Congestione polmonare con insufficienza cardiaca


La congestione venosa nei polmoni è un processo patologico in cui l'organo è riempito con una quantità eccessiva di sangue a causa di una violazione del suo deflusso. Questo fenomeno può essere solo nei polmoni o diffondersi ad altri organi interni..

Cause di stasi venosa

I polmoni sono un organo accoppiato, che è il principale del sistema respiratorio. Durante la respirazione aumentano e diminuiscono alternativamente, a seconda della fase respiratoria.

Ci possono essere diversi motivi per il ristagno di sangue in essi:

  • Stile di vita sedentario di una persona. Questo può portare a problemi non solo con i polmoni, ma anche con altri organi..
  • Insufficienza cardiaca e malattie cardiache. Per questo motivo, il sangue viene pompato male dal cuore. Pertanto, il sangue che esce dai ventricoli e dagli atri sinistri entra nei polmoni, dove può ristagnare..
  • Aumento della pressione nei vasi sanguigni. A causa di ciò, una quantità eccessiva di sangue entra negli alveoli. Il processo di respirazione viene interrotto, lo scambio di gas diminuisce. La persona può avere mancanza di respiro.

L'ipertensione può essere cronica a causa di patologie vascolari o può verificarsi a causa dell'assunzione di determinati farmaci e prodotti.

  • Trauma toracico. Possono portare a sanguinamento e ritenzione di sangue nei polmoni..
  • Rimani in alta quota. Ad esempio, voli frequenti, paracadutismo. In altitudine, la pressione è più alta, quindi gli organi iniziano a funzionare in una modalità insolita. Ciò può causare vari problemi, incluso il ristagno di sangue nei polmoni..

Di norma, per un trattamento efficace è necessario eliminare le cause della malattia che è comparsa. Pertanto, prima di selezionare il regime terapeutico ottimale, il medico studia i possibili fattori nello sviluppo del processo patologico..

Segni della malattia

Con un'immunità debole, la malattia può manifestarsi già 2-3 giorni. Se l'immunità è forte, i segni di patologia potrebbero non apparire entro una settimana. Se una persona ristagna il sangue nei polmoni, potrebbe notare i seguenti sintomi:

  • Una persona inizia a respirare rapidamente, lamenta un dolore sordo ai polmoni.
  • Parla molto lentamente, a volte si ferma per riprendere fiato..
  • Il sudore freddo compare durante il sonno e durante la veglia.
  • Può avere una leggera tosse, espettorato con strisce di sangue.

A volte appare schiuma insanguinata. In questo caso, la tosse è molto pronunciata, il paziente non può schiarirsi la gola, qualcosa nei polmoni interferisce con lui.

  • Appare un'eccessiva debolezza, la persona si stanca rapidamente, anche se non svolge attività difficili.
  • Quando si è sdraiati, inizia la mancanza di respiro. Affinché passi, una persona deve assumere una posizione seduta del corpo. Anche il cuscino dovrebbe essere alto - a basso è scomodo per lui, inizia anche la mancanza di respiro.
  • La pelle diventa pallida, una certa cianosi appare sopra il labbro, appare edema sulle gambe, a causa del quale è difficile per il paziente muoversi.
  • La pleurite (infiammazione dei fogli pleurici) può svilupparsi a causa dell'ipossia. È accompagnato da dolore al petto, tosse secca, respiro superficiale. All'auscultazione, il medico può sentire un rumore di attrito pleurico.

Se si verifica uno dei suddetti sintomi, consultare immediatamente un medico. In caso contrario, potrebbero svilupparsi gravi complicazioni, incluso il pericolo di morte..

Diagnosi della malattia

La diagnosi di congestione venosa nei polmoni consiste in un esame visivo del paziente, ascoltando i polmoni per rilevare il rumore, oltre alla palpazione. Durante questo, il medico può rilevare suoni anormali del cuore e dei polmoni, tachicardia, respiro accelerato. È anche possibile cambiare il colore della pelle: la sua cianosi o sbiancamento.

