Trombosi emorroidaria


Cos'è la trombosi emorroidaria? Le cause dell'insorgenza, la diagnosi ei metodi di trattamento saranno analizzati nell'articolo del dottor Bogdanov D.V., un proctologo con 19 anni di esperienza.

Definizione di malattia. Cause della malattia

La trombosi delle emorroidi è una condizione acuta sullo sfondo delle emorroidi croniche o per la prima volta sullo sfondo del completo benessere. È sempre una condizione dolorosa che si manifesta:

  1. la formazione di coaguli di sangue (ematomi) nelle emorroidi della zona perianale;
  2. caduta e quindi violazione dei nodi abbandonati;
  3. cambiamenti necrotici di varia gravità in nodi patologicamente alterati;
  4. spasmo dello sfintere anale, che accompagna la trombosi nella stragrande maggioranza dei casi.

La trombosi delle emorroidi, alias emorroidi acute, alias tromboflebite emorroidaria acuta, è uno stadio acuto, una fase della malattia emorroidaria (GB). [12]

Le ragioni per la comparsa di cambiamenti trombotici nei plessi cavernosi del canale anale possono essere:

  • trauma alle emorroidi con feci dense;
  • infiammazione dei nodi e dei tessuti perianali a seguito di proctosigmoidite;
  • abuso di forti bevande alcoliche, cibi piccanti e piccanti;
  • situazioni con un forte aumento della pressione intra-addominale: sollevamento pesi, parto, gravidanza;
  • episodi di aumento della pressione sanguigna a valori elevati (superiori a 160/100 mm Hg);
  • esacerbazione delle emorroidi croniche causate da fattori provocatori.

La rapida formazione di trombi del plesso cavernoso, la crescita dell'edema è facilitata dalle peculiarità della loro struttura. Le emorroidi sono numerose cavità con pareti di tessuto muscolo-connettivo, abbondantemente fornite di arterie intramurali. Il flusso sanguigno arterioso intenso, anche attraverso shunt artero-venosi, con tendenza al restringimento riflesso delle venule e conseguente diminuzione del deflusso, porta alla formazione di coaguli di sangue nelle cavità all'interno dei plessi. [5] [7] Uno dei "colpevoli" di tali cambiamenti nei seni è chiamato un aumento patologico del livello di acetilcolina, catecolamine. Molti studi hanno rilevato una spiccata attività del processo cellulare produttivo [8] nei seni cavernosi dell'intestino distale. È stato in loro che durante la ricerca sono stati trovati trombi ricanalizzati, trombi con diversa età di formazione, che praticamente non si verificano nelle vene varicose ordinarie. [6] [7]

Sintomi di trombosi emorroidaria

Dolore. Si colloca al primo posto tra le manifestazioni di emorroidi acute (secondo le valutazioni soggettive dei pazienti). La gravità della sindrome del dolore è di natura individuale, di solito è descritta come pressante, esplosiva. Il dolore è peggiore quando si è seduti su un duro, quando si cammina. Per paura del dolore acuto, i pazienti possono astenersi dalla defecazione.

La comparsa di una massa dolorosa nell'ano. Una formazione arrotondata nella posizione delle emorroidi, densa, di colore bluastro, appare relativamente rapidamente (in poche ore).

Emorroidi prolasso.

Sanguinamento. Appare quando viene violata l'integrità della mucosa o della pelle. A volte può essere abbondante, può essere difficile soccombere a metodi conservativi di emostasi (l'uso di supposte, unguenti, flebotonica, raffreddore locale, ecc., Non aiuta molto). [2]

Aumento della temperatura corporea. Sorge come reazione generale del corpo in risposta all'infiammazione dei tessuti nella zona perianale. L'ipertermia accompagna tali complicanze della trombosi acuta come l'infiammazione del tessuto perrettale.

Spasmo riflesso dello sfintere anale (notato nella maggior parte dei casi).

Patogenesi della trombosi emorroidaria

I principali collegamenti nella formazione delle emorroidi sono: fattori meccanici e vascolari.

  • La debolezza del tessuto connettivo nell'apparato legamentoso-muscolare (compresi i legamenti di Parks), il suo eccessivo allungamento e compliance portano alla ritenzione dei plessi cavernosi patologicamente alterati all'interno del retto, i nodi vengono spostati verso l'esterno e cadono nel lume dell'ano - il cosiddetto fattore meccanico.
  • Violazione dell'emodinamica nelle vene del plesso emorroidario. L'espansione dei plessi, una diminuzione del tono venoso porta a una diminuzione del deflusso di sangue dai nodi, uno squilibrio tra il volume del sangue in entrata e il deflusso porta a un ulteriore allungamento eccessivo delle pareti del plesso cavernoso, cambiamenti distrofici in essi - questa è la teoria vascolare dello sviluppo delle emorroidi. Il fallimento nei processi di regolazione nervosa del tono vascolare è di fondamentale importanza..

La sequenza di comparsa dei fattori predisponenti può essere qualsiasi, ma in ogni caso esiste una combinazione di essi con diversi gradi di gravità.

La presenza di fattori di rischio (fattori predisponenti) non porta necessariamente alla comparsa di emorroidi acute, ma sotto l'influenza di circostanze provocatorie sul "terreno preparato", viene attivato il meccanismo patologico, si verifica la trombosi delle emorroidi. I fattori provocatori sono già stati elencati sopra: si tratta di situazioni stressanti e sforzo fisico, gravidanza, parto, violazione della dieta (consumo di cibi piccanti e amari), "busto" con alcol, tè e caffè forti, esacerbazione dell'ipertensione, costipazione cronica, soggiorno prolungato in posizione forzata (lavoro sedentario), tumori della cavità addominale e del sistema genito-urinario (fibromi, adenomi), improvvisi cambiamenti di peso, uso frequente di clisteri, cirrosi epatica, ecc.).

La presenza di fattori predisponenti + situazioni scatenanti (eventi provocatori) - e nei plessi cavernosi patologicamente dilatati del retto si forma un trombo, seguito da infiammazione delle pareti venose e dei tessuti sottostanti. Di conseguenza, grave gonfiore e sindrome del dolore. A volte la forza dei fattori provocatori è sufficiente per la comparsa di trombosi acuta in persone completamente sane che non hanno avuto in precedenza cambiamenti nelle pareti vascolari e disturbi emodinamici.

In 4 casi su 5, la tromboflebite dei nodi si verifica sullo sfondo della malattia emorroidaria esistente come sua esacerbazione. Il restante 20% è un processo di nuova diagnosi, avviato improvvisamente.

È dimostrata una predisposizione genetica allo sviluppo della malattia emorroidaria, caratteristiche strutturali: le dimensioni e la forma del plesso cavernoso, le opzioni per il fissaggio dei nodi nello strato sottomucoso. La natura del flusso sanguigno nei corpi cavernosi e la peculiarità della regolazione nervosa nei tessuti: tutto ciò può essere presente in un individuo dalla nascita e portare a frequenti tromboflebiti delle vene emorroidarie se esposto a condizioni sfavorevoli che passano con completa impunità per altre persone. Negli individui predisposti, nella fase dell'embriogenesi, viene posta la patologia del plesso cavernoso, che successivamente porta alla comparsa di una quantità anormale di vasa vasorum nelle pareti delle vene e alla sostituzione della componente muscolare delle pareti con tessuto connettivo. [3]

La causa non ereditaria dei cambiamenti degenerativi-distrofici nei tessuti della zona perianale sono le emorroidi croniche.

Classificazione e fasi di sviluppo della trombosi emorroidaria

Sulla base della localizzazione del processo patologico, ci sono:

  • Emorroidi acute di nodi esterni;
  • Emorroidi acute dei nodi interni;
  • Tromboflebite combinata dei nodi (diagnosticata in oltre l'80% dei casi).

La gradazione delle manifestazioni cliniche, la gravità dei cambiamenti patologici ha tradizionalmente 3 gradi:

I grado - se i nodi esterni sono colpiti, vengono visualizzati come piccoli nodi cianotici, strettamente elastici sul bordo della mucosa del canale anale e della pelle della zona perianale. I nodi interni possono non essere visibili, ma la loro trombosi porta gradualmente alla diffusione dell'edema perianale, i nodi esterni intatti sono moderatamente dolorosi e induriti.

