Morbo di Alzheimer nelle donne


La malattia di Alzheimer è una malattia neurodegenerativa grave, ma incurabile, associata a lesioni organiche di varie parti del cervello, il suo sistema vascolare. Questa è una delle forme di demenza senile che, secondo gli esperti, colpisce circa 50 milioni di persone nel mondo..

Secondo le statistiche, le donne hanno il doppio delle probabilità di sviluppare la demenza rispetto agli uomini. Gli scienziati stanno studiando attivamente questa relazione, ma non esiste ancora una teoria affidabile. Indubbiamente, il ruolo principale è giocato dalle fluttuazioni dello stato ormonale del corpo femminile e dai cambiamenti associati nelle reazioni biochimiche. Ciò è confermato dal fatto che le donne che hanno ricevuto la terapia ormonale sostitutiva hanno successivamente mantenuto una memoria ferma e una mente lucida per lungo tempo. Alcuni ricercatori concordano sul fatto che il segreto è l'aspettativa di vita più lunga di una donna, gli uomini semplicemente non vivono abbastanza per vedere il loro Alzheimer.

Sintomi e segni nelle donne

Di solito, la malattia si fa sentire dopo 60 anni, ma i primi segni della malattia possono essere osservati 5-10 anni prima che venga stabilita una diagnosi accurata. Sfortunatamente, i cambiamenti nel carattere, nel comportamento, nelle azioni delle donne anziane sono facilmente attribuiti a mode senili "normali". E solo quando la nonna inizia a dimenticare i nomi dei figli e dei nipoti o scompare per un giorno, uscendo al panificio, viene portata dal medico, quando il tempo prezioso è già andato perduto.

I primi segni

I primi segni della malattia sono concentrati nella sfera emotiva della donna, in contrasto con il maschio, dove le violazioni sono evidenti nella sfera mentale. Il sistema nervoso femminile è più labile, meno resistente allo stress, quindi i primi sintomi di demenza nelle donne differiscono poco dalle manifestazioni di nevrosi, disturbi a breve termine e tutto ciò che viene chiamato “i nervi sono cattivi” nella vita di tutti i giorni. Le donne sentono stanchezza fisica e psicologica, riluttanza a fare le loro solite cose, fare le pulizie, dedicare tempo ai loro hobby, comunicare con i propri cari. I malati smettono di prendersi cura di se stessi. Spiegano la loro condizione con il superlavoro al lavoro o in menopausa. In questa fase, le donne mantengono ancora un atteggiamento critico nei confronti di se stesse e della loro condizione, possono ancora essere persuase a consultare un medico. Nel tempo, frequenti cambiamenti di umore, pianto, risentimento, desiderio di sistemare le cose e iniziare litigi, aggressività immotivata o, al contrario, isolamento, desiderio di solitudine, apatia si uniscono. Successivamente, compaiono segni che indicano direttamente una demenza imminente: perdita di un atteggiamento critico nei confronti di se stessi, vuoti di memoria, disorientamento nel tempo e nello spazio, dichiarazioni di idee di pericolo e danno. Le nonne lamentano che "i vicini li irradiano con raggi invisibili attraverso i muri", che sono sorvegliati dai banditi. Scenari più tragici, quando le donne anziane, andando al negozio, non riescono a trovare la strada di casa e diventano vittime di criminali e truffatori.

È molto importante riconoscere i primi sintomi della demenza imminente per contrastarla e rallentare la progressione della malattia. La scelta tempestiva di un medico qualificato e benevolo è fondamentale per il destino del paziente e dei suoi cari.

I neurologi dell'ospedale Yusupov aiutano a diagnosticare la malattia in una fase precoce. La presenza della malattia è confermata dai risultati delle misure diagnostiche, che non solo indicano la patologia, ma ne rivelano anche le cause. Ad ogni paziente viene sviluppato un programma di trattamento, misure riabilitative che rallentano la progressione della malattia. In questo processo, i neurologi sono assistiti da medici di altre specialità dell'ospedale per apportare le proprie regolazioni per ottenere il risultato più efficace..

Anche le malattie neurodegenerative sono un grave problema per la famiglia e gli amici del paziente..

Allo Yusupov Hospital, specializzato nella cura del morbo di Alzheimer e della demenza senile, si presta attenzione alla comunicazione con i parenti dei pazienti, insegnando loro le capacità di cura, osservazione e modi per risolvere problemi medici e sociali.

Segni nella vecchiaia

Le cause della demenza nelle donne sono identificate in tutti i tipi di malattia:

  • Forma atrofica o degenerativa. Si verifica con lesioni organiche del cervello, quando le cellule del tessuto nervoso muoiono per vari danni del sistema nervoso centrale: infettivi, tossici, parassitari, traumi, malattie infiammatorie delle strutture cerebrali, presenza di focolai tumorali in esse, ecc. Le forme atrofiche e degenerative sono più acute, con sintomi crescenti di demenza. Gli studi di risonanza magnetica rivelano lesioni diffuse della corteccia cerebrale;
  • Forma vascolare. Le funzioni del sistema nervoso centrale cambiano a causa dello stato patologico della circolazione sanguigna, che non è in grado di fornire normali processi metabolici e trofismo cerebrale a causa dell'aterosclerosi e di altre lesioni della rete vascolare. Gli stessi motivi includono le malattie cardiache: ischemia, insufficienza valvolare, attacchi di cuore. La più grande percentuale di cause di demenza vascolare appartiene all'ictus. Aggrava significativamente il decorso della demenza e spesso diventa una causa indipendente di degenerazione neurodegenerativa del tessuto cerebrale. La forma vascolare è più comune negli uomini.
  • Forma mista. Combina molte cause versatili di demenza senile nel campo dell'endocrinologia, della psichiatria, della narcologia e di altri campi medici. Disturbi della tiroide, del pancreas, della ghiandola pituitaria, dell'ipotalamo, della ghiandola pineale, degli organi genitali in combinazione con patologie vascolari e cerebrali spesso causano demenza nelle donne.

Le lesioni cerebrali possono essere localizzate in diversi siti e livelli del sistema nervoso centrale:

  • Lesioni corticali;
  • Lesioni sottocorticali (patologia della substantia nigra con rigidità muscolare, rigidità, tremore);
  • Lesioni corticale-sottocorticali. Il più delle volte si verifica con cause vascolari;
  • Lesioni multifocali. Fuochi multipli patologici sorgono nel midollo spinale e in altre parti del sistema nervoso centrale.

Aree focali diffuse nel tempo, a causa delle quali il grado di demenza legata all'età nelle donne è aggravato insieme a una varietà di sintomi neurologici.

I segni della malattia di Alzheimer negli anziani dipendono dalla gravità del processo patologico e dalla durata della sua esposizione. Si notano i principali sintomi caratteristici di varie forme della malattia:

  • Perdita di un atteggiamento critico nei confronti della tua condizione;
  • Problemi di memoria;
  • Diminuzione delle capacità intellettuali, cambiamento nel linguaggio, scrittura a mano;
  • Depressione persistente;
  • Ansia, fobie, insonnia;
  • Sospetto paranoico;
  • Sensazioni di irritabilità, maleducazione, malcontento;
  • Problemi con la selezione delle parole e la formazione di frasi a tutti gli effetti;
  • Difficoltà a comunicare anche con i propri cari;
  • Perdita di valori morali e spirituali.

A poco a poco, nelle fasi successive della malattia, si formano fenomeni di confusione di coscienza, perdita delle abilità di base di cura di sé, completa apatia e decadimento della personalità.

La diagnosi e l'identificazione degli stadi della malattia di Alzheimer e della conseguente demenza totale, anche per neurologi esperti, presenta alcune difficoltà dovute alla varietà delle manifestazioni individuali. I medici sono aiutati da moderne apparecchiature diagnostiche, che consentono di differenziare le forme e gli stadi della malattia e di prescrivere il trattamento appropriato.

La base materiale e tecnica dell'ospedale Yusupov dispone di una flotta costantemente aggiornata di apparecchiature diagnostiche e terapeutiche prodotte da aziende leader mondiali per effettuare diagnosi accurate.

I sintomi della malattia nei giovani

Nel mondo moderno, la malattia di Alzheimer non è più considerata una malattia che invecchia. Ogni anno, su 100.000mila, 90 persone si ammalano sotto i 40 anni. Negli studi su pazienti geneticamente predisposti tra i giovani, solo il 4,5% è stato trovato. Per il resto, la malattia è considerata acquisita. Per quali ragioni - scienziati di tutto il mondo stanno combattendo questo enigma. È stato scoperto che i processi di mutazione nei componenti intracellulari che contribuiscono alla morte delle cellule nervose portano al morbo di Alzheimer precoce. Spesso questi cambiamenti vengono attivati ​​in presenza di una persona con sindrome di Down e altri disturbi genetici nel pedigree. Il quadro clinico dell'Alzheimer nei giovani è estremamente difficile da identificare. I sintomi per lungo tempo sono simili alle manifestazioni di nevrosi, stanchezza cronica, depressione prolungata. Ma quando compaiono segni caratteristici: perdita della memoria a breve termine e poi a lungo termine, problemi di assimilazione di nuove informazioni, difficoltà di orientamento nel tempo e nello spazio, difficoltà di parola, improvvisa perdita di peso, diventa evidente la diagnosi di una malattia neurodegenerativa. I giovani con Alzheimer necessitano di cure intensive e corsi di riabilitazione regolari per ritardare il più a lungo possibile lo sviluppo di gravi conseguenze..

