Perché la presenza di lupus anticoagulante nel sangue è pericolosa quando si pianifica una gravidanza?


Il lupus anticoagulante è un rappresentante delle immunoglobuline di classe G, il cui aspetto nel plasma destabilizza il sistema anticoagulante, causando complicazioni trombotiche inspiegabili senza modificare i principali fattori e indicatori di emostasi.

In una persona sana, il lupus anticoagulante può essere rilevato una volta in connessione con un processo infiammatorio acuto, che richiede un riesame dopo un certo periodo di tempo..

Ma nella stragrande maggioranza dei casi, il lupus anticoagulante funge da marker della sindrome antifosfolipidica associata all'attività patologica del sistema emostatico, che può peggiorare in modo significativo la qualità della vita nelle persone sotto i 45 anni di età e rappresentare una minaccia significativa alla gravidanza nelle donne con circolazione di anticorpi di tipo lupus.

Cos'è

Lupus anticoagulant (VA) il nome specifico di questo inibitore del sistema anticoagulante (nelle persone si possono trovare formulazioni come anti-lupus coagulant, lupus-type antigen, lupus coagulant, che in realtà non è corretto).

Il principio di azione del sangue VA è tale che un gruppo di anticorpi contro i fosfolipidi dell'organismo ospite viene attivato, portando all'interruzione dei processi di coagulazione del sangue, all'attività autoimmune e allo sviluppo di insufficienza multiorgano.

La presenza di uno specifico inibitore può essere sospettata nei seguenti casi:

  • Con trombosi inspiegabile di varia localizzazione all'età di 40-45 anni,
  • Aumentando l'APTT in assenza di segni di aumento del sanguinamento,
  • Con aborto spontaneo di gravidanza in base al tipo di morte fetale nelle 6 settimane di gestazione,
  • Con insufficienza multiorgano e segni indiretti di patologia autoimmune.

Quando i criteri di laboratorio e clinici vengono combinati, viene effettuata una diagnosi di sindrome da antifosfolipidi primari (APS).

È importante capire che la VA sarà elevata anche nel sangue in determinate condizioni che non sono correlate alla vera APS (primaria)..

Un anticoagulante può apparire nel plasma:

  • Nelle malattie acute e croniche di origine infettiva,
  • Con neoplasie maligne,
  • Con patologie autoimmuni come lupus eritematoso sistemico, sclerodermia sistemica, reumatismi.

In tali patologie, il lupus anticoagulante non agisce come la vera causa della malattia, ma come conseguenza di essa. Di conseguenza, durante la malattia, nei malati di cancro, così come nelle persone con grave patologia autoimmune, viene fatta una diagnosi di APS secondaria..

Funzionalità diagnostiche

L'analisi per la determinazione del lupus anticoagulante viene effettuata in quei laboratori che dispongono della licenza e dei reagenti necessari per lo studio dell'emostasi (in Invitro).

Esiste il rischio che il risultato sia falso positivo o falso negativo a causa di errori nella fase preanalitica.

Per evitare ciò, è importante donare il sangue correttamente:

  • A stomaco vuoto, non prima di 8-12 ore dopo l'ultimo pasto,
  • Senza segni di un processo infiammatorio e infettivo,
  • Durante la gravidanza, la diagnosi primaria degli indicatori di emostasi non viene eseguita,
  • La valutazione del livello di lupus anticoagulante deve essere eseguita solo in laboratori che elaboreranno e valuteranno il plasma entro e non oltre 4 ore dal momento del prelievo del sangue,
  • La determinazione del VA deve essere eseguita con un metodo quantitativo standard in tre fasi (il test di screening, il test di conferma e il calcolo del rapporto normalizzato sono inclusi nel test del lupus). È meglio se i primi due passaggi vengono eseguiti su un coagulometro,
  • Si consiglia di ripetere lo studio dopo 8 settimane prima della diagnosi finale..

Poiché questo anticoagulante stimola gli anticorpi di tipo lupus, ad alcuni pazienti possono essere consigliati ulteriori test se la VA stessa non è stata rilevata da un test anticorpale standard in tre fasi:

  • Alla protrombina,
  • Alla cardiolipina,
  • Per l'annessione,
  • Alla beta-2-glicoproteina,
  • Antifosfolipidi totali.

Se si trova un anticoagulante, è praticamente impossibile abbassarlo, ad eccezione dell'uso di ormoni glucocorticosteroidi nel trattamento delle patologie sistemiche. Ma non in tutte le situazioni un tale approccio è appropriato i farmaci ormonali non sono desiderabili durante la gravidanza.

Il modo in cui trattare un particolare paziente è determinato individualmente, tenendo conto di molti fattori, ma nella maggior parte dei casi, in pazienti non gravide con APS primaria, lo standard è prescritto:

  • Warfarin, se è stato precedentemente registrato un caso di complicanze trombotiche,
  • Acido acetilsalicilico a basso dosaggio alla dose di 75 mg in assenza di resistenza all'aspirina (per un recente ictus o infarto, la dose deve essere di 150 mg per il primo mese),
  • Dipiridamolo (Curantil) 25-50 mg tre volte al giorno in caso di resistenza all'aspirina.

Se un lupus anticoagulante circola nel sangue come reazione a una patologia sottostante (APS secondaria in oncologia, infezione cronica), allora è più fondamentale trattare la malattia provocatoria con la somministrazione di routine di aspirina a basso dosaggio.

Diagnostica durante la pianificazione della gravidanza

Particolare attenzione al lupus anticoagulante dovrebbe essere prestata nelle donne con aborto spontaneo ricorrente.

La diagnostica viene eseguita per tutta la pianificazione e con una cronologia di:

  • Trombosi di varia localizzazione,
  • Uso a lungo termine di contraccettivi orali,
  • 1 morte fetale prenatale nel terzo trimestre,
  • 2 gravidanze non in via di sviluppo nel II trimestre,
  • 3 gravidanze non in via di sviluppo nel primo trimestre (principalmente oltre 6 settimane ostetriche).

In tutti i casi di morte fetale, deve essere confermata la sua salute morfologica e genetica, devono essere esclusi i processi infettivi in ​​una donna.

Un lupus anticoagulante positivo nelle donne in gravidanza con anamnesi ostetrica gravata significa il rischio di un'altra perdita fetale nel 70-90% dei casi senza cure farmacologiche.

La presenza di un lupus anticoagulante contribuisce a:

  • Microtrombosi dei vasi placentari, che porta a ipossia fetale, ritardo della crescita intrauterina,
  • La formazione di coaguli di sangue e microgruppi, predisponendo sia alla trombosi della stessa donna incinta che alla morte fetale,
  • Aumento della pressione sanguigna, sviluppo di preeclampsia,
  • Aumento del rischio di infarto placentare e della donna incinta.

Le donne con APS dovrebbero essere osservate non solo da un ostetrico-ginecologo, ma anche da un emostasiologo per prescrivere i seguenti farmaci:

  • Iniezione sottocutanea di eparina (dosi profilattiche a basso peso molecolare o non frazionate),
  • Acido acetilsalicilico 75-81 mg.

Entrambi i farmaci vengono prescritti dal momento del rilevamento della gravidanza e per l'intero periodo di gestazione. La cancellazione dell'eparina viene effettuata 12 ore prima della consegna pianificata, l'acido acetilsalicilico per 5-7 giorni.

L'eparina viene solitamente prescritta nelle seguenti dosi profilattiche:

  • Calcio Nadroparina 2850-5700 UI,
  • Enoxaparina sodica 4000 UI,
  • Dalteparina sodica 2500-5000 UI,
  • Bemiparina sodica 3500 ME,
  • Eparina sodica 10.000-15.000 ME in due o tre dosi.

Le iniezioni vengono somministrate quotidianamente, per via sottocutanea. Possibile aggiustamento del dosaggio con aumento del potenziale ipercoagulabile, aumento della gravidanza.

Non è consigliabile influenzare il livello di lupus anticoagulante durante la gravidanza, l'uso di farmaci ormonali per sopprimere il livello di anticoagulante è possibile solo in presenza di lupus eritematoso sistemico.

In altri casi, i glucocorticosteroidi, anche in quantità minime, sono pericolosi con le seguenti proprietà:

  • Aumentare il rischio di sviluppare malformazioni nel feto,
  • Ridurre l'immunità di una donna, rendendola vulnerabile a una varietà di infezioni,
  • Provocare la manifestazione di infezioni croniche (erpetiche),
  • Contribuisce allo sviluppo del diabete gestazionale.

Inoltre, un punto importante riguarda la terapia con warfarin. Se la paziente ha assunto questo farmaco prima della gravidanza, è necessario sostituirlo il prima possibile con un'iniezione di eparina, poiché il warfarin ha proprietà teratogene.

In quei rari casi in cui la terapia con iniezioni di eparina e l'assunzione di aspirina a basso dosaggio non hanno portato il risultato desiderato, l'immunoglobulina viene prescritta nella gravidanza successiva con cicli endovenosi mensili.

Decifrare l'analisi e la sua norma

Le linee guida per la valutazione del lupus anticoagulante sono internazionali e non possono dipendere dal laboratorio che esegue l'analisi:

  • 0,8-1,2 risultato negativo, nessun anticoagulante rilevato,
  • 1.2-1.5 debolmente positivo,
  • 1,5-2 positivo,
  • & gt, 2 VA è determinato in grandi quantità.

Secondo gli standard generalmente accettati, la norma è di valori da 0,8 a 1,2, in tutti gli altri casi, un aumento degli indicatori indica la presenza di un anticoagulante, che richiede l'adozione di determinate misure e la nomina della terapia. Il trattamento non dipende dall'indicatore numerico, ma varia solo dal quadro clinico. Un livello abbassato a 0,8 praticamente non si verifica, poiché di fatto indica un errore in fase analitica.

Recentemente, i laboratori di diagnostica clinica hanno iniziato ad essere dotati di coagulometri per la determinazione qualitativa del lupus anticoagulante.

In questo caso, il sistema si compone di due fasi:

  • Screening Coaline Time Assessment,
  • Test di conferma per VA.

Poiché la quantità di anticoagulante circolante non è attualmente significativa per il calcolo del dosaggio dei farmaci, un metodo qualitativo può essere abbastanza accettabile per il paziente. Tuttavia, molti esperti aderiscono a una metodologia più conservativa. Il prezzo per un test del lupus di solito non supera i 600 rubli.

Nella diagnosi della sindrome antifosfolipidica, il lupus anticoagulante è di grande importanza, la cui circolazione è associata a molti gravi problemi, più spesso nelle donne del periodo riproduttivo.

Per evitare una diagnosi eccessiva e un trattamento aggressivo, è importante capire per cosa viene studiato esattamente questo indicatore, poiché nell'1-5% (a seconda della fonte delle statistiche) delle persone sane, il lupus anticoagulante viene ancora rilevato per un motivo o per l'altro.

Nei casi in cui la diagnosi è stata giustificata e è stato trovato un inibitore del sistema anticoagulante, viene effettuata una diagnosi, viene effettuato un trattamento a lungo termine, sebbene preventivo, per evitare lo sviluppo di complicanze trombotiche.

