Cosa sono le vene varicose sulle gambe e come trattarle


Le vene varicose sono una delle malattie vascolari più comuni al mondo. Secondo le statistiche, fino al trenta percento della popolazione soffre di un tale disturbo. Solo nella Federazione Russa sono stati registrati più di trentotto milioni di casi di malattia.

Le stesse statistiche mostrano un aumento annuale del numero di pazienti del due e mezzo percento. Allo stesso tempo, la maggior parte dei cittadini cerca l'aiuto dei medici quando la malattia diventa pronunciata, passa in una fase difficile di sviluppo ed è accompagnata dalla comparsa di coni, cioè vene varicose..

Definizione e cause dell'educazione

In precedenza, il problema dei vasi sanguigni varicosi si manifestava nell'età adulta. Tuttavia, recentemente c'è stata una diffusione della malattia tra le giovani generazioni. Quindi, le statistiche mostrano che il venti per cento dei pazienti con vene varicose ha meno di sedici anni..

Le vene varicose sono associate a una produzione inadeguata di collagene da parte del corpo. Questa sostanza è responsabile del tono vascolare. In caso di sua carenza, l'ultimo parametro viene ridotto. Per questo motivo, compaiono vene cascanti, l'incapacità dei vasi di ritardare il flusso inverso del sangue..

Caratteristiche! Prima di tutto, sono colpiti i vasi superficiali, dopo di che la malattia colpisce le vene profonde..

In una forma avanzata, le vene varicose sono accompagnate dalla formazione di nodi. Un nodo varicoso è un'espansione locale simile a un aneurisma di una vena. La ragione della formazione di nodi sulle gambe è la perdita di elasticità della nave, che porta alla sua espansione. A causa delle vene varicose, le valvole venose non possono far fronte alle loro funzioni, a causa delle quali si verifica reflusso patologico, aumento della pressione, ristagno di sangue nei vasi.

Questo processo porta all'espansione delle sezioni più sottili delle vene, un aumento del lume venoso. Si formano protuberanze, che sono facili da notare anche con un esame superficiale della pelle del paziente. La malattia è più suscettibile alle persone in sovrappeso, ma può manifestarsi in altre categorie della popolazione..

Tre fattori determinano il rischio dei nodi:

  • non vanno via da soli (il paziente deve sottoporsi a un trattamento, a volte un intervento chirurgico per eliminare il problema);
  • in caso di aumento del carico, l'area interessata della vena potrebbe collassare, il che porterà a sanguinamento (in assenza di cure mediche, è possibile un esito fatale);
  • a causa del ristagno del sangue si possono formare coaguli di sangue che, se entrano nel flusso sanguigno, possono bloccarlo (se una grossa arteria è ostruita da un coagulo di sangue, la morte sarà istantanea, non sarà possibile aiutare il paziente).

Le vene varicose non solo rovinano l'aspetto delle aree del corpo interessate, ma rappresentano anche un pericolo diretto per la vita del paziente. Pertanto, se viene rilevato un problema, è necessario contattare immediatamente uno specialista. In questo caso - a un flebologo.

Sintomi del problema

La classificazione delle vene varicose in base al livello di sviluppo comporta l'assegnazione di quattro gradi di gravità della malattia.

A zero gradi non si osservano segni. Il primo grado è accompagnato da convulsioni, edema. I noduli si formano se la malattia entra nella seconda fase di sviluppo. Il terzo, stadio avanzato, è caratterizzato dalla presenza di pronunciate ulcere trofiche.

Pertanto, i noduli varicosi sulle vene sono uno dei segni delle vene varicose. Inoltre, compaiono quando la malattia è avanzata. I nodi stessi sono abbastanza facili da individuare. Il segno più evidente del loro sviluppo è la presenza di protuberanze sotto la pelle, che si formano a causa di un aumento delle dimensioni dei vasi sanguigni..

Riferimento! Questo sintomo è chiaramente espresso, influisce in modo significativo sull'estetica del corpo del paziente, provoca un significativo disagio psicologico..

Oltre alla formazione di vene convolute che risaltano sopra la superficie della pelle, ci sono anche i seguenti segni di vene varicose:

  • dolore nel luogo di formazione, sensazione di pesantezza nella parte del corpo interessata (di solito le parti inferiori del corpo soffrono di questo problema);
  • la formazione di vene varicose;
  • edema;
  • pigmentazione della pelle;
  • sviluppo di disturbi trofici.

Il paziente può avvertire una sensazione di pienezza nell'area interessata. Compaiono problemi con il camminare. Un compagno frequente delle vene varicose sono le convulsioni, che nella maggior parte dei casi compaiono di notte. È difficile per il paziente indossare le solite scarpe, l'area interessata della pelle diventa blu.

Se la malattia viene ignorata, i nodi nelle vene delle gambe portano allo sviluppo di ulcere trofiche ed erosioni. Per questo motivo, ai sintomi sopra elencati si aggiunge una forte sensazione di prurito nell'area interessata e si verifica arrossamento della pelle. Si avverte una forte sensazione di bruciore nel sito dell'ulcerazione.

In questa fase, la malattia rappresenta un pericolo particolare per il paziente. In qualsiasi momento, un trombo può essere distaccato con ulteriore blocco del flusso sanguigno nelle grandi arterie. Una circostanza simile porta alla morte istantanea. Quanto prima il paziente cerca un medico, tanto più efficace sarà la sua terapia..

Metodi di trattamento

La presenza di vene varicose è un segno di abbandono del problema..

Se il paziente non ha agito per trattare le vene varicose nelle fasi iniziali del suo sviluppo, per un ulteriore trattamento sarà necessario utilizzare non solo misure di terapia conservativa, ma anche altri metodi di trattamento. In casi estremi, può essere necessario un intervento chirurgico diretto.

Farmaco

La terapia conservativa consiste nell'utilizzare:

  • Phlebotonikov. Le sostanze contenute in "Detralex", "Troxevasin", "Eskisan" (questi farmaci appartengono alla flebotonica), rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, migliorano il tono venoso.
  • Fluidificanti del sangue. Grazie all'uso di "Aspirina", "Warfarin", "Kurantila" e altri anticoagulanti simili, la probabilità di coaguli di sangue nelle aree colpite dei vasi sanguigni diminuisce.
  • Farmaci antinfiammatori. I gel "Indomethacin" e "Diclofenac" sono popolari. Eliminano la sindrome del dolore, alleviano i crampi e l'infiammazione.

Procedure

Se hai le vene varicose sulle gambe, il trattamento farmacologico gioca un ruolo aggiuntivo. Accelera e facilita la terapia, ma non risolve il problema. I seguenti metodi di trattamento vengono utilizzati per rimuovere le formazioni:

  • Terapia laser. L'essenza del metodo risiede nell'effetto sulle pareti vascolari di un laser a infrarossi, a seguito del quale i vasi interessati si uniscono. Grazie a ciò è possibile eliminare il sigillo e riprendere il normale flusso sanguigno nelle vene. Il trattamento avviene senza incisioni nelle zone colpite.
  • Scleroterapia. Il trattamento con scleroterapia prevede l'introduzione di una sostanza speciale nel vaso interessato, che ne riduce le dimensioni e la forma.

