Cambiamenti moderati e diffusi in BEA del cervello


Lievi cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica che si sono verificati nel cervello indicano disturbi minori nel sistema nervoso centrale. Il termine "diffuso" significa "diffuso", quindi è usato per descrivere processi patologici che si verificano senza un focus di localizzazione chiaramente definito.

Cos'è BEA of the Brain

I cambiamenti diffusi nei biopotenziali sono disturbi che vengono rilevati durante uno studio elettroencefalografico del cervello, il che di solito significa che c'è una ragione per una diagnosi. L'elettroencefalografia viene utilizzata per determinare:

  • Maturità delle strutture neuronali.
  • Dinamica delle relazioni cortico-sottocorticali.
  • Lo stato funzionale delle strutture cerebrali.

La modulazione del ritmo alfa più spesso appartiene al significato diagnostico. I risultati dello studio si basano sulla gravità delle oscillazioni lente, che includono gli intervalli theta e delta. L'elettroencefalogramma mostra la natura del BEA dopo l'applicazione di carichi funzionali - test con apertura, chiusura degli occhi, iperventilazione, fotostimolazione ritmica.

L'EEG viene utilizzato per diagnosticare l'epilessia, indipendentemente dal grado di suscettibilità del paziente alle crisi epilettiche. La comparsa di attività epilettiforme è evidenziata da uno speciale ritmo delta. Si sospetta una predisposizione allo sviluppo dell'epilessia se la soglia (livello) di prontezza convulsiva diminuisce.

I cambiamenti negli indicatori normali di attività bioelettrica di natura diffusa, rivelati nello studio del cervello nei bambini, di solito indicano patologie che portano a disturbi:

  • Difficoltà di apprendimento a scuola.
  • Disadattamento sociale.
  • Disturbo della condotta.

La decelerazione della BEA durante un esame EEG è spesso osservata con molti malfunzionamenti del sistema nervoso centrale. Questi includono disturbi cognitivi lievi, ictus ischemico, disturbo da deficit di attenzione e aumento dell'attività fisica (ADHD), disturbo della personalità. Queste malattie sono caratterizzate da schemi (schemi) - una natura speciale del bioritmo, che consente di diagnosticare la patologia e differenziarla da malattie con sintomi simili.

Normalmente, BEA rallenta negli adulti durante il sonno. La condizione si manifesta in uno specifico schema EEG. Se durante la veglia si verificano deviazioni BEA moderatamente espresse di natura diffusa, indicano cambiamenti funzionali e morfologici che si sono verificati nel cervello..

Nei disturbi cerebrovascolari associati a patologie vascolari e un rallentamento del flusso sanguigno cerebrale, si verificano cambiamenti pronunciati negli indicatori dell'attività bioelettrica di un ordine diffuso con gravi lesioni dei tessuti cerebrali, quando, oltre al focus dell'ictus ischemico, tutte le parti del cervello sono coinvolte nel processo patologico. L'aumento della potenza del ritmo delta è un marker non specifico di disfunzione corticale, ADHD, epilessia, disturbo bipolare.

Se, secondo la conclusione dell'elettroencefalografia (EEG), i cambiamenti diffusi moderati sono di natura irritativa, c'è un'alta probabilità di neoplasie meningovascolari - meningiomi, sarcoma meningeo. Tali biopotenziali indicano irritazione delle strutture della corteccia cerebrale. Di solito, il paziente ha un ritmo corticale disorganizzato sullo sfondo di un'ampiezza irregolare delle oscillazioni alfa e un aumento di 2-3 volte dell'ampiezza delle oscillazioni beta.

L'irritazione delle strutture corticali si verifica a seguito di un'intensa esposizione a impulsi afferenti che provengono dalle zone angiorecettive e dalle meningi, che hanno una ricca innervazione. Man mano che le neoplasie crescono, l'ampiezza dei ritmi accelerati di solito diminuisce e nel ritmo generale compaiono onde delta con una piccola ampiezza. L'attività delle onde appare allo stesso modo in entrambi gli emisferi.

I disturbi cerebrali irritativi dei biopotenziali sono caratteristici delle neoplasie vascolari con localizzazione nelle parti anterobasali, sagittali e adiacenti del cervello. Uno studio EEG consente di sospettare malattie gravi nelle prime fasi, tra cui infarto cerebrale, ictus, tumori intracerebrali, disturbi mentali.

Segni di diffusi cambiamenti avvenuti

Il sospetto di cambiamenti cerebrali generali negli indicatori di attività bioelettrica che si sono verificati nel cervello di solito sorge durante un esame da parte di un neurologo. I disturbi sono evidenziati da sintomi neurologici, che si manifestano in misura maggiore o minore, a seconda delle cause della patologia e del volume della materia cerebrale interessata. Caratteristiche principali:

  1. Disturbo della condotta.
  2. Deterioramento delle capacità cognitive (memoria, prestazioni mentali).
  3. Cambiamenti di umore frequenti e improvvisi.
  4. Apatia, perdita di interesse per l'attività motoria, cognitiva e mentale.
  5. Perdita di capacità di comunicazione, difficoltà di comunicazione.
  6. Difficoltà a svolgere un lavoro normale, rallentando i processi di lavoro semplici.
  7. Affaticamento aumentato, affaticamento rapido dopo aver eseguito semplici azioni.
  8. Malessere generale, sensazione di malessere.

I segni di una disorganizzazione moderatamente pronunciata dell'attività bioelettrica sono tipici di molte malattie che colpiscono il cervello. Pertanto, è necessaria un'attenta diagnosi e differenziazione della patologia. Cambiamenti insignificanti nell'attività bioelettrica di natura cerebrale generale possono comparire in persone sane in diversi periodi della vita..

Cause di occorrenza

I cambiamenti moderati in BEA di un piano diffuso sono una patologia del cervello che si sviluppa a seguito di precedenti malattie o danni meccanici ai tessuti della testa, che indica un'eziologia polimorfica. Le ragioni principali per la comparsa di disturbi lievi diffusi:

  1. Lesioni ipossiche dei tessuti del SNC nel periodo perinatale.
  2. Sindrome da distonia autonomica.
  3. Demenza vascolare.
  4. Aterosclerosi dei vasi cerebrali.
  5. Trauma cranico con danni alla sostanza cerebrale.
  6. Malattie infettive - encefalite, meningite.
  7. Intossicazione cronica e acuta.

Sullo sfondo di queste malattie, la struttura della sostanza cerebrale cambia: compaiono aree di ischemia, necrosi, atrofia dei tessuti ed edema. Tali processi patologici sono chiaramente visibili utilizzando metodi di neuroimaging: MRI, TC, angiografia, Doppler.

Affinché un elettroencefalogramma dimostri che l'attività bioelettrica è in qualche modo disorganizzata, non è necessario un grave danno cerebrale. Un colpo alla testa a seguito di un incidente, combattimento o caduta senza danni visibili alle ossa del cranio e al tessuto cutaneo può provocare tali cambiamenti patologici.

Diagnostica

Il principale metodo diagnostico è il neuroimaging delle strutture cerebrali mediante RM o TC. Le tecniche funzionali includono l'elettroencefalografia. La risonanza magnetica del cervello viene eseguita per identificare i motivi che hanno provocato cambiamenti moderati negli indicatori di attività bioelettrica di natura diffusa. Con uno studio EEG del cervello, la diagnosi dei cambiamenti nei biopotenziali di natura diffusa viene effettuata sulla base di tre fattori confermati:

  • La presenza di attività polimorfica di tipo poliritmico (molti ritmi diversi allo stesso tempo) sullo sfondo dell'assenza di un bioritmo dominante.
  • Asimmetria irregolare con disorganizzazione dei ritmi di base. Si manifesta con disturbi di ampiezza, coincidenza delle fasi delle onde provenienti da parti simmetriche della testa.
  • Fluttuazioni patologiche di ordine misto. Nei principali bioritmi di alfa, beta, delta, theta si osservano deviazioni significative dall'ampiezza normale.

La disorganizzazione degli indicatori dell'attività bioelettrica è una tale deviazione nel lavoro del cervello, che riflette la presenza di un processo patologico nelle strutture cerebrali, che contribuisce alla diagnosi precoce delle malattie del sistema nervoso centrale. Esistono i principali tipi di bioritmi:

  1. Onde alfa. Frequenza 8-13 Hz. Il ritmo è associato allo stato naturale di riposo e rilassamento, nelle persone sane appare quando gli occhi sono chiusi, se una persona è in una stanza buia o riposa.
  2. Onde beta. Frequenza 14-40 Hz. Normalmente, riflettono l'attività dei processi cognitivi nel cervello. Nelle persone sane, il ritmo beta appare al momento della concentrazione, dell'osservazione di eventi interessanti, dell'attività mentale attiva.
  3. Onde delta. Frequenza 1-4 Hz. Normalmente, riflette i processi di recupero nel corpo, bassa attività fisica e mentale. Nelle persone sane, compare durante il sonno. La presenza eccessiva del ritmo delta è sempre osservata con vari disturbi neurologici, indicando una ridotta funzione di attenzione e deterioramento delle capacità cognitive.
  4. Onde theta. Frequenza 4-8 Hz. Normalmente, il ritmo theta indica un cambiamento nello stato di coscienza, osservato nel momento tra il sonno e il risveglio. Spesso la condizione è accompagnata dalla comparsa di immagini mentali inconsce. Quando il ritmo theta aumenta, una persona sana di solito si addormenta. L'aumento patologico del ritmo theta è associato a stress emotivo, disturbi mentali, sindrome astenica, commozione cerebrale e confusione.

