Vasculite: cos'è questa malattia, come trattarla, sintomi, cause


La vasculite è un gruppo di disturbi direttamente correlati alla distruzione dei vasi sanguigni durante lo sviluppo dell'infiammazione. Sia le arterie che le vene possono essere coinvolte nel processo patologico. La linfangite è talvolta considerata una variante della vasculite.

Lo sviluppo della vasculite è principalmente associato alla migrazione dei leucociti, a seguito della quale si verifica un caratteristico danno vascolare.

L'infiammazione delle vene (flebite) o delle arterie (arterite) sono malattie separate, sebbene entrambe siano associate a vasculite. Esistono molti tipi diversi di infiammazione vascolare e in ogni caso vengono determinati i segni più comuni e viene eseguito un trattamento appropriato..

Video: cos'è la vasculite, diagnosi e trattamento della vasculite

Descrizione

Vasculite (dal latino vasculum - vaso, -itis - suffisso per infiammazione) significa "infiammazione dei vasi sanguigni". la malattia nella terminologia medica è anche nota come arterite e angioite.

L'infiammazione è la risposta naturale del sistema immunitario alla lesione traumatica dei tessuti o all'introduzione di agenti infettivi. Questa reazione difensiva è caratterizzata da edema tissutale locale, che a volte può aiutare il corpo a far fronte all'invasione dei microbi..

Nella vasculite, per qualche motivo, il sistema immunitario attacca i vasi sanguigni sani, facendoli gonfiare e collassare. Può essere causato da un'infezione o da farmaci, anche se spesso la causa non è nota in modo definitivo..

La vasculite può variare da un problema minore che colpisce solo la pelle a condizioni più gravi che possono causare problemi con organi vitali come il cuore oi reni..

La divisione principale della vasculite è primaria e secondaria..

  • La vasculite primaria si verifica a causa di un processo infiammatorio che colpisce direttamente i vasi stessi.
  • La vasculite secondaria è accompagnata da lesioni vascolari infiammatorie sullo sfondo di un'altra malattia (principale).

È anche isolata la vasculite sistemica primaria, una malattia autoimmune che si manifesta senza alcuna causa nota, sebbene una predisposizione genetica possa rendere alcune persone più suscettibili.

Tipi di vasculite

Esistono molti tipi di vasculite, tra cui la granulomatosi eosinofila con poliangioite non è rara. La malattia, chiamata anche sindrome di Churg-Strauss, è un tipo di vasculite che colpisce principalmente gli adulti di età compresa tra i 30 ei 45 anni.

Sullo sfondo di lesioni vascolari da eosinofili indotti in modo improprio, può verificarsi quanto segue:

  • asma;
  • rinite allergica (sintomi simili al raffreddore causati da allergie);
  • temperatura elevata (febbre);
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • fatica;
  • perdita di appetito e perdita di peso.

La vasculite può anche colpire le fibre nervose, causando debolezza, sensazione di formicolio o intorpidimento. Nei casi più gravi, danneggia i reni o il muscolo cardiaco.

Di solito la patologia viene trattata con farmaci steroidei..

L'arterite a cellule giganti è un tipo di vasculite che spesso colpisce le arterie intorno alla testa e al collo. Definito principalmente negli adulti sopra i 50 anni.
La patologia è talvolta chiamata arterite temporanea..

Nei casi più gravi, la malattia può causare:

  • dolore e indolenzimento al collo e alla testa;
  • dolore ai muscoli della mascella mentre si mangia;
  • visione doppia o perdita della vista;

Anche la patologia di solito si verifica insieme alla polimialgia reumatica, quando vari muscoli iniziano a dolere.

Il trattamento principale sono i farmaci steroidei.

La granulomatosi con poliangite, chiamata anche granulomatosi di Wegener, è un tipo di vasculite che colpisce principalmente i vasi sanguigni del naso, dei seni, delle orecchie, dei polmoni e dei reni. La malattia è più spesso definita nelle persone di mezza età o negli anziani.

In assenza di un trattamento tempestivo, il decorso della malattia può complicare:

  • temperatura elevata (febbre);
  • sudorazioni notturne;
  • infiammazione del seno (sinusite);
  • sangue dal naso e formazione di croste nel naso;
  • mancanza di respiro e tosse con sangue;
  • problemi ai reni.

Questa grave malattia può essere fatale poiché spesso porta a insufficienza d'organo. Questo timo della vasculite viene solitamente trattato con farmaci steroidei o altri farmaci che riducono l'attività del sistema immunitario..

La porpora di Schönlein-Genoch è un raro tipo di vasculite che si verifica comunemente nei bambini e può colpire la pelle, i reni o l'intestino. Si ritiene che la patologia sia causata dalla risposta del corpo all'infezione..

In casi avanzati, può causare:

  • un'eruzione cutanea che assomiglia a piccoli lividi o macchie viola rossastre;
  • dolori articolari;
  • mal di stomaco;
  • diarrea e vomito;
  • sangue nelle urine o nelle feci.

Di solito procede senza gravi conseguenze e tende a migliorare senza trattamento.

La malattia di Kawasaki è una condizione rara che può verificarsi nei bambini di età inferiore ai cinque anni. La causa principale è l'infezione, sebbene non sia sempre possibile determinarla in modo affidabile.

Principali manifestazioni:

  • febbre alta (febbre) che dura più di cinque giorni;
  • eruzioni cutanee;
  • gonfiore delle ghiandole del collo
  • dita delle mani o dei piedi rosse;
  • Occhi rossi;
  • arrossamento delle labbra, della lingua o della bocca.

La malattia di Kawasaki può colpire le arterie coronarie, i vasi sanguigni che forniscono sangue al cuore, motivo per cui alcuni bambini hanno problemi con questo organo..

Di solito, la malattia deve essere trattata in ospedale con aspirina e terapia immunoglobulinica speciale..

La poliangite microscopica è un tipo di vasculite a lungo termine raro e potenzialmente grave che si sviluppa più spesso nelle persone di mezza età. Può colpire qualsiasi organo, ma soprattutto i polmoni, i reni e le fibre nervose..

Principali manifestazioni:

  • eruzione cutanea;
  • mancanza di respiro e tosse con sangue;
  • occhi rossi e irritati;
  • formicolio o intorpidimento;
  • problemi ai reni.

Questo tipo di vasculite viene solitamente trattato con farmaci steroidei o altri farmaci che riducono l'attività del sistema immunitario..

La poliarterite nomatosi è un raro tipo di vasculite che colpisce soprattutto le arterie che alimentano l'intestino, i reni e i nervi. Tende a svilupparsi durante l'infanzia o la mezza età. A volte può essere causato da un'infezione come l'epatite B, ma la causa esatta non è chiara.

Principali manifestazioni:

  • dolore ai muscoli e alle articolazioni;
  • dolore all'addome (addome), soprattutto dopo aver mangiato;
  • eruzione cutanea;
  • sensazione di formicolio o intorpidimento;
  • sanguinamento e ulcere nell'intestino.

La patologia può essere molto grave se non c'è trattamento.

La terapia si basa su farmaci steroidei e talvolta altri farmaci che riducono l'attività del sistema immunitario.

Diagnostica

La maggior parte delle procedure utilizzate durante l'esame e il trattamento di un paziente con vasculite vengono eseguite nella diagnosi e nel trattamento di altre malattie, quindi non sono specifiche per la vasculite. Tuttavia, senza di loro, una diagnosi affidabile e accurata dell'infiammazione vascolare è impossibile..

Durante l'esame del paziente vengono utilizzati vari metodi moderni..

  • Ecografia addominale

Si basa sull'uso di onde sonore, con l'aiuto del quale viene creata un'immagine degli organi e delle strutture anatomiche nell'addome. Questo test può mostrare se ci sono anomalie nell'addome.

