Sintomi di angina pectoris nelle donne


L'angina è una malattia causata da un insufficiente afflusso di sangue al cuore. La patologia inizia a progredire quando il flusso sanguigno verso una delle aree del muscolo cardiaco si riduce, il che causa carenza di ossigeno, seguita dalla morte cellulare.

Le ragioni della manifestazione dell'angina pectoris nelle donne possono essere un eccessivo stress fisico o emotivo. Il gentil sesso è soggetto a malattie della menopausa. Fino a questo periodo, il loro corpo protegge gli ormoni. Di regola, le donne sono a rischio dopo 55 anni. Nell'attuale articolo, parleremo di quali sono i sintomi dell'angina nelle donne.

Il gentil sesso diventa incline alla patologia dopo l'inizio della menopausa.

Sintomi dello sviluppo della patologia

I segni di angina pectoris in una donna possono comparire solo dopo che il corpo smette di produrre estrogeni. Pertanto, per le donne, questa è un'età più avanzata rispetto agli uomini. Il sintomo principale è un dolore acuto nella zona del torace, che si verifica dopo uno stress fisico o nervoso. La carenza di ossigeno lo causa.

A seconda dello stadio di sviluppo, l'angina pectoris è divisa in tre tipi principali:

PrimarioQuando i sintomi dell'angina pectoris compaiono per la prima volta nelle donne
StabileLa malattia ha un periodo di durata abbastanza lungo, ma allo stesso tempo senza cambiamenti visibili
InstabileLa malattia sta progredendo. Questo tipo è considerato il più pericoloso perché può causare una serie di complicazioni: infarto miocardico o anche arresto cardiaco primario

Le donne in sovrappeso, obesità, colesterolo alto, diabete mellito sono più esposte alla malattia, abusano del fumo e delle bevande alcoliche..

I segni di angina pectoris nelle donne differiscono dai principali sintomi della manifestazione della patologia negli uomini. La cardialgia è un indicatore chiave: il dolore al cuore è accompagnato da dolore nevrotico. È questa caratteristica che complica il processo di diagnosi..

Durante l'esame, le violazioni possono essere rilevate solo durante un attacco. A questo punto si verifica uno spasmo arterioso che interferisce con il normale flusso sanguigno. Anche con lo sforzo fisico, non è sempre possibile diagnosticare con precisione. Di conseguenza, è abbastanza difficile studiare l'angina pectoris nelle donne..

I primi segni di angina pectoris nelle donne sono molto simili ai sintomi maschili:

  • spasmi di dolore al petto, che possono irradiarsi alla scapola, al collo, alla spalla;
  • aumento della sudorazione fredda;
  • sono possibili sensazioni di nausea, bruciore di stomaco, vomito;
  • tosse;
  • aumento della stanchezza, vertigini;
  • polso rapido, si normalizza quando l'attacco si allontana;
  • incapacità di muovere le mani normalmente, intorpidimento delle dita;
  • manifestazioni asmatiche: mancanza di respiro, è difficile respirare a petto pieno.

Durante un attacco, le donne di solito sperimentano tutti i sintomi di cui sopra. La durata dell'attacco può essere fino a mezz'ora. Durante questo periodo, è necessario chiamare un'ambulanza e fornire il primo soccorso..

Un gran numero di pazienti non avverte dolore nell'area del torace, ma la schiena, le spalle, le mani e la mascella fanno male. In questo caso, si verifica spesso mancanza di respiro, mancanza di aria, vertigini.

Le donne che hanno avuto un infarto miocardico o un attacco di cuore avvertono altri segni della malattia: mal di stomaco, vomito e affaticamento. Allo stesso tempo, non c'è dolore tangibile nell'area del cuore.

Sebbene molti sintomi siano comuni sia per le donne che per gli uomini, è nel gentil sesso che la malattia è più spesso asintomatica.

Primo soccorso durante un attacco

Per qualsiasi segno di angina pectoris, è necessario eseguire i seguenti passaggi:

  1. Chiama un'ambulanza;
  2. abbassare le gambe del paziente verso il basso, non consentire movimenti bruschi;
  3. rassicurare il paziente il più possibile;
  4. dare al paziente intera o mezza compressa di aspirina;
  5. il paziente deve anche assumere nitroglicerina o una soluzione zuccherina;
  6. I farmaci aerosol possono essere utilizzati anche per abbassare la soglia del dolore.

È importante organizzare la corretta terapia farmacologica di combinazione

In caso di forte dolore persistente, la nitroglicerina deve essere somministrata nuovamente. In totale, il farmaco può essere assunto tre volte con un intervallo di tre minuti. In caso di farmaci aerosol, la pausa dovrebbe essere di un minuto.

In caso di mal di testa dopo l'assunzione di nitroglicerina, è possibile somministrare al paziente validolo o citramone. Quando si verifica tachicardia o aritmia, vengono utilizzati bloccanti adrenergici.

Spesso, quando si verifica un attacco, una donna avverte un senso di panico e paura, questo contribuisce solo a un peggioramento della situazione. Una persona che è accanto a un paziente dovrebbe fare ogni sforzo per calmare il paziente, ripristinare la sua tranquillità. È necessario ventilare la stanza, fornire il massimo accesso all'aria fresca.

Prevenzione e terapia della malattia

Le misure preventive quando vengono rilevati i primi segni della malattia sono principalmente nella correzione della loro dieta. Vale la pena rinunciare a dolci, grassi, salati, monitorare il livello di colesterolo nel sangue. La nutrizione dovrebbe essere proporzionale. Vale la pena includere il pesce nella dieta, aumentando il consumo di frutta e verdura.

Per prevenire la malattia, dovresti organizzare una dieta equilibrata.

Assicurati di monitorare il tasso di potassio e magnesio nel sangue, perché prevengono la formazione di coaguli di sangue e mantengono l'elasticità delle pareti dei vasi. Pertanto, è consigliabile assumere farmaci contenenti queste sostanze..

Inoltre, il complesso della terapia comprende farmaci per l'espansione dei vasi sanguigni, che servono a migliorare l'afflusso di sangue al miocardio. Il farmaco principale a questo proposito è la nitroglicerina, che ferma l'attacco.

Per le forme particolarmente gravi della malattia, i medici eseguono l'angioplastica coronarica o l'innesto di bypass coronarico. Tali operazioni consentono di aumentare il lume dei vasi sanguigni, migliorare il flusso sanguigno al muscolo cardiaco..

I primi segni di angina pectoris nelle donne: una descrizione dei sintomi, come distinguersi da un'altra patologia

Dall'articolo imparerai come determinare l'angina pectoris, i segni di patologia nelle donne, le manifestazioni cliniche, la diagnosi differenziale.

Caratteristiche del decorso dell'angina nelle donne

L'angina pectoris è un attacco che insorge spontaneamente dopo l'esercizio oa riposo disagio dietro lo sterno a causa di ischemia acuta, ipossia miocardica. La caratteristica principale dell'angina pectoris femminile è la sua stretta relazione con gli estrogeni. A volte i primi segni di patologia compaiono solo nel momento in cui la protezione estrogenica del corpo diminuisce, il livello dell'ormone diminuisce. In altre parole, nel periodo premenopausale o immediatamente al momento della menopausa.

Tuttavia, i primi segni di angina pectoris non sono molto diversi dall'angina pectoris negli uomini. I sintomi principali sono associati al dolore retrosternale dopo stress fisico o psico-emotivo, e talvolta in uno stato di completo riposo - un segnale di carenza di ossigeno nel miocardio. Il dolore può irradiarsi alla scapola, al collo, alla spalla, accompagnato da iperidrosi, nausea e tosse, vertigini, sensazione di stanchezza cronica, palpitazioni cardiache e manifestazioni asmatiche di soffocamento.

Secondo lo stadio di sviluppo del processo patologico, l'angina pectoris è suddivisa in:

  • primario: il debutto del complesso di sintomi della malattia;
  • stabile: i sintomi sono costanti per molto tempo;
  • instabile - costantemente progressivo, il più pericoloso, che si trasforma in IMA o arresto cardiaco.

Un attacco di angina pectoris dura fino a mezz'ora, il che rende possibile chiamare un'ambulanza e fornire a una donna il primo soccorso a casa.

