Ipertrofia ventricolare sinistra: segni su un ECG


L'ipertrofia ventricolare sinistra è una patologia del cuore, in cui si verifica un ispessimento delle pareti, un aumento della massa del miocardio, che riduce la capacità del cuore di espellere il sangue. Per poter trattare questo disturbo miocardico, è necessario determinare cosa ha portato alla comparsa dell'ipertrofia ventricolare sinistra (LVH), come si è verificata questa condizione cardiaca.

Gruppo di rischio

L'incidenza dei disturbi ipertrofici nel ventricolo sinistro (VS) dipende dal sesso, dall'età, dal peso corporeo e dalle patologie cardiache concomitanti. Questa patologia si riscontra spesso negli uomini con significativo sovrappeso, affetti da ipertensione..

L'ipertensione causa LVH nel 70% dei casi. Il pericolo di ipertrofia del ventricolo sinistro è un aumento del rischio di insufficienza cardiaca, ischemia 3 volte, aritmia 5 volte, infarto miocardico - 7 volte.

L'obesità è un fattore importante che contribuisce alla formazione della patologia miocardica. Uno degli indicatori più evidenti dell'obesità è il girovita. Questo valore riflette la quantità di grasso viscerale interno. La vita delle donne non deve superare gli 88 cm, gli uomini - 102 cm.

Caratteristiche dell'ipertrofia ventricolare sinistra

Un aumento dello spessore del ventricolo sinistro e della sua massa può verificarsi isolatamente, ma più spesso è combinato con un aumento dello spessore della parete interventricolare.

Indice di massa miocardica

Il grado di ipertrofia ventricolare sinistra viene valutato utilizzando l'indice di massa miocardica ventricolare sinistra. LVMI viene calcolato utilizzando una formula che tiene conto delle dimensioni del VS, dell'altezza e del peso di una persona.

Normalmente, LVMI negli uomini è compreso tra 71 e 94 g / m 2, per le donne - 64-89 g / m 2, ma con la crescita miocardica, si notano cambiamenti:

  • polmoni: l'indice di massa è 135-151 g / m 2;
  • moderato - da 152 a 172 g / m 2;
  • pesante - più di 173 g / m 2.

Il rischio di complicazioni pericolose aumenta in modo significativo anche con moderati cambiamenti nel miocardio ventricolare sinistro, il che significa che il controllo del peso è una misura necessaria per mantenere la salute in caso di ipertrofia ventricolare sinistra.

Tipi di cambiamenti ipertrofici

I tipi comuni di ipertrofia ventricolare sinistra sono:

  • concentrico: lo spessore aumenta, ma il volume della cavità non cambia;
  • eccentrico: la massa del ventricolo aumenta, il volume della sua cavità cresce, ma lo spessore della parete rientra nei limiti normali;
  • ipertrofia del setto interventricolare.

Con l'ipertrofia ventricolare sinistra, le pareti sono ispessite, ma non perdono elasticità e vengono ripristinate con una diminuzione del carico. Con l'ipertrofia concentrica, le pareti perdono elasticità e un aumento dello spessore del ventricolo porta a una diminuzione della sua cavità, una diminuzione della gittata cardiaca.

Molto spesso c'è un tipo concentrico di ipertrofia ventricolare sinistra, questa patologia aumenta il rischio di malattia coronarica, infarto e diventa la causa della perdita di prestazioni e disabilità nella mezza età.

Spessore miocardico

Lo spessore normale della parete LV in un uomo adulto è di 1-1,1 cm, per una donna - 1 cm.

  1. L'ispessimento del VS nella fase di rilassamento fino a 1,4 cm indica piccoli cambiamenti nel miocardio.
  2. Lo spessore della parete da 1,4 a 1,6 cm corrisponde a un'ipertrofia moderata.
  3. L'ispessimento del ventricolo sinistro di 1,6-2 cm o più indica una grave ipertrofia.

L'ipertrofia ventricolare sinistra lieve, e talvolta significativa, isolata può essere causata da un'insufficienza della valvola mitrale. Questo tipo di disturbo è accompagnato dall'espansione della cavità LV.

Con i sintomi di una malattia della valvola mitrale pronunciata, si crea una condizione pericolosa per atrofia del ventricolo sinistro del cuore: il LV perde funzionalità, assume la forma di un'appendice, che crea una minaccia di formazione di cardiosclerosi, insufficienza cardiaca.

I sintomi di atrofia si sviluppano gradualmente, manifestati da mancanza di respiro, edema e sonnolenza durante il giorno. L'ECG rivela aritmie cardiache e l'ecografia mostra la presenza di cicatrici, una diminuzione delle dimensioni del miocardio rispetto alla norma.

Le ragioni

  • Nel 70% dei casi, l'ipertrofia ventricolare sinistra si sviluppa con l'ipertensione.
  • Il rischio di LVH aumenta con la stenosi aortica, in cui il diametro dell'aorta si restringe e il ventricolo sinistro deve lavorare di più per espellere il sangue.
  • La causa dell'allargamento del ventricolo sinistro può essere una maggiore attività fisica sul cuore. Provoca stress ventricolare sinistro durante il ciclismo, il jogging, lo sci.
  • Grave decorso e prognosi grave in LVH causata da cardiomiopatia distrofica.

La cardiomiopatia ipertrofica diventa causa di morte improvvisa nel 50% dei casi nei giovani atleti. Questa patologia può essere congenita, caratterizzata da uno spessore irregolare di varie parti della parete ventricolare sinistra e del setto interventricolare.

Le cause dell'ipertrofia ventricolare sinistra sono:

  • attivazione dei nervi simpatici;
  • circolazione nel sangue di ormoni catecolamine, aldosterone, tiroxina, insulina, ormone della crescita.

Un ruolo significativo nello sviluppo di LVH appartiene al fattore ereditario. Esiste una predisposizione familiare all'ipertensione e alla crescita ipertrofica dello strato muscolare VS.

Il pericolo per lo stato del miocardio è il fumo. La nicotina restringe i vasi sanguigni periferici e coronarici, che porta all'ischemia (mancanza di nutrizione e ossigeno) del cuore, altri organi interni, arti.

Il meccanismo dei cambiamenti ipertrofici

Il ventricolo sinistro, come i muscoli dei muscoli scheletrici, in risposta a un carico crescente, si allena, le fibre muscolari aumentano di volume.

Inizialmente, il muro ispessito fornisce una contrazione più potente del ventricolo sinistro del cuore, ma in futuro l'aumento del muro non è più di natura compensativa, ma patologico.

I capillari coronari non sono in grado di fornire ossigeno alla parete ventricolare sinistra allargata e una parte delle cellule muscolari è in uno stato di ischemia. L'ipertrofia ventricolare sinistra provoca un flusso sanguigno coronarico alterato e può portare ad un attacco di cuore, che contribuisce all'indurimento dei vasi sanguigni.

A causa dell'ischemia, la nutrizione dei cardiomiceti viene distrutta, alcuni di essi vengono sostituiti dal tessuto connettivo. Nello spessore del miocardio LV aumenta il contenuto di fibrina, il che riduce la capacità del miocardio di contrarsi.

Nel tempo, l'atrofia si sviluppa nel ventricolo sinistro a causa dell'ischemia cronica - questa è una condizione in cui i cardiomiceti sono esauriti, il che porta ad una diminuzione dello spessore del cuore.

Nel miocardio ipertrofico, si nota:

  • diminuzione della forza di compressione del ventricolo;
  • un aumento della durata della contrazione;
  • dilatazione - espansione della cavità;
  • diminuzione della compliance, che altera il riempimento ventricolare;
  • una diminuzione della riserva coronarica - il volume di sangue che il ventricolo può inoltre spingere nel flusso sanguigno sotto carico.

Sintomi di ipertrofia

I segni di ipertrofia nel miocardio ventricolare sinistro sono sintomi comuni con manifestazioni di ipertensione, caratterizzati da:

  • gonfiore dei piedi, caviglie;
  • dolore sordo nella regione del cuore;
  • vertigini, debolezza;
  • mancanza di respiro durante lo sforzo;
  • tachicardia con il normale carico.

Con grave ipertrofia, si sviluppa ristagno nella circolazione polmonare, si verifica "asma cardiaco", compare una tosse cardiaca secca.

Diagnostica

L'ipertrofia miocardica del ventricolo sinistro viene diagnosticata mediante misurazioni strumentali utilizzando:

  • elettrocardiografia - ECG;
  • ecocardiografia - ecografia del cuore;
  • radiografia;
  • tomografia computerizzata.

Elettrocardiogramma

I segni caratteristici di LVH si trovano sull'ECG in V 1-6: ciò significa che gli elettrodi vengono applicati alla regione toracica ei numeri 1-6 corrispondono alle posizioni degli elettrodi.

