Analisi del tempo di protrombina


Il sangue è un mezzo liquido del corpo umano che trasporta elementi vitali: ossigeno, anidride carbonica, proteine, lipidi, carboidrati. Gli elementi del sangue svolgono una funzione protettiva, prevenendo sanguinamento abbondante in caso di lesioni.

Attenzione! Il sangue contiene globuli bianchi, lamellari e non nucleari. Le piastrine sono cellule del sistema emostatico coinvolte nel blocco dei vasi danneggiati. Per determinare i parametri dell'emostasi (coagulazione del sangue), viene prescritto un coagulogramma.

  1. Cos'è il tempo di trombina?
  2. Come viene eseguita la procedura per il prelievo di sangue per la ricerca??
  3. Tempo di trombina: normale
  4. Perché il tempo di trombina è aumentato??
  5. Perché il tempo di trombina è inferiore al normale?

Cos'è il tempo di trombina?

Molte persone si chiedono qual è il tempo di trombina in un esame del sangue? L'indice di trombina è un'analisi che misura il tempo necessario per la formazione di un coagulo in un'area interessata. La protrombina, nota come fattore II, è solo una delle proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue.

Quando ferito, un vaso sanguigno si rompe, le piastrine si raccolgono nel sito della ferita e creano un tappo temporaneo per fermare l'emorragia. Per formare un coagulo di sangue, una serie di 12 proteine, o "fattori" della coagulazione, lavorano insieme per produrre una sostanza chiamata fibrina. La fibrina ostruisce il vaso, bloccando la perdita di sangue.

In medicina, ci sono tre fasi successive della conversione del fibrinogeno in fibrina:

  1. Sotto l'influenza della trombina, il fibrinogeno viene convertito in un monomero.
  2. Un grande polimero è formato da un gran numero di monomeri: la fibrina.
  3. La fibrina insolubile è formata dal polimero, che intasa i vasi sanguigni.

Se, quando si determina il tempo di trombina, vengono rilevate deviazioni, ciò indica una patologia. L'indicatore può essere utilizzato in ulteriori diagnosi di condizioni dolorose. È possibile aumentare o diminuire il valore di trombina con un trattamento appropriato.

Un disturbo dell'emostasi noto come emofilia induce il corpo a sintetizzare fattori di coagulazione insufficienti. Anche alcuni farmaci, malattie del fegato o carenza di vitamina K aumentano il tempo di trombina.

I sintomi che sono inerenti alle malattie del sistema di coagulazione del sangue:

  • Non mi sento bene".
  • Sanguinamento che non si ferma dopo l'applicazione del laccio emostatico.
  • Gravi fasi luteali del ciclo mestruale.
  • Sangue nelle urine.
  • Articolazioni gonfie o doloranti.
  • Epistassi persistenti.

Se sospetti un disturbo del sistema di coagulazione, il medico prescriverà un coagulogramma dettagliato. Anche se non c'è sanguinamento, il medico ordinerà uno studio.

Importante! Quando si assume warfarin, è necessario un monitoraggio costante dell'efficacia della terapia. In caso di deviazioni, l'assunzione giornaliera di farmaci viene ridotta a valori ottimali. Assumere troppo warfarin provoca un sanguinamento eccessivo. La malattia del fegato o la carenza di vitamina K possono causare forti emorragie. In tali condizioni, viene mostrato un coagulogramma..

Come viene eseguita la procedura per il prelievo di sangue per la ricerca??

Anticoagulanti e coagulanti (farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione) influenzano i risultati del test. Informi il medico di tutti i medicinali che sta assumendo. Il medico ti consiglierà di interrompere l'assunzione prima di prelevare un campione biologico.

L'unica cosa necessaria per i test è il sangue. Questa è una procedura ambulatoriale eseguita in un laboratorio diagnostico. Richiede pochi minuti e non provoca dolore.

Un infermiere o un flebotomo (una persona addestrata a prelevare il sangue) utilizzerà un piccolo ago per prelevare il sangue da una vena al gomito. Un tecnico di laboratorio aggiungerà sostanze chimiche al sangue per vedere quanto tempo impiega la formazione di un coagulo.

Ci sono pochi rischi associati alla procedura. Ma se il paziente ha emofilia o altre malattie del sangue, la procedura non può essere eseguita. E c'è un piccolo rischio di introdurre un agente patogeno infettivo nel sito di iniezione. Potrebbe sentirsi debole o dolorante durante l'iniezione. In caso di sintomi indesiderati, è imperativo avvertire l'infermiera.

Tempo di trombina: normale

Il sangue di solito forma una placca di calcio-colesterolo usando il fibrinogeno per 11-13,5 secondi (a condizione che il paziente non stia assumendo farmaci che influenzano l'emostasi) sia negli uomini che nelle donne. I risultati del coagulogramma sono indicati sotto forma di una designazione numerica del "rapporto normalizzato internazionale" (INR), o tempo di protrombina. L'intervallo tipico per una persona che non assume anticoagulanti è compreso tra 0,9 e 1,1. Per coloro che assumono warfarin, il risultato è compreso tra 2 e 3,5.

L'indicatore è variabile e dipende dall'età, in un neonato è di 20 secondi, che è considerata la norma. Eccessiva eccitazione, stress, rabbia o sforzo fisico influenzeranno i tuoi test. Il tempo di trombina durante la gravidanza è leggermente superiore allo standard. Se rimani incinta di disturbi dell'emostasi, puoi successivamente morire durante il parto. Pertanto, nel primo trimestre di gravidanza, è importante sottoporsi a tutti i test..

Perché il tempo di trombina è aumentato??

Tempi normali di trombina indicano un sistema di coagulazione sano. Quando viene assunto l'acido acetilsalicilico, l'intervallo per la comparsa di un vaso trombizzato viene allungato.

Se il tempo di trombina viene ridotto, ciò è una conseguenza dei seguenti motivi:

  • Dose errata di warfarin, fluconazolo, fluzamed, plestazol, limistin o cardiomagnyl.
  • Malattia del fegato.
  • Carenza di vitamina K..
  • Disturbi dell'emostasi come la carenza di fattore II.
  • Aborto spontaneo o ultima settimana di gravidanza.
  • Emofilia A o B.
  • Deficit del fattore di coagulazione.
  • Malattia di Von Willebrand (un disturbo che causa una coagulazione del sangue anormale).
  • Coagulazione intravascolare disseminata (una malattia in cui le proteine ​​responsabili della coagulazione del sangue sono anormalmente attive).
  • Ipofibrinogenemia (carenza del fattore di coagulazione del sangue fibrinogeno).
  • Problemi nutrizionali come carenza di vitamina K e malassorbimento.
  • Immunoglobuline, inclusi gli anticorpi contro la cardiolipina.
  • Lupus anticoagulanti.
  • Leucemia.

L'ampia gamma di possibili cause della lunga coagulazione della trombina suggerisce che sono necessarie ulteriori misure diagnostiche. Un risultato anormale non è una diagnosi, ma un motivo per condurre più esami per scoprire la causa.

