Erisipela: sintomi, trattamento


L'erisipela (o semplicemente l'erisipela) è una delle infezioni batteriche della pelle che può colpire qualsiasi parte di essa e porta allo sviluppo di grave intossicazione. La malattia procede per fasi, a causa delle quali una forma lieve che non viola la qualità della vita può trasformarsi in grave. L'erisipela prolungata senza un trattamento adeguato porterà alla fine alla morte della pelle colpita e alla sofferenza di tutto il corpo.

È importante che in presenza di sintomi caratteristici dell'erisipela, il paziente si rivolga al medico e non si tratti, aspettando la progressione della malattia e lo sviluppo di complicanze.

Cause di erisipela

Affinché si verifichi l'erisipela, devono essere soddisfatte tre condizioni:

  1. Presenza di una ferita: non è necessario che i batteri abbiano un danno esteso ai tessuti molli per entrare nella pelle. È sufficiente un graffio, "screpolature" sulla pelle delle gambe o un piccolo taglio;
  2. Se un certo microbo entra nella ferita, si ritiene che l'erisipela possa essere causata solo da streptococco emolitico A. Oltre al danno cutaneo locale, produce forti tossine e sconvolge il sistema immunitario. Ciò si manifesta con l'intossicazione del corpo e la possibilità che l'erisipela si ripresenti (per apparire di nuovo, dopo un certo tempo);
  3. Immunità indebolita: questo fattore è di grande importanza per lo sviluppo di infezioni della pelle. L'erisipela praticamente non si verifica in persone sane la cui immunità non è indebolita da un'altra malattia o condizioni di vita dannose (stress, sovraccarico fisico / mentale, fumo, tossicodipendenza, alcol, ecc.).

Nonostante il fatto che la malattia possa manifestarsi in ogni persona, nelle condizioni di cui sopra, soffrono principalmente le persone di vecchiaia. A rischio sono anche i neonati con diabete mellito, HIV, qualsiasi patologia oncologica o che assumono glucocorticosteroidi / citostatici.

Cos'è l'erisipela

Esistono diverse forme di erisipela, che differiscono per gravità dei sintomi, gravità e tattiche di trattamento. Va notato che possono passare successivamente l'uno nell'altro, quindi è importante iniziare il trattamento in modo tempestivo..

In linea di principio, le seguenti forme di malattia dovrebbero essere suddivise:

  1. Erisipela eritematosa - manifestata da sintomi classici, senza ulteriori cambiamenti della pelle;
  2. Forma bollosa - caratterizzata dalla formazione di vesciche sulla pelle con contenuto sieroso;
  3. Emorragico (bolloso-emorragico): una caratteristica di questo tipo di erisipela è il danno all'infezione dei piccoli vasi sanguigni. Per questo motivo, il sangue suda attraverso la parete e forma vesciche con contenuto emorragico;
  4. Necrotica: la forma più grave in cui la pelle colpita muore.

A seconda della posizione, l'erisipela può essere sul viso, sulla gamba, sul braccio. Molto meno spesso, si forma un'infezione nel perineo o in altre aree del tronco.

Inizio dell'erisipela

Dal momento dell'infezione della ferita alla comparsa dei primi sintomi, in media, ci vogliono 3-5 giorni. I sintomi dell'erisipela della pelle del viso, delle braccia, delle gambe e di qualsiasi altra localizzazione iniziano con un aumento della temperatura e del dolore dell'area interessata. Di norma, il primo giorno di malattia, si osserva una febbre non più di 38 o C.In futuro, la temperatura corporea può salire a 40 o C.A causa dell'azione dello streptococco, il paziente ha tutti i segni caratteristici di intossicazione del corpo:

  • Grande debolezza;
  • Diminuzione / perdita dell'appetito;
  • Aumento della sudorazione;
  • Ipersensibilità alla luce intensa e ai rumori fastidiosi.

Poche ore dopo che la temperatura aumenta (fino a 12 ore), compaiono i sintomi della pelle e delle strutture linfatiche. Differiscono in qualche modo, a seconda della posizione, ma sono uniti da un segno: questo è un arrossamento pronunciato della pelle. L'erisipela può diffondersi al di fuori dell'area interessata o rimanere in una sola area. Dipende dall'aggressività del microbo, dalla resistenza del corpo alle infezioni e dal tempo di inizio della terapia..

Sintomi locali di erisipela

I segni comuni di erisipela sulla pelle sono:

  • Grave arrossamento della zona interessata (eritema), che sale leggermente al di sopra della superficie della pelle. L'eritema è delimitato dai tessuti sani da un rotolo denso, ma con un'erisipela diffusa potrebbe non esserci;
  • Dolore durante l'esplorazione dell'area del rossore;
  • Gonfiore della zona interessata (piedi, gambe, viso, avambraccio, ecc.);
  • Dolore ai linfonodi, vicino al centro dell'infezione (linfoadenite);
  • Con una forma bollosa, possono esserci vesciche chiare sulla pelle piene di sangue o fluido sieroso (plasma).

Oltre ai segni comuni, l'erisipela ha le sue caratteristiche quando localizzata in diverse parti del corpo. Devono essere presi in considerazione per sospettare un'infezione in tempo e iniziare il trattamento in modo tempestivo..

Caratteristiche dell'erisipela della pelle del viso

Il viso è la localizzazione più sfavorevole dell'infezione. Questa zona del corpo è molto ben fornita di sangue, che contribuisce allo sviluppo di un edema pronunciato. I vasi linfatici e sanguigni collegano le strutture superficiali e profonde, motivo per cui esiste la possibilità di sviluppare la meningite purulenta. La pelle del viso è piuttosto delicata, quindi è danneggiata dall'infezione un po 'più che in altre localizzazioni.

Considerando questi fattori, è possibile determinare le caratteristiche dei sintomi dell'erisipela sul viso:

  • Il dolore dell'area infetta aumenta con la masticazione (se l'erisipela si trova nella mascella inferiore o sulla superficie delle guance);
  • Grave edema non solo dell'area arrossata, ma anche dei tessuti circostanti del viso;
  • Il dolore quando si sondano le superfici laterali del collo e sotto il mento è un segno di infiammazione dei linfonodi;

I sintomi di intossicazione con infezione della pelle del viso sono più pronunciati rispetto ad altre localizzazioni. Il primo giorno, la temperatura corporea può salire a 39-40 o C, compaiono grave debolezza, nausea, forte mal di testa e sudorazione. L'erisipela sul viso è un motivo per consultare immediatamente un medico o al pronto soccorso di un ospedale chirurgico.

Caratteristiche del viso sulla gamba

C'è la convinzione tra i medici che l'erisipela dell'arto inferiore sia strettamente correlata a una violazione delle norme di igiene personale. La mancanza di un lavaggio regolare dei piedi crea condizioni eccellenti per la riproduzione degli streptococchi. In questo caso, per la loro penetrazione nella pelle, è sufficiente un microtrauma (crepe nei piedi, un piccolo graffio o foratura).

Le caratteristiche del quadro clinico dell'erisipela nell'area delle gambe sono le seguenti:

  • L'infezione si trova sul piede o sulla parte inferiore della gamba. La coscia è raramente colpita;
  • Di norma, nell'area delle pieghe inguinali (sulla superficie anteriore del corpo, dove la coscia passa nel tronco), puoi trovare formazioni dolorose di forma rotonda: si tratta di linfonodi inguinali infiammati che frenano la diffusione dell'infezione da streptococco;
  • Con una linfostasi grave, il gonfiore della gamba può essere piuttosto grave e diffondersi al piede, alla caviglia e alla parte inferiore della gamba. È abbastanza facile trovarlo: per questo è necessario premere la pelle contro le ossa della parte inferiore della gamba con il dito. Se c'è edema, dopo che il dito è stato rimosso, la fossa persisterà per 5-10 secondi.

Nella maggior parte dei casi, l'erisipela degli arti inferiori è molto più facile rispetto a un'altra sede dell'infezione. L'eccezione sono le forme necrotiche e complicate..