Inoltre, il medico può prescrivere altre procedure diagnostiche per confermare la diagnosi. È necessario superare un esame del sangue generale e biochimico, nonché un'analisi per il contenuto di ossigeno in esso. Di solito, con la congestione venosa, il suo livello aumenta in modo significativo. Inoltre, il medico può raccomandare di sottoporsi a radiografie cellulari, ECG ed ecografia del cuore.

Come trattare la congestione venosa nei polmoni

Il trattamento della congestione polmonare è conservativo. I medici raccomandano di osservare un certo regime motorio durante l'esecuzione di ginnastica speciale. È anche necessario rinunciare alle dipendenze: il fumo ha un effetto negativo sui polmoni malati. Evitare l'alcol e una corretta alimentazione migliora le condizioni dei vasi sanguigni, quindi il sangue dai polmoni inizia a dissolversi..

Per migliorare le proprietà reologiche del sangue, è necessario includere verdure fresche, frutta ed erbe nella dieta..

Terapia farmacologica

La congestione venosa nei polmoni è una condizione pericolosa e deve essere trattata in ambiente ospedaliero. La causa della malattia deve essere determinata. Se ciò è accaduto a causa di un infarto, è necessario agganciarlo senza fallo.

La malattia viene trattata con l'uso della venotonica. Questi farmaci hanno un effetto positivo sul corpo:

  • Aumenta l'elasticità dei vasi sanguigni, migliorando così la circolazione sanguigna attraverso di essi.
  • Alleviare i processi infiammatori e prevenirne il verificarsi.
  • Rafforza l'immunità, migliora le condizioni del paziente.

La venotonica include i seguenti farmaci: crema Escuzan, gel Venen, Dr. Theiss con ippocastano, gel Antistax e altri. Sono applicati alla zona del torace.

È anche necessario usare anticoagulanti. Il rimedio universale per questo gruppo è l'eparina. Ha un effetto positivo sulla trombosi, riduce la gravità della stasi venosa.

I diuretici sono prescritti per rimuovere il liquido in eccesso dal corpo. Le medicine sono necessarie anche per rafforzare il muscolo cardiaco..

Se il paziente non riesce a respirare da solo, l'ossigeno viene fornito ai suoi polmoni. Per questo, vengono utilizzate una maschera per l'ossigeno o speciali tubi di plastica che portano al naso. Se il paziente è collegato a un ventilatore, viene inserito un tubo nella trachea attraverso il quale viene eseguita la respirazione.

L'uso di rimedi popolari

È impossibile trattare la stasi venosa con rimedi popolari. Possono essere usati solo per rafforzare l'immunità, ma dopo essere tornati a casa da condizioni stazionarie. Le seguenti medicine tradizionali possono accelerare il periodo di riabilitazione:

  • Pelare la testa d'aglio e tritarla finemente o grattugiarla. Aggiungi il miele per ottenere la stessa quantità dell'aglio. Mescolate bene e lasciate riposare per qualche ora. Prendi 1 cucchiaio. l. tre volte al giorno.
  • Grattugiare il rafano. Riempi un bicchiere con. Quindi versalo con la vodka fino in cima. Insistere per un giorno, quindi filtrare il prodotto e versarlo in un recipiente smaltato. Aggiungere 200 g ciascuno di barbabietola rossa e succo di carota, oltre a 2 limoni, sminuzzati insieme alla polpa. Far bollire per 10-15 minuti, quindi versare lattine da un litro sul pavimento. Il farmaco aumenta l'emoglobina e purifica i polmoni dal sangue accumulato e dal catarro.
  • Macinare 50 g di un pennello rosso, versare 500 ml di vodka. Insisti per un mese in un luogo buio. Assumere 1 cucchiaino, diluito con mezzo bicchiere d'acqua prima di ogni pasto. La durata di un corso è di 3 mesi, quindi una pausa di 14 giorni. Ripeti i corsi tre volte.

Ma non funzionerà per curare la stasi venosa solo con l'uso di rimedi popolari. L'automedicazione può essere pericolosa per la salute.

Il trattamento più veloce è iniziato, minori sono le possibilità di complicazioni. Pertanto, la terapia dovrebbe essere iniziata dopo la comparsa dei primi sintomi del processo patologico..