Nei disturbi gravi dell'emostasi, sono indicati il ​​trattamento con coagulanti e trasfusioni di sangue. Insufficienza di diversi fattori del complesso protrombinico, il principale fattore genetico dell'ipoptrombinemia.

La malattia del fegato colpisce l'emostasi. La maggior parte dei fattori di coagulazione sono sintetizzati dagli epatociti. La cirrosi epatica, l'epatite o varie forme di distrofia delle cellule epatiche portano ad un aumento del tempo di trombina. Ridurre selettivamente il tempo di protrombina in questi casi è un esercizio inutile. Tratta la causa alla base della coagulopatia.

Le malattie oncologiche del sangue aumentano il tempo di trombina. Le neoplasie maligne portano a gravi cambiamenti nel sistema di coagulazione del sangue. È importante monitorare costantemente gli indicatori dei fattori di coagulazione al fine di applicare tempestivamente metodi di trattamento appropriati..

Perché il tempo di trombina è inferiore al normale?

Ci sono molte ragioni che causano il declino dell'indicatore. Alcune condizioni fisiologiche e una certa assunzione di cibo influiscono sul tempo necessario alla formazione di un coagulo. Mangiare colesterolo in eccesso e cibi grassi porta ad un aumento del colesterolo totale nel sangue.

Questa condizione è spesso osservata negli uomini anziani ed è uno dei fattori di rischio per l'aterosclerosi. Questa malattia è caratterizzata da un eccessivo accumulo di placca nei vasi sanguigni. Un forte restringimento del lume dei vasi porta all'ipossia e successivamente alla necrosi dei tessuti.

La norma fisiologica è considerata un tempo di trombina inferiore al normale durante la gravidanza, specialmente nel 3 ° trimestre. In alcuni casi, le malattie infettive nella fase acuta riducono il tempo di formazione della placca nella nave danneggiata. Le ustioni e le reazioni allergiche gravi (shock anafilattico) sono le cause più comuni di aumento del tempo per la formazione di coaguli.

Consigli! Nella vecchiaia, si consiglia a donne e uomini di assumere anticoagulanti. Allungano il tempo di trombina e riducono il rischio di incidenti cardiovascolari.

Le ragioni dell'aumento e della diminuzione del tempo di protrombina

Articoli di esperti medici

Un aumento del tempo di protrombina indica una tendenza all'ipocoagulazione e può dipendere da vari motivi..

  • Insufficienza di uno o più fattori del complesso protrombinico, che si osserva in tali coagulopatie ereditarie come ipoproconvertinemia (carenza di fattore VII) e ipoprotrombinemia (carenza di fattore II).
  • L'aumento del tempo di protrombina, che a volte si osserva nell'amiloidosi, è associato a una carenza del fattore X, che viene assorbito dall'amiloide, e nella sindrome nefrosica, con una carenza dei fattori VII e V, che vengono escreti nelle urine.
  • La sintesi dei fattori del complesso protrombinico avviene nelle cellule del fegato, con malattie di quest'ultimo, il loro numero diminuisce, quindi il tempo di protrombina in una certa misura può servire da indicatore dello stato funzionale del fegato. Si nota un aumento del tempo di protrombina nell'epatite acuta e cronica, nella cirrosi epatica, nella distrofia epatica subacuta e in altre lesioni del parenchima epatico, che è considerato un cattivo segno prognostico. In questo caso, la ragione dell'aumento del tempo di protrombina può anche essere il ridotto assorbimento della vitamina K, necessaria per la sintesi dei fattori del complesso protrombinico, che si sviluppa a seguito di una diminuzione del flusso della bile nell'intestino. Lo stesso è il motivo dell'aumento del tempo di protrombina e dell'ittero ostruttivo..
  • Enteropatia e disbiosi intestinale, che portano a carenza di vitamina K, possono anche essere accompagnate da un aumento del tempo di protrombina.
  • Se trattato con antagonisti della vitamina K (anticoagulanti indiretti), lo stadio finale della sintesi dei fattori del complesso protrombinico viene interrotto e il tempo di protrombina viene allungato.
  • Il consumo di fattori del complesso protrombinico nella coagulazione intravascolare disseminata acuta (CID) porta ad un aumento piuttosto precoce del tempo di protrombina (2 volte o più).
  • Nella pancreatite cronica, cancro del pancreas e della cistifellea, un aumento del tempo di protrombina può derivare da danni al fegato e / o dallo sviluppo di DIC.
  • Afibrinogenemia, ipofibrinogenemia (una diminuzione del contenuto di fibrinogeno nel sangue a 1 g / le inferiore), nonché un contenuto eccessivo di eparina nel sangue portano ad un aumento del tempo di protrombina.
  • Il prolungamento del tempo di protrombina viene rilevato nella leucemia acuta e cronica, a causa dello sviluppo della coagulazione intravascolare disseminata.
  • Un aumento della concentrazione di antitrombina o antitromboplastina nel sangue porta anche ad un aumento del tempo di protrombina;
  • Un intero gruppo di farmaci può allungare il tempo di protrombina: steroidi anabolizzanti, antibiotici, acido acetilsalicilico (a dosi elevate), lassativi, metotrexato, acido nicotinico, chinidina, diuretici tiazidici, tolbutamide.

L'accorciamento del tempo di protrombina indica una tendenza all'ipercoagulabilità e può essere notato nelle fasi iniziali della trombosi venosa profonda degli arti inferiori, con policitemia, negli ultimi mesi di gravidanza. I seguenti farmaci provocano una riduzione del tempo di protrombina: acido acetilsalicilico (a piccole dosi), mercaptopurina, contraccettivi orali.

Tempo di protrombina (PTT): che cos'è, norme per età, ragioni per l'aumento e la diminuzione dell'indicatore

Il tempo di Rothrombina è un livello formale che indica la velocità e la qualità della coagulazione del sangue e quanto sono attivi i fattori-sostanze speciali responsabili di questo processo. In particolare, si sta studiando la protrombina. Ma non solo.

I disturbi di questo tipo sono fondamentali per la salute e la vita. Perché ad un ritmo elevato, il sangue diventa troppo liquido. Anche un lieve infortunio può essere fatale.

Se il livello è inferiore alla norma condizionale, si formano coaguli di sangue. Quando si muovono, questi coaguli possono bloccare i vasi sanguigni, provocare un ictus, un infarto, la morte del paziente.

Conclusione: è necessario controllare regolarmente. Almeno con un terapista e, se necessario, essere trattati in modo tempestivo.

A cosa serve l'analisi

Ci sono parecchie indicazioni per la ricerca, poiché la concentrazione di una specifica proteina è un modo universale per valutare il sistema ematopoietico. La qualità e la velocità della coagulazione.

Base per la diagnosi:

Uso a lungo termine di farmaci di gruppi antipiastrinici o anticoagulanti

Questi fondi influenzano il numero di sostanze fattore che regolano lo stato reologico del sangue (la sua fluidità).