I complessi emorroidali, di regola, sono raggruppati nella localizzazione tradizionale a ore 3,7,11 secondo il quadrante convenzionale in posizione supina.

La pelle vicino all'ano è iperemica. La palpazione (dopo la pressione) è determinata dal pallore a breve termine nel sito dell'impronta. Le sensazioni soggettive dei pazienti includono prurito moderato, bruciore, dolore nell'area del plesso cavernoso. Le manifestazioni si intensificano durante i movimenti intestinali, su un sedile duro, dopo cibo piccante e piccante, assunzione di alcol. [1]

Trombosi delle emorroidi esterne senza infiammazione (grado 1)

II grado - i sintomi sono significativamente aumentati, spesso a causa del dolore e dell'aumento dello spasmo dello sfintere anale, non è possibile eseguire l'esame digitale. I pazienti lamentano forti dolori durante il movimento, sono costretti a scegliere una posizione seduta e ritardano arbitrariamente la defecazione. L'iperemia locale, il dolore e il gonfiore della pelle possono far sorgere il sospetto di paraproctite acuta. Ma con quest'ultimo, di regola, il dolore è asimmetrico, non così pronunciato. A volte con paraproctite, è possibile determinare la parete rettale interessata sul lato interessato, la fluttuazione. La paraproctite è caratterizzata dalla delimitazione dell'iperemia. [cinque]

III grado. I sintomi sono estremamente pronunciati e interrompono la normale vita del paziente. È possibile un disturbo della minzione, fino all'anuria. I cambiamenti infiammatori sono estremamente pronunciati, un edema acuto e iperemia dell'intera zona perianale - infiltrazione circolare dello sfintere, singoli gruppi di emorroidi si fondono in un unico conglomerato. Un esame delle dita è impossibile, anche la palpazione porta molte sensazioni dolorose. A volte l'edema e l'infiltrazione sono simili alla clinica di violazione dei nodi interni. Se i nodi cadono effettivamente, la loro riduzione è impossibile. A poco a poco, i nodi cianotici iniziano a necrotizzare.

L'SSC ha sviluppato una classificazione delle emorroidi acute, tenendo conto del grado di alterazioni infiammatorie, dove il 1 ° grado è la trombosi senza alterazioni tissutali reattive. 2 ° grado: vengono determinate le reazioni infiammatorie dei nodi coinvolti. 3 ° grado: la reazione dei tessuti non solo nei plessi cavernosi, l'infiammazione colpisce il tessuto sottocutaneo, l'edema della pelle della zona perianale, la necrosi della mucosa è determinata.

Complicazioni della trombosi emorroidaria

Sullo sfondo di una esacerbazione dell'ipertensione non trattata o trattata in modo inadeguato può verificarsi: [14]

  • necrosi dell'epitelio o della membrana mucosa sopra i nodi trombizzati;
  • la formazione di ferite infette nel sito di alterazioni necrotiche, paraproctite;
  • sanguinamento, a volte piuttosto abbondante, da una ferita nell'area dell'ematoma.

Diagnostica trombosi del nodo emorroidario

La condizione acuta di tromboflebite delle emorroidi non richiede metodi diagnostici complessi. Di norma, sono sufficienti un esame visivo, un esame digitale (se la sindrome del dolore, lo spasmo dello sfintere lo consentono) e un interrogatorio condotto a fondo, oltre alla condotta obbligatoria di CBC, OAM e studi sui parametri biochimici del sangue. Anamnesi con un inizio improvviso dopo l'esposizione a fattori provocatori, una progressione fulminea aiuterà nella corretta diagnosi delle emorroidi acute.

Condizioni patologiche con manifestazioni simili, con le quali è necessario eseguire la diagnosi differenziale:

Paraproctite acuta. La sua differenza sta nell'asimmetria delle pareti dell'intestino e dell'ano coinvolti nell'infiammazione, spesso in presenza di fluttuazioni e delimitazione dell'iperemia. La paraproctite purulenta è spesso accompagnata da una reazione generale sotto forma di aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C, dolore pulsante, lo scarico è più purulento che emorragico.

Cancro al canale anale. Una clinica con uno sviluppo graduale e prolungato dei sintomi, secrezione mucopurulenta con sangue, la gravità della necrosi è caratteristica delle neoplasie maligne. La biopsia con esame istologico può aiutare a identificare le cellule anormali.

Ulcera sifilitica della zona perianale. Il complesso primario in questa malattia infettiva alla palpazione è praticamente indolore, è di densità molto elevata. Inoltre, è richiesto un esame del sangue per RW.

Sindrome da dolore anale acuto nei processi infiammatori - ad esempio, con criptite, sfinterite, papillite. In quest'ultimo caso, il dolore e il gonfiore sono causati dall'infiammazione acuta delle papille ipertrofiche o dal danno alle cripte morgan (seni anali) - tali condizioni possono verificarsi senza GB.

Prolasso di nodi non infiammati con emorroidi (che è estremamente raro). Un semplice prolasso dei nodi, di regola, non è accompagnato da dolore e le emorroidi prolassate sono riparate facilmente e indolore. [1]

In casi difficili, con lesioni combinate, dopo che il processo infiammatorio acuto si è attenuato, sarà richiesto uno studio esteso: anoscopia, sigmoidoscopia, colonscopia, sfinterometria, ecc..

Trattamento della trombosi emorroidaria

Sia gli esperti nazionali che le fonti straniere forniscono raccomandazioni inequivocabili: con la malattia emorroidaria, le condizioni acute sono trattate in modo conservativo, con un complesso di effetti medicinali sistemici e locali. In alcuni casi, è molto efficace collegare la fisioterapia (ultrasuoni e terapia laser magnetica).

I farmaci sistemici sono progettati per normalizzare il flusso sanguigno nel plesso cavernoso, migliorare la microcircolazione nei tessuti, ridurre l'infiammazione, la sindrome del dolore e promuovere l'attivazione dell'effetto di drenaggio linfatico. Il più collaudato:

  • Diosmina micronizzata [11] (Vasoket, Detralex, Phlebodia, Venarus);
  • FANS orali - farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, nimesulide).

La farmacoterapia locale ha lo scopo di ridurre l'edema, l'analgesia e l'effetto antinfiammatorio direttamente nel plesso emorroidario, nonché un effetto anticoagulante. Unguento, le forme di gel vengono applicate più volte al giorno fino al sollievo delle manifestazioni principali (in media 7-10 giorni). Il farmaco ottimale con una composizione combinata è l'epatrombina G. Un altro unguento con un effetto combinato è Proctosan. Contengono glucocorticoidi, analgesici, subgallato di bismuto, FANS, biossido di titanio.

Il contenuto del principio attivo negli unguenti monocomponenti contenenti eparina deve essere scelto di almeno 1000 UI.

L'uso di metodi chirurgici il più rapidamente possibile allevia le condizioni del paziente e previene le ricadute, ma l'operazione è più efficace nel primo periodo (fino a 3 giorni dopo l'inizio della tromboflebite del plesso cavernoso dell'intestino crasso distale). [2]

I metodi più popolari nel trattamento chirurgico dell'esacerbazione dell'ipertensione sono metodi minimamente invasivi:

  • Enucleation (peeling) di un trombo;
  • Trombectomia con chirurgia chirurgica;
  • Trombectomia Surgetron utilizzando un laser per coagulare i vasi che alimentano il nodo.

L'enucleazione, così come la trombectomia per la tromboflebite acuta delle emorroidi esterne, viene utilizzata:

  1. Se esiste il rischio di danneggiare l'integrità (rottura) dell'epitelio sopra l'ematoma perianale;
  2. Se l'ematoma perianale è superficiale;
  3. Se viene diagnosticato un singolo coagulo di sangue.

Rottura dell'epitelio sopra il nodo emorroidario trombizzato. Appello in ritardo

Il metodo di enucleazione dà un buon effetto clinico in termini di miglioramento del benessere, alleviare il dolore, l'edema, ecc. Tra gli svantaggi si possono citare possibili recidive di trombosi acuta nello stesso nodo (poiché rimangono i vasi che alimentano il plesso cavernoso).