Questo metodo consente di valutare la struttura e il passaggio dei vasi sanguigni, determinando l'identificazione di blocchi, infiammazioni o altre anomalie. Esistono molti modi per eseguire l'angiografia. Gli ultrasuoni vengono spesso utilizzati per esaminare vasi di grandi dimensioni senza l'uso di raggi X o coloranti. La risonanza magnetica (MRI) utilizza un campo magnetico per creare immagini dettagliate di alcuni vasi sanguigni e, se necessario, può essere combinato con coloranti speciali (agenti di contrasto) che vengono iniettati nel paziente. La tomografia computerizzata (TC), che utilizza i raggi X, viene utilizzata per valutare la struttura dei vasi sanguigni. Di solito viene eseguita utilizzando coloranti a contrasto. Una scansione con tomografia a emissione di positroni (PET) richiede un'iniezione di farmaci radioattivi e può essere utile per localizzare i siti di infiammazione dei vasi sanguigni.

Durante la procedura, un piccolo pezzo di tessuto viene prelevato da un'area o un organo interessato, come la pelle o i reni. Il tessuto viene quindi esaminato da un patologo al microscopio. Se necessario, possono essere eseguiti test speciali per identificare una malattia che colpisce l'organo.

Una procedura durante la quale il medico esamina le vie aeree del paziente (trachea e bronchi). Lo scopo dello studio è determinare l'area del danno e campioni biologici possono anche essere raccolti per biopsia o lavaggio. Ciò consente di chiarire la causa della malattia, soprattutto se si è sviluppata a causa di un'infezione. La trachea e i bronchi sono i tubi principali che trasportano l'aria ai polmoni. Di solito viene utilizzato un broncoscopio a fibra ottica (sottile, flessibile, con un telescopio all'estremità).

  • Tomografia computerizzata (TC)

Fornisce informazioni più dettagliate sugli organi interni rispetto alla radiografia convenzionale (raggi X).

  • Scansione DEXA

Conosciuto anche come assorbimetria a raggi X a doppia energia. Questo è un test che misura la densità ossea. Può essere utilizzato per identificare o monitorare la forza ossea, soprattutto nel trattamento steroideo a lungo termine dei pazienti.

  • Elettrocardiogramma

Un metodo diagnostico semplice e indolore per registrare l'attività elettrica del cuore. Fornisce spesso informazioni utili sulle condizioni del cuore e può fornire informazioni se un organo è associato a vasculite.

  • Elettromiografia

La stimolazione elettrica dei muscoli (di solito nelle braccia o nelle gambe) viene valutata per trovare prove di una funzione muscolare anormale, come nella vasculite. Spesso il test viene eseguito insieme a un test di conduzione nervosa.

  • Ecocardiografia

Un test ecografico che utilizza le onde sonore per creare immagini del cuore. Lo studio indica le dimensioni e la forma del cuore, nonché l'ordine delle camere e delle valvole..

  • Tomografia ad emissione positiva

Lo studio è anche noto come scansione PET. Nel corso di esso vengono prodotte immagini tridimensionali che mostrano il livello di attività metabolica, che è un indicatore dell'infiammazione..

Si riferisce ai test di funzionalità polmonare. Vengono determinati il ​​volume dei polmoni, la quantità di aria inalata ed espirata e la capacità di trasferimento dell'ossigeno dai polmoni al sangue. Questo può essere utile per monitorare i pazienti i cui polmoni o vie aeree sono stati colpiti da vasculite..

Talvolta è necessaria una tracheotomia per i pazienti le cui vie aeree principali sono bloccate o ristrette a causa di danni causati dalla vasculite. Ciò consente l'accesso diretto alla trachea praticando un'apertura chirurgica nella parte anteriore del collo. Di conseguenza, l'aria entra direttamente nei polmoni, consentendo ai pazienti di respirare correttamente se le vie aeree superiori sono bloccate.

La tracheostomia può essere una misura temporanea, soprattutto per i pazienti con vasculite grave. Può anche essere utilizzato continuamente se si sono verificati cambiamenti irreversibili nel corpo. Per i pazienti con tracheotomia permanente, viene inserito un tubo speciale che mantiene l'apertura aperta e consente un discorso normale. Questo ti permette di vivere una vita più o meno normale..

Un semplice ma molto importante test di qualità delle urine identifica livelli anormali di proteine ​​o cellule del sangue nelle urine. Se vengono determinati tali segni, viene diagnosticato un danno renale..

Indicazioni per il trattamento della vasculite

  • Chirurgia plastica sui vasi

Il trattamento per i vasi sanguigni ristretti, sfregiati o "rotti" comporta l'allargamento di una o più arterie ristrette in modo che il sangue possa fluire più facilmente attraverso l'organo o l'arto di cui si nutre. Lo stent può anche essere parte di un'angioplastica. In questo caso, un tubo di metallo stretto viene inserito in un vaso sanguigno nel sito di costrizione ed espanso, che aiuta ad aprire il vaso sanguigno e prevenire il restringimento..

  • Terapia anticoagulante

Per fluidificare il sangue vengono prescritti anticoagulanti. Con il loro aiuto, il rischio di trombosi e blocco vascolare è ridotto..

I pazienti che assumono anticoagulanti come il warfarin devono essere consapevoli dell'importanza di controllare periodicamente la coagulazione. Ciò eviterà complicazioni come sanguinamento imprevisto..

  • Trattamento antipertensivo

Si basa sull'assunzione di farmaci che aiutano a controllare la pressione sanguigna. È necessario se il paziente ha l'ipertensione. In generale, la pressione sanguigna deve essere monitorata in tutti i casi di vasculite. Il verificarsi di ipertensione con vasculite può danneggiare i reni.

Quando i reni non funzionano correttamente ed eliminano le tossine dal corpo, si accumulano acidi e liquidi. Il processo di dialisi aiuta a purificare il sangue e supportare i pazienti con grave insufficienza renale. A volte questo trattamento viene eseguito temporaneamente (dopo alcuni giorni, settimane o mesi) per consentire ai reni di guarire se è presente un danno reversibile. Se il danno renale non è reversibile, il trattamento dialitico viene eseguito continuamente. Per i pazienti che necessitano di dialisi a lungo termine, la procedura viene eseguita a casa o in regime ambulatoriale.

  • Scambio di plasma o plasmaferesi

Questo trattamento viene talvolta utilizzato in pazienti con vasculite grave quando si ritiene che gli anticorpi siano importanti nel causare la malattia. Il trattamento prevede la rimozione degli anticorpi dal sangue con apparecchiature e il ritorno del sangue “purificato” al flusso sanguigno del paziente. Ciò può richiedere il trasferimento di prodotti sanguigni al paziente, inclusi plasma, albumina o immunoglobuline. I farmaci possono essere utilizzati anche per pulire il sangue e prevenirne la coagulazione nella macchina..

I pazienti con vasculite, specialmente quelli immunocompromessi, non dovrebbero ricevere vaccini vivi. Se prendi farmaci contro l'influenza e la polmonite, non sono vaccini vivi, quindi sono raccomandati per l'uso in pazienti con vasculite.

Video: vasculite - trattamento della malattia vascolare

Vasculite: che cos'è, sintomi, a seconda della posizione dell'infiammazione, cause, trattamento e conseguenze

I disturbi circolatori nei tessuti e negli organi sono considerati una delle principali cause di morte di persone di tutte le età, nonché colpevole di gravi casi di disabilità nei pazienti delle categorie lavorative..

Le deviazioni non sono sempre associate a cause spontanee come malattie endocrine o trombosi. Potrebbero esserci problemi nella nave stessa.

La vasculite della malattia è un nome generalizzato per un gruppo di processi patologici, la cui essenza è l'infiammazione del rivestimento interno delle strutture di fornitura di sangue.

Sono interessate sia le arterie che le vene, i capillari, i vasi di diversi calibri, indipendentemente dal tipo e dalla posizione. Sono possibili varianti sistemiche della malattia, quando nel disturbo sono coinvolti gruppi di strutture cave, questo è particolarmente pericoloso.