Caratteristiche di una faccia sulla mano

L'infezione da streptococco colpisce raramente la pelle delle mani, poiché è abbastanza difficile creare una grande concentrazione di microbi attorno alla ferita. L'erisipela sull'arto superiore può essere il risultato di una puntura o di un taglio con un oggetto contaminato. Il gruppo a rischio sono i bambini in età prescolare e scolare, i tossicodipendenti per via endovenosa.

L'erisipela sulla mano è più spesso comune: coinvolge diversi segmenti (mano e avambraccio, spalla e avambraccio, ecc.). Poiché le vie linfatiche sono ben sviluppate sull'arto superiore, specialmente nella fossa ascellare, l'edema può diffondersi dalle dita ai muscoli pettorali.

Se senti la superficie interna della spalla o delle ascelle, puoi trovare linfoadenite regionale. I linfonodi saranno ingrossati, lisci, dolorosi.

Diagnostica

Il medico può stabilire la presenza di erisipela dopo l'esame iniziale e la palpazione dell'area interessata. Se il paziente non ha malattie concomitanti, è sufficiente utilizzare solo un esame del sangue generale da metodi diagnostici aggiuntivi. I seguenti indicatori indicheranno la presenza di infezione:

  1. La velocità di eritrosedimentazione (ESR) è superiore a 20 mm / ora. Durante l'altezza della malattia, può accelerare fino a 30-40 mm / ora. Si normalizza entro la 2-3a settimana di trattamento (la norma è fino a 15 mm / ora);
  2. Leucociti (WBC) - più di 10,1 * 10 9 / l. Un segno sfavorevole è una diminuzione del livello dei leucociti inferiore a 4 * 10 9 / l. Ciò indica l'incapacità del corpo di resistere adeguatamente alle infezioni. È osservato con varie immunodeficienze (HIV, AIDS, cancro del sangue, effetti della radioterapia) e con infezione generalizzata (sepsi);
  3. Eritrociti (RBC): con l'erisipela emorragica si può osservare una diminuzione del livello al di sotto del normale (meno di 3,8 * 10 12 / l nelle donne e 4,4 * 10 12 / l negli uomini). In altre forme, di regola, rimane entro il range normale;
  4. Emoglobina (HGB) - può anche ridurre la forma emorragica della malattia. La velocità dell'indicatore va da 120 g / le 180 g / l. Una diminuzione dell'indicatore al di sotto della norma è un motivo per iniziare a prendere preparati di ferro (quando prescritto da un medico). Diminuzione del livello di emoglobina al di sotto di 75 g / l - indicazione per trasfusione di sangue intero o eritromassaggio.

La diagnostica strumentale viene utilizzata in caso di alterato flusso sanguigno all'arto (ischemia) o in presenza di malattie concomitanti, come aterosclerosi obliterante, tromboflebite, tromboangioite, ecc. In questo caso, al paziente può essere prescritta l'analisi Doppler degli arti inferiori, la reovasografia o l'angiografia. Questi metodi determineranno la pervietà vascolare e la causa dell'ischemia..

Complicazioni di erisipela

Qualsiasi infezione da erisipela, con trattamento inopportuno o corpo del paziente significativamente indebolito, può portare alle seguenti complicazioni:

  • Un ascesso è una cavità purulenta delimitata da una capsula di tessuto connettivo. È la complicazione meno pericolosa;
  • Phlegmon è un focolaio purulento diffuso nei tessuti molli (tessuto sottocutaneo o muscoli). Porta a danni alle strutture circostanti e ad un aumento significativo dei sintomi di intossicazione;
  • La flebite purulenta è un'infiammazione della parete venosa sull'arto interessato, che porta al suo indurimento e restringimento. La flebite si manifesta con edema dei tessuti circostanti, arrossamento della pelle sopra la vena e aumento della temperatura locale;
  • Erisipela necrotica - necrosi della pelle nell'area interessata da streptococco;
  • Meningite purulenta - può verificarsi quando un'erisipela si trova sul viso. Questa è una malattia grave che si sviluppa a causa dell'infiammazione del rivestimento del cervello. Si manifesta con sintomi cerebrali generali (mal di testa insopportabile, annebbiamento della coscienza, vertigini, ecc.) E tensione involontaria di alcuni gruppi muscolari;
  • La sepsi è la complicanza più pericolosa dell'erisipela, che nel 40% dei casi termina con la morte del paziente. È un'infezione generalizzata che colpisce gli organi e porta alla formazione di focolai purulenti in tutto il corpo..

Puoi prevenire la formazione di complicazioni se cerchi assistenza medica in modo tempestivo e non ti tratti. Solo un medico può determinare le tattiche ottimali e prescrivere la terapia per l'erisipela.

Trattamento dell'erisipela

Le forme non complicate di erisipela non richiedono un intervento chirurgico: vengono trattate in modo conservativo. A seconda delle condizioni del paziente, viene decisa la questione della necessità di ricovero. Ci sono raccomandazioni inequivocabili solo per quanto riguarda l'erisipela sul viso: tali pazienti dovrebbero essere trattati solo in ospedale.

Il regime di terapia classica include:

  1. Antibiotico: una combinazione di penicilline protette (Amoxiclav) e sulfonamidi (Sulfalene, Sulfadiazine, Sulfanilamide) ha un effetto ottimale. Ceftriaxone può essere utilizzato come farmaco alternativo. Il periodo consigliato di trattamento antibatterico è di 10-14 giorni;
  2. Antistaminico: poiché lo streptococco può compromettere l'immunità del corpo e causare reazioni simili a quelle allergiche, è necessario utilizzare questo gruppo di farmaci. Attualmente, i farmaci migliori (ma costosi) sono la loratadina e la desloratadina. Se il paziente non ha la possibilità di acquistarli, il medico può raccomandare Suprastin, Diphenhydramine, Clemastin, ecc.; in alternativa;
  3. Antidolorifico: per l'erisipela vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non ormonali (FANS). La preferenza dovrebbe essere data a Nimesulide (Nise) o Meloxicam, poiché hanno il minor numero di reazioni avverse. Alternativa: Ketorol, Ibuprofen, Diclofenac. Il loro uso deve essere combinato con l'assunzione di Omeprazolo (o Rabeprazolo, Lansoprazolo, ecc.), Che aiuterà a ridurre l'effetto negativo dei FANS sulla mucosa gastrica;
  4. Le medicazioni antisettiche con lo 0,005% di clorexidina sono una componente importante della terapia. Quando applicato, la medicazione deve essere abbondantemente inumidita con la soluzione e rimanere bagnata per diverse ore. Una benda sterile viene applicata sulla medicazione.

Come trattare l'erisipela della pelle, se si sono verificate complicazioni locali o si sviluppa un'erisipela bollosa? In questo caso, c'è solo una via d'uscita: il ricovero in un ospedale chirurgico e l'operazione.

Chirurgia

Come già accennato, le indicazioni per la chirurgia sono la formazione di ascessi (flemmoni, ascessi), necrosi della pelle o una forma bollosa di erisipela. Non dovresti aver paura del trattamento chirurgico, nella maggior parte dei casi non richiede più di 30-40 minuti e viene eseguito in anestesia generale (anestesia).

Durante l'operazione, il chirurgo apre la cavità ascessuale e ne rimuove il contenuto. La ferita, di regola, non viene suturata: viene lasciata aperta e viene installato uno scarico in gomma per drenare il fluido. Se viene trovato tessuto morto, vengono completamente rimossi, dopodiché viene continuata la terapia conservativa.

Il trattamento chirurgico della forma bollosa dell'erisipela è il seguente: il medico apre le vesciche esistenti, tratta le loro superfici con un antisettico e applica medicazioni con soluzione di clorexidina allo 0,005%. Pertanto, viene impedito l'attaccamento di un'infezione estranea..

