Spasmo dei vasi cerebrali: cause, trattamento, sintomi e prevenzione


Il restringimento del lume dei vasi sanguigni nel corpo si verifica a causa di vari fattori. Allo stesso tempo, la quantità di sangue che lo attraversa diminuisce, il che porta a una nutrizione insufficiente e alla saturazione di ossigeno dei tessuti circostanti..

Questa condizione può essere molto pericolosa, poiché uno scarso afflusso di sangue porta a interruzioni nel funzionamento dell'organo interessato. In questo articolo, daremo un'occhiata più da vicino allo spasmo cerebrovascolare: cause, trattamento, sintomi e conseguenze.

Le ragioni

Alcuni decenni fa, gli spasmi vascolari sono stati osservati principalmente negli anziani a causa della ridotta elasticità delle pareti arteriose a causa di cambiamenti legati all'età e malattie croniche. Ma ora questa condizione si verifica spesso tra i giovani, soprattutto tra i residenti delle grandi città..

Cause di spasmo delle arterie cerebrali:

  • stress acuto e cronico;
  • superlavoro e regolare mancanza di sonno;
  • fumo e consumo frequente di alcol;
  • malattie endocrine;
  • nefropatia;
  • malattia cardiovascolare;
  • malattie e tumori cerebrali;
  • trauma alla testa;
  • predisposizione ereditaria;
  • distonia vascolare vegetativa;
  • osteocondrosi della colonna vertebrale nel rachide cervicale, ecc..

Una passeggiata in una giornata gelida senza cappello può portare allo spasmo delle arterie del cervello. Le persone con meteosensibilità sono particolarmente suscettibili alla patologia..

Manifestazioni cliniche

Il primo e principale sintomo di un restringimento dei vasi cerebrali è un forte dolore. Può avere intensità e localizzazione diverse, a seconda dell'area in cui si è verificato il problema e di quanto il lume dell'arteria è bloccato..

Il mal di testa può essere pulsante, premendo sulla parte posteriore della testa, sulle tempie o sugli occhi, sentendosi come una pesantezza o un ronzio. Le sensazioni spiacevoli si intensificano in presenza di luce intensa, rumore o se ti alzi improvvisamente da una posizione prona (o, al contrario, ti pieghi stando in piedi o seduto).

Inoltre, i pazienti si lamentano di:

  • vertigini;
  • stanchezza rapida;
  • rumore nelle orecchie;
  • mosche lampeggianti davanti agli occhi;
  • debolezza, ecc..

I sintomi della vasocostrizione del cervello possono essere espressi in vari gradi. In un processo cronico, i disturbi del benessere non infastidiscono molto i pazienti e non sempre richiedono un trattamento farmacologico. Ma con uno spasmo acuto, è spesso necessario un ricovero urgente, poiché le manifestazioni sono così nettamente espresse che il paziente non solo perde la sua capacità di lavorare, ma può anche morire.

Inoltre, oltre ai sintomi elencati, potrebbero esserci:

  • perdita di conoscenza;
  • nausea e vomito;
  • violazione delle espressioni facciali e capacità di parlare;
  • perdita di orientamento e altro ancora.

Tali manifestazioni indicano un blocco completo della nave e lo sviluppo di ischemia in quest'area. In questo caso, il paziente deve essere urgentemente esaminato da un medico, a condizione che il primo soccorso e un esame e un trattamento debbano essere prescritti in base ai suoi risultati..

Come riconoscere gli spasmi acuti e cronici

Le istruzioni su come distinguere lo spasmo acuto da quello cronico sono presentate nella tabella seguente:

AcutoCronico
Sviluppo acuto sullo sfondo della piena salute, i sintomi progrediscono rapidamenteI disturbi si sviluppano gradualmente e aumentano lentamente
Mal di testa intollerabile che non scompare con il riposo o con i farmaciIl mal di testa è tollerabile, alleviato dalle pillole
Una persona perde l'orientamento nello spazio, può perdere conoscenza, le espressioni facciali, la parola sono disturbate, possono svilupparsi paresi e paralisiI sintomi concomitanti portano a una graduale diminuzione delle prestazioni, ma non alla sua perdita
Senza cure mediche, i sintomi peggiorano, forse fataliI sintomi scompaiono da soli dopo il riposo o l'assunzione di pillole

Diagnostica

Se mal di testa, vertigini e altri sintomi sono spesso fastidiosi, è necessario consultare un medico o un neurologo per determinare la causa degli spasmi dell'arteria cerebrale.

Per fare ciò, possono nominare:

  • esame del rachide cervicale (radiografia, TC, risonanza magnetica);
  • imaging a risonanza magnetica o computerizzata utilizzando un mezzo di contrasto;
  • scansione fronte-retro.

Avendo capito perché i vasi sono spasmodici, il medico sarà in grado di prescrivere il trattamento corretto ed efficace..

Trattamento

Il trattamento per questa patologia dipende dalla causa che lo ha causato. Prima di tutto, è necessario identificarlo ed eliminarlo..

Se la questione è superlavoro, è necessario stabilire una modalità di lavoro e riposo. In caso di stress, si consiglia a una persona di rimanere calma in tutte le situazioni nervose, cercare di non essere troppo emotiva.

Con un'eredità appesantita e una tendenza ai cambiamenti del tono vascolare, è necessario abbandonare tutte le cattive abitudini e aderire a uno stile di vita corretto. Se ci sono malattie croniche, devono essere curate e controllate per possibili ricadute..

Vale soprattutto la pena prestare attenzione alla normalizzazione della pressione sanguigna e alla coagulazione del sangue. Se il medico prescrive farmaci speciali per questo, è necessario prenderlo sul serio e prenderli regolarmente.

Pronto soccorso a casa

Se ci sono segni di spasmo dei vasi cerebrali, è necessario lavarsi con acqua fredda e fare una doccia fredda ai piedi, quindi prendere una pillola antispasmodica e sdraiarsi in posizione orizzontale. Stai calmo.

Puoi massaggiare la testa. Ma se il mal di testa non va via per molto tempo, non si allevia con le pillole o peggiora, devi andare in ospedale.

Trattamento farmacologico

Per alleviare il vasospasmo, migliorare il loro tono, nominare:

  • vasodilatatori (papaverina, eufillina);
  • antispastici (No-shpa, Spazmalgon, Spazgan, ecc.);
  • farmaci che riducono la concentrazione di colesterolo nel sangue (Atomax, Atorvastatin, Lipoford, Clofibrate, ecc.);
  • con aumento della viscosità del sangue, anticoagulanti e agenti antipiastrinici;
  • preparati a base di erbe per rafforzare la parete vascolare e migliorare le proprietà del sangue (Ginkgo Biloba, ecc.);
  • sedativi (tintura di Motherwort o Valeriana, Persen, Novopassit, Afobazol, ecc.);
  • nootropics (Vinpocetine, Piracetam, ecc.) e altri farmaci.

