'intervallo di consegna del sangue.

Come salvare qualcuno che è svenuto

Il trattamento della sincope dipende, ovviamente, dalla causa e, in generale, si dovrebbe tentare di evitare successive ricadute..

Se la sincope si basa su malattie somatiche, è necessario indirizzarle il trattamento: quando il disturbo è guarito, il problema dello svenimento scompare. In alternativa, le patologie croniche devono essere controllate.

Se lo svenimento è causato da aritmia, è possibile installare un pacemaker che normalizza il battito cardiaco.

In caso di svenimento dovuto a grave ipovolemia, i liquidi possono essere somministrati per via endovenosa.

In genere, spostarsi in una posizione prona consente di tornare a uno stato di coscienza. Si raccomanda inoltre alla vittima:

  • steso sul pavimento a pancia in giù;
  • alzò le gambe in modo che, sotto l'influenza della gravità, il sangue fluisse al cervello.
  • rimase sdraiato finché non si riprese completamente.

Se il paziente viene portato rapidamente in posizione eretta, può verificarsi un altro svenimento..

Se la perdita di coscienza persiste per diversi minuti, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza..

Previsione e possibili conseguenze

Tranne nei casi di gravi malattie cardiache che possono minacciare la vita del paziente, la prognosi è generalmente positiva.

Come accennato, la sincope è una malattia benigna, quindi potrebbe non essere considerata una vera malattia. In quanto tale, non danneggia la vittima. Purtroppo non è sempre così. La perdita di coscienza include la perdita della posizione eretta, accompagnata da una caduta improvvisa e goffa, che spesso causa gravi lesioni, specialmente negli anziani.

Svenimento, perdita di coscienza

Informazione Generale

Lo svenimento è anche chiamato sincope (questa parola deriva dalla parola latina sincope, che, appunto, viene tradotta come "svenimento"). La definizione di svenimento suona così: è un attacco di perdita di coscienza per un breve periodo, associato a flusso sanguigno cerebrale temporaneamente disturbato, in cui una persona perde la capacità di mantenere una posizione eretta. Codice ICD-10 - R55 svenimento (sincope) e collasso.

Svenimento e perdita di coscienza: qual è la differenza?

Tuttavia, l'incoscienza non è sempre debole. La differenza tra svenimento e perdita di coscienza è che l'incoscienza può svilupparsi non solo a causa del deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello, ma anche per altri motivi.

Puoi parlare di svenimento nei seguenti casi:

  • La persona ha perso completamente conoscenza.
  • Questo stato è accaduto all'improvviso e rapidamente è scomparso..
  • La coscienza è tornata da sola e senza conseguenze.
  • Il paziente non poteva mantenere una posizione eretta del corpo.

Se almeno uno di questi punti non corrisponde a quanto accaduto, è importante condurre un esame per determinare il motivo dello svenimento..

Le condizioni di sincope, che sono caratterizzate da uno o due dei punti sopra descritti, a volte vengono erroneamente considerate svenimenti. Lo stato di sincope può essere accompagnato da manifestazioni gravi: epilessia, ictus, infarto, disturbi metabolici, intossicazione, cataplessia, ecc..

Patogenesi

La base della patogenesi della sincope è l'ipoperfusione cerebrale transitoria, che si sviluppa improvvisamente. I normali indicatori del flusso sanguigno cerebrale sono 50-60 ml / 100 g di tessuto al minuto. Una forte diminuzione del flusso sanguigno cerebrale a 20 ml / 100 g di tessuto al minuto e una diminuzione del livello di ossigenazione del sangue porta allo sviluppo della sincope. Se il flusso sanguigno cerebrale si interrompe bruscamente per 6-8 secondi, ciò porta alla completa perdita di coscienza.

I meccanismi per lo sviluppo di questo fenomeno possono essere i seguenti:

  • C'è una diminuzione riflessa nel tono delle arterie o il lavoro del cuore viene interrotto, il che porta a un deterioramento del flusso sanguigno.
  • Il ritmo cardiaco è disturbato: tachicardia, bradicardia si verificano bruscamente, si nota un arresto cardiaco episodico.
  • Sviluppo di cambiamenti nel cuore, a causa dei quali il flusso sanguigno è disturbato all'interno delle camere cardiache.
  • Pressione sanguigna sistemica - la sincope si sviluppa con una forte diminuzione della pressione sanguigna sistolica.
  • Nelle persone anziane, questo è spesso associato al restringimento dei vasi sanguigni che alimentano il cervello e alle malattie cardiache..
  • Nei pazienti giovani, la sincope è più spesso associata a disfunzione del sistema nervoso centrale o disturbi mentali - la cosiddetta sincope riflessa.

Di conseguenza, lo sviluppo di una tale condizione per vari motivi è dovuto a diversi meccanismi di manifestazione della circolazione cerebrale compromessa. Riassumendo, si possono distinguere i seguenti meccanismi:

  • Diminuzione o perdita del tono vascolare.
  • Diminuzione del flusso di sangue venoso al cuore.
  • Diminuzione del volume di sangue circolante nel corpo.
  • Rilascio insufficiente di sangue dal ventricolo sinistro o destro del cuore in uno dei circuiti circolatori, che porta a un flusso sanguigno cerebrale alterato.

Tenendo conto dei meccanismi fisiopatologici, si distinguono i seguenti tipi di sincope.