Per più ematomi della zona perianale (trombosi), viene eseguita l'emorroidectomia.

L'intervento viene eseguito in ambito ospedaliero se è presente una reazione infiammatoria diffusa e pronunciata nella zona perianale, nel retto. L'uso delle moderne tecnologie UltraCision e LigaSure durante la rimozione dei nodi fornisce una diminuzione del dolore nel primo periodo postoperatorio, una diminuzione del periodo di disabilità dopo l'intervento chirurgico e una diminuzione della frequenza dei disturbi postoperatori disurici. [9] [10]

Previsione. Prevenzione

Le emorroidi acute sono una malattia, con un trattamento adeguato di cui, nel 98-100% dei casi, è possibile eliminare completamente le manifestazioni della tromboflebite. * Con la gestione conservativa dell'esacerbazione dopo che i segni dell'infiammazione si sono attenuati, la scomparsa dell'edema, l'ulteriore trattamento della malattia emorroidaria è indicato utilizzando numerosi metodi (minimamente invasivi: legatura del lattice, scleroterapia, vaporizzazione laser o emorroidectomia classica). È necessario correggere i cambiamenti nella malattia emorroidaria cronica, tra le altre cose, per escludere la recidiva della tromboflebite dei nodi, migliorare la qualità della vita.

La scelta di un metodo per rimuovere i plessi cavernosi patologicamente alterati nell'ipertensione cronica dipende dalla loro posizione, dalle dimensioni, dal grado di alterazioni distrofiche nei tessuti sottostanti (stadio della malattia), dalla disponibilità di moderne apparecchiature mediche in un istituto medico e dalle preferenze del chirurgo.

La prevenzione della malattia consiste nell'escludere i fattori che provocano un'esacerbazione della malattia emorroidaria:

  • Normalizzazione delle feci;
  • Bere abbastanza liquidi durante il giorno;
  • Aumento dell'attività fisica **, lotta contro l'ipodynamia;
  • Correzione della nutrizione: aumento della dieta di fibre vegetali, verdura e frutta, prodotti a base di latte fermentato ***;
  • Limitare l'assunzione di alcolici forti, cibi piccanti;
  • Trattamento di processi infiammatori cronici nella regione perianale (proctosigmoidite, emorroidi croniche);
  • Diminuzione del peso corporeo a parametri ottimali (BMI 20-23);
  • Trattamento di malattie concomitanti - ipertensione arteriosa, malattie del tratto gastrointestinale.

* se nella terapia complessa sono stati utilizzati ausili chirurgici con coagulazione dei vasi che alimentano il nodo.

** L'attività fisica dosata aiuta a normalizzare il peso, il metabolismo e rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Tuttavia, loro dovrebbe escludere attività che portano a un forte aumento della pressione intra-addominale (stacco, squat, sollevamento pesi, powerlifting).

*** se la correzione della dieta non è sufficiente, in caso di stitichezza persistente, è appropriato l'uso regolare di probiotici e prebiotici, lassativi - lattulosio (Lactusan, Duphalac), semi di piantaggine ovali (Mucofalk, Fitomucil). Di solito l'effetto collaterale del lattulosio - gonfiore, flatulenza - viene eliminato da una diminuzione dei carboidrati consumati, che impedisce la crescita eccessiva della microflora intestinale.

Prevenzione delle emorroidi acute nelle donne in gravidanza

Anche nella fase di pianificazione della gravidanza, le ragazze devono consultare un proctologo, poiché in presenza di malattia emorroidaria 1 cucchiaio. le manifestazioni possono essere minime, impercettibili per una giovane donna. Tuttavia, quando si trasporta un bambino, tutti i problemi scarsi possono diventare piuttosto dolorosi per la futura mamma e il loro trattamento efficace durante la gravidanza sarà estremamente difficile..

Il riesame delle donne in gravidanza è indicato nel 2-3 trimestre. Anche prima dell'inizio del parto, in alcune donne in gravidanza, è stato notato in una certa misura un peggioramento dell'ipertensione, che è associato a una violazione del deflusso venoso dalla piccola pelvi, un aumento della pressione intra-addominale e un cambiamento negli indicatori del sistema di coagulazione del sangue. E durante il parto naturale, la tromboflebite si verifica in quasi la metà delle donne in travaglio a causa della compressione diretta dei nodi da parte della testa del feto che passa attraverso il canale del parto. [13]

Per il parto naturale, la diagnosi di emorroidi non è una controindicazione, ma la condizione richiede l'osservazione dinamica da parte di uno specialista e l'attuazione di alcune raccomandazioni.

Cos'è la trombosi emorroidaria?

Nel nostro tempo, con malattie vascolari come le vene varicose degli arti inferiori e l'aterosclerosi, solo le emorroidi possono competere in prevalenza. La dilatazione delle vene emorroidarie è un problema piuttosto spiacevole ma curabile. Ma, quando una persona lascia questa malattia senza la dovuta attenzione, non tenta di curarla e la inizia, le emorroidi minacciano di svilupparsi in trombosi emorroidaria.

  1. Cosa può provocare la trombosi?
  2. Tipi
  3. Sintomi clinici
  4. Diagnosi della malattia
  5. Come puoi trattare

Cosa può provocare la trombosi?

Il processo trombotico dei nodi emorroidi è provocato da una serie di motivi:

  • un improvviso aumento della pressione all'interno della cavità addominale. In questi casi si verifica più spesso un rapido aumento della pressione intra-addominale: un forte aumento della tensione fisica, uno sforzo eccessivo durante i problemi di passaggio delle feci (ad esempio, costipazione), tentativi durante il travaglio;
  • l'effetto delle basse temperature. A causa del rapido cambiamento di temperatura, a causa dell'ipotermia, il sangue nei vasi dell'ano ristagna e cessa di circolare normalmente.
  • Danni ai tessuti frequenti nell'ano. Le lesioni intorno al nodulo emorroidario sono irte di danni alla nave, durante i quali verrà attivato il sistema di coagulazione del sangue per eliminare la rottura del muro. Il lavoro includerà piastrine, fattori della coagulazione che bloccano in modo significativo il flusso sanguigno e aumentano il rischio di un coagulo di sangue nel vaso.

Ma è necessario capire che la trombosi nelle vene del retto è già una conseguenza di una malattia trascurata e non trattata. Dovrebbe essere visto come una complicazione. Pertanto, i motivi indicati al momento delle fasi iniziali non avranno un effetto pericoloso nella comparsa della trombosi..

In ogni caso, per evitare complicazioni, è necessario cercare tempestivamente un aiuto specializzato..

Esiste una classificazione del processo in base a dove si trova il processo trombotico:

  • trombosi delle emorroidi interne;
  • trombosi delle emorroidi esterne;
  • trombosi combinata.

Molto spesso, in pratica, c'è un blocco dei nodi esterni. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che in quella zona è presente uno sfintere esterno dell'ano, che si trova in uno stato spasmodico. Questa circostanza aggrava in modo significativo il grado di blocco del flusso sanguigno..

Inoltre, i medici distinguono tre fasi della trombosi:

  1. Nella prima fase, il processo avviene senza infiammazione. Le masse trombotiche si raccolgono all'interno del nodo, il che aumenta significativamente il grado di dolore e disagio. Di conseguenza, i recettori attorno all'anello anale sono irritati, il che porta a uno spasmo riflesso dello sfintere esterno. Lo spasmo dello sfintere aumenta ulteriormente la sensazione di dolore. Tale comunicazione può continuare ciclicamente.
  2. Durante la seconda fase, i processi infiammatori si uniscono già, cioè si verifica la tromboflebite. La risposta infiammatoria, come previsto, sarà accompagnata dallo sviluppo di edema e irritazione, che aumenteranno naturalmente il dolore. La dimensione dei nodi esterni aumenterà, inizierà la crescita della sindrome da intossicazione, la temperatura corporea aumenterà.
  3. Nella terza fase, l'infiammazione cattura i tessuti molli e gli organi circostanti. A causa della massiccia ischemia, può svilupparsi la necrosi (morte) dei tessuti del nodo ingrossato.