Pelle dopo l'erisipela

In media, l'erisipela richiede 2-3 settimane per curare. Quando la risposta infiammatoria locale diminuisce e il numero di streptococchi diminuisce, la pelle inizia a rinnovarsi. Il rossore diminuisce e una sorta di pellicola appare sul sito dell'area danneggiata - questa è la "vecchia" pelle staccata. Non appena viene completamente rifiutato, dovrebbe essere rimosso da solo. Dovrebbe esserci un epitelio invariato sotto di esso..

Durante la settimana successiva, può persistere il desquamazione della pelle, che è una normale reazione del corpo.

In alcuni pazienti, l'erisipela può assumere un decorso ricorrente, cioè appare di nuovo nello stesso posto dopo un certo tempo (diversi anni o mesi). In questo caso, la pelle sarà suscettibile a disturbi trofici, si può formare gonfiore cronico dell'arto o sostituzione dell'epitelio con tessuto connettivo (fibrosi)..

Domande frequenti dei pazienti

L'erisipela è una malattia grave, che è pericolosa con grave intossicazione e sviluppo di complicanze. Di norma, con un trattamento tempestivo iniziato, la prognosi è favorevole. Se il paziente arriva dopo una settimana o più dall'inizio dell'infezione, il suo corpo è indebolito da malattie concomitanti (diabete mellito, insufficienza cardiaca, HIV, ecc.), L'erisipela può portare a conseguenze fatali.

In quasi tutte le forme di erisipela, questo processo avviene in modo indipendente, senza l'intervento dei medici. La cosa principale è eliminare la fonte di infezione e infiammazione locale. L'eccezione è l'erisipela necrotica. In questo caso, la pelle può essere ripristinata solo chirurgicamente (innesto cutaneo).

In questo caso, stiamo parlando di una forma ricorrente di erisipela. Lo streptococco di gruppo A ha la capacità di interrompere il sistema immunitario, il che porta a ripetute reazioni infiammatorie nella pelle colpita. Sfortunatamente, non sono stati sviluppati metodi adeguati per prevenire le ricadute..

Attualmente, antibiotici tetracicline non usare per il trattamento dell'erisipela. Gli studi hanno dimostrato che la maggior parte degli streptococchi emolitici sono resistenti a questo farmaco, quindi si consiglia di utilizzare i seguenti antibiotici per l'erisipela: una combinazione di penicillina sintetica + sulfonamide o una cefalosporina di terza generazione (Ceftriaxone).

No. La terapia fisica durante il periodo acuto porterà ad un aumento dell'infiammazione e alla diffusione dell'infezione. Dovrebbe essere posticipato fino al periodo di recupero. Dopo la soppressione dell'infezione, è possibile utilizzare la magnetoterapia o l'UFO.

Il trattamento dell'erisipela delle braccia, delle gambe e di qualsiasi altra parte del corpo viene effettuato secondo gli stessi principi.

Erisipela della pelle

La malattia dell'erisipela deve il suo nome alla parola francese rouge (rosso), perché è caratterizzata da un forte arrossamento della pelle, gonfiore, dolore, febbre. Il centro dell'infiammazione cresce rapidamente, inizia la suppurazione, il dolore e la sensazione di bruciore si intensificano. Perché si verifica l'erisipela della pelle e delle mucose? Scopri l'eziologia di questa malattia, i metodi di trattamento, le possibili complicanze.

Le cause della malattia

La causa principale della malattia (codice ICD-10) è l'infezione con le specie più pericolose della famiglia di batteri streptococchi - streptococco beta-emolitico di gruppo A. Si verifica quando viene a contatto con un paziente o un portatore di questa infezione, attraverso le mani sporche, da goccioline trasportate dall'aria. Se l'infiammazione è contagiosa o meno dipende dalle condizioni generali (immunità), dal contatto e da altri fattori. Contribuire alla penetrazione e allo sviluppo di infezioni da danni alla pelle:

  • abrasioni, tagli;
  • piaghe da decubito;
  • siti di iniezione;
  • morsi;
  • varicella (ulcere);
  • herpes;
  • herpes zoster;
  • psoriasi;
  • dermatite;
  • eczema;
  • irritazione chimica;
  • bolle;
  • follicolite;
  • cicatrici.

Il rischio di infezione aumenta nelle persone con tromboflebite, vene varicose, insufficienza linfovena, infezioni fungine, che indossano costantemente indumenti e scarpe di gomma, pazienti costretti a letto. Complicazioni dopo malattie otorinolaringoiatriche, soppressione dei fattori immunitari contribuiscono alla penetrazione e allo sviluppo dell'infezione:

  • prendendo alcuni farmaci;
  • chemioterapia;
  • malattie endocrine;
  • cirrosi epatica;
  • aterosclerosi;
  • AIDS;
  • anemia;
  • fumare;
  • oncologia;
  • dipendenza;
  • esaurimento;
  • alcolismo.

In quali aree si sviluppa più spesso

L'erisipela è un'infiammazione locale che colpisce aree specifiche della pelle. Le seguenti parti del corpo sono più suscettibili alle lesioni:

  1. Gambe. L'infiammazione si verifica a seguito di infezione da streptococchi attraverso danni alla pelle da calli, funghi, traumi. Lo sviluppo è facilitato da una violazione del flusso linfatico e della circolazione sanguigna causata da tromboflebite, aterosclerosi, vene varicose. I batteri, entrati nel corpo attraverso lesioni cutanee, iniziano a moltiplicarsi nei vasi linfatici della parte inferiore della gamba.
  2. Braccia. Questa parte del corpo nelle donne è soggetta a erisipela a causa della congestione linfatica dopo la mastectomia. La pelle delle mani viene infettata nei siti di iniezione.
  3. Viso e testa. L'erisipela come complicanza è possibile durante e dopo le malattie otorinolaringoiatriche. Ad esempio, l'orecchio (padiglione auricolare), il collo e la testa si infiammano con l'otite media. La congiuntivite streptococcica provoca lo sviluppo di infiammazione attorno alle orbite e infezioni dei seni nasali - la formazione di una lesione caratteristica a forma di farfalla (naso e guance).
  4. Il busto. Qui, l'infiammazione della pelle si verifica nell'area delle suture chirurgiche quando viene introdotta un'infezione da streptococco. Nei neonati, l'apertura ombelicale. Possibili manifestazioni di lesioni cutanee con herpes e fuoco di Sant'Antonio, in aree di piaghe da decubito.
  5. Genitali. Appare nell'area delle grandi labbra femminili, lo scroto negli uomini, si sviluppa nell'ano, nel perineo, nei punti di dermatite da pannolino, graffi, abrasioni della pelle.

Segni e sintomi caratteristici

L'infiammazione della pelle inizia con un improvviso aumento della temperatura (fino a 39-40 gradi!) E un forte brivido che scuote il corpo. La febbre dura circa una settimana, accompagnata da annebbiamento della coscienza, delirio, convulsioni, grave debolezza, dolori muscolari, vertigini. Questi segni sono caratteristici della prima ondata di intossicazione. 10-15 ore dopo l'infezione, c'è un luminoso arrossamento della pelle causato dalla vasodilatazione sotto l'influenza delle tossine dello stafilococco. Dopo una o due settimane, l'intensità si indebolisce, la pelle inizia a staccarsi.

  • Quanti vivono con la cirrosi epatica - il grado della malattia. Fasi della cirrosi epatica e aspettativa di vita
  • Addominoplastica dell'addome
  • Olivello spinoso - proprietà utili e controindicazioni per donne e uomini. I benefici delle bacche di olivello spinoso

Il focus dell'infezione è limitato da una cresta evidente (ispessimento della pelle), ha bordi irregolari e cresce rapidamente. La pelle inizia a brillare, il paziente avverte un forte bruciore e dolore nel sito della lesione. Per una forma complicata di erisipela, sono caratteristici i seguenti:

  • vesciche con pus;
  • emorragia;
  • bolle con contenuto trasparente.

Erisipela. Cause, sintomi, trattamento della patologia.

