Linfoadenite cervicale


La linfoadenite cervicale è un'infiammazione dei linfonodi del collo. Si verifica raramente come malattia indipendente. Fondamentalmente, è una manifestazione minore della diffusione di processi infiammatori nel corpo. L'infezione entra nei linfonodi cervicali con il flusso sanguigno o attraverso le superfici aperte della ferita.

I principali segni di linfoadenite cervicale:

  • Noduli sul collo, dolorosi alla palpazione;
  • Deterioramento del benessere generale;
  • Aumento della temperatura;
  • Mal di testa.

Nella forma acuta della linfoadenite cervicale si forma una forte suppurazione dei linfonodi. La linfoadenite cronica della regione cervicale si manifesta con ogni malattia con raffreddore o influenza.

Linfoadenite cervicale: cause

Le cause della linfoadenite cervicale sono infezioni battericide locali o disseminate (disseminate). A seconda della localizzazione della fonte, si infiammano:

  • Linfonodi sottomandibolari - sono affetti da infezione alla bocca e al viso;
  • Linfonodi faringei - vengono infettati da microrganismi nasofaringei;
  • Linfonodi cervicali superficiali - una conseguenza dell'infezione delle aree cutanee adiacenti;
  • Tutti i linfonodi cervicali, infiammazione globale bilaterale - causata da mononucleosi infettiva, toxoplasmosi, sifilide secondaria, lesioni infiltrative.

La linfoadenite ricorrente della regione cervicale si sviluppa a causa di linfogranulomatosi o immunodeficienza del corpo.

Le cause della linfoadenite cervicale possono essere tali malattie e patologie in via di sviluppo o trasferite:

  • Infiammazione del rinofaringe;
  • Varie reazioni allergiche;
  • Malattia metabolica;
  • Patologia del tessuto connettivo;
  • Disfunzione della ghiandola tiroidea;
  • Malattie oncologiche;
  • Alcolismo;
  • Infezione da HIV.

Linfoadenite cervicale nei bambini

La linfoadenite cervicale nei bambini è più attiva che negli adulti. Il sistema immunitario dei bambini si sta appena formando e non è in grado di far fronte immediatamente alle infezioni.

La forma cronica della linfoadenite cervicale nei bambini si manifesta solo con un aumento dei linfonodi nel collo. Quando palpati, sono leggermente dolorosi o non fanno affatto male. La temperatura è normale, il bambino si sente bene.

La forma acuta della linfoadenite cervicale nei bambini si manifesta come segue:

  • La temperatura sale a 38 gradi e oltre;
  • Il sonno e l'appetito sono disturbati;
  • Il bambino lamenta mal di testa, forte dolore nei punti dei linfonodi ingrossati;
  • Si sviluppa un forte gonfiore nel collo;
  • Nei neonati si osserva un'intossicazione generale del corpo.

In questo caso, dovresti contattare immediatamente un pediatra che determinerà le cause e prescriverà un ciclo di trattamento. In caso di intossicazione, è urgente prendere misure per fermarlo..

L'automedicazione o un trattamento improprio possono causare gravi complicazioni nell'ulteriore sviluppo del bambino..

Linfoadenite cervicale negli adulti

La linfoadenite cervicale negli adulti è una malattia piuttosto grave. Il sistema linfatico è uno dei primi a reagire alle infezioni che entrano nel corpo e segnala un'infezione con aumento dei linfonodi. Se si trovano sigilli nella regione cervicale, dovresti essere esaminato da un otorinolaringoiatra e un dentista. L'infiammazione dei linfonodi cervicali negli adulti si forma a causa di:

  • Varie malattie dell'apparato respiratorio: infezioni respiratorie acute, influenza, tonsillite, polmonite, tubercolosi;
  • Malattie orali lente - malattia parodontale, carie, gengivite;
  • La presenza di cellule tumorali (estremamente rara).

Linfoadenite cervicale: trattamento

Il trattamento della linfoadenite cervicale dovrebbe iniziare con la determinazione della causa principale dell'infezione e l'eliminazione del focus infettivo. Dopo influenza, tonsillite, infezioni respiratorie acute, i linfonodi tornano alla normalità senza farmaci. In altri casi, il medico può prescrivere farmaci antinfiammatori (prednisone, deltason, medrol).

Nelle fasi più gravi, con infiammazione e suppurazione dei linfonodi cervicali, vengono prescritti antibiotici. Il gruppo di antibiotici dipende dallo spettro di sensibilità dell'agente infettivo. Se l'infezione è stata causata da un bacillo della tubercolosi, il trattamento deve essere effettuato in un ospedale con una terapia speciale anti-tubercolosi..

Per accelerare il processo di trattamento della linfoadenite cervicale, si raccomanda:

  • Vari tipi di fisioterapia: elettroforesi farmacologica, galvanizzazione, terapia UHF;
  • Unguenti anti-infiammatori;
  • Farmaci per il ripristino dell'immunità - immunostimolanti, multivitaminici, farmaci con un alto contenuto di vitamina C;
  • Abbondante regime alimentare e mantenimento del paziente al caldo, senza correnti d'aria e ipotermia.

Se il trattamento della linfoadenite cervicale non ha dato risultati e si è formata suppurazione nel linfonodo, è necessario aprirlo. Viene eseguita un'operazione chirurgica, durante la quale viene aperta la suppurazione, viene rimosso il pus e la ferita viene drenata.

Si sconsiglia vivamente di trattare la linfoadenite cervicale a casa usando metodi popolari. Nella maggior parte dei casi, questo trattamento è pericoloso. I linfonodi non devono essere riscaldati, strofinati e applicati a loro con una rete di iodio. Puoi usare tinture o decotti solo dopo aver consultato il tuo medico.

Il trattamento prematuro della linfoadenite cervicale può portare a tromboflebite o sepsi.

Per la prevenzione, dovresti seguire le regole igieniche di base per tagli e lesioni, monitorare attentamente la tua salute generale e rafforzare il tuo sistema immunitario.

Sintomi, cause e trattamento della linfoadenite cervicale negli adulti

La linfoadenite cervicale è una malattia in cui i linfonodi cervicali si ingrandiscono e fanno male. Si verifica una violazione perché il sistema linfatico fa parte del sistema immunitario e quando varie microflora patogene (virus, batteri, funghi) entrano nel corpo, il numero di linfociti aumenta. Successivamente, considereremo cos'è la linfoadenite cervicale, quali sono le sue principali cause e sintomi, nonché metodi diagnostici e direzioni di trattamento.

Cause di linfoadenite del collo

Molto spesso, la linfoadenite acuta è causata dai seguenti motivi:

  1. Malattie infettive di varia origine (virali, batteriche o fungine). Questo include tutti i gruppi di ARVI e ARI, malattie degli organi ENT (tonsillite, faringite, rinite, sinusite, sinusite, otite media, ecc.), Disturbi dentali di natura infettiva e infiammatoria (stomatite, malattia parodontale, carie, parodontite, ecc.), morbillo, ittero, scarlattina, meningite, tubercolosi, malattie della pelle. Alcune malattie sessualmente trasmissibili (ad esempio la sifilide) possono causare non solo linfoadenite cervicale, ma anche inguinale.
  2. Un gruppo separato dovrebbe essere assegnato a malattie come l'HIV e l'AIDS, poiché la loro manifestazione diretta è un aumento dei linfonodi, spesso in più punti contemporaneamente (collo, ascelle, inguine).
  3. Malattie autoimmuni come lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, tiroidite autoimmune, ecc..
  4. Installazione di vari impianti (silicone, metallo, plastica, ecc.). Il sistema immunitario percepisce l'impianto come un oggetto estraneo e può iniziare a rigettarlo.
  5. Patologia tiroidea.
  6. Malattie oncologiche. Inoltre, questo include sia l'oncologia del sistema linfatico stesso che di altri organi..
  7. Altri motivi:
  • diminuzione dell'immunità sullo sfondo di carenza vitaminica stagionale e raffreddori, stress, malattie croniche;
  • bozze. In questo caso, la linfoadenite sarà una malattia indipendente, quando i linfonodi vengono semplicemente soffiati da una finestra aperta o da un condizionatore d'aria;
  • reazioni allergiche;
  • abuso di alcool.