Con un danno cerebrale diffuso, si osservano varie deviazioni dei normali bioritmi. Il neurofisiologo è impegnato nella decodifica dei risultati dell'elettroencefalogramma. Se il ritmo theta scompare, il medico diagnostica la morte cerebrale. Una significativa diminuzione del ritmo theta indica un sonno profondo. Nelle oscillazioni bioelettriche cerebrali, un ritmo domina sempre e sono presenti altri tre tipi di onde di base.

La violazione della sincronia dei bioritmi sullo sfondo dello smorzamento della curva EEG indica la patologia del sistema vascolare. I ritmi theta e i ritmi delta indicano uno stato pre-ictus. Se, dopo una lesione cerebrale traumatica, durante l'esame viene rilevata una maggiore attività epilettiforme, è possibile che l'epilessia si sviluppi in futuro. Un significativo rallentamento del ritmo alfa è spesso osservato con il parkinsonismo.

Metodi di trattamento

La correzione dei cambiamenti moderatamente pronunciati che si sono verificati nel cervello con indicatori di attività bioelettrica viene solitamente eseguita con farmaci nootropici. I farmaci nootropici migliorano lo stato energetico dei neuroni, stimolano i processi metabolici nelle cellule cerebrali e migliorano la trasmissione sinottica nei tessuti cerebrali. Gruppi di farmaci mostrati:

  • Colinergico.
  • Derivati ​​della pirrolidina.
  • Vasodilatatori cerebrali.
  • Antiossidanti.

Di solito viene prescritto il farmaco Piracetam, che aiuta a eliminare le deviazioni di tipo psicopatico. La pratica clinica mostra che il farmaco ha un effetto regolatorio in relazione alla disritmia rilevata durante un esame EEG. Allo stesso tempo, viene trattata la malattia sottostante, che ha provocato un cambiamento nell'attività dei biopotenziali e disturbi nel lavoro del sistema nervoso centrale.

Possibili conseguenze

Le conseguenze di cambiamenti cerebrali generali non grossolani che si sono verificati nel cervello con indicatori di attività bioelettrica spesso non rappresentano una minaccia per la salute e la vita. Deviazioni minori possono indicare la fase iniziale dei processi distruttivi che interessano i tessuti del midollo.

Prevenzione

A scopo preventivo, vengono mostrate misure generali che rafforzano il corpo: procedure di indurimento, organizzazione di una dieta sana, buon riposo, attività fisica dosata. Per prevenire disturbi nel lavoro del sistema nervoso centrale, è necessario evitare stress, sovraccarico fisico, lesioni nella zona della testa, intossicazione associata al consumo eccessivo di bevande alcoliche.

Il bioritmo disorganizzato durante uno studio EEG spesso indica vari disturbi funzionali e morfologici che si verificano nel cervello. La diagnosi e il trattamento tempestivi delle patologie del SNC aiuteranno a prevenire conseguenze gravi e pericolose per la vita.

Modifiche diffuse moderate nella BEA del cervello: cause e sintomi, metodi di diagnosi e trattamento

I cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello sono spesso il risultato di lesioni alla testa, lesioni infettive del tessuto cerebrale. I sintomi della condizione patologica influenzano negativamente la vita: una persona è costantemente accompagnata da sensazioni dolorose, stanchezza e disturbi nervosi. Con una terapia tempestiva e competente, la conduttività degli impulsi viene ripristinata, ma ciò richiede diversi mesi e persino anni.

Cos'è?

Il cervello è una rete neurale che propaga impulsi di natura ondulatoria. L'EEG (elettroencefalogramma) consente di registrare le onde in uscita. Gli indicatori di elettrogenesi aiutano a imparare molto sullo stato fisico e mentale del paziente.

Il ritmo dell'attività cerebrale è eterogeneo. Tenendo conto della frequenza e dell'ampiezza delle oscillazioni, ci sono:

  • le onde alfa (frequenza 8-13 Hz, ampiezza 25-95 μV) sono registrate in una persona sana, diffuse principalmente alle aree occipitale e parietale;
  • le onde beta (14-30 Hz, 3-5 μV) diventano pronunciate con un intenso lavoro intellettuale e fisico, nonché con un effetto irritante sugli organi sensoriali;
  • le onde theta (4 - 8 Hz, 25 - 35 μV) sono emesse dall'ippocampo, si notano nei bambini di 5-6 anni e negli adulti durante il sonno profondo e in coma;
  • le onde delta (1-3 Hz, 20-40 μV) sono tipiche di un neonato, in un adulto si osservano durante il sonno.

Esistono altri tipi di onde, ma sono quelle sopra elencate sull'encefalogramma che permettono di identificare patologie diffuse del cervello.

Qual è questa diagnosi?

Il cervello è un'enorme raccolta di cellule. Quando la patologia si verifica in un'area specifica, viene chiamata localizzata. Quando più focolai patologici di dimensioni diverse compaiono in aree diverse, parlano di lesioni diffuse. Cioè, con questo tipo di malattia, l'intero organo viene catturato..

Per il cervello, come per qualsiasi organo umano, alcuni fenomeni patologici sono caratteristici. Con cambiamenti diffusi nella BEA del cervello, possiamo parlare di:

  • sclerosi (aumento della densità dei tessuti);
  • malazione (ammorbidimento e perdita della struttura del tessuto);
  • risposta infiammatoria;
  • processo tumorale.

Sclerosi diffusa

Questa è la patologia più comune presentata, manifestata dalla compattazione dei tessuti dovuta a un insufficiente apporto di ossigeno. La causa può essere una ridotta circolazione sanguigna e lo sviluppo di malattie a causa delle quali l'ossigeno viene fornito in quantità insufficienti.

Le malattie provocatorie più comuni sono:

  • ipertensione;
  • anemia;
  • insufficienza del muscolo cardiaco;
  • aterosclerosi carotidea.

Le patologie elencate vengono diagnosticate principalmente negli anziani; in assenza di un trattamento tempestivo e adeguato, portano alla comparsa di sclerosi diffusa..

I provocatori della sclerosi sono patologie non associate a carenza di ossigeno: insufficienza epatica e renale. Causano danni tossici al tessuto cerebrale, di conseguenza, le aree morte diventano più dense o si formano delle cisti..

Un altro fattore che porta alla sclerosi diffusa è il malfunzionamento del sistema immunitario. La guaina mielinica, che copre il neurone, funge da isolante biologico. Gli agenti immunitari attaccano lo strato isolante, provocando sintomi neurologici. È così che si sviluppa la sclerosi multipla, diagnosticata nei pazienti giovani..

Encefalomalacia

Il tessuto cerebrale contiene una grande quantità di liquido. Quando le cellule muoiono, si nota la necrosi umida, il cui segno principale è la comparsa di focolai ammorbiditi. Quando il processo coinvolge più parti del cervello, si parla di encefalomalacia diffusa. Nella fase finale, si verifica l'indurimento o si formano le cisti.

Vari fattori che influenzano l'intero cervello sono provocatori di un ammorbidimento diffuso. Cioè, le lesioni e gli ictus che portano a cambiamenti focali non possono diventarli. Ma potrebbero esserci:

  • infezioni;
  • edema;
  • morte clinica subito.

Con una reazione infiammatoria provocata dalla penetrazione di un'infezione, il sistema immunitario cerca di bloccare la diffusione dell'agente patogeno. Il risultato è la comparsa nel cervello infiammato di aree di tessuto morto contenenti una massa purulenta. Spesso il processo termina con un risultato letale, ma con una terapia condotta correttamente è possibile la rigenerazione delle strutture cerebrali. I neuroni morti non vengono ripristinati, ma la loro funzione viene rilevata dalle cellule circostanti.

Tumori diffusi

Il tumore è una patologia di tipo focale. Pertanto, è possibile parlare di lesione diffusa solo quando le metastasi penetrano nel cervello..

La metastasi è il movimento delle cellule maligne con linfa e sangue. Molto spesso, il trasferimento al tessuto cerebrale viene effettuato dal sistema polmonare e dalla ghiandola prostatica. Quando il flusso di metastasi è abbondante, si parla del grado generale di danno cerebrale. L'intervento chirurgico in questo caso è inutile.