Per caratterizzare l'ipertrofia, viene presa in considerazione la direzione dell'asse elettrico, che viene convenzionalmente fatto passare attraverso il cuore lungo la sua lunghezza. Con l'ipertrofia ventricolare sinistra, l'asse è solitamente normale o moderatamente anormale.

I segni di ipertrofia miocardica nel ventricolo sinistro sulla registrazione dell'ECG sono l'aumento dell'onda R e l'approfondimento dell'onda S.

I sintomi dell'ipertrofia nel ventricolo sinistro sul nastro ECG sono:

  • cambiamenti nel complesso QRS:
    • la larghezza dell'intervallo è superiore a 0,12 s;
    • ampiezza R elevata con derivazioni V5, V6;
    • forma patologica dell'onda Q in assenza di infarto;
  • cambiamenti nel segmento ST - una diminuzione della curva del grafico ECG in quest'area con un'onda T negativa, con la posizione normale dell'asse cardiaco, può esserci un aumento in questo segmento e un'onda T positiva.

Un modo informativo per diagnosticare LVH su un ECG è l'uso dell'indice Sokolov-Lyon. Un segno di ipertrofia è l'eccesso della somma dell'ampiezza dei denti S e R nelle derivazioni toraciche:

  • dopo 40 anni - più di 35 mm;
  • fino a 40 anni - più di 45 mm.

Ecografia cardiaca

Il metodo più informativo per valutare il grado e il tipo di ipertrofia del ventricolo sinistro è l'ecocardiografia - ecografia del cuore. Questo metodo diagnostico è 5-10 volte più informativo dell'ECG.

L'ecocardiografia consente di misurare lo spessore della parete miocardica in diversi segmenti della parete cardiaca. L'ecografia del cuore indica una patologia in una fase iniziale del disturbo, mentre sull'ECG nel 10-20% dei pazienti questo problema non viene rilevato nella fase iniziale.

Trattamento

La riduzione della gravità dell'ipertrofia ventricolare sinistra si ottiene mediante la diagnosi precoce delle cause della patologia e il trattamento della cardiopatia sottostante o degli organi interni che hanno contribuito alla comparsa di questa patologia.

L'elenco dei farmaci utilizzati nel trattamento dell'ipertrofia ventricolare sinistra include ACE inibitori, diuretici: questo consente di controllare la pressione sanguigna, che arresta la crescita della parete cardiaca.

I farmaci sintomatici che migliorano le condizioni del muscolo cardiaco sono:

  • Ca ++ antagonisti - Verapamil, Nifedipine, Diltiazem;
  • beta-bloccanti - Sotalol, Atenolol,
  • ACE inibitori per abbassare la pressione sanguigna - Enalapril, Diroton;
  • sartani - bloccanti del recettore dell'angiotensina per abbassare la pressione sanguigna con effetto antiaritmico - Losartan, Candesartan, Valsartan.

Un prerequisito per il successo del trattamento è l'alimentazione dietetica volta a ridurre e mantenere un peso corporeo stabile. Con questa patologia, è necessario escludere cibi fritti, piccanti, grassi, ridurre l'assunzione di sale.

Previsione

Il tasso di mortalità dell'ipertrofia ventricolare sinistra è del 4-5%. Alto rischio in pazienti con una combinazione di ipertrofia ventricolare sinistra con ischemia miocardica, aritmia e accidente cerebrovascolare.

In assenza di altre patologie del cuore, pressione sanguigna normale, la prognosi di vita in caso di ipertrofia ventricolare sinistra è favorevole..

Ipertrofia ventricolare sinistra su un ECG

La sensibilità alla propria salute è un tratto caratteriale importante che aiuterà ad esporre la malattia in modo tempestivo, per procedere ad una terapia tempestiva già nella fase iniziale, subito dopo l'esame. L'ipertrofia concentrica ventricolare sinistra è una malattia cardiaca che può essere rilevata da sintomi specifici, risultati ECG.

Cos'è l'ipertrofia miocardica ventricolare sinistra

Una patologia così pericolosa del cuore è soggetta a trasformazioni per tutta la vita; il suo segno distintivo è l'ispessimento della parete miocardica con ulteriore disfunzione del flusso sanguigno sistemico. Il processo anormale si manifesta nei pazienti ipertesi e la sua distribuzione dipende completamente dal tipo di struttura anatomica del muscolo cardiaco. Ci sono diversi motivi per questa malattia cardiaca, ma il medico identifica i seguenti fattori patogeni:

  • malattia ipertonica;
  • cardiopatia;
  • carichi superfisici;
  • fattore ereditario;
  • caratteristiche anatomiche della struttura del cuore di natura congenita;
  • aterosclerosi dell'aorta;
  • atleti professionisti (questa categoria di pazienti è concentrata nel gruppo a rischio).

Segni ECG di ipertrofia ventricolare sinistra

Prima di iniziare il trattamento per l'ipertrofia ventricolare sinistra, al paziente viene mostrata una diagnosi dettagliata, che include necessariamente l'esecuzione di un cardiogramma. I cambiamenti anormali nel muro sono chiaramente visualizzati sullo schermo, il che porta a un fallimento della circolazione sistemica, mancanza di ossigeno. Per molto tempo, alcuni pazienti non sono consapevoli dell'esistenza di una terribile diagnosi nel proprio corpo, mentre altri sentono chiaramente i segni pronunciati di LVH sull'ECG e nella vita reale. Di seguito vengono presentati sintomi allarmanti:

  • angina pectoris;
  • aritmia;
  • vertigini e debolezza;
  • affondamento del cuore a breve termine;
  • gonfiore eccessivo delle gambe e delle braccia;
  • svenimenti più frequenti;
  • la comparsa di attacchi di mancanza di respiro;
  • violazione della fase del sonno e della veglia;
  • dolori pressanti prolungati del cuore;
  • forte calo delle prestazioni.
  • Aspic di manzo - ricette passo passo con foto. Come cucinare e quanto cucinare la gelatina di manzo
  • Bende sugli occhi - come usare. Classifica dei migliori cerotti al collagene, idrogel e oro
  • Pan di Spagna: ricette

Ipertrofia ventricolare sinistra all'ECG durante l'eccitazione miocardica

Questa pericolosa malattia porta non solo a un forte aumento della pressione, ma esiste anche il rischio di morte improvvisa. Ciò significa che in uno degli attacchi, il paziente può morire improvvisamente. L'ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore sull'ECG fornisce non solo cambiamenti anatomici, ma anche la perdita della precedente elasticità della parete stessa, dei vasi vicini, dei capillari, degli elementi vascolari.

Come risultato di un tale squilibrio, l'ischemia delle cellule muscolari progredisce rapidamente, interrompendo il ritmo cardiaco e riempiendo il presunto focolaio della patologia con il sangue. Il miocardio è ridotto in modo anomalo, provocando frequenti attacchi di aritmia, angina pectoris, ipertensione. Tra le altre complicazioni dell'aumento della ricaduta, oltre alla morte inaspettata di un paziente clinico, i medici distinguono tali diagnosi pericolose per la vita:

  • insufficienza cardiaca cronica;
  • blocco ventricolare e aritmia;
  • attacco di cuore;
  • Cardiopatia ischemica.

Idealmente, la massa dell'atrio sinistro supera la massa della sezione destra di quasi 3 volte. Con l'ipertrofia, queste norme vengono violate e il fulcro della patologia è caratterizzato da anomalie sclerotiche e distrofiche. Quando il cuore è eccitato, l'ECG mostra alcune deviazioni dalla norma, che spingono immediatamente lo specialista a sospetti allarmanti. Vale soprattutto la pena prestare attenzione ai seguenti cambiamenti nel metodo diagnostico scelto:

  1. Le derivazioni destre dello sterno mostrano i seguenti cambiamenti: l'onda rV1 è visibile sullo sfondo dell'eccitazione del setto interventricolare, l'onda SV1 sullo sfondo dell'eccitazione ventricolare dovuta all'ipertrofia.
  2. Derivazioni sternali sinistre: visualizzazione dell'onda qV6 sullo sfondo di un'attività eccessiva del setto interventricolare, onda RV6 dovuta a ipertrofia ventricolare sinistra, onda sV6 con ipereccitazione della sua base.
  • Ipotensione arteriosa: che cos'è. Cause, sintomi e trattamento della pressione sanguigna bassa
  • Fegato grasso: come trattare
  • Come aumentare il file di paging in Windows 7

Ipertrofia miocardica ventricolare sinistra al momento della ripolarizzazione

La diagnostica con la partecipazione di un elettrocardiogramma del processo di ripolarizzazione miocardica parla del decorso della patologia. Durante questo periodo, il cuore accumula energia per la contrazione successiva, ma il processo è anormale sullo sfondo di confini miocardici alterati. Il problema ha una divisione condizionale, che aiuta lo specialista a prevedere il risultato clinico più realistico. I tipi di ripolarizzazione del cuore appaiono sull'ECG come segue:

  • minimo (in 2-3 incarichi);
  • moderato (a 4-6);
  • massimo (da 6).

