Sindrome di WPW (Wolff-Parkinson-White)


Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La sindrome WPW (Wolff-Parkinson-White) è una condizione caratterizzata dall'esistenza di un percorso aggiuntivo attraverso il quale viene condotto l'impulso.

In assenza di deviazioni, quando il cuore funziona normalmente, ci sono contrazioni alternate dei ventricoli e degli atri. Il cuore si contrae a causa dell'arrivo degli impulsi dal nodo del seno. Il nodo del seno, chiamato anche pacemaker, è il principale generatore di impulsi, grazie al quale il suo ruolo nel sistema di conduzione del cuore è dominante. L'impulso prodotto nel nodo del seno che raggiunge gli atri porta alla loro contrazione, dopodiché viene inviato al nodo atrioventricolare (AV), situato tra i ventricoli e gli atri. Questo è l'unico percorso possibile attraverso il quale l'impulso riesce a raggiungere i ventricoli. Nel corso di alcune frazioni di secondo, c'è un ritardo nell'impulso in questo nodo AV, che è causato dalla necessità di dare un po 'di tempo necessario per il movimento completo del sangue ai ventricoli dagli atri. Inoltre, l'impulso segue nella direzione delle gambe del fascio di His, ei ventricoli si contraggono.

Nel caso dell'esistenza della sindrome WPW, per l'impulso a raggiungere i ventricoli senza passare per il nodo atrioventricolare, si nota la presenza di altre vie, bypassando quest'ultimo. Per questo motivo, questa soluzione alternativa contribuisce in una certa misura alla conduzione più rapida dell'impulso rispetto a quello che segue i canali convenzionali appropriati. Un tale fenomeno potrebbe non influenzare in alcun modo le condizioni di una persona con questa sindrome cardiaca ed essere quasi impercettibile. Spesso è possibile identificarlo solo negli indicatori dell'attività cardiaca visualizzati nell'elettrocardiogramma.

Va detto a parte che oltre alla sindrome WPW, c'è anche il fenomeno della CLC, che nella sua essenza è quasi completamente identico ad esso, con l'unica eccezione che non si osservano cambiamenti caratteristici sull'ECG.

Riassumendo, notiamo che la sindrome WPW come fenomeno dell'emergenza di ulteriori percorsi per la conduzione dell'impulso ha prevalentemente il carattere di un'anomalia cardiaca congenita e la sua prevalenza effettiva è maggiore del numero di casi registrati. In giovane età, la sua esistenza negli esseri umani non è accompagnata da alcun sintomo pronunciato. Ma nel tempo possono sorgere alcuni fattori che provocano lo sviluppo di una tale sindrome. Ciò accade principalmente se la conduttività dell'impulso si deteriora nel percorso principale del suo seguito..

Codice ICD-10

Cause della sindrome di WPW

Le cause della sindrome WPW, secondo la maggior parte degli scienziati nel campo della scienza medica, sono principalmente giustificate da fattori congeniti. Vale a dire, dal fatto che nel processo di formazione incompleta del cuore, vengono preservate ulteriori connessioni atrioventricolari. Ciò è accompagnato dal fatto che durante il periodo in cui si formano anelli fibrosi nelle valvole mitrale e tricuspide, le fibre muscolari non regrediscono completamente.

Il normale corso di sviluppo è un progressivo assottigliamento e successivamente (con il raggiungimento di un periodo di 20 settimane) la completa scomparsa di tutte le ulteriori vie muscolari esistenti nelle prime fasi in tutti gli embrioni. Le anomalie con cui possono formarsi anelli fibrosi atrioventricolari contribuiscono alla conservazione delle fibre muscolari, che diventa il principale prerequisito anatomico per la sindrome di WPW..

La forma familiare della sindrome WPW è molto più spesso caratterizzata dalla presenza di un gran numero di articolazioni atrioventricolari accessorie.

In circa un terzo di tutti i casi clinici, la sindrome è associata a difetti cardiaci congeniti: prolasso della valvola mitrale, l'anomalia di Ebstein. Inoltre, la causa è il setto interventricolare deformato della tetrade di Fallot, displasia del tessuto connettivo - stigma disembriogenetico. Inoltre, il fattore di ereditarietà gioca un ruolo importante, in particolare la cardiomiopatia ipertrofica ereditaria.

Le cause della sindrome WPW, come possiamo vedere, consistono principalmente nella violazione della formazione di un organo così importante come il cuore umano nel processo di sviluppo embrionale. Tuttavia, sebbene questa sindrome sia in gran parte causata da caratteristiche anatomiche congenite sfavorevoli, le sue prime manifestazioni possono essere rilevate sia nell'infanzia che nell'età adulta..

Sindrome di Wolff-Parkinson-White

Le statistiche mostrano che la sindrome di Wolff-Parkinson-White si osserva nello 0,1-0,3% della popolazione totale. È caratterizzato dal maggior numero di casi a causa del fatto che esiste una tale anomalia cardiaca come un fascio di Kent aggiuntivo, situato tra uno dei ventricoli e l'atrio sinistro. L'esistenza del fascio di Kent è uno dei fattori patogeni fondamentali per l'insorgenza di tale sindrome. Tra le persone a cui è stata diagnosticata la sindrome di Wolff-Parkinson-White, gli uomini prevalgono prevalentemente sulle donne..

La clinica di questa sindrome in alcuni pazienti può essere completamente implicita. La conseguenza principale e identificabile di un passaggio più rapido di un impulso lungo un percorso conduttivo aggiuntivo, prima di tutto, è che i ritmi delle contrazioni cardiache vengono interrotti, si sviluppa l'aritmia. In più della metà dei casi clinici, si verifica la comparsa di tachiaritmie parossistiche sopraventricolari e reciproche, flutter atriale o fibrillazione atriale. Spesso, l'anomalia cardiaca ipertrofica di Ebstein, il prolasso della valvola mitrale, la cardiomiopatia portano alla sindrome di Wolff-Parkinson-White.

La sindrome di Wolff-Parkinson-White è un fenomeno in cui i ventricoli del cuore sono eccitati prematuramente. Lo sviluppo della sindrome, di regola, non è accompagnato dalla comparsa di alcun sintomo espresso sufficientemente per il suo rilevamento. Spesso diventa possibile determinare la presenza della sindrome di Wolff-Parkinson-White solo sulla base dei dati dell'elettrocardiogramma..

Sintomi della sindrome di WPW

I sintomi della sindrome WPW potrebbero non comparire in alcun modo fino a quando i risultati dell'elettrocardiogramma come principale metodo di conferma non determineranno sicuramente la sua presenza. Ciò può accadere in qualsiasi momento, indipendentemente dall'età della persona e, prima ancora, il decorso di questo sintomo cardiaco non è prevalentemente accompagnato dalla comparsa di una sintomatologia intrinseca pronunciata

I principali segni distintivi della sindrome WPW sono anomalie nel ritmo del cuore. Nell'80% dei casi, la tachicardia sopraventricolare reciproca si verifica sullo sfondo, la fibrillazione atriale si verifica con una frequenza dal 15 al 30%, la fibrillazione atriale si verifica nel 5% dei pazienti quando il numero di battiti al minuto raggiunge 280-320.

Inoltre, esiste la probabilità di sviluppare aritmie aspecifiche - tachicardia ventricolare ed extrasistole: ventricolare e atriale.

Gli attacchi aritmici sono spesso causati da condizioni causate da un sovraccarico della sfera emotiva o dalle conseguenze di uno sforzo fisico significativo. L'abuso di alcol può anche agire come uno dei motivi e talvolta i disturbi del ritmo cardiaco sono di natura spontanea e non è possibile stabilire esattamente cosa li causa..

Quando si verifica un attacco di aritmia, è accompagnato da sensazioni di affondamento del cuore e palpitazioni, cardialgia, il paziente può sentire che sta soffocando. In uno stato di flutter atriale e fibrillazione atriale, si verificano spesso svenimenti, mancanza di respiro, vertigini, ipotensione arteriosa. Se c'è una transizione alla fibrillazione ventricolare, la possibilità di morte cardiaca improvvisa non è esclusa.

