La struttura del sistema cardiovascolare


Il cuore ei vasi sanguigni sono il principale sistema di trasporto del corpo umano. La struttura e le funzioni del sistema cardiovascolare, la regolazione del suo lavoro. Ciclo cardiaco. Metodi di ricerca del sistema cardiovascolare. Esercita il tuo cuore.

Il sistema cardiovascolare fornisce tutti i processi metabolici nel corpo umano ed è un componente di vari sistemi funzionali che determinano l'omeostasi. La base della circolazione sanguigna è l'attività cardiaca.

Il nostro cuore è sempre il primo a rispondere alle esigenze del corpo: che si tratti di attività fisica, scalate montagne, impatto di emozioni o altri fattori. Quindi, con un'aspettativa di vita media di una persona di 70 anni, diminuisce di oltre 2,5 miliardi di volte. Durante questo periodo, viene pompata un'enorme quantità di sangue, per il cui trasporto sarebbe necessario un treno di 4.000.000 di vagoni. E questo lavoro viene eseguito da un organo la cui massa è di 250 g (per le donne) e poco più di 300 g (per gli uomini).

Nelle persone coinvolte nello sport, il cuore in uno stato di tensione può lavorare a una frequenza di oltre 200 battiti al minuto e avere comunque una resistenza sorprendente. In questo momento, la forza e la velocità delle contrazioni del cuore aumentano e il sangue scorre attraverso i suoi vasi 4-5 volte più che a riposo. Allo stesso tempo, il muscolo cardiaco non presenta una carenza di nutrienti e ossigeno. Tuttavia, le persone inesperte dovrebbero correre solo un po ', poiché sviluppano palpitazioni e mancanza di respiro. Perché sta succedendo? Proviamo a capirlo e decidiamo da soli: è davvero così importante per il nostro corpo fare sport?.

Consideriamo brevemente la struttura del sistema cardiovascolare e le sue funzioni.

I vasi che drenano il sangue dal cuore sono chiamati arterie e quelli che lo trasportano al cuore sono chiamati vene. Il sistema cardiovascolare assicura il movimento del sangue attraverso le arterie e le vene e svolge l'afflusso di sangue a tutti gli organi e tessuti, fornendo loro ossigeno e sostanze nutritive e rimuovendo i prodotti metabolici. Appartiene a sistemi di tipo chiuso, cioè le arterie e le vene in esso sono interconnesse da capillari. Il sangue non lascia mai i vasi e il cuore, solo il plasma penetra parzialmente attraverso le pareti dei capillari e lava i tessuti, quindi ritorna nel flusso sanguigno.

La struttura e il lavoro del cuore umano. Il cuore è un organo muscolare cavo e simmetrico delle dimensioni del pugno della persona a cui appartiene. Il cuore è diviso in parti destra e sinistra, ciascuna delle quali ha due camere: una superiore (atrio) per la raccolta del sangue e una inferiore (ventricolo) con valvole di ingresso e uscita per prevenire il riflusso del sangue. Le pareti e i setti del cuore sono tessuto muscolare di una complessa struttura a strati chiamata miocardio.

Se rimuovi il cuore da un animale e gli colleghi una macchina cuore-polmone, continuerà a contrarsi, essendo privo di qualsiasi connessione nervosa. Questa proprietà dell'automatismo è fornita dal sistema di conduzione del cuore, situato nello spessore del miocardio. È in grado di generare i propri e condurre impulsi elettrici provenienti dal sistema nervoso, provocando eccitazione e contrazione del miocardio. L'area del cuore nella parete dell'atrio destro, dove sorgono gli impulsi che causano contrazioni ritmiche del cuore, è chiamata pacemaker. Tuttavia, il cuore è collegato al sistema nervoso centrale da fibre nervose, è innervato da più di venti nervi. Sembrerebbe, perché lo sono, se il cuore può contrarsi da solo?

Regolazione del cuore. I nervi svolgono la funzione di regolazione dell'attività cardiaca, che è un altro esempio di mantenimento della costanza dell'ambiente interno (omeostasi).

Gli impulsi lungo questi nervi vanno al pacemaker, costringendolo a lavorare di più o più debole. Se tagli entrambi i nervi, il cuore continuerà a contrarsi, ma a un ritmo costante, poiché non si adatterà più alle esigenze del corpo. Questi nervi, che potenziano o indeboliscono il cuore, fanno parte del sistema nervoso autonomo (o autonomo), che regola le funzioni involontarie del corpo. Un esempio di tale regolazione è la reazione alla paura improvvisa: senti che il cuore "si ferma". È una risposta adattativa per evitare il pericolo..

Consideriamo brevemente come avviene la regolazione dell'attività cardiaca nel corpo (Figura 1.5.6).

Figura 1.5.6. Regolazione omeostatica dell'attività cardiaca

I centri nervosi che regolano l'attività del cuore si trovano nel midollo allungato. Questi centri ricevono impulsi che segnalano le esigenze di alcuni organi nel flusso sanguigno. In risposta a questi impulsi, il midollo allungato invia segnali al cuore: per rafforzare o indebolire l'attività cardiaca. La necessità degli organi per il flusso sanguigno è registrata da due tipi di recettori: recettori di stiramento (barocettori) e chemocettori. I barocettori rispondono ai cambiamenti della pressione sanguigna: un aumento della pressione stimola questi recettori e li costringe a inviare impulsi al centro nervoso che attiva il centro inibitorio. D'altra parte, quando la pressione diminuisce, il centro di rinforzo viene attivato, la forza e la frequenza cardiaca aumentano e la pressione sanguigna aumenta. I chemocettori “rilevano” i cambiamenti nella concentrazione di ossigeno e anidride carbonica nel sangue. Ad esempio, con un forte aumento della concentrazione di anidride carbonica o una diminuzione della concentrazione di ossigeno, questi recettori lo segnalano immediatamente, costringendo il centro nervoso a stimolare l'attività cardiaca. Il cuore inizia a lavorare più intensamente, la quantità di sangue che scorre attraverso i polmoni aumenta e lo scambio di gas migliora. Quindi, abbiamo un esempio di un sistema di autoregolazione.