Sintomi clinici

La trombosi del nodo esterno è caratterizzata da manifestazioni acute e rapide.

Il primo sintomo che infastidirà i pazienti è un dolore acuto e grave nell'ano. A causa del fatto che il flusso sanguigno all'interno del nodo emorroidario infiammato interrompe il flusso sanguigno, i recettori interni inviano impulsi per avvisare il paziente della presenza di un problema urgente nel vaso. Inoltre, il nodo ingrossato a causa dell'edema esercita una pressione sulle vene e sulle arterie vicine, che è anche accompagnato da un intenso dolore. Lo sfintere, allo stesso tempo, spasmi. Ciò si verifica a seguito di uno spasmo riflesso o dopo aver cercato di andare in bagno, quando le feci irritano la parete rettale infiammata e il nodo ingrossato. La principale differenza con la trombosi dei nodi è che il dolore sarà permanente e non periodico, come con le emorroidi ordinarie e non complicate.

Con il passaggio delle feci o con altre irritazioni meccaniche dell'intestino infiammato o delle emorroidi, può comparire sanguinamento. Separatamente, puoi trovare un nodo che sta sanguinando, anche quando è presente il terzo stadio, cioè i processi necrotici sono in pieno svolgimento.

Se è stata diagnosticata una trombosi di "protuberanze" esterne, aumenta di dimensioni ed è accompagnata da edema grave. Tale nodo sarà visibile ad occhio nudo e anche facilmente palpabile, mentre accompagna la vita del paziente con un notevole disagio.

Quando il processo sta acquisendo un rapido sviluppo e il paziente non prende alcun mezzo per fermarlo, il processo trombotico nel nodulo emorroidario sarà complicato. La complicanza più comune e pericolosa è il processo necrotico. La necrosi può essere rigettata, formando così aree su cui compaiono ulcere.

Diagnosi della malattia

Viste le rapide ed evidenti manifestazioni cliniche, la diagnosi di trombosi emorroidaria esterna, per un medico professionista, non presenta molte difficoltà. Di solito, gli specialisti ricorrono a tre metodi diagnostici principali: esame, palpazione e esame strumentale.

Durante l'esame, il medico può vedere i nodi colpiti ingranditi, che spesso hanno un colore cambiato: blu o bordeaux. Se i nodi sono neri, possiamo concludere che i processi necrotici sono già iniziati. Si possono trovare aree sanguinanti.

La ricerca strumentale viene eseguita utilizzando uno strumento speciale: un rettoscopio, chiamato anche specchio rettale. Con l'aiuto di esso, uno specialista può valutare in modo più dettagliato le condizioni del retto interessato. Se la procedura è troppo dolorosa, è necessario applicare l'anestesia locale.

Come puoi trattare

Va ricordato che se trovi i primi segni di complicanze delle emorroidi, sotto forma di trombosi acuta, dovresti contattare immediatamente uno specialista. Un flebologo o un chirurgo vascolare sarà in grado di prescrivere un trattamento adeguato per le emorroidi, consigliare ulteriori metodi di prevenzione e parlare di quanto velocemente la malattia passa se trattata a casa.

La trombosi emorroidaria può essere trattata in modo conservativo e radicale, tutto dipende dallo stadio della malattia e dal fatto che la necrosi sia iniziata o meno..

Il modo migliore per trattare la trombosi emorroidaria con i farmaci è consigliato da un medico. Molto probabilmente, prescriverà al paziente farmaci come: trombolitici e anticoagulanti, antispastici, farmaci antinfiammatori, flebotonici.

Gli agenti trombolitici e anticoagulanti sono utilizzati al meglio sotto forma di unguenti, applicandoli direttamente all'area del processo patologico. I più efficaci sono gli unguenti a base di eparina, così come l'unguento levomekol, proctoseril, troxevasin.

I farmaci antispastici in caso di trombosi venosa emorroidaria sono utilizzati al meglio sotto forma di iniezioni intramuscolari o supposte rettali. Ad esempio, possono essere medicinali - No-shpa, papaverina e supposte - spazmolysin e buscopan.

Come trattare la trombosi emorroidaria ed eliminare efficacemente la sindrome del dolore, il medico dovrebbe anche dirlo, ma il più delle volte in questo caso vengono utilizzati farmaci antinfiammatori comuni, noti a tutti: diclofenac, dicloberl. In caso di sindrome da dolore intenso, uno specialista può decidere di eseguire il cosiddetto blocco della novocaina.

Inoltre, è necessario trattare la trombosi emorroidaria con mezzi che normalizzano e aumentano il tono delle pareti dei vasi venosi. Possono essere droghe: Escina, Detralex e altri.

Nelle fasi avanzate, il medico prescriverà un'operazione. Le ragioni dirette per mettere il paziente sul tavolo operatorio saranno: una grande perdita di sangue dovuta al sanguinamento del nodo danneggiato, processo necrotico, transizione dell'infiammazione ai tessuti circostanti.

Il chirurgo vascolare può eseguire l'operazione in due modi:

  1. Rimozione della trombosi delle emorroidi esterne rimuovendo il nodo stesso. Una tecnica molto efficace di trattamento chirurgico, perché non viene eliminato solo il trombo sfortunato, ma anche il nodo ingrandito stesso. Cioè, la causa del trombo che è insorto viene rimossa direttamente e questo nega automaticamente la possibilità di casi ricorrenti della malattia. Inoltre, le condizioni generali e la vita del paziente miglioreranno in modo significativo, poiché non ci sarà alcun nodo esterno doloroso.
  2. Rimozione della trombosi delle emorroidi esterne mediante resezione di masse trombotiche. Questa tecnica è significativamente inferiore al metodo precedente, poiché qui il nodo non rimane remoto. La resezione delle masse trombotiche viene eseguita sia meccanicamente, con un bisturi convenzionale, sia con un laser.

Esistono anche una serie di procedure minimamente invasive che consentono di eliminare il problema senza l'uso di metodi radicali. Questi includono: legatura dei nodi, coagulazione con luce infrarossa, indurimento.

Trattamento della trombosi acuta delle emorroidi esterne: compresse, unguenti, supposte, rimedi popolari

Dall'articolo imparerai le cause ei sintomi della trombosi (tromboflebite) delle emorroidi, i metodi di trattamento (unguenti, supposte, compresse). Una condizione acuta viene diagnosticata in oltre il 25% di tutti i casi di malattia emorroidaria e tra le complicanze delle emorroidi rappresenta oltre il 60%.

Cause di trombosi nelle emorroidi

Secondo l'ICD, la trombosi emorroidaria ha un codice K.64.5

L'ampolla retto è circondato da cavità venose che, insieme allo sfintere anale, impediscono il rilascio arbitrario di gas, feci dall'ano. Queste formazioni sono permeate di navi che, sotto l'influenza di vari fattori negativi, perdono il loro tono. Di conseguenza, il sangue inizia a ristagnare, le vene si espandono e si deformano. È così che si formano i noduli emorroidali..

Nel processo della vita, del lavoro, dello sport, la pressione intra-addominale di una persona cambia. I vasi deformati non sono in grado di affrontarlo, quindi il corpo attiva la "protezione", trasformando il sangue stagnante in un trombo. Questa è la principale causa di trombosi o tromboflebite. Contribuire allo sviluppo della patologia:

  • predisposizione ereditaria;
  • cattive abitudini;
  • alcolismo, disturbi della dieta;
  • stitichezza o diarrea;
  • sollevamento costante di pesi;
  • ipodynamia;
  • "lavoro sedentario;
  • infiammazione cronica degli organi pelvici;
  • gravidanza;
  • basse temperature.

La trombosi delle emorroidi interne si sviluppa a causa della violazione dei coni da parte dello sfintere e si verifica raramente.