Neurogenico

La varietà più sviluppata. Nella maggior parte dei casi, non sono associati a malattie gravi e non rappresentano un pericolo per l'uomo. La cosiddetta sincope essenziale a volte si verifica in persone sane e la causa rimane sconosciuta. Tuttavia, di regola, si sviluppano in individui troppo emotivi sullo sfondo della sindrome psicovegetativa. Sono associati a una ridotta regolazione neuroumorale del sistema cardiovascolare, che si sviluppa a causa della disfunzione del sistema nervoso autonomo..

A loro volta, esistono diversi tipi di questo tipo di sincope:

  • Vasodepressore o sincope vasovagale: questa condizione si sviluppa più spesso, in circa il 40% dei casi. Ciò è dovuto a un guasto transitorio della regolazione autonomica del sistema cardiovascolare. La sincope vasovagale inizia con un aumento del tono simpatico NA. Ciò aumenta la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la resistenza vascolare sistemica. Inoltre, il tono del nervo vago aumenta, il che porta all'ipotensione. Si sviluppa come risposta del corpo allo stress. Può essere provocato da una serie di motivi: stanchezza, consumo di alcol, surriscaldamento, ecc..
  • Sincope ortostatica: questo tipo di sincope si sviluppa principalmente negli anziani, il cui volume sanguigno circolante non corrisponde all'instabilità della funzione vasomotoria. Inoltre, molte persone anziane assumono farmaci per abbassare la pressione sanguigna, vasodilatatori, farmaci antiparkinson, che possono portare allo sviluppo di sincope ortostatica. Si sviluppa quando una persona si sposta molto rapidamente dalla posizione orizzontale a quella verticale.
  • Ipovolemico - si sviluppa quando una persona perde molto sangue, con disidratazione (vomito grave, diarrea, digiuno secco). Ciò porta a ipotensione, diminuzione del ritorno venoso al cuore, flusso sanguigno cerebrale inefficace.
  • Sinokaratodny: si sviluppa se una persona ha un'alta sensibilità del seno carotideo. Si verifica più spesso negli uomini anziani con aterosclerosi e ipertensione. Tale sincope può essere associata all'irritazione del seno carotideo quando si gira la testa, si indossano cravatte strette, ecc..
  • Situazionale - si verifica in situazioni stereotipate - tosse, deglutizione, alimentazione, ecc. È associato ad alta sensibilità del nervo vago, reazioni riflesse all'irritazione e al dolore.
  • Iperventilazione - una conseguenza della respirazione eccessiva.

Cardiogeno

Questo tipo di perdita di coscienza viene diagnosticato in circa il 20% dei casi. Si sviluppa per ragioni "cardiache" - una diminuzione della gittata cardiaca che si sviluppa a seguito di una diminuzione della frequenza cardiaca o della gittata cardiaca. Si verifica nelle malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Sono divisi in svenimenti con aritmie e dovuti a processi ostruttivi nella metà sinistra del cuore. A sua volta, la sincope aritmogena è suddivisa in:

  • Bradiaritmica: le condizioni di sincope si sviluppano con una brusca diminuzione della frequenza cardiaca al di sotto di 20 battiti al minuto o con asistolia che dura più di 5-10 secondi.
  • Tachiaritmica: si sviluppa con un improvviso aumento della frequenza cardiaca a oltre 200 al minuto.

Cerebrovascolare

La conseguenza di malattie cerebrovascolari con lesioni stenosanti delle arterie principali, disturbi metabolici, uso di determinati farmaci. Inoltre, questo tipo di perdita di coscienza può essere associato ad attacchi ischemici transitori, che si verificano più spesso negli anziani..

Esistono anche forme non sincopali di perdita di coscienza a breve termine. In alcune forme di epilessia, una breve perdita di coscienza si verifica quando una persona perde il normale controllo motorio, provocandone la caduta. Tuttavia, una perdita di coscienza a breve termine per alcuni secondi è una condizione che può essere associata ai motivi sopra descritti..

Tenendo conto del tasso di sviluppo e della durata, si distinguono i seguenti tipi di disturbi della coscienza:

  • Improvvisa ea breve termine (perdita di coscienza per alcuni secondi).
  • Acuto e prolungato (per diversi minuti, ore o giorni);
  • Graduale ea lungo termine (per un periodo di diversi giorni);
  • Con un inizio e una durata sconosciuti.

Cause di svenimento

Le ragioni della perdita di coscienza sono associate a varie malattie e condizioni del corpo. Quindi, un'improvvisa perdita di coscienza può essere associata a malattie di vari sistemi corporei - nervoso, endocrino, respiratorio, cardiovascolare, nonché ad altri fenomeni - farmaci, sforzo fisico eccessivo, surriscaldamento, ecc..

Parlando di ciò che li fa svenire, si possono distinguere i seguenti gruppi di motivi:

  • "Benigno", cioè non associato a problemi seri. Rispondendo alla domanda su cosa può farti svenire, non dovresti scartare alcune delle cause naturali che portano a una cessazione a breve termine dell'apporto di ossigeno al cervello. Una cosa simile, ad esempio, può accadere se una persona sta a lungo o giace in una posizione forzata, si alza bruscamente da una posizione sdraiata o si piega. I frequenti svenimenti dovuti a questa causa sono caratteristici di alcune donne in gravidanza, anziani, pazienti con vene varicose e aterosclerosi..
  • Associato con ipotensione. Le persone con pressione sanguigna bassa spesso svengono rispetto a quelle con pressione sanguigna normale. È molto probabile che lo svenimento si sviluppi in coloro che soffrono di distonia vegetativa, a causa della quale i meccanismi vascolari regolatori vengono interrotti. In queste persone, l'impulso per lo sviluppo della sincope può essere un forte stress, un dolore acuto, ecc..
  • A causa di problemi con il rachide cervicale. Con l'osteocondrosi di questa colonna vertebrale, il deflusso venoso e l'afflusso di sangue al cervello sono disturbati. Lo svenimento improvviso in questo caso è possibile a causa di bruschi giri della testa o pizzicamento del collo.
  • La conseguenza dei disturbi del ritmo cardiaco. Le risposte alla domanda sul perché svengono possono essere più serie. Uno di questi motivi è l'aritmia, in cui il ritmo, la frequenza o la sequenza dei battiti cardiaci sono disturbati. Ciò può accadere con la pressione alta a causa della tachicardia. In questo caso, è importante consultare un medico in modo che possa determinare se la perdita di coscienza è il sintomo di quale malattia. Nelle persone con malattie del cuore e dei vasi sanguigni, la perdita di coscienza è un sintomo che richiede una visita immediata da uno specialista.
  • Embolia polmonare. Questa è una condizione molto grave in cui l'arteria polmonare è bloccata da un coagulo di sangue che è uscito dalle pareti dei vasi degli arti inferiori..
  • Gravidanza Le cause dello svenimento nelle donne possono essere correlate alla gravidanza. Spesso, le future mamme mostrano ipotensione a causa di cambiamenti ormonali nel corpo o, al contrario, un aumento della pressione a causa del flusso sanguigno alterato. Anche i cambiamenti fisiologici nel corpo possono portare alla perdita di coscienza nelle donne. Man mano che il nascituro cresce, la quantità di sangue che circola nel corpo della donna aumenta e mentre si adatta a tali cambiamenti, questo può portare a svenimenti. Forse ciò è dovuto alla tossicosi manifestata in diversi semestri di gravidanza. Nelle ragazze, la sincope dovuta al rimodellamento del corpo può verificarsi durante la pubertà.
  • Potenti emozioni. Sia negli uomini che nelle donne con instabilità psicovegetativa, la sincope può verificarsi con grave stress, shock nervoso e una sovrabbondanza di emozioni. In questo caso, la risposta alla domanda su come causare svenimenti è semplice. Una persona suscettibile può portarsi a un tale stato con cose elementari per gli altri, poiché, ad esempio, la vista del sangue o una lite emotiva possono provocare sincope in loro. In questo caso, una persona può sperimentare lo stato "Come se stessi svenendo" per un breve periodo, dopodiché si verifica la sincope. Come prevenire lo svenimento in questo caso, dovresti chiedere al tuo medico.
  • Sviluppo di neoplasie nel cervello. In questa condizione, il tumore del paziente comprime i vasi e le terminazioni nervose, a seguito dei quali lo svenimento si verifica con convulsioni e tali attacchi vengono ripetuti abbastanza spesso. Questa è una sindrome molto allarmante che deve essere consultata immediatamente..
  • Epilessia. Le cause della perdita di coscienza e delle convulsioni possono essere associate all'epilessia. In questo caso, gli episodi di perdita di coscienza e convulsioni compaiono all'improvviso. Sebbene le convulsioni possano verificarsi senza convulsioni. La cosiddetta crisi epilettica minore è una condizione in cui si verifica una perdita di coscienza ad occhi aperti. Dura per diversi secondi, mentre il viso del paziente diventa pallido e lo sguardo è concentrato in un punto. La malattia richiede un trattamento complesso che aiuterà a ridurre il numero e la frequenza degli attacchi.

Inoltre, se un adulto o un bambino è svenuto, i motivi possono essere i seguenti:

  • Assunzione di una serie di farmaci: antidepressivi, nitrati, ecc..
  • Avvelenamento da tossine, alcool, monossido di carbonio.
  • Anemia.
  • Sanguinamento - uterino, gastrointestinale, ecc..
  • Neuroinfezione.
  • Insufficienza epatica e renale.
  • Malattie del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Disturbi metabolici.
  • Malattie neurologiche.

Sintomi e segni di svenimento

Molto spesso, la sincope si verifica all'improvviso. Ma a volte i segni di svenimento possono essere notati in modo tempestivo e prevenire la perdita di coscienza. Con uno stato di testa leggera, compaiono i seguenti sintomi:

  • troppa sudorazione;
  • imminente nausea;
  • sbiancamento della pelle;
  • vertigini e una forte manifestazione di grave debolezza;
  • oscuramento negli occhi, comparsa di "mosche" davanti agli occhi;
  • rumore nelle orecchie;
  • sbadigli frequenti;
  • intorpidimento di mani e piedi.

Se tali sintomi vengono notati in modo tempestivo e si siedono o si sdraiano immediatamente, il sangue nei vasi si ridistribuirà rapidamente, la pressione in essi diminuirà e la sincope può essere prevenuta. Se si verifica uno svenimento, almeno la persona si proteggerà dalle cadute..

I segni diretti di svenimento negli esseri umani si manifestano come segue:

  • Gli arti stanno diventando freddi.
  • Il polso rallenta.
  • Le pupille si dilatano o si restringono.
  • La pressione cala.
  • La pelle diventa pallida.
  • La persona respira a intermittenza e con una frequenza più bassa del solito.
  • I muscoli si rilassano bruscamente.
  • Con una sincope prolungata, i muscoli del viso e del tronco possono contrarsi.
  • Possibile produzione di saliva grave e secchezza delle fauci.

Questo stato non dura a lungo, da pochi secondi a 1-2 minuti. Allo stesso tempo, la respirazione e il battito cardiaco non si fermano, la minzione involontaria e la defecazione non si verificano, non c'è bisogno di vomitare.