I farmaci particolarmente potenti, che si tratti di warfarin o altri, richiedono un controllo sanitario sistematico. Per lo meno, viene eseguito un esame del sangue. E ogni settimana o un po 'meno. Dipende dal dosaggio e dalle condizioni del paziente stesso.

Agenti antipiastrinici: anche l'aspirina, la ticlopidina, il clopidogrel e altri richiedono un monitoraggio costante. In assenza di tale, è possibile un sanguinamento fatale. Anche da lesioni minori.

Studio dell'efficacia del trattamento

Anche in questo caso stiamo parlando dei farmaci sopra citati. Normalmente, con l'uso regolare di farmaci anticoagulanti e altri, l'indice di protrombina diminuisce. Cioè, il sangue si coagula più velocemente, tutto torna alla normalità. Pertanto, ogni settimana, anche se con minore frequenza, i medici rieseguono lo studio.

Lo stesso vale per il momento in cui il trattamento viene annullato. Per circa un mese o due, i pazienti vengono controllati regolarmente. Nel caso in cui. Soprattutto se ci sono problemi con il sistema ematopoietico e la sintesi dei fattori di coagulazione.

Pianificazione della gravidanza

Naturalmente o tramite FIVET. Perché, allora, studiare il tempo di protrombina?

Durante la gestazione, la probabilità di una violazione delle proprietà reologiche del sangue è alta. Sono possibili sia ispessimento che eccessiva fluidità. Per non affrontare manifestazioni pericolose, il paziente viene controllato.

Questa è una delle attività di routine nella pianificazione della gravidanza..

Disturbi del fegato

La ghiandola più grande del corpo agisce come una sorta di laboratorio biochimico. Diversi fattori di coagulazione vengono sintetizzati qui. Compresa la protrombina stessa.

Di conseguenza, qualsiasi violazione del lavoro dell'organo influisce immediatamente sullo stato del sangue. Quanto dipende esattamente dalla reazione del corpo.

Di solito, ci sono meno fattori di coagulazione. Ad esempio, sullo sfondo della cirrosi, necrosi epatica acuta.

Malattia vascolare

Vene varicose, aterosclerosi, patologie passate e attuali come aneurismi, anomalie congenite. In questo caso, la velocità e la qualità del trofismo (nutrizione) dei tessuti dipende dalla fluidità del sangue. Nervoso, muscoloso e altri.

Pertanto, la protrombina viene controllata in base alla situazione. Per escludere possibili complicazioni. Se necessario, viene prescritta una terapia. Questo è necessario per la prevenzione di ictus, attacchi di cuore..

Evidente carenza di vitamina K o una condizione precedente

Sebbene la protrombina sia prodotta nel fegato, la coagulazione è impossibile senza una normale concentrazione della vitamina. In poche parole, "confeziona" la protrombina, consentendo al composto di acquisire la sua forma completa.

In assenza di una quantità sufficiente di una sostanza, viene prodotta protrombina difettosa. L'analisi consente di valutare il grado di violazione. La sua gravità. Pensa a un piano di trattamento.

Trombosi

Come parte della diagnosi e dell'identificazione di una possibile causa (leggi di più sulla trombosi qui). Di regola, i risultati di laboratorio non vengono considerati isolatamente..

L'elenco delle indicazioni è incompleto.

Di conseguenza, puoi trovare un gruppo di stati:

  • Tempo di protrombina aumentato. Di per sé non è considerata una malattia, ma indica possibili disturbi del fegato, del sistema escretore, ecc..
  • Riduzione del PV. Il più delle volte parla a favore di patologie dell'apparato digerente, sintesi eccessiva di fattori, inclusa la protrombina stessa.

L'analisi viene eseguita utilizzando metodi di routine. È sufficiente prelevare un campione di sangue venoso o capillare e controllarlo automaticamente.

Nonostante tutta la semplicità e l'accessibilità, è una tecnica informativa. È adatto per fare una diagnosi primaria e per verificare una precedentemente stabilita.

Tabella delle norme

Nella pratica domestica, per la ricerca viene utilizzato il metodo del tempo di protrombina in secondi, le norme sono presentate nella tabella:

Bambini14-18 sec.
Adulti10-15 sec.

Tuttavia, risulta che laboratori diversi utilizzano reagenti diversi. Di conseguenza, hanno i propri valori di riferimento (intervallo di norme).

Questo è seriamente confuso: in un laboratorio la norma PTV può variare da 15 a 20 secondi e in altri 11-16 o 13-18 secondi.

Per standardizzare i risultati, il sangue viene valutato nell'ambito dell'INR - questo è il rapporto internazionale normalizzato (abbreviazione latina INR). A questo livello vale la pena navigare.

Età (anni)Indicatore MHO in unità (coefficiente)
1-60.8-1.16
7-120.8-1.18
13-180.8-1.19
18-250.9-1.3
25-500.9-1.3
Oltre 500.9-1.3

La norma del tempo di protrombina nelle donne e negli uomini è la stessa e varia da 0,8 a 1,3 unità, non ci sono differenze di genere. È che il paziente è in gestazione.

Durante la gravidanza

L'indicatore nelle donne in posizione dipende dal trimestre.

TrimestreTasso INR
io0,8-1,3
II0.8-1.1
III0,8-1,3

Quando si utilizzano farmaci per fluidificare il sangue, gli indicatori possono aumentare fino a 3-3,5 unità nel rapporto normalizzato internazionale.

Motivi dell'aumento

Se il tempo di protrombina aumenta, significa che il sangue si coagula troppo lentamente. È liquido. Ad esempio, puoi eseguire un calcolo standard.

Il livello è calcolato come rapporto tra l'indicatore ottenuto dal paziente e lo standard medio (questo è di 20 secondi). Diciamo che si coagula il sangue in 30 secondi.
30/20 = 1,5. Con un indice normale di 1,25 e anche inferiore.

Il tessuto connettivo fluido impiega più tempo a reagire. Ci possono essere molte ragioni per questo..

Patologia del fegato

I disturbi d'organo sono accompagnati da fluidificazione del sangue. Questo perché è qui che vengono sintetizzati molti fattori di coagulazione. Quali malattie possono provocare una violazione:

  • Epatite. O infiammazione del fegato, solitamente di origine virale. Possibili forme di dosaggio tossiche. I tossicodipendenti, le persone che non controllano la loro dieta sono particolarmente a rischio.

Ci vuole tempo perché si sviluppi un disturbo persistente. Pertanto, i pazienti possono contare su una prognosi positiva..

  • La seconda opzione possibile è la cirrosi epatica. Morte acuta delle cellule epatocitarie e loro sostituzione con tessuto cicatriziale. L'organo non è in grado di funzionare come dovrebbe. Da qui la graduale estinzione della sintesi dei fattori di coagulazione.

