Cos'è un microinfarto


Le malattie del sistema cardiovascolare stanno diventando più comuni. Allo stesso tempo, i limiti di età stanno diventando sempre meno, i primi segni di un microinfarto possono essere visti anche nelle persone sotto i 30 anni. Deve essere chiaro che i problemi legati al cuore richiedono un'azione immediata per evitare lo sviluppo di una serie di gravi complicazioni. Pertanto, è necessario capire chiaramente cos'è un microinfarto e come riconoscere un disturbo per poter aiutare tempestivamente te stesso ei tuoi cari.

Principali manifestazioni

Spesso è difficile distinguere tra microinfarti e attacchi di cuore. Il motivo è la somiglianza di molti dei sintomi. Inoltre, altre patologie cardiache si manifestano con un segno simile. Pertanto, anche un medico esperto può fare una diagnosi solo dopo aver condotto le ricerche necessarie. Per questo motivo è importante capire quali sono le manifestazioni critiche e, alla prima occorrenza, consultare immediatamente un medico..

Definizione

Considerando una malattia come un microinfarto, notiamo una sufficiente somiglianza con un normale infarto. I confini tra questi disturbi sono abbastanza sfocati e quindi spesso è molto problematico fare una diagnosi accurata, perché tutto dipende esclusivamente dal grado di danno tissutale.

Il microinfarto è caratterizzato dalla morte delle cellule miocardiche. In questo caso, un piccolo numero di cellule muore, il che non porta a danni estesi al muscolo cardiaco. Ciò accade spesso sullo sfondo di un insufficiente apporto di sangue ai tessuti..

Non importa quanto sia insignificante la necrosi dei tessuti, è comunque necessario sottoporsi a un trattamento complesso, altrimenti può provocare lo sviluppo di molte gravi complicazioni.

Va notato una caratteristica interessante: i sintomi di un microinfarto in un uomo sono molto più comuni che nelle donne, il che è causato dalle caratteristiche fisiologiche del corpo, nonché dal modo di vivere.

Cause di occorrenza

Determinando le principali cause dell'insorgenza della patologia, dovrebbero essere evidenziati i seguenti prerequisiti:

  • ipertensione;
  • la presenza di placche aterosclerotiche;
  • restringimento dell'arteria coronaria;
  • sovrappeso;
  • cardiopatia ereditaria;
  • fumare;
  • diabete.

Sulla base di ciò, si deve capire che esiste un certo gruppo di rischio potenziale. Se una persona ha una malattia che può diventare la causa principale dello sviluppo di un microinfarto, allora è importante essere attenti alla salute.

Sintomi

Va notato subito che i sintomi della malattia possono differire a seconda che ce l'abbia una donna o un uomo. Sebbene in 1 caso sia meno comune, è ancora possibile distinguere i seguenti segni di microinfarto nelle donne:

  • gonfiore, mentre può verificarsi negli arti inferiori o superiori, nonché sul viso;
  • nausea o vomito;
  • bruciore allo stomaco.

Poiché i sintomi di un microinfarto in questo caso non sono troppo specifici, questa patologia può spesso essere facilmente confusa con un altro disturbo.

Allo stesso tempo, i segni di un microinfarto negli uomini sono pronunciati. Questi includono:

  • estremità fredde, forti brividi;
  • il polso è scarsamente sentito, potrebbe non essere affatto evidente;
  • triangolo naso-labiale blu.
Soffocamento con microinfarto asmatico

Inoltre, un sintomo comune a tutti può essere: dolore al petto, mancanza di respiro, paure di panico. Ai primi sintomi, è necessario assumere 2 compresse di nitroglicerina il prima possibile (mettere sotto la lingua), fornire aria fresca e chiamare un'ambulanza.

Trattamento

Una malattia come un microinfarto richiede un trattamento complesso e urgente. Nella prima fase del trattamento, il paziente deve essere ricoverato in ospedale, condurre un esame completo e quindi decidere come trattare.

Inizialmente, tali pazienti vengono trattati in un ospedale e quindi, con un elenco di raccomandazioni, vengono rilasciati a casa, dove possono sottoporsi al corso rimanente e alla riabilitazione..

Un tale paziente può essere completamente rilasciato per il trattamento a casa se la malattia è lieve. Ma solo un medico può prendere una decisione sull'opportunità del ricovero in ospedale, in base alle condizioni del paziente, ai segni e ai risultati dell'esame..

Quando si sceglie un trattamento, si deve tener conto del fatto che dovrebbe essere completo: non si può fare a meno dei farmaci, ma allo stesso tempo solo la terapia farmacologica non porterà i risultati desiderati senza adeguare lo stile di vita e la dieta. Pertanto, non puoi trascurare alcune delle raccomandazioni del medico, limitandoti solo all'elenco delle pillole.

Trattamento farmacologico

Considerando i sintomi e il trattamento del microinfarto, è consuetudine distinguere contemporaneamente diverse direzioni principali della terapia. Prima di tutto, la compressa di nitroglicerina può essere chiamata come emergenza. Se non aiuta, prendine un altro dopo 15 minuti.

Tutti gli altri metodi saranno determinati solo dal medico curante. Il fatto è che, prima di tutto, è importante determinare il fattore che ha provocato lo sviluppo di questa condizione. Se ciò non viene fatto, la terapia non darà alcun risultato. Ecco perché è così importante vedere un medico ai primi sintomi. Una determinata situazione può richiedere un ricovero urgente.

Se parliamo di una pillola, è importante evidenziare i seguenti gruppi di farmaci, che devono essere prescritti al paziente senza fallo:

  • diuretici, sono necessari per abbassare la pressione sanguigna;
  • vari farmaci necessari per trattare patologie concomitanti;
  • statite, saranno richieste se le manifestazioni di aterosclerosi sono diventate una delle cause principali.

Pertanto, i sintomi del microinfarto sono i primi segni nelle donne e negli uomini, assolutamente tutti dovrebbero saperlo. Sebbene solo un medico possa prescrivere un trattamento, ogni persona dovrebbe essere in grado di fornire il primo soccorso..

Medicinali di Motherwort

Riabilitazione

Prima di tutto, per ripristinare il cuore, è necessario prestare attenzione alle regole per la riabilitazione del paziente dopo un microinfarto. Questo fattore è importante quanto le pillole. I microinfarti possono essere ripetuti, provocando gradualmente lo sviluppo di gravi malattie e attacchi di cuore in forma grave. Pertanto, al fine di evitare ciò, è importante tenere conto del periodo di riabilitazione dopo che è stato possibile riconoscere un microinfarto..

Le raccomandazioni a questo proposito includono:

  • Rispetto del sonno e del riposo. Un paziente con un disturbo simile dovrebbe avere abbastanza tempo per riposare, non lavorare troppo, non sollevare cose pesanti e anche andare a letto e svegliarsi allo stesso tempo. Ma allo stesso tempo, con un microinfarto, l'attività fisica non può essere completamente esclusa: il paziente, dopo pochi giorni, deve alzarsi, uscire in cortile, fare brevi passeggiate e respirare aria.
  • I pazienti con microinfarto devono evitare lo stress. Vengono mostrate emozioni positive, ma anche un eccesso di esse può influire negativamente sul lavoro del cuore.
  • È importante prestare attenzione alla tua dieta. I pasti dovrebbero essere equilibrati, ma dovrebbero essere esclusi cibi fritti, salati, affumicati e grassi. Il menu dovrebbe essere basato su prodotti neutri volti a normalizzare il lavoro del cuore (prima di tutto, si tratta di frutta secca).
Infuso di menta

Se la comparsa dei sintomi era accompagnata da alcune patologie aggiuntive, malattie che sono diventate la causa principale dello sviluppo di questo disturbo, allora in questo caso è necessario prima di tutto assicurarsi che venga fornito un trattamento adeguato della malattia sottostante. Solo quando è possibile affrontarlo, possiamo dire che il pericolo è passato. In altre situazioni, il paziente non sarà immune da manifestazioni ripetute, incluso il deterioramento del cuore..

Ma allo stesso tempo, secondo le statistiche, le malattie cardiache si manifestano spesso sullo sfondo di uno stile di vita improprio, stress frequente, soprattutto quando si tratta di persone di età inferiore ai 55 anni.

Pertanto, il trattamento di un microinfarto è spesso il primo punto per prevenirlo. Se conduci uno stile di vita corretto, non fumi, non abusi di alcol, conduci uno stile di vita attivo, allora un tale disturbo sarà sicuramente evitato. Se, tuttavia, questa malattia non può essere evitata, è necessario seguire le raccomandazioni del medico e, in futuro, monitorare il proprio stile di vita per evitare ricadute. Le conseguenze di un microinfarto possono essere gravi. Inoltre, in questo caso, non puoi mai auto-medicare: solo un medico in un ospedale può determinare il grado di danno al muscolo cardiaco e prescrivere il trattamento corretto. Questo non dovrebbe essere trascurato per evitare conseguenze disastrose..

Farmaci per il trattamento dell'infarto miocardico

L'infarto miocardico è una malattia cardiaca causata da una mancanza acuta di afflusso di sangue, che porta allo sviluppo di necrosi nel muscolo cardiaco. La malattia si manifesta con un attacco di intenso dolore toracico, che non scompare entro un'ora e non si ferma con l'assunzione di "Nitroglicerina". In questi casi, il paziente necessita di cure di emergenza e successiva terapia di supporto..

Obiettivi della terapia

Oggi i pazienti si sottopongono a cure chirurgiche e mediche dell'infarto miocardico. Quest'ultimo aiuta a ripristinare l'efficienza del muscolo cardiaco e prevenire lo sviluppo di un secondo attacco..

La nomina del trattamento farmacologico si basa su una diagnosi completa delle malattie cardiovascolari. La procedura principale che consente di determinare la presenza di alterazioni patologiche nella struttura del cuore è un ECG. È possibile utilizzare tecniche aggiuntive per confermare l'entità della malattia. I farmaci moderni dopo l'infarto del miocardio possono ottenere i seguenti effetti:

  1. Stabilizzazione della circolazione sanguigna. Poiché un infarto è una patologia direttamente correlata al danno ai vasi coronarici, il compito principale della terapia è ripristinare il normale flusso sanguigno. La quantità di danno al muscolo cardiaco dipende direttamente dalla velocità con cui viene raggiunto questo obiettivo..
  2. Eliminazione del dolore. La morte di una certa percentuale di pazienti è associata al verificarsi di una sindrome da dolore grave che accompagna un infarto.
  3. Riduzione della zona interessata. Quando si verifica un attacco, le cure di emergenza sono molto importanti, poiché meno cellule cardiache sono sottoposte a IHD, più facili saranno le conseguenze della malattia. Nel caso di una terapia farmacologica scelta in modo errato, l'attacco cardiaco si sviluppa in una forma focale ampia, che può causare una serie di complicazioni.
  4. Prevenzione delle crisi ricorrenti. Con la corretta selezione dei farmaci, un infarto può procedere senza complicazioni e ricadute..

