Crampi muscolari


Le convulsioni (convulsioni) sono spasmi muscolari frequenti e di breve durata che si verificano indipendentemente dalla nostra volontà, causati da scariche elettrostatiche patologiche dei neuroni. La fonte di queste scariche può essere la corteccia cerebrale, i centri sottocorticali e anche il midollo spinale..

Molto spesso, i crampi coinvolgono i palmi delle mani, ma possono anche comparire negli avambracci e nelle spalle, nella testa, nel viso, nelle gambe, nel tronco e nella voce. Le convulsioni possono verificarsi durante malattie come epilessia, avvelenamento, tetano, diabete mellito, lupus e altre malattie quando la nostra temperatura corporea supera i 40 gradi Celsius.

Le convulsioni in pazienti con epilessia si verificano, di regola, senza uno stimolo esterno, ma possono essere causate in qualsiasi persona sana, dipende solo dalla forza dello stimolo corrispondente. Le crisi di solito durano circa 3 minuti. La comparsa di convulsioni non significa che una persona abbia l'epilessia. L'epilessia si verifica quando le convulsioni si verificano frequentemente e sono accompagnate da cambiamenti bioelettrici nel cervello.

Le convulsioni non devono essere confuse con tremore, cioè uno stato di movimento ritmico e incontrollato di alcune parti del corpo che appare in malattie e disturbi come il morbo di Parkinson, l'encefalopatia, la tiroide iperattiva e altri.

Tipi di convulsioni

Le crisi si dividono in toniche e cloniche. Le crisi toniche sono caratterizzate da una tensione muscolare costante. Si manifestano inclinando la testa all'indietro, piegando gli arti superiori e allargando quelli inferiori, girando la testa e gli occhi, possono comparire spasmi delle palpebre, nistagmo, difficoltà respiratorie improvvise, disturbi vasomotori.

Bracciale per l'epilessia.

Le crisi cloniche sono crampi muscolari di varia intensità e durata. Tali crampi si manifestano alternando rilassamento e tensione muscolare. Di conseguenza, c'è un caratteristico movimento "avanti e indietro" della parte del corpo interessata, con una frequenza relativamente alta.

Le crisi cloniche sono limitate, possono interessare viso, arti, dita, possono cambiare nel tempo e in alcuni casi si estendono a tutta la metà del corpo. Ci sono anche crisi tonico-cloniche che si dividono in due fasi.

Inoltre, le convulsioni sono classificate in base alla presenza di sintomi concomitanti come perdita di coscienza, disturbi della percezione. Da questo punto di vista si distinguono convulsioni generalizzate, durante le quali la perdita di coscienza è il primo sintomo, ma non necessario, le convulsioni, il più delle volte hanno un carattere tonico-clonico.

Questo tipo di spasmo si verifica, di regola, nei pazienti in cui l'intera corteccia cerebrale è caratterizzata da una tendenza a scariche anormali. Una forma speciale, relativamente lieve, sono le convulsioni inconsce (assenza inglese), che di solito durano diversi secondi e il paziente si blocca nell'immobilità. Possono essere accompagnati da crampi sottili e sottili, solitamente limitati ai muscoli del viso..

D'altra parte, si distinguono crisi parziali, la cui causa è una violazione di un focus nella corteccia cerebrale e che non portano alla perdita immediata di coscienza. I sintomi iniziali di tali convulsioni dipendono in parte dalla posizione del focus epilettico nella corteccia cerebrale e, se è al di fuori della parte della corteccia responsabile delle funzioni motorie, può verificarsi senza convulsioni..

Durante le crisi parziali, il contatto con il paziente è possibile, tuttavia, non percepisce il mondo come al solito. Può portare a disturbi della percezione, disturbi della personalità, sentimenti di impotenza, paura e altro ancora..

Cause di convulsioni

Ci sono molte cause di convulsioni, le più importanti delle quali sono disturbi neurologici cronici, febbre, lesioni cerebrali traumatiche, asfissia del sistema nervoso centrale, tumori cerebrali, complicanze della gravidanza.

Le cause includono anche avvelenamento, tra cui: alcol, arsenico, barbiturici, piombo e disturbi metabolici come: ipocalcemia, ipoglicemia, perdita di elettroliti, porfiria, sincope. Ciascuno di questi motivi è pericoloso per l'uomo..

La causa più comune di convulsioni è l'epilessia. Le crisi epilettiche sono causate da una scarica anomala e incontrollata di cellule nervose nella corteccia cerebrale. Un attacco può iniziare in qualsiasi persona sana sotto l'influenza di forti stimoli come disturbi elettrolitici, traumi, ipoglicemia o ipossia.

Si dice che l'epilessia sia se una persona ha almeno due crisi epilettiche non provocate con un intervallo di almeno un giorno. Quando si effettua una diagnosi, si dovrebbe distinguere tra convulsioni causate da altre malattie, provocate da stimoli esterni e convulsioni febbrili..