Tali sintomi della sindrome WPW come i parossismi aritmici possono durare fino a pochi secondi o diverse ore. Il loro sollievo può verificarsi a causa del fatto che le tecniche riflesse sono state eseguite o indipendentemente. La lunga durata dei parossismi richiede la necessità del rinvio in ospedale e il coinvolgimento di un cardiologo nel monitoraggio di queste condizioni del paziente.

Sindrome latente di WPW

Il decorso della sindrome WPW in alcuni casi può essere completamente implicito, latente. È possibile fare un'ipotesi sulla sua presenza in un paziente sulla base della tachiaritmia rivelata e la principale misura diagnostica è lo studio del cuore con un metodo elettrofisiologico, in cui i ventricoli ricevono una stimolazione artificiale con una corrente elettrica. La necessità di ciò è dovuta al fatto che percorsi aggiuntivi possono condurre impulsi esclusivamente retrogradi e non hanno la capacità di seguire in direzione anterograda..

La sindrome WPW latente viene anche affermata sulla base del fatto che il ritmo sinusale non è accompagnato da manifestazioni che indicano eccitazione prematura dei ventricoli, cioè, nell'elettrocardiogramma, l'intervallo P-Q non è caratterizzato da una deviazione dai valori che sono la norma. Inoltre, anche l'onda delta non viene osservata, tuttavia, si nota la presenza di tachicardia reciproca atrioventricolare, caratterizzata da conduzione retrograda lungo ulteriori connessioni atrioventricolari. In questo caso, la propagazione dell'area di depolarizzazione avviene in sequenza - dal nodo del seno agli atri, e quindi, passando attraverso il nodo atrioventricolare con un fascio di His, raggiunge il miocardio ventricolare.

Riassumendo, va notato che la sindrome WPW latente diventa possibile identificare sia dai risultati della fissazione del tempo di conduzione dell'impulso retrogrado, sia quando i ventricoli vengono stimolati durante l'esame endocardico..

Sindrome manifesta di WPW

La caratteristica chiave che distingue la sindrome WPW manifesta è che, con essa, la direzione del passaggio dell'eccitazione può essere non solo anterograda, ma anche retrograda. La conduzione puramente retrograda dell'impulso da parte di ulteriori percorsi di eccitazione ventricolare supera la conduzione anterograda nella frequenza degli eventi.

Il fatto che la sindrome abbia un tipo che si manifesta anterogrado, dicono, perché "si manifesta", dichiara la sua esistenza sotto forma di cambiamenti caratteristici emergenti nell'elettrocardiogramma del paziente. La capacità dell'impulso di seguire nella direzione anterograda determina effettivamente le manifestazioni specifiche di come questa sindrome differisce nei risultati dell'elettrocardiografia. In particolare, con segni di preeccitazione dei ventricoli, si nota la comparsa di un'onda delta nelle derivazioni standard, l'intervallo P-Q si accorcia e si osserva un complesso QRS espanso. Per quanto riguarda l'onda delta, va notato separatamente che ha maggiore ampiezza, maggiore è l'area del miocardio ventricolare che riceve l'eccitazione dal raggio di Kent.

La sindrome WPW manifesta è caratterizzata dalle proprietà di cui sopra al di fuori di un attacco parossistico reciproco di tachicardia. Il grado di pericolo, se intendiamo con esso il pericolo per la vita del paziente, è principalmente associato non alla presenza di questa sindrome cardiaca, ma principalmente a tali attacchi, con tachicardia e fibrillazione atriale.

Sindrome di WPW di tipo B

La sindrome di tipo WPW ha molte somiglianze con il tipo A della stessa sindrome cardiaca. Con esso, a causa del passaggio di un impulso sinusale attraverso il fascio destro di Paladino-Kent, viene eccitata una parte del ventricolo destro, prima della normale attivazione di entrambi i ventricoli, che avviene per un impulso della giunzione atrioventricolare.

La somiglianza con una sindrome di tipo A simile sta nell'eccitazione prematura dei ventricoli, o meglio, parte del ventricolo destro. Questo fenomeno si riflette nell'accorciamento dell'intervallo P-Q. Inoltre, la sindrome WPW è caratterizzata dall'attivazione del tessuto muscolare nel ventricolo destro, che si verifica da uno strato all'altro in successione. Ciò causa la formazione di un'onda delta. E infine, i processi di eccitazione dei ventricoli destro e sinistro non coincidono nel tempo. Quello destro viene attivato per primo, dopodiché l'eccitazione viene trasmessa al setto interventricolare e, di conseguenza, viene attivato il ventricolo sinistro.

Questa sequenza di eccitazione ventricolare assomiglia anche a un blocco di branca sinistro.

Spesso ci sono casi che non si adattano alla definizione: sindrome di WPW di tipo B e allo stesso tempo non tutti corrispondono al tipo A di tale sindrome. Alcuni di loro sono classificati come transitori AB. Il verificarsi della sindrome WPW non è sempre necessariamente dovuto al fatto che ci sono percorsi aggiuntivi del Paladino-Kent. Può essere chiamato in aggiunta al fatto che il raggio di James e il raggio di Mahaim vengono attivati ​​contemporaneamente insieme. Se l'attivazione si verifica solo con il fascio di James, si forma la sindrome LGL.

Sindrome transitoria di WPW

La sindrome WPW transitoria si verifica in un certo numero di pazienti. In questi casi, la preeccitazione dei ventricoli è transitoria. Con questa forma di tale sindrome, deviazioni specifiche dai normali complessi cardiaci sull'elettrocardiogramma a riposo si verificano sporadicamente e può durare un lasso di tempo sufficientemente lungo tra le loro occorrenze, in cui gli indicatori ECG dell'attività cardiaca non vengono modificati.

È prevalentemente possibile determinare la sindrome WPW transitoria solo come risultato di un certo effetto mirato: quando viene eseguita la stimolazione atriale transesofagea, è stata eseguita la somministrazione endovenosa di ATP o finoptin. Spesso, l'identificazione di segni di preeccitazione ventricolare è possibile anche solo se viene indotto artificialmente un blocco temporaneo della conduzione attraverso il nodo atrioventricolare. In questo caso, la sindrome è chiamata sindrome WPW latente..

La sindrome transitoria di WPW è caratterizzata dal verificarsi di attacchi di tachicardia.

Se la sindrome transitoria WPW non è associata all'insorgenza di aritmie cardiache, si fa riferimento al fenomeno WPW. La possibile transizione della malattia durante il suo decorso da una sindrome a un fenomeno è un fattore che indica una tendenza favorevole.

Sindrome intermittente di WPW

La sindrome WPW intermittente è anche nota come intermittente. Un nome del genere riflette fedelmente l'essenza stessa dei processi che avvengono con lui. E accade quanto segue: i modi di condurre l'eccitazione diventano alternativamente, quindi il suo passaggio lungo il nodo atrioventricolare, quindi la direzione anterograda dell'impulso attraverso il raggio di Kent. A causa di questa circostanza, un elettrocardiogramma standard al di fuori di un attacco parossistico di tachicardia mostra la presenza di segni di eccitazione ventricolare prematura o non si trovano manifestazioni di ciò. Gli indici ECG sono caratterizzati dalla presenza di segni di preeccitazione ventricolare sullo sfondo del ritmo sinusale e di tachicardia reciproca atrioventricolare verificata. Le difficoltà nella diagnosi della sindrome WPW intermittente possono essere causate dal fatto che non è possibile in tutti i casi determinarla sulla base di un elettrocardiogramma a riposo una tantum.

Con il tipo intermittente di sindrome WPW, si nota un aspetto transitorio di un'onda delta caratteristica sull'elettrocardiogramma.

La sindrome WPW intermittente, quindi, è caratterizzata da una direzione in costante cambiamento dell'impulso sinusale da retrogrado attraverso il nodo atrioventricolare all'antegrado - nel fascio di Kent. Per questo motivo, questo tipo di sindrome può essere spesso difficile da diagnosticare..

Sindrome di WPW negli adolescenti

L'adolescenza è un momento in cui c'è un'alta probabilità che si verifichino tutti i tipi di anomalie nell'attività del cuore e nello sviluppo delle sue patologie. Uno di questi è la sindrome WPW negli adolescenti..