Lupus anticoagulant per la pianificazione della gravidanza

Un gruppo di proteine ​​(autoanticorpi) prodotto dall'organismo per combattere i propri fosfolipidi e le proteine ​​associate sono chiamati lupus anticoagulants (LA). VA riduce l'attività del sistema anticoagulante del sangue, che porta ad un aumento del rischio di trombosi, comprese le vene placentari. Per le donne incinte, questo è irto di autoaborto nelle fasi iniziali, morte fetale intrauterina, natimortalità. Questo è il motivo per cui è molto importante fare il test per il lupus anticoagulante quando si pianifica una gravidanza. Ciò è particolarmente importante per le donne con una storia di aborto spontaneo cronico..

Decodificare i risultati: norma e patologia

Ogni laboratorio fornisce i propri valori di riferimento (medi) per qualsiasi indicatore del sangue, compreso VA. Il risultato può essere negativo, che è normale e positivo (debole, moderato, pronunciato positivo). In termini quantitativi, i valori di riferimento sono scritti in unità arbitrarie e generalmente oscillano entro i seguenti intervalli:

  • 0,8-1,2 è la norma;
  • 1.2-1.5 - il risultato è debolmente positivo, è stata trovata una piccola quantità di VA con bassa attività;
  • 1.5-2 - risultato moderatamente positivo, maggiore tendenza alla formazione di trombi;
  • più di 2: un risultato positivo pronunciato, la quantità di VA è significativa, il rischio di trombosi è alto.

VA è uno degli indicatori di uno studio completo del sistema di coagulazione del sangue, chiamato coagulogramma. Il materiale di prova è sangue venoso. Si prende la mattina a stomaco vuoto. Il risultato dello studio può essere influenzato da alcuni farmaci: contenenti eparina (vengono cancellati 5 giorni prima dello studio) e contenenti cumarina (è necessario astenersi dal prenderli per 14 giorni).

Se si ottiene un risultato positivo del test per il lupus anticoagulante, sarà necessario ripetere il test in 2-4 settimane per confermare un alto livello di VA nel sangue. La presenza di VA nel sangue può portare a un risultato falso positivo per la sifilide.

Ragioni per la comparsa di VA nel sangue

La ragione per la comparsa di autoanticorpi contro il lupus nel sangue può essere l'assunzione di alcuni farmaci (estrogeni, anticonvulsivanti, alcuni antipsicotici, antiaritmici).

Più spesso, un aumento del livello di lupus anticoagulante è causato da malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, sindrome da antifofsolipidi, spondilite anchilosante e altri), malattie degli organi interni (colite ulcerosa, morbo di Crohn), neoplasie maligne e del cervice uterino,, leucemia linfocitica e altri).

Molte infezioni infettive (batteriche, virali e parassitarie) portano a un aumento temporaneo del lupus anticoagulante nel sangue. Con l'AIDS, il 50% dei pazienti ha un aumento del livello di VA nel sangue. Processi infiammatori prolungati che si verificano cronicamente nel corpo umano possono causare un aumento dei livelli di VA.

Nella maggior parte delle malattie sistemiche, un aumento del lupus anticoagulante nel sangue non è un criterio diagnostico. Il suo aumento descrive solo lo stato del sistema di coagulazione. Per scoprire i motivi della violazione, saranno necessari ulteriori esami e analisi..

Terapia

In molte malattie oncologiche e sistemiche, la rilevazione di VA nel sangue non influenzerà la gamma di misure terapeutiche. In ogni caso, il trattamento dipenderà dalla malattia di base, cioè dalla causa dell'aumento del lupus anticoagulante nel sangue. Poiché il più delle volte la malattia è associata ad una maggiore reattività del corpo, vengono prescritti farmaci che riducono l'attività del sistema immunitario. Il gruppo di farmaci più comunemente prescritto sono gli agenti ormonali. Possono essere prescritti farmaci con proprietà immunosoppressive (Immard, Plaquenil). In caso di malattie oncologiche, vengono prescritti citostatici. I farmaci vengono assunti sotto controllo medico e secondo schemi speciali. L'assunzione del farmaco sbagliato porta a gravi complicazioni.

Se il lupus anticoagulante si trova in numero elevato durante la gravidanza, la donna deve essere sotto stretto controllo medico per tutto il periodo gestazionale e di allattamento. Poiché l'elevato contenuto di VA nel sangue minaccia la futura gestante con una grave gestosi e può influenzare il portamento del feto. Al momento non è possibile eseguire il trattamento standard. Ma piccole dosi di eparina possono essere prescritte per evitare la trombosi. Tutti gli altri fondi sono prescritti solo come ultima risorsa.

Che cos'è un lupus anticoagulante e perché viene diagnosticato durante la pianificazione?

Molte donne moderne si avvicinano alla gravidanza e al parto con tutte le responsabilità, essendo state precedentemente esaminate per sapere che non esistono patologie. Quando si pianifica una gravidanza, una donna viene sottoposta non solo a un'ecografia e un esame sulla sedia del ginecologo, ma supera anche molti test. Uno dei test che i medici possono prescrivere quando si pianifica una gravidanza può essere uno studio sul VA - lupus anticoagulant. Cos'è e qual è il pericolo durante la gravidanza?

  1. Che cosa mostra un test del lupus anticoagulante
  2. Norma VA nelle donne
  3. Costo di analisi
  4. Come trattare il lupus anticoagulante

Che cosa mostra un test del lupus anticoagulante

È uno degli enzimi del sangue che combatte i grassi complessi (fosfolipidi). Molti di coloro che hanno sentito parlare di una malattia autoimmune come il lupus eritematoso potrebbero pensare che la presenza di questo enzima nel sangue significhi che lo hanno anche loro. Non è così, quindi niente panico. Questo enzima ha preso il nome perché è stato scoperto per la prima volta nel sangue di una persona che soffriva di lupus eritematoso sistemico. In effetti, il BA è presente nel corpo di qualsiasi persona, ma la quantità di questo enzima è solitamente minima..

Perché fare il test per il lupus anticoagulante durante la gravidanza? Gli indici di coagulazione del sangue dipendono da questo. Non è un segreto che il rischio di trombosi aumenta notevolmente durante la gravidanza..

Norma VA nelle donne

Il tasso di lupus anticoagulante nelle donne è compreso tra 0,8 e 1,2 unità convenzionali. Il rapporto del laboratorio indica quanto segue: positivo o negativo. Il test è negativo se non si trova VA nel sangue. Se il livello è compreso tra 1,2 e 1,5, questo è un risultato debolmente positivo ed è considerato non pericoloso, poiché l'attività VA è bassa. Il livello degli indicatori da 1.5 a 2.0 è già considerato elevato e vi sono rischi di coaguli di sangue. Da 2.0 e versioni successive: questo è un livello elevato e devi scoprire il motivo, questo potrebbe indicare la presenza di alcune malattie. Un VA elevato può verificarsi con i seguenti problemi:

  • lupus eritematoso sistemico;
  • mieloma;
  • tumori;
  • colite ulcerosa;
  • sindrome da antifosfolipidi;
  • tromboembolia;
  • mieloma;
  • artrite reumatoide;
  • disfunzione dell'utero;
  • AIDS;
  • malattia cerebrale ischemica.

Costo di analisi

Per controllare il livello di VA, il sangue viene donato da una vena. Come per altri test, è necessario donare il sangue al mattino, a stomaco vuoto. Prima di ciò, non puoi mangiare cibi grassi, bere alcolici, fumare. Inoltre, non dovresti assumere farmaci. Tutto ciò falserà i risultati della ricerca. Se è vitale per una donna assumere farmaci, dovrebbe informarne il medico. In questo caso, è necessario annunciare al medico quali farmaci vengono assunti e in quale dosaggio.

Il costo dell'analisi è diverso, varia a seconda della città e della clinica in cui viene affittato. In media, il prezzo dell'analisi stessa varia da 950 a 1200 rubli. Inoltre, nella maggior parte delle cliniche e dei laboratori privati, è necessario pagare un extra per il servizio di raccolta del sangue. Costa tra 200-300 rubli. Pertanto, l'importo totale può arrivare fino a 1200-1500 rubli, a condizione che venga controllato solo il livello VA.

Come verificare quanto è sano un uomo: quale dovrebbe essere lo sperma e cosa cercare?

In che modo il farmaco Ginekol aiuta a rimanere incinta, te lo diremo nel prossimo articolo.

Come trattare il lupus anticoagulante

È stato già indicato sopra che un aumento del livello di VA nel sangue è una conseguenza di qualche tipo di malattia. Pertanto, un medico esperto competente consiglierà una donna che sta pianificando di avere un figlio mentre rinvia la gravidanza al fine di eliminare il problema esistente. In alcuni casi, VA può essere abbassato, una donna può rimanere incinta e dare alla luce un bambino sano. Ma, in alcuni casi, se la VA risulta essere un segno di qualche tipo di malattia autoimmune, potrebbe essere necessario dimenticare la gravidanza, poiché sarà impossibile, oppure i rischi saranno troppo alti, sia per il bambino stesso che per la madre..

Sì, un VA alto dovrebbe essere ridotto. Ma il medico dovrebbe prima di tutto prescrivere non farmaci che ridurranno il suo livello, ma test ed esami aggiuntivi per scoprire la causa. È il problema rilevato che ha causato l'aumento del livello VA e deve essere eliminato. Se il livello è elevato, il medico prescrive lo stesso test in aggiunta a intervalli di diverse settimane per assicurarsi che il livello VA sia sempre alto. Solo allora inizia a cercare ragioni. Test ed esami aggiuntivi sono prescritti dal terapista. In alcuni casi, indirizza il paziente a un reumatologo, perché è lui che si occupa della maggior parte delle malattie autoimmuni..

Se si tratta di malattie autoimmuni che colpiscono i tessuti connettivi, il medico prescrive farmaci che riducono l'attività del sistema immunitario. È anche necessario prescrivere farmaci che alleviano l'infiammazione. Di regola, questi sono citostatici e glucocorticosteroidi. Per ridurre il rischio di trombosi, viene prescritta l'idrossiclorochina. A volte il corso del trattamento include la plasmaferesi, necessaria per migliorare le condizioni generali del paziente..

Un aumento del lupus anticoagulante durante la gravidanza è una minaccia. Nella migliore delle ipotesi, possono verificarsi gestosi, edema, aumento della pressione sanguigna e, nel peggiore dei casi, morte fetale nell'utero. È per questo motivo che è meglio fare il test prima della gravidanza per eliminare tutti i rischi..

Sul trattamento del lupus coagulante (sindrome da antifosfolipidi) nel video:

Lupus anticoagulante nella pianificazione della gravidanza: norma, cause e trattamento

Cos'è un lupus anticoagulante

Il lupus anticoagulant (VA) è chiamato un anticorpo speciale nel sangue, che ha lo scopo di combattere i fosfolipidi (enzimi). Questa sostanza ha preso il suo nome terrificante quando è stata scoperta per la prima volta in pazienti con lupus.

Il lupus anticoagulante è presente nel corpo di qualsiasi persona, ma in quantità minima. Si tratta di proteine ​​che, quando compaiono, si attaccano alle pareti dei vasi sanguigni e interagiscono con le piastrine, provocando la formazione di coaguli di sangue. Le donne in gravidanza che sviluppano trombosi (blocco e danni ai vasi sanguigni) sono particolarmente sensibili..

