Flebite (infiammazione delle vene)


La flebite degli arti inferiori è una lesione infiammatoria, infettiva o non settica delle vene delle gambe, accompagnata da una clinica pronunciata.

È estremamente raro che il processo patologico sia primario. Cioè, indipendente e non causato da altre deviazioni. Molto più spesso parliamo di un disturbo secondario sullo sfondo delle vene varicose e di alcune altre diagnosi.

I sintomi sono tipici, ma non si manifestano rapidamente in tutti i casi. Quindi il tempo è sprecato.

La valutazione del quadro clinico è compito del paziente e quindi, dopo aver contattato un istituto medico, dei medici.

La terapia è possibile solo nelle prime fasi, se parliamo di pieno recupero. Quando la patologia viene trascurata, non si può contare su una cura, ma la prognosi è ancora favorevole, il che consente di ottenere risultati di alta qualità nella maggior parte delle situazioni..

Meccanismo di sviluppo

Al centro della formazione della flebite degli arti inferiori ci sono tre punti.

  • Il primo è una violazione delle proprietà reologiche del sangue. Fondamentalmente, la sua fluidità sullo sfondo di malattie di terze parti, condizioni oa causa di disturbi ormonali, processi naturali come la gravidanza, l'invecchiamento del corpo.

Indipendentemente dalla causa del disturbo, il tessuto connettivo fluido si ispessisce, rendendo impossibile un flusso adeguato. Ed è qui che entra in gioco il fattore successivo..

  • Il secondo è il ristagno del sangue nelle strutture venose. Da qui il disturbo della normale corrente, la vasodilatazione, un calo della qualità della nutrizione dei tessuti. Il trofismo diventa debole, c'è la tendenza a cambiare lo stato delle pareti venose.

L'impatto meccanico costante sull'endotelio, il rivestimento interno dei vasi sanguigni, porta a una graduale degenerazione, una diminuzione dell'elasticità e della pervietà.

  • Momento del trizio: danno permanente ai tessuti della nave. Le vene possono essere distrutte a causa di una permanenza prolungata in un punto, danni da flora piogena (principalmente stafilococchi) e altri agenti.

Possiamo parlare sia di una combinazione di un gruppo di fattori sia di cause individuali isolate..

La domanda gioca un ruolo nella diagnosi, perché senza comprendere il processo stesso, che funge da fondamento, è impossibile ottenere un trattamento di qualità. I medici combatteranno i sintomi, le ricadute saranno frequenti.

Quindi tutto scorre secondo lo stesso schema. Il processo infiammatorio porta a una graduale distruzione dei tessuti vascolari, il normale flusso sanguigno viene interrotto, le vene cessano di essere abbastanza elastiche da adattarsi ai carichi dinamici.

La patologia passa alla fase successiva. Inizia la cosiddetta tromboflebite, che porta alla trombosi (blocco della nave) e alla disabilità, meno spesso - alla morte.

Fondamentalmente, stiamo parlando della rapida morte dei tessuti, cancrena. La sepsi e la morte imminente non possono essere evitate senza un intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico è traumatico, paralizzante, ma può salvare la vita di una persona.

Cos'è la flebite

Le patologie vascolari si verificano nel 35-60% delle persone in età lavorativa, dopo i 50 anni si osservano nelle donne il doppio rispetto agli uomini.

La flebite è un'infiammazione delle pareti delle vene che si manifesta nelle forme acute e croniche. La patologia è possibile in tutte le parti del corpo, gli arti inferiori sono più colpiti.

Il meccanismo di sviluppo della patologia è il seguente:

  • Gli agenti patogeni penetrano attraverso le pareti vascolari contenenti i dotti linfatici dai tessuti vicini colpiti dall'infezione.
  • Inizia l'infiammazione, coprendo le vene.
  • La struttura dei vasi sanguigni è disturbata.
  • Il flusso sanguigno rallenta, la coagulazione del sangue aumenta.
  • Possono verificarsi coaguli di sangue.

Perché l'infiammazione della parete venosa è pericolosa?

Mancanza di trattamento, malattie gravi sono in pericolo di vita. Il primo pericolo è la trombosi. A causa della coagulazione del sangue accelerata, compaiono coaguli che bloccano il letto dei vasi sanguigni. Un coagulo di sangue strappato ha gravi conseguenze:

  • insufficienza vascolare;
  • embolia polmonare;
  • attacco di cuore;
  • ictus;
  • ulcere alle gambe.