Gruppi di medicinali

Per il trattamento dell'infarto miocardico vengono utilizzati farmaci di vari gruppi. Va notato che il noto farmaco "Nitroglicerina" non è incluso nel corso della terapia ospedaliera, essendo utilizzato per prevenire gli attacchi nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. Il corso della terapia farmacologica viene eseguito per ciascuno dei pazienti individualmente, in base ai seguenti fattori:

  • stadio della malattia;
  • il numero di tessuti interessati;
  • la presenza di complicazioni sotto forma di malattie concomitanti.

Statine

I medicinali di questo gruppo hanno lo scopo di eliminare il colesterolo a placche, che è la causa principale dei problemi di circolazione sanguigna. Le statine promuovono la degradazione del colesterolo nel fegato, seguita dalla sua escrezione dal corpo. Inoltre mantengono un livello accettabile di questo componente nel sangue ed eliminano l'infiammazione delle pareti vascolari..

Prima di utilizzare farmaci di questo gruppo, è necessario determinare il livello di colesterolo contenuto nel sangue del paziente. Se l'indicatore è alto, il medico può prescrivere al paziente una dieta speciale, che comporta la limitazione dell'uso di determinati alimenti. Esistono i seguenti farmaci per un attacco di cuore, appartenenti al gruppo delle statine:

  • Simvastatina;
  • "Simlo";
  • "Vasilip";
  • Liptonorm;
  • "Crestor".

Poiché tutti questi farmaci per l'infarto del miocardio hanno lo stesso effetto, il paziente può risparmiare acquistando l'opzione più economica. Le statine vengono assunte una volta al giorno prima di coricarsi. Il dosaggio viene scelto dal medico individualmente, a seconda delle condizioni di salute del paziente. Molto spesso, tali farmaci sono usati per tutta la vita per un infarto. Le statine hanno alcune controindicazioni:

  • gravidanza;
  • intolleranza individuale;
  • patologia epatica nella fase acuta.

Lo sviluppo di effetti collaterali è piuttosto raro. Sono possibili reazioni allergiche, debolezza, vertigini, nausea, edema periferico, tachicardia, disturbi delle feci, dolori articolari e muscolari, picchi di pressione, aumento della sudorazione. Oltre ai farmaci, ci sono anche statine naturali, che includono olio di pesce, curcuma e aglio. Se possibile, dovrebbero essere inclusi nella dieta..

Beta bloccanti

Prescritto in caso di tachicardia. Contribuire alla normalizzazione del polso e all'abbassamento della pressione sanguigna, "scaricando" il muscolo cardiaco.
Esistono diverse generazioni di beta-bloccanti:

  1. Il primo include farmaci come "Anaprilin", "Glucomol" e "Sotalex".
  2. La seconda generazione di beta-bloccanti è rappresentata da "Atenobene", "Betalok", "Nebilet".
  3. La terza generazione include medicinali come "Celipres", "Recardium".

A differenza delle statine, i beta-bloccanti funzionano e il dosaggio differisce in modo significativo. Pertanto, in questo caso è severamente vietato sostituire un farmaco con un altro. Il farmaco può essere assunto solo con la prescrizione medica appropriata. Le controindicazioni all'uso dei fondi in questo gruppo sono le seguenti:

  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • varie patologie vascolari;
  • asma bronchiale;
  • bradicardia.

Gli effetti collaterali più comuni includono crampi, allergie, mal di testa e astinenza..

Preparazioni nitro

Necessario per alleviare il dolore nelle forme acute di angina pectoris. I mezzi di questo gruppo possono eliminare efficacemente gli attacchi di dolore al petto, aiutando a stabilizzare la pressione e avendo un effetto vasodilatatore. Questi includono:

  • Isoket. È ampiamente utilizzato in ambito clinico per alleviare le sindromi dolorose. Il principio attivo è isosorbide dinitrato.
  • "Nitroglicerina". È usato per alleviare il dolore di natura cardiaca. Ha molte forme di rilascio, che vanno dalle pillole e terminano con un cerotto sulla pelle. Come accennato in precedenza, il farmaco viene utilizzato attivamente nelle prime fasi del trattamento dopo l'infarto del miocardio..
  • Olikard, Cardix Mono, Efoks. Farmaci che hanno un principio di azione, quindi puoi scegliere l'opzione più economica. Il componente principale è l'isosorbide mononitrato. Gli effetti collaterali dell'assunzione di tutti i farmaci includono mal di testa, vertigini, aumento della frequenza cardiaca, debolezza generale.

Agenti antipiastrinici

Questi medicinali prevengono la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni. La loro efficacia si basa sulla prevenzione della coagulazione del sangue e della fluidificazione del sangue.
I rappresentanti più apprezzati del gruppo sono:

  1. "Doxy-chem", il cui principio attivo è il dobesilato di calcio.
  2. "Cardiomagnet". Una medicina molto popolare prescritta per la riabilitazione dopo gravi malattie cardiache. L'efficacia dell'azione si basa sulla combinazione di due componenti attivi: idrossido di magnesio e acido acetilsalicilico.
  3. Aspirina Cardio. Il più economico del gruppo di farmaci. Il principio attivo è l'acido acetilsalicilico.

Come controindicazioni, va notato un alto rischio di sanguinamento, insufficienza epatica e diatesi emorragica. Effetti collaterali: ulcera allo stomaco, leucopenia, trombocitopenia. Gli agenti antipiastrinici vengono assunti una volta al giorno come pillola. Di solito la ricezione viene effettuata per molto tempo.

ACE inibitori

Aiuta ad abbassare la pressione sanguigna sostenendo i vasi sanguigni. Questo gruppo comprende i seguenti farmaci: "Enalapril", "Benazepril", "Perindopril", "Ramipril", "Captopril". Il costo di questi farmaci può variare notevolmente a seconda del produttore..

Gli effetti collaterali includono: nausea, tosse secca, vomito, soppressione della funzione ematopoietica. Controindicazioni: iperkaliemia, stenosi dell'arteria renale.

Bloccanti del recettore dell'angiotensina

Questi farmaci aiutano a normalizzare la pressione sanguigna riducendo il livello di danno al muscolo cardiaco. Questi includono "Olmesartan", "Valsartan", "Losartan". La controindicazione all'uso di questi farmaci è la stenosi aortica, l'iperkaliemia. Possibili effetti collaterali sotto forma di nausea e vomito, nonché soppressione delle funzioni ematopoietiche.

Oltre ai farmaci sopra descritti, i medici possono curare il sollievo sintomatico utilizzando farmaci di altri gruppi. Sono prescritti a seconda delle condizioni del paziente e della presenza di sintomi aggiuntivi. Stiamo parlando di diuretici o farmaci antipertensivi. Oltre a questi, al paziente possono essere prescritti antiipossici che migliorano il processo di consegna dell'ossigeno al miocardio..

Nella fase acuta della malattia, i tranquillanti sono ampiamente usati per ridurre l'agitazione. Molti pazienti che hanno subito un attacco di cuore hanno paura della morte nel panico. L'effetto dei sonniferi è mirato a combattere tale sovratensione. Il diazepam è più spesso usato per questo scopo..

Periodo di riabilitazione

Per i pazienti che hanno avuto un infarto, è molto importante ripristinare il corpo e tornare al solito stile di vita. Durante questo periodo, la terapia sintomatica viene eseguita attivamente, ma una condizione altrettanto importante per il recupero è l'adempimento da parte del paziente di una serie di raccomandazioni mediche.

Dieta

Durante la riabilitazione dopo infarto del miocardio, è necessario prima di tutto apportare modifiche alla dieta. Per fare questo, devi mangiare in piccole porzioni, altrimenti il ​​diaframma schiaccerà il cuore. Pertanto, dovresti assumere fino a 7 pasti al giorno..

All'inizio, gli esperti raccomandano di monitorare il contenuto calorico degli alimenti, privilegiando le puree di frutta e verdura. Le carni grasse e gli alimenti che causano gonfiore dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Una dieta equilibrata durante questo periodo dovrebbe includere:

  • porridge liquido;
  • zuppe di verdure;
  • succo di carota.

Si consiglia di utilizzare prodotti frullati con una minima quantità di sale. Due settimane dopo l'attacco, la dieta può essere leggermente variata evitando cibi piccanti, salati e piccanti.

Sono vietati cibi in scatola, caffè, carni affumicate e alcol. In termini di contenuto calorico, la restrizione giornaliera corrisponde a 2500 kcal. Il paziente deve monitorare il peso, che non dovrebbe aumentare durante il processo di riabilitazione.

Attività fisica

Dal secondo giorno di ricovero, al paziente viene mostrata l'attività fisica. All'inizio saranno minori e dovrebbero essere supervisionati da un fisioterapista..
Il processo di riabilitazione comprende le seguenti fasi:

  1. Nei primi giorni, il paziente può solo muovere gli occhi, la parte superiore del corpo e le braccia. Questi esercizi richiedono un rigoroso riposo a letto..
  2. Dopo una settimana, il paziente può alzarsi da solo, camminando per la stanza. Muoviti con grande attenzione.
  3. Dopo essere stata dimessa dall'ospedale, la persona dovrebbe condurre uno stile di vita moderatamente attivo, camminare, salire le scale. Nuoto, sci e ciclismo sono buone discipline. Per quanto riguarda tali carichi, è necessario consultare un medico, poiché un'eccessiva intensità dell'esercizio può causare gravi danni al corpo del cuore.

Pertanto, il trattamento medico di un infarto è uno dei metodi più efficaci per eliminare le conseguenze e prevenire possibili complicazioni di questa malattia. A seconda delle condizioni del paziente e dello stadio della malattia, è consentito l'uso di diversi gruppi di farmaci. In ogni caso, i mezzi utilizzati per l'infarto del miocardio sono determinati individualmente. Prima è necessaria una diagnosi approfondita..

Microinfarto: trattamento, primi segni, opzioni di corso

Il microinfarto miocardico è un tipo di cardiopatia ischemica in cui si sviluppa la necrosi di piccole aree del muscolo cardiaco, accompagnata da una diminuzione della funzione degli organi.

Anche con una lesione insignificante, caratteristica di un mini-infarto, importanti strutture del muscolo cardiaco possono essere coinvolte nel processo patologico.

Spesso la malattia è asintomatica o ha un decorso atipico, in questi casi può essere difficile riconoscerla non solo per il paziente, ma anche per il medico di specializzazione non cardiologica. Il decorso atipico del mini-infarto è più spesso osservato nelle donne.

Un infarto trasferito alle gambe viene spesso rilevato dopo molto tempo durante l'elettrocardiografia durante la diagnosi per un altro motivo.

Qualsiasi forma di infarto miocardico, inclusa la piccola focale, rappresenta una minaccia per la salute e la vita del paziente. Per questo motivo, con qualsiasi sospetto di possibile infarto, è necessario un ricorso immediato a uno specialista, ei pazienti del gruppo a rischio necessitano di regolari visite preventive da parte di un cardiologo per non perdere la patologia.