Quando e come eseguire il test per il lupus anticoagulante

Questo test per il lupus anticoagulante non è standard. È prescritto solo su decisione del medico curante. Le ragioni possono essere:

  • sviluppo di trombosi venose e arteriose;
  • la donna incinta soffre di malattie autoimmuni;
  • il dottore ha deciso di andare sul sicuro.

Tasso e deviazione del lupus anticoagulante

La quantità di lupus anticoagulante nel corpo umano deve essere ridotta al minimo. Questa cifra varia da 0,8 a 1,2 unità convenzionali.

Livelli elevati di lupus anticoagulante: sintomi, cause e trattamento in gravidanza

L'aumento del livello si manifesta principalmente nei vasi visibili attraverso la pelle. Questo fenomeno si osserva meglio a basse temperature e si presenta come una rete di capillari sulla superficie o arrossamento. Nei casi più gravi si formano ulcere e persino necrosi dei tessuti sulle braccia e sulle gambe..

Con un leggero aumento del livello di VA, il corpo sperimenta solo lievi disfunzioni o malfunzionamenti. Se il livello è estremamente alto, questa proteina del sangue causa la cirrosi cronica del fegato e lo sviluppo del morbo di Alzheimer. Inoltre, il blocco dei vasi sanguigni causato dalla trombosi aumenta il rischio di ictus, cioè rottura dei vasi sanguigni e sanguinamento interno, che è già pericoloso per la vita non solo per il feto, ma anche per la madre del bambino..

Livelli elevati di lupus anticoagulante possono essere causati da:

  • lupus eritematoso (autoimmune);
  • altre malattie autoimmuni (trasmesse a livello genetico di generazione in generazione);
  • AIDS;
  • disfunzione dell'utero (infertilità);
  • tromboembolia;
  • malattia cerebrale ischemica.

Il livello di VA può cambiare sotto molti fattori e non è una malattia indipendente. Le ragioni sono diverse e dovrebbero essere assegnati esami aggiuntivi per identificarle. Va ricordato che un alto livello di lupus anticoagulante è solo una conseguenza di qualcos'altro, forse un'altra malattia, e un vero medico cercherà la causa e non tenterà di abbassare il livello con i farmaci.

D'altra parte, le donne incinte sperimentano periodicamente esplosioni di rilascio di alcune sostanze nel sangue, quindi è probabile che questo sia un fenomeno temporaneo che passerà da solo. In ogni caso, per un quadro accurato, dopo 2-4 settimane vengono effettuate diverse analisi simili, sulla base delle quali si traggono conclusioni definitive. Solo dopo aver trovato la causa viene prescritto il trattamento.

Tariffe e trattamento del lupus anticoagulante elevato

Poiché nel processo di trasporto di un bambino, molto nel corpo cambia, le malattie latenti possono diventare attive e intensificarsi. Alcuni di loro possono portare alla morte del feto senza trattamento. Questo vale per le malattie autoimmuni, che possono essere sospettate da un esame del sangue per il lupus anticoagulante.

Cos'è un lupus anticoagulante

Il lupus anticoagulant è un gruppo di anticorpi che inibiscono la moltiplicazione di alcuni microrganismi e neutralizzano le tossine. Nello specifico, questi anticorpi appartengono alle immunoglobuline del gruppo G e sono diretti contro i fosfolipidi non caricati (grassi complessi).

Indicazioni per la ricerca:

  • trombocitopenia (bassa conta piastrinica);
  • thrombembolia (blocco di una nave da un trombo);
  • livedo reticularis ("pelle di marmo");
  • trombosi arteriosa o venosa precoce;
  • disturbi nella circolazione sanguigna del cervello;
  • ictus ischemico;
  • aborto spontaneo, aborto spontaneo, morte fetale;
  • pianificare una gravidanza;
  • prima della terapia con anticoagulanti indiretti.

È necessario controllare la quantità di VA se l'esame del sangue generale mostra una deviazione delle piastrine dalla norma in presenza di sintomi di trombosi. Lo studio è indicato per i disturbi vasospastici (soprattutto quando si rivela un pattern vascolare sulla pelle).

Il lupus anticoagulante può essere utilizzato per valutare il rischio di coaguli di sangue, soprattutto nei pazienti con malattie autoimmuni sistemiche. Per chiarire la diagnosi, il test VA viene eseguito con una reazione di Wasserman positiva e falsa positiva, poiché sia ​​il lupus che la sifilide causano la formazione di lupus anticoagulanti.

Si consiglia di controllare il sangue per VA anche nella fase di preparazione al concepimento. La presenza di lupus coagulante nel sangue di una donna incinta indica il rischio di aborto spontaneo, quindi un test per VA è obbligatorio nella diagnosi della sindrome da antifosfolipidi. L'analisi deve essere eseguita in donne che hanno aborti spontanei persistenti e aborti frequenti.

Preparazione per l'analisi

Il sangue per l'analisi viene prelevato a stomaco vuoto al mattino e almeno 8 ore dopo un pasto. Lo studio viene effettuato su sangue venoso. Prima di donare il sangue, è necessario annullare alcuni farmaci che possono influire sui risultati: cumarina (in 2 settimane) ed eparina (in 2 giorni).

Come si fa la ricerca

La definizione di lupus anticoagulant è inclusa nel coagulogramma (test di coagulazione del sangue). Il plasma sanguigno viene esaminato utilizzando citrato di sodio 3,8%. Durante l'analisi del sangue, il tecnico stima il tempo di formazione del coagulo dopo l'aggiunta della soluzione. Se il lupus anticoagulante è presente nel sangue, il tempo necessario per la formazione del coagulo sanguigno sarà più lungo del normale. Questo perché VA può neutralizzare le sostanze coinvolte nel processo di coagulazione del sangue, sebbene la presenza di VA aumenti la tendenza a formare coaguli di sangue..

Il test del lupus anticoagulante è più specifico per VA rispetto al test standard del tempo di tromboplastina parziale attivata, o tempo di coagulazione. Include screening e conferma. Il kit di screening ha una concentrazione minima di fosfolipidi, sufficiente affinché il test sia sensibile alla VA. Il kit di conferma contiene un'alta concentrazione di fosfolipidi, necessaria per neutralizzare l'anticoagulante. La neutralizzazione si esprime in una riduzione del tempo di coagulazione del sangue.

Nella fase di screening, l'allungamento del tempo di coagulazione dipende da molti fattori, pertanto è necessaria la conferma dell'effetto del lupus anticoagulante. Il tecnico valuta il tempo di coagulazione dopo l'aggiunta di un reagente ad alta concentrazione di fosfolipidi. Un test positivo è che ci sono fosfolipidi che neutralizzano VA e il tempo di coagulazione è normalizzato (il rapporto tra la coagulazione nello screening e il campione di conferma è superiore a 1,2).

Se la coagulazione non si normalizza durante la fase di conferma, è necessario controllare altri fattori. Un esame approfondito è indicato per prolungare il tempo tromboplastico parziale attivato senza ovvi motivi e una reazione di Wasserman falso positiva.

Tassi di lupus anticoagulante

Il tasso VA è 0,8-1,2 unità convenzionali. Se il risultato è positivo, viene inoltre indicata la concentrazione di lupus anticoagulante (debole, moderata, significativa).

Risultati del test:

  • debolmente positivo (1,2-1,5 cu), bassa attività VA;
  • moderato (1,5-2 cu), aumento del rischio di trombosi;
  • significativo (da 2 cu), alto rischio di trombosi.

Un test positivo per il lupus anticoagulante non è sufficiente per fare una diagnosi. È necessario condurre un esame generale e una diagnosi differenziale per identificare la vera causa dell'aumento di VA.

Quali malattie possono essere un risultato positivo:

  • sindrome da antifosfolipidi (aumento della coagulazione del sangue causata da anticorpi antifosfolipidi);
  • lupus eritematoso sistemico (danno immunocomplesso al tessuto connettivo e derivati);
  • colite ulcerosa (infiammazione cronica del rivestimento del colon);
  • artrite reumatoide (danno a piccoli vasi);
  • mieloma (cancro delle plasmacellule);
  • tumore.

Un aumento della concentrazione di VA può essere osservato nelle infezioni virali e batteriche. Un risultato falso positivo è possibile con un sovradosaggio di alcuni farmaci. Il lupus coagulante viene rilevato in un terzo dei pazienti che assumono fenotiazina per lungo tempo.

Nel 40% dei pazienti con lupus eritematoso, la VA viene rilevata nel sangue. La presenza di lupus anticoagulante e anticorpi contro la cardiolipina, nonché una tendenza alla trombosi, indicano il rischio di sviluppare una malattia della valvola cardiaca. In questo caso, le lesioni valvolari gravi sono causate dalla loro deformazione da masse trombotiche..

VA nella sindrome da antifosfolipidi

Un eccesso di lupus anticoagulante è un segno distintivo della sindrome da antifosfolipidi. Per confermare la diagnosi, è necessario esaminare ulteriormente gli anticorpi contro i fosfolipidi IgM e IgG, nonché la cardiolipina IgM e IgG. Nell'ambito della diagnosi di sindrome da antifosfolipidi, viene eseguito un test del lupus coagulante in tutti i pazienti con manifestazioni di ipercoagulabilità (trombosi, necrosi cutanea).

Il quadro clinico della sindrome da antifosfolipidi può differire da paziente a paziente. È possibile la comparsa di una rete vascolare, ulcere, aree cutanee morte. In caso di gravi lesioni vascolari, le complicazioni derivano dagli organi corrispondenti (cirrosi, infarto, morbo di Alzheimer).

Disturbi ischemici e VA

Il lupus anticoagulante può essere rilevato nelle persone con disturbi circolatori ischemici nel cervello. Gli anticorpi contro i fosfolipidi si trovano in quasi la metà dei giovani pazienti con disturbi vascolari. Nel 75% di loro, il lupus anticoagulante si trova nel sangue e nel 60% - anticorpi contro la cardiolipina. Entrambi sono presenti nell'analisi nel 50-70% dei pazienti con circolazione irregolare.

I disturbi nutrizionali del cervello, causati dalla presenza di anticorpi nei fosfolipidi nel sangue, sono più spesso rilevati nelle donne in giovane età. I disturbi circolatori si ripresentano spesso, specialmente nelle persone con ictus ischemico.

Trattamento di un lupus anticoagulante elevato

È impossibile agire in modo specifico su VA, è necessario identificare la causa ed eliminarla. Per verificare i risultati, il medico può ordinare un nuovo test alcune settimane dopo il primo test. Ciò elimina la possibilità di errori o fattori temporanei. Se viene rilevato un lupus anticoagulante, è necessario determinare correttamente la causa.

Prima di tutto, dovresti visitare un terapista che ti darà un rinvio per un consulto con un reumatologo. È questo medico che si occupa di patologie autoimmuni del tessuto connettivo. Potresti aver bisogno di ulteriori consigli da un gastroenterologo o un oncologo.