Questa sindrome cardiaca si verifica con il maggior numero di casi, principalmente nel periodo di età dai 10 ai 15 anni. Dopo i 10 anni di età, i ragazzi adolescenti sono più suscettibili a questa malattia. L'età di un adolescente, o come viene anche chiamata, l'età di transizione, insieme al primo anno di vita di un bambino, è uno dei due periodi principali in cui possono verificarsi tachicardia e tutti gli altri disturbi del ritmo cardiaco.

Quando ciò si verifica a causa della presenza della sindrome WPW in un adolescente, non si trovano segni fisici caratteristici tranne che per le sue uniche manifestazioni sotto forma di sintomi di tachiaritmie. Inoltre, nell'adolescenza, la gravità di questi sintomi è spesso estremamente debole. Tuttavia, se si verifica un attacco, è accompagnato da un'intensa sudorazione, gli arti diventano freddi, possono verificarsi ipotensione e congestione nei polmoni. Il rischio di tali fenomeni negativi aumenta se sono presenti difetti cardiaci, acquisiti o congeniti.

Nel 70% degli adolescenti, la sindrome WPW porta a tachicardia parossistica con una frequenza cardiaca fino a 200 battiti al minuto e un calo della pressione sanguigna a 60-70 mm Hg. Arte. e più in basso ai valori minimi critici.

La sindrome WPW negli adolescenti, e soprattutto l'aritmia da essa provocata, è strettamente correlata alla possibilità di morte cardiaca improvvisa. Dai 3 ai 13 anni, la frequenza di tali casi è dello 0,6% e tra i giovani sotto i 21 anni è rispettivamente del 2,3%.

Sindrome WPW atipica

Diventa possibile affermare che esiste una sindrome WPW atipica sulla base del fatto che secondo l'elettrocardiografia, pur mantenendo tutte le altre caratteristiche caratteristiche, vi è una presenza incompleta di un complesso dei suoi segni caratteristici dell'ECG.

In particolare, la conclusione sulla sindrome WPW atipica si ottiene se l'intervallo P-Q è invariato. Questo fatto può essere giustificato dal fatto che già dopo il ritardo dell'impulso atrioventricolare, si osserva la sua conduzione anormale nelle fibre di Maheim, che si diramano dal tronco principale del fascio His.

Inoltre, l'intervallo P-O potrebbe non subire un accorciamento a causa del fenomeno del blocco atriale. La diagnosi di questa forma della sindrome viene effettuata sulla base della forma che assumono i complessi cardiaci ventricolari con un'onda delta.

Vengono anche presi in considerazione i cambiamenti che si verificano nei complessi QRS che riflettono i disturbi del ritmo caratteristici..

Nella sua forma tipica, la sindrome WPW ha un intervallo P-R breve, inferiore a 120 ms e un ampio complesso QRS - oltre 120 ms, e ha anche una parte iniziale lenta e segni di ripolarizzazione alterata.

Per quanto riguarda i percorsi aggiuntivi sul lato sinistro, va notato che sono meno preeccitati rispetto ai tratti di manovra del muro libero a destra..

La sindrome WPW atipica è considerata quando la presenza di preeccitazione è chiaramente tracciata (da uno specialista ECG sufficientemente competente), mentre l'intervallo PR è maggiore o uguale a 120 ms e il complesso QRS, di conseguenza, non raggiunge i 120 ms. La preeccitazione è lieve o non evidente, sia a causa di un intervallo P-R non ridotto sia quando vi è evidenza di preeccitazione ventricolare. In questo caso, tuttavia, la sindrome WPW atipica dovrebbe essere distinta con l'esistenza di percorsi aggiuntivi nascosti.

Diagnosi della sindrome WPW

La diagnostica della sindrome WPW prevede l'esecuzione di un elettrocardiogramma secondo Holter ed ECG a 12 derivazioni, l'uso dell'elettrocardiostimolazione attraverso l'esofago e un esame elettrofisiologico del cuore.

La stimolazione transesofagea fornisce una conferma affidabile dell'esistenza di percorsi aggiuntivi per la conduzione degli impulsi inerenti alla sindrome WPW e induce anche parossismi aritmici.

La conduzione di uno studio elettrofisiologico endocardico offre l'opportunità di stabilire l'esatta area di localizzazione e il numero in cui ci sono percorsi aggiuntivi. L'utilizzo di questo metodo è anche un modo per verificare la forma clinica della sindrome di WPW e contribuisce alla scelta dei farmaci per la terapia, inoltre, consente di valutare l'efficacia del loro utilizzo o ablazione a radiofrequenza..

La determinazione di tutti i possibili difetti cardiaci e cariomiopatia associati all'esistenza della sindrome WPW avviene mediante esame ecografico del cuore.

I criteri principali per l'elettrocardiografia nella sindrome WPW sono l'accorciamento dell'intervallo PQ a meno di 0,12 s, in presenza di deformazione del complesso QRS confluente e in presenza di onde delta. Per stabilire disturbi transitori del ritmo, ricorrono al monitoraggio ECG giornaliero.

La diagnosi differenziale di questa sindrome cardiaca richiede il blocco dei rami del fascio.

La diagnosi della sindrome di WPW viene effettuata sulla base di un approccio integrato utilizzando vari metodi diagnostici clinici e strumentali. Tuttavia, il primo rilevamento di questa malattia si verifica principalmente nel processo di decodifica dell'elettrocardiogramma del paziente da parte di un cardiologo..

Sindrome di WPW all'ECG

La sindrome di WPW all'ECG si manifesta come segue.

Il passaggio di un impulso sinusale nel fascio sinistro di Paladino-Kent porta all'attivazione di una parte del ventricolo sinistro prima che il resto dei ventricoli siano eccitati sotto l'azione di un impulso che segue il normale percorso lungo la connessione atrioventricolare. Di conseguenza, i ventricoli, vale a dire una parte del ventricolo sinistro, vengono eccitati prima del tempo normale. Questo fenomeno viene visualizzato sul cardiogramma come un accorciamento dell'intervallo P-Q. In questo caso, non raggiunge 0,10 s.

La prossima cosa inerente alla sindrome WPW sull'ECG è la transizione sequenziale dell'eccitazione da uno strato muscolare nel ventricolo sinistro a un altro. Di conseguenza, l'onda delta viene visualizzata sull'elettrocardiogramma. L'onda delta è una parte iniziale patologicamente alterata nel ginocchio dell'onda R ascendente, che ha un aspetto seghettato e allargato.

E un'altra caratteristica caratteristica dei risultati dell'ECG nella sindrome di WPW non è l'eccitazione simultanea di entrambi i ventricoli, come è caratteristico della norma, ma nella trasmissione sequenziale dell'eccitazione dall'uno all'altro. Il processo inizia con un'attivazione anormalmente precoce del ventricolo sinistro, quindi l'impulso si sposta nel setto interventricolare e solo dopo appare nel ventricolo destro.

Pertanto, il processo di eccitazione è simile a quello che si verifica in caso di blocco del ramo destro del fascio..

Quindi, tra i principali segni della sindrome WPW sull'ECG si può chiamare, in primo luogo, l'accorciamento a indicatori inferiori a 0,10 dell'intervallo P-Q (P-R); in secondo luogo - l'esistenza di un'onda delta positiva nelle derivazioni della parete anteriore del ventricolo sinistro e negativa, rispettivamente, in quella posteriore. Questo ha una somiglianza con un'onda Q patologica e un altro fenomeno caratteristico è un allargamento su 0,12 se una deformazione del complesso QRS di un tipo simile a un blocco del ramo destro del fascio.

Le caratteristiche di cui sopra si riferiscono agli indicatori ECG della sindrome di WPW di tipo A..

Il tipo B di questa sindrome ha caratteristiche quasi identiche. È caratterizzato da un accorciamento dell'intervallo P-Q a meno di 0,10 s, la presenza di un'onda delta negativa nelle derivazioni toraciche a destra e positiva, rispettivamente, a sinistra, il complesso QRS in uno stato ampliato di oltre 0,12 s e deformato in modo tale da essere inerente al blocco ramo sinistro del fascio.

Inoltre, esiste un numero considerevole di forme di sindrome WPW che sono di transizione dal tipo A al tipo B, così come la combinazione di questi tipi nel cosiddetto tipo AB di questa sindrome. Questo spiega tutta la diversità dell'immagine di come la sindrome di WPW appare sull'ecg.