Fasi della malattia nelle donne

Le forme di demenza attraversano le loro fasi successive:

  • Predementia. Si verifica 7-8 anni prima dello sviluppo di un quadro clinico completo. Espresso in manifestazioni cognitive lievi negative, minore compromissione della memoria di eventi recenti.
  • Fase moderata. C'è una maggiore irritabilità, una tendenza a mal di testa e vertigini. Le nuove informazioni sono difficili da assimilare. La memoria è cattiva, soprattutto a breve termine.
  • Palco pesante. Viene per tutti individualmente. Ci sono pazienti che progrediscono dal primo all'ultimo stadio in 3-4 anni (per lo più donne giovani o di mezza età). Un bel po 'di coloro che convivono con demenza moderata per altri 18-20 anni riescono a crescere i figli e ad allevare i nipoti. Demenza legata all'età nelle donne, la velocità del suo decorso può variare a seconda del carico genetico, della stabilità del sistema nervoso e della plasticità del cervello.

In una fase difficile, il processo di decadimento della personalità continua, l'intero spettro delle capacità cognitive è perso. Si nota stanchezza fisica e mentale, difficoltà di movimento anche all'interno del proprio appartamento, semplici attività quotidiane vengono svolte con stress, i pazienti preferiscono stare a letto tutto il giorno. A causa del ristagno, si sviluppano infezioni del tratto urinario, sistema broncopolmonare, piaghe da decubito e ulcere trofiche. In questa fase, il paziente ha bisogno di cure costanti..

Trattamento della malattia nelle donne

La demenza e il morbo di Alzheimer non sono ancora curabili. Ma la medicina e la farmacologia moderne hanno imparato ad eliminare i sintomi dolorosi, a mitigare le loro manifestazioni, che possono e devono essere affrontate, a ritardare la comparsa di forme più gravi. Ci sono mezzi per aiutare a normalizzare il sonno, migliorare l'umore, correggere il comportamento e fermare la psicosi. Per questi scopi, viene utilizzato un intero arsenale di farmaci: farmaci antidement che correggono i disturbi cognitivi. Compensano i disturbi biochimici che portano alla morte dei neuroni cerebrali, senza intaccare il processo patologico stesso, ma solo mitigandone i sintomi. Questo indebolisce l'effetto tossico del glutammato secreto dai neuroni durante la degenerazione. Gli inibitori della colinesterasi ripristinano parzialmente la perdita di acetilcolina che si verifica durante la morte delle cellule nervose. Non senza successo, i medici prescrivono corsi di terapia ormonale, antinfiammatoria, iniezioni di estratti di tessuto cerebrale animale. I metodi di trattamento non farmacologici si sono dimostrati efficaci: lezioni in gruppi di stimolazione cognitiva, corsi di formazione cognitiva, in cui i pazienti ripristinano le funzioni perse di auto-cura e comunicazione. Gli esercizi fisici speciali sono di grande beneficio.

Non trascurare i mezzi e i metodi della medicina alternativa. Con la demenza senile, i medici prescrivevano un maggiore apporto di grassi vegetali e animali. Il trattato medico indiano "Ayurveda", che ha 5mila anni, consigliava in caso di danni al sistema nervoso 1 giorno alla settimana di mangiare solo ghee - burro ghee di alta qualità. È stato notato che nei luoghi in cui i residenti mangiano molto olio di cocco, l'incidenza della demenza è 3-4 volte inferiore rispetto ai tassi globali. Il leggendario medico medievale Paracelso beveva un uovo di gallina fresco ogni mattina, spiegando che questo non avrebbe dato a una persona una "scossa" (morbo di Parkinson).

La medicina alternativa sapeva che il cervello è in realtà composto interamente da tessuto adiposo e deve essere reintegrato regolarmente. È stato notato che il forte aumento della malattia di Alzheimer in Europa e in America negli anni '60 del secolo scorso ha coinciso con l'inizio del rilascio e della campagna pubblicitaria intorno ai cibi a basso contenuto di grassi. Dopo 50 anni, è diventato chiaro che questo danneggiava la salute delle persone. Un ruolo negativo è stato giocato dalla guerra totale al colesterolo, portata al punto di assurdità, quando le persone non si concedevano un solo grammo di grasso, tenevano il cervello a dieta da fame. Oggi, sulla base della conoscenza della biochimica del cervello, i nutrizionisti raccomandano brevi corsi sulla dieta chetonica.

I medici dell'ospedale Yusupov utilizzano nella loro pratica tutti i mezzi possibili per alleviare le condizioni dei pazienti, inclusa una terapia dietetica razionale ed equilibrata. Questa opportunità è fornita dalla base materiale, tecnica e scientifica dell'ospedale.

Prognosi della malattia nelle donne

La malattia di Alzheimer e la demenza sono definite come una malattia neurodegenerativa progressivamente progressiva. Tutto è individuale: per alcune donne sono 5-8 anni, altre con questa diagnosi possono vivere fino a una vecchiaia matura. Tutto dipende dalla resistenza del sistema nervoso, dalla sua stabilità, dalle condizioni di vita, dall'ambiente familiare.

In tutto il mondo, gli scienziati stanno lavorando duramente per creare un mezzo per combattere la malattia. L'umanità ha bisogno di medicine per una vita cerebrale lunga e appagante. Molto è già stato ottenuto: è stata elaborata la biochimica della demenza, che si sviluppa a causa di mutazioni di composti proteici patologici che distruggono i neuroni cerebrali. È stato scoperto dove queste proteine ​​si formano e subiscono mutazioni. I laboratori scientifici di tutto il mondo sono alla ricerca di una sostanza in grado di scomporre le proteine ​​amiloidi e rimuoverle dal cervello. Allo stesso tempo, si stanno studiando metodi per ricreare nuovi neuroni sani e sostituire con essi i tessuti nervosi danneggiati. I ricercatori di diversi paesi fanno una previsione: questi fondi verranno trovati.

Come riconoscere i segni di demenza

La demenza è una malattia insidiosa che si sviluppa sullo sfondo dell'atrofia cerebrale e porta a un graduale cambiamento nel nucleo della personalità. La malattia, ad eccezione di rari casi, è incurabile, ma il suo sviluppo può essere rallentato e il decorso è alleviato in caso di cure mediche tempestive e cure adeguatamente prescritte.

Tuttavia, questo raramente ha successo: la ragione sta nella scarsità dei primi sintomi e nella demenza senile sono simili ai processi naturali dell'invecchiamento. Il secondo motivo importante è la mancanza di conoscenza che ci consentirebbe di identificare i segni dell'inizio della demenza e di consultare un medico in tempo per il trattamento..

Chi è a rischio di demenza

Gli esperti raccomandano lo studio obbligatorio dei sintomi e dei segni della demenza per coloro che sono a rischio o vivono con parenti ad esso correlati. Molto spesso si tratta di persone:

  • Di età superiore ai 60-65 anni;
  • Dopo una lesione cerebrale traumatica;
  • Con malattie cardiovascolari (ipertensione, infarto, ictus);
  • Obeso;
  • Con patologia endocrina.

A rischio sono anche coloro che conducono uno stile di vita sedentario, evitano lo sforzo mentale e fisico, hanno cattive abitudini o assumono sostanze psicotrope in modo incontrollabile. I parenti stretti di coloro che hanno sofferto di questa malattia dovrebbero prestare attenzione alla possibilità di sviluppare demenza, poiché gli scienziati hanno dimostrato un fattore ereditario.

I primi segni della malattia

La demenza può procedere in modi diversi, a seconda della causa del suo verificarsi, della localizzazione del processo patologico, dello stadio di gravità. I principali segni di demenza compaiono già nella prima fase, ma in quasi il 90% dei casi passano inosservati agli altri. Il paziente stesso all'inizio della malattia nota una serie di cambiamenti, ma non attribuisce loro la dovuta importanza, considerandoli segni di stanchezza, depressione o cause naturali associate al processo di invecchiamento. Successivamente, a causa dei cambiamenti nell'attività mentale e nella percezione, il paziente smette di essere consapevole e riconosce la sua malattia.