Una struttura errata della corteccia cerebrale o parte di essa può portare a una tendenza a sviluppare scariche incontrollate. Se l'intera corteccia cerebrale genera scariche sbagliate, gli episodi di convulsioni sono particolarmente acuti. Il paziente, di regola, perde immediatamente conoscenza. Questa è la cosiddetta forma generalizzata iniziale di epilessia..

Attualmente, si ritiene che questa forma di epilessia sia associata a determinate tendenze genetiche associate al malfunzionamento delle membrane cellulari delle cellule nervose. Se nel cervello appare solo un gruppo di cellule che non funzionano correttamente, allora dicono che c'è un focolaio epilettico.

Solo un quarto delle persone che hanno subito una crisi epilettica soffre di epilessia. La maggior parte delle persone sperimenta una crisi esterna. Spesso sono gli attacchi inaspettati causati da fattori esterni a essere particolarmente pericolosi, perché la persona e l'ambiente non sono pronti per questo. Questo può portare a cadute pericolose o complicazioni potenzialmente letali..

I principali fattori che possono causare un tale attacco in una persona sana sono disturbi del sonno, disturbi metabolici (in particolare, ipoglicemia, iperglicemia, carenza di sodio, mancanza di ossigeno), trauma cranico, avvelenamento, rifiuto di alcuni farmaci (antidepressivi, sedativi), astinenza da alcol, encefalite e meningite, alcuni farmaci.

Stato epilettico

Un tipo speciale di crisi che rappresenta una condizione acuta pericolosa per la vita è il cosiddetto stato epilettico. Viene diagnosticato se una crisi dura più di trenta minuti o se ci sono diversi attacchi entro trenta minuti e il paziente non riprende conoscenza.

Nella maggior parte dei casi, lo stato epilettico è causato da cause diverse dall'epilessia: sospensione del farmaco, infiammazione cerebrale o meningite spinale, trauma cranico, eclampsia in gravidanza o avvelenamento. In circa un terzo dei casi, è il primo attacco di epilessia o si verifica in persone con epilessia che interrompono l'assunzione o riducono la dose.

Molto spesso, lo stato epilettico si presenta sotto forma di una crisi tonico-clonica, ma può assumere una qualsiasi delle forme precedentemente indicate, inclusa la manifestazione solo per perdita di coscienza.

A tal proposito si distingue tra:

  • Stato epilettico delle crisi generalizzate (CSE);
  • stato epilettico non convulsivo (NCSE);
  • stato epilettico parziale (SPSE).

Con lo stato epilettico possono verificarsi aumento della pressione sanguigna, insufficienza respiratoria, disturbi del ritmo cardiaco e disturbi della termoregolazione.

Lo stato epilettico è pericoloso per la vita e richiede un trattamento tempestivo e intensivo, preferibilmente in ambiente ospedaliero. Le complicanze più comuni sono gravi disturbi respiratori e circolatori associati all'accumulo di secrezioni nei bronchi e ipossia cerebrale.

Il trattamento si riduce al mantenimento delle funzioni vitali, all'eliminazione di una possibile causa esterna e all'assunzione di farmaci che regolano la funzione cerebrale. Poiché un trattamento efficace è possibile solo in ambito ospedaliero, è importante chiamare prontamente un'ambulanza se si sospetta lo stato epilettico.

Diagnosi e trattamento dell'epilessia

La diagnosi di epilessia, contrariamente alla prima impressione, è un compito difficile. Da un lato, dovrebbero essere escluse una serie di ragioni che possono portare alla comparsa di crisi epilettiche e, dall'altro, malattie cardiovascolari, distonia, disturbi della coscienza e tensione muscolare, emicrania e cefalea a grappolo, attacchi di panico e ischemia cerebrale hanno sintomi simili. altro. Inoltre, l'eziologia dell'epilessia, il tipo di convulsioni dovrebbe essere chiarita.

Esistono diversi gruppi di disturbi epilettici di varia eziologia, decorso e prognosi. Alcuni tipi di epilessia sono specifici dell'età, sono associati allo sviluppo cerebrale in corso e dovrebbero scomparire completamente nel tempo, anche senza trattamento. In altri casi, la prognosi può indicare la necessità di farmaci..

La diagnosi inizia con l'intervista sia al malato che ai suoi cari, che a volte sono in grado di fornire informazioni più dettagliate sulla qualità delle crisi rispetto al paziente stesso. Il test principale nella diagnosi dell'epilessia è l'elettroencefalografia (EEG), che esamina l'attività bioelettrica del cervello. Se lo studio non conferma la malattia, viene ripetuto dopo un po 'o il paziente è esposto a stimoli che inducono il cervello a malfunzionamenti, come manipolazione del sonno, iperventilazione o stimolazione con la luce..