Sintomi

Le manifestazioni cliniche della linfoadenite cervicale possono essere suddivise in principali e concomitanti.

I principali includono dolore al collo, ingrossamento e gonfiore dei linfonodi stessi, disagio quando si gira la testa e si preme sul collo. I linfonodi possono essere leggermente arrossati e caldi..

I sintomi di accompagnamento della linfoadenite cervicale dipendono dalla causa della malattia:

  • aumento della temperatura corporea (da valori subfebrilari ad alti);
  • mal di gola, naso che cola, tosse;
  • starnuti (allergici o raffreddori);
  • difficoltà a deglutire;
  • debolezza, malessere generale associato a intossicazione del corpo da agenti infettivi;
  • mal di testa, scarso appetito, ecc..

Varietà della malattia

Esistono diverse classificazioni di linfoadenite, differiscono per i seguenti motivi:

  1. In base alla durata e alla gravità del corso, si distinguono i tipi acuti e cronici. L'acuto si sviluppa come reazione all'infezione (ad esempio, con angina). La forma cronica si trova più spesso in caso di cronicità di malattie della gola (faringite, tonsillite). In questo caso, i linfonodi sono solo leggermente ingrossati e il dolore può essere completamente assente..
  2. A seconda della causa dell'evento, la linfoadenite cervicale è specifica e non specifica. Il primo è il più pericoloso e il più difficile da trattare, poiché è causato da gravi malattie infettive (sifilide, tubercolosi, peste). L'aspecifica di solito si manifesta con il raffreddore e la SARS e viene facilmente eliminata con la cura della malattia sottostante.
  3. A seconda della composizione cellulare del linfonodo infiammato, si distinguono sieroso, purulento e semplice. Sieroso si verifica con un decorso virale della malattia o con oncologia, purulento - con un batterico. La linfoadenite purulenta è la più pericolosa, poiché può verificarsi un ascesso o un flemmone (la diffusione del contenuto purulento all'esterno della capsula dei linfonodi ai tessuti adiacenti). È la linfoadenite purulenta che è irta dello sviluppo della sepsi. Ecco perché, se compaiono sintomi come arrossamento della pelle sul linfonodo, il suo forte aumento, dolore e calore della pelle, dovresti consultare immediatamente un medico.

Come determinare la linfoadenite cervicale

Per una corretta diagnosi e determinazione di una strategia di trattamento, la diagnosi dovrebbe avvenire in più fasi:

  1. Raccolta di anamnesi e sintomi. Il medico scopre quali sintomi danno fastidio, raccoglie una storia medica.
  2. L'esame esterno e la palpazione consentono di determinare quale gruppo di linfonodi è infiammato, quanto sono ingranditi e dolorosi. Anche in questa fase, il medico può diagnosticare la presenza di un processo purulento.
  3. Analisi del sangue. Per un risultato affidabile, è necessario superarne diversi: generale, "per lo zucchero", biochimico, SDI, proteina C-reattiva, per i marker tumorali. Se sospetti una malattia a trasmissione sessuale, viene donato anche il sangue.
  4. Ultrasuoni. Viene fatto, se necessario, per determinare la struttura del linfonodo, se ci sono patologie in esso, nonché l'interruzione del lavoro dei tessuti vicini.
  5. Puntura. Questa è una biopsia con ago piccolo (che prende una piccola quantità di tessuto linfonodale) per determinare la sua composizione cellulare.
  6. Se sospetti una malattia specifica, il medico prescrive ulteriori test. Ad esempio, se si sospetta la tubercolosi polmonare - fluorografia; MRI (risonanza magnetica per immagini) o TC (tomografia computerizzata).

Trattamento della linfoadenite cervicale

Il trattamento della linfoadenite si basa, prima di tutto, sull'eliminazione della causa che l'ha causata (solo se la linfoadenite non è una malattia indipendente). Per questo, vengono prescritti vari farmaci (farmaci) e fisioterapia. Possono essere utilizzate anche ricette di medicina tradizionale.

Droghe

Le medicine sono selezionate solo dal medico curante su base individuale. Nella maggior parte dei casi, nomina:

  1. Antibiotici per eliminare le infezioni batteriche. Gli antibiotici attualmente sono disponibili in diversi gruppi e spettro di azione, quindi, per la corretta selezione del farmaco, è necessario scoprire quale patogeno ha causato la malattia. Molto spesso, il medico prescrive antibiotici complessi, poiché potrebbe esserci più di un agente patogeno.
  2. Gli agenti antivirali possono essere utilizzati sia indipendentemente che contemporaneamente con agenti antibatterici. Gli agenti antivirali più popolari sono Kagocel, Ingavirin, Arbidol, Otsillococcinum.
  3. Gli agenti antifungini sono necessari quando il fungo è apparso inizialmente o dopo la terapia antibiotica. Ad esempio, un fungo del genere Candida è un normale rappresentante della microflora della gola, ma dopo i farmaci antibatterici, la sua quantità può aumentare. Pertanto, viene prescritto fluconazolo o nistatina.
  4. I farmaci per la correzione dell'immunità (immunomodulatori e immunostimolanti) possono essere prescritti dal medico curante ai bambini in caso di decorso grave della malattia, con malattie oncologiche, con cronicità di patologie degli organi ENT e in molti altri casi. I farmaci più efficaci in questo gruppo: Cycloferon, Viferon, Immunal, Echinacea extract, Interferon, Likopid.
  5. Per le manifestazioni allergiche della linfoadenite vengono prescritti antistaminici (Suprastin, Tavegil, Claritin, ecc.).
  6. La terapia per le malattie della tiroide è abbastanza specifica e se la linfoadenite è una conseguenza di patologie tiroidee, il trattamento e la scelta dei fondi dipenderanno dalla malattia specifica.

Fisioterapia

La fisioterapia consente di eliminare il processo infiammatorio a livello cellulare e curare rapidamente la linfoadenite. Per questi scopi, l'ecografia con un unguento all'idrocortisone è ampiamente utilizzata. La popolarità di questa procedura sta crescendo in quei pazienti in cui la linfoadenite cervicale è causata da malattie croniche della gola (tonsillite, faringite). Tra le recensioni positive, ci sono informazioni che dopo un ciclo di ultrasuoni, il disagio al collo è passato e le condizioni della gola sono migliorate in modo significativo.

Rimedi casalinghi

Può volerci molto tempo prima che la malattia sottostante venga eliminata. Fino a questo punto, è possibile adottare una serie di misure per alleviare i sintomi della linfoadenite..

Se il medico lo consente, puoi fare impacchi di garza usando l'unguento di ittiolo o l'unguento di Vishnevsky. Puoi anche avvolgere semplicemente una sciarpa di lana intorno al collo. È severamente vietato riscaldare i linfonodi anche in assenza di un processo purulento.

