Le cause e le opzioni per lo sviluppo dell'infiammazione del tessuto cerebrale


Le malattie che colpiscono il sistema nervoso centrale hanno cause diverse, hanno manifestazioni parzialmente comuni e minacciano la salute e talvolta la vita. Sono accompagnati da complicazioni, che causano conseguenze per molti anni. L'infiammazione del tessuto cerebrale si verifica sotto l'influenza di virus, batteri e fattori non infettivi. Richiede una diagnosi rapida e accurata e un trattamento decisivo.

Quali strutture sono danneggiate

Si ritiene che l'infiammazione del tessuto cerebrale significhi un danno alla sostanza della testa, della dorsale e dei ventricoli. Da sole, queste malattie sono estremamente rare, piuttosto sono fasi sequenziali del processo patologico, si diffondono e possono passare l'una nell'altra. Il danno al cervello è chiamato encefalite, spinale - mielite, la loro combinazione - encefalomielite, ventricoli - ventricolite.

Come nasce la malattia

Il motivo principale che determina l'infiammazione è l'azione diretta di un agente dannoso, per lo più infettivo.

  • attraverso cibo, oggetti contaminati, mani sporche;
  • per via aerea attraverso catarro e secrezione nasale;
  • al contatto con un animale infettivo malato.

L'agente eziologico penetra attraverso il cancello d'ingresso: la mucosa della bocca, la faringe, i passaggi nasali. Il principale agente eziologico dei processi primari è un virus.

L'infiammazione può essere secondaria, a seguito della diffusione di un processo patologico da un altro organo alle strutture del cervello, del midollo spinale e dei ventricoli. I fattori patogeni si muovono attraverso il sistema linfatico, circolatorio o per contatto diretto quando le barriere protettive anatomiche (ossa, legamenti, membrane molli e dure) sono danneggiate.

Cambiamenti infiammatori nel cervello

Con l'encefalite si sviluppa una malattia delle strutture molli, della sostanza corticale, dei nodi sottocorticali, dei ventricoli.

La natura principale della sconfitta:

  • contagioso;
  • infettivo e allergico;
  • tossico.

Nell'encefalite primaria, l'infezione danneggia direttamente il tessuto nervoso. Se nel corpo è presente un processo purulento cronico, gravi malattie che riducono l'immunità e attivano anche i processi di danno alle proprie cellule, si verifica l'encefalite secondaria. Sono caratterizzati da lesioni infettive e allergiche. Significativo anche il risultato dell'azione di tossine patogene, intossicazione cronica con un sale di metalli pesanti, diversi tipi di alcoli.

Virus che più spesso causano patologie primarie:

  • herpes simplex;
  • arbovirus di zanzare, encefalite trasmessa da zecche;
  • citomegalovirus.

Per secondario, è più caratteristico della sconfitta della flora batterica, di altre infezioni e di fattori non infettivi.

  • virus dell'influenza, morbillo, rosolia, "parotite";
  • batteri;
  • il più semplice;
  • fungo;
  • toxoplasma;
  • malaria plasmodium;
  • processi autoimmuni;
  • reazione patologica post-vaccinazione.

La principale causa minacciosa di infiammazione del midollo è la transizione dell'infezione da formazioni morbide o dense situate vicino alle strutture del sistema nervoso. Infiammazione pericolosa della mucosa della gola, dell'orecchio, del naso, vicino ai seni nasali.

Nelle malattie vicino ai seni nasali, il processo principale si sviluppa nella regione facciale del cranio.

  • frontale,
  • mascellare,
  • reticolo,
  • a forma di cuneo.

Anatomicamente, c'è una connessione tra tutti in prossimità delle strutture nasali, i seni sono collegati dalla presenza dei passaggi nasali. Con la cronicità, il processo principale coinvolge gradualmente la mucosa di tutte queste cavità nell'infiammazione..

È probabile che l'infezione si diffonda dal seno mascellare alla mucosa faringea e lungo la tromba di Eustachio fino all'orecchio medio. La malattia ha manifestazioni peculiari (generali e locali) con aumento della temperatura, congestione nasale, dolore nell'area danneggiata e porta a complicazioni. Con la fusione purulenta, la vicinanza anatomica della cavità mascellare, dell'orecchio medio e interno provoca l'infezione delle membrane del cervello e lo sviluppo di meningite e, con l'aggiunta di danni alle formazioni molli, l'encefalite.
La posizione del seno sfenoidale nella regione della base del cranio vicino alla ghiandola pituitaria, ipotalamo, seno cavernoso determina sintomi specifici. Possibile deficit visivo, mal di testa costanti all'interno del cranio e nella parte posteriore della testa, disturbi della memoria, temperatura corporea elevata non abbattuta, glicemia alta, che si verifica con altre malattie del sistema nervoso.

A volte il danno al seno sfenoidale è così minimo da non essere monitorato dal paziente. Prima dell'inizio dei sintomi dell'encefalite, sono caratteristiche le lesioni delle membrane molli e aracnoidi, che si manifestano anche con segni di sviluppo di aracnoidite nell'area del seno sfenoidale (mal di testa locali specifici, disturbi del nervo ottico).

Inoltre, l'infezione può diffondersi attraverso le aperture naturali del seno sfenoidale. In questo caso, possiamo parlare sia di un processo acuto che di un ingresso costante dell'agente patogeno nelle strutture nervose in caso di danno cronico al seno di qualsiasi area, in particolare la forma a cuneo.

Pertanto, solo un'attenzione speciale e una diagnosi tempestiva possono evitare una tale complicanza della malattia del seno sfenoidale come l'encefalite..

Infiammazione dei ventricoli

I ventricoli costituiscono la struttura del sistema nervoso centrale, che è strettamente correlato alla sostanza del cervello. Pertanto, i fattori che li causano corrispondono a quelli dell'encefalite..

La sconfitta dei ventricoli del cervello può verificarsi con danni diretti (traumi), nonché la formazione di un ascesso con encefalite. Con una svolta, i contenuti purulenti entrano nella cavità del ventricolo. Quando un'infezione entra nella cavità del ventricolo, il danno si verifica sempre lì, poiché i fattori delle difese naturali del corpo, gli agenti immunitari, le sostanze medicinali e gli antibiotici vi penetrano scarsamente. L'infiammazione può essere dovuta alla diffusione del processo aracnoideo e alla diffusione del pus dallo spazio subaracnoideo ai ventricoli.

Cambiamenti infiammatori del midollo spinale

Come risultato del danno alla materia grigia e bianca del sistema nervoso centrale dorsale, si verifica la mielite. Può danneggiare segmenti locali (trasversali), può interessare più livelli (diffuso). A livello locale, con le infezioni, praticamente non si verifica, ma è il risultato della diffusione del processo dalle parti superiori della testa (encefalomielite), e ha le stesse ragioni.