Vengono inoltre eseguite tomografia computerizzata e risonanza magnetica, in grado di rilevare i cambiamenti che sono le cause dell'epilessia: tumori cerebrali, sclerosi ippocampale, displasia corticale, emangioma cavernoso e altri. Gli esami del sangue di laboratorio possono identificare possibili disordini metabolici e malattie sistemiche che possono portare a crisi epilettiche.

L'inizio del trattamento dipende dal rischio di convulsioni successive. Maggiore è il numero di crisi epilettiche in passato, maggiore è il rischio, ma dipende anche dall'eziologia dell'epilessia, dal tipo di crisi epilettiche, dall'età del paziente, nonché dai cambiamenti osservati nello studio (EEG).

Per il trattamento dell'epilessia vengono utilizzati i cosiddetti farmaci antiepilettici, che vengono ogni volta selezionati individualmente in base alle esigenze del paziente. Di solito, il trattamento inizia con un farmaco e, se risulta insufficientemente efficace, viene introdotto un secondo. Se due farmaci iniettati in sequenza non danno un effetto, allora dicono che esiste l'epilessia resistente ai farmaci. La probabilità che il prossimo farmaco funzioni in questo caso è inferiore al 10% e si dovrebbe prendere in considerazione un intervento chirurgico.

Se abbiamo a che fare con un focus epilettico nella corteccia cerebrale, viene considerata la questione della rimozione di questa parte della corteccia. Se l'incisione del fuoco è impossibile o associata a un rischio troppo elevato di complicanze, il corpo calloso viene soppresso, il che, di regola, porta a limitare la diffusione di danni cerebrali errati ed elimina le crisi epilettiche.

Le persone con epilessia dovrebbero ricordare che, oltre ad assumere farmaci, dovrebbero essere evitati fattori che contribuiscono alle convulsioni, come uno stile di vita irregolare, la mancanza di sonno, il consumo di alcol o infezioni frequenti.

Di norma, dopo che la diagnosi è stata stabilita, la preoccupazione principale del paziente è la capacità di tornare alla vita normale, professionale e familiare. Per essere in grado di affrontare l'epilessia, è necessario studiarla attentamente. Il sostegno familiare è una delle condizioni per una vita sicura e allo stesso tempo felice..

Inizialmente, l'incapacità di trovare un lavoro può sembrare un grosso ostacolo. Naturalmente, le persone con epilessia non sono in grado di svolgere molti lavori, tuttavia, ci sono un certo numero di professioni in cui possono realizzarsi liberamente..

È importante non nascondere la malattia davanti al datore di lavoro e ai colleghi, in modo che, se possibile, queste persone sappiano come comportarsi in caso di attacco. Di norma, la reazione dei datori di lavoro e dei colleghi, contrariamente alle paure del paziente, è abbastanza adeguata. Una persona che sa che in qualsiasi momento può contare sull'aiuto dell'ambiente, è in grado di condurre una vita normale.

Aiuta con convulsioni inaspettate

Se ci troviamo in una situazione in cui qualcuno nel nostro ambiente sta vivendo un attacco epilettico, dovrebbe essere ricordato di:

  • Stai calmo.
  • Proteggi il paziente dall'autolesionismo.
  • Mettilo su un fianco.
  • Durante un attacco, non toccare il paziente e tanto meno dare nulla.
  • Aspetta che il paziente torni in sé.
  • Chiama un'ambulanza.

Riduce i muscoli di tutto il corpo. Cause e trattamento, ciò che manca al corpo

Il concetto di "sindrome convulsiva"

Gli spasmi muscolari (crampi) o le convulsioni sono contrazioni involontarie delle fibre muscolari che limitano il movimento e causano un forte dolore.
Le convulsioni sono una reazione a determinati cambiamenti patologici nel corpo. Per localizzazione, possono influenzare una certa parte del tessuto muscolare o un intero gruppo.

Al momento delle convulsioni, il muscolo si indurisce ed è in uno stato di tensione. I crampi possono verificarsi in qualsiasi parte del muscolo scheletrico, ma i muscoli del polpaccio e della coscia sono spesso colpiti..

Quali gruppi muscolari riduce più spesso?

Uno spasmo involontario può colpire qualsiasi muscolo o gruppo muscolare. Tra i muscoli del nostro corpo, che sono scheletrici, i muscoli delle gambe che prendono parte al movimento di due articolazioni contemporaneamente (muscoli del polpaccio, così come la parte anteriore e posteriore della coscia) sono spesso spasmodici. Con lo stesso principio, le contrazioni incontrollate sono in grado di coprire i piedi e le mani..

A volte i muscoli lisci degli organi interni possono essere angusti. Gli spasmi più comuni dell'intestino, delle pareti vascolari e dei bronchi. Le contrazioni muscolari lisce possono essere dolorose quanto gli spasmi muscolari scheletrici.