Trattamento. Epatoprotettori ad alto dosaggio più dieta. La cirrosi nelle prime fasi e nella sottocompensazione richiede un trapianto di organi. Il trapianto nelle fasi successive non è più possibile. Poiché il sangue diventa troppo liquido, non è possibile evitare la morte durante l'intervento chirurgico.

Trattamento con agenti antipiastrinici e anticagulanti

Se il paziente assume tali farmaci per lungo tempo, non è possibile evitare problemi di coagulazione e aumento del PTT. Questo è abbastanza normale, poiché questo è l'effetto principale di questi medicinali..

Ha senso ridurre il dosaggio, se anche dal minimo infortunio inizia un'emorragia inarrestabile.

Durante la terapia, è necessario osservare costantemente come reagisce la protrombina e qual è il tasso di coagulazione. Ogni settimana, dai o dai.

Trattamento. Controllo della dose di farmaco. Se la reazione individuale del corpo si manifesta in un eccessivo diradamento del sangue, il corso della terapia deve essere rivisto.

È possibile prescrivere altri farmaci. Tuttavia, uno specialista dovrebbe farlo. È impossibile sostituire i farmaci senza autorizzazione.

Mancanza di vitamina K.

Una bassa concentrazione di una sostanza nel sangue influenza immediatamente la sintesi della protrombina e un aumento del tempo di coagulazione del sangue. In generale, a prima vista, non sono evidenti cambiamenti. Tuttavia, il fattore di coagulazione è difettoso.

La vitamina K di per sé non è inclusa nella protrombina. Funziona come una sorta di catalizzatore. Accelera la normale sintesi, "confeziona" la sostanza. Conferisce un aspetto completo e funzionalmente attivo. Con una mancanza di protrombina, non è in grado di svolgere i suoi compiti.

Trattamento. Dosi shock di vitamina K. Tuttavia, questo non è sufficiente. È necessario trovare la causa del processo patologico.

Il fattore alimentare non è sempre il principale. Spesso il problema è l'assorbimento di una sostanza nel tratto digestivo. La terapia consiste nel correggere il fattore sottostante.

Sintesi compromessa di fibrinogeno e altri fattori di coagulazione

Problema generalizzato. Tali deviazioni si sviluppano per diversi motivi. Comprese possibili malattie del fegato, reni, organi dell'apparato digerente.

Di solito queste condizioni non sono così evidenti da motivare il paziente ad andare in ospedale. Almeno nelle prime fasi.

Pertanto, lo studio della protrombina è inestimabile. Consente nelle fasi iniziali di rilevare il disturbo e curare il paziente.

Terapia. Dipende dalla situazione.

Patologie ereditarie

Il disturbo classico di questo tipo è l'emofilia. Tuttavia, ce ne sono altri. Associato ad alterata sintesi di altri fattori della coagulazione.

Di norma, tali processi patologici vengono trasmessi in modo recessivo. Cioè, affinché la malattia si manifesti in un paziente, il gene danneggiato deve essere presente contemporaneamente sia nella madre che nel padre..

Puoi trovare tali problemi negli approcci. Anche durante la pianificazione della gravidanza. Se testato da un genetista.

Trattamento. Di regola, sintomatico. È impossibile influenzare radicalmente ciò che è codificato nella base dell'organismo.

Vengono prescritti farmaci emostatici a dosaggio medio-alto. A seconda della gravità della malattia.

Inoltre, tali pazienti dovrebbero comportarsi con cautela nella vita di tutti i giorni. Per non creare rischi inutili, non provocare sanguinamento.

Trasfusione di sangue

In questo caso, si sviluppa una condizione temporanea. Formalmente, non può essere definita una malattia. Il fatto è che trasfondono plasma, massa di eritrociti. Sono puliti, cioè non contengono fattori di coagulazione. Ciò è necessario affinché la sostanza non si rigetti e non si coaguli troppo rapidamente..

Il disturbo persiste per diversi giorni. Per tutto questo tempo, i medici monitorano attentamente il paziente in modo che non si verifichino complicazioni. Quindi tutto torna alla normalità da solo quando il fegato inizia a sintetizzare la protrombina.

Trattamento. In quanto tale, la terapia non è necessaria. I medici monitorano i segni vitali. Compreso dal lato dell'immagine del sangue. Se necessario, utilizzare farmaci emostatici.

Quindi il paziente viene trasferito in una modalità stazionaria, dimesso dall'unità di terapia intensiva.

Disturbi ormonali

In particolare, insufficiente concentrazione di sostanze tiroidee. L'ipertiroidismo non sempre provoca un aumento del tempo di protrombina, solo le forme avanzate sono capaci di questo.

In alcuni casi, c'è una mancanza di estrogeni nelle donne e androgeni negli uomini. Ormoni sessuali specifici. Ma qui, di regola, lo sfondo è totalmente violato..

Il trattamento consiste nel correggere la quantità di sostanze.

  • Con le malattie della tiroide, è indicata una dieta, vengono somministrati preparati di iodio.
  • Se la colpa è del tumore, viene rimosso, previo esame in laboratorio.
  • Per il recupero da patologie delle ghiandole surrenali, ecc., È indicata la terapia sostitutiva.

Durata: fino a quando il disturbo non viene eliminato definitivamente. La verifica viene eseguita, anche con metodi di laboratorio. Controlla il tempo di protrombina.

Malattie endocrine

Prima di tutto, è il diabete mellito. Il processo attraverso il quale la sintesi dell'insulina viene interrotta. Oppure la sensibilità dei tessuti diminuisce.

La malattia è grave, accompagnata da un disturbo nel lavoro di tutti gli organi e sistemi. Compresi i vasi, il fegato, il metabolismo dei lipidi ne soffrono. E già attraverso di loro, la coagulazione del sangue è compromessa, il tempo di guarigione della ferita aumenta.

Trattamento. Dieta a basso contenuto di glucosio. Anche la somministrazione sistematica di insulina. Su richiesta.

Tumore maligno

Qualsiasi localizzazione. Provocano una violazione, molto spesso, nelle fasi finali dello sviluppo. I prodotti di decadimento della neoplasia avvelenano il corpo e inibiscono il fegato. Questo è irto di un disturbo nella sintesi dei fattori di coagulazione..

Lo stesso vale per il cancro metastatico, provoca sempre un aumento del tempo di protrombina.

Trattamento. Rimozione totale del tumore. Se ciò non riesce, è necessario eliminare la più ampia area di lesione possibile. Quindi vengono prescritti chemioterapia e radioterapia. Come tecniche di seconda linea.

Motivi per il downgrade

Quando il tempo di protrombina è basso, significa che il sangue si coagula troppo velocemente. Di conseguenza, l'indice sarà inferiore alla norma formale. I possibili colpevoli della condizione includono:

Gravidanza

La gestazione è accompagnata da un calo naturale del tempo di protrombina. È abbastanza normale. Nel primo e nel terzo trimestre, i tassi raggiungono il loro picco. Dopo che la gestazione è consentita, tutto svanisce da solo..