Opzioni di flusso

A seconda della durata della malattia e delle caratteristiche dell'aspetto dei segni, la natura del decorso della malattia può essere diversa. Ciò determina le caratteristiche della diagnosi e la selezione delle tattiche di trattamento.

  • acuto con un inizio luminoso e ben definito nel tempo;
  • subacuto, sviluppandosi gradualmente e progredendo costantemente;
  • cronico, che si manifesta per diversi anni.

Se i pazienti con malattie acute sono caratterizzati da un decorso particolarmente grave, con molti sintomi (sia intossicazione generale che indicativa di danni a parti locali del sistema nervoso), presenza di complicanze e probabilità di un esito estremamente sfavorevole, allora con sintomi cronici può svilupparsi gradualmente nell'arco di diversi anni. Subacute occupa una posizione intermedia.

Pertanto, il gruppo delle malattie infiammatorie del sistema nervoso centrale è uno dei più gravi nel campo della medicina interna. Una diagnosi tempestiva aiuta a preservare la salute e la vita. È necessario trattare con competenza fino al completo recupero tutti i focolai cronici di infezione, specialmente intorno ai seni nasali (sinusite, danno al seno sfenoidale). È importante mantenere le normali membrane mucose dell'orofaringe e dei passaggi nasali. Questo "chiude" il percorso dell'infezione e previene l'infiammazione delle strutture molli del cervello e del midollo spinale..

Come si manifesta l'infiammazione del tessuto cerebrale: sintomi e trattamento

L'infiammazione del cervello non è una malattia comune, ma il suo decorso clinico ha spesso conseguenze drammatiche. In molti casi compaiono contemporaneamente sintomi di infiammazione delle meningi e alcune malattie epidemiologiche.

Infiammazione cerebrale - tipi

L'infiammazione del cervello può essere suddivisa in diversi gruppi, a seconda del fattore che la causa. Il gruppo più numeroso è costituito da malattie causate da un'infezione virale, di cui circa la metà sono infezioni trasmesse da zecche.

Un altro gruppo relativamente ampio di cause sono le malattie batteriche. Altre cause includono malattie causate da parassiti, reazioni autoimmuni e malattie demielinizzanti.

Infiammazione del cervello - sintomi

I sintomi iniziali dell'encefalite possono essere aspecifici. Febbre, brividi, dolore ai muscoli e alla testa, debolezza generale possono essere il risultato di una banale infezione virale.

Tuttavia, la comparsa di nausea e vomito, forte mal di testa, sonnolenza, disturbi della coscienza e sintomi neurologici (paralisi, paresi) dovrebbero essere un allarme.

L'intensità dei sintomi aumenta rapidamente e le condizioni generali del paziente peggiorano. In situazioni estreme, si verificano disturbi respiratori e arresto cardiaco causati da edema cerebrale..

Cause dell'infiammazione cerebrale

La causa più comune di infiammazione cerebrale è l'infezione da virus dell'encefalite trasmessa dalle zecche. La malattia si trasmette non solo attraverso i morsi di zecca, ma anche attraverso il consumo di latte non trasformato di animali infetti (come le mucche).

Altre infiammazioni cerebrali virali sono causate principalmente dai virus di herpes, rosolia, citomegalovirus, morbillo. Un caso specifico è la rabbia, che, in assenza di cure tempestive, finisce sempre con la morte del paziente..

L'encefalite batterica è più comunemente causata da meningococchi e pneumococchi. Meno spesso si tratta di altre infezioni batteriche, tra cui (per trattamento specifico) da segnalare la borreliosi e - oggi rara - la tubercolosi.

Le infezioni virali e batteriche sono relativamente comuni in Russia. Nei paesi in cui non esiste una fonte di acqua potabile pulita, scarsa igiene, una causa comune di infiammazione cerebrale sono le infezioni da protozoi (ameba e toxoplasma) o parassiti (larve di ascaridi e tenie).

L'infiammazione del cervello può essere una conseguenza della reazione difensiva del corpo. Casi isolati di questo tipo di infiammazione si riferiscono principalmente a giovani donne con tumori ovarici. Combattendo le cellule tumorali, il corpo produce anticorpi, che, inoltre, attaccano le cellule nervose e causano malattie del sistema nervoso periferico.

I casi di infiammazione cerebrale nella sclerosi acuta sono molto rari (la malattia demielinizzante si verifica nei bambini, principalmente a causa dell'infezione).

Trattamento dell'infiammazione cerebrale

L'infiammazione del cervello richiede cure ospedaliere specialistiche, in condizioni tipiche di un reparto di malattie infettive. La base è proteggere il paziente dall'edema cerebrale, che non solo causa gravi disturbi della coscienza, ma può portare all'intussuscezione del cervello nell'apertura del cranio. Di conseguenza, i centri respiratorio e circolatorio vengono compressi, il che può portare a insufficienza cardiaca e polmonare e morte..

Lo stato del tessuto cerebrale, l'entità e l'intensità dei cambiamenti sono determinati dai metodi di imaging, principalmente utilizzando la risonanza magnetica (NMR). Il trattamento utilizza, in particolare, la somministrazione endovenosa di sostanze osmoticamente attive (mannitolo), diuretici, farmaci antinfiammatori steroidei.

Quando si esamina il liquido cerebrospinale per batteri, virus e presenza di anticorpi specifici, è spesso possibile determinare la causa della malattia. Ciò consente di perseguire un trattamento causale (ad es. Antibiotici) laddove giustificato.

Nonostante il fatto che una piccola percentuale dei casi di infiammazione cerebrale finisca con la morte, la maggior parte delle persone può essere curata. Tuttavia, il recupero può essere oscurato da conseguenze neurologiche avverse di varia gravità. Ma, grazie a diversi mesi di riabilitazione intensiva, di solito si ottiene almeno un miglioramento parziale delle condizioni generali, una diminuzione della paresi o altri problemi del sistema nervoso centrale.

Infiammazione del cervello umano

L'infiammazione del cervello è una malattia pericolosa, durante la quale le cellule iniziano a morire gradualmente. Si osserva anche lo sviluppo di danni al sistema nervoso centrale. La patologia è solitamente causata da infezioni. Lo sviluppo del processo infiammatorio si verifica come una patologia indipendente, ma in alcuni casi l'infiammazione alla testa diventa una conseguenza di un'altra malattia.

Se viene eseguita una diagnosi corretta e tempestiva, i medici prescriveranno un trattamento adeguato, quindi la malattia può essere completamente eliminata senza gravi conseguenze e complicazioni per una persona..