Fattori secondari

Lo stile di vita di una persona, la sua attività professionale, può provocare crampi alle gambe e alle braccia, più spesso viene esposto un gruppo di persone: atleti, lavoratori, persone che conducono un ritmo di vita sedentario. I fumatori a lungo termine, i bevitori di caffè e alcolici soffrono di convulsioni.

Inoltre, mentre si nuota in acqua fredda, i muscoli possono contrarsi, impedendo il movimento, il che può portare a conseguenze tragiche..

L'assunzione inadeguata di liquidi (disidratazione o aumento della sudorazione) contribuisce in misura minore alle contrazioni muscolari dolorose.

Riduce il corpo dall'assunzione di farmaci (diuretici, antibiotici), pertanto è necessaria la consultazione medica e l'aderenza a dosi rigorose.

Le convulsioni possono iniziare durante le attività sportive, nuotare, camminare, sedersi o anche durante il sonno.

Le ragioni

Qual è la causa delle crisi spontanee? Se non ci sono deviazioni nella salute nel corpo, questo fenomeno può essere riscontrato nei seguenti casi:

  • ipotermia. Una causa comune di contrazione muscolare dolorosa e crampi si verificano solo durante il periodo di raffreddamento, è nuotare in acqua fredda. Un tale fenomeno non è un segno di malattia e non accade molto spesso..
  • permanenza prolungata in una posizione scomoda. In questo caso, il nervo muscolare è bloccato nel canale muscolare. In una situazione del genere, cambiano urgentemente la posizione in una comoda, rilassando il gruppo muscolare "insensibile" ed eseguono un massaggio leggero ma impastante.
  • un eccesso di caffeina e nicotina. Gli spasmi muscolari sono caratteristici nel caso dei fumatori e degli amanti del caffè forte e del suo consumo frequente. Questo motivo può essere facilmente corretto: è sufficiente smettere di fumare e sostituire il caffè con tè o altre bevande..

Patologia delle convulsioni

I reclami provengono da pazienti che i muscoli di tutto il corpo hanno contratto durante il sonno. Solo un medico può spiegare e diagnosticare il motivo. I seguenti fattori patologici influenzano l'aspetto degli spasmi:

  • La sindrome convulsiva grave è caratteristica del tetano (opistotono). Questa malattia può essere fatale.
  • Cisti cerebrale.
  • Infezioni passate.
  • Encefalite, infiammazione dei centri cerebrali e delle membrane.
  • Condizione epilettica.
  • Ferita alla testa.
  • Tumori.
  • Spasmi convulsi sullo sfondo delle nevrosi.
  • Intossicazione sullo sfondo di avvelenamento con febbre alta nei bambini.
  • Sovraeccitazione delle cellule nervose nel cervello.
  • Sforzo muscolare.
  • Parto e lesioni intrauterine nei neonati.
  • Eclampsia durante la gravidanza.

In questi e in altri casi, il terapeuta indirizza il paziente a un neurologo e neurologo per l'esame..

Solo con un esame approfondito puoi determinare i fattori che provocano l'insorgenza della sindrome convulsiva.

I crampi muscolari possono manifestarsi come contrazioni minori a contrazioni violente con forte dolore.

Disidratazione

“La disidratazione interrompe l'equilibrio elettrolitico, necessario per la trasmissione degli impulsi nervosi alle fibre muscolari. Quando bevi troppo poco, sono possibili falsi positivi, avverte l'esperto. - Il corpo non sa se questo segnale è arrivato dal cervello o se qualcosa è "cortocircuitato" nelle cellule locali a causa di uno squilibrio elettrico ". Il risultato è uno spasmo doloroso dovuto a un'eccessiva contrazione muscolare. Fortunatamente, questo è facile da prevenire: bevi, bevi, bevi! L'acqua pura è troppo salutare per essere trascurata.

Tipi di spasmi muscolari

Per la natura della manifestazione, le convulsioni sono forti e prolungate, ripetute più volte al giorno. Nei casi più gravi è possibile un dolore insopportabile, fino alla perdita di coscienza inclusa. Dopo un attacco nella zona interessata, il dolore persiste per diversi giorni.

Se lo spasmo è causato dalla mancanza di oligoelementi nel sangue (calcio, magnesio, potassio), il trattamento farmacologico ha lo scopo di reintegrarli e cambiare la dieta. Tale terapia in un breve periodo di tempo ha un effetto positivo sulle condizioni del paziente..

Le manifestazioni notturne dei crampi muscolari sono influenzate da malattie come vene varicose, diabete mellito, disturbi del sistema endocrino o nervoso, aterosclerosi, situazioni di stress, mancanza di vitamine e alterazione del flusso sanguigno nei muscoli.