Principali manifestazioni cliniche

Oltre ai sintomi elencati, con la progressione di un attacco, ci sono:

  • violazione del ritmo cardiaco (solo nel 60% di tutti i casi è tachicardia, e nel 40% - la situazione opposta con un rallentamento della frequenza cardiaca), sullo sfondo di un cambiamento della frequenza cardiaca nei casi gravi, possono verificarsi extrasistole, fibrillazione, tachicardia parossistica: interrompere l'aritmia è vitale, in in caso contrario, potrebbero verificarsi arresto cardiaco e morte;
  • l'acrocianosi del triangolo naso-labiale è un biglietto da visita dell'angina pectoris associata a insufficiente apporto di ossigeno a tutti i tessuti e organi, ristagno della circolazione polmonare;
  • il pallore della pelle si verifica a causa di disturbi vegetativo-vascolari: uno squilibrio di spasmo e vasodilatazione si verifica a livello del riflesso, tale emodinamica porta alla marmorizzazione della pelle;
  • i disturbi del sonno non si sviluppano in tutti, solo nei pazienti con una storia di malattia coronarica e segni di insufficienza cardiaca;
  • la mancanza di respiro è di natura asmoide, provoca paura della morte, panico (se il processo progredisce, può verificarsi asfissia);
  • gli attacchi di panico si osservano nel 95% dei casi, si verificano in risposta allo stress, sono accompagnati dall'inibizione del pensiero sullo sfondo dell'agitazione psicomotoria;
  • la pre-sincope e lo svenimento iniziano con le vertigini e parlano di ipossia cerebrale, il pericolo sta nello sviluppo di un ictus;
  • violazione del ciclo mensile, l'infertilità sono segni aspecifici di angina pectoris nelle donne, ma si verificano: per l'ovulazione normale, è necessaria una nutrizione sufficiente per tutti i tessuti della piccola pelvi, cosa impossibile con l'angina pectoris, quindi, anche con il mantenimento delle mestruazioni, la probabilità di infertilità è alta;
  • la pastosità cresce dalla periferia, le caviglie, le gambe si gonfiano, le mani e il viso vengono gradualmente coinvolti nel processo: il motivo è in violazione dell'afflusso di sangue ai reni o in violazione del fegato;
  • I disturbi circolatori acuti sono principalmente rappresentati dai sintomi dell'angina pectoris, sono di grande pericolo per la vita (la mortalità è di circa il 50%), il motivo principale è l'ictus, mentre chiamare un'ambulanza richiede i seguenti sintomi: crescente cefalea pulsante; vertigini; vomito; perdita di coordinazione; mialgia, debolezza muscolare; atassia; discorso inibito; perdita di sensibilità, paresi, paralisi.
  • astenia, i disturbi mentali si verificano in ritardo, si manifestano con una sensazione di sonnolenza, perdita delle funzioni cognitive, depressione.

Come differenziare l'angina pectoris da altre patologie

In pratica, l'angina pectoris deve spesso essere differenziata da IMA, patologia polmonare e sintomi di malattie del sistema muscolo-scheletrico..

Il dolore con angina pectoris, a differenza dell'AMI, non dura più di mezz'ora, non va fuori scala di intensità, viene fermato dalla nitroglicerina. Il disagio non cambia con un cambiamento nella posizione del corpo, tosse, starnuti, respiri profondi. Il dolore non aumenta con la palpazione, ma qualsiasi carico porta ad un aumento della sindrome del dolore. Tuttavia, per una diagnosi accurata, la clinica non è sufficiente, è necessario un esame urgente del paziente con metodi strumentali e di laboratorio.

Le malattie del sistema muscolo-scheletrico danno irradiazione, ma non ci sono sintomi patologici dal cuore, vasi sanguigni, mancanza di respiro, nessun'altra manifestazione clinica. Alla palpazione, c'è un punto di aumento della sindrome del dolore, l'attività motoria è limitata.

Se parliamo di sindrome addominale, prevale l'apparato digerente: vomito, bruciore di stomaco, eruttazione, gonfiore, dispepsia. La cardialgia è praticamente dimenticata.

In generale, la sintomatologia dell'angina pectoris nelle donne è più pronunciata, vivida, colorata dalle emozioni, quindi la trasformazione in AMI è più alta del 10% in esse. Allo stesso tempo, la prevalenza complessiva della patologia è bassa rispetto agli uomini..

Attacco di angina: sintomi, segni e forme di patologia, trattamento

Il corpo umano è imperfetto e, nonostante compaiano tecnologie sempre più moderne e nuove invenzioni, l'umanità soffre di malattie terribili. Il tasso di mortalità per malattie cardiovascolari è aumentato più volte rispetto ai secoli precedenti. Sia le donne che gli uomini soffrono di queste malattie. Ignorando i semplici segnali del corpo, permettiamo alla malattia di prevalere.

Considera i sintomi dell'angina pectoris nelle donne, i metodi di primo soccorso e scopri quali rimedi popolari possono aiutare il corpo a far fronte a questa malattia.

Un quadro clinico caratteristico dell'angina pectoris

La clinica dell'angina ha sintomi generali, ma le forme di patologia sono diverse. C'è angina stabile e instabile. L'angina pectoris stabile o angina da sforzo è suddivisa in quattro classi funzionali in base alla gravità dei sintomi e al livello di attività fisica che provoca un attacco. Per un attacco di angina pectoris, è necessario un trigger.

Il trigger può essere un fattore come:

  • esercizio fisico;
  • aria fredda;
  • cambiamento nella posizione del corpo;
  • fatica;
  • fumare.

Quando un attacco della malattia si sviluppa su uno sfondo di completo benessere, l'angina pectoris si verifica a riposo, principalmente di notte. In questo caso, il fattore provocante potrebbe non essere.

Una delle manifestazioni cliniche più comuni della cardiopatia ischemica (cardiopatia ischemica) è l'angina

Quindi sintomi come:

  • dolore anginoso nella regione del cuore o in tutto il lato sinistro del torace;
  • sudore freddo e umido;
  • difficoltà con l'atto di respirare;
  • aumento della pressione sanguigna.

Raramente possono comparire dispepsia e altri sintomi non direttamente correlati al lavoro del cuore. La gravità dei sintomi dipende dall'attività del sistema nervoso e dallo stadio della patologia.

Il numero di sintomi è individuale. Ciascuno dei sintomi può essere descritto in modo più dettagliato:

  1. Dolore al cuore o cardialgia. Questo è il sintomo più comune dell'angina pectoris. La natura del dolore è noiosa, di intensità moderata, dalle sensazioni viene descritta come una compressione del torace. Alcuni pazienti indicano che con l'angina pectoris appare una sensazione di bruciore al petto.
  2. Respirazione difficoltosa. Il sintomo è associato alla necessità di apporto di ossigeno al miocardio e alla sua insufficienza al momento di un attacco a causa di ipossia e ischemia di alcune parti del cuore.
  3. Disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare. Ciò si manifesta con il pallore della pelle, la sua marmorizzazione e anche gli arti di una persona diventano insensibili, la pressione sanguigna aumenta e il sudore appare sui palmi e sui piedi. Con un attacco improvviso di angina pectoris, sono possibili uno stato di svenimento e la comparsa di mal di testa. Il polso diventa veloce e superficiale.

Durata del dolore - non più di 15 minuti

Per l'angina pectoris instabile, si distinguono quattro forme di malattia:

  • prima apparizione;
  • progressivo;
  • postinfarto;
  • vasospastico (Prinzmetal).

I sintomi di un attacco anginoso compaiono in altre condizioni, ma il quadro clinico non è praticamente diverso da un tipico attacco di angina da sforzo. Con l'angina instabile progressiva, il dolore può essere sentito più intenso, ma questo indicatore è soggettivo e non influisce sul trattamento.

Perché la sintomatologia della patologia negli uomini e nelle donne è diversa?

I sintomi dell'angina pectoris nelle donne e negli uomini differiscono leggermente. Inizialmente, si credeva che ciò dipendesse dalla maggiore colorazione emotiva delle sensazioni nelle donne. Ad esempio, a un appuntamento dal medico, un uomo e una donna descriveranno il dolore in modi diversi, inclusa una diversa localizzazione, diversi gradi di intensità. Durante la descrizione del dolore toracico, sono state le donne a utilizzare più spesso la terminologia "angina pectoris", "senso di oppressione", "pesantezza". E gli uomini, al contrario, parlavano esclusivamente di dolore di natura opaca o dolorante. il grado di dolore dipende anche dalla soglia del dolore di uomini e donne.

Gli uomini si lamentavano più spesso di dolore di grave intensità, le donne prestavano meno attenzione a questo, poiché la soglia del dolore era aumentata (a causa del pre-travaglio e dell'equilibrio ormonale). Le donne avevano anche maggiori probabilità di riportare sintomi meno significativi come nausea, mal di denti e fastidio al collo. Gli uomini erano più spesso in silenzio su tali segni e non li associavano alla patologia sottostante. La cosa principale per il medico è riconoscere correttamente la patologia. Il trattamento per le convulsioni è lo stesso per uomini e donne, a meno che la donna non sia incinta o allatta.

Quando è necessaria una diagnosi differenziale?