Indipendentemente dal tipo di demenza, in generale, si possono distinguere i seguenti sintomi e segni di demenza:

  1. Problemi di memoria. Partono dalla solita dimenticanza, dall'incapacità di ricordare informazioni insignificanti: il nome di una nuova conoscenza, l'ubicazione delle chiavi, una conversazione recente. Inoltre, la memoria professionale soffre, gradualmente i primi sintomi e segni di demenza senile sono aggravati da vuoti di memoria, mentre una persona sta cercando di ripristinare il corso degli eventi, ricordare cosa è successo, riempiendo le lacune con storie e fatti di fantasia. Questo momento distingue anche la demenza dalla normale dimenticanza. Nella fase grave della malattia, la memoria è completamente persa, una persona non riconosce i parenti (bambini, genitori) e talvolta il proprio riflesso nello specchio.
  2. Anche il pensiero e la concentrazione alterati sono segni di demenza incipiente. I pensieri del paziente sono disordinati, è difficile concentrarsi su uno, il pensiero è lento, sfocato, la logica dei giudizi gradualmente scompare. Nelle fasi successive della malattia, una persona pensa in frammenti, sorgono false idee (fobie, mania di persecuzione, avvelenamento, ecc.).
  3. Disturbi del linguaggio. Proprio come il pensiero, il discorso del paziente soffre: nelle prime fasi si distingue per molti errori, a volte la catena logica della storia si perde a causa dell'oblio. In una fase successiva, la parola è incoerente, fino alla riproduzione di suoni privi di significato.
  4. Disturbi emotivi Iniziano nella prima fase e sono caratterizzati da frequenti sbalzi d'umore, pianto, malumore, apatia, asocialità, pertanto la malattia a volte viene confusa con la depressione. Nelle fasi successive, appare il panico, l'ansia irragionevole, l'aggressività.
  5. Disordini del sonno. Questo sintomo è caratterizzato da una graduale perdita di bioritmi (sonno diurno, veglia notturna).
  6. Perdita del senso del tempo, del luogo. Il paziente dimentica il giorno della settimana, l'anno, non può dire l'ora del giorno, si perde in un'area precedentemente familiare.

Come già accennato, i segni di demenza negli anziani dipendono dal tipo di malattia e dalla localizzazione del processo patologico. Quindi, con la demenza di tipo Alzheimer, la memoria soffre di più, compaiono falsi ricordi, si verificano disturbi del linguaggio, si perde la capacità di orientarsi nello spazio.

La demenza vascolare, che rappresenta il 10-20% di tutti i casi di malattia, deriva dall'atrofia cerebrale dovuta a disturbi circolatori. Segni di demenza vascolare: una forte diminuzione dell'attività mentale, intelligenza, affaticamento, disturbi emotivi, disturbi del pensiero e della parola. Potrebbero non verificarsi problemi di memoria.

Inoltre, le manifestazioni cliniche della demenza vascolare dipendono dalla localizzazione della lesione nel cervello (ippocampo - ridotta attenzione, memoria; striato - disfunzioni motorie; talamo - linguaggio senza significato).

Importante! Nel 10% dei casi, la demenza è aggravata da varie psicosi.

Differenze tra segni di demenza e altre malattie

La demenza in età avanzata viene spesso scambiata per i processi di appassimento che si verificano con il corpo dopo 70-80 anni. In questo caso, una combinazione di sintomi e la loro progressione dovrebbero allertare i parenti che osservano sintomi sospetti..

La differenza tra demenza e avvizzimento naturale del corpo
SconfitteDemenza senileProcessi naturali
MemoriaInnanzitutto, la perdita della memoria a breve termine, mentre si rievocano dettagliatamente gli eventi di un lontano passato. Anche segni e manifestazioni importanti della demenza sono fantasie e finzioni che sostituiscono nuovi ricordi. Un'altra differenza è la perdita di capacità professionaliPerdita fino al 20% della memoria a breve termine, combinata con l'oblio degli eventi del passato. Allo stesso tempo, le abilità acquisite non vengono perse..
EmozioniCambiamenti irragionevoli nel carattere che progredisconoPossono esserci depressione, apatia, irritabilità, pianto. Tuttavia, tali manifestazioni non sono permanenti e hanno ragioni (solitudine, risentimento, ecc.)
IntelligenzaDeclino graduale. Il principale sintomo distintivo è l'incapacità di percepire, memorizzare nuove informazioni, acquisire nuove abilitàDiminuire, mantenendo le abilità acquisite in precedenza. Ma rimane la volontà e la capacità di apprendere, di ricordare nuove informazioni

Poiché la demenza a volte si riscontra nei giovani e nei bambini, la malattia è erroneamente associata all'oligofrenia. Per distinguere tra queste diagnosi, vale la pena evidenziare i principali segni di oligofrenia e demenza. La prima malattia è congenita e si manifesta all'età di 2-3 anni. I bambini nati con oligofrenia sono in ritardo nello sviluppo mentale e fisico rispetto ai loro coetanei. La demenza a questa età si verifica più spesso a seguito di traumi, i bambini sono fisicamente sani, oltre a una diminuzione dell'attività mentale, compaiono altri sintomi caratteristici, la malattia progredisce.

I primi segni di demenza nelle donne

Le donne hanno molte più probabilità di soffrire di demenza rispetto agli uomini. Ciò è dovuto al fatto che circa il 50-60% di tutti i casi di demenza sono associati alla malattia di Alzheimer, che colpisce principalmente le donne. Inoltre, influisce anche la lunga aspettativa di vita delle rappresentanti femminili (la malattia nella maggior parte dei casi si manifesta dopo 60-70 anni).

Allo stesso tempo, i sintomi ei primi segni della demenza senile sono più facili da rilevare nelle donne che negli uomini. Ciò è dovuto alla presenza di un maggior numero di sintomi: i pazienti hanno molte più probabilità di sperimentare disturbi emotivi, vuoti di memoria con la sostituzione delle informazioni con falsi ricordi.

L'umore del paziente può cambiare molto spesso e in modo drammatico. Le manifestazioni più tipiche sono aggressività, irritabilità, malumore, vulnerabilità, pianto e avidità. Si nota la chiusura, la donna smette di comunicare con gli amici e talvolta anche con i parenti. Non c'è miglioramento nel background emotivo, senza trattamento la malattia progredisce costantemente.

Segni di demenza negli uomini

Molto spesso, i primi segni di demenza negli uomini sono disturbi della parola, del pensiero, della memoria. A causa della localizzazione della lesione, possono svilupparsi sintomi aspecifici: tremore, movimenti intenzionali alterati. La labilità emotiva (frequenti sbalzi d'umore) si manifesta molto meno frequentemente che nelle donne. I parenti possono sospettare la presenza della malattia a causa del crescente declino delle funzioni cognitive, a volte - aggressività irragionevole o gelosia.

Secondo studi condotti negli Stati Uniti, sebbene la malattia negli uomini inizi prima (dall'età di 60 anni), i primi sintomi e segni di demenza negli uomini compaiono più tardi che nelle donne. Per questo motivo, la malattia viene rilevata raramente in una fase precoce e in alcuni casi rimane inosservata fino all'ultimo stadio..

Segni di malattia nei giovani

In giovane età, la demenza si manifesta allo stesso modo della vecchiaia, ma la sua prognosi è leggermente più favorevole. Ciò è dovuto al fatto che i giovani cercano più spesso l'aiuto di specialisti quando compaiono i primi segni di malattia, nonché in relazione ad altre cause di demenza. Quindi, ad esempio, con lesioni, tumori cerebrali, mancanza di vitamine e minerali vitali o disturbi ormonali, la progressione della malattia può essere completamente fermata..

I sintomi ei segni della demenza nei giovani sono la crescente dimenticanza, problemi di pensiero e di parola, concentrazione, incapacità di concentrarsi e svolgere un lavoro normale. Tutto ciò porta alla depressione, alla perdita di interesse per la vita, all'uscita dalla società, all'aggressività.

Riferimento! La demenza nei giovani è relativamente rara, in diversi paesi questa cifra raggiunge l'1-10% del numero totale di casi.

Segni della malattia nella seconda e terza fase

Oltre ai sintomi sopra descritti, nella seconda e terza fase della malattia, le abilità quotidiane scompaiono gradualmente. Un malato non può preparare il cibo, dimentica di chiudere il frigorifero, esce di casa, lasciando la porta aperta. Si perde la capacità e la voglia di prendersi cura di sé: lavare, cambiare i vestiti.

In caso di danni al diencefalo e al mesencefalo, possono comparire allucinazioni, confusione, perdita del senso del tempo. Inoltre, i segni dell'ultimo stadio della demenza possono includere vari disturbi del movimento: incapacità di mantenere l'equilibrio, tremore delle estremità, perdita della prassi (la capacità di eseguire atti motori intenzionali).

Le tre fasi della demenza e le caratteristiche principali
Primo stadioFase dueTerza tappa
Perdita di capacità professionaliPerdita di abilità semplici, incapacità di usare la maggior parte degli elettrodomestici, abbandono dell'igiene personalePerdita di tutte le abilità, incapacità di ripetere semplici azioni, a volte anche muoversi e mangiare
Cambiamenti emotivi minori (questi segni di demenza sono particolarmente comuni nelle donne anziane)

Cambiamenti emotivi: apatia, depressioneCompleta distruzione del nucleo della personalità
Si nota l'oblioLa memoria a breve termine soffrePerdita di memoria, disorientamento nello spazio, nel tempo e persino nel sé

Disturbi così gravi come la completa perdita della personalità, l'incapacità di ricordare il proprio nome, il viso, di orientarsi nello spazio e nel tempo, così come la perdita della capacità di mangiare e bere in modo indipendente possono essere interpretati come segni di morte nella demenza, che arriverà presto.

Importante! A partire da uno stadio moderato di demenza, il paziente può rifiutarsi di mangiare o, al contrario, mangiare più del necessario. Ciò è dovuto alla perdita della memoria a breve termine e all'incapacità di provare adeguatamente fame o sazietà..

Sintomi che il medico può identificare

Se il paziente ha segni che possono segnalare lo sviluppo di demenza, è molto importante non rimandare la visita a uno specialista. Il medico determinerà con precisione i primi sintomi della malattia, utilizzando, oltre all'intervista al paziente e ai suoi parenti, una serie di test diagnostici al fine di confermare o smentire la diagnosi deludente.