Con le malattie delle pareti venose, sono possibili le seguenti complicazioni:

  • ascessi e flemmoni con una causa batterica di patologia;
  • tromboflebite (infiammazione di un vaso vicino a un coagulo di sangue);
  • insufficienza venosa nella fase cronica;
  • infiammazione nei tessuti adiacenti.

Classificazione

La tipizzazione viene effettuata per molti motivi. Alcuni di loro non hanno alcun senso per il paziente, quindi interessano più i teorici che i pazienti e i professionisti..

Come per i più utilizzati, il modo principale per suddividere l'infiammazione delle vene delle gambe è valutare l'origine del disturbo..

  • Tipo infettivo. Uno dei più comuni. La sua essenza risiede nella degenerazione vascolare a seguito di danni da stafilococco o altri agenti batterici, virali e fungini. L'identificazione dell'agente patogeno è vitale.
  • Forma traumatica. Il risultato del danno posticipato alle vene, ai tessuti molli. Si verifica anche a seguito di esposizione iatrogena (medica).
  • Forma autoimmune. A volte chiamato allergico, che non è del tutto accurato. Si tratta di un'infiammazione causata dal malfunzionamento del proprio sistema immunitario, che attacca le cellule del rivestimento interno delle vene, scambiandole per batteri. Pertanto, la componente infettiva è assente..
  • Tipo di dolore. Si sviluppa nelle donne in gravidanza e nei pazienti sotto shock. Varietà relativamente rara.
  • Iniezione. Anche un "ospite" raro.

Esiste anche la cosiddetta forma idiopatica. Quando non è possibile trovare la causa specifica del disturbo. Ma chiaramente non c'è traccia di infezione. Nessun segno di un processo autoimmune. La diagnosi può essere rivista in seguito.

La localizzazione della violazione consente di espandere la classificazione:

  • Flebite superficiale. È una lesione dei vasi localizzati poco profondi sotto lo spessore dello strato cutaneo. Di solito è benigno, dà un minimo di sintomi, sebbene sia scomodo in termini di segni clinici. Ha una prognosi favorevole, per quanto possibile.
  • La flebite delle vene profonde è accompagnata da un malfunzionamento dei vasi situati sotto la superficie dei tessuti molli (muscoli). Ha un corso pesante. Richiede cure ospedaliere, le prospettive di guarigione sono vaghe anche sullo sfondo di misure di qualità. Spesso è necessario un intervento chirurgico.

A seconda della prevalenza del processo. Cioè, quanto colpisce la vena.

  • Endoflebite. Solo il rivestimento interno della nave soffre, è il tipo più comune di processo patologico.
  • Periflebite. È accompagnato da danni allo strato esterno. Le perdite sono più pesanti. Prima o poi, si sposta in una nuova fase, coinvolgendo la nave e oltre.
  • Panphlebitis o tipo generalizzato. L'intera vena soffre. La forma più difficile e pericolosa della malattia.

Attenzione:
Con la genesi infettiva, c'è un'alta probabilità che la nave totale si sciolga con lo sviluppo della sepsi sullo sfondo del sanguinamento. Richieste cure mediche urgenti, in ospedale.

Infine, il disturbo può essere classificato in base alla natura del corso. La forma acuta è accompagnata da una clinica pronunciata, procede con un alto rischio di complicanze, altri fenomeni.

La fase cronica fornisce un minimo di segni clinici e, se sono presenti, sono di breve durata e difficilmente distinguibili dal paziente..

A volte i medici distinguono un'altra forma, subacuta. È di transizione, è considerato un corso naturale del disturbo, una fase verso la guarigione. I sintomi sono ancora presenti, ma non così pronunciati e la probabilità di complicazioni è ancora alta.

Di norma, le classificazioni nominate vengono prese in considerazione quando si effettua una diagnosi e la si codifica. Ciò consente di ottenere la massima specificità quando si descrivono le condizioni del paziente..

Ad esempio, potrebbe esserci una diagnosi del genere: periflebite superficiale infettiva, decorso acuto e variazioni simili.