Congestione polmonare: le cause principali

La congestione polmonare è una grave malattia patologica in cui il liquido si accumula nella regione alveolare. Indipendentemente dalle cause e dalle sfumature del verificarsi della violazione, tali cambiamenti rappresentano un maggiore pericolo per la vita e la salute del paziente, a causa di una violazione del metabolismo generale dei gas, cioè la respirazione.

Il verificarsi di un tale fallimento può indicare lo sviluppo di molti processi patologici che comportano rischi maggiori..

Fonti di sviluppo della patologia

I processi stagnanti nella parte alveolare del sistema polmonare possono essere il risultato di varie condizioni patologiche del corpo umano. Tuttavia, il risultato di questa condizione del sistema polmonare è una grave carenza di ossigeno e una diminuzione generale della funzione respiratoria con il graduale sviluppo di complicanze e cronicità delle malattie..

Importante! Cos'è la congestione polmonare? Questa è una condizione estremamente pericolosa associata a una violazione del processo di ventilazione del tessuto polmonare sullo sfondo del ristagno di sangue..

Come le malattie più comuni che provocano il ristagno dei polmoni, è possibile indicare:

  • la presenza di vaste lesioni traumatiche;
  • inalazione di composti tossici volatili;
  • malattia renale (restringimento delle arterie o insufficienza);
  • l'uso di determinati farmaci;
  • stare in alta quota per un lungo periodo;
  • cardiopatia ischemica;
  • stenosi della valvola cardiaca mitrale o aortica;
  • cardiomiopatia;
  • infarto miocardico.

In questo caso, le più probabili sono violazioni nel lavoro del sistema cardiovascolare. Separatamente, va notato che una maggiore probabilità di sviluppare una tale condizione patologica è presente in quelle persone che, per un motivo o per l'altro, sono limitate nella propria mobilità..

A causa della mancanza di attività fisica regolare, il ristagno venoso del sangue si verifica in tutto il corpo, il che porta ulteriormente ad una diminuzione del livello di circolazione sanguigna in generale e distrugge gradualmente la maggior parte degli organi e dei sistemi. Il sangue stagnante nella circolazione polmonare porta alla fuoriuscita della sua componente plasmatica nella parte alveolare e ad un graduale accumulo di liquido.

Segni di disturbi patologici e loro indicatori sintomatici

Gli indicatori sintomatici di cambiamenti congestizi nel sistema polmonare possono differire a seconda delle caratteristiche della condizione che si è verificata e della sua causa principale. La presenza di lieve congestione, la principale manifestazione della patologia è la presenza di mancanza di respiro.

Attenzione! In caso di lesioni più profonde, compare una tosse improduttiva con una possibile mescolanza di sangue e mancanza di aria nei polmoni per la pronuncia di intere frasi - dopo aver pronunciato un paio di parole possono comparire mancanza di respiro e tosse.

Tra le manifestazioni comuni di ristagno di liquidi nel sistema polmonare, è possibile distinguere le seguenti serie di segni:

  • aumento del gonfiore degli arti inferiori, indipendentemente dal grado di stress.
  • pallore generale della pelle.
  • maggiore ansia e comportamento irrequieto.

Inoltre, i processi stagnanti sono caratterizzati da complicazioni della respirazione in posizione supina. Di conseguenza, è difficile per una persona addormentarsi su una superficie piana: è necessaria un'elevazione significativa della parte superiore del corpo, ad esempio, diversi cuscini o il sollevamento della parte superiore del letto medico.

Importante! Non è esclusa una maggiore carenza di ossigeno, che porta a frequenti perdite di coscienza.

Inoltre, potrebbe esserci un sintomo come gorgoglio e respiro sibilante durante la respirazione, che sono pronunciati e udibili senza l'uso di uno stetoscopio..

I pazienti anziani possono anche avere altre manifestazioni di un disturbo patologico:

  1. Aumento della fatica e della debolezza, i cui sintomi diminuiscono gradualmente mentre si è seduti.
  2. Pallore generale della pelle con iperemia pronunciata nell'area del triangolo naso-labiale.
  3. Frasi frammentarie, sudori freddi e ansia costante.
  4. La presenza di tachicardia in combinazione con un aumento della frequenza respiratoria.
  5. Manifestazioni di pleurite e pericardite in presenza di carenza di ossigeno.
  6. Temperatura corporea stabile, spesso entro il range normale.