Cause di cambiamenti diffusi

Le patologie sopra descritte non si presentano da sole. Di solito sono provocati da lesioni o malattie accompagnate da interruzione dei processi intracellulari e indebolimento della connessione tra i neuroni..

Il bioritmo del cervello è distorto quando ci sono:

  1. Trauma alla testa. Di solito si notano cambiamenti moderati e diffusi con commozione cerebrale, mentre gravi lesioni cerebrali traumatiche portano a una distorsione significativa degli indicatori di impulso.
  2. Malattie neuroinfettive infiammatorie: encefaliti, meningiti, mieliti, aracnoiditi e loro varianti miste. Con danni al midollo spinale e allo spazio subaracnoideo nei tessuti cerebrali, il metabolismo peggiora, la circolazione del liquido cerebrospinale nei ventricoli è disturbata. La sostanza bianca si gonfia, si formano cicatrici sulle aree danneggiate. Sull'encefalogramma, ciò si manifesta con cambiamenti irritativi nell'attività bioelettrica del cervello: si osservano onde beta ad alta frequenza e ampiezza.
  3. Aterosclerosi e altre malattie vascolari, accompagnate da un deterioramento della conduttività vascolare. Nelle fasi iniziali delle patologie si notano cambiamenti diffusi moderati e deboli nell'attività bioelettrica. In assenza di terapia, la conduttività neurale si deteriora, la distorsione degli indicatori sull'encefalogramma diventa pronunciata.
  4. Esposizione radioattiva e intossicazione chimica. Le radiazioni influiscono negativamente sullo stato dell'intero organismo, ma soprattutto dell'osso e del midollo cerebrale, ci sono malfunzionamenti di BEA della zona corticale. Dopo l'esposizione e l'avvelenamento da tossine, una persona perde la capacità di condurre una vita piena.

Cambiamenti diffusi dovuti a traumi

Una commozione cerebrale può rompere gli assoni - lunghi rami dei neuroni. In questo caso, la diagnosi è una lesione cerebrale diffusa. Un sintomo caratteristico è la perdita di coscienza.

Più lungo è lo stato di incoscienza, maggiore è la probabilità di successiva disabilità o morte.

Quando le parti mobili del cervello vengono spostate, gli elementi fissi vengono attorcigliati. E anche con un lieve spostamento della regione cerebrale, è possibile la distruzione completa o parziale degli assoni. Un processo simile può interessare i capillari che forniscono la regione frontale e la corteccia. Il risultato è una morte tissutale diffusa, che complica la diagnosi di patologia.

Sintomi

I cambiamenti nella BEA del cervello hanno un effetto immediato sullo stato fisico e mentale. Si manifesta un livello lieve e moderato di interruzione del biopotenziale tissutale:

  • mal di testa;
  • fluttuazioni regolari della pressione sanguigna;
  • vertigini;
  • improvvisi cambiamenti nello stato emotivo, isteria;
  • problemi con la memoria e le prestazioni;
  • condizioni convulsive.

Un cambiamento da moderato a grave in BEA, espresso da un rallentamento della frequenza di fondo, segnala l'epilessia di esordio.

I pericoli di cambiare BEA

Con una manifestazione moderata, l'attività bioelettrica alterata non aggrava lo stato del corpo. Ma la disorganizzazione del sistema dopo un po 'si sviluppa necessariamente in pericolose patologie.

A volte, insieme all'aritmia, viene rivelata una violazione dello stato funzionale del talamo e dell'ipotalamo. Ciò porta allo sviluppo della sindrome diencefalica, in cui vengono registrate patologie neurologiche, endocrine e metaboliche: il funzionamento della ghiandola tiroidea, del cuore e dei vasi sanguigni, degli organi digestivi e del sistema riproduttivo è interrotto. Il lavoro del sistema di regolamentazione, che è responsabile del mantenimento della temperatura corporea nella norma, viene interrotto. Si verificano depressione, insonnia, sbalzi d'umore incontrollabili.

In un bambino, un convincente disturbo della pervietà degli impulsi può causare gravi disturbi psicoemotivi, problemi motori e ritardi nello sviluppo.

Diagnostica

Lo squilibrio moderato nella BEA del cervello viene rilevato con diversi metodi. Applicare:

  • raccolta di anamnesi ed esame del paziente;
  • elettroencefalografia;
  • Risonanza magnetica;
  • angiografia (con aterosclerosi).

Il paziente viene inviato per la risonanza magnetica se viene registrata una maggiore attività elettrica. Indica la presenza di una patologia che sarà visibile su un'immagine tomografica.

Decodificare l'encefalogramma

Durante la sessione, il paziente si siede con un cappuccio a cui sono attaccati i sensori. Catturano gli impulsi, trasmettono le informazioni alla carta sotto forma di un grafico a onde.

Un disturbo del ritmo moderato e grave è facilmente notato da un medico specialista. Può vedere:

  • asimmetria delle onde;
  • distribuzione disturbata dei flussi alfa e beta;
  • frequenza e ampiezza fuori dai limiti normali;
  • doppia amplificazione delle onde beta, che indica l'inizio di una crisi epilettica.

Durante la procedura viene eseguita la fotostimolazione. Il ritmo normale delle onde dovrebbe corrispondere alla frequenza dei lampi luminosi. Non è considerato patologico se supera la norma per un massimo di 2 volte. Ma se c'è una diminuzione del ritmo o un aumento significativo, allora c'è sicuramente una patologia.

Il ritmo alfa segnala le violazioni se:

  • assente (questa è un'indicazione di asimmetria interemisferica);
  • è fissato nel lobo frontale;
  • gli interemisferi sono asimmetrici di oltre il 35%;
  • si rivela la distorsione della sinusoidalità dell'onda;
  • c'è un'irregolarità di frequenza (l'alta frequenza indica un trauma cranico);
  • valore di picco inferiore a 25 o superiore a 95 μV.

La violazione dell'attività alfa nell'infanzia segnala un ritardo mentale. L'assenza di questo ritmo è un segno della demenza di un bambino..

Le onde beta con un'ampiezza elevata indicano una commozione cerebrale, una breve - un'infezione infiammatoria. Nei bambini, il ritmo indica un ritardo nello sviluppo mentale a 15 Hz e 40 μV.

Le onde theta superiori a 45 μV indicano una compromissione funzionale. Inoltre, un aumento in tutte le parti dell'organo è un segnale di una grave patologia del sistema nervoso centrale. L'alta frequenza è un segno di un tumore. In un bambino, un eccesso di indicatori theta e delta nei tessuti occipitali indica un ritardo nello sviluppo mentale o una ridotta circolazione sanguigna.

L'EEG può esprimere vari cambiamenti in BEA:

  • attività relativamente ritmica - un'indicazione di mal di testa;
  • la BEA diffusa in combinazione con processi patologici generalizzati e parossismi è un segno di convulsioni convulsive ed epilettiche;
  • una ridotta reattività BEA indica disturbi psicoemotivi.

In conclusione, il medico può scrivere:

  • piccoli cambiamenti regolatori, processi diffusi nel parenchima cerebrale;
  • cambiamenti cerebrali residui (residui);
  • disorientamento bioelettrico cerebrale con inclusione di strutture ipotalamiche mediane;
  • BEA relativamente ritmico, disfunzione delle strutture mediane e del tronco cerebrale con aree di parossismi.

Terapia

Il disturbo cerebrale diffuso dovrebbe essere trattato solo in un ambiente sanitario. Il piano terapeutico è organizzato tenendo conto della causa della distorsione BEA. La cosa più difficile è ripristinare il cervello di un paziente che ha subito intossicazione o esposizione alle radiazioni. Con l'aterosclerosi, la normalizzazione dell'attività cerebrale è possibile solo nella fase iniziale..

La terapia farmacologica prevede l'utilizzo di fondi volti ad eliminare sia la malattia provocante stessa che i suoi sintomi mentali, neurologici, metabolici e vegetativi. Sono usati:

  • antiossidanti;
  • nootropici;
  • farmaci per normalizzare il metabolismo;
  • medicinali vasoattivi;
  • calcioantagonisti per normalizzare l'attività cerebrale;
  • farmaco "pentossifillina" per migliorare la circolazione sanguigna.

Le misure fisioterapiche danno buoni risultati: magnetoterapia, elettroterapia, procedure balneologiche. Per le malattie vascolari viene utilizzata l'ossigenazione iperbarica (saturazione dei tessuti con ossigeno sotto pressione fino a 1,5 atmosfere), ozono terapia.

Con l'aterosclerosi è necessario un cambiamento nella dieta, l'esclusione di cibi che aumentano i livelli di colesterolo nel sangue. Se la malattia è avanzata, il medico prescrive un farmaco dal gruppo delle statine. I farmaci della categoria dei fibrati inibiscono la sintesi dei lipidi e prevengono lo sviluppo dell'aterosclerosi.