I sintomi dello svenimento della fame, dovuto alla mancanza di nutrienti nel corpo, sono simili. Lo svenimento della fame si verifica in coloro che praticano diete molto rigide o digiuno prolungato. Tali sintomi indicano che la nutrizione deve essere immediatamente regolata, poiché uno svenimento affamato è la prova di una carenza nel corpo di sostanze importanti per il suo funzionamento..

Analisi e diagnostica

Per determinare perché una persona sta perdendo conoscenza, il medico esegue i seguenti passaggi:

  • Esegue una valutazione delle condizioni iniziali. Per questo, viene raccolta l'anamnesi o, se necessario, un sondaggio di testimoni oculari. È importante scoprire se si è verificato effettivamente un episodio di perdita di coscienza o svenimenti multipli..
  • Prende in considerazione la probabilità di attacchi psicogeni o crisi epilettiche ed effettua diagnosi differenziale.
  • Assegna gli esami necessari.

Nel processo di diagnosi, se necessario, vengono praticati i seguenti metodi:

  • Esame fisico.
  • Elettrocardiogramma.
  • Monitoraggio ECG 24 ore su 24.
  • Ultrasuoni per determinare i cambiamenti strutturali nel cuore.
  • Test ortostatico.
  • Stress test clinico per l'ipossia miocardica.
  • Angiografia coronarica.
  • Analisi del sangue con determinazione di ematocrito, livello di emoglobina, saturazione di ossigeno, livello di troponina, ecc..

Se necessario, nominare altri studi e test di laboratorio.

Trattamento

L'essenza del trattamento di questa condizione consiste nel fermare lo svenimento stesso e nel trattare la malattia sottostante che ha provocato questo sintomo.

Per rimuovere una persona da uno stato di sincope, l'ammoniaca è stata ampiamente utilizzata per molti anni, inalando i cui vapori riportava il paziente alla coscienza. L'odore pungente del farmaco stimola in modo riflessivo il sistema nervoso. A tale scopo, puoi usare profumi con un odore pungente..

Quando si scelgono terapie per pazienti con sincope, è importante considerare i seguenti principi:

  • La terapia è prescritta tenendo conto dei meccanismi di sviluppo della perdita di coscienza.
  • Spesso, il trattamento per prevenire il ripetersi di questa manifestazione differisce dal metodo di trattamento della malattia sottostante..
  • In alcuni casi, è necessario annullare o ridurre il dosaggio dei farmaci antipertensivi.

Svenimento

Lo svenimento è una condizione caratterizzata da perdita di coscienza a breve termine. È il risultato di una disfunzione della circolazione cerebrale, che è di natura transitoria. A causa di un difetto della circolazione sanguigna, si verifica una diminuzione diffusa dei processi metabolici del cervello. Lo svenimento, la perdita di coscienza è il cosiddetto riflesso protettivo del cervello. Nel modo descritto, il cervello, avvertendo una grave carenza di ossigeno, cerca di correggere la situazione. Spesso capogiri, svenimenti sono segnali che informano sulla presenza di una grave malattia. Ci sono molte patologie che accompagnano gli attacchi di svenimento (ad esempio, infarto del miocardio, anemia, stenosi aortica).

Cause di svenimento

La condizione in questione è spesso una conseguenza di un processo patologico che si verifica nel corpo o è un sintomo di un certo disturbo primario. Si distingue un numero enorme di condizioni anormali, che sono accompagnate da perdita di coscienza. Questi includono: disturbi accompagnati da una diminuzione della gittata cardiaca (disturbo del ritmo cardiaco, angina pectoris, stenosi aortica), difetti nella regolazione nervosa dei capillari (ad esempio, con un rapido cambiamento nella posizione del tronco, può verificarsi perdita di coscienza), ipossia.

Vertigini, svenimenti sono il risultato di una diminuzione della pressione sanguigna quando il corpo umano non è riuscito ad adattarsi rapidamente ai cambiamenti dell'emodinamica (il passaggio del sangue attraverso i capillari). Con una serie di disturbi, in cui si notano anomalie del ritmo cardiaco, il miocardio, con una diminuzione degli indicatori di pressione, non è sempre in grado di far fronte a un carico notevolmente aumentato e aumentare rapidamente la produzione di sangue. La conseguenza di ciò sarà una sensazione di malessere in una persona insieme ad un aumento della richiesta di ossigeno dei tessuti. In questo caso, svenimento, perdita di coscienza è causata da uno sforzo fisico eccessivo ed è chiamato stato di svenimento di tensione (sforzo).

La causa dello svenimento è la vasodilatazione dei muscoli dovuta allo sforzo fisico. I capillari, rimanendo dilatati per un certo tempo dopo la fine dello sforzo fisico, contengono molto sangue necessario per rimuovere i prodotti metabolici dal tessuto muscolare. Allo stesso tempo, la frequenza del polso diminuisce, quindi il volume di sangue rilasciato dal miocardio diminuisce con ogni contrazione. Questo è il modo in cui la pressione sanguigna diminuisce, causando la perdita di coscienza..

Inoltre, lo svenimento è spesso causato da una diminuzione acuta della quantità di sangue circolante, che si verifica con perdita di sangue o disidratazione (ad esempio, con diarrea, minzione eccessiva o sudorazione).

Gli impulsi nervosi che influenzano i processi compensatori e sono il risultato di vari algie o vividi shock emotivi, spesso causano svenimenti..

La perdita di coscienza è possibile durante il corso di alcuni processi fisiologici, come la minzione, la tosse. Ciò si verifica a causa della tensione, provocando una diminuzione della quantità di sangue che esce dal miocardio. Con alcune patologie dell'esofago, a volte compaiono condizioni di svenimento durante la deglutizione del cibo.