La manifestazione di tali sintomi richiede una diagnostica qualificata per determinare la condizione patologica e prescrivere il metodo di trattamento ottimale. L'immunità ridotta è la ragione principale per contattare uno specialista, poiché le malattie in questo caso possono svilupparsi rapidamente.

Nella fase iniziale dello sviluppo, la diagnosi di stasi polmonare è complicata dal fatto che le indicazioni sintomatiche sono molto simili alla polmonite. Per questo motivo, i pazienti con tali sintomi richiedono una diagnostica approfondita utilizzando test di laboratorio e studi sull'hardware per differenziare la diagnosi..

Il video in questo articolo farà conoscere ai lettori le cause principali e le possibili complicazioni dello sviluppo della patologia.

Tecniche diagnostiche generalizzate

Anche con una manifestazione parziale di indicatori sintomatici di processi stagnanti nel sistema polmonare, è necessario contattare un istituto medico per un aiuto qualificato. La questione di questa malattia viene affrontata principalmente dal terapista, che può successivamente inviare per consulto e trattamento ad altro specialista, a seconda dei risultati delle procedure diagnostiche.

Durante l'esame iniziale, il medico esegue un esame generale e raccoglie un'anamnesi dal paziente. In questa fase dell'esame, vengono immediatamente rivelati i segni generali di un disturbo: pallore della pelle, presenza di respiro sibilante nella cavità polmonare e altri..

Dopo che lo specialista ha effettuato la diagnosi iniziale, il paziente viene inviato a sottoporsi a una serie di esami e analisi strumentali:

  • radiografia del torace;
  • elettrocardiogramma ed ecocardiogramma;
  • chimica del sangue;
  • analisi del sangue ossimetrico;
  • analisi del sangue generale.

È necessario completare tutte le procedure indicate il prima possibile, poiché i cambiamenti nei polmoni possono portare a un'esacerbazione di malattie croniche e una diminuzione della resistenza complessiva del sistema immunitario. Le conseguenze possono essere irreversibili, il cui prezzo è la vita del paziente.

Sulla base dei risultati ottenuti, il medico può determinare le condizioni generali del paziente, identificare la malattia che ha portato a processi stagnanti e prescrivere la migliore opzione di trattamento.

Come sta andando il trattamento

La tecnica principale per eliminare i processi stagnanti nel sistema polmonare dovrebbe essere finalizzata al trattamento della malattia primaria, in particolare questo vale per le patologie cardiovascolari. La tempistica di tale terapia può richiedere un periodo di tempo abbastanza lungo e richiedere un gran numero di procedure..

Per il trattamento di un processo stagnante nei polmoni che si è manifestato sullo sfondo di patologie cardiovascolari, un tale numero di farmaci viene utilizzato come parte di un corso terapeutico:

Trattamento della congestione polmonare
Drogheatto
Diuretici dell'ansaQuesta serie di farmaci consente di ridurre la quantità totale di fluidi fisiologici nel corpo, che riduce il carico sul muscolo cardiaco e sulle pareti vascolari. Il risultato dell'applicazione non è solo l'agevolazione della circolazione sanguigna, ma anche una diminuzione della quantità di liquido nella cavità polmonare..
Beta bloccantiAiutano a ridurre la frequenza cardiaca, aumentare la resistenza vascolare allo stretching e aumentare il tono del sistema polmonare. Come risultato dell'applicazione, le condizioni generali del sistema circolatorio migliorano e la parte alveolare dei polmoni viene pulita..
Preparati nitratiQuesti fondi possono ridurre il carico complessivo sul cuore in caso di danno miocardico e malattia coronarica e anche ridurre la richiesta generale di ossigeno del corpo. Ciò consente di livellare la carenza di ossigeno.
ACE inibitoriQuesta serie di medicinali viene utilizzata per manifestazioni di insufficienza cardiaca e renale, nonché un agente antipertensivo, che riduce il carico sui vasi e impedisce il riempimento degli alveoli polmonari con plasma sanguigno.