Attenzione! In alcuni casi viene utilizzata l'irudoterapia, ma può agire solo come uno degli elementi di un trattamento complesso e non come un metodo indipendente. Altrimenti, il paziente corre il rischio di iniziare ancora di più la malattia..

Con forme particolarmente avanzate di vene varicose con formazione di più vene varicose, concentrate in un unico punto, viene utilizzato l'intervento chirurgico. L'essenza dell'operazione consiste nell'escissione dell'area interessata della vena, dopo di che la nave viene suturata. Con il suo aiuto, è possibile riportare la vena alla sua forma e dimensione precedenti. In realtà, sono i nodi varicosi il motivo più comune per condurre operazioni sui vasi..

Conclusione

Pertanto, le vene varicose compaiono nella seconda fase dello sviluppo della malattia. Causano disagio non solo fisico ma anche psicologico. A causa di una malattia, sulla pelle compaiono protuberanze che ne rovinano l'aspetto.

Nel caso dello sviluppo di nodi, viene utilizzata una terapia complessa. Include trattamento conservativo, laser o scleroterapia. Nei casi avanzati, viene utilizzata la chirurgia a cielo aperto. Prima il paziente cerca aiuto, minore è la probabilità di quest'ultimo.

Sciogli le vene varicose

Terapia compressiva, scleroterapia, fotocoagulazione laser, unguenti, creme, pillole e sanguisughe: dall'abbondanza di modi per sbarazzarsi delle vene varicose, la tua testa gira e le tue gambe cedono letteralmente. La medicina moderna offre molti modi per aiutare con una malattia che colpisce una persona su cinque nel mondo. Proviamo a capirli.

Più di recente, i medici hanno consigliato a chi soffre di vene varicose di fasciare le gambe con un bendaggio elastico. E all'ingenua domanda su quanto durerà il trattamento, hanno risposto: "Tutta la mia vita". Inutile dire che solo le donne incinte e gli anziani hanno accettato di svolgere questo utile, ma antiestetico appuntamento? Gli altri, agitando le mani al trattamento, hanno nascosto il problema sotto pantaloni e gonne lunghe.

Gli interventi chirurgici per il trattamento delle vene varicose sono stati eseguiti raramente e sono stati eseguiti da chirurghi generali. Tutta la preparazione preoperatoria è stata ridotta a quanto segue: la gamba del paziente è stata legata con un elastico, quindi i punti in cui sporgeva la vena interessata sono stati contrassegnati con vernice verde e in avanti nella sala operatoria. Dici, questo non può essere? Solo vent'anni fa, questo è il modo in cui le vene varicose venivano operate nella maggior parte delle cliniche di Mosca. I risultati di tali operazioni non soddisfacevano né i pazienti né i medici. Una brutta vena tagliata sotto il ginocchio potrebbe "uscire" sulla parte inferiore della gamba o della coscia in un anno o due.

La situazione iniziò a cambiare dopo che i medici furono armati di moderni metodi di controllo ecografico: Doppler e scansione duplex. Grazie a loro, il medico può vedere la struttura dei vasi sanguigni, la velocità e la direzione del flusso sanguigno, nonché i luoghi in cui è disturbato. Quindi, alla fine del secolo scorso, è apparsa una nuova direzione nella medicina che studia le malattie delle vene degli arti: la flebologia. Cominciarono a svilupparsi nuovi metodi minimamente invasivi per il trattamento della malattia venosa.

Avvolgi le vene varicose

La terapia compressiva, nonostante la sua età impressionante (era usata da Ippocrate), non ha perso la sua rilevanza. È vero, una benda elastica sta attivamente sostituendo la biancheria intima a compressione: gambaletti, calze, collant. "L'effetto terapeutico delle calze a compressione è dovuto a diversi meccanismi: viene creato un telaio aggiuntivo per le vene malate, che impedisce la loro ulteriore espansione", afferma Sergei Chudnykh, dottore in scienze mediche, chirurgo flebologo. "Il deflusso di sangue venoso nelle gambe viene accelerato più volte. Ciò riduce il rischio di formazione coaguli di sangue. Quando si indossano biancheria intima compressiva, l'edema non progredisce. La pelle è protetta da varie lesioni meccaniche. La terapia compressiva è indicata dal primo stadio della malattia, quando si manifesta solo da pesantezza alle gambe, fino agli stadi avanzati delle vene varicose, che sono accompagnati dalla comparsa di ulcere trofiche aperte e così via. In particolare gli indumenti compressivi sono indicati per le donne in gravidanza se soffrono di insufficienza venosa cronica "..

Il grado di compressione del bucato dipende dallo stadio della malattia. Sul dispositivo medico e sulla confezione dovrebbe esserci una marcatura del grado di compressione della biancheria da I a IV. La marcatura in DEN, come sui normali collant, non è consentita sulla biancheria intima medica. “Va tenuto presente: maggiore è la compressione della biancheria intima, più difficile è indossare la maglia medica, - afferma il candidato di scienze mediche, chirurgo-flebologo Alexander Belkin. - Ad esempio, una persona anziana non può indossare la maglia del 3-4 ° grado di compressione senza un aiuto esterno. è più saggio acquistare biancheria intima con un grado di compressione più leggero, ad esempio il secondo. Esistono numerose controindicazioni per indossare biancheria intima compressiva. Queste sono malattie a tutto tondo delle arterie degli arti inferiori e ulcere trofiche durante un'esacerbazione. È meglio usare bende elastiche durante questo periodo. Durante il giorno, devono essere riapplicati più volte, poiché le bende scivolano. Dopo quindici o venti lavaggi, le bende devono essere cambiate, poiché perdono le loro proprietà di compressione.

La terapia compressiva, come metodo di prevenzione, è necessaria per le persone sia "in piedi" (parrucchieri, insegnanti, chirurghi) che "sedentari" (programmatori, impiegati). Assicurati di indossare biancheria intima di questo tipo per le donne incinte, per coloro che hanno un lungo volo, così come dopo il trattamento chirurgico delle vene varicose.