Carico insolito

È insopportabile, ovviamente, essere inattivo quando il tuo dipinto preferito sul muro è di traverso, ma il risultato di un attento allineamento di un telaio pesante può essere non solo la posizione ideale del capolavoro, ma anche spiacevoli crampi alla mano o alla schiena. Lo sporgere prolungato in una posizione scomoda, immagina, spesso finisce in uno spasmo. "Un carico per il quale il corpo non è preparato porta a micro-danni alle fibre muscolari", insegna il dottor Danesh. "Il processo produce acido lattico, che fa contrarre i muscoli in modo doloroso". Ma anche questo tipo di crisi è facile da eliminare e anche con benefici per la salute, l'esercizio fisico regolare aiuterà. Ma se gli spasmi non si liberano per diverse ore e interferiscono persino con il sonno notturno, è meglio consultare il medico..

Spasmi convulsivi nei bambini

Le convulsioni nei bambini sono osservate 2 volte più spesso rispetto ai pazienti adulti.

Una causa comune di contrazioni muscolari convulsive nei bambini è l'immaturità di varie parti del cervello e il centro della termoregolazione e anche l'ipertermia può provocare il loro aspetto..

Inoltre, gli spasmi muscolari possono iniziare da altri fattori:

  • Infezioni virali e batteriche.
  • Calore.
  • Ferita alla testa.
  • Emorragia cerebrale.
  • Avvelenamento da sostanze chimiche o velenose.
  • Fattore ereditario.
  • Squilibrio metabolico.

Se hai convulsioni frequenti e regolari che durano più di 15 minuti, devi consultare immediatamente un medico. Solo un medico può stabilire e prescrivere la causa e il trattamento esatti..

La sindrome convulsiva può coinvolgere qualsiasi gruppo muscolare: respiratorio, masticatorio, laringeo, facciale. Indipendentemente da dove si stanno riducendo i muscoli, dovresti assolutamente consultare un terapista, poiché ciò può portare a gravi malattie.

Quando dovresti vedere un dottore?

Se hai molto spesso crampi alle gambe e / o gli spasmi non si fermano per molto tempo, dovresti pensare di visitare un medico. La situazione dovrebbe essere particolarmente allarmante quando le convulsioni si verificano senza alcuno sforzo fisico..

Ignorare questo sintomo può portare a complicazioni e, in alcuni casi, anche alla morte, quindi prova a programmare una visita da un terapeuta o un neurologo nel prossimo futuro.

Attenzione! Non prescrivere i propri crampi muscolari (anche vitamine). Se identifichi erroneamente la loro causa, l'automedicazione può solo peggiorare la situazione..

Convulsioni durante la gravidanza

La gravidanza non è una patologia, ma i processi che si verificano nel corpo di una donna possono portare a disturbi metabolici, contribuendo a un cambiamento dei livelli ormonali. Ciò porta al ristagno della circolazione sanguigna nei vasi e negli organi..

Cause che contribuiscono alle convulsioni:

  1. Mancanza di sostanze vitaminiche.
  2. Anemia (carenza di ferro).
  3. Glucosio in eccesso.
  4. Congestione venosa e vene varicose.
  5. Violazione del regime lavorativo e riposo
  6. Restrizione del movimento fisico (riposo a letto per mantenere la gravidanza).

Sintomi

Lo spasmo muscolare è accompagnato da sintomi pronunciati che lo distinguono da altre condizioni patologiche:

  • crampi che coinvolgono uno o più gruppi muscolari, che causano dolore acuto e sensazione di tensione nei tessuti molli;
  • intorpidimento delle dita, spasmi alle costole, difficoltà a piegare ed estendere le ginocchia, le braccia, la curvatura della colonna vertebrale che limita la libertà d'azione, il lancio incontrollato dietro la testa e la tensione del collo
  • disorientamento della personalità, ritmo respiratorio disturbato, ignoranza degli stimoli esterni;
  • disabilità visiva, confusione nel parlare, problemi con le espressioni facciali;
  • incapacità a breve termine di controllare il movimento intestinale.

Misure terapeutiche per eliminare i "crampi"

Con una lieve manifestazione della malattia, non è richiesto un trattamento speciale. Cosa fare se l'attacco viene colto all'improvviso? È possibile effettuare un massaggio rilassante sulla parte ridotta del corpo. Inizia ad assumere oligoelementi e vitamine, elimina le cattive abitudini, consuma più acqua e meno caffeina, fai sport e ginnastica.

Al momento del crampo, si consiglia di strofinare a fondo il muscolo e fare una serie di esercizi rilassanti.

Le procedure dell'acqua aiutano con spasmi improvvisi. Metti il ​​piede o il braccio sotto l'acqua calda corrente. Gli atleti usano un metodo abbastanza semplice ed efficace: una puntura con un ago o uno spillo nell'area interessata.

Se la malattia è causata da una patologia, prescrivere farmaci anticonvulsivanti che alleviano lo spasmo: fenobarbital, Depakine, diibenzazepina, fenazepam.