I farmaci più comuni usati per gli spasmi vascolari sono mostrati nella foto sotto:

Se la causa della patologia è l'ipertensione, i farmaci antipertensivi diventano i farmaci di scelta. Con l'osteocondrosi o altre malattie, è necessario prima curare la malattia di base e, oltre alla terapia prescritta, assumere farmaci che migliorano lo stato del sistema vascolare.

Trattamento fisioterapico

Questi metodi vengono utilizzati dopo che la situazione è uscita dalla fase acuta e sono un eccellente assistente nel trattamento e nella prevenzione delle malattie vascolari..

La fisioterapia per questo problema è efficace:

  • massaggio collo e nuca;
  • darsonvalutazione;
  • elettroforesi con sostanze medicinali (novocaina, bromo, ecc.);
  • vari tipi di idroterapia;
  • esercizi terapeutici (specialmente con osteocondrosi cervicale);
  • balneoterapia;
  • aromaterapia, ecc..

I pazienti con malattie croniche ricevono cure termali una o due volte l'anno.

Prevenzione

Se una patologia si verifica in passato o se esiste una predisposizione ad esse, è necessario eliminare tutti i fattori provocatori:

  • cattive abitudini (alcol, fumo);
  • peso in eccesso;
  • stile di vita sedentario;
  • malattie croniche;
  • superlavoro (devi riposare di più);
  • stress cronico (devi prendere tutto con calma);
  • prova a camminare di più, fai sport;
  • stabilire un regime alimentare, ecc..

Queste semplici raccomandazioni non solo impediranno lo sviluppo dell'angiospasmo in futuro, ma generalmente aiuteranno a mantenere la salute e il benessere..

Il vasospasmo cerebrale si verifica in ogni persona almeno una volta nella vita. Molto spesso, non rappresenta una minaccia per la vita e la salute e si manifesta solo come un mal di testa. Ma in alcune situazioni può essere foriero di una formidabile complicazione.

Pertanto, se i sintomi spiacevoli persistono a lungo o si intensificano, è necessario consultare un medico. Ottenere assistenza medica in questa situazione è molto importante. Il ritardo in questa materia può avere un costo elevato, inclusa la perdita di vite umane..

Puoi saperne di più sul problema dal video in questo articolo..

Spasmo dei vasi cerebrali: ragioni, cosa fare, come rimuovere le pillole, rimedi popolari

Articoli di esperti medici

  • Le ragioni
  • Fattori di rischio
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Medicinali
  • Prevenzione
  • Previsione

Il normale funzionamento dell'organo principale che guida e coordina le azioni di tutti i sistemi corporei è possibile solo con un costante apporto di sangue. Il cervello consuma la maggior quantità di glucosio e ossigeno, i suoi tessuti sono intrecciati con una rete di vasi sanguigni per fornire a un organo così importante la quantità necessaria di nutrienti.

Le navi hanno strutture e funzioni diverse:

  • arterie che trasportano sangue ricco di ossigeno alle cellule cerebrali dal muscolo cardiaco con pareti elastiche e forti, contenenti fibre muscolari lisce nello strato intermedio;
  • capillari - minuscoli vasi a pareti sottili, continuazione delle arterie, attraverso le pareti di cui i nutrienti entrano nei tessuti;
  • vene che trasportano il sangue "vuoto" nella direzione opposta - dai tessuti al muscolo cardiaco per riempirlo di sostanze nutritive.

Le arterie che resistono a una forte pressione sanguigna e assicurano la sua circolazione continua hanno la membrana più forte ed elastica e uno strato significativo di fibre muscolari. È in questi vasi, sotto l'influenza di fattori negativi, che si verifica il restringimento o lo spasmo (contrazione della muscolatura liscia).

Cause di vasospasmo cerebrale

A seconda della durata e del motivo che ha provocato questo disturbo circolatorio, ci sono angiospasmo (spasmo transitorio, il più delle volte di piccole arterie e arteriole) e vasospasmo (contrazione della muscolatura del vaso, che è causata da patologie vascolari organiche permanenti). Nel secondo caso, la costante ipossia sperimentata dai tessuti in una certa area della corteccia cerebrale fa da sfondo al suo sviluppo. Il vasospasmo continua per diversi giorni, con sintomi in aumento che non scompaiono nemmeno dopo l'uso di analgesici e antispastici. In questo caso, è necessario consultare un medico, perché senza trattamento, la condizione può solo peggiorare.

Il vasospasmo locale da compressione può essere innescato da una neoplasia in via di sviluppo; crisi cerebrovascolare acuta, in particolare, rottura dell'aneurisma; idrocefalo (in cui, principalmente, si sviluppa vasospasmo generale).

Gli spasmi temporanei delle arterie cerebrali si sviluppano più spesso su base nervosa. Il ritmo moderno della vita crea condizioni favorevoli per frequenti situazioni stressanti, ciò è facilitato da un costante superlavoro, mancanza di sonno, inattività fisica e scarsa permanenza all'aria aperta, fumo, consumo eccessivo di alcol.

Gli spasmi cerebrali possono essere innescati direttamente da una violazione dell'innervazione delle arterie, disturbi funzionali del controllo umorale del tono arterioso, disturbi metabolici locali e insufficienza vascolare causata da un ostacolo meccanico al normale flusso sanguigno - formazione di trombi, presenza di cambiamenti cicatriziali nelle pareti arteriose, escrescenze di colesterolo.

Periodicamente ricordarsi in questo modo possono alterazioni distrofiche nella cartilagine vertebrale del rachide cervicale con osteocondrosi, emicrania, iper- e ipotensione, aneurisma.

Lo spasmo dei vasi cerebrali e la VVD (distonia vegetativa-vascolare) vanno di pari passo. L'angiospasmo si manifesta con un disturbo temporaneo del normale flusso sanguigno e, di conseguenza, la nutrizione e la respirazione del cervello e la comparsa di disagio alla testa.

Fattori di rischio

Fattori di rischio per lo sviluppo dell'angiospasmo:

  • endocrine croniche, patologie cardiovascolari, disfunzione renale;
  • predisposizione ereditaria;
  • la presenza di cattive abitudini, anche nell'alimentazione;
  • trauma craniocerebrale chiuso, malattie infiammatorie delle meningi, una storia di infezioni gravi;
  • predisposizione a coaguli di sangue;
  • sovrappeso;
  • gravidanza e altri cambiamenti ormonali;
  • sovraccarico psico-emotivo e fisico;
  • cambiamento climatico o brusco cambiamento del tempo;
  • una passeggiata con tempo gelido senza cappello;
  • intossicazione, in particolare, piombo, disolfuro di carbonio, dovuta all'assunzione di un gran numero di farmaci
  • situazione ambientale sfavorevole, inquinamento da gas (soprattutto nelle megalopoli).