Alla reception vengono necessariamente chiarite domande che aiutano a identificare i primi segni di demenza nelle donne o negli uomini:

  • quando furono notate le prime manifestazioni;
  • quali segni sono stati identificati dai parenti;
  • come il paziente naviga nello spazio e nel tempo;
  • se c'è una perdita di ricordi a breve termine (vengono controllati tre blocchi di memoria, ma il più importante è la perdita di ricordi a breve termine);
  • ci sono cambiamenti nel linguaggio e nella sua percezione.

Inoltre, una persona può eseguire test di intelligenza, viene controllata la capacità di eseguire queste azioni (prassi).

Test di demenza

Gli specialisti usano spesso un test per i segni di demenza nelle donne o negli uomini. Esistono diversi test di questo tipo:

  • SAGE - un questionario che permette di identificare i problemi legati alla memoria e all'intelligenza;
  • Mini-cog: un compito per ripetere le parole dopo uno specialista;
  • MMSE è un test molto efficace che consente al medico di vedere il quadro generale, di identificare eventuali disturbi nella percezione, nella memoria, nel pensiero, nel linguaggio.
  • Montreal Cognitive Assessment Scale - considerato uno dei test più recenti e accurati.

Viene spesso utilizzato anche un test dell'orologio, in cui il paziente deve rappresentare con precisione il valore temporale indicato dal medico. Questo test è semplice ed economico, ma non sempre mostra i primi segni di demenza nelle persone anziane.

Metodi di laboratorio

Con l'aiuto di metodi di laboratorio, viene controllato non solo il fatto della presenza della malattia, ma anche il suo stadio, il tipo di lesione. In una fase grave della malattia, il medico può anche notare segni di morte imminente nella demenza.

Tra i metodi di laboratorio, i più accurati sono gli esami cerebrali mediante TC e RM. A volte viene utilizzata l'elettroencefalografia, che mostra l'attività di diverse parti del cervello.

Importante! Se è necessario sottoporsi ad una risonanza magnetica, il paziente oi suoi parenti devono avvisare il medico della presenza di pacemaker, impianti vari.

Inoltre, per identificare la causa della demenza, possono essere necessari numerosi test aggiuntivi e test di laboratorio, ad esempio esami del sangue clinici biochimici e generali. Questi test sono prescritti dal medico curante, dopo che sono stati identificati i sintomi, i segni di demenza senile e il medico prescrive anche un trattamento basato sui risultati ottenuti..

I primi segni e sintomi di demenza nelle donne e negli uomini

Test rapido: rilevamento rapido della demenza iniziale

Vuoi sapere se la demenza è una minaccia per te? Il comportamento umano nella sfera domestica, piccole deviazioni sono segnali chiari. Rispondi a semplici domande e il risultato del test mostrerà il tuo stato, vengono forniti consigli per ogni caso: cosa fare dopo. Preparato dalla redazione del sito "Head OK".

Primi segni di demenza: 12 segnali

Oltre ai disturbi mnestici (la capacità di memorizzare e riprodurre informazioni), un paziente con demenza ha una violazione chiaramente espressa di almeno una di queste funzioni cerebrali:

  • la formulazione di parole e frasi in una lingua madre o ben studiata;
  • comunicazione con conoscenti e sconosciuti;
  • Attenzione;
  • capacità di ragionare e analizzare gli eventi.

Ecco i primi 12 sintomi di demenza, tipici delle sue varie tipologie. Concentrati su di loro per confermare o negare la diagnosi in te stesso o in un parente.

Se hai almeno cinque dei segni elencati, la probabilità di demenza è estremamente alta.

Difficoltà a esprimere i tuoi pensieri

Sai di cosa vuoi parlare, ma non riesci a trovare le parole giuste né a convertire i tuoi pensieri in testo. È difficile comunicare con te? L'emisfero sinistro del cervello è responsabile della profondità del giudizio e della capacità di scegliere le parole appropriate, le capacità analitiche. Con la demenza, si osserva atrofia delle sue regioni posteriore e anterotemporale, che causa l'inibizione del pensiero.

Se noti un deterioramento sistematico delle tue condizioni, potrebbe trattarsi di demenza progressiva. È altamente probabile che si sviluppi in età avanzata e nei giovani con problemi vascolari, una storia di lesione cerebrale traumatica.

Disturbi della memoria a breve termine

Di fronte a una maggiore dimenticanza, non riesce a ricordare eventi recenti (luoghi e oggetti), il nome di un conoscente o di una persona famosa, trova difficile ricordare una conversazione recente, prende decisioni affrettate perché non ricordi i dettagli o hai notato questi sintomi in qualcuno da il tuo ambiente? Tali violazioni non sono sempre prerequisiti per la demenza, ma questi sono segni di danno (infiammazione o atrofia) della corteccia prefrontale, dei gangli della base e di altre parti del cervello.

Considera se hai fatto la stessa domanda più volte? Va bene se questo accade raramente. Non dovresti lasciare incustodita la distrazione involontaria se la tua dimenticanza ha cominciato a manifestarsi costantemente e i conoscenti non esitano più a ricordare cupamente fatti dimenticati, senza nascondere l'irritazione.

Brutto sogno

Un numero di gennaio 2018 del Journal of the American Medical Association ha pubblicato i risultati di uno studio sulla relazione tra scarsa qualità del sonno e malattia di Alzheimer. Gli scienziati sono riusciti a scoprire che i cambiamenti nel ritmo circadiano (cambiamento nell'intensità dei processi biologici a seconda dell'ora del giorno, orologio biologico) compaiono nei pazienti molto prima dei problemi di memoria.

Nella fase preclinica (asintomatica) della malattia di Alzheimer, i pazienti hanno sperimentato la frammentazione del sonno - cambiamenti nel ritmo del sonno dovuti al risveglio completo o parziale. I pazienti si addormentano durante il giorno o sono improduttivi a causa della sonnolenza, ma non possono rifiutarsi di svegliarsi di notte.

Maggiore ansia e sbalzi d'umore

La demenza non è solo un deterioramento delle funzioni cognitive (processi cognitivi), ma anche un cambiamento nei tratti caratteriali. Lo stato emotivo di una persona può cambiare completamente, compaiono nuove qualità personali:

  • oppressione;
  • ansia;
  • sospetto;
  • panico;
  • depressione moderata.

Nella demenza, gli sbalzi d'umore di solito si verificano quando una persona deve uscire dalla propria zona di comfort e svolgere attività insolite.

Sentenze errate

È necessario prendere una decisione e la persona è perplessa. Dall'esterno si rintraccia la semplificazione dei giudizi e il deterioramento della logica. I parenti notano bene i cambiamenti. All'inizio, il paziente stesso lotta disperatamente per avere l'opportunità di pensare in modo sobrio e valutare la situazione, ma anche con un grado medio di demenza (a volte prima), il paziente non vede il problema, l'autostima cambia.

Quali problemi possono sorgere? Con la soluzione di eventuali problemi:

  1. Questioni finanziarie, contabilità e distribuzione degli importi.
  2. Riparazione di oggetti, valutazione del rischio di rottura.
  3. Determinazione della distanza e dei contorni degli oggetti, del loro scopo.

Un pasticcio nella mia testa

Ti è stata posta una domanda, ma sei confuso: "Di cosa stanno parlando?", Non riesci a concentrarti su una lezione, all'improvviso ti dimentichi dove sei o eri qualche minuto fa, cosa stavi per fare o che ora c'era sull'orologio in un certo momento. Nella fase iniziale della demenza, una condizione simile "si ribalta" inaspettatamente, gli attacchi diventano più frequenti. Vale la pena distinguere una perdita sistematica di orientamento dagli effetti transitori della fatica e dello stress..

Se è demenza, le violazioni porteranno al completo disorientamento: data, ora, passato e futuro, luoghi, oggetti, persone - tutto ciò perde il suo significato nella memoria del paziente. Per coloro che lo circondano, le sue parole e le sue azioni sembrano delirio..

Il primo campanello d'allarme - ci vuole sempre più tempo per completare le solite attività. La confusione e la mancanza di concentrazione portano a una diminuzione della produttività.

Beta amiloide elevato

La beta-amiloide è uno dei fattori di rischio principali e più discussi per la malattia di Alzheimer. Accumulandosi nel cervello, questo peptide porta alla distruzione dei neuroni e forma le placche amiloidi. Il primo sintomo che rivela il suo accumulo è l'aumento dell'ansia, che compare anche prima dell'inizio dei disturbi mnestici (dimenticanza).

Le placche amiloidi vengono rilevate dalla tomografia a emissione di positroni (PET) e dall'analisi del liquido cerebrospinale.

Un gruppo di scienziati australiani e giapponesi sta sviluppando un nuovo esame del sangue per diagnosticare il tipo più comune di demenza. I primi risultati dei test, pubblicati all'inizio del 2018, hanno mostrato una precisione del 90%. La tempistica dell'emergere di un nuovo metodo nella pratica medica non è stata ancora definita.