La linfoadenite cervicale è una malattia piuttosto pericolosa. Può essere conseguenza di un raffreddore innocuo o nascondere patologie più gravi. Pertanto, ai primi segni di linfonodi infiammati, è necessario consultare immediatamente un medico.

Linfoadenite cervicale

Cos'è la linfoadenite cervicale?

Linfoadenite cervicale - una malattia in cui i linfonodi del collo si infiammano, solitamente a causa di un'infezione.

I linfonodi sono piccoli noduli ovoidali, di solito di dimensioni comprese tra pochi millimetri e 2 cm (vedi foto). Sono divisi in gruppi lungo i vasi linfatici situati in tutto il corpo..

La funzione principale dei linfonodi è quella di filtrare i microrganismi e le cellule anormali che si accumulano nel fluido linfatico.

I linfonodi ingrossati nel collo sono una caratteristica comune in varie malattie e possono servire come punto di partenza per le successive indagini cliniche di malattie del sistema reticoloendoteliale o infezioni regionali.

Durante il processo patologico, si distinguono 3 fasi:

  1. Catarrale, in cui la pelle sopra il linfonodo diventa rossa e diventa calda.
  2. Iperplastica, in cui è presente edema e infiltrazione del tessuto nodulare con un fluido infiammatorio (essudato). In questo momento, il processo patologico non si estende oltre la capsula del linfonodo.
  3. Purulento, in cui si forma un ascesso (un ascesso limitato da una capsula) o il contenuto infetto del nodo irrompe nei tessuti molli adiacenti con la formazione di un ascesso diffuso - adenoflegmon.

Classificazione della linfoadenite cervicale

Nella medicina pratica si distinguono diversi tipi di linfoadenite cervicale..

Per la natura del corso, la linfoadenite è divisa in acuta, cronica e reattiva.

La linfoadenite acuta, a sua volta, si verifica:

  • sieroso: questo tipo è caratterizzato dalla saturazione del linfonodo con essudato senza la formazione di un ascesso;
  • purulento: in questo caso, il tessuto del nodo si scioglie con la formazione di un ascesso o flemmone.

La linfoadenite cronica può essere:

  • ascesso (con la formazione di un ascesso);
  • produttivo (iperplastico), in cui vi è un aumento significativo del numero di leucociti nei nodi.

In base al tipo di agente patogeno, il processo patologico può essere:

  • batterica;
  • virale;
  • fungine.

Per natura dell'agente patogeno, si distinguono i seguenti tipi:

  • non specifico - causato da infezione da stafilococco, streptococco, virale;
  • specifico - causato da un gruppo specifico di agenti patogeni (tubercolosi, ecc.).

A seconda di come l'infezione penetra nei nodi, la linfoadenite è suddivisa nei seguenti tipi:

  • odontogeno - in cui l'infezione si diffonde dai denti colpiti dalla carie
  • rinogenico - un tipo in cui la fonte dell'infezione è la cavità nasale;
  • dermatogeno - in cui l'agente patogeno entra nei linfonodi dalle aree infiammate della pelle;
  • tonsilogenico - in cui l'infezione si diffonde dalle tonsille malate.

Cause di linfoadenite cervicale

La causa dello sviluppo del processo infiammatorio sono i microrganismi patogeni ei loro prodotti metabolici..

Le cause della linfoadenite aspecifica possono essere:

  • batteri che vivono nel corpo e le loro tossine - stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli;
  • virus - influenza, adenovirus, citomegalovirus, herpes, virus di Epstein-Barr;
  • fungo.

Gli agenti patogeni specifici includono:

  • micobatterio tubercolosi;
  • treponemi pallidi - agenti causali della sifilide;
  • brucella - agenti patogeni della brucellosi;
  • Yersinia: gli agenti causali della peste;
  • bastoncini di tularemia;
  • actinomiceti.

La linfoadenite cervicale raramente agisce come un processo indipendente. Molto spesso è una manifestazione di malattie infettive:

  • otite media - infiammazione dell'orecchio esterno o medio;
  • rinofaringite - infiammazione del rinofaringe;
  • sinusite - una malattia infettiva e infiammatoria dei seni paranasali;
  • tiroidite infettiva - danno alla ghiandola tiroidea;
  • influenza;
  • infezione da adenovirus;
  • mononucleosi infettiva;
  • ferite purulente del collo e della testa.

Sintomi della linfoadenite cervicale

Le manifestazioni cliniche della linfoadenite cervicale dipendono dallo stadio del processo patologico.

L'infiammazione sierosa può essere riconosciuta dai seguenti segni:

  1. Dolore al collo e sotto la mascella. Il sintomo aumenta con il progredire della malattia. Quando si sposta la mascella inferiore, potrebbe aumentare.
  2. Ingrandimento dei linfonodi in termini di dimensioni: all'esame e alla palpazione, sono definiti come formazioni rotonde o ovali di dimensioni variabili da fagiolo a noce.
  3. Rossore e gonfiore della pelle nell'area dell'infiammazione.
  4. Aumento della temperatura locale e generale.

Con il passaggio a una forma purulenta, la gravità dei sintomi aumenta:

  1. I linfonodi interessati diventano densi, saldati in un'unica formazione.
  2. La pelle sopra l'ascesso è tesa, diventa viola-cianotica e calda al tatto.
  3. Il dolore preoccupa il paziente anche senza toccare la zona interessata.
  4. Il movimento della mascella inferiore è difficile.
  5. La temperatura sale a 40 gradi.
  6. Segni di intossicazione generale del corpo si uniscono: debolezza, sonnolenza, mal di testa, dolore alle articolazioni e ai muscoli.

Le manifestazioni dell'infiammazione cronica sono meno vivide. I linfonodi sono leggermente ingrossati, densi, ma abbastanza mobili. C'è un leggero dolore e gonfiore dei tessuti adiacenti a causa della congestione linfatica nell'area interessata.

La linfoadenite reattiva è caratterizzata da un aumento fulmineo dei sintomi clinici.

Diagnostica

Per confermare la diagnosi di linfoadenite cervicale, oltre all'interrogatorio e all'esame clinico del paziente, vengono utilizzati metodi di esame di laboratorio e strumentali.

Prima di tutto, al paziente viene prescritto un esame del sangue clinico generale. Il processo infiammatorio è caratterizzato dai seguenti cambiamenti:

  • un aumento del numero totale di leucociti;

Un metodo di ricerca efficace e conveniente è l'ecografia (ultrasuoni). Può essere utilizzato per determinare:

  • dimensioni, forma e struttura dei nodi;
  • se c'è adesione con i tessuti adiacenti;
  • la presenza di un processo infiammatorio;
  • la presenza di formazioni purulente - flemmone o ascesso.

La tomografia computerizzata è un moderno metodo di ricerca ad alta precisione. Gli viene prescritto di studiare la dimensione dei nodi colpiti, la presenza di complicanze purulente e il grado della loro diffusione.

È estremamente raro che venga prescritta una biopsia per puntura del tessuto linfonodale: un campione di tessuto viene prelevato con un ago sottile. Lo scopo di questo metodo di ricerca è:

  • diagnosi differenziale di infiammazione e cancro;
  • sospetto di linfoadenite cronica;
  • chiarimento della diagnosi per un'infezione specifica.

Il materiale ottenuto da una biopsia può essere inoculato su speciali terreni di coltura per determinare l'agente eziologico dell'infezione e la sua sensibilità ai farmaci antibatterici.