Patogenesi

Il meccanismo di sviluppo di una forte vasocostrizione non è stato studiato abbastanza, ma si basa su un disturbo nel trasporto di ioni Ca, Na e K attraverso le membrane cellulari della muscolatura liscia dell'arteria causato da uno qualsiasi dei motivi, causato da un fallimento nel coordinamento delle fasi di depolarizzazione delle membrane cellulari e dalla loro ripolarizzazione, cioè normale ciclo di contrazione e rilassamento della muscolatura del vaso. L'emergere di impulsi improvvisi che consentono agli ioni Ca liberi di penetrare nella membrana cellulare del tessuto muscolare crea un maggiore afflusso di essi nelle cellule, che contribuisce all'attivazione del processo di contrazione muscolare. Allo stesso tempo, il normale e tempestivo processo di rilassamento della muscolatura dell'arteria viene inibito, poiché la ripolarizzazione della membrana cellulare viene ritardata e la parete dell'arteria rimane in uno stato contratto per un periodo di tempo più lungo..

I vasi cerebrali più spesso spasmi vicino alla localizzazione dell'aneurisma, emorragia subaracnoidea, placca di clesterolo, trombo o cicatrice.

Non ci sono statistiche affidabili sulla prevalenza degli spasmi cerebrovascolari. La maggior parte della popolazione soffre di attacchi di mal di testa, in alcune persone si verificano abbastanza spesso. Spesso sono causati da angiospasmi cerebrali, tuttavia, i pazienti con incidenti cerebrovascolari acuti entrano nel campo visivo dei medici e nella maggior parte dei casi le persone affrontano da sole spasmi transitori con l'aiuto di antispastici.

Gli angiospasmi sono tradizionalmente considerati appannaggio delle generazioni più anziane, tuttavia recentemente questa patologia si è notevolmente ringiovanita. La più suscettibile agli spasmi dei vasi cerebrali è una popolazione abbastanza giovane dai 35 ai 45 anni, tra i quali predominano gli uomini. Nei bambini, i vasi sanguigni si spasmo molto meno frequentemente. Il gruppo a rischio comprende bambini con anomalie congenite delle arterie cerebrali, che hanno ricevuto lesioni spinali durante il parto, hanno sofferto di ipossia intrauterina, hanno subito lesioni alla testa e malattie infiammatorie delle meningi.

La presenza di una tale causa di spasmo come l'aneurisma cerebrale si riscontra in circa il 5% della popolazione, l'ipertensione arteriosa si verifica nella quarta-quinta parte e l'osteocondrosi cervicale soffre dal 60 all'80% degli abitanti dei paesi sviluppati, la prevalenza della distonia neurocircolatoria è stimata più o meno allo stesso modo.

Sintomi di vasospasmo cerebrale

I primi segni di spasmo delle arterie sono dolore acuto e improvviso nella parte della testa dove è localizzata la vasocostrizione, spesso irradiato agli occhi o alla zona del colletto, e vertigini. Il paziente può avere un oscuramento degli occhi e una sensazione di perdita di coscienza a breve termine, dopodiché, di solito, la nausea arriva alla gola, mosche nere o lucenti volano davanti agli occhi e rumore nelle orecchie. Esternamente, il paziente appare pallido e il sudore appare sulla sua fronte..

Uno spasmo transitorio dei vasi cerebrali, il cui sviluppo inverso si osserva durante il giorno, è familiare a molti di prima mano, spesso scompare da solo e la sua forma lieve non causa molta preoccupazione. Tali disturbi della circolazione sanguigna nelle arterie cerebrali e nelle arteriole sono anche chiamati attacchi transitori, i sintomi in questo caso si osservano da dieci minuti a diverse ore. I pazienti spesso sottovalutano il loro pericolo e invano.

La cefalea con vasospasmo cerebrale può essere di intensità e durata variabili. Dopo un attacco, si osservano spesso disturbi del sonno: problemi di addormentarsi, insonnia notturna e sonnolenza diurna.

Oltre a forti dolori alla testa, con contrazione prolungata dei muscoli arteriosi, si verificano: vertigini da vasospasmo cerebrale fino a svenimenti, febbre, vomito, disturbi del linguaggio, perdita di orientamento nello spazio, intorpidimento o dolore su qualsiasi lato della testa e / o del corpo, temporanei amnesia.

Molto più pericoloso di uno spasmo cronico transitorio dei vasi cerebrali. In questo caso, una violazione della circolazione sanguigna nelle arterie cerebrali è causata da un'ischemia costante e crescente della genesi organica in una qualsiasi delle sue zone. Il quadro clinico emerge gradualmente con lo sviluppo della malattia sottostante. Questa condizione non può passare da sola; sono necessari esame e trattamento. L'ipossia costante delle cellule della corteccia cerebrale causa vari sintomi neurologici: mal di testa costanti, vertigini, nausea, campo visivo offuscato, debolezza e affaticamento rapido. Nel tempo i sintomi aumentano: gli attacchi di dolore diventano più frequenti, la nausea è sostituita dal vomito, possono comparire svenimenti, memoria e concentrazione dell'attenzione, diminuzione della capacità lavorativa. Compaiono disturbi del linguaggio, intorpidimento o perdita di sensibilità di alcune parti del corpo, la coordinazione spaziale è compromessa.

L'angiospasmo spesso precede lo sviluppo di disturbi acuti della circolazione cerebrale (ictus, infarto) o la rottura di un aneurisma. In questo caso, i disturbi del linguaggio e dell'udito sono solitamente espressi, la motilità degli arti è compromessa, si osserva una paralisi unilaterale dei muscoli facciali, svenimenti, vomito.

Quando i genitori sentono periodicamente lamentele da parte di un bambino di avere le vertigini o il mal di testa, notare che il bambino è sovraeccitato, aggressivo o, al contrario, sonnolento, barcolla quando cammina, lamenta dolore agli occhi, non distingue bene gli oggetti o non sente, dovrebbero stare attenti ed esaminare bambino. La costrizione dei vasi cerebrali nei bambini è irta di conseguenze abbastanza "adulte": le emorragie e i loro blocchi.

Il vasospasmo cerebrale nei bambini ha fondamentalmente gli stessi sintomi degli adulti. Le arterie si spasmi improvvisamente, il bambino avverte un forte calo delle forze, le sue gambe si indeboliscono e cedono, può anche svenire, sebbene ciò non sia necessario, ma una grave debolezza spesso persiste per diverse ore. Allo stesso tempo, i bambini hanno anche dolore e vertigini, rumore nelle orecchie e c'è un velo o mosche davanti ai loro occhi. Tali sintomi in un bambino possono spesso apparire come le conseguenze di un brusco lancio all'indietro o di una rotazione della testa.

Lo spasmo dei vasi cerebrali nei neonati si manifesta con ansia, pianto frequente, il bambino lancia il seno durante l'allattamento, spesso sputa, può avere convulsioni e perdita di coscienza.

L'angiospasmo cerebrale può essere di gravità variabile, con lieve - i sintomi vengono cancellati, è spesso percepito come un lieve malessere. In questa fase della malattia, le condizioni della persona vengono rapidamente ripristinate anche senza prendere alcuna misura..