Cause e fattori di rischio

L'infarto miocardico è più comune negli uomini tra i 40 ei 60 anni di età. L'incidenza nelle donne dai 40 ai 50 anni è inferiore, ma dopo 50 anni diventa la stessa. Negli ultimi decenni, c'è stata una tendenza allo sviluppo di mini-infarto nei pazienti più giovani..

Il microinfarto si verifica sullo sfondo di ischemia o disturbi del flusso sanguigno locale.

I motivi principali includono: precedente infarto miocardico, angina pectoris, livelli elevati di colesterolo nel sangue e lesioni aterosclerotiche dei vasi sanguigni, diabete mellito, pressione alta, eccessivo stress fisico e / o mentale, cattiva alimentazione, sovrappeso, cattive abitudini, ipodynamia.

Tra i fattori di rischio per lo sviluppo della malattia vi sono maggiore irritabilità, ansia, esposizione allo stress, predisposizione genetica..

Sintomi e forme della malattia

I primi segni di un microinfarto, di regola, sono insignificanti e spesso non attirano l'attenzione del paziente, soprattutto se ha una storia di angina pectoris. Questi includono debolezza, lieve dolore cardiaco, spesso sotto forma di una sensazione di formicolio, palpitazioni.

I sintomi principali di un mini infarto miocardico non differiscono da quelli di un infarto focale grande, ma di solito sono meno pronunciati: dolore intenso dietro lo sterno, che può irradiarsi alla scapola, all'addome, al braccio, al collo, alla mascella inferiore.

Spesso la malattia è asintomatica o ha un decorso atipico, in questi casi può essere difficile riconoscerla non solo per il paziente, ma anche per il medico di specializzazione non cardiologica.

In un decorso atipico, il dolore è meno pronunciato o completamente assente e inoltre può avere una diversa localizzazione (schiena, metà destra del corpo, arti superiori, dita, mascella, ecc.). Inoltre, si osservano debolezza, sudore freddo, cianosi delle labbra e triangolo naso-labiale, vertigini, tachicardia, diminuzione della pressione sanguigna, ansia, paura della morte. La temperatura corporea può salire a valori subfebrilari.

Le forme atipiche della malattia includono:

  • asmatico - si sviluppa in pazienti anziani sullo sfondo di cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa; assenza di sindrome del dolore, mancanza di respiro, sintomi di edema polmonare o asma cardiaco;
  • addominale - ci sono forti dolori nella regione epigastrica, nausea, vomito, flatulenza (ricorda il quadro clinico di un addome acuto);
  • aritmico - manifestato da disturbi del ritmo cardiaco; dolore cardiaco moderato o assente;
  • cerebrale - si notano mal di testa, vertigini, disturbi intellettuali-mnestici, disturbi sensoriali e motori (che ricordano i sintomi di un attacco ischemico transitorio, disturbi dinamici della circolazione cerebrale).

Conseguenze immediate e lontane

Gravi mal di testa, brividi, ipertensione arteriosa, aumento della sudorazione, dolore alle articolazioni, gonfiore delle estremità possono indicare un attacco passato..

Una volta subito un infarto aumenta notevolmente il rischio di un secondo attacco in futuro. Altre conseguenze di un mini-infarto includono lo sviluppo di aritmia, pericardite, peggioramento dell'insufficienza cardiaca.

Una volta subito un infarto aumenta notevolmente il rischio di un secondo attacco in futuro..

Primo soccorso

È impossibile determinare la diagnosi esattamente a casa, quindi, se sospetti un attacco di cuore, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza. Durante l'attesa del suo arrivo, il paziente deve essere sdraiato o seduto, fornire accesso all'aria aperta. Se il paziente viene visitato da un cardiologo e sta assumendo farmaci per il cuore, puoi dargli da bere un tale medicinale (ad esempio, nitroglicerina). Fino all'arrivo del medico, il paziente non deve essere lasciato incustodito, poiché in qualsiasi momento le sue condizioni possono peggiorare in modo critico. In caso di arresto cardiaco e respirazione, vengono avviate misure di rianimazione, tuttavia, questo è raccomandato per le persone con una formazione adeguata..

Diagnostica

Il metodo principale per diagnosticare un infarto è l'elettrocardiografia (ECG). Per chiarire la localizzazione del fuoco della necrosi e le sue dimensioni, viene eseguito un esame ecografico del cuore (ecocardiografia). Viene prescritto un esame del sangue biochimico generale (lattato deidrogenasi, creatinfosfochinasi, troponina, profilo lipidico, ecc.).

Un infarto trasferito alle gambe viene spesso rilevato dopo molto tempo durante l'elettrocardiografia durante la diagnosi per un altro motivo.

Trattamento di un microinfarto

Se un mini-infarto viene diagnosticato entro 1-10 giorni, il trattamento viene effettuato in un ospedale cardiologico, dove ci sono tutte le condizioni per garantire un esame completo e un monitoraggio 24 ore su 24 delle condizioni del paziente.

Vengono prescritti antidolorifici (in caso di sindrome da dolore intenso - analgesici narcotici), farmaci antiaritmici, ipotonici. In caso di disturbi del metabolismo lipidico, le statine vengono utilizzate per prevenire le lesioni vascolari aterosclerotiche.

L'infarto miocardico è più comune negli uomini tra i 40 ei 60 anni di età. L'incidenza nelle donne dai 40 ai 50 anni è inferiore, ma dopo 50 anni diventa la stessa.

Gli agenti antipiastrinici e / o anticoagulanti sono prescritti per un lungo corso. In alcuni casi, è necessario il loro utilizzo per tutta la vita al fine di prevenire un secondo attacco..

Se il microinfarto è stato trasferito dal paziente in piedi ed è stato successivamente scoperto per caso, è necessario eseguire misure di riabilitazione e osservazione regolare da parte di un cardiologo.

Riabilitazione

La riabilitazione postinfarto comprende terapia farmacologica di supporto, terapia fisica, massaggi, terapia fisica, aggiustamenti dello stile di vita e dieta. La dieta dovrebbe essere basata su cibi ricchi di fibre, vitamine, acidi grassi polinsaturi: verdura e frutta, pesce, carne magra, frutti di mare, latticini, oli vegetali. Limita l'uso di carni grasse, grassi animali, sale, dolciumi. I pazienti in sovrappeso devono riportarlo alla normalità.

Previsione e prevenzione

Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguatamente selezionato, la prognosi è relativamente favorevole. Dopo il trattamento e la riabilitazione, è possibile che una persona torni al lavoro e alla vita normale. I pazienti che hanno avuto qualsiasi forma di attacco cardiaco necessitano di un esame regolare da parte di un cardiologo.

video

Offriamo per la visualizzazione di un video sull'argomento dell'articolo.

Microinfarto: sintomi e primi segni, cause e diagnosi, trattamento e possibili conseguenze

La deviazione dell'emodinamica locale a livello cardiaco è un processo che porta alla morte di cellule cardiomiocitiche attive, aree di tessuto dello strato muscolare miocardico.

Di conseguenza, la contrattilità dell'organo cade, il rilascio di sangue si indebolisce. Si sviluppano disfunzione e insufficienza cardiaca. La morte arriva rapidamente senza cure costanti per tutta la vita.

È sempre così male? No, le opzioni sono possibili.

Un microinfarto è una violazione acuta della circolazione sanguigna nei tessuti del cuore a causa dell'insufficienza coronarica. A differenza di un classico infarto, si manifesta come una piccola lesione focale. Una parte insignificante (fino al 10-15%) delle cellule muore.

Tuttavia, un tale fenomeno non può essere definito facile. Non c'è un lieve infarto, è sempre un'emergenza pericolosa. Il rischio di morte è presente, ma è inferiore, così come la probabilità di insufficienza cardiaca in futuro..

Un rischio particolare è la possibilità di ricaduta. Ogni episodio avvicina la morte del paziente. Inoltre, si osserva ischemia cerebrale, un graduale aumento dei sintomi di carenza (diminuzione della memoria, intelligenza, funzioni mnestiche, lavoro degli organi sensoriali, ecc.).

Un'urgente necessità di trattare un microinfarto, al fine di evitare disabilità e morte.

Come si sviluppa la condizione

L'essenza del processo patologico è acuta, transitoria in questo caso, disturbi circolatori nel miocardio.

La stragrande maggioranza delle situazioni è associata a insufficienza coronarica. Questo è un fenomeno in cui è presente stenosi (restringimento) o occlusione dei vasi. La violazione della pervietà termina nell'impossibilità di un normale flusso sanguigno (emodinamica).

Il trofismo (nutrizione dei tessuti) si indebolisce, si osserva ischemia (carenza di ossigeno). Con volumi significativi di violazione (il lume della nave è chiuso del 50-70%), si verificano sia un microinfarto che un'emergenza a tutti gli effetti.

Di più: una morte rapida in pochi minuti. Meno - cardiomiopatia, proliferazione delle pareti dello strato muscolare o dilatazione - espansione delle camere. Prima o poi si verificherà ancora un infarto, è questione di tempo.

Un'ottima caratteristica del fenomeno in esame è l'area relativamente piccola della lesione. Dopo il sollievo di una condizione acuta, interviene il seguente processo: cardiosclerosi postinfartuale, cioè cicatrizzazione dei tessuti.

Non sorgeranno nuovi cardiomiociti (cellule cardiache attive), quindi l'area morta è esclusa dal lavoro. Di conseguenza, la capacità contrattile diminuisce. Non viene gettato abbastanza sangue nel cerchio grande e un piccolo volume entra nel cuore..

Se la deviazione non viene compensata, si verificherà una ricaduta. Ed è tutt'altro che il fatto che la stessa "luce". Inoltre, la designazione "micro" non significa sicurezza. Questa è solo un'indicazione della zona.

Anche con una piccola quantità di distruzione, la morte è possibile, a seconda delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, dati anamnestici.

Sintomi comuni a tutti i tipi di microinfarto

  • Dolori al petto intensi. Insopportabile, localizzato sul lato sinistro, dato alla mano, scapola, schiena, collo, mascella. Il secondo sintomo è la durata del dolore per più di 30 minuti con moderato disagio.
  • Dispnea. Non riesco a prendere aria. Una persona prova paura, panico a causa dell'impossibilità di realizzare una funzione naturale. L'attività fisica peggiora la situazione. Pertanto, è necessario mantenere la pace completa.
  • Aritmia. Dal tipo di tachicardia o altre forme. È necessaria una correzione per evitare l'arresto dell'organo.
  • Cianosi del triangolo naso-labiale. Area blu intorno alla bocca, angoli delle labbra.
  • Pallore della pelle e delle mucose. Derma assume una tonalità marmorizzata.
  • Sonnolenza, debolezza, letargia. Fatta eccezione per i casi di attacco di panico, quando il paziente è agitato, di corsa, non trova posto per se stesso.
  • Tosse. Non sempre, ma possibile.
  • Sono presenti anche segni cerebrali, mal di testa, vertigini, perdita di coscienza. Questo è un momento sfavorevole, poiché indica una malnutrizione del cervello. Probabile colpo.
  • Instabilità della pressione sanguigna.
  • La nitroglicerina (1 compressa sotto la lingua) aiuta solo parzialmente.

