Cosa mostra la proteina C reattiva nel sangue


9 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1324

  • Proteina C reattiva in dettaglio
  • CRP nella diagnosi
  • Combinazione con un cambio di ESR
  • Valori di riferimento
  • A cosa serve l'analisi?
  • Quando è programmato lo studio?
  • Quando i livelli di proteine ​​aumentano?
  • Caratteristiche dell'analisi per CRP
  • Video collegati

È molto problematico determinare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo nelle fasi iniziali senza sintomi pronunciati. La diagnosi diventa disponibile solo quando sono presenti i principali segni del processo patologico: febbre, gonfiore, dolore, ecc..

Si perde tempo prezioso e la malattia stessa diventa gradualmente più grave. La medicina moderna non si ferma e all'inizio del secolo scorso è stata scoperta una sorta di marker di infiammazione acuta: la proteina C-reattiva nel sangue.

Questa sostanza appare nel flusso sanguigno molte volte più velocemente di un aumento della VES - il tasso di sedimentazione degli eritrociti, che consente di determinare la presenza della malattia in una fase iniziale di sviluppo.

Proteina C reattiva in dettaglio

Per la prima volta, la proteina C-reattiva (CRP) è stata scoperta nel 1930 dagli scienziati Tillett e Francis. La sostanza è stata rilevata nel plasma sanguigno di pazienti con processi infiammatori acuti, come elemento che reagisce con il C-polisaccaride dello pneumococco.

La CRP umana appartiene a un gruppo proteico conservatore chiamato "pentaxine" e comprende 224 residui di amminoacidi che formano un anello attorno al poro centrale. La CRP è nota da decenni come una proteina sintetizzata nel fegato.

Tuttavia, una serie di studi recenti indica un livello abbastanza elevato di espressione di questa proteina in altri tessuti. La sua trasformazione avviene anche nelle pareti dei vasi sanguigni e, in particolare, nelle cellule muscolari lisce che rivestono le arterie coronarie..

L'esatto scopo funzionale della PCR nel corpo umano provoca ancora numerose discussioni scientifiche. Recentemente, è stato determinato che la sostanza descritta non è solo coinvolta nei processi infiammatori del corpo, ma è anche una componente integrante dei meccanismi immunologici innati.

Un aspetto importante della sua attività biologica è la sua capacità di attaccare vari ligandi (atomi o molecole legati), senza escludere cellule apoptotiche, membrane danneggiate, ecc..

CRP nella diagnosi

Nella medicina pratica, come accennato in precedenza, la proteina C-reattiva ha in molti casi un valore diagnostico insostituibile. Questo elemento del sangue è altamente sensibile ai processi infiammatori acuti e cronici..

È in grado di visualizzare lo stato funzionale del sistema immunitario nel modo più accurato possibile, poiché aumenta molto prima della comparsa dei segni clinici della malattia e rimane a lungo nel sangue anche dopo un'infezione virale o batterica..

In precedenza, SRB era utilizzato in un segmento molto ristretto. Il suo contenuto è stato determinato dalle reazioni qualitative dell'analisi del sangue nei "plus" solo per lo studio dell'attività dei reumatismi. Ma dopo un po 'è stato possibile studiare a fondo il significato di questa proteina come riflesso sistemico dello stato del sistema immunitario, la presenza e l'attività del processo infiammatorio nel corpo..

Va notato che è necessario misurare questo parametro non qualitativamente, ma quantitativamente, cioè in milligrammi per litro di materiale di prova. Tale misurazione fornirà l'opportunità di determinare nel modo più accurato possibile se c'è un focolaio infiammatorio nel corpo che sopprime il sistema immunitario.

Nella pratica clinica, la CRP viene utilizzata come marker principale, ma non specifico, dell'infiammazione. Appartiene al gruppo delle "proteine ​​della fase acuta" (BOP) - sostanze che si presentano nel sangue come risposta al danno tissutale causato dallo sviluppo di infiammazioni, traumi, infezioni, crescita di neoplasie e altri fattori.

Questo componente è assente nel siero di una persona sana. La CRP è classificata come una proteina di un sottogruppo "forte", poiché il suo livello può aumentare migliaia di volte, il che è molte volte superiore alle capacità del BOP nei sottogruppi più deboli..

Un punto importante è considerato il tempo di comparsa dell'SBR, che è di 6-12 ore, mentre il BOP dei sottogruppi “deboli” inizia a essere sintetizzato nel sangue solo dopo 48-72 ore. Questa caratteristica lo rende il marker più efficace per la diagnosi precoce delle patologie..

Combinazione con un cambio di ESR

Un esame del sangue per la proteina C-reattiva viene spesso paragonato alla VES. Poiché c'è sempre un aumento di questi due indicatori nelle fasi iniziali della malattia. Tuttavia, come accennato in precedenza, la CRP appare nel sangue e scompare prima che si verifichino cambiamenti nella VES..

Con una terapia opportunamente selezionata, il contenuto proteico diminuisce nei giorni successivi, scomparendo di 6-10 giorni, mentre l'ESR diminuisce dopo il recupero solo dopo 2-4 settimane.

A causa della rapida normalizzazione del contenuto di CRP nel sangue, questo test viene utilizzato per monitorare il decorso di patologie croniche e acute e monitorare l'efficacia della terapia prescritta..

Vale la pena ricordare che in quasi tutte le malattie, così come dopo l'intervento chirurgico, l'aggiunta di un'infezione batterica, sia che si tratti di un processo locale o di una lesione estesa come la sepsi, è accompagnata da un aumento della quantità di BOP.

La quantità di proteina C reattiva non è influenzata dagli ormoni, non escluso lo stato di gravidanza. Dopo il passaggio della malattia da una forma acuta a una cronica, la concentrazione di CRP diminuisce fino a scomparire completamente e aumenta di nuovo durante un'esacerbazione.

I valori di CRP nelle infezioni virali e spirochete aumentano leggermente, motivo per cui, in assenza di lesioni traumatiche, i suoi coefficienti elevati indicano l'introduzione di un patogeno batterico.

In un neonato, questa proteina è spesso determinata per la diagnosi di sepsi, poiché nei bambini questa patologia può svilupparsi rapidamente e qualsiasi ritardo può portare alla morte del bambino. Dopo l'intervento chirurgico, il contenuto di CRP aumenta, ma se non c'è infezione batterica nel periodo postoperatorio, l'indicatore ritorna rapidamente alla normalità.

Considerando che l'attaccamento della suddetta infezione, indipendentemente dal fatto che questo processo sia specificamente localizzato, o sepsi è accompagnato da un salto verso l'alto del coefficiente o dall'assenza di un cambiamento verso il basso.

