Prolasso della valvola tricuspide


Il prolasso della valvola tricuspide è una malattia cardiaca organica rara. Questo difetto si riscontra in una persona su 10mila. Molto spesso, viene diagnosticato nei maschi che hanno una storia di malattia coronarica o patologie della circolazione coronarica.

La valvola tricuspide collega l'atrio destro e il ventricolo destro. La sua funzione è quella di assicurare il movimento del sangue verso l'aorta e l'arteria polmonare e di limitarne il flusso di ritorno nell'atrio..

Un difetto nel lavoro di questa valvola cardiaca è la sua chiusura incompleta o cedimento nell'atrio destro durante la diastole, a causa della quale il sangue viene lanciato nella direzione opposta al normale flusso sanguigno (questo processo è chiamato rigurgito). I cambiamenti patologici nel lavoro di questa valvola sono causati dai processi di degenerazione e displasia delle sue cellule, quindi perde la sua naturale elasticità e, per così dire, "cade dentro".

Le ragioni

Lo sviluppo del prolasso della valvola tricuspide è provocato da fattori congeniti o acquisiti.

  1. Violazione del normale sviluppo intrauterino, quando varie sostanze tossiche possono influenzare il feto (con automedicazione incontrollata della madre con farmaci farmacologici, abuso di cattive abitudini).
  2. Ipossia fetale, insufficiente apporto di ossigeno.
  3. Tossicosi di una donna incinta.
  4. Conflitto Rhesus tra madre e feto.
  5. Carenza di nutrienti nella dieta di una donna, fame, diete rigorose.
  6. Anomalie genetiche dovute all'ereditarietà di cromosomi difettosi (sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome di Marfan, aracnodattilia contrattura congenita, pseudoxantoma elastico).
  7. Reumatismi o artrite reumatoide.
  8. Cardiomiopatia.
  9. Patologie di altre valvole cardiache (mitrale e aortica).
  10. Complicazioni dopo malattie virali o batteriche nella prima infanzia (tonsillite purulenta, glomerulonefrite, polmonite).
  11. Tumori in cui viene prodotta una sostanza speciale nel corpo che distrugge i miociti (cellule del cuore).
  12. Malattie cardiache infettive (miocardite, pericardite, endocardite).
  13. Ipertiroidismo, tireotossicosi.
  14. Lesioni traumatiche al torace (contusioni, ferite, lividi).
  15. Distruzione delle fibre cardiache a causa degli effetti tossici di droghe, droghe, alcol etilico.
  16. Malattie broncopolmonari con ridotta ventilazione degli organi.
  17. Cirrosi epatica.
  18. Patologie autoimmuni.
  19. Immunodeficienze.
  20. Malattie sistemiche (sclerodermia, lupus eritematoso, vasculite).
  21. Malattie ormonali o metaboliche.
  22. Arterite.
  23. Esposizione a radiazioni ionizzanti e scarsa ecologia.

Prolasso della valvola tricuspide

  1. Il primo è la comparsa di un moderato rigurgito a livello delle valvole, che può essere rilevato dall'esame ecografico. I pazienti non hanno problemi di salute, mantengono uno stile di vita attivo.
  2. In secondo luogo, il flusso inverso del sangue aumenta e raggiunge la metà dell'atrio destro. I pazienti iniziano a sentire interruzioni nel lavoro del cuore, la loro salute peggiora.
  3. In terzo luogo, il rigurgito raggiunge grandi volumi e viene osservato in tutto l'atrio, i pazienti presentano disturbi caratteristici di disturbi nel lavoro del cuore (cambiamenti del ritmo, aumento della pressione, vertigini, dolore toracico, mancanza di respiro durante l'esercizio oa riposo).
  4. In quarto luogo, fino al 40% del sangue entra nell'atrio destro in diastole. La condizione dei pazienti è estremamente grave, i segni di insufficienza cardiaca sono pronunciati.

In medicina si distinguono anche il prolasso primario della MC (valvola tricuspide) e il prolasso secondario. La prima opzione è più semplice ed è più spesso causata da patologie nel lavoro del cuore e dei suoi vasi. Il secondo è una conseguenza dell'ipertensione polmonare, che si verifica a causa di gravi patologie dei polmoni o dell'arteria polmonare..

Clinica

I sintomi della malattia aumentano in proporzione diretta all'aumento del rigurgito.

Nelle fasi iniziali, il difetto può manifestarsi come segni indiretti:

  • affaticamento rapido durante le faccende domestiche o professionali;
  • mal di testa simili alle emicranie;
  • nausea combinata con lievi capogiri;
  • disturbi del sonno, comparsa di ansia eccessiva.

I seguenti sintomi sono caratteristici dell'altezza della malattia:

  • grave affaticamento, debolezza anche con poco sforzo fisico;
  • sudorazione eccessiva, tremori agli arti;
  • forte gonfiore alle gambe e all'addome;
  • pulsazione palpabile e visibile delle vene del collo;
  • una diminuzione del volume delle perdite di urina;
  • disturbi del ritmo cardiaco (tachicardia, aritmia, extrasistoli);
  • dolore al cuore;
  • grave mancanza di respiro;
  • emottisi (a volte);
  • dolore e disagio nell'ipocondrio destro, un aumento significativo del fegato;
  • aumenta la pressione sanguigna;
  • sintomi dispeptici: nausea, vomito (non sempre);
  • vertigini, svenimenti.

Segni diagnostici oggettivi della malattia (rilevati ascoltando, battendo il cuore, sulle immagini ecografiche, sui raggi X).

  1. Aumento dei confini cardiaci a destra.
  2. Ipertrofia miocardica.
  3. Soffi cardiaci, soprattutto durante l'inalazione.
  4. Registrazione del grado di rigurgito e cedimento dei lembi della valvola durante l'esame ecografico.

Diagnostica

  1. Raccolta di reclami e informazioni sullo stile di vita e le abitudini dei pazienti.
  2. Esame, auscultazione, percussioni.
  3. Ecografia del cuore (ecocardiografia).
  4. ECG.
  5. raggi X.
  6. TC, risonanza magnetica.
  7. Analisi del sangue e delle urine.

Trattamento

La terapia per il prolasso della valvola tricuspide si basa su misure conservative o chirurgiche. La scelta del metodo di trattamento dipende dal grado di danno e dal decorso della malattia..

Nelle fasi iniziali della malattia, i medici prescrivono diuretici, ACE inibitori, integratori di potassio, vitamine, glicosidi cardiaci e anticoagulanti. L'obiettivo della terapia allo stadio 1 del PTC è fermare l'indebolimento della contrattilità della valvola, per ripristinare il normale funzionamento del muscolo cardiaco.

Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, il trattamento farmacologico è considerato inefficace e ai pazienti viene offerto un intervento chirurgico. Consiste nella ricostruzione dell'anello fibrinoso della valvola interessata o delle sue protesi (sostituzione completa con impianto).

Prevenzione e prognosi

  1. Normalizzazione della routine quotidiana, distribuzione razionale dei carichi, buon sonno.
  2. Trattamento tempestivo delle malattie infettive e degenerative del corpo.
  3. Nutrizione appropriata.
  4. Rifiuto delle cattive abitudini.
  5. Stile di vita attivo.
  6. Le donne incinte devono curare la gestosi ed escludere effetti dannosi sul feto.