Inoltre, il quadro clinico viene analizzato in modo più dettagliato, in base al complesso sintomatico prevalente, si distinguono diversi tipi di microinfarto.

Forma addominale

È caratterizzato da un forte dolore all'addome, bruciore, compressione, taglio. Sono localizzati nella regione epigastrica, la posizione dell'intestino. Può essere diffuso (diffuso) o vagante (passando sopra-sotto).

È necessaria la diagnosi differenziale, si distingue tra appendicite, ulcere e altre condizioni urgenti. È importante non perdere tempo.

Sono presenti anche nausea e vomito, che rendono difficile la diagnosi precoce.

Tipo aritmico

Sullo sfondo di altri sintomi, prevale una violazione del battito cardiaco. Oltre alla tachicardia, sono possibili interruzioni come sfarfallio o extrasistole. L'aspetto esatto viene determinato utilizzando l'elettrocardiografia. Potenzialmente più letale.

Forma asmatica

Dà una clinica per l'ostruzione bronchiale: tosse, soffocamento, che aumenta in posizione supina. Il disagio cardiaco è minimo o assente. La diagnosi è di nuovo difficile, poiché i segni sono ben mascherati.

Forma del dolore

Si tratta infatti di una classica necrosi delle strutture cardiache. I sintomi di un microinfarto aumentano gradualmente e in alcuni casi possono essere assenti.

Il trattamento viene effettuato in un ospedale, al fine di evitare complicazioni, sono necessari ulteriori esami. Almeno ECG, ECHO, misurare la pressione sanguigna.

È generalmente accettato che il primo segno di un microinfarto sia il dolore. Questo non è sempre vero. Tutto dipende dalla forma. La valutazione viene eseguita in un ospedale.

Le patologie cardiache vengono assunte per prime. Se una condizione di questo tipo viene esclusa, vengono prescritti altri studi (spirografia, ecografia e altri).

Microinfarto asintomatico

È anche possibile una completa assenza di manifestazioni. Questo indica una quantità estremamente insignificante di morte delle strutture cardiache (meno del 5%), anche la caratteristica individuale del corpo gioca un ruolo.

In ogni caso, ci saranno scostamenti minimi e potranno essere riconosciuti. Soggettivamente, si avvertono come debolezza, sonnolenza inspiegabile, desiderio di sedersi, mancanza di respiro e alterato scambio di gas, pallore della pelle e cianosi del triangolo naso-labiale.

C'è anche una sensazione di congelamento al petto, girando il cuore, saltando i battiti e altri momenti.

Con la dovuta diligenza, queste manifestazioni possono essere sospettate. Se c'è almeno un segnale di avvertimento, dovresti consultare un cardiologo o chiamare un'ambulanza.

Un decorso prolungato o acuto di un microinfarto non è meno pericoloso di altre forme che hanno una clinica pronunciata.

È necessario valutare non l'intensità dei segni, ma i dati oggettivi. ECG, ECHO, pressione sanguigna, frequenza delle contrazioni, regolarità del ritmo.

Ragione principale

Quello immediato è l'insufficienza coronarica. I punti fondamentali sono presentati in due opzioni:

  • Blocco di un'arteria con placca aterosclerotica (formazione di lipidi o ateroma). Possibile anche occlusione da parte di un coagulo di sangue.

Con la trombosi, la probabilità di un attacco cardiaco massiccio è maggiore; quando il lume del vaso è chiuso di oltre il 70%, si verifica un esito fatale. Il recupero è impossibile anche con metodi urgenti, poiché il tempo è limitato a minuti, se non secondi.

  • Stenosi dell'arteria coronaria a seguito di un grande rilascio di ormoni (stress, somministrazione di farmaci, altri momenti), attività riflessa (entrare in acqua fredda durante il bagno), fumo (reazione individuale o ritardata alla nicotina e al catrame contenuti nei prodotti delle sigarette).

Fattori secondari

  • Diabete. È una malattia endocrina sistemica. È caratterizzato da una produzione insufficiente di insulina o da una diminuzione della sensibilità dei tessuti a questa sostanza..

Tutti i sistemi sono interessati. Compreso cardiovascolare. Le arterie coronarie non funzionano abbastanza, si verifica una congestione. Inoltre, il diabete aumenta il rischio di aterosclerosi, interrompe la conservazione e l'escrezione dei grassi dal corpo..

  • Attività fisica eccessiva. Indipendentemente dalla forma fisica.

Se ci sono fattori antecedenti, il rischio aumenta notevolmente. Questi includono la presenza di un coagulo di sangue che può staccarsi, l'aterosclerosi in uno stadio avanzato, la placca è anche ectopica, cambia posizione e ostruisce il lume.

Lo spasmo delle strutture coronariche a volte agisce come conseguenza riflessa del rilascio di cortisolo, adrenalina. Se ci sono problemi con la pressione sanguigna, produzione anormale di angiotensina II, aldosterone, aumento della renina, che restringe ulteriormente i vasi sanguigni.

Conclusione: prima dell'attività fisica, è necessario consultare un medico.

  • Situazione stressante. Non è necessario sforzarsi meccanicamente per diventare una vittima di un microinfarto. Lo stress psico-emotivo porta al rilascio di ormoni, stenosi arteriosa. Il risultato è noto.

In genere, l'intensità dello stress dovrebbe essere elevata. Oppure è necessaria una predisposizione a un disturbo (una storia di ipertensione, aterosclerosi, tromboembolia e cambiamenti nelle proprietà reologiche del sangue, ipertiroidismo e altri punti).

  • Inattività fisica. Provoca congestione nei vasi coronarici e in generale nel sistema di trasporto del tessuto connettivo liquido. I risultati sono imprevedibili. Particolarmente a rischio sono gli impiegati, i pazienti costretti a letto durante un'immobilizzazione prolungata, i pazienti costretti su una sedia a rotelle.
  • Fumo. Secondo le statistiche, le persone che consumano prodotti del tabacco soffrono di problemi cardiovascolari nel 70% dei casi..

Molti non sono consapevoli della propria condizione, il periodo di benessere immaginario dura esattamente finché il corpo è in grado di compensare le deviazioni. Quindi il processo cresce come una valanga.

Se valga la pena testare il proprio corpo per la forza è un punto controverso. Non devi essere un forte fumatore per ottenere un microinfarto. Il consumo passivo di fumo è altrettanto pericoloso. Alcuni ricercatori indicano rischi ancora maggiori.

  • Aterosclerosi dei vasi. Alfa e omega delle cause dello sviluppo di anomalie patologiche. Il fattore è l'eccesso di acidi grassi saturi nella dieta. Il metabolismo si sposta verso l'accumulo di lipidi.

Il colesterolo si deposita sulle pareti delle arterie coronarie e la placca formata cresce gradualmente. Nel tempo si calcifica, si indurisce.

Il problema non può essere risolto con i farmaci, è necessaria un'operazione. L'obesità è praticamente una garanzia della presenza di anomalie metaboliche. Lo sviluppo dell'aterosclerosi è una questione di tempo.

  • Ipertensione arteriosa Aumento della pressione stabile o intermittente. È accompagnato dal restringimento delle arterie coronarie e di altre arterie. Il recupero richiede molto tempo e fatica.

Se perdi il momento giusto, e questo è considerato 1, massimo 2 fasi di sviluppo, si sviluppa la resistenza (immunità al trattamento).

L'approccio è strettamente individuale. Perché le cause della GB sono molteplici: dai tumori cerebrali, alla sindrome ipotalamica ai disturbi endocrini e alla stessa aterosclerosi.

  • Angina pectoris. Insufficienza coronarica transitoria. Può esso stesso portare alla morte dei tessuti attivi. Sono possibili opzioni con conservazione cellulare.
  • Precedente attacco di cuore. Aumenta la probabilità di violazione. Circa il 20% dei pazienti con una storia di necrosi avrà un secondo episodio a 1-2 anni. Più della metà muore per ricaduta. Le statistiche tristi indicano la gravità della situazione.
  • Altre patologie endocrine. Ipertiroidismo o eccesso di ormoni tiroidei, eccessiva sintesi di sostanze surrenali (cortisolo). Tumori della regione ipofisaria, lobo anteriore dell'organo.

Le cause vengono identificate attraverso una valutazione approfondita sotto la supervisione di uno specialista specializzato.

Diagnostica

Il processo è controllato da un cardiologo. Al momento del ricovero in ospedale o per autoammissione, viene eseguito un minimo di esami. Elettrocardiografia, ecocardiografia, misurazione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. Auscultazione (ascoltando i suoni del cuore).

Quindi è necessario stabilizzare le condizioni del paziente: riportare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna alla normalità, tornare dallo svenimento, ripristinare il flusso sanguigno, respirare.

Al termine, è possibile espandere le misure diagnostiche:

  • Interrogatorio orale del paziente. Quali lamentele, quando sono comparse, quanto durano.
  • Prendendo l'anamnesi. Patologie passate, malattie attuali, storia familiare, se ci sono stati attacchi di cuore in passato, ecc..
  • Misurazione della pressione sanguigna, frequenza cardiaca. Al di fuori della fase acuta, tutto può essere normale.
  • Elettrocardiografia. Mostra la deviazione dell'attività funzionale. Aritmie. Sullo sfondo di un mini-infarto, prevale il cambiamento dell'altezza del segmento ST sopra (o sotto) l'isolina.
  • Ecocardiografia. Fornisce informazioni su difetti organici, condizioni dei tessuti. Velocità emodinamica, pressione nell'aorta, arteria polmonare. Un microinfarto può essere riconosciuto da uno specifico rallentamento del flusso sanguigno, una violazione dei segni visivi del miocardio.
  • Risonanza magnetica se necessario.
  • Analisi del sangue generale, biochimica, per ormoni tiroidei, ghiandole surrenali.

Per escludere deficit neurologici, ictus, viene mostrata la valutazione dello stato del paziente con metodi di routine (test specifici, test riflessi).

Trattamento e riabilitazione

La terapia è per lo più conservativa. Un microinfarto viene interrotto con medicinali di diversi gruppi:

  • Al momento del ricovero, vengono prescritte adrenalina e adrenalina, sullo sfondo di un calo critico della pressione sanguigna.
  • Quanto segue mostra l'uso di farmaci antiaritmici in un numero di casi strettamente definito. Il medico decide il problema a sua discrezione, in base alla gravità della situazione.
  • Il dolore se il paziente è sveglio viene alleviato dalla nitroglicerina. Se inefficace con analgesici non narcotici o oppioidi.
  • I trombolitici dissolvono i coaguli di sangue, prevengono l'ulteriore formazione di tali strutture. Viene prescritta l'eparina.

Come parte del successivo trattamento e riabilitazione, è indicato l'uso di cardioprotettori, ad esempio Mildronate. Significa anche per rafforzare i vasi sanguigni (Anavenol).