Valori di riferimento

La norma della proteina C-reattiva nel sangue di uomini e donne, così come i bambini, è la stessa e idealmente non dovrebbe superare 1 mg / l. Una tale concentrazione di una sostanza significa una bassa probabilità di insorgenza di malattie cardiovascolari (CVD) e delle loro complicanze, un indicatore di 1-3 mg / l caratterizza i rischi come medi.

Se il coefficiente supera i 3 mg / l, questo è un tipo di segnale sui rischi elevati di complicanze vascolari nelle persone sane e nelle persone con una storia di malattie cardiovascolari (CVS).

Nel caso in cui l'analisi abbia rivelato che il contenuto di CRP è superiore a 10 mg / l, è obbligatorio un test ripetuto e, se conferma il risultato iniziale, viene prescritto un esame completo del paziente. Apparentemente, il corpo sta sviluppando una malattia di natura infiammatoria o infettiva..

In alcune fonti e laboratori, i valori normali sono leggermente aumentati, il che può essere dovuto ai reagenti utilizzati o ai metodi di ricerca utilizzati. Pertanto, i valori di riferimento sono fattori che non superano i 5 mg / l.

La decodifica dei materiali di analisi per SRB è la seguente, ovvero il risultato sarà:

  • negativo - meno di 3 mg / l,
  • debolmente positivo - 3-6 mg / l,
  • positivo - 6-12 mg / l,
  • nettamente positivo - superiore a 12 mg / l.

È necessario essere consapevoli che nelle patologie il livello di PCR può variare in un intervallo molto ampio (circa 5-500 mg / l). I coefficienti più alti (più di 30 mg / l) vengono determinati quando compaiono nell'organismo infezioni batteriche, come, ad esempio, polmonite, meningite, artrite settica, ecc..

Nelle infezioni virali, i valori di questa proteina sono aumentati in misura minore (fino a 20 mg / l), il che rende possibile utilizzare una valutazione quantitativa per differenziare questi due tipi di infezione. Il contenuto moderatamente alto di proteina C-reattiva, nell'intervallo di 10-40 mg / L, è determinato in pazienti dopo infarto miocardico o con altri danni ai tessuti, ad esempio, necrosi tumorale.

A cosa serve l'analisi?

Secondo le statistiche, le patologie cardiovascolari e le loro complicanze occupano il primo posto tra le cause di mortalità nella popolazione adulta dei paesi sviluppati. Il controllo del contenuto di CRP, insieme ad altri parametri, consente di determinare la probabilità delle suddette malattie in cittadini relativamente sani.

Inoltre, questo studio consente di prevedere il decorso della malattia nei pazienti cardiopatici, che è indispensabile per lo sviluppo di tattiche di trattamento, nonché per l'attuazione di misure preventive. Pertanto, un esame del sangue CRP è consigliabile nelle seguenti situazioni, vale a dire:

  • Per valutare la probabilità di sviluppare CVD in individui relativamente sani (in combinazione con altri marcatori rilevanti).
  • Prevedere possibili complicanze (ictus, infarto miocardico, morte cardiaca improvvisa) nelle persone con ipertensione e cardiopatia ischemica (IHD).
  • Per valutare l'efficacia della prevenzione continua delle malattie cardiovascolari e delle loro complicanze.

Data l'ampio ventaglio di possibili patologie a cui la proteina C reattiva è in grado di rispondere, è necessario delucidarne il contenuto anche per:

  • diagnostica di infezioni di varia origine (batteriche, virali, parassitarie);
  • condizioni autoimmuni sistemiche;
  • monitoraggio dello stato postoperatorio;
  • valutare l'efficacia della terapia prescritta.

Quando è programmato lo studio?

La determinazione della concentrazione di CRP è mostrata nell'elenco delle situazioni cliniche, come ad esempio:

  • diagnostica di patologie infettive e infiammatorie;
  • differenziazione: infezione virale o batterica;
  • prevedere la gravità delle malattie infiammatorie;
  • valutazione del grado di attività della patologia e del danno tissutale;
  • determinazione della probabilità di CVD;
  • ricaduta di malattie infiammatorie croniche;
  • colite ulcerosa, infarto miocardico, morbo di Crohn;
  • artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico;
  • valutazione dell'efficacia della terapia antibiotica.

Inoltre, viene utilizzata la tecnica per studiare il livello di CRP:

  • con diagnostica complessa di persone relativamente sane appartenenti a categorie di età avanzata;
  • quando si esaminano pazienti con ipertensione e cardiopatia ischemica;
  • durante il periodo di misure terapeutiche e profilattiche per la prevenzione delle complicanze cardiovascolari durante l'assunzione di statine e aspirina in pazienti cardiopatici.
  • dopo angioplastica (per valutare i rischi di infarto ricorrente, morte o restenosi).
  • dopo l'innesto di bypass coronarico al fine di rilevare complicanze postoperatorie nelle fasi primarie della riabilitazione.

Quando i livelli di proteine ​​aumentano?

Ci sono molti fattori che portano a un aumento dell'indicatore, il che lo rende un marker non specifico, il che significa che indica la necessità di una valutazione completa insieme ad altri parametri più specifici..

Le ragioni della crescita nel sangue della proteina C-reattiva possono essere le seguenti:

  • infezioni batteriche e virali acute;
  • recidiva di malattie infiammatorie croniche;
  • danno ai tessuti del corpo (chirurgia, lesioni varie, infarto miocardico acuto);
  • tumori maligni e loro focolai metastatici;
  • un processo infiammatorio lento di una forma cronica che può portare a CVD o causare la loro complicanza;
  • disturbi ormonali (aumento della sintesi di progesterone ed estrogeni);
  • dislipidemia aterogena (diminuzione del colesterolo HDL, aumento delle LDL e dei trigliceridi);
  • essere in sovrappeso e dipendenti dal tabacco.

Caratteristiche dell'analisi per CRP

Esistono diversi metodi per determinare la concentrazione della proteina C reattiva. Questi includono la turbidimetria ad alta sensibilità con aggiunta di lattice, il dosaggio radioimmunologico e il dosaggio immunoenzimatico.

Per valutare il rischio di CVD, si consiglia di utilizzare un tipo di studio ultrasensibile che possa mostrare livelli inferiori di questa proteina. La preparazione per l'analisi per la CRP non è diversa da quella raccomandata per un esame del sangue generale o biochimico.

Ciò include l'astensione dal cibo per 8-12 ore, l'evitamento dello stress psicoemotivo e fisico alla vigilia della procedura, nonché la consultazione di un medico sull'assunzione di farmaci. Va ricordato che ci sono alcuni fattori che possono aumentare o diminuire il livello di CRP..