In caso di danni estesi agli alveoli e al contenuto di sangue nell'essudato, possono essere utilizzate anche inalazioni di preparati "antischiuma" (alcol al 70%).

Nei casi in cui la causa principale della patologia è la mancanza di attività fisica dovuta allo stato di menzogne ​​del paziente, vengono utilizzate le seguenti tecniche fisioterapiche:

  1. Procedure di massaggio al torace (nella foto). Grazie alle tecniche di massaggio vibratorio, la cavità polmonare viene gradualmente liberata dall'essudato presente. L'elevata efficienza di questa parte della terapia fisica è spiegata dal fatto che durante la vibrazione c'è una separazione riflessa dell'espettorato dai bronchi e dagli alveoli dei polmoni.
  2. L'istruzione richiede un cambiamento regolare della posizione del paziente sul letto. Se il regime di trattamento e le condizioni della persona lo consentono, è necessario camminare ed essere in posizione seduta. Che migliorerà gradualmente la circolazione sanguigna e garantirà un rapido recupero della funzione respiratoria.
  3. Se il paziente è incosciente, è necessaria un'attenzione aggiuntiva e il trasferimento regolare della testata del letto nella posizione superiore. Ciò aumenterà il carico sul diaframma e aumenterà la circolazione sanguigna negli alveoli dei polmoni..

Importante! Se il paziente ha un grado acuto di carenza di ossigeno, il trattamento principale può essere integrato dalla fornitura di ossigeno supplementare attraverso una maschera o un catetere. In condizioni gravi, lo specialista curante può prescrivere il collegamento di un apparato di respirazione artificiale.

Un'ulteriore prognosi e la possibilità di un completo ripristino della funzione respiratoria dipendono da molti fattori e spesso si basano sui progressi nel trattamento della malattia sottostante.

Misure preventive

Per evitare lo sviluppo di processi polmonari stagnanti, i pazienti che sono stati a lungo in terapia a letto devono fare i massimi movimenti disponibili e ricorrere all'attività fisica (terapia fisica).

Le principali regole preventive sono:

  1. Cambia la posizione del corpo almeno ogni 4 ore: girati o spostati in posizione seduta.
  2. Evita di dormire su una superficie piana o su cuscini bassi, poiché ciò altera la funzione respiratoria.
  3. Esercizi di respirazione spontanea con un palloncino o una cannuccia con un bicchiere d'acqua.
  4. Ginnastica respiratoria dal corso di terapia fisica, che aumenterà l'attività del diaframma.
  5. Trattamenti di massaggio toracico, in particolare massaggio vibratorio per purificare le cavità polmonari.
  6. Bere bevande calde se la malattia consente tale possibilità, ad esempio tè con limone e miele.
  7. È necessario seguire i principi di una dieta ricca di carboidrati e proteine.

Se il paziente non ha la possibilità di fare esercizio e muoversi in alcun modo, si dovrebbe cercare l'aiuto del personale di assistenza. La fase iniziale dei processi stagnanti può andare via solo con l'uso di metodi fisioterapici di terapia fisica, cioè attività fisica.

La profilassi per le persone con uno stile di vita attivo è:

  1. Smettere di alcol, fumare e altre abitudini dannose.
  2. Seguire una dieta sana, il che significa evitare cibi grassi e mangiare molte verdure.
  3. Trattamento tempestivo delle malattie, in particolare dell'apparato respiratorio e circolatorio.
  4. Visite mediche regolari per identificare violazioni degli organi interni e dei loro prerequisiti.
  5. Attività fisica, principalmente orientamento generale al rafforzamento.
  6. Frequenti passeggiate all'aria aperta, che ti permetteranno di fornire luce con un regolare esercizio fisico.

Indipendentemente dalle ragioni per lo sviluppo di processi patologici congestizi nel sistema polmonare, i principali indicatori sintomatici sono simili. In assenza di assistenza qualificata, possono svilupparsi gradualmente condizioni come enfisema o bolle nella cavità dei polmoni, il che a sua volta porta a complicazioni e trattamento a lungo termine.