Gli anticonvulsivanti (eccetto il fenobarbitale) hanno un effetto soppressivo sulla reazione convulsiva, non deprimono il sistema nervoso centrale e non provocano un effetto ipnotico.

Questi fondi vengono erogati in farmacia solo su prescrizione medica, assunti sotto la supervisione di un medico in un dosaggio rigoroso..

Tenendo conto delle caratteristiche delle convulsioni convulsive e della frequenza della durata, sono suddivisi in:

  • Spasmi tonici - tensione muscolare prolungata.
  • Le contrazioni di tipo clonico - il passaggio dalla fase di tensione alla fase di rilassamento causa movimenti di supporto - sussulti.
  • Tonico-clonico - tremori muscolari che catturano l'intero tessuto muscolare di gambe, braccia, dita. Popolarmente chiamato convulsioni.

Circolazione alterata

E un'altra possibile ragione è che la giusta quantità di sangue semplicemente non entra nelle braccia o nelle gambe. "Ciò è molto spesso dovuto a livelli elevati di colesterolo, ma può essere causato da un'arteria schiacciata, ad esempio, a causa di un tumore", spaventa l'esperto. Ma poi si calma: tali spasmi sono molto più forti del solito. Inoltre, il medico avverte: se le gambe collassano regolarmente durante il jogging, il problema potrebbe essere nella sindrome da pressione prolungata (SDS), che limita il flusso sanguigno. E in questo caso, un rapido passo verso la clinica!

BTW: Perché hai bisogno di calze al ginocchio a compressione per lo sport

Contrazioni muscolari individuali

Chiunque abbia subito un attacco convulsivo almeno una volta nella vita sa quanto sia spiacevole, doloroso e scomodo..

  • Il trisma è raro: una contrazione convulsiva dei muscoli masticatori che inizia a causa dell'irritazione del nervo trigemino nella sindrome epilettica, tumori, meningite, tetano.
  • Blefarospasmo - contrazione del tessuto muscolare circolare dell'occhio - un sintomo di danni agli organi della vista, malattie dentali, rinofaringe. Ma la contrazione della palpebra (tic nervoso) è considerata innocua e si verifica in individui sensibili.

Inoltre, altre contrazioni involontarie di alcune parti del corpo (collo, braccia, schiena, gambe) - contrazioni muscolari nervose, in cui una persona non avverte dolore, possono causare una mancanza di oligoelementi.

Gli spasmi muscolari di breve durata, che non causano sofferenza e dolore, parlano di una malattia. Non ignorare i segnali che il nostro corpo invia agli stimoli esterni..

Cosa fare se i tuoi muscoli sono tesi?

Di solito le convulsioni sono a breve termine e quindi il più delle volte vanno via da sole, anche senza andare in ospedale. Ma poiché causano un evidente disagio e persino dolore, utilizzare i seguenti consigli per risolvere il problema il più rapidamente possibile:

  1. Smetti di fare l'azione che ha causato il sequestro.
  2. Molto lentamente, prova ad allungare il muscolo che si è contratto e inizia a massaggiarlo. Se il crampo ha catturato il muscolo del polpaccio, allunga la punta del piede e tirala verso l'esterno, verso di te.
  3. Non cercare di eseguire subito alcun movimento, anche se il crampo si ferma. Se provi ad alzarti velocemente in piedi, il dolore potrebbe ripresentarsi..
  4. Se il muscolo continua a far male anche dopo che lo spasmo è passato, applicaci del ghiaccio. Puoi anche usare una benda elastica, se necessario.
  5. Se noti che la parte spasmodica del corpo rimane dura e tesa, continua a massaggiarla e riscaldarla con impacchi.

Come trattare

Il complesso di misure terapeutiche per i crampi alle gambe consiste nel trattamento della malattia principale e nella prevenzione di tali condizioni. Inoltre, nel trattamento sintomatico vengono utilizzati complessi multivitaminici e diete speciali. Di solito vengono prescritti complessi vitaminici, costituiti da calcio, vitamina D, potassio e magnesio. Il magnesio è più difficile da assorbire dopo le 17:00. Meglio prendere complessi prima di pranzo. I complessi di provitamina con calcio e vitamina D si prendono meglio la sera. La dieta nutriente comprende latticini, patate, frutta secca (uvetta e albicocche secche), legumi, alghe, formaggi, carote e noci.

I benefici dell'esercizio per i crampi

Gli esercizi per le convulsioni aiuteranno ad alleviare il dolore acuto al momento dello spasmo e, se eseguiti regolarmente, miglioreranno la circolazione sanguigna e rinforzeranno le pareti dei vasi sanguigni.