È consuetudine distinguere tra due tipi principali di processi infiammatori nel cervello. Si chiamano meningite ed encefalite. Tutto dipende dalla posizione del fuoco infiammatorio.

  • Meningite. Con lo sviluppo di questa patologia, si osserva infiammazione nelle meningi. La malattia può essere provocata da microrganismi patogeni batterici, virali e fungini.
  • Encefalite. Con lo sviluppo di questa malattia, si verifica l'infiammazione della sostanza bianca. Il decorso della malattia può essere lieve o grave (in quest'ultimo caso, la probabilità di morte aumenta significativamente se il farmaco o il trattamento chirurgico non vengono prescritti in tempo).

Secondo le statistiche, l'infiammazione encefalitica del cervello viene solitamente diagnosticata nei pazienti di età inferiore ai 14 anni (oltre il 60% dei casi). È consuetudine distinguere tra due tipi di encefalite: primaria e secondaria.

  • L'encefalite primaria si sviluppa come conseguenza di una puntura di zecca di encefalite o sullo sfondo di una forma grave di influenza o herpes.
  • L'encefalite secondaria è sempre una complicazione di varie patologie (ad esempio morbillo, malaria, varicella, rosolia). Negli ultimi anni, l'encefalite secondaria è stata ripetutamente registrata dopo che i bambini erano stati vaccinati con vaccini di bassa qualità..

La patologia può svilupparsi in tre forme: acuta, cronica, subacuta.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Indipendentemente dalle statistiche, una persona a qualsiasi età può sviluppare un'infiammazione della corteccia cerebrale, della sostanza bianca o della membrana. Ma in oltre il 70% dei casi, questo tipo di patologia si osserva nei bambini (di età inferiore ai 14 anni) e negli uomini di età compresa tra i 20 ei 45 anni. La malattia può iniziare a svilupparsi a causa di una varietà di fattori. In generale, il fattore scatenante della malattia può essere non solo lesioni infettive del cervello, ma anche, ad esempio, lesioni alla schiena, malattie di altri organi, ictus, ecc..

Le ragioni principali per lo sviluppo dell'infiammazione nella testa includono:

  • Ipotermia (di tutto il corpo e della testa in particolare).
  • Patologie infettive (nel 90% dei casi si tratta di encefalite dovuta a una puntura di zecca).
  • Raffreddori cronici e malattie dell'area orecchio-naso-gola (ad esempio rinite, sinusite, sinusite), il cui trattamento non viene eseguito al livello appropriato.
  • Precedente polmonite grave (polmonite).
  • Varicella (nei bambini, a causa della varicella, l'infiammazione del cervello non può svilupparsi - solo negli adulti).
  • Congiuntivite (in determinate circostanze).
  • Encefalite o meningite non trattata.

L'infiammazione inizia a causa della penetrazione di vari microrganismi patogeni (di solito in grandi quantità) attraverso i vasi nel cervello. Entrano nel corpo umano tramite goccioline trasportate dall'aria, attraverso il sistema digestivo, attraverso il contatto diretto con una persona malata. Di particolare pericolo sono i morsi di vari insetti portatori di encefalite trasmessa da zecche (queste possono essere non solo zecche).

L'infiammazione del cervello è una condizione molto comune nei cani e nei gatti ed è trattata di routine nella medicina veterinaria..

Sintomi

I segni di infiammazione cerebrale sono molto diversi: i sintomi specifici dipenderanno dal tipo e dalla forma della malattia, dallo stadio di sviluppo della patologia e dal luogo in cui si trova il principale focolaio infiammatorio.

La diagnosi della malattia è facilitata dal fatto che i sintomi di encefalite (causata da un virus) e meningite sono approssimativamente gli stessi..

I sintomi più frequenti e pronunciati dell'infiammazione cerebrale, con l'aiuto del quale si può immediatamente sospettare una malattia, sono:

  • Uno stato di debolezza costante, una diminuzione significativa delle prestazioni, malessere irragionevole (ad esempio, dopo aver dormito o un riposo prolungato).
  • Attacchi sistematici e prolungati di dolore alla testa che non sono alleviati dai comuni farmaci per il mal di testa (una caratteristica comune dell'infiammazione delle meningi).
  • Vomito costante, nausea grave, aumento significativo della temperatura corporea.
  • Tirando e dolore prolungato ai muscoli e alle articolazioni, nelle fasi successive della malattia, si possono notare manifestazioni sotto forma di convulsioni.
  • C'è anche la possibilità di sviluppare allucinazioni visive o uditive (anche nelle fasi successive).

È necessario evidenziare i sintomi neurologici dell'infiammazione della corteccia cerebrale, che indicheranno chiaramente la presenza di un processo infiammatorio:

  • Problemi di coordinazione, rigidità articolare.
  • Il paziente perde la capacità di deglutire.
  • I pazienti sperimentano vari cambiamenti nella coscienza.
  • Ci sono alcune irregolarità nell'articolazione (di gravità variabile).
  • I movimenti degli occhi sono quasi sempre disturbati.

Con l'infiammazione nella corteccia cerebrale, compaiono necessariamente sintomi psicoemotivi: problemi di sonno, ansia costante, sbalzi d'umore, allucinazioni visive e uditive. Il problema principale dei sintomi psicoemotivi nello sviluppo di un processo infiammatorio nel cervello è la repentinità del loro verificarsi e la stessa rapida estinzione. Disturbi di questo tipo possono manifestarsi come psicosi o stati deliranti. I pazienti spesso affrontano l'agitazione psicomotoria, caratterizzata da inadeguatezza del comportamento, maggiore irritabilità, incapacità di controllare le proprie azioni e mancanza di comprensione della situazione attuale..

Con lo sviluppo dell'infiammazione secondaria del cervello, si osserva una rapida progressione della patologia, quindi i sintomi sono generalmente più pronunciati e più luminosi. In pazienti in questa situazione, si notano i seguenti sintomi di infiammazione della testa:

  • Forte mal di testa, dolore alle articolazioni, ai muscoli, in diverse parti del corpo, che è difficile da rimuovere anche con l'aiuto di potenti agenti. I pazienti chiamano questo dolore insopportabile.
  • C'è un aumento significativo della pressione intracranica.
  • La pelle del viso si scurisce notevolmente, acquisisce un'ombra malsana.
  • Macchie rossastre compaiono su tutta la superficie del corpo sotto forma di una piccola eruzione cutanea.
  • Brividi (i pazienti sentono freddo anche quando fa caldo).
  • La sudorazione aumenta in modo significativo, il che può portare a forme anche lievi di disidratazione.

I sintomi di questo tipo si sviluppano in circa 1-2 giorni. Il paziente può anche sperimentare convulsioni e stati deliranti durante questo periodo..