Perché la sindrome di Wolff-Parkinson-White (sindrome WPW) è pericolosa

La sindrome SVC in decorso asintomatico viene rilevata per la prima volta solo con l'ECG

Descrizione

Il lavoro del cuore dipende dall'impulso che fa contrarre i ventricoli. Normalmente, in un adulto, l'eccitazione passa lungo i percorsi nella direzione dall'atrio destro ai ventricoli. Lungo la strada, indugia nel nodo atrioventricolare - un accumulo di cellule tra i ventricoli, e da lì attraverso il fascio atrioventricolare passa al miocardio.

In un bambino nell'utero, questo percorso è leggermente diverso, poiché ci sono fibre aggiuntive che collegano atri e ventricoli. Di solito si assottigliano e scompaiono con lo sviluppo del feto. Ma a volte, a causa di un malfunzionamento della cardiogenesi, queste fibre di bypass rimangono e continuano a funzionare. A causa di questi "conduttori" aggiuntivi e si sviluppa la sindrome SVC.

La patologia stessa è una condizione in cui l'impulso cardiaco passa dagli atri ai ventricoli lungo i percorsi di bypass conservati. Per questo motivo, non è necessaria alcuna "pausa", che viene creata dal nodo atrioventricolare, ei ventricoli sono preeccitati. Ma di solito è poco sentito dalla persona stessa. Molto più pericoloso è il meccanismo chiamato "rientro", quando l'impulso si muove in cerchio, come uno scoiattolo su una ruota.

La patologia si verifica in circa 4 persone su 1000, più spesso negli uomini.

Sebbene la sindrome WPW sia una malattia congenita, le prime manifestazioni possono comparire a qualsiasi età. Molto spesso, la capacità delle fibre extra rimanenti di condurre l'impulso si deteriora nel tempo. Pertanto, se una patologia è stata trovata in un bambino, può andare via da sola con l'età..

Esistono diversi modi per classificare questa sindrome, ma è molto importante che il paziente determini la natura clinica o il tipo di processo patologico:

  • Vista manifestante. Appare spontaneamente, può essere il risultato di uno stress forte o prolungato, emotivo o fisico.
  • Vista in arrivo. Si manifesta più spesso che manifesto, ma con meno forza.
  • Aspetto latente o asintomatico.

A seconda del tipo di sindrome, viene prescritto un trattamento.

Le ragioni

Un percorso di bypass per gli impulsi è posto nel cuore di ogni feto, ma per la maggior parte di questi "percorsi aggiuntivi" vengono assorbiti nel momento in cui nascono. Diversi fattori possono influenzare questo processo:

  • Predisposizione genetica. Se uno dei membri della famiglia ha questa patologia, anche in forma asintomatica, la probabilità di trasmettere la sindrome al bambino è molto alta.
  • Stress durante la gestazione. Al momento dell'ansia acuta, composti come l'adrenalina o il cortisolo vengono rilasciati nel flusso sanguigno e hanno un effetto dannoso sul bambino..
  • Attività fisica eccessiva. Il corpo percepisce il lavoro fisicamente opprimente come stress, le conseguenze possono essere più distruttive delle esperienze emotive.
  • Uso di tabacco, alcol o droghe. In questo caso, la formazione della patologia SVC è quasi il minore dei mali che possono accadere a un bambino..
  • Cattiva alimentazione. Ciò include un'alimentazione inadeguata, carenze vitaminiche e scarsa acqua. È impossibile calcolare quanto grande sia l'impatto, ma è sicuramente presente..
  • Fattori ambientali negativi. Livelli elevati di radiazioni o la presenza di metalli pesanti nell'acqua e nell'aria hanno un effetto dannoso sulla salute.

La maggior parte dei fattori può essere presa in considerazione anche nella fase di pianificazione della gravidanza. Questa sarà la migliore prevenzione..

Sintomi

Nella metà dei casi, la sindrome procede senza alcun segno. In questo caso, stiamo parlando del fenomeno ERW.

L'altra metà dei pazienti ha attacchi di tachicardia parossistica, in cui la frequenza cardiaca è molto rapida. La parola "parossismo" significa che la condizione dolorosa peggiora ad un ritmo elevato, cioè il polso sale a 200 o più in pochi minuti. Si aggiungono altri segni:

  • dispnea;
  • debolezza;
  • pallore,
  • vertigini;
  • rumore nelle orecchie;
  • dolore al petto;
  • stordimento e svenimento.

Il quadro clinico ricorda la sindrome della vena cava superiore - ciò è dovuto a una violazione dell'apporto di ossigeno agli organi. Con tali sintomi, devi cercare assistenza medica..

Circa il 6% dei pazienti sviluppa gravi disturbi del ritmo cardiaco, che è ciò per cui la sindrome è più pericolosa. Questa è la fibrillazione atriale, che può trasformarsi in flutter, o flutter ventricolare, una condizione critica in cui i ventricoli si contraggono rapidamente e in modo irregolare, che può portare ad un arresto cardiaco improvviso.

La sindrome SVC diventa pericolosa per la salute e la vita del paziente con un decorso complicato. Le aritmie pericolose per la vita di solito iniziano con dolore, battito cardiaco accelerato e svenimento.

Diagnostica

Se sospetti una sindrome, dovresti consultare un cardiologo. Le procedure diagnostiche hanno diversi obiettivi contemporaneamente:

  • dimostrare la presenza di percorsi aggiuntivi;
  • determinare la loro posizione e il numero;
  • determinare la forma clinica della malattia;
  • prescrivere la terapia e monitorarne l'efficacia.

La diagnostica aiuterà a differenziare la patologia da altre malattie, come la sindrome di Frederick e il blocco di branca.

L'ECG e l'ecografia del cuore nella sindrome da SVC sono gli studi principali.

L'elettrocardiografia è un importante strumento diagnostico. Viene eseguito in clinica e, se ciò non è sufficiente, al paziente viene assegnato un monitoraggio quotidiano. Con la patologia, i seguenti indicatori saranno sull'ECG:

  • Un breve intervallo PQ o PR che indica la durata del viaggio di un impulso dall'atrio ai ventricoli.
  • Il complesso QRS, che indica il percorso dell'impulso attraverso il muscolo cardiaco, è allargato e la sua parte iniziale avrà una pendenza più dolce rispetto alla norma sotto forma di un'onda delta.

Il medico curante dovrebbe essere coinvolto nello studio, decifrare i risultati e prescrivere farmaci antiaritmici. Cercare di trovare farmaci da soli può essere disastroso..

Inoltre, vengono prescritti l'ecografia del muscolo cardiaco e l'esame elettrofisiologico. Questi studi consentono di verificare se sono presenti difetti di accompagnamento e anomalie strutturali.

Trattamento

Se la patologia procede senza sintomi, non pone alcun inconveniente e minaccia per la vita, non richiede intervento medico. In questo caso, si raccomanda al paziente di controllare la condizione con un esame una volta all'anno. Rappresentanti di professioni il cui lavoro è associato al rischio, il sondaggio viene assegnato più spesso.

Se è presente tachicardia, il medico seleziona il trattamento in base alla frequenza e alla gravità dei sintomi..