Prescrivi un rimedio per le vene

Vale la pena dirlo subito: non esiste una pillola magica o un unguento miracoloso che ti allevierebbe una volta per tutte dalle brutte vene gonfie. Ma questo non significa affatto che il loro utilizzo sia inefficace. Esiste un gruppo piuttosto ampio di farmaci che aumentano il tono delle vene e rafforzano la parete vascolare, riducono la permeabilità capillare, migliorano il drenaggio linfatico, alleviano l'infiammazione e il dolore. Questi fondi sono necessari per la prevenzione e nella terapia complessa per il trattamento delle vene varicose e dell'insufficienza venosa cronica. Come risultato del loro uso, l'edema diminuisce, la gravità, il dolore lungo le vene ei crampi notturni diminuiscono. I più popolari che hanno resistito alla prova del tempo sono unguenti e gel a base di eparina. Questa sostanza unica fu scoperta nel 1916 dallo studente di medicina americano Jem McLean. Nel 1922 prese il nome attuale dalla parola greca per "hepar" - fegato, in quanto ottenuto da cellule epatiche di animali. Ma come medicinale per la prevenzione della trombosi, l'eparina iniziò ad essere usata solo dopo la seconda guerra mondiale. Nonostante la sua età avanzata, l'eparina non ha perso la sua rilevanza oggi. È vero, oggi i farmaci con eparina per uso esterno sono sempre più prodotti sotto forma di gel, in questo modo vengono assorbiti meglio. Sono ottimi per la prevenzione dell'insufficienza venosa, soprattutto nella stagione calda. I trattamenti topici a base di eparina possono aiutare i tuoi piedi a recuperare più velocemente dopo la scleroterapia. Se colpisci accidentalmente una gamba, lubrifica l'area interessata con un unguento o un gel contenente eparina. Innanzitutto, il livido si risolverà rapidamente. In secondo luogo, sarà una buona prevenzione delle vene varicose, perché spesso si verifica dopo gli infortuni.

"Scatti di bellezza"

Questo è ciò che le persone chiamano spesso scleroterapia compressiva. In Occidente questo metodo è diffuso da molto tempo, ma è arrivato in Russia solo all'inizio del secolo scorso, principalmente perché per molto tempo non c'erano farmaci necessari nelle farmacie. Con un ago molto sottile, il medico inietta il medicinale nella vena, quindi applica immediatamente una benda di compressione o una biancheria intima. L'effetto è che sotto l'influenza dello sclerosante incluso nella preparazione, le pareti della vena dilatata vengono incollate insieme, come se "sigillate", ed è esclusa dal sistema circolatorio e, sotto l'influenza della compressione, diminuisce e cade. "Un coagulo di sangue viene indotto artificialmente in una vena con l'aiuto di un farmaco. In generale, è un coagulo di sangue", afferma Igor Zolotukhin, dottore in scienze mediche, chirurgo flebologo. E tutto ciò che non funziona nel corpo va incontro a atrofia. Cioè, questo organo, in questo caso è un pezzo di vena dove è stato iniettato il farmaco, sta lentamente scomparendo ".

Puoi fare fino a dieci iniezioni alla volta e in totale dovrai passare da una a cinque di queste sessioni. Immediatamente dopo la procedura, il paziente lascia la clinica e ha bisogno di camminare a passo veloce per due ore. Un requisito obbligatorio è indossare calze compressive per circa quattro settimane, il primo giorno anche di notte, poi puoi toglierle di notte e in bagno, e farlo solo stando seduti o sdraiati.

Tale trattamento è efficace solo per le cosiddette vene varicose reticolari, quando le gambe hanno vene safene sottili e "stelle" vascolari, "serpenti", che non rappresentano un pericolo per la salute e sono considerate un problema estetico. Spesso si ricorre alla scleroterapia quando il paziente ha nodi varicosi grandi ma singoli. Le vene separate vengono sclerotizzate durante l'operazione. Il metodo non ha solo un buon cosmetico, ma anche un effetto curativo: i dolori, la diminuzione del gonfiore, le convulsioni si fermano. Non può essere combinato con l'uso di contraccettivi ormonali, farmaci per terapia ormonale sostitutiva, aspirina, trental, ibuprofene. Il trattamento è ben tollerato, tuttavia, secondo le osservazioni dei medici, coloro che hanno naturalmente i capelli biondi o rossi possono sviluppare macchie scure nei siti di iniezione..

La versione moderna della scleroterapia tradizionale è la cosiddetta scleroterapia in forma di schiuma, quando lo sclerosante viene iniettato in una vena sotto forma di schiuma finemente dispersa, che viene realizzata appena prima dell'intervento secondo lo stesso principio di un cocktail di ossigeno. Ciò consente di ridurre la concentrazione del farmaco, aumentare il tempo di esposizione e controllare il processo, che è particolarmente importante se il paziente è in sovrappeso e le vene sono nascoste nel grasso. Con l'aiuto della scleroterapia con schiuma, è possibile bloccare grandi vene principali fino a un centimetro di diametro e i loro affluenti, che in precedenza potevano essere rimossi solo chirurgicamente.

Per il principio di azione, la fotocoagulazione laser è simile alla scleroterapia, in cui una fibra ottica viene inserita nell'area interessata della vena, attraverso la quale viene fornita la radiazione. Di conseguenza, la vena in questo luogo è molto calda, "fermentata", quindi la circolazione sanguigna diventa impossibile. Questo metodo viene utilizzato per rimuovere vene molto sottili, spesso in combinazione con la scleroterapia. Ma molto spesso, le vene dei ragni vengono rimosse con l'aiuto di un laser. Più grandi, con un diametro fino a sette-otto millimetri, le vene principali principali, che non sono visibili sulla superficie della pelle, possono essere rimosse utilizzando l'ecoscleroterapia, che viene eseguita sotto il controllo di uno scanner a ultrasuoni.

Sia la fotocoagulazione laser che l'ecoscleroterapia, sebbene considerate operative, sono molto meglio tollerate dai pazienti. Vengono eseguiti attraverso piccole punture in anestesia locale e il paziente può tornare a casa lo stesso giorno e andare a lavorare la mattina..

Le tecniche mininvasive sono adatte per l'80-85% dei pazienti e il numero di pazienti a cui sono state asportate vene tramite incisioni alla vecchia maniera è in costante diminuzione. Solo un medico può decidere se queste terapie mininvasive sono adatte a te, tenendo conto della condizione delle vene profonde e perforanti che collegano le vene profonde con quelle superficiali, nonché delle valvole venose.

Dopo il trattamento, i pazienti devono seguire le raccomandazioni del medico: perdere peso, praticare sport (i tipi migliori sono ciclismo e nuoto), indossare biancheria intima a compressione preventiva, controllare il livello di protrombina nel sangue (questo è assolutamente necessario per le donne che assumono contraccettivi orali ormonali). Se hai i piedi piatti, che danneggiano la circolazione sanguigna, dovresti indossare le solette.

Il medicinale a base vegetale Venoplant, prodotto dalla società farmaceutica tedesca "Dr. Wilmar Schwabe", è stato sviluppato per la prevenzione e il trattamento dell'insufficienza venosa cronica. Contiene l'estratto originale di semi di ippocastano. Le moderne tecnologie di produzione forniscono un'elevata concentrazione dell'estratto, e solo due compresse di Venoplant al giorno aiuteranno a ripristinare rapidamente la condizione delle vene e, con un uso più lungo, ridonano leggerezza e bellezza alle gambe. Venoplant rafforza, aumenta il tono della parete venosa, normalizza la circolazione sanguigna, ha effetti anestetici e antinfiammatori, riduce l'edema delle gambe. È importante che Venoplant non solo guarisca le vene malate, ma protegga anche quelle sane dai danni, preservando la bellezza e la salute delle gambe e, soprattutto, può essere assunto a lungo senza timore per la tua salute. Prendendo Venoplant, stupirai per la grazia delle gambe e la facilità di andatura di familiari e colleghi.