Il prolasso della valvola tricuspide è pericoloso? Il piccolo prolasso di MC ha una prognosi favorevole. Tali pazienti vengono monitorati da cardiologi e assegnati loro per esami diagnostici una volta all'anno. Le donne con un tale difetto possono rimanere incinte e dare alla luce un bambino sano. Naturalmente soggetto a monitoraggio costante presso il centro cardiologico.

In caso di progressione della malattia, è importante eseguire tempestivamente l'intervento chirurgico e ripristinare le funzioni della valvola tricuspide.

Romanovskaya Tatiana Vladimirovna

questa pagina è stata utile? Condividilo sul tuo social network preferito!

Trattamento e diagnosi del prolasso della valvola tricuspide

Il prolasso della valvola tricuspide (PTV) è una condizione patologica del cuore causata dall'insufficienza dei lembi della valvola tricuspide nell'atrio destro in diastole, che provoca lo sviluppo di insufficienza valvolare ed è accompagnata da un parziale ritorno del flusso sanguigno nell'atrio destro - rigurgito.

Questo disturbo difficilmente può essere definito una malattia comune. Viene diagnosticato raramente: un caso su diverse decine di migliaia di persone. Molto spesso, la malattia viene rilevata in combinazione con il prolasso della valvola mitrale, che, a differenza del primo, viene diagnosticato in ogni 5 abitanti del nostro globo..

Secondo studi statistici, il prolasso MC è più spesso determinato nei maschi e nella maggior parte dei casi clinici è il risultato di precedenti malattie cardiache..

Perché nasce PTC?

L'insufficienza patologica della valvola tricuspide è congenita e acquisita. Molto spesso, difetti anormali congeniti dei lembi valvolari e del suo anulus fibrosus sorgono a seguito di effetti intrauterini sul feto di fattori tossici. Ciò accade a circa 3-9 settimane di gravidanza, quando le strutture degli organi vitali sono deposte nel corpo del nascituro. L'insufficienza congenita della valvola tricuspide può anche verificarsi a causa di patologie del tessuto connettivo, sia genetiche (sindrome di Morphan) che acquisite.

Il prolasso della valvola tricuspide acquisito si sviluppa di nuovo, sullo sfondo di altre condizioni patologiche:

  • reumatismi;
  • artrite reumatoide;
  • tossicodipendenza (meno spesso alcolismo);
  • sindrome carcinoide (lo sviluppo di un tumore carcinoide provoca la comparsa di un ormone nel sangue, che provoca danni irreparabili alle strutture valvolari del cuore);
  • cardiopatia infettiva (endocardite infettiva);
  • danno alle corde e ai muscoli della valvola tricuspide;
  • lesione al torace.

In un cuore sano, la valvola si chiude completamente; con il prolasso della MC, non si chiude completamente

Classificazione

Nella moderna pratica cardiologica, è consuetudine distinguere quattro gradi di prolasso della valvola tricuspide:

I grado - caratterizzato dalla comparsa di rigurgito minore, che non viola le condizioni generali del corpo del malato;
II grado: il flusso di ritorno del sangue nel ventricolo aumenta e la forza del flusso raggiunge i 2 cm;
III grado - rigurgito grave con disturbi nel funzionamento del muscolo cardiaco (per maggiori dettagli su cosa sia il rigurgito, abbiamo scritto qui);
IV grado: rigurgito grave, quando circa il 40% della quantità totale di sangue torna nel ventricolo.

È consuetudine distinguere le forme primarie e secondarie di PTC. La variante primaria della malattia procede senza manifestazioni di ipertensione dell'arteria polmonare, quando il processo patologico si forma sullo sfondo di deviazioni primarie nel normale funzionamento dell'organo cardiaco. Il prolasso MC secondario è una malattia derivante dall'ipertensione polmonare e dall'aumento delle dimensioni del cuore destro.

Quadro clinico

Nelle prime fasi della formazione del prolasso MC o con lo sviluppo di un processo patologico di 1 grado di gravità, il paziente, di regola, non ha alcun reclamo dal lavoro del cuore e la malattia può essere sospettata solo durante una visita medica. I primi sintomi della malattia compaiono quando il volume del rigurgito aumenta. Con forme gravi di insufficienza della valvola tricuspide, i pazienti sperimentano le seguenti manifestazioni cliniche del processo patologico:

  • sensazione di debolezza, stanchezza e affaticamento;
  • gonfiore delle parti distali degli arti inferiori e della parete addominale anteriore;
  • pulsazione visibile delle vene cervicali;
  • diminuzione della produzione di urina;
  • palpitazioni con disturbi del ritmo (tachicardia);
  • dolore nella regione del cuore;
  • dispnea;
  • nei casi più gravi - emottisi.

All'appuntamento dal medico, i pazienti con prolasso della valvola tricuspide di 2,3 e 4 gradi lamentano una sensazione di affaticamento, perdita di prestazioni e pesantezza all'addome e alle gambe. Spesso, in tali pazienti, vengono alla ribalta i reclami relativi a una diminuzione del volume di urina prodotta, che vengono erroneamente percepiti da loro per patologia renale..

Sintomi di PTC dal cuore:

  • ipertrofia del cuore destro;
  • sintomi di danni ad altre valvole;
  • soffio pansistolico che aumenta con l'ispirazione;
  • si sente l'auscultazione sul cuore i suoni di "vela che sbatte"

Il prolasso della valvola tricuspide, oltre ai cambiamenti nel cuore, è indicato anche da un aumento delle dimensioni del fegato, disturbi dispeptici, pesantezza nell'ipocondrio destro e ipertensione portale.

Secondo le statistiche, il più delle volte, il prolasso con insufficienza della valvola tricuspide viene diagnosticato in pazienti che usano regolarmente farmaci..

Ciò è dovuto al fatto che l'assunzione di sostanze intossicanti in condizioni antigeniche è una delle principali cause di endocardite infettiva o tossica, a causa della quale i lembi valvolari perdono la loro elasticità e la capacità di chiudersi completamente in diastole.

Complesso di misure diagnostiche

La diagnosi di PTC è una fase importante nel trattamento della malattia. Dovrebbe essere completo e tempestivo, il che aumenterà le possibilità di recupero del paziente. Il medico può assumere lo sviluppo di un disturbo in un paziente sulla base dei reclami, nonché dei dati di un esame obiettivo: palpazione, percussione, auscultazione del cuore.

I seguenti metodi di ricerca strumentale consentono di confermare la diagnosi:

  • elettrocardiografia, che consente di determinare la dilatazione del ventricolo destro;
  • ecocardiografia, che consente di diagnosticare la presenza di cedimenti delle valvole tricuspidi e rigurgito;
  • cateterismo del cuore destro, con il quale è possibile determinare l'aumento della pressione nelle camere cardiache e nei polmoni;
  • la radiografia del torace può confermare la diagnosi di ipertensione polmonare;
  • tomografia computerizzata e risonanza magnetica per rilevare l'allargamento del cuore destro.

Ecocardiogramma del cuore con prolasso della valvola tricuspide

Caratteristiche e approcci moderni al trattamento della malattia

Il trattamento del prolasso della valvola tricuspide in pratica viene effettuato mediante farmaci e interventi chirurgici. La scelta del metodo di terapia dipende da diversi fattori: le caratteristiche individuali del corpo del paziente, il grado di sviluppo del processo patologico, la presenza di complicazioni dal cuore e malattie concomitanti. A volte i medici consigliano di interrompere l'assunzione di farmaci. Ciò è consigliabile nei casi in cui il paziente non presenta i sintomi caratteristici della malattia o si manifesta in misura insignificante..