Le procedure profilattiche per i pazienti in stato supino sono un metodo ottimale per mantenere e ripristinare le funzioni respiratorie rispetto al trattamento della congestione polmonare.

Perché il ristagno nel tessuto polmonare è pericoloso??

Se una persona ha una ventilazione insufficiente nei tessuti polmonari, ciò può essere dovuto alla congestione del sangue nel tratto polmonare. Questa malattia è estremamente pericolosa per la salute e la vita in generale ed è chiamata "congestione nei polmoni".

Un disturbo si sviluppa più spesso a causa dell'inattività di una persona, le cui conseguenze possono essere malattie croniche dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.

  • Terapia
  • avvertimento

Cause e sintomi

È noto che i polmoni sono un organo accoppiato che si trova in quasi l'intera cavità del torace. Rappresentano il principale dispositivo dell'apparato respiratorio. A seconda della fase della respirazione, le dimensioni e la forma dei polmoni cambiano.

Oltre alla suddetta mancanza di mobilità, una delle cause del ristagno è anche l'insufficienza cardiaca: il sangue non viene pompato dal cuore, a causa del quale il sangue ristagna nel sistema venoso dei polmoni, lasciando il lato sinistro del cuore.

Se la pressione aumenta costantemente nell'area dei vasi sanguigni, una grande quantità di sangue entra negli alveoli. Questo è il motivo di una diminuzione dello scambio di gas, in seguito a causa di ciò, si verifica mancanza di respiro, nel peggiore dei casi, la persona inizia a soffocare.

Quindi, oltre a una diminuzione dell'attività motoria, ci sono diversi motivi per la stagnazione:

  1. Condizioni cardiache che indeboliscono il muscolo cardiaco e attacchi di cuore.
  2. Riduzione o insufficienza delle valvole cardiache.
  3. Un forte aumento della pressione sanguigna o ipertensione.
  4. Questa condizione a volte è il risultato di farmaci..
  5. Insufficienza renale.
  6. Avvelenamento da gas velenosi.
  7. Grave trauma.
  8. Lunga permanenza in quota.

All'inizio, la congestione polmonare può essere confusa con la polmonite. Ci sono molti casi in cui nelle prime fasi è difficile diagnosticare la malattia..

La visita medica si svolge come segue:

  • la temperatura viene misurata,
  • si sente il respiro,
  • analisi del sangue,
  • viene prescritta una radiografia dei polmoni.

Sulla base degli studi elencati, viene prescritto un trattamento appropriato. Se una persona ha un'immunità debole, la malattia può progredire già dal terzo giorno. Si distinguono i seguenti sintomi:

  • di solito la temperatura di una persona è normale e non aumenta molto,
  • la respirazione accelera, si sviluppa la tachicardia,
  • il paziente parla lentamente, fermandosi, il sudore freddo è caratteristico,
  • caratterizzato anche da tosse con l'aspetto di sangue, nel peggiore dei casi - schiuma insanguinata,
  • si ricevono lamentele di debolezza e stanchezza, è difficile sdraiarsi su un cuscino basso, in posizione seduta la mancanza di respiro scompare nel tempo,
  • la pelle ha una tonalità pallida, l'area tra il naso e le labbra è bluastra, il gonfiore appare nelle gambe,
  • non si esclude anche la comparsa di pleurite a seguito di ipossia o altre patologie.

È anche caratterizzato da respiro sibilante incessante, suoni gorgoglianti nella zona del torace che possono essere ascoltati senza nemmeno usare uno stetoscopio. Se una persona avverte i sintomi iniziali di ristagno nel tratto polmonare, consultare immediatamente un medico..

Trattamento e prevenzione

Come notato in precedenza, il trattamento della congestione polmonare è fondamentale subito dopo la diagnosi..

Indipendentemente dallo stadio della malattia, è meglio utilizzare un trattamento ospedaliero e, in caso di complicazioni, vengono utilizzate misure di rianimazione, in particolare utilizzando un respiratore e maschere di ossigeno. Il paziente deve:

  • superare l'ECG,
  • fare una radiografia dei polmoni,
  • sottoporsi a ecografia cardiaca.