Segni quantitativi di ipertrofia ventricolare sinistra

L'asse elettrico del miocardio con ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore sull'ECG è leggermente deviato di lato o posizionato orizzontalmente. La posizione normale è rara, la posizione semi-eretta è estremamente rara. L'ipertrofia ventricolare sinistra sull'ECG in un bambino e in un adulto è rappresentata da segni quantitativi che vengono visualizzati nella diagnosi del cuore. La manifestazione del gruppo A è la seguente:

  • Approccio EOS a sinistra;
  • RI da 10 mm;
  • S (Q) aVR da 14 mm;
  • TaVR da 0 con S (Q) aVR da lettura RaVR;
  • RV5, V6 da 16 mm;
  • RaVL da 7 mm;
  • TV5, V6 è inferiore o corrisponde a 1 mm con RV5, V6 è superiore a 10 mm e TV1-V4 è maggiore di 0;
  • TV1 da TV6 (TV1 più grande di 1,5 mm).

Sintomatologia del gruppo B:

  • RI + SIII maggiore di 20 mm;
  • Caduta STI superiore a 0,5 mm (RI> SI);
  • TI inferiore o uguale a 1 mm;
  • con caduta STI> 0,5 mm e RI ≥10 mm;
  • TaVL inferiore a 1 mm;
  • quando STaVL scende da 0,5 mm e RaVL è maggiore di 5 mm;
  • SV1 da 12 mm;
  • SV1 + RV5 (V6) da 28 mm (fino a 30 anni);
  • SV1 + RV5 (V6) da 30 mm (fino a 30 anni);
  • QV4-V6 ≥ 2,5 mm a Q≤0,03 s;
  • diminuzione di STV5, V6 da 0,5 mm a un salto STV3, V4;
  • indicatore R / TV5, V6 da 10 (TV5, V6 da 1 mm);
  • RaVF oltre 20 mm;
  • RII oltre 18 mm;
  • periodo di attivazione in derivazione V5, V6 da 0,05 s.

Classificazione ECG per l'ipertrofia ventricolare sinistra

L'autore Romhilt-Estes caratterizza l'ECG LVH secondo un sistema a cinque punti. I criteri di valutazione consentono uno studio clinico completo per il trattamento tempestivo di un problema di salute progressivo:

  1. Ramo V1: in fase negativa, l'onda P, la corrente da 0,04 s, corrisponde a 3 punti.
  2. Ramo V6: presenza di onde ST e T. Quando si utilizzano glicosidi, viene aggiunto 1 punto, in assenza di somministrazione glicosidica - 3 punti.
  3. Rami V5 e V6: la frequenza da 0,05 s aggiunge 1 punto.
  4. La larghezza del complesso QRS è maggiore o corrisponde a 0,09 s, viene assegnato 1 punto.
  5. Deviazione EOS a sinistra di 30 gradi in meno o uguale a 2 punti.

I criteri di tensione sull'ECG sono decisivi per rilevare l'ipertrofia. R e S da 20 mm, l'altezza dell'onda S nei rami V1 e V2 è superiore a 30 mm e R in V5-V6 è da 10 mm. Per la presenza di ogni caratteristica - un bonus di 1 punto. Grandi deviazioni dalla norma richiedono una nuova diagnosi e per ogni aumento viene aggiunto 1 punto al totale. È uno strumento diagnostico efficace che fornisce una chiara visione ECG della patologia progressiva.

Segni di ipertrofia miocardica ventricolare sinistra sull'ecg

• Di norma, viene registrato un ECG di tipo sinistro, in cui l'onda R nella derivazione I è alta e l'onda S nella derivazione III è profonda. Insieme a questi cambiamenti, che di solito compaiono su un ECG di tipo sinistro, c'è anche una depressione del segmento ST e un'onda T negativa nella derivazione I.

• Si notano cambiamenti importanti nelle derivazioni toraciche V5 e V6. In queste derivazioni, viene registrata un'onda R alta, il segmento ST a volte è ridotto, l'onda T è negativa. Questi sono segni importanti dell'ipertrofia del ventricolo sinistro..

• Nelle derivazioni V1 e V2, al contrario, viene registrata un'onda S profonda.

• Segni di ipertrofia del ventricolo sinistro sono spesso osservati nel rigurgito mitralico, nei difetti della valvola aortica e nell'ipertensione arteriosa (AH).

A causa delle caratteristiche fisiologiche, lo spessore del miocardio ventricolare sinistro (VS) è normalmente maggiore di quello del VD. Con l'ipertrofia del ventricolo sinistro, il vettore principale dell'EMF è diretto a sinistra e indietro e, a seconda del grado di ipertrofia, è più o meno pronunciato e talvolta è diretto verso il basso. Il principale EMF vettoriale aumenta a causa di un aumento della massa muscolare del ventricolo.

Per diagnosticare l'ipertrofia ventricolare sinistra (VS), è necessario prima visualizzare l'ECG registrato nelle derivazioni dalle estremità e determinarne il tipo. Quindi dovresti cercare deviazioni dalla forma normale della curva. Successivamente, viene esaminato l'ECG eseguito nelle derivazioni toraciche e, come nel caso dell'analisi ECG nelle derivazioni degli arti, vengono ricercati i cambiamenti che indicano l'ipertrofia del VS.

L'ECG nelle derivazioni dalle estremità (sul piano frontale) si riferisce al tipo sinistro, poiché il vettore EMF principale è diretto a sinistra. Pertanto, nella derivazione 1 l'onda R è alta, e nella derivazione III c'è un'onda profonda S. Inoltre, prestare attenzione al fatto che con un normale tipo di ECG sinistro, l'onda T nella derivazione I è positiva, mentre con l'ipertrofia LV, al contrario, è negativa. Inoltre, si nota anche la depressione del segmento ST..

Vettorogramma del cuore sul piano orizzontale nella norma e con ipertrofia ventricolare sinistra (VS).
Sinistra: loop vettoriale QRS piccolo normale che punta a sinistra. Onde R e T normali nelle derivazioni V1 e V6.
Destra: il grande anello vettoriale del complesso QRS punta a sinistra e indietro. Il T-loop è rivolto nella direzione opposta rispetto al loop del complesso QRS ed è discordante ad esso.
Onda R alta e onda T negativa con depressione ST nella derivazione V6. Onda S profonda nella derivazione V1.

Se nella derivazione I c'è un'onda R alta, una depressione del segmento ST e un'onda T negativa, si può ragionevolmente sospettare un'ipertrofia ventricolare sinistra (VS).

Quando si analizza un ECG eseguito nelle derivazioni Goldberger, le variazioni simili a quelle descritte sopra vengono spesso rilevate nell'aVL della derivazione, poiché questa derivazione è diretta al ventricolo sinistro (VS) e ne riflette il potenziale. Ciò significa che un'onda R alta, una depressione del segmento ST e un'onda T negativa vengono registrate nell'AVL della derivazione..

Nelle derivazioni toraciche, vi è un aumento del potenziale in V5 e V6, dove si registra un'onda R elevata, a causa di un aumento della massa muscolare VS. A causa dell'ipertrofia miocardica, il tempo di propagazione dell'eccitazione attraverso i ventricoli (l'ampiezza del complesso QRS) è aumentato e il VVO è leggermente allungato (> 0,052 s), ma di solito non c'è blocco LPH. Maggiore è l'ipertrofia del VS, maggiore è l'onda R nelle derivazioni V5 e V6, ad es. l'altezza dell'onda R è superiore a 2,6 mV o 26 mm. Nell'ipertrofia del ventricolo sinistro grave, anche il ripristino dell'eccitabilità miocardica (ripolarizzazione) è compromesso. Pertanto, nelle derivazioni V5 e V6, c'è anche depressione del segmento ST e un'onda T negativa, specialmente con sovraccarico di pressione (ad esempio, con stenosi aortica).

Poiché il vettore principale è fortemente deviato a sinistra, è diretto lontano dal RV (cioè dalla derivazione V1). Pertanto, nelle derivazioni V1 e V2 viene registrato negativo, ad es. onda S profonda.

Se la somma dell'ampiezza dell'onda R nelle derivazioni V5 o V6 e dell'onda S nelle derivazioni V1 e V2 supera i 35 mm, si parla di un indice Sokolov-Lyon positivo. Questo indicatore consente di valutare se il paziente presenta ipertrofia ventricolare sinistra. Tuttavia, va ricordato che negli atleti, e talvolta anche nelle persone con un cuore praticamente sano, l'indice Sokolov-Lyon risulta essere falso positivo.