Mancato riconoscimento dell'umorismo e dell'inganno

Le malattie neurodegenerative tolgono la capacità di riconoscere il fumetto. I pazienti possono prendere sul serio qualsiasi ridicolo e talvolta mostrano una reazione inadeguata a situazioni opposte a situazioni comiche, piuttosto che gettare gli altri in stato di shock, ma non è colpa loro.

Lo studio dell'University College di Londra, pubblicato nel 2015 sul Journal of Alzheimer's Disease, ha coinvolto cinquanta pazienti. Gli intervistati hanno intervistato i loro conoscenti che conoscevano i pazienti da più di 15 anni prima della comparsa dei sintomi della demenza.

I risultati dello studio hanno mostrato che i pazienti vedevano un motivo per divertirsi nelle situazioni umoristiche opposte. Alcuni di loro ridevano guardando le notizie di disastri e disastri di massa, vedendo gli errori di altre persone o in situazioni stressanti..

I malati di demenza preferiscono le commedie assurde e satiriche ai film e agli spettacoli basati sulla narrazione logica.

La percezione inadeguata dell'umorismo è inerente principalmente ai pazienti con le seguenti diagnosi (riducendo la gravità):

  • demenza frontotemporale;
  • demenza semantica (perdita di memoria e capacità di percepire la parola);
  • Il morbo di Alzheimer.

Le prime manifestazioni della malattia in termini di percezione dell'umorismo non sono così pronunciate. Inizialmente, le persone diventano meno attente a qualsiasi sarcasmo, quindi ridono facilmente di situazioni che gli altri non trovano divertenti, cioè diventano più frivole. L'assurdità della percezione di alcune situazioni arriva negli ultimi stadi della demenza.

Apatia

Anche una persona molto energica e sociale con processi degenerativi nel cervello perderà interesse per gli hobby preferiti, il passatempo attivo, nel tempo e nella professione. Non affrettarti a giudicare il tuo parente se sta solo dormendo e guardando la TV. Quando una persona Niente non interessa, è sempre un segno di malattia (spesso del cervello).

Un altro caso: il tuo conoscente evita attività intellettuale o di altro tipo (aiuto in casa), ma ha i suoi interessi, forse anche negativi per gli altri, e non ci sono stati bruschi cambiamenti irragionevoli nel suo carattere e comportamento per diversi anni.

Trascuratezza della cura personale e dell'igiene personale

La paralisi del desiderio di fare qualcosa non riguarda solo il lavoro e l'intrattenimento, ma anche le sfere domestiche. Puoi sospettare che qualcosa non va se tu o un tuo parente:

  • non segue l'igiene del cavo orale;
  • lavato raramente;
  • cambia raramente i vestiti, è diventato disordinato;
  • coltiva le unghie perché sono troppo pigre per tagliarle;
  • non ritiene necessario pettinarsi i capelli, soprattutto se ci sono solo "propri".

E non ho mai fatto errori del genere prima..

Disturbi del coordinamento

Le cadute multiple non sono la norma e talvolta un segno di deterioramento cognitivo. La ridotta consapevolezza spaziale spesso fa sì che le persone inciampino e cadano, anche con demenza lieve.

Impilare le cose nel posto sbagliato

Se sei sicuro di aver messo una cosa (ad esempio un telefono) in un determinato posto, ma non è lì, molto probabilmente, qualcuno l'ha appena presa. Ma quando una situazione simile si ripete di giorno in giorno in luoghi e gruppi diversi, non affrettarti ad incolpare gli altri. Probabilmente hai problemi cognitivi. Non necessariamente malattia neurodegenerativa, possibilmente reversibile. Ma devi controllare te stesso. Puoi utilizzare i test sulla demenza in questo articolo o consultare un neurologo o uno psichiatra..

Non affrettarti a fare una diagnosi se hai improvvisamente dimenticato dove si trova l'oggetto o hai confuso la sua posizione. Casi isolati di dimenticanza si verificano in persone con cervelli assolutamente sani..

Il criterio principale per definire la demenza nelle persone anziane, come il morbo di Alzheimer, non è un cambiamento nelle abitudini, ma una perdita di funzionalità. Controllare se riesci a ricordare e ripetere i passaggi per trovare l'oggetto? Se il problema è solo mantenere le cose in luoghi nuovi o insoliti senza perdere i ricordi delle tue azioni, allora molto probabilmente non è la demenza, ma i cambiamenti naturali nella vecchiaia. Puoi scoprire le differenze tra i segni di demenza e la solita distrazione da questo articolo (informazioni sotto).

Di cosa potrebbe lamentarsi una persona con demenza precoce?

Nella prima fase della demenza progressiva, la società e il sostegno sono importanti per una persona, poiché è pienamente consapevole e nota i cambiamenti nel suo stato, lo valuta come una degenerazione costante:

  1. La perdita della funzionalità cognitiva causa disturbi d'ansia.
  2. Diminuzione della memoria.
  3. Impotenza in relazione a uno stato di salute, i pazienti spesso diventano confusi.
  4. Depressione (fino al 40% dei casi di demenza). A causa della prevalenza dell'ansia sul buon senso, nei momenti di esacerbazione, i propri cari possono sentire non solo lamentele di paura e ansia, ma anche rassicurazioni su pericoli o malattie.

Per porre fine alla sensazione di incertezza e ansia logica, è necessario confermare la diagnosi. Questo può essere fatto con l'ausilio di test, esami strumentali per la degenerazione dell'ippocampo e delle zone parieto-occipitali della corteccia cerebrale in caso di sospetta malattia di Alzheimer (atrofia delle zone frontotemporali e di altre zone, alterazioni vascolari in altri tipi di malattia).

La consultazione di un medico e un esame completo sono necessari per identificare la causa della sindrome da demenza e se i disturbi ad essa associati sono combinati con altri sintomi. Una risposta tempestiva al cambiamento comportamentale può aiutare a identificare la demenza vascolare e la degenerazione frontotemporale, che si manifestano principalmente con il cambiamento del comportamento.

I principali sintomi della demenza - dalle manifestazioni lievi alla demenza totale

Il comportamento di guida sulla strada aiuterà a determinare se ha sintomi di demenza. La diagnosi è probabile se la persona:

  • perso in un'area familiare;
  • non distingue o non nota segnali stradali, segnali;
  • compie azioni sbagliate quando una decisione deve essere presa rapidamente;
  • incapace di eseguire o esegue in modo errato i giri, cambio di direzione del movimento
  • non si adatta alla portata (poco sicuro o in movimento troppo veloce);
  • confuso, ma arrabbiato per problemi o commenti;
  • distratto da dettagli estranei;
  • confonde lo scopo dei dettagli di controllo.

Persone diagnosticata con demenza è necessario rinunciare alla guida a causa dell'elevato pericolo per il paziente e gli altri.

Nella demenza grave, il paziente non ricorda:

  • data odierna, giorno della settimana, date passate, temporizzazione degli eventi;
  • il tuo indirizzo e luogo di residenza degli amici, non un solo numero di telefono;
  • dettagli importanti dalla vita, fatti dalla biografia di parenti stretti;
  • l'età (la tua e quella di qualcun altro), di solito si sposta verso i giovani, può far rivivere nella memoria persone morte da tempo;
  • personaggi famosi, ad esempio star, politici;
  • cronologia degli eventi della propria vita e sociale;
  • scopo degli articoli per la casa.

Anche la funzione di conteggio è interrotta. Può essere difficile o impossibile rispondere alla domanda: quanto sarà 21-3. La sequenza di azioni durante l'esecuzione di problemi di matematica viene violata. Il paziente non viene guidato in numeri, ad esempio, se si imposta la condizione: sottrarre 4 da 32 a 0.

La prevalenza della demenza non è uniforme tra i due sessi. Le donne si ammalano 2 volte più spesso degli uomini.

Test per determinare la presenza e il grado di demenza

Offriamo un test: un'opportunità per fare una diagnosi presuntiva per te o per i tuoi parenti da solo. Il sistema di test si basa sulla scala di valutazione clinica per la demenza, compilata da Distinguished Professor of Neurology presso l'Università di Washington, St.Louis, John Morris.

Caratteristiche distintive nelle donne

Il declino delle funzioni cognitive nelle donne si verifica 2 volte più velocemente.

L'aspettativa di vita delle donne è più lunga e la demenza è prevalentemente una malattia degli anziani. Ogni anno aumenta il rischio della sua comparsa, il che influisce sulla prevalenza di pazienti di sesso femminile con questa diagnosi..

Il rischio di demenza in presenza di malattie cardiovascolari ed endocrine aumenta per entrambi i sessi, ma le donne sono in testa.

Le donne dovrebbero distinguere tra maggiore emotività, combinato con affaticamento e demenza. Un segno sicuro: se la funzione cognitiva è almeno parzialmente ripristinata dopo il riposo, è inappropriato pensare alla demenza legata all'età. La demenza è caratterizzata da un decorso progressivamente progressivo (possibilmente lento).

Come si manifesta la demenza negli uomini??

Oltre al declino della funzione cognitiva, la demenza negli uomini è spesso espressa come aggressività. Il sospetto, la gelosia si manifestano violentemente e, a causa dell'assurdità delle inferenze e della forza fisica spesso relativamente elevata del paziente, i parenti non possono sempre convivere comodamente con lui, specialmente durante i periodi di esacerbazione (ossessioni, domande e azioni inappropriate).