Il trattamento farmacologico viene effettuato principalmente per il prolasso della valvola tricuspide di 1 ° grado. Ha lo scopo di ripristinare le strutture valvolari e non consente il progresso del processo patologico. Per aiutare tali pazienti, i medici prescrivono loro farmaci con effetto diuretico, nonché farmaci dei gruppi di ACE inibitori, glicosidi cardiaci, anticoagulanti, beta-bloccanti.

Varianti più complesse del prolasso della valvola tricuspide richiedono una correzione chirurgica. Nelle fasi successive della malattia, i medici offrono ai loro pazienti un intervento chirurgico programmato con ricostruzione (plastica) dell'anello fibroso della valvola o delle sue protesi. Quest'ultimo è preferito quando la chirurgia plastica eseguita è inefficace, endocardite di origine infettiva, cambiamenti grossolani nella struttura e nella struttura dell'apparato valvolare.

L'efficacia dei rimedi popolari nel trattamento del prolasso della valvola tricuspide non è stata dimostrata. La prevenzione della malattia consiste nello smettere di fumare e bere bevande alcoliche, nell'individuazione e nel trattamento tempestivi delle principali malattie, nella dieta razionale ed equilibrata, nell'attività fisica moderata. Una prognosi sfavorevole della malattia è lo sviluppo di un'insufficienza tricuspide persistente. I pazienti con PTC muoiono per sintomi progressivi di insufficienza cardiaca, polmonite o embolia polmonare.

Insufficienza della valvola tricuspide: sintomi e possibilità di guarigione

La valvola tricuspide (tricuspide) è una delle valvole cardiache situata nella parte destra del cuore, tra l'atrio e il ventricolo.

Quando è aperto, il sangue dall'atrio destro passa nel ventricolo destro e, dopo aver riempito l'ultimo, le sue valvole si chiudono, il che impedisce il ritorno del sangue nell'atrio.

Se, per qualche motivo, la valvola inizia a funzionare in modo errato, il flusso sanguigno viene interrotto, a causa della quale si verifica una condizione pericolosa, che i medici chiamano insufficienza della valvola tricuspide o insufficienza tricuspide.

Riferimento anatomico

Il cuore umano è un organo muscolare. La sua cavità è divisa in 2 atri e 2 ventricoli. La comunicazione tra queste strutture avviene tramite valvole. Sono responsabili del flusso sanguigno in una direzione..

Sul lato destro del cuore, le camere sono collegate tramite una valvola tricuspide. Consiste delle seguenti strutture anatomiche:

  • tre valvole (settale, anteriore e posteriore);
  • corso del tendine;
  • muscoli papillari;
  • anello fibroso.

Durante una contrazione atriale, la valvola tricuspide si apre. A poco a poco, il sangue riempie il ventricolo. Successivamente, il miocardio inizia a contrarsi alternativamente, mentre i lembi della valvola sbattono sotto forte pressione. Un meccanismo così ben funzionante impedisce il flusso di ritorno (rigurgito) del sangue. Sotto l'influenza di determinati fattori, a volte il suo lavoro fallisce. In questo caso, si dice che la valvola tricuspide sta vivendo insufficienza. Tuttavia, non può più svolgere pienamente le sue funzioni..

Con questa patologia, il sangue dal ventricolo destro ritorna nell'atrio. Un leggero aumento del volume dei liquidi praticamente non influisce sul funzionamento del muscolo principale del corpo. Con un'insufficienza pronunciata, le camere del cuore subiscono deformazioni e gli indicatori di pressione in esse cambiano bruscamente. Può aumentare fino a 8 volte rispetto ai valori naturali.

Quali patologie della valvola atrioventricolare destra si verificano più spesso

La disfunzione del forame atrioventricolare destro assume molto spesso la forma di stenosi o insufficienza. I cambiamenti patologici nell'apparato valvolare del cuore interrompono in modo significativo la circolazione sanguigna, che si manifesta con alcuni sintomi clinici.

Stenosi della valvola tricuspide

  1. Ha una connessione con alcune malattie di natura infettiva, infezione da infezioni da streptococco, enterococco o treponemico.
  2. Più comune nei pazienti con reumatismi o sifilide.
  3. Rappresenta un restringimento e una riduzione del diametro del foro AV (stenosi), che impedisce in modo significativo il flusso sanguigno attraverso la valvola.
  4. Nel 60%, è combinato con danni ad altre valvole, mitrale o aortica.
  5. Circolando nel flusso sanguigno, l'infezione si deposita in tutte le parti del cuore, interessando gli elementi dell'apparato valvolare.
  6. A causa del progressivo processo infiammatorio, la valvola tricuspide diventa sclerotizzata. I lembi, l'anulus fibroso, gli elementi muscolari e le corde crescono insieme, riducendo il lume del foro AV.
  7. Normalmente, la dimensione della valvola è di 3-4 centimetri, con la stenosi, il diametro diminuisce da 3-1,5 cm.
  8. Come risultato di cambiamenti nell'emodinamica, non tutto il volume del sangue scorre dall'atrio nel ventricolo e quindi si sviluppa il ristagno nella circolazione polmonare.
  9. Durante l'esame, il reflusso patologico è caratteristico: gonfiore delle vene cervicali quando si preme sull'addome, dove si trova il fegato.
  10. Con l'ascolto auscultatorio del cuore, la pulsazione diffusa e un aumento dei confini cardiaci, viene rivelato un forte rumore patologico nella fase diastolica.
  11. Manifestato da ipertensione portale (aumento della pressione nei grandi vasi epatici) con conseguente ristagno di sangue nella milza, vasi intestinali, stomaco.
  12. Sintomi tipici di grave debolezza, mancanza di respiro, edema, colorazione bluastra delle mani e del viso, battito cardiaco irregolare, aumento della pressione sanguigna, emottisi, edema dell'addome e del tessuto adiposo, gonfiore delle vene intorno all'ombelico.
  13. Porta a insufficienza cardiaca fatale e morte se non trattata.
  14. Il trattamento farmacologico è inefficace, l'intervento chirurgico è indicato per sostituire la valvola interessata e salvare la vita del paziente.

Insufficienza della valvola atrioventricolare destra

  1. Conseguenze della rottura della valvola tricuspide
    La prognosi per la stenosi progressiva o l'insufficienza della valvola atrioventricolare destra è estremamente sfavorevole. Secondo le statistiche, la maggior parte dei pazienti sviluppa complicanze della patologia cardiaca entro 5-10 anni. Il più pericoloso di loro: tromboembolia dei vasi polmonari con un trombo dalla valvola del foro AV o fibrillazione atriale fatale (aritmia). Il blocco completo o l'infezione secondaria in presenza di un difetto possono provocare l'arresto cardiaco.

La patologia progressiva della valvola tricuspide è complicata da insufficienza cardiaca congestizia con danni al fegato e ai vasi sanguigni degli organi interni. Ciò aumenta il rischio di sviluppare sanguinamento gastrointestinale con ipertensione portale dalle vene dell'esofago..