Trattamento. Non ha molto senso la terapia. È più probabile che danneggi la madre e il feto. D'altra parte, i medici monitorano costantemente le condizioni di una donna incinta..

È possibile andare oltre la norma formale. Allora hai bisogno di cure. Poiché esiste un'alta probabilità di formazione di trombi. In questa situazione, il beneficio percepito sarà maggiore del probabile danno..

Policitemia

La diagnosi classica. Esistono forme acquisite ed ereditarie. Il processo patologico è caratterizzato da un aumento del numero di eritrociti. globuli rossi.

A causa del volume fisicamente significativo delle cellule formate, il sangue diventa troppo denso. Ciò causa la sua rapida coagulazione e riduzione del PTV. Ma formalmente, questo stato non ha nulla a che fare con la protrombina. In alcuni casi, viene prodotta più sostanza. Una sorta di fenomeno riflesso.

Trattamento. È quasi impossibile ridurre il numero di globuli rossi. Almeno nella forma ereditaria.

Vengono utilizzati agenti antipiastrinici, i glucocorticoidi sono prescritti per rallentare la produzione di cellule formate. Il trattamento è pianificato da un ematologo.

Disturbi ormonali

Questa volta stiamo parlando di un aumento della concentrazione di sostanze specifiche della ghiandola tiroidea (ipertiroidismo). Trattamento standard: correzione dei sintomi, ripristino della normale quantità di composti.

Non ci sono molte ragioni per il declino. In alcuni casi è possibile anche una disfunzione del midollo osseo..

Ulteriori esami

Un esame del sangue non è sufficiente. I risultati ci consentono di affermare il fatto che vi è una violazione. Richiede una diagnostica estesa sotto la supervisione di un ematologo.

  • Intervista e raccolta di anamnesi. Punto di partenza del sondaggio.
  • Ultrasuoni del tratto digerente. Prima di tutto, lo stato del fegato è interessante. Alcuni disturbi non sono visibili. In questo caso, ricorrere a tecniche informative di terze parti..
  • Scintigrafia. Di solito il fegato. Se necessario, anche la tiroide o le ghiandole surrenali. Dipende dalla presunta natura del processo patologico. La sua origine.
  • MRI. Se c'è il sospetto di cancro o oncologia d'organo benigna. Viene eseguita una tomografia dell'intero corpo o di un'area, avvistamento.
    Chimica del sangue.
  • Puntura del midollo osseo. Se sospetti una policitemia, se non puoi confermare la diagnosi con altri mezzi.

Potrebbe essere necessaria una consultazione con un genetista. Questa domanda viene decisa dall'ematologo, dopo aver valutato i risultati approssimativi..

Lo studio del tempo di protrombina è un metodo efficace e informativo per valutare la velocità e la qualità della coagulazione del sangue. Il coagulogramma viene eseguito come parte degli esami preventivi e per la diagnosi.

Il tempo di protrombina è aumentato? Alla ricerca di una ragione

Nella diagnosi delle malattie cardiovascolari, è necessario tenere conto dello stato del sangue. Il rischio di trombosi e malattie correlate dipende dall'equilibrio del sistema di coagulazione del sangue. Inoltre, il sistema di coagulazione del sangue protegge anche il corpo dalla perdita di sangue. Il rischio di sanguinamento può essere se il tempo di protrombina è aumentato.

Tempo di protrombina: cos'è questo indicatore?

Tempo di protrombosi: un indicatore del tempo di coagulazione del sangue causato da fattori esterni

Il tempo di protrombina è un modo chiave per valutare l'efficacia del percorso di coagulazione del sangue esterno e generale. Questo test di laboratorio viene utilizzato universalmente per diagnosticare disturbi del sangue, inclusi disturbi della coagulazione e trombosi. Un test del tempo di protrombina viene solitamente prescritto insieme a un test del tempo di tromboplastina parziale per una valutazione completa di tutti i fattori della coagulazione.

Il sistema di coagulazione del sangue protegge il corpo dalla perdita di sangue in caso di violazione dell'integrità dei vasi. Anche con una leggera rottura della parete del vaso, si formano densi coaguli di sangue che si sovrappongono all'area interessata. Il coagulo si forma sotto l'influenza di fattori esterni e interni, tra cui le piastrine, le proteine ​​plasmatiche della coagulazione solubili e le sostanze regolatrici sono di particolare importanza.

Uno squilibrio di questi fattori può causare un aumento del sanguinamento o, al contrario, una maggiore formazione di coaguli di sangue nei vasi intatti..

Il tempo di protrombina indica la velocità di formazione di coaguli di sangue quando il fattore tissutale viene aggiunto al plasma, che è necessario per attivare la via di coagulazione esterna e generale.

Quando viene prescritto uno studio?

L'analisi è indicata per una violazione della coagulazione del sangue

Il tempo di protrombina può essere incluso in un esame del sangue standard o assegnato separatamente se si sospetta una malattia del sistema di coagulazione. Nell'emofilia e in altre patologie della coagulazione, il lavoro coordinato dei fattori del plasma viene interrotto e, di conseguenza, il corpo non ha alcuna protezione contro i danni vascolari.

Tali condizioni possono essere associate a fattori ereditari, danni al fegato e carenza di vitamina K..

Possibili sintomi di un disturbo della coagulazione del sangue:

  1. Emorragia frequente dei capillari.
  2. Anche con piccoli tagli, il sanguinamento non si ferma dopo pochi minuti.
  3. Forte sanguinamento mestruale nelle donne.
  4. Sangue nelle urine.
  5. Articolazioni gonfie e dolorose.
  6. Epistassi frequenti.

Se compaiono tali sintomi, si consiglia di consultare un medico e fare un test del tempo di protrombina.

Maggiori informazioni sul sistema di emostasi possono essere trovate nel video:

Altre indicazioni per il test:

  • Prepararsi per un intervento chirurgico. Il medico deve assicurarsi che il paziente non manifesti sanguinamento incontrollato quando il tessuto viene tagliato..
  • Valutazione dello stato di coagulazione durante l'assunzione di warfarin. È un anticoagulante indiretto prescritto per il trattamento delle malattie cardiovascolari. Un aumento del sanguinamento può essere un effetto collaterale del farmaco.
  • Malattia del fegato.
  • Malattie del midollo osseo rosso.
  • Patologie del sistema immunitario.
  • Anomalie del fibrinogeno (p. Es., Ipofibrinogenemia, afibrinogenemia, disfibrinogenemia).
  • Ipotermia. In questa condizione, potrebbe esserci un'interruzione nel lavoro di alcuni enzimi dell'emostasi..
  • Preparazione alla trasfusione di plasma.

Pertanto, i risultati del test del tempo di protrombina possono essere informativi in ​​varie condizioni..