EsercizioDescrizione
Per i muscoli del polpaccio
  1. Stare di fronte al muro e allontanarsi di 1 m da esso.
  2. Posiziona i palmi delle mani sul muro all'altezza del torace e sposta il peso in avanti senza sollevare i talloni dal pavimento.
Per la parte anteriore della coscia
  1. Posiziona una sedia di fronte a te con la schiena girata.
  2. Appoggiarsi su una sedia, afferrare la caviglia della gamba dallo stesso lato del corpo con la mano e tirare il tallone verso i glutei, piegando la gamba all'altezza del ginocchio.

Dieta

Come profilassi per le convulsioni, i medici raccomandano di seguire una dieta basata sui principi di base di una corretta alimentazione:

  • rinunciare al consumo elevato di sale e zucchero;
  • ridurre al minimo i pasti cucinati nel processo di frittura in una grande quantità di olio;
  • escludere dalla dieta prodotti a base di farina, cibi piccanti, alimenti con un alto contenuto di conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità;
  • mangiare più verdure fresche, frutta, bacche il più possibile (una fonte naturale di vitamine e minerali).

Esercizi speciali per trattare i crampi alle gambe

Gli specialisti della riabilitazione hanno sviluppato una serie di esercizi per il trattamento dei crampi alle gambe, movimenti speciali eseguiti in diversi momenti della giornata.

Per gli esercizi mattutini, gli esercizi dovrebbero essere eseguiti:

  • incrocia i piedi e concentrati sui bordi esterni. Dopo 15 secondi, torna alla posizione di partenza;
  • mentre sei seduto, tendi le dita dei piedi e rilassati bruscamente. Ripeti l'azione più volte;
  • alzarsi in punta di piedi e rimanere in questa posizione per un massimo di 5 secondi. Torna alla posizione iniziale, ripeti ripetutamente.

Per la sera, i medici raccomandano complessi ginnici:

  • fai movimenti circolari con le gambe mentre sei seduto su una sedia;
  • alternativamente piegare e piegare le dita dei piedi;
  • essere come le dita dei piedi;
  • mentre si è seduti su una sedia, raddrizzare le gambe e contrarre fortemente i muscoli, quindi rilassarsi. Esegui l'esercizio alternativamente fino a 10 volte.

Gli esercizi vengono eseguiti a piedi nudi. Allevia la tensione, ripristina la circolazione sanguigna, allevia il gonfiore delle gambe dopo lo stress diurno.

Misure preventive

Come misura preventiva per prevenire i crampi muscolari, i medici raccomandano:

  • prendere complessi multivitaminici che includono calcio e magnesio;
  • indossare scarpe comode più spesso;
  • dormire sotto una coperta leggera, coperte spesse ostacolano il movimento, provocano crampi muscolari;
  • controllare il peso;
  • evitare un'attività fisica intensa;
  • fare pediluvi di infusi di senape due volte a settimana (2 cucchiai per 3 litri di acqua);
  • se possibile, massaggiare i piedi con olio di camomilla o zenzero per sfregare;
  • Includi formaggi, legumi, verdure e frutta nella tua dieta. Includere nella dieta alimenti che forniscono proteine ​​e carboidrati al tessuto muscolare. I componenti chimici forniscono l'attività muscolare. Una quantità considerevole di questi microelementi si trova negli alimenti grassi. Per una migliore assimilazione del cibo, dovrebbe essere combinato con le verdure;
  • bere un bicchiere di acqua tiepida ogni giorno, aggiungendo succo di limone appena spremuto o una barca da tè di miele e aceto di mele;
  • limitare il consumo di caffè, alcol e nicotina;
  • cerca di assumere fino a 2 litri di liquido al giorno, evitando l'acqua minerale. È meglio reintegrare il bilancio idrico con acqua naturale;
  • l'uso di bagni a contrasto. Prendono due contenitori con acqua calda e fredda, alternativamente abbassano le gambe 10 volte. La procedura può essere eseguita al mattino e alla sera..

I crampi alle gambe sono un segnale del corpo che impedisce lo sviluppo di patologie fisiche. È necessario prendere immediatamente misure terapeutiche e preventive che presto allevieranno il sintomo spiacevole.

Terapia farmacologica

Le cause delle condizioni in cui i muscoli di una persona sono angusti in tutto il corpo possono richiedere farmaci. Con frequenti convulsioni, al paziente vengono prescritti farmaci per normalizzare la circolazione sanguigna e migliorare la nutrizione delle fibre muscolari, oltre a rafforzare le pareti venose.

Il più comunemente usato in questo tipo di terapia:

  • Diosmin;
  • "Venoflebin";
  • "Troxevasin".