Comprime

La malattia richiede un approccio integrato al trattamento. Si consiglia di alternare lo sfregamento con impacchi, mentre questi ultimi possono essere eseguiti di notte. Ciò massimizzerà l'effetto terapeutico..

Se una vena della gamba è infiammata, di seguito viene descritto come trattare un disturbo a casa con impacchi:

  • Prendi dei fiori o della corteccia di ippocastano. Lavare e asciugare le materie prime. Dopodiché, deve essere frantumato in uno stato di polvere. Prendi 1 cucchiaio. l. materie prime (con uno scivolo) e versare 200 ml di vino rosso secco. Lascia fermentare per 3 giorni. Dopo 3 giorni aggiungere al liquido 300 ml di olio d'oliva. Metti a fuoco il contenitore. Cuocere a fuoco lento fino a quando il vino evapora. Raffredda il liquido risultante. Immergere liberamente un panno di cotone nel prodotto e applicarlo sulla zona interessata.
  • Prendi delle foglie di farfara. Macina le materie prime. Prendi 1 cucchiaio. l. foglie e versate 0,4 litri di acqua bollente. Lasciate fermentare per un'ora e mezza. Filtrare il liquido risultante. Immergere un pezzo di stoffa e applicare sulla zona interessata della gamba.
  • Prendi delle foglie di felce. Macina accuratamente le materie prime. 1 cucchiaio. l. versare 100 ml di latte acido o kefir di materie prime. Nel liquido risultante, inumidire un pezzo di garza piegato in più strati.

La durata minima dell'applicazione dell'impacco è di 30 minuti. Ma è meglio eseguire la procedura di notte..

Sintomi

La clinica dipende dal tipo di patologia, è necessario tenere conto della localizzazione del disturbo, della sua origine e di altri fattori sopra menzionati..

Con infiammazione delle vene superficiali

Il dolore locale si sviluppa negli arti inferiori. Disagio premendo, tirando.

C'è la sensazione che i vasi, come se qualcuno si allungasse al limite, come corde. La manifestazione si intensifica sullo sfondo dell'attività fisica, cambiamenti nella posizione del corpo, quando i muscoli della nave iniziano a lavorare, causando il trasporto di sangue e irritando la parete venosa.

Oltre al dolore stesso, si notano altri segni:

  • Sensazione di pesantezza alle gambe. Porta a una diminuzione dell'attività fisica, grave disagio. Il paziente non ha voglia di camminare, ma non si verifica l'immobilizzazione completa. Questa è una caratteristica distintiva del processo patologico..
  • Rossore sul sito della lesione. Cambiare la tonalità in rosa o saturo, lampone. Indica stasi del sangue locale, infiammazione. Un tipico segno di infiammazione venosa.
  • Inoltre, la lesione è calda. L'aumento della temperatura è dovuto a una causa identica..

Si riscontra un leggero gonfiore, un aumento del volume dei tessuti molli, che è ben rilevato dalla palpazione. Anche da solo, senza l'aiuto di un medico.

I sintomi della flebite degli arti inferiori con lesioni superficiali sono ben evidenti, il disagio è pronunciato, ma per la maggior parte è una malattia a basso rischio suscettibile di terapia su base ambulatoriale. Il ricovero è una misura estrema.

Ma se non esegui immediatamente le misure di recupero, la probabilità di cronicità è massima. Le ricadute ridurranno significativamente la qualità della vita del paziente.

Segni di flebite venosa profonda

Tipo molto più pericoloso di processo patologico. C'è una violazione del normale deflusso dai vasi situati sotto lo spessore dei tessuti molli.

I segni clinici includono quanto segue:

  • Dolore alle gambe grave, a volte insopportabile. Accompagnano costantemente il paziente, l'intensità aumenta con l'attività fisica, i tentativi di palpazione, il movimento nello spazio e un cambiamento di posizione del corpo.
  • Aumento della temperatura locale e generale. L'ipertermia si osserva a un livello di 38-40 gradi Celsius, le forme infettive e autoimmuni sono ugualmente difficili, non si può fare a meno dell'aiuto, sono possibili condizioni di shock, gravi problemi cardiaci su uno sfondo di sovraccarico.
  • Cambiamento dell'ombra del derma sulla vena colpita. Di solito bianco, lattiginoso. Il pallore è causato da un flusso sanguigno locale alterato. L'emodinamica (flusso sanguigno) è debole, innaturale.