Diagnostica e tasso di PV

Il sangue per la ricerca deve essere donato dalla vena cubitale al mattino a stomaco vuoto

Prima del test, è necessario informare il medico sulle malattie del sangue diagnosticate e sui farmaci assunti. L'assunzione di aspirina, warfarin, alcune vitamine e steroidi può influire sul tempo di protrombina.

Le caratteristiche della dieta vengono discusse con il medico prima dell'analisi. A volte è necessario smettere di bere tè verde, cavoli, erbe e prodotti a base di soia un giorno prima dell'analisi. Nessun'altra preparazione speciale del test richiesta.

Per il prelievo di sangue, una vena viene perforata nel gomito o nel dorso della mano. Prima della puntura, l'assistente di laboratorio tratta la pelle con un antisettico e stringe il braccio nella zona della spalla con un laccio emostatico elastico per riempire i vasi.

Dopo aver riempito il tubo, il laccio emostatico viene rimosso e una benda di compressione viene applicata al braccio. Possibili complicazioni del prelievo di sangue includono la formazione di ematoma sottocutaneo, infezioni e aumento del sanguinamento in presenza di malattie del sangue..

In laboratorio, il plasma sanguigno viene miscelato con il fattore tissutale (animale o artificiale) a una temperatura di 37 gradi.

Anche il cloruro di calcio viene aggiunto alla provetta per avviare la coagulazione. Il tempo di protrombina è determinato dalla velocità di formazione del coagulo dopo l'aggiunta dei componenti necessari al plasma. 11-16 secondi sono considerati normali..

Le ragioni principali dell'aumento

Una deviazione dalla norma può indicare lo sviluppo di malattie molto pericolose.

L'indicatore del tempo di protrombina può dipendere dalla salute del paziente, dalle caratteristiche dietetiche, dai farmaci assunti e da altri parametri..

L'indicatore da 11 a 16 secondi è normale, ma deviazioni di 1-2 secondi non indicano necessariamente una patologia. L'interpretazione dei risultati tiene anche conto del rapporto normalizzato internazionale e del tempo di tromboplastina..

Possibili ragioni per l'aumento del tempo di coagulazione del sangue:

  1. Warfarin ad alte dosi per malattie cardiovascolari.
  2. La presenza di malattie del fegato che influenzano la sintesi dei fattori della coagulazione.
  3. Carenza di vitamina K necessaria per la coagulazione.
  4. Malattie ereditarie associate a una carenza di fattori della coagulazione. Queste possono essere aberrazioni e delezioni cromosomiche..
  5. Coagulopatia dilatativa in una massiccia trasfusione di sangue.
  6. Malassorbimento.
  7. Afibrinogenemia o disfibrinogenemia - disfunzione del fibrinogeno.
  8. Coagulazione intravascolare disseminata - disturbo della coagulazione acuta.

Per chiarire il motivo dell'allungamento del tempo di protrombina, è necessario sottoporsi a ulteriori diagnosi.

Come può essere pericoloso?

Il prolungamento del tempo di protrombina indica una violazione della funzione protettiva del sangue. Ciò significa letteralmente un rischio maggiore di sanguinamento, che può essere particolarmente pericoloso in caso di ipertensione cronica. Inoltre, un tale risultato può essere pericoloso non solo con il rischio di sanguinamento, ma anche con un potenziale legame con la malattia del fegato..

Come normalizzare l'indicatore?

Il trattamento dipende dalla causa dell'aumento del PV

Se il tempo di protrombina è allungato, è necessario sottoporsi a ulteriori diagnosi, incluso lo studio del rapporto normalizzato internazionale e del tempo di tromboplastina. Se tutti i test indicano una funzione di coagulazione del sangue insufficiente, è necessario comprendere le cause di questa condizione..

I possibili trattamenti includono:

  • Terapia dell'insufficienza epatica.
  • Correzione del dosaggio degli anticoagulanti (warfarin, aspirina e altri) nel trattamento delle malattie vascolari e cardiache.
  • Aggiunta alla dieta di cibi ricchi di acido folico, calcio, vitamina K e aminoacidi essenziali.
  • Trattamento della malattia infiammatoria intestinale associata a malassorbimento.
  • Terapia sintomatica del deficit ereditario dei fattori della coagulazione. Di solito, questa è la somministrazione endovenosa di fattori mancanti isolati dal sangue donato.

Il trattamento dell'insufficienza della coagulazione deve essere affrontato con grande attenzione. Uno spostamento del rapporto verso l'ipercoagulazione è un pericoloso rischio di trombosi. L'auto-correzione di questa condizione non è consentita..

Pertanto, un tempo di protrombina prolungato indica diverse condizioni patologiche del sangue e degli organi interni. Ulteriori test aiutano a chiarire il motivo di questo indicatore..

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per comunicarcelo.

Protrombina: norma, indice di protrombina e tempo, aumento, diminuzione, ragioni

Il sistema di coagulazione del sangue è una delle più importanti funzioni protettive del nostro corpo. In condizioni normali, quando nulla minaccia il corpo, i fattori di coagulazione e anti-coagulazione sono in equilibrio e il sangue rimane un mezzo liquido. Ma se un vaso è danneggiato, viene immediatamente innescata un'intera cascata di reazioni, programmate per la formazione di un coagulo di sangue e il blocco del danno.

Cos'è il sistema di coagulazione

Il sistema emostatico è molto complesso, coinvolge molti fattori sia tissutali che sierici. Il suo lancio è davvero simile a una cascata: è una catena di reazioni, ogni anello successivo delle quali è accelerato da enzimi aggiuntivi.

Uno schema semplificato di coagulazione del sangue si presenta così: la tromboplastina viene rilasciata dall'endotelio danneggiato, con la partecipazione di ioni calcio e vitamina K attiva la protrombina. La protrombina viene convertita in trombina attiva, che a sua volta innesca la formazione di fibrina insolubile dal fibrinogeno solubile. Questo processo si conclude con la fase di retrazione del coagulo sanguigno, cioè la sua compattazione e l'effettivo blocco del danno.

Ci sono molti più fattori coinvolti in questo schema in ogni fase. In totale, sono isolati da 13 plasma e 22 piastrine.

Cos'è la protrombina

È una glicoproteina prodotta nelle cellule del fegato, fattore II della coagulazione del plasma.

La vitamina K è necessaria per la sintesi della protrombina, quindi uno dei motivi della sua diminuzione è l'assunzione insufficiente di questa vitamina con il cibo o un basso livello della sua sintesi nell'intestino.

La protrombina è una proteina inerte, la sua attivazione avviene sotto l'azione del fattore di coagulazione XII (sistema interno) o quando l'endotelio è danneggiato (meccanismo esterno di emostasi).

Il tasso di contenuto di protrombina nel sangue è 0,1-0,15 g / l. Tuttavia, la sua quantificazione non viene utilizzata nella diagnostica di routine. Questa è una proteina piuttosto instabile, è facilmente distrutta ed è difficile separarla in una frazione separata e contare.