Lo spasmo di angioedema è molto più grave. Il decorso clinico in questo caso è più grave, i sintomi sono pronunciati: mal di testa grave e prolungato, debolezza muscolare. Dura diverse ore e c'è il pericolo che compaiano processi distrofici nelle membrane vascolari. In questo caso, devi cercare assistenza medica..

Con lo spasmo cerebrale-necrotico, il paziente ha bisogno di un ricovero urgente. La condizione è molto grave, il paziente perde conoscenza a causa del dolore e dell'ipossia, possono verificarsi febbre, vomito, disturbi della motilità, linguaggio, vista e udito, paresi dei muscoli facciali.

I tipi di angiospasmi sono classificati in base alla natura della loro diffusione in locale (locale), quando il vasospasmo si verifica in una parte del cervello e multiplo o comune - quando un gran numero di vasi è spasmodico, cosa che si verifica quando l'omeostasi è disturbata (aumento della viscosità del sangue), portando a vari disturbi della circolazione sanguigna.

Complicazioni e conseguenze

Lo spasmo dei vasi cerebrali, soprattutto cronico, è un prerequisito per lo sviluppo di ictus ischemico, che può provocare la disabilità del paziente a causa della morte di un gran numero di cellule della corteccia cerebrale per ipossia o morte.

Un'altra formidabile complicanza è l'ictus emorragico, la cui causa più comune è la rottura dell'aneurisma..

Gli spasmi cronici sono segni di una malattia grave che non dovrebbe essere ignorata..

Nell'infanzia, in assenza di trattamento, gli spasmi dei vasi cerebrali possono più spesso provocare sordità, cecità, sottosviluppo mentale, altre patologie neurologiche oltre a un infarto o ictus, tuttavia, anche il bambino non è immune da questo.

La sintomatologia dell'angiospasmo si sovrappone in gran parte ai segni di accidente cerebrovascolare acuto, quindi, se i sintomi non vengono alleviati con mezzi convenzionali, è necessario chiamare urgentemente un'équipe di ambulanza (la "finestra terapeutica" in cui può essere fornito l'aiuto più efficace è di sole 4-6 ore).

Diagnosi di vasospasmo cerebrale

Nei casi in cui il quadro clinico degli attacchi ripetuti assomiglia all'angiospasmo cerebrale, è imperativo sottoporsi a un esame. Tali sintomi non dovrebbero essere ignorati, poiché lo sviluppo di qualsiasi malattia grave può essere perso..

Il medico, sulla base dell'esame e dei reclami del paziente, prescriverà le necessarie, a suo avviso, misure diagnostiche. I test sono necessariamente prescritti: può essere raccomandato un esame del sangue clinico, uno studio di laboratorio biochimico sulla sua composizione.

La moderna diagnostica strumentale consente di studiare lo stato delle navi. Può essere prescritta una tomografia a risonanza magnetica (computerizzata) con contrasto, ecografia in combinazione con imaging Doppler, che dia un'idea delle condizioni e della pervietà delle arterie cerebrali. Il rachide cervicale viene anche esaminato per l'osteocondrosi e lo stato del flusso sanguigno in quest'area (raggi X, ecografia Doppler, risonanza magnetica).

La diagnosi differenziale viene eseguita con disturbi acuti della circolazione cerebrale e ischemia organica cronica. Se viene stabilita un'eziologia mista, la percentuale di partecipazione all'angiospasmo viene determinata con l'aiuto di farmaci. In condizioni stazionarie, è possibile eseguire ulteriori studi: reoencefalografia e pletismografia.

Cosa deve essere esaminato?

Chi contattare?

Trattamento del vasospasmo cerebrale

La scelta dei farmaci e lo schema per il loro utilizzo rimane con uno specialista che prescriverà un corso di terapia dopo un esame approfondito e l'istituzione della causa dell'angiospasmo. Tuttavia, dato che questa condizione può verificarsi istantaneamente nel momento più inopportuno e in qualsiasi luogo, è necessario sapere come alleviare lo spasmo dei vasi cerebrali? Cosa devi fare per aiutare la vittima o te stesso quando non c'è nessuno.

Il primo soccorso per lo spasmo cerebrovascolare include le seguenti semplici misure:

  • se possibile, è meglio che il paziente si corichi e cerchi di rilassarsi;
  • è bene fornire l'accesso all'aria fresca fresca nella stanza;
  • puoi lavarti il ​​viso con acqua fredda;
  • se hai oli aromatici a portata di mano, nel nostro caso sono adatti limone, lavanda, menta (odore o sbavatura sotto il naso);
  • bere una tazza di acqua tiepida con un cucchiaino di miele (puoi - tisana con menta, melissa, valeriana, collezione lenitiva);
  • da angiospasmi causati da ipotermia, un bagno caldo (doccia) con aromi rilassanti, bevande calde e un comodo letto di aiuto;
  • semplice massaggio (carezze e sfregamenti) della zona del collo, del collo e della zona della testa dove è localizzato il dolore.

Se i metodi non farmacologici non danno un effetto, di solito nell'armadietto dei medicinali di casa ci sono sempre farmaci che alleviano lo spasmo dei vasi cerebrali. Come primo soccorso, puoi applicare Tintura di valeriana, peonia o motherwort, gocciolando 30-40 gocce in un cucchiaio d'acqua, mantenendo un po 'il liquido in bocca. Questi farmaci hanno un lieve effetto antispasmodico, ipotensivo e sedativo..

Medicinali a base di Gingko Biloba efficace nei casi di disturbi circolatori nei vasi cerebrali. Hanno effetti nootropici, vasodilatatori, antiossidanti e neuroprotettivi.

Corvalol o Corvaltab - da 30 a 40 gocce per pezzo di zucchero raffinato o 1-2 compresse. Gocce e compresse iniziano ad essere assorbite immediatamente, cadendo sotto la lingua, quindi se tieni le gocce (compresse) in bocca, agisce rapidamente - rilassa la muscolatura liscia delle arterie, dilata i vasi sanguigni, facilita il flusso sanguigno, lenisce, riduce moderatamente la pressione.

Medicinali: gli antispastici per il vasospasmo cerebrale hanno un effetto più pronunciato. Uno degli antispastici più famosi e popolari è No-shpa, compresse che si possono trovare in quasi tutti gli armadietti dei medicinali domestici. Il principio attivo (drotaverina cloridrato) ha la capacità di ridurre la concentrazione di ioni calcio nelle cellule, inibendo a lungo l'attività contrattile e rilassando la muscolatura delle arterie, espandendo così i vasi e aumentando il flusso sanguigno in essi. Il meccanismo della sua azione si basa sull'inibizione dell'attività enzimatica della fosfodiesterasi IV, mentre non ha alcun effetto sull'attività degli stessi enzimi di tipo III e V, che distingue No-shpa negli spasmi dei vasi cerebrali da altri antispastici in assenza di un significativo effetto terapeutico sull'attività del muscolo cardiaco.