Breve descrizione della malattia

L'insufficienza tricuspide è un difetto cardiaco che si sviluppa a causa della chiusura inadeguata dei lembi valvolari, del riflusso di sangue dal ventricolo destro nell'atrio. Sullo sfondo di un rigurgito costante, il volume diastolico e la pressione in questa struttura del cuore aumentano. Ciò comporta ipertrofia e dilatazione delle sue pareti. Come risultato dell'interruzione del lavoro dei meccanismi compensatori, il paziente sviluppa ristagno nel corpo..

L'insufficienza tricuspide è spesso accompagnata da altri difetti cardiaci congeniti. Ad esempio, una finestra ovale aperta o un difetto del setto interatriale.

Funzioni principali

Per tutta la vita di una persona, il cuore fornisce un percorso chiuso del flusso sanguigno, consegna di sangue ossigenato a organi e tessuti, deflusso venoso di anidride carbonica e prodotti di decomposizione. Il sistema cardiovascolare è costituito dai cerchi della circolazione sanguigna. Quello grande inizia nel ventricolo sinistro e termina nell'atrio destro, quello piccolo inizia nel ventricolo destro e va nell'atrio sinistro.

La valvola tricuspide è in realtà un piccolo elemento circolare che svolge le seguenti funzioni:

  1. Durante i battiti cardiaci, inibisce il rigurgito inverso (flusso sanguigno dal ventricolo inferiore all'atrio).
  2. Direttamente coinvolto nella circolazione sanguigna, assicura il trasporto del sangue venoso ai vasi polmonari.
  3. Per mezzo del quale vengono eseguiti il ​​processo di scambio di gas negli alveoli del tessuto polmonare e il trasferimento di calore.

Le principali cause e forme di patologia

L'insufficienza della valvola tricuspide ha sempre un decorso diverso. Per fare una diagnosi accurata, devi prima determinare la forma del processo patologico. A tale scopo, nella pratica medica vengono utilizzati vari criteri: il periodo di insorgenza, la localizzazione dell'area danneggiata della valvola, la gravità del rigurgito..

A seconda del tempo di sviluppo, la malattia in questione è di due tipi. Di norma, in tutti i casi non viene acquisito, ma si verifica dopo il processo infiammatorio. La malformazione congenita viene diagnosticata raramente e si sviluppa nell'utero. Il suo aspetto è influenzato dall'azione di fattori negativi sul corpo di una donna incinta. Potrebbe essere radiazioni, malattie infettive o radiazioni a raggi X..

In base al punto in cui la valvola tricuspide è danneggiata, il guasto può essere di due forme. La variante organica è accompagnata da un fisiologico cambiamento nelle valvole. Sono gradualmente deformati, ricoperti di fiori. Con una forma funzionale della malattia, la valvola non si chiude completamente.

Lo sviluppo dell'insufficienza tricuspide organica acquisita si verifica sotto l'influenza dei seguenti motivi:

  1. Reumatismi: infiammazione che si diffonde ai sistemi degli organi interni.
  2. La sindrome carcinoide è un danno a vari organi causato da un piccolo tumore intestinale. Gli elementi patogeni della neoplasia entrano nel flusso sanguigno e iniziano ad attaccare l'endocardio. Quindi entrano nei vasi polmonari..
  3. Endocardite infettiva - una lesione infiammatoria del rivestimento del cuore.
  4. Commissurotomia mitrale. Questa è un'operazione che viene utilizzata per trattare la stenosi.

L'insufficienza della valvola tricuspide funzionale acquisita (relativa) si sviluppa a causa del danno ai muscoli papillari o all'espansione dell'anello fibroso. Nel primo caso, le strutture presentate sono responsabili del mantenimento della capacità motoria delle valvole. Nell'infarto miocardico, i muscoli papillari sono danneggiati. Ciò porta alla disfunzione della valvola tricuspide.

La patologia dell'anulus fibrosus può causare vari disturbi. Questi includono miocardite, rotture cordali, tumori e neoplasie che impediscono al sangue di fluire dal ventricolo.

Classificazione e voti (1, 2, 3 e 4)

Al momento dell'insorgenza, l'insufficienza della valvola tricuspide è divisa in congenita e acquisita:

  • un difetto congenito si sviluppa a seguito di fattori avversi che interessano il corpo della futura mamma e può avere tre opzioni: anomalia di Ebstein, schisi congenita e degenerazione mixomatosa;
  • l'insufficienza acquisita si verifica a causa di processi patologici interni che influenzano il rivestimento interno del cuore.

A seconda delle cause di sviluppo, il difetto può essere organico, cioè associato a cambiamenti di forma o dimensione delle valvole, oppure funzionale, in cui le valvole non subiscono modifiche, ma non sono in grado di svolgere appieno il loro lavoro.

Sulla base della valutazione della gravità del flusso sanguigno inverso nell'atrio destro, si distinguono quattro gradi nel decorso clinico della malattia:

  • Grado, in cui il movimento inverso non viene praticamente rilevato;
  • II grado, quando il movimento inverso del sangue viene rilevato a una distanza di due centimetri dalla valvola;
  • III grado, caratterizzato da flusso sanguigno inverso, che è determinato a una distanza di oltre due centimetri;
  • IV grado: il flusso sanguigno inverso viene determinato su un'ampia area dell'atrio destro.

Fasi di sviluppo del fallimento

In base alla gravità del processo di rigurgito, è consuetudine distinguere diverse fasi durante il decorso della malattia:

  • Grado 1. Il flusso sanguigno inverso mantiene valori minimi, non è accompagnato da disturbi emodinamici.
  • Grado 2. In questa fase, la patologia è accompagnata dall'avanzamento del flusso sanguigno inverso a una distanza che non supera i 2 cm.
  • Grado 3. Il flusso sanguigno si sposta nell'atrio a più di 2 cm dalla superficie della valvola.
  • Grado 4. Al momento del rigurgito, il sangue entra nella zona atriale superiore, passando attraverso l'intera camera.

I sintomi che accompagnano ciascuna delle fasi dello sviluppo della malattia saranno discussi di seguito..

Tattiche terapeutiche

Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza tricuspide risponde bene ai farmaci. L'operazione è indicata solo in casi estremi quando c'è una minaccia per la vita del paziente.

Trattamento farmacologico

L'eliminazione dei sintomi dell'insufficienza cardiaca e dell'ipertensione polmonare è il compito principale della terapia farmacologica. In genere, ai pazienti vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • diuretici - significa che inibiscono il riassorbimento di acqua e sali nei tubuli renali, aumentando la loro escrezione nelle urine;
  • ACE inibitori - per il trattamento e la prevenzione delle patologie cardiache;
  • vasodilatatori venosi - hanno un effetto vasodilatatore;
  • glicosidi cardiaci - un gruppo di medicinali a base di erbe che hanno effetti cardiotonici e antiaritmici a dosi terapeutiche;
  • anticoagulanti: inibiscono l'attività del sistema di coagulazione del sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue;
  • farmaci contenenti potassio - necessari per il normale funzionamento del cuore, dei reni;
  • agenti metabolici - contribuiscono alla normalizzazione dei processi metabolici.

Quando viene diagnosticata l'endocardite infettiva, vengono prescritti antibiotici.

Attenzione! L'insufficienza di TC di I grado non richiede terapia. È sufficiente monitorare lo stato del cuore 2 volte all'anno con un cardiologo.