La terapia per malattie di questo tipo si basa su una diminuzione dell'attività del sistema immunitario e una diminuzione dell'aggregazione piastrinica con l'aiuto dei glucocorticoidi. Questi sono ormoni steroidei prodotti naturalmente dalla corteccia surrenale. Sono progettati per trattare infiammazioni, reazioni allergiche e persino shock. I glucocorticoidi, agendo sull'enzima fosfolipasi, possono far fronte ai processi infiammatori nella sindrome da antifosfolipidi.

È necessario assumere farmaci sotto la supervisione di un medico. È impossibile modificare il dosaggio o la frequenza di somministrazione dei corticosteroidi, ciò può causare gravi complicazioni (soppressione critica dell'immunità, progressione di malattie concomitanti, soppressione del sistema endocrino).

Secondo le indicazioni, il medico può aggiungere all'appuntamento citostatici (farmaci antineoplastici). I farmaci antimalarici (idrossiclorochina) vengono utilizzati per ridurre il rischio di trombosi. Tuttavia, devi ricordare che sono pericolosi per le donne in gravidanza e in allattamento..

Se il paziente avverte un disagio generale, viene prescritta la plasmaferesi. La procedura consente di eliminare il plasma sanguigno da un eccesso di anticorpi antifosfolipidi. Pertanto, è possibile eliminare i sintomi per un po 'e migliorare le condizioni del paziente..

La plasmaferesi è la rimozione del plasma contenente tossine e metaboliti. Esistono diversi metodi per eseguire la procedura (hardware, membrana, centrifuga e altri). In un apparato speciale, il sangue è diviso in cellule e plasma. Dopo aver rimosso il plasma, le cellule vengono restituite al flusso sanguigno insieme alle soluzioni sostitutive del plasma per ripristinare il volume del sangue. La plasmaferesi richiede 1,5-2 ore, quindi questo non è il metodo di trattamento più conveniente.

Per migliorare la microcircolazione negli organi interni, viene eseguita la terapia di disintossicazione. A tutti i pazienti viene mostrata l'infusione endovenosa di soluzioni isotoniche, ma solo in piccole quantità. Aiuta a fluidificare il sangue e ridurre il rischio di trombosi.

Lupus anticoagulant in gravidanza

Poiché un livello elevato di lupus anticoagulante indica una malattia grave, un medico competente consiglierà alla paziente di posticipare la gravidanza. A volte, per un concepimento sicuro, è sufficiente ridurre il livello di VA, ma se viene rilevata una malattia autoimmune, la gravidanza potrebbe non essere possibile.

La coagulazione del sangue durante la gravidanza può essere aumentata per proteggere da un sanguinamento eccessivo durante il parto. Questo deve essere preso in considerazione nel coagulogramma. Un aumento significativo della concentrazione di lupus anticoagulante nel sangue di una paziente incinta può indicare patologie gravi. Le malattie sistemiche sono pericolose perché possono influenzare negativamente il processo di gestazione e le condizioni del feto stesso.

Le manifestazioni deboli di tali malattie includono gonfiore delle gambe, preeclampsia, presenza di proteine ​​nelle urine e aumento della pressione sanguigna. Nei casi più gravi, una donna incinta sviluppa una trombosi venosa della placenta, che causa parto prematuro e morte fetale. Per evitare queste complicazioni, è necessario ridurre il livello di VA prima della gravidanza..

La sindrome da antifosfolipidi si riscontra nel 30-40% dei casi di mancata respirazione nelle donne. In tali pazienti, l'incidenza di complicanze durante la gestazione e il parto raggiunge l'80%. Senza un trattamento adeguato, la morte fetale si verifica nel 90% dei casi.

Le donne incinte non dovrebbero essere trattate con un regime di trattamento standard. In questo caso vengono prescritte piccole dosi di eparina. Le donne incinte con VA aumentata sono identificate come un gruppo a rischio e richiedono un'attenzione particolare.

La determinazione del lupus anticoagulante aiuta a valutare il lavoro del sistema di coagulazione del sangue. Il test non rivela la causa esatta del disturbo, ma aiuta a sospettare la presenza di una malattia sistemica. Pertanto, se viene rilevata VA nel sangue al di sopra del normale, è necessario sottoporsi a un esame dettagliato e trattare la causa. La gravidanza con livelli elevati di lupus anticoagulante può essere pericolosa sia per la madre che per il bambino.

Lupus anticoagulant nella pianificazione della gravidanza: dovrebbe essere testato?

Prima del concepimento, si raccomanda a tutti i genitori di sottoporsi a un esame completo al fine di identificare le violazioni in tempo ed eseguire la correzione. Succede che come parte di un esame di pianificazione della gravidanza, nel sangue si trovi un lupus anticoagulante. Cosa fare e come pianificare una gravidanza in questo caso?

Cos'è un lupus anticoagulante?

Il lupus anticoagulant (BA) è un gruppo di anticorpi che il sistema immunitario dell'organismo produce contro le proprie cellule (un processo autoimmune), ovvero contro i fosfolipidi che compongono le membrane dello strato interno dei vasi sanguigni e delle piastrine.

Da qui il nome APS - sindrome da antifosfolipidi, quando molti anticorpi vengono sintetizzati e fatti circolare nel flusso sanguigno - VA, anticorpi contro la cardiolipina, anticorpi contro la beta-2-glicoproteina e altri.

VA viene rilevato non solo nel lupus eritematoso sistemico, quando il termine è apparso per la prima volta, ma anche come risultato di processi autoimmuni dopo malattie infettive, infezione da HIV e malattie oncologiche.

Di conseguenza, c'è uno squilibrio tra i sistemi di coagulazione e anticoagulante, che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue, più spesso trombosi venosa profonda delle gambe. Durante la gravidanza, questo porta a una ridotta circolazione sanguigna nella placenta e al rigetto fetale..

Spesso c'è una violazione della circolazione cerebrale, mentre l'ictus nelle donne si sviluppa più spesso che negli uomini, che più spesso sviluppano infarto del miocardio.

Analisi per il lupus anticoagulante: a chi è indicato?

La cosa più importante è la prevenzione. Pertanto, si raccomanda alle donne a rischio di sottoporsi a un esame completo prima della gravidanza successiva. Ciò consente di identificare la causa e condurre un trattamento appropriato, prevenendo così le successive complicazioni..

Quando raccogli l'anamnesi, presta attenzione ai seguenti dati:

  • primipare più vecchie;
  • se ci sono stati tre o più aborti spontanei prima delle 10 settimane di gravidanza, ma non associati ad altre cause di aborto spontaneo (genetiche, anatomiche o ormonali);
  • una o più morti fetali inspiegabili dopo 10 settimane di gravidanza;
  • uno o più parto pretermine con un feto morfologicamente normale prima della 34a settimana di gestazione, quando la causa era una grave insufficienza placentare e una grave preeclampsia;
  • nelle gravidanze precedenti, la crescita e lo sviluppo fetale erano ritardati;
  • se una donna ha una patologia di natura autoimmune;
  • se c'è stato uno o più episodi di trombosi in diverse zone del corpo, ma senza un processo infiammatorio, che dovrebbe essere confermato da Doppler e esame istologico.

In questo caso, è possibile identificare i segni clinici della sindrome da antifosfolipidi (APS):

  • cianosi di alcune aree della pelle, ulcere croniche delle gambe, eruzione cutanea petecchiale;
  • possono esserci fenomeni dal sistema nervoso (emicrania, epilessia, corea);
  • infiammazione delle membrane del cuore (endocardite, pericardite);
  • funzione renale compromessa con la comparsa nelle urine di una maggiore quantità di proteine ​​e cilindri.

Procedura per eseguire un'analisi per il lupus anticoagulante

Per escludere un risultato errato dovuto a una preparazione impropria per l'analisi, è necessario seguire i consigli:

  • Prima dell'analisi stessa, escludere lo stress emotivo e fisico, il fumo.
  • Non sottoporsi ad altri esami: ultrasuoni, raggi X, procedure di fisioterapia.
  • Il sangue viene donato al mattino a stomaco vuoto, mentre l'ultimo pasto dovrebbe essere la sera prima, durante questo periodo si può bere acqua non gassata.
  • Non consumare bevande alcoliche, cibi grassi o piccanti il ​​giorno prima del test.

Importante! Se stai assumendo anticoagulanti, devi interrompere l'assunzione di farmaci (eparina 2-3 giorni, i derivati ​​cumarinici sono migliori 2 settimane prima dello studio).

Lupus anticoagulant: la norma quando si pianifica una gravidanza

Normalmente, VA, come altri anticorpi, non dovrebbe essere rilevato nel sangue. La tabella seguente mostra gli indicatori del lupus anticoagulante in condizioni normali e con un aumento:

Lupus anticoagulante debole o positivo in gravidanza: rischi per il feto e la madre, trattamento e prevenzione

Che cos'è un lupus anticoagulante, qual è il suo pericolo. Superamento della norma durante la gravidanza, metodi di prevenzione e trattamento, come diagnosticare il lupus anticoagulante.

  1. Rischio di gravidanza - Anticoagulante Wonchan
  2. Cos'è
  3. Lupus anticoagulant: screening
  4. Norme di presenza nel sangue
  5. Deviazioni
  6. Aumento
  7. Declino
  8. Debole risultato positivo
  9. Fattori di rischio per una donna incinta
  10. Trattamento
  11. Prevenzione
  12. Video utile

Rischio di gravidanza - Anticoagulante Wonchan

Un indicatore come il lupus anticoagulante è completamente assente nel sangue di una persona sana..

Anche una piccola manifestazione di esso indica una scarsa coagulazione del sangue, rispettivamente, compaiono coaguli di sangue, che impediscono il suo normale movimento attraverso il corpo.

Il lupus anticoagulante nel sangue di una donna incinta rappresenta un serio pericolo per lo sviluppo intrauterino del bambino e può anche causare un aborto spontaneo involontario.

Cos'è

È un complesso di anticorpi che prevengono:

  1. Normale coagulazione del sangue.
  2. Formazione di fosfolipidi dipendenti dalla coagulazione.

La presenza o l'assenza di un anticoagulante nel sangue è determinata dai risultati del sangue. Un risultato positivo indica un alto rischio di coaguli di sangue e scarsa coagulazione del sangue..

Con le interruzioni autoimmuni nel corpo, la quantità di coagulanti del lupus aumenta, il che porta alla distruzione delle cellule sane. La causa più comune di tali fallimenti sono le malattie infettive. L'immunità inizia a funzionare contro il corpo umano, compaiono antigeni fosfolipidici, che aumentano la quantità di anticoagulanti. Ciò porta a un blocco del normale funzionamento dei fosfolipidi e altera il processo di coagulazione del sangue..

Lupus anticoagulant: screening

Lo screening per questo tipo di anticorpo viene effettuato nei seguenti casi:

  • la comparsa di primi segni di trombosi, disturbi del flusso sanguigno nel cervello e ictus ischemico;
  • una diminuzione delle piastrine nel midollo osseo;
  • con aborti frequenti, nascite di un bambino fermo, morte intrauterina, le cui cause non sono state stabilite;
  • con malattie dei tessuti connettivi;
  • E così via.

Se la norma di tale analisi viene superata, significa che la donna incinta ha il rischio di non portare un bambino..