Nelle malattie gravi è necessario l'intervento di un neurochirurgo.

Prevenzione

Per prevenire patologie che portano a cambiamenti nella BEA del cervello, dovresti:

  • ridurre al minimo il consumo di bevande contenenti caffeina;
  • rinunciare a sigarette e alcol;
  • mantenersi in forma;
  • aver paura dell'ipotermia e del surriscaldamento;
  • proteggersi da lesioni alla testa.

Un moderato cambiamento di BEA è una conseguenza dello sviluppo asintomatico di una neoplasia maligna, quindi dovresti assolutamente visitare un neurologo. Non dovresti ignorare le misure terapeutiche proposte, è severamente vietato auto-medicare, usare ricette popolari dubbie. Questo può portare a complicazioni, disabilità e morte..

Modifiche EEG diffuse moderate

Cambiamenti moderati e diffusi nell'EEG si manifestano con parossismi ("raffiche") di rallentamento generalizzato e onde delta polimorfiche. Meno spesso si verificano parossismi che si trovano nella gamma di frequenze delle onde theta e talvolta sono ritmici piuttosto che polimorfici.

Eziologia delle lesioni diffuse

Tutte le lesioni diffuse, prive di una chiara localizzazione, sono divise in due grandi gruppi, che vengono diagnosticati in modi diversi: metodi funzionali e neuroimaging (TC, MRI).

Ricerca funzionale - EEG

Questo studio è EEG o elettroencefalografia. Un EEG può essere utilizzato per diagnosticare l'epilessia anche quando una persona non ha convulsioni. È con questa malattia che si verificano cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello di natura speciale, che portano a un attacco convulsivo. A volte viene utilizzato il termine "cambiamenti diffusi nell'ES del cervello", che significa la stessa cosa. A volte si nota il grado di queste deviazioni, ad esempio, "cambiamenti diffusi moderatamente espressi nell'ES del cervello". In questo caso, una persona può essere completamente sana. In questo caso, nessuna attenzione dovrebbe essere prestata a queste formulazioni. E perché? Perché non troverai le parole "sano" in nessuna conclusione EEG.

Sono così chiamati, poiché l'intera corteccia cerebrale prende parte al loro aspetto e non è possibile individuare alcuna area separata (ad esempio, il polo inferiore del lobo temporale sinistro).

I segni più caratteristici che parlano della comparsa di attività epilettiforme sull'EEG sono la comparsa di un ritmo delta patologico, nonché la comparsa di complessi caratteristici, come "onda di picco". I medici-neurofisiologi sono impegnati nella decodifica dell'encefalografia.

Ma cambiamenti diffusi nell'attività cerebrale possono verificarsi senza segni di epilessia. Ciò accade abbastanza spesso, ei neurofisiologi scrivono qualcosa di "vago", ad esempio "l'interesse delle strutture intermedie". Cosa significa? Niente di niente. Il fatto è che l'EEG è un metodo di ricerca che consente di confermare o negare l'epilessia. Per questo viene utilizzato. Nel caso in cui l'attività epilettiforme non venga rilevata, è necessario scrivere qualcosa. Quindi viene scritta una frase simile, ma il medico praticamente non le presta attenzione.

Tecniche di neuroimaging

Con la capacità di vedere sezioni di cervello ad alta precisione prese su piani diversi con un imager a raggi X o a risonanza magnetica, i medici sono stati in grado di vedere immagini che hanno chiamato tomogrammi..

Nel caso in cui vedessi un cambiamento sfocato in tutto il cervello, si chiama diffuso. Quindi, ad esempio, lievi cambiamenti diffusi nel cervello possono verificarsi con aterosclerosi e demenza vascolare..

Allo stesso tempo, cambiamenti diffusi più pronunciati e moderati nel cervello possono verificarsi come una "sorpresa" in una persona che ha un numero elevato di colesterolo e ha aterosclerosi cerebrale, ma non si lamenta ancora dell'oblio..

Interpretazione dei risultati

Cambiamenti diffusi sull'EEG indicano l'assenza di lesioni evidenti e focolai di sviluppo patologico. In altre parole, i potenziali sono diversi dalla norma, ma non ci sono ancora deviazioni critiche. La manifestazione sarà espressa nel seguente:

  • la conducibilità non è uniforme;
  • appare periodicamente l'asimmetria;
  • fluttuazioni al di fuori del range normale;
  • attività polimorfica poliritmica.

L'EEG può mostrare segni di rafforzamento delle influenze attivanti ascendenti di strutture medie aspecifiche, che indicano reazioni fisiologiche. Molto spesso, viene superata la gamma di alcuni tipi di onde. Tuttavia, per fare una diagnosi di "lesione diffusa", le deviazioni devono essere in tutti i punti.

Le onde differiranno per forma, ampiezza e frequenza. Il ritmo è il principale parametro di valutazione. L'uniformità ci consente di parlare del lavoro ben coordinato di tutti i componenti del sistema nervoso ed è la norma.

I cambiamenti nell'EEG per una serie di indicatori possono essere rintracciati nella maggior parte delle persone: caffeina, nicotina, alcol, sedativi influenzano i dati ottenuti a seguito dello studio, causando lievi cambiamenti diffusi. Si consiglia di interromperne l'utilizzo alcuni giorni prima dell'esame..

Cambiamenti diffusi nei biopotenziali

Le anomalie cerebrali sono associate a danni localizzati o diffusi. Nel secondo caso, è problematico determinare con precisione il fulcro delle violazioni..

Tali cambiamenti sono chiamati diffusi..

Con lesioni focali, il luogo della loro localizzazione è solitamente facile da determinare. Ad esempio, problemi di equilibrio, manifestazione di grave nistagmo - sintomi di danno cerebellare.

Le mutazioni diffuse possono essere diagnosticate utilizzando due metodi:

  1. Neuroimaging - MRI, CT. I tomogrammi consentono di esaminare le sezioni più sottili del cervello su tutti i piani. Questo metodo è utile per diagnosticare le conseguenze dell'aterosclerosi e della demenza vascolare. Anomalie simili con livelli elevati di colesterolo nel sangue possono essere rilevate anche quando i problemi di memoria non sono ancora comparsi..
  2. Funzionale - EEG. L'elettroencefalografia consente di ottenere indicatori che sono caratteristiche quantitative del cervello. Aiuta a diagnosticare l'epilessia prima che si verifichino crisi epilettiche. L'epilessia è sempre accompagnata da cambiamenti diffusi in BEA di natura specifica che causano convulsioni. Nella diagnosi, è necessario indicare il loro grado: leggero, ruvido, moderato. Un grado facile viene assegnato anche a persone perfettamente sane.

Non preoccuparti di questo: la parola "sano" non è in nessuna conclusione EEG. L'intera corteccia subisce cambiamenti diffusi, ma ciò non indica la presenza di danni locali.

Il sintomo principale dell'attività epilettica sarà l'anomalia del ritmo delta, il monitoraggio periodico dei complessi di onde di picco. Solo un neurofisiologo può emettere una conclusione EEG correttamente decodificata, poiché ampi cambiamenti nell'attività cerebrale potrebbero non essere accompagnati da altri segni di epilessia.

Quindi il medico parla dell '“interesse delle strutture intermedie” o usa un'altra simile vaga formulazione. Questo non significa nulla, poiché l'EEG consente solo di confermare o escludere l'epilessia. La mancanza di attività epilettica è indicata da diagnosi "vaghe".

Cambiamenti significativi e diffusi sono il risultato della comparsa di tessuto cicatriziale, processi infiammatori, gonfiore, morte delle strutture cerebrali.

Le connessioni vengono interrotte in modi diversi su tutta la superficie del cervello.

Scariche epilettiformi diffuse periodiche

Le scariche elettriche con questo tipo di modifiche generalizzate in BEAGM si verificano a intervalli regolari. Le scariche sono multifase e hanno una morfologia epilettiforme. Pertanto, sono simili alle scariche epilettiformi laterali periodiche (PLED), tranne per il fatto che hanno una distribuzione generalizzata piuttosto che laterale..

A volte sono indicati come scarica epilettiforme periodica generalizzata (GPED). Al contrario, il termine bi-PLED di solito si riferisce a scariche periodiche che sono asincrone.

Cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello

Cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello

Cambiamenti diffusi nei biopotenziali e nei loro sintomi

I cambiamenti nei biopotenziali del cervello possono peggiorare significativamente la vita del paziente. Nelle prime fasi compaiono lievi sintomi di vertigini, ma poi tutto può raggiungere le convulsioni.

I sintomi di eccitazione dell'attività cerebrale si manifestano come segue:

  • Diminuzione delle prestazioni;
  • Difficoltà a passare da un'attività all'altra (lentezza);
  • Distrazione, diventa difficile per una persona ricordare qualsiasi informazione;
  • Disturbi psicologici (deterioramento dell'autostima, indifferenza a molte attività in cui in precedenza c'era un certo interesse).