Con una grave ipertrofia ventricolare sinistra (LV), può verificarsi un aumento secondario di LA. Pertanto, nei pazienti con grave ipertrofia ventricolare sinistra (VS), l'onda P dell'atrio sinistro può essere registrata anche sull'ECG..

Segni di ipertrofia ventricolare sinistra (LV) si trovano in difetti cardiaci, in particolare insufficienza mitrale e aortica, o nell'ipertensione e cardiomiopatia dilatativa.

Segni ECG di ipotrofia ventricolare sinistra

a) derivazioni dagli arti:
• ECG di tipo sinistro
• RI + S III> 2,5 mV,
RI> RII> RIII e
TI 1,1 mV
• Onda P atriale sinistra

b) derivazioni toraciche:
• V1: profonda S (S> 2,4 mV)
• V5 o V6: alta R (R> 2,6 mV)
• SV1 + RV6 o RV6> 3,5 mV (indice Sokolov-Lyon)
• V5, V6: BBO> 0,052c
• BBOV6-V1> 0,032c
• RV8, secondo MCI> 1 mV
• TV1> TV6 + RV6> 1,7 MB
• Violazione della ripolarizzazione nelle derivazioni sinistre
• Onda P atriale sinistra

Ipertrofia ventricolare sinistra:
• ECG di tipo sinistro
• Onda R alta in V5 / V6 (> 2,6 mV)
• Deep S in V1 (> 2,4 mV)
• R in V5 / V6 + SbV1> 3,5 mB
• Malattie: rigurgito mitralico, difetti della valvola aortica, ipertensione

Ipertrofia ventricolare sinistra (LV) con stenosi aortica.
Tipo di sinistra. Onda S profonda (36 mm, ovvero 3,6 mV) nella derivazione V1 e onda R alta (42 mm, ovvero 4,2 mV) nella derivazione V5, nonché depressione del segmento ST e onda T negativa nella derivazione le derivazioni V5 e V6 indicano l'ipertrofia del ventricolo sinistro.
L'indice di Sokolov-Lyon è stato notevolmente aumentato e ammontava a 78 mm (normalmente fino a 35 mm).

Ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore, ventricolo destro

Informazione Generale

L'ipertrofia miocardica è intesa come un chiaro aumento della massa miocardica, che si sviluppa sullo sfondo dell'ipertensione, con patologia dell'apparato valvolare del cuore e altre malattie che sono accompagnate da sovraccarico prolungato di una certa parte del cuore. L'ipertrofia miocardica è più caratteristica del ventricolo sinistro, ma può verificarsi ipertrofia del ventricolo destro e degli atri. Con lo sviluppo dell'ipertrofia, il miocardio di una certa parte del cuore si ispessisce, il che porta a un cambiamento nella sua forma, volume e dimensione.

Oggi l'ipertrofia è considerata non tanto come una malattia cardiaca specifica nell'ipertensione arteriosa, ma come un fattore di rischio per lo sviluppo di insufficienza cardiaca e morte improvvisa. Un aumento della massa miocardica si registra nel 16% degli uomini e nel 19% delle donne di età inferiore ai 70 anni. Nella fascia di età superiore ai 70 anni, questi indicatori corrispondono al 33 e al 49%.

Patogenesi

Un cuore sano e non alterato organicamente è caratterizzato dal normale spessore delle pareti di varie cavità:

  • ventricolo sinistro - 9-11 mm;
  • ventricolo destro - 4-6 mm;
  • atrio sinistro e destro - 2-3 mm.

Molto spesso, si osserva ipertrofia nel ventricolo sinistro, il cui spessore può raggiungere i 3 cm e la massa dell'intero cuore può raggiungere diversi chilogrammi. Tali cambiamenti influenzano negativamente il lavoro dell'intero sistema cardiovascolare e portano allo sviluppo di insufficienza cardiaca..

Il carico sul cuore può aumentare per vari motivi, ma tutti portano ad un ispessimento del miocardio, come risposta compensatoria all'aumento del carico. Nelle prime fasi, il paziente non nota alcun cambiamento, ma quando il trofismo e la nutrizione dei cardiomiociti si indeboliscono, il letto vascolare perde la sua capacità di coprire i bisogni dell'area miocardica aumentata. A causa della mancanza di ossigeno e sostanze nutritive, la contrattilità del miocardio è indebolita.

Così come i vasi, il sistema conduttore del cuore non può espandersi all'infinito seguendo il miocardio, quindi iniziano gradualmente ad apparire aritmie a causa di disturbi nella conduzione dell'impulso. Il miocardio ispessito inizia gradualmente a essere sostituito dal tessuto connettivo, perdendo la sua funzione di pompaggio. L'ipertrofia a lungo termine può portare a cardiosclerosi diffusa.

L'ispessimento della parete di una camera cardiaca porta inevitabilmente all'espansione di altre cavità in assenza di trattamento. L'eliminazione delle cause e una terapia correttamente selezionata porta alla regressione dell'LVH.

Classificazione

Nel sito di localizzazione dell'ispessimento:

  • ipertrofia del ventricolo destro;
  • ipertrofia ventricolare sinistra;
  • ipertrofia dell'atrio destro;
  • ipertrofia atriale sinistra.

Opzioni di ipertrofia ventricolare sinistra

L'utilizzo diffuso dell'ecocardiografia permette di classificare l'architettura del ventricolo sinistro nei pazienti ipertesi in 4 modelli geometrici, tenendo conto della massa miocardica:

  • Ipertrofia concentrica del miocardio LV: un aumento dello spessore della parete relativo di oltre 0,45 e un aumento della massa miocardica. L'ipertrofia simmetrica si forma a seguito dell'ispessimento del muscolo stesso, ma senza un aumento della cavità. In alcuni casi, c'è una diminuzione nella cavità ventricolare sinistra. Questo tipo si trova più spesso nell'ipertensione arteriosa..
  • Ipertrofia eccentrica. La forma asimmetrica è caratterizzata da un aumento simultaneo, ispessimento del miocardio ventricolare sinistro e della sua cavità. Questa opzione si verifica in cardiomiopatie, difetti cardiaci e ischemia miocardica.
  • Rimodellamento concentrico. Caratterizzato da ispessimento della parete, pur mantenendo la normale massa miocardica.
  • Geometria LV normale. Il peso e lo spessore della parete rimangono nel range normale.

I gradi si distinguono:

  • L'ipertrofia ventricolare sinistra moderata è un leggero ispessimento della cavità cardiaca, che è una conseguenza dell'ipertensione o di altre patologie del sistema cardiovascolare. L'ipertrofia moderata segnala un sovraccarico cardiaco e un aumento del rischio di infarto miocardico. La patologia è spesso asintomatica ed è un riscontro durante l'elettrocardiografia.
  • Grave ipertrofia ventricolare sinistra. Si osservano cambiamenti distrofici e la valvola mitrale situata vicino al setto interferisce con il flusso sanguigno, che causa un eccessivo affaticamento muscolare e carica in modo significativo il ventricolo sinistro.

Le ragioni

Le principali cause dell'ipertrofia ventricolare sinistra sono:

  • Malattia ipertonica. Con la pressione alta, si forma uno spasmo persistente e prolungato dei vasi periferici. Questo è il motivo per cui il ventricolo sinistro deve esercitare uno sforzo maggiore per spingere il sangue rispetto ai normali valori di pressione sanguigna. Questo meccanismo è associato ad un aumento della resistenza vascolare periferica totale, che porta al sovraccarico delle camere cardiache. A poco a poco, le pareti del ventricolo sinistro si ispessiscono, il che porta a una rapida usura del miocardio e alla formazione di insufficienza cardiaca.
  • Malattia coronarica. Con l'ischemia, il muscolo cardiaco manca di ossigeno. I cardiomiociti non possono funzionare in modo efficiente senza substrati energetici aggiuntivi, il che porta al sovraccarico. Come meccanismo compensatorio, si verifica gradualmente l'ispessimento del tessuto muscolare e si sviluppa l'ipertrofia miocardica del ventricolo sinistro. L'ipertrofia cardiaca legata all'età è causata da cambiamenti ischemici che si sviluppano nel tempo..
  • Distrofia miocardica, cardiosclerosi. Il tessuto connettivo cresce nel miocardio dopo processi infiammatori (cardiosclerosi postmyocarditis) o dopo attacchi di cuore (cardiosclerosis postinfarto). La distrofia miocardica si sviluppa con anoressia, anemia, intossicazione, infezioni, incisione. Una parte dei cardiomiociti dopo la patologia trasferita perde la sua capacità contrattile e le cellule rimanenti assumono l'intero carico. In questo caso, l'ipertrofia è anche un meccanismo compensatorio..
  • Cardiomiopatia dilatativa. Con questa patologia, si osserva un aumento delle dimensioni delle cavità del cuore a causa dell'iperestensione. Il ventricolo sinistro deve svolgere un lavoro extra per spingere fuori il sangue, il che porta alla formazione di ipertrofia.
  • Difetti cardiaci. La violazione della normale anatomia del cuore causa un sovraccarico del ventricolo sinistro a causa di un aumento della pressione intracavitaria nella stenosi aortica oa causa del sovraccarico di volume, che si osserva nell'insufficienza aortica. Con altri difetti dell'apparato valvolare, nel tempo si sviluppa anche la cardiomiopatia ventricolare sinistra ipertrofica..
  • Ipertrofia congenita del ventricolo sinistro. I cambiamenti iniziano a formarsi anche durante lo sviluppo fetale e compaiono nei primi mesi dopo la nascita del bambino. Il motivo risiede in una predisposizione genetica, che porta alla disfunzione delle cellule miocardiche..
  • Cuore atletico. In una persona che è stata coinvolta nello sport da molto tempo e professionalmente, l'ispessimento delle pareti del ventricolo sinistro è considerato una variante normale. L'ipertrofia è dovuta al fatto che il ventricolo sinistro assume il compito principale di espellere abbastanza sangue per tutto il corpo durante l'esercizio. I muscoli scheletrici richiedono più flusso sanguigno con un esercizio regolare e, man mano che i muscoli crescono, la quantità di aumento del flusso sanguigno nel tessuto muscolare diventa costante. Ecco perché il miocardio aumenta la sua massa e le pareti della menzogna diventano più potenti e più spesse. Per gli atleti è estremamente importante non perdere il momento in cui l'ipertrofia fisiologica può trasformarsi in patologica. Ciò richiede un follow-up regolare da parte dei medici di medicina dello sport..
  • Ipertrofia LV idiopatica. Se, a seguito di un esame completo, non è stato possibile identificare la causa dello sviluppo dell'ipertrofia, allora si parla di ipertrofia idiopatica, che molto spesso implica ancora una predisposizione genetica.

Ipertrofia atriale sinistra

Dall'atrio sinistro, il sangue entra nel ventricolo attraverso la valvola mitrale. Con la patologia dell'apparato valvolare, o meglio con la stenosi della valvola mitrale, l'atrio deve compiere maggiori sforzi per espellere il sangue. Se la valvola non si chiude completamente, parte del sangue viene restituita all'atrio mediante flusso inverso, che porta ad un aumento del volume dell'uscita atriale. Cambiamenti simili si riscontrano nell'aterosclerosi e nei reumatismi. Se il ventricolo sinistro è ipertrofico, gradualmente si verifica un aumento dello strato muscolare nell'atrio sinistro..

Ipertrofia atriale destra

  • indurimento del tessuto polmonare;
  • bronchite ostruttiva;
  • asma bronchiale;
  • difetto del setto interventricolare;
  • cambiamenti nella struttura della valvola tricuspide;
  • ipertrofia del ventricolo destro;
  • enfisema polmonare;
  • patologia della valvola polmonare.

Con le malattie del sistema polmonare, si verifica la proliferazione del tessuto connettivo, la microcircolazione viene disturbata e la pressione nei vasi polmonari aumenta. Tutto ciò porta all'ipertrofia forzata della metà destra del cuore..

Ipertrofia ventricolare destra, che cos'è?

La patologia si sviluppa dopo le malattie posticipate del sistema polmonare di natura ostruttiva. L'ispessimento dello strato muscolare si verifica a causa di un aumento della pressione nella circolazione polmonare, che rende difficile il normale rilascio di sangue. L'ipertrofia ventricolare destra può derivare da congestione venosa causata da insufficienza cardiaca progressiva. L'ispessimento dello strato muscolare si osserva anche con difetti cardiaci congeniti, con restringimento della valvola arteriosa polmonare.

Ipertrofia del setto interventricolare

L'ispessimento della IVS è una delle caratteristiche della cardiomiopatia ipertrofica. Nella patologia, c'è un ispessimento delle pareti di entrambi i ventricoli con il coinvolgimento del setto tra di loro. Questa condizione è solo un derivato di altre malattie ed è caratterizzata da uno specifico ispessimento delle pareti miocardiche. L'ipertrofia IVS è considerata una patologia abbastanza comune, osservata in più del 70% delle persone, ma il più delle volte è assolutamente asintomatica.

Con un ispessimento del setto interventricolare, il volume utile delle camere di entrambi i ventricoli diminuisce. Tutto ciò porta ad una diminuzione del volume del sangue, che viene espulso durante la contrazione del cuore nel letto vascolare. Il cuore deve lavorare più spesso per fornire a organi e tessuti ossigeno e sostanze nutritive sufficienti. La tachicardia logora il muscolo cardiaco e porta a malattie cardiovascolari.

Sintomi

Il disturbo miocardico sotto forma di ipertrofia si manifesta con sintomi caratteristici. C'è qualche differenza tra le lesioni del cuore destro e sinistro.

L'ipertrofia ventricolare sinistra è caratterizzata da:

  • disagio nella zona del cuore;
  • disturbi del ritmo;
  • scarsa tolleranza all'esercizio;
  • mancanza di respiro quando si cammina;
  • stanchezza rapida, debolezza generale.

L'ipertrofia ventricolare destra è caratterizzata da:

  • colorazione bluastra e pallore della pelle;
  • rigonfiamento;
  • respiro pesante, accompagnato da mancanza di respiro, tosse improduttiva;
  • la comparsa di aritmie del tipo di extrasistole, flutter atriale o fibrillazione atriale.

In alcuni casi vengono registrati sintomi vegetativi, scarso sonno, tinnito, mal di testa.

Analisi e diagnostica

Alla prima visita dal dottore, vengono raccolti i reclami, viene descritta l'anamnesi. Un esame obiettivo include l'ascolto dei suoni cardiaci, delle percussioni e della palpazione. Questi metodi consentono di determinare i confini del cuore, di identificarne l'espansione. Durante l'ascolto dei toni, vengono valutati il ​​ritmo e la loro intensità (rafforzamento / smorzamento). Sono richiesti metodi diagnostici strumentali. I segni indiretti possono essere visti sui risultati dell'elettrocardiografia.

ECG. Segni di ipertrofia ventricolare sinistra sull'ECG, segni di danno ad altre parti del cuore:

  • l'asse elettrico è inclinato a sinistra o in orizzontale; nelle assegnazioni di torace V e VI, l'onda R è aumentata;
  • l'onda P sull'ECG si deforma con i cambiamenti negli atri; la forma "P-polmonare" corrisponde all'atrio destro, e "P-mitrale" corrisponde all'atrio sinistro;
  • per l'ipertrofia del ventricolo destro, è caratteristica una deviazione dell'asse elettrico a destra, si nota un aumento dell'onda R nelle derivazioni V1 e V2; vengono registrati i cambiamenti nella conduttività elettrica del cuore.

EchoCG. Consente di determinare la dimensione delle cavità cardiache, l'ispessimento del miocardio, calcolare il gradiente di pressione, calcolare la massa del miocardio in ipertrofia. Secondo i risultati dell'ecocardiografia, è possibile valutare la funzione di pompaggio del cuore, lo stato dell'apparato valvolare.

Grafia R degli organi del torace. Viene valutata la forma dell'ombra del cuore, molto spesso un ventricolo sinistro ipertrofico e allungato è chiaramente visibile sul film sotto forma di una caratteristica protuberanza nell'apice.

Inoltre, secondo le indicazioni, vengono eseguite angiografia coronarica e MSCT del cuore.

Trattamento dell'ipertrofia ventricolare

La terapia per l'ipertrofia delle cavità cardiache è complessa. Prima di tutto, al paziente vengono fornite raccomandazioni relative ai cambiamenti dello stile di vita e viene eseguita la correzione nutrizionale. La prescrizione di una terapia farmacologica può ridurre il carico sul cuore, abbassare la pressione sanguigna e prevenire il progressivo rimodellamento delle strutture cardiache. Il trattamento correttamente selezionato dell'ipertrofia ventricolare sinistra consente di evitare lo sviluppo di insufficienza cardiaca e il successivo trattamento chirurgico, migliorando la qualità della vita del paziente.

Come trattare l'ipertrofia ventricolare destra?

La terapia dovrebbe mirare a normalizzare le dimensioni del ventricolo destro, mantenendo la sua contrattilità. Il regime di trattamento comprende i componenti principali:

  • Terapia farmacologica. Ti permette di normalizzare i polmoni, alleviare il cuore.
  • Eliminazione chirurgica dei difetti cardiaci che provocano la progressione dell'ipertrofia miocardica ventricolare destra.
  • Normalizzazione dello stile di vita e correzione nutrizionale.

Segni ECG di ipertrofia ventricolare

Il primo segno di una condizione patologica come l'ipertrofia miocardica può essere un cambiamento nell'elettrocardiogramma (ECG). Questi cambiamenti possono precedere a lungo la clinica della malattia sottostante..