L'angina pectoris stabile con un decorso tipico ha un quadro clinico pronunciato. Ma vale la pena effettuare la diagnostica differenziale se non tutti i sintomi sono espressi o presenti nel paziente. La diagnosi differenziale è necessaria anche per le forme atipiche di angina pectoris, soprattutto per la prima volta e per la malattia di Prinzmetall.

L'angina pectoris può essere confusa con patologie come:

  • gastrite ed esofagite da reflusso;
  • pancreatite;
  • ernia diaframmatica;
  • nevralgia intercostale;
  • osteocondrosi del rachide cervicale o toracico;
  • ernia intervertebrale.

Ci sono molti casi in cui i sintomi di un attacco di angina compaiono solo sotto forma di disagio allo stomaco.

Le patologie con cui si differenzia l'angina pectoris sono complesse e richiedono cure mediche o chirurgiche. È necessario eseguire una serie di studi aggiuntivi - dagli ultrasuoni e terminando con la risonanza magnetica per ernie e osteocondrosi. Se la patologia è associata al tratto gastrointestinale, i disturbi dispeptici sotto forma di bruciore di stomaco, disturbi delle feci e vomito saranno sintomi frequenti. Se la causa del dolore è un'ernia diaframmatica, l'eccesso di cibo provocherà la comparsa di sintomi spiacevoli..

Quali sintomi nelle donne dovresti pensare a un'altra patologia?

Ci sono una serie di sintomi che le donne possono confondere con l'angina pectoris. All'inizio, le sensazioni dolorose sembrano essere identiche, ma la natura del loro aspetto è diversa..

Sintomi e cause dell'angina nelle donne

Ad esempio, vale la pena ricordare i segni che non indicano l'angina pectoris, vale a dire:

  • le sensazioni dolorose si sviluppano costantemente;
  • l'attacco dura più di 20 minuti;
  • durante un attacco, la "nitroglicerina" non aiuta;
  • nessuna attività fisica prima dell'inizio del dolore.

Questi sintomi possono indicare non solo un infarto miocardico, ma anche altre patologie associate, ad esempio, ai nervi intercostali. I sintomi dell'angina pectoris nelle donne possono anche cambiare nel tempo, con l'età o con il decorso della malattia. Ad esempio, i sintomi dell'angina pectoris stabile possono diventare instabili e portare a un infarto miocardico..

La reazione ai sintomi dell'angina pectoris nelle donne è urgente. In ogni caso, è necessario consultare un medico, anche se l'attacco non ha disturbato più di una volta. Quanto prima inizia il trattamento della patologia, tanto più è probabile che rallenti efficacemente lo sviluppo della malattia coronarica e prevenga l'insorgenza di insufficienza cardiaca..

Disabilità con angina

Trattamento dell'angina pectoris con rimedi popolari a casa

Algoritmo di azioni durante un attacco

Se durante l'attività fisica si verifica un attacco di angina pectoris, il paziente deve calmarsi, interrompere il suo tipo di attività. La posizione ideale del corpo è seduta con le gambe distese in avanti. Non è consigliabile mettere il paziente sulla schiena, poiché in questa posizione il deflusso del sangue venoso dal cuore sarà difficile.

L'aiuto dovrebbe essere fornito al paziente ea casa

Quindi sono necessarie alcune delle seguenti azioni:

  • la temperatura dell'aria nella stanza dovrebbe essere confortevole, a 25 gradi Celsius;
  • le finestre e le prese d'aria devono essere aperte, è importante che il paziente riceva una quantità sufficiente di aria fresca;
  • gli indumenti che limitano i movimenti del paziente devono essere rimossi, le cinture allentate, i bottoni sbottonati.

Rimedi popolari

Prima di utilizzare metodi alternativi per l'angina pectoris, assicurati di consultare un cardiologo.

  1. Prendi 40 gocce di succo di erbe fresche di motherwort per 2 secondi. l. prima dei pasti per un mese. Per la conservazione invernale, mescola il succo con la stessa quantità di vodka. Prendi 1 cucchiaino. 3 volte al giorno.
  2. Mescola radici di valeriana, rizomi di liquirizia, frutti di aneto, erbe aromatiche, panzeria lanosa, infiorescenze di calendula (1: 2: 1: 2: 2: 2). Un cucchiaio della miscela viene preparato in un bicchiere di acqua bollente, insistito al caldo per almeno un'ora, filtrato e bevuto da un terzo del bicchiere tre volte al giorno.
  3. Nel trattamento popolare dell'angina pectoris, viene utilizzata una miscela di aglio e miele. Scorri 5 limoni attraverso un tritacarne, puoi con una buccia, spremere il succo. Aggiungere 5 teste d'aglio tritate e 0,5 litri di miele, mescolare. Conservare in un luogo fresco per una settimana. Prendi 2c l. ogni giorno per due settimane.
  4. Tè al biancospino - porta sollievo dai dolori cardiaci dopo un breve periodo di utilizzo quotidiano. Metodo di preparazione: 3-4 cucchiai di biancospino essiccato vengono presi per 1 litro di acqua bollente. Per preservare le proprietà di una pianta medicinale, viene prodotta in thermos.

Trattamento terapeutico e farmaci per l'angina

Un attacco di angina pectoris può essere fermato da solo o con l'aiuto di medici di emergenza. Quindi è necessaria una consultazione con un cardiologo per determinare la principale causa di angina pectoris. È possibile prescrivere una serie di farmaci che non solo agiranno sintomaticamente, ma aiuteranno anche a ridurre al minimo il numero di attacchi, fornendo un effetto preventivo, prevenendo possibili complicazioni.

Se la pressione sanguigna aumenta durante un attacco, vengono prescritti beta-bloccanti. Questi fondi aiutano a ridurre il consumo di ossigeno del miocardio.

Inoltre, nominato:

  • nitrati a rilascio prolungato (sotto forma di cerotti, compresse);
  • statine (se l'aterosclerosi è diventata la causa della cardiopatia ischemica e dell'angina pectoris);
  • farmaci antipertensivi (se l'eziologia degli attacchi è vasospasmo coronarico).

Statine

Se il livello di colesterolo nel sangue è elevato, ciò provoca lo sviluppo e la progressione dell'aterosclerosi. La malattia porta all'angina pectoris, quindi deve essere prevenuta. Per questo, sono destinati farmaci anti-sclerotici o statine. Abbassano la concentrazione di colesterolo dannoso, appartengono ai farmaci di ultima generazione, vengono assunti a lungo.

Il meccanismo d'azione delle statine è quello di sopprimere l'attività di un enzima che catalizza la produzione di acido mevalonico, uno stadio precoce della sintesi del colesterolo. Questo processo porta ad una maggiore reattività dei recettori delle lipoproteine ​​a bassa densità nel fegato, alla rimozione dei trigliceridi dal plasma. Inoltre, le statine migliorano l'espansione dei vasi sanguigni, riducono la viscosità plasmatica, migliorano l'emodinamica e lo stato del sistema di coagulazione. Ciò impedisce la formazione e la rottura delle placche aterosclerotiche..

Le statine includono rosuvastatina, fluvastatina, simvastatina, atorvastatina (Atokord, Atoris, Krestor, Mertenil). Tutti i farmaci del gruppo vengono assunti prima di coricarsi alla dose di 10-80 mg al giorno (a seconda del livello di colesterolo nel sangue, prescritto dal medico). I fondi possono portare a dolori muscolari, nausea. Le compresse hanno un costo elevato: 28 pezzi. Crestor - 2500 rubli, 28 pezzi Zokora - 750 r.

Azioni per un attacco prolungato

Se l'attacco di angina dura più del solito (più di 20 minuti), è necessario chiamare un'ambulanza. In una tale situazione, il rischio di contrarre un infarto miocardico aumenta in modo significativo, l'attività cardiaca potrebbe interrompersi. Più tempo è trascorso dall'inizio dell'attacco, maggiore è la probabilità di un'ampia zona di ischemia del tessuto cardiaco, che porterà a insufficienza cardiaca cronica o cardiosclerosi.

Dopo che il paziente è stato chiamato un'ambulanza, è necessario fermare l'attacco con altri mezzi disponibili. È possibile utilizzare analgesici non narcotici in combinazione con antispastici, vale a dire "Baralgin", "Spazmalgon", "Maksigan", "Fanigan". Questi fondi funzioneranno più rapidamente se vengono somministrati per via endovenosa, dopo averli diluiti con una soluzione di glucosio al 5%. Si consiglia di eseguire la manipolazione da parte del personale medico..

Angina di Prinzmetal: che cos'è?

Angina microvascolare: che cos'è?