Norme di presenza nel sangue

Se il risultato del test è positivo, c'è una predisposizione a coaguli di sangue eccessivi. La norma del suo contenuto nel sangue è di 31-44 secondi o 0,8-1,2 unità convenzionali.

Deviazioni

L'analisi per il lupus anticoagulante con un indicatore di 1,2-1,5 è considerata debolmente positiva, superiore a 1,5, aumentata con il rischio di coaguli di sangue. Un indicatore di più di 2 unità convenzionali indica un alto rischio di sviluppare coaguli di sangue.

Aumento

Un aumento del lupus anticoagulante è considerato superiore a 1,2 unità convenzionali. Un risultato positivo è determinato nei seguenti casi:

  1. Lupus eritematoso, artrite e altre malattie autoimmuni.
  2. Tumori di natura maligna.
  3. Sindrome da antifosfolipidi (primaria o secondaria).
  4. HIV, AIDS o epatite.
  5. Trombosi.
  6. Colite ulcerosa.

In questi casi, per la donna incinta sono prescritti i seguenti tipi di esame:

  1. Test per gli anticorpi alla cardiolipina.
  2. Controllo del coagulogramma. Durante la gravidanza, il fibrinogeno aumenta, il che porta ad un APTT ridotto. Con lo sviluppo della patologia, tutti gli APTT, al contrario, vengono allungati.
  3. Nel secondo semestre di gravidanza vengono esaminati i reni e il fegato. In questo caso, viene determinato l'indicatore di creatinina, urea, colesterolo. Esami frequenti della cervice.
  4. Dal secondo trimestre di gravidanza viene eseguita mensilmente un'ecografia per monitorare il tasso di crescita del bambino e il suo sviluppo.
  5. Viene eseguita la dopplerometria, che valuta le condizioni del feto, i rischi esistenti e viene eseguita anche la diagnostica di possibili violazioni.
  6. Consultazione di genetisti ed ematologi.

È molto importante controllare il battito cardiaco del bambino, poiché esiste il rischio di distacco della placenta e ipossia fetale. Dopo il parto, può svilupparsi tromboembolia, quindi le condizioni della donna vengono monitorate per altre due o tre settimane.

Declino

Una diminuzione del lupus anticoagulante nel sangue indica la sua assenza.

Allo stesso tempo, la sindrome da antifosfolipidi e altre patologie immunitarie sono assenti..

Tale risultato dell'analisi durante la gravidanza indica il corso corretto della gravidanza e il suo completamento positivo..

Debole risultato positivo

Un risultato del test debolmente positivo è il risultato di unità convenzionali nel sangue comprese tra 1,2 e 1,5. Ciò indica la presenza di un anticoagulante lupus nel sangue, ma la sua bassa attività.

Fattori di rischio per una donna incinta

I fattori di rischio includono le donne:

  • soffre di trombosi venosa e arteriosa;
  • con sindrome da antifosfolipidi;
  • con funzione cerebrale compromessa;
  • con malattie cardiovascolari;
  • ripetutamente aborti spontanei, morte fetale intrauterina, distacco di placenta, ecc.
  • con un numero insufficiente di piastrine nel sangue;
  • con un colore della pelle bluastro;
  • soffre di anemia emolitica;

Questo gruppo include donne che:

  1. avere una reazione positiva di Wasserman;
  2. è stato sottoposto a terapia ormonale sostitutiva;
  3. prendere contraccettivi orali;
  4. hanno marcatori APS negativi.

Se il test per il lupus anticoagulante è positivo, viene ripetuto dopo tre mesi per confermarlo o smentirlo.

Trattamento

Se il lupus anticoagulante nel sangue di una donna incinta è elevato, significa che c'è un processo infiammatorio, quindi, prima di iniziare il trattamento, è necessario determinare le cause della patologia e aumentare l'immunità. Il trattamento prevede una serie di azioni terapeutiche:

  1. Vengono prescritti eparina, warfarin e aspirina. Hanno lo scopo di ridurre la sindrome da antifosfatidi.
  2. Glucosteroidi per processi autoimmuni e patologie reumatiche.
  3. Plasmaferesi, che riduce l'eccesso di anticorpi.

Il trattamento è piuttosto lungo, circa 3 mesi o più. Il paziente viene periodicamente esaminato e viene eseguito un esame del sangue per controllare il lupus anticoagulante.

Prevenzione

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario condurre uno stile di vita sano, consumare grandi quantità di vitamine e minerali e mangiare correttamente. La vitamina K contribuisce alla formazione di coaguli di sangue, pertanto il consumo di cibo con il suo contenuto dovrebbe essere limitato. Pertanto, è necessario escludere dalla dieta verdure, albicocche secche, patate, ecc. Per migliorare la circolazione sanguigna, si consiglia di fare nuoto, yoga, fitness e altre attività leggere..

Il lupus anticoagulante è un serio rischio per una donna incinta e il suo bambino. Un grave eccesso della sua norma nel sangue può causare aborto spontaneo, natimortalità e altre gravi conseguenze per una donna. Se viene trovato, dovresti iniziare immediatamente il trattamento e, dopo di esso, seguire tutte le raccomandazioni del medico e seguire le misure preventive.

Cos'è un lupus anticoagulant e il suo valore diagnostico

Il lupus anticoagulante è un gruppo di anticorpi che il sistema immunitario del corpo produce contro i fosfolipidi (più spesso caricati negativamente, meno spesso neutri) - grassi complessi che si trovano nelle membrane cellulari. VA appartiene alle immunoglobuline G. È stata scoperta per la prima volta in un paziente con lupus eritematoso sistemico, motivo per cui ha preso il nome.

Il medico può sospettare la presenza di un anticoagulante lupus nel sangue a causa dell'APTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), il tempo di formazione del coagulo dopo l'aggiunta del reagente. Il fatto è che VA neutralizza i complessi fosfolipide-proteina e fosfolipidi che prendono parte al processo di coagulazione del sangue, a questo proposito, il tempo di coagulazione si allunga.

Nonostante il tempo di coagulazione prolungato, la presenza di VA nel sangue indica una tendenza alla trombosi, il cui meccanismo non è completamente compreso. Pertanto, l'AV è un indicatore importante del rischio di formazione di trombi, specialmente nei pazienti con malattie autoimmuni sistemiche (lupus eritematoso, sindrome da antifosfolipidi e altri). Inoltre, se la VA nel sangue di una donna incinta è aumentata, ciò indica la probabilità di aborto spontaneo. Il test del lupus coagulante è una parte obbligatoria della diagnosi di sindrome da antifosfolipidi (APS).

Cos'è un lupus anticoagulante

Lupus anticoagulante

- Si tratta di speciali anticorpi prodotti dal sistema immunitario contro i fosfolipidi (grassi complessi presenti nelle membrane cellulari). Questo è anche il nome di uno dei tipi di esami del sangue per rilevare la sindrome da antifosfolipidi.

Non prestare attenzione al fatto che gli anticorpi vengono definiti "anticoagulanti", la malattia aumenta notevolmente il rischio di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, che portano ad attacchi di cuore, embolia polmonare e persino aborti involontari dentro e fuori. Il meccanismo d'azione di questi anticorpi è che neutralizzano singoli fosfolipidi caricati negativamente e complessi di fosfolipidi con proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue.

Di conseguenza, il tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT) viene allungato.

Il meccanismo d'azione di questi anticorpi è che neutralizzano singoli fosfolipidi caricati negativamente e complessi di fosfolipidi con proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue. Di conseguenza, il tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT) viene allungato.

Se il livello di lupus anticoagulante è troppo alto nel sangue, viene fissato sulle pareti dei vasi sanguigni e attiva la reazione di coagulazione del sangue, che è l'inizio della trombosi.

In generale, un eccesso degli anticorpi di cui sopra si manifesta in modi diversi nel corpo. Possono comparire rete vascolare sulla lingua e varie ulcere, oltre a necrosi in alcune zone della pelle delle dita.

Se il danno alle navi risulta essere significativo, il danno all'organo corrispondente sarà grande.

Importante! Con gravi danni agli organi, la sindrome può causare alcune malattie croniche. Ad esempio, morbo di Alzheimer.. Nei seguenti casi dovrebbe essere eseguita un'analisi per determinare il lupus anticoagulante:

Un'analisi per determinare il lupus anticoagulante deve essere eseguita nei seguenti casi:

  • afflusso di sangue alterato transitorio al cervello o ictus ischemico fino a 45 anni di età;
  • una diminuzione del numero di piastrine nel sangue alla pari dei casi di trombosi;
  • test per la presenza di malattie autoimmuni;
  • tromboembolia;
  • l'aspetto della cosiddetta "pelle marmorizzata";
  • a.

Il quadro clinico del lupus eritematoso sistemico

Con il lupus eritematoso, il tessuto connettivo, la pelle e l'epitelio sono colpiti. Un importante segno diagnostico è la lesione simmetrica delle grandi articolazioni e, se si verifica la deformità delle articolazioni, è dovuta al coinvolgimento di legamenti e tendini e non a lesioni di natura erosiva. Si osservano mialgia, pleurite, polmonite.

Ma i sintomi più eclatanti del lupus eritematoso si notano sulla pelle ed è da queste manifestazioni che viene fatta la prima diagnosi.

Nelle fasi iniziali della malattia, il lupus eritematoso è caratterizzato da un decorso continuo con remissioni periodiche, ma quasi sempre diventa sistemico. Più spesso, c'è una dermatite eritematosa sul viso come una farfalla - eritema sulle guance, sugli zigomi e sempre sul retro del naso. Appare l'ipersensibilità alla radiazione solare: le fotodermatosi sono generalmente di forma rotonda, sono di natura multipla. Con il lupus eritematoso, una caratteristica della fotodermatosi è la presenza di una corolla iperemica, un sito di atrofia al centro e depigmentazione dell'area interessata. Le squame squamose che coprono la superficie dell'eritema aderiscono strettamente alla pelle e i tentativi di separarle sono molto dolorosi. Nella fase di atrofia della pelle colpita, si osserva la formazione di una superficie liscia e delicata bianco-alabastro, che sostituisce gradualmente le aree eritematose, partendo dal centro e spostandosi verso la periferia.

In alcuni pazienti con lupus eritematoso, le lesioni si estendono al cuoio capelluto, causando alopecia totale o parziale. Se le lesioni interessano il bordo rosso delle labbra e la mucosa della bocca, allora le lesioni sono placche dense rosso cianotico, a volte con squame di pitiriasi in cima, i loro contorni hanno confini chiari, le placche sono soggette a ulcerazioni e causano dolore mentre si mangia.

Il lupus eritematoso ha un andamento stagionale e nei periodi autunno-estivi la condizione della pelle si deteriora bruscamente a causa dell'esposizione più intensa alla luce solare.

Con il decorso subacuto del lupus eritematoso, si osservano focolai simili alla psoriasi in tutto il corpo, le teleangectasie sono pronunciate, il liveio reticolare appare sulla pelle degli arti inferiori (modello ad albero). Alopecia areata o generalizzata, orticaria e prurito si verificano in tutti i pazienti con lupus eritematoso sistemico.