Qual è il pericolo di tromboflebite delle vene emorroidarie

Nella vita ordinaria, è possibile ferire la parete del nodo emorroide esterno durante le procedure igieniche. Successivamente, con una normale coagulazione del sangue, si verifica una trombosi dei vasi sanguigni, che interrompe il sanguinamento. Quindi, il coagulo si dissolve senza conseguenze. Ma se la formazione di trombi si verifica senza lesioni, sullo sfondo di cambiamenti negativi nel sistema circolatorio, si verifica una condizione pericolosa per la vita umana:

  • trombosi acuta che richiede un intervento chirurgico urgente;
  • sepsi;
  • atipia con trasformazione in cancro;
  • separazione di un coagulo di sangue dalla parete della cavità con trasferimento con flusso sanguigno ai vasi coronarici, vasi cerebrali, arteria polmonare e sviluppo di ictus, infarto, EP.

Ogni condizione può essere fatale. Questo è il motivo per cui qualsiasi persona che soffre di emorroidi è obbligata a consultare un medico.

Tipi e gradi di malattia

La localizzazione delle emorroidi con trombosi è alla base della classificazione:

  • esterno;
  • interni;
  • tromboflebite combinata del nodo.

La gravità dei sintomi determina la gravità della patologia:

  1. il primo - non ci sono segni di infiammazione delle cavità;
  2. il secondo - i nodi trombizzati di qualsiasi localizzazione danno i primi sintomi: dolore, sottosquadro, gonfiore dell'ano;
  3. terzo: l'infiammazione colpisce i tessuti vicini, sorgono complicazioni.

Secondo la gravità del processo, la trombosi del nodo emorroidario si distingue acuta (complicata) e cronica (ricorrente).

Sintomi clinici

Il primo sintomo o segno di trombosi del nodulo emorroidario è un dolore improvviso che accompagna il disagio anorettale. Il nodulo formato a seguito della trombosi inizia a crescere, la persona avverte un corpo estraneo nell'ano. La natura del dolore cambia. Se, con emorroidi di qualsiasi localizzazione, il dolore è causato da un atto di defecazione, allora un trombo nel plesso venoso provoca un dolore costante che non è associato a nulla.

Il quadro clinico si sviluppa gradualmente, corrisponde alle fasi della patologia, che sono presentate nella tabella.

Stadio di patologiaSintomi e segni
Il primo
  • piccolo coagulo di sangue;
  • il nodo non perde elasticità;
  • l'ombra del "cono" è rossastra;
  • il dolore si verifica quando tocchi il nodulo;
  • gonfiore, infiammazione, sanguinamento sono assenti
Il secondo
  • trombo di medie dimensioni;
  • l'elasticità del nodo diminuisce;
  • il colore diventa bluastro;
  • il dolore è pronunciato;
  • infiammazione, gonfiore aumenta;
  • rimboccarsi, di regola, no
Terzo
  • un coagulo di sangue di dimensioni impressionanti;
  • il nodo è stretto;
  • si verifica la necrosi dei tessuti;
  • il dolore è insopportabile;
  • la zona anorettale è edematosa, di colore rosso vivo;
  • i nodi iniziano a piegarsi;
  • l'infiammazione si diffonde ai tessuti vicini, al tessuto sottocutaneo;
  • spasmo pronunciato dell'ano, aumento del dolore;
  • se i nodi trombizzati interni di emorroidi cadono, l'infrazione è possibile

Possibili complicazioni

La progressione della tromboflebite delle emorroidi causa una serie di complicazioni che richiedono un intervento medico:

  • sanguinamento;
  • vene varicose;
  • ascesso dei tessuti molli della regione perianale;
  • necrosi dei nodi trombizzati con sintomi di grave intossicazione;
  • adesione di un'infezione secondaria;
  • dermatite dell'ano;
  • fistole postoperatorie, divergenza della sutura, restringimento dell'ano.

Qualsiasi complicanza richiede una visita anticipata a uno specialista..

Diagnostica

Di regola, una diagnosi accurata della trombosi venosa emorroidaria viene effettuata rapidamente, sulla base di un esame visivo della regione anorettale, tipico della clinica. La trombosi delle emorroidi esterne è localizzata sotto la linea del pettine, è infiammata, cianotica, dolorosa. Interno - accompagnato da un solco pronunciato tra il nodo prolasso e la pelle edematosa della regione anorettale. Se non c'è prolasso, è necessaria una revisione rettale, che viene eseguita in anestesia locale a causa del dolore insopportabile.

Da laboratorio e metodi strumentali vengono utilizzati:

  • OAK, OAM - valutazione delle condizioni generali del paziente;
  • coagulogramma, elettrocoagulografia, emostasiogramma espanso: determinare i segni del disturbo dell'emostasi;
  • rettoscopia - per dolore intenso con sospetto cancro, violazione di un polipo, paraproctite nella fase acuta.

Senza una diagnosi accurata, è impossibile prescrivere una terapia adeguata.

Metodi di trattamento moderni

Come trattare esattamente la trombosi emorroidaria dipende dalla localizzazione del processo patologico, dallo stadio della malattia e dalla gravità. Distinguere tra terapia farmacologica o intervento chirurgico. A volte sono combinati. Le ricette popolari vengono utilizzate come sfondo.

Le indicazioni per la prescrizione di farmaci sono:

  • processo acuto;
  • prevenzione delle complicanze;
  • prevenzione delle ricadute;
  • preparazione per l'operazione;
  • riabilitazione postoperatoria.

La terapia conservativa per la trombosi emorroidaria viene eseguita a casa: la preferenza è data a pillole, supposte, unguenti, lozioni e compresse. I metodi conservativi di trattamento delle emorroidi trombizzate non danno un effetto terapeutico a lungo termine, c'è un alto rischio di ricaduta.

Compresse

Sono usati come farmaci ad effetto sistemico che non irritano l'intestino, per il riassorbimento di un coagulo sanguigno, la normalizzazione del microcircolo, il sollievo dell'infiammazione.

Venotonic

Farmaci sistemici che aumentano il tono vascolare, stimolano il deflusso di sangue dalle emorroidi e bloccano la congestione.

Detralex

Composizione, sostanza attivaDiosmina, esperidina
Il meccanismo d'azione del farmacoDetralex:
  • aumenta il tono del plesso venoso;
  • riequilibra la microcircolazione;
  • allevia il ristagno
IndicazioniTrombosi delle emorroidi nella localizzazione esterna e rettaleControindicazioniIntolleranza agli ingredienti del medicinaleEffetti collateraliAllergizzazione del corpoModalità di applicazioneDurante il periodo di esacerbazione - 4 giorni, 6 pezzi in due dosi, i tre giorni successivi - 4 compresse. Quindi, 2 compresse / giorno fino a completo assorbimento. Corso fino a 3 mesiCompatibilità con altri medicinaliNessuna informazioneApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoNon consigliatoistruzioni specialiNessun datoIl costoDa 640 rubli

Phlebodia 600

Composizione, sostanza attivaDiosmin
Il meccanismo d'azione del farmacoPhlebodia 600:
  • normalizza il tono delle vene;
  • riequilibra la stasi venosa;
  • normalizza il flusso sanguigno alla regione anorettale
IndicazioniTrombosi di qualsiasi luogo e formaControindicazioniIntolleranza individuale agli ingredientiEffetti collateraliMal di testa, dispepsiaModalità di applicazioneAssumere un paio di compresse durante i pasti per alleviare la gravità del processo. Quindi - capsula / giorno non più di 3 mesiCompatibilità con altri medicinaliNessun dato disponibileApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoPrevio accordo con il medicoistruzioni specialiNessun datoIl costoDa 850 rubli

Troxevasin

Composizione, sostanza attivaTroxerutin
Il meccanismo d'azione del farmacoTroxevasin:
  • rimuove i segni di infiammazione;
  • ringiovanisce le cellule bilanciando i processi redox;
  • normalizza la microcircolazione della regione vicino-rettale
Indicazioni
  • emorroidi di qualsiasi forma complicate da trombosi;
  • disturbi trofici
ControindicazioniIntolleranza ai componentiEffetti collateraliAllergizzazioneModalità di applicazioneSu una compressa tre volte al giorno per due settimane, fino a quando la gravità del processo non viene rimossa, quindi, due volte al giorno fino a quando il coagulo non è completamente assorbitoCompatibilità con altri medicinaliLa vitamina C aumenta l'effetto del farmacoApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoDal secondo trimestre dopo aver consultato un medicoistruzioni specialiNoIl costoDa 300 rubli

Antinfiammatorio non steroideo - FANS (FANS)

I farmaci del gruppo FANS sono indicati per alleviare l'infiammazione nella trombosi delle emorroidi esterne ed interne e per alleviare il dolore. Sono usati con cautela, poiché sono in grado di fluidificare il sangue, in caso di sovradosaggio, provocano sanguinamento delle emorroidi.