In tre giorni, quasi l'intera dose del farmaco assunto lascia il corpo. L'effetto teratogeno del farmaco non è stato rivelato, tuttavia, le donne in gravidanza e in allattamento non dovrebbero ricorrere all'automedicazione con questo farmaco.

Dose singola per pazienti di età compresa tra 6 e 11 anni - mezza compressa, 12 anni e oltre - una o due compresse per dose.

Simile a No-shpu nelle proprietà e vicino nella struttura chimica a un altro antispasmodico comune Papaverina, che può essere utilizzato anche come primo soccorso per l'angiospasmo. Ha un effetto rilassante e ipotensivo, tuttavia, a dosi elevate, ha un effetto rilassante sul muscolo cardiaco e riduce la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache. L'attacco viene rimosso assumendo una o 1,5 compresse, massimo due da 40 mg ciascuna, i bambini vengono dosati a seconda dell'età da 5 mg da sei mesi a 20 mg a 14 anni. C'è la papaverina per bambini in vendita, una compressa della quale contiene 10 mg di principio attivo.

No-shpa è preferibile alla Papaverina, poiché la supera in termini di efficacia, non pregiudica il processo respiratorio e la conduzione cardiaca.

Spazmalgon con spasmi di vasi cerebrali, può essere utilizzato anche come aiuto di emergenza. Questo è un farmaco a tre componenti, molto più potente dei precedenti. Ha un pronunciato effetto analgesico e antispasmodico. Inoltre, inibisce il processo infiammatorio ed elimina la febbre. Per alleviare lo spasmo, i pazienti di età superiore ai 15 anni assumono una o due compresse, da 13 a 15 - una, da 9 a 13 - mezza compressa.

I preparati per l'angiospasmo cerebrale sono presi in considerazione della tolleranza individuale. Se entro poche ore le condizioni del paziente non migliorano anche dopo l'assunzione di farmaci, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza.

Per cure urgenti, uno qualsiasi dei farmaci elencati è adatto, puoi anche usare qualsiasi farmaco antispastico o vasodilatatore che è a portata di mano durante un attacco (Florised, Validol, Valocordin, Tazepam, Aspirina, Ibuprofen, Spazgan, Mexidol). Tuttavia, non dovresti limitarti ad eliminare i sintomi dello spasmo. Se tali attacchi si verificano periodicamente, allora c'è una ragione per questo e deve essere stabilito ed eliminato, e per questo - contattare un istituto medico.

Dopo l'esame, il medico selezionerà i farmaci appropriati e prescriverà un regime di trattamento a seconda della causa identificata. Nei regimi di trattamento per gli spasmi vascolari, oltre a vasodilatatori e antispastici, vengono utilizzati farmaci che migliorano la circolazione sanguigna e il metabolismo nei vasi cerebrali, farmaci antipertensivi, farmaci che riducono la viscosità del sangue.

Potrebbe essere necessario trattare reni, osteocondrosi, malattie endocrine e cardiovascolari, regolare il proprio stile di vita e la dieta, sottoporsi a terapia vitaminica e cure termali.

Le vitamine del gruppo B hanno un effetto benefico sulla circolazione cerebrale e sul sistema nervoso, le vitamine C ed E. hanno un effetto rinforzante generale. Quando si stabiliscono le cause degli spasmi cerebrovascolari, il medico può prescrivere complessi vitaminico-minerali, a seconda del tipo di malattia.

Con una tendenza agli spasmi dei vasi cerebrali, il trattamento fisioterapico può migliorare significativamente le condizioni del paziente e persino portare al completo recupero. Le procedure più comunemente prescritte includono: elettroforesi medicinale, elettroforesi, magnetoterapia, balneoterapia, trattamento con ossigeno - bagni, cocktail, ossigenazione in una camera a pressione.

Il massaggio professionale per lo spasmo dei vasi cerebrali è prescritto nell'area della zona del colletto, poiché l'osteocondrosi del rachide cervicale si trova in tre pazienti su cinque. Insieme ai farmaci e alla fisioterapia, deve essere incluso nel regime di trattamento. Il massaggio aiuta ad eliminare il dolore alla colonna vertebrale, migliora la circolazione sanguigna nelle arterie, ristretto dalla cartilagine distrofica alterata, aumenta il tono generale del corpo e riduce gli attacchi spasmodici.

Lo schema terapeutico comprende anche esercizi di fisioterapia. La ginnastica speciale per gli spasmi dei vasi cerebrali aiuta a sbarazzarsi delle conseguenze dello spasmo e, in combinazione con altre misure, previene la comparsa di nuove convulsioni.

Come alleviare lo spasmo dei vasi cerebrali senza farmaci?

L'automassaggio della testa aiuta a sbarazzarsi dello spasmo dei vasi cerebrali agendo in modo molto efficace sulle zone bioattive. Si consiglia la seguente tecnica:

  • dopo aver rilassato i nostri palmi, eseguiamo lentamente dei movimenti di carezza con essi nella direzione dal centro della fronte alla zona delle tempie, quindi, come se ci lavassimo, verso il mento;
  • accarezzare dalla parte posteriore della testa lungo il collo fino alle scapole, lungo la spalla, con la mano sinistra sul lato destro e viceversa;
  • poi è facile massaggiare il whisky con la punta delle dita;
  • strofinando il polso con il pollice e l'indice piegati ad anello, piegando e raddrizzando la stessa mano al gomito;
  • sfregamento tra i palmi a turno di ciascuna articolazione del ginocchio.

Tutti i movimenti di massaggio devono essere ripetuti da quindici a venti volte.

I metodi non farmacologici includono il trattamento alternativo dello spasmo cerebrovascolare.

Un rimedio efficace è una combinazione di un pediluvio freddo (immergere i piedi in acqua per un paio di minuti) con un impacco freddo sulla fronte, a condizione che lo spasmo delle arterie cerebrali non sia provocato dall'ipotermia. Alcune fonti consigliano di aggiungere aceto all'acqua, ma questo non è necessario, poiché l'odore dell'aceto non è ben tollerato da tutti.

Un impacco freddo sulla testa può essere fatto da un'infusione di una miscela di erbe: foglie di piantaggine, erba di San Giovanni e radici di dente di leone in proporzioni uguali. Due cucchiai della miscela vengono preparati con due bicchieri di acqua bollente, insistiti fino al raffreddamento, filtrati e congelati. Per l'angiospasmo, i cubetti di ghiaccio avvolti in un tovagliolo o un asciugamano vengono posti sulla fronte.

Il trattamento con erbe per gli spasmi dei vasi cerebrali comporta sia la rimozione di un attacco che la prevenzione corsi di fitoterapia.