Non c'è ancora consenso sull'origine del processo patologico nell'ambiente medico.

Si presume che il motivo principale sia una lesione infettiva, ipersensibilizzazione del corpo, quando il corpo diventa sensibile alle minime fluttuazioni della posizione interna o esterna e un fallimento del sistema immunitario, che inizia ad attaccare erroneamente i propri tessuti.

Trattamento urgente, in ospedale. Perché le complicazioni sono troppo difficili.

Meccanismo del divenire

Al centro dello sviluppo del processo patologico ci sono due punti chiave.

In quali combinazioni si trovano in ogni caso specifico, è difficile da dire, ma è necessario scoprirlo. L'approccio alla terapia e alla diagnosi dipende da tali informazioni..

Autoimmune

Il primo è relativamente raro, almeno in una forma pura e isolata..

La linea di fondo è aumentare la sensibilità del corpo agli stimoli esterni, fino all'esposizione a una piccola quantità di allergeni, tossine batteriche.

L'immunità prende le cellule dell'endotelio, il rivestimento interno del vaso, per sostanze pericolose e avvia la produzione di anticorpi che distruggono i tessuti.

Forse l'inizio del processo senza un fattore scatenante, spontaneo. Dal punto di vista della cura, questo meccanismo per lo sviluppo della vasculite è complesso, richiede l'uso di immunosoppressori e un gruppo di farmaci antinfiammatori di supporto.

Contagioso

Gioca un ruolo importante. Fondamentalmente, provoca forme secondarie di vasculite. Inoltre, l'attenzione è sempre all'esterno della nave..

Può essere mal di gola, tubercolosi localizzata nei polmoni o nel sistema escretore, sifilide trasferita senza trattamento, infezioni a trasmissione sessuale e molte altre opzioni.

Ogni focalizzazione è considerata una potenziale fonte di danno.

Forme miste

Secondo studi specializzati, sono nella stragrande maggioranza dei casi che vengono rilevati.

Ciò accade secondo uno schema complesso: nella fase iniziale, gli agenti infettivi, in particolare quelli che esistono nel corpo da molto tempo, penetrano nelle strutture dei vasi, ma non vengono attivati. Perché non ci sono sintomi di vasculite.

Tuttavia, sono loro, i prodotti della loro attività vitale, che provocano la risposta immunitaria. Ad un certo punto, le difese falliscono e non funzionano come dovrebbero.

La vasculite si sviluppa ulteriormente secondo uno scenario distruttivo: si verifica l'infiammazione della parete vascolare.

Sia le strutture grandi che le arteriole, le vene, i capillari più piccoli soffrono. Non sempre insieme. Possibili forme isolate quando è coinvolto un vaso o un suo frammento.

Come risultato di infiammazione ed edema, si verifica un restringimento del lume, il diametro della struttura cava, il flusso sanguigno si indebolisce. Inizia l'ischemia acuta dei tessuti, che si nutrono dalla nave interessata. Probabili esiti fatali.

Con un trattamento tempestivo, c'è la possibilità di ridurre tutte le complicazioni a nulla, ma nella maggior parte dei casi c'è una traccia della malattia precedente. Sotto forma di filamenti di fibrina - aderenze in un vaso o cicatrici delle pareti, accumulo di tessuto connettivo, che funge da ostacolo meccanico naturale.

In entrambi i casi si tratta di disturbi circolatori cronici. Pertanto, si crea un alto rischio di invalidità o morte, a seconda della nave colpita.

Classificazione

Lo sviluppo della vasculite differisce per localizzazione (posizione del focus principale), numero di aree di cambiamenti anormali, gravità del disturbo, tipo di processo patologico.

I criteri sono utilizzati su un piano di parità, perché lo schema di esposizione, i metodi diagnostici dipendono dalle informazioni ricevute, una valutazione più accurata dell'essenza del disturbo..

Questi dati vengono utilizzati anche come parte della previsione dopo la terapia, nel determinare le dinamiche della malattia..

Sulla base dell'origine del processo patologico, chiamano:

  • Vasculite primaria. Si sta sviluppando rapidamente. Anche un medico esperto è lungi dall'essere immediatamente in grado di capire il motivo. Perché non ci sono manifestazioni oggettive pronunciate o sono scarse.

Di solito, il momento dell'inizio della malattia cade nel periodo dopo un'infezione o un grave episodio di una reazione allergica.

Le ricadute di malattie autoimmuni interessano anche: lupus, artrite, reumatismi.

  • Forma secondaria. È più comune. Tuttavia, è impossibile dire con certezza se un processo di terze parti sia coinvolto o meno in un particolare presunto caso settico..

Secondo studi specializzati, questo è quasi sempre il caso e la vasculite è di origine mista, infettiva-immune..

Le cause sono il decorso di malattie virali e batteriche. Dal semplice ARVI alla sifilide, alla tubercolosi.

Le forme secondarie includono varianti patologiche causate da invasioni elmintiche, il decadimento dei tumori cancerosi. Sebbene siano di origine autoimmune.

Per localizzazione, si distinguono forme sistemiche e isolate. Ce ne sono alcuni di entrambi.

Tra i primi si chiamano:

  • Granulomatosi di Wegener.
  • La sindrome di Behçet.
  • Periarterite nodosa.
  • Arterite temporale a cellule giganti.
  • Tromboangioite (malattia di Buerger).

Per quanto riguarda il secondo, si parla di danni a cuore, cervello, vasi degli arti, articolazioni (la cosiddetta vasculite emorragica), reni, fegato.

La vasculite sistemica dà manifestazioni più gravi, quindi inizialmente la prognosi è difficile.

In base al tipo di nave, ci sono molte altre varietà di disturbo:

  • Arterite. Come suggerisce il nome, colpisce le strutture più grandi che alimentano organi e tessuti. Il corso è molto difficile. Con lo sviluppo di complicanze, portano rapidamente a esiti invalidanti associati a ischemia e ipossia.
  • Flebite. La sconfitta delle vene. È accompagnato da un decorso meno attivo, ma spesso porta alla necrosi dei tessuti, alla necessità di un intervento chirurgico.

Nella stragrande maggioranza dei momenti, le vene superficiali degli arti inferiori sono coinvolte nel processo. Un po 'meno spesso i migliori. Ancora meno casi sono dovuti all'infiammazione delle strutture cerebrali.

  • Arteriolite. I sintomi sono lubrificati, se non c'è flusso sistemico.
  • Capillare. Il quadro clinico, nonostante la relativa sicurezza della condizione, è doloroso per il paziente..

Infine, la vasculite può essere classificata in base alla gravità del disturbo..

  • Laurea facile. Il complesso sintomatico è minimo. C'è un leggero aumento della temperatura corporea. Si verifica anche la corrente latente.
  • Gravità moderata. Clinica pronunciata.
  • Fase terminale. Porta un grande pericolo per la salute e la vita. Spesso finisce con invalidità o morte (in circa il 15-20% dei casi descritti).

Sintomi

La clinica è estremamente eterogenea, perché una varietà di combinazioni dei suddetti tipi di processo sono possibili secondo un gruppo di criteri, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Sintomi generali e foto di patologia

Manifestazioni esterne di vasculite, indipendentemente dalla localizzazione - un'eruzione cutanea. Può essere diverso, non esiste un'unica opzione.

I tipi possibili includono:

  • Macchie rosa. Di piccolo diametro, raggiungendo un massimo di 0,5 cm, multiplo nel sito della lesione. Non si manifestano in alcun modo.
  • Eruzione emorragica. Sembrano macchie rosso intenso o viola e irregolari. Falsamente scambiato per lividi, sembra simile.
  • Infiltrati. Situato sotto la pelle. Palpabile come lesioni morbide, indolore.
  • Orticaria. Prurito, eruzione cutanea rosa. Piccole macchie che presto si fondono in un unico fuoco e causano molto disagio al paziente (vedi foto).
  • Erosione. Aree simili a crateri di ulcerazione tissutale, come dai graffi dopo la varicella.
  • Papule. Vescicole piene di essudato sieroso (liquido trasparente). Dimensioni non superiori a 5 mm.