Statistiche e fatti

L'erisipela occupa il 4 ° posto tra le malattie infettive, seconda solo alle malattie respiratorie e intestinali, nonché all'epatite. L'incidenza è di 12-20 casi su 10.000 abitanti. Il numero di pazienti aumenta in estate e in autunno.

Il numero di recidive è aumentato del 25% negli ultimi 20 anni. Nel 10% delle persone si verifica un episodio ripetuto di erisipela entro 6 mesi, nel 30% entro 3 anni. L'erisipela ripetuta nel 10% dei casi termina con linfostasi ed elefantiasi.

I medici hanno notato una tendenza allarmante. Se negli anni '70 il numero di forme gravi di erisipela non superava il 30%, oggi ci sono più dell'80% di tali casi. Allo stesso tempo, il numero di forme lievi è diminuito e il periodo di febbre ora dura più a lungo.

Il 30% dei casi di erisipela è associato a alterazione del flusso sanguigno e linfatico negli arti inferiori, con vene varicose, tromboflebite da insufficienza linfovena.

La mortalità per complicazioni causate da erisipela (sepsi, cancrena, polmonite) raggiunge il 5%.

Chi soffre più spesso di erisipela?

  • La malattia colpisce persone di tutte le età. Ma la maggior parte dei pazienti (oltre il 60%) sono donne sopra i 50 anni.
  • C'è erisipela nei bambini quando lo streptococco entra nella ferita ombelicale.
  • Ci sono prove che le persone con il terzo gruppo sanguigno sono più suscettibili all'erisipela..
  • L'erisipela è una malattia dei paesi civili. Nel continente africano e nell'Asia meridionale, le persone raramente si ammalano..
L'erisipela si verifica solo nelle persone con ridotta immunità, indebolite da stress o malattie croniche. Gli studi hanno dimostrato che lo sviluppo della malattia è associato a una risposta inadeguata del sistema immunitario all'ingresso di streptococco nel corpo. L'equilibrio delle cellule immunitarie è disturbato: il numero di linfociti T e immunoglobuline A, M, G diminuisce, ma allo stesso tempo viene prodotto un eccesso di immunoglobulina E. In questo contesto, il paziente sviluppa un'allergia.

Con un decorso favorevole della malattia e un trattamento corretto, i sintomi scompaiono il quinto giorno. Il recupero completo avviene in 10-14 giorni.

È interessante notare che l'erisipela, sebbene sia una malattia infettiva, viene trattata con successo dai guaritori tradizionali. Medici qualificati riconoscono questo fatto, ma a condizione che solo l'erisipela non complicata possa essere trattata con metodi popolari. La medicina tradizionale spiega questo fenomeno dal fatto che le cospirazioni sono una sorta di psicoterapia che allevia lo stress, uno dei fattori più favorevoli nello sviluppo dell'erisipela.

Struttura della pelle e funzione del sistema immunitario

La pelle è un complesso organo multistrato che protegge il corpo da fattori ambientali: microrganismi, sbalzi di temperatura, sostanze chimiche, radiazioni. Inoltre, la pelle svolge altre funzioni: scambio di gas, respirazione, termoregolazione, rilascio di tossine.

Struttura della pelle:

  1. L'epidermide è lo strato superficiale della pelle. Lo strato corneo dell'epidermide - cellule cheratinizzate dell'epidermide, ricoperte da un sottile strato di sebo. Fornisce una protezione affidabile contro batteri e sostanze chimiche nocive. Sotto lo strato corneo ci sono altri 4 strati dell'epidermide: lucido, granulare, spinoso e basale. Sono responsabili del rinnovamento della pelle e della guarigione di lesioni minori..
  2. La pelle stessa o il derma è lo strato che si trova sotto l'epidermide. È lui che soffre soprattutto di erisipela. Il derma contiene:
    • capillari sanguigni e linfatici,
    • sudore e ghiandole sebacee,
    • follicoli piliferi con follicoli piliferi;
    • fibre muscolari connettive e lisce.
  3. Tessuto adiposo sottocutaneo. Si trova più in profondità del derma. Rappresenta le fibre del tessuto connettivo vagamente localizzate e gli accumuli di cellule adipose tra di loro.
La superficie della pelle non è sterile. È abitato da batteri amici dell'uomo. Questi microrganismi non consentono ai batteri patogeni che entrano nella pelle di moltiplicarsi e muoiono senza causare malattie.

Come funziona il sistema immunitario

Il sistema immunitario è un sistema di tessuti e organi che ha lo scopo di proteggere l'organismo da batteri, virus, parassiti, tossine e cellule mutate del proprio corpo che possono dare origine a tumori. Il sistema immunitario è responsabile della protezione dai microrganismi, della sostituzione delle cellule del corpo invecchiate e della guarigione delle ferite.

Il sistema immunitario comprende:

  1. Organi: midollo osseo, timo, tonsille, milza, macchie di Peyer nell'intestino, linfonodi e vasi linfatici,
  2. Cellule immunitarie: linfociti, leucociti, fagociti, mastociti, eosinofili, cellule natural killer. Si ritiene che la massa totale di queste cellule raggiunga il 10% del peso corporeo..
  3. Molecole proteiche: gli anticorpi devono rilevare, riconoscere e distruggere il nemico. Differiscono per struttura e funzione: igG, igA, igM, igD, IgE.
  4. Sostanze chimiche: lisozima, acido cloridrico, acidi grassi, eicosanoidi, citochine. Microrganismi amichevoli (microbi commerciali) che abitano la pelle, le mucose, l'intestino. La loro funzione è quella di inibire la crescita di batteri patogeni.
Considera come funziona il sistema immunitario quando lo streptococco entra nel corpo:
  1. I linfociti, o meglio i loro recettori, le immunoglobuline, riconoscono i batteri.
  2. I T-helper reagiscono alla presenza di batteri. Si dividono attivamente, rilasciano citochine.
  3. Le citochine attivano il lavoro dei leucociti, cioè fagociti e T-killer, progettati per uccidere i batteri.
  4. I linfociti B producono anticorpi specifici per un dato organismo, che neutralizzano le particelle estranee (aree di batteri distrutti, le loro tossine). Successivamente, vengono assorbiti dai fagociti.
  5. Dopo aver sconfitto la malattia, speciali linfociti T ricordano il nemico dal suo DNA. Quando entra di nuovo nel corpo, il sistema immunitario viene attivato rapidamente, prima che la malattia si sviluppi.

Cause di erisipela

Streptococco

Gli streptococchi sono un genere di batteri globulari molto diffusi in natura per la loro vitalità. Tuttavia, non tollerano molto bene il riscaldamento. Ad esempio, questi batteri non si moltiplicano a 45 gradi. Ciò è associato alla bassa incidenza di erisipela nei paesi tropicali..

L'erisipela è causata da uno dei tipi di batteri: streptococco beta-emolitico di gruppo A. Questo è il più pericoloso dell'intera famiglia di streptococchi.

Se lo streptococco entra nel corpo di una persona con un sistema immunitario indebolito, si verificano erisipela, tonsillite, scarlattina, reumatismi, miocardite, glomerulonefrite.

Se lo streptococco entra nel corpo di una persona con un'immunità sufficientemente forte, può diventare un portatore. Il trasporto di streptococco è stato rilevato nel 15% della popolazione. Lo streptococco fa parte della microflora, vive sulla pelle e sulle mucose del rinofaringe senza causare malattie.

Portatori e pazienti di qualsiasi forma di infezione da streptococco possono diventare una fonte di infezione da erisipela. L'agente eziologico della malattia viene trasmesso attraverso il contatto, oggetti domestici, mani sporche e goccioline trasportate dall'aria.

Gli streptococchi sono pericolosi perché secernono tossine ed enzimi: streptolisina O, ialuronidasi, nadasi, esotossine pirogene.