In tutti gli organi in cui è presente il tessuto connettivo, i cambiamenti patologici iniziano nel tempo. Con il lupus eritematoso, tutte le membrane del cuore, della pelvi renale, del tratto gastrointestinale e del sistema nervoso centrale sono colpite..

Se, oltre alle manifestazioni cutanee, i pazienti soffrono di mal di testa ricorrenti, dolori articolari senza riguardo a traumi e condizioni meteorologiche, si osservano violazioni del cuore e dei reni, allora sulla base di un sondaggio si possono assumere disturbi più profondi e sistemici ed esaminare il paziente per la presenza di lupus eritematoso. Un brusco cambiamento di umore da uno stato euforico a uno stato di aggressività è anche una manifestazione caratteristica del lupus eritematoso..

Nei pazienti anziani con lupus eritematoso, le manifestazioni cutanee, le sindromi renali e artralgiche sono meno pronunciate, ma la sindrome di Sjogren è più spesso osservata - questa è una lesione autoimmune del tessuto connettivo, manifestata da iposecrezione delle ghiandole salivari, occhi asciutti e acuti, fotofobia.

I bambini con una forma neonatale di lupus eritematoso, nati da madri malate, già nell'infanzia hanno eruzione cutanea eritematosa e anemia, pertanto, deve essere effettuata una diagnosi differenziale con dermatite atopica.

Lupus anticoagulant quanto è pericoloso

Il sistema di coagulazione del sangue può essere influenzato da molti indicatori, che sono determinati da un esame del sangue biochimico e da uno studio del coagulogramma, ma in ogni caso, va ricordato che tutti gli indicatori dovrebbero essere valutati da un medico e fare affidamento solo su una valutazione di un indicatore e sui risultati di uno studio completo. In alcuni casi, per valutare il sistema di coagulazione e anticoagulante del sangue, è necessario eseguire test immunologici, ad esempio donare sangue per anticorpi a cardiolipina e lupus anticoagulante.

Cos'è un lupus anticoagulante e la sua importanza nel corpo umano

In condizioni normali, i sistemi di coagulazione e anticoagulazione del sangue sono in equilibrio - per questo motivo, la fluidità del sangue nei vasi sanguigni viene mantenuta in assenza di danni e la formazione di un coagulo di sangue in caso di lesioni e ferite di qualsiasi localizzazione. Di conseguenza, con un aumento della concentrazione di alcune sostanze nel siero del sangue, dovrebbe verificarsi anche un aumento compensatorio in altre - solo in questo caso è possibile prevenire la trombosi. Ma il corpo umano può compensare questi cambiamenti solo fino a un certo limite, dopo di che arriva il momento in cui anche una tendenza alla trombosi può causare sanguinamento: i fattori responsabili della coagulazione del sangue semplicemente non rimarranno nel siero. È alle sostanze che possono causare disturbi della coagulazione che appartiene il lupus anticoagulante, una speciale sostanza proteica che appartiene alle immunoglobuline umane.

Questi anticorpi, così come gli anticorpi alle cardiolipine e ai fosfolipidi in generale, sono prodotti nelle cellule del sistema immunitario e molto spesso queste sostanze nel sangue si trovano in pazienti con varie malattie autoimmuni. Ma il problema è anche che il lupus anticoagulante, positivo durante la gravidanza, può causare lo sviluppo di varie complicazioni sia dalla donna incinta che dal feto. Dovrebbe essere chiaro che il rilevamento di un lupus anticoagulante in assenza di anticorpi contro diversi DNA del corpo del paziente, fosfolipidi, cardiolipina parla solo della possibilità di questi effetti collaterali e della necessità di una costante supervisione medica del paziente.

Va ricordato che il lupus anticoagulante, il cui tasso con siero sanguigno varia da 0,8 a 1,2 unità convenzionali, non è un indicatore sufficientemente affidabile. Pertanto, se viene rilevato un livello elevato o anche un risultato di studio dubbio, è necessario eseguire un coagulogramma complesso con la determinazione obbligatoria del D-dimero, del tempo di coagulazione (APTT) e possibilmente di un gran numero di indicatori di ricerca - sia la prognosi che la tattica del possibile trattamento del paziente dipendono da questo..

Lupus anticoagulant - quando è necessario il test

Gli esami del sangue immediati per il lupus anticoagulante potrebbero non essere richiesti solo per le donne in gravidanza. Questa analisi è prescritta ed eseguita in pazienti che, prima dei 40 anni, presentano trombosi arteriosa e venosa di qualsiasi localizzazione, tromboembolia, ictus emorragico o ischemico improvviso senza la presenza di quelle malattie in cui può svilupparsi accidente cerebrovascolare (ipertensione arteriosa, cardiosclerosi aterosclerotica). Le giovani donne che hanno avuto casi di morte fetale improvvisa in qualsiasi fase della gravidanza in assenza di malattie genetiche e infezioni intrauterine meritano un'attenzione particolare. Solo con il monitoraggio costante degli indicatori di coagulogramma, lupus coagulum, anticorpi ai fosfolipidi e cardiolipina può essere selezionato un trattamento efficace - solo in questo caso è possibile prevenire la progressione dei disturbi della coagulazione.

Alzare la norma

Il lupus anticoagulante può aumentare il tasso a causa del corso del trattamento con farmaci. Possibili diagnosi con esito positivo del test: APS, LES, colite ulcerosa, artrite reumatoide, mieloma multiplo, tumori.

In quasi il 40% dei pazienti con lupus eritematoso e nel 32% dei pazienti che usano fenotiazina da molto tempo, il lupus anticoagulante si trova nel sangue. Non è raro che le persone con reazioni Wasserman false positive abbiano un VA positivo.

VA eccedente la norma è un segno caratteristico di APS. Ma per stabilire la conclusione "sindrome da antifosfolipidi" questo non è sufficiente. In questo caso vengono eseguiti ulteriori test per la reazione degli anticorpi alla cardiolipina IgM, IgG e ai fosfolipidi IgM, IgG.

In circa il 70% dei pazienti con APS, nel sangue si trovano anticorpi contro VA e cardiolipina.

Per diagnosticare la APS (sindrome antifosforica), l'analisi del sangue per la presenza di lupus coagulante in essa viene eseguita in tutti i pazienti affetti da trombosi, necrosi cutanea e altra ipercoagulabilità, anche con APV normale.

Cos'è un lupus anticoagulante

La presenza di lupus anticoagulante (VA) nel sangue è una delle cause di aborto spontaneo ricorrente (aborto spontaneo). Ci sono molte ragioni per l'aborto spontaneo:

  • genetico, con lo sviluppo di anomalie cromosomiche;
  • endocrino (insufficienza della funzione del corpo luteo delle ovaie, disturbi della tiroide, diabete mellito);
  • anatomico (malformazioni congenite dell'utero o difetti acquisiti, insufficienza cervicale);
  • contagioso;
  • motivo poco chiaro;
  • immunologico.

Questi ultimi sono suddivisi in malattie alloimmuni e autoimmuni. Con alloimmune, il sistema immunitario del corpo femminile combatte contro gli antigeni dell'embrione ricevuti dal padre.

Se il sistema immunitario è aggressivo nei confronti dei tessuti del corpo, cioè percepisce i propri antigeni come estranei, allora stiamo parlando di disturbi autoimmuni. Di conseguenza, si verifica un danno al corpo della madre e il feto soffre una seconda volta.

Con un processo autoimmune, i seguenti autoanticorpi si trovano nel siero del sangue:

  • antitiroide;
  • antinucleare;
  • antifosfolipidi, quando si sviluppa la sindrome da antifosfolipidi (APS). Esistono diversi tipi di sindrome, una delle cui manifestazioni è la presenza di VA nel sangue.

Cause della malattia

Il lupus anticoagulante è molto pericoloso quando si pianifica una gravidanza.


Per eliminare completamente la malattia, sarà necessario sottoporsi a un lungo ciclo di trattamento. Se non ci sono indicatori precisi nell'anamnesi, diventa impossibile prevenire una ricaduta della malattia..

Le terapie tradizionali aiutano ad alleviare le vene ostruite.

Tutti i farmaci per la trombosi hanno superato numerosi studi clinici.

INFORMAZIONI UTILI: Documenti per i pazienti del dipartimento di salute riproduttiva st. Anton Valek, 12

La scelta di uno di essi dipende direttamente dalle caratteristiche individuali del corpo umano. Solo un medico può sceglierli correttamente..

I medici dicono che è impossibile sbarazzarsi della malattia con l'aiuto di pillole glucocorticoidi e citotossiche. È necessario dirigere tutti gli sforzi per eliminare la causa originale, che contribuisce a un forte aumento dell'anticoagulante. Questo quadro clinico è pericoloso e porta alla formazione di un gran numero di nuovi coaguli di sangue. Gli anticoagulanti, ad esempio il warfarin, hanno un effetto efficace. Si osserva una dinamica positiva in caso di uso regolare di una piccola dose di acido acetilsalicilico.

L'intero ciclo di trattamento richiede solitamente un anno. Se le pillole vengono prese per la profilassi, saranno sufficienti un paio di mesi. I medici raccomandano spesso che i loro pazienti con questo disturbo assumano farmaci anticoagulanti per il resto della loro vita. Grazie a ciò, è possibile ridurre significativamente il rischio di coaguli di sangue ricorrenti..

Importante! Per prevenire la malattia, l'influenza di fattori negativi esterni dovrebbe essere ridotta al minimo. Se le donne non hanno ulteriori segni di trombosi, il medico dovrebbe essere estremamente attento quando sceglie un corso di terapia

Di norma, è prescritta la somministrazione di acido acetilsalicilico. Inoltre, viene prescritta l'aspirina-cardio. Questo farmaco ha diversi vantaggi rispetto all'acido

Se le donne non hanno ulteriori segni di trombosi, il medico dovrebbe essere estremamente attento quando sceglie un corso di terapia. Di norma, è prescritta la somministrazione di acido acetilsalicilico. Inoltre, viene prescritta l'aspirina-cardio

. Questo farmaco ha diversi vantaggi rispetto all'acido.


Abbastanza spesso, è impossibile fare a meno di assumere farmaci anticoagulanti. Solo in questo caso sarà possibile ridurre il rischio di progressione della malattia..
Se il paziente rileva segni di trombosi, il medico prescrive un ciclo di trattamento sotto controllo medico.

Vengono prescritti warfarin e fenilina, che sono più efficaci nella lotta contro questo disturbo..

Tuttavia, i farmaci possono danneggiare la salute del paziente, specialmente se si confrontano il loro effetto con l'acido acetilsalicilico.

Aumento del rischio e del potenziale di coaguli di sangue nelle piccole vene.

La malattia è grave, quindi se hai sintomi

devi immediatamente cercare assistenza medica. La diagnosi tempestiva è una garanzia di trattamento rapido ed efficace, in base ai risultati del test, il medico selezionerà il rimedio appropriato.

Meccanismo d'azione del lupus anticoagulante nel sangue

Una sostanza specifica è rappresentativa delle proteine ​​immunoglobuliniche G. Esse hanno un effetto mirato, scegliendo come target i fosfolipidi della membrana cellulare. Questi frammenti strutturali della cellula cessano di funzionare normalmente, per cui è difficile per la protrombina convertirsi in trombina, pertanto la coagulazione del sangue aumenta in modo significativo. Tali conteggi ematici rendono i vasi sanguigni del corpo umano inclini a ostruirsi con coaguli di sangue..