I principali segni e sintomi di angina nelle donne

Nonostante il fatto che nel mondo moderno la medicina scopra costantemente nuovi modi per superare le malattie e prolungare la vita di una persona, ci sono ancora problemi riconosciuti come molto gravi. Questi includono l'angina pectoris. È una malattia pericolosa e può colpire sia uomini che donne. Dovresti conoscere i sintomi ei segni dell'angina pectoris, poiché una visita tempestiva da un medico può letteralmente salvare vite umane..

L'angina è una grave condizione cardiaca. È caratterizzato da un processo patologico che deriva dal difficile accesso del sangue a una particolare parte del cuore. Di regola, l'angina pectoris è una delle manifestazioni della malattia coronarica..

A causa di un flusso sanguigno insufficiente, l'una o l'altra area del cuore può iniziare a soffrire di carenza di ossigeno, che porta a gravi violazioni e successivamente alla necrosi. Un disturbo simile, di regola, appare sullo sfondo di una forte eccitazione emotiva o di uno sforzo fisico eccessivo. I principali segni di angina pectoris nelle donne sono gli stessi degli uomini. Tuttavia, nelle donne, questa malattia ha un decorso più favorevole..

  1. Sintomi di angina
  2. Tipi di angina pectoris e loro segni
  3. Cause della malattia
  4. Caratteristiche dell'angina pectoris nelle donne
  5. Aiuto di emergenza per un attacco di angina

Sintomi di angina

I primi sintomi di angina pectoris nelle donne possono essere caratterizzati dai seguenti punti:

  1. Forte dolore pressante nella regione del cuore.
  2. Sensazioni spiacevoli al collo, schiena (a livello della regione toracica), avambraccio.
  3. Dispnea.
  4. Aumento della sudorazione.
  5. Possibili capogiri, prossimi a svenimenti.
  6. Maggiore ansia, grave paura della morte.
  7. Sgradevole sensazione di debolezza, aumento della stanchezza.

Potresti anche avere i seguenti sintomi:

  1. Tosse. Generalmente secco, nessun sollievo. Si verifica quando il paziente è in posizione supina. Questo sintomo può essere spiegato dal ristagno di sangue nella regione polmonare..
  2. Intorpidimento dei polpastrelli.
  3. Fiato corto.

Tipi di angina pectoris e loro segni

Angina stabile (chiamata anche angina da sforzo). È diviso in diversi tipi (a seconda della gravità della malattia):

  • Il primo tipo è caratterizzato dallo sviluppo graduale di un attacco. Dolori di pressione nella zona del torace possono anche verificarsi con un aumento dello sforzo fisico. Appaiono raramente.
  • Il secondo tipo di angina stabile è caratterizzato dalla comparsa di dolore al cuore quando si cammina velocemente, dopo aver mangiato una grande quantità di cibo.
  • Il terzo tipo è definito dal dolore che si manifesta anche con la normale deambulazione. Possono anche apparire con eccitazione, stress, un brusco cambiamento di temperatura..
  • Il quarto tipo è caratterizzato dal verificarsi di dolore al cuore, non solo in presenza di stress, ma anche in uno stato di calma..

Angina instabile. Questo tipo di malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Frequenti dolori pressanti nel cuore.
  • Aumento graduale della gravità della malattia, aumento della frequenza degli attacchi.
  • Frequente comparsa di convulsioni durante la notte.
  • Può verificarsi una crisi a riposo.
  • Variante angina. Questo tipo è caratterizzato dal fatto che si manifesta di notte, così come al mattino. Le crisi spesso si verificano a riposo e di solito durano solo 3-5 minuti. Con tali attacchi, la "nitroglicerina" è efficace.

Se i segni di angina pectoris in una donna indicano una variante instabile della malattia, è necessario chiamare un'ambulanza il prima possibile. Il paziente necessita di ricovero urgente. Se, secondo tutti gli indizi, l'angina pectoris è stabile, allora con un attacco è sufficiente prendere "Nitroglycerin". Tuttavia, in ogni caso, si consiglia di consultare immediatamente un medico. Prima inizia il trattamento, meno è probabile che abbia gravi conseguenze..

Cause della malattia

Il restringimento delle arterie coronarie del cuore può verificarsi per una serie di motivi, ma il principale e più basilare è l'aterosclerosi. Con un'alimentazione scorretta, possono formarsi placche di grasso sulle pareti dei vasi sanguigni. Se le dimensioni dei depositi sono notevolmente aumentate, possono restringere gravemente il lume nei vasi, interferendo con il normale flusso sanguigno.

Un coagulo di sangue che si è strappato dal suo posto può essere portato in qualsiasi vaso sottile da un flusso sanguigno, il che comporterà l'ostruzione totale o parziale di quest'area. Di conseguenza, il flusso sanguigno è notevolmente ridotto, l'ossigeno e gli elementi importanti non entrano nelle sfere giuste, i tessuti subiscono la carenza di ossigeno e poi muoiono.

Anche le cause dell'angina pectoris nelle donne sono diverse. Un'opzione è il vasospasmo. Questo è probabile con il fumo, un forte stress..

Di norma, l'angina pectoris è il risultato dell'eredità e di uno stile di vita sedentario, complicato dal fumo e dall'alcolismo. Per prevenire questa malattia, dovresti principalmente mangiare bene, eliminare le cattive abitudini, fare esercizio regolarmente e anche ridurre la quantità di stress nella vita di tutti i giorni..

Caratteristiche dell'angina pectoris nelle donne

I primi sintomi di angina pectoris nelle donne sono spesso di natura neurologica. Quanto segue si aggiunge alle solite funzionalità:

  1. La comparsa di mosche bianche davanti agli occhi.
  2. Vertigini.
  3. Visione ridotta.
  4. Diminuzione della sensibilità del corpo.
  5. Nausea, dolore all'addome.

Durante il periodo di un attacco, lo sfondo ormonale di una donna cambia notevolmente, c'è un grande disagio neurologico. In particolare, possono comparire: una forte paura della morte, mancanza d'aria. Il dolore al petto può essere sentito come una ferita dolorante. Anche la mancanza di respiro associata a disagio emotivo durante un attacco è comune..

Quando diagnosticano una malattia nelle donne, i medici spesso non possono stabilire esattamente l'angina pectoris. Per una diagnosi accurata, è necessario stabilizzare lo stato emotivo del paziente. È anche estremamente importante che il medico possa determinare correttamente le differenze tra angina pectoris e altre malattie che sono simili nei segni. Ad esempio, sintomi simili si manifestano nella cardioneurosi, nell'osteocondrosi. Tuttavia, i seguenti segni saranno fondamentali per queste malattie:

  1. Lunga durata delle sensazioni dolorose.
  2. Dolore puntuale acuto nella zona del torace.
  3. Successiva diffusione di sensazioni dolorose in tutto il corpo.

Inoltre, i normali attacchi di panico vengono spesso scambiati per angina pectoris, che sono caratterizzati da: dolore al petto, paura della morte, debolezza generale, ecc..

Aiuto di emergenza per un attacco di angina

Se vengono identificati i principali sintomi di un attacco di angina, è necessario eseguire i seguenti passaggi senza fallo:

  1. Chiama un'ambulanza di emergenza.
  2. Dare al paziente "nitroglicerina".

Cosa fare se l'attacco non si ferma entro pochi minuti o se si intensifica, ma non c'è alcun effetto del medicinale? Quindi è necessario eseguire le seguenti azioni:

  1. Al paziente deve essere garantito un riposo completo. La posizione è preferibilmente seduta, non sdraiata.
  2. Il paziente deve essere rassicurato in modo che il nervosismo non aumenti l'attacco o ne provo uno nuovo..
  3. La stanza deve essere ben ventilata. Si consiglia al paziente di togliersi gli indumenti stretti, sbottonare la giacca, fornendo il massimo flusso d'aria ai polmoni. Il paziente deve respirare profondamente e in modo uniforme, per non farsi prendere dal panico.

Dopo la fine dell'attacco di angina, è imperativo consultare un medico. Sulla base dei risultati diagnostici, lo specialista determinerà un ulteriore trattamento.

Angina pectoris - che cos'è? Tipi, cause, sintomi, cose da fare e da non fare

L'angina pectoris è una malattia del sistema cardiovascolare, che è una forma di malattia coronarica.

Cos'è? Condizione che si verifica quando l'apporto di sangue arterioso al muscolo cardiaco è insufficiente. Ciò si verifica quando il vaso sanguigno si restringe a vari livelli, attraverso il quale il sangue ricco di ossigeno entra nello strato muscolare del cuore, noto a tutti noi come miocardio. La fame di ossigeno si sviluppa a causa della formazione di placche di colesterolo sulla parete interna dei vasi sanguigni, che impedisce il flusso sanguigno.