  • Tecniche vaginali. Questi sono modi per influenzare il sistema nervoso autonomo, che aiutano il corpo ad abbassare il polso da solo. Sono tecniche di auto aiuto, adatte se la tachicardia compare in casi isolati dopo uno stress eccessivo. La maggior parte delle tecniche sono associate al trattenere il respiro e alla tensione muscolare. Esempi di test vagali: fai un respiro e trattieni il respiro per 10-15 minuti, sforzando i muscoli delle braccia e delle gambe, trattieni il respiro e contrae i muscoli addominali, fai un respiro lento e profondo, trattieni il respiro brevemente, espira ancora più lentamente, inspira e tossisci. fino a quando il sequestro non è passato o prima che arrivi un'ambulanza.
  • Altre tecniche, come la pressione sui bulbi oculari, il massaggio dell'arteria carotide e del plesso solare, possono essere pericolose per gli anziani, l'aterosclerosi e le prestazioni inadeguate..
  • Medicinali. Per la nomina della terapia farmacologica, devi assolutamente consultare un medico. Sebbene la confezione del medicinale indichi che proviene da aritmia e le istruzioni indicano il dosaggio e la durata del corso, non puoi auto-medicare. Inoltre, questi farmaci hanno le loro controindicazioni per l'assunzione.
  • Il medico può prescrivere farmaci di diversi gruppi. I bloccanti dei canali del calcio impediscono il flusso di ioni calcio al miocardio, che aiuta a dilatare i vasi sanguigni, ridurre la pressione e migliorare l'afflusso di sangue al miocardio. Vale la pena scegliere attentamente i farmaci di questo gruppo: alcuni non abbassano la frequenza cardiaca, ma la aumentano. Di solito i farmaci di questo gruppo non sono prescritti per l'ipotensione e l'insufficienza cardiaca. Durante la terapia possono comparire effetti collaterali come mal di testa, broncospasmo, disfagia e sensazione di calore.
  • I farmaci antiaritmici agiscono direttamente sul meccanismo di contrazione dei muscoli cardiaci. Con attacchi frequenti, la tachicardia può essere prescritta per molto tempo. I farmaci possono essere controindicati in caso di reazioni allergiche ai componenti, con sindrome di Sjogren, insufficienza cardiaca, lupus eritematoso sistemico. Poiché l'assorbimento dei farmaci avviene attraverso il fegato, i pazienti con sindrome di Gilbert devono prestare particolare attenzione al trattamento farmacologico. Molti farmaci per le aritmie provocano l'insonnia, che può peggiorare la sindrome delle gambe senza riposo.
  • Intervento chirurgico. Questo metodo consente di eliminare immediatamente il problema, in assenza di controindicazioni, è efficace nel 95% dei casi. Solo il 2% dei percorsi aggiuntivi viene ripristinato e richiede un intervento ripetuto. L'operazione si chiama ablazione con radiofrequenza. Un catetere viene fatto passare attraverso l'arteria femorale fino al cuore e, sotto guida ecografica, le deviazioni vengono cauterizzate. Il ritmo viene ripristinato in 1-2 giorni dopo l'intervento.

La terapia farmacologica non può sempre aiutare i pazienti con sindrome WPW, poiché la resistenza ai farmaci si verifica in quasi il 53-70% dei pazienti entro 1-5 anni dall'inizio dell'assunzione dei farmaci.

La sindrome di Wolff-Parkinson-White è una malattia congenita. Nel suo corso grave, la lotta contro di essa viene effettuata con l'aiuto di medicinali o di cardiochirurgia minimamente invasiva. Con l'inizio tempestivo di una terapia o un intervento chirurgico complessi, la prognosi della sindrome è generalmente favorevole..

Sindrome cardiaca SVC

Spesso sul cardiogramma, un diagnostico funzionale lascia una nota interessante con la stessa interessante abbreviazione "sindrome WPW" o, nella versione russa, "sindrome SVC". Di certo non dice niente al paziente, ma cose del genere possono spaventare.

Distanti anni '30

Sindrome di WPW (Wolff-Parkinson-White)

La storia della sindrome WPW risale al 2 aprile 1928, quando un giovane paziente andò a vedere Paul White. Si lamentava di palpitazioni cardiache, che lo perseguitavano. L'assistente medico Lewis Wolff ha eseguito uno studio elettrocardiografico (ECG) che ha mostrato questi cambiamenti. Oggi sono i criteri per la suddetta sindrome.

Quindi tali cambiamenti nell'ECG sono stati una sorta di scoperta e hanno spinto i medici a una ricerca diagnostica e scientifica. Insieme al suo assistente, nonché a John Parkinson di Londra, Paul White ha riassunto undici casi di ECG di questo tipo. A quel tempo, questa nuova sindrome suonava come una combinazione di blocco atipico delle gambe, PQ anormalmente breve e parossismi di tachicardia in pazienti giovani e sani con cuori normali. Successivamente questa sindrome è stata chiamata sindrome WPW (Wolff-Parkinson-White) o SVC (VPU) nella versione russa..

Prevalenza e cause

Poiché la sindrome WPW viene rilevata utilizzando un ECG, la frequenza della sua comparsa può essere giudicata solo sulla base dell'analisi del metodo di ricerca effettuato. Questa è una patologia congenita geneticamente determinata. Su circa 1000 ECG, questa sindrome si verifica con una frequenza fino al 3%. Negli uomini, questa sindrome è un po 'più comune. Quasi il doppio delle volte, tali cambiamenti vengono rilevati durante l'infanzia. I primi sintomi iniziano a manifestarsi in giovane età sotto i 20 anni. C'è una forma familiare di esso.

In questo caso, questo funge da segno prognostico sfavorevole, poiché il rischio di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con questa sindrome è maggiore rispetto ai pazienti senza carico ereditario. La causa della sindrome WPW è la presenza di un fascio aggiuntivo nel sistema di conduzione cardiaca, chiamato "fascio di Kent". Passando attraverso il sistema di conduzione, un impulso elettrico entra nel raggio di Kent e quindi bypassa il nodo atrioventricolare. Anche nel periodo prenatale, ci sono percorsi aggiuntivi. Ma entro la 20a settimana di gravidanza, dovrebbero scomparire..

Tuttavia, non è sempre così. Per vari motivi, i processi di sviluppo del sistema cardiovascolare possono essere interrotti. Con la nascita di un bambino, possono persistere fasci aggiuntivi ei segni della malattia non compaiono immediatamente o generalmente rimangono solo un fenomeno. I fattori che provocano l'insorgenza di aritmie possono essere stress, esercizio fisico eccessivo, fumo, alcol, ecc..

Sintomi

È necessario distinguere tra i concetti di sindrome WPW e il fenomeno WPW. Il fenomeno WPW viene rilevato solo sull'ECG, mentre il paziente non nota alcun cambiamento nel suo stato di salute. Se i cambiamenti elettrocardiografici sono accompagnati da sintomi, allora parlano di sindrome WPW. La principale lamentela del paziente è il battito cardiaco parossistico, ritmico e l'arresto cardiaco. Alcuni pazienti caratterizzano gli attacchi di cuore come "cuore che batte". Molto spesso, non possono indicare fattori provocatori. Le convulsioni sono caratterizzate da un inizio improvviso e dalla stessa fine improvvisa di un attacco.

Oltre alle palpitazioni, possono disturbare anche dolore nella regione del cuore, sensazione di mancanza di respiro e vertigini. I pazienti possono sentirsi storditi o svenire. In termini di durata, gli attacchi di battito cardiaco accelerato possono variare da alcuni secondi a diverse ore, passare da soli o dopo aver utilizzato tecniche di riflesso. In alcuni casi, l'attacco può protrarsi per diverse ore, accompagnato da segni di insufficienza cardiaca. In questi casi, è necessaria un'assistenza medica urgente..

Classificazione della sindrome

Varianti della sindrome WPW

La sindrome di WPW può manifestarsi in diversi modi:

  1. Sindrome manifestante: un'opzione simile viene stabilita quando il paziente ha lamentele e cambiamenti tipici nell'ECG (la presenza di un'onda delta come segno di preeccitazione ventricolare).
  2. Sindrome latente - si instaura se il paziente non presenta segni di preeccitazione ventricolare, ma è presente tachicardia (tachicardia atrioventricolare con conduzione retrograda).
  3. La sindrome intermittente è caratterizzata dal fatto che i segni di preeccitazione ventricolare sono instabili, ma c'è la suddetta tachicardia.
  4. La sindrome multipla WPW è caratterizzata dalla presenza di due o più percorsi aggiuntivi.
  5. Fenomeno WPW. Se non ci sono manifestazioni cliniche sullo sfondo dei segni ECG esistenti della sindrome, parlano del fenomeno.