Come gli streptococchi e le loro tossine influenzano il corpo:

  • Distruggi (dissolvi) le cellule del corpo umano;
  • Stimolano i linfociti T e le cellule endoteliali a produrre quantità eccessive di citochine, sostanze che innescano la risposta infiammatoria del corpo. Le sue manifestazioni: febbre grave e flusso sanguigno al sito di lesione, dolore;
  • Ridurre il livello di anticorpi anti-streptococco nel siero del sangue, che impedisce al sistema immunitario di combattere la malattia;
  • Distruggono l'acido ilaurico, che è la base del tessuto connettivo. Questa proprietà aiuta l'agente patogeno a diffondersi nel corpo;
  • I leucociti influenzano le cellule immunitarie, interrompendo la loro capacità di fagocitosi (cattura e digestione) dei batteri;
  • Sopprime la produzione di anticorpi necessari per combattere i batteri
  • Danno vascolare immunitario. Le tossine causano una risposta immunitaria inadeguata. Le cellule immunitarie scambiano le pareti dei vasi sanguigni per batteri e li attaccano. Anche altri tessuti del corpo soffrono di aggressione immunitaria: articolazioni, valvole cardiache.
  • Causano vasodilatazione e aumento della loro permeabilità. Le pareti dei vasi sanguigni consentono il passaggio di molti liquidi, il che porta all'edema tissutale.
Gli streptococchi sono estremamente variabili, quindi i linfociti e gli anticorpi non possono "ricordarli" e fornire l'immunità. Questa caratteristica dei batteri causa frequenti ricadute di infezione da streptococco..

Proprietà della pelle

  1. Lesioni cutanee:
    • punture di animali e insetti;
    • tagli e abrasioni;
    • ulcere e piaghe da decubito;
    • ferita ombelicale nei neonati;
    • cateteri venosi e siti di iniezione di farmaci per iniezione.

    Qualsiasi danno alla pelle può diventare la porta per lo streptococco. I batteri penetrano negli strati profondi della pelle e si moltiplicano nei capillari linfatici. Rilasciano una tossina nel flusso sanguigno che può avvelenare il corpo. Tutte le manifestazioni dell'erisipela sono la risposta del corpo alla presenza di batteri e alle loro tossine.
  2. Pericoli professionali:
    • contatto con la pelle di composti chimici;
    • inquinamento frequente;
    • indossare indumenti e scarpe di gomma.
    Le occupazioni di minatori, conducenti, meccanici, lavoratori agricoli, lavoratori dell'industria metallurgica e chimica sono associate a tali fattori..
  3. Lesioni cutanee virali:
    • herpes;
    • herpes zoster;
    • varicella.
    Queste infezioni riducono l'immunità e causano vesciche piene di liquido sulla pelle. Dopo averli aperti, i batteri penetrano facilmente nella pelle;
  4. Dermatosi cronica e altre lesioni cutanee:
    • eczema,
    • dermatite atopica,
    • psoriasi,
    • neurodermite;
    • orticaria;
    • dermatite da contatto.
    Queste malattie sono di natura allergica. Le cellule immunitarie attaccano l'epidermide, riducendo l'immunità locale e causando edema. Se i batteri entrano in graffi e graffi, si moltiplicano rapidamente nella pelle allergica;
  5. Lesioni cutanee purulente:

  • foruncolo;
  • carbonchio;
  • follicolite.
Nel caso in cui l'infiammazione delle ghiandole sebacee sia causata da streptococco, i batteri indipendentemente o dopo aver spremuto l'ascesso penetrano nel tessuto circostante e nei vasi linfatici. Lì iniziano a moltiplicarsi e rilasciare tossine;
  • Violazione della circolazione sanguigna e del flusso linfatico:
    • tromboflebite;
    • flebeurisma;
    • insufficienza linfovena.
    La violazione dell'afflusso di sangue con danni al sangue e ai vasi linfatici porta a carenza di ossigeno e carenze nutrizionali nell'area circostante. Questo riduce l'immunità e rende la pelle suscettibile alle infezioni. Inoltre, il ristagno della linfa nei vasi contribuisce alla riproduzione dello streptococco;
  • Cicatrici:
    • post traumatico;
    • postoperatorio.
    Il tessuto delle cicatrici cheloidi è costituito da cellule epidermiche indifferenziate, che il corpo percepisce come estranee e le attacca. Inoltre, la circolazione sanguigna è compromessa nel tessuto cicatriziale, quindi diventa un buon terreno fertile per lo streptococco;
  • Malattie fungine dei piedi, cuoio capelluto. Le malattie fungine influenzano l'integrità della pelle e non è in grado di svolgere la sua funzione protettiva. I batteri penetrano facilmente nelle fessure delle pieghe interdigitali, provocando l'erisipela della parte inferiore della gamba;
  • Complicazioni di malattie degli organi e degli occhi ENT:
    • rinite;
    • otite;
    • congiuntivite.

    Esiste il pericolo di diffusione di streptococco con flusso sanguigno nei capillari linfatici della pelle. In questo caso, l'erisipela si verifica più spesso sul viso e sul cuoio capelluto, ma può anche apparire su altre parti del corpo, specialmente dove la circolazione sanguigna è compromessa;
  • Vestiti che feriscono la pelle e compromettono la circolazione sanguigna.

    Biancheria intima stretta, jeans attillati interrompono il movimento del sangue attraverso i vasi. Piccole abrasioni che si verificano quando la cucitura sfrega contro la pelle, facilita la penetrazione dei batteri in essa. Se i vestiti sono fatti di materiali sintetici, non assorbono l'umidità e creano un effetto serra. Tali condizioni sono favorevoli per la riproduzione degli streptococchi..

    Stato di immunità

    Lo streptococco è molto comune nell'ambiente e tutti lo incontrano quotidianamente. Nel 15-20% della popolazione vive costantemente nelle tonsille, nei seni, nelle cavità dei denti cariati. Ma se il sistema immunitario è in grado di frenare la moltiplicazione dei batteri, la malattia non si sviluppa. Quando qualcosa mina le difese del corpo, i batteri si moltiplicano e inizia l'infezione da streptococco.

    Fattori che sopprimono le difese immunitarie del corpo:

    1. Assunzione di farmaci che sopprimono l'immunità:
      • ormoni steroidei;
      • citostatici;
      • farmaci chemioterapici.
    2. Disturbi metabolici:
      • diabete;
      • insufficienza renale;
      • cirrosi epatica;
      • ipotiroidismo.
    3. Malattie associate a cambiamenti nella composizione del sangue:
      • aterosclerosi;
      • anemia;
      • colesterolo alto.
    4. Malattie del sistema immunitario
      • AIDS;
      • ipercitochinemia;
      • immunodeficienza combinata grave.
    5. Neoplasie maligne
    6. Malattie croniche degli organi ENT:
      • sinusite;
      • sinusite;
      • tonsillite;
      • otite.
    7. Di conseguenza, esaurimento
      • mancanza di sonno;
      • malnutrizione;
      • fatica;
      • carenza di vitamine.
    8. Cattive abitudini
      • alcolismo;
      • dipendenza;
      • fumare.
    9. Ipotermia.
    Riassumendo: affinché l'erisipela si sviluppi, sono necessari fattori di smaltimento:
    • cancello d'ingresso per infezione - danni alla pelle;
    • violazione della circolazione sanguigna e linfatica;
    • diminuzione dell'immunità generale;
    • ipersensibilità agli antigeni streptococcici (tossine e particelle di parete cellulare).
    In quali aree l'erisipela si sviluppa più spesso?
    1. Gamba. L'erisipela sulle gambe può essere il risultato di infezioni fungine dei piedi, calli, lesioni. Gli streptococchi penetrano nelle lesioni cutanee e si moltiplicano nei vasi linfatici della parte inferiore della gamba. Lo sviluppo dell'erisipela è favorito da malattie che causano disturbi circolatori: aterosclerosi obliterante, tromboflebite, vene varicose.
    2. Mano. L'erisipela si verifica negli uomini di età compresa tra 20 e 35 anni a causa dell'uso di droghe per via endovenosa. Gli streptococchi invadono le lesioni cutanee nel sito di iniezione. Nelle donne, la malattia è associata alla rimozione della ghiandola mammaria e alla congestione linfatica nella mano..
    3. Viso. Con la congiuntivite streptococcica, l'erisipela si sviluppa intorno all'orbita. Con l'otite media, la pelle del padiglione auricolare, del cuoio capelluto e del collo si infiamma. Il danno al naso e alle guance (come una farfalla) è associato a un'infezione da streptococco nei seni o nelle bolle. L'erisipela sul viso è sempre accompagnata da forte dolore e gonfiore..
    4. Il busto. L'erisipela si verifica intorno alle suture chirurgiche quando i pazienti non seguono l'asepsi o per colpa del personale medico. Nei neonati, lo streptococco può invadere la ferita ombelicale. In questo caso, l'erisipela è molto difficile..
    5. Forcella. L'area intorno all'ano, allo scroto (negli uomini) e alle grandi labbra (nelle donne). L'erisipela si verifica nel sito di abrasioni, dermatite da pannolino e graffi. Forme particolarmente gravi con danni agli organi genitali interni si verificano nelle donne in travaglio.