Gli uomini hanno maggiori probabilità delle donne di soffrire di alcolismo (5: 1). Di conseguenza, hanno un rischio più elevato di demenza alcolica, che si verifica a qualsiasi età, spesso lavorativa (20-50 anni).

La ricerca degli esperti della Mayo Clinic in Florida mostra ulteriori sfide nell'identificazione della demenza maschile. Sono state analizzate le storie mediche e i risultati dell'autopsia di 1600 pazienti con demenza acquisita. Nelle donne, il danno maggiore si verifica all'ippocampo, che è responsabile della memoria. Negli uomini, prima di tutto, vengono rivelati sintomi non specifici: problemi con la parola, violazioni di movimenti intenzionali.

L'inizio della demenza tra le pazienti di sesso femminile si verifica prevalentemente all'età di 70 anni o più, rispetto ai 60 anni per gli uomini.

Come non confondere i sintomi della demenza senile con il naturale invecchiamento del corpo?

Video: tutto quello che avresti voluto sapere sulla demenza senile

Una panoramica dei sintomi e delle caratteristiche della demenza negli anziani. Come si comportano i pazienti, cosa aspettarsi dai pazienti e cosa temere, è possibile rallentare la malattia e cosa fare per le persone se qualcuno nella loro famiglia soffriva di un disturbo simile.

Durata: 17 minuti.

Discorso del paziente con demenza (intervista con il paziente). Suggerimenti: azioni specifiche che tutti possono intraprendere per rallentare la regressione delle capacità intellettuali.

Durata: 2 minuti.

Confronto del comportamento di una persona anziana sana e di un paziente con demenza

Per distinguere i segni di demenza dalla distrazione comune, è necessario comprendere l'entità del disastro.

Dopo aver letto attentamente la tabella di confronto proposta, capirai perché la demenza è pericolosa: un'alta percentuale di suicidi. Le persone sane possono provare emozioni simili alla demenza, ma le loro manifestazioni vengono cancellate se confrontate con un'altra realtà, nella quale i pazienti affondano gradualmente. Le persone con demenza acquisita sono in disastrosamente stato depresso quasi costantemente, combinandolo con depressione di fondo e perdita globale delle funzioni intellettuali fino alle abilità umane di base.

SintomiSalutarePaziente con demenza
Cattiva memoriaHa dimenticato il giorno della settimana in vacanza o durante il lavoro monotono, non ha fatto un piccolo acquisto in tempo, non ricorda il nome di un amico che ha incontrato solo poche volteNon ricordo i dettagli dell'incontro di ieri, riesce a malapena a riprodurre numeri e date, ricorda il nome di una vecchia conoscenza, ma comunica come con uno sconosciuto (non ricorda lo stato della relazione)
Problemi di comunicazioneNon riesce a esprimere correttamente i suoi pensieri quando è preoccupato, ad esempio, sul palco, formula male le frasi dopo una dura giornataNon riesce a cogliere parole elementari, pronuncia complesse costruzioni semantiche con errori, perde il filo della conversazione, non approfondisce e non capisce il significato dei dialoghi
Difficoltà nell'orientamento a terra e nel tempoPer molto tempo trova la sua strada in una zona sconosciuta o dove si trovava raramente, per molto tempo.Scarsamente naviga prima in una zona straniera, poi in un ambiente noto. Durante la riqualificazione della casa, non trova gli elementi necessari.
GrafiaScrive in modo sciatto quando è stanco, per l'abitudine di una penna a sfera o di frettaScrive verticalmente o lungo i bordi della pagina, a volte perde una riga durante la scrittura o la lettura
Comportamento inappropriato nella vita quotidianaNon ho portato vestiti adatti in caso di pioggiaIndossa una vestaglia quando vai a fare shopping o in visita, sei uscito in pigiama al freddo
Infastidito dal dover affrontare ulteriori problemiNon riesco a immaginare come risolvere un problema domestico (scoppio di un tubo)
Ho dimenticato i soldi in tasca, li ho trovati durante il lavaggioHo mischiato le bollette, calcolato male il resto
Fai scoppiare il fulmine dalla frettaCi vuole molto tempo per capire come abbottonare simmetricamente i pulsanti
Disturbi della condottaCome nei pazienti con sindrome da demenza, ma a breve termineRegolarmente ripetitivo o persistente:
  • geloso senza motivo;
  • sospetta che i propri cari abbiano intenti dannosi;
  • non mangia in tempo, mangia troppo o è schizzinoso;
  • ignora le regole di igiene personale e persino le ammonizioni dei parenti;
  • irritabilità, rabbia, pianto si sostituiscono a vicenda
EmozioniDesiderio, dolore, senso di perdita della giovinezza e opportunità associate, solitudine (a causa della mancanza di persone in grado di comprendere le emozioni di una persona anziana)Perdita di interesse, paura del cambiamento, sintomi di depressione (nel 30% dei pazienti), sensazione di disperazione, insicurezza patologica, correttezza delle loro azioni, cupa disperazione, in particolare, a causa dell'imminente completa perdita di autocontrollo
Mancanza di iniziativaNon vuole continuare a fare il lavoro monotono, le faccende domestiche, il lavoro sociale, perché è stanco. Il potenziale viene ripristinato dopo un buon riposo o un cambiamento nel tipo di attivitàIndifferenza, perdita di interesse invariata dopo il riposo. Un'attività intellettuale potenziata, ma spesso inutile, è possibile con la manifestazione (comparsa dei primi segni) della malattia

Segni di diversi tipi di malattia

La demenza può essere facilmente identificata osservando l'area in cui è colpito il cervello. I seguenti sono tipi popolari e rari di malattia, accompagnati da deficit cognitivi e anomalie associate.

Demenza nella malattia di Alzheimer

Più di 50 milioni di persone in tutto il mondo hanno questa diagnosi. Oltre il 60% di tutti i casi di demenza. I primi sintomi all'età di 65 anni, insorgenza precoce in non più del 5% dei pazienti.

La malattia di Alzheimer inizia con un lieve declino della funzione cognitiva. L'insorgenza e la progressione dei sintomi è dovuta in parte alla progressiva atrofia ippocampale. L'ippocampo è responsabile della formazione della memoria a lungo termine dalla memoria a breve termine, controlla la ritenzione dell'attenzione e la componente emotiva. Con la malattia di Alzheimer diagnosticata, il suo volume diminuisce di circa il 5% all'anno.

In futuro, i processi atrofici influenzano altre parti del cervello. Il grado di deterioramento cognitivo è commisurato alla quantità di tessuto cerebrale perso. I processi degenerativi nella demenza di tipo Alzheimer di solito iniziano 10-20 anni prima che compaiano i primi segni evidenti della malattia..

Il sintomo principale dell'AD è la compromissione della memoria. Il paziente perde rapidamente i ricordi degli eventi recenti e ricorda a lungo il passato, momenti luminosi fino all'ultimo stadio (legge di Ribot). Può apparire falsi ricordi (confabulazioni).

Il primo a peggiorare:

  • la capacità di riprodurre immagini visive;
  • memoria per gli odori.

I pazienti non ricordano bene le nuove informazioni. Né la sistematizzazione del materiale, né i suggerimenti quando si cerca di ricordare aiutano. Si nota l'interferenza della memoria: quando arrivano nuove informazioni, quelle vecchie vengono sostituite o distorte.

La varietà di disturbi del linguaggio nelle diverse fasi della malattia di Alheimer:

VisualizzaDeviazioni del paziente
Afasia amnesicaNon riesco a ricordare come si chiamano oggetti familiari, a volte sostituisce parole adatte con parole simili o parassitarie (questo è, per così dire)
Afasia semanticaDifficoltà a percepire strutture sintattiche complesse, durante la comprensione di frasi semplici
Afasia sensorialeSente i suoni circostanti, ma li percepisce come rumore, non capendo il significato delle parole
ParafasiaDiscorso inutile, pronuncia parole fuori contesto
EcolaliaRipete in modo incontrollabile (automaticamente) le parole del discorso di qualcun altro
PalilaliaRipete consapevolmente le stesse parole, fatti, frasi
Afasia totale (nell'ultima fase)Perdita della capacità di percepire e riprodurre le parole (gravi disturbi del linguaggio impressionante ed espressivo, in alcuni casi la sua assenza). Il contatto vocale e gestuale con il paziente è notevolmente ostacolato o perso

I disturbi dell'orientamento nello spazio sono uno dei sintomi sempre presenti nella malattia di Alzheimer. La sua gravità e frequenza delle manifestazioni dipendono dallo stadio della malattia (il grado di processi degenerativi nel cervello).

All'inizio diventa più difficile per il paziente trovare il percorso necessario in un'area sconosciuta (area straniera, città, in metropolitana). La pianificazione razionale dello schema di viaggio è praticamente impossibile (è molto difficile adattare vari algoritmi e sequenze nella testa). Successivamente, il disorientamento si verifica su strade famose, una persona si perde per strada quando, ad esempio, si reca al negozio più vicino. Alla fine, può perdersi anche a casa sua..

Non per niente quando si eseguono test per determinare la demenza di tipo Alzheimer, ai pazienti viene chiesto di disegnare forme geometriche e lancette dell'orologio. Ciò è necessario per rilevare le violazioni dell'orientamento spaziale..