Il secondo gruppo di punti generali è segni di intossicazione del corpo:

  • Mal di testa. Diverse intensità. Più grave è la malattia, più attivo è il sintomo.
  • Nausea.
  • Aumento della sudorazione, sensazione di freddo.
  • L'aumento della temperatura corporea segna da 37,5 a 40 gradi. La diffusione è ampia, a causa di varie possibili forme del processo patologico.
  • Sonnolenza, debolezza, manifestazioni asteniche (quantità insufficiente di forza per il lavoro, svolgere compiti nella vita di tutti i giorni).
  • Rifiuto di mangiare.
  • Dispnea.

Danni ai vasi che alimentano il tratto digestivo

I sintomi standard della localizzazione della vasculite nelle strutture gastrointestinali sono presentati dalla clinica dell'addome acuto:

  • Forte dolore addominale. Fuoriuscita, taglio o combustione. Tiro.
  • Feci frequenti, diarrea con acqua intervallata da sangue rosso fresco.
  • Nausea.
  • Compromissione dello stato di coscienza, pallore della pelle, cianosi del triangolo naso-labiale, crescita e quindi un rapido calo della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, sonnolenza.
  • Stato collaptoide. Parla dello scenario critico dello sviluppo del processo patologico.
Attenzione:

È possibile la rottura intestinale. Se non esegui un trattamento tempestivo. In questo caso, inizierà la peritonite..

Danno ai reni

La vasculite dei vasi renali è caratterizzata da manifestazioni della struttura escretoria, filtrazione alterata:

  • Forte dolore alla schiena. Vagare. Di solito nell'area della nave colpita, ma può diffondersi oltre.
  • Diminuzione della quantità di urina giornaliera. Oliguria. Quando due organi sono coinvolti contemporaneamente in un disturbo, si sviluppa l'anuria. Completa assenza di produzione di urina. La condizione è critica. Devi trasportare il paziente in ospedale.
  • Rigonfiamento. Su tutto il corpo o solo sugli arti inferiori a livello delle caviglie.

Danno articolare

La vasculite emorragica è accompagnata da sintomi simili a quelli della periartrite o della borsite. Il processo coinvolge la borsa articolare.

  • Violenti dolori lancinanti sordi nella zona interessata. Secondo le osservazioni degli specialisti, la tipica localizzazione del processo patologico sono le grandi articolazioni: ginocchio, gomito.
  • Sensazione di rigidità, spremitura.
  • Violazione dell'attività motoria. Compreso a causa della sindrome del dolore grave.

Lesione vascolare retinica

È accompagnato da una diminuzione dell'acuità visiva. Nebbia in vista.

La cecità monoculare è possibile (su un lato). Quando la nave si rompe, compaiono macchie rossastre galleggianti.

Un grande volume di uscita del sangue è accompagnato da un distacco della retina. Senza assistenza medica, il processo termina con la completa perdita della vista..

Danni ai polmoni

I possibili sintomi includono mancanza di respiro, disturbi del normale ritmo dell'attività cardiaca..

La tosse all'inizio è improduttiva e poi con le impurità del sangue. Oltre al danno al tratto respiratorio inferiore stesso, c'è anche una violazione del funzionamento del rinofaringe.

Mancanza di nutrizione per il sistema nervoso centrale

I sintomi cerebrali sono considerati uno dei più pericolosi in termini di prospettive di morte..

  • Mal di testa. Espresso. Sparare, imballare.
  • Nausea.
  • Disturbi della coscienza.
  • Diminuzione della sensibilità del corpo, degli arti.
  • Svenimento.
  • Letargia, debolezza, sonnolenza. Incapacità di svolgere anche le più semplici attività quotidiane.

Manifestazioni focali neurologiche: paralisi, paresi, vertigini, instabilità dell'andatura, disfunzioni visive, perdita dell'udito, olfatto, tatto, attività mentale e altre opzioni.

Disturbi cardiaci

Le manifestazioni assomigliano a quelle dell'angina pectoris. Di conseguenza, il processo è accompagnato da un fastidio bruciante o pressante al petto, aritmia, alterazione della coscienza, mancanza di respiro.

Tra tutti i tipi, la neurovasculite (che colpisce il cervello), così come la forma cardiaca, sono considerate le più letali.

La distruzione dei vasi addominali porta alla morte a metà. L'interessamento delle estremità raramente finisce in modo fatale, la conseguenza principale è la cancrena e l'amputazione.

Le forme autoimmuni sono solitamente accompagnate da sintomi meno attivi. Ma non è sempre così. I tipi infettivi sono più aggressivi e peggiori in termini di prognosi.

Le ragioni

I fattori di sviluppo del processo patologico sono molteplici. Tra quelli:

  • Malattie veneree. Soprattutto spesso parliamo di sifilide, trascurata, insufficientemente trattata. Un po 'meno spesso c'è una lesione erpetica.
  • Tubercolosi.
  • Malattie del tratto respiratorio superiore e inferiore.
  • Carie, gengiviti. Igiene orale insufficiente (per quanto strano possa sembrare).
  • Storia di reumatismi.
  • Altri tipi di condizioni autoimmuni. Dal morbo di Crohn al lupus eritematoso sistemico e altri.

Esistono prove di un certo grado di predisposizione genetica allo sviluppo del processo.

Diagnostica

Viene eseguito da un reumatologo, meno spesso da altri specialisti. Potrebbe essere necessario l'aiuto di un chirurgo vascolare, in assenza di uno - un medico generico (in una clinica normale, la probabilità di trovare solo un chirurgo è molto più alta).

  • Interrogatorio orale del paziente, raccolta di anamnesi. Valutazione visiva dei tessuti. Con adeguate qualifiche, questi dati sono sufficienti per fare una diagnosi iniziale approssimativa..
  • Esame ecografico (ecografia) dei vasi sanguigni. Nel campo della localizzazione della violazione. Gold Standard diagnostico.
  • Angiografia per determinare le caratteristiche anatomiche delle strutture di apporto sanguigno.
  • Un esame del sangue generale (il livello di VES aumenta, la leucocitosi è presente nei processi infettivi), biochimica (alta CRP).

La risonanza magnetica viene eseguita secondo necessità.

Terapia

Il trattamento della vasculite prevede l'uso di una tecnica conservativa o chirurgica. Il primo è usato più spesso.

Si consiglia di ricoverare una persona in ospedale per un trattamento completo e completo. Più intensi sono i sintomi della vasculite, più attiva è la terapia..

I farmaci prescritti includono:

  • Antifiammatori non steroidei. Fermano il rilascio di speciali sostanze-mediatori, alleviano il dolore, il gonfiore. Agiscono in modo complesso, ma non sono categoricamente adatti per un uso a lungo termine. Sono probabili effetti collaterali pericolosi. Ketorolac, Nise, Ibuprofen e altri.
  • Farmaci glucocorticoidi. Hanno un potenziale antinfiammatorio più potente, vengono utilizzati in dosaggi elevati per la sconfitta di grandi vasi (ad esempio, l'aorta). Colpiscono sistematicamente l'intero corpo, ma non si applicano a lungo. Sono probabili effetti collaterali pericolosi. Desametasone, Prednisolone.
  • Anticoagulanti. Diluire il sangue. Aspirina, eparina.
  • Sorbenti. Legano sostanze tossiche nocive e ne favoriscono l'eliminazione naturale. Thioverol e altri lo faranno..
  • Citostatici. In casi estremi, se si verifica una vasculite autoimmune. Per eliminare una condizione acuta.