Il regime e il regime posologico dei medicinali sono determinati dal medico curante. Se il liquido si è accumulato nella cavità addominale, viene eseguita la laparocentesi.

Trattamento radicale

L'operazione è prescritta per i gradi III e IV della malattia, quando:

  • la terapia farmacologica non funziona;
  • deformazione grossolana delle valvole e una pronunciata violazione del loro lavoro;
  • si aggiunge una malattia grave concomitante, ad esempio stenosi, trombosi;
  • circolazione sanguigna insufficiente grave.

Il metodo di intervento chirurgico è determinato dal cardiochirurgo. La plastica della valvola tricuspide e le protesi sono i principali tipi di intervento chirurgico per eliminare l'insufficienza. L'operazione è associata ad un alto rischio di complicanze. Pertanto, saranno necessarie riabilitazione a lungo termine, trattamento farmacologico combinato, correzione dello stile di vita, rifiuto delle cattive abitudini.

Segni di insufficienza della valvola tricuspide

Nella fase iniziale, le malattie cardiache praticamente non si manifestano. A volte, dopo uno sforzo fisico, i pazienti notano la comparsa di una forte pulsazione delle vene del collo. È possibile rilevare un processo patologico solo con l'aiuto dell'ecografia Doppler. L'ECG normale non mostra cambiamenti significativi nella funzione cardiaca.

L'insufficienza della valvola tricuspide di 2 ° grado è accompagnata da un aumento del volume del flusso sanguigno inverso. Un disturbo ventricolare destro fa ingrandire il cuore. Di conseguenza, il quadro clinico è completato dai seguenti sintomi:

  • perdita di forza, diminuzione dell'attività fisica e mentale;
  • aumento della minzione durante la notte;
  • grave gonfiore degli arti inferiori;
  • dispnea;
  • sensazione di pesantezza sotto le costole;
  • disturbi dispeptici.

Quando si ascolta il cuore, vengono determinati i soffi pansistolici e la fibrillazione atriale.

Come risultato della progressione della patologia, il numero di sintomi manifestati aumenta. Non è consigliabile ignorare il loro verificarsi. È meglio cercare un aiuto medico qualificato nella fase iniziale dello sviluppo della malattia. L'insufficienza della valvola tricuspide di 1-2 gradi può ancora essere curata con i farmaci. Il passaggio della malattia allo stadio successivo richiede sempre un intervento chirurgico. Anche dopo l'operazione, le complicazioni non sono escluse..

Sintomi


L'insufficienza tricuspide è solitamente accompagnata dai seguenti sintomi:

  • mancanza di respiro, che si verifica a causa di uno scarso afflusso di sangue ai vasi sanguigni;
  • disagio e disagio nella regione del cuore, inclusi aritmia, arresto cardiaco, svolazzanti, ecc.;
  • gonfiore del viso, colorazione giallo-blu della pelle del viso e degli arti;
  • dolore e pesantezza sotto le costole (sul lato destro) a causa del ristagno di liquidi nel fegato;
  • le manifestazioni della malattia dal tratto gastrointestinale includono eruttazione, flatulenza, nausea, sensazione di pienezza e pesantezza nell'addome, che si verificano a causa del trabocco di sangue nei vasi della cavità addominale;
  • bisogno frequente di urinare di notte;
  • una sensazione di pulsazione dei vasi del collo, accompagnata dal loro gonfiore;
  • debolezza, affaticamento e prestazioni ridotte.

Da questo video clip puoi saperne di più sulla malattia:

Caratteristiche della malattia nei bambini

I neonati con grave rigurgito e la presenza di patologie cardiache concomitanti sono inclini al rapido sviluppo dell'insufficienza ventricolare destra. Molto spesso è fatale..

La forma acquisita della malattia si sviluppa sullo sfondo di complicazioni di altre malattie. Molto spesso parliamo di un'infezione da streptococco, che comporta lesioni reumatiche.

Altre cause di carenza nell'infanzia includono:

  • forma acuta di ipertensione;
  • malattia miocardica;
  • lesione traumatica;
  • neoplasie maligne.

Nella fase iniziale, l'insufficienza della valvola tricuspide nei bambini è considerata una caratteristica anatomica. Il primo grado del processo patologico non richiede trattamento. Con l'età, la malattia di solito scompare da sola..

Cause di occorrenza

I disturbi acquisiti possono verificarsi a causa di malattie:

  • reumatismi,
  • infiammazione infettiva del rivestimento interno del cuore,
  • tumori carcinoidi,
  • malattie che compromettono la circolazione sanguigna e provocano un aumento del ventricolo destro;
  • lesioni traumatiche al cuore,
  • complicazioni causate dalle conseguenze della chirurgia della valvola mitrale.

I malfunzionamenti della valvola possono essere avviati da:

  • anomalia nella struttura della valvola o una violazione nella sua struttura dovuta a malattie,
  • danni ad alcune parti del meccanismo coinvolto nel controllo della valvola.

La forma congenita della patologia è estremamente rara; si sviluppa nel feto se la madre incontra fattori dannosi durante la gravidanza. Può essere malattie infettive, radiazioni, irradiazione a raggi X..

Nella maggior parte dei casi, la patologia viene acquisita e le sue cause possono essere molto diverse: dai reumatismi ai tumori e alla chirurgia cardiaca.

I cambiamenti nelle valvole, che caratterizzano la forma organica dell'insufficienza tricuspide, si verificano sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. Il reumatismo è un'infiammazione sistemica che colpisce vari organi e sistemi. La causa più comune di patologia.
  2. Lesione cardiaca chiusa con lembi della valvola rotti.
  3. La sindrome carcinoide è un danno a vari organi causato dal carcinoide. Questo è un piccolo gonfiore intestinale. Da esso, le sostanze attive entrano nel flusso sanguigno e attaccano l'endocardio. Quindi entrano nei vasi polmonari e vengono distrutti. In queste condizioni, la valvola tricuspide non può chiudersi completamente..
  4. Endocardite infettiva caratterizzata da un endocardio infiammato.
  5. La commissurotomia mitrale è un'operazione per separare i lembi della valvola mitrale fusi. Come risultato di questo trattamento, il flusso sanguigno aumenta, il che può manifestare sintomi di insufficienza tricuspide precedentemente latente..

Una diminuzione della funzionalità della valvola con il suo relativo fallimento si verifica quando i muscoli papillari sono danneggiati o l'anulus fibroso si espande.

I muscoli papillari si trovano all'interno dei ventricoli e supportano la locomozione delle valvole. Con l'infarto del miocardio, sono danneggiati, il che porta a una diminuzione delle prestazioni della valvola tricuspide.

I lembi valvolari sono collegati all'anello fibroso situato nelle pareti del cuore. La sua espansione può causare varie patologie:

  1. Miocardite - una malattia infiammatoria del muscolo cardiaco.
  2. Cardiomiopatia dilatativa - una malattia con ingrossamento delle cavità cardiache e assottigliamento del miocardio.
  3. Malformazioni congenite che provocano la crescita del ventricolo destro. Ad esempio, con un foro nel setto interventricolare, il sangue viene espulso da sinistra a destra..
  4. La corda si rompe. A causa di questi fili tendinei, i muscoli miocardici e papillari del cuore sono collegati, supportando la capacità motoria delle valvole.
  5. Ipertensione polmonare complicata: un aumento significativo della pressione sanguigna.
  6. Tumori e altre formazioni che interferiscono con il libero flusso di sangue dal ventricolo.