Diagnostica

Nonostante il fatto che l'elettrocardiografia sia il metodo principale per diagnosticare la sindrome di WPW, vengono utilizzati altri metodi. Hanno lo scopo di escludere la patologia miocardica strutturale. Pertanto, oltre all'ECG, i pazienti potrebbero aver bisogno dei seguenti metodi di esame:

  1. Esame ecocardiografico (ecografia del cuore). Viene eseguito per escludere la presenza di patologie organiche del cuore, che potrebbero essere la causa di tali disturbi del ritmo. La sindrome specificata può esser unita a tali difetti cardiaci congeniti come difetto del setto predserdny e interventricolare, l'anomalia di Ebstein, il gruppo di quattro di Fallot. Un paziente con sindrome WPW può avere displasia del tessuto connettivo, la cui manifestazione da parte del cuore può essere un prolasso della valvola mitrale.
  2. Esame elettrofisiologico del cuore. Questo studio può essere eseguito sia attraverso l'esofago che intracardialmente, quando gli elettrodi vengono fatti passare nelle camere del cuore. Lo scopo dello studio elettrofisiologico è identificare percorsi aggiuntivi nascosti, determinare il rischio del trattamento farmacologico, studiare i meccanismi e le zone di tachicardia e la diagnosi differenziale dei disturbi del ritmo.
  3. Il monitoraggio Holter giornaliero dell'elettrocardiogramma consente di monitorare il lavoro del cuore durante il giorno. Il paziente ha bisogno di tenere un diario, dove annota lo svolgimento dell'attività fisica, l'assunzione di cibo, il sonno, ecc..

Test di laboratorio

Segni ECG della sindrome di WPW

La sindrome di WPW ha le sue caratteristiche ECG diagnostiche, vale a dire:

  • accorciamento dell'intervallo P-R inferiore a 120 ms,
  • la presenza di un'onda delta sul complesso QRS (indica un'eccitazione ventricolare prematura),
  • ampliamento del complesso QRS più di 110-120 ms,
  • cambiamento discordante nel segmento ST e nell'onda T.,
  • la sindrome WPW può essere caratterizzata dall '"effetto fisarmonica": la comparsa di complessi alterati con aumento e diminuzione.

Esistono 3 tipi di sindrome WPW sull'ECG:

  1. Il tipo A è caratterizzato dalle caratteristiche di cui sopra. È il più comune.
  2. Il tipo B nelle sue caratteristiche può assomigliare ad un infarto miocardico transmurale. L'asse del cuore è deviato a sinistra. Nelle derivazioni 2a, 3a e AVF standard, il complesso ventricolare assomiglia a QS. Viene creata un'immagine del blocco di branca destro (RBBB) nelle derivazioni toraciche.
  3. Il tipo C assomiglia a un blocco di branca sinistro (LBBB) nelle derivazioni toraciche. Nelle derivazioni standard, il tipo C è simile al tipo precedente di sindrome WPW.

Sullo sfondo della sindrome WPW, possono verificarsi vari disturbi del ritmo. La loro struttura approssimativa è la seguente:

  • tachicardie parossistiche atrioventricolari circolari fino all'80%,
  • la fibrillazione atriale può verificarsi con una frequenza fino al 30 percento,
  • flutter atriale fino al 5 percento.

Trattamento

I pazienti con alterazioni dell'ECG simili possono sentirsi completamente sani. E questo può essere. In questi casi, si raccomanda un monitoraggio Holter giornaliero dell'elettrocardiogramma. Sotto determinate indicazioni, può anche essere prescritto un esame elettrofisiologico del cuore. Se gli attacchi di tachicardia sono complicati dalla fibrillazione atriale e sono accompagnati da segni di insufficienza cardiaca (HF) con perdita di coscienza, viene fornito un trattamento di emergenza. Questi pazienti sono sottoposti a cardioversione elettrica esterna..

Se l'attacco è accompagnato da un battito cardiaco accelerato, possono essere eseguite tecniche riflesse: test di Valsava (tensione all'altezza dell'ispirazione), massaggio del seno carotideo, tosse e riflessi vomito, coprendo il viso con pezzi di ghiaccio. Per il trattamento farmacologico della sindrome WPW vengono utilizzati adenosina trifosfato, bloccanti dei canali del calcio non diidroperidinici e altri antiaritmici. Tra i metodi chirurgici di trattamento, l'ablazione con radiofrequenza è diventata molto diffusa. L'essenza del metodo è cauterizzare l'area patologica utilizzando uno speciale elettrodo inserito attraverso il conduttore. L'accesso avviene attraverso vasi periferici.

Previsione

Sebbene la sindrome di WPW possa non avere manifestazioni cliniche gravi, esiste ancora un rischio dell'1,5% di morte cardiaca improvvisa. La forma familiare della malattia è rara, ma il rischio di morte cardiaca improvvisa è maggiore. Le probabilità di sviluppare una morte cardiaca improvvisa entro 10 anni variano dallo 0,15 allo 0,39%. Questo rischio è maggiore rispetto alle persone della stessa età, solo senza questa sindrome. Pertanto, tali pazienti dovrebbero fare attenzione con quegli sport che richiedono un'intensa attività fisica: calcio, hockey, pattinaggio artistico, wrestling, ecc..

Sindrome di WPW: cause e sintomi, trattamenti e valutazioni predittive

Con l'indromo SVC, questa è un'anomalia congenita nello sviluppo delle strutture cardiache, in cui si forma un fascio conduttivo extra nel cuore, trasportando un impulso elettrico dal nodo del seno ai ventricoli, bypassando il nodo atrioventricolare, che porta all'eccitazione prematura dei ventricoli.

Per sua natura, è un vizio, ma non è immediatamente evidente. I sintomi nelle prime fasi sono minimi. Di norma, la rilevazione di un tale fenomeno è un incidente, rivelato nel corso dell'elettrocardiografia. I segni sono abbastanza caratteristici, quindi è quasi impossibile confondere lo stato.

Inoltre, la malattia è chiamata sindrome di Wolff-Parkinson-White, dopo i nomi dei ricercatori più importanti.

Il trattamento della condizione ha determinate prospettive in qualsiasi fase. Sono migliori al momento del rilevamento, quando non ci sono ancora difetti organici..

Il meccanismo di sviluppo della patologia

L'essenza della deviazione è la formazione di un percorso conduttivo extra nel cuore.

Questo è il normale stato di cose. Le strutture cardiache hanno la capacità di contrarsi e lavorare in modo autonomo per la presenza di un accumulo di cellule attive che generano un impulso elettrico.

Questo è il cosiddetto nodo del seno o pacemaker naturale. Funziona costantemente. I cosiddetti fasci His sono responsabili della conduzione dei segnali, hanno una struttura ramificata e terminano a livello dei ventricoli.

Sullo sfondo della sindrome SVC (Wolff-Parkinson-White), si forma un ulteriore percorso di movimento degli impulsi lungo il raggio di Kent.

Da qui, la maggiore attività dell'attività cardiaca, che si manifesta come tachicardia (le contrazioni che attraversano un ciclo completo, però, non sempre si verificano), e altri tipi di aritmie (dalla fibrillazione all'extrasistole). Tutto dipende dalle caratteristiche dello sviluppo della malattia in una determinata persona.

Man mano che il problema progredisce, si osservano violazioni del normale funzionamento di tutti gli organi e sistemi. Il cuore soffre prima, poi i vasi sanguigni. Cervello, reni e fegato.

Alcune forme relativamente lievi sono asintomatiche. Altri danno un quadro clinico pronunciato e sono associati ad un aumentato rischio di morte improvvisa del paziente a breve termine..

Classificazione

Le tipizzazioni sono principalmente topografiche. Cioè, determinano da dove proviene la struttura conduttiva in eccesso, in quale direzione si estende e come interagisce con i tessuti circostanti.

In totale, ci sono circa 10 varietà, delimitate su questa base. Questa diversità determina l'eterogeneità delle possibili varianti del decorso e delle manifestazioni patologiche, nonché delle previsioni.

Per il paziente, queste classificazioni non sono molto importanti, poiché non sarà possibile comprenderne il significato clinico senza uno speciale addestramento cardiaco e le spiegazioni richiederebbero molto tempo..

Un ruolo importante è dato alla determinazione del corso del processo patologico.