Diclofenac

Composizione, sostanza attivaDiclofenac, lidocaina
Il meccanismo d'azione del farmacoDiclofenac:
  • allevia l'infiammazione;
  • allevia il dolore
Indicazioni
  • emorroidi esterne ed interne con sindrome da dolore grave;
  • violazione dei nodi;
  • tromboflebite
Controindicazioni
  • intolleranza individuale;
  • disturbo emorragico
Effetti collaterali
  • stomatite;
  • anoressia;
  • convulsioni
Modalità di applicazioneSu una capsula / giorno dopo i pasti fino alla gravità del processoCompatibilità con altri medicinaliNon si combina con analgesici non narcotici (amidopirina), agenti antipiastrinici (Cardiomagnyl), aumenta la tossicità dei citostatici (metotrexato), riduce l'effetto antipertensivo dei farmaci antipertensivi (Renitek)Applicazione durante la gravidanza, l'allattamentoVietatoistruzioni specialiNon puoi guidare, lavora con strumenti di precisioneIl costoDa 50 rubli
Composizione, sostanza attivaNimesulide
Il meccanismo d'azione del farmacoNise:
  • sopprime l'infiammazione della regione anorettale;
  • riduce la dimensione dei nodi delle emorroidi trombizzate
Indicazioni
  • sindrome del dolore con emorroidi esterne e interne trombizzate;
  • riabilitazione dopo emorroidectomia;
  • gonfiore della regione anorettale
Controindicazioni
  • patologia del sistema sanguigno;
  • alcolismo;
  • intolleranza individuale
Effetti collaterali
  • allergia;
  • dispepsia;
  • anemia
Modalità di applicazione1 pezzo due volte / giorno, in un corso breve minimoCompatibilità con altri medicinaliGli agenti antipiastrinici (Cardiomagnyl) migliorano le loro proprietà in presenza del farmaco, i diuretici - perdono. Incompatibile con citostatici (metotrexato) e sulfonamidi (streptocide)Applicazione durante la gravidanza, l'allattamentoControindicatoistruzioni specialiNessun datoIl costoDa 182 rubli

Lassativi

I farmaci in questo gruppo vengono utilizzati secondo necessità, poiché la stitichezza accompagna le emorroidi nell'80% dei casi..

Bisacodile

Composizione, sostanza attivaBisacodile
Il meccanismo d'azione del farmacoBisacodile:
  • stimola la peristalsi del tubo intestinale;
  • ammorbidisce le feci, accelera i movimenti intestinali
Indicazioni
  • emorroidi trombizzate;
  • stipsi;
  • disbiosi
Controindicazioni
  • intolleranza ai componenti;
  • appendicite;
  • blocco intestinale
Effetti collateraliAllergiaModalità di applicazioneDi notte, 1-2 capsule una tantum fino a quando i sintomi non si allevianoCompatibilità con altri medicinaliPienoApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoConsentito su prescrizioneistruzioni specialiIl corso è prescritto da un medico, seguire rigorosamente le istruzioni per evitare la dipendenzaIl costoDa 30 rubli

Senna

Composizione, sostanza attivaSennosides A e B
Il meccanismo d'azione del farmacoSenna:
  • stimola la peristalsi;
  • accelera i movimenti intestinali
Indicazioni
  • trombosi dei nodi di emorroidi;
  • stipsi;
  • rompe il retto
Controindicazioni
  • intolleranza individuale;
  • nodo emorroidario trattenuto;
  • blocco intestinale;
  • peritonite;
  • sanguinamento
Effetti collaterali
  • colica intestinale;
  • convulsioni;
  • disuria;
  • allergia
Modalità di applicazioneUna capsula di notteCompatibilità con altri medicinaliNessun dato disponibileApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoControindicatoistruzioni specialiNon può essere assunto per più di due settimaneIl costoDa 16 rubli

Candele e unguenti

La trombosi delle emorroidi esterne viene trattata più efficacemente con unguenti o supposte. L'obiettivo della terapia è alleviare il dolore, sciogliere i coaguli di sangue. È spesso combinato con formulazioni in compresse..

Anticoagulanti

Gli unguenti più efficaci che vengono utilizzati nel trattamento delle emorroidi trombizzate sia esterne che interne prevengono la coagulazione del sangue.

Unguento eparina

Composizione, sostanza attivaEparina, benzocaina, benzil nicotinato
Il meccanismo d'azione del farmacoUnguento eparina:
  • allevia l'infiammazione;
  • allevia il gonfiore dell'ano;
  • scioglie i coaguli di sangue già formati, previene la formazione di nuovi
Indicazioni
  • prevenzione della trombosi;
  • emorroidi esterne con trombosi dei nodi;
  • regione anorettale pastosa
Controindicazioni
  • difetto nei tessuti della regione anorettale;
  • nodi sanguinanti;
  • intolleranza individuale ai componenti
Effetti collateraliAllergia, dispepsiaModalità di applicazioneL'unguento con localizzazione esterna dei nodi viene applicato in uno strato sottile due volte al giorno, dopo l'igiene intima. Nei casi più gravi, viene eseguita una compressa. Agiscono per via rettale con un applicatore. Corso - circa due settimaneCompatibilità con altri medicinaliL'effetto del farmaco è potenziato se assunto contemporaneamente a FANS, altri anticoagulantiApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoNon consigliatoistruzioni specialiNoIl costoDa 35 rubli

Hepatrombin G

Composizione, sostanza attivaEparina, prednisolone, lauromacrogol 600
Il meccanismo d'azione del farmacoL'eparina G ha:
  • antinfiammatorio;
  • analgesico;
  • azione anticoagulante
Indicazioni
  • trombosi delle emorroidi;
  • microfessure, fistole dell'ano;
  • eczema retto
Controindicazioni
  • intolleranza ai componenti;
  • infezioni di qualsiasi natura;
  • tumori dell'ano;
  • emorroidi sanguinanti
Effetti collateraliAllergiaModalità di applicazione1 supposta una o due volte al giorno dopo l'igiene intima della zona, per 15 minutiCompatibilità con altri medicinaliNessun datoUtilizzare durante la gravidanza, l'allattamentoDal secondo trimestre come prescritto da un medicoistruzioni specialiUn eccesso di farmaco sulla pelle rallenta la rigenerazioneIl costoDa 170 rubli

Antidolorifici

Gli anestetici per la trombosi nelle emorroidi sono usati per le emorroidi dolorose, trombizzate oa rischio di trombosi.

Procto-Glivenol

Composizione, sostanza attivaLidocaina, tribenoside
Il meccanismo d'azione del farmacoProcto-Glivenol:
  • allevia l'infiammazione, il dolore, il prurito durante la trombosi;
  • riduce la permeabilità delle pareti venose;
  • previene il ristagno
Indicazioni
  • sindrome del dolore durante la formazione dei nodi;
  • trombosi delle emorroidi esterne ed interne;
  • periodo di riabilitazione dopo l'intervento di emorroidectomia
ControindicazioniIntolleranza individualeEffetti collateraliAllergia, dispepsiaModalità di applicazione1 supposta per 15 minuti: nella fase di esacerbazione - due volte al giorno, quando il processo si attenua - una volta. Rettalmente - usando un applicatoreCompatibilità con altri medicinaliPienoUtilizzare durante la gravidanza, l'allattamentoDal secondo trimestreistruzioni specialiL'assunzione del farmaco non è compatibile con l'alcol, il che annulla l'effetto del farmaco.Il costoDa 334 rubli