Metodi diagnostici

La diagnosi precoce della malattia gioca un ruolo diretto nel successo del trattamento e influisce anche sull'aspettativa di vita del paziente. Poiché l'insufficienza della valvola tricuspide di 1 ° grado è praticamente asintomatica, la patologia viene rilevata solo dopo il suo passaggio allo stadio successivo di sviluppo.

La diagnostica inizia con l'intervista al paziente, lo studio della sua storia e l'esame obiettivo. Facendo varie domande al paziente, il medico determina il quadro clinico, il momento in cui compaiono i primi sintomi. Deve anche sapere quali malattie hanno preceduto il fallimento. Un esame esterno di solito rivela cianosi della pelle e gonfiore e, con l'ascolto, una violazione del ritmo cardiaco.

Come parte della diagnosi, vengono necessariamente assegnati diversi test di laboratorio. Tra questi, i più informativi sono gli esami del sangue e lo studio dello stato immunologico del paziente. Secondo i risultati dei test di laboratorio, si può giudicare la presenza di processi infiammatori nel corpo, disturbi paralleli.

Per chiarire la diagnosi, il medico può utilizzare metodi di esame hardware. Questi dovrebbero includere:

  1. ECG. Viene eseguito per rilevare un aumento del volume atriale.
  2. Fonocardiogramma. Dimostra la presenza di soffi sistolici.
  3. TC spirale. Fornisce un'immagine informativa del muscolo principale del corpo.
  4. Raggi X. Dà un'idea delle dimensioni del cuore, rivela la congestione.
  5. Coronocardiografia. Utilizzato prima dell'intervento chirurgico per valutare il flusso sanguigno.
  6. EchoCG. Mostra la deformazione delle valvole, la presenza di nuove formazioni su di esse.

Sulla base dei risultati di un esame completo, il medico ha un'idea dello stato della valvola tricuspide. La mancanza di questa struttura risponde bene al trattamento solo nella fase iniziale di sviluppo. Opzioni di trattamento più dettagliate per questa malattia saranno discusse di seguito..

Fattori provocatori

Il rigurgito aortico si sviluppa gradualmente. Questa malattia si verifica gradualmente per tutta la vita, che è associata a molti fattori. Di solito si verifica il processo patologico:

  1. Dopo la sconfitta del muscolo cardiaco con i reumatismi. Ciò è possibile quando l'area vicino alla valvola aortica è infiammata..
  2. Lo sviluppo dell'aterosclerosi nell'aorta. La placca di colesterolo può danneggiare i lembi delle valvole nel tempo.
  3. Sotto l'influenza del processo infiammatorio nell'endocardio causato dalla penetrazione di batteri.
  4. Con patologie nell'aorta stessa. Di solito la violazione è associata a vasodilatazione a seguito di aneurisma, ipertensione, coartazione.
  5. Sotto l'influenza di malattie del tessuto connettivo e dello strato muscolare del cuore. Le anomalie sistemiche sono rare.
  6. Con danno sifilitico alla valvola, che contribuisce alla sua risoluzione a causa di molti anni di flusso.

Principi di trattamento

L'insufficienza della valvola tricuspide di grado 1 non richiede terapia. Se la malattia progredisce nella fase successiva dello sviluppo, al paziente viene prescritto un trattamento. Può essere sia medicinale che operativo. Quest'ultimo viene utilizzato in casi particolarmente gravi quando l'uso di pillole e iniezioni non dà un risultato.

Per l'intero periodo di trattamento, il paziente deve attenersi alle seguenti regole:

  1. Smetti completamente di fumare.
  2. Evita l'ipotermia e le situazioni stressanti.
  3. Segui una dieta per ridurre lo stress sul cuore.
  4. Riduci l'intensità e la quantità di attività fisica.

Il rispetto delle raccomandazioni elencate aumenta l'efficacia della terapia ed è anche una sorta di prevenzione delle complicanze..

Diagnostica della patologia dell'apparato valvolare tricuspide

Il primo stadio della diagnosi è la raccolta dell'anamnesi. È necessario scoprire la causa della patologia. Chiedi al paziente in dettaglio le sue lamentele. Dopo aver raccolto l'anamnesi, procedono all'esame. Il paziente ha la cianosi della pelle in combinazione con l'ingiallimento. È associato a danni al fegato. L'addome è ingrandito e le vene del collo sono gonfie.

Le percussioni aiutano a rivelare l'espansione dei confini del cuore sul lato destro. Segni auscultatori: presenza di rumore e disturbi del ritmo.

Metodi di ricerca di laboratorio:

  1. Esame delle urine e del sangue per rilevare infiammazioni e altre malattie che potrebbero causare patologie.
  2. Un esame del sangue biochimico consente di valutare il danno agli organi, che ha portato alla patologia della valvola tricuspide.
  3. Ricerca immunologica.

Metodi diagnostici strumentali:

  1. Prima di tutto, viene eseguita l'elettrocardiografia. Utilizzando questo metodo si valutano il ritmo, le dimensioni del cuore (ipertrofia atriale destra) e la presenza di un carico eccessivo su alcune sezioni.
  2. Fonocardiogramma. Permette di identificare il soffio diastolico nell'area di proiezione della valvola tricuspide.
  3. Esame ecografico del muscolo cardiaco. Aiuta ad esaminare attentamente l'apparato valvolare, effettuare le misurazioni necessarie per determinare il grado di restringimento o rigurgito, determinare il fluido libero nel pericardio.
  4. L'esame radiografico è necessario per visualizzare l'ombra cardiaca e valutarne l'aumento.
  5. La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica forniscono un risultato chiaro e stratificato.
  6. Il cateterismo cardiaco aiuterà a misurare la pressione nel cuore destro.

Trattamento farmacologico

Una moderata insufficienza della valvola tricuspide non è considerata un'indicazione per un intervento chirurgico. In questo caso, il trattamento viene effettuato con farmaci. Il regime di trattamento standard prevede l'uso dei seguenti farmaci:

  1. Diuretici (Britomar, Idroclorotiazide). Elimina la congestione nel corpo, accelera il processo di escrezione del fluido.
  2. Preparati di potassio (Panangin, Asparkam). Aiuta il corpo a non accumulare liquidi in eccesso.
  3. Dilatatori venosi (Korvaton, Nitrosorbide). Riduci lo stress sul cuore depositando sangue.
  4. Anticoagulanti ("Warfarex", "Warfarin").
  5. Glicosidi cardiaci ("digossina", "Korglikon"). Aiuta a combattere l'aritmia.
  6. Beta-bloccanti ("Diltiazem", "Carvedilol"). Ridurre la frequenza delle contrazioni ventricolari sinistra.

Il regime e il dosaggio dei farmaci sono determinati individualmente, tenendo conto della gravità della malattia.

Trattamenti per difetti della valvola tricuspide

Il trattamento è altamente personalizzato e dipende dalla gravità della malattia. Può essere medico o chirurgico. Quando i gradi 3 e 4 vengono trascurati, viene utilizzato un approccio integrato.