Questa patologia include anche sintomi neurologici cerebrali.

  • Mal di testa, vertigini, spasmi muscolari.
  • Diminuzione della funzione visiva, alterazione dell'olfatto e del gusto.

In rari casi, sullo sfondo di cambiamenti diffusi nel cervello, si manifestano disturbi nel funzionamento delle strutture del tronco diencefalico, in questo caso il paziente lamenta un deterioramento del benessere, che è accompagnato da vertigini e altre condizioni patologiche. Se i cambiamenti diffusi sono significativi, ciò indica che la persona è soggetta a convulsioni..

Ritmi di base di BEA del cervello

L'attività bioelettrica è una vibrazione elettrica. C'è un'enorme rete di neuroni nel cervello che operano su una lunghezza d'onda specifica. Le onde sull'elettroencefalogramma (EEG) vengono registrate e la decodifica del grafico aiuta i medici a giudicare lo stato dei biopotenziali e della psiche umana.

Le onde biologiche, i cosiddetti ritmi dell'attività cerebrale, si dividono in ampiezza e frequenza:

  • alfa - 8-13 Hz (frequenza), 5-100 μV (ampiezza);
  • beta - 14-40 Hz, fino a 20 μV;
  • gamma - più di 30 Hz (raramente fino a 100 Hz), non superiore a 15 μV;
  • delta - 1-4 Hertz, 20-200 μV.

Esistono altri tipi di bioritmici, ma la medicina non li ha studiati abbastanza..

Cosa sono i disturbi BEA cerebrali

Il cervello umano è un sistema complesso in cui gli impulsi elettrici generati e trasmessi dai neuroni giocano il ruolo principale. Lo schema ottimale di tale interazione è la frequenza, quindi la natura e l'evoluzione lo hanno implementato nel cervello molto prima degli umani. In generale, diverse parti del cervello generano e utilizzano fino a nove segnali di frequenza. Per la diagnostica funzionale, sono sufficienti quattro principali: ritmi cerebrali alfa, beta, theta e delta, registrati da un elettroencefalogramma.

I risultati dell'encefalografia cerebrale sono presentati come grafici separati per la registrazione del ritmo. Quando analizzati, vengono combinati in un unico indice che riflette il BEA - l'attività bioelettrica del cervello oggettivamente, in uno stato conveniente per lo studio.

Ogni paziente è interessato a quali. Ma non tutti, ad eccezione dei neurofisiologi, capiscono che il risultato dello studio è relativo, solo la conclusione finale sulla malattia non viene fatta su di esso. A volte i ritmi di BEA possono essere alterati. In questi casi, dicono la probabilità o l'assenza di patologia.

Solo l'epilessia può essere diagnosticata in modo affidabile dall'EEG, ma anche questa conclusione richiederà ulteriori ricerche: è necessario trovare la fonte di ritmi malfunzionanti, compattazione pronunciata e localizzata, cicatrice o ammorbidimento. La prontezza per convulsioni e convulsioni è indicata dalla diffusione e dall'aumentata attività dei ritmi delta e theta durante la veglia in un adulto..

Sintomi e metodi diagnostici

I disturbi diffusi dei biopotenziali non hanno sintomi, poiché questo fenomeno non è una malattia, ma riflette il suo processo. Ad esempio, BA è compromessa nell'ictus emorragico, che si manifesta in un quadro clinico. Con un'emorragia nel midollo, se in questo momento viene eseguito un EEG, verranno registrati cambiamenti diffusi di gravità media sulle onde.

Il gold standard per rilevare una violazione dell'attività bioelettrica del cervello è l'elettroencefalografia. Il cambiamento delle sue onde riflette le probabili patologie delle funzioni cerebrali.

Attività del ritmo alfa

Si verifica sia normalmente che con patologia. Nella prima versione, la mancanza di ritmo alfa viene registrata quando una persona viene esaminata ad occhi aperti e riflette sui suoi problemi. In generale, quando le visualizzazioni sono attivate.

Una diminuzione del ritmo alfa viene registrata in caso di disturbi emotivi: irritazione, rabbia, ansia, depressione. Inoltre, un cambiamento nelle onde alfa si verifica con un'eccessiva attività del cervello e del dipartimento autonomo: con un forte battito cardiaco, paura, sudorazione, mani tremanti, parestesie.

Con l'ictus emorragico compaiono segni di disorganizzazione moderata: le onde alfa scompaiono o cambiano, il che si manifesta in salti nell'ampiezza del ritmo. In caso di trombosi, infarto cerebrale o ammorbidimento della sostanza bianca, la frequenza delle onde alfa diminuisce.

Cambio di ritmo beta

È fissato nello stato di veglia. Un aumento dell'ampiezza del ritmo si verifica con il coinvolgimento attivo nel compito e l'eccitazione emotiva. Un picco di aumento dell'ampiezza del ritmo beta indica una reazione acuta allo stress, ad esempio, con depressione reattiva o ansiosa. Quando viene presentata una stimolazione tattile o viene chiesto di muoversi, l'onda svanisce.

Ritmo gamma

Normalmente, l'ampiezza aumenta con la crescente attenzione nella risoluzione del problema. Il cambiamento nelle onde gamma riflette un danno cerebrale assonale diffuso, che interrompe l'attività delle cellule dei candelabri. La violazione del ritmo gamma viene registrata anche nei pazienti con schizofrenia.

Ritmo delta

Sull'EEG, le onde delta compaiono quando i processi rigenerativi e riparativi prevalgono nel corpo, ad esempio, nella fase del sonno profondo. L'ampiezza delle onde delta aumenta con i cambiamenti neurologici. Un aumento eccessivo dell'ampiezza riflette una ridotta attenzione e memoria. Inoltre, il ritmo delta viene registrato durante i processi volumetrici nel cervello.

Le onde delta compaiono sull'EEG immediatamente dopo un'emorragia cerebrale. Scompaiono 3 mesi dopo la malattia..

Ritmo theta

Normalmente, il ritmo theta è fisso nella fase di sonnolenza, lo stato limite tra la veglia e il sonno superficiale. In patologia, queste onde vengono registrate quando la coscienza è compromessa, ad esempio, durante l'annebbiamento della coscienza o l'oniroide, quando il paziente è sveglio, ma allo stesso tempo la sua coscienza non è accesa. I cambiamenti di luce diffusa nelle onde theta sotto forma di un aumento dell'ampiezza indicano stress emotivo, stato psicotico, commozione cerebrale, affaticamento, astenia e stress cronico.

Ritmo Mu

Si manifesta principalmente nella norma. La comparsa di onde mu sull'elettroencefalografia indica stress mentale.

Effetti

Le modifiche lasciate senza la dovuta attenzione sono pericolose, poiché possono causare complicazioni irreversibili. A seconda del luogo del processo, la conduzione dell'impulso cronico provoca disturbi motori, disturbi psicoemotivi, nei bambini - ritardo dello sviluppo.
Gravi conseguenze del disorientamento BEA - sviluppo di epilessia e convulsioni.

I processi negativi provocano ispessimento e ammorbidimento del tessuto cerebrale, infiammazione e produzione di nuove cellule, che successivamente si sviluppano in un tumore. In questo contesto, una persona può sviluppare encefalomalacia, radicolopatia, sclerosi diffusa, patologie oncologiche, edema cerebrale.

Motivi di disorganizzazione generale

I cambiamenti diffusi in BEA non sorgono dal nulla e non sono geneticamente determinati. Queste anomalie si formano a causa della violazione di determinati processi e danni alle connessioni neurali. In particolare, molte malattie portano all'interruzione del sistema nervoso centrale..

Ferita alla testa

L'intensità dei cambiamenti diffusi in BEA dipende completamente dalla gravità della lesione. Un danno moderato provoca disagio nel paziente e non richiede una terapia a lungo termine.

Lesioni gravi possono causare gravi cambiamenti nella BEA, portando a gravi disfunzioni nel funzionamento del sistema nervoso centrale.

Le lesioni cerebrali includono:

  • commozione cerebrale - si verifica dopo un trauma cranico minore;
  • compressione - si verifica a causa di ematomi e una diminuzione dello spazio intracerebrale nella cavità cranica;
  • contusione: danno alla sostanza cerebrale dovuto a un colpo alla testa, spesso accompagnato da emorragia;
  • emorragia intracranica: distruzione dovuta a un colpo a uno dei vasi sanguigni, che porta a un'emorragia locale nella cavità cranica.

Infiammazioni che interessano la sostanza GM

Possono verificarsi sottili cambiamenti nella BEA a causa di malattie infiammatorie che colpiscono la sostanza del cervello.

Meningite

Questo è un processo infiammatorio localizzato nelle membrane meningee. Il sintomo principale della patologia è il mal di testa, intenso, accompagnato da nausea e vomito ripetuto..