Diagnosi della malattia

A causa del fatto che il processo infiammatorio nel cervello (nella membrana, nella corteccia, nel tronco) può svilupparsi rapidamente, la diagnosi tempestiva della patologia è estremamente importante. Pertanto, ai primi sintomi, si consiglia di andare direttamente dal medico in clinica o chiamare un'ambulanza, che porterà il paziente in ospedale.

È probabile che un'elevata precisione nello stabilire la diagnosi corretta sia già ai primi sintomi della malattia. Nel processo di esecuzione di manipolazioni diagnostiche, i medici esaminano il paziente, studiano la sua anamnesi e chiariscono i segni della patologia.

La diagnosi della malattia nei bambini piccoli è difficile. Non è facile differenziare i sintomi in un neonato, quindi, in questi casi, un trattamento adeguato inizia solo dopo una diagnosi specifica (TC, RM, ecc.).

Sicuramente, il paziente viene inviato per ulteriori esami. Per decisione del medico, possono essere i seguenti:

  • Consegna di esami del sangue e delle urine. Per prima cosa devi stabilire che è l'infiammazione che si sviluppa nel corpo e nient'altro. I risultati di un esame del sangue standard possono indicare un eccesso del contenuto di leucociti e linfociti, un aumento della velocità di sedimentazione degli eritrociti e fornire anche altri importanti indicatori che indicano la presenza di un processo infiammatorio (il luogo della sua localizzazione non è specificato).
  • Analisi del fluido dal midollo spinale. Se si sospetta un processo infiammatorio nel cervello, il paziente deve essere perforato con liquido dal midollo spinale (il canale del midollo spinale è perforato nella regione lombare). Se c'è un'infiammazione della testa, nei risultati dell'analisi, i medici vedranno un aumento significativo del volume delle cellule immunitarie e un eccesso di indicatori proteici standard, un basso contenuto di glucosio. Inoltre, quando infetto, il liquido cerebrospinale avrà una tinta giallastra e una notevole torbidità (lo stesso viene registrato con l'infiammazione della colonna vertebrale).
  • Risonanza magnetica. Con l'aiuto della risonanza magnetica, viene stabilita rapidamente la posizione esatta del fuoco infiammatorio nel cervello umano.

Trattamento

Diverse parti del cervello di donne, uomini e bambini possono infiammarsi a causa di varie lesioni e infezioni. È possibile iniziare a trattare tali malattie solo dopo che la causa principale dello sviluppo della patologia è stata chiarita e il fattore che ha causato l'infiammazione è stato eliminato.

Prima di tutto, dopo un'ambulanza o una visita a un policlinico, il paziente viene immediatamente ricoverato in ospedale, dopodiché vengono somministrati farmaci speciali, la cui azione è volta a ridurre il gonfiore e ridurre la manifestazione dei sintomi della malattia.

I principi della terapia dipenderanno dai risultati della diagnosi e dal tipo di patologia. I sintomi della malattia sono in parte simili a molte altre malattie del cervello e del midollo spinale, con disturbi mentali, quindi è estremamente importante fare la diagnosi corretta e condurre tutti gli esami aggiuntivi necessari.

Dopo la diagnosi, inizia un corso di trattamento, che comprende varie tecniche terapeutiche, la cui scelta dipende da una serie di fattori (età del paziente, tipo di malattia, stadio del suo sviluppo, ecc.):

  • Trattamento etiotropico (tale terapia è necessaria per eliminare i fattori che hanno causato lo sviluppo dell'infiammazione).
  • Trattamento patogenetico (vengono utilizzati vari farmaci, la cui azione è volta ad arrestare i processi che possono danneggiare le terminazioni nervose nel cervello e nel tessuto cerebrale).
  • Trattamento sintomatico (i segni di patologia vengono eliminati o indeboliti).

Terapia farmacologica obbligatoria, che è comunque necessaria, indipendentemente dalle caratteristiche dello sviluppo della malattia, dal suo tipo e stadio.

  • Per eliminare i fenomeni infettivi focali nel corpo del paziente, viene eseguito un trattamento antibatterico (la durata del ciclo di assunzione di antibiotici è di circa 10-14 giorni). Si raccomanda la somministrazione di farmaci per iniezione.
  • Se la malattia è causata dall'impatto negativo del virus sul corpo umano, al paziente vengono prescritti farmaci antivirali.
  • Se la malattia è comparsa a causa di un'infezione fungina, gli antibiotici in questo caso saranno inutili, quindi vengono prescritti farmaci antimicotici.
  • Per eliminare il gonfiore del cervello (frontale, occipitale e altri lobi), si consiglia l'uso di diuretici (ma solo come prescritto da un medico).
  • Se le convulsioni compaiono come sintomi di infiammazione, vengono prescritti anticonvulsivanti..
  • L'uso di potenti farmaci antipiretici e analgesici è consentito se il paziente ha la febbre e una condizione vicina alla febbre.

In assenza di dinamiche positive dopo la terapia farmacologica, viene eseguita un'operazione appropriata.

È vietato eseguire il trattamento dell'infiammazione del cervello usando rimedi popolari (possono essere una terapia aggiuntiva, ma non l'unica). L'automedicazione con una patologia così grave può trasformarsi nelle conseguenze più pericolose..

Il trattamento può esser effettuato solo in un ospedale in modalità stazionaria. Il paziente ha bisogno di un monitoraggio costante: è necessario controllare sistematicamente il lavoro dei suoi sistemi respiratorio e cardiovascolare.

Nei pazienti di età inferiore ai 14 anni con infiammazione del cervello, si osserva quasi sempre un decorso grave (molto più grave che negli adulti). Il corpo del bambino non è ancora abbastanza forte per combattere una malattia così complessa.

La tattica terapeutica scelta dal medico è unica in ogni caso, quindi l'uso di soluzioni universali nel trattamento dell'infiammazione cerebrale è un approccio categoricamente errato e inefficace. La terapia dovrebbe anche essere completa e svolta in un ambiente ospedaliero e non a casa..

Dopo la permanenza in ospedale, il paziente necessita di una riabilitazione a lungo termine (soprattutto se il decorso della malattia è stato grave e il trattamento è stato prolungato). L'esecuzione di varie misure di riabilitazione ridurrà il rischio di conseguenze di danni ai nervi e ai tessuti del cervello. Molto spesso, ai pazienti in questo caso vengono prescritti: terapia fisica, procedure di massaggio, fisioterapia e altre procedure secondo le indicazioni.