Il periodo di recupero precoce prevede l'abbandono dell'attività fisica, lo stress, una corretta alimentazione con un alto contenuto di acidi polinsaturi Omega-3,6, nonché vitamine. Grassa il meno possibile.

La dieta è prescritta dal medico curante, si consiglia di aderire a una tabella speciale numero 10.

A medio termine, viene mostrata un'attività fisica minima, camminando all'aria aperta.

Ulteriore vita richiede smettere di fumare, alcol. Cambiando il principio di nutrizione, sale nella quantità di 7 grammi al giorno. Vengono mostrate la terapia fisica e la somministrazione sistematica di farmaci cardioprotettivi.

È importante trattare la malattia sottostante che porta allo spasmo delle arterie coronarie, se presente.

Previsione e possibili conseguenze

Il risultato è favorevole con l'inizio precoce della terapia. Idealmente, le attività di recupero dovrebbero essere avviate entro 3-7 ore dal disturbo trofico.

Condizioni vecchie, asintomatiche, trasmesse alle gambe non richiedono cure urgenti. La mortalità è di circa il 15%. Il rischio di un attacco di cuore a tutti gli effetti - 40% nei futuri 3-5 anni.

Senza trattamento, è probabile lo sviluppo di tali conseguenze di un microinfarto:

  • Morte acuta delle strutture cardiache (già menzionata).
  • Arresto cardiaco, asistolia dovuta a scarso flusso sanguigno.
  • Ictus. Malnutrizione del cervello.
  • Edema polmonare, sviluppo di insufficienza respiratoria e asfissia.

La morte o almeno una grave disabilità è il risultato più logico. Pertanto, non puoi lasciare che le cose vadano da sole.

Infine

Microinfarto - necrosi del cuore del tipo a focale piccola. È sbagliato considerarlo sicuro, è un'emergenza medica, anche se con una letalità leggermente inferiore..

La diagnostica, il trattamento viene effettuato nel reparto di cardiologia dell'ospedale. L'efficacia dipende dai tempi di consegna. C'è sempre il rischio di complicare il processo. La prognosi è relativamente favorevole, solo con un trattamento precoce.

Microinfarto nelle donne e negli uomini, trasferito alle gambe: come determinare le conseguenze

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Codice ICD-10
  • Epidemiologia
  • Le ragioni
  • Fattori di rischio
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Dove ti fa male?
  • Fasi
  • Le forme
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Come esaminare?
  • Diagnosi differenziale
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Prevenzione
  • Previsione

La diagnosi di microinfarto sembra a molti pazienti molto rassicurante e rassicurante, se non altro perché la dimensione della lesione, a loro avviso, è insignificante, microscopica. In pratica, però, si scopre che tutto è così semplice. Non c'è assolutamente motivo di gioia e tranquillità. Naturalmente, non dovresti nemmeno farti prendere dal panico. Ma devi prendere molto sul serio questa malattia, poiché è un grave danno al muscolo cardiaco. Nonostante il nome, si verifica un grave processo patologico nel muscolo cardiaco, fino allo sviluppo di focolai di necrosi.

È necessario capire che una tale diagnosi medica come un microinfarto non esiste in linea di principio. Nelle istituzioni mediche, questa malattia è chiamata infarto miocardico focale. In sostanza e in origine, un microinfarto non è diverso da un normale infarto, ad eccezione delle dimensioni della lesione tissutale. È spesso asintomatico e i pazienti potrebbero non sentirsi nemmeno quando hanno subito un attacco. Molte persone vengono a conoscenza della loro malattia per la prima volta durante un esame di routine. Sono necessari un trattamento accurato, l'aderenza allo stile di vita prescritto e una riabilitazione completa. Quindi il risultato può essere favorevole per il paziente. In assenza di trattamento e riabilitazione, potrebbero esserci ricadute, poiché sono state create tutte le condizioni favorevoli per questo.

Codice ICD-10

Epidemiologia

Gli uomini di età compresa tra 35 e 65 anni soffrono molto spesso di attacchi di cuore e microinfarti. In precedenza, questa malattia era generalmente considerata maschile. Le donne soffrono di attacchi di cuore più tardi nella vita. Un giovane attacco di cuore in una donna è raramente osservato, a causa del fatto che gli ormoni estrogeni hanno un effetto ringiovanente sul suo corpo. Allo stesso tempo, la mortalità femminile per malattie cardiache, inclusi attacchi di cuore e microinfarti, è di 200-300 morti al giorno..

Contrariamente alla credenza popolare che un microinfarto non comporti gravi conseguenze, il 35% dei pazienti muore ogni anno, solo in Russia. Il numero di casi di microinfarto e infarto è approssimativamente lo stesso, in un rapporto 50/50. È asintomatico circa il 15-20%. Secondo stime mediche, una persona su cinque con malattia coronarica ha avuto un microinfarto e non ne è nemmeno a conoscenza.

Cause di un microinfarto

Il microinfarto, simile a un infarto, è una conseguenza delle lesioni vascolari da depositi aterosclerotici. Prima di tutto, il danno si riflette nei vasi coronarici e coronarici, che forniscono la circolazione sanguigna cardiaca. La placca si forma nella membrana del vaso, che può staccarsi, ostruire il vaso e causare danni all'area del cuore, per la quale è responsabile dell'afflusso di sangue..

La ragione può essere cambiamenti morfologici e funzionali nel vaso stesso, disturbi metabolici, in particolare, come l'ipercolesterolemia e il diabete mellito. La malattia può essere provocata da una maggiore adesione e aggregazione del collegamento piastrinico nelle cellule del sangue, ipertensione. Anche abuso di alcol, fumo, duro lavoro fisico, stress mentale prolungato. Di conseguenza, il cuore ha bisogno di sempre più ossigeno, i suoi bisogni non sono pienamente soddisfatti, il cuore è soggetto a spasmi. La conseguenza è lo sviluppo di un attacco di cuore.

Tutti i fattori eziologici sono strettamente correlati, interagiscono tra loro e aggravano la condizione.

Fattori di rischio

Il gruppo a rischio comprende persone che soffrono di ischemia o che hanno questa patologia in una storia familiare. Il rischio aumenta con aterosclerosi, disturbi emorragici, malattie concomitanti. I disturbi metabolici, in particolare l'obesità, il diabete mellito, influenzano negativamente le condizioni del muscolo cardiaco. Con la pressione alta, il colesterolo alto nel sangue, il rischio di malattie aumenta in modo significativo. Se una persona ha avuto un attacco di cuore, il rischio di recidiva e di un attacco cardiaco esteso aumenta in modo significativo.

Le persone che hanno una soglia del dolore bassa, così come le persone che soffrono di dipendenza da alcol e droghe (farmaceutiche), persone con diabete, ex combattenti e pugili sono a rischio di perdere un attacco di cuore. Tutte queste categorie di persone hanno una soglia del dolore bassa. Se il sistema nervoso è colpito o ci sono disturbi mentali, una persona potrebbe anche non notare un microinfarto.

Patogenesi

La patogenesi si basa sui disturbi funzionali della circolazione sanguigna nel corpo. Il processo è innescato da un'ischemia prolungata, quindi il lume dell'arteria cardiaca diventa eccessivamente stretto. Si sviluppano lesioni necrotiche. I tessuti subiscono gravi alterazioni irreversibili. A poco a poco, le cellule muoiono. Di conseguenza, il tessuto cicatriziale si forma nel sito del danno..

Sintomi di un microinfarto

Un microinfarto può manifestarsi come un attacco. Ma il suo pericolo sta nel fatto che può essere asintomatico. In questo caso, una persona può provare solo una leggera debolezza, senza collegarla alla probabilità di un infarto..

Il dolore può indicare un microinfarto. La localizzazione e l'intensità del dolore varia in modo significativo da lieve a intenso, penetrante. In alcuni casi, può anche essere indolore. Un dolore acuto e penetrante, paragonabile a una ferita da coltello, indica inequivocabilmente un microinfarto. Il dolore può premere, bruciare, dare a varie zone, anche le scapole e l'addome. A volte si avverte dolore alle braccia, alle gambe, al collo. Spesso il dolore colpisce il viso, mentre le principali sensazioni dolorose sono localizzate nella mascella inferiore.

Spesso, quando si verifica il dolore, le persone con malattie cardiache dissolvono una compressa di nitroglicerina. Se la pillola è inefficace, non c'è dubbio che si sia verificato un microinfarto. Il sudore freddo, una grave debolezza in tutto il corpo sono segni sicuri di un microinfarto. Successivamente, questi sentimenti vengono sostituiti da una sensazione di paura, panico, ansia. Spesso sorge la paura della morte, che è nella natura di un attacco di panico. In un secondo momento, si verifica un aumento della temperatura, che può indicare processi necrotici nel cuore.

Primi segni

Di solito i primi segni sono dolore allo sterno, intorpidimento delle braccia, gambe, dolore che si diffonde al collo, al viso e alle braccia. Vertigini, sudorazione profusa, tremore nel corpo e una sensazione di paura indicano certamente un microinfarto. Qualsiasi dolore nella regione del cuore dovrebbe allertare, poiché un microinfarto può essere asintomatico.

Sentimenti con un microinfarto

In termini di sensazioni fisiche, c'è una sensazione di dolore, bruciore al petto, pressione e mancanza di respiro. Si avverte come il dolore si diffonde dal cuore allo sterno, colpisce il collo, le braccia, il viso. Il dolore è localizzato nell'area della mascella inferiore. Se questo attacco dura più di 20 minuti, nel cuore si verifica già un danno irreversibile ai tessuti..

Tradizionalmente, il dolore di qualsiasi natura e intensità, che dura più di 20 minuti, è già motivo per una chiamata immediata a un'ambulanza. Ma questo è estremamente raro tra i cittadini "coscienziosi", quindi spesso il microinfarto viene portato sulle gambe. Anche se non si verifica lo sviluppo di un microinfarto, tali sintomi indicano già un attacco prolungato di angina pectoris, che è una condizione di "pre-infarto". A volte con un microinfarto non c'è sensazione, quindi una persona potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della malattia precedente.

Con particolare attenzione è necessario monitorare la propria salute per le persone con una soglia del dolore ridotta, così come le persone con diabete, poiché anche loro non sentono completamente il dolore.

Se consideriamo le sensazioni mentali, vale la pena notare che c'è una sensazione di panico, paura. Nella maggior parte dei casi, c'è paura della morte, disperazione, incapacità di intraprendere qualsiasi azione.

Microinfarto nelle donne

È molto più facile per le donne non notare un attacco di cuore che per gli uomini. È per questo che la maggior parte delle donne subisce un attacco di cuore alle gambe. Le donne tendono ad attribuire le manifestazioni di un microinfarto a uno stato emotivo instabile, tensione nervosa, conseguenze di un esaurimento nervoso o disturbi ormonali.