Ma non solo il sistema nervoso influisce sul lavoro del cuore. Le funzioni del cuore sono anche influenzate dagli ormoni secreti nel sangue dalle ghiandole surrenali. Ad esempio, l'adrenalina aumenta il battito cardiaco, un altro ormone, l'acetilcolina, al contrario, inibisce l'attività cardiaca..

Ora, probabilmente, non sarà difficile per te capire perché, se ti alzi improvvisamente da una posizione sdraiata, potresti persino avere una perdita di coscienza a breve termine. In posizione eretta, il sangue che alimenta il cervello si muove contro la gravità, quindi il cuore è costretto ad adattarsi a questo carico. Nella posizione supina, la testa non è molto più alta del cuore e un tale carico non è richiesto, quindi i barocettori danno segnali per indebolire la frequenza cardiaca e la forza del cuore. Se ti alzi improvvisamente, i barocettori non hanno il tempo di reagire immediatamente e ad un certo punto ci sarà un deflusso di sangue dal cervello e, di conseguenza, vertigini o persino annebbiamento della coscienza. Non appena, al comando dei barocettori, la velocità di contrazione del cuore accelererà, l'afflusso di sangue al cervello sarà normale e il disagio scomparirà..

Ciclo cardiaco. Il lavoro del cuore viene eseguito ciclicamente. Prima dell'inizio del ciclo, gli atri ei ventricoli sono in uno stato rilassato (la cosiddetta fase di rilassamento generale del cuore) e sono pieni di sangue. L'inizio del ciclo è considerato il momento di eccitazione nel pacemaker, a seguito del quale gli atri iniziano a contrarsi e una quantità aggiuntiva di sangue entra nei ventricoli. Quindi gli atri si rilassano ei ventricoli iniziano a contrarsi, spingendo il sangue nei vasi di scarico (l'arteria polmonare, che trasporta il sangue ai polmoni, e l'aorta, che trasporta il sangue ad altri organi). La fase di contrazione dei ventricoli con l'espulsione del sangue da essi è chiamata sistole cardiaca. Dopo un periodo di espulsione, i ventricoli si rilassano e inizia la fase di rilassamento generale: la diastole del cuore.

Durante la diastole, le cavità dei ventricoli e degli atri vengono nuovamente riempite di sangue, mentre il ripristino delle risorse energetiche nelle cellule miocardiche avviene a causa di complessi processi biochimici, anche attraverso la sintesi di adenosina trifosfato. Quindi il ciclo si ripete. Questo processo viene registrato durante la misurazione della pressione sanguigna: il limite superiore registrato nella sistole è chiamato sistolica e il limite inferiore (in diastole) - pressione diastolica. La misurazione della pressione sanguigna (BP) è uno dei metodi per monitorare il lavoro e il funzionamento del sistema cardiovascolare..

Uno dei primi ad analizzare in dettaglio gli indicatori della pressione sanguigna è stato il fisiologo tedesco K. Ludwig. Ha inserito una cannula nell'arteria carotide del cane e ha registrato la pressione sanguigna utilizzando un manometro a mercurio a cui era collegata la cannula. Un galleggiante è stato immerso nel manometro, che è stato collegato a un dispositivo che registrava oscillazioni di varie ampiezze..

Attualmente, la pressione sanguigna viene misurata con un metodo senza sangue utilizzando un dispositivo speciale: un tonometro, che consente di determinare i seguenti indicatori:

1. La pressione sanguigna minima, o diastolica, è il valore più basso che raggiunge la pressione nell'arteria brachiale alla fine della diastole. La pressione minima dipende dal grado di permeabilità o dalla quantità di sangue in uscita attraverso il sistema capillare, dalla frequenza cardiaca. In una persona giovane e sana, la pressione minima è di 80 mm Hg..

2. La pressione sanguigna massima, o sistolica, è la pressione che esprime l'intera riserva di energia potenziale e cinetica posseduta da una massa di sangue in movimento in una data sezione del letto vascolare. Normalmente, nelle persone sane, la pressione massima è di 120 mm Hg..

Nella pratica medica, per determinare il lavoro e lo stato del sistema cardiovascolare, vengono utilizzati vari metodi di studio del sistema cardiovascolare, il cui contenuto informativo, significato clinico e disponibilità clinica sono molto diversi. Attualmente, il posto di primo piano nella pratica clinica è occupato da metodi come l'elettrocardiografia, l'ecocardiografia, la cardiografia a raggi X (che sono descritti in modo più dettagliato nella sezione 2.1.2) e molti altri. Studi simili sono condotti da specialisti che utilizzano vari dispositivi nelle istituzioni mediche..

Il cuore è una pompa muscolare, la cui funzione principale - contrattile - è il movimento circolare continuo del sangue in tutto il corpo. L'ossigeno viene fornito dai polmoni ai tessuti e l'anidride carbonica, che è una delle "scorie", ai polmoni, dove il sangue viene nuovamente arricchito di ossigeno. Inoltre, i nutrienti vengono forniti a tutte le cellule del corpo con il sangue e altre "scorie" vengono portate via da esse, che, con l'aiuto di organi escretori (ad esempio, i reni) vengono rimosse dal corpo, come la cenere di una stufa da un buon ospite.