La chirurgia è necessaria in un numero limitato di situazioni. Principalmente sullo sfondo della cicatrizzazione totale di una grande nave, la formazione di un gran numero di corde di fibrina (aderenze).

Quindi viene eseguita la loro escissione o protesi dell'area interessata. Allo stesso tempo, a seconda della causa della malattia, è necessario anche un trattamento farmacologico sistematico..

Previsione

Favorevole se la terapia viene iniziata ai primi sintomi e non ci sono cambiamenti organici nei sistemi.

Quando sono iniziate trasformazioni irreversibili nel fegato, nei reni, nel cuore, nel cervello e negli arti, il risultato è molto peggiore.

È meglio controllare i dati con uno specialista leader. Perché devi tenere conto di molti fattori. Dal sesso e dall'età allo stato di salute, allo stile di vita, alla localizzazione della lesione e molti altri.

Possibili complicazioni

Ictus, infarto, sepsi, peritonite, cancrena delle estremità, intestino e questo non è il limite. L'immagine è coronata da morte o grave disabilità.

Non c'è possibilità di guarigione senza un trattamento adeguato. La regressione spontanea è impossibile.

Infine

La vasculite è un intero gruppo di malattie del piano infiammatorio vascolare. Trasporta un pericolo colossale per la salute e la vita. Spesso finisce in invalidità e morte dei pazienti.

Non puoi esitare con il passaggio della diagnostica e della terapia in condizioni stazionarie.

Ai primi segni, anche lontanamente simili a quelli con infiammazione dei vasi, è urgente contattare un medico (prima un chirurgo) o chiamare un'ambulanza.

Vasculite

Sconti per amici dai social network!

Questa promozione è per i nostri amici su Facebook, Twitter, VKontakte, YouTube e Instagram! Se sei un amico o un abbonato alla pagina della clinica.

Residente nel microdistretto "Savelovsky", "Begovoy", "Airport", "Khoroshevsky"

Questo mese, i residenti delle aree "Savelovsky", "Begovoy", "Airport", "Khoroshevsky".

Gulyaev Sergey Viktorovich

Reumatologo, terapista, nefrologo

Candidato di scienze mediche

La vasculite (angioite, arterite) è un nome generico per un gruppo di malattie associate all'infiammazione e alla distruzione delle pareti dei vasi sanguigni. L'infiammazione vascolare può verificarsi in qualsiasi organo.

La malattia della vasculite porta al fatto che i vasi cessano di svolgere correttamente la loro funzione (fornitura di sangue ai tessuti ed escrezione di prodotti metabolici), pertanto gli organi adiacenti sono interessati.

La vasculite ha classificazioni diverse, può differire per localizzazione, eziologia e gravità del quadro clinico. In alcune vasculiti, solo la pelle è interessata, in altre gli organi vitali.

Se non trattata, la vasculite può causare gravi complicazioni. Emorragia intestinale e polmonare, trombosi, insufficienza renale, insufficienza epatica, infarto: questo non è un elenco completo delle conseguenze pericolose della malattia. La vasculite può portare a disabilità e persino alla morte..

Tipi e classificazione della vasculite

La vasculite dei vasi sanguigni è una delle malattie più gravi. Il processo infiammatorio può coinvolgere sia piccoli vasi del sistema circolatorio (capillari, arteriole e venule) che grandi (aorta e suoi grandi rami). I vasi sanguigni interessati possono essere localizzati in profondità sotto la pelle, negli organi interni stessi e in qualsiasi cavità.

A seconda della causa della malattia, esistono 2 tipi di vasculite sistemica:

  • vasculite primaria (si distingue come una malattia indipendente in cui i vasi stessi si infiammano);
  • vasculite secondaria (appare a causa di altre malattie o è la reazione del corpo alla comparsa di un'infezione).

Secondo la classificazione generalmente accettata, la vasculite primaria può essere suddivisa in tre gruppi, a seconda delle dimensioni dei vasi infiammati:

  • infiammazione di piccoli vasi (vasculite emorragica (porpora di Shenlein-Genoch), granulomatosi di Wegener (vasculite), poliangite microscopica, vasculite crioglobulinemica, sindrome di Chardzh-Strauss);
  • infiammazione dei vasi medi (periarterite nodosa, malattia di Kawasaki);
  • infiammazione di grandi vasi (arterite a cellule giganti (o arterite temporale, malattia di Horton), malattia di Takayasu);

Si distingue anche la "vasculite cutanea" isolata, che può essere una manifestazione delle seguenti malattie:

  • (vasculite allergica ipersensibile, vasculite emorragica di Schönlein-Henoch;
  • eritema nodoso, vasculite nodosa, periarterite nodosa).

Inoltre, la vasculite può colpire vari organi umani:

vasculite del cervello, vasculite dei polmoni, vasculite degli arti inferiori, vasculite degli occhi. Gli occhi con vasculite possono essere gravemente danneggiati (l'infiammazione delle arterie retiniche può portare a emorragie e perdita parziale della vista).

Di solito, le persone che incontrano per la prima volta questa malattia sono interessate a sapere se la vasculite è contagiosa. La vasculite primaria non è contagiosa e non è pericolosa per gli altri, tuttavia, la vasculite secondaria (infettiva), che appare sullo sfondo di malattie infettive, come la meningite, può rappresentare un pericolo epidemico.

La vasculite durante la gravidanza non solo può provocare un ritardo nello sviluppo fetale, ma anche portare a un aborto spontaneo.

Sintomi e segni di vasculite

I sintomi della vasculite variano. Dipendono dalla natura della lesione, dal tipo di vasculite, dalla localizzazione del processo infiammatorio e anche dalla gravità della malattia sottostante..

Nonostante la varietà di opzioni, molti pazienti hanno alcuni degli stessi sintomi: febbre, eruzione cutanea emorragica, debolezza, esaurimento, dolori articolari e debolezza muscolare, mancanza di appetito, perdita di peso, intorpidimento di alcune parti del corpo.

La tromboangioite obliterante (o malattia di Buerger) è principalmente associata a danni ai vasi sanguigni delle estremità, manifestati da dolore alle gambe e comparsa di grandi ulcere sulla pelle (vasculite cutanea sulle gambe).

La malattia di Kawasaki colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai cinque anni e presenta i tipici segni di vasculite (arrossamento della pelle, febbre, forse infiammazione degli occhi).

La periarterite nodosa colpisce principalmente i vasi sanguigni medi in varie parti del corpo, inclusi i reni, l'intestino, il cuore, il sistema nervoso e muscolare e la pelle. La pelle è pallida, l'eruzione cutanea con questo tipo di vasculite ha un colore viola.

La poliangite microscopica colpisce principalmente i piccoli vasi della pelle, dei polmoni e dei reni. Ciò porta a cambiamenti patologici negli organi, a violazioni delle loro funzioni. La malattia è caratterizzata da lesioni cutanee significative, febbre e perdita di peso nei pazienti, comparsa di glomerulonefrite (danno immunitario ai glomeruli dei reni) ed emottisi (vasculite polmonare)

La vasculite cerebrale (o vasculite cerebrale) è una malattia grave che si manifesta con l'infiammazione delle pareti dei vasi cerebrali. Può portare a emorragia, necrosi dei tessuti. Le cause di questo tipo di vasculite vascolare sono ancora allo studio..

La malattia di Takayasu colpisce le grandi arterie del corpo, inclusa l'aorta. Le giovani donne sono a rischio. I segni di questo tipo sono debolezza e dolore alle braccia, polso debole, mal di testa e problemi di vista.

Arterite a cellule giganti (morbo di Horton). Il processo copre principalmente le arterie della testa. Caratterizzato da attacchi di mal di testa, ipersensibilità del cuoio capelluto, dolore ai muscoli della mascella durante la masticazione, disturbi visivi fino alla cecità.