Pertanto, è necessario esaminare con particolare attenzione le proprie condizioni. Il minimo dolore e disagio nell'area del muscolo cardiaco dovrebbe essere motivo di preoccupazione, in quanto potrebbe indicare un microinfarto. Nelle donne, un infarto è più spesso accompagnato da congelamento e intorpidimento delle dita (una conseguenza dei disturbi circolatori). Può comparire edema, particolarmente intenso agli arti. Si rompono le articolazioni, tutto questo è accompagnato da ansia, paura. La sudorazione aumenta notevolmente.

Le caratteristiche anatomiche e morfologiche del corpo femminile contribuiscono al dolore allo stomaco. Ciò è dovuto alla posizione più alta del diaframma, che contribuisce all'irradiazione del dolore. Anche l'emicrania persistente sullo sfondo dell'ipertensione può essere un'indicazione indiretta.

Microinfarto negli uomini

È più difficile per la parte maschile della popolazione non notare un microinfarto, poiché è accompagnato da un forte dolore al cuore. Inoltre, si osserva dolore al petto, diffuso ad altri organi interni. Possono comparire sintomi che vengono spesso confusi con il raffreddore: malessere generale, mal di testa, dolori articolari, debolezza, sudorazione profusa. La durata dell'attacco dura almeno 45 minuti.

C'è un improvviso dolore bruciante nella regione del cuore, il più delle volte sul lato sinistro. Il dolore si irradia alle scapole, alla spalla o alla mascella. Le labbra diventano blu, i tremori compaiono nell'area del triangolo naso-labiale. Compaiono mancanza di respiro, vertigini e persino perdita di coscienza. C'è anche un decorso asintomatico della malattia.

Pressione di microinfarto

Con un microinfarto, la pressione sanguigna può essere sia normale che compromessa. In media, vi è una diminuzione o un aumento degli indicatori di 20 unità al di sotto o al di sopra della norma. Tutto dipende dal tipo di microinfarto.

Dove ti fa male?

Fasi

Ci sono 4 fasi nello sviluppo dell'infarto miocardico.

Il primo stadio è chiamato ischemia, è il periodo più acuto, durante il quale il vaso sanguigno è ostruito, l'apporto di ossigeno al tessuto cardiaco viene interrotto. La clearance si riduce di circa il 70% o più. Questa fase si sviluppa per un tempo piuttosto lungo. ha conseguenze reversibili.

Il secondo - lo stadio della necrobiosi, è un periodo acuto di infarto miocardico. Ciò danneggia le cellule del tessuto cardiaco. La durata di questa fase è di 4-8 ore..

Il terzo stadio è il periodo subacuto, durante il quale l'area necrotica muore. A questo punto, la temperatura potrebbe aumentare. Di solito i dolori compaiono in questa fase, se prima non c'erano..

Nella quarta fase, le cellule morte vengono sostituite dal tessuto connettivo, si forma una cicatrice. Inizia un graduale ripristino della capacità lavorativa del miocardio. Occorrono 1-2 mesi per formare una cicatrice.

Le forme

Oltre alla forma tradizionale di un microinfarto, in cui si osservano i segni di un infarto, può avere altre forme. Esistono i seguenti tipi principali di microinfarto:

  • microinfarto asmatico - un tipo in cui si osserva mancanza di respiro, a volte ci sono segni di soffocamento. La frequenza cardiaca aumenta, si sviluppa edema polmonare. Questa forma è spesso indolore, tipica delle persone anziane e si sviluppa sullo sfondo di altre patologie cardiache. Spesso confuso con l'asma, insufficienza polmonare, poiché il sintomo principale è il soffocamento;
  • la forma addominale o gastralgica è più spesso osservata nelle donne e provoca dolore nella regione del cuore, dietro lo sterno. C'è una diffusione del dolore nella zona dello stomaco, che è accompagnata da nausea, vomito, disturbi dispeptici. Spesso confuso con sintomi addominali acuti. Un errore può costare molto: iniziano a eseguire misure di emergenza per il trattamento dello stomaco, eseguono lavaggi, pulizie, il paziente è preparato all'intervento chirurgico e spesso anche a operare senza successivamente rivelare patologie;
  • il microinfarto aritmico è accompagnato da aritmie, che spesso costringono il paziente a consultare un cardiologo;
  • la forma cerebrale è associata a una ridotta circolazione sanguigna nel cervello. Tutto questo è accompagnato da emicrania, un disturbo dei riflessi di base. Anche la sensibilità è ridotta, si osservano anomalie mnestiche.

Esistono molte forme atipiche di infarto, in cui è presente la sindrome del dolore, che si trova, ad esempio, nella parte posteriore, negli arti.

Microinfarto alle gambe

Un microinfarto, soprattutto se procede senza sintomi, potrebbe non essere notato. Molti pazienti vengono a conoscenza della malattia mentre si sottopongono a un elettrocardiogramma e prima non lo sospettavano nemmeno. Anche quando si osservano sintomi, di solito sono associati ad altre malattie o semplice malessere. Spesso c'è un dolore acuto nella regione del cuore o è completamente assente. Nausea, sensazione di pressione, malessere generale sono spesso associati a lieve avvelenamento, disturbi gastrointestinali, piuttosto che a microinfarto. Più spesso le donne subiscono un infarto alle gambe, poiché sentono meno dolore. La condizione può stabilizzarsi da sola o possono insorgere complicazioni..

Microinfarto cerebrale

Il motivo principale è una forte violazione della circolazione sanguigna e della carenza di ossigeno nel cervello, che è accompagnata da danni ai vasi sanguigni. Ciò causa una mancanza di sostanze nutritive, avvelenamento con i metaboliti. Di conseguenza, i vasi subiscono disturbi morfologici e funzionali e si osservano lesioni vascolari aterosclerotiche. Le proprietà di base del cambiamento del sangue, i disturbi emodinamici in generale si verificano.

Un microinfarto cerebrale è indicato da forte mal di testa, vertigini, sudorazione profusa, tinnito, debolezza e tremori alle braccia e alle gambe. La conseguenza di un microinfarto può essere una violazione della vista, della parola. Una persona perde la capacità di formulare chiaramente i suoi pensieri, le parole sono spesso usate in modo errato, la parola può essere illeggibile e incomprensibile per gli altri. La memoria può essere fortemente compromessa, una persona perde la capacità di navigare nello spazio e nel tempo.

La natura della patologia può dipendere da quale parte del cervello è interessata. I sintomi più gravi si verificano quando il tronco cerebrale è colpito e, di conseguenza, possono svilupparsi condizioni pericolose per la vita. C'è paralisi dei muscoli respiratori, collasso, reazione termica.

Il trattamento si basa sui principi della neuroprotezione, in cui la terapia è volta a ripristinare la circolazione sanguigna alterata nel cervello e sopprimere il processo infiammatorio locale.

Microinfarto miocardico

Nonostante il fatto che solo un'area separata del cuore sia danneggiata, un microinfarto è una patologia grave che richiede un trattamento e una riabilitazione a lungo termine. Circa il 36% dei decessi è dovuto a microinfarti. Può andare via con sintomi, dolore o forse nessun sintomo. I più suscettibili alla malattia sono le persone di età compresa tra 36 e 65 anni. Se non trattata, potrebbero verificarsi ricadute o massicci attacchi di cuore e persino morte improvvisa..

Microinfarto della parete posteriore del ventricolo sinistro

È caratterizzato dalla necrosi delle cellule e dei tessuti del ventricolo posteriore. Si verifica quando la circolazione sanguigna è disturbata per un periodo superiore a 20-30 minuti. Spesso si verifica a seguito della deposizione sulla parete posteriore di sostanze proteiche (fibrine). Il rischio maggiore di sviluppare questa patologia ricade sui cittadini di età compresa tra i 45 ei 50 anni, poiché tendono a formare depositi naturali su vari organi interni. La causa principale è la formazione di colesterolo nel sangue, con conseguente blocco vascolare e ridotta circolazione sanguigna.

La diagnosi di questa patologia si basa su un elettrocardiogramma. Ma di solito indica solo la presenza di angina pectoris. Pertanto, durante l'esame, è molto importante intervistare il paziente, raccogliendo le sue sensazioni soggettive. Una reazione alla nitroglicerina può essere un'importante caratteristica diagnostica. Con un microinfarto, la nitroglicerina non allevia il dolore.

Anche il trattamento è abbastanza difficile. Prima di tutto, è eziologico, cioè mira ad eliminare la causa della malattia. Quindi il dolore viene interrotto e i sintomi della malattia vengono alleviati. Le misure sono spesso utilizzate per migliorare l'emodinamica, aumentare il lume dei vasi sanguigni, la lisi dei coaguli di sangue e prevenirne l'ulteriore formazione. Usa anticoagulanti, trombolitici. Un aspetto importante è la fornitura di saturazione di ossigeno del corpo. A tale scopo viene utilizzata l'ossigenoterapia..

Questo tipo di infarto è pericoloso con complicazioni. Il tipo più pericoloso di complicanze è la rottura del cuore, che si verifica immediatamente dopo la lesione in assenza di tessuto cicatriziale. La rottura si verifica a causa della necrosi dell'intera parete posteriore del cuore. Il divario termina con la morte istantanea. Anche il tromboembolismo è pericoloso, in cui un coagulo di sangue entra nel flusso sanguigno dal cuore e può causare il blocco di qualsiasi vaso e ulteriore infarto o ictus.

La prognosi dipende dal grado e dalla profondità della lesione della parete posteriore, nonché dalla rapidità con cui sono state prese le misure. La mancanza di cure e riabilitazione è irta di ricadute della malattia e complicazioni. La prevenzione si riduce a uno stile di vita sano e all'abbandono delle cattive abitudini. È importante sottoporsi a esami preventivi in ​​modo tempestivo e visitare un cardiologo.

Microinfarto renale

La ragione principale per lo sviluppo del microinfarto renale è una forte violazione della circolazione sanguigna, un coagulo di sangue, che ostruisce il lume della nave. Si manifesta sotto forma di un dolore acuto e tagliente. Per il trattamento vengono utilizzati farmaci che riducono la pressione, vasodilatatori. Le medicine sono importanti per mantenere l'equilibrio salino del corpo. Sono necessari anche antibiotici, poiché il processo necrotico nei reni è accompagnato da infiammazione e da un processo infettivo. I bambini vengono sottoposti a emodialisi.

Microinfarto in un sogno

Gli attacchi si verificano spesso durante il sonno. C'è un dolore acuto nel cuore. Dopo di ciò, una persona di solito si sveglia, sente intorpidimento alle braccia, alle gambe e non può muoversi per molto tempo. Dopo questo, potresti provare una sensazione di panico, paura, battito cardiaco accelerato, forte mal di testa. Potrebbe esserci una sensazione di mancanza di respiro, soffocamento. Può essere accompagnato da sudore freddo, tremori, paura della morte. Inoltre, questo è spesso preceduto da un sogno in cui si sogna che qualcuno affonda un coltello nel cuore o spari un colpo nel cuore. Di conseguenza, si avverte un forte dolore, dal quale la persona si sveglia. Ciò accade particolarmente spesso con l'angina pectoris, intorno alle 4-5 del mattino.