Perché il pitecantropo non aveva vene varicose

Ai vecchi tempi, le vene varicose erano chiamate "una malattia che abbatte". Per molti anni, i medici non sapevano quale fosse la causa, fino a quando il medico inglese William Harvey non scoprì come funziona il sistema circolatorio. Oggi è noto che il nostro sistema circolatorio è costituito da 160mila chilometri di navi, di cui la metà nelle vene. Attraverso le arterie e i capillari, il sangue dal cuore scorre agli organi, fornendo loro ossigeno. Il sangue esaurito, già attraverso le vene, ritorna ai polmoni e al cuore per arricchirsi nuovamente di ossigeno e riprendere il cammino successivo attraverso il nostro corpo. In milioni di anni di evoluzione, le vene, come molti altri organi, non hanno saputo riorganizzarsi in modo da corrispondere alle attuali condizioni di vita. Confronta: l'altezza di una persona moderna è quasi un metro più di quella dei suoi antichi antenati. Ciò significa che le vene devono lavorare al limite delle loro capacità. Inoltre, le vene sono originariamente progettate per un'attività fisica diversa. Funzionano in modo ottimale quando una persona è costantemente in movimento, il che non si può dire della maggior parte delle persone moderne. Uno stile di vita sedentario riduce il tono delle vene, che diventano letargiche e allungate, la pressione sanguigna in esse si indebolisce. Può essere paragonato a un fiume: quello stretto scorre veloce, quello largo - lentamente. Le vene colpite non stanno facendo il loro lavoro. Invece di tornare al cuore ancora e ancora, il sangue rimane nelle gambe, i vasi, come dicono i medici, "paludano", le gambe si gonfiano, si feriscono e si formano coaguli di sangue. Queste vene devono essere rimosse. E il sistema circolatorio non ne risentirà, proprio come, ad esempio, non soffrirà il Volga, se una diga viene costruita su uno dei suoi affluenti.

Dossier sulle vene varicose

Secondo le statistiche, il 45% delle donne e il 15% degli uomini nella popolazione dei paesi sviluppati soffrono di vene varicose. Ogni anno il numero di pazienti con vene varicose aumenta in media del 2,5%. Se 30 anni fa le persone di età compresa tra 50 e 60 anni soffrivano di vene varicose, oggi i medici fanno sempre più spesso una diagnosi del genere a pazienti di età compresa tra 15 e 40 anni. Si è riscontrato che la tendenza alle vene varicose è ereditata. Se uno dei genitori è malato di vene varicose, le possibilità di ammalarsi aumentano di cinque volte, se entrambi i genitori hanno le vene varicose - otto volte. La causa delle vene varicose è il sovrappeso, i carichi pesanti sulle gambe, il lavoro sedentario e il fumo. Nelle donne, le vene varicose si verificano spesso durante la gravidanza. Si è riscontrato che 8 donne incinte su 10 ne soffrono. L'assunzione di pillole anticoncezionali aumenta significativamente il rischio di ammalarsi. Molti considerano le vene varicose un difetto estetico che può essere nascosto sotto una gonna o pantaloni. Tuttavia, le brutte vene blu sono solo il lato "visibile" della malattia. In effetti, le vene varicose sono accompagnate da un sacco di malattie. Spesso è unito da artrosi e osteocondrosi, ernia ed emorroidi. Se la malattia non viene curata, le vene malate mutilano non solo le gambe. Possono paralizzare e persino accorciare la vita. Le complicanze delle vene varicose sono ulcere e tromboflebiti. E se un coagulo di sangue distaccato ostruisce il lume dell'arteria attraverso il quale il sangue entra nel cuore, questo significa quasi sempre morte istantanea..

Articolo fornito dalla rivista "Pro Health"

Le informazioni sul sito sono solo di riferimento e non sono una raccomandazione per l'autodiagnosi e il trattamento. Per domande mediche, assicurati di consultare un medico.

Metodi di trattamento per le vene varicose sulle gambe

Il trattamento delle vene varicose sulle gambe richiede un approccio integrato. Questa patologia appare come risultato di vene varicose, interruzione dell'apparato valvolare. Per questo motivo, lo spessore della parete del vaso diminuisce..

In luoghi con maggiore stress, le formazioni tubolari elastiche si espandono. Si forma un sacco venoso, che sale sopra la superficie.

Il trattamento può essere effettuato utilizzando:

  1. Compressione;
  2. Massaggio;
  3. Medicinali;
  4. Metodi popolari;
  5. Chirurgicamente.

Il metodo più adatto viene selezionato in base al grado di danno. Nelle fasi iniziali, una dieta, un esercizio dosato è efficace. Le fasi più gravi richiedono un'esposizione più grave.

Poiché le vene varicose sono una forma estrema dello sviluppo della malattia, il trattamento farmacologico è spesso combinato con un'operazione.

Trattamento di compressione

La biancheria intima speciale è realizzata in tessuto medico con diversi gradi di pressione e densità. Quando lo si utilizza, viene creato uno scheletro esterno. Sostiene la struttura muscolare della gamba, comprime i vasi, proteggendoli da un eccessivo allungamento. Gli indumenti compressivi favoriscono la stimolazione della circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico.

Con la formazione delle vene varicose, le gambe prima soffrono. Il sangue scorre attraverso le arterie dal cuore a loro, ma inizia a salire verso l'alto con gli sforzi.

La maglia medica comprime l'arto in un'area più fortemente che in altre. Ciò porta al fatto che il nostro fluido corporeo inizia a salire più facilmente. C'è un restringimento del lume dei vasi delle vene malate, che aiuta a ridistribuire parte del sangue a vasi sani..

È possibile selezionare diversi tipi di biancheria intima per il trattamento:

  • Se le zone dalla parte inferiore della gamba alla coscia sono interessate, ci sono segni di ristagno nella piccola pelvi, quindi vengono utilizzati i collant.
  • Le calze vengono selezionate dopo la rimozione chirurgica delle vene varicose.
  • Se i nodi si trovano nella zona sotto il ginocchio, è possibile utilizzare gambaletti e scaldamuscoli.

La compressione è diversa per i diversi tipi di bucato. La pressione massima è sulla zona della caviglia. La pressione fino al 70% è considerata alta. Questo di solito viene fatto nella zona dello stinco. La compressione minima viene applicata alla zona della coscia. Questo crea condizioni normali per il ripristino del flusso sanguigno..