In questo articolo capiremo cos'è l'angina, cosa fare e cosa non fare durante un attacco..

Cos'è l'angina pectoris?

In parole semplici, l'angina pectoris dal punto di vista cardiologico: è una forma cronica di malattia coronarica, al contrario dell'infarto miocardico, che è una forma acuta di ischemia del cuore. Queste malattie, come la terza forma di cardiopatia ischemica, la cardiosclerosi, sono strettamente correlate, poiché sono tutte causate da un insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

L'angina pectoris è la forma più comune di malattia coronarica: viene diagnosticata in quasi un paziente su due che lamenta dolore al petto e sensazione di spremitura al cuore. Questa sintomatologia ha determinato il nome della malattia: dal greco si traduce come oppressione o contrazione del cuore. L'angina pectoris è anche chiamata malattia coronarica. In precedenza, i medici usavano il nome angina pectoris, che ora si trova principalmente nel linguaggio comune.

A seguito di una violazione della circolazione cardiaca, una persona avverte sensazioni dolorose di varia intensità e localizzazione: il dolore può essere lieve o così forte che la persona è coperta dalla paura della morte.

Gli uomini soffrono di angina pectoris più spesso delle donne e anche la dipendenza dall'età è chiaramente espressa: più una persona è anziana, maggiore è la probabilità che sviluppi una malattia coronarica. Nella fascia di età oltre i 60 anni, il rischio di cardiopatia coronarica aumenta notevolmente.

In precedenza si riteneva che l'aumento del numero (in percentuale) di giovani con angina pectoris indicasse tendenze generali sfavorevoli nello sviluppo sociale nella regione in esame (povertà, fame, basso livello di assistenza medica, ecc.). Ma una ricerca recente mostra che nei cosiddetti paesi ad alto reddito, l'angina tende a ringiovanire a causa dell'eccesso di cibo e dell'attività fisica limitata, nonché di molte cattive abitudini..

L'angina pectoris come forma di ischemia cardiaca è caratterizzata da dolore parossistico nella regione del cuore, accompagnato da oppressione al petto, mancanza di respiro e artemia. Questa malattia è pericolosa perché può svilupparsi in:

  • insufficienza cardiaca;
  • infarto miocardico.

L'infarto del miocardio può svilupparsi se il muscolo cardiaco viene lasciato senza afflusso di sangue per lungo tempo e quindi viene superata la soglia della sua sopravvivenza durante l'ipossia. In questo caso, i cambiamenti nei tessuti sono irreversibili..

Fattori di rischio

I fattori di rischio che determinano le caratteristiche dello sviluppo, della progressione e della manifestazione dell'angina pectoris possono essere modificabili e immodificabili, in altre parole - rimovibili e irreparabili.

I fattori irreparabili o non modificabili includono principalmente l'età, seguita da fattori sessuali e genetici. Gli uomini sono più a rischio di sviluppare angina pectoris nella fascia di età fino a 55 anni rispetto alle donne: prima di questa età, il corpo femminile produce con successo una quantità sufficiente di ormoni sessuali femminili estrogeni, che agiscono come una difesa naturale del cuore e dei vasi cardiaci.

Con l'inizio della menopausa, l'equilibrio ormonale nel corpo femminile viene disturbato, poiché la funzione delle ovaie svanisce e gli estrogeni vengono prodotti sempre meno. Pertanto, nelle persone di età compresa tra 55 e 60 anni, il tasso di incidenza è uguale in entrambi i sessi.

Per quanto riguarda il fattore ereditario, le persone i cui genitori soffrono di malattia coronarica o hanno avuto un infarto miocardico hanno maggiori probabilità di sviluppare angina pectoris..

I fattori rimovibili o modificabili non sono così fatali, poiché una persona può influenzare la loro presenza nella sua vita. Molto spesso, esiste una stretta relazione di fattori patogeni e l'eliminazione di uno può causare la scomparsa dell'altro. Ad esempio, la riduzione dell'apporto calorico della dieta quotidiana dai grassi animali porta ad una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue..

Importante! Il colesterolo è contenuto solo nei grassi animali, quindi le iscrizioni sui contenitori con olio vegetale, che convincono che non c'è colesterolo in questo prodotto, non sono altro che una trovata pubblicitaria. Gli steroli presenti nei prodotti vegetali sono chiamati fitosteroli (micosteroli nei funghi) e non sono coinvolti nei processi aterosclerotici.

Segue una naturale perdita di peso (i chili in più guadagnati si formano a scapito di grassi e carboidrati, il cui consumo deve essere controllato), dopodiché anche la pressione sanguigna viene normalizzata naturalmente..

Una pressione di 140/90 è considerata normale. Qualunque cosa al di sopra di questo può già essere considerata ipertensione..

Fattori modificabili che influenzano lo sviluppo dell'angina pectoris:

  • violazione del metabolismo dei lipidi e delle lipoproteine ​​e aumento del livello di queste sostanze nel sangue (iperlipidemia);
  • sovrappeso;
  • mancanza di attività fisica (inattività fisica);
  • pressione sanguigna alta (ipertensione arteriosa);
  • diabete mellito di tipo 1 e 2 (insulino-dipendente e insulino-indipendente);
  • anemia (inclusa carenza di ferro);
  • aumento della viscosità del sangue;
  • disturbi ormonali (questi includono l'uso di contraccettivi orali ormonali da parte delle donne e la menopausa precoce);
  • fumare;
  • intossicazione (incluso alcolico).

Anche il fattore psicoemotivo ha un alto grado di influenza: stress, shock, depressione, ecc..

  1. La ragione dell'iperlipidemia è anche uno stile di vita statico: una persona preferisce sempre più andare a piedi a un viaggio in auto o con i mezzi pubblici e salire le scale fino a un ascensore. Invece del tempo libero attivo, vengono scelti un computer, una TV e altre forme statiche di ricreazione, il cui danno è aggravato dall'uso parallelo di cibo spazzatura (fast food, birra, patatine fritte, bevande gassate zuccherate, ecc.).
  2. La stragrande maggioranza dei pazienti con angina pectoris (oltre il 95%) soffre di colesterolo a placche nelle arterie coronarie. Tali depositi di colesterolo sono anche pericolosi in quanto contribuiscono alla formazione di coaguli di sangue che ostruiscono il lume dei vasi sanguigni. Il colesterolo alto è accompagnato dall'obesità, quindi la dieta del paziente va rivista radicalmente con una stretta limitazione dell'assunzione giornaliera di colesterolo e sale da cucina. E la fibra alimentare dovrebbe essere in cima al menu..
  3. Il fumo è molto dannoso: l'inalazione dei prodotti della combustione del tabacco provoca la stessa reazione dell'avvelenamento da monossido di carbonio, solo in forma lieve. Il motivo è che quando si fuma, la concentrazione nel sangue di un composto chiamato carbossiemoglobina aumenta. Ciò inibisce la funzione dell'emoglobina di legare le molecole di ossigeno, che causa ipossia, spasmi arteriosi e coronarici e ipertensione arteriosa. I fumatori hanno maggiori probabilità rispetto ai non fumatori di morire di infarto miocardico e altre malattie del sistema cardiovascolare.
  4. Inoltre, fattori di rischio come disfunzione endoteliale, tachicardia, risposta immunitaria, ecc., Influenzano lo sviluppo dell'angina pectoris..

Se, quando si raccoglie un'anamnesi, viene rilevata la presenza di più di due fattori, questo gioca già un aumento del rischio totale. Tutti i fattori devono essere presi in considerazione per determinare le tattiche terapeutiche e le misure preventive secondarie per prevenire il ripetersi della malattia. Gli attacchi di angina possono anche essere scatenati da un clima troppo freddo..

Cause di occorrenza

Le ragioni dello sviluppo dell'angina pectoris risiedono nell'insufficienza acuta dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco. L'insufficienza vascolare coronarica porta a una perfusione miocardica compromessa e conseguente ischemia. I cardiomiociti non ricevono la quantità di ossigeno necessaria per mantenere la funzionalità del cuore. Le violazioni risultanti sono espresse in:

  1. accumulo eccessivo di prodotti metabolici nel miocardio (questi includono acido lattico, carbonico, fosforico, piruvico e altri);
  2. violazione dell'equilibrio ionico;
  3. inibizione della sintesi di ATP.

La sequenza di cambiamenti che si verificano nel miocardio innesca la cosiddetta cascata ischemica. Cosa significa: a seguito di una violazione della circolazione coronarica, si verifica una disfunzione miocardica - prima diastolica e poi sistolica, che porta a disturbi elettrofisici (come evidenziato dai corrispondenti cambiamenti sull'elettrocardiogramma). Il risultato finale di tutti questi cambiamenti è una pronunciata reazione al dolore e lo sviluppo dell'angina pectoris..