Tattiche e metodi di trattamento della linfoadenite cervicale

Per il trattamento della linfoadenite cervicale vengono utilizzati i seguenti mezzi e metodi:

  • medicinale;
  • fisioterapia;
  • chirurgico;
  • folk (estremamente raro e previa consultazione).

La tattica del trattamento dipende dalla gravità della condizione e dalla causa che ha causato lo sviluppo della linfoadenite..

Se la malattia acuta progredisce, il trattamento farmacologico viene utilizzato per eliminare la causa, alleviare i sintomi e migliorare l'immunità. A seconda della natura dell'agente patogeno, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro, anti-tubercolosi, farmaci antivirali, ecc..

Lo sviluppo di complicanze purulente (ascesso o flemmone) richiede un intervento chirurgico immediato.

Terapia farmacologica

Per il trattamento della linfoadenite cervicale vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Mirato ad eliminare la causa (etiotropica) - antibiotici, antivirali, farmaci antifungini.
  2. Destinato a correggere i meccanismi patologici (patogenetici) - antistaminici, farmaci antinfiammatori non steroidei, immunomodulatori.

Esistono diversi gruppi principali di farmaci:

  • Antibiotici: amoxiclav, ceftriaxone, clindamicina. I batteri distruggono la parete cellulare, causando così la morte dell'agente patogeno. Sopprime il processo di riproduzione batterica (azione batteriostatica).
  • Antivirali: Acyclovir, Remantadine. Sopprimono la sintesi dell'RNA del virus e ne interrompono la riproduzione. Stimola la naturale immunità antivirale del corpo.
  • Antifungini: fluconazolo, amfotericina. Aumentare la permeabilità della parete cellulare dei funghi, distruggere la struttura cellulare, portando alla morte dell'agente patogeno.
  • Anti-TB: etambutolo, rifampicina. Efficace nel trattamento della linfoadenite causata da Mycobacterium tuberculosis. Sopprimere il processo di riproduzione delle cellule microbiche e distruggere la membrana cellulare, portando alla morte dell'agente patogeno.
  • Antinfiammatorio: Ketorolac, Nimesulide, Diclofenac, Nurofen. Inibiscono l'attività dell'enzima cicloossigenasi e sopprimono la produzione di prostaglandine, sostanze biologicamente attive responsabili dello sviluppo dell'infiammazione. Fornisce effetti antinfiammatori, antipiretici e analgesici.
  • Antistaminici: Cetirizina, Tavegil, Claritin, Suprastin. Hanno un effetto vasocostrittore, riducono la permeabilità capillare e prevengono lo sviluppo di edema. Sopprimere la migrazione dei leucociti al centro dell'infiammazione e inibire la produzione di sostanze che contribuiscono allo sviluppo dell'infiammazione.
  • Immunomodulatori: Cycloferon, Immunal, Likopid, Viferon. Stimola le difese immunitarie naturali dell'organismo. Efficace nelle forme croniche di patologia.

Metodi tradizionali

I metodi di trattamento tradizionali possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico e in combinazione con la terapia farmacologica. A casa è possibile utilizzare il trattamento termico a secco. Questo può essere fatto solo nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia o nel periodo di recupero. Il calore secco è categoricamente controindicato se il paziente ha:

  • processo infiammatorio purulento nei linfonodi - ascesso o flemmone;
  • segni di un processo tumorale;
  • sintomi di intossicazione generale - febbre, dolori articolari, malessere;
  • segni di processo tubercolare.

Per il trattamento del processo infettivo vengono utilizzati infusi e decotti di piante medicinali con effetti antimicrobici e antivirali..

Chirurgia

Le indicazioni per il trattamento chirurgico della linfoadenite cervicale sono:

  • ascesso;
  • flemmone;
  • inefficacia della terapia conservativa.

La chirurgia viene eseguita in anestesia locale o generale. La sequenza di azioni durante l'operazione:

  1. Apertura di un focus purulento;
  2. Rimozione di contenuti purulenti e tessuti morti.
  3. Valutazione delle condizioni dei tessuti adiacenti.
  4. Risciacquare la cavità con soluzioni antisettiche e installare un drenaggio: un tubo speciale attraverso il quale verranno rimossi il pus e il fluido infiammatorio (essudato).
  5. Suturare la ferita.

Le controindicazioni alla chirurgia sono gravi malattie scompensate - infarto miocardico acuto, ictus, grave insufficienza renale o epatica.

Fisioterapia

Per il trattamento del processo infiammatorio, viene utilizzato:

  1. Terapia UHF: questo tipo di esposizione consente di alleviare l'infiammazione, il dolore e il gonfiore. Le controindicazioni al suo appuntamento sono processi purulenti e fenomeni di intossicazione generale..
  2. Ultrasuoni - utilizzato in modalità pulsata, favorisce il riassorbimento del processo infiammatorio.
  3. Radiazione ultravioletta - ha un effetto antinfiammatorio. Questa procedura viene eseguita non solo nell'area del nodo interessato, ma anche nell'area del cancello d'ingresso dell'infezione..
  4. Terapia laser: ha un effetto antinfiammatorio, allevia il dolore, migliora la circolazione sanguigna, attiva la riparazione dei tessuti.
  5. Elettroforesi: un metodo in cui un farmaco viene somministrato utilizzando una debole corrente elettrica.

Complicazioni e prognosi della linfoadenite cervicale

La prognosi della malattia con un trattamento tempestivo iniziato è favorevole. Se non affronti il ​​problema, possono sorgere gravi complicazioni..

Molto spesso, con la linfoadenite acuta, questi sono:

  • ascessi o flemmone dei tessuti molli del collo;
  • necrosi dei tessuti;
  • la formazione di fistole purulente;
  • processo infiammatorio nelle vene vicine - tromboflebite;
  • distruzione delle pareti dei vasi sanguigni con lo sviluppo di sanguinamento;
  • avvelenamento del sangue (sepsi).

Le complicanze della linfoadenite cronica possono essere:

  • violazione del drenaggio linfatico con formazione di edema (linfedema);
  • morendo di nodi e sostituendoli con tessuto cicatriziale.

Prevenzione della linfoadenite cervicale

Per evitare lo sviluppo della malattia, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. Eliminare tempestivamente focolai di infezione nel corpo - per trattare denti cariati, processi infiammatori nel rinofaringe, ecc..
  2. Trattare con cura i tagli microscopici e le abrasioni sulla pelle del collo e del viso con antisettici.
  3. Rispetta le regole dell'igiene personale, fai la doccia regolarmente.
  4. Evita l'ipotermia.

L'immunità è importante. Per aumentarlo, i medici raccomandano di prendere procedure di indurimento, complessi vitaminici e immunomodulatori.

Linfoadenite cervicale

Il termine "linfoadenite" ha radici latine e greche ed è tradotto come "infiammazione della ghiandola linfatica". Di norma, questa è una malattia non indipendente, ma una complicazione derivante da un processo infiammatorio primario. In alcuni casi, l'obiettivo principale non può essere identificato, ma molto spesso l'infezione entra nel corpo attraverso la pelle o il tessuto mucoso. Gli agenti causali della linfoadenite sono stafilococchi e streptococchi - microrganismi piogeni che entrano nei linfonodi attraverso i vasi del sistema linfatico da focolai di infiammazione purulenta, che si verifica in forma acuta o cronica. In questo caso, i patogeni possono essere trasferiti attraverso il flusso linfatico o attraverso il contatto diretto..