Ritratto di ipertrofia

Ipertrofia ventricolare sinistra

Prima di procedere alla descrizione dei segni elettrocardiografici di ipertrofia (ingrossamento) dei ventricoli destro e sinistro, soffermiamoci su alcuni punti di fisiopatologia e anatomia. Cercheremo di presentare e descrivere insieme l'aspetto di un miocardio ipertrofico. Forse aiuterà qualcuno a ricordare i segni dell'ipertrofia (ingrandimento) più velocemente e più facilmente. Quindi, normalmente il ventricolo sinistro (LV) dalla sua massa supera quello destro quasi 3 volte. Questo fatto è spiegato dal fatto che il LV opera in condizioni di elevata resistenza. Ha bisogno di superare la resistenza vascolare che si crea nell'aorta, il vaso di deflusso.

Il ventricolo destro (RV) è molto più leggero e non incontra tale resistenza vascolare. Pertanto, non ha bisogno di una massa muscolare come quella del suo vicino. Un prerequisito per la formazione del rimodellamento del ventricolo destro e sinistro (LV) è un'ulteriore maggiore resistenza, che l'uno o l'altro deve superare. Con un aumento della pressione in un piccolo cerchio (flusso sanguigno polmonare), il pancreas subisce un carico. Quando la pressione nell'aorta aumenta o quando c'è un ostacolo al normale funzionamento del VS per altri motivi, questa camera del cuore subisce un carico maggiore.

Ipertrofia ventricolare destra

Per far fronte alla situazione che si è venuta a creare e svolgere la sua funzione di pompaggio, come prima, le fibre muscolari del ventricolo destro o sinistro si ispessiscono e si allungano. Sembrava che questi fossero buoni meccanismi di compensazione. Questa camera cardiaca diventerà più forte e continuerà a funzionare. Ma tutto ha il suo margine di sicurezza. E i ventricoli non fanno eccezione in questa situazione. Per qualche tempo, queste camere del cuore funzionano al loro livello precedente, ma prima o poi si verifica l'esaurimento dei meccanismi compensatori. Il muscolo cardiaco inizia a perdere la sua funzione di pompaggio. Quali nuove caratteristiche acquisiscono il ventricolo destro o sinistro in caso di ipertrofia formata? Le fibre muscolari si allungano e si ispessiscono.

La camera è ingrandita in termini di dimensioni e peso. Processi sclerotici (proliferazione del tessuto connettivo) e distrofici nel miocardio a causa dell'esaurimento delle riserve energetiche nella cellula. Un aumento della forza elettromotrice del cuore e un aumento del vettore di eccitazione del ventricolo. Più spesso è il miocardio, più energia deve essere spesa dal cuore affinché l'impulso elettrico ecciti l'intero spessore del miocardio. Di conseguenza, aumenta anche il tempo di eccitazione ventricolare. Tutti questi punti portano a cambiamenti nell'elettrocardiogramma che indicano la presenza di ipertrofia..

Segni di ipertrofia ventricolare sinistra

ECG per ipertrofia ventricolare sinistra

Un ventricolo sinistro ingrandito (LV) richiede più tempo per eccitarsi e contrarsi. Di conseguenza, sull'ECG, questo si manifesterà con alcuni segni. Sull'elettrocardiogramma, i segni di ipertrofia ventricolare sinistra (LVH) saranno registrati nelle derivazioni toraciche sinistre, che includono V5 e V6. Non solo le derivazioni toraciche di sinistra, ma anche quelle di destra (V1 e V2) avranno segni che indicano un aumento nelle sezioni di sinistra. Oggi ci sono molti criteri diagnostici per LVH, ma nessuno di questi ha una precisione e un'affidabilità del 100%. Per l'accuratezza della diagnosi, è necessario prendere in considerazione non solo la combinazione di segni, ma anche la loro aggiunta con dati di diagnostica non funzionale. Ecco i criteri più comunemente usati:

  1. Deviazione dell'asse elettrico a sinistra. L'immagine elettrocardiografica assume un aspetto caratteristico nelle derivazioni standard, quando R è maggiore nella prima derivazione standard. Il seguente rapporto di ampiezza si osserva in I, II, III: RI> RII> RIII.
  2. Variazioni dell'altezza (ampiezza) dell'onda R. Nella prima derivazione standard, è la più grande ed è superiore a 11 mm.
  3. Nella derivazione standard III, la somma di S e R in ampiezza è superiore a 25 mm.
  4. In aVL onda R superiore a 11 mm.
  5. In aVF onda R superiore a 20 mm.
  6. In aVR, l'onda S supera i 14 mm.

Ci sono anche cambiamenti evidenti nelle derivazioni del torace sinistro che possono indicare la presenza di LVH:

  1. Altezza massima R in V5, V6. Normalmente, la R massima dovrebbe essere in V4. Onda R V4, V5 o V6 superiore a 26 mm.
  2. Per una maggiore precisione, viene utilizzato l'indice Sokolov-Lyon, in base al quale viene calcolata la somma di R V5 o in V6 e S in V1. Il segno diagnostico di LVH è la somma dei denti maggiori di 35 mm.
  3. L'indice di Cornell viene utilizzato anche per diagnosticare LVH. L'ampiezza R è calcolata nella derivazione aVL con l'ampiezza S nella derivazione V3. La quantità negli uomini è superiore a 28 mm e nelle donne più di 20 mm indica un possibile LVH.
  4. La somma dell'onda R più alta in ampiezza con l'onda S più profonda nel torace conduce maggiore di 35 mm indica ipertrofia ventricolare sinistra.
  5. Depressione del segmento ST e inversione T in V5, V6, indicativa di sovraccarico VS.
  6. Elevazione del segmento ST nelle derivazioni toraciche V1, V2, V3.

Segni di ipertrofia ventricolare destra

ECG per ipertrofia ventricolare sinistra

L'ipertrofia ventricolare destra (RV) è meno comune dell'ipertrofia ventricolare sinistra. Segni di aumento del RV sull'ECG verranno registrati nelle derivazioni toraciche di destra. I cambiamenti caratteristici di un aumento del RV saranno registrati nelle derivazioni III, aVF, V1, V2. I segni dell'ipertrofia del ventricolo destro sono i seguenti:

  1. Deviazione dell'asse elettrico del cuore a destra. La dominante R sarà in testa I. RIII> RII> RI.
  2. L'altezza R in V1 è maggiore di 7 mm. L'onda R in questa derivazione dominerà in ampiezza sull'onda S..
  3. S sarà massimo in V6 - più di 7 mm.
  4. Ampliamento del complesso QRS di oltre 0,12 sec.
  5. Depressione del segmento ST e inversione T in III, aVF, V1, V2.

Segni di ipertrofia a due camere

Ancora meno spesso sull'elettrocardiogramma, puoi notare un aumento di due camere del cuore contemporaneamente. L'allargamento del ventricolo destro spesso non è visibile a causa del fatto che i segni di ipertrofia ventricolare sinistra si sovrappongono ad esso. I seguenti segni ECG possono essere:

  1. Combinazione di segni di LVH con deviazione simultanea dell'asse elettrico del cuore a destra.
  2. Combinazione di segni di aumento del VD e deviazione dell'asse elettrico del cuore a sinistra.
  3. Onda R alta in V5, V6 e onda R alta più di 7 mm in V1, V2.
  4. Se ci sono segni di aumento del RV, non c'è onda S in V5-6.
  5. Combinazione di ipertrofia ventricolare sinistra con blocco di branca destro incompleto.

Oggi c'è un'eccellente opportunità per fare una diagnosi usando l'esame ecocardiografico, che non viola l'integrità del corpo. È sufficiente installare il sensore sulla superficie del torace del paziente per ottenere informazioni sullo stato del suo sistema cardiovascolare. Pertanto, in casi poco chiari, quest'ultimo metodo è indispensabile per fare la diagnosi corretta..

Ipertrofia ventricolare sinistra (LVH del cuore): cos'è, segni, sintomi e trattamento dell'ECG

Le deviazioni nella formazione delle strutture cardiache sono dovute a fattori congeniti o acquisiti. Questi ultimi sono prevalenti nella pratica clinica. Un ampio ruolo diagnostico è assegnato alla componente genetica, che raramente è isolata.

Le deformità miocardiche sono considerate uno dei tipi più comuni di processo patologico..

L'ipertrofia ventricolare sinistra è un aumento della massa muscolare delle pareti della camera di pompaggio principale del cuore, che è il risultato di deviazioni esterne. Non è primaria.

Il pericolo della condizione descritta varia da un caso all'altro. Fondamentalmente, questa è una patologia lenta, senza sintomi pronunciati in una fase iniziale. Se non ci sono dinamiche del processo, anche il trattamento non è richiesto. Terapia farmacologica, di supporto, se necessario.