Proctosedil M

Composizione, sostanza attivaFramicetina, Esculoside (estratto di ippocastano), Benzocaina, Butamben
Il meccanismo d'azione del farmacoProctosedil M:
  • nodi trombizzati analgesici;
  • allevia il prurito;
  • rimuove l'infiammazione, il gonfiore;
  • restituisce elasticità ai vasi sanguigni;
  • mostra proprietà antibatteriche
Indicazioni
  • emorroidi rettali trombizzate;
  • fessure rettali;
  • proctite, paraproctite
Controindicazioni
  • infezioni;
  • intolleranza agli ingredienti
Effetti collateraliAllergiaModalità di applicazione1 supposta una o due volte al giorno dopo l'igiene intima della zona, per 15 minutiCompatibilità con altri medicinaliProctosedil M richiede la selezione di una dose speciale di farmaci antipertensivi (Norvasc), glicosidi cardiaci (celanide) - a causa dell'idrocortisone in combinazione con ippocastanoUtilizzare durante la gravidanza, l'allattamentoVietatoistruzioni specialiL'uso del farmaco per più di 10 giorni provoca il rischio di sviluppare malattie sistemiche (sindrome di Itsenko-Cushing, emicrania, ipertensione, pastosità e altri) a causa della presenza di idrocortisoneIl costoDa 350 rubli

Venotonic

Unguenti e supposte stimolano il tono venoso, alleviano la pastosità dell'ano, riducono le dimensioni dei nodi trombizzati, stimolano la rigenerazione dei tessuti.

Essaven-gel

Composizione, sostanza attivaEscina di castagne, eparina
Il meccanismo d'azione del farmacoEssaven-gel mostra:
  • antinfiammatorio;
  • anticoagulante;
  • effetto analgesico;
  • migliora la microcircolazione
IndicazioniEmorroidi esterne complicate da trombosiControindicazioniIntolleranza individualeEffetti collateraliAssenteModalità di applicazioneApplicare uno strato sottile di unguento sulla superficie danneggiata fino a 4 volte al giorno, dopo l'igiene intima, non strofinareCompatibilità con altri medicinaliPienoApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoNon consigliatoistruzioni specialiNoIl costoDa 1600 rubli

Gel Venoruton

Composizione, sostanza attivaOxerutins
Il meccanismo d'azione del farmacoVenoruton-gel ha:
  • angioprotettivo;
  • antinfiammatorio;
  • decongestionante;
  • azione flebotonica
Indicazioni
  • emorroidi trombizzate esterne;
  • ano pastoso;
  • riabilitazione postoperatoria
ControindicazioniIntolleranza individualeEffetti collateraliAssenteModalità di applicazioneUno strato sottile di unguento viene applicato sulla lesione dopo l'igiene intima preliminare dell'area, due volte al giornoCompatibilità con altri medicinaliNessun datoApplicazione durante la gravidanza, l'allattamentoNon consigliatoistruzioni specialiNoIl costoDa 726 rubli

Astringenti

Supposte e unguenti a base di bismuto, lo zinco può seccare i nodi delle emorroidi trombizzate, prevenire l'infezione secondaria.

Proctosan

Composizione, sostanza attivaLidocaina, bufexamac, bismuto, titanio
Il meccanismo d'azione del farmacoProctosan:
  • allevia il dolore;
  • allevia l'infiammazione;
  • la guarigione delle ferite;
  • uccide i germi
Indicazioni
  • formazione di emorroidi;
  • trombosi dei coni emorroidali;
  • crepe, erosione, eczema dell'ano;
  • proctite, paraproctite;
  • periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico
Controindicazioni
  • infezioni di qualsiasi genesi;
  • intolleranza individuale;
  • età fino a 12 anni
Effetti collateraliAllergia, dispepsiaModalità di applicazione1 supposta una o due volte al giorno dopo l'igiene intima della zona, per 15 minutiCompatibilità con altri medicinaliNessun datoUtilizzare durante la gravidanza, l'allattamentoControindicatoistruzioni specialiL'uso del preservativo riduce la forza di quest'ultimoIl costoDa 317 rubli

Anusole

Composizione, sostanza attivaEstratto di belladonna, xeroformio, zinco
Il meccanismo d'azione del farmacoAnusole:
  • allevia il dolore;
  • lavora a maglia, smette di sanguinare;
  • previene l'infezione secondaria;
  • rigenera i tessuti;
  • allevia l'infiammazione
Indicazioni
  • emorroidi di qualsiasi forma e stadio con trombosi;
  • ragadi anali;
  • proctite
Controindicazioni
  • intolleranza ai componenti;
  • esacerbazione di malattie somatiche;
  • miastenia grave
Effetti collaterali
  • anuria;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • allergia;
  • emicrania, insonnia;
  • dispepsia
Modalità di applicazionePer le emorroidi trombizzate interne: 1 supposta, due o tre volte al giorno, tenere nell'ano per mezz'ora. Per la trombosi esterna, usa un unguento.Compatibilità con altri medicinaliMigliora l'effetto dei farmaci antispastici (No-Shpa), sedativi (Novopassit), ipnotici (fenobarbital)Utilizzare durante la gravidanza, l'allattamentoVietatoistruzioni specialiNon puoi guidare un'auto o dispositivi di alta precisione, si verifica una doppia visioneIl costoDa 80 rubli

Metodi operativi di trattamento

La terapia radicale per la trombosi emorroidaria è possibile con il terzo grado di gravità della malattia. L'operazione può essere eseguita per motivi di salute, immediatamente (sanguinamento, pizzicamento del nodo) o dopo aver rimosso la gravità del processo. Esistono due metodi di operazione: trombectomia o emorroidectomia secondo Milligan-Morgan. Non vengono utilizzate tecniche minimamente invasive, poiché la trombosi è una controindicazione diretta per loro.

Trombectomia

Un vantaggio indiscutibile è la possibilità di eseguire la procedura in donne in gravidanza. Inoltre, il metodo è minimamente traumatico, la guarigione della ferita avviene rapidamente. Lo svantaggio è l'uso della trombectomia solo per la trombosi delle emorroidi esterne, così come il rischio di recidiva dovuto a lesioni alle pareti del nodo al momento dell'intervento.

Emorroidectomia

L'operazione di emorroidectomia è applicabile nella trombosi emorroidaria acuta complicata da sanguinamento, pizzicamento del nodo e in modo pianificato. L'essenza dell'escissione completa delle emorroidi di qualsiasi localizzazione. Il modo più semplice è tagliare il nodo interessato dai vasi sanguigni alla base della gamba: questo è il metodo Milligan-Morgan. L'operazione viene eseguita in anestesia generale o epidurale. Il completamento dell'operazione può essere diverso:

  • senza suturare i tessuti asportati - emorroidectomia aperta;
  • suturare saldamente la ferita - una versione chiusa dell'operazione Milligan-Morgan;
  • rimozione sottomucosa.

L'efficienza raggiunge il 98%, il rischio di recidiva è ridotto a zero. Con l'infiammazione del tessuto periorettale, possono essere necessarie ulteriori manipolazioni, ad esempio il drenaggio della regione anorettale per ridurre l'infiltrato infiammatorio.

Rimedi popolari

La velocità con cui passerà la trombosi emorroidaria dipende da quanto correttamente viene selezionato il complesso di trattamento. Uno dei componenti della terapia di combinazione per le emorroidi trombizzate sono le ricette popolari. Ma è importante capire che è impossibile curare la tromboflebite delle vene rettali solo con rimedi popolari. Inoltre, l'assenza di un consulto medico può minacciare conseguenze imprevedibili..