Dal cuore, il sangue scorre attraverso le arterie, le arteriole e i capillari. L'arteria più grande è l'aorta, va direttamente dal cuore (dal ventricolo sinistro), i vasi più piccoli sono i capillari, attraverso le cui pareti avviene lo scambio di sostanze tra sangue e tessuti. Il sangue, saturo di anidride carbonica e scorie metaboliche, si raccoglie nelle venule e più avanti lungo le vene, liberandosi dalle tossine negli organi escretori, ritorna al cuore, che lo spinge nei polmoni per liberarlo dall'anidride carbonica e arricchirlo di ossigeno. Il sangue arricchito di ossigeno dai polmoni attraverso le vene polmonari entra nell'atrio sinistro, viene pompato dal ventricolo sinistro nell'aorta e inizia un nuovo ciclo di circolazione sanguigna.

Le arterie e le vene coronarie forniscono ossigeno e sostanze nutritive al muscolo cardiaco stesso (miocardio). È cibo per il cuore che fa un lavoro così importante e ottimo..

Il piccolo cerchio inizia nel ventricolo destro e termina nell'atrio sinistro. Serve a nutrire il cuore, arricchire il sangue con l'ossigeno. Il grande cerchio (dal ventricolo sinistro all'atrio destro) è responsabile dell'afflusso di sangue a tutto il corpo, ad eccezione dei polmoni.

Le pareti dei vasi sanguigni sono altamente elastiche e in grado di allungarsi e restringersi a seconda della pressione del sangue in esse. Gli elementi muscolari della parete dei vasi sanguigni sono sempre in una certa tensione, che si chiama tono. Il tono vascolare, così come la forza e la frequenza cardiaca, forniscono la pressione nel flusso sanguigno per fornire il sangue a tutte le parti del corpo. Questo tono, così come l'intensità dell'attività cardiaca, è mantenuto dal sistema nervoso autonomo. A seconda delle esigenze del corpo, la sezione parasimpatica, dove il principale mediatore (mediatore) è l'acetilcolina, espande i vasi sanguigni e rallenta le contrazioni del cuore, e il simpatico (mediatore - noradrenalina), al contrario, restringe i vasi e accelera il cuore.

Allenamento del cuore. Ora proviamo a capire perché una persona inesperta con poco sforzo fisico mostra segni di "fame di ossigeno": palpitazioni, mancanza di respiro e altri. Ad esempio, durante il jogging, un duro lavoro fisico, il fabbisogno di ossigeno del corpo aumenta di circa 8 volte. Ciò significa che il cuore deve pompare 8 volte più sangue del solito..

Lo sai che.
Gli scienziati hanno calcolato che il cuore consuma una quantità di energia al giorno, sufficiente per sollevare un peso di 900 kg ad un'altezza di 14 m (!)

In una persona che conduce uno stile di vita sedentario, un aumento della frequenza cardiaca non porta ad un aumento dell'afflusso di sangue al cuore, come richiede il corpo. In questo caso, il muscolo del cuore e i muscoli scheletrici ricevono una quantità insufficiente di ossigeno, lavorano in condizioni di carenza di ossigeno, di conseguenza si accumulano prodotti metabolici dannosi, il che porta a un'usura più rapida del muscolo cardiaco. Un cuore non allenato con un muscolo cardiaco debole non può lavorare a lungo con un aumento dello stress. Si stanca rapidamente e l'afflusso di sangue prima aumenta brevemente e poi si deteriora. Pertanto, una persona dovrebbe prendersi cura del proprio cuore fin dall'infanzia e addestrarlo..

Informazioni dettagliate sui farmaci usati nelle malattie del sistema cardiovascolare sono presentate nel capitolo 3.5..

  • Medicinali e sostanze
    • Indice di droghe e sostanze
    • Indice dei principi attivi
    • Produttori
    • Gruppi farmacologici
      • Classificazione dei gruppi farmacologici
      • Indice dei gruppi farmacologici
    • Classificazione ATX
    • Classificazione delle forme di dosaggio
    • Elenco delle malattie
      • Classificazione internazionale delle malattie (ICD-10)
      • Indice di malattie e condizioni
    • Interazione di farmaci (principi attivi)
    • Indice di azione farmacologica
    • Controllo di autenticità dei pacchetti tramite 3D
    • Cerca certificati di registrazione
  • Supplementi e altri TAA
    • Supplementi dietetici
      • Indice degli integratori alimentari
      • Classificazione degli integratori alimentari
    • Altri TAA
      • Indice di altri TAA
      • Classificazione di altri TAA
  • Prezzi
    • Prezzi VED
    • Prezzi per medicinali e altri TAA a Mosca
    • Prezzi per medicinali e altri TAA a San Pietroburgo
    • Prezzi per medicinali e altri TAA nelle regioni
  • Notizie ed Eventi
    • notizia
    • Sviluppi
    • Comunicati stampa delle aziende farmaceutiche
    • Archivio eventi
  • Prodotti e servizi
    • Prezzi VED
    • Imballaggio 3D
    • Armonizzazione
    • Rifiuto
    • Interazione
    • Pharmequivalence
    • Versioni elettroniche di libri di consultazione per medici
    • Applicazioni mobili
    • Cerca istituzioni mediche nella Federazione Russa
  • Biblioteca
    • Libri
    • Articoli
    • Atti normativi
  • Circa la società
  • Kit di pronto soccorso
  • Negozio online

Tutti i diritti riservati. L'uso commerciale dei materiali non è consentito. Informazioni destinate agli operatori sanitari.