Quindi, valori più alti possono essere determinati durante la gravidanza, dopo un'intensa attività fisica, con la terapia ormonale sostitutiva e l'uso di contraccettivi orali. E l'analisi mostra coefficienti più bassi dovuti all'assunzione di corticosteroidi, statine, farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, aspirina) e beta-bloccanti.

Importante! Si consiglia di valutare il livello basale della proteina C-reattiva non prima di 14 giorni dalla scomparsa dei segni di infiammazione acuta (o recidiva di una malattia cronica). Con un aumento dell'indicatore superiore a 10 mg / l, è necessario un esame aggiuntivo per trovare la causa del processo patologico.

Analisi del sangue CRP: che cos'è?

La proteina C-reattiva (CRP) è una proteina del plasma sanguigno che appartiene alla fase acuta dell'infiammazione. Partecipa ai processi di neutralizzazione ed eliminazione di vari agenti infettivi e stimola anche lo sviluppo della risposta infiammatoria come meccanismo di difesa del corpo. La proteina C-reattiva sulla superficie di una cellula estranea si lega a molecole specifiche, proteine ​​rilasciate dai tessuti danneggiati dalle tossine batteriche.

Nel sangue, durante il normale funzionamento del corpo, circola costantemente una certa quantità (minima) di proteina C reattiva. Questa proteina è prodotta principalmente dal fegato e anche dal rivestimento interno delle arterie. Quando microrganismi estranei (batteri) entrano nel corpo o come risultato della morte dei suoi stessi tessuti, la sua concentrazione aumenta in modo significativo. Il livello di proteina C-reattiva aumenta centinaia di volte a seguito di traumi gravi, reazioni infiammatorie pronunciate, infezioni batteriche, interventi chirurgici importanti o in presenza di tumori maligni.

Cosa mostra il test della proteina C reattiva? Un esame del sangue CRP indica l'attività della proteina reattiva e la presenza di un processo infiammatorio nel corpo.

Nell'ospedale Yusupov, ai pazienti viene fornita un'assistenza medica qualificata efficace. I medici sono interessati al rapido recupero dei pazienti e al completo ripristino delle funzioni perse. I reumatologi del dipartimento ottengono significativi cambiamenti positivi nelle condizioni fisiche dei pazienti che hanno malattie gravi, questo riguarda i processi reumatoidi, in cui aumenta il livello di proteina C-reattiva. Nel proprio laboratorio dell'ospedale Yusupov, puoi superare qualsiasi test, come l'analisi per la proteina C-reattiva e ottenere risultati rapidi.

Esame del sangue CRP elevato: cosa significa?

La CRP in un esame del sangue biochimico mostra la quantità di questa particolare sostanza nel sangue di una persona al momento. La risposta immunitaria si verifica a seguito di un aumento dei livelli di proteine ​​durante lo sviluppo di un processo infiammatorio.

La risposta immunitaria è la risposta difensiva del sistema immunitario del corpo a batteri e parassiti. Come risultato della reazione, vengono create nuove cellule che distruggono intenzionalmente i microrganismi infettivi. La proteina C reattiva nel sangue è direttamente coinvolta in questo processo..

La proteina C reattiva del test del sangue aumenta nei seguenti casi:

  • Processo infiammatorio;
  • Malattie reumatiche sistemiche;
  • Lesioni;
  • Infarto miocardico;
  • Infezioni batteriche;
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico;
  • Necrosi dei tessuti;
  • Processi maligni nel corpo;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Nefropatia.

Indicazioni per un test della proteina C reattiva

L'analisi per la proteina C reattiva è stata utilizzata per molti anni per diagnosticare processi patologici pericolosi nel corpo umano. Tuttavia, va ricordato che questo marcatore non specifico indica solo la presenza di un problema nel corpo e non ne specifica la natura..

Le indicazioni per l'analisi sono:

  • Processo reumatico;
  • Determinazione dell'attività del processo e dell'efficacia del trattamento effettuato nelle malattie autoimmuni;
  • Malattie infettive acute;
  • Determinazione dell'efficacia nelle malattie croniche del corpo;
  • Valutazione della qualità della terapia antibiotica (meningite, polmonite, sepsi);
  • Determinazione del rischio di complicanze del sistema cardiovascolare nell'aterosclerosi, diabete mellito, emodialisi cronica;
  • Reazione allergica.

Analisi del sangue della proteina C reattiva: interpretazione dei risultati

La norma della proteina C-reattiva è determinata contando il numero di milligrammi di una sostanza in un litro di sangue. Se la proteina non si trova nel corpo, significa che il processo patologico nell'uomo non si sviluppa o la concentrazione della sostanza è troppo bassa per essere determinata. Il sangue di un adulto non dovrebbe contenere più di 5 milligrammi di proteina C-reattiva per litro di sangue.

Il medico è direttamente coinvolto nella decodifica delle analisi, poiché è importante non solo determinare il livello di proteina C-reattiva, ma anche valutare i dati ottenuti in relazione al quadro clinico del paziente.

  • L'indicatore normale, che indica l'assenza di reazioni patologiche, è inferiore a 1 mg / l;
  • La probabilità media di sviluppare processi patologici è 1-3 mg / l;
  • Alta probabilità di sviluppare un processo patologico - più di 3 mg / l;
  • La presenza di un processo patologico, la riconferma dell'analisi è necessaria per confermare la diagnosi - più di 10 mg / l.

La quantità di proteina C reattiva può aumentare durante la gravidanza, ma in questo caso è normale se il resto dei dati è in ordine. Se anche altri indicatori indicano un problema, è necessario iniziare a cercare la causa del processo infiammatorio. Con la tossicosi, le letture possono raggiungere più di 100 mg / l. Da 5 a 19 settimane, c'è il rischio di aborto se la PCR sale a 8 mg / l. La presenza di infezioni virali è indicata da un aumento delle proteine ​​a 19 mg / le più di 180 mg / l - per le infezioni batteriche.

L'analisi qualitativa è l'anello principale della diagnosi, che determina la scelta di un ulteriore corso di terapia. Tale analisi viene determinata utilizzando due metodi: alfa-1-antitripsina e test di Veltman.

Cosa può influenzare i risultati dell'analisi?

I risultati dell'analisi del sangue CRP sono influenzati non solo dalla professionalità del medico che decifrerà gli indicatori, ma anche dalla preparazione del paziente per la procedura. Dati falsi possono verificarsi nelle seguenti situazioni:

  • Assunzione di contraccettivi orali;
  • Terapia ormonale sostitutiva;
  • Assunzione di alcuni farmaci (beta-bloccanti, statine, corticosteroidi, farmaci antinfiammatori non steroidei);
  • Cattive abitudini;
  • Intensa attività fisica.