Man mano che la condizione progredisce, i sintomi scompaiono. Il benessere apparente è un fenomeno estremamente negativo. Indica la morte imminente dei tessuti.

Il trattamento di questa forma del disturbo è possibile solo in ospedale; spesso è necessario un intervento chirurgico. Senza terapia, la probabilità di cancrena alle gambe è quasi del 100%.

Come si può giudicare, le manifestazioni non sono specifiche. È difficile collegarli con la flebite. Pertanto, quando compaiono i primi segni sospetti, è necessario chiamare un'ambulanza o andare rapidamente dai medici da soli..

Specialisti: chirurgo vascolare (o generico, se non c'è), flebologo.

Consulenza medica e prevenzione della patologia


I medici raccomandano di prestare attenzione a tali sfumature. Sono presentati di seguito:

  • I vasi venosi possono infiammarsi in qualsiasi momento dell'anno, ma l'estate è la più favorevole per lo sviluppo della patologia. Le condizioni climatiche calde contribuiscono all'interruzione del processo di circolazione sanguigna completa. Spesso nel caldo c'è un aumento della pressione, caratterizzato da un'espansione delle pareti dei vasi sanguigni. Con la loro debole elasticità compaiono gonfiore delle gambe ed emorragie. Con la flebite, non è consigliabile ottenere la luce solare sulle gambe.
  • Le navi svolgono perfettamente la loro funzione quando una persona è in movimento attivo. L'escursionismo all'aperto aiuta a evitare il ristagno. Ma inoltre, devi ricordare che il carico sulle gambe dovrebbe essere non stancante..
  • Evitare i contraccettivi ormonali migliora la salute circolatoria.
  • È utile assumere agenti fluidificanti del sangue, che devono essere prescritti da uno specialista. Non dovresti lasciarti trasportare dall'autotrattamento, solo un medico può identificare la causa dell'infiammazione delle vene delle gambe e aiutare a influenzarla efficacemente per recuperare completamente il paziente.
  • Abbandonare le cattive abitudini: bere bevande alcoliche, fumare riduce il carico sui vasi sanguigni.
  • Se hai le vene varicose, dovresti sottoporti a esami periodici e cicli di trattamento.
  • Poiché l'infiammazione delle vene è più una malattia acquisita, colpisce le persone che lavorano sodo fisicamente e i rappresentanti delle professioni sedentarie. Pertanto, la dovuta attenzione dovrebbe essere prestata agli esami medici periodici sistematici..
  • Una visita regolare a un flebologo alla minima manifestazione dei sintomi della malattia consente di apportare modifiche efficaci al lavoro del sistema cardiovascolare.
  • Se si subiscono lesioni alle estremità, è necessario consultare un medico per prevenire la penetrazione di infezioni nel corpo e provocare infiammazioni venose.
  • Inoltre, la prevenzione della flebite consiste nell'indossare scarpe comode stagionali realizzate con ingredienti naturali con tacchi bassi..

Una flebite curata significa leggerezza nelle gambe, una vita attiva a tutti gli effetti senza dolore e disagio. Non dimenticare che l'infiammazione delle vene è la fase iniziale di disturbi complessi del sistema cardiovascolare. Pertanto, non è necessario rischiare la salute e cercare assistenza medica qualificata ai primi sintomi..

Le ragioni

Ci sono moltissimi fattori di sviluppo e sono ben noti ai medici, così come il loro ruolo nel meccanismo.

  • Vene varicose. Detentore del record assoluto nella "classifica".
  • Lesioni. Meno comune nei vasi delle gambe perché le iniezioni sono meno frequenti. Di solito a causa di lividi, fratture e altre condizioni.
  • Penetrazione di agenti infettivi nei tessuti. Virus, funghi, batteri.
  • Reazione allergica e tendenza ad esso.
  • Malattie autoimmuni, comprese quelle sistemiche, come il lupus eritematoso, l'artrite e molte altre.

La flebite può anche essere un'esperienza desiderabile. Ad esempio, questo processo, infiammazione e distruzione viene provocato durante il trattamento chirurgico, la scleroterapia (per causare la distruzione artificiale della nave). Questa tecnica viene utilizzata per eliminare le vene varicose.