Anche l'iperventilazione dei polmoni in combinazione con l'anemia, una diminuzione dei livelli di anidride carbonica o di zucchero nel sangue spesso provocano l'insorgenza di svenimenti.

Abbastanza raramente, più spesso nelle persone della categoria di età, i microstroke possono manifestarsi come perdita di coscienza a causa di una forte diminuzione dell'afflusso di sangue in un segmento separato del cervello.

La perdita temporanea di coscienza può essere associata a patologie cardiache, ma spesso è causata da fattori non direttamente correlati ad anomalie di questo organo. Questi fattori includono disidratazione, disturbi vascolari degli arti negli anziani, farmaci farmacopea che influenzano la pressione sanguigna, morbo di Parkinson, diabete.

Una diminuzione della quantità totale di sangue o una cattiva condizione dei capillari delle estremità provoca una distribuzione sproporzionata del sangue nelle gambe e un apporto limitato di sangue al cervello quando l'individuo prende una posizione eretta. Altre cause di perdita di coscienza transitoria, non condizionate dalla patologia cardiaca, includono svenimenti dopo una serie di eventi situazionali (tosse, minzione, movimento intestinale) o dovuti al deflusso di sangue. La condizione in questione si verifica a causa di una reazione stereotipata del sistema nervoso, che porta ad un rallentamento della frequenza cardiaca e all'espansione dei capillari negli arti inferiori, che provoca una diminuzione della pressione. La conseguenza di una tale reazione del corpo è l'ingresso di un volume minore di sangue (rispettivamente e ossigeno) nelle strutture cerebrali, poiché è concentrato negli arti.

Anche emorragie cerebrali, condizioni pre-ictus o simili all'emicrania spesso causano una perdita transitoria di coscienza.

Tra i fattori causati da patologie cardiache si possono distinguere i seguenti disturbi: un'anomalia del ritmo cardiaco (il battito cardiaco può essere troppo veloce o troppo lento), disfunzione delle valvole cardiache (stenosi aortica), alta pressione nei capillari sanguigni (arterie) che riforniscono i polmoni di sangue, dissezione dell'aorta, cardiomiopatia.

Dovresti anche distinguere tra sincope causata da natura non epilettica ed epilettica. Il primo si sviluppa per i motivi di cui sopra. Il secondo si verifica in persone che soffrono di crisi epilettiche. Il suo aspetto è dovuto a una combinazione di fattori intracerebrali, vale a dire l'attività del focus epilettogeno e l'attività convulsiva.

Sintomi di svenimento

Un attacco di perdita di coscienza è solitamente preceduto da una sensazione di vertigini, nausea. Potrebbe anche esserci un sudario o pelle d'oca, ronzio nelle orecchie. Di solito lo svenimento ha alcuni precursori, che includono debolezza improvvisa, sbadigli, sensazione di svenimento imminente. Le persone con determinati disturbi possono avere gambe che cedono prima di perdere conoscenza.

I segni caratteristici dello svenimento sono i seguenti: sudore freddo, pallore del tegumento della pelle o un leggero rossore. Le pupille sono dilatate durante la perdita di coscienza. Reagiscono lentamente alla luce. Il derma dopo la perdita di coscienza diventa di un colore grigio cenere, il polso è caratterizzato da un riempimento debole, la frequenza cardiaca può aumentare o diminuire, il tono muscolare è ridotto, le reazioni riflesse sono deboli o completamente assenti.

I segni di svenimento durano in media da due secondi a un minuto. Se lo svenimento dura più di quattro o cinque minuti, si verificano spesso convulsioni, aumenta la sudorazione o può verificarsi minzione spontanea.

In caso di svenimento, spesso la coscienza si spegne improvvisamente. Tuttavia, a volte può essere preceduto da uno stato di semi-svenimento, che si manifesta con i seguenti sintomi: presenza di tinnito, debolezza acuta, sbadigli, vertigini, sensazione di "vuoto" alla testa, intorpidimento delle estremità, nausea, sudorazione, scurimento degli occhi, pallida epidermide del viso.

Lo svenimento è più spesso notato in posizione eretta, meno spesso in posizione seduta. Quando l'individuo si sposta in una posizione prona, di solito.

Dopo il recupero da un attacco in alcuni individui (principalmente con svenimento prolungato) per due ore, si può notare uno stato di post-svenimento, riscontrato in debolezza, algia della testa, aumento della sudorazione.

Pertanto, un attacco di svenimento può essere suddiviso in tre fasi: pre-sincope o lipotimia, svenimento stesso e post-sincope (stadio post-sincopale).

La lipotimia si verifica da venti a trenta secondi prima della perdita di coscienza (di solito dura da quattro a venti secondi a un minuto e mezzo). In questo stato, l'individuo avverte vertigini, suoni estranei nelle orecchie, vertigini, "nebbia" negli occhi.

Appare la debolezza, caratterizzata da un aumento delle manifestazioni. Gambe - come imbottite, disobbedienti. Il viso diventa pallido e l'epidermide si copre di sudore gelido. Alcuni individui possono manifestare, insieme ai sintomi descritti, intorpidimento della lingua, punta delle dita, sbadigli, paura o ansia, mancanza di aria, nodo alla gola.

Spesso, un attacco può essere limitato solo alle manifestazioni descritte. In altre parole, non ci sarà perdita diretta di coscienza, soprattutto se la persona ha il tempo di prendere una posizione sdraiata. Meno comunemente, lo svenimento può verificarsi senza precedente lipotimia (p. Es., Svenimento associato ad aritmie cardiache). La fase in questione si conclude con la sensazione di lasciare il terreno.