In pratica vengono utilizzati test qualitativi per la protrombina, che riflettono il suo contenuto nel sangue solo indirettamente. Si basano sul calcolo del periodo di tempo durante il quale si coagula il sangue quando vengono aggiunti attivatori della trombochinasi (che a sua volta attiva la protrombina, convertendola in trombina, e la trombina catalizza la conversione del fibrinogeno in fibrina).

Quindi, quando diciamo “analisi per protrombina”, “sangue per protrombina”, questo non significa determinarne la concentrazione nel sangue, come ad esempio si esaminano glucosio, emoglobina o bilirubina. E il risultato è dato non in unità quantitative, ma in percentuale. Questo concetto caratterizza il meccanismo esterno dell'emocoagulazione nel suo insieme e riflette l'attività dell'intero complesso protrombinico (fattori II, V, VII, X).

Come vengono eseguiti i test di protrombina?

L'essenza di quasi tutti i metodi per studiare l'attività del complesso protrombinico è il calcolo del tempo di formazione di un coagulo di fibrina immediatamente dopo l'aggiunta di attivatori al sangue, oltre a confrontare questo tempo con indicatori normali.

Il sangue viene raccolto in una provetta con un anticoagulante (citrato di sodio). La fiala con sangue citrato viene leggermente riscaldata a bagnomaria. Ad esso viene aggiunto un reagente costituito da tromboplastina e cloruro di calcio. Il cronometro misura il tempo di perdita di fibre di fibrina. Questo è il tempo di protrombina (PT). Il suo valore normale è di 11-15 secondi..

Dopo aver determinato il PT del paziente, viene confrontato con il normale tempo di protrombina (PT). Di solito è indicato sul flacone del reagente e dipende dall'attività della tromboplastina utilizzata. Tipicamente, questa cifra va da 12 a 18 secondi (può essere diversa in ogni nuovo campione di reagente). Il rapporto tra PVI e PV del soggetto, espresso in percentuale, è l'indice di protrombina (PI). Il suo valore normale è dell'80-105%. Più lungo è il tempo di coagulazione del sangue (PT), minore è il PI, che indicherà ipocoagulazione.

Protrombina secondo Quick

Il test si basa anche sul rapporto tra il tempo di protrombina normale e il PT del paziente, espresso in percentuale. Ma il metodo è considerato più accurato. Per la ricerca vengono utilizzate diverse diluizioni di plasma (1: 2, 1: 3.1: 4) e la costruzione di un grafico di calibrazione. Per ogni diluizione, determinare il PT e contrassegnarlo sul grafico..

Norme di protrombina secondo Quick dal 75% al ​​140%.

All'interno del normale intervallo di proteine, i risultati di Quick e IPT possono essere identici. Con un contenuto basso, questi indicatori a volte divergono..

Un altro indicatore è l'INR (International Normalised Ratio). Viene utilizzato principalmente per valutare l'efficacia dell'uso di anticoagulanti. Questo indicatore viene calcolato utilizzando la formula:

INR = (PT del paziente / PT medio è normale) * valore dell'indice internazionale di sensibilità alla tromboplastina (ISI).

Questo indice è indicato su ogni confezione del reagente. L'INR consente la standardizzazione dei risultati di PT e IPT effettuati in diversi laboratori. Il valore INR negli individui sani è 0,8-1,2.

I numeri di protrombina secondo Quick e INR sono inversamente proporzionali tra loro: se si aumenta la protrombina secondo Quick, allora si riduce l'INR e viceversa.

Quando viene testata la protrombina

Un test di coagulazione (coagulogramma) non è un esame di routine, non è prescritto per tutti i pazienti di seguito. Il test viene eseguito nelle seguenti situazioni:

  • Sintomi indicativi di problemi di coagulazione: naso frequente e altri sanguinamenti, lividi senza motivo apparente, gengive sanguinanti quando si lavano i denti, eruzione cutanea emorragica.
  • Tromboflebite delle vene degli arti inferiori.
  • Esame del paziente prima di qualsiasi intervento chirurgico.
  • Le donne incinte devono essere esaminate.
  • Controllo durante il trattamento con anticoagulanti. Sono prescritti a pazienti con aritmie, dopo la sostituzione della valvola, con tromboflebite. Lo scopo di questi farmaci è aumentare il tempo di coagulazione del sangue mantenendolo entro un intervallo di sicurezza. Il PV sarà aumentato di 1,5-2 volte, il PTI e la protrombina di Quick saranno ridotti, l'INR sarà aumentato (in sicurezza fino a 2-3).
  • Per le malattie del fegato per chiarire il suo fallimento funzionale.
  • Prima di prescrivere ormoni contenenti estrogeni, nonché durante il processo di assunzione.

Tassi di protrombina in diversi gruppi di pazienti

I tassi di questa glicoproteina nel sangue differiscono leggermente a seconda dei diversi gruppi di età. Nei bambini sotto i 18 anni, il suo contenuto normale varia dall'80 al 110%, negli adulti dal 78 al 145%.

Le norme per uomini e donne adulti non differiscono. Un moderato aumento della protrombina può essere nelle donne prima del parto.

Indice di protrombina

Questo indicatore è determinato in tutti i coagulogrammi. Cosa significa indice di protrombina??

Il tasso di indice di protrombina è dell'80-105%. Più PV del paziente rispetto al normale, minore sarà il suo PI e viceversa. Di conseguenza, un indice basso indica una scarsa coagulabilità e un indice alto indica ipercoagulabilità (tendenza alla trombosi).

Un'analisi per l'indice di protrombina è prescritta nelle stesse situazioni dell'analisi per la protrombina secondo Quick. Fondamentalmente, entrambi questi valori sono in correlazione diretta e possono essere gli stessi nell'intervallo normale..

Il tasso dell'indice di protrombina durante la gravidanza varia leggermente in base al trimestre:

  • I trimestre - 80-119%
  • II - 85-120%
  • III - 90-130%.

Come decifrare un coagulogramma

Questa analisi viene effettuata al fine di ottenere risposte alle domande:

  • se il sangue coagula normalmente;
  • se esiste il rischio di sanguinamento postoperatorio o postpartum;
  • qual è la ragione per frequenti emorragie e lividi;
  • quale dose di anticoagulanti è sicura se necessario.

L'ipocoagulazione del sangue e la tendenza al sanguinamento saranno indicate da:

  • diminuzione della protrombina secondo Quick (meno di 75);
  • diminuzione dell'indice di protrombina (meno di 80);
  • aumento del tempo di protrombina (più di 18 secondi);
  • aumento dell'INR (più di 1,3).

L'ipercoagulabilità e la tendenza a formare coaguli di sangue sono caratterizzate da:

  • aumento dell'indice di protrombina (più di 110);
  • aumento della protrombina (oltre 145);
  • accorciamento di PV (meno di 10 s);
  • diminuzione dell'indicatore INR inferiore a 0,8.