Sistema circolatorio umano

Il sangue è uno dei fluidi di base del corpo umano, grazie al quale organi e tessuti ricevono la nutrizione e l'ossigeno necessari, vengono purificati dalle tossine e dai prodotti di decomposizione. Questo fluido può circolare in una direzione strettamente definita grazie al sistema circolatorio. Nell'articolo parleremo di come funziona questo complesso, grazie al quale viene mantenuto il flusso sanguigno e di come il sistema circolatorio interagisce con altri organi..

Il sistema circolatorio umano: struttura e funzione

La vita normale è impossibile senza un'efficace circolazione sanguigna: mantiene la costanza dell'ambiente interno, trasporta ossigeno, ormoni, nutrienti e altre sostanze vitali, partecipa alla purificazione da tossine, tossine, prodotti di decomposizione, il cui accumulo porterebbe prima o poi alla morte di un singolo organo o l'intero organismo. Questo processo è regolato dal sistema circolatorio - un gruppo di organi, grazie al lavoro congiunto di cui viene eseguito il movimento sequenziale del sangue attraverso il corpo umano.

Diamo un'occhiata a come funziona il sistema circolatorio e quali funzioni svolge nel corpo umano..

La struttura del sistema circolatorio umano

A prima vista, il sistema circolatorio è semplice e comprensibile: comprende il cuore e numerosi vasi attraverso i quali scorre il sangue, raggiungendo alternativamente tutti gli organi e sistemi. Il cuore è una sorta di pompa che sprona il sangue, fornendo il suo flusso sistematico, ei vasi svolgono il ruolo di guidare i tubi che determinano il percorso specifico del movimento del sangue attraverso il corpo. Ecco perché il sistema circolatorio è anche chiamato cardiovascolare o cardiovascolare.

Parliamo più in dettaglio di ogni organo che appartiene al sistema circolatorio umano.

Organi del sistema circolatorio umano

Come ogni complesso organismico, il sistema circolatorio comprende una serie di organi diversi, classificati in base alla struttura, alla localizzazione e alle funzioni svolte:

  1. Il cuore è considerato l'organo centrale del complesso cardiovascolare. È un organo cavo formato prevalentemente dal tessuto muscolare. La cavità cardiaca è divisa da setti e valvole in 4 sezioni: 2 ventricoli e 2 atri (sinistro e destro). A causa di contrazioni successive ritmiche, il cuore spinge il sangue attraverso i vasi, assicurando la sua circolazione uniforme e continua.
  2. Le arterie trasportano il sangue dal cuore ad altri organi interni. Più lontani dal cuore sono localizzati, più sottile è il loro diametro: se nell'area della sacca del cuore la larghezza media del lume è lo spessore del pollice, allora nell'area delle estremità superiore e inferiore il suo diametro è approssimativamente uguale a una matita semplice.

Nonostante la differenza visiva, sia le arterie grandi che quelle piccole hanno una struttura simile. Includono tre livelli: avventizia, media e intimità. L'avventizio - lo strato esterno - è formato da tessuto connettivo fibroso ed elastico e comprende numerosi pori attraverso i quali passano capillari microscopici che alimentano la parete vascolare, e fibre nervose che regolano l'ampiezza del lume dell'arteria a seconda degli impulsi inviati dal corpo.

Il mezzo mediano comprende fibre elastiche e muscoli lisci, che mantengono l'elasticità e l'elasticità della parete vascolare. È questo strato che regola la velocità del flusso sanguigno e la pressione sanguigna in misura maggiore, che può variare entro un intervallo accettabile a seconda di fattori esterni e interni che influenzano il corpo. Maggiore è il diametro dell'arteria, maggiore è la percentuale di fibre elastiche nello strato intermedio. Secondo questo principio, i vasi sono classificati in elastici e muscolari.

L'intima, o rivestimento interno delle arterie, è rappresentato da un sottile strato di endotelio. La struttura liscia di questo tessuto facilita la circolazione sanguigna e funge da passaggio per la fornitura di media.

Man mano che le arterie si assottigliano, questi tre strati diventano meno pronunciati. Se nei grandi vasi l'avventizia, media e intima sono chiaramente distinguibili, nelle arteriole sottili sono visibili solo spirali muscolari, fibre elastiche e un sottile rivestimento endoteliale.

  1. I capillari sono i vasi più sottili del sistema cardiovascolare, che sono intermedi tra le arterie e le vene. Sono localizzati nelle zone più distanti dal cuore e contengono non più del 5% del volume totale di sangue nel corpo. Nonostante le loro piccole dimensioni, i capillari sono estremamente importanti: avvolgono il corpo in una fitta rete, fornendo sangue a ogni cellula del corpo. È qui che avviene lo scambio di sostanze tra sangue e tessuti adiacenti. Le pareti più sottili dei capillari passano facilmente le molecole di ossigeno e le sostanze nutritive contenute nel sangue che, sotto l'influenza della pressione osmotica, passano nei tessuti di altri organi. In cambio, il sangue riceve i prodotti di decomposizione e le tossine contenute nelle cellule, che vengono rimandate indietro attraverso il letto venoso al cuore e quindi ai polmoni.
  2. Le vene sono un tipo di vasi che trasportano il sangue dagli organi interni al cuore. Le pareti delle vene, come le arterie, sono formate da tre strati. L'unica differenza è che ciascuno di questi strati è meno pronunciato. Questa caratteristica è regolata dalla fisiologia delle vene: non è necessaria una forte pressione dalle pareti vascolari per la circolazione sanguigna - la direzione del flusso sanguigno viene mantenuta a causa della presenza di valvole interne. La maggior parte di essi è contenuta nelle vene degli arti inferiori e superiori - qui, con una bassa pressione venosa, senza contrazione alternata delle fibre muscolari, il flusso sanguigno sarebbe impossibile. Al contrario, le vene grandi hanno pochissime o nessuna valvola..