La malattia è di natura infettiva o batterica, molto pericolosa e può portare alla morte, soprattutto se un bambino è malato.

Aracnoidite

Il secondo nome della patologia è la meningite sierosa, poiché provoca un'infiammazione sierosa della membrana aracnoidea del cervello. Le sue cause sono traumi, intossicazione corporea, infezioni acute e croniche. La malattia può svilupparsi con tumori a crescita lenta, encefalite.


Con l'aracnoidite, c'è un costante mal di testa, nausea, vomito. I disturbi neurologici dipendono dalla lesione.

Encefalite

L'encefalite è un gruppo di patologie caratterizzate da infiammazione del cervello. Sorgono a causa dell'azione di batteri e virus patogeni.

La più comune encefalite trasmessa da zecche, trasmessa dalle zecche. Oltre a ciò, si distingue anche l'influenza, l'encefalite reumatica, epidemica e giapponese..

La malattia si manifesta con mal di testa, febbre alta e debolezza generale.

Anemia

Questa condizione è caratterizzata da un basso contenuto di emoglobina nel sangue e una diminuzione simultanea dei globuli rossi. L'anemia non è una malattia indipendente, ma un sintomo di varie patologie.

Con l'anemia, poco ossigeno entra nel cervello, il che causa la fame di cellule cerebrali (neuroni) e, di conseguenza, complicazioni sotto forma di aritmia ondulatoria.

Irradiazione (avvelenamento)

Il danno radiologico non passa senza lasciare traccia per il corpo. Subisce cambiamenti patologici, compreso il cervello.

I segni di danno tossico sono considerati irreversibili, possono influire in modo significativo sulla qualità della vita e sulla capacità di una persona di svolgere attività quotidiane, richiedono un approccio serio al trattamento.

Aterosclerosi dei vasi cerebrali

Una condizione in cui la placca si accumula nei vasi sanguigni e altera il flusso sanguigno. La causa più comune di disorganizzazione BEA. All'inizio della malattia, sono moderatamente pronunciati..
Nel processo di morte dei tessuti a causa della mancanza di afflusso di sangue, il deterioramento della permeabilità dei neuroni è aggravato, che si manifesta con un aumento dei disturbi.

Deviazioni associate

Cambiamenti diffusi in BEA possono essere causati da disfunzioni della parte inferiore della struttura cerebrale: la ghiandola pituitaria e l'ipotalamo. Può anche verificarsi in condizioni di immunodeficienza.

Nei neonati, i focolai distrofici nel cervello possono essere il risultato di lesioni ipossico-ischemiche, che si manifestano anche in una violazione del BEA.

Diagnostica e trattamento

La BEA disritmica viene diagnosticata utilizzando diversi metodi. Il più informativo è l'elettroencefalogramma (EEG). La manipolazione consente di identificare scoppi di attività elettrica aumentati o, al contrario, ridotti.

Un EEG non deve essere confuso con un ECG (elettrocardiogramma). Il primo metodo esamina il cervello, il secondo: l'attività bioelettrica del cuore, il suo ventricolo sinistro o destro, il miocardio. Entrambi gli studi sono molto rilevanti per la medicina, ma hanno implicazioni diverse.

Una diagnosi affidabile viene effettuata sulla base dei seguenti studi:

Metodo diagnostico
Descrizione
Prendendo l'anamnesi
Determina la natura dei sintomi nei disturbi BEA

Il medico esegue un esame completo del paziente, presta attenzione a disturbi cronici, lesioni alla testa.
Elettroencefalografia
Ricerca dell'attività bioelettrica del cervello. Il metodo identifica le deviazioni dalla norma e stabilisce il luogo di localizzazione

L'EEG mostra anomalie BEA, ma la causa non è determinata.
MRI
Trova catalizzatori per l'accelerazione o la decelerazione del ritmo corticale. Mostra cambiamenti di natura irritativa dovuti a tumori, aiuta a stabilire la natura delle neoplasie ea studiare la struttura degli emisferi cerebrali.
Angiogramma
Necessario per la diagnosi dell'aterosclerosi vascolare.


Come viene trattata l'aritmia BEA? La terapia è prescritta solo per una diagnosi completa del paziente e un rapporto di follow-up. Senza stabilire le cause della violazione, la terapia è inefficace.

Il tasso di recupero dell'attività neurale dipende da quanto gravemente viene colpito il tessuto cerebrale. Se le modifiche sono minori, il trattamento sarà rapido ed efficace..

In genere, una persona con diagnosi di disorganizzazione BEA impiega mesi o addirittura anni per riprendersi. Il modo più semplice è ripristinare l'attività del cervello nella fase iniziale dell'aterosclerosi, più difficile - dopo l'esposizione a radiazioni o sostanze chimiche, quando si sono verificati cambiamenti irreversibili nei tessuti.

In casi eccezionali, ad esempio, in presenza di tumori, è richiesto un intervento chirurgico.

Decodificare l'elettroencefalogramma

Cosa mostra l'EEG quando la conduzione elettrica nel cervello non è organizzata? Lo specialista vede immediatamente le aritmie BEA, soprattutto se i cambiamenti nei ritmi sono significativi.

  • i ritmi si manifestano come asimmetria ondulatoria;
  • ci sono difetti nella distribuzione delle onde alfa, beta, gamma;
  • la loro frequenza e ampiezza è al di fuori dell'intervallo normale;
  • se l'elettroencefalografo registra un duplice aumento del ritmo beta, sono visibili focolai di attività epilettica, ciò può corrispondere all'insorgenza dell'epilessia.

Durante l'EEG, viene eseguita la fotostimolazione. Normalmente, il ritmo delle onde dovrebbe essere uguale alla frequenza dei lampi. La norma è anche considerata un eccesso di 2 volte del ritmo. Un ritmo basso o più volte superato indica chiaramente deviazioni.
L'ampiezza delle onde misura da un picco all'altro. L'indice del ritmo viene utilizzato per determinare la frequenza.

Nell'analisi dell'EEG, possono scrivere quanto segue:

  • lievi cambiamenti regolatori, cambiamenti diffusi nel parenchima cerebrale;
  • cambiamenti cerebrali generali di natura residua;
  • disorientamento bioelettrico di natura cerebrale generale con il coinvolgimento di strutture mediane aspecifiche del livello ipotalamico;
  • BEA relativamente ritmico, disfunzione delle strutture dello stelo medio con focolai di attività parossistica.

Durante la decodifica di un EEG, gli specialisti utilizzano un database speciale in cui sono presenti indicatori normali, nonché deviazioni, a quali malattie corrispondono. Leggere un encefalogramma non è un compito facile, richiede esperienza e abilità.

Decodificare l'encefalogramma

Durante la sessione, il paziente si siede con un cappuccio a cui sono attaccati i sensori. Catturano gli impulsi, trasmettono le informazioni alla carta sotto forma di un grafico a onde.

Un disturbo del ritmo moderato e grave è facilmente notato da un medico specialista. Può vedere:

  • asimmetria delle onde;
  • distribuzione disturbata dei flussi alfa e beta;
  • frequenza e ampiezza fuori dai limiti normali;
  • doppia amplificazione delle onde beta, che indica l'inizio di una crisi epilettica.

Durante la procedura viene eseguita la fotostimolazione. Il ritmo normale delle onde dovrebbe corrispondere alla frequenza dei lampi luminosi. Non è considerato patologico se supera la norma per un massimo di 2 volte. Ma se c'è una diminuzione del ritmo o un aumento significativo, allora c'è sicuramente una patologia.

Il ritmo alfa segnala le violazioni se:

  • assente (questa è un'indicazione di asimmetria interemisferica);
  • è fissato nel lobo frontale;
  • gli interemisferi sono asimmetrici di oltre il 35%;
  • si rivela la distorsione della sinusoidalità dell'onda;
  • c'è un'irregolarità di frequenza (l'alta frequenza indica un trauma cranico);
  • valore di picco inferiore a 25 o superiore a 95 μV.

La violazione dell'attività alfa nell'infanzia segnala un ritardo mentale. L'assenza di questo ritmo è un segno della demenza di un bambino..

Le onde beta con un'ampiezza elevata indicano una commozione cerebrale, una breve - un'infezione infiammatoria. Nei bambini, il ritmo indica un ritardo nello sviluppo mentale a 15 Hz e 40 μV.

Le onde theta superiori a 45 μV indicano una compromissione funzionale. Inoltre, un aumento in tutte le parti dell'organo è un segnale di una grave patologia del sistema nervoso centrale. L'alta frequenza è un segno di un tumore. In un bambino, un eccesso di indicatori theta e delta nei tessuti occipitali indica un ritardo nello sviluppo mentale o una ridotta circolazione sanguigna.