Come trattamento conservativo, i medici di solito prescrivono:

  • Diuretici per rimuovere il liquido in eccesso dal corpo;
  • Nitrati per stabilizzare la pressione nei vasi polmonari;
  • Preparati contenenti potassio per migliorare il lavoro del muscolo cardiaco;
  • Medicinali per la prevenzione dell'insufficienza cardiaca;
  • Glicosidi per ottimizzare la frequenza cardiaca.

Il trattamento viene effettuato su uno sfondo di nutrizione senza sale (non più di 3 g al giorno) e una diminuzione dell'assunzione di liquidi. Ciò impedisce il ristagno del sangue nei vasi cardiaci.

Le misure chirurgiche includono:

  • Alterazione plastica della valvola tricuspide per restringere l'uscita.
  • Sostituzione della valvola con una meccanica o una bioprotesi. L'operazione viene eseguita quando le valvole sono gravemente danneggiate o la plastica, eseguita in precedenza, non ha comportato un miglioramento notevole.

Intervento operativo

L'insufficienza della valvola tricuspide di grado 3 è considerata la principale indicazione per la chirurgia. L'operazione è consigliata anche a pazienti con gravi deformazioni delle valvole o gravi malfunzionamenti nel loro lavoro..

Se l'apparato valvolare è intatto, viene utilizzata l'annuloplastica. Durante l'operazione, il medico mette punti a forma di U sull'area danneggiata.

Se l'intervento è stato inefficace, ci sono evidenti cambiamenti strutturali, al paziente viene somministrato un kapan artificiale. Dopo l'impianto della protesi, è necessaria la terapia anticoagulante. Quando una protesi biologica viene impiantata, è di breve durata. Se è realizzato con leghe mediche, ci vuole un po 'più di tempo per trattare l'insufficienza della valvola tricuspide.

Misure diagnostiche

È difficile riconoscere la patologia, perché Il fallimento della MC è spesso accompagnato da varie stenosi o malattie della valvola mitrale. Prima di tutto, il medico esamina la pelle e le vene del paziente, palpa l'addome e ascolta, controlla la frequenza cardiaca e misura la pressione sanguigna. Quindi assegna i seguenti esami strumentali:

  • elettrocardiogramma (ECG) - una tecnica per registrare e studiare i campi elettrici generati durante il lavoro del cuore;
  • fonocardiogramma - un metodo per registrare i suoni riprodotti dal cuore durante il suo lavoro;
  • la radiografia del cuore è la forma di imaging medico più antica e più comunemente utilizzata;
  • l'ecocardiografia (EchoCG) è un metodo moderno per esaminare il cuore e l'attività contrattile dei suoi muscoli.

Possibili complicazioni e prognosi per il recupero

La mancanza di un trattamento tempestivo può portare alla progressione della malattia. Il processo patologico in questo caso colpisce non solo la valvola tricuspide. L'insufficienza porta gradualmente al fatto che il corpo inizia a cercare nuovi meccanismi di compensazione. Quindi, cerca di far fronte alle violazioni esistenti. A seconda della negligenza della malattia, possono comparire i seguenti disturbi:

  • polmonite;
  • un aumento delle dimensioni del fegato, cirrosi;
  • embolia polmonare;
  • ascite.

Secondo le statistiche, le complicazioni elencate si sviluppano nel 90% dei casi..

Per quanto riguarda la prognosi per il recupero, dipende esclusivamente dal grado di sviluppo della malattia. L'insufficienza della valvola tricuspide di 2 ° grado risponde bene al trattamento farmacologico e la probabilità di complicanze è praticamente zero. Con il terzo grado del processo patologico, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 60-70%. Tali numeri sono tipici per i pazienti che hanno già subito un intervento chirurgico. Con forme di insufficienza scompensate, accompagnate da malattie polmonari croniche, la prognosi è deludente.

Prevenzione dello sviluppo di difetti

La migliore prevenzione in ogni momento dal malfunzionamento delle valvole è mantenere uno stile di vita sano. Nessun integratore vitaminico o "formule d'oro" della giovinezza aiuterà a mantenere la salute se una persona fuma fin dalla giovane età e non osserva il regime di sonno e veglia.

Il cuore umano è un organo molto vulnerabile. Il fumo e l'alcol gli fanno danni irreparabili. E un altro fattore per la salute del cuore: una persona è progettata per muoversi. A qualsiasi età, dovrebbe fare sport, ma con moderazione. Anche i carichi pesanti per il bene dei risultati sono dannosi..

Le donne durante la gravidanza dovrebbero evitare vari fattori mutageni e non dovrebbero assumere farmaci senza consultare il proprio medico. Molti farmaci in utero possono portare a difetti della valvola polmonare.

Prolasso della valvola tricuspide

Ogni alunno della nona elementare che ha studiato un corso di biologia deve sapere che il cuore è un organo muscolare cavo diviso da due setti: verticale (o interventricolare) nei ventricoli destro e sinistro, orizzontale (interatriale) negli atri destro e sinistro.

Grandi vasi partono dalle camere del cuore. Portando via - l'aorta e il tronco polmonare, portando - vene polmonari e vena cava. Le camere del cuore funzionano alternativamente: prima gli atri si contraggono e poi, quando gli atri si rilassano, inizia il giro dei ventricoli. Il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni è regolato dalle valvole del cuore: premolare o mitrale, situato tra le sezioni di sinistra e tricuspide o tricuspide, situato tra l'atrio destro e il ventricolo destro.

Tutte e tre le cuspidi della valvola del cuore destro sono realizzate in tessuto connettivo elastico ed elastico, si adattano strettamente l'una all'altra, prevenendo la possibilità di un flusso inverso di sangue durante il lavoro contrattile del ventricolo destro. I lembi valvolari coprono l'apertura atrioventricolare destra, cioè la comunicazione arrotondata tra le camere del cuore.

Anomalia o difetto cardiaco?

Qual è il pericolo?

Per non affogare nel flusso della terminologia medica, è necessario comprendere chiaramente il grado di differenza tra un difetto e un'anomalia del cuore. Considera questa differenza usando l'esempio della valvola tricuspide..

Un'anomalia minore nello sviluppo del cuore è un cambiamento anatomico nella struttura del cuore, che di solito non porta a gravi disturbi nell'attività del cuore. Un esempio potrebbe essere il prolasso tricuspide congenito..

Le malattie cardiache sono una grave deviazione della struttura anatomica del cuore, che nella maggior parte dei casi porta a significative violazioni della sua funzione. Esempio: atresia tricuspide.

Parliamo di più di prolasso e atresia.

Cosa devi sapere sul prolasso?

Prolasso della valvola tricuspide

Prima di tutto, il fatto che prolasso è sinonimo di cedimento o cedimento. Questa è una tale disfunzione delle cuspidi della valvola, in cui, perdendo la loro elasticità ed elasticità, si piegano verso l'atrio sotto la pressione del sangue quando i ventricoli si contraggono. A volte i volantini si gonfiano così tanto che i loro bordi si separano e il sangue rifluisce nell'atrio, una condizione chiamata rigurgito.

Il prolasso della valvola tricuspide non è comune come il prolasso della valvola mitrale. E molto spesso viene rilevato in combinazione con quest'ultimo. Ma può anche verificarsi isolatamente. Le cause che portano al prolasso si dividono in congenite e acquisite. Per ragioni congenite, va notato il sottosviluppo del tessuto connettivo. Con questa malattia, non solo cambiano le valvole cardiache, ma anche le articolazioni, possono esserci disturbi dal sistema visivo, genito-urinario, polmonare.