Effetto del farmaco

Sono prescritte le seguenti procedure:

  1. Flebotonica. Migliorano le condizioni delle pareti vascolari, rafforzano la struttura. Con un uso costante, le vene sono in buona forma. I medici possono prescrivere Detralex. Il farmaco ha un effetto decongestionante e angioprotettivo. Per alleviare l'infiammazione e la vasocostrizione, viene prescritto "Troxevasin".
  2. Farmaci per fluidificare il sangue. Grazie a loro, la composizione del fluido biologico cambia, il che impedisce la formazione di un coagulo nel lume del vaso sanguigno. Grazie a tali mezzi, il funzionamento dell'intero sistema circolatorio è ottimizzato. La sensazione di dolore diminuisce. Ma l'assunzione di tali farmaci deve essere trattata con cautela, poiché esiste la possibilità che le pareti dei vasi possano facilmente sfondare.
  3. FANS. Riducono la sensazione di dolore e prevengono le convulsioni. Prenderli è spesso d'obbligo, poiché questi farmaci antinfiammatori riducono il gonfiore. I FANS sono disponibili in varie forme, anche per uso esterno.

Nel trattamento delle vene varicose, si consiglia di utilizzare agenti che migliorano la microcircolazione sanguigna, rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. Questi includono diuretici e glicosidi cardiaci..

A volte nelle fasi avanzate si sviluppano problemi che colpiscono la pelle. L'uso di unguenti ormonali e compresse con permanganato di potassio è efficace. L'ultimo farmaco è usato per l'eczema piangente..

Metodi tradizionali di trattamento

I metodi tradizionali completano bene i regimi di trattamento classici. Per questi scopi viene utilizzata la bardana. Le foglie devono essere pulite con un tovagliolo, applicato su una teiera calda. Attacca le foglie alla gamba prima di andare a letto la sera. Per evitare irritazioni, si consiglia di utilizzare uno strato di benda di fango. Questo effetto può essere applicato nei corsi - 5 volte a giorni alterni.

Kalanchoe mostra un'elevata efficienza. Le foglie vengono schiacciate, quindi viene riempito mezzo barattolo con un volume di 0,5 litri. Resta da versare la vodka e aspettare un mese. È necessario applicare un impacco nei punti in cui si formano le vene varicose per un'ora. Alcuni erboristi consigliano di mescolare la tintura risultante con l'assenzio tritato..

Puoi usare ricette più semplici:

  1. Le vene varicose vengono inumidite con succo di patate più volte al giorno.
  2. Il miele viene applicato sul tessuto, l'impacco viene applicato sulla zona interessata. La parte superiore è ricoperta di pellicola e fasciata. Il primo giorno, la benda viene mantenuta per 2 ore. Aumenta gradualmente il tempo, mentre il quarto giorno puoi lasciarlo durante la notte.
  3. Prepara il tè con le cime di carota. Per fare questo, prendi 1 cucchiaio grande di erba secca, versa un bicchiere di acqua bollente. Devi insistere per 1 ora, bere tre volte al giorno.

Massaggi e ginnastica

Se preferisci la ginnastica, non dovresti saltare, sollevare pesi. Durante il trattamento, inoltre, non è consigliabile visitare la sauna e il bagno. I movimenti semplici possono essere usati come esercizi che non portano a sovraccarico.

Se hai le vene varicose, dovresti evitare l'affaticamento delle gambe. Se ciò accade, sdraiati in modo che le gambe si alzino 5-10 cm sopra la testa. Un esercizio così semplice migliorerà il flusso sanguigno..

Operazione

Oggi vengono utilizzati metodi di trattamento minimamente invasivi. Uno dei più popolari è la tecnica di trattamento laser. Il raggio agisce attraverso un piccolo lume sul tessuto interessato. Di conseguenza, i punti assottigliati della vena sono collegati e il flusso sanguigno viene ridistribuito ad altri vasi. Le vene su cui è avvenuta l'esposizione scompaiono gradualmente insieme ai nodi.

Buoni risultati si ottengono quando si utilizza la scleroterapia. Durante la procedura viene introdotto un composto speciale che incolla le vene. La procedura ha un minimo di effetti collaterali, ma ci vogliono almeno tre mesi per un completo recupero.

Se le attività precedenti non hanno portato al risultato desiderato, vengono utilizzati metodi più radicali. Durante l'operazione, il chirurgo lega la vena, dopodiché l'area danneggiata viene rimossa. Le incisioni di solito non superano i 5 mm, guariscono rapidamente.

Se il medico decide di eseguire la flebectomia secondo Babcock, viene utilizzata una sonda speciale. Separa la zona interessata dalla zona circostante. Sono necessarie ulteriori incisioni vicino alla caviglia o nella parte superiore della gamba.

In conclusione, notiamo: le vene varicose di per sé non rappresentano un pericolo per la vita umana. In assenza di un trattamento adeguato, le ulcere trofiche, la trombosi e la tromboflebite possono essere la conseguenza. La parete venosa può perdere la sua elasticità a causa dell'eccessivo allungamento. Di conseguenza, con lesioni minori, può verificarsi un'estesa perdita di sangue..

Cosa sono le vene varicose sulle gambe e come trattarle

Una delle manifestazioni del ristagno di sangue nelle gambe sono le vene varicose. Di solito, il loro aspetto è preceduto da pesantezza, affaticamento e gonfiore. I segni esterni delle vene varicose indicano un'insufficienza venosa a lungo termine..

Cosa sono le vene varicose e come si formano??

I noduli nelle vene delle gambe sono il segno esterno più famoso di una violazione del deflusso di sangue dagli arti inferiori. Le vene servono a raccogliere il sangue privato di ossigeno da ogni parte del corpo fino al cuore.

Se il flusso sanguigno arterioso è diretto dall'alto verso il basso, poi venoso - dal basso verso l'alto quando si tratta degli arti inferiori. Il sangue che si muove con una pressione ridotta supera la forza di gravità per salire fino alla vena cava che scorre nel ventricolo destro.

Sulla via del sangue venoso ci sono vari ostacoli che ne impediscono il progresso:

  • guasto delle valvole, che normalmente impediscono il riflusso del sangue;
  • uno stile di vita sedentario e la mancanza di lavoro muscolare - la contrazione dei muscoli del polpaccio favorisce la spinta del sangue attraverso le autostrade profonde;
  • congestione nella zona pelvica, gravidanza, costipazione - prevenire il movimento del sangue a causa dell'elevata pressione intra-addominale;
  • l'infiammazione della cistifellea, del fegato, dello stomaco e del pancreas interrompe il movimento delle costole e la regolazione della pressione intra-addominale;
  • la seduta prolungata contribuisce al bloccaggio del fascio vascolare nella piega inguinale.

Il diaframma è un setto muscolo-tendineo tra le cavità addominale e toracica. Serve per riempire i polmoni di aria durante l'inalazione e regolare la pressione intracavitaria.

All'ispirazione, il diaframma aiuta a spingere il sangue verso il basso, all'espirazione - su per la vena cava inferiore. Lo spasmo del diaframma è la causa principale dei nodi alle gambe.

Ci sono fattori che influenzano il movimento del sangue:

  • la gravidanza porta alla spremitura dei vasi sanguigni;
  • l'abitudine di gettare una gamba sull'altra;
  • indossare i tacchi alti sovraccarica i muscoli del polpaccio.