Le ragioni principali per la diminuzione della protrombina

Ricorda che la protrombina è una proteina che si forma nelle cellule del fegato con la partecipazione della vitamina K.Passa in uno stato attivo con l'aiuto di diversi fattori di coagulazione dei tessuti e del plasma. Il gene responsabile della normale sintesi della protrombina è recessivo e si trova sul cromosoma 11.

Inoltre, nel sangue sono presenti anche fattori anticoagulanti, la cui maggiore attività può inibire i componenti del complesso protrombinico.

Da questo meccanismo fisiologico, seguono le principali cause di bassa protrombina e PTI (aumentano PT e INR):

  • Patologia congenita - cambiamenti nei geni responsabili della sintesi della protrombina (piuttosto rara).
  • Malattie del fegato, accompagnate da una diminuzione della funzione o della morte degli epatociti: epatite cronica, cirrosi. L'insufficienza delle unità strutturali per la sintesi porta al fatto che la protrombina nel sangue è abbassata.
  • Carenza di vitamina K.Questo accade sia con un'assunzione insufficiente di esso con il cibo, sia con una violazione del suo assorbimento e sintesi nell'intestino. Pertanto, anche le malattie gastrointestinali, accompagnate da disbiosi e alterato assorbimento dei grassi, possono portare alla sua carenza..
  • Diminuzione dei livelli di fattori di coagulazione V, VIII, X.
  • Malattie autoimmuni, accompagnate, tra l'altro, dalla produzione di anticorpi alla protrombina (più precisamente al complesso fosfatidilserina-protrombina).
  • Bassi livelli di fibrinogeno.
  • 2a fase della coagulazione intravascolare disseminata (fase di esaurimento).
  • Un aumento dell'attività del fattore anticoagulante antitrombina III.
  • Trattamento anticoagulante (eparina, fraxiparina, warfarin, neodicumarina).

Le ragioni dell'aumento della protrombina e del PTI

Un aumento del PTI indica ipercoagulabilità ed è pericoloso per lo sviluppo di trombosi (infarti, ictus, trombosi delle vene delle gambe, embolia polmonare). Questa condizione è particolarmente sfavorevole dopo l'intervento chirurgico e dopo il parto..

  • Ultime settimane di gravidanza.
  • DIC - sindrome (1 ° stadio).
  • L'uso da parte delle donne (e talvolta degli uomini) di ormoni contenenti estrogeni.
  • Trombofilia congenita.
  • Vitamina K in eccesso.
  • Mutazione del gene della protrombina G20210A (il 2-3% della popolazione è portatore del gene difettoso).
  • Il periodo dopo operazioni gravi, brucia malattie.
  • Fase postpartum.
  • Tumore maligno.
  • Carenza di antitrombina III.
  • Sindrome da antifosfolipidi.

Cosa fare con gli indicatori che non rientrano nella norma?

La protrombina è aumentata o diminuita, cosa fare?

Per prima cosa, devi vedere un dottore. Molte persone pensano che le risposte a tutte le domande possano ora essere trovate su Internet. In realtà, questo è tutt'altro che vero. Ciò è particolarmente vero per il sistema di coagulazione. Le informazioni presentate su Internet su questo argomento sono molto confuse e nel 50% generalmente errate. Ciò indica l'elevata complessità di questo problema..

Quale medico contattare?

A chi ha ordinato l'analisi. Se il coagulogramma è stato preso da soli, prima andiamo dal terapista.

Cosa devi dire al tuo medico?

  • È imperativo elencare tutti i farmaci che stai assumendo o che hai assunto di recente, inclusi gli integratori alimentari. Molti farmaci tendono a influenzare gli indicatori del coagulogramma e questo vale non solo per gli anticoagulanti. Così, può abbassarsi protrombina Nevigramon, streptomicina, tetraciclina, levomicetina, L-tiroxina, vitamina A, aspirina ad alte dosi.

Aumenta PTI può: ormoni contraccettivi, caffeina, antistaminici, alte dosi di vitamine C, K, ormoni corticosteroidi.

  • L'abuso di alcol a lungo termine può anche ridurre il PTI.
  • Un eccesso nella dieta di cibi ricchi di vitamina K può portare ad un aumento della protrombina e un'assunzione insufficiente di essi, al contrario, a una diminuzione. Questi sono alimenti come verdure, verdure e frutta verdi, fegato.
  • Le donne devono essere informate della gravidanza.

Quali esami aggiuntivi possono essere assegnati?

  • Studio della funzionalità epatica (analisi biochimica avanzata con determinazione di bilirubina, transaminasi epatiche, proteine ​​totali, albumina).
  • Ultrasuoni del fegato e delle vie biliari.
  • Fibroelastografia del fegato per sospetta cirrosi.
  • Determinazione degli anticorpi contro l'epatite virale.
  • Esame esteso del sistema di coagulazione (APTT, fibrinogeno, tempo di trombina, D-dimeri, plasminogeno, antitrombina III, attività fibrinolitica plasmatica, lupus anticoagulante, ecc.)
  • Studio dell'intestino (analisi delle feci per disbiosi, colonscopia).

Come abbassare o aumentare l'indice di protrombina?

Se gli indicatori sono solo leggermente al di fuori della norma, niente panico. È possibile che dopo un po 'di tempo dalla sospensione di alcuni farmaci, una nuova analisi non riveli anomalie. Molte donne sono preoccupate per la domanda: cosa fare con l'uso dei contraccettivi? Se vengono diagnosticate malattie cardiovascolari, interrompere definitivamente l'assunzione, se la donna è generalmente sana, le pillole possono essere prese, ma monitorare periodicamente l'analisi.

Puoi anche provare ad adattare la dieta PTI se sei sicuro che la tua dieta è chiaramente carente di cibi come verdure (prezzemolo, aneto, spinaci), verdure (cavoli, broccoli), fegato di manzo o maiale. Il tè verde stimola bene il PTI.

Quando i livelli di protrombina sono elevati e vi è il rischio di trombosi, i medici prescrivono solitamente anticoagulanti. Allo stesso tempo, solo il warfarin ridurrà chiaramente questo indicatore. Gli anticoagulanti di nuova generazione (Pradaxa, Ksarelto, Eliquis e altri) agiscono su altri fattori della coagulazione, mentre il livello di protrombina potrebbe non cambiare.

Anche l'aspirina non modifica questo indicatore, ma prenderlo a piccole dosi ha senso per ridurre il rischio di coaguli di sangue.

Quando non dovresti perdere tempo con una dieta?

  • Se gli indicatori del coagulogramma sono significativamente più alti o più bassi del normale.
  • Ci sono sintomi di omeostasi compromessa: sanguinamento ricorrente o trombosi.
  • Gravidanza.
  • Coagulogramma anormale in un bambino.
  • Ci sono altri sintomi (colore giallo della pelle, urine scure, gonfiore, eruzione cutanea, prurito, ecc.)

In questi casi, è necessario sottoporsi a un esame completo e scoprire la causa della patologia del sistema di coagulazione..


Articolo Successivo
Convulsioni: cause e trattamento