Possibili complicazioni

La presenza di un processo infiammatorio nel cervello (indipendentemente dal tipo di malattia e dallo stadio del suo sviluppo) è una condizione estremamente pericolosa per la salute umana. Anche dopo una patologia completamente guarita, il paziente può affrontare varie spiacevoli conseguenze e complicazioni:

  • Problemi di udito.
  • Problemi nel ricordare nuove informazioni e nel giocare vecchio.
  • Strabismo (in varie forme), visione offuscata progressiva (di solito miopia).
  • Diminuzione della capacità intellettuale.
  • Sviluppo di varie forme di epilessia.
  • Malfunzionamento della ghiandola tiroidea e di altri organi interni.
  • Problemi di coordinamento.
  • Disturbi nel funzionamento del sistema cardiovascolare.

Con l'infiammazione nel cervello, c'è quasi sempre la possibilità di morte. Se non viene eseguito un trattamento adeguato, il paziente potrebbe morire entro 4-7 giorni dalla comparsa dei primi sintomi della malattia..

Meningoencefalite

Informazione Generale

La meningoencefalite è una condizione in cui il paziente sviluppa un'infiammazione del rivestimento del cervello e del midollo spinale. La particolarità di questa malattia è che combina i sintomi di due malattie piuttosto gravi. L'encefalite è caratterizzata dallo sviluppo del processo infiammatorio della sostanza cerebrale. Con la meningite, il rivestimento del cervello si infiamma. Se entrambi questi processi in un paziente si sviluppano contemporaneamente, gli viene diagnosticata la meningoencefalite. Con un danno concomitante al midollo spinale, è probabile la paralisi. Nel processo di sviluppo di questo disturbo, il paziente manifesta sintomi focali guscio, infettivi e variabili. Il processo infiammatorio può essere iniziale o derivare dallo sviluppo di un processo patologico. Se stiamo parlando del coinvolgimento secondario del midollo, la meningoencefalite in questo caso è una complicazione della meningite, ma se l'infiammazione passa gradualmente alle membrane cerebrali, la malattia è una complicazione dell'encefalite. Molto spesso, questa condizione si sviluppa nei bambini piccoli, che è associata all'immaturità del sistema immunitario e alla barriera emato-encefalica..

Patogenesi

Lo sviluppo della malattia è provocato da virus (virus dell'encefalite trasmessa da zecche, virus del Nilo occidentale), batteri (Neisseria meningitidis, Listeria monocytogenes, Treponema pallidum, Rickettsia prowazekii), protozoi (Toxoplasma gondii, Trypanosoma brucei, Naegleria fury).

Dopo che l'agente patogeno è stato introdotto nel corpo, si sviluppa un processo infiammatorio nei tessuti cerebrali. La sua natura dipende dal tipo di agente infettivo. Nel corso dello sviluppo della malattia si sviluppano infiltrati infiammatori perivascolari, a seguito dei quali la circolazione cerebrale peggiora. Si verifica ulteriore ischemia, viene attivata la produzione di liquido cerebrospinale e questo porta ad un aumento della pressione intracranica. Le membrane del cervello sono irritate, si sviluppa la sindrome meningea.

Nel processo di infiammazione della sostanza cerebrale si formano vari focolai infiammatori. Poiché le funzioni dei neuroni situati nei fuochi dell'infiammazione sono compromesse, si formano sintomi focali. Si verifica una massiccia morte delle cellule nervose, si verifica un deficit neurologico persistente.

Classificazione

Nella medicina moderna, la meningoencefalite è classificata in base a diversi criteri..

Dal punto di vista dell'eziologia della malattia, si distinguono i seguenti tipi:

  • Virale: il suo sviluppo è provocato da influenza, morbillo, virus dell'herpes, enterovirus, citomegalovirus, ecc. Si distingue per una natura sierosa dei cambiamenti.
  • Batterico - è provocato da pneumo-, strepto-, meningococchi, Klebsiella, Haemophilus influenzae. Questo tipo è caratterizzato da una natura purulenta dei cambiamenti..
  • Protozoi - un raro tipo di malattia provocata da Toxoplasma, ameba e altri protozoi.
  • Fungina - si sviluppa principalmente in persone con funzioni del sistema immunitario compromesse. A volte diagnosticato in persone con HIV / AIDS.

Tenendo conto del tipo di processo infiammatorio, viene utilizzata la seguente classificazione della malattia:

  • Purulento: durante lo sviluppo del processo infiammatorio si forma pus, che porta ad un annebbiamento del liquido cerebrospinale. C'è una predominanza di leucociti.
  • Sieroso: nel processo di sviluppo dell'infiammazione si forma una scarica sierosa. Il liquido cerebrospinale è limpido, predominano i linfociti.
  • Emorragico: questo tipo è caratterizzato da una violazione della permeabilità delle pareti dei vasi cerebrali. Di conseguenza, si verificano emorragie petecchiali nei tessuti..

Tenendo conto delle peculiarità del processo clinico, viene applicata la seguente classificazione:

  • Fulmineo: si sviluppa molto rapidamente, nell'arco di diverse ore. Nella maggior parte dei casi, questa forma della malattia è fatale..
  • Acuto: in questo caso i sintomi aumentano più lentamente. Il loro sviluppo è notato per 1-2 giorni..
  • Subacuto: il processo si sviluppa gradualmente, il deterioramento delle condizioni del paziente richiede un periodo da 1 giorno a 1 settimana.
  • Cronico: l'infiammazione può durare a lungo, da diversi mesi a diversi anni. Periodicamente si verificano riacutizzazioni e remissioni. I tipi acuti e subacuti della malattia possono svilupparsi gradualmente in una forma cronica.

A sua volta, la meningoencefalite acuta può essere primaria e secondaria.

  • Primaria: questa forma si sviluppa direttamente nel cervello a causa dell'esposizione a una varietà di agenti patogeni.
  • Secondario: è una complicazione di un'altra malattia a causa dell'immunità indebolita.