Esistono anche fattori di rischio. Non provocano direttamente una violazione, ma aumentano la probabilità che si verifichi.

  • Attività fisica insufficiente.
  • Natura permanente dell'attività professionale.
  • Sovrappeso.
  • Trauma.
  • Riposo a letto forzato. Più lunga è l'immobilizzazione, maggiori sono i rischi.
  • Disturbi ormonali.
  • Gravidanza. Lavoro pesante.

Complicazioni

Il processo infiammatorio nelle vene superficiali con vene varicose dà raramente complicazioni, purché un trattamento adeguato. Una minaccia per la vita è un'infiammazione purulenta, che può causare avvelenamento del sangue generale. Le più pericolose sono le complicazioni sotto forma di coaguli di sangue, senza le quali l'infiammazione delle vene profonde lo fa raramente..

I coaguli di sangue bloccano il lume del vaso e peggiorano la circolazione sanguigna già compromessa negli arti inferiori. Ma questa non è la cosa peggiore. Un trombo strappato migra attraverso i vasi verso i polmoni e il cuore. Il blocco dell'arteria polmonare (PE) è irto di morte del paziente e l'ingresso di un coagulo nei vasi coronarici e cerebrali - infarto e ictus.

Diagnostica

Viene eseguito sotto la supervisione di specialisti in regime ambulatoriale o in ospedale. Dipende dalla gravità della condizione.

Un elenco indicativo di attività:

  • Interrogatorio orale del paziente. Per rilevare i reclami, determinare i sintomi e strutturare le manifestazioni. Il quadro clinico viene utilizzato per avanzare ipotesi specifiche sulla diagnosi..
  • Prendendo l'anamnesi. Nominato come parte delle attività primarie di routine. Consente di valutare la probabile causa di una condizione patologica. Rivela età, stile di vita, storia familiare, cattive abitudini e altri punti che potrebbero essere importanti.
  • Test dei riflessi. Con violazioni pronunciate, sono violate o del tutto assenti.
  • Palpazione. Esame fisico, per determinare le proprietà dei tessuti, le reazioni al dolore del paziente.
  • Ecografia Doppler dei vasi degli arti inferiori, scansione duplex. Perseguono un obiettivo: determinare la qualità e la velocità del flusso sanguigno a livello locale. Senza questo metodo è impossibile trattare una specifica vena affetta da flebite, anche con la lunghezza del sito.
  • Se la tecnica precedente è finalizzata allo studio degli indicatori funzionali, la radiografia con contrasto consente di vedere la struttura della vena stessa.
  • In assenza di dati sufficienti per fare una diagnosi, è necessaria una risonanza magnetica; il contrasto non è necessario. Permette di vedere in dettaglio le caratteristiche dei tessuti, le caratteristiche anatomiche dei vasi sanguigni.
  • Analisi del sangue generale. Per identificare un processo infiammatorio e infettivo. Biochimica.
  • Coagulogramma.

Sono possibili anche altre misure diagnostiche. La domanda è la convenienza. Deciso a discrezione di specialisti in chirurgia e flebologia.

Medicina tradizionale

C'è anche un trattamento popolare per l'infiammazione. Per accelerare il processo di guarigione, vengono presentate le seguenti ricette:

  1. Se la patologia si è formata solo nella parete esterna del vaso, è possibile utilizzare una griglia di iodio convenzionale. È efficace non solo contro le infiammazioni, ma anche per l'eliminazione del dolore;
  2. È possibile utilizzare un'infusione medicinale per migliorare il tono delle vene. La cottura richiede 50 g di frutto di castagno, la stessa quantità di radice di elecampane, foglie essiccate di mirtilli rossi e infiorescenze di calendula. Asciugare e schiacciare tutto questo per ottenere una raccolta uniforme. La preparazione consiste nel mescolare 2 cucchiai di acqua bollente in 0,5 litri. collezione. Metti da parte il liquido in un thermos per 1 notte. Usa 100 ml 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di circa 6-7 settimane;
  3. Le foglie delle barbabietole ordinarie aiuteranno ad aumentare la forza e l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni. Le cime fresche o asciutte andranno bene. Usa 100 g di foglie per 1 litro di spolverata, ma se la materia prima si asciuga, ne bastano 50 g Metti da parte l'acqua bollente e insisti finché non si raffredda. Consumare 150 ml dopo i pasti per 2 mesi;
  4. Gli impacchi di assenzio e felce alleviano perfettamente l'infiammazione. Schiacciare le foglie essiccate in uno stato polveroso e versare panna acida o kefir. Metti il ​​composto su una garza, un tovagliolo andrà bene e avvolgilo sulla zona interessata durante la notte. Occorrono 4-5 giorni per produrre tali compresse..