L'EEG può esprimere vari cambiamenti in BEA:

  • attività relativamente ritmica - un'indicazione di mal di testa;
  • la BEA diffusa in combinazione con processi patologici generalizzati e parossismi è un segno di convulsioni convulsive ed epilettiche;
  • una ridotta reattività BEA indica disturbi psicoemotivi.

In conclusione, il medico può scrivere:

  • piccoli cambiamenti regolatori, processi diffusi nel parenchima cerebrale;
  • cambiamenti cerebrali residui (residui);
  • disorientamento bioelettrico cerebrale con inclusione di strutture ipotalamiche mediane;
  • BEA relativamente ritmico, disfunzione delle strutture mediane e del tronco cerebrale con aree di parossismi.

Cause di cambiamenti diffusi nel miocardio

Cambiamenti diffusi nel miocardio possono svilupparsi come complicanza dopo malattie infettive (difterite, reumatismi, influenza, tifo, tubercolosi, ecc.). In questo caso, c'è un'infiammazione del muscolo cardiaco, un cambiamento morfologico nelle sue cellule, che si chiama "miocardite". Alcuni tipi di miocardite sono asintomatici, in altri casi c'è debolezza, interruzioni o aumento del battito cardiaco, dolore al cuore. La terapia per la miocardite si basa sull'identificazione e l'eliminazione del fattore che ha causato l'infiammazione. Successivamente, viene eseguito un trattamento volto ad eliminare le conseguenze e normalizzare il lavoro del cuore..

Il danno al muscolo cardiaco può essere causato dalla miocardiosclerosi. Con questa malattia, il tessuto connettivo inizia a sostituire le cellule muscolari del cuore e questo porta a un cambiamento nelle sue valvole. I sintomi di questa malattia sono mancanza di respiro, tachicardia, tosse notturna, debolezza, gonfiore delle gambe, accumulo di liquidi nell'addome e nei polmoni..

Il trattamento della miocardiosclerosi consiste nell'eliminare la malattia sottostante che ha causato questa patologia cardiaca. Gli sforzi della terapia sono anche diretti a preservare le fibre miocardiche rimanenti e migliorare le loro condizioni. Vengono prese misure per eliminare l'insufficienza cardiaca, il paziente deve seguire una dieta speciale e limitare l'attività fisica.

Decodificare i risultati dell'elettroencefalogramma

Solo un neurofisiologo o un neuropatologo altamente qualificato dovrebbe essere coinvolto nella decodifica dei risultati ottenuti. È piuttosto difficile determinare le deviazioni dalla norma sul grafico se non sono di carattere pronunciato. Allo stesso tempo, gli indicatori standard possono essere interpretati in modo diverso a seconda della categoria di età del paziente e dello stato di salute al momento della procedura..

È praticamente al di là del potere di una persona non professionista comprendere correttamente gli indicatori. Il processo di decodifica dei risultati può richiedere diversi giorni, a causa delle dimensioni del materiale analizzato. Il medico deve valutare l'attività elettrica di milioni di neuroni. La valutazione dell'ELETTROENCEFALOGRAMMA dei bambini è complicata dal fatto che il sistema nervoso è in uno stato di maturazione e crescita attiva..

L'elettroencefalografo registra i principali tipi di attività del cervello del bambino, visualizzandoli sotto forma di onde, che vengono valutate secondo tre parametri:

  • Frequenza delle onde. Il cambiamento nello stato delle onde in un secondo intervallo di tempo (oscillazioni) viene misurato in Hz (hertz). In conclusione, viene registrato l'indicatore medio ottenuto dall'attività media delle onde al secondo in diverse sezioni del grafico.
  • Lo swing o l'ampiezza. Riflette la distanza tra i picchi opposti dell'attività delle onde. Misurato in μV (microvolt). Il protocollo descrive gli indicatori più tipici (comuni).
  • Fase. Secondo questo indicatore (il numero di fasi per oscillazione), viene determinato lo stato corrente del processo o i cambiamenti nella sua direzione.

Inoltre, vengono presi in considerazione il ritmo del cuore e la simmetria dell'attività dei neutroni negli emisferi (destro e sinistro). Il principale indicatore valutativo dell'attività cerebrale è il ritmo che viene generato e regolato dalla parte strutturalmente più complessa del cervello (talamo). Il ritmo è determinato dalla forma, ampiezza, regolarità e frequenza delle vibrazioni delle onde.

Attività parossistica

Questo è un indicatore registrato che indica un forte aumento dell'ampiezza dell'onda EEG, con un focus designato di occorrenza. Si ritiene che questo fenomeno sia associato solo all'epilessia. In effetti, il parossismo è caratteristico di varie patologie, tra cui demenza acquisita, nevrosi, ecc..

Nei bambini, i parossismi possono essere una variante della norma, se non ci sono cambiamenti patologici nelle strutture del cervello.
Con l'attività parossistica, il ritmo alfa è principalmente disturbato. Lampi e vibrazioni bilaterali sincroni si manifestano nella lunghezza e nella frequenza di ciascuna onda in uno stato di riposo, sonno, veglia, ansia, attività mentale.

I parossismi hanno questo aspetto: prevalgono focolai acuti, che si alternano a onde lente, e con una maggiore attività, sorgono le cosiddette onde acute (picco) - molti picchi, uno dopo l'altro.

Il parossismo EEG richiede un esame aggiuntivo da parte di un terapista, neurologo, psicoterapeuta, miogramma e altre procedure diagnostiche. Il trattamento consiste nell'eliminare le cause e le conseguenze.

In caso di trauma cranico si elimina il danno, si ripristina la circolazione sanguigna e si procede alla terapia sintomatica, in caso di epilessia si cerca la causa (tumore, ecc.). Se la malattia è congenita, il numero di convulsioni, dolore ed effetti negativi sulla psiche è ridotto al minimo.

Se i parossismi sono il risultato di problemi di pressione, viene trattato il sistema cardiovascolare.

Il cervello diffuso cambia il trattamento

Cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello

Il corpo umano è un sistema complesso che funziona secondo le proprie regole e leggi speciali. Non è un segreto che il cervello umano emetta segnali bioelettrici che "viaggiano" attraverso i neuroni - le cellule - che compongono il nostro cervello. A volte nella trasmissione di questi segnali ad altre parti del corpo si verificano guasti che possono influire sul benessere di una persona. Questi cambiamenti si verificano in modo uniforme in tutto il cervello e possono influenzare parti diverse.

Compaiono sintomi come vertigini, stanchezza, disagio, ecc.. Per determinare se ci sono stati cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello, è necessario controllare il paziente su un elettroencefalogramma. Questa procedura viene spesso eseguita dopo gravi traumi, meningiti, encefaliti e altre malattie associate al cervello, per assicurarsi che non vi siano malattie in via di sviluppo..

Sintomi di cambiamenti diffusi

I problemi con il cervello sono significativamente diversi dalle malattie di altri organi, quindi i loro sintomi sono speciali. Spesso, i cambiamenti nel corpo si verificano gradualmente ei sintomi aumentano. Pertanto, cambiamenti moderati nell'attività bioelettrica del cervello causano principalmente cambiamenti come:

  • diminuzione delle prestazioni del paziente;
  • l'emergere di problemi a livello psicologico;
  • disattenzione ai dettagli;
  • il paziente diventa lento, è difficile per lui passare da un'attività all'altra.

Se una persona sviluppa tali sintomi dopo un infortunio, è necessario condurre un elettroencefalogramma per determinare se il cervello del paziente mostra un'attività diversa dalla norma. Vale la pena notare che anche i risultati di tale studio non sono sempre veri, poiché alcune anomalie possono verificarsi nel cervello di una persona sana, mentre non soffrirà di sintomi caratteristici.

Elettroencefalogramma

Condurre uno studio sull'attività bioelettrica del cervello è assolutamente indolore. Gli elettrodi sono fissati sulla testa del paziente, che registrano l'attività elettrica e i processi elementari nei neuroni

Durante l'analisi dei risultati, il medico presta attenzione alla frequenza delle oscillazioni, alla loro ampiezza e a molti altri fattori. Inoltre, per una diagnosi accurata, è necessario uno studio dei ritmi, che determina la presenza di cambiamenti diffusi

Questa procedura può anche aiutare a determinare la presenza di altri disturbi cerebrali..

Manifestazioni e conseguenze

I cambiamenti diffusi nel cervello possono causare molto disagio al paziente. I primi segni sotto forma di vertigini e malessere di solito compaiono nelle fasi iniziali. Se il paziente sta riscontrando difficoltà più gravi, mal di testa, picchi di pressione sanguigna, ciò potrebbe indicare una tendenza all'epilessia. Nel caso in cui, durante l'elettroencefalogramma, si riscontrino focolai di attività bioelettrica eccessivamente elevata, ciò indica che il paziente potrebbe presto avere convulsioni.