La vasculite di Shelein-Genoch (vasculite emorragica) è una malattia che colpisce principalmente i bambini, ma si manifesta anche negli adulti. I primi segni di vasculite emorragica possono comparire 1-4 settimane dopo una malattia infettiva come scarlattina, ARVI, tonsillite, ecc. Porta all'infiammazione dei vasi sanguigni della pelle, delle articolazioni, dell'intestino e dei reni. È caratterizzato da dolori articolari e addominali, sangue nelle urine, arrossamento della pelle su glutei, gambe e piedi.

La vasculite crioglobulinemica può essere associata a un'infezione da epatite C.Il paziente avverte debolezza generale, sviluppa artrite e macchie viola sulle gambe.

La granulomatosi di Wegener causa infiammazione dei vasi sanguigni del naso, dei seni, dei polmoni e dei reni. I sintomi tipici della malattia sono congestione nasale, epistassi frequenti, infezioni dell'orecchio medio, glomerulonefrite e polmonite.

Cause di vasculite

I medici non sono ancora in grado di determinare completamente le cause della vasculite primaria. Si ritiene che questa malattia sia ereditaria e sia associata a disturbi autoimmuni (vasculite autoimmune), oltre a fattori esterni negativi e l'infezione da Staphylococcus aureus gioca un ruolo.

La causa dello sviluppo della vasculite secondaria (infettiva-allergica) negli adulti è una precedente infezione.

Altre cause di vasculite includono:

  • reazione allergica (a farmaci, polline, polvere di libri, piumino);
  • malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, malattie della tiroide);
  • vaccinazione;
  • abuso di prendere il sole;
  • le conseguenze degli infortuni;
  • reazione negativa del corpo a vari prodotti chimici, veleni;
  • ipotermia del corpo;

Vasculite

Vasculite: che cos'è? Questo è un gruppo di malattie accompagnate da infiammazione e successiva necrosi (necrosi) della parete vascolare.

Questo gruppo di patologie porta a un significativo deterioramento della circolazione sanguigna nei tessuti che circondano la nave. Diverse forme di questi disturbi hanno sintomi sia caratteristici che generali (febbre, perdita di peso, eruzione cutanea che non scompare con la pressione, dolori articolari). Se non trattata, la lesione primaria può diffondersi e causare danni ad altri tessuti o organi. Successivamente, la malattia può portare a disabilità e persino alla morte..

Secondo le statistiche, la vasculite è ugualmente comune negli uomini e nelle donne e il più delle volte viene rilevata nei bambini e negli anziani. Ogni anno il numero di tali pazienti di un reumatologo aumenta e gli esperti ritengono che un tale aumento dell'incidenza sia associato all'assunzione incontrollata di immunostimolanti e al deterioramento dell'ambiente..

Cos'è?

La vasculite è una condizione patologica del corpo in cui si infiammano le pareti dei vasi sanguigni di varie dimensioni: capillari, venule, arterie, vene, arteriole. Possono essere localizzati nel derma, al confine con l'ipoderma o in qualsiasi altra cavità corporea. La malattia vasculite non è una malattia, è un gruppo di patologie che sono unite su una base unica.

I medici distinguono diversi tipi di disturbo, che differiscono nel luogo di localizzazione, gravità del processo, eziologia:

  1. Primario. Inizia come una malattia indipendente con sintomi propri.
  2. Secondario. Si sviluppa in presenza di altre patologie (tumori, invasione). Può verificarsi come reazione a un'infezione.
  3. Sistemico. La malattia procede in modi diversi. È caratterizzato da lesioni vascolari con infiammazione della parete vascolare, può essere accompagnato da necrosi.

Classificazione

In medicina, ci sono diverse classificazioni di questa malattia. Uno dei criteri per determinare i suoi tipi è il calibro delle navi. Tenendo conto di questo fattore, la malattia di vasculite è suddivisa nelle seguenti forme:

  1. Capillare. Consiste nella sconfitta di piccoli vasi (capillari). In questo caso, possono verificarsi: malattia di Dego, vasculite orticarioide (orticaria), porpora pigmentaria di Shamberg, granulomatosi di Wegener.
  2. Arteriolite. È un'infiammazione di vasi di medie dimensioni (arterie e arteriole). Si manifesta come arterite lepromatosa, poliarterite nodosa, malattia di Kawasaki, febbre mediterranea familiare, vasculopatia striatale.
  3. Arterite. Questa è una lesione di grandi vasi (pareti arteriose). Questi includono arterite a cellule giganti, malattia di Takayasu, sindrome di Kogan, sarcoidosi, aortite tropicale.
  4. Flebite. Questa forma di vasculite provoca infiammazione delle pareti venose..
  5. Vasculopatia. Con questo disturbo, non ci sono chiari segni di infiltrazione di cellule infiammatorie della parete vascolare..

A causa dello sviluppo, la malattia è divisa in due forme: primaria (formata come patologia indipendente) e secondaria (formata sullo sfondo di altre malattie). Tenendo conto del grado di lesione vascolare, la vasculite è:

  • lieve - con un'abbondante eruzione cutanea, bruciore e prurito;
  • moderato - con macchie pronunciate di dimensioni variabili da pochi millimetri a 1-2 cm, debolezza, perdita di appetito, dolore alle articolazioni;
  • grave - con numerose eruzioni cutanee, sanguinamento intestinale e polmonare, cambiamenti significativi nelle articolazioni e negli organi interni.

Motivi di sviluppo

La vasculite primaria è considerata dagli specialisti come una forma nosologica indipendente. Le cause esatte di questa malattia non sono ancora chiare..

Le lesioni secondarie delle pareti vascolari si sviluppano sullo sfondo di un'ampia varietà di patologie. Possibili cause di vasculite secondaria:

  • infezioni (sia acute che croniche);
  • reazione del corpo individuale all'introduzione di vaccini (sieri);
  • contatto con sostanze chimiche o veleni biologici;
  • fattore genetico (predisposizione ereditaria);
  • fattore termico (surriscaldamento o ipotermia del corpo);
  • ustioni della pelle (anche sullo sfondo di una prolungata esposizione al sole);
  • lesioni di varia origine e localizzazione.

Importante: la vasculite si sviluppa spesso nelle persone che hanno avuto un'epatite virale.

Ognuno di questi fattori, così come una combinazione di due o più di essi, può modificare la struttura antigenica dei tessuti del corpo, in questo caso, le pareti dei vasi sanguigni. Il sistema immunitario inizia a percepirli come estranei e attiva la produzione di anticorpi, che danneggiano ulteriormente i vasi sanguigni. Pertanto, viene attivata una reazione autoimmune, in cui si sviluppano processi infiammatori e degenerativi nei tessuti bersaglio..

Primi segni

Indipendentemente dalla forma e dal tipo, la maggior parte delle vasculiti (vedi foto) procede con sintomi simili. I sintomi più caratteristici della patologia:

  • perdita di appetito con conseguente perdita di peso;
  • diminuzione della temperatura corporea;
  • la comparsa di eruzioni cutanee antiestetiche sulla pelle;
  • dolore persistente alle articolazioni;
  • pallore della pelle;
  • affaticabilità rapida, debolezza, malessere;
  • sinusite frequente;
  • esacerbazioni regolari di malattie cardiache e vascolari;
  • nausea e vomito;
  • disturbi della sensibilità - da minimi a pronunciati;
  • mialgia e artralgia.

Le manifestazioni cliniche della malattia possono variare a seconda del tipo di vasculite e della sua localizzazione. In questo caso, il sintomo principale della patologia, in ogni caso, rimane una violazione della normale circolazione sanguigna negli organi e nei sistemi del corpo.

Sintomi di vasculite

I sintomi della vasculite (vedi foto) sono estremamente vari e la manifestazione esterna più caratteristica della vasculite è un'eruzione cutanea. La gravità dei segni della malattia e le condizioni generali del paziente dipendono in gran parte dalla forma e dal tipo di vasculite. In casi gravi e in assenza di cure, la malattia può causare invalidità o morte..