Tutte le linfoadeniti sono classificate in purulente e non purulente e, a seconda della durata del processo e della natura del suo decorso, in acute e croniche. Il fulcro dell'infiammazione può essere localizzato sia in un linfonodo, sia in più contemporaneamente, se sono vicini. In questo caso, l'ulteriore sviluppo del processo diventa spesso la causa della fusione purulenta del nodo o dei nodi interessati.

Per quanto riguarda la linfoadenite cervicale, in questa malattia l'infiammazione colpisce i linfonodi situati nel collo. Nella stragrande maggioranza dei casi, viene diagnosticato nei bambini, tuttavia si verifica anche negli adulti. Va notato che la linfoadenite cervicale nei bambini è molto più mite rispetto ai pazienti adulti..

Ragioni per lo sviluppo della linfoadenite cervicale

La linfoadenite cervicale è iniziata da batteri e virus patogeni che causano malattie come influenza, polmonite, tonsillite, otite media, rinite, ecc. Inoltre, malattie a progressione lenta che colpiscono il cavo orale, comprese gengiviti, processi cariati, malattia parodontale, possono portare ad un aumento dei linfonodi. Un prerequisito per lo sviluppo della malattia, inoltre, diventa spesso lesioni infiammatorie dello strato epidermico della pelle su viso, collo e testa (questi possono essere, ad esempio, carbonchi o ascessi).

La causa della linfoadenite cervicale, in cui si verifica un aumento pronunciato dei linfonodi su entrambi i lati del collo, sono malattie come la toxoplasmosi, che è di natura infettiva, la mononucleosi, vari tipi di lesioni infiltrative, nonché l'uso di farmaci antiepilettici ad azione anticonvulsivante (ad esempio fenitoina).

La sifilide o la tubercolosi possono causare linfoadenite cervicale negli adulti.

Negli stessi casi, quando il decorso della linfoadenite cervicale è ricorrente, un ingrossamento dei linfonodi è spesso un segno di ridotta reattività immunologica (in altre parole, immunodeficienza o disfunzione del sistema immunitario) o linfoma di Hodgkin (un tumore maligno che si sviluppa dai tessuti linfoidi).

Quando un organismo viene infettato, il suo sistema linfatico è uno dei primi a rispondere al processo patologico. E questo si manifesta principalmente con un aumento dei linfonodi. Nella maggior parte dei casi, non dovresti aver paura di tali manifestazioni, poiché le cellule maligne sono presenti nei tessuti dei linfonodi solo in rari casi. Il motivo di preoccupazione dovrebbe essere la progressione della linfoadenite cervicale, accompagnata da un aumento significativo dei linfonodi (quando il loro diametro è di tre centimetri o più), iperemia pronunciata (arrossamento eccessivo) della pelle situata sopra il nodo interessato, nonché dolore del nodo stesso.

Sintomi della linfoadenite cervicale

Il segno principale dello sviluppo della linfoadenite è la comparsa di foche caratteristiche nell'area dei linfonodi situati sul collo. La pelle che circonda un tale sigillo può essere leggermente gonfia e la palpazione provoca dolore. La progressione della malattia è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Mal di testa;
  • Una sensazione di malessere generale, aumento della debolezza;
  • Un aumento della temperatura corporea (questo sintomo è caratteristico della linfoadenite, che si manifesta in forma acuta);
  • Diminuzione dell'appetito;
  • Manifestazioni di intossicazione generale del corpo (l'intossicazione si verifica principalmente con la linfoadenite cervicale nei bambini).

È molto importante per tutti i pazienti impedire che la malattia si riversi nella sua forma acuta o cronica, poiché questa è irta di complicazioni piuttosto gravi..

Quindi, la linfoadenite acuta, che è una complicazione di qualsiasi altro processo infiammatorio, è completata da una forte suppurazione nei linfonodi, un forte aumento della temperatura di oltre 38 gradi, un cambiamento nell'aspetto del linfonodo interessato (inizia ad assomigliare a un'ebollizione). In assenza di un trattamento tempestivo, la linfoadenite cervicale si sviluppa in adenoma o sepsi.

La linfoadenite cervicale cronica è un problema nelle persone che hanno una funzione del sistema immunitario compromessa. Anche un lieve raffreddore in loro diventa la causa dei linfonodi ingrossati. Nonostante possano essere abbastanza grandi, quando non si verifica dolore alla palpazione e la suppurazione del nodo, caratteristica della forma acuta della malattia, è solitamente assente. La linfoadenite cronica è spesso uno dei principali sintomi della tubercolosi..

Linfoadenite cervicale nei bambini

Nei bambini, la linfoadenite si sviluppa molto attivamente. In questo caso, la condizione è accompagnata da mal di testa, febbre alta, scarso sonno e appetito, gonfiore del collo e intossicazione. Le manifestazioni di intossicazione sono particolarmente pronunciate nei bambini di età inferiore a uno. Allo stesso tempo, i loro linfonodi non sono praticamente palpabili (a causa delle loro piccole dimensioni).

Il processo infiammatorio, che è diventato cronico, è caratterizzato da una salute normale (e, in particolare, dalla temperatura normale) sullo sfondo di linfonodi ingrossati.

In una forma avanzata, la malattia provoca torcicollo, miocardite, significativa perdita di peso e altre complicazioni.

Linfoadenite cervicale negli adulti

La linfoadenite cervicale negli adulti ha sintomi simili alla linfoadenite nei bambini, tuttavia spesso provoca malattie più gravi, tra cui l'HIV, disturbi che colpiscono il sistema endocrino e il cancro.

Inoltre, negli adulti, i linfonodi ingrossati possono essere una reazione ad abuso di alcol, allergie o disturbi metabolici..

Trattamento della linfoadenite cervicale

Un approccio integrato viene utilizzato nel trattamento della malattia. In primo luogo, il medico, a seconda della natura del suo corso, prescrive al paziente di seguire un determinato regime e una dieta speciale. In secondo luogo, dopo aver scoperto la causa dello sviluppo del processo patologico, viene prescritto un trattamento farmacologico per eliminarlo e, in alcuni casi, farmaci antinfiammatori (medrol o prednisolone, ad esempio). In terzo luogo, vengono prescritte misure fisioterapiche (elettroforesi, UHF o galvanizzazione).

Nei casi in cui la terapia conservativa non dà l'effetto atteso, ricorrono al trattamento chirurgico della linfoadenite cervicale.

Linfoadenite cervicale

Articoli di esperti medici

La linfoadenite cervicale è un'infiammazione dei linfonodi cervicali. Molto spesso, la linfoadenite cervicale si verifica nei bambini e non rappresenta un grande pericolo per loro. Tuttavia, se un adulto è esposto a questa malattia, è molto più difficile curarla. Il fatto è che il nostro sistema linfatico è il primo a reagire a stimoli esterni, come virus e infezioni. Pertanto, se improvvisamente trovi foche su entrambi i lati del collo, questo è un chiaro segno che il tuo corpo sta combattendo l'infezione e non le consente di diffondersi in tutto il corpo, ed è ora che tu inizi il trattamento..

Cause di linfoadenite cervicale

La causa principale della linfoadenite cervicale sono batteri patogeni e virus che provocano malattie come influenza, mal di gola, rinite, tonsillite e otite media. Entrano nel nostro corpo per colpire il sistema immunitario, ma a causa delle funzioni protettive dell'organismo vengono bloccati e localizzati nei linfonodi. La loro infiammazione può assumere non solo una forma acuta ma anche cronica. Pertanto, è molto importante diagnosticare questa malattia in una fase precoce in modo da non dover raccogliere i benefici di un'infezione trascurata. Se improvvisamente hai dei sospetti sulla tua salute, controlla se hai i sintomi della linfoadenite cervicale..