Nel processo di circolazione, parte del fluido dal sangue filtra attraverso le pareti dei capillari e dei vasi sanguigni agli organi interni. Questo fluido, visivamente in qualche modo ricorda il plasma, è la linfa, che entra nel sistema linfatico. Unendosi insieme, le vie linfatiche formano condotti piuttosto grandi, che nella regione del cuore rifluiscono nel letto venoso del sistema cardiovascolare..

Il sistema circolatorio umano: brevemente e chiaramente sulla circolazione sanguigna

Circuiti chiusi di circolazione sanguigna formano cerchi lungo i quali il sangue si muove dal cuore agli organi interni e viceversa. Il sistema cardiovascolare umano comprende 2 cerchi di circolazione sanguigna: grande e piccolo.

Il sangue che circola in un ampio cerchio inizia il suo percorso nel ventricolo sinistro, quindi passa nell'aorta e attraverso le arterie adiacenti entra nella rete capillare, diffondendosi in tutto il corpo. Successivamente, avviene lo scambio molecolare, quindi il sangue, privato di ossigeno e riempito di anidride carbonica (il prodotto finale durante la respirazione cellulare), entra nella rete venosa, da lì - nella grande vena cava e, infine, nell'atrio destro. L'intero ciclo in un adulto sano richiede in media 20-24 secondi.

Il piccolo cerchio di circolazione sanguigna inizia nel ventricolo destro. Da lì, il sangue contenente una grande quantità di anidride carbonica e altri prodotti di decomposizione entra nel tronco polmonare e quindi nei polmoni. Lì, il sangue viene ossigenato e rimandato all'atrio e al ventricolo sinistro. Questo processo richiede circa 4 secondi..

Oltre ai due circoli principali della circolazione sanguigna, in alcune condizioni fisiologiche nell'uomo, possono comparire altre vie per la circolazione sanguigna:

  • Il cerchio coronarico è una parte anatomica del grande ed è l'unico responsabile della nutrizione del muscolo cardiaco. Inizia all'uscita delle arterie coronarie dall'aorta e termina con il letto cardiaco venoso, che forma il seno coronarico e sfocia nell'atrio destro.
  • Il cerchio di Willis è progettato per compensare il fallimento della circolazione cerebrale. Si trova alla base del cervello dove convergono le arterie carotidi vertebrali e interne..
  • Il cerchio placentare appare in una donna esclusivamente durante il trasporto di un bambino. Grazie a lui, il feto e la placenta ricevono sostanze nutritive e ossigeno dal corpo della madre..

Funzioni del sistema circolatorio umano

Il ruolo principale svolto dal sistema cardiovascolare nel corpo umano è il movimento del sangue dal cuore ad altri organi e tessuti interni e alla schiena. Molti processi dipendono da questo, grazie al quale è possibile mantenere una vita normale:

  • respirazione cellulare, ovvero il trasferimento di ossigeno dai polmoni ai tessuti con successivo utilizzo dell'anidride carbonica di scarto;
  • nutrizione di tessuti e cellule con sostanze contenute nel sangue in arrivo;
  • mantenere una temperatura corporea costante attraverso la distribuzione del calore;
  • fornire una risposta immunitaria dopo l'ingresso di virus patogeni, batteri, funghi e altri agenti estranei nel corpo;
  • eliminazione dei prodotti di decomposizione ai polmoni per la successiva escrezione dal corpo;
  • regolazione dell'attività degli organi interni, che si ottiene trasportando ormoni;
  • mantenere l'omeostasi, cioè l'equilibrio dell'ambiente interno del corpo.

Il sistema circolatorio umano: brevemente sulla cosa principale

Riassumendo, vale la pena notare l'importanza di mantenere la salute del sistema circolatorio per garantire le prestazioni di tutto il corpo. Il minimo fallimento nei processi di circolazione sanguigna può causare una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive da parte di altri organi, insufficiente escrezione di composti tossici, interruzione dell'omeostasi, immunità e altri processi vitali. Per evitare gravi conseguenze, è necessario escludere i fattori che provocano malattie del complesso cardiovascolare - abbandonare cibi grassi, carne, fritti, che intasano il lume dei vasi sanguigni con placche di colesterolo; condurre uno stile di vita sano in cui non c'è posto per cattive abitudini, cercare, per capacità fisiologiche, di praticare sport, evitare situazioni stressanti e reagire con sensibilità ai minimi cambiamenti di benessere, prendendo tempestivamente misure adeguate per curare e prevenire patologie cardiovascolari.

Il sistema cardiovascolare umano: struttura, funzione, patologia

In medicina, la struttura del sistema cardiovascolare umano (CVS abbreviato) è considerata la più complessa. La sua struttura comprende il cuore e il sistema circolatorio, costituito da tubi di diverso diametro. L'anatomia umana mostra che più sono vicini al cuore, più larghi sono questi dotti e più piccoli sono. In generale, il sistema circolatorio si presenta come una vasta rete, che aggroviglia ogni millimetro del corpo umano..

Negli esseri umani, come nella maggior parte degli animali superiori, il sistema circolatorio ha una struttura chiusa. Ciò significa che sembra una catena circolare, composta da diversi reparti. A loro volta, sono suddivisi in cosiddetti pool, che sono responsabili dell'afflusso di sangue a singoli organi o sistemi. Il sistema circolatorio è regolato da meccanismi neuro-riflessi, grazie ai quali l'ambiente interno del corpo rimane stabile sullo sfondo dei cambiamenti nelle condizioni di esistenza esterne e interne.