Bagni

Per la trombosi, i metodi di medicina alternativa più popolari sono i semicupi con erbe medicinali:

  • bagni con un decotto di acqua al pepe, che include tannini, rutina, quercetina, acidi organici. Una manciata di erbe viene versata con 2 litri di acqua calda, fatta bollire per un quarto d'ora, insistita per 20 minuti, filtrata, versata in una bacinella, aggiungere 0,5 litri di latte bollente, sedersi in modo che i nodi delle emorroidi siano coperti con una soluzione, la procedura viene eseguita di notte per un mese;
  • bagni freddi sedentari dal decotto di ippocastano - 50 g di rami vengono schiacciati, versati con un litro d'acqua, fatti bollire sul fuoco per 5 minuti, raffreddati, versati in una bacinella, dove ci sono già 2 litri di acqua fresca, sedersi per 15 minuti in modo che l'acqua copra i nodi o anorettale irritato regione;
  • bagni caldi dalle foglie di betulla - una manciata di foglie viene versata con un litro di acqua bollente, insiste per mezz'ora, filtrata, versata in una bacinella con 2 litri di acqua calda pulita, sedersi per mezz'ora in modo che l'area anorettale sia coperta con una soluzione;
  • cardo di scrofa - la pianta viene utilizzata per la trombosi del nodo: una manciata di cardo di scrofa viene versata con un litro d'acqua e fatta bollire per un minuto, quindi il brodo si raffredda, avvolto in una coperta calda, filtrato, utilizzato per bagni freschi per 20 minuti, tre volte / settimana, per un mese;
  • un semicupio con succo di aloe - il succo di diverse foglie della pianta viene sciolto in acqua fredda (2l), sedersi per 15 minuti in una bacinella in modo che i nodi trombizzati siano coperti con una soluzione (tale procedura è efficace nelle prime fasi della trombosi).

Lozioni, impacchi

Le procedure vengono utilizzate per alleviare l'infiammazione, il dolore dei nodi, il riassorbimento dei coaguli di sangue:

  • il modo più semplice: lozioni con tè nero forte, hanno un effetto astringente, contengono tannino, tannini;
  • disinfettare la regione anorettale con trombosi con una soluzione di permanganato di potassio;
  • le foglie di aloe devono essere messe in frigorifero per un giorno (idealmente, dovrebbero essere conservate in un luogo buio e fresco per una settimana), la foglia della pianta viene lavata, asciugata, tagliata e applicata con il lato appiccicoso al nodo, lasciata fino a quando tutto il succo viene assorbito, la foglia viene cambiata tre volte / un giorno per una settimana;
  • i fiori di ippocastano vengono schiacciati, avvolti in una garza e applicati sul sito della trombosi, alleviando così il dolore e l'infiammazione;
  • se i nodi trombizzati sono feriti, iniziano a rimboccarsi, quindi prendono in parti uguali i fiori di ippocastano e sorbo, aggiungono una parte di arnica, mescolano il tutto, quindi versano 5 g della raccolta con un bicchiere di acqua bollente, insistono per un'ora, filtrano, applicano un tovagliolo imbevuto di questa soluzione ai nodi, per alcuni minuti. Ripeti l'azione finché il dolore non si attenua, il sanguinamento scompare;
  • preparare un decotto di fiori di mela cotogna, melograno, foglie di mora, fragole - hanno tutti un effetto astringente sotto forma di lozioni;
  • gli impacchi di patate crude sono efficaci: il tubero viene strofinato su una grattugia, avvolto in una garza, applicato per mezz'ora al nodo con un trombo;
  • mescolare in proporzioni uguali menta, corteccia di quercia e ontano, camomilla, fruste di cetriolo, foglie di vite, preparare un brodo concentrato, inumidire garza sterile nel medicinale, applicare su emorroidi trombizzate.

Se parliamo di trombosi rettale, al posto di tovaglioli o garze si usano dei tamponi di cotone, che vengono imbevuti di brodi, inseriti per via rettale.

I brodi possono essere bevuti all'interno, le erbe vengono preparate come il tè, funzionano bene per il tratto digestivo.

Candele fatte in casa

I medici preferiscono le candele di propoli naturali. Puoi aggiungere resina di pino, scaldare la miscela a bagnomaria, quindi gocciolare alcune gocce di olio naturale. Calmati. Le supposte sono di piccole dimensioni, inserite con cura nel retto, il che aiuta a sciogliere i coaguli di sangue, normalizza la circolazione sanguigna, allevia l'infiammazione, il dolore, il gonfiore e guarisce i tessuti danneggiati. Le candele alla propoli sono antiossidanti, antisettici.

Inoltre puoi utilizzare:

  • candele di ghiaccio con un decotto di erbe medicinali - un efficace analgesico e mezzi di arresto per podkorlivaniya (meno - effetto temporaneo);
  • una candela di barbabietola o aglio, introdotta nel retto di notte, allevia l'infiammazione durante la trombosi, disinfetta la regione anorettale;
  • le candele a base di miele in olio vegetale, congelate in frigorifero, hanno proprietà analgesiche, antinfiammatorie, disinfettanti.

La terapia per la trombosi emorroidaria viene eseguita utilizzando unguenti fatti in casa che alleviano il dolore, l'infiammazione, stimolano il flusso sanguigno della zona anorettale e la guarigione delle ferite:

  • unguento con propoli - il più amato da pazienti e medici, per la sua preparazione, il grasso animale viene riscaldato a temperatura ambiente e la propoli viene aggiunta in proporzioni uguali, quindi la miscela viene applicata al nodo tromboso di notte, lavata via con acqua corrente al mattino;
  • il burro morbido viene mescolato con il miele, la miscela viene applicata in modo simile;
  • il cavolo fresco viene bollito nel latte, raffreddato, schiacciato insieme alla crusca in una massa omogenea, che viene applicata ai nodi;
  • il catrame di betulla viene mescolato con grasso animale in proporzioni uguali, applicato a un nodo trombizzato (il catrame è un forte allergene, quindi è necessario un test allergico prima dell'applicazione);
  • il catrame può essere miscelato con vaselina (1:10), infondere la miscela, applicare sui nodi dopo l'igiene intima.

Con un trombo emorroidario, l'irudoterapia è efficace. Una sanguisuga è piantata su ogni nodo interessato, che succhia il sangue, il nodo diminuisce di dimensioni, si asciuga e scompare.

Dieta

La nutrizione per la trombosi del cono emorroidario è parte integrante del trattamento complesso generale. La dieta antitrombotica ha diverse caratteristiche:

  • al momento dell'esacerbazione delle emorroidi, i pazienti sono limitati alla quantità di liquido che bevono al giorno: la normale dieta da bere è dimezzata;
  • i prodotti contenenti vitamine K e C sono vietati: pomodori, ribes, tutti gli agrumi, fegato, cavoli aumentano la coagulazione del sangue, provocando la formazione di sempre più coaguli di sangue;
  • durante il periodo di remissione - il cibo è normale, frazionario, in piccole porzioni (delle dimensioni di un palmo), i piatti vengono cotti a vapore;
  • fumo e alcol sono severamente vietati durante qualsiasi periodo di malattia.

La nutrizione influisce direttamente sul tasso di recupero del paziente dopo l'intervento chirurgico.

La tabella mostra i prodotti consentiti e vietati per tutti coloro che soffrono di emorroidi di qualsiasi localizzazione con una storia di trombosi del nodo.

ConsigliatoSono vietati
PorridgeCibi fritti, piccanti, grassi, carni affumicate, cibo in scatola, marinate
Fibra di frutta e verduraBrodi ricchi
LatticiniSale (non più di 20 g / giorno)
Zuppe di verdureCaffè forte, tè
FrittataLegumi
Uva
Bibita
Dolci

Prevenzione, prognosi

In una persona che soffre di malattia emorroidaria, il rischio di trombosi dei nodi aumenta se non vengono seguite le seguenti regole:

  • violare i principi della nutrizione, consumare alcolici, cibi proibiti;
  • non seguire le regole di igiene intima della regione anorettale dopo ogni movimento intestinale;
  • siediti molto, muoviti un po ';
  • sollevare pesi;
  • supercool;
  • non controllare il lavoro degli intestini;
  • non sottoporsi a regolari visite mediche con il controllo di un esame del sangue per la coagulazione;
  • se viene rilevata una patologia, non consultare immediatamente un medico per una terapia adeguata.

La prognosi della trombosi di un nodulo emorroidario ingrossato è generalmente favorevole, ma solo con una terapia competente e tempestiva. L'autoassorbimento di un trombo è possibile nel primo stadio della malattia. Tuttavia, è irragionevole sperare in questo, questa non è una regola, ma un'eccezione. Pertanto, la base per la prevenzione della trombosi emorroidaria e la conservazione della qualità della vita è un appello tempestivo a uno specialista, l'attuazione di tutte le sue raccomandazioni.


Articolo Successivo
Vena porta del fegato