Il motivo principale che porta all'angina pectoris in particolare e alla malattia coronarica in generale è il restringimento dei vasi coronarici, che, a sua volta, è causato da manifestazioni di aterosclerosi (la cosiddetta stenosi aterosclerotica - restringimento delle arterie coronarie). Puoi parlare di attacchi di angina pectoris quando il lume di questi vasi sanguigni si restringe della metà o più.

Altri fattori che determinano la gravità dell'angina pectoris sono:

  • la lunghezza della sezione ristretta del vaso sanguigno;
  • localizzazione del restringimento;
  • volume totale delle arterie coronarie affette da stenosi.

L'angina pectoris è caratterizzata da una patogenesi combinata, quindi, oltre all'ostruzione aterosclerotica, sia la trombofilia con formazione di coaguli di sangue che gli spasmi delle arterie coronarie (angiospasmi) possono influenzare la natura, la frequenza e l'intensità degli attacchi di angina. Il cardiospasmo può anche essere di natura riflessa con:

  1. patologie gastrointestinali come ernia diaframmatica, calcoli biliari, restringimento dell'esofago, ecc.;
  2. malattie infettive;
  3. reazioni allergiche del corpo;
  4. lesioni reumatoidi e sifilitiche dei vasi sanguigni - aortite, periarterite, vasculite ed endarterite.

Tutte queste manifestazioni interrompono la regolazione nervosa superiore delle arterie coronarie del cuore..

In modo semplificato, tutti i casi di angina pectoris possono essere suddivisi in due tipi: angina pectoris da sforzo e angina pectoris a riposo. Il primo si verifica durante stress fisico o psicoemotivo, forte influenza di fattori endogeni o esogeni sull'apporto di sangue al muscolo cardiaco. Con l'angina a riposo, gli attacchi si verificano principalmente di notte, senza una ragione apparente.

Secondo la classificazione internazionale, si distinguono i seguenti tipi e sottospecie di angina pectoris:

  • angina pectoris: emergente, stabile e instabile (progressivo);
  • angina spontanea (altri nomi - vasospastica o speciale).

Con l'angina pectoris, i dolori compaiono dietro lo sterno con uno sforzo significativo, che può essere interrotto con farmaci o che passano a riposo. Quando l'angina pectoris si verifica per la prima volta, gli attacchi durano non più di 30 giorni dal giorno del primo attacco. Inoltre, potrebbe esserci regressione (attenuazione), stabilizzazione o progressione della patologia.

L'angina pectoris è considerata stabile quando le manifestazioni durano più di 4 settimane dal giorno del primo attacco. Gli stadi dell'angina pectoris stabile differiscono a seconda delle condizioni fisiche del paziente, consentendo determinati carichi e la corrispondente appartenenza alle classi funzionali 1-4.

Per la classe 1, gli attacchi di angina sono caratteristici solo nei casi in cui è presente un'attività fisica prolungata ed eccessiva. In altri casi (carico normale), la persona si sente bene e tollera normalmente il carico.

Il grado 2 è caratterizzato da alcune limitazioni dell'attività fisica:

  • quando si cammina senza salire una distanza superiore a 0,5 km;
  • quando si salgono le scale ad un'altezza corrispondente al 2 ° piano.

In questo caso, gli attacchi della malattia possono svilupparsi sotto l'influenza di vento e freddo, sovraeccitazione psicoemotiva e immediatamente dopo il risveglio.

Nel grado 3, c'è una forte limitazione dell'attività fisica: l'angina pectoris si verifica dopo 100 metri con un passo calmo e la salita al primo piano.

Il grado 4 è il più difficile, anche un carico debole è sufficiente per iniziare un attacco e nei casi più gravi, l'angina pectoris si manifesta anche a riposo.

Con angina pectoris instabile o progressiva, gli attacchi della malattia diventano più frequenti, diventano più prolungati e gravi con un'attività fisica stabile (invariata).

L'angina vasospastica è causata da spasmi spontanei delle arterie coronarie. Con l'angina pectoris spontanea, gli attacchi si osservano solo a riposo (da cui il secondo nome - angina a riposo) e di notte o all'alba. Questo stato è stato notato anche dagli antichi, che lo chiamavano "dolor ignis ante lucem" - il feroce desiderio prima dell'alba. L'espressione trasmette bene lo stato di una persona che prova dolore al cuore al confine tra il sonno e il risveglio.

Sintomi di angina: come riconoscere i primi segni di un attacco?

I primi segni di angina pectoris sono una sensazione di oppressione e dolore al petto, che può spostarsi a sinistra verso il cuore. L'angina pectoris è caratterizzata da una vasta gamma di sindrome del dolore: taglio, trazione, pressione, bruciore e altri dolori. Anche l'intensità è variabile, da una spremitura appena percettibile senza molto dolore a sensazioni di dolore acuto.

Come distinguere i primi segni di angina pectoris da quelli di infarto miocardico acuto: un attacco di angina pectoris viene fermato con successo assumendo nitroglicerina. Se la malattia è già in una fase grave, è possibile riprendere il farmaco, ma non più di due volte. Il dolore scompare entro 2-5 minuti. Con l'infarto del miocardio, la nitroglicerina non ha alcun effetto terapeutico pronunciato..

Altri segni: pallore del viso, difficoltà di respirazione, possibile irradiazione (rinculo) del dolore nella parte superiore sinistra del corpo (scapola, spalla, ecc.), Nonché sotto la mascella inferiore.

Altri sintomi con cui è possibile distinguere l'angina pectoris: le condizioni del paziente migliorano a riposo, ma non sdraiato, e il sovraccarico fisico o psico-emotivo contribuisce all'attacco stesso.

Insieme a dolore, pallore e difficoltà respiratorie, i sintomi negli adulti includono:

  • irradiazione del dolore;
  • una forte dipendenza delle manifestazioni della malattia da un aumento dello stress fisico o mentale;
  • pallore del viso;
  • intorpidimento e ipotermia delle mani;
  • battito cardiaco accelerato con possibili interruzioni.

Durante un attacco di angina pectoris, un paziente ha una caratteristica espressione di sofferenza sul viso; con un forte dolore, la persona parla della paura della morte o afferma che sta morendo. Una posa caratteristica: congelata, con una mano premuta sul petto.

Angina pectoris: cosa fare e cosa no?

Spesso nei pazienti con angina pectoris compaiono improvvisamente i sintomi corrispondenti e il trattamento in questi casi, prima di tutto, consiste nel corretto pronto soccorso..

Cosa fare se una persona ha un attacco di angina:

  1. Prima di tutto, è necessario chiamare un'ambulanza, dopo di che per garantire uno stato di riposo per la persona - sedersi (ma non sdraiarsi! La posizione sdraiata aggrava le condizioni del paziente).
  2. Dare una compressa di nitroglicerina o far cadere 2-3 gocce di un preparato liquido su una zolletta di zucchero raffinato e lasciarlo sciogliere. Se necessario, questa procedura può essere ripetuta altre due volte, ma non di più, altrimenti la pressione sanguigna potrebbe diminuire drasticamente.
  3. Sbottonare il colletto dei vestiti, facilitare la respirazione. Se il paziente non è all'aperto, la stanza deve essere ventilata per garantire il massimo accesso all'ossigeno.
  4. Il fattore psicologico non ha poca importanza: è necessario calmare la persona e convincerla della necessità di una respirazione profonda e calma..

Conseguenze e complicazioni di un attacco

Se l'attacco di angina pectoris è prolungato e non si ferma con i farmaci, c'è un alto rischio che si sviluppi in infarto del miocardio. Con l'angina pectoris stabile e l'assenza di un trattamento adeguato (e / o la presenza di fattori aggravanti) si verificano complicazioni sotto forma di cardiosclerosi e insufficienza cardiaca cronica.

La complicanza più grave sono le conseguenze invalidanti dell'angina pectoris, che si è sviluppata in infarto miocardico. In casi estremi, l'esito letale non è escluso se al paziente non viene fornito un pronto soccorso tempestivo.

Diagnostica

Un elettrocardiogramma è di primaria importanza per la diagnosi di angina pectoris; un quadro clinico esteso è fornito dal monitoraggio ECG giornaliero. Vengono utilizzati anche metodi come l'ergometria della bicicletta e la scintigrafia miocardica. Ciò consente di determinare il grado di alterazioni patologiche nei vasi coronarici e nel muscolo cardiaco, nonché la loro localizzazione.

Gli esami del sangue di laboratorio sono prescritti per la presenza di varie sostanze e per determinare i cambiamenti nelle caratteristiche del sangue. È richiesto il coagulogramma.