Trattamento

L'esatto programma di trattamento può essere selezionato solo dopo aver identificato la malattia alla base delle improvvise contrazioni muscolari. In caso di convulsioni ricorrenti di natura locale o generale, inizialmente è necessario utilizzare soluzioni farmaceutiche in grado di eliminare i sintomi e migliorare la condizione generale:

  • Con un alto contenuto di potassio (Panangin e Asparkam). Ripristina la normale funzione del tessuto muscolare e blocca lo sviluppo di spasmi.
  • Con un alto contenuto di magnesio (Magnelis e Magwith). Aiuta a stabilire il metabolismo dell'acqua e degli elettroliti ed eliminare la carenza di oligoelementi nel corpo.
  • Creme e unguenti, la cui azione può ridurre il dolore e alleviare la tensione in alcune zone del corpo (Venophlebin e Troxevasin).

Il bambino ha

I bambini, a differenza degli adulti, tendono a soffrire di convulsioni generalizzate che coinvolgono tutto il corpo. Tra i sei mesi ei 5 anni, le contrazioni causate da una temperatura eccessivamente alta sono considerate comuni. Scompaiono dopo che la febbre e la febbre in generale vengono eliminate, senza rappresentare un pericolo per la vita e la salute..

Con una singola occorrenza di convulsioni febbrili, c'è un alto rischio di affrontare questo problema in seguito. È importante prevenire lo sviluppo della febbre con i farmaci ed evitare di usare iniezioni in quelle parti del corpo dove sono localizzati gli spasmi.

La manifestazione di violazioni anche a temperature normali può essere la prova di:

  • problemi di cuore;
  • squilibrio elettrolitico dell'acqua;
  • prime fasi dell'epilessia;
  • interruzione ormonale.

Chi è a rischio potenziale?

Il sovraccarico muscolare è più spesso influenzato dagli atleti e da tutte le persone che sono fisicamente attive. Gli spasmi possono iniziare non solo durante l'allenamento diretto, ma molto più tardi. A volte le convulsioni si verificano 4-6 ore dopo l'esercizio diretto.

Anche gli anziani sono a rischio. La ragione principale di ciò è la diminuzione della massa muscolare legata all'età, che si verifica dopo 40 anni, nonché una forte diminuzione dell'attività fisica..

I bambini piccoli hanno uno scarso controllo muscolare, quindi possono verificarsi convulsioni in qualsiasi momento. Nelle donne in gravidanza, anche il tessuto muscolare è ridotto nel 30% dei casi. Questa condizione si verifica a causa di una forte fluttuazione del peso nella direzione dell'aumento della massa..

Come prevenire le convulsioni?

Gli spasmi muscolari appariranno meno frequentemente con la prevenzione.

Controllo dell'attività fisica

Dovresti rinunciare al duro lavoro fisico e agli sport intensi per un po '. Ciò contribuirà a ripristinare la funzionalità muscolare..

Controllo metabolico

Tale profilassi include la selezione individuale della nutrizione in base all'età, alla salute generale e al peso. In molte reazioni metaboliche e chimiche complesse, sono coinvolte le vitamine dei gruppi be d, che vengono assorbite meglio nei complessi vitaminici.

Raccomandazioni per l'attività fisica

  1. Se è necessario sollevare un peso elevato, è meglio dividerlo in parti..
  2. È necessario trasportare il carico con la schiena dritta.
  3. Fai una pausa dopo 30 minuti di lavoro.
  4. La pausa pranzo non dovrebbe essere inferiore a 1 ora.
  5. Si consiglia una doccia calda prima di coricarsi.
  6. Il sonno dovrebbe essere di 6 ore al giorno.
  7. Devi addormentarti e svegliarti allo stesso tempo..

Il rispetto del regime di lavoro e riposo, una corretta alimentazione e il carico sui muscoli prevengono, e questo è meglio che trattare i crampi.

Pronto soccorso per i crampi muscolari nella vita di tutti i giorni, in acqua

Riduce i muscoli di tutto il corpo (le cause non influiscono sul metodo di primo soccorso) nelle persone quando sono in acqua e durante le attività quotidiane.


L'articolo discute le principali cause e metodi di trattamento delle convulsioni, da cui i muscoli crampi in tutto il corpo..

Per ridurre al minimo il dolore durante le convulsioni, è necessario:

  1. Siediti su una collina e abbassa le gambe, rilassando al massimo i muscoli degli arti inferiori.
  2. Se non si ottiene alcun risultato dall'elemento 1: allungare l'arto in una posizione innaturale per esso, ad esempio, tirare il piede su di sé o eseguire diversi movimenti rotatori.
  3. Inietti lo spasmo con un ago.

Se al momento dello spasmo una persona è in acqua, dovrebbe prendere la gamba ridotta con le mani, piegarla al ginocchio e tirare il piede verso lo stomaco.

Diagnostica

Solo gli studi clinici aiuteranno a determinare con precisione la causa delle convulsioni. Nella prima fase vengono eseguiti esami del sangue generali e biochimici. Quindi è necessario stabilire lo stato degli organi e dei sistemi interni utilizzando ultrasuoni, risonanza magnetica e tomografia computerizzata, un elettroencefalogramma del cervello.


Articolo Successivo
D-dimero