La struttura del sistema cardiovascolare umano

La struttura anatomica del sistema cardiovascolare umano ha molte caratteristiche. Ad esempio, nei singoli individui, l'aspetto e la funzionalità del sistema circolatorio umano possono essere diversi, anche se sono strettamente correlati. Quindi, la dimensione e la posizione del cuore nel mediastino è individuale per uomini e donne, adulti e bambini, così come la dimensione delle vene e delle arterie.

La somiglianza dell'anatomia si osserva nella topografia degli organi del sistema cardiovascolare: il cuore è localizzato nel torace, da esso partono i vasi più grandi, che poi si diramano in quelli più piccoli. I vasi linfatici si trovano quasi paralleli a loro..

Fino a un certo punto, gli anatomisti consideravano i sistemi circolatorio e linfatico come un tutt'uno. Alla fine furono separati solo alla fine del XIX secolo..

Un cuore

Tra tutti gli organi del sistema circolatorio, il cuore occupa una posizione centrale. È questa “pompa” che assicura la continuità del flusso sanguigno nei vasi. Il cuore è un organo cavo costituito da muscoli che si contraggono ritmicamente sotto l'influenza degli impulsi inviati dal midollo allungato. All'interno è diviso da un sistema di setti e valvole in quattro parti: ventricoli sinistro e destro, atrio sinistro e destro.
Il muro del cuore è costituito da tre strati:

  1. L'endocardio è lo strato interno di diversi tipi di cellule. La superficie delle fibre muscolari, dei filamenti tendinei e delle valvole è ricoperta da cellule endoteliali e al di sotto di esse c'è una membrana basale e un subendotelio fibroso sciolto. Sotto questi strati c'è un sottile strato di fibre muscolari ed elastiche miste, che è collegato da un sottile strato di cellule connettive con il miocardio.
  2. Il miocardio è lo strato intermedio del cuore, costituito da muscoli striati. Le cellule di questo tipo di tessuto sono collegate in fili disposti a spirale che circondano tutte le camere del cuore. La maggior parte delle cellule muscolari miocardiche appartiene al tipo di muscoli contrattili. Meno di 1/3 della massa muscolare del cuore è rappresentata da cardiomiociti conduttivi e secretori. Gli spazi del tessuto connettivo penetrati da una rete di vasi capillari si trovano tra tutti i tipi di cardiomiociti..
  3. Epicardio: lo strato esterno del cuore, costituito da uno strato sciolto di cellule connettive e uno strato più denso di cellule mesoteliali. Il tessuto connettivo contiene fibre nervose e vasi sanguigni. La superficie del cuore è ricoperta da uno strato di tessuto adiposo.

Tutti gli strati del cuore sono trattenuti da uno scheletro fibroso, formato da diversi anelli di tessuto connettivo denso e fasci di collagene, placche cartilaginee e fibre elastiche.

Toni di cuore

Quando il cuore si contrae e si rilassa, emette dei suoni. In cardiologia (la scienza che studia la struttura, la funzione e la malattia del cuore), sono chiamati toni. Evidenziato due toni di cuore:

  • Sistolica - derivante dalle vibrazioni delle cuspidi delle valvole bicuspide e tricuspide, allungando i tendini del cuore. Le sue caratteristiche principali sono l'elevata durata e il basso livello di vibrazioni sonore..
  • Diastolica - che si manifesta al momento del completo collasso delle valvole dell'aorta e delle arterie del tronco polmonare. Le sue caratteristiche sono la breve durata e l'alto livello di vibrazioni sonore.

Normalmente, i suoni del cuore sono armoniosi e ritmici. La frequenza cardiaca media in una persona sana a riposo è compresa tra 60 e 70 battiti al minuto.

Navi

Il sistema circolatorio umano è costituito da tubi cavi di varie dimensioni, che si dividono in due tipologie: i tubi del tronco e quelli coinvolti nei processi metabolici. Il sistema circolatorio principale è un grande vaso che svolge esclusivamente una funzione di trasporto ed è diviso in due tipologie:

  • arterie che trasportano il sangue dal cuore agli organi e ai tessuti del corpo;
  • vene che trasportano il sangue dagli organi e dai tessuti al cuore.

La rete arteriosa è costituita dall'arteria principale del sistema circolatorio: l'aorta, nonché da molti rami più piccoli che si trasformano gradualmente in arteriole. La parete dei vasi di questo tipo è spessa ed elastica, con uno strato muscolare pronunciato, grazie al quale resistono alla pressione del sangue e lo costringono a spingerlo in siti distanti.

Il sistema circolatorio venoso è costituito da vene grandi, medie e piccole. I vasi di grande diametro si trovano vicino al cuore e, a una certa distanza, si diramano in quelli più piccoli. Le vene diventano gradualmente più sottili e si trasformano in venule..

Il sistema circolatorio, costituito da arterie e vene, è chiuso da un letto microcircolatorio, costituito da arteriole, capillari e venule, nonché da anastomosi arterovenulari. Questa parte del canale svolge funzioni di scambio. Qui, l'ossigeno viene rilasciato dalle cellule del sangue e dalla diffusione di anidride carbonica e prodotti trasformati dai tessuti..

Cerchi di circolazione sanguigna

La caratteristica principale di un sistema circolatorio chiuso è la presenza di diversi circoli di circolazione sanguigna. Ognuno di essi è costituito da anelli separati e collegati in serie, l'inizio dei quali è nei ventricoli del cuore e la fine è negli atri.

Buono a sapersi! L'unico posto in cui il sangue di tutti i circoli della circolazione può mescolarsi è nel cuore..