    Sintomi di erisipela, foto.

    L'erisipela inizia in modo acuto. Di norma, una persona può persino indicare il momento in cui sono comparsi i primi sintomi della malattia..

      Deterioramento del benessere generale

    1. forti brividi che scuotono letteralmente il corpo;
    2. la temperatura sale a 38-40 gradi, la febbre dura 5-10 giorni;
    3. sono possibili convulsioni, delirio e annebbiamento della coscienza;
    4. grave debolezza, vertigini;
    5. nausea, a volte vomito;
    6.dolore muscolare e articolare.

    I sintomi di intossicazione generale sono il risultato della prima ondata di tossine rilasciate dai batteri nel flusso sanguigno. Queste sostanze avvelenano il corpo, soprattutto colpiscono le cellule nervose e le meningi.

  • Rossore della pelle. I cambiamenti nella pelle compaiono 10-20 ore dopo l'inizio della malattia. L'area interessata è uniforme, di colore rosso vivo. Lo sviluppo del rossore è associato all'espansione locale dei capillari sanguigni, che si verifica a seguito dell'azione della tossina stafilococcica. Il rossore scompare dopo 7-14 giorni. Al suo posto si verifica il peeling. Sono le cellule dell'epidermide danneggiate dai batteri che vengono respinte.
  • Rullo. L'infiammazione è limitata a un rullo che si alza sopra la pelle sana. In questo luogo, gli streptococchi sono più attivi, quindi i segni di infiammazione sono più pronunciati qui: gonfiore, dolore, febbre.
  • Il sito dell'infiammazione aumenta rapidamente di dimensioni. Gli streptococchi si moltiplicano e invadono nuove aree della pelle.
  • Bordi irregolari di infiammazione. Sembrano fiamme o una mappa geografica. Questa è la prova di come gli stafilococchi invadono la pelle sana..
  • Dolore, bruciore, pienezza e tensione, soprattutto nella periferia. Il dolore aumenta con la palpazione. Le sensazioni dolorose sono il risultato dell'irritazione delle terminazioni nervose della pelle con tossine e della loro spremitura a causa dell'edema cutaneo.
  • Gonfiore della pelle Le tossine batteriche rendono le pareti dei vasi sanguigni facilmente permeabili. La componente liquida del sangue (plasma) filtra attraverso di loro. Satura l'area interessata della pelle, accumulandosi tra le cellule. A causa dell'accumulo di liquidi, la pelle è lucida, ma la sua superficie non è danneggiata.
  • Ingrandimento dei linfonodi regionali. Spesso i nodi sono dolorosi, aderiscono alla pelle, il che indica la loro infiammazione. Gli stafilococchi si moltiplicano nei capillari linfatici e si diffondono attraverso il sistema linfatico. I linfonodi filtrano la linfa, intrappolano i batteri e lavorano di più per sopprimere l'infezione.
  • Forme complicate di erisipela.

    Sullo sfondo della pelle edematosa arrossata, può apparire quanto segue:

    • Le emorragie sono una conseguenza del danno ai vasi sanguigni e del rilascio di sangue nello spazio intercellulare (forma eritematosa-emorragica);
    • Bolle piene di contenuto trasparente. I primi giorni sono piccoli, ma possono crescere e fondersi tra loro (forma eritematosa-bollosa).
    • Vesciche piene di contenuto sanguinante o purulento, circondate da emorragie (forma emorragica bollosa).

    Tali forme sono più gravi e spesso causano ricadute della malattia. Manifestazioni ripetute di erisipela possono comparire nello stesso punto o su diverse aree della pelle.

    Diagnosi di erisipela

    Quale medico devo contattare se compaiono i sintomi dell'erisipela??

    Quando i primi segni della malattia compaiono sulla pelle, si rivolgono a un dermatologo. Diagnosticherà e, se necessario, farà riferimento ad altri specialisti coinvolti nel trattamento dell'erisipela: specialista in malattie infettive, terapista, chirurgo, immunologo.

    All'appuntamento dal dottore

    Sondaggio

    Per diagnosticare correttamente e prescrivere un trattamento efficace, uno specialista deve distinguere l'erisipela da altre malattie con sintomi simili: ascesso, flemmone, tromboflebite.

    Il medico porrà le seguenti domande Il medico porrà le seguenti domande:

    • Quanto tempo fa sono comparsi i primi sintomi??
    • L'esordio della malattia è stato acuto o i sintomi si sono sviluppati gradualmente? Quando ci sono manifestazioni sulla pelle, prima o dopo un aumento della temperatura?
    • Quanto velocemente si diffonde l'infiammazione?
    • Quali sensazioni sorgono nel sito della lesione?
    • Quanto è grave l'intossicazione, c'è debolezza generale, mal di testa, brividi, nausea?
    • La temperatura è alta?
    Esame delle lesioni nell'erisipela.

    All'esame, il medico rivela i segni caratteristici dell'erisipela:

    • la pelle è calda, densa, liscia;
    • il rossore è uniforme, sullo sfondo sono possibili emorragie e vesciche;
    • i bordi irregolari sono chiaramente definiti, hanno una cresta marginale;
    • la superficie della pelle è pulita, non coperta da noduli, croste e squame cutanee;
    • dolore alla palpazione, assenza di forti dolori a riposo;
    • dolore principalmente lungo il bordo del fuoco infiammatorio, al centro la pelle è meno dolorosa;
    • i linfonodi vicini sono ingrossati, aderiti alla pelle e dolorosi. Dai linfonodi all'area infiammata, un percorso rosa pallido si estende lungo il movimento della linfa, un vaso linfatico infiammato;
    Emocromo completo per l'erisipela:
    • il numero totale e relativo di linfociti T è ridotto, il che indica la soppressione del sistema immunitario da parte degli streptococchi;
    • aumento del COE (velocità di sedimentazione eritrocitaria) - evidenza di un processo infiammatorio;
    • aumento del numero di neutrofili, che indica una reazione allergica.
    Quando viene prescritto un esame batteriologico per l'erisipela?

    Con l'erisipela, viene prescritto un esame batteriologico per determinare quale agente patogeno ha causato la malattia ea quali antibiotici è più sensibile. Queste informazioni dovrebbero aiutare il medico a scegliere il trattamento più efficace..

    Tuttavia, in pratica, tale studio non è molto informativo. Solo nel 25% dei casi è possibile identificare il patogeno. I medici attribuiscono questo al fatto che il trattamento antibiotico arresta rapidamente la crescita dello streptococco. Un certo numero di scienziati ritiene che l'esame batteriologico con l'erisipela sia inappropriato.

    Il materiale per l'esame batteriologico dal tessuto viene prelevato nel caso in cui sorgano difficoltà nello stabilire una diagnosi. Esamina il contenuto di ferite e ulcere. Per fare ciò, viene applicato un vetrino pulito al fuoco e si ottiene un'impronta contenente batteri, che viene esaminata al microscopio. Per studiare le proprietà dei batteri e la loro sensibilità agli antibiotici, il materiale risultante viene coltivato su speciali mezzi nutritivi.