Decifrare un esame del sangue per la proteina C-reattiva è compito di uno specialista qualificato. Nell'ospedale Yusupov, i medici utilizzano una valutazione completa degli indicatori. Il laboratorio, che si trova sul territorio dell'ospedale Yusupov, esclude le differenze nelle unità di misura, come nel caso di altre istituzioni mediche. I medici tengono conto del fatto che il sesso del paziente, i suoi parametri di età e peso influenzano il risultato dell'analisi. L'ospedale Yusupov dispone delle più moderne attrezzature utilizzate in paesi stranieri, quindi non dovrai aspettarti i risultati di analisi così importanti per diverse settimane. Il personale medico dell'ospedale sarà lieto di aiutarti in caso di domande. I prezzi per i servizi forniti dall'ospedale Yusupov possono essere trovati sul sito web o direttamente dalla persona amministrativa. Se viene rilevata una malattia, i nostri specialisti condurranno un corso efficace di trattamento e riabilitazione. I comodi reparti sono dotati di tutto il necessario in modo che tu non abbia bisogno di nulla durante la tua permanenza in ospedale. Durante il suo breve periodo di esistenza, l'ospedale Yusupov vanta un'eccellente reputazione e un numero impressionante di pazienti riconoscenti. È possibile fissare un appuntamento o una consulenza telefonica.

Che cos'è la proteina C-reattiva (CRP), perché aumenta e cosa mostra in un esame del sangue?

La proteina C-reattiva (CRP) è un marcatore d'oro responsabile della presenza di processi infiammatori nel corpo.

Un'analisi per questo elemento consente di rilevare un'infezione o un virus nel corpo in una fase precoce..

Il suo aumento si verifica entro 6 ore dall'inizio del processo infiammatorio, ma potrebbero essere necessarie ulteriori ricerche per stabilire una diagnosi accurata..

Cos'è?

La proteina C reattiva (PCR) è un indicatore di infiammazione acuta. È prodotto dal fegato e questo viene fatto durante i processi necrotici e infiammatori in qualsiasi parte del corpo. Nella diagnostica clinica, viene utilizzato insieme alla VES, ma ha una sensibilità maggiore..

La proteina reattiva può essere rilevata solo utilizzando un esame del sangue biochimico. Aumenta nel sangue entro 6-12 ore dall'inizio del processo patologico. La CRP risponde bene alla terapia, consentendo una semplice analisi per seguire l'andamento del trattamento.

A differenza della VES, la proteina C-reattiva assume valori normali immediatamente dopo la rimozione dei processi infiammatori e la normalizzazione delle condizioni del paziente. Valori elevati di ESR anche dopo il successo del trattamento possono persistere per un mese o più.

Azione con proteine ​​reattive (proteine)

Indicazioni per

Molto spesso, la determinazione della quantità di proteina reattiva è prescritta per:

  • Calcolo dei rischi di patologie cardiache e vascolari.
  • Dopo visita medica di pazienti anziani.
  • Periodo postoperatorio.
  • Valutazione dell'efficacia della terapia farmacologica.
  • Diagnosi di malattie di natura autoimmune e reumatica.
  • Sospetto di tumore.
  • Malattie infettive.

L'esame di laboratorio della PCR è solitamente prescritto per malattie infiammatorie acute di natura infettiva. Assiste inoltre nell'identificazione di patologie di natura autoimmune e reumatica. È prescritto per sospetti tumori e cancro..

Come viene determinata la proteina C reattiva?

La determinazione della proteina C reattiva avviene attraverso un esame del sangue biochimico. Per fare ciò, utilizza un test al lattice basato sull'agglutinazione al lattice, che ti consente di ottenere il risultato in meno di mezz'ora..

Consigliato:

  • È necessario prendere la biochimica al mattino a stomaco vuoto.
  • Non puoi mangiare prima dello studio per 12 ore e puoi bere solo acqua naturale.
  • Prima della procedura e il giorno prima, è necessario evitare situazioni stressanti e sforzi fisici pesanti.
  • Non fumare prima di donare il sangue.

Puoi eseguire l'analisi in quasi tutti i laboratori. Uno dei laboratori più apprezzati in tutte le città della Russia è "Invitro", dove gli specialisti aiuteranno a ottenere risultati entro poche ore dalla raccolta del sangue.

La concentrazione di proteine ​​reattive gioca un ruolo importante nella diagnosi delle patologie cardiovascolari..

In questo caso, i cardiologi non sono soddisfatti dei metodi usuali per rilevare la proteina reattiva ed è necessario l'uso di una misurazione estremamente accurata di hs-CRP, che è combinata con lo spettro lipidico..

Uno studio simile viene effettuato con:

  • Patologie del sistema escretore.
  • Gravidanza difficile.
  • Diabete mellito.
  • Lupus eritematoso.

Funzioni

La proteina reattiva è uno stimolante dell'immunità, che viene prodotta nei processi infiammatori acuti.

Nel processo di infiammazione, sorge una sorta di barriera che localizza i microbi nei luoghi della loro invasione.

Ciò impedisce loro di entrare nel flusso sanguigno e causare ulteriori infezioni. In questo momento, iniziano a essere prodotti agenti patogeni che distruggono l'infezione, durante la quale vengono rilasciate proteine ​​reattive.

Un aumento delle proteine ​​reattive si verifica 6 ore dopo l'inizio dell'infiammazione e raggiunge il suo massimo il 3 ° giorno. Durante patologie infettive acute, il livello può superare il valore consentito di 10.000 volte.

Dopo la cessazione della reazione infiammatoria, la produzione di proteine ​​reattive si interrompe e la sua concentrazione nel sangue diminuisce.

DRB svolge le seguenti funzioni:

  • Accelera la mobilità dei leucociti.
  • Attiva il sistema del complemento.
  • Produci interleuchine.
  • Accelera la fagocitosi.
  • Interagisci con i linfociti B e T..

Funzioni della proteina C reattiva

Norma della proteina C reattiva

La variazione degli indicatori viene effettuata in mg. per litro. Se non ci sono processi infiammatori nel corpo di un adulto, la proteina reattiva non si trova nel suo sangue. Ma questo non significa che non sia affatto nel corpo: la sua concentrazione è così bassa che i test non possono determinarla..

Le norme per adulti e bambini sono presentate nella tabella:

EtàNorma, mg / l
AdultiA 10
Durante la gravidanzaFino a 20
Nei neonatiFino a 4
BambiniA 10

Quando la proteina reattiva viene superata di più di 10, vengono condotti numerosi altri studi per stabilire la causa del processo infiammatorio. È particolarmente necessario fare attenzione con tassi elevati nei neonati e nei bambini, che indicano la presenza di un malfunzionamento nel corpo.