Sintomi della linfoadenite cervicale

Come accennato in precedenza, con la linfoadenite cervicale si formano foche sul collo e si può anche osservare un leggero gonfiore. Quando lo sente, il paziente può provare dolore. E quando la malattia progredisce, diventano evidenti i seguenti sintomi:

  • mal di testa;
  • malessere generale;
  • febbre alta, se la forma della linfoadenite è acuta;
  • perdita di appetito;
  • i bambini piccoli soffrono di intossicazione.

Le masse cervicali tendono ad aumentare di dimensioni durante la fase del suo sviluppo, ma dopo l'inizio del trattamento, il gonfiore si attenua entro 1-3 settimane. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla forma acuta e cronica della linfoadenite cervicale, poiché il paziente deve averne soprattutto paura e non permettere alla malattia di vagare nella sua forma estrema.

Linfoadenite cervicale acuta

La linfoadenite cervicale acuta si manifesta come una complicazione della malattia ed è accompagnata da una suppurazione molto forte dei linfonodi. La temperatura del paziente supera i 38 gradi. La sua superficie diventa rossa e diventa più simile a un foruncolo. Con il decorso della malattia, il gonfiore della linfoadenite aumenta ei suoi contorni perdono la loro chiarezza. Il centro stesso dell'infezione diventa meno mobile al tatto. Se inizi un tale processo infiammatorio, può svilupparsi in una malattia ancora più grave, come l'adenoma o la sepsi. Pertanto, il problema deve essere preso il più seriamente possibile..

Linfoadenite cervicale cronica

La linfoadenite cervicale cronica compare con ogni malattia nelle persone il cui sistema immunitario è molto indebolito. È sufficiente che prendano un raffreddore e l'infiammazione dei linfonodi non si farà attendere a lungo. Inoltre aumentano, come nella forma acuta, ma non ci sono sensazioni di dolore così forti durante la palpazione e la suppurazione si forma molto raramente. Va notato che la linfoadenite cervicale cronica può essere uno dei sintomi di una malattia così grave come la tubercolosi. I suoi batteri entrano nei linfonodi dal fuoco tubercolare con il flusso di sangue o linfa.

Linfoadenite cervicale nei bambini

La linfoadenite cervicale nei bambini, sfortunatamente, si sviluppa abbastanza attivamente, ma non così pericolosa come per gli adulti. Se il bambino è un neonato, i suoi linfonodi sono molto difficili da palpare a causa delle loro piccole dimensioni. E dopo un anno, la palpazione è una procedura conveniente. La malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • il bambino si lamenta di un mal di testa;
  • la sua temperatura supera i 38 gradi;
  • spesso si verifica intossicazione, i bambini sono fortemente esposti ad essa;
  • scarso sonno e mancanza di appetito;
  • appare un forte gonfiore del collo.

Con l'infiammazione cronica dei linfonodi, il bambino si sente bene e la sua temperatura è normale. Allo stesso tempo, il collo praticamente non fa male, ma i linfonodi sono notevolmente ingranditi - questo può essere determinato sondando il collo.

Le conseguenze della linfoadenite trascurata dei linfonodi cervicali per un bambino possono essere molto pericolose. La malattia può causare l'insorgenza di miocardite, le cui manifestazioni esterne sono letargia e pallore, nonché mancanza di respiro. È molto difficile per questi bambini aumentare di peso, perché si stancano anche per l'alimentazione e talvolta possono rifiutarsi completamente di mangiare.

Linfoadenite cervicale negli adulti

La linfoadenite cervicale negli adulti, nonostante sintomi simili, può essere causata da ragioni completamente diverse rispetto ai bambini e le sue conseguenze, senza un trattamento appropriato, possono essere molto più gravi.

La linfoadenite cervicale negli adulti può essere causata dai seguenti disturbi del corpo, come:

  • malattie acute del rinofaringe;
  • disturbi metabolici e tiroidei;
  • abuso di alcool;
  • manifestazioni patologiche nei tessuti connettivi;
  • reazioni allergiche individuali a determinate sostanze irritanti;
  • HIV e tubercolosi;
  • malattie oncologiche.

E l'agente eziologico più semplice e più comune della linfoadenite cervicale persistente sono le infezioni batteriche e virali.

Diagnostica linfoadenite cervicale

La diagnosi di linfoadenite cervicale è più spesso determinata dall'esame di un medico che palpa. Inoltre, la diagnosi di linfoadenite dei linfonodi cervicali viene effettuata sulla base dei dati di analisi condotte in precedenza e di una serie di studi clinici e di laboratorio:

  • biopsia di un linfonodo malato;
  • Radiografia dei tessuti molli della zona sottomandibolare e del collo;
  • ulteriori ricerche con analisi istologiche;
  • imaging a risonanza magnetica e computerizzata.

In ogni caso, in qualsiasi fase della tua malattia, la visita medica è fondamentale. Dal momento che nessun altro può darti risposte a tutte le tue domande e prescrivere un trattamento efficace adatto alle tue esigenze.

Trattamento della linfoadenite cervicale

Il regime per la linfoadenite cervicale è prescritto dal medico curante. Se il paziente soffre di una forma lieve di infiammazione, si consiglia di rimanere a casa al caldo e di riposare, bere molta acqua naturale ed evitare correnti d'aria e basse temperature. Ma se un bacillo della tubercolosi diventa l'agente eziologico dell'infezione, il paziente necessita di un ricovero urgente e di un regime ospedaliero con uno spettro specializzato di antibiotici anti-tubercolosi..

Inoltre, ai pazienti viene prescritta una dieta. È severamente vietato mangiare cibi ricchi di idrocarburi e acidi grassi traslati. Ma la presenza nella dieta quotidiana di frutta, verdura, carne magra, pesce, acidi grassi polinsaturi omega-3 aiuterà a far fronte ai processi infiammatori nel corpo. Dovresti anche ridurre il consumo di farina e latticini ed escludere lo zucchero dalla dieta, così come gli alimenti che lo contengono in grandi quantità..

Trattamento medico della linfoadenite cervicale

È necessario iniziare determinando la causa della malattia ed eliminando il focus infettivo. Se la linfoadenite cervicale è una conseguenza di malattie virali come tonsillite, influenza o infezioni respiratorie acute, i linfonodi si riprenderanno insieme a tutto il corpo senza un trattamento farmacologico speciale. E in altri casi vengono prescritti farmaci antinfiammatori. Può essere prednisone e medrol:

  • Medrol. La maggior parte delle raccomandazioni per l'uso di questo farmaco sono dovute ai suoi effetti antinfiammatori e immunosoppressori. È grazie a questi due fattori d'azione del farmaco che è possibile ridurre il numero di cellule patologiche nel fuoco infiammatorio e le cellule nei tessuti connettivi vengono ripristinate..

Il dosaggio standard di medrol dipende dalle specifiche della malattia ed è di circa 4-48 mg / giorno, a seconda delle raccomandazioni del medico curante.

Per i bambini, medrol è prescritto in combinazione con prednisolone e il dosaggio è calcolato in base al suo utilizzo (4 mg di medrol = 5 mg di prednisolone).

Medrol è controindicato in caso di reazioni allergiche ai componenti del farmaco e in caso di infezioni fungine sistemiche di qualsiasi localizzazione.

  • Prednisolone. Il suo dosaggio è assegnato individualmente. La dose abituale è di 5-10 mg al giorno, ovvero 1-2 compresse. Ma in condizioni acute, di solito vengono presi 20-30 mg al giorno, cioè da 4 a 6 compresse.