Per alleviare uno spasmo acuto, si consiglia di raccogliere il n. 13, che include 15 componenti vegetali - erbe: melissa, motherwort, origano, olmaria, erica, trifoglio, palude coccolone, astragalo; radici delle piante - valeriana, raponticum, eleuterococco; infiorescenze di tiglio e biancospino, oltre a bacche di sorbo e foglie di gingko biloba. Un cucchiaio della miscela di erbe viene infuso in un thermos con ½ litro di acqua bollente e infuso per un'ora, filtrato e bevuto mezzo bicchiere quattro volte al giorno dal momento in cui inizia l'attacco. Per prevenire il ripetersi, puoi bere un corso mensile.

È molto più facile preparare un decotto da una foglia di lava, che è in ogni casa, per questo, cinque foglie vengono versate in 300 ml di acqua bollente e fatte bollire per non più di cinque minuti, insistito per almeno un'ora. L'intera porzione si beve durante la giornata, bevendo più sorsi alla volta. Ripeti per altri due giorni, preparando ogni giorno un brodo fresco.

Aromaterapia con limone, valeriana, menta, olio di lavanda utilizzando dispositivi speciali (lampada, candeliere). Se sono assenti, puoi semplicemente spalmare di olio sotto il naso..

Le radici di valeriana, l'erba madre e l'erba achillea, l'anice alleviano rapidamente il vasospasmo. Puoi mescolarli in proporzioni uguali e preparare la miscela, puoi usare quella che è a portata di mano.

L'aglio è ampiamente usato per pulire i vasi, ci sono molte ricette per tutti i gusti: tinture per alcol, con olio vegetale e con limoni. Ogni farmaco ha il suo regime. Il più "delizioso": tritare gli spicchi di cinque teste d'aglio, unirli a cinque limoni, schiacciati insieme alla buccia, e un barattolo da mezzo litro di miele liquido di erbe e fiori primaverili. Insistere per sette giorni e prendere un cucchiaio al giorno fino alla fine.

Omeopatia

Questa area della medicina alternativa ha i suoi principi e farmaci, quindi non può essere definita un metodo di trattamento senza farmaci. Tuttavia, le elevate diluizioni, alle quali non rimane praticamente nessuna sostanza attiva nei preparati, consentono di evitare molti effetti collaterali inerenti ai dosaggi dei farmaci utilizzati dalla medicina ufficiale. Quando prescrive un farmaco omeopatico, il medico cerca, durante l'intervista al paziente, di scoprire i tratti caratteristici della sua condizione, la localizzazione e le caratteristiche delle sensazioni di dolore, la relazione tra il loro inizio e la fine con fattori esterni, le specifiche del metabolismo, lo stile di vita e i pensieri del paziente.

Quando viene prescritto un rimedio costituzionale, il recupero è solitamente più veloce. A volte è difficile determinare le caratteristiche costituzionali del paziente, quindi vengono prescritti rimedi sintomatici. Quasi l'intero arsenale dell'omeopatia viene utilizzato per trattare i vasi cerebrali:

  • Argentum nitricum (Argentum nitricum) - con dolori che premono dall'interno, quando il paziente, stringendo la testa, sente sollievo; vertigini, tremori, pignoleria, sensazioni di ipossia;
  • Bryonia (Bryonia) - è prescritto a pazienti che, come nel caso precedente, allevia la pressione sulla testa, tuttavia, il dolore è localizzato prima sulla fronte, poi si abbassa, cedendo nella zona del colletto, del cingolo scapolare e della schiena, spesso inizia dopo un forte negativo emozioni, la condizione peggiora con ogni tentativo di muoversi, mentre il paziente sperimenta una forte sete;
  • Cimicifuga: in questo caso, la diffusione del dolore avviene nella direzione opposta dal collo alla fronte e agli occhi, come se perforasse la testa;
  • Belladonna (Belladonna) - un rimedio per il dolore intenso localizzato nella regione destra e frontale della testa, prescritto principalmente a pazienti emotivamente squilibrati che stanno reagendo acutamente alla negatività;
  • Coffea - adatto per gli stessi pazienti, la natura del dolore - penetrante, fortemente negli occhi;
  • Cocculus (Сocculus) - le conseguenze della mancanza di sonno, stress mentale e fisico, lavoro notturno; oltre al dolore, nel quadro clinico - vertigini, grave debolezza, nausea e vomito, localizzazione cervico-occipitale, i pazienti soffrono di acrofobia, sono inclini alla cinetosi durante il trasporto e non tollerano uno swing;
  • Helleborus (Helleborus) - dolore a seguito di lesioni, anche durante il parto, con un deterioramento dell'attività mentale - letargia, dimenticanza;
  • Ipecacuanha - spasmi vascolari nei processi degenerativi e / o infiammatori nella colonna cervicale.

Questi e molti altri rimedi omeopatici hanno un effetto nootropico. I farmaci classici per il trattamento dell'aterosclerosi e la riduzione del rischio di spasmo dei vasi cerebrali in questo gruppo di pazienti sono preparati d'oro, Conium. I pazienti con distonia vegetativo-vascolare sono spesso raccomandati Ignatia amara, Valeriana officinalis o Ambra grisea, aneurisma - Astragalus Molissimus, Aronia melanocarpa murrium o Natriumicum Naturium. (Oppio), ipotonico - Staphysagria.

Preparati omeopatici complessi vengono utilizzati anche per migliorare la circolazione cerebrale:

Traumeel S, allevia rapidamente gli spasmi e ripristina le funzioni disturbate, compresi i vasi sanguigni, elimina il dolore e il gonfiore, aumenta lo stato immunitario del corpo attivando il clone dei linfociti Th3.

La sua forma in compresse è destinata alla somministrazione sublinguale, dosata: per i pazienti dall'età di tre anni - un'unità per dose tre volte al giorno. Per i bambini 0-2 anni interi, la compressa viene divisa a metà e assunta tre volte al giorno, metà. Gli attacchi acuti vengono fermati dal riassorbimento di una singola dose ogni quarto d'ora, mentre non si possono assumere più di otto dosi singole.

Portare con cautela le persone sensibilizzate alle piante della famiglia delle Asteraceae.

Nervoheel - stabilizza lo stato del sistema nervoso, ha proprietà antidepressive e anticonvulsivanti. Contiene Ignatia, Seppia, Potassio bromuro, che vengono utilizzati per normalizzare la circolazione cerebrale come monopreparazioni, Acido Fosforico, chiamato nootropico omeopatico. Le compresse si sciolgono sotto la lingua, dosando: per pazienti a partire dai tre anni - un'unità per dose tre volte al giorno. Per i bambini 0-2 anni interi, la compressa viene divisa a metà e assunta tre volte al giorno, metà. Gli attacchi acuti vengono fermati dal riassorbimento di una singola dose ogni quarto d'ora, mentre non si possono assumere più di otto dosi singole.

Con l'osteocondrosi, le lesioni spinali, gli spasmi vascolari possono essere fermati e il trattamento può essere effettuato tra gli spasmi con le pillole Obiettivo T, la loro complessa composizione aiuta ad alleviare il dolore, ripristinare i tessuti cartilaginei danneggiati attivando la proliferazione dei condrociti. Le compresse si dissolvono sotto la lingua, dosando: per pazienti a partire dai sei anni - un'unità per dose tre volte al giorno. Gli attacchi acuti vengono fermati dal riassorbimento di una singola dose ogni quarto d'ora, mentre non si possono assumere più di otto dosi singole.