Il cuore LVH si forma a una velocità estremamente lenta. Sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa, il tempo di insorgenza varia da 2 a 10 anni o più, il che consente di esaminare qualitativamente il paziente.

Il principale contingente di pazienti sono gli anziani. In alcuni casi, la condizione non è considerata patologica e non richiede cure specialistiche.

Il meccanismo di sviluppo dell'anomalia

Il percorso di formazione è determinato da una violazione della normale attività funzionale del muscolo cardiaco. L'ipertrofia è una crescita eccessiva o una massa di strutture cardiache nel ventricolo sinistro.

Appare a causa dell'ipertensione, meno spesso patologie di terze parti. Hanno una proprietà in comune: aumentare il carico sui tessuti normali.

Una stimolazione eccessiva, inadeguata alle reali capacità dell'organo, porta al lavoro del meccanismo adattativo. Per contrarsi più attivamente, il cuore è costretto a costruire massa muscolare..

Ma questo è un percorso di recupero inizialmente imperfetto. La struttura anatomica voluminosa ed espansa non è in grado di funzionare normalmente.

Quindi, problemi con la contrattilità miocardica, il volume della produzione di sangue e il lavoro delle strutture cardiache in generale, ipossia, atrofia dei tessuti,.

L'insufficienza multiorgano si verifica come un risultato naturale e mortale.

Fortunatamente, il processo è lento. Dal momento in cui compaiono i primi sintomi di ipertrofia allo sviluppo di disturbi generalizzati, ci vogliono dai 7 ai 15 anni.

Classificazione

La tipizzazione avviene su due basi.

Valutando i cambiamenti anatomici caratteristici in LVH, chiamano:

  • Ipertrofia eccentrica. Si sviluppa a causa dell'eccesso di sangue, il suo ristagno nel ventricolo sinistro, tipico dei difetti delle valvole aortica e mitrale. Il processo patologico è determinato dall'espansione della camera cardiaca, un leggero aumento della massa muscolare del miocardio senza ispessimento diretto del muro stesso. Il recupero è molto difficile, volto ad eliminare la causa principale. Il corso a lungo termine è associato a complicazioni letali.
  • Ipertrofia ventricolare sinistra concentrica. Insito nell'ipertensione. Circa l'85% dei pazienti con esperienza ha una storia di ispessimento delle pareti dei ventricoli. Nel corso degli anni, il processo si aggrava, soprattutto se non esiste un trattamento competente. Il rischio per la vita è determinato al 15% nei 5 anni futuri con una forma sviluppata.

Fasi dello sviluppo di LVH

Un altro modo per classificare i cambiamenti patologici è metterli in scena. La valutazione viene eseguita in base ai segni clinici, al grado di deviazioni funzionali.

  • Primo stadio. Iniziale. Normalmente, il miocardio ventricolare sinistro ha uno spessore di 7-11 mm. Man mano che il difetto si sviluppa, il muro può ispessirsi. Un'altra opzione è dilatare (allungare) la camera stessa senza aumentare lo spessore della parete. Entrambe le opzioni sono pericolose. Sullo sfondo del primo stadio, non ci sono sintomi di sorta, il paziente non è a conoscenza del problema. L'aumento delle strutture anatomiche si verifica fino a 12-13 mm, non di più. La compensazione è completa, le complicazioni sono estremamente rare. Va tenuto presente che per gli uomini il guscio esterno predefinito è più grande di 0,5-1 mm.
  • Seconda fase. Moderare. Lo spessore del muro ipertrofico è 13,1-14,5 mm. C'è una sintomatologia pronunciata dalle strutture cardiache, dal cervello e dal sistema nervoso nel suo insieme, dal tratto escretore in caso di danno renale. I rischi sono grandi. L'esito fatale si verifica nel 20% dei casi, i giovani tollerano meglio le deviazioni, perché non sono così univoche in termini di prognosi.
  • Fase tre. In alcune classificazioni è considerato estremo, mentre altri specialisti e teorici ne distinguono anche un quarto, terminale. In sostanza, sono uno. Ispessendo più di 14-15 mm, c'è una disfunzione generalizzata del corpo. La mancanza di circolazione sanguigna porta all'ipossia dei tessuti. La ripresa non ha prospettive.

L'allargamento del ventricolo sinistro del cuore è caratterizzato dalla forma e dalla gravità. Questa classificazione combinata viene utilizzata in tutta la pratica clinica..

Perché l'ipertrofia è pericolosa?

Le complicazioni delle violazioni della struttura del miocardio rappresentano una minaccia immediata per la vita e la salute umana:

  • Ictus. Un forte calo dell'intensità della nutrizione delle strutture cerebrali. C'è un doppio rischio. Da un lato, la pressione sanguigna costantemente alta minaccia lo sviluppo di emorragia, cioè la rottura di una nave nel cervello. D'altra parte, il cuore stesso non è in grado di fornire adeguatamente i tessuti nervosi. Da qui l'aumento del rischio di ictus sia ischemico che emorragico. Ciò che viene prima è la domanda. I pazienti con una forma eccentrica del processo patologico rischiano meno.
  • Attacco di cuore. Necrosi delle strutture cardiache. Il risultato naturale dell'incapacità di fornire ossigeno a te stesso. Inizia sotto forma di malattia coronarica, poi peggiora e si trasforma in emergenza.
  • Arresto cardiaco a seguito dello sviluppo di gravi aritmie. L'attività elettrica ventricolare aumenta, portando a morte precoce in pazienti di tutte le età.
  • Demenza vascolare. Demenza. Reversibile nelle fasi iniziali. Quindi, anche in caso di trattamento efficace, è possibile un difetto neurologico..
  • Svenimento. Può causare lesioni.

La prevenzione delle complicanze è uno degli obiettivi della terapia.

Le ragioni

L'ipertrofia miocardica ventricolare sinistra si sviluppa come conseguenza dell'esposizione a fattori cardiaci e vascolari. È estremamente raro per altri momenti, alcuni non hanno affatto un background che causa malattie.

Un elenco approssimativo è il seguente:

Attacco di cuore

Spostato nel recente passato. Il risultato è la sclerosi dei tessuti, cioè la loro sostituzione con strutture cicatriziali. Quindi, l'aumento del carico sul cuore, dovuto alla necessità di pompare il sangue più attivamente sullo sfondo di una ridotta risorsa e capacità del miocardio.

C'è un intero gruppo di forme del processo patologico. Il recupero non ha senso nelle fasi successive. Il trattamento precoce prevede farmaci per tutta la vita.

Malattia ischemica

È rappresentato dagli stessi segni di un infarto. L'unica differenza sta nell'intensità dei fenomeni distruttivi. Durante la malattia coronarica, sono lenti, graduali.

La necrosi acuta si sviluppa più tardi, quando il processo raggiunge una certa massa critica. Trattamento sistematico. L'assistenza ospedaliera è necessaria 1-2 volte l'anno. Tenuto in modo pianificato.

Patologie infiammatorie delle strutture cardiache

Miocardite come tipo principale. Ha un'origine prevalentemente infettiva.

Richiede un lungo e completo recupero in un ospedale specializzato. Senza aiuto, si verifica la distruzione del tessuto muscolare e degli atri.

Il tipo autoimmune si sviluppa meno spesso, ha un decorso più lieve. L'ipertrofia ventricolare sinistra è una complicanza quasi inevitabile.

Lo sviluppo può essere evitato solo all'inizio della terapia entro 24-48 ore dall'inizio del processo.

Difetti della valvola mitrale

Stenosi, infezione completa, prolasso. Fornire rigurgito (flusso di ritorno) di sangue alla camera precedente dell'organo muscolare.

Una quantità sufficiente di tessuto connettivo fluido viene rilasciata nell'aorta. Da qui l'ipossia e l'intensificazione riflessa dell'attività cardiaca. Questo è un meccanismo compensatorio.

Il recupero è strettamente chirurgico, in condizioni stazionarie. Le prospettive per una cura completa sono buone con la terapia precoce. Più significativo è il difetto anatomico, peggiore è la prognosi.

Difetti della valvola aortica

Copre l'ingresso all'arteria più grande, impedendo al sangue di tornare al ventricolo. In caso di malfunzionamento, si verifica rigurgito, ristagno del tessuto connettivo fluido. Anche in questo caso viene attivato il meccanismo di compensazione. Trattamento chirurgico. Le previsioni sono identiche a quelle del caso precedente..

Cardiomegalia o cuore bovino

Può essere un tipo di cardiomiopatia ipertrofica. Ha un carattere ereditario, meno spesso acquisito.

Si fa sentire con un anormale ispessimento dello strato muscolare lungo tutta la sua lunghezza.

Nel tempo, un tale organo perde la sua funzionalità. L'unica possibilità per salvare il paziente è il trapianto precoce.