Anche la velocità di eritrosedimentazione (ESR) può rilevare l'infiammazione, ma non in una fase iniziale. Le norme per gli indicatori ESR presentano alcune differenze:

EtàNorma, mm / h
Uomini2-10
Donne5-17
IncintaFino a 40
Gli anzianiFino a 25

L'aumento della PCR è coinvolto nella formazione dell'aterosclerosi

L'ESR è un metodo più vecchio e più semplice per rilevare l'infiammazione ed è ancora utilizzato in molti laboratori oggi. Il test per la proteina creativa è più accurato e consente di ottenere un risultato affidabile già in una fase iniziale del processo infiammatorio.

I vantaggi dell'analisi per la proteina C - reattiva rispetto alla VES sono mostrati nella tabella:

Risposta infiammatoria.Un aumento si verifica entro poche ore.L'aumento è lento (diversi giorni o una settimana).
Sensibilità all'infiammazioneAltoCon un leggero processo infiammatorio, potrebbe essere inaffidabile.
SpecificitàRisultato falso positivo escluso.Alto rischio di falsi positivi.

Per la diagnosi di alcune malattie, si consiglia di effettuare un'analisi per ESR e CRP.

La diagnosi differenziale è presentata nella tabella:

Malattie viraliAltoLeggermente aumentato
Artrite cronicaAltoNormale o leggermente aumentato
Morbo di CrohnAltoAlto
AnemiaAltoNorma

Motivi dell'aumento

Una proteina reattiva elevata indica la presenza di malattie infiammatorie e infettive. A seconda del grado di aumento degli indicatori, si può sospettare questa o quella patologia.

Le ragioniIndicatore, mg / l
Infezione acuta (postoperatoria o ospedaliera)80-1000
Infezione virale acuta10-30
Esacerbazione di malattie infiammatorie croniche (artrite, vasculite, morbo di Crohn)40-200
Malattia cronica lenta + patologie autoimmuni10-30
Danni ai tessuti non infettivi (traumi, ustioni, diabete, periodo postoperatorio, infarto, aterosclerosi)Dipende dalla gravità del danno tissutale (più è alto, più alti sono i valori di CRP). Può arrivare fino a 300.
Tumore malignoUn aumento della PCR nel sangue significa che la malattia sta progredendo e richiede un trattamento urgente..

Ci sono molte ragioni per l'aumento della proteina c-reattiva e più grave è la patologia, maggiori sono gli indicatori.

Livelli elevati di proteine ​​possono indicare:

  • Pancreatite.
  • Necrosi dei tessuti.
  • Infarto miocardico.
  • Gambero.

Dopo gli interventi chirurgici, il valore di CRP è particolarmente aumentato nelle prime ore, dopodiché si verifica una rapida diminuzione. Anche il sovrappeso può causare un aumento delle proteine ​​reattive.

Le ragioni di un leggero aumento, le più comuni, includono:

  • Attività fisica intensa.
  • Gravidanza.
  • Assunzione di farmaci ormonali.
  • Fumo.

L'aumento della PCR nella tonsillite è indicato nella tabella:

InfezioneIndicatori
Adenoviral25-35
Virus di Epstein-Barr17-25
Batterica20-55

Molto spesso, la proteina reattiva aumenta a causa di malattie infiammatorie di natura infettiva.

Puoi stabilire il motivo esatto dell'aumento degli indicatori con sintomi aggiuntivi e, se sono completamente assenti, lo specialista suggerirà di superare una serie di altri studi:

  • Biochimica.
  • Analisi delle urine.
  • Ultrasuoni.
  • ECG.
  • Fluorografia.

Test hs-CRP altamente sensibile

Per rilevare patologie del sistema cardiovascolare, viene eseguito uno speciale test hs-CRP altamente sensibile. Permette di rilevare anche un leggero aumento delle proteine, che fornisce indubbia assistenza nel calcolo dei rischi di malattie cardiache e vascolari..

IndiceIl rischio di sviluppare la malattia
& lt, 1Basso
1-3Medio
& gt, 3Alto

Nelle donne e negli uomini, la determinazione del rischio di patologie cardiovascolari viene spesso eseguita utilizzando un test del colesterolo. Il test Hs-CRP fornisce dati più accurati e aiuta a iniziare il trattamento in una fase precoce. È indispensabile per monitorare l'efficacia del trattamento e il decorso della malattia..

L'analisi della proteina c-reattiva è importante per la diagnosi e il rilevamento dei malfunzionamenti nel corpo. Consente di determinare la presenza di gravi patologie nella fase iniziale e monitorare l'efficacia delle misure terapeutiche. A differenza della VES, l'analisi CRP fornisce un risultato più accurato e tiene traccia dei minimi cambiamenti nel corpo.

Analisi del sangue CRP - decodifica e norma

Un esame del sangue biochimico CRP (proteina C reattiva) è il modo più veloce e sicuro per confermare o negare un processo infiammatorio nel corpo. La CRP è una proteina in fase rapida prodotta nel fegato che stimola la risposta immunitaria del corpo al processo infiammatorio. I livelli sierici di proteina C reattiva dipendono dalla gravità della malattia. La concentrazione di CRP aumenta molte volte e rapidamente nel processo infiammatorio, infezione batterica e parassitaria, neoplasie, traumi, necrosi dei tessuti (infarto del miocardio). 4-6 ore dopo il danno tissutale, la sintesi proteica nel fegato inizia ad aumentare. E dopo 12-24 ore, il livello di proteina C reattiva nel sangue aumenta molte volte.

Cosa mostra l'analisi

Con un trattamento tempestivo ed efficace, un esame del sangue CRP mostrerà una diminuzione della concentrazione di proteine ​​entro pochi giorni. L'indicatore è normalizzato 7-14 giorni dopo l'inizio dell'assunzione dei farmaci. Se la malattia è passata da uno stadio acuto a uno cronico, il valore della proteina C-reattiva nel siero del sangue diventerà gradualmente uguale a zero. Ma con un'esacerbazione della malattia, aumenterà di nuovo.

Un'analisi biochimica del sangue CRP consente di distinguere un'infezione virale da una batterica. Poiché con la natura virale della malattia, il livello di proteine ​​non aumenta molto. Ma con un'infezione batterica, anche se ha appena iniziato a svilupparsi, la concentrazione di proteina C-reattiva nel sangue aumenta in modo esponenziale.

In una persona sana, la CRP è normalmente negativa.