Per i bambini, il prednisolone è prescritto al ritmo di: all'età di 2-12 mesi - 2-3 mg / kg; 1-14 anni - 1-2 mg / kg per via endovenosa lentamente nell'arco di tre minuti. Se necessario, il farmaco può essere nuovamente somministrato dopo 20-30 minuti.

Il prednisolone è controindicato nei pazienti ipertesi e nelle donne in gravidanza. Può anche influire negativamente sulla salute delle persone che soffrono di diabete mellito, ulcera allo stomaco e ulcera duodenale. Per la tubercolosi e le malattie infettive, il farmaco deve essere utilizzato solo in combinazione con antibiotici o agenti speciali per il trattamento della tubercolosi.

È anche necessario assumere immunostimolanti: farmaci che ripristinano l'immunità, farmaci con un alto contenuto di vitamina C e multivitaminici.

Se la linfoadenite cervicale si è trasformata in una forma acuta o cronica, se il linfonodo si infiamma e si forma suppurazione, vengono prescritti antibiotici. La loro specificità dipende dall'agente eziologico dell'infezione..

Fisioterapia della linfoadenite cervicale

Questo è uno dei modi più efficaci per trattare l'infiammazione dei linfonodi. Le procedure di fisioterapia includono tipi come galvanizzazione, elettroforesi farmacologica e terapia UHF:

  • L'elettroforesi è un metodo di trattamento fisioterapico eseguito introducendo vari farmaci nel corpo utilizzando una corrente elettrica. L'introduzione viene effettuata attraverso la pelle intatta e le mucose.
  • La galvanizzazione è una procedura fisioterapica durante la quale il corpo del paziente viene influenzato, attraverso elettrodi posti sul corpo, una corrente elettrica continua costante, nella proporzione in cui può giovare al corpo umano..
  • La terapia UHF è una tecnica speciale di fisioterapia, con l'aiuto della quale il corpo del paziente è esposto a un campo magnetico ad alta frequenza con una lunghezza d'onda di 1-10 metri. In questo caso, il paziente avverte l'effetto termico della procedura..

Trattamento chirurgico della linfoadenite cervicale

Se il trattamento medico e fisioterapico dell'infiammazione dei linfonodi non ha dato risultati, è necessario un intervento chirurgico. Pertanto, viene eseguita un'operazione, durante la quale viene aperta la suppurazione, vengono rimossi il pus ei tessuti connettivi interessati e dopo che la ferita è stata drenata.

Trattamento della linfoadenite cervicale con metodi popolari a casa

Se la linfoadenite cervicale è causata da un'infezione batterica ed è uno dei sintomi di un raffreddore o influenza, allora alcune ricette della medicina tradizionale possono essere molto efficaci nel trattarla:

  • Bere e comprimere aiuterà con la linfoadenite cervicale. In farmacia, devi acquistare una tintura alcolica di echinacea. Per preparare una bevanda, è necessario diluire 20-40 gocce di echinacea con mezzo bicchiere d'acqua e berla tre volte al giorno, indipendentemente dai pasti. Per fare un impacco, diluire la tintura in rapporto 1: 2 con acqua tiepida. Inumidire la garza in questo medicinale e applicare sul punto dolente, fissare l'impacco in modo che non cada di notte.
  • Impacco alle erbe per l'infiammazione dei linfonodi. Abbiamo bisogno di erba tritata, erba di San Giovanni, achillea, noci, vischio e acqua. Devi prendere un cucchiaino di ogni erba, mescolare e versare in una casseruola, versare un bicchiere d'acqua e dare fuoco. Quando l'acqua bolle, è necessario rendere il fuoco debole e far bollire il brodo per circa cinque minuti, quindi lasciarlo raffreddare e utilizzare per impacchi notturni per 2-3 settimane.
  • Impacco di celidonia per l'infiammazione dei linfonodi. La celidonia è una pianta medicinale che cresce in quasi tutte le case sul davanzale della finestra come fiore domestico. Le sue foglie devono essere lavate e tritate accuratamente in un mortaio, spremuto il succo per fare un cucchiaio. Versalo in un contenitore di vetro e aggiungi mezzo bicchiere di alcol o vodka lì. Conservare in un luogo buio per circa un giorno prima dell'uso. Per fare un impacco, una garza piegata quattro volte deve essere prima messa a bagno in acqua calda, quindi imbevuta di tintura di celidonia, legata a un punto dolente durante la notte e avvolgere l'impacco con un panno di lana sopra.

Il trattamento della linfoadenite cervicale nei bambini nelle sue forme lievi può anche essere curato con l'aiuto di questi metodi alternativi efficaci. È necessario ricordare la necessità di seguire rigorosamente il dosaggio indicato di erbe e il metodo di preparazione dei medicinali domestici per l'infiammazione dei linfonodi, poiché una violazione della ricetta può danneggiare e peggiorare le condizioni sia del bambino che dell'adulto.

Prevenzione della linfoadenite cervicale

Al fine di prevenire la comparsa di infiammazioni dei linfonodi cervicali, è necessario monitorare attentamente l'igiene del cavo orale e trattare nel tempo le malattie ei processi infiammatori identificati. In nessun caso dovresti trascurare i segnali del corpo di disagio o dolore nell'area dei linfonodi e consultare immediatamente un medico. È anche molto importante trattare tagli e ferite con soluzioni antisettiche..

Linfoadenite del collo: cos'è e perché si manifesta, sintomi e trattamento

La linfoadenite del collo è un'infiammazione dei linfonodi, che nella maggior parte dei casi è causata da un'infezione acuta o cronica. Nella pratica clinica, la distinzione tra linfoadenopatia e linfoadenite non è significativa e le parole sono solitamente usate in modo intercambiabile. La linfoadenite può verificarsi sia a causa di una malattia infettiva che per l'uso di sostanze medicinali. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), la linfoadenite acuta è designata dal codice L04.

Qual è l'essenza della malattia?

Il motivo principale che provoca l'infiammazione dei linfonodi è l'ingresso di infezioni patogene nel corpo

I linfonodi sono componenti importanti del sistema immunitario. I vasi linfatici attraversano tutto il corpo e sono un importante sistema di trasporto delle cellule immunitarie (linfociti). Trasportano il fluido dai tessuti e dagli organi circostanti nel sangue..

I linfonodi agiscono come piccoli filtri biologici: filtrano costantemente la linfa dagli organi e da varie parti del corpo. Se incontrano materiale estraneo al corpo, stimolano la produzione di linfociti. La maggior parte dei linfonodi ha una dimensione di 5-10 millimetri e una forma relativamente piatta o ovale. Si trovano in tutto il corpo, quasi sempre lungo i vasi linfatici. La più grande congestione dei nodi si osserva nel collo e nell'inguine. Possono avere dimensioni fino a 20 millimetri in queste aree..

Nell'infezione locale (locale), i linfociti sono già presenti in quantità minori per combattere i microrganismi patogeni. Alcune cellule di difesa trasportano piccoli frammenti di patogeni distrutti ai linfonodi per “identificare” il patogeno.

Quando si verifica un'infezione, i linfonodi producono cellule più protettive, quindi possono diventare molto gonfie. In questo stato attivato, possono assumere una forma sferica e aumentare di dimensioni. A volte fanno male quando vengono pressati o con una forte pressione. Se i linfonodi si gonfiano in risposta all'infezione, questa condizione è chiamata linfoadenite reattiva..