Inoltre, si distinguono diversi tipi di malattia, a seconda dell'agente patogeno:

  • Tubercolosi - si sviluppa sullo sfondo della tubercolosi polmonare o come risultato del contatto con persone che soffrono di una forma aperta di tubercolosi. Il trattamento di questo disturbo viene effettuato in un ospedale specializzato da phthisiatricians.
  • Erpetico: la malattia minaccia di gravi conseguenze. Nel processo di sviluppo, si notano sintomi cerebrali e tossici pronunciati, aumento dell'edema cerebrale e morte neuronale. Questo tipo di malattia può verificarsi nei neonati, poiché l'infezione si verifica spesso durante il parto o anche prima della nascita, attraverso la placenta. Tuttavia, questa forma colpisce anche gli adulti..
  • Meningoencefalite purulenta: questo tipo di processo infiammatorio è causato da streptococchi di gruppo B o D, emofili o Escherichia coli, ecc. Molto spesso, questa forma della malattia colpisce le persone con immunodeficienza, nonché coloro che hanno recentemente subito lesioni alla testa o interventi chirurgici in quest'area. I microrganismi patogeni che provocano lo sviluppo di questa forma della malattia si moltiplicano più attivamente se ci sono focolai di infezione cronica nel corpo. Di regola, il decorso è acuto, ma è anche possibile un decorso fulminante e cronico..
  • Influenza emorragica - si sviluppa dopo l'influenza trasferita. In questo caso, la temperatura corporea della persona aumenta rapidamente, c'è un annebbiamento della coscienza, il paziente può cadere in coma.
  • Meningoencefalite virale a due onde: la malattia è trasmessa dalle zecche ixodid, che infettano gli animali e le persone, a loro volta, vengono infettate dal consumo di latte contaminato. Di solito si sviluppa in primavera e in estate quando aumenta l'attività delle zecche. Il corso è difficile. La malattia inizia con mal di testa, febbre, vomito. Dopo alcuni giorni, le condizioni del paziente migliorano, ma dopo altri dieci giorni inizia la seconda fase della malattia, quando il lavoro dei centri cerebrali viene interrotto.
  • Toxoplasmo: questa forma è provocata dai protozoi. Nel processo di sviluppo della malattia, gli organi interni, il sistema nervoso sono colpiti, c'è una mancanza di coordinazione e dolore muscolare.
  • Vaccinale: si manifesta 1-2 settimane dopo la vaccinazione.
  • Gommoso: si manifesta nella sifilide terziaria.
  • L'ornitosi è una forma sierosa-emorragica che si sviluppa con ornitosi grave.
  • Parotite - provocato dal virus della parotite.
  • Reumatico: si sviluppa sullo sfondo dei reumatismi.
  • Citomegalico: colpisce neonati e bambini con citomegalia.
  • L'amebico è una forma rara. L'infezione può verificarsi in acqua dolce. È causato dall'organismo unicellulare Negleria Fowler. La negleriosi procede rapidamente e colpisce il sistema nervoso.
  • Brucellosi: i tessuti molli delle meningi sono danneggiati, dove si formano i granulomi della brucellosi. Difficile da trattare, provoca paralisi e disturbi mentali.

Le ragioni

La causa principale di questa malattia è l'infezione. Gli agenti patogeni neurotropi penetrano nelle strutture cerebrali o il processo infettivo si diffonde da focolai situati nelle vicinanze oa causa di malattie infettive comuni.

L'infezione è possibile a causa di tali fenomeni:

  • Quando l'agente patogeno entra nel rinofaringe. Una persona viene infettata da goccioline trasportate dall'aria, vie alimentari. L'infezione entra nella cavità cranica per via ematogena.
  • Quando una persona viene morsa da un insetto. L'infezione si verifica in modo trasmissibile. L'insetto trasporta l'agente patogeno, che durante il morso entra nel flusso sanguigno e, con esso, nei tessuti cerebrali.
  • Quando i processi infettivi si sviluppano nel corpo. Se una persona è malata di sifilide, tubercolosi o sviluppa processi purulenti (otite media, sinusite, ecc.), Può verificarsi la diffusione ematogena dell'infezione batterica. A volte la meningoencefalite nei bambini e negli adulti si sviluppa dopo aver sofferto di infezioni virali respiratorie acute. La malattia può essere una complicanza di encefalite, meningite, varicella, rosolia, morbillo.
  • Dopo che si è verificata la lesione cerebrale traumatica. Se il trauma nei bambini o negli adulti è aperto, esiste la possibilità di infezione da contatto. Le statistiche mostrano che la meningoencefalite post-traumatica viene diagnosticata in circa l'1-3,5% delle persone con trauma cranico..
  • Dopo che la vaccinazione è stata effettuata. Se il sistema immunitario è indebolito e viene somministrato un vaccino vivo, può svilupparsi un processo infettivo. Gli agenti patogeni attraversano la barriera emato-encefalica.

Tuttavia, è importante capire che questa formidabile malattia non si sviluppa sempre dopo che gli agenti infettivi entrano nel corpo. I seguenti fattori contribuiscono alla sua manifestazione:

  • corpo indebolito;
  • sistema immunitario immaturo;
  • immunodeficienza;
  • reazioni autoimmuni;
  • massiccia lesione infettiva.

Sintomi di infiammazione cerebrale

Nel processo di sviluppo della meningoencefalite, che è una malattia molto grave, si sviluppano sintomi settici generali. I sintomi dell'infiammazione della corteccia cerebrale e delle sue membrane possono essere i seguenti:

  • la temperatura corporea aumenta bruscamente, iniziano i brividi;
  • c'è un bisogno di vomitare;
  • mal di testa;
  • mancanza di appetito;
  • l'udito si deteriora;
  • c'è fotofobia, maggiore sensibilità ai suoni;
  • possono svilupparsi convulsioni;
  • c'è un torcicollo;
  • la pressione aumenta;
  • si nota letargia.

Se si verifica un'infiammazione della corteccia o del rivestimento del cervello, si notano anche sintomi specifici del tessuto cerebrale:

  • la coordinazione è disturbata;
  • a volte si verificano eruzioni cutanee sulla pelle;
  • i nervi del cranio sono colpiti;
  • si sviluppa l'anisoreflessia.

I sintomi dell'infiammazione dei vasi del cervello e della sua corteccia nei bambini sono simili. Insieme a un forte aumento della temperatura corporea, ci sono segni di intossicazione del corpo: forte mal di testa, nausea e vomito. L'infiammazione acuta dei vasi sanguigni e della corteccia colpisce il sistema nervoso e provoca lo sviluppo di ipersensibilità agli stimoli esterni, la manifestazione dell'ansia generale.

Va notato che il quadro clinico della malattia si sviluppa molto rapidamente e i sintomi di questa malattia iniziano ad apparire già nel primo o nel secondo giorno. In questo momento, c'è tensione nei muscoli del collo e della schiena e questo sintomo è più evidente nei bambini piccoli..

È importante notare che se compaiono diversi segnali, è necessario chiamare immediatamente l'assistenza di emergenza. I seguenti segnali dovrebbero allertare:

  • convulsioni;
  • perdita di conoscenza;
  • disorientamento;
  • paresi;
  • disturbi oculomotori.

Se il decorso della meningoencefalite è complicato, si sviluppano le seguenti manifestazioni:

  • battito cardiaco raro e irregolare;
  • disturbi della parola e della deglutizione;
  • respirazione superficiale e rapida;
  • coma (con corrente di fulmine).

La morte è probabile con lo sviluppo di edema cerebrale.