Per questo chiamano:

  • Tipo manifestante. Si verifica spontaneamente. Un episodio può essere provocato da uno sforzo fisico eccessivo, tensione nervosa, di natura momentanea o prolungata, consumo di caffeina, tabacco, sostanze psicoattive. Il tipo è determinato dalla tachicardia pronunciata, sono possibili componenti aritmiche, ma sono relativamente rare. La frequenza delle ricadute varia da diverse volte all'anno a dozzine di casi entro un mese.
  • Tipo intermittente (passante). È determinato da segni clinici simili, ma appaiono con meno forza. Inoltre, l'aritmia è più comune e più pronunciata, il che rende questa forma più pericolosa della precedente..
  • Tipo latente. È nascosto. Non ci sono sintomi, il problema viene rilevato sull'elettrocardiografia. C'è, quindi, una differenza tra il fenomeno SVC e la sindrome? Senza dubbio. La malattia in una forma simile, sebbene non si faccia sentire, continua a progredire, distrugge il corpo. Il processo può richiedere anni. Solo nel momento in cui i meccanismi compensatori non ce la faranno più, la patologia si manifesterà.

Un altro modo comprensibile di digitare il processo viene eseguito localizzando il raggio anomalo.

Di conseguenza, ci sono due tipi:

  • A. Situato tra l'atrio sinistro e il ventricolo. Normalmente, l'impulso a quest'ultimo passa dal seno attraverso il nodo atrioventricolare. Nel tipo A, il segnale raggiunge prima la struttura anatomica, quindi la stimolazione viene duplicata lungo il percorso normale, il che porta a un'attività eccessiva. Da qui la violazione dell'emodinamica e della circolazione sanguigna in un grande cerchio.
  • B. Localizzazione - tra l'atrio destro e il ventricolo. Il meccanismo è identico, ma poiché la struttura giusta si contrae, il sistema polmonare soffre per primo..

Clinicamente, l'opzione più difficile è mista, quando sono presenti più rami. È di tipo AB. Il trattamento è urgente.

Qual è la differenza tra la sindrome e il fenomeno SVC?

In sostanza, questi sono sinonimi. C'è solo una differenza. Si parla del fenomeno wpw quando il paziente non si lamenta della propria salute.

Un'anomalia viene rilevata incidentalmente (accidentalmente) durante la diagnosi di malattie di terze parti. Si verifica nel 30-50% della popolazione in uno stato depresso. Le strutture cardiache e il corpo generalmente si adattano. Ciò non influisce sulla durata della vita..

Per quanto riguarda la malattia. La sindrome WPW è un tipo clinicamente significativo. Ma procede anche in modi diversi, il che offre buone possibilità in termini di cura e prognosi. L'intensità del quadro clinico nelle prime fasi è minima, la progressione è lenta, c'è tempo per una diagnosi completa e l'appuntamento della terapia.

Pertanto, il fenomeno WPW è un risultato clinico sull'ECG. I pazienti con disabilità devono essere attentamente monitorati. In assenza di sintomi per almeno 2-4 mesi, una persona può essere considerata condizionatamente sana. La sindrome determina la necessità di un trattamento pianificato. In caso di emergenza - urgente.

Le ragioni

Il principale fattore provato nello sviluppo del processo patologico è un'anomalia congenita. Normalmente, il cuore e l'intero sistema di afflusso di sangue vengono deposti alla 3a settimana di gravidanza. Alcuni fattori portano a deviazioni nella normale formazione del feto, provocano difetti congeniti.

È possibile che la sindrome SVC non sia l'unica nella storia del bambino. Ma un simile momento non spiega le ragioni che determinano la possibilità stessa di un difetto in una fase così precoce..

Un fascio conduttore extra viene deposto in tutti, senza eccezioni, ma entro la fine del primo trimestre si dissolve, tutto torna alla normalità.

I fattori immediati nello sviluppo di un fenomeno patogeno sono i seguenti:

  • Mutazioni genetiche. Possono essere spontanei, cioè possono essere determinati senza connessione con i difetti cromosomici dei genitori. È una specie clinica relativamente rara. Un'altra opzione è ereditare determinati geni dagli antenati. Il tipo dominante o recessivo ha luogo: non importa molto. È solo che in questo caso, la probabilità di sviluppare patologie è inferiore, d'altra parte, tutte le malattie conosciute di questo tipo sono molto più difficili. Spesso vengono rilevati non solo difetti cardiaci, ma anche problemi generalizzati.
  • Stress durante la gravidanza. Sono di grande importanza clinica. La futura mamma dovrebbe evitare il sovraccarico psico-emotivo durante la gestazione. Questa non è una garanzia dell'assenza di patologie, ma i rischi sono ridotti al minimo. Al momento dello stress, grandi quantità di corticosteroidi e catecolamine vengono rilasciate nel flusso sanguigno. Una tale reazione è un meccanismo naturale a fattori ambientali negativi che garantiscono la sopravvivenza. Composti come cortisolo, norepinefrina e altri aumentano il tono muscolare, la pressione sanguigna e hanno alcuni effetti tossici quando si tratta di sviluppo del bambino.
  • Attività fisica eccessiva. Una donna in travaglio non dovrebbe sedersi in un posto, ma in tutto ciò che devi sapere quando fermarti. Un'attività anormale porterà agli stessi risultati dello stress, se non di più. Possibile aborto spontaneo di conseguenza.
  • Consumo di prodotti del tabacco, alcol, soprattutto droghe al momento della gestazione. I "genitori" negligenti pensano poco alla salute della propria prole o si abbandonano a dipendenze e debolezze dovute alla difficoltà del rifiuto, alla paura dei sintomi di astinenza. Questa è una pratica fondamentalmente sbagliata che ha un effetto dannoso sul feto. Se un bambino nasce sano o no, in questo caso anche il miglior medico non lo dirà.
  • Cibo, acqua di scarsa qualità. È difficile determinare quale ruolo gioca questo fattore. È stato però rilevato un effetto negativo sul feto di sostanze cancerogene, che isola il fast food, il cosiddetto cibo "nocivo", come fritti, carni affumicate, conserve e semilavorati discutibili. La mancanza di vitamine e minerali in una dieta monotona influisce allo stesso modo. Il menu deve essere adattato agli interessi del nascituro. Un nutrizionista ti aiuterà in questo.
  • Fattori ambientali negativi, nonché un eccesso di radiazioni ionizzanti nell'area di residenza. Il corpo può adattarsi all'aumento della radiazione di fondo, ma in seguito questo momento influenzerà la salute del bambino con un'alta probabilità. I fenomeni negativi includono l'inquinamento atmosferico, i sali metallici in eccesso nell'acqua potabile, l'attività solare e il livello di radiazioni ultraviolette.
  • Una storia di malattie somatiche. Soprattutto il profilo ormonale. Non solo aggravano il corso della gravidanza, rendendola a volte insopportabile, ma colpiscono anche il feto. Il trattamento è idealmente effettuato anche prima della pianificazione della gravidanza. Un grande ruolo clinico è svolto dall'ipertiroidismo, mancanza di sostanze specifiche della ghiandola tiroidea, carenza o eccesso di ormoni della corteccia surrenale, malattie femminili (disfunzione ovarica con uno sfondo instabile).
  • Fattore ereditario. Se c'era almeno una persona in famiglia con sindrome da SVC, la probabilità di trasmetterla alla prole quasi triplica. Allo stesso tempo, è facoltà dei medici determinare se è presente nel bambino. Subito dopo la nascita. La condizionalità è assoluta, cioè con l'eredità non c'è possibilità di correzione in futuro. Il trattamento è già richiesto, la prevenzione non aiuterà. Fortunatamente, questo tipo di difetto è relativamente lieve a valle e la frequenza del suo sviluppo non è elevata..

Queste ragioni dovrebbero essere considerate in un complesso. Inoltre, un ginecologo dovrebbe prestare attenzione a loro nella fase di pianificazione della gravidanza o nelle prime fasi della gestazione. Se necessario, viene rilasciato un rinvio a uno specialista specializzato.

Sintomi

I segni sono eterogenei (variano da un caso all'altro). Se stiamo parlando di una forma latente, non ce ne sono affatto. I tipi intermittenti o primari sono determinati dal quadro clinico di ineguale completezza e intensità dei sintomi.