Cause di cambiamenti diffusi

La malattia può manifestarsi sullo sfondo di altri problemi di salute e svilupparsi a seguito di precedenti sofferenze:

Un elettroencefalogramma può mostrare attività polimorfica e fluttuazioni patologiche che presentano deviazioni dalla norma. Una diagnosi accurata può essere fatta solo se tutti questi segni sono presenti. Possono anche essere direttamente correlati a danni alla ghiandola pituitaria e all'ipotalamo..

Cambiamenti diffusi dopo un trauma

A volte la malattia si manifesta come conseguenza di traumi alla testa e gravi commozioni cerebrali, che possono provocare seri problemi. In questi casi, un elettroencefalogramma mostrerà i cambiamenti nella subcorteccia e nel cervello. Il benessere del paziente dipenderà dalla presenza di complicanze e dalla loro gravità. Lievi cambiamenti diffusi nell'attività bioelettrica del cervello di solito non causano un notevole deterioramento della salute, sebbene possano causare un leggero disagio.

Diagnosi e trattamento

A prima vista, una diagnosi terribile in realtà non farà molti danni al corpo se presti attenzione al problema in tempo. Questa è un'anomalia abbastanza comune che si verifica spesso nei bambini, ma non influisce sui principali sistemi del corpo.

È possibile eliminare completamente i cambiamenti diffusi nel cervello in pochi mesi, in casi difficili - un anno. Il ripristino della normale attività cerebrale è un compito prioritario, non può essere posticipato, perché senza trattamento possono comparire complicazioni che porteranno a conseguenze gravi e irreversibili.

BEA del cervello. Cos'è

L'attività bioelettrica (BEA) si riferisce alle vibrazioni elettriche nel cervello. Per la trasmissione degli impulsi, i neuroni hanno le proprie onde biologiche, che, a seconda dell'ampiezza, si dividono in:

  • Onde beta. Aggravato dall'irritazione degli organi sensoriali, nonché dall'attività mentale e fisiologica.
  • Ritmi alfa. Sono registrati anche nelle persone sane. La maggior parte di loro si trova nelle zone parietale e occipitale..
  • Onde theta. Osservato nei bambini sotto i 6 anni di età e negli adulti durante il sonno.
  • Ritmi delta. Tipico per i bambini di età inferiore a un anno. Negli adulti, sono fissati in un sogno.

Cambiamenti moderati in BEA inizialmente non causano cambiamenti significativi nell'attività cerebrale. Ma l'equilibrio del sistema è già stato interrotto e in futuro questi cambiamenti appariranno sicuramente. Il paziente può:

  • Si verifica attività convulsiva.
  • La pressione sanguigna cambia senza una ragione apparente.
  • Sviluppa l'epilessia con convulsioni generalizzate.

Sclerosi diffusa

Secondo le statistiche, questa patologia è la malattia più comune. Il motivo è la mancanza di ossigeno, a seguito della quale il tessuto diventa più denso. Può essere influenzato dalla funzione circolatoria e dai disturbi del trasporto di ossigeno.

Possibili malattie che portano alla sclerosi diffusa includono:

  • Aumento della pressione sanguigna (ipertensione);
  • Anemia (anemia);
  • Blocco delle arterie carotidi (aterosclerosi);
  • Insufficienza cardiaca;

Queste malattie sono più spesso osservate negli adulti e negli anziani. Se queste malattie non vengono trattate, c'è un'alta probabilità di sviluppare la sclerosi cerebrale diffusa..

In caso di funzionalità renale compromessa e insufficienza epatica, si verifica un danno cerebrale tossico.

Un altro motivo per i cambiamenti diffusi nei biopotenziali del cervello è lo strano lavoro del sistema immunitario umano. Si verifica a causa del fatto che il sistema immunitario inizia ad agire sulla guaina mielinica ea sua volta distrugge lo strato isolante (sclerosi multipla). Si verifica nei giovani.

Aspetti prerogativa e svantaggi del metodo EEG

I neurofisiologi e gli stessi pazienti preferiscono la diagnostica EEG per diversi motivi:

  • affidabilità dei risultati;
  • nessuna controindicazione per motivi medici;
  • la capacità di eseguire ricerche in uno stato addormentato e persino inconscio del paziente;
  • assenza di limiti di sesso ed età per la procedura (l'EEG viene eseguito sia per i neonati che per gli anziani);
  • prezzo e disponibilità territoriale (l'esame ha un costo contenuto e viene effettuato in quasi tutti gli ospedali distrettuali);
  • dispendio di tempo insignificante per condurre un elettroencefalogramma convenzionale;
  • indolore (durante la procedura, il bambino può essere capriccioso, ma non per il dolore, ma per la paura);
  • innocuità (gli elettrodi attaccati alla testa registrano l'attività elettrica delle strutture cerebrali, ma non hanno alcun effetto sul cervello);
  • la capacità di condurre più esami per tracciare le dinamiche della terapia prescritta;
  • pronta interpretazione dei risultati per la diagnosi.

Inoltre, non esiste una preparazione preliminare per l'EEG. Gli svantaggi del metodo includono la possibile distorsione degli indicatori per i seguenti motivi:

  • stato psico-emotivo instabile del bambino al momento dello studio;
  • mobilità (durante la procedura è necessario osservare la natura statica della testa e del corpo);
  • l'uso di farmaci che influenzano l'attività del sistema nervoso centrale;
  • stato di fame (una diminuzione dei livelli di zucchero sullo sfondo della fame colpisce il cervello);
  • malattie croniche degli organi visivi.

Nella maggior parte dei casi, i motivi elencati possono essere eliminati (condurre ricerche durante il sonno, interrompere l'assunzione di farmaci, fornire al bambino un atteggiamento psicologico). Se il medico ha prescritto l'elettroencefalografia per il bambino, lo studio non può essere ignorato.

Metodologia

Secondo il metodo di conduzione, l'elettroencefalogramma è vicino all'elettrocardiografia del cuore (ECG). In questo caso vengono utilizzati anche 12 elettrodi, posizionati simmetricamente sulla testa in alcune zone. L'applicazione e il collegamento dei sensori alla testa vengono eseguiti in un ordine rigoroso. Il cuoio capelluto nei punti di contatto con gli elettrodi viene trattato con un gel. I sensori installati sono fissati sulla parte superiore con uno speciale cappuccio medico.

Per mezzo di morsetti, i sensori sono collegati a un elettroencefalogramma, un dispositivo che registra le caratteristiche dell'attività cerebrale e riproduce i dati su un nastro di carta sotto forma di un'immagine grafica

È importante che il piccolo paziente tenga la testa dritta durante l'intero esame. L'intervallo di tempo della procedura, insieme al test obbligatorio, è di circa mezz'ora

Il test di ventilazione viene eseguito per bambini dai 3 anni. Per controllare la respirazione, al bambino verrà chiesto di gonfiare un palloncino per 2-4 minuti. Questo test è necessario per identificare possibili neoplasie e diagnosticare l'epilessia latente. Una deviazione nello sviluppo dell'apparato vocale, le reazioni mentali aiuteranno a identificare l'irritazione leggera. Una versione approfondita dello studio, realizzata secondo il principio del monitoraggio Holter quotidiano in cardiologia.

Il bambino indossa un cappello per 24 ore e un piccolo dispositivo situato sulla cintura registra continuamente i cambiamenti negli indicatori di attività del sistema nervoso nel suo insieme e nelle singole strutture cerebrali. Dopo un giorno, il dispositivo e il cappuccio vengono rimossi e il medico analizza i risultati. Tale studio è di fondamentale importanza per identificare l'epilessia nel periodo iniziale del suo sviluppo, quando i sintomi non si sono ancora manifestati spesso e chiaramente.

Diagnosi: encefalopatia perinatale

I dati di ulteriori metodi di ricerca sono ausiliari e aiutano a chiarire la natura e il grado di danno cerebrale, servono a monitorare il decorso della malattia, a valutare l'efficacia della terapia.
La neurosonografia (NSG) è un metodo sicuro per esaminare il cervello, che consente di valutare lo stato del tessuto cerebrale, gli spazi del liquido cerebrospinale. Identifica le lesioni intracraniche, la natura delle lesioni cerebrali.
L'ecografia Doppler consente di valutare la quantità di flusso sanguigno nei vasi del cervello.
L'elettroencefalogramma (EEG) è un metodo per studiare l'attività funzionale del cervello, basato sulla registrazione dei potenziali elettrici del cervello. Secondo i dati EEG, si può giudicare il grado di ritardo...

Ciao mio figlio ha 9 mesi e non gattona bene, ma siamo andati da un neurologo, ci è stato detto che il bambino aveva muscoli deboli e gli è stato prescritto l'encefalo; diagnosi di prematurità di 1 grado Origine ipossico-emorragica perinatale del sistema nervoso centrale, sindrome della depressione. Puoi dirci se dovremmo bere questo medicinale prima, grazie mille


Articolo Successivo
Sindrome di Leriche: cause, segni, diagnosi, come trattare, intervento chirurgico