Analisi e diagnostica

Per stabilire una diagnosi, il medico, prima di tutto, valuta le condizioni del paziente, esamina e intervista il paziente ei suoi parenti. È importante per uno specialista determinare se il paziente ha recentemente avuto una malattia infettiva, trauma cranico, una puntura di zecca, se la vaccinazione è stata effettuata. Successivamente, assegna le ricerche necessarie. È molto importante che se compaiono i sintomi minacciosi sopra descritti, il paziente venga immediatamente portato in ospedale..

Nel processo di definizione di una diagnosi, è possibile assegnare i seguenti studi:

  • Esame neurologico: durante il suo decorso viene determinata la presenza di sintomi meningei, viene valutata la condizione generale del paziente.
  • Test di laboratorio: viene valutato il quadro dei cambiamenti pronunciati nell'analisi del sangue (leucocitosi, ESR accelerata). Per determinare l'agente patogeno, il sangue viene coltivato per la sterilità, viene praticato il metodo della reazione a catena della polimerasi.
  • Puntura lombare: consente di valutare il liquido cerebrospinale. Se l'infiammazione è purulenta, sarà torbida, se sierosa - trasparente, se emorragica - con impurità del sangue. Per determinare l'agente eziologico, il liquido viene esaminato al microscopio, semina, diagnostica PCR.
  • MRI, TC del cervello: consentono di identificare l'ispessimento e l'ispessimento delle meningi, i cambiamenti diffusi nei tessuti cerebrali. A volte è possibile visualizzare focolai di infiammazione.
  • Biopsia cerebrale stereotassica - utilizzata in casi difficili per confermare la meningoencefalite di origine parassitaria ed escludere un tumore.

È importante differenziare la meningoencefalite da ictus estesi, tumori cerebrali, lesioni tossiche del sistema nervoso centrale, malattie degenerative progressive.

Trattamento per l'infiammazione del cervello

Poiché la meningoencefalite negli adulti e nei bambini è difficile, il suo trattamento deve essere effettuato in un ospedale. La terapia della malattia negli adulti e nei bambini dovrebbe essere complessa, è prescritta a seconda della causa che ha provocato la meningoencefalite.

Viene eseguito un trattamento antibatterico, vengono presi agenti sulfamidici e antifungini, viene eseguito un trattamento immunocorrettivo e disintossicante. Vengono anche prescritti complessi vitaminici e medicinali per migliorare le proprietà reologiche del sangue, si consiglia un'alimentazione ipercalorica..

Forme di manifestazione e tipi di infiammazione del cervello

L'infiammazione del cervello è una patologia molto grave caratterizzata dalla morte delle cellule nervose e dai danni al sistema nervoso..

La malattia può essere infettiva o allergica. Nella maggior parte dei casi, si sviluppa come una malattia indipendente, ma può essere il risultato di una patologia precedentemente trasferita.

È possibile sconfiggere la malattia con una diagnosi tempestiva e un trattamento urgente competente..

Tipi di infiammazione cerebrale

A seconda della posizione del focus, si distinguono due tipi di infiammazione cerebrale: encefalite e meningite..

L'infiammazione della corteccia cerebrale può manifestarsi in forme acute, subacute e croniche.

Ognuno di loro ha le sue manifestazioni specifiche e, di conseguenza, diverse tattiche di trattamento..

Meningite

Con questa malattia, si sviluppa il processo infiammatorio del rivestimento del cervello, può essere provocato:

  • virus;
  • batteri;
  • fungo.

È molto importante avere il tempo di riconoscere i primi sintomi della meningite nei bambini in tempo - questo può salvare la vita di un bambino!

Encefalite

Con questa patologia, la sostanza del cervello si infiamma. Il decorso della malattia può essere grave e fatale o lieve..

Secondo le statistiche mediche, la malattia è più comune durante l'infanzia..

Distinguere tra encefalite primaria e secondaria. Nel primo caso, la malattia può svilupparsi dopo una puntura di zecca, influenza e herpes.

La forma secondaria si sviluppa come una complicazione di alcune malattie, vale a dire:

  • rosolia;
  • varicella;
  • malaria;
  • morbillo.

Inoltre, una forma secondaria di encefalite può diventare una complicanza dopo la vaccinazione..

Cause di infiammazione cerebrale

Una persona può affrontare l'infiammazione del cervello a qualsiasi età. Secondo le statistiche mediche, i bambini e gli uomini di mezza età hanno maggiori probabilità di soffrire di malattie infiammatorie del cervello. Lo sviluppo di questa malattia può essere causato da una serie di fattori, da lesioni alla schiena e alla testa a determinati tipi di infezione..

Tra i motivi principali ci sono:

  • ipotermia grave;
  • malattie infettive, compreso il virus dell'encefalite da zecche.

Una forma secondaria di infiammazione cerebrale può verificarsi per i seguenti motivi:

  • malattie otorinolaringoiatriche croniche - sinusite, sinusite, sinusite frontale;
  • polmonite grave;
  • congiuntivite;
  • varicella in età adulta;
  • precedentemente sofferto di meningite o encefalite, non completamente guarito.

Di norma, il processo infiammatorio si sviluppa a seguito dell'ingresso di vari agenti patogeni nel tessuto cerebrale attraverso il sistema circolatorio..

L'agente patogeno può penetrare attraverso l'aria, l'apparato digerente, a contatto con una persona malata. Altrettanto pericoloso è un morso di insetto (morso di zecca, per esempio), che trasporta l'encefalite trasmessa dalle zecche.

I principali sintomi

I sintomi che indicano l'infiammazione del cervello sono piuttosto vari. I segni di infiammazione cerebrale dipendono dal tipo di patologia, dallo stadio della malattia e dalla localizzazione del focus dell'infiammazione. La maggior parte dei sintomi è la stessa per la meningite e l'encefalite virale.

Tra i primi segni visibili all'esterno:

  • debolezza generale e malessere costante;
  • attacchi regolari e prolungati di forte mal di testa;
  • vomito, temperatura corporea elevata e allucinazioni;
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni, crampi.

La manifestazione dei sintomi neurologici è espressa come segue:

  • rigidità delle articolazioni e ridotta coordinazione dei movimenti;
  • cambiamento nella coscienza;
  • violazione del processo di deglutizione;
  • problemi con l'articolazione;
  • disturbi del movimento oculare.

La manifestazione dei sintomi nella sfera mentale si esprime nel seguente:

  • aumento dell'ansia;
  • la comparsa di insonnia;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • il verificarsi di allucinazioni.

I disturbi mentali si verificano all'improvviso e si manifestano sotto forma di stato delirante e psicosi. Il paziente può sperimentare uno stato psicomotorio agitato in cui si comporta in modo inadeguato, non può controllare in modo indipendente le sue azioni.