Nel regime di trattamento, il medico può includere iniezioni di farmaci omeopatici complessi che stimolano l'immunità, il trofismo e il ripristino delle funzioni perse: Discus compositum, Obiettivo T (assegnato principalmente a persone che soffrono di osteocondrosi e spasmi post-traumatici), Ubichinone e Coenzyme compositum - per violazioni del trofismo vascolare di qualsiasi genesi per la correzione processi metabolici e immunitari, disintossicazione, stabilizzazione della sfera emotiva, mentale e fisica.

Chirurgia

Con l'inefficacia del trattamento conservativo o le cause organiche degli angiospasmi, è possibile eseguire un trattamento chirurgico. Le operazioni per lo spasmo dei vasi cerebrali vengono eseguite con due metodi: diretto (craniotomia) o endovascolare - un metodo minimamente invasivo che utilizza un catetere endoscopico, che, in realtà, non è un'operazione nel senso usuale della parola. Pertanto, con gli spasmi dei vasi cerebrali, il loro lume e la normale circolazione sanguigna vengono ripristinati iniettando antispastici direttamente nell'arteria, oppure erogando dispositivi attraverso un catetere che impediscono la rottura di un vaso (in particolare, con aneurisma), rimuovendo coaguli di sangue, corpi estranei e particelle di tessuto morto.

Sia gli interventi diretti che quelli minimamente invasivi sui vasi cerebrali presentano una serie di svantaggi e vantaggi. Il tipo di intervento è scelto dal medico, in base alle condizioni del paziente e se ha controindicazioni.

L'efficienza degli interventi chirurgici diretti per aneurisma è prossima al 98%, vengono scelti quando è disponibile la localizzazione o in caso di rottura dell'aneurisma. Il principale svantaggio della chirurgia a cielo aperto è la possibilità di danni a tessuti ravvicinati e conseguenti disturbi neurologici.

Sempre più spesso, gli interventi mininvasivi vengono utilizzati utilizzando apparecchiature endoscopiche e microscopiche sotto il controllo di microsensori a ultrasuoni. Queste operazioni sono più sicure e sono generalmente preferite; vengono scelte anche in caso di localizzazione di patologie difficilmente raggiungibili e controindicazioni all'uso dell'anestesia generale. Il loro svantaggio è l'alta probabilità della necessità di ripetere la procedura..

Cause e trattamento degli spasmi cerebrovascolari

Lo spasmo dei vasi cerebrali (angiospasmo cerebrale), cioè il loro restringimento, si verifica quando la distanza tra le pareti dei vasi diminuisce. Le ragioni possono essere molte e le conseguenze possono essere gravi disturbi nel funzionamento del corpo..

Perché si verificano spasmi cerebrovascolari?

Le cause del problema possono essere nascoste sia nel cervello stesso che nella colonna vertebrale, perché le arterie che forniscono sangue al cervello passano attraverso la sua regione cervicale. I problemi nel cervello sono causati da varie condizioni, quando una persona si stanca molto per molto tempo, non dorme abbastanza, quando il corpo non ha abbastanza ossigeno.

Il cervello umano si stanca così come altre parti del corpo. Quando lavora a lungo, intensamente e non si riposa a sufficienza, l'afflusso di sangue si deteriora, così come le condizioni dei vasi stessi, attraverso i quali passa il sangue. Inoltre, alcune malattie provocano lo sviluppo di spasmi cerebrovascolari. Ad esempio, l'ipertensione causa molto spesso spasmi vascolari..

Cause di spasmo dei vasi cerebrali

  • Superlavoro;
  • Situazione stressante;
  • Mancanza di sonno;
  • Mancanza di ossigeno;
  • Cambiamenti legati all'età nello stato dei vasi sanguigni;
  • Fumo.

Provocatori di malattie

  • Osteocondrosi del rachide cervicale;
  • Malattia ipertonica;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Distonia vegeto-vascolare;
  • Funzione renale compromessa;
  • Malattie della tiroide;
  • Tumori cerebrali.

Il problema non è sempre dovuto a qualche motivo serio. Una semplice situazione quotidiana può provocare questa condizione, ad esempio camminare al freddo con la testa scoperta, troppo alcol. Le emozioni forti, tra l'altro, non solo quelle negative, possono provocare angiospasmo cerebrale.

In ogni situazione, dovresti almeno cercare di mantenere la calma e l'autocontrollo, poiché le emozioni eccessive scuotono il sistema nervoso.

I vasi sanguigni, il cuore ne soffrono, si sviluppano varie malattie. I vasi possono reagire alle esplosioni emotive anche sullo sfondo di una salute completa. Tali crampi possono essere causati, ad esempio, da una lite violenta o da un trauma. Un cambiamento del tempo nelle persone sensibili alle intemperie può anche provocare una reazione dei vasi cerebrali. I bruschi salti della pressione atmosferica sono particolarmente pericolosi..

Diversi decenni fa, il vasospasmo cerebrale si è verificato principalmente negli anziani. Ciò è dovuto ai cambiamenti legati all'età e alla perdita di elasticità vascolare. Tuttavia, negli ultimi anni, i giovani hanno sofferto molto più spesso di questo problema e la maggior parte di loro sono residenti nelle grandi città..

Flusso sanguigno normale e flusso sanguigno con spasmo

La situazione ecologica nei grandi insediamenti gioca un importante ruolo negativo. Sostanze tossiche, emissioni di imprese e automobili contenute nell'aria, un'enorme quantità di polvere influiscono negativamente sui vasi sanguigni e, in generale, sullo stato dell'intero organismo nel suo complesso. Inoltre, nelle grandi città c'è sempre una mancanza di ossigeno nell'aria. Tutto ciò causa il restringimento e talvolta lo spasmo dei vasi sanguigni, compresi i vasi del cervello..

Naturalmente, non tutte le persone sono in pericolo di spasmo dei vasi cerebrali. Ci sono categorie di persone che sono più a rischio di una tale reazione del corpo. O soffrono di qualche tipo di malattia o hanno vasi sensibili..

Chi è a rischio

  • Persone i cui parenti hanno subito un infarto o un ictus;
  • Pazienti con ipertensione, angina pectoris;
  • Diabete mellito;
  • Forti fumatori o alcolizzati;
  • Persone il cui corpo è incline alla trombosi;
  • Sbilanciato;
  • Sensibile ai cambiamenti climatici.

Sintomi

Il sintomo principale e più frequente del vasospasmo cerebrale è il mal di testa, che può essere sentito ovunque nella testa. È associato a un flusso sanguigno alterato, quando un vaso ristretto non consente il passaggio di una quantità sufficiente di sangue.