La fase successiva è caratterizzata direttamente dalla perdita di coscienza. Parallelamente alla perdita di coscienza, il tono muscolare di tutto il corpo si indebolisce. Pertanto, allo svenimento, le persone più spesso si depositano sul pavimento, "scivolano" delicatamente in superficie e non cadono come decimate, come soldatini di piombo. Se lo stato di svenimento si verifica in modo imprevisto, c'è un'alta probabilità di lividi a causa di una caduta. Durante l'assenza di coscienza, l'epidermide diventa di un colore grigio pallido, cinereo, spesso verdastro, freddo al tatto, la pressione sanguigna diminuisce, la respirazione diventa superficiale, il polso è difficile da palpare, filiforme, tutte le reazioni stereotipate (riflessi) diminuiscono, le pupille sono dilatate, c'è una debole reazione alla luce (le pupille non si restringono). Se l'afflusso di sangue al cervello non viene ripristinato entro venti secondi, è possibile un atto spontaneo di defecazione e minzione, nonché contrazioni convulsive..

La fase post-sincopale dura diversi secondi e si conclude con un completo recupero della coscienza, che ritorna gradualmente. Prima la funzione visiva "si accende", poi la funzione uditiva (si sentono le voci degli altri, risuonando in lontananza), appare una sensazione del proprio corpo. Il tempo viene speso sulle sensazioni descritte solo pochi secondi, ma la persona le nota, come al rallentatore. Dopo il ritorno alla coscienza, le persone sono immediatamente in grado di orientarsi nella propria personalità, spazio e tempo. Allo stesso tempo, naturalmente, la prima reazione allo svenimento che si è verificato sarà paura, battito cardiaco accelerato, respiro accelerato, sensazione di debolezza, affaticamento, meno spesso si osservano sensazioni spiacevoli nell'epigastrio. L'individuo non ricorda la seconda fase dello svenimento. Gli ultimi ricordi di una persona di un improvviso deterioramento del benessere.

La gravità dello stato di svenimento è stabilita in base alla gravità delle disfunzioni degli organi vitali e alla durata della fase di perdita di coscienza.

Tipi di svenimento

La medicina moderna non ha una classificazione generalmente accettata di sincope. Di seguito è riportata una delle sistematizzazioni più razionali, secondo la maggior parte degli esperti. Quindi, la perdita di coscienza può essere dovuta a eziologia neurogena, somatogenica o multifattoriale, ci sono anche sincope estrema.

La sincope dell'eziologia neurogena è causata da cambiamenti nelle strutture nervose. I più famosi tra loro sono considerati riflessi, cioè associati alle operazioni riflesse del sistema nervoso. In questo caso, gli stati di svenimento sorgono a causa dell'irritazione dei singoli recettori, a seguito del quale, con l'aiuto di un arco riflesso, il sistema parasimpatico viene attivato contemporaneamente alla soppressione della sua parte simpatica. Il risultato di ciò è l'espansione dei capillari periferici e una diminuzione della frequenza delle contrazioni miocardiche, nonché un indebolimento della resistenza vascolare totale al flusso sanguigno, un calo della pressione e una diminuzione della gittata cardiaca. Di conseguenza, il sangue viene trattenuto nei muscoli e non viene consegnato al cervello nella quantità richiesta. Questo tipo di svenimento è il più comune.

Lo svenimento si verifica a causa dell'irritazione delle seguenti terminazioni nervose: recettori del dolore, processi nervosi responsabili della conversione di vari stimoli in un impulso nervoso nel seno carotideo, organi interni, nervo vago.

Durante la rasatura, stringendo la regione cervicale con un laccio ben stretto, i recettori sono irritati, il che causa la trasformazione degli stimoli in impulsi nel seno carotideo. Questa condizione è chiamata sincope carotidea..

A causa del forte dolore, cioè a causa della stimolazione dei recettori del dolore, si verifica anche svenimento (ad esempio, una rottura dell'appendice può provocare la perdita di coscienza).

Lo svenimento irritativo provoca irritazione delle strutture nervose degli organi interni. Quindi, ad esempio, durante la procedura di colonscopia, una persona può perdere conoscenza. La deglutizione con determinate patologie della laringe o dell'esofago può provocare svenimenti dovuti all'irritazione del tessuto del nervo vago.

Inoltre, la sincope neurogena può essere:

- disadattamento, che si sviluppa a seguito di disfunzione adattativa del corpo (surriscaldamento, intenso stress fisico);

- discircolatorio, derivante da difetti nella regolazione del tono capillare nei disturbi neurologici (emicrania, vasculite cerebrale);

- ortostatico, a causa di insufficienti effetti simpatici sui capillari degli arti inferiori (può apparire a causa dell'uso di farmaci antipertensivi, diuretici, con disidratazione o perdita di sangue);

- associative, formate in condizioni che ricordano casi passati con l'inizio dello svenimento, sono più inerenti agli individui creativi con un'immaginazione sviluppata;

- emotiogenico, a causa di vivide manifestazioni emotive, che vengono convertite in uno stimolo-irritante per il sistema nervoso gangliare. La condizione per l'insorgenza di svenimenti è l'iperreattività del sistema nervoso autonomo, in altre parole, con un tono adeguato del sistema, non si verifica perdita di coscienza. Pertanto, lo svenimento da questo gruppo è più spesso inerente alle persone che soffrono di stati simili alla nevrosi o che hanno una predisposizione all'isteria..

Sincope somatogena causata da disfunzione degli organi interni. Si dividono in: cardiogeno, ipoglicemico, anemico, respiratorio.