L'infiammazione è determinata dalla biochimica o dall'emocromo locale.

Prima di prescrivere il trattamento, è necessario identificare cosa ha causato il ristagno. Se la causa sottostante è l'insufficienza cardiaca, allora ha senso usare la cardioterapia.

Terapia

Se la natura della malattia è infettiva, viene utilizzato un complesso di terapia antibatterica. Riduce efficacemente l'effetto dei microbi sul tessuto polmonare, riducendo l'infiammazione e alleviando così la congestione.

Inoltre, vengono prescritti farmaci per liquefare i coaguli di espettorato (Bromexina, ACC). Il trattamento della congestione polmonare avviene, oltre all'utilizzo di mucolitici, con l'utilizzo di estratti di erbe (piantaggine, farfara, timo), che normalizzano il flusso sanguigno nei polmoni e riducono l'infiammazione.

È anche necessario includere vitamine che aumentano l'immunità (Vitrum, Supradin) nel regime di trattamento. Spesso, la terapia è completata dalla nomina di diuretici per alleviare il gonfiore e normalizzare il metabolismo dei liquidi nel corpo. Garantiscono l'eliminazione delle tossine e degli organismi patogeni dal corpo che hanno provocato il ristagno.

Se una persona soffre di congestione polmonare, il cui risultato è un indebolimento dei muscoli del cuore, è imperativo seguire tutte le raccomandazioni del medico e completare l'intero ciclo di trattamento prescritto da un cardiologo o pneumologo. Dopo tutto, il risultato di una congestione polmonare non trattata può essere l'arresto cardiaco..

avvertimento

Oltre ai metodi medici, l'alimentazione dietetica basata sull'eliminazione del sale dalla dieta aiuterà a ridurre il rischio di ulteriori complicazioni. Ciò contribuirà a ridurre il gonfiore e normalizzare il flusso sanguigno e linfatico nel tessuto polmonare. È molto importante includere nella dieta cibi ricchi di carboidrati, vitamine e proteine. Ciò fornirà l'energia vitale necessaria alle cellule..

Durante un'esacerbazione della congestione, se il paziente è costretto ad aderire al riposo a letto, vale la pena anche sdraiarsi per eseguire il maggior numero di movimenti possibile: giri, sollevamenti del busto, spalle, braccia.

Questo aiuta a fermare lo sviluppo dei processi di stagnazione. Se una persona non ha la forza di fare gli esercizi da sola, allora devi chiedere aiuto ai tuoi cari. Il paziente non può rimanere in una posizione per molto tempo, perché ciò complicherà solo la respirazione e il funzionamento degli organi del torace.

Uno specialista in esercizi di fisioterapia e esercizi di respirazione sarà in grado di insegnare esercizi elementari. È molto importante respirare correttamente, per lo sviluppo della funzione respiratoria, è possibile gonfiare periodicamente un palloncino, respirare in un bicchiere di liquido usando un tubo da cocktail.

Gli esercizi elencati aiutano ad arricchire il sistema respiratorio con la quantità di ossigeno necessaria. Un altro vantaggio è l'attivazione del movimento del torace, che previene la congestione. Si consiglia al paziente di essere il più attivo possibile per combattere la congestione polmonare in qualsiasi fase dello sviluppo della malattia.

Il trattamento può includere anche:

  • cerotti di senape,
  • banche mediche,
  • fisioterapia,
  • toccando massaggio.

Si consiglia inoltre di aggiungere al corso della terapia tè caldo con miele o limone. Si espande e rinforza perfettamente le pareti dei vasi sanguigni. Un'altra importante proprietà di questa bevanda è quella di contrastare la comparsa di catarro..

La congestione polmonare non è una condanna a morte. La terapia farmacologica, così come l'aumento della respirazione e un minore esercizio fisico, possono migliorare il flusso sanguigno nelle aree problematiche dei polmoni e alleviare i sintomi di ristagno.


Articolo Successivo
È pericoloso donare il sangue. Immunologo - sui benefici e sui rischi della donazione