Se lo sono, i parenti dovrebbero aspettarsi:

  1. Aprassia ideomotoria e costruttiva (incapacità di controllare completamente il proprio corpo e analizzare la posizione degli oggetti nello spazio, eseguire azioni sequenziali).
  2. Agnosia (percezione alterata con coscienza preservata).

La costante progressione dei cambiamenti patologici porterà alla disabilità del paziente. Smetterà di servire se stesso, in particolare si svilupperà aprassia di vestirsi.

L'aspettativa di vita nella demenza senile di tipo Alzheimer è in media di 10 anni dopo la manifestazione dei primi segni luminosi della malattia. Meno del 20% vive fino a 15-20 anni, principalmente con una lenta progressione della demenza e disturbi comportamentali.

Come si manifesta la demenza vascolare? Sintomi specifici

Rappresenta il 10-25% di tutte le demenze, può iniziare a qualsiasi età, più spesso dopo i 60 anni. In Russia, l'indicatore della demenza vascolare è al 1 ° posto in termini di prevalenza (oltre il 5% delle persone con più di 60 anni), probabilmente a causa della scarsa consapevolezza della popolazione sulla diagnosi e il trattamento del morbo di Alzheimer. Anche la demenza mista ha un'alta prevalenza, dove la componente vascolare è combinata con la demenza senile..

La demenza vascolare si manifesta con una carenza della maggior parte delle funzioni cognitive, si sviluppa a seguito della distruzione delle cellule cerebrali a causa di una circolazione sanguigna insufficiente. L'encefalopatia discircolatoria porta alla demenza vascolare con progressione costante dell'atrofia cerebrale diffusa (in assenza di trattamento e miglioramento).

La demenza vascolare si sviluppa principalmente in pazienti con una storia di determinate diagnosi:

  1. Ictus ischemico o emorragico (alto rischio nel primo anno dopo un attacco).
  2. Encefalopatia discircolatoria (la demenza persistente viene diagnosticata in 3 fasi).
  3. Ipertensione arteriosa.
  4. Placche aterosclerotiche che causano il restringimento o il blocco dei vasi sanguigni nella testa o nel collo.
  5. Malattia cardiaca (fibrillazione atriale, ischemia, cardiopatia valvolare).

Un deterioramento cognitivo apparentemente minore può essere un presagio di demenza vascolare. Un inizio improvviso di deficit mentali e cognitivi è spesso il risultato di insufficienza circolatoria cerebrale cronica o acuta (ipoperfusione).

I primi segni di demenza vascolare sono:

  1. Cambiamenti causati da disturbi fisici (l'elenco dei più comuni è elencato sopra).
  2. Sintomi cerebrali generali - nausea, vertigini e mal di testa, labilità emotiva (improvvisi cambiamenti di umore, forte reazione a eventi minori, instabilità emotiva), forse uno stato pre-morboso o perdita di coscienza a breve termine, affaticamento, desiderio di solitudine, aumento della meteosensibilità.
  3. Compromissione della memoria (criterio opzionale, la sua presenza dipende dall'area del danno cerebrale).
  4. Più di uno dei seguenti sintomi (attenzione distratta, problemi con l'orientamento, controllo visivo alterato, linguaggio, prassi alterata - incapacità di pianificare ed eseguire una sequenza specifica di azioni per raggiungere un obiettivo prefissato mantenendo i movimenti involontari).

Dipendenza dei sintomi della demenza vascolare dall'area del danno cerebrale:

DanneggiatoSegni
Diencefalo e mesencefaloIn alternativa, man mano che procede:
  • confusione di coscienza;
  • allucinazioni transitorie;
  • apatia;
  • diminuzione dell'attività, riluttanza a eseguire anche le procedure igieniche di base;
  • sonnolenza (con o senza risveglio notturno);

I sintomi sono accompagnati da una diminuzione della memoria a breve termine, un replay di eventi accaduti molti anni fa, con la loro presentazione come ricordi recenti e immaginari
TalamoDiscorso senza senso con la sostituzione di lettere e intervallato da parole inesistenti quando si capisce cosa dicono gli altri, rimane possibile ripetere frasi semplici senza errori
Corpo a righeDegenerazione cognitiva e disturbi neurologici (ipertonicità muscolare, riflessi motori involontari, formazione ritardata di riflessi condizionati) in forma acuta
IppocampoDisturbi dell'attenzione, elaborazione semantica insufficiente delle informazioni vocali e testuali, disturbi di tutti i tipi (principalmente a breve termine) della memoria. Non ci sono patologie di coscienza, sonno, allucinazioni
Lobi frontaliIndifferenza, mancanza di volontà, iniziativa. Diminuzione delle critiche, a seguito della quale i pazienti sono caratterizzati da ripetute ripetizioni insensate delle parole, delle azioni proprie o di altre persone
Materia bianca (demenza vascolare sottocorticale)Sintomi di base di demenza, andatura parkinsoniana (le gambe sono piegate, le braccia sono piegate e premute contro il corpo, il primo passo inizia con una curva, quindi rapidi movimenti di sminuzzamento, il corpo può piegarsi in avanti o indietro, i pazienti spesso cadono), andatura "ubriaca", movimenti lenti e parole, aumento del tono muscolare, movimenti involontari, degrado della personalità, possibile compromissione della memoria
Danno cerebrale multi-infarto (demenza corticale)Lo sviluppo di sintomi corrispondenti ad un aumento degli episodi ischemici (disturbi circolatori transitori della durata da 10 minuti a 24 ore), provocati da infarti cerebrali.

I pazienti hanno molti dei seguenti sintomi:

  • pianto;
  • risate innaturali;
  • appena distinguibile a causa del volume basso, a volte incoerente;
  • sintomi di automatismo orale (paresi o paralisi dei muscoli facciali);
  • movimenti lenti con aumento del tono muscolare;
  • contrazioni muscolari ritmiche a riposo.

1-5 anni dopo l'esordio, il quadro sintomatico è completato da una sensazione di affondamento del cuore, crampi in vari gruppi muscolari, neuropatia degli arti inferiori (disturbi della sensibilità, crampi e spasmi), svenimenti, incontinenza urinaria e fecale

Con la demenza vascolare, non ci sono:
  • disturbi della coscienza (delirio, percezione altamente distorta della situazione attuale);
  • grave afasia sensoriale (perdita della capacità di comprendere e riprodurre la parola);

Il contatto con il mondo esterno è preservato.

La TC e la risonanza magnetica possono identificare rapidamente la componente vascolare della demenza. Vengono rilevati uno o più cambiamenti patologici:

  • disturbi focali causati da ictus in corso o precedente;
  • cambiamenti nella sostanza bianca a causa di ischemia cerebrale cronica.

Aspettativa di vita media per le persone con demenza vascolare: 20 anni.

Demenza da corpi di Lewy

A livello globale, al 4% dei pazienti viene diagnosticata la malattia da corpi di Lewy. Le statistiche dei singoli paesi europei confermano che a causa della somiglianza dei sintomi con altri tipi di demenza, i medici non la riconoscono sempre. Nel Regno Unito, al 15% di tutti i casi di demenza acquisita rilevati viene diagnosticato questo tipo di demenza.

La malattia da corpi di Lewy è un disturbo di demenza non standard. Il primo segno sono le anomalie comportamentali durante il sonno REM. Le persone vedono sogni insolitamente vividi, spesso "inquietanti" secondo le loro storie. In questo momento, fanno movimenti improvvisi, rischiando di ferirsi a se stessi o a una persona vicina. Il disorientamento nello spazio e nel tempo dopo il risveglio arriva ad altri sintomi vividi: disturbi cognitivi, anomalie del movimento e allucinazioni.

Le fluttuazioni della capacità di attenzione sono una caratteristica della demenza da corpi di Lewy. Il paziente esegue qualsiasi azione, anche la più semplice, lentamente, si stanca rapidamente dello stress mentale. Nel lavoro intellettuale, soffre di esaurimento, distratto da compiti meno importanti, intuitivi o interrompe le attività.

Sullo sfondo di un'immagine di una diminuzione dell'attività mentale tipica della demenza, ci sono lampi di attività vigorosa, una transizione al ritmo abituale della vita, quindi appare di nuovo uno sguardo vuoto e indifferente e l'attività cognitiva si interrompe. Di solito le violazioni sono limitate al ritmo circadiano, spesso la condizione peggiora verso la notte.

Con malattie infettive, disturbi metabolici, esacerbazione di malattie cardiovascolari, come conseguenza di gravi lesioni e operazioni chirurgiche, nonché diversi anni dopo l'inizio della demenza, si verificano stati subsonici - risveglio incompleto. Vengono mantenute solo le funzioni più semplici, a causa delle quali i pazienti non possono distinguere la realtà dal sonno, eseguire azioni senza senso, a volte pericolose, essendo principalmente in uno stato aggressivo.

Coscienza confusa, perdita di tempo e di spazio, percezione distorta degli oggetti, allucinazioni sono disturbi che non solo i pazienti con demenza, ma anche le loro famiglie devono affrontare.