Normalmente non è presente il lupus anticoagulante nel sangue, mentre la specificità del sangue, in cui è presente tale proteina, è determinata dal prolungato periodo di coagulazione. Tenendo conto del funzionamento attivo del corpo, l'effetto risulta essere l'opposto: il rischio di formazione di trombi in tutti gli organi e tessuti aumenta in modo significativo.

Sintomi

I segni di alto lupus anticoagulante nel sangue di ogni persona si manifestano in modo diverso, a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo..

Molto spesso, i pazienti si lamentano della presenza di tali deviazioni:

  • l'aspetto delle vene dei ragni (i capillari possono apparire su qualsiasi parte del corpo, fino al viso);
  • la comparsa di piccole ulcere sull'epidermide;
  • morte del tessuto a portata di mano;
  • danno alle valvole cardiache (deformazione, stiramento);
  • cirrosi epatica (si sviluppa solo se i vasi sono colpiti per oltre il 50%);
  • Morbo di Alzheimer (compare anche in forme gravi di patologia).

Come mostra la pratica medica, nelle donne la manifestazione dei sintomi è più pronunciata, mentre i segni possono essere avvertiti già in giovane età..

Lupus anticoagulante. Le ragioni dell'aumento del suo livello nel sangue, l'analisi e i suoi risultati

Lo stato del sistema di coagulazione del sangue, i suoi componenti, trasmettendo la loro attività in tutto il corpo, consente di stabilire una serie speciale di test chiamata coagulogramma. Uno dei suoi indicatori è un anticoagulante lupus. È stato isolato per la prima volta dal sangue di pazienti con lupus eritematoso sistemico, da cui il nome. Questo indice del coagulogramma appartiene alle immunoglobuline della classe IgG, un gruppo di anticorpi prodotti per neutralizzare gli effetti dei fosfolipidi.

Sindrome da antifosfolipidi

Il lupus anticoagulante aiuta a sopprimere la reazione nel sangue della conversione della protrombina in trombina. Questi anticorpi si formano nel corpo a seguito della formazione di processi autoimmuni dopo eventuali effetti infettivi. Più spesso è uno dei principali segni di APS (sindrome da antifosfolipidi). Un aumento della quantità di anticoagulanti nel sangue umano è percepito come un fattore di rischio, indicando una predisposizione del corpo alla trombosi venosa e arteriosa, una manifestazione di un processo autoimmune. Il lupus anticoagulante influenza gli indicatori dell'emostasi, poiché i fosfolipidi sono coinvolti nella loro formazione. Il meccanismo della sua azione è neutralizzare i fosfolipidi, che hanno una carica negativa, nonché i loro complessi con le proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue.

La caratteristica principale di APS

La sindrome da antifosfolipidi può manifestarsi in modi completamente diversi, a seconda del grado di danno vascolare, delle dimensioni del trombo, della sua posizione e della velocità di occlusione vascolare.

Il sintomo principale della APS è una lesione vascolare della pelle come il livedo reticularis. È espresso da macchie reticolari bluastre-viola, spesso localizzate sulla pelle degli arti, a volte sul petto. Il loro aspetto è causato dal ristagno di sangue nelle venule, nelle superfici dei capillari, nella microtrombosi. Con questa patologia, sono anche caratteristici una sensazione di dolore, schiocco di freddo, cambiamenti nella sensibilità della pelle. La malattia può essere complicata dall'edema e nelle aree colpite possono formarsi anche piccoli focolai di ulcerazione..

Livelli elevati di anticoagulanti

Aumentando di numero e colpendo i vasi sanguigni, il lupus anticoagulante favorisce l'occlusione vascolare, provocando tromboembolia polmonare, infarto miocardico e lo sviluppo di malattie autoimmuni. Il suo livello aumentato può essere un segno di lupus eritematoso sistemico, accidente cerebrovascolare ischemico, AIDS.

Le ragioni per lo sviluppo della patologia

I fattori causali per la comparsa del lupus anticoagulante includono malattie autoimmuni come artrite reumatoide, mieloma multiplo, lupus eritematoso sistemico, colite ulcerosa e tumori maligni. Compresi questi includono il sidro antifosfolipidico secondario e le complicazioni causate dalla terapia farmacologica o dall'assunzione di determinati farmaci.

Test del lupus anticoagulante

Le indicazioni per lo studio sono patologie come vene varicose sulla pelle, trombosi venosa e arteriosa indipendentemente dalla localizzazione, tromboembolia, aborto persistente, trombocitopenia, reazione falsa positiva di Wasserman, allungamento dell'APTT senza una buona ragione, livedo reticularis e altri. Il materiale per l'analisi è il plasma sanguigno. I suoi risultati sono formulati sotto forma di giudizi relativi come positivi (significativi, moderati, deboli) o negativi.

Lupus anticoagulante durante la gravidanza

Un aumento dell'anticoagulante del sangue durante la gravidanza può causare trombosi dei vasi placentari. Questa condizione può portare a parto prematuro, morte fetale intrauterina. Se c'è una minaccia di aborto spontaneo, un test del lupus anticoagulante viene eseguito due volte con un intervallo di 6 o 8 settimane. Un risultato positivo (in entrambi i casi), insieme a manifestazioni come trombosi di arterie, vene, vasi retinici, ictus, infarto e altri, conferma la presenza della sindrome da antifosfolipidi in una donna.

Ma vale la pena notare che la presenza di un gruppo di anticorpi nel sangue può essere spiegata da una serie di fattori. È impossibile fare una diagnosi solo sulla base della presenza di un lupus anticoagulante nel sangue. La sua velocità è mantenuta nel parametro 0,8-1,2 unità convenzionali. Le deviazioni dovrebbero servire solo come scusa per una visita medica più approfondita..

INFORMAZIONI UTILI: Uscita da un climax artificiale dopo un protocollo criogenico IVF non riuscito sul blocco di Decapeptyl 3.75

Indicazioni

  • Ictus ischemico, tromboembolia, patologia nell'emodinamica cerebrale, trombosi venosa e arteriosa non correlata all'età.
  • Prematurità ricorrente: aborti spontanei, morte intrauterina, nascita di un bambino inanimato.
  • Pelle di marmo.
  • APTT aumentato.
  • La reazione falsa positiva di Wasserman.
  • Durante la pianificazione della gravidanza.
  • Trombocitopenia (mancanza di piastrine).
  • Alla vigilia di un corso di anticoagulanti indiretti.

Trattamento

La durata della terapia è, in media, di 3 mesi. Dopo aver completato il corso del trattamento, è necessario superare i test di controllo. Se la terapia ha successo, viene interrotta. Affinché il trattamento sia efficace, il paziente dovrà abbandonare lo stile di vita e lo stile di vita esistenti. Prima di tutto, devi smettere di fumare, cibi grassi, dovresti consumare più liquidi.

Il trattamento include un ciclo di farmaci. Il trattamento deve essere prescritto solo dal medico curante dopo l'esame. Non auto-medicare!

La terapia anticoagulante è prescritta:

  1. Se è stata diagnosticata la APS, verranno prescritti eparina, warfarin e aspirina.
  2. Se vengono rilevate malattie reumatoidi, verranno prescritti desametasone e prednisolone.
  3. Inoltre, il sangue viene purificato mediante plasmaferesi.

Se sei in sovrappeso, devi risolvere questo problema

Dovresti prestare attenzione al fatto che ci sono alimenti che contengono molta vitamina K. Con un uso eccessivo di questa vitamina, la probabilità di trombosi aumenta molte volte

Se aggiungi la presenza di lupus anticoagulante nel corpo, è persino pericoloso.

Pertanto, è importante seguire la dieta nel corso del trattamento concordato con il medico curante. È necessario escludere prugne, albicocche secche, verdure, patate al forno, cavoli dalla dieta

Non dimenticare i benefici dell'esercizio. Lo sport è la vita! Non hai bisogno di correre per un bilanciere o manubri e tormentarti con lunghe e crudeli ore di allenamento. È sufficiente camminare a passo svelto all'aria aperta 2-3 volte a settimana per 40-50 minuti. Il nuoto è particolarmente consigliato. Uno stile di vita attivo migliora significativamente le condizioni del sangue, la sua viscosità e coagulabilità.

> Lupus coagulante positivo cosa significa

Prevenzione

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario condurre uno stile di vita sano, consumare grandi quantità di vitamine e minerali e mangiare correttamente. La vitamina K contribuisce alla formazione di coaguli di sangue, pertanto il consumo di cibo con il suo contenuto dovrebbe essere limitato. Pertanto, è necessario escludere dalla dieta verdure, albicocche secche, patate, ecc. Per migliorare la circolazione sanguigna, si consiglia di fare nuoto, yoga, fitness e altre attività leggere..

Il lupus anticoagulante è un serio rischio per una donna incinta e il suo bambino. Un grave eccesso della sua norma nel sangue può causare aborto spontaneo, natimortalità e altre gravi conseguenze per una donna. Se viene trovato, dovresti iniziare immediatamente il trattamento e, dopo di esso, seguire tutte le raccomandazioni del medico e seguire le misure preventive.

Regimi di trattamento del lupus anticoagulante in gravidanza

Quando gli indicatori proteici durante la gravidanza sono positivi, alla futura mamma viene prescritto un trattamento e il "comportamento" di questa sostanza viene monitorato nel tempo per prevenire lo sviluppo di complicanze. A seconda delle caratteristiche individuali dello stato di salute della donna e di quanto aumenta il lupus anticoagulante durante la gravidanza, possono esserci diverse opzioni di trattamento.

Ci sono "insidie" in questo regime di trattamento: grandi quantità di farmaci prednisolone e desametasone causano varie complicazioni sotto forma di ulcere, miopatia, ipertensione, ecc. A questo proposito, i farmaci di questo gruppo sono prescritti alle future mamme solo in piccole dosi giornaliere (da 5 a 15 mg). Il trattamento continua fino alla nascita stessa ed entro 10-15 giorni dalla nascita del bambino. Cancellazione del farmaco - graduale.

Il trattamento a lungo termine con glucocorticosteroidi rende l'organismo molto vulnerabile alle infezioni di natura batterica e virale, pericolose in termini di infezione del feto. Per evitare che ciò accada, la donna incinta assume preparati a base di immunoglobuline umane in ogni trimestre. Secondo le recensioni delle donne che hanno trattato il lupus anticoagulante durante la gravidanza secondo questo schema, i bambini sono nati a termine e assolutamente sani.

Trattamento del lupus anticoagulante durante la gravidanza con anticoagulanti

Alle donne incinte vengono prescritti principalmente farmaci a base di eparine a basso peso molecolare: rimangono al di fuori della barriera placentare e non influenzano il feto. In generale, non espongono il corpo della futura mamma a effetti collaterali così gravi come nel trattamento con eparina di sodio..

Durante i primi 20 giorni dall'inizio del trattamento, la donna dona regolarmente il sangue per l'analisi per la conta piastrinica. Successivamente, la procedura viene eseguita una volta ogni 2 settimane, il che consente di rilevare tempestivamente una diminuzione delle cellule del sangue e adottare misure per prevenirlo..