  1. Large CC - inizia con il ventricolo sinistro e termina con l'atrio destro. La sua funzione principale è fornire sangue arterioso a tutti gli organi e tessuti. Nella direzione opposta (al cuore) scorre il sangue, saturo di anidride carbonica e prodotti di scarto del corpo.
  2. Piccolo CC - inizia con il ventricolo destro e termina con l'atrio sinistro. Nelle arterie del piccolo cerchio scorre il sangue venoso che, passando attraverso i polmoni, emette anidride carbonica ed è saturo di ossigeno. Il sangue arterioso ritorna al cuore attraverso le vene.

Oltre ai principali sistemi circolatori del corpo, ce ne sono di aggiuntivi: il cardiaco, che è responsabile dell'afflusso di sangue al cuore e fa parte del CC maggiore, e il Willis, che compensa l'insufficiente afflusso di sangue al cervello. Nelle donne durante la gravidanza si forma CC placentare, che è responsabile dell'afflusso di sangue al feto nell'utero..

Funzioni

Nel corpo umano, il sistema circolatorio svolge diverse funzioni. Il principale - il trasporto - consiste nella consegna di fluido biologico a tutti gli organi e tessuti e nella rimozione dei prodotti metabolici. Inoltre, i suoi scopi funzionali includono sottofunzioni aggiuntive:

  • protettivo: i componenti del sangue forniscono protezione cellulare e umorale contro la penetrazione di corpi estranei;
  • respiratorio - grazie al sangue, viene effettuato lo scambio di gas nei tessuti e negli organi;
  • nutrizionale: il sistema circolatorio è il modo principale per fornire sostanze nutritive a tessuti e organi;
  • escretore: la consegna di prodotti metabolici ai polmoni e ai reni, dove vengono elaborati ed escreti nell'ambiente esterno;
  • termoregolazione - il sistema circolatorio è in grado di equalizzare la temperatura corporea per prevenire l'iper e l'ipotermia di alcune parti del corpo o degli organi.

Un'altra sottofunzione che predetermina la fisiologia del sistema cardiovascolare è la funzione regolatrice. Il sistema circolatorio è considerato la principale via di trasporto lungo la quale si muovono ormoni, enzimi e altre sostanze biologiche sintetizzate da organi interni, ghiandole e tessuti. Questi composti, a loro volta, possono influenzare le funzioni del sistema cardiovascolare. Ad esempio, il rilascio di adrenalina aumenta la gittata cardiaca, restringe i vasi periferici e dirige la maggior parte del sangue verso organi vitali come cuore, cervello e muscoli scheletrici..

Patologia


Nonostante l'isolamento e la relativa stabilità, il sistema circolatorio spesso subisce alterazioni patologiche. Tra le malattie comuni del sistema cardiovascolare, gli specialisti includono:

  • malattie delle strutture del cuore - infarto del miocardio, restringimento dei vasi coronarici, disfunzione delle valvole e del sistema nervoso conduttore, processi infiammatori e distrofici;
  • malattie arteriose - restringimento o allargamento del lume, blocco da lipidi o coaguli di sangue, stratificazione e rottura del muro, infiammazione, ecc.;
  • malattie delle vene - stiramento e indebolimento delle pareti (vene varicose), trombosi, ecc..

Tutte le patologie del sistema cardiovascolare possono essere suddivise in primarie e secondarie. Nelle patologie primarie, il sistema circolatorio è la principale fonte di processi negativi. Questi includono:

  • infiammazione delle pareti vascolari e del muscolo cardiaco;
  • cardiomiopatia;
  • tumori del miocardio e altre strutture del cuore;
  • malattie infettive del cuore e dei vasi sanguigni;
  • disturbi dismetabolici;
  • malattie allergiche del cuore e dei vasi sanguigni;
  • malformazioni congenite di CVS.

Il numero di patologie secondarie include malattie, i cui fattori di rischio per il cui sviluppo dipendono da influenze esterne e interne a cui è esposto il sistema circolatorio. Si tratta di disturbi ormonali e metabolici, malattie ischemiche, aterosclerosi, ecc..

Una riga separata nell'elenco delle patologie a cui è suscettibile il sistema circolatorio, menziona le malattie causate da caratteristiche legate all'età del sistema cardiovascolare. Sul loro sfondo, c'è una diminuzione generale e un'inibizione delle funzioni del sistema circolatorio, un indebolimento della gittata cardiaca, un disturbo dei meccanismi regolatori.

Metodi diagnostici

Non ci sono problemi nella diagnosi del sistema cardiovascolare nella medicina moderna. Lo sviluppo delle tecnologie ha permesso di ampliare l'elenco degli approcci alla rilevazione delle malattie cardiache e vascolari. Oltre all'esame obiettivo, che consente di valutare le informazioni di base sull'attività del CVS, vengono utilizzati:

  • metodi dell'onda hardware per studiare lo stato e le funzioni del cuore - ECG, EchoCG;
  • metodi di radiazione basati su hardware per la diagnosi di malattie del sistema cardiovascolare: angiografia con radionuclidi, tomografia computerizzata episionale a fotone singolo, radiografia, TC e RM del cuore e dei vasi sanguigni;
  • test di laboratorio - biochimica del sangue, analisi di biomarcatori di necrosi miocardica e altri.

È altrettanto importante utilizzare test funzionali del sistema cardiovascolare per fare la diagnosi corretta. Vengono eseguiti in dinamica e consentono di valutare il lavoro e lo stato dei vasi sanguigni e del cuore sotto determinati tipi di carico. Tali metodi sono indispensabili per malattie latenti o con sintomi atipici..