Le ricette popolari sono davvero sfaccettate, poiché ce ne sono molte, ma l'uso sconsiderato è irto, se non di effetti collaterali, quindi di complicazioni. L'uso è vietato senza consultare uno specialista.

Il trattamento alternativo si manifesta spesso come una terapia ausiliaria o i farmaci vengono sostituiti da essa, il cui uso è vietato a lungo termine.

Trattamento

La terapia viene eseguita a casa o in ospedale, a seconda della forma e dell'aggressività della malattia.

Viene mostrato l'uso di medicinali di diversi gruppi:

  • Antifiammatori non steroidei. Ketorol, ibuprofene, nimesulide, altri. Glucocorticoidi. Ormoni. Utilizzato per lo stesso scopo, ma più potente di diversi ordini di grandezza. Provocano effetti collaterali pericolosi, quindi non sono adatti per l'uso a lungo termine.
  • Mezzi per rafforzare le pareti venose. Anavenol e analoghi.
  • Farmaci che normalizzano il flusso del tessuto liquido: pentossifillina e altri simili.
  • Agenti antipiastrinici. Assottigliamento del sangue, prevenendo lo sviluppo di coaguli di sangue. Pertanto, vengono utilizzati per molto tempo. Ma non tutti in forma. Sono preferite opzioni più sicure a base di acido acetilsalicilico. Analoghi moderni dell'aspirina (Thrombo-Ass e altri).
  • Antistaminici. Per ridurre la probabilità di unirsi a una reazione allergica.
  • Il processo autoimmune viene eliminato da citostatici, depressivi. Ma questa misura estrema e pericolosa.

Il trattamento della flebite degli arti inferiori è un farmaco, presuppone una tecnica conservativa come desiderabile, ma non sempre dà i risultati desiderati.

Se necessario, viene eseguita un'operazione. Le opzioni sono possibili. Ablazione laser, ablazione con radiofrequenza o escissione classica (flebectomia) per distruggere la vena infiammata.

In casi estremi, viene mostrato lo shunt, la creazione di un "nodo di trasporto" di terze parti per il flusso sanguigno che bypassa il vaso interessato. La scelta spetta ai medici.

Per l'intera durata della terapia, è indicato il riposo a letto (con riserve significative, non puoi mentire costantemente, questo porterà a complicazioni), l'aderenza a una dieta povera di grassi. Niente alcool o fumo.

Terapia farmacologica

Indipendentemente da quale membrana ha colpito l'infiammazione, interna o esterna, si consiglia l'uso di farmaci, che sono divisi in gruppi in base all'effetto.

  1. Farmaci antinfiammatori non steroidei - Ketoprofen, Ketonal, Ibuprofen, Meloxicam. Permette di eliminare le manifestazioni dolorose, così come la risposta infiammatoria stessa;
  2. Gli anticoagulanti possono influenzare il sangue, assottigliandolo in qualche modo - Cardiomagnet, Aspirina;
  3. I flebotonici sono sostanze che migliorano la circolazione sanguigna, eliminando la congestione nei vasi delle estremità. Più spesso prescritto: Venosmin, Vasoket, Actovegin, Kurantil, Venoplant;
  4. Gli agenti antipiastrinici prevengono il rischio di coaguli di sangue - Clopidogrel, Dipiridamolo, Acido acetilsalicilico;
  5. Preparazioni topiche - Varius, Unguento eparina, Troxevasin, Venobene, Voltaren;
  6. Sostanze fibrinolitiche: chemiotripsina, fibrinosilina, tripsina.