A volte i patogeni influenzano direttamente i linfonodi e i vasi sanguigni. Oltre alla linfoadenite, questo porta anche alla linfangite, cioè un'ulteriore infiammazione dei linfonodi. La patologia si manifesta come una striscia rossa sulla pelle, che si diffonde lungo il percorso dell'infiammazione. I dilettanti credono che lo scolorimento della pelle sia un segno di avvelenamento del sangue, ma né la linfoadenite né la linfangite hanno nulla a che fare con la sepsi in senso medico. La sepsi è pericolosa per la vita, mentre la linfoadenite è innocua nella maggior parte dei casi. In rari casi, tuttavia, può verificarsi una vera sepsi.

Le ragioni

La causa più comune di linfoadenite cervicale sono le malattie infettive. Tali disturbi includono raffreddore con naso che cola, infezioni del seno, infezioni dell'orecchio, faringite, infiammazione della ghiandola salivare o dei denti e delle gengive. I patogeni responsabili di queste infezioni viaggiano attraverso i vasi linfatici fino ai linfonodi del collo, dove causano infiammazione. Una tale patologia sul collo è molto facile da diagnosticare, poiché il fuoco si trova in un'area anatomicamente accessibile, in contrasto con le parti inferiori del corpo..

Sintomi

La linfoadenite cervicale è caratterizzata da mal di gola e infiammazione dei linfonodi.

La linfoadenite cervicale si manifesta sempre con un forte gonfiore dei linfonodi. I linfonodi sani sono così piccoli da essere impercettibili. I pazienti spesso hanno dolore (costante o con pressione sui nodi).

I principali sintomi della linfoadenite cervicale:

  • Mal di gola.
  • Mal di denti persistente.
  • Mal d'orecchie.
  • Febbre.
  • Debolezza.
  • Infiammazione delle ghiandole salivari.
  • Lesioni cutanee sul collo.

Classificazione

In medicina, si distingue la linfoadenite cervicale acuta e cronica. La linfoadenite acuta si verifica più spesso a causa di un'infezione nella zona della testa e del collo, quindi è facilmente diagnosticabile. La tonsillite streptococcica è la causa infettiva più comune di patologia nei bambini. Cause più rare di linfoadenite cervicale acuta e cronica: rosolia, citomegalovirus e micobatteri atipici.

Il virus Epstein-Barr porta alla mononucleosi infettiva (febbre ghiandolare di Pfeiffer), che è accompagnata da una grave linfoadenite. L'infezione da HIV dopo circa 1-3 settimane, oltre ai sintomi influenzali, porta al gonfiore dei linfonodi, che può verificarsi non solo nel collo, ma anche in altre parti del corpo.

Nella linfoadenite acuta, oltre al gonfiore (a volte doloroso) dei linfonodi, si verificano spesso febbre e malessere generale. I linfonodi ingrossati sono percepiti come un nodulo morbido nel collo. A seconda dell'infezione sottostante, l'infiammazione acuta dei linfonodi può verificarsi sia su entrambi i lati del collo che su uno.

Se si verifica una linfoadenite acuta ricorrente, possono svilupparsi aderenze nei linfonodi. Ciò porta al fatto che aumentano costantemente e sono palpabili anche dopo che l'infiammazione si è attenuata..

La linfoadenite cervicale cronica può essere causata dalle stesse cause o malattie della forma acuta. Se una malattia acuta non viene curata per molto tempo, può diventare cronica..

Vari farmaci possono anche portare a linfoadenite cervicale cronica o acuta. I principali farmaci che possono causare patologie:

  • Farmaci antiepilettici.
  • Antibiotici per il trattamento della tubercolosi.
  • Eparina, che viene utilizzata per prevenire la trombosi dopo l'intervento chirurgico.
  • Acido acetilsalicilico e altri salicilati, che vengono utilizzati, tra le altre cose, per trattare la febbre e i sintomi del dolore.
  • Antifiammatori non steroidei.
  • Allopurinolo.
  • Oro.
  • Metildopa.

In questi casi può essere utile, sotto la supervisione di un medico, interrompere la terapia farmacologica per la linfoadenite del collo e del viso..

Diagnostica

Il medico usa la palpazione per esaminare i linfonodi infiammati

Se la causa della linfoadenite acuta non è evidente, è necessario cercare la fonte dell'infiammazione nella zona della testa e del collo. Il medico eseguirà un esame fisico dell'orecchio, del naso e della gola. Alcuni pazienti hanno bisogno di vedere un dentista per escludere un'infiammazione nell'area dei denti o delle gengive. Con l'aiuto dell'esame ecografico, è possibile determinare il grado di linfoadenite e identificare possibili accumuli di pus nei linfonodi.

Se non è possibile identificare la causa sottostante della linfoadenite cronica, sono necessarie alcune ricerche. La scelta delle procedure diagnostiche dipende dai seguenti fattori:

  • Tassi di ingrossamento dei linfonodi (aumento lento o rapido delle dimensioni).
  • Età del paziente.
  • Presenza di fattori di rischio per tumori maligni nella zona della testa e del collo (fumo di tabacco e consumo di alcol).
  • Sintomi concomitanti che possono indicare una malattia maligna (sintomi B di processi neoplastici: febbre, sudorazione notturna, improvvisa perdita di peso).

La diagnosi della malattia inizia con l'assunzione di anamnesi. Per quanto riguarda le possibili cause della linfoadenite cervicale, vengono poste domande specifiche sui seguenti aspetti della vita del paziente:

  • Contatto con animali domestici infetti.
  • Contatto professionale con animali o prodotti animali (giardinieri, caseifici, macellai, agricoltori).
  • Abitudini alimentari (mangiare carne cruda o formaggio di latte, che possono essere fonte di infezioni batteriche).
  • Precedenti viaggi a lunga distanza in aree a maggior rischio di trasmissione.
  • Malattia in un ambiente sociale o professionale (es. Ospedale, scuola materna, scuola, casa di cura).

L'esame obiettivo fornisce ulteriori informazioni. Il medico esamina i linfonodi cervicali per dimensioni, durezza, dolore e mobilità. I linfonodi duri e che non si spostano possono indicare il cancro. Un esame dell'orecchio, del naso e della gola, nonché una valutazione dentale, può aiutare a identificare o escludere qualsiasi infiammazione cronica della zona della testa e del collo. L'ecografia del collo viene solitamente eseguita per visualizzare il volume dei linfonodi ingrossati e la loro struttura interna.

Se si sospetta una malattia infettiva, gli esami del sangue possono essere utili per rilevare alcune proteine ​​(anticorpi) molto specifiche che il sistema immunitario produce in risposta all'infiammazione..

L'analisi istologica del tessuto linfonodale, che viene rimosso durante un intervento chirurgico sicuro, ha un alto valore diagnostico. La raccolta dei tessuti può essere eseguita in anestesia locale.

Trattamento e prevenzione

Per evitare di ammalarsi è necessario evitare il contatto con animali e persone infette

Metodi di trattamento della linfoadenite:

  • Uso di aminopenicilline, cefalosporine del gruppo 2 o lincosamidi, a seconda del patogeno batterico.
  • Pungere e drenare l'ascesso.
  • Rimozione dei linfonodi.

Il trattamento si concentra sull'alleviare il dolore, eliminare la causa dell'infezione e prevenirne la diffusione.

Non esistono metodi di prevenzione assoluta. Si raccomanda di seguire le regole dell'igiene personale ed evitare il più possibile il contatto con animali o persone infette.


Articolo Successivo
Esercizio cardiaco: rinforza i vasi sanguigni