Trattamento dell'angina pectoris negli adulti

Il trattamento dell'angina pectoris comprende sollievo e prevenzione degli attacchi e delle complicanze dell'angina pectoris.

Come trattare? La terapia farmacologica pianificata include:

  • farmaci anti-ischemici (antiangiali);
  • nitrati prolungati (isosorbide dinitrato, ecc.);
  • beta-bloccanti (ad esempio, anaprilina);
  • bloccanti dei canali del calcio (verapamil, ecc.),
  • così come farmaci come molsidomin, trimetazidina e altri.

Si consiglia di utilizzare la terapia farmacologica utilizzando farmaci del gruppo delle statine (antisclerotici), antiossidanti (tocoferolo) e antiaggreganti (aspirina, aspirina cardio, ecc.). In caso di uno stadio grave della malattia, è indicato un trattamento chirurgico, il più comune di tutti i metodi è l'innesto di bypass dell'arteria coronarica..

Cosa deve essere fatto esattamente con l'angina pectoris e cosa non può essere fatto è meglio chiarirlo con un cardiologo. Dopotutto, la terapia è efficace solo quando è sistematica ed è accompagnata da cambiamenti nel modo di vivere: cessazione del fumo e dell'alcol, razionamento di un'attività fisica ragionevole, alimentazione razionale con predominanza di frutta e verdura fresca e un regime quotidiano obbligatorio.

Preparati per il trattamento dell'angina pectoris

I medici di solito prescrivono diversi farmaci contemporaneamente ai pazienti con angina. Alcuni di loro alleviano le convulsioni, altri migliorano la prognosi a lungo termine. Devi prendere molte pillole, ma sono tutte necessarie. Non smettere di prendere farmaci senza permesso. Parla con il tuo medico per integrarli con i rimedi naturali descritti di seguito..

NitratiRilassa i vasi sanguigni e allarga il loro lume. Le compresse di nitroglicerina sotto la lingua alleviano gli attacchi di dolore al petto. Inoltre, la nitroglicerina può essere assunta per la profilassi prima dell'esercizio o di situazioni stressanti..
AspirinaInibisce la formazione di coaguli di sangue - coaguli di sangue. Ciò riduce il rischio di infarto miocardico. Il medico potrebbe prescriverti di assumere l'aspirina ogni giorno per prevenire l'infarto. Questo a volte causa sanguinamento dello stomaco. Ma per le persone con angina, i benefici dell'aspirina sono maggiori dei rischi..
Plavix o BrilintaI medicinali per prevenire la formazione di coaguli di sangue sono clopidrogel (Plavix), ticagrelor (Brilinta) e alcuni altri farmaci. Possono essere prescritti in aggiunta o al posto dell'aspirina. Possibili effetti collaterali sono sanguinamento, lividi. Tuttavia, il beneficio può essere maggiore del rischio.
Beta bloccantiL'ormone epinefrina (adrenalina) fa battere il cuore più velocemente e più duramente ei beta-bloccanti ne inibiscono parzialmente l'azione. Di conseguenza, il polso e il carico sul cuore sono ridotti. Abbassare la pressione sanguigna, minore frequenza di attacchi di dolore toracico e minor rischio di infarto.
StatineLe statine abbassano il colesterolo nel sangue e riducono il rischio di infarto in altri modi. Possono causare dolore muscolare, affaticamento, disturbi della memoria, ma posticipano un infarto e prolungano la vita di diversi anni. I pazienti con angina pectoris devono prenderli senza fallo. Questi farmaci devono essere annullati solo se gli effetti collaterali diventano intollerabili..
Calcio antagonistiSono anche chiamati bloccanti dei canali del calcio. Questi farmaci rilassano e dilatano i vasi sanguigni, facilitando il flusso di sangue al cuore. Gli effetti collaterali comuni sono gonfiore, eruzioni cutanee. Il dottor Sinatra crede che le compresse di magnesio con vitamina B6 facciano la stessa cosa dei calcio-antagonisti, ma senza effetti collaterali dannosi..

Prendi i tuoi farmaci ogni giorno al dosaggio che ti è stato prescritto. Tenere una scorta adeguata di tutti i tablet a casa, oltre che in campagna e in macchina. Scopri per cosa sono stati prescritti i farmaci, qual è l'effetto di ciascun farmaco. È facile da fare e i benefici dell'assunzione delle pillole aumenteranno notevolmente..

Quanto dura il corso del trattamento?

Il corso del trattamento dell'angina pectoris dovrebbe essere lungo, di solito per tutta la vita. Non puoi fare pause arbitrarie nell'assunzione di farmaci, ridurre i loro dosaggi.

Ciò può portare al fatto che l'angina pectoris stabile si trasforma in instabile o addirittura in un attacco di cuore. Se desideri interrompere l'assunzione di farmaci o ridurne il dosaggio, parlane con il tuo medico.

Ma prima di consultare un medico, non cambiare nulla da solo. I moderni farmaci per le malattie cardiovascolari non causano quasi effetti collaterali.

I sintomi spiacevoli che i pazienti sperimentano sono solitamente causati da cause psicologiche, così come le conseguenze dell'aterosclerosi, che ha colpito i vasi che alimentano il loro cuore, cervello e gambe.

Prima di tutto, va notato che tali farmaci sono abbastanza efficaci se assunti per lungo tempo, ma non si dovrebbe pensare che possano sostituire i farmaci moderni. Possono essere utilizzati solo come mezzi aggiuntivi e non di più.

Tutti contribuiscono a:

  • abbassare il colesterolo cattivo;
  • dissoluzione delle placche aterosclerotiche;
  • diminuzione della pressione sanguigna;
  • pulire i vasi sanguigni;
  • aumentando la loro elasticità e permeabilità.

La miscela viene preparata nel modo seguente. Scaldare dieci limoni con acqua bollente. Cinque teste d'aglio vengono sbucciate. Tutti questi prodotti vengono macinati con un frullatore o un tritacarne e versati con un litro di miele liquido. È meglio prendere queste varietà:

  • grano saraceno;
  • foresta;
  • acacia;
  • girasole;
  • Altaico.

Il prodotto finito viene conservato al freddo, in un contenitore di vetro con coperchio a chiusura ermetica. È necessario prendere al mattino prima dei pasti, due cucchiai. La miscela viene riassorbita. Il corso dura fino a quando l'intera porzione è stata utilizzata.

Recupero e prognosi

Le previsioni e il processo di recupero dipendono da molti fattori, in primo luogo irrecuperabili, il principale dei quali è l'età. Se un paziente anziano con malattia coronarica segue tutte le prescrizioni del medico e assume sistematicamente farmaci, tale terapia di supporto, oltre all'abbandono delle cattive abitudini e alla correzione del peso corporeo, portano a risultati positivi..

Dieta

L'angina pectoris è uno stress che è una variante del decorso della cardiopatia ischemica. Un attacco può verificarsi sullo sfondo di un'alimentazione impropria. Il primo segno che suggerisce che stai mangiando in modo improprio con l'angina è la comparsa di una sensazione di bruciore nella zona del torace.

Lo scopo principale della nutrizione è prevenire le convulsioni. Con l'aiuto di determinati prodotti, è possibile normalizzare il metabolismo e migliorare la coagulazione del sangue.

Elenco dei prodotti vietati e consentiti

Il cibo dietetico dovrebbe essere corretto ed equilibrato. La dieta include solo quegli alimenti ricchi di vitamine e minerali. Per normalizzare il metabolismo e ripristinare non solo i muscoli, ma anche i vasi sanguigni, i medici prescrivono la dieta del paziente n. 10.

Elenco dei prodotti approvati:

    1. Mangia verdure fresche.
  1. Zuppe magre a base di verdure.
  2. Frutta (non zuccherata).
  3. Tuorlo d'uovo. È consentito utilizzare non più di 2 volte a settimana.
  4. Pane: segale o grano.
  5. Porridge. L'eccezione è il riso e la semola.
  6. Carne: coniglio, tacchino magro.
  7. Pesce di mare.
  8. Bevande: tè debole, verdura o succhi di frutta.
  9. Noccioline.

Puoi cucinare i pasti con burro magro.

Escludere dalla dieta:

  • Non consumare brodi saturi a base di pesce o prodotti a base di carne.
  • Escludi il fegato.
  • Prodotti dolci e salati.
  • Per l'angina pectoris, è vietato mangiare piatti affumicati, speziati e salati.

Salsicce rigorosamente vietate e una varietà di cibi ricchi di grassi.

Va notato che l'angina pectoris può verificarsi insieme a ipertensione arteriosa o diabete mellito. In questo caso, il paziente deve ridurre l'assunzione di sale. La dose giornaliera di sale dovrebbe essere di 2-3 g.