I segni di eruzioni cutanee con vasculite possono essere variati, ma alcuni di essi consentono di distinguere questo disturbo dagli altri:

  • la comparsa di un'eruzione cutanea è spesso associata a una precedente infezione;
  • l'eruzione cutanea appare sullo sfondo di allergie, malattie sistemiche, autoimmuni o reumatiche;
  • l'eruzione cutanea è relativamente simmetrica;
  • i primi elementi dell'eruzione cutanea compaiono sulle gambe (di solito nella zona della parte inferiore della gamba);
  • gli elementi dell'eruzione cutanea sono soggetti a emorragia, edema e necrosi;
  • l'eruzione cutanea è più spesso rappresentata da vari elementi che cambiano colore, dimensione e forma nel tempo.

Nei pazienti con vasculite, possono essere rilevati i seguenti tipi di eruzioni cutanee:

  1. Macchie. Sono rossi o rosa, elementi di un'eruzione cutanea che non superano il livello della pelle. Causato da vampate di calore in risposta all'infiammazione.
  2. Porpora emorragica. Elementi di eruzioni cutanee si verificano con danni significativi alla parete del vaso e all'emorragia. L'eruzione cutanea può apparire come macchie o teleangectasie viola. Le dimensioni degli elementi con contorni irregolari possono raggiungere i 3–10 mm. Dopo un po ', le eruzioni cutanee diventano blu e quindi acquisiscono una tinta giallastra. L'eruzione cutanea non scompare con la pressione.
  3. Orticaria. Questa eruzione cutanea è innescata da una reazione allergica ed è accompagnata da bruciore, formicolio e prurito. Si manifesta come bolle rosa o rosse con contorni irregolari..
  4. Nodi sottocutanei. Tali elementi dell'eruzione cutanea sono causati dalla crescita incontrollata del tessuto connettivo e dell'epidermide. Sono noduli rialzati, semicircolari o piatti. Le loro dimensioni possono variare da pochi millimetri a 1-2 cm, sono dolorose e, nel tempo, può comparire una sede di necrosi al centro a causa di disturbi circolatori significativi. Successivamente, la pelle in questo punto del nodulo diventa nera e inizia a essere respinta.
  5. Bolle. Le violazioni della permeabilità delle pareti vascolari in una determinata area del flusso sanguigno portano al rilascio della parte liquida del sangue sotto la pelle. In tali punti compaiono bolle più grandi di 5 mm. Sono pieni di contenuti trasparenti, che possono contenere inclusioni di sangue..
  6. Ulcere ed erosione. I noduli sottocutanei formati durante la vasculite si disintegrano nel tempo e al loro posto compaiono erosioni (danni superficiali) o difetti cutanei più profondi - ulcere. Se infetti, possono suppurare..

Nella foto, le manifestazioni esterne della vasculite: un'eruzione cutanea sulle gambe

Danni al sistema nervoso

L'esposizione a tossine e danni al tessuto nervoso causati da disturbi circolatori ed emorragie nella vasculite provocano i seguenti sintomi:

  • bruschi cambiamenti nello stato psico-emotivo;
  • convulsioni;
  • debolezza muscolare, paralisi incompleta delle braccia e delle gambe,
  • cambiamenti nella sensibilità (più spesso come "calzini" e "guanti", cioè in queste aree del corpo);
  • emorragie nel cervello, che portano allo sviluppo di ictus emorragico.

Intossicazione

La vasculite è accompagnata da disturbi circolatori, che portano alla formazione di tossine, avvelenamento del corpo e cambiamenti nel metabolismo. Questi processi fanno sì che il paziente manifesti i seguenti sintomi:

  • diminuzione della tolleranza all'esercizio e debolezza;
  • deterioramento dell'appetito e perdita di peso (fino a 0,3-1 kg ogni mese);
  • sonnolenza frequente;
  • mal di testa (il grado della loro intensità dipende dalla gravità della malattia);
  • aumento della temperatura a 37,5-40 gradi (a seconda della gravità della malattia).

Problemi respiratori

La presenza di una reazione infiammatoria e una ridotta permeabilità delle pareti vascolari nella vasculite porta a edema e infiammazione di varie parti del sistema respiratorio. Di conseguenza, possono svilupparsi le seguenti malattie respiratorie:

  1. naso che cola prolungato.
  2. sinusite e sinusite persistenti.
  3. distruzione delle pareti ossee del seno mascellare o del setto nasale.
  4. bronchite persistente con una componente asmatica.
  5. asma bronchiale.
  6. pleurite.
  7. polmonite.
  8. bronchiectasie.

In caso di rottura delle pareti dei vasi sanguigni, il paziente sviluppa emorragie broncopolmonari di varia intensità.

Problemi di vista

Un insufficiente apporto di sangue e nutrizione agli organi visivi osservati nella vasculite possono causare il loro danno unilaterale o bilaterale:

  • deterioramento della vista costantemente progressivo (fino alla completa cecità);
  • gonfiore e arrossamento degli occhi;
  • sensazione di difficoltà quando si muove il bulbo oculare;
  • occhio sporgente.

Danno ai reni

Molti tipi di vasculite causano malnutrizione e malfunzionamento dei reni. All'inizio, il paziente mostra segni di una diminuzione della loro funzione, manifestata dai seguenti sintomi:

  • mal di schiena;
  • febbre;
  • rigonfiamento;
  • diminuzione del volume di urina escreta;
  • proteine ​​e sangue nelle urine.

Successivamente, la violazione della circolazione sanguigna e della nutrizione nei tessuti renali diventa più pronunciata ei tessuti di questi organi sono colpiti in modo più massiccio. A causa di tali cambiamenti, il paziente sviluppa insufficienza renale acuta e quindi cronica..

Danno gastrointestinale

Il danno alle pareti dei vasi del mesentere e dell'intestino causa una ridotta circolazione sanguigna e porta alla comparsa di emorragie. Di conseguenza, si sviluppa una reazione infiammatoria e in un paziente con vasculite compaiono i seguenti sintomi:

  • dolore addominale parossistico e intenso, che peggiora mezz'ora dopo aver mangiato;
  • nausea e vomito;
  • feci frequenti e acquose (a volte con inclusioni di sangue).

Un massiccio danno vascolare può causare atrofia, distruzione graduale e rottura della parete intestinale. Con lesioni così grandi, il paziente sviluppa la peritonite.

Danno articolare

La vasculite è accompagnata da danni alla capsula articolare, che è causata dalla penetrazione di liquidi in essa, dallo sviluppo di infiammazione ed edema. Sono le articolazioni del ginocchio che hanno maggiori probabilità di soffrire per prime e il paziente sviluppa i seguenti sintomi:

  • arrossamento, gonfiore ed eruzione cutanea nella zona del ginocchio;
  • dolore intenso che porta a difficoltà nella funzione motoria.

Dopo alcuni giorni, il processo infiammatorio si diffonde alle articolazioni adiacenti e il dolore alle ginocchia si indebolisce. Di solito, tali lesioni articolari sono autoriparanti e non portano a conseguenze irreversibili..

Diagnostica

Per il rilevamento tempestivo di una malattia pericolosa, viene eseguito un esame completo. Analisi e studi specifici che vengono mostrati a pazienti con sospetta vasculite:

  • Analisi generale del sangue e delle urine (consentono di confermare o negare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo);
  • Un esame del sangue biochimico (con lo sviluppo di vasculite, determina una diminuzione dell'emoglobina, trombocitosi moderata, leucocitosi ed ematocrito);
  • Angiografia;
  • Cardiografia ECHO;
  • Ecografia del cuore, reni, organi addominali.
  • L'esame a raggi X dei polmoni consente di valutare le condizioni dei vasi colpiti e la posizione del processo infiammatorio.