Rimedio per le vene varicose Varius


L'ultimo sviluppo degli specialisti russi ha l'effetto più veloce possibile: dopo 1-2 corsi, si ottengono miglioramenti significativi anche nella fase avanzata delle vene varicose. La formula è a base di estratti vegetali autoctoni, quindi dispensata senza prescrizione medica. Di solito è impossibile ottenere un medicinale con questo potente effetto senza prescrizione medica. Puoi acquistare un prodotto scontato sul Sito Ufficiale >>>
Opinione dei medici sul farmaco Leggi >>>

La durata del corso, il dosaggio e la regolarità d'uso sono prescritti dallo specialista curante, che trarrà conclusioni in base alla gravità della malattia.

La vena della gamba è infiammata come trattare a casa

L'infiammazione delle vene delle gambe (flebite) è un problema abbastanza comune, soprattutto nelle donne. La flebite si verifica più spesso come complicanza delle vene varicose degli arti inferiori.

Il pericolo della malattia è che non esiste quasi mai in isolamento, poiché a seguito del processo infiammatorio, la flebite si trasforma in tromboflebite. Le caratteristiche di sviluppo, i metodi di trattamento e la prevenzione della flebite saranno discussi in questo articolo..

Elenco delle malattie

L'infiammazione delle vene degli arti inferiori può verificarsi a causa di malattie precedenti. Come mostrano le statistiche, sono le vene varicose che più spesso provocano il processo infiammatorio. Spesso, l'infiammazione si verifica a causa della penetrazione dell'infezione dal suo fuoco (ascesso, ferita infetta). L'agente patogeno più possibile che causa il processo infiammatorio e i sintomi di accompagnamento dell'infiammazione delle vene nelle gambe è il batterio streptococco.

Le influenze esterne possono anche causare l'infiammazione delle vene. Nel processo di sclerosi venosa, i processi infiammatori e distruttivi dell'endotelio (flebite asettica) sono innescati dalla somministrazione di un farmaco speciale - sclerosante oa causa di effetti termici durante l'ablazione laser.

Tipi di flebite

Ci sono due ragioni principali per classificare un disturbo. Il primo è la localizzazione.

Esistono tre tipi di malattia:

  • Endoflebite. È considerata la varietà più comune. Si sviluppa il processo infiammatorio del rivestimento interno della nave. La causa abituale della flebite delle vene degli arti superiori è il cateterismo non qualificato, l'esposizione prolungata dell'ago, meno spesso iniezioni. Ulteriori fattori di rischio sono fenomeni infettivi, processi autoimmuni. Relativamente facile, suscettibile di terapia.
  • Periflebite. Infiammazione nelle strutture esterne della vena. Praticamente non si sviluppa in isolamento. Ha un'origine sistemica. Spesso si verifica come complicanza di lesioni batteriche o virali. Il trattamento è un po 'più difficile..
  • Panphlebitis. Disturbo sistemico. È accompagnato dal coinvolgimento di tutti gli strati della nave nel processo patologico. La causa comune è un'operazione precedente o una lesione aperta, con una violazione dell'integrità anatomica della vena. Richiede un trattamento immediato, ha la prognosi peggiore in termini di complicanze.

La seconda base per la classificazione della flebite è l'origine del processo patologico.

Di conseguenza, si distinguono i seguenti tipi di violazioni:

  • Cerebrale. È accompagnato da un disturbo delle strutture delle vene del cervello. È considerato un tipo estremamente pericoloso, perché a breve termine provoca ischemia acuta, processi necrotici. Ha un tasso di mortalità indefinitamente alto senza assistenza qualificata.
  • Pylephlebitis. Agisce come una complicazione dei processi infiammatori, compresi i processi infettivi nella cavità addominale. Come nel caso precedente, richiede una correzione immediata in ambito ospedaliero.
  • Forma migratoria. È accompagnato da un processo infiammatorio parallelo nelle arterie ed è anche causato da esso. La trombosi di solito si verifica nel sistema..
  • Flebite infettiva. Il nome generalizzato del processo patologico. La base è il danno tissutale da virus, funghi o batteri.
  • Tipo dopo il parto. Il nome parla da solo.
  • Tipo autoimmune. A volte è chiamato allergico. I nomi sono usati in modo intercambiabile. È caratterizzato da un lungo corso lento, la probabilità di coaguli di sangue è piccola. Ma con il trattamento, non vale nemmeno la pena ritardare. La malattia riduce significativamente la qualità della vita, non consente di muoversi normalmente, lavorare, svolgere attività domestiche elementari.