Con l'angina pectoris, che minaccia lo sviluppo di un infarto (instabile), anche per le malattie cardiache croniche, è necessario osservare le norme caloriche. A peso normale, consumare 2900 kcal:

  • Proteine ​​non più di 100 g.
  • Grassi 90 g al giorno.
  • La dose più grande sono i carboidrati, non più di 350 g al giorno.

Con il sovrappeso, il contenuto calorico è ridotto, quindi varia da 2000-2100 kcal al giorno.

  • Grassi 70 g.
  • Carboidrati 300 g.

Includere una dieta ricca di alimenti:

  • iodio;
  • zinco;
  • potassio;
  • vitamine del gruppo B;
  • metionina;
  • manganese.

Gli alimenti che una persona con ischemia cardiaca consuma dovrebbero essere ricchi di vitamina C..

Il retinolo aiuta a prevenire la vasocostrizione. La vitamina C è in grado di ridurre rapidamente la pressione sanguigna. Inoltre ha un buon effetto rilassante direttamente sulle arterie. Ulteriori qualità positive includono la capacità di ridurre la permeabilità vascolare.

Metodi tradizionali di trattamento

I guaritori tradizionali chiamano angina pectoris "angina pectoris", poiché il paziente ha un forte dolore e disagio al cuore.

Nome della ricettaattoPreparazione
A base di mieleIl miele è una buona fonte di oligoelementi, quindi ha un effetto positivo sul lavoro del muscolo cardiaco.

  1. Migliora la circolazione sanguigna.
  2. Aumenta l'elasticità dei vasi sanguigni.
  3. Normalizza la frequenza cardiaca.
Avrai bisogno di 1 kg di limone, buccia e macina. Aggiungi 10 teste d'aglio schiacciate e 1 kg di miele naturale alla massa risultante, mescola tutto e insisti in un luogo buio per 7 giorni.

Applicazione: 1 cucchiaino 4 volte al giorno.

A base di viola tricoloreTratta efficacemente l'angina pectoris. La ricetta normalizza l'afflusso di sangue e migliora le condizioni generaliPreparare violette tricolori in un rapporto di 1 cucchiaino per 300 ml di acqua. Assumere piccole porzioni durante un'esacerbazione.
Decotto di girasoleAumenta l'elasticità dei vasi sanguigni.Versare i fiori secchi con un litro d'acqua. Cuocere a fuoco basso per 5 minuti, poi lasciare agire per un'ora Prima dell'uso filtrare, bere mezzo bicchiere al giorno.

Importante! Nuove porzioni devono essere preparate giornalmente. Se bevi il brodo sinistro di ieri, l'effetto positivo non arriverà..

Tintura di MotherwortMigliora il lavoro del sistema cardiovascolare, nonché del sistema circolatorio. La ricetta aiuta ad eliminare il sintomo del dolore, è efficace in caso di battito cardiaco accelerato.Versa l'erba essiccata con 0,5 litri di acqua bollente (avrai bisogno di 2 cucchiaini dell'ingrediente principale). Infondere per 8 ore Applicazione: bere 50 ml 3-4 volte al giorno.

Prima di preparare una ricetta popolare, consultare il proprio medico per evitare effetti collaterali e complicazioni indesiderati.

Prevenzione

Per migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di attacchi di angina, è necessario seguire alcune regole. Ecco i MIGLIORI consigli di un cardiologo:

  1. La prima cosa da fare con l'angina pectoris è fumare. Il fumo dovrebbe essere completamente vietato. E anche passivo. Stare vicino ai fumatori è pericoloso quanto fumare da soli.
  2. Il trasporto di pesi pesanti e il sovraccarico del corpo sono controindicati, così come lo stress. Cerca di evitare situazioni che causano emozioni negative.
  3. Trova il modo giusto per rilassarti. Possono essere varie meditazioni, lezioni di yoga, passeggiate nei tuoi luoghi preferiti, aromaterapia.
  4. Alternare l'attività muscolare e mentale. Passa dall'attività fisica alla lettura, guardando i tuoi programmi preferiti e viceversa: non sederti davanti alla TV per più di un'ora, sforzati di alzarti e fare un po 'di attività fisica.
  5. Quelli con malattie croniche concomitanti devono monitorare e prevenire queste malattie. Spesso si tratta di malattie come ipertensione, aterosclerosi, diabete mellito.
  6. Non puoi mangiare troppo. L'eccesso di cibo dovrebbe essere escluso come legge.
  7. Se una persona che soffre di angina pectoris è in sovrappeso, è imperativo perdere peso. Questo è uno dei fattori importanti per il trattamento efficace dell'angina pectoris..
  8. L'attività fisica dovrebbe essere limitata, dovrebbero essere entro limiti ragionevoli. Esercizi mattutini fattibili, camminare per almeno due ore al giorno devono essere presenti nella routine quotidiana.
  9. Devi anche rivedere la tua dieta. Durante e dopo il trattamento dell'angina pectoris, è necessario seguire una dieta sana. Non mangiare cibi grassi e salati. Sale e grassi saturi dovrebbero essere rigorosamente limitati.
  10. Introduci cibi ricchi di acidi polinsaturi omega-3 nella tua dieta. Si trovano nel pesce del Mar Rosso, frutti di mare, avocado, semi di lino e olio di lino, olio di semi di zucca.
  11. La dieta quotidiana deve includere cereali integrali, verdure e frutta fresche, essiccate e congelate, verdure.
  12. Il cibo deve essere cotto a vapore o cotto nel forno.
  13. Non c'è bisogno di cucinare cibi fritti.
  14. La dieta non deve contenere bevande gassate zuccherate, patatine, hamburger e cheeseburger.
  15. Non dimenticare il regime alimentare. Durante il trattamento dell'angina pectoris, dovresti provare a bere almeno 1,5 litri di acqua pulita durante il giorno.
  16. La sera, l'ultimo pasto dovrebbe avvenire almeno due o tre ore prima di coricarsi..
  17. Il sonno notturno dovrebbe essere di almeno otto ore. Assicurati di ventilare la camera da letto e, se possibile, lasciala aperta per ventilare le finestre durante la notte.

La migliore prevenzione delle malattie cardiache è uno stile di vita sano. Riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, esercizio moderato, alimentazione equilibrata ed evitare cattive abitudini.

Prima di tutto, per ridurre al minimo i rischi associati all'ischemia, è necessario assicurarsi che il paziente inizi a condurre una vita sana. Prima di tutto, ha bisogno di:

  • rifiuto di usare qualsiasi prodotto del tabacco, è dannoso anche stare vicino a persone che fumano;
  • dieta corretta;
  • fisioterapia;
  • perdita di peso;
  • controlli regolari con un cardiologo;
  • terapia delle patologie cardiovascolari ed endocrine concomitanti;
  • evitare stress e ansia;
  • rifiuto di mangiare di notte;
  • rilassamento regolare;
  • alternanza di attività fisica con mentale e riposo;
  • una buona notte di sonno (almeno 8 ore).

Va notato che la dieta deve essere liberata da cibi grassi ed eccessivamente salati. Allo stesso tempo, devi mangiare più pesce, gamberetti, cozze, oli vegetali.

È importante evitare cibi raffinati: mangiare solo pane integrale. Lo zucchero nella sua forma pura non dovrebbe essere consumato.

Ogni giorno devi mangiare frutta e verdura, comprese quelle essiccate. Il cibo deve essere cotto a bagnomaria o in forno.

La migliore forma di esercizio è camminare regolarmente. Ma in ogni caso, è necessario consultare un medico prima di questo..

Le misure preventive primarie, comprese quelle complementari al trattamento dell'angina pectoris, includono i seguenti fattori:

  • Monitoraggio del peso corporeo, eliminando la comparsa di grasso corporeo in eccesso
  • Smetti di fumare una volta per tutte
  • Tempestività del trattamento e controllo delle malattie croniche che possono provocare lo sviluppo della patologia in questione
  • Se c'è una predisposizione genetica e disturbi nel lavoro del cuore, allora è importante rafforzarlo costantemente, aumentare l'elasticità delle arterie e delle vene. Ciò si ottiene eseguendo complessi di una procedura medica prescritta da un medico, in base alle condizioni del paziente
  • Evitare l'ipodynamia, come viene scientificamente chiamata la mancanza di attività fisica

La prevenzione secondaria include misure quando è già stata fatta una diagnosi. Le sue misure mirano a stabilizzare le condizioni del paziente e prevenire le convulsioni. Tra le misure, vale la pena evidenziare l'esclusione di un forte sforzo fisico, esperienze emotive profonde, assunzione di nitroglicerina prima di una maggiore attività, misure preventive contro i disturbi che causano l'angina.


Articolo Successivo
Quanti vivono con il linfoma