Un elenco approssimativo è simile a questo:

  • Il momento più caratteristico in presenza di una via di impulso aggiuntiva è l'aritmia. Ci sono molte opzioni. Tipi ventricolari, atriali (i primi sono molto più pericolosi), tachicardia, rallentamento dell'attività cardiaca, extrasistole di gruppo o singola, fibrillazione. Gli intervalli corretti tra le contrazioni sono raramente mantenuti. Questo è un segno di rifiuto relativamente tardivo. Ci vuole più di un anno per svilupparlo. Prove a favore della sindrome avanzata. Nella fase iniziale, tutto è limitato alla tachicardia.
  • Dolori al petto di origine sconosciuta. Può essere associato a episodi o essere una versione troncata di essi. Sensazioni di bruciore, pressatura sono caratteristiche. Il formicolio non si verifica. Lo sviluppo di malattie concomitanti è possibile.
  • Dispnea. Sullo sfondo di un'intensa attività fisica o in uno stato di completo riposo. Dipende dallo stadio del processo patologico.
  • Debolezza, sonnolenza, ridotta capacità di lavorare. Soprattutto con la natura fisica del lavoro.
  • Cianosi del triangolo naso-labiale. Scolorimento blu della regione periorale.
  • Pallore della pelle, sudorazione, sensazione di calore, vampate di calore.
  • Svenimenti e sincope. Regolare.
  • Pensiero alterato, memoria.

Molti dei segni presentati non sono direttamente correlati alla sindrome SVC, sono dovuti a condizioni secondarie o terziarie che si svolgono in parallelo.

Non è difficile determinare dove finisce la malattia stessa e iniziano le sue complicazioni. La WPW è caratterizzata da aritmie di varia gravità. Il resto dei segni non sono puramente tipici per lei..

Come fermare un attacco?

Per la condizione descritta, la tachicardia è la più caratteristica. Attraverso i fasci di Kent, l'impulso ritorna dai ventricoli agli atri e il nodo AV lo dirige dagli atri ai ventricoli. Pertanto, il segnale si muove in cerchio e la frequenza cardiaca raddoppia o triplica..

Indipendentemente dalla localizzazione dell'impulso patologico, è necessario prendere misure per stabilizzarsi.

Ma va tenuto presente: non puoi provare a guarire da solo. È una perdita di tempo.

La terapia dipende dal tipo di disturbo ritmico. L'assunzione di farmaci al di fuori della tua discrezione può morire per arresto cardiaco, infarto o altre complicazioni.

  • Chiama un'ambulanza. Anche se l'episodio si verifica per la prima volta.
  • Calmati, rimettiti in sesto.
  • Apri la finestra, una finestra per il flusso di aria fresca nella stanza.
  • Rimuovi le cose schiaccianti, i gioielli.
  • Prendi i farmaci prescritti. Se non ce ne sono, Anaprilin (1 compressa) nel sistema con Diltiazem o Verapamil (la stessa quantità) è adatto per fermare un attacco di tachicardia. Aiuteranno a normalizzare il ritmo, non solo a rallentarlo..
  • Puoi bere preparati in compresse di motherwort, valeriana, fenobarbital (Corvalol, Valocordin).
  • Sdraiati, respira in modo uniforme e profondo. Puoi provare a usare tecniche vagali (pressione sui bulbi oculari con poca forza, ogni 5-10 secondi, trattenendo il respiro mentre inspiri con sforzo e altre).

All'arrivo della brigata, racconta i loro sentimenti. Se viene offerto un ospedale, vai per un esame.

Diagnostica

Viene eseguito sotto la supervisione di un cardiologo. In ospedale o in regime ambulatoriale. Indipendentemente dal tipo, c'è tempo per aiutare. Pertanto, le misure urgenti vengono prese raramente e solo in presenza di complicazioni.

  • Interrogatorio orale del paziente. Di solito dà poco, soprattutto nelle prime fasi.
  • Prendendo l'anamnesi. Vengono identificati i fattori: storia familiare, patologie somatiche, farmaci assunti, abitudini e altro.
  • Misurazione della frequenza cardiaca.
  • Ascoltando il suono cardiaco.
  • Elettrocardiografia. Viene assegnato principalmente dopo le attività di routine. Definisce il tipo di menomazione funzionale. Con le qualifiche adeguate, il medico può raccogliere molte informazioni utili. È possibile la combinazione con EFI.
  • Ecocardiografia. Per rilevare disturbi organici di tipo primario o secondario.
  • MRI. Per immagini dettagliate del cuore. Viene eseguito relativamente raramente, secondo le indicazioni. Se ci sono sospetti di altri difetti delle strutture cardiache.

Coronografia, analisi del sangue, stress test a discrezione del medico.

Segni ECG

  • Espansione del complesso QRS (oltre 0,12 sec). Deformità che assomigliano a quelle con blocco delle gambe dei suoi.
  • Restringimento dell'intervallo P-Q.

Cambiamenti dell'onda delta, a seconda del tipo di processo:

Digitare unTipo B
Le onde delta sono verticali in tutte le derivazioni precordiali. Il complesso QRS in V2 è simile alla lettera A, che imita un blocco di branca destro.Le onde delta sono prevalentemente negative nelle derivazioni V1-V3 e prevalentemente positive nelle derivazioni V4-V6. Questo può essere scambiato per blocco di branca sinistro o ipertrofia ventricolare sinistra con deformità.

I segni della sindrome SVC sull'ECG sono specifici; anche un cardiologo alle prime armi può decifrarli.

Metodi di trattamento

La terapia conservativa è finalizzata solo ad alleviare i sintomi, nelle fasi successive non affronta nemmeno questo, poiché grandi dosi di farmaci antiaritmici portano all'effetto opposto.

Il modo principale per ripristinare la normale funzione cardiaca è l'ablazione con radiofrequenza. L'essenza della tecnica è cauterizzare il fulcro della conduzione. La precisione è importante. Questo è un metodo minimamente invasivo, ti consente di affrontare quasi immediatamente il problema..

Nel periodo preoperatorio vengono mostrati farmaci antiaritmici (Amiodarone, Hindin), farmaci per abbassare la pressione sanguigna (secondo le indicazioni, se c'è ipertensione persistente, l'uso di tali farmaci continua dopo la radiochirurgia).

Il periodo stazionario dura da diversi giorni a una settimana. Il paziente è osservato in dinamica, la stabilizzazione del ritmo al di fuori dei disturbi organici avviene dopo 1-2 giorni.

Se sono presenti difetti di natura secondaria o terziaria (già causati da un'eccessiva attività del cuore), è indicata la terapia di mantenimento per tutta la vita con l'uso di questi medicinali. Ecco perché si consiglia di iniziare il trattamento prima..

Previsione e possibili conseguenze

Le possibili complicazioni includono:

  • Insufficienza cardiaca.
  • Attacco di cuore.
  • Shock cardiogenico.
  • Ictus.
  • Aumento dello strato muscolare dell'organo.
  • Demenza vascolare.

In molti casi, c'è una significativa diminuzione della qualità della vita.

La prognosi è favorevole nella maggior parte delle situazioni individuate. Sullo sfondo del fenomeno SVC, è quasi garantito che il risultato sarà positivo. Altre forme procedono diversamente.

È necessario trarre conclusioni in base alle dinamiche del processo. Più complesso è il tipo, più sintomi, più a lungo dura la condizione, minore è la probabilità di un completo recupero.

La mortalità non trattata è relativamente alta. Fino al 25% di tutti i pazienti muore a causa di determinati processi urgenti.

  • Risposta positiva alla terapia.
  • Mancanza di patologie concomitanti, cattive abitudini.
  • Favorevole storia familiare.
  • Peso corporeo normale.
  • Sintomi minimi.

La sindrome WPW è un'anomalia congenita nello sviluppo dei fasci conduttivi del cuore, quando si forma un eccesso. Quindi, un aumento dell'attività delle strutture cardiache, aritmie pronunciate e altri fenomeni di tipo potenzialmente fatale.

Il recupero viene effettuato sotto la supervisione di specialisti specializzati (sia nel campo della terapia di routine che nel campo della chirurgia). L'unico trattamento efficace è l'ablazione con radiofrequenza. Ma tali misure drastiche non sono sempre necessarie. Le modalità di esposizione sono determinate dal medico.


Articolo Successivo
Sintomi e prevenzione della leucoencefalopatia cerebrale