Segni che, se combinati, possono distinguere la demenza da corpi di Lewy da altre malattie neurodegenerative:

  1. Compromissione progressiva delle funzioni cognitive, impedimento all'attività professionale, continuazione dello stile di vita abituale (funzionamento nella società, hobby, vita personale, familiare). I disturbi della memoria aumentano gradualmente, in linea con l'aumento di altre deviazioni. Nella fase 1, ci sono violazioni evidenti dell'attenzione, dell'orientamento, della regolazione del comportamento e dell'attività.
  2. Illusioni (conferendo agli oggetti proprietà fittizie), poi allucinazioni allo stadio 1 nel 25% dei pazienti, poi fino all'80%. I pazienti le riconoscono come immagini di fantasia, ma successivamente peggiorano nel distinguere la realtà dagli oggetti generati dalla coscienza. I pazienti riferiscono principalmente allucinazioni visive, ma possono essere presenti allucinazioni uditive, meno spesso allucinazioni olfattive e tattili..
  3. Disturbi deliranti nella fase intermedia. I pazienti affermano di essere perseguitati, che qualcuno vuole far loro del male o che è apparso un doppio (positivo o negativo). Le delusioni scompaiono nelle fasi successive della demenza..
  4. Disturbi del movimento: difficoltà nella mobilità muscolare a causa di un aumento del tono, instabilità, andatura strascicata con squilibrio, tremori (movimenti ritmici incontrollati di gruppi muscolari durante la postura e il movimento) di qualsiasi gravità, cadute frequenti.
  5. Disturbi neuroendocrini: una forte diminuzione della pressione sanguigna quando ci si alza in piedi (provoca attacchi di vertigini, inibizione dei movimenti e coscienza offuscata, a volte svenimento), afflusso di sangue insufficiente agli organi, apnea notturna, digestione ritardata del cibo, stitichezza, minzione rara.
  6. Reazioni avverse agli antipsicotici quando si cerca di sbarazzarsi di allucinazioni, delirio con l'aiuto di farmaci, che vengono utilizzati con successo nel trattamento dei disturbi mentali.

Il principale segno diagnostico della demenza con corpi di Lewy al neuroimaging è l'espansione delle corna posteriori dei ventricoli laterali del cervello, spesso inoltre c'è una rarefazione dei neuroni della sostanza bianca lungo la periferia dei ventricoli laterali (leucoaraiosi).

Morbo di Parkinson: associazione con demenza e sintomi caratteristici

La diagnosi viene ricevuta dal 5% della popolazione anziana. La demenza si manifesta, secondo varie fonti, nel 19-40% di tutti i casi di morbo di Parkinson, di solito si sviluppa nelle fasi successive con la vecchiaia dei pazienti.

La malattia è geneticamente determinata. Alto rischio nei portatori di geni che codificano per i corpi di Lewy - proteine ​​sinucleina e ubivictina, nonché per la demenza con lo stesso nome.

Sintomi caratteristici della malattia di Parkinson:

  1. Sindrome acinetico-rigida - rallentamento dei movimenti con ipertonicità dei muscoli, fissazione del tronco e degli arti (adozione di posture innaturali, a volte incapacità di sedersi, alzarsi, eseguire funzioni elementari), assenza di piccoli movimenti caratteristici di varie azioni.
  2. Tremore a riposo o durezza muscolare (entrambi possibili).
  3. Le prime manifestazioni di disturbi del movimento sono asimmetriche.

La diagnosi è confermata se assente:
  1. Fattori che causano disturbi (temporanei) simili: avvelenamento, traumi, encefalite o altre infezioni cerebrali.
  2. Nella fase 1: pronunciato disfunzioni d'organo dovute a insufficienza autonomica, disturbi del movimento, sindrome da demenza.
  3. Movimenti oculari incoerenti.
  4. Stati episodici di immobilità degli occhi, accompagnati da movimenti involontari delle pupille.
  5. Andatura instabile.

Degenerazione frontotemporale: come si manifesta? Differenze da altre forme di demenza

Ad esordio precoce (oltre i 50 anni), un terzo dei casi è ereditario.

Discorso rude, comportamento antisociale, moderazione sessuale, allegria inspiegabile, alternanza a passività e indifferenza con autocritica ridotta o nulla sono i principali sintomi della demenza frontotemporale. Tra le prime manifestazioni della malattia, non ci sono disturbi della memoria, ma si verificano disturbi del linguaggio progressivi..

I tratti comportamentali cambiano. Il paziente diventa disordinato, più impulsivo e allo stesso tempo debole di cuore, passa facilmente da un compito importante a uno insignificante, può solo seguire istruzioni chiare, naviga male la situazione attuale quando compaiono cambiamenti inaspettati (rigidità intellettuale), cambia le abitudini alimentari.

Nella fase 2, il quadro sintomatico è integrato da una violazione del riconoscimento delle emozioni delle persone circostanti, espresse nelle espressioni facciali e nel linguaggio, attenzione ravvicinata e dolorosa a qualsiasi oggetto (anche insignificante), iperoralismo (masticare, schioccare, mangiare oggetti non adatti al cibo).

Patologie della sfera motoria, perdita parziale o completa della memoria, violazioni delle operazioni di conteggio si verificano solo in 3 fasi della degenerazione frontotemporale. L'ultimo stadio è anche caratterizzato da disturbi pronunciati di varie funzioni della parola, il mutismo è possibile (il paziente non entra in contatto con l'interlocutore né con l'aiuto della voce né con l'uso di segni non verbali, mentre comprende la parola e mantiene la capacità di parlare).

Con la demenza frontotemporale, non ci sono:

  • disorientamento nello spazio;
  • disturbi del movimento (eccezioni - una combinazione di lesioni frontotemporali con altre malattie);

La diagnosi differenziale della demenza vascolare e frontotemporale si basa sulla valutazione dei sintomi e sui risultati del neuroimaging. La demenza di eziologia vascolare è caratterizzata da cambiamenti focali nelle strutture cerebrali e nella sostanza bianca. La degenerazione frontotemporale viene rilevata con atrofia cerebrale locale, spesso unilaterale nel lobo frontale.

Le persone con demenza frontotemporale vivono in media 8-12 anni.

malattia di Huntington

Attacchi in tenera età, rischio da 30 anni. La maggior parte dei casi è ereditaria.

Disturbi del movimento - manifestazioni di corea (primaria nel 75% dei casi):

  • smorfie simili ai normali movimenti dei muscoli facciali, ma più intense ed espressive, assomigliano alle espressioni facciali nella danza;
  • movimenti ampi;
  • andatura speciale: il paziente allarga le gambe, ondeggia;
  • è impossibile fissare la postura con la tensione muscolare.

Decadimento cognitivo (primaria nel 25% dei pazienti o più):
  • percezione distorta della forma e della posizione degli oggetti nello spazio;
  • regolazione limitata dell'attività volontaria (è difficile per un paziente seguire le istruzioni, concentrarsi, passare da un tipo di attività ad un altro);
  • difficoltà nell'utilizzo delle conoscenze accumulate per l'addestramento e la risoluzione dei problemi, l'incapacità di operare con una grande quantità di dati, lavorare contemporaneamente con diverse fonti di informazione;
  • ridotta capacità di riconoscere oggetti e fenomeni familiari, soprattutto se raffigurati in modo indistinto o con effetti superficiali sovrapposti;
  • difficile concentrarsi sull'oggetto in studio (orientamento su una mappa interattiva, statistiche di ricerca, grafici, algoritmi presentati in formato visivo).

Il paziente ha bisogno di suggerimenti e ricompense per migliorare le prestazioni cognitive. Discorso e memoria per eventi comuni salvati.

Cambiamenti di comportamento (sintomo specifico della malattia):

  1. Carattere caldo e aggressività (fino al 60% dei pazienti). Appaiono inaspettatamente.
  2. Apatia (fino al 50%). Nessun desiderio di conoscenza e nuovi risultati.
  3. Depressione (fino a 1/3 dei casi).
  4. Disturbi mentali (meno di 1/4). Mania della persecuzione, allucinazioni sono comuni nei pazienti giovani.

Una diagnosi accurata in presenza di sintomi può essere fatta dopo un test del DNA per il numero di ripetizioni di catene di aminoacidi (triplette) nell'huntingtina, una proteina che provoca la malattia.

La malattia di Pick

Appare all'età di 50 anni.

Il degrado delle funzioni psicologiche superiori avviene mantenendo la chiara coscienza.

Insorgenza della malattia:

  • comportamento asociale: tratti egoistici, disinibizione degli istinti di base, come nella demenza frontotemporale (descritta sopra);
  • ripetizione delle stesse frasi, storie, barzellette;
  • emozioni contrastanti: apatia o stato euforico.

Memoria salvata.

Fase 2:

  • afasia sensomotoria (la capacità di comprendere il significato della parola e parlare è persa);
  • perdita della capacità di leggere e scrivere;
  • compromissione della memoria;
  • disturbi della percezione, mancanza di comprensione di ciò che sta accadendo intorno;
  • mancato rispetto dei piani.

Nella fase 3, una persona è inabile, l'immobilità, il disorientamento si instaura, la memoria è completamente persa. È richiesta la massima cura.

Aspettativa di vita per la malattia di Pick: 6-10 anni.

Ora conosci i sintomi dei 7 tipi di demenza più comuni (96%) e puoi distinguerla da altre malattie in te stesso e nei tuoi parenti. Il resto delle varietà è causato da traumi e neuroinfezioni..


Articolo Successivo
Aumento o diminuzione dell'alfa amilasi nel sangue: cause e trattamento