    Trattamento dell'erisipela

    Come aumentare l'immunità?

    Quando si cura l'erisipela, è molto importante aumentare l'immunità. Se ciò non viene fatto, la malattia tornerà ancora e ancora. E ogni caso successivo di erisipela è più difficile, è più difficile da trattare e più spesso causa complicazioni, che possono portare alla disabilità.

    1. Identifica i focolai di infezione cronica che indeboliscono il corpo. Per combattere le infezioni, è necessario sottoporsi a una terapia antibiotica.
    2. Per ripristinare la normale microflora - consumare quotidianamente prodotti a base di latte fermentato. Inoltre, più breve è la loro durata di conservazione, più contengono lattobacilli vivi, che impediranno la moltiplicazione degli streptococchi..
    3. Le acque minerali alcaline aiutano a rimuovere i veleni dal corpo ed eliminare i sintomi di intossicazione. Devi berli in piccole porzioni 2-3 sorsi durante il giorno. Durante la febbre, devi consumare almeno 3 litri di liquidi.
    4. Proteine ​​digeribili: carne magra, formaggio, pesce e frutti di mare. Si consiglia di consumarli in forma bollita o in umido. Le proteine ​​sono necessarie al corpo per creare anticorpi per combattere gli streptococchi.
    5. I grassi aiutano la pelle a riprendersi più velocemente. I grassi sani si trovano negli oli vegetali, pesce, noci e semi.
    6. Verdure, frutta e bacche: soprattutto carote, pere, mele, lamponi, mirtilli rossi, ribes. Questi alimenti contengono potassio, magnesio, fosforo, ferro e un complesso di vitamine necessarie per rafforzare il sistema immunitario.
    7. Lotta contro l'anemia. Una diminuzione dell'emoglobina nel sangue ha un effetto negativo sull'immunità. In questa situazione, i preparati di ferro, l'ematogeno, le mele, i cachi aiuteranno.
    8. Rafforzare il sistema immunitario. Per un mese, 2 volte l'anno, si consiglia di assumere preparati naturali per stimolare il sistema immunitario: echinacea, ginseng, rodiola rosea, eleuterococco, pantocrina. Anche altri immunomodulatori lievi sono efficaci: immunofan, lycopid.
    9. Miele fresco e perga: questi prodotti dell'apicoltura sono ricchi di enzimi e sostanze chimiche necessarie per promuovere la salute.
    10. Irradiazione UV delle aree problematiche 2 volte all'anno. Prendere il sole dovrebbe essere dosato, a partire da 15 minuti al giorno. Aumenta il tempo di esposizione al sole di 5-10 minuti al giorno. Le scottature solari possono provocare una ricaduta dell'erisipela. Puoi passare attraverso l'UFO e nella stanza fisica di qualsiasi clinica. In questo caso, la dose di radiazioni è determinata dal medico..
    11. Attività fisica dosata. Sii all'aperto tutti i giorni. Camminare per 40-60 minuti al giorno 6 volte a settimana garantisce una normale attività fisica. Si consiglia di fare ginnastica 2-3 volte a settimana. Lo yoga aiuta molto. Aiuta a rafforzare l'immunità, la resistenza allo stress e migliorare la circolazione sanguigna.
    12. Un sonno sano aiuta a ripristinare la forza. Metti da parte almeno 8 ore di riposo al giorno.
    13. Evita stanchezza, ipotermia, surriscaldamento, tensione nervosa prolungata. Tali situazioni riducono le proprietà protettive del corpo..
    14. Non consigliato:
      • alcool e sigarette;
      • prodotti contenenti caffeina: caffè, cola, cioccolato;
      • cibi piccanti e salati.

    Trattamento dell'erisipela

    Antibiotici

    Gruppo antibiotico

    Il meccanismo dell'azione terapeutica

    Come trattare l'erisipela

    L'erisipela si riferisce a malattie della pelle infettive e infiammatorie. La malattia è causata dallo streptococco beta-emolitico di gruppo A. Questo gruppo di streptococchi rappresenta un grave pericolo per la salute umana.

    La malattia è caratterizzata da danni alla pelle, al tessuto sottocutaneo e al sistema linfatico delle estremità. Meno comunemente, l'erisipela colpisce il viso e il tronco..

    1. Agente patogeno dell'erisipela
    2. Sintomi di erisipela
    3. Pronto soccorso per l'erisipela
    4. Trattamento
    5. Trattamento antibiotico
    6. Metodi tradizionali di trattamento
    7. Bende sulle zone della pelle colpite
    8. Impacchi di gesso
    9. Farina di segale
    10. Rimedio rosso
    11. Prevenzione delle malattie

    Agente patogeno dell'erisipela

    La fonte dell'infezione sono i pazienti con varie infezioni da streptococco e portatori di batteri. Il meccanismo di trasmissione è il contatto. Il virus si trasmette attraverso microtraumi, dermatite da pannolino e abrasioni sulla pelle.

    Le donne soffrono di erisipela più spesso degli uomini. In oltre il 60% dei casi, l'erisipela è trasportata da persone di età pari o superiore a 40 anni.

    L'erisipela inizia in modo molto acuto. Il periodo di incubazione può variare da alcune ore a 3-5 giorni. Nelle prime ore di malattia, la temperatura sale a 38-40 gradi e può durare da due giorni a due settimane. Il corpo del paziente fa male, gli fa male la testa, trema, la debolezza si accumula. Spesso, l'erisipela è accompagnata da nausea e vomito..

    Nei pazienti con un decorso ricorrente di erisipela, lo sviluppo di un altro attacco è preceduto da ipotermia, trauma, stress. Tutto ciò che indebolisce il sistema immunitario del corpo può giocare nelle mani dello sviluppo della malattia.

    Quando viene infettato da streptococco, la pelle del paziente esplode dall'interno, la persona avverte una sensazione di bruciore. Quindi compaiono lievi dolori e si forma una macchia rossa lucida con bordi irregolari, che persiste per una o due settimane.

    L'area interessata della pelle è gonfia, tesa e calda al tatto. Il dolore si avverte quando viene toccato. C'è un notevole aumento dei linfonodi che si trovano vicino al sito di infiammazione.

    Molto spesso, l'erisipela è localizzata sugli arti inferiori (60-70%), meno spesso sul viso (20-30%) e sugli arti superiori (4-7%). Molto raramente su tronco, seno, perineo e vulva.

    Sintomi di erisipela

    L'erisipela può essere confusa con punture di insetti e allergie. Ma in questi due casi non c'è febbre alta e antistaminici: suprastin, tavegil - aiuto. Il sollievo arriva e il gonfiore si attenua entro poche ore.

    L'erisipela ha due forme: eritematosa e bollosa..

    Eritematoso: da alcune ore a due giorni dopo che la temperatura aumenta, sulla pelle compaiono edema e arrossamento nettamente limitati. L'edema sale sopra la superficie della pelle.

    Bolloso: nel sito dell'edema, la formazione di vesciche è caratteristica, spesso con contenuto sanguinante.

    Con l'erisipela, questo non accade. La malattia è caratterizzata da:

    ✔ Nelle prime ore di malattia la temperatura sale a 38-40 ° C.
    ✔ Compaiono mal di testa, debolezza, brividi, dolori muscolari.
    ✔ Le manifestazioni locali acute dell'erisipela persistono da 5 a 8 giorni. Con la formazione di vesciche sanguinanti fino a 12-18 giorni o più.
    ✔ Gli effetti residui dell'erisipela persistono per diverse settimane e mesi. Sono espressi nella pigmentazione e arrossamento della pelle, nella formazione di croste secche dense nel sito delle vesciche. Il gonfiore persiste.

    Complicazioni pericolose. Nelle prime fasi: tromboflebite, linfoadenite, ascesso, flemmone, necrosi cutanea. Termini tardivi: linfostasi persistente.