La sincope cardiogena è causata da anomalie cardiache. Appaiono a causa di un'espulsione insufficiente di sangue dal ventricolo sinistro. Questo è osservato con aritmie o restringimento dell'aorta..

La sincope ipoglicemica si verifica con una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue. Lo svenimento in questa categoria è spesso associato al diabete mellito, ma può verificarsi anche in altre condizioni, ad esempio durante il digiuno, insufficienza ipotalamica, processi tumorali, intolleranza al fruttosio.

Lo svenimento può anche essere innescato da un basso numero di emoglobina o globuli rossi nelle malattie del sangue - sincope anemica.

Respiratorio - si verificano con disturbi che colpiscono i polmoni e sono accompagnati da una diminuzione della capacità polmonare, iperventilazione con diminuzione dell'anidride carbonica. La perdita di coscienza è spesso osservata nell'asma bronchiale, nella pertosse, nell'enfisema.

Svenimenti estremi possono verificarsi in situazioni difficili che costringono il corpo a mobilitarsi il più possibile. Loro sono:

- ipovolemico, a causa di grave mancanza di liquidi nel corpo con perdita di sangue o in condizioni di aumento della sudorazione;

- ipossico, associato a carenza di ossigeno, ad esempio, quando ci si trova in una zona montuosa;

- iperbarico, a causa della respirazione ad alta pressione;

- intossicante, associato all'avvelenamento del corpo, ad esempio bevande alcoliche, monossido di carbonio o coloranti;

- medicinali o iatrogeni a causa del sovradosaggio di alcuni farmaci: tranquillanti, diuretici o antipsicotici, nonché qualsiasi farmaco che abbassa la pressione sanguigna.

La sincope multifattoriale si verifica a causa di una combinazione di fattori eziologici. Ad esempio, c'è un tipo di svenimento che si verifica durante la minzione notturna o immediatamente dopo, quando una persona è in piedi. In questo caso, i seguenti fattori eziologici agiscono in parallelo: una diminuzione della pressione nella vescica, che porta all'espansione dei capillari, il passaggio da una posizione sdraiata a una posizione eretta dopo il sonno. Tutti questi fattori si combinano per causare la perdita di coscienza. Questa categoria di sincope colpisce principalmente gli uomini della categoria di età..

Svenimento nei bambini

La maggior parte delle madri vorrebbe capire perché i bambini svengono, cosa fare se il loro bambino è svenuto. Le cause dello svenimento nei bambini sono generalmente forti dolori, fame, vari sconvolgimenti emotivi, permanenza prolungata in una stanza soffocante, specialmente in posizione eretta, disturbi infettivi, perdita di sangue, respirazione profonda rapida. Condizioni di svenimento possono essere osservate anche nei bambini che soffrono di disturbi nel funzionamento del sistema nervoso gangliare. I bambini con pressione sanguigna bassa spesso svengono quando si spostano rapidamente in posizione eretta da una posizione prona. Inoltre, un trauma al cervello può causare svenimenti..

Alcuni disturbi cardiaci causano anche la perdita di coscienza. Il blocco completo delle strutture anatomiche del cuore (sistema di conduzione miocardico), il blocco atrioventricolare (sindrome di Morgagni-Adams-Stokes) si manifestano clinicamente con attacchi di svenimento e convulsioni, che sono accompagnati da cianosi della pelle o pallore. Più spesso l'attacco si verifica di notte. Questa condizione scompare da sola.

Assistere un bambino svenuto non richiede abilità specifiche o conoscenze speciali. Nel primo turno, il bambino dovrebbe essere sdraiato, il cuscino dovrebbe essere rimosso e l'estremità dei piedi del letto dovrebbe essere sollevata di circa trenta gradi. Questa posizione favorisce il flusso sanguigno verso il cervello. Quindi è necessario garantire il flusso d'aria (per salvare il bambino da vestiti imbarazzanti, aprire la finestra, slacciare il pulsante in alto). Odori acuti (ammoniaca, eau de toilette della madre) o altri irritanti aiuteranno il bambino a riprendere conoscenza. Puoi cospargere le briciole sul viso con acqua fredda o strofinargli le orecchie. Queste attività hanno lo scopo di aumentare il tono capillare e migliorare il flusso sanguigno..

Dopo aver ripreso conoscenza, il bambino non dovrebbe essere sollevato per circa dieci o venti minuti. Quindi puoi dare al bambino un tè dolce.

Da quanto sopra, si può vedere che l'aiuto con lo svenimento, prima di tutto, consiste nel migliorare l'emodinamica, che elimina rapidamente i sintomi dello svenimento..

Svenimento durante la gravidanza

Il periodo più felice nella vita delle ragazze è il periodo della gravidanza. Ma oltre alle emozioni positive delle future mamme, ci sono una serie di piccoli problemi, tra i quali si possono distinguere vertigini e perdita di coscienza..

Molte donne, prima di decidere di avere un bambino, sono interessate a vari dettagli relativi al portare un feto. Pertanto, la domanda sul perché le donne incinte svengono è abbastanza popolare tra le donne che pianificano una gravidanza..

Lo svenimento durante la gravidanza è solitamente dovuto alla bassa pressione sanguigna. Un calo della pressione sanguigna è spesso causato da superlavoro, soffocamento, fame, instabilità emotiva, vari disturbi respiratori o esacerbazioni di patologie croniche..

Durante la crescita del feto, l'utero allargato esercita un effetto pressante sui capillari situati nelle vicinanze, che interrompe la normale emodinamica. I vasi degli arti, del bacino e della schiena passano male il sangue, soprattutto in posizione supina. Di conseguenza, la pressione potrebbe diminuire.