Effetti sul sistema cardiovascolare

I fattori esterni ed interni che possono influenzare il corpo in modo negativo sono ben studiati nell'ambito dell'igiene cardiovascolare. Inoltre, questa disciplina ha studiato i fattori che rafforzano il CVS che possono ridurre al minimo l'impatto negativo e servire da impulso per il graduale ripristino delle funzioni..

L'effetto negativo più pronunciato sul cuore e sui vasi sanguigni è posseduto dalle cosiddette cattive abitudini. Gli esperti notano che la maggior parte delle malattie derivano dall'effetto negativo dell'alcol sul sistema cardiovascolare. Secondo le statistiche dell'OMS, oltre il 45% dei decessi nei pazienti anziani si verifica sullo sfondo di un abuso periodico o sistematico di bevande alcoliche. I principali problemi dell'alcolismo sono:

  • esaurimento del miocardio;
  • distruzione delle pareti vascolari;
  • la formazione di coaguli di sangue nelle vene;
  • instabilità della pressione sanguigna.

Ecco perché, al fine di rafforzare il sistema cardiovascolare, si raccomanda innanzitutto di rifiutarsi di assumere bevande alcoliche..

Il secondo impatto più negativo è il fumo. Come la nicotina influisce sul sistema cardiovascolare è indicato letteralmente su ogni pacchetto di sigarette. Questa sostanza appartiene alla categoria degli agenti cancerogeni che causano l'invecchiamento precoce del corpo: distrugge la guaina mielinica delle fibre nervose, altera lo scambio di gas e porta alla distruzione dell'intima dei vasi sanguigni. Al momento del suo ingresso nel corpo, la nicotina provoca uno spasmo dei vasi sanguigni e dei tubi del letto microcircolatorio, a seguito del quale la pressione sanguigna aumenta e i tessuti e gli organi non ricevono abbastanza nutrienti.

Il principale pericolo del fumo per il cuore è il graduale accumulo di metalli pesanti nei tessuti miocardici, che portano all'indebolimento e all'atrofia muscolare..

L'esercizio fisico è considerato una parte obbligatoria dell'igiene cardiovascolare. Un'attività fisica sia eccessiva che insufficiente può portare a disfunzioni del cuore e dei vasi sanguigni. La mancanza di movimento e i carichi leggeri hanno una serie di conseguenze negative:

  • ristagno di sangue nelle parti inferiori del sistema venoso, seguito da distensione delle vene;
  • coaguli di sangue e rischio di blocco (tromboembolia) nei vasi degli organi vitali;
  • nutrizione insufficiente di tessuti e organi.

Un allenamento eccessivo del sistema cardiovascolare non ha meno danni. L'aumento del carico porta a un sovraccarico costante del miocardio, aumento del carico su navi di grandi dimensioni. Di conseguenza, si ipertrofizzano e non possono svolgere completamente le funzioni loro assegnate..

Esercizi appositamente progettati per rafforzare il CVS ti consentono di trovare una via di mezzo. I carichi vengono selezionati tenendo conto delle condizioni fisiche attuali del paziente, del suo livello di allenamento, delle malattie esistenti e di altre caratteristiche. Prescrivendo la terapia fisica per le malattie del sistema cardiovascolare, lo specialista indirizza il paziente per un esame dettagliato, che include test funzionali, studi di laboratorio e strumentali. Solo dopo viene selezionato un programma di formazione individuale..

La ginnastica terapeutica è un concetto ampio, inteso come carichi attivi e statici, respirazione ed esercizi fisici. Anche per i pazienti con la stessa diagnosi, il programma di esercizi può essere molto diverso..

L'ecologia occupa un posto non meno importante nello stato del cuore e dei vasi sanguigni. Nelle grandi città industriali, i cardiologi hanno molti più pazienti che nell'entroterra rurale. Ciò non significa che, come misura preventiva, valga la pena lasciare il lavoro e partire per il villaggio. L'impatto negativo di condizioni ambientali sfavorevoli può essere parzialmente neutralizzato da una corretta alimentazione e dal rifiuto di cattive abitudini, da un'attività fisica moderata e dall'eliminazione dello stress.

Come rafforzare?

I problemi del rafforzamento dei vasi sanguigni e del cuore umano sono risolti da una serie di aree mediche, unite dal concetto di igiene del sistema cardiovascolare. Lo scopo delle sue attività include la prevenzione delle patologie e l'eliminazione dei fattori che influenzano lo stato del cuore e dei vasi sanguigni. Tra le azioni principali, come rafforzare il sistema cardiovascolare umano, includono:

  1. Soddisfare il fabbisogno di nutrienti: la dieta umana dovrebbe includere gli elementi necessari per il normale funzionamento del CVS. Questi sono potassio e magnesio, vitamine del gruppo B, C e P..
  2. Esclusione dalla dieta di alimenti che influiscono negativamente sullo stato del cuore e dei vasi sanguigni. Questi includono grassi animali solidi (una fonte di colesterolo), sale da cucina e cibi ricchi di carboidrati leggeri, compreso l'alcol. Inoltre, l'igiene del sistema cardiovascolare ha compilato un elenco di sostanze tossiche per CVS, inclusi alcuni farmaci e nicotina.
  3. Allenamento di resistenza: una serie di esercizi speciali (allenamento cardio), nonché un'attività fisica sufficiente, aiutano a rafforzare il miocardio e mantenere i vasi sanguigni in buona forma.

Tra i modi per rafforzare il sistema cardiovascolare, ci sono una serie di metodi esclusivamente medici. Si basano sull'effetto conservativo di farmaci speciali: angio- e venoprotettori, pacemaker e cardioprotettori..

Importante! I farmaci speciali sono prescritti solo in presenza di fattori che influenzano negativamente e portano a cambiamenti nel CVS.


Articolo Successivo
Aumento della VES, cause e trattamento