Ipertensione arteriosa

Un aumento persistente della pressione porta ad un aumento del carico sul ventricolo sinistro come struttura principale responsabile dell'emissione di sangue al grande cerchio.

I pazienti con esperienza senza eccezioni hanno l'ipertrofia, di solito non si manifesta, ma questo è fino a un certo punto.

Il cuore dell'atleta

Il nome approssimativo dei cambiamenti che si verificano nelle strutture cardiache delle persone professionalmente impegnate nell'attività fisica.

C'è un trabocco delle camere del sangue per pompare la quantità più velocemente, il corpo modifica la struttura del cuore. Il sovraccarico di volume influisce sulle condizioni generali quando il paziente smette di fare sport.

Ci sono relativamente poche ragioni per l'ispessimento delle pareti della camera ventricolare, il che semplifica la diagnosi.

Come si manifesta la malattia?

L'elenco dei sintomi è determinato dalla gravità del processo principale, dalla durata dei cambiamenti patologici e da alcuni altri fattori.

L'elenco medio è simile a questo:

  • Vertigini. Si sviluppa parossistico. Gli episodi possono essere ripetuti fino a più volte durante un giorno. L'intensità del tratto varia. Da un leggero disagio all'impossibilità di orientarsi nello spazio. Causa: ischemia cerebellare di varia gravità.
  • Cefalalgia. Mal di testa sordo e pressante. È localizzato nell'occipite, anche nella corona. Si verifica sporadicamente. Dura da un'ora a quattro. In caso di crisi ipertensiva - prima di fermarla.
  • Disagio al petto. Sembra una pressione, come se fosse stata posata una pietra. Può indicare una condizione relativamente innocua o un attacco di cuore in via di sviluppo.

È necessario ascoltare il potere della manifestazione, è intensificato durante la respirazione o il movimento? Se sì, non è necessario parlare dell'origine del cuore.

Il dolore che non risponde a questi fattori, che dura meno di 10-20 minuti, è di tipo angina. Di più: è previsto un infarto.

  • Numeri di pressione alta. La correzione dell'effetto non dà o è temporanea, a breve termine. È richiesto un cambio costante di farmaci o un aumento del dosaggio (e spesso tutti insieme). Il processo patologico resistente è causato dall'ipertrofia e lo sprona. Segue un circolo vizioso.
  • Soffocamento. Di solito a causa dell'asma cardiaco. Si sviluppa sullo sfondo di una deviazione della corrente a lungo termine, come complicazione. Può provocare edema polmonare. Senza correzione, la condizione termina con la morte del paziente. Ha una tendenza al decorso cronico ricorrente.
  • Aritmie. Dal tipo di tachicardia, fibrillazione ventricolare. Meno spesso, extrasistoli. Più spesso ci sono forme "pericolose" che portano a un risultato letale a breve termine. La manifestazione aumenta con l'attività fisica. Un'attività eccessiva (caratteristica valutativa) porta all'arresto cardiaco.
  • Debolezza, ridotta capacità di lavorare, sonnolenza. Appare gradualmente. Nei casi più gravi, si verifica la disabilità. Il paziente non è in grado di svolgere nemmeno i compiti domestici, per non parlare di quello professionale.
  • Gonfiore degli arti inferiori. Si sviluppano nel tardo pomeriggio. Il sintomo indica un malfunzionamento del tratto escretore, in particolare i reni sono interessati.
  • Condizioni di svenimento. Ripetute prove a favore di un grave processo patologico che coinvolge le strutture cerebrali. Possibile ictus presto.
  • Colorazione bluastra, pallore del triangolo naso-labiale, pelle, mucose.

Il quadro clinico potrebbe non essere completo. Sono necessari almeno 2 sintomi. In rari casi, potrebbero non esserci segni.

Diagnostica

Viene eseguito da un cardiologo con metodi strumentali, meno spesso di laboratorio. Questi ultimi non forniscono informazioni sufficienti.

Elenco delle attività nell'ordine corretto:

  • Raccolta di reclami e anamnesi. Per oggettivare i sintomi, correggili per ulteriori analisi.
  • Auscultazione. Ascoltando il suono del cuore. Le opzioni sono possibili. Le malformazioni valvolari mostrano il soffio sinusale tipico del rigurgito.
  • Misurazione della pressione sanguigna. È costantemente al di sopra del normale in quasi il 90% dei casi. Anche la frequenza cardiaca. Tachicardia tipica e aritmie associate.
  • Monitoraggio giornaliero. Registrazione degli indicatori di cui sopra entro 24 ore. È possibile una condotta ripetuta.
  • Elettrocardiografia. Ci sono segni specifici, ma è prescritto per chiarire il grado di conservazione delle capacità funzionali del cuore.
  • Ecocardiografia. Tecnica di visualizzazione delle strutture cardiache. È considerato essenziale per la diagnosi precoce di un problema o per determinare la natura di un difetto e le prospettive per il suo ulteriore progresso. È possibile diagnosticare cambiamenti asimmetrici (viene utilizzato un coefficiente speciale, il problema viene rilevato se è superiore a 1,3).
  • Risonanza magnetica se necessario.
  • Analisi del sangue generali e biochimiche secondo le indicazioni.

Tali tecniche di solito sono sufficienti.

Segni ECG

  • Onda T negativa nella derivazione V5-6.
  • Aumento del picco (ampiezza) S in V1-2.
  • T positivo in V1.
  • Deformazione dell'intervallo ST, la sua irregolarità V6 - più del normale, V4 - sotto.

Questi sono segni tipici dell'ipertrofia ventricolare sinistra all'ECG, ma nonostante l'evidenza del problema, i medici spesso commettono l'errore di scambiare il cambiamento per una variante della norma fisiologica. È anche possibile una falsa diagnosi di processi aritmici..

La decodifica di un cardiogramma richiede qualifiche e una quota di intuizione professionale.

Metodi di trattamento

Chirurgico e conservativo. Dipende dall'eziologia del processo, dalla gravità dei sintomi.

  • Beta bloccanti. Si consiglia di dare la preferenza a Carvedilol. Per alleviare gli attacchi acuti di tachicardia - Anaprilin.
  • Farmaci per prevenire la deposizione di colesterolo: Atorvastatina, Policosanolo.
    Antitrombotico. Aspirina-Cardio.
  • Antiaritmico. Ripristina la normale frequenza delle contrazioni. Hindin come principale.
  • Nitroglicerina per alleviare gli attacchi di dolore acuto. Sullo sfondo di un tale episodio, si consiglia di chiamare un'ambulanza..
  • Antipertensivi di diversi gruppi farmaceutici: ACE inibitori (Perindopril), calcio antagonisti (Verapamil o Diltiazem).
  • Diuretici lievi (Veroshpiron, Spironolactone).
  • Sartani. Per ridurre il carico sul miocardio.

La chirurgia è indicata per difetti valvolari o restringimento critico di un'arteria.

I metodi di restauro prevedono lo stent dell'area ristretta (espansione artificiale con mezzi meccanici in caso di aterosclerosi grave) o protesi delle strutture colpite che hanno perso la loro attività funzionale.

I cambiamenti nello stile di vita giocano un ruolo, ma non così significativo. È fondamentale smettere di fumare e alcol, normalizzare il sonno e ridurre al minimo l'attività fisica. Il consumo di sale è di circa 5-7 grammi. La dieta è desiderabile.

I rimedi popolari sono rigorosamente controindicati. Non è noto come il sistema cardiovascolare interessato reagirà a tale autoattività..

Previsione

Relativamente favorevole a causa dello sviluppo lungo e lento di cambiamenti patologici. In questo caso, è determinato dalla diagnosi principale.

Nella sua forma pura, senza trattamento, si verificano complicazioni nel 20% dei casi. Nelle fasi successive, anche più spesso.

La possibilità di un intervento terapeutico radicale suggerisce un risultato migliore.

Tuttavia, con disturbi emodinamici e distrofici generalizzati, tutto è molto peggio. Ci sono possibilità di una cura completa, ma il miocardio stesso non diminuirà di dimensioni.

Non dovrebbe essere spaventoso. Con una terapia complessa, puoi vivere a lungo, con restrizioni minime nelle attività quotidiane.

Infine

L'ipertrofia ventricolare sinistra del cuore è un ispessimento patologico delle sue pareti. È accompagnato da sintomi e manifestazioni puri del principale processo patologico.

Il trattamento è etiotropico (finalizzato all'eliminazione della malattia primaria). I segni vengono rimossi secondo necessità.

C'è sempre una possibilità per un recupero completo, la probabilità è determinata dalla diagnosi primaria. La cosa principale è non esitare a visitare uno specialista e consultare un cardiologo ogni sei mesi o un anno a scopo preventivo.


Articolo Successivo
Come diagnosticare e trattare l'ischemia degli arti inferiori?