Inoltre, durante la gravidanza, il corpo delle future mamme subisce molti cambiamenti dal lato della fisiologia. Una delle trasformazioni fisiologiche è un aumento della quantità di sangue circolante di circa il trentacinque percento. Fino a quando il corpo femminile non si adatta ai cambiamenti, si possono osservare svenimenti.

L'anemia è una causa comune di svenimento nelle donne in gravidanza, poiché la quantità di sangue aumenta solo a causa dell'aumento del volume plasmatico. Di conseguenza, il sangue diventa più rarefatto, poiché il numero di eritrociti in esso contenuti è ridotto. Ciò provoca una diminuzione del livello di emoglobina, quindi - all'anemia..

Inoltre, le future mamme possono perdere conoscenza a causa di una diminuzione dei livelli di glucosio. A causa della tossicosi, le donne possono spesso mangiare in modo irregolare o inadeguato. Una dieta impropria provoca una diminuzione della concentrazione nel sangue, che porta a svenimenti.

Svenimento affamato

La perdita di coscienza causata dalla fame è considerata rilevante per la parte bella dell'umanità. Dopotutto, sono queste creature carine, in costante tentativo di diventare le più attraenti e affascinanti, esauriscono il proprio corpo con diete infinite, scioperi della fame, che provoca conseguenze negative, tra le quali si dovrebbero notare disturbi della coordinazione dei movimenti, lesioni cerebrali, cambiamenti nei tratti del carattere, memoria, vari lividi.

Come suggerisce il nome, lo svenimento affamato è il risultato di una mancanza di nutrienti essenziali dal cibo nel corpo. Tuttavia, questo tipo di svenimento si verifica non solo a causa della mancanza di cibo..

Quindi, ad esempio, l'uso di esclusivamente proteine ​​o solo carboidrati (dieta a base di latte) può anche provocare perdita di coscienza. Il mancato rispetto del rapporto richiesto di sostanze organiche causa la mancata produzione dell'approvvigionamento energetico richiesto. Di conseguenza, il corpo deve trovare riserve interne, il che porta a un cambiamento nel metabolismo. I tessuti cerebrali non hanno depositi interni di ossigeno e sostanze necessarie, quindi la carenza di composti organici, a prima vista, colpisce le fibre nervose.

L'esposizione stressante durante una dieta normale può anche provocare svenimenti affamati. Perché qualsiasi stress richiede un dispendio energetico eccessivo ed è accompagnato da un aumento della pressione sanguigna. Se le risorse sono insufficienti, nel corpo si verifica la cosiddetta disconnessione di oggetti "non importanti": il flusso sanguigno agli organi digestivi diminuisce per fornire al cervello, al miocardio e ai polmoni la quantità necessaria di nutrimento. Con una mancanza di tale nutrizione, il cervello si spegne, il che provoca uno svenimento affamato.

Uno sforzo fisico eccessivo richiede anche un eccesso di nutrienti vitali. Se non si osserva un rapporto adeguato di composti organici nella dieta quotidiana, o se c'è una bassa concentrazione di carboidrati nel cibo consumato, c'è una discrepanza tra le capacità del corpo e le sue esigenze. Di nuovo, il cervello soffre di questo primo, che provoca la perdita di coscienza.

L'assistenza allo svenimento provocato dalla fame non differisce dalle misure per altri tipi di svenimento.

Trattare lo svenimento

In caso di perdita di coscienza, le misure terapeutiche sono associate alla causa che l'ha provocata. È per questo che una diagnosi adeguata è così importante..

Il pronto soccorso per lo svenimento, nel primo turno, prevede il ripristino dell'emodinamica dando al corpo una posizione orizzontale. In questo caso, l'estremità dei piedi deve essere sollevata.

Alcuni tipi di condizioni di svenimento non richiedono un trattamento specifico, ad esempio svenimenti estremi (è necessario eliminare solo la situazione che ha causato questa condizione).

La sincope somatogenica comporta il trattamento del disturbo sottostante. Quindi, ad esempio, quando viene rilevata un'aritmia cardiaca, è necessario utilizzare farmaci antiaritmici per normalizzare il ritmo.

Nel trattamento della perdita di coscienza causata da fattori neurogenici, vengono utilizzati farmaci farmacopea e misure non farmacologiche (misure fisiche). In questo caso, la preferenza è data a quest'ultimo. Ai pazienti viene insegnato a evitare situazioni che possono provocare sincope neurogena, nonché a prendere misure tempestive per prevenire la perdita di coscienza quando si sentono precursori di svenimento.

Le misure fisiche includono le seguenti azioni. Con uno stato di svenimento prossimo, si consiglia ai pazienti di incrociare gli arti inferiori e stringere i palmi a pugno. L'essenza delle azioni descritte è provocare un aumento della pressione sanguigna sufficiente a prevenire la perdita di coscienza o ritardarla, al fine di consentire al paziente di assumere una posizione orizzontale sicura. Gli individui con svenimento ortostatico persistente possono trarre beneficio da un regolare esercizio ortostatico..

La terapia dello svenimento riflesso dovrebbe mirare a migliorare le condizioni fisiche, ridurre l'eccitabilità di una persona e correggere le disfunzioni del sistema nervoso autonomo e i disturbi vascolari. È importante osservare il regime ed eseguire esercizi ginnici igienici quotidiani al mattino..

Autore: Psiconeurologo N.N. Hartman.

Medico del Centro Medico e Psicologico "PsychoMed"


Articolo Successivo
15 sostanze che potenziano la funzione cerebrale e migliorano la memoria