L'aumento della pressione venosa risulta dall'interazione di due fattori:

  • ostacoli meccanici al passaggio del sangue nel bacino e nell'addome;
  • stile di vita sedentario e mancanza di contrazione muscolare.

Il sangue semplicemente non riceve l'impulso a muoversi, ristagna nelle vene, aumentando la pressione sulle pareti. Lo strato muscolare nel letto venoso è debole. Pertanto, il canale si espande, si piega a causa dell'attaccamento dei tessuti connettivi al grasso sottocutaneo. A causa della formazione di noduli nelle vene.

La forma irregolare delle vene interrompe il percorso del flusso sanguigno e impedisce la chiusura delle valvole. La funzione della nave viene interrotta, si formano flussi turbolenti e flusso venoso di sangue, che espande ulteriormente il lume.

Sintomi e segni

I segni delle vene varicose dipendono dallo stadio di sviluppo della malattia. I cambiamenti nella funzione delle vene iniziano molto prima che i nodi appaiano esternamente e compaiano:

  • pesantezza alle gambe alla fine della giornata;
  • stanchezza rapida;
  • dolore alla tibia.

La comparsa di teleangectasie indica il primo stadio delle vene varicose - intradermico. Pertanto, è importante prestare attenzione alla prevenzione..

I sintomi indiretti dell'insufficienza venosa sono:

  • gonfiore della parte inferiore della gamba la sera;
  • crampi ai muscoli del polpaccio durante la notte;
  • tensione e scoppio nella parte inferiore della gamba;
  • dolore all'inguine e all'addome inferiore dopo una seduta prolungata;
  • sensazione di fiato corto;
  • pesantezza sotto le costole.

Le indicazioni di un deflusso venoso alterato sono talvolta assenti per molto tempo. La malattia nella fase di compensazione non mostra sintomi.

L'esame obiettivo rivela piccole aree con vene varicose nella parte superiore della parte inferiore della gamba, ma rimangono morbide, si abbassano quando le gambe vengono sollevate.

La fase della sottocompensazione è caratterizzata dalla comparsa di reclami. Si verifica 5-10 anni dopo l'inizio del deflusso venoso ostruito.

I principali segni del palco sono:

  • dolore transitorio con posizione eretta prolungata;
  • gonfiore entro la fine della giornata lavorativa;
  • gambe pastose dopo carichi statici.

Durante l'esame, il flebologo rivela uno schema distinto di vene dilatate, edema e secchezza della pelle. Le vene diventano meno visibili quando il paziente è sdraiato.

Lo stadio di scompenso sono le vene varicose gravi con lesioni diffuse delle vene e cambiamenti della pelle. I sintomi della malattia sono molteplici:

  • pesantezza costante alle gambe;
  • dolori sordi e doloranti;
  • fatica a carichi leggeri;
  • crampi ai polpacci durante la notte.

Il flebologo nota un aumento della lunga vena safena, una violazione dell'emodinamica, danni ai vasi piccoli e grandi della gamba e della coscia. Le vene sono dilatate, tese e tese alla palpazione. Le vene varicose crescono insieme alla pelle, si formano aderenze. La presenza di pieghe, depressioni e arrossamenti indica la periflebite o le sue conseguenze.

L'iperpigmentazione della pelle è uno dei segni di vene varicose gravi. C'è pelle secca, aspetto blu, ispessimento del tessuto sottocutaneo.

Quando viene pizzicata, la pelle non forma una piega, sembra disidratata. I segni di iperpigmentazione compaiono più spesso sulla superficie anteriore della parte inferiore della gamba.

Sullo sfondo dei disturbi trofici della pelle, aumenta il rischio di sviluppare ulcere. Un forte prurito la sera è un segno di alterata deflusso e afflusso di sangue fresco.

I tessuti non ricevono nutrimento, muoiono gradualmente e vengono avvelenati dai prodotti di scarto cellulare. Il presagio dello sviluppo di un'ulcera trofica è l'eczema..

A causa del reflusso venoso, il sangue ristagna nelle gambe, con conseguente mancanza di afflusso di sangue alla testa. Pertanto, i segni di insufficienza venosa sono vertigini e calo della pressione sanguigna..

Metodi di trattamento

Il trattamento tradizionale delle vene varicose è diviso in conservativo, farmacologico e chirurgico. Nelle prime fasi è sufficiente rimuovere gli "ostacoli" che interrompono il deflusso del sangue venoso per alleviare le condizioni del paziente.

I medici raccomandano:

  • muoviti di più, cioè cammina per 1-2 ore al giorno;
  • fare pause ogni mezz'ora con una seduta prolungata;
  • quando si lavora in posizione eretta: sedersi, fare curve più spesso, gradini sul posto;
  • frequentare aerobica, piscina;
  • indossare calze a compressione se le gambe si stancano.

Droghe

La terapia flebotonica viene prescritta quando compaiono edema, vene ingrossate e vene varicose. La somministrazione interna di farmaci (Phlebodia, Hesperidin) migliora il tono della parete venosa, previene il ristagno del sangue.

L'applicazione esterna di gel (es. Venoton) agisce sui tessuti connettivi e sulle vene, alleviando infiammazioni e gonfiori. Le vene varicose sulle gambe durante il trattamento con pillole e gel non scompaiono completamente.

Significa alleviare l'infiammazione e il gonfiore - segni della malattia. Sono spesso usati in preparazione per un intervento chirurgico..

Attività fisica

Tieni presente che un po 'di esercizio può peggiorare la condizione delle vene, vale a dire:

  • carichi di potenza in palestra, soprattutto con respirazione impropria, l'uso di una cintura atletica;
  • squat in gruppi di aerobica di forza;
  • torsione sulla stampa a causa di un aumento della pressione intra-addominale;
  • yoga e carichi statici prolungati.

Tra i tipi di allenamento esistenti, è meglio preferire camminare, andare in bicicletta e nuotare..

Metodi chirurgici

Sono necessari interventi chirurgici per l'insufficienza venosa e il reflusso.

Il metodo moderno di trattamento delle vene varicose è l'ablazione endotermica o vari effetti volti all'adesione del vaso..

In effetti, la vena è esclusa dal sistema circolatorio, ma il carico viene spostato su altri canali. Se la causa dell'espansione è un riflusso da un vaso profondo o altri blocchi a livello delle vene pelviche, la procedura elimina effettivamente solo i sintomi.