Trattamento del lupus anticoagulante durante la gravidanza con agenti antipiastrinici

Aspirina e dipiridamolo sono usati in questo regime di trattamento. Quest'ultimo è consentito sin dalla prima gestazione. La composizione del sangue viene studiata una volta ogni 14 giorni. L'aspirina è solitamente combinata con l'eparina.

Se il paziente ha avuto un aborto spontaneo senza trombosi, la dose minima di farmaci viene utilizzata come terapia di mantenimento. In presenza di trombosi da un primo periodo di gravidanza, vale a dire dal momento della formazione dell'ovulo, eparina e acido acetilsalicilico vengono prescritti in combinazione con preparati di calcio e calciferolo.

Trattamento del lupus anticoagulante durante la gravidanza con immunoglobuline

In alcuni casi, a discrezione del medico, la terapia, che si basa sull'azione di anticoagulanti e agenti antipiastrinici, è integrata con immunoglobuline. In presenza di preeclampsia, dosi elevate di questi farmaci vengono somministrate per via endovenosa per 5 giorni di ogni nuovo mese.

Trattamento del lupus anticoagulante durante la gravidanza con plasmaferesi

La procedura per la cosiddetta purificazione del sangue viene eseguita esclusivamente secondo le indicazioni:

  • il rapido progresso di una malattia autoimmune;
  • alta coagulabilità del sangue, che non può essere regolata dai farmaci;
  • allergia ai farmaci;
  • complicazioni dal tratto digerente (ulcera, gastrite).

Come si fa la ricerca

La definizione di lupus anticoagulant è inclusa nel coagulogramma (test di coagulazione del sangue). Il plasma sanguigno viene esaminato utilizzando citrato di sodio 3,8%. Durante l'analisi del sangue, il tecnico stima il tempo di formazione del coagulo dopo l'aggiunta della soluzione. Se il lupus anticoagulante è presente nel sangue, il tempo necessario per la formazione del coagulo sanguigno sarà più lungo del normale. Questo perché VA può neutralizzare le sostanze coinvolte nel processo di coagulazione del sangue, sebbene la presenza di VA aumenti la tendenza a formare coaguli di sangue..

Il test del lupus anticoagulante è più specifico per VA rispetto al test standard del tempo di tromboplastina parziale attivata, o tempo di coagulazione. Include screening e conferma. Il kit di screening ha una concentrazione minima di fosfolipidi, sufficiente affinché il test sia sensibile alla VA. Il kit di conferma contiene un'alta concentrazione di fosfolipidi, necessaria per neutralizzare l'anticoagulante. La neutralizzazione si esprime in una riduzione del tempo di coagulazione del sangue.

INFORMAZIONI UTILI: Utilizzo di soluzione salina per lavaggi per varie patologie femminili

Nella fase di screening, l'allungamento del tempo di coagulazione dipende da molti fattori, pertanto è necessaria la conferma dell'effetto del lupus anticoagulante. Il tecnico valuta il tempo di coagulazione dopo l'aggiunta di un reagente ad alta concentrazione di fosfolipidi. Un test positivo è che ci sono fosfolipidi che neutralizzano VA e il tempo di coagulazione è normalizzato (il rapporto tra la coagulazione nello screening e il campione di conferma è superiore a 1,2).

Se la coagulazione non si normalizza durante la fase di conferma, è necessario controllare altri fattori. Un esame approfondito è indicato per prolungare il tempo tromboplastico parziale attivato senza ovvi motivi e una reazione di Wasserman falso positiva.

Metodi per determinare il livello di VA


Il test viene eseguito almeno due volte

Un criterio significativo per la diagnosi della sindrome da antifosfolipidi è la rilevazione di un aumento della VA nel plasma sanguigno almeno due volte. L'intervallo tra gli studi è di 3 mesi.

Lo studio completo è il seguente: nella prima fase, viene rilevato un aumento del tempo di coagulazione del plasma a causa di APTT, PTT, test del caolino e test del veleno di vipera di Russell. Nella seconda fase, il materiale viene fatto reagire con il normale plasma del donatore e viene valutata l'assenza di correzione del tempo di coagulazione del sangue. Nella terza fase, un eccesso di fosfolipidi viene aggiunto al materiale ottenuto dal paziente, si nota se c'è una normalizzazione del tempo di coagulazione. Nell'ultima fase, le diagnosi vengono differenziate, vengono escluse varie patologie dell'emostasi, vengono ricercate conferme cliniche e di altro tipo di APS, LES, ecc..

Preparazione per l'analisi

Il materiale principale per condurre un coagulogramma e studiare VA è il sangue da una vena.

Poiché il risultato del test dipende dalla preparazione per l'analisi, è importante seguire le regole:

  • L'ultimo pasto deve avvenire entro e non oltre 8 ore prima del prelievo del sangue per l'analisi al fine di evitare l'avvio di processi metabolici con la partecipazione del sistema enzimatico e di sostanze attive biochimiche che potrebbero falsare i dati;
  • Puoi bere acqua, poiché tè e caffè sono proibiti;
  • Bere alcol è severamente vietato;
  • Il giorno prima dell'analisi, non è desiderabile mangiare cibi grassi che aumentano il contenuto di molecole di grasso e proteine ​​nel sangue;
  • Non fumare 1-2 ore prima dello studio, per evitare l'aggregazione piastrinica;
  • I farmaci fluidificanti (aspirina, acido ascorbico, FANS) devono essere temporaneamente sospesi, non assunti prima di prelevare il sangue per l'analisi, informare in anticipo il medico di laboratorio su altri farmaci;
  • Il giorno prima, non puoi sopportare attività fisica, esercizio fisico, sport, eseguire ultrasuoni, esame a raggi X, sottoporsi a fisioterapia.

Lo studio viene effettuato al mattino a stomaco vuoto. Il sangue viene prelevato da una vena e inviato immediatamente al laboratorio.

ATTREZZATURE, MATERIALI, REAGENTI

· Coagulometro; in assenza di un coagulometro - un cronometro, un bagno termale a + 37 ° C;

· Bilancia torsione (VT-500 o simile);

· Mortaio in porcellana con pestello;

· Pipette con una capacità di 0,05 ml, 0,1 -1,0 ml; 5,0 ml;

· Provette in vetro, cilindro graduato con capacità di 200 ml;

· Plasma citrato povero di piastrine di una persona sana, ottenuto il giorno dello studio (plasma normale di controllo);

Guanti chirurgici in gomma.

risultati

Cosa mostra un lupus anticoagulante? La presenza di anticorpi lupus nel sangue indica una predisposizione alla sindrome da antifosfolipidi - questa è una patologia che causa eccessivi coaguli di sangue.

Durante l'analisi vengono utilizzati diversi metodi, pertanto le norme e le unità di misura differiscono l'una dall'altra. La norma è 31-44 secondi o 0,8-1,2 unità convenzionali.

Il lupus anticoagulante è negativo, il che significa che il componente è assente nel sangue. Se la VA non viene trovata, la sindrome antifosfolipidica e le patologie autoimmuni sono assenti. Durante la gravidanza, un risultato negativo è la risposta dell'analisi ideale, che consente a una donna di trasportare in sicurezza il suo nascituro..

Un lupus anticoagulante debolmente positivo durante la gravidanza è di 1,2-1,5 cu. e. Questo valore indica la presenza nel sangue di VA in una piccola quantità e ha una bassa attività.

Un lupus anticoagulante positivo significa che il paziente ha una malattia come: sindrome APS, lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, tumori di diversa natura, malattie infettive Se durante la gravidanza il test per il lupus coagulante è positivo, i medici iniziano a preoccuparsi e suggeriscono di posticipare il portamento del bambino e il parto..

Concezione, gestazione e parto con VA positiva

Un VA positivo in una donna significa la presenza di APS (sindrome da antifosfolipidi). Se questa patologia viene rilevata anche prima del concepimento, dopo un ciclo di trattamento puoi rimanere incinta e non aver paura delle complicazioni. Pianificare una gravidanza ti consente di prepararti adeguatamente per la gravidanza ed evitare rischi. Questa opportunità non dovrebbe essere trascurata..


Devi prepararti per la gravidanza. Ha bisogno di essere testata per il lupus anticoagulante. Questa è un'analisi molto importante. Devi farlo anche prima di decidere di rimanere incinta..

Se una donna intende diventare madre, è necessario sottoporsi a test per la presenza di lupus anticoagulante. Tale analisi è necessaria anche per la fecondazione in vitro. Tale analisi viene sempre assegnata alle future mamme se si sono verificati i seguenti casi:

  1. Gravidanza congelata.
  2. Aborti.
  3. La morte fetale è avvenuta per molto tempo.
  4. Si avvertono emicranie costanti.
  5. Visione cadente.
  6. Scolorimento bluastro, intorpidimento della punta delle dita.

Quando si porta una gravidanza, il corpo inizia a ricostruirsi intensamente, preparandosi per il futuro parto. Allo stesso tempo, inizia un aumento del tasso di coagulazione del sangue..

Se una donna risulta positiva per VA, ciò si riflette come segue:

  • inizia il danno alla placenta;
  • il feto può sviluppare ipossia;
  • può verificarsi la morte fetale.

Una donna inizia processi irreversibili associati al sistema cardiovascolare. Inoltre, c'è un'alta probabilità di sviluppare un ictus, insufficienza renale, tromboembolia polmonare. Ecco perché la terapia dovrebbe essere iniziata il prima possibile. Non c'è modo di ritardare il trattamento.

Lupus anticoagulant in gravidanza

Sviluppo o aumento del lupus anticoagulante al di sopra del normale nelle donne in gravidanza o nelle donne che stanno pianificando una gravidanza,

  • Difficoltà a concepire.
  • Sterilità.
  • Aborti frequenti.
  • Non portante.
  • Gravidanza in dissolvenza (morte fetale intrauterina).
  • Nato morto.
  • La morte di una donna incinta.

La rilevazione di un lupus anticoagulante durante la gravidanza può portare non solo alla patologia del suo decorso, ma anche al rischio per il feto. È anche un enorme rischio per la donna stessa, poiché una condizione caratterizzata da un aumento dei coaguli di sangue può causare infarto, ictus, danni agli arti inferiori, tromoembolia, anche con un trattamento tempestivo.

Quando si pianifica la gravidanza e il suo inizio, le donne vengono sottoposte a screening se sono a rischio:

  • Storia di trombosi.
  • Patologia ostetrica sotto forma di frequenti aborti spontanei, aborto spontaneo.
  • Preeclampsia, eclampsia.

Nello studio del sangue per il lupus anticoagulante nelle donne in gravidanza, viene effettuato uno studio che determina i livelli e l'attività dei seguenti indicatori:

  • Fibrinogeno.
  • Antitrombina III Piastrine.
  • Proteine ​​C e S.
  • D - dimero.
  • Mutazioni della protrombina.

Determinare la tattica di trattare una donna incinta richiede un'attenta diagnostica secondo tutti gli standard con tutti i test richiesti, nonché un monitoraggio e un controllo costanti della condizione.


Articolo Successivo
Neutrofili abbassati in un bambino: cosa significa?