Complicazioni e conseguenze

Più tempo passa dopo il microinfarto trasferito, maggiori sono le conseguenze e le complicazioni che si sviluppano. Nelle fasi iniziali, la pressione diminuisce, il flusso sanguigno rallenta. Ciò contribuisce al verificarsi di mal di testa, nausea e provoca spasmi. Le prime conseguenze includono edema polmonare, fenomeni spasmodici. C'è una violazione del ritmo del cuore, si verifica la trombosi e la circolazione sanguigna è disturbata. Di conseguenza, si verifica la miocardiosclerosi, le valvole cardiache si deformano, la parete miocardica diventa più sottile e sporge. Se hai già una malattia cardiaca, peggiora.

Un microinfarto, se viene fornito il trattamento corretto, può terminare favorevolmente, il tessuto si riprenderà completamente. E in assenza del trattamento necessario, può avere complicazioni, ad esempio: morte improvvisa, edema polmonare, rottura del cuore, tromboembolia, che spesso sono fatali.

Dopo circa un mese possono manifestarsi complicazioni come cardiosclerosi, insufficienza cardiaca, aneurisma, embolia, aritmia..

Perché il microinfarto è pericoloso??

Il microinfarto è pericoloso perché si verifica un danno necrotico al tessuto cardiaco, in cui le cellule e le aree danneggiate muoiono. Ciò può provocare insufficienza cardiaca. Il microinfarto più pericoloso è che se il tessuto non si riprende, può verificarsi la rottura del cuore, che è accompagnata da morte improvvisa. Possono verificarsi anche molte altre complicazioni altrettanto pericolose. Il rischio di sviluppare un attacco cardiaco esteso, aumenta la ricaduta.

Quanti microinfarti possono esserci?

Possono esserci molti microinfarti, a condizione che ci siano aree intatte di tessuto cardiaco sul cuore. Di solito, dopo 4-5 microinfarti, si verifica un attacco cardiaco esteso. Le conseguenze sono imprevedibili.

Microinfarto ripetuto

Accadono abbastanza spesso, poiché un microinfarto trasferito in precedenza forma un terreno fertile per tutti quelli successivi. I sintomi e le cause sono simili a quelli primari. Trattamento obbligatorio e riabilitazione richiesti.

Diagnostica microinfarto

Per diagnosticare, è necessario consultare un cardiologo che prescriverà gli esami di laboratorio necessari, prescriverà un esame strumentale.

Come riconoscere un microinfarto da soli?

È abbastanza difficile riconoscere la malattia da soli. A volte anche i medici non possono fare immediatamente una diagnosi corretta, poiché i dati dell'elettrocardiogramma possono essere molto contraddittori. In questi casi, sono necessarie ulteriori ricerche. Il cardiogramma potrebbe non indicare nemmeno la presenza di un microinfarto se l'area interessata è insignificante.

Analisi

Il principale test di laboratorio è un esame del sangue biochimico, che mostra un aumento dei livelli di mioglobina. Si manifesta anche una maggiore attività della creatinina fosfochinasi, lattato deidrogenasi e troponina. Un aumento della VES indica un'infiammazione..

Diagnostica strumentale

Per fare una diagnosi, sono necessari i risultati di un elettrocardiogramma, un ecocardiogramma e analisi del sangue. Inoltre, viene effettuato il monitoraggio quotidiano degli indicatori dell'elettrocardiogramma. Viene spesso utilizzata l'ecografia del cuore, che consente di esaminare la capacità contrattile del cuore. All'ecografia è possibile visualizzare l'area in cui le contrazioni sono indebolite o completamente assenti. Ciò indica un danno parziale al tessuto cardiaco o una necrosi completa.

Microinfarto all'ECG

Nella maggior parte dei casi, i cambiamenti nell'elettrocardiogramma non indicano direttamente un microinfarto. Ma indicano processi ischemici nel tessuto cardiaco, il che rende possibile sospettare un microinfarto e condurre un ulteriore esame chiarificatore. Un attacco cardiaco esteso può riflettersi sull'ECG, sotto forma di un cambiamento nell'onda Q, che cresce intensamente.

Cosa deve essere esaminato?

Come esaminare?

Diagnosi differenziale

Il microinfarto è differenziato dai disturbi metabolici, dall'ipopotassiemia e dalla pancreatite. Per questo, viene utilizzato un test del potassio. La conclusione è che al paziente viene somministrato cloruro di potassio da bere. Prima che il paziente beva il farmaco, gli viene somministrato un elettrocardiogramma. Dopo che ha bevuto, viene eseguito un secondo elettrocardiogramma. Le letture S-T cambiano solo in presenza di ischemia, che indica un infarto. In altri casi, non si verificano modifiche.

Qual è la differenza tra un infarto e un microinfarto?

Il microinfarto nella sua patogenesi e meccanismo di sviluppo è lo stesso infarto, ma solo la zona di danno al tessuto cardiaco è significativamente inferiore. Se il tempo del microinfarto è insignificante, è possibile ripristinare la struttura e la funzione del tessuto cardiaco, cosa estremamente rara in caso di infarto esteso..

Chi contattare?

Trattamento di un microinfarto

Il trattamento di un microinfarto è identico a quello di un attacco di cuore. In molti modi, il trattamento dipende dal fatto che la persona abbia seguito il regime richiesto o abbia subito un infarto alle gambe. Le tattiche di trattamento sono scelte dal medico, in base ai risultati delle analisi e degli studi strumentali. Il metodo di trattamento è in gran parte determinato dall'età del paziente, dalla localizzazione del processo necrotico, dalle malattie concomitanti.

Nel periodo acuto, il trattamento può essere effettuato in un'unità di terapia intensiva. Prima di tutto, il dolore viene interrotto, quindi la pressione sanguigna viene normalizzata e il ritmo cardiaco viene stabilizzato. Vengono utilizzati anche metodi chirurgici. Dopo il trattamento, viene eseguita la riabilitazione a lungo termine. Prima in condizioni stazionarie, poi all'esterno. L'ossigenazione del muscolo cardiaco ha un effetto positivo.

In nessun caso puoi dedicarti all'automedicazione, poiché con la minima inosservanza dei principi del trattamento, puoi ottenere un secondo microinfarto. Il paziente deve capire che dopo un microinfarto, dovrà assumere farmaci per il resto della sua vita, come anticoagulanti, agenti antipiastrinici. Se necessario, assumere statine, farmaci antiaritmici, farmaci antipertensivi. Il paziente deve essere consapevole che quando si verifica dolore al cuore, deve essere assunto nitroglicerina o altri agenti antidolorifici. Dovresti ridurre al minimo i movimenti e chiamare un'ambulanza il prima possibile. Di solito in questi casi, una persona viene ricoverata in ospedale, anche se il microinfarto non si sviluppa.

Medicinali

Per un attacco di cuore, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • tenecteplase è un farmaco che viene somministrato per via endovenosa in 5-10 secondi. La dose dipende dal peso corporeo, ma non deve superare i 50 mg di principio attivo. È usato per trattare i disturbi circolatori del cervello e del cuore. Per aumentare l'efficienza, viene utilizzato in combinazione con eparina;
  • per prevenire la formazione di coaguli di sangue, viene somministrata eparina. Il farmaco viene somministrato almeno durante il giorno. Il dosaggio dipende anche dal peso corporeo. Con una massa superiore a 65, vengono somministrate circa 4000 unità del farmaco. Velocità di infusione - 50-75 sec.;
  • per fluidificare il sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue, viene utilizzato ASA. Il dosaggio iniziale è di 150-300 mg, se necessario, può essere aumentato.
  • Il propranorolo è prescritto per attacchi di cuore, disturbi del ritmo cardiaco e ischemia. Inizia con 20 mg tre volte al giorno. A poco a poco, il dosaggio può essere aumentato a 120 mg al giorno. La durata del trattamento è di 3-5 giorni.

Pronto soccorso per microinfarto

Il primo soccorso consiste nell'immobilizzare il paziente, che aiuterà a localizzare la lesione. È importante che ci sia accesso all'aria aperta e che non ci siano vestiti imbarazzanti. È imperativo alleviare il dolore assumendo nitroglicerina. Per non aggravare la situazione, è necessario prima misurare la pressione sanguigna, poiché la nitroglicerina non può essere utilizzata a bassa pressione. Se non è possibile misurare la pressione, è necessario limitarsi a una compressa. Chiama un'ambulanza il prima possibile, mentre informi il centralinista che la vittima ha un attacco di cuore. In questo caso, un team specializzato verrà alla chiamata per fornire cure cardiache..

Vitamine

Durante il periodo di recupero e riabilitazione, al paziente vengono mostrate vitamine che possono aumentare significativamente le difese dell'organismo, mobilitare le riserve interne per ripristinare il corpo. Si consiglia di assumere vitamine nel seguente dosaggio giornaliero:

  • Vitamina PP - 60 mg
  • Vitamina H - 150 mg
  • Vitamina C - 500-1000 mg
  • Vitamina E - 25 mg.

Trattamento fisioterapico

Per il ripristino vengono utilizzate varie procedure. Ad esempio, l'elettroforesi, che colpisce il corpo con microcorrenti. Con l'aiuto dell'elettroforesi, vengono somministrati farmaci. Ciò consente al farmaco di penetrare più in profondità nei tessuti in un periodo più breve. Di conseguenza, è richiesto un dosaggio molto inferiore del farmaco.

Trattamento alternativo

I rimedi popolari possono avere un effetto positivo sul muscolo cardiaco, accelerare il processo di recupero. Consigliato per l'uso come parte di una terapia complessa.

  • Infuso di Adone

Per angina pectoris, attacchi di cuore, aritmie, si consiglia di prendere un infuso di erba adone. Per cucinare, devi tritare finemente l'erba, metterla sul fondo di un barattolo da mezzo litro. Versaci sopra la vodka. Insisti in un luogo buio. Prendi 8 gocce tre volte al giorno.

  • Raccolta nutriente

Per cucinare si consiglia di assumere quantità approssimativamente uguali di albicocche secche, uvetta, prugne e noci. Mescolare, quindi macinare in un tritacarne. Aggiungere il miele, il succo di aloe alla miscela. Lascia in infusione per 3 giorni, quindi puoi prenderne un cucchiaio al giorno. Satura il corpo di vitamine, si riempie di vitalità, accelera i processi di recupero nel corpo.

  • Miscela fortificata

Mescolare viburno, fragole e mirtilli in parti uguali. Macinare attraverso un tritacarne, aggiungere il miele. Aggiungere il succo di mezzo limone, 15 grammi di cannella, lo zenzero grattugiato. Insistere 3 giorni. Quindi consumare 1 cucchiaio al giorno. Accelera il recupero, purifica il sangue, ripristina la frequenza cardiaca.