Esistono diverse tecniche per "spegnere" le vene colpite:

  1. L'ablazione con radiofrequenza riscalda le pareti utilizzando l'energia a radiofrequenza. Il catetere viene inserito attraverso un'incisione appena sopra o sotto il ginocchio sotto la guida di una sonda ecografica. Dopo che la vena si è completamente raggruppata, il sangue viene reindirizzato attraverso altre vie. Durante la procedura viene utilizzata l'anestesia locale o generale.
  2. La coagulazione laser endovasale comporta anche l'inserimento di un catetere per fornire energia. La lavorazione avviene su tutta la lunghezza della nave. Dopo l'operazione, a volte c'è una sensazione di pesantezza alle gambe, dolore nel sito dell'intervento.
  3. La scleroterapia - o l'incollaggio di vene con schiuma sotto il controllo di una sonda a ultrasuoni è adatto solo per pazienti senza trombosi venosa profonda. Una calzetteria a compressione dovrebbe essere indossata per diverse settimane dopo la procedura. I sintomi delle vene varicose scompaiono gradualmente, man mano che si sviluppano i percorsi di bypass per il deflusso venoso. A volte è necessaria la reiniezione di schiuma. Ci sono diversi effetti collaterali segnalati della procedura: coaguli di sangue, mal di schiena, mal di testa, svenimenti, scolorimento della pelle.

Le vene sono in stretta connessione con le arterie, i nervi. Le strutture passano attraverso il corpo in fasci neurovascolari paralleli.

Se esposto a una delle vene, può verificarsi tensione sulle arterie e sui nervi: la formazione di aderenze.

L'ablazione endotermica non è adatta a pazienti con malattia venosa profonda. I chirurghi suggeriscono di eseguire un intervento chirurgico - legatura e spogliatura per rimuovere le vene colpite. Le procedure vengono eseguite in anestesia generale.

Il chirurgo esegue due piccole incisioni di 5 cm nella parte superiore e inferiore della vena, lega il vaso e lo estrae con uno stent sottile. Le vene situate più in profondità assumono il ruolo di autostrade interessate. L'intervento chirurgico lascia ematomi, dolore. Una rara complicanza è il danno ai nervi o la formazione di coaguli di sangue.

La flebectomia mediante transilluminazione o la rimozione della vena endoscopica mediante un dispositivo di aspirazione è diventata un nuovo metodo di trattamento chirurgico..

Conclusione

Le vene varicose sono una manifestazione di stasi venosa che è andata abbastanza lontano. Oltre alla debolezza della valvola, ci sono molte cause di problemi di deflusso. I trattamenti tradizionali, compresa la chirurgia, possono aiutare ad alleviare i sintomi e ridurre il rischio di trombosi.

Vene varicose sulle gambe

Alcune persone hanno le vene varicose sulle gambe all'età di 25 anni. Perché compaiono? Come evitare tali violazioni nei vasi delle gambe? Quali sono i rischi di complicazioni? Tutte le risposte - oltre.

  1. Perché si verificano le vene varicose?
  2. Che pericoloso
  3. Come si manifestano
  4. Quale dottore tratta
  5. Terapie
  6. Terapia laser, laser endovenoso
  7. Intervento operativo
  8. Scleroterapia
  9. Hirudoterapia
  10. Flebectomia
  11. Prevenzione delle malattie

Perché si verificano le vene varicose?

Il problema appare nei punti più deboli delle vene colpite con vene varicose. I noduli sono bolle gonfie e di forma irregolare. Molto spesso la malattia viene diagnosticata in pazienti con vasi deboli e in coloro che sono predisposti alle vene varicose..

La patologia può anche verificarsi a causa della mancanza di prevenzione, con carichi pesanti sulle gambe e capillari deboli.

Fondamentalmente, i nodi si formano negli stadi 1-2 delle vene varicose. In primo luogo, una persona nota la comparsa di asterischi, pesantezza, sensazioni dolorose agli arti inferiori, convulsioni, gonfiore, oscuramento del derma intorno ai vasi colpiti.

Se sei in sovrappeso, i noduli sulle gambe sotto la pelle sono meno visibili. La perdita di peso porta a manifestazioni più pronunciate del problema.

Va tenuto presente che la patologia non deriva dalla perdita di peso, ma dall'eccesso di peso.

Che pericoloso

Fondamentalmente, le persone cercano aiuto dall'ospedale per il dolore e i nodi venosi nelle gambe sopra e sotto il ginocchio. La malattia stessa non rappresenta una minaccia per la vita umana, il che non si può dire del ristagno del sangue venoso..

Il trattamento inopportuno o la sua assenza porta allo sviluppo di tromboflebiti, ulcere trofiche, trombosi.

Un eccessivo allungamento dei capillari riduce l'elasticità delle pareti, a causa della quale si feriscono facilmente. Il rischio di emorragie estese aumenta anche dopo lesioni lievi con infiammazione delle vene varicose.

La complicazione più pericolosa della malattia è la morte. Con la trombosi, un coagulo di sangue può staccarsi, causando tromboembolia polmonare.

Come si manifestano

In primo luogo, si sviluppano le vene varicose, che possono essere riconosciute da gonfiore, pesantezza alle gambe e scoppio nella zona del polpaccio dopo essersi seduti. Una caratteristica distintiva della malattia è la scomparsa dei sintomi dopo un riposo notturno o una camminata.

Nella fase successiva, si notano le vene varicose, la formazione di noduli, che si distinguono per la torsione a serpentina oa spirale. Poi ci sono dolori lancinanti, convulsioni, piccole stelle rosso-blu.

I vasi iniziano a scurirsi, espandersi e, di conseguenza, i nodi varicosi appaiono sulle gambe.

Quale dottore tratta

Un flebologo è responsabile della salute del sistema venoso umano, un medico vascolare specializzato in malattie capillari. Lo scopo delle attività del medico comprende il trattamento, la prevenzione e la diagnosi delle malattie.

Terapie

Ora ci sono molti modi per affrontare i nodi nelle vene delle gambe..

Quando compaiono formazioni, è necessario consultare una volta un medico che selezionerà la terapia corretta e determinerà il grado di sviluppo della malattia.

Ecco i migliori trattamenti per le vene varicose delle gambe.

Terapia laser, laser endovenoso

Le procedure sono simili in quanto entrambi utilizzano un laser.

La prima opzione prevede l'effetto sulle vene varicose sulle gambe e sull'intero vaso colpito attraverso lo strato superiore della pelle senza incisione. Un risultato positivo si ottiene solo con piccole lesioni e asterischi.

In tutti gli altri casi, viene utilizzato un catetere endovenoso. Il chirurgo esegue una piccola incisione nella parte inferiore della gamba dall'interno. Quindi un LED con radiazione laser viene passato nei capillari, interessando le loro pareti..

Entro poche settimane dalla procedura, la vena e le formazioni scompariranno.

Intervento operativo

La chirurgia è considerata un metodo di trattamento radicale, a cui si ricorre in casi estremi.

L'operazione viene eseguita in fasi avanzate delle vene varicose, quando le gambe sono in pessime condizioni e altri metodi non funzioneranno.

L'essenza della procedura è bendare la vena, eliminare la malattia. La chirurgia moderna lascia sottili cicatrici.

Scleroterapia

Un farmaco speciale viene iniettato nella vena danneggiata. L'azione è simile a un laser, lo sclerosante elimina i nodi venosi.

L'effetto della procedura sarà evidente in 3-4 mesi.