Le singole parti del cervello quindi non ricevono nutrimento e il loro lavoro viene interrotto. Oltre al mal di testa, spesso si verificano capogiri e con spasmi gravi possono essere aggiunti sintomi più allarmanti..

Manifestazioni di spasmi vascolari

  • Mal di testa e vertigini;
  • Affaticamento aumentato e prestazioni ridotte;
  • "Mosche" lampeggianti;
  • Acufene che peggiora con l'esercizio
  • Nausea e persino vomito.

Sintomi nei casi gravi

  • Compromissione del linguaggio;
  • Perdite di memoria;
  • Compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • Perdita di orientamento;
  • Svenimento.

L'angiospasmo può svilupparsi improvvisamente e rapidamente, quindi i sintomi compaiono all'improvviso. Tuttavia, è possibile il vasospasmo cronico, che dà sintomi più lievi, ma è pericoloso con complicazioni. Una terribile complicazione dello spasmo cronico dei vasi cerebrali può essere l'ictus ischemico, che si sviluppa quando il lume del vaso è completamente bloccato. Le conseguenze possono essere molto gravi, poiché un'assistenza prematura o inadeguata porta alla morte di un gran numero di neuroni a causa della mancanza di afflusso di sangue all'area del cervello.

L'angiospasmo cerebrale si verifica anche nei bambini, porta anche all'ischemia delle regioni del cervello. Le conseguenze di ciò potrebbero essere ritardi nello sviluppo. Inoltre, con una significativa violazione del lavoro dei vasi sanguigni nei bambini, sono possibili cecità, sordità, paresi, neuropatia. Invecchiando, questi bambini sviluppano attacchi di emicrania persistenti..

Diagnostica e trattamento

Se senti spesso mal di testa, vertigini, dovresti consultare un medico, poiché è pericoloso lasciare senza attenzione i disturbi della circolazione cerebrale.

Per fare una diagnosi, è necessario sottoporsi a un esame del rachide cervicale (raggi X, risonanza magnetica), nonché un esame di risonanza magnetica dei vasi della testa. La scansione duplex viene eseguita per stabilire le condizioni delle arterie, la velocità del flusso sanguigno e rilevare coaguli di sangue e placche nei vasi.

Informazioni importanti verranno fornite dalla risonanza magnetica o TC eseguita in modalità di contrasto, cioè con l'introduzione di un mezzo di contrasto nel flusso sanguigno. Sulla base dei sintomi e dei risultati dei test, è possibile effettuare una diagnosi e un trattamento.

Solo un medico può prendere una decisione e raccomandare l'assunzione di farmaci; l'automedicazione è inaccettabile per l'angiopatia cerebrale. Naturalmente, le misure di emergenza a casa aiuteranno ad alleviare la condizione, alleviare il forte mal di testa, ma ciò non cancella una visita dal medico.

Aiuto a casa

  • Lavaggio con acqua fredda;
  • Pediluvio freddo;
  • Puoi sdraiarti con la testa sul cuscino;
  • Massaggio delle tempie e del collo;
  • Un bicchiere di acqua tiepida con miele.

Puoi anche prendere una compressa di Spazgan, Nurofen o un agente simile, gocce di Corvalol o tintura di valeriana possono alleviare gli spasmi. Se i sintomi si ripresentano, è imperativo, senza indugio, andare dal medico.

I metodi per il trattamento dell'angiospasmo cerebrale dipendono dalla sua causa. Se ti limiti ad alleviare solo i sintomi, si ripeteranno ancora e ancora. Quando viene identificata una malattia che ha portato allo sviluppo di spasmi vascolari, è necessario prima di tutto indirizzare gli sforzi per trattarla in modo specifico.

Dopo aver eliminato la causa, i sintomi spiacevoli scompariranno. Tuttavia, non è sempre possibile identificare una causa specifica e non è sempre possibile eliminarla. Quindi viene sviluppata una strategia di trattamento che include l'ottimizzazione dello stile di vita.

Misure per il trattamento dell'angiospasmo cerebrale

  • Smettere di fumare e abuso di alcol;
  • Stabilire una dieta;
  • Riabilitazione di focolai di infezione, compreso il trattamento dentale;
  • Sollievo degli spasmi con calcioantagonisti vasoattivi;
  • Rapido sollievo dal dolore con iniezioni endovenose di Euphyllin, No-shpa, Revalgin, Papazol;
  • Assunzione di farmaci nootropici: Nootropil, Piracetam, Trental;
  • Ricezione di correttori del lavoro dei vasi cerebrali, ad esempio Actovegin, Cerebrolysin;
  • Assunzione di adattogeni (eleuterococco, ginseng, citronella) e vitamine;
  • Trattamento fisioterapico (elettroforesi, darsonval);
  • Corsi di massaggio della zona del collo;
  • trattamento Spa.

Nel trattamento dell'angiospasmo cerebrale, il sistema è importante, possono essere necessari diversi cicli di trattamento per ottenere un risultato sostenibile.

Stile di vita e prevenzione dello spasmo cerebrovascolare

È importante stabilire una corretta alimentazione e monitorare il proprio peso. Al mattino, è meglio mangiare cereali integrali, mangiare pesce regolarmente a pranzo e assicurarsi di avere molte verdure diverse. Vale la pena limitare l'uso di latticini grassi, la quantità di dolci è ridotta al minimo.

I medici di solito raccomandano di rinunciare a cibi grassi, cibi fritti, affumicati e in scatola. È meglio sostituire il tè e il caffè forti con infusi di erbe, che aiuteranno a rafforzare i vasi sanguigni, ad esempio la rosa selvatica, l'ortica, l'erba di San Giovanni. Vale la pena rinunciare alle bevande gassate, soprattutto perché danneggiano non solo i vasi, ma anche l'intero corpo. Ma è imperativo provvedere a te stesso con una quantità sufficiente di liquido (almeno 2 litri al giorno). Ciò contribuirà a evitare il ristagno nei vasi sanguigni e l'accumulo di sostanze nocive..

Molti rimedi popolari aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e tonificare perfettamente le pareti dei vasi sanguigni, soprattutto con un uso regolare.

L'aglio è un rimedio popolare per pulire e rafforzare i vasi sanguigni. Viene schiacciato allo stato di pappa e versato con olio vegetale (1 testa d'aglio per 200 ml di olio), dopo un giorno aggiungere 1 cucchiaino di succo di limone. Prendi 1 cucchiaino al mattino. Il corso dura 3 mesi.

L'attività fisica aiuta sempre a rafforzare i vasi sanguigni, a mantenere il loro tono. Questa attività può essere qualsiasi cosa, a seconda di ciò che la persona ama fare: ballare, camminare o andare in bicicletta, nuoto, fitness, yoga. Evitare il sovraccarico mentale, controllare i livelli di stress e riposare a sufficienza aiuterà notevolmente i vasi sanguigni a funzionare normalmente..

Ti consigliamo di familiarizzare con le cause della vasocostrizione.


Articolo Successivo
Ostruzione dei vasi degli arti inferiori: cause, sintomi e trattamento