La vasculite è più difficile da diagnosticare nelle prime fasi, quando la malattia non presenta sintomi pronunciati. Con lo sviluppo intensivo della malattia, è molto più facile determinarlo. Segni più evidenti compaiono solo quando più organi sono danneggiati contemporaneamente.

Nei casi più gravi, viene eseguita una biopsia dei tessuti interessati per diagnosticare la malattia, seguita da uno studio dettagliato..

Complicazioni

Il deterioramento dell'afflusso di sangue ai tessuti intorno ai vasi colpiti porta a gravi danni agli organi interni. Senza un trattamento tempestivo e competente, le conseguenze della vasculite possono portare a una grave disabilità.

  1. Perforazione dello stomaco o dell'intestino - rottura della parete intestinale e rilascio del suo contenuto nella cavità addominale. È la complicanza più comune della forma addominale della vasculite emorragica. Quando i vasi sono danneggiati, la parete del tubo digerente non riceve una corretta alimentazione, si atrofizza e diventa più sottile. La rottura può verificarsi a seguito di spasmo o allungamento del bullone alimentare. Una complicanza pericolosa per la vita di questa condizione è la peritonite - infiammazione dei fogli del peritoneo.
  2. L'insufficienza renale cronica è una violazione di tutte le funzioni renali. Danni al tessuto renale causati da ridotta circolazione. La mancanza di ossigeno e sostanze nutritive porta alla morte massiccia delle cellule renali.
  3. Emorragia degli organi interni: fuoriuscita di sangue nel lume degli organi interni o in altre cavità naturali. L'emorragia interna è causata dalla rottura della parete di grandi vasi o dalla distruzione di infiltrati associati a necrosi. La vasculite è caratterizzata da vari tipi di sanguinamento: polmonare, intestinale, uterino nelle donne, emorragia testicolare negli uomini.
  4. L'ostruzione intestinale nei pazienti con vasculite è spesso associata all'intussuscezione intestinale. In questo stato, una parte entra nel lume dell'altra, intasandola e interrompendo il movimento delle masse alimentari.
  5. Ictus emorragico - emorragia intracerebrale associata alla rottura della parete del vaso.
  6. Insufficienza cardiaca. La malnutrizione porta all'esaurimento delle fibre muscolari del cuore. Si allungano e si deformano. Con una completa mancanza di nutrizione, si verifica la morte cellulare. Le complicazioni più frequenti dal cuore: infarto del miocardio - morte di una parte del muscolo cardiaco; rottura di un aneurisma (rigonfiamento del muro) dell'aorta; la formazione di difetti cardiaci dovuti a danni alle valvole - stenosi e insufficienza delle valvole mitrale e aortica.

Come e come trattare la vasculite?

Il trattamento della vasculite viene effettuato a seconda della malattia sottostante e degli organi colpiti. La vasculite allergica primaria spesso si risolve da sola senza richiedere un trattamento speciale. Quando la malattia colpisce organi importanti per la vita (cervello, cuore, polmoni, reni), il paziente necessita di una terapia intensiva e aggressiva.

Se la vasculite è grave, la persona viene ricoverata in ospedale. Con una malattia moderata, una persona può ricevere la terapia a casa. I pazienti con un attacco acuto di vasculite, donne in gravidanza e bambini devono essere ricoverati. L'ospedale fornisce anche cure per la vasculite emorragica. Quando la malattia peggiora, il paziente deve essere tenuto a letto. Ciò consente di affrontare rapidamente i sintomi della vasculite e stabilizzare la circolazione sanguigna..

Per il trattamento della vasculite vengono utilizzati corticosteroidi e chemioterapia in dosi minime. L'obiettivo del trattamento non è solo ripristinare le funzioni degli organi colpiti, ma principalmente sopprimere la risposta anormale del sistema immunitario, che distrugge i vasi sanguigni e interrompe il normale afflusso di sangue ai tessuti..

Trattamento farmacologico

I farmaci dovrebbero essere prescritti da un medico. La terapia è determinata dalla salute generale della persona. Se la malattia è lieve, il corso di trattamento dura 2-3 mesi. A volte la terapia può richiedere fino a 6 mesi o addirittura un anno. I corsi vengono ripetuti in caso di recidiva della patologia.

Farmaci prescritti a pazienti con vasculite:

  • FANS (Piroxicam, Ortofen, ecc.). Possono alleviare l'infiammazione, ridurre i dolori articolari, ridurre il gonfiore e le eruzioni cutanee..
  • Agenti antipiastrinici (Curantil, Aspirina). Questi farmaci hanno lo scopo di fluidificare il sangue. Sono prescritti in modo che i coaguli di sangue non si formino nei vasi sanguigni del paziente..
  • Anticoagulanti (eparina). I farmaci interferiscono con la formazione di coaguli di sangue, poiché influenzano il sistema di coagulazione del sangue.
  • Enterosorbenti (Thioverol, Nutriclins). Questi farmaci legano le sostanze nocive nell'intestino e favoriscono la loro escrezione. Tale trattamento ha lo scopo di ridurre l'intossicazione del corpo..
  • Farmaci glucocorticosteroidi (prednisolone). I farmaci sono prescritti per la vasculite grave. Allevia rapidamente l'infiammazione, poiché sopprimono l'attività del sistema immunitario.
  • Citostatici (azatioprina, ciclofosfamide). Se gli ormoni steroidei non consentono di ottenere un effetto terapeutico e la vasculite continua a progredire, il paziente viene iniettato con citostatici. Queste sono droghe pesanti che sopprimono la produzione di anticorpi. Sono usati per trattare i malati di cancro.
  • Antistaminici. Può essere Suprastin, Tavegil, ecc. Questi farmaci sono prescritti ai bambini se la loro vasculite ha appena iniziato a svilupparsi. Ti aiutano a far fronte a droghe e allergie alimentari.

Trattamento non farmacologico

Le procedure di pulizia del sangue aiutano a far fronte ai sintomi della malattia.

Queste sono le cosiddette tecniche di chirurgia del sangue gravitazionale:

  1. Immunosorbimento. Questa procedura mira a purificare il sangue venoso. È passato attraverso un apparato speciale contenente un immunosorbente..
  2. Emisorbimento. Il sangue viene fatto passare attraverso un dispositivo che contiene uno speciale assorbente. Aiuta a purificarlo da immunocomplessi, anticorpi e antigeni.
  3. Plasmaferesi. Il sangue viene fatto passare attraverso un dispositivo che lo pulisce o lo sostituisce con il plasma.

Prevenzione

Si consigliano procedure di tempra per prevenire l'infiammazione vascolare. Una delle misure preventive importanti è ridurre l'influenza di fattori esterni sfavorevoli sul corpo e normalizzare il sonno e il riposo. Non dovresti assumere farmaci farmacologici senza prescrizione medica o vaccinarti inutilmente. Una persona dovrebbe ricevere tutti i vaccini in conformità con il programma nazionale di immunizzazione.

Previsione

La prognosi della vasculite dipende dalla forma della malattia e dalla rapidità con cui viene avviato il trattamento. Quindi, con la terapia precoce con citostatici in combinazione con glucocorticosteroidi, il tasso di sopravvivenza a cinque anni dei pazienti con vasculite raggiunge il 90%. Ciò significa che 9 pazienti su 10 vivono più di 5 anni. Senza un trattamento tempestivo, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 5%.

La prognosi peggiora nei seguenti casi:

  • insorgenza della malattia dopo 50 anni;
  • danno ai reni;
  • danno al tratto gastrointestinale;
  • danno al sistema nervoso centrale;
  • danni all'aorta e ai vasi cardiaci.

Ciò significa che le persone con condizioni simili devono essere attente alla loro salute e seguire rigorosamente il regime di trattamento. In questo caso, è possibile evitare lo sviluppo di gravi complicazioni..


Articolo Successivo
Come controllare i vasi sanguigni per la presenza di coaguli di sangue e placche?