    Pronto soccorso per l'erisipela

    ➤ Al primo sospetto di erisipela e ai primi sintomi, è necessaria una chiamata urgente a casa.

    ➤ Prima che arrivi l'ambulanza, è necessario prendere 0,5 grammi di aspirina o 0,5 grammi di amidopirina.

    ➤ Non lubrificare, inumidire o bendare mai la pelle colpita.

    ➤ Vai a letto, è necessario un riposo completo.

    ➤ Bevi più liquidi.

    Trattamento

    I pazienti con erisipela di forma moderata e grave della malattia devono essere ospedalizzati.

    Il trattamento in un policlinico ea casa consiste nell'assumere antibiotici per via orale. È indicato anche il trattamento locale sotto la supervisione di un medico. Il trattamento chirurgico delle manifestazioni locali della malattia viene effettuato con una caratteristica formazione di vesciche sulla pelle. Le vesciche intatte vengono tagliate con cura su uno dei bordi, ma non rimosse..

    Dopo il rilascio del fluido che si è formato nei tessuti, vengono applicate bende con una soluzione di Furacilin o Rivanol al fuoco dell'infiammazione. Le medicazioni devono essere cambiate ogni giorno, non bendare strettamente!

    Se si verifica un'estesa erosione piangente nel sito delle vesciche aperte, il trattamento locale viene continuato con l'essiccazione con permanganato di potassio e la successiva imposizione di medicazioni con soluzioni antisettiche.

    Quando l'erisipela si allontana, la pelle di solito inizia a staccarsi nel sito dell'infiammazione. La macchia dell'età persiste per un periodo piuttosto lungo.

    L'erisipela nella forma eritematosa non richiede l'uso di un trattamento locale. Unguenti: ittiolo, balsamo di Vishnevsky, unguenti antibiotici sono categoricamente controindicati in qualsiasi forma di malattia.

    Trattamento antibiotico

    L'erisipela viene trattata non solo con antibiotici. Il medico prescrive farmaci che rafforzano il sistema immunitario. Inoltre, è necessario assumere vitamine entro un mese: A, gruppi B, C e rutina.

    Con l'uso prolungato di antibiotici, la microflora intestinale inevitabilmente ne risentirà, dovrà essere ripristinata. La tabella seguente fornisce un elenco di medicinali che possono essere utilizzati per trattare l'erisipela.

    Soluzioni antisettiche per uso esternoAntibiotici oraliPreparati per rafforzare il sistema immunitario
    Permanganato di PotassioAzitromicinaMetiluracile
    Perossido di idrogenoEmomicinaNucleinato di sodio
    RivanolSumamedProdigiosan
    FuracilinMedecamicinaTaktivin
    ClorexidinaMacropen
    Ciprofloxacina
    Eritromicina
    Oletetrin
    Doxiciclina
    Spiramicina
    Tsiprolet
    Ospin
    Repicin
    Claforan
    Fortum

    Metodi tradizionali di trattamento

    Parallelamente al trattamento prescritto dal medico, puoi usare uno dei tanti rimedi popolari. La guarigione arriverà molto più velocemente. L'erisipela non è una nuova malattia, i nostri antenati hanno imparato da tempo a curarla.

    Bende sulle zone della pelle colpite

    Varie medicazioni, garze inumidite con il succo di piante medicinali possono essere applicate alle aree dolorose della pelle. Le compresse da foglie e polpa di piante medicinali aiutano. Eventuali medicazioni sull'area dell'erisipela non dovrebbero essere strette!

    ❀ Applicare una garza pulita imbevuta di succo di patate appena spremuto sulla pelle colpita. Cambia la benda 3 volte al giorno, se non c'è allergia, puoi lasciarla durante la notte.

    ❀ Legare una foglia di cavolo in un punto dolente durante la notte.

    ❀ La pelle interessata deve essere ricoperta con polpa di zucca.

    ❀ Puoi lubrificare le zone infiammate con la pappa di biancospino.

    ❀ Un impacco di foglie di bardana fresche spalmate di panna acida aiuta.

    ❀ Spremere il succo dalle foglie fresche di Kalanchoe, inumidire la garza piegata in quattro strati e applicare sulla pelle interessata per mezz'ora.

    ❀ Risciacquare i punti dolenti con un decotto di fiori di lampone. Versare due cucchiai di materie prime con un bicchiere di acqua bollente, lasciare fermentare per un'ora, filtrare.

    ❀ Applicare le foglie di achillea essiccate e tritate sulla pelle colpita. Aiuta anche un unguento a base di foglie fresche di achillea, macinate con lardo interno fuso in rapporto 2/1..

    ❀ Le aree infiammate possono essere coperte con foglie di madre e matrigna, fissandole con una benda.

    ❀ Applicare la corteccia tritata di ciliegia di uccello nei punti di erisipela.

    Impacchi di gesso

    ❀ Assumere in parti uguali la polvere di camomilla, i fiori di camomilla schiacciati e le foglie di salvia. Amalgamate bene il tutto, versate il composto su un canovaccio di cotone e premetelo contro la pelle infiammata. Cambia l'impacco quattro volte al giorno. Evita la luce solare diretta.

    ❀ Risciacquare le foglie di piantaggine con acqua bollita, asciugarle e cospargerle di polvere di gesso. Applicare l'impacco sui punti dolenti tre volte al giorno.

    Farina di segale

    Un'ora prima dell'alba, cospargere la pelle interessata con farina di segale finemente setacciata. Top con carta da imballaggio e benda. Cambia la benda una volta al giorno.

    Rimedio rosso

    Queste ricette sono strane, hanno una cosa in comune: un panno rosso in fibra naturale. Non si sa ancora cosa c'entri il colore rosso con esso, ma si sa per certo: né blu, né verde, nessun altro tessuto darà un tale effetto curativo.

    Hanno iniziato a trattare l'erisipela con questi metodi molto tempo fa, perché questo trattamento dà risultati positivi non è ancora chiaro. Ma, a volte, non hai bisogno di sapere, se aiuta, devi fare...

    ❀ Di notte, spalmare il punto dolente con l'albume, mettere sopra un panno rosso e fissarlo.

    ❀ Tagliare piccoli pezzi di palma da un pezzo di seta rossa naturale e mescolarli con un cucchiaio di miele denso. Al mattino, applicare la miscela sui punti dolenti e coprire con una benda sopra.

    Prevenzione delle malattie

    L'erisipela ha una proprietà spiacevole: sono possibili ripetizioni della malattia. Le ricadute si verificano nel periodo da alcuni giorni a due anni dopo la malattia precedente.

    I batteri dello stafilococco che non sono stati uccisi si addormentano da un po 'e un giorno si ricorderanno sicuramente di se stessi. L'erisipela la seconda volta è molto più grave della prima. Pertanto, è importante essere trattati con attenzione, seguendo tutte le prescrizioni del medico..

    Le ragioni della recidiva della malattia possono anche essere:

    ✔ Bassa immunità.
    ✔ Diabete mellito.
    ✔ Micosi.
    ✔ Vene varicose.
    ✔ tonsillite cronica.
    ✔ sinusite.

    Dopo una precedente malattia per sei mesi, è necessario seguire un corso di vitamina B. È necessario prendere una settimana dopo colazione, un grammo di vitamina C in polvere o bere un bicchiere di decotto forte di rosa canina quattro volte al giorno.

    ❀ Versare una manciata di rosa canina in un thermos, versare un litro di acqua bollente e lasciar riposare per tre ore.

    In caso di lesioni accidentali, assicurati di risciacquare la ferita con abbondante acqua pulita, quindi con perossido di idrogeno. Cospargere la ferita con polvere di streptocide o trattare con verde brillante. Applica una rete di iodio intorno alla ferita.

    L'erisipela è una delle malattie che non ha un vaccino registrato. Ma la ricerca in questo settore va avanti da molto tempo, ma per ora resta da aumentare l'immunità, osservare le regole dell'igiene personale.


    Articolo Successivo
    Frequenza cardiaca fetale durante la gravidanza