Trattamento a base di erbe

Versare un cucchiaino di mughetto di maggio con un bicchiere di acqua bollente, lasciare agire per circa un'ora. Successivamente, filtrare, bere 1 cucchiaio più volte al giorno. Aiuta a ripristinare la frequenza cardiaca, aiuta ad eliminare mancanza di respiro, dolore.

Prendi la radice della valeriana medicinale, versa un bicchiere di acqua bollente. Dopo che il brodo è stato infuso, prendi 2-3 cucchiai al giorno se hai mal di testa, sensazione di paura, ansia, mancanza di respiro, sintomi di insufficienza cardiaca.

Con dolore al cuore, maggiore ansia, sonno scarso, puoi usare il tè a base di foglie di menta, rami di lampone e tè di salice. L'erba viene mescolata in proporzioni approssimativamente uguali e quindi preparata in una teiera. Può essere bevuto tutto il giorno come tè, in quantità illimitate.

Omeopatia

I rimedi omeopatici hanno meno effetti collaterali rispetto ai farmaci. Gli effetti collaterali di solito si manifestano con un uso eccessivo o una combinazione errata di farmaci. Va ricordato che molti rimedi omeopatici hanno un effetto cumulativo, cioè hanno un effetto solo dopo la fine completa del ciclo di trattamento. È importante osservare le precauzioni: consultare un medico prima di iniziare la terapia. Dovrebbe essere incluso nella terapia complessa.

  • Raccolta cardiaca

Prendi l'efedra, il pan di zenzero europeo e la camomilla, mescola in rapporto 1: 1: 2, inforna in mezzo litro di acqua bollente. Insistere, quindi consumare mezzo bicchiere due volte al giorno. Allevia la mancanza di respiro, elimina il dolore e la rigidità nel cuore, nello sterno.

  • Miscela rinforzante

Prendi 100 grammi di burro, 50 grammi di grasso di nutria, zucchero, cacao, panna - mezzo bicchiere ciascuno, 8 tuorli d'uovo. Fate sciogliere il burro e lo strutto di nutria, aggiungete lì mescolando lentamente tutti gli altri ingredienti, tranne i tuorli. Mescola fino a completa dissoluzione. Togliere dal fuoco, sbattere i tuorli. Mettere in un luogo fresco per solidificare. Prendi un boccone tre volte al giorno per le malattie cardiache, per prevenire gli attacchi di cuore.

  • Miscela riducente

Prendere 200 ml di grasso di tasso, mescolare con 50 ml di estratto di Echinazcea e 50 ml di estratto di Eleuterococco. Bere 1 cucchiaio tre volte al giorno per riprendersi da malattie cardiache infiammatorie, infarto, microinfarto.

  • Miscela detergente

Prendi 200 grammi di avena e 5 gusci d'uovo. Macina i chicchi di avena in un mortaio o macina in un tritacarne. Raffredda il guscio. Mescolare. Bere 1 cucchiaino, versando una leggera soluzione di acido citrico. Consumare la mattina. Promuove la pulizia dei vasi sanguigni, la rimozione delle tossine.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico prevede l'installazione di uno stent che impedirà il restringimento del lume nei vasi. Uno stent può essere descritto come un anello di ferro posizionato nel lume dei vasi coronarici. Il catetere accessorio impedisce al lume di restringersi, quindi l'afflusso di sangue rimane stabile. Questo è il modo più affidabile per prevenire ulteriori attacchi di cuore, poiché la circolazione sanguigna non può essere disturbata in linea di principio. Ma questo metodo di trattamento non può essere sempre applicato, poiché molte persone anziane, a causa dell'elevato numero di patologie concomitanti, non possono sottoporsi a chirurgia cardiaca. Questa operazione è adatta a giovani che possono riprendersi facilmente dall'operazione e che sono abbastanza sani per subirla..

Inoltre, con un attacco di cuore, viene eseguito l'innesto di bypass dell'arteria coronaria, in cui viene creata artificialmente un percorso sanguigno aggiuntivo, che bypassa il vaso ostruito da un coagulo di sangue..

Trattamento di un microinfarto a casa

In nessun caso dovresti impegnarti nell'automedicazione, poiché puoi solo farti del male. Il trattamento domiciliare si riduce alla stretta aderenza alle raccomandazioni del medico e ad un approccio serio alla riabilitazione. È necessario seguire la terapia di combinazione. I rimedi popolari possono essere usati solo in combinazione con la terapia tradizionale, a volte con la fisioterapia. È importante impegnarsi in esercizi di fisioterapia ed eseguire gli esercizi consigliati dal medico.

Recupero e riabilitazione dopo un microinfarto

La riabilitazione ha lo scopo di ripristinare il muscolo cardiaco e tornare alla vita normale. L'obiettivo è anche ripristinare la capacità di lavorare. È necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico, frequentare corsi di terapia fisica. L'esercizio dovrebbe essere svolto in stretta conformità con le istruzioni dell'istruttore. È importante osservare il tempo, il ritmo e il numero di ripetizioni richiesti. Il programma di riabilitazione fisica viene sviluppato individualmente. Dipende dalle caratteristiche della malattia, dalla sua forma, gravità e dallo stato attuale del paziente. Allo stesso tempo, vengono controllati la frequenza cardiaca, il polso, la frequenza respiratoria e la pressione. Il carico di dosaggio aumenta gradualmente, partendo dal minimo. Gli esercizi devono prima essere eseguiti rigorosamente sotto la supervisione dell'istruttore, quindi puoi eseguirli a casa, da solo. La riabilitazione può includere fisioterapia, massaggi, sessioni in piscina. Il nuoto o una cyclette sono rimedi efficaci.

La riabilitazione include passeggiate all'aperto. Sono particolarmente mostrate le passeggiate nella foresta di conifere, durante le quali il corpo è saturo di ossigeno, che ha un effetto positivo sul muscolo cardiaco. Dovresti smettere di fumare, bere alcolici. È importante assicurarsi che la pressione e il peso siano costantemente entro il range normale. Qualsiasi aumento o diminuzione di questi indicatori è stressante per il corpo e crea un carico aggiuntivo per il cuore. Devi controllare i tuoi livelli di colesterolo. Ci sono preparativi speciali per questo. È possibile tornare al lavoro dopo circa sei mesi, ma è opportuno evitare un'attività fisica intensa.

La vita dopo un microinfarto

La vita dopo un attacco di cuore continua se vengono prese misure tempestive, viene eseguito il trattamento completo e la riabilitazione. Di solito, a causa del fatto che l'area della lesione è insignificante, il corpo può compensare le funzioni perse per lungo tempo, in modo che una persona possa rimanere molto attiva, in cui la qualità della vita non ne risentirà affatto. Dopo un microinfarto, le persone sono costrette a prendere farmaci, seguire una dieta, mantenere uno stile di vita sano per molti anni e talvolta per tutta la vita. Spesso non è possibile eliminare completamente l'aritmia, si può sviluppare insufficienza cardiaca.

Compresse dopo microinfarto

Dopo un microinfarto, può essere necessaria una terapia farmacologica a lungo termine. Il paziente dovrebbe essere preparato al fatto che i farmaci dovranno essere presi per molto tempo, e talvolta anche per il resto della sua vita. Le statine sono più comunemente prescritte. Il loro utilizzo è finalizzato ad inibire un enzima che stimola la formazione del colesterolo. Di conseguenza, il livello di colesterolo nel corpo diminuisce. Esistono statine di quarta generazione, che mirano direttamente a mantenere il muscolo cardiaco dopo un infarto, con ischemia. Vengono anche prescritti farmaci trombolitici che prevengono la formazione di un coagulo di sangue e dissolvono quelli esistenti. Si consiglia di assumere anticoagulanti che fluidificano il sangue.

Nutrizione e dieta per il microinfarto

I pasti dovrebbero essere equilibrati, ma dietetici. Hai bisogno di mangiare molta frutta e verdura. Consigliamo cereali, pasta grossa, pane di segale o crusca. La carne e il pesce dovrebbero essere magri.

I latticini dovrebbero essere inclusi nella dieta con moderazione. Inoltre, i prodotti non dovrebbero essere grassi. Il contenuto di grassi non deve superare il 5%. Non c'è bisogno di usare burro, grasso, panna. La margarina è consentita in quanto non contiene colesterolo. La maionese, la panna acida deve essere completamente esclusa. Invece, è meglio consumare olio vegetale o olio d'oliva. In caso di infarto è utile bere vino rosso secco, dopo averlo diluito con acqua. Il cibo non dovrebbe essere troppo salato, poiché la falena trattiene l'umidità nel corpo. Di conseguenza, il carico sul cuore aumenta, la pressione aumenta..

La dieta implica l'esclusione dalla dieta di cibi che contengono grandi quantità di colesterolo. Si consiglia di mangiare prodotti macinati grossolanamente, pasta, riso integrale. È necessario includere più frutta e verdura fresca. Puoi mangiare carni magre, pesce, frutti di mare. Gli oli vegetali vengono utilizzati per il rifornimento. Questo esclude prodotti grassi, affumicati, marinate, sottaceti. Il consumo di patate dovrebbe essere ridotto al minimo.

Prevenzione

La prevenzione consiste principalmente nella diagnosi tempestiva della malattia. Per fare ciò, è necessario sottoporsi a regolari esami preventivi, per trattare in modo tempestivo le patologie identificate. Devi aderire a una corretta alimentazione, escludere cattive abitudini. Gli esercizi cardio, le passeggiate all'aria aperta sono importanti. Le lezioni di yoga e pilates hanno un effetto positivo. È importante apprendere le tecniche di corretta respirazione, rilassamento, autoregolazione. Oltre i 40 anni, si consiglia di assumere costantemente farmaci che aiutano a mantenere il normale stato funzionale del muscolo cardiaco. Se necessario, è necessario assumere farmaci che abbassano i livelli di colesterolo. Il corpo deve ricevere la quantità richiesta di vitamine, ossigeno.

Previsione

Fatte salve le raccomandazioni del medico, il trattamento, la riabilitazione, la prognosi è favorevole. Il tessuto cardiaco può recuperare completamente e compensare completamente le funzioni perse. Se l'attacco è passato inosservato ed è stato rilevato solo durante l'esame, si può presumere che il tessuto cardiaco si sia ripreso. In questo caso, puoi fare una prognosi favorevole. Il primo attacco può finire bene, ma il secondo ha quasi sempre complicazioni. In assenza di riabilitazione e cure adeguate, la prognosi è estremamente sfavorevole. Può verificarsi un attacco cardiaco esteso. In molti casi, i microinfarti ripetuti terminano con la morte..

Quanti vivono dopo un microinfarto?

Il microinfarto è una malattia con cui puoi convivere per molti anni. Ma soggetto a trattamento e recupero tempestivi. Dopo un microinfarto, è necessario prendere tutte le misure preventive volte a ripristinare il muscolo cardiaco e prevenire ripetuti attacchi di cuore. Poiché un microinfarto ripetuto può trasformarsi in un infarto massiccio ed essere fatale.


Articolo Successivo
Come trattare il prolasso della valvola mitrale