Quando la CRP viene inviata per un esame del sangue biochimico

Il medico indirizza il paziente a un esame del sangue CRP nabiochimico nei seguenti casi:

  1. Esame preventivo di pazienti anziani.
  2. Determinazione della probabilità di complicanze cardiovascolari in pazienti con diabete, aterosclerosi, che sono in emodialisi.
  3. Esame di pazienti con ipertensione essenziale, malattia coronarica per prevenire possibili complicazioni: morte cardiaca improvvisa, ictus, infarto del miocardio.
  4. Identificazione delle complicanze dopo l'innesto di bypass coronarico.
  5. Valutazione del rischio di restenosi, infarto re-miocardico, morte dopo angioplastica in pazienti con sindrome coronarica acuta o angina da sforzo.
  6. Monitoraggio dell'efficacia della prevenzione e del trattamento delle complicanze cardiovascolari mediante statine e acido acetilsalicilico (aspirina) in pazienti con problemi cardiaci.
  7. Collagenosi (per determinare l'efficacia della terapia e la reattività del processo).
  8. Monitoraggio dell'efficacia del trattamento antibatterico per un'infezione batterica (p. Es., Meningite, sepsi neonatale).
  9. Monitoraggio dell'efficacia del trattamento per le malattie croniche (amiloidosi).
  10. Neoplasie.
  11. Malattie infettive acute.

Come prepararsi per l'analisi

Per un esame del sangue biochimico di CRP, viene donato sangue venoso. Alla vigilia del prelievo di sangue, è necessario attenersi a semplici regole:

  • Non consumare alcol, cibi grassi e fritti.
  • Cerca di evitare lo stress fisico ed emotivo.
  • Ultimo pasto 12 ore prima dell'analisi.
  • Non puoi bere succo di frutta, tè e caffè prima dello studio. Puoi placare la tua sete solo con acqua naturale..
  • Non fumare 30 minuti prima di donare il sangue.

Analisi di decodifica

Il medico dovrebbe decifrare il test del sangue CRP. Solo uno specialista sarà in grado di valutare correttamente quanto è aumentato il livello di proteina C-reattiva, confrontarlo con i sintomi e prescrivere un trattamento appropriato.

Sebbene il normale esame del sangue biochimico CRP sia negativo, sono accettati i valori positivi di riferimento da 0 a 5 mg / L. Considera gli indicatori di CRP e stato, sono mostrati nella tabella.

Indicatore CRPDecodifica
3 mg / lalta probabilità di malattie cardiovascolari in persone quasi sane, così come alta probabilità di complicanze nei pazienti
CRP> 10 mg / Lviene eseguito un esame del sangue ripetuto; viene eseguito un esame diagnostico aggiuntivo per identificare la causa della malattia
Tasso di CRP in uomini, donne, bambini e neonati
Un gruppo di personenorma
bambini sotto i 12 anni0-5 mg / l
adolescenti di età compresa tra 12 e 20 anni0-5 mg / l
uomini0-5 mg / l
donne0-5 mg / l
neonati0-1,6 mg / l

Proteina C reattiva in gravidanza

Livelli elevati di PCR non sono pericolosi per una donna incinta se altri test sono normali. Altrimenti, è necessario cercare la causa del processo infiammatorio. Con la tossicosi, le letture possono aumentare fino a 115 mg / l. Con un aumento a 8 mg / l da 5 a 19 settimane, c'è il rischio di aborto spontaneo. Infezioni virali (se l'indicatore è fino a 19 mg / L), infezioni batteriche (se l'indicatore è superiore a 180 mg / L) possono causare un aumento della PCR.

Motivi delle deviazioni

  • Infezioni acute batteriche (sepsi neonatale) e virali (tubercolosi).
  • Meningite.
  • Complicazioni postoperatorie.
  • Neutropenia.
  • Malattie del tratto gastrointestinale.
  • Danni ai tessuti (traumi, ustioni, interventi chirurgici, infarto miocardico acuto).
  • Neoplasie e metastasi maligne. (si osserva un aumento del livello di PCR nel cancro dei polmoni, della prostata, dello stomaco, delle ovaie e in altre localizzazioni di tumori)
  • Ipertensione arteriosa.
  • Diabete.
  • Sovrappeso.
  • Squilibrio ormonale (alti livelli di progesterone o estrogeni).
  • Malattie reumatiche sistemiche.
  • Dislipidemia aterogena (diminuzione dei livelli di colesterolo, aumento delle concentrazioni di trigliceridi).
  • Processo infiammatorio cronico associato ad una maggiore probabilità di malattie cardiovascolari e al verificarsi delle loro complicanze.
  • Esacerbazione di malattie infiammatorie croniche (immunopatologiche e infettive).
  • Reazione di rigetto del trapianto.
  • Infarto miocardico (un aumento del livello di PCR viene determinato il 2 ° giorno della malattia, all'inizio della 3a settimana, il valore della proteina C-reattiva ritorna normale).
  • Amiloidosi secondaria.

Cosa può influenzare il risultato dell'analisi

Gravidanza, assunzione di contraccettivi orali, esercizio fisico intenso, terapia ormonale sostitutiva, fumo possono causare un aumento della conta ematica della PCR.

L'assunzione di beta-bloccanti, statine, corticosteroidi, farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, aspirina) può ridurre la PCR sierica.

Se è necessario stabilire il valore basale della proteina C-reattiva, è necessario eseguire un esame del sangue CRP 2 settimane dopo la scomparsa dei sintomi di qualsiasi acuta o esacerbazione di una malattia cronica.

Proteina C reattiva, quantitativa (metodo altamente sensibile)

Proteina della fase acuta, un contenuto elevato a lungo termine di concentrazioni di base nel sangue indica un processo infiammatorio nella parete vascolare, lo sviluppo di aterosclerosi ed è associato al rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e loro complicanze.

Proteina C reattiva ad alta sensibilità (hs-CRP), quantitativa, Cardio CRP, CRP ad alta sensibilità, CRP ultra sensibile.

Mg / l (milligrammo per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Non mangiare per 12 ore prima del test.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo 30 minuti prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

La proteina C reattiva è una glicoproteina prodotta dal fegato e appartiene alla fase acuta dell'infiammazione. Sotto l'azione delle citochine antinfiammatorie (interleuchina-1, fattore di necrosi tumorale-alfa e soprattutto interleuchina-6), la sua sintesi aumenta già dopo 6 ore e la concentrazione nel sangue aumenta 10-100 volte entro 24-48 ore dall'insorgenza dell'infiammazione. I livelli più alti di PCR (oltre 100 mg / L) si osservano con l'infezione batterica. Nelle infezioni virali, il livello di PCR di solito non supera i 20 mg / L. La concentrazione di CRP aumenta anche con la necrosi dei tessuti (inclusi infarto miocardico, necrosi tumorale).