Displasia del tessuto connettivo

I bambini con displasia del tessuto connettivo hanno una certa somiglianza in una certa misura. Si distinguono per crescita elevata, maggiore mobilità delle articolazioni, torace a imbuto, basso peso corporeo, piedi piatti, prolasso dei reni, disturbi visivi: miopia, lussazione o sublussazione del cristallino. Questi sintomi possono essere espressi in misura maggiore o minore..

Se il bambino ha più di tre dei segni sopra, allora vale la pena mostrarlo al medico per un ulteriore esame per la debolezza del tessuto connettivo.

Le cause del prolasso secondario sono molto spesso le seguenti malattie: malattia reumatica, cardiopatia ischemica, sindrome carcinoide, endocardite infettiva, disfunzione del muscolo papillare negli infarti del lato destro, miocardite di varia origine.

Di cosa si lamenta un paziente con prolasso tricuspide?

Rigurgito della valvola tricuspide

Va notato che le condizioni generali del paziente sono influenzate non tanto dalla presenza della protrusione valvolare stessa, non tanto dal grado di prolasso, ma dalla presenza di flusso sanguigno inverso, ad es. rigurgito sanguigno.

Se il prolasso non è affatto accompagnato da rigurgito o il flusso sanguigno retrogrado è insignificante (all'interno dei lembi della valvola), allora potrebbero non esserci lamentele. Che è più spesso il caso del prolasso di grado 1. Tale diagnosi diventa una "sorpresa" per il paziente quando viene sottoposto ad un esame preventivo e non necessita di alcun trattamento, ma solo di osservazione periodica.

Ma, quando il flusso di ritorno del sangue nell'atrio raggiunge i 2 cm o più, o con un prolasso di grado 2 o più, il paziente può presentare disturbi che indicano lo sviluppo o la presenza di insufficienza ventricolare destra: debolezza, mancanza di respiro durante l'attività fisica oa riposo, aumento della fatica, palpitazioni, interruzioni nel lavoro del cuore, edema degli arti inferiori, dolore tirante sotto la costola a destra, gonfiore, nausea, dolore periodico al petto.

Quando viene esaminato da un medico, possono esserci ingiallimento della pelle, pastosità, gonfiore dei piedi e delle caviglie, ingrossamento del fegato e l'aspetto del bordo del fegato da sotto l'arco costale, aumento della pulsazione dei vasi del collo. Quando si ascoltano i suoni del cuore, si sentono spesso rumori e clic sistolici. I reclami di cui sopra e la presenza di sintomi oggettivi durante la visita di un medico indicano la necessità di un esame aggiuntivo..

Diagnosi e trattamento del prolasso

EchoCG con Doppler

Cosa conferma la presenza di prolasso? Prima di tutto, l'ecocardiografia, che consente di visualizzare la valvola e determinare il grado della sua sporgenza con grande precisione. E se EchoCG è combinato con l'ecografia Doppler, il medico sarà in grado di determinare la presenza e il grado di riflusso del sangue nell'atrio attraverso la valvola danneggiata. Inoltre, gli aiutanti nella diagnostica sono l'elettrocardiogramma, la radiografia, raramente, ma possono essere prescritti TC o RM.

Dopo aver confermato la presenza di una valvola tricuspide cadente, il medico dovrà fare una scelta: trattare o osservare. Se il prolasso non è accompagnato da rigurgito o il flusso sanguigno è insignificante, il paziente non si lamenta - il trattamento non è richiesto. L'osservazione è sufficiente. Ma con il prolasso acquisito, quando la sua origine è secondaria, il trattamento è obbligatorio.

In questo caso, il medico prescrive un trattamento completo per la malattia primaria, che ha portato allo sviluppo del prolasso. Quindi, se il prolasso è secondario, c'è una clinica, c'è un rigurgito - è necessario un trattamento. Se il prolasso è primario, non è accompagnato da un riflusso di sangue nell'atrio e non si manifesta clinicamente, può essere considerato una variante della norma. Cosa non si può dire dell'atresia.

Quando viene diagnosticata l'atresia della tricuspide, il trattamento è obbligatorio e quasi sempre chirurgico.

Quando suonare l'allarme, o atresia della valvola tricuspide

Atresia della valvola tricuspide (tricuspide)

Quando si tratta di atresia, i medici non hanno una domanda "da trattare o meno". È necessario un trattamento! Vitale. L'atresia della valvola tricuspide è un difetto cardiaco congenito in cui si forma una membrana densa al posto della valvola tricuspide, questo porta al fatto che non c'è comunicazione tra l'atrio destro e il ventricolo, poiché l'apertura che li comunica è invasa.

L'atresia della valvola tricuspide è sempre accompagnata da sottosviluppo del ventricolo destro, allargamento del sinistro (dovuto a trabocco di sangue) e un difetto nel setto tra gli atri. Quando il sangue riempie l'atrio destro, non può entrare nel ventricolo destro, poiché non c'è comunicazione tra loro, quindi il sangue scorre attraverso un difetto nel setto nell'atrio sinistro.

Se il difetto è piccolo, è difficile che il sangue fuoriesca attraverso di esso, ristagna nell'atrio destro, espandendolo e si verifica una congestione venosa nella vena cava. Il cuore sta mescolando sangue arterioso e venoso e il corpo non riceve ossigeno. Tutto ciò porta rapidamente alla formazione e alla progressione dell'insufficienza cardiaca..

Perché si verifica l'atresia??

Cause di atresia in un bambino

La formazione del cuore dell'embrione avviene da 3 a 8 settimane. Più spesso in questo periodo di tempo più importante per il nascituro, le donne a volte non sempre conoscono la loro gravidanza e conducono il loro solito stile di vita, purtroppo non sempre sano. Se la futura mamma ha consumato alcol, fumato, ha avuto un'infezione virale, ha assunto droghe proibite durante la gravidanza, c'è la possibilità che il bambino sviluppi atresia tricuspide.

Il gruppo di rischio comprende anche donne di età superiore ai 35 anni che hanno una storia ostetrica sfavorevole (interruzione della gravidanza, nati morti), che soffrono di malattie del sistema endocrino e che hanno parenti con difetti cardiaci in famiglia.

Come riconoscere l'atresia?

Le manifestazioni e la gravità della clinica dipendono dalla dimensione della comunicazione tra gli atri, dalla pressione sanguigna nell'arteria polmonare. Con l'atresia della valvola tricuspide, i neonati hanno un colore della pelle bluastro, che aumenta con le urla, la suzione.

I bambini sono in ritardo nello sviluppo fisico, le dita si formano come "bacchette" e le unghie sono come "occhiali da orologio", si verifica edema, fegato congestionato, attacchi acuti di deterioramento della salute sono caratteristici - il bambino diventa irrequieto, soffoca, diventa bruscamente blu, mancanza di respiro, palpitazioni, è possibile perdita di conoscenza.

Con una condizione così grave del bambino, è indicata un'operazione chirurgica. Senza trattamento chirurgico in questi bambini nel primo anno di vita, la prognosi è estremamente sfavorevole..


Articolo Successivo
Cardiopatia ischemica wikipedia