Hirudoterapia

Il trattamento con le sanguisughe si è dimostrato efficace nella lotta contro le vene varicose. La loro saliva ha un effetto positivo sullo stato dei vasi sanguigni. Il percorso terapeutico è di 5 sedute, che, se necessario, vengono ripetute dopo 4 mesi.

Durante la procedura, una sanguisuga viene posizionata sul nodo, altre due lungo la vena. La frequenza delle sessioni è determinata dal medico curante, a seconda dello stadio di sviluppo della malattia, delle condizioni del paziente.

Flebectomia

Con la flebectomia, il medico rimuove le aree malate dal corpo del paziente. Il chirurgo esegue la rimozione completa o parziale dei vasi sanguigni. Attraverso un'incisione, una vena viene legata sotto la pelle nella zona in cui scorre nella vena femorale, dopo di che viene rimossa.

Nel complesso trattamento della malattia, il medico può prescrivere l'assunzione di farmaci speciali.

  1. La flebotonica rafforza, migliora le condizioni dei vasi sanguigni, li mantiene in buona forma, allevia il gonfiore e l'infiammazione. Questo è Troxevasin, Detralex.
  2. I FANS prevengono l'insorgenza di convulsioni e alleviano il dolore che accompagna la malattia. I farmaci sono disponibili in una varietà di forme, comprese le preparazioni topiche.
  3. I medicinali con proprietà fluidificanti del sangue prevengono la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, riducono il dolore.

Qualsiasi medicinale può essere utilizzato dopo aver consultato un medico..

Prevenzione delle malattie

Esistono diversi consigli semplici ma efficaci per evitare complicazioni delle vene varicose sulle gambe. Ecco i principali:

  • controllo del peso e consumo di cibi ricchi di fibre e grassi vegetali;
  • allenamento regolare delle gambe con aerobica, ciclismo, nuoto;
  • l'uso di calze a compressione medica, che ha un effetto benefico sul deflusso sanguigno;
  • devi muoverti di più, provare a lavorare da seduto o alzarti periodicamente e allungare i piedi.

È meglio prevenire la formazione di nodi venosi sulla gamba piuttosto che impegnarsi in un trattamento costoso in seguito. La malattia non solo rovina l'aspetto, ma porta anche a gravi complicazioni.

Come trattare una vena varicosa infiammata della grande vena safena sinistra della gamba

Le vene varicose sono una grave conseguenza della malattia, accompagnata dallo stiramento delle pareti venose. È una sezione localmente ingrandita della nave che sembra un aneurisma. Esistono molti metodi per eliminare i difetti, incl. interventi chirurgici mininvasivi. Quando compaiono vene varicose, si rivolgono a un flebologo che sceglie un metodo di trattamento.

Ragioni per l'educazione

Le vene varicose sulle gambe appaiono sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • Predisposizione genetica. Il rischio di sviluppare sintomi di vene varicose aumenta se una malattia simile è stata osservata nei genitori del paziente.
  • Gravidanza e parto. L'utero allargato comprime la vena cava, il sangue ristagna nei vasi degli arti inferiori, a causa dei quali si allungano le pareti venose e si formano gli aneurismi. I segni di vene varicose nelle GSV (grandi vene safene) aumentano dopo il parto, che è associato ad un aumento della pressione intra-addominale.
  • Posizione prolungata. Se una persona è costretta a trascorrere la maggior parte della giornata in piedi, aumenta il carico sui vasi degli arti inferiori. Il deflusso del sangue è disturbato, le pareti delle vene perdono elasticità.
  • Attività fisica intensa. Quando si trasportano pesi, la pressione sulla vena cava aumenta. La circolazione sanguigna è compromessa, causando la comparsa di grandi protuberanze varicose.
  • Malattie croniche. Processi infiammatori nella pelle, ipertensione arteriosa, patologie cardiovascolari e disturbi endocrini contribuiscono alla transizione delle vene varicose a una forma grave, accompagnata dalla formazione di nodi.
  • Piedi piatti, diminuzione del tono muscolare del piede e della parte inferiore della gamba. Il deflusso di sangue è compromesso, provocando la stasi venosa.
  • Essere sovrappeso. Promuove un aumento del carico sulle vene degli arti inferiori e il rapido sviluppo delle vene varicose.

Come sono i nodi

Le vene varicose sulle gambe sono formazioni sottocutanee di forma rotonda e blu. Possono formare grappoli che sembrano uva. L'espansione è accompagnata da dolore e sensazione di pesantezza alle gambe. La pelle circostante è di colore pallido o bluastro. I sintomi più rari includono crampi ai muscoli del polpaccio che si verificano di notte..

Come trattare

I metodi di terapia conservativa vengono utilizzati per alleviare temporaneamente la condizione durante la preparazione all'intervento e per prevenire la ricomparsa delle vene varicose dopo l'intervento. Con una malattia come le vene varicose sulle gambe, il trattamento viene spesso eseguito chirurgicamente.

Trattamento farmacologico

Puoi curare l'infiammazione sulla gamba usando i seguenti mezzi:

  • Venotonics (Detralex, Troxevasin). I mezzi di azione locale e generale rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, prevengono la formazione di coaguli di sangue, eliminano i segni di infiammazione. I farmaci vengono utilizzati in cicli lunghi (2-4 mesi ciascuno).
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (Voltaren). Con le vene varicose vengono spesso utilizzati unguenti e gel, che eliminano i segni di infiammazione e non hanno un effetto negativo sul tratto gastrointestinale..
  • Anticoagulanti (eparina). I farmaci fluidificano il sangue, prevenendo la formazione di coaguli di sangue. L'assunzione regolare di eparina aiuta a migliorare le proprietà del sangue e prevenire la formazione di nuovi coni varicosi.

Uso del laser

Il trattamento laser viene eseguito utilizzando una guida di luce. Un fascio luminoso focalizzato agisce sul nodo venoso della grande vena safena sinistra della gamba. L'area interessata della nave viene incollata e disattivata dal flusso sanguigno. Dopo un po ', il cono varicoso scompare e i segni di accompagnamento delle vene varicose scompaiono..

Scleroterapia

La procedura ha lo scopo di eliminare un difetto estetico. Un farmaco sclerosante viene iniettato nel lume del vaso dilatato, a seguito del quale la vena interessata collassa. Dopo l'intervento, si verifica un gonfiore che scompare dopo 8-12 ore. Le calze a compressione devono essere indossate dopo la procedura.

Intervento chirurgico

Le vene varicose vengono rimosse attraverso piccole incisioni. L'operazione è indicata per pazienti con uno stato normale di vasi profondi. L'ecografia Doppler viene eseguita prima dell'operazione. L'intervento viene eseguito in anestesia generale. I punti vengono rimossi 7-10 giorni dopo l'intervento, la calzetteria compressiva viene indossata per 2-3 mesi.


Articolo Successivo
Tre forme di ipoplasia dell'arteria vertebrale: sintomi, cause e trattamento