La CRP è coinvolta nell'attivazione del complemento (un gruppo di proteine ​​che fanno parte del sistema immunitario), dei monociti, nella stimolazione dell'espressione delle molecole di adesione ICAM-1, VCAM-1, E-selectina sulla superficie endoteliale (forniscono l'interazione cellulare), nel legame e nella modifica dei lipidi a bassa densità (LDL), cioè contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi. Secondo i risultati di studi recenti, l'infiammazione lenta nella parete vascolare gioca un ruolo importante nello sviluppo dell'aterosclerosi, che a sua volta è associata all'insorgenza di malattie cardiovascolari. Danni alla parete vascolare, infiammazioni e aumento della PCR sono favoriti dai fattori di rischio "classici" per malattie cardiovascolari: fumo, obesità, diminuzione della sensibilità dei tessuti all'azione dell'insulina.

Un livello basale leggermente elevato di PCR, che può essere determinato solo con metodi analitici altamente sensibili, riflette l'attività di infiammazione nel rivestimento interno dei vasi sanguigni ed è un segno affidabile di aterosclerosi. Alcuni studi indicano che i pazienti con CRP elevata e colesterolo LDL normale hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiovascolari rispetto ai pazienti con CRP normale e colesterolo LDL alto. Livelli di PCR relativamente elevati, anche a livelli normali di colesterolo in individui apparentemente sani, predicono il rischio di ipertensione, infarto miocardico, ictus, morte cardiaca improvvisa, diabete mellito di tipo 2 e aterosclerosi obliterante vascolare periferica. Nei pazienti con malattia coronarica, un contenuto eccessivo di PCR è un cattivo segno e indica un alto rischio di reinfarto, ictus, restenosi durante l'angioplastica e complicanze dopo l'innesto di bypass coronarico..

Il livello di CRP nel sangue è ridotto dall'acido acetilsalicilico e dalle statine, che riducono l'attività dell'infiammazione nella parete vascolare e il decorso dell'aterosclerosi. L'attività fisica regolare, il consumo moderato di alcol e la normalizzazione del peso corporeo portano a una diminuzione del livello di PCR e, di conseguenza, al rischio di complicanze vascolari..

Come sapete, tra le cause di mortalità nella popolazione adulta dei paesi sviluppati, le malattie cardiovascolari e le loro complicanze sono al primo posto. Gli studi sul livello di CRP in combinazione con altri indicatori aiutano a valutare il probabile rischio di sviluppare malattie cardiovascolari in persone relativamente sane, nonché a prevedere il decorso della malattia nei pazienti cardiaci, che può essere utilizzato a scopo preventivo e nella pianificazione delle tattiche di trattamento.

A cosa serve la ricerca?

  • Per valutare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari in individui apparentemente sani (insieme ad altri marker).
  • Prevedere le complicanze (infarto miocardico, ictus, morte cardiaca improvvisa) nelle persone con cardiopatia ischemica e ipertensione.
  • Valutare l'efficacia della prevenzione delle malattie cardiovascolari e delle loro complicanze.

Quando è programmato lo studio?

  • Con un esame completo di persone praticamente sane di età avanzata.
  • Quando si esaminano pazienti con cardiopatia ischemica, ipertensione.
  • Durante il trattamento e la prevenzione delle complicanze cardiovascolari, durante l'assunzione di aspirina (acido acetilsalicilico) e statine in pazienti cardiopatici.
  • Dopo angioplastica in pazienti con angina da sforzo o sindrome coronarica acuta (per valutare il rischio di morte, infarto miocardico ricorrente, restenosi).
  • Dopo innesto di bypass coronarico (per rilevare complicanze postoperatorie precoci).

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento: 0 - 1 mg / l.

Una concentrazione di PCR inferiore a 1 mg / L indica un basso rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e loro complicanze, 1-3 mg / L - un rischio medio, superiore a 3 mg / L - un alto rischio di complicanze vascolari in individui praticamente sani e in pazienti con malattie cardiovascolari malattie vascolari.

Se il livello di CRP supera i 10 mg / L, vengono eseguiti un secondo test e un esame aggiuntivo per identificare malattie infettive e infiammatorie.

CRP superiore a 10 mg / l indica infiammazione acuta, malattia cronica, trauma, ecc..

Ragioni per un aumento dei livelli di proteina C-reattiva:

  • infezioni virali e batteriche acute;
  • esacerbazione di malattie infiammatorie croniche (infettive e immunopatologiche);
  • danno tissutale (trauma, intervento chirurgico, infarto miocardico acuto);
  • neoplasie e metastasi maligne;
  • ustioni;
  • sepsi;
  • processo infiammatorio lento cronico associato ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari e loro complicanze;
  • fumare;
  • ipertensione arteriosa;
  • sovrappeso;
  • diabete;
  • dislipidemia aterogena (diminuzione della concentrazione di colesterolo HDL, aumento della concentrazione di trigliceridi, colesterolo LDL);
  • squilibrio ormonale (aumento del contenuto di estrogeni e progesterone).

Cosa può influenzare il risultato?

Fattori che aumentano i livelli di CRP:

  • gravidanza, attività fisica intensa;
  • assunzione di contraccettivi orali, terapia ormonale sostitutiva.

Fattori che abbassano i livelli di CRP:

  • assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina, ibuprofene), corticosteroidi, statine, beta-bloccanti.

Si consiglia di valutare il livello basale di PCR non prima di 2 settimane dopo la scomparsa dei sintomi di qualsiasi malattia acuta (o esacerbazione di una malattia cronica). Con un aumento significativo della PCR oltre 10 mg / L, è necessario un ulteriore esame per chiarire le cause del processo infiammatorio.

Proteina C reattiva: rilevamento di malattie mediante analisi del sangue biochimica

Le proteine ​​sono una componente necessaria del corpo umano, ci sono molti tipi di proteine. Il plasma è la parte liquida del sangue, il 7-8% è costituito da questi composti organici ad alto peso molecolare. Le proteine ​​che vi circolano prendono parte a tutti i processi metabolici, svolgono funzioni protettive, di trasporto e molte altre importanti funzioni. La concentrazione di alcune specie nel plasma viene mantenuta costante, mentre altre, come la proteina c-reattiva (abbreviazione CRP), cambiano quando compaiono problemi di salute. Un esame del sangue CRP può diagnosticare con precisione una varietà di malattie infiammatorie.

Quando viene applicata l'analisi

Per scoprire in quali casi viene utilizzata l'analisi, è necessario comprendere: proteina c-reattiva: cos'è, qual è la sua caratteristica distintiva e come reagisce esattamente all'infiammazione. È una proteina sintetizzata dal fegato sensibile a qualsiasi processo infiammatorio e danno ai tessuti. È presente in piccole quantità nel corpo di ogni persona sana. Uno dei componenti principali del sistema immunitario innato.