Nel caso di un tipo secondario di patologia e lo sviluppo di complicanze, la malattia si sviluppa rapidamente ei sintomi sono molto più forti. In questo caso, il paziente presenta i seguenti sintomi:

  • le sensazioni di dolore diventano più forti, quasi insopportabili per il paziente;
  • la pressione intracranica aumenta;
  • la carnagione diventa più scura;
  • c'è un'acuta sensibilità alla luce intensa e agli odori;
  • sulla pelle compaiono una piccola eruzione cutanea e macchie rosse;
  • la sudorazione aumenta.

Sintomi simili possono svilupparsi durante il giorno, il paziente ha uno stato delirante e convulsioni.

Diagnostica

È necessario consultare un medico e sottoporsi all'esame diagnostico necessario immediatamente dopo la comparsa dei primi segni e dei sintomi spiacevoli..

La diagnosi della malattia include, prima di tutto, una visita medica e lo studio della storia del paziente, i sintomi della malattia. È richiesto un esame aggiuntivo, che include:

  • test di laboratorio. I seguenti indicatori indicheranno un processo infiammatorio nel corpo: un aumento del numero di leucociti, linfociti, un aumento della velocità di sedimentazione degli eritrociti, un aumento del contenuto di fibrinogeno e proteina C-reattiva;
  • esame del liquido cerebrospinale. La puntura viene eseguita perforando il canale spinale nella regione lombare. Con la malattia, c'è un aumento del numero di cellule immunitarie, proteine, una diminuzione
  • la quantità di glucosio. In apparenza, durante il processo infiammatorio, il liquido è torbido e giallastro;
  • MRI. La procedura aiuta a individuare con precisione il focus dell'infiammazione.

Inoltre, va notato che la risonanza magnetica può rilevare una serie di patologie pericolose, come, ad esempio, un tumore cerebrale canceroso in una fase precoce..

Trattamento

Quando compaiono i primi sintomi di una malattia del cervello, dovresti andare in un'ambulanza, il cui medico dovrebbe mandare il paziente in ospedale e somministrare i farmaci appropriati che aiuteranno a ridurre temporaneamente il gonfiore del cervello.

Il corso del trattamento dipende dai risultati della diagnosi e dalla diagnosi. I sintomi dell'infiammazione cerebrale possono essere simili alle manifestazioni di altre malattie, a seguito delle quali viene prescritto il trattamento corretto e inizia molto più tardi..

Il corso della terapia include i seguenti metodi di trattamento dell'infiammazione:

  • terapia etiotropica - progettata per eliminare le cause del processo infiammatorio;
  • direzione patogenetica: l'uso di farmaci che arrestano i processi che portano a danni al tessuto cerebrale;
  • la terapia sintomatica può indebolire le manifestazioni della malattia.

Può essere prescritta la seguente terapia farmacologica:

  • per combattere l'infezione da patogeni vengono prescritti farmaci antibatterici. Di norma, il corso dura almeno 10 giorni e il farmaco viene somministrato come iniezione;
  • con un'origine virale della malattia, è necessario assumere farmaci antivirali;
  • l'assunzione di antibiotici sarà inefficace in caso di una malattia fungina. In questo caso, si consiglia di assumere farmaci antimicotici;
  • i diuretici possono essere prescritti per alleviare il gonfiore;
  • in caso di crisi convulsive vengono prescritti farmaci anticonvulsivanti;
  • con un aumento della temperatura e uno stato febbrile, vengono prescritti antipiretici.

Si raccomanda al paziente di essere ricoverato in una struttura medica specializzata per garantire un monitoraggio costante della respirazione e del lavoro del sistema cardiovascolare. In nessun caso dovresti auto-medicare.

È molto importante iniziare il trattamento corretto in tempo e il prima possibile, ogni minuto conta, poiché le conseguenze dell'infiammazione cerebrale sono gravi. Un trattamento improprio può peggiorare la situazione e portare alla morte.

Nei bambini, la malattia è più grave che negli adulti, il loro corpo non è ancora abbastanza forte per combattere una patologia così terribile.

Il trattamento dell'infiammazione cerebrale dipende dalle condizioni del paziente, dai sintomi e dal decorso della malattia. In ogni caso, il trattamento dovrebbe essere completo e sotto la costante supervisione di un medico..

Dopo il corso completo del trattamento e il miglioramento delle condizioni del paziente, il paziente necessita di misure riparatrici. Ciò contribuirà a ridurre gli effetti dei danni al tessuto cerebrale. Nel periodo di recupero si raccomandano misure riabilitative ausiliarie: lezioni di fisioterapia, un corso di massaggio, procedure di fisioterapia.

Possibili complicazioni

L'infiammazione del cervello in una qualsiasi delle sue manifestazioni è una malattia molto pericolosa, in particolare la sua forma secondaria, che può portare a gravi conseguenze e complicazioni. Con l'edema cerebrale, si possono osservare le seguenti possibili conseguenze:

  • problema uditivo;
  • problemi di vista e sviluppo di strabismo;
  • violazione dello sviluppo mentale;
  • compromissione della memoria;
  • il verificarsi di crisi epilettiche;
  • problemi con la coordinazione dei movimenti;
  • disturbi del cuore;
  • coma.

Il pericolo principale è la morte. Se non trattato, il paziente può morire entro una settimana. C'è anche una probabilità di un tale risultato in caso di ritardo nella ricerca di assistenza medica..

L'infiammazione del cervello può essere lieve, ma c'è ancora il rischio di complicazioni, quindi è importante prestare attenzione alla comparsa dei sintomi in modo tempestivo e consultare un medico in tempo.

Prevenzione

Come profilassi per l'infiammazione cerebrale in qualsiasi manifestazione, sono stati sviluppati vaccini speciali che sviluppano l'immunità contro i virus.

Va tenuto presente che è impossibile proteggersi completamente dallo sviluppo del processo infiammatorio del cervello, ma è possibile ridurre il rischio di ammalarsi. Questo richiede:

  • aderire a uno stile di vita sano - abbandonare le cattive abitudini, mangiare bene e completamente;
  • praticare sport;
  • prevenire le forme croniche della malattia - curare la malattia nel tempo e fino alla fine;
  • cercare di evitare di entrare nella natura durante la probabilità di un focolaio di encefalite e attività delle zecche.

Infine

Nonostante il fatto che il processo infiammatorio nel cervello sia considerato una patologia piuttosto rara, sfortunatamente può superare tutti.

Va tenuto presente che con un'immunità indebolita, aumenta la probabilità di qualsiasi malattia. Prenditi cura della tua salute e abbi cura di te stesso!


Articolo Successivo
Perché i lividi appaiono sul corpo senza motivo