Una delle proteine ​​costantemente secrete nel siero del sangue è la proteina c-reattiva: di cosa è responsabile e quali sono le ragioni del suo aumento. Lo scopo principale della CRP è attivare le difese del corpo. È chiamata proteina C-reattiva o proteina per la sua capacità di svolgere le seguenti importanti funzioni:

La CRP appartiene al gruppo delle proteine ​​della fase acuta o delle proteine ​​a reazione rapida. Sono uniti da una caratteristica comune: la capacità di aumentare la loro concentrazione in breve tempo e in misura significativa. È una caratteristica quantitativa che consente un esame del sangue per la CRP e che mostra l'intensità del processo infiammatorio.

Causare una tale risposta alla morte cellulare, un aumento della proteina c-reattiva nel sangue, può:

Indicazioni per determinare il livello di CRP

L'uso clinico diffuso si basa sulla caratteristica distintiva della PCR: che è l'indicatore più sensibile e più veloce di infiammazione e danno ai tessuti. Esternamente, la malattia potrebbe non essersi manifestata in alcun modo, la persona è sana e si sente bene e il corpo si è già unito alla lotta: produce intensamente anticorpi, lancia meccanismi di difesa immunitaria. Livello di CRP: aumenta più volte nel giro di poche ore (di solito entro 4-6 ore) dopo la comparsa della fonte della malattia o del danno ai tessuti. Massimo: si nota una concentrazione cento volte maggiore dopo 24-72 ore.

"Marcatore d'oro" - i medici chiamano proteina c-reattiva e ciò che è un composto altamente sensibile che fa parte del siero del sangue, che consente di utilizzare con successo un esame del sangue al fine di:

È importante sapere che non in tutti i casi viene valutata la proteina reattiva nel sangue e questo appuntamento può essere ottenuto solo per determinate indicazioni mediche:

Modalità di svolgimento della ricerca, preparazione all'analisi

Prima di procedere con la cosa più importante: decodificare i risultati dello studio, dovresti scoprire l'esame del sangue per CRP: cos'è, cos'è e come prepararti adeguatamente. Questa analisi biochimica, o semplicemente biochimica, è uno dei metodi affidabili della diagnostica di laboratorio. Il materiale del test è siero di sangue prelevato dalla vena ulnare, radiale o altra vena disponibile per l'esame e la fissazione. La procedura richiede alcuni passaggi preparatori:

Prendono il sangue per l'analisi di solito al mattino, a stomaco vuoto. Per ottenere il risultato più attendibile, confermando o smentendo il fatto che la proteina c-reattiva è presente nel siero sanguigno e che mostra i valori corretti, alla vigilia di recarsi in clinica è necessario attenersi a piccoli consigli e poche semplici regole:

A causa del fatto che il parametro determinato dall'analisi biochimica è un indicatore della fase acuta dell'infiammazione, è la CRP che fornisce la reazione primaria del corpo. Questo è il componente più sensibile del plasma sanguigno, è importante escludere qualsiasi fattore che possa influenzare i valori ottenuti..

È necessario informare il medico curante se si verifica quanto segue:

Risultati dell'analisi

Proteine ​​nel sangue: cos'è e come si differenzia dal c-reattivo. Spesso il termine "proteine ​​del sangue" si riferisce al contenuto proteico totale, ad es. un insieme di diverse proteine ​​con proprietà caratteristiche e dotate di funzioni specifiche. La proteina C reattiva è specifica sia nella funzione che nel rilevamento. Non viene rilevato con metodi tradizionali; sono necessari test biochimici separati. I risultati sono visualizzati in mg / lo mg / ml, questa unità di misura indica la concentrazione di proteine ​​(mg) contenuta in 1 litro o ml di sangue.

Può essere prescritto un esame del sangue qualitativo per la proteina c-reattiva e uno quantitativo più informativo. Per la loro corretta interpretazione è importante tenere in considerazione i seguenti fattori:

Secondo le raccomandazioni dei medici dell'OMS, la norma è un indicatore universale per tutti i gruppi di persone, indipendentemente dall'età e dal sesso, è considerata 0-5 mg / l. Ma i laboratori, utilizzando vari reagenti e metodi di ricerca, si attengono ai loro numeri. Li indicano nelle forme appropriate.

Tasso di contenuto o indicatori consentiti:

Alcune istituzioni mediche standardizzano gli indicatori per fumatori e atleti, distinguendoli in gruppi separati.

I risultati dei test qualitativi variano dalla concentrazione minima a quella massima e indicano quanto segue:

Decifrando i dati di analisi e rilevando deviazioni dalla norma, è importante determinare la quantità di proteine ​​reattive nel sangue e quali sono le ragioni di una reazione così particolare del corpo. Più grave è la malattia, più acuta è la sua gravità, maggiore è la deviazione e maggiore è il valore di PCR. Il grado di aumento e il livello di concentrazione (in mg / l) aiutano a navigare:

La proteina C-reattiva nell'artrite reumatoide nella fase attiva aumenta bruscamente, può raggiungere un valore di 400 mg / le superiore;

In tutti i casi, la proteina reattiva è elevata - le ragioni di tali deviazioni possono essere diverse.

C'è un intero elenco di malattie che inducono il corpo a produrre alti livelli di PCR..

Sono convenzionalmente suddivisi in 3 gruppi principali:

Oltre a varie patologie, alti valori di CRP possono essere causati dai seguenti fattori:

La principale differenza tra CRP e altri marcatori biochimici è che mostra solo il limite superiore e il suo eccesso indica lo sviluppo di una particolare malattia. Per una diagnosi accurata, un test c-reattivo da solo non è sufficiente. Nella pratica diagnostica, il medico curante, al fine di rivelare un quadro chiaro della malattia, contemporaneamente alla CRP si affida ai seguenti dati:

Dove studiare

La diagnosi finale viene fatta dal medico curante: terapista, cardiologo, specialista ristretto o medico generico. Scrive anche un rinvio, interpreta i risultati del sangue venoso donato per l'analisi e può consigliare un centro medico o un laboratorio che esegue tali test. Può essere una struttura sanitaria governativa o commerciale. Quando si sceglie, è importante considerare i seguenti criteri:

Il test del sangue CRP superato aiuterà a identificare la patologia nelle sue fasi iniziali. Uno specialista esperto, dopo aver fatto una diagnosi, prescrivere un trattamento adeguato e fornire raccomandazioni preventive, non consentirà l'ulteriore sviluppo della malattia.


Articolo Successivo
Trasfusione di sangue da una vena al gluteo