C'è una variazione della prima classificazione in un aspetto globale:

Flebite delle vene del braccio. Il processo patologico è accompagnato da danni ai vasi degli arti superiori.

A causa del deflusso sanguigno fisiologicamente migliore, si verifica più volte meno spesso.

L'infiammazione della vena del braccio dopo un catetere contagocce è la ragione principale, tale flebite è chiamata flebite post-infusione. Di norma, nelle persone con un sistema immunitario forte, si verifica più volte meno spesso, piuttosto si riferisce a varianti eccezionali di complicanze.

Flebite dei vasi degli arti inferiori. È molto più comune. È differenziato in danni ai vasi esterni e profondi.

La seconda opzione è più pericolosa, perché a volte più spesso è accompagnata da una violazione critica del flusso sanguigno, della nutrizione e del metabolismo dell'ossigeno. I rischi di complicanze, principalmente cancrena, sono più alti.

La flebite post-iniezione di questa localizzazione è praticamente impossibile, si sviluppa principalmente sulle mani, tuttavia, quando si conducono studi invasivi con cateterizzazione dei vasi delle gambe, anche dopo il trattamento per le vene varicose, la complicazione è probabile.

La sconfitta degli arti inferiori dovuta al maggior carico e alla tendenza al ristagno si verifica molto più spesso.

Possibili complicazioni

L'infiammazione superficiale delle vene porta ad un peggioramento della condizione e allo sviluppo delle seguenti patologie:

  • Le vene varicose sono il risultato di danni alle valvole a causa dei coaguli di sangue formati e della ritenzione di sangue nei vasi;
  • Acquisizione di una pelle rosso-blu e lesioni ulcerative dovute alla pressione esercitata dal sangue stagnante;
  • Flebite ostruttiva: ostruzione delle vene con un coagulo di sangue che ostruisce la circolazione sanguigna.

Se una vena profonda è infiammata, ciò può portare a conseguenze molto gravi:

  • Il coagulo di sangue risultante può staccarsi ed entrare nel cuore o nel cervello, portando rispettivamente a infarto miocardico ed emorragia cerebrale;
  • Il blocco di un vaso polmonare da parte di un coagulo di sangue porta allo sviluppo di embolia polmonare, che provoca l'embolia polmonare. Questa condizione è pericolosa per la vita del paziente..

Al fine di evitare complicazioni con l'infiammazione delle vene, è necessario adottare un approccio responsabile al mantenimento della propria salute e venire a un appuntamento con uno specialista qualificato in modo tempestivo..

Prevenzione

Nel trattamento della flebite, il rispetto delle misure preventive è di grande importanza. Molti pazienti, avendo curato la flebite acuta, dimenticano la necessità di esami tempestivi e seguono le raccomandazioni del medico. Tuttavia, la malattia può ripresentarsi e diventare cronica..

  1. Nella fase lieve, camminare e un'attività fisica moderata sono utili. È necessario osservare il regime di lavoro e riposo. Se le circostanze ti costringono a stare in piedi a lungo, dovresti indossare calze o bende compressive.
  2. Quando possibile, dovresti aiutare i tuoi vasi sanguigni: tieni le gambe sopra il livello del cuore. Ciò migliora il flusso sanguigno venoso e riduce la pressione sulle pareti dei vasi. È richiesto un riposo notturno completo: dormire almeno 8 ore.
  3. Evita l'immobilità prolungata alzandoti e muovendoti regolarmente.
  4. È necessario rinunciare all'alcol e al fumo, poiché causano vasocostrizione e spasmi.
  5. Piccante, salato dovrebbe essere escluso dalla dieta. I migliori metodi di cottura sono bollire, stufare. Non mangiare cibi che aumentano la viscosità del sangue, zucchero, dolciumi. Riduci l'assunzione di sale a 5 g al giorno.

Perché si verifica l'infiammazione venosa?

Le ragioni per l'infiammazione delle vene includono quanto segue:

  • vene varicose - una violazione del flusso sanguigno che contribuisce all'infiammazione delle vene;
  • un'infezione che entra nel flusso sanguigno da focolai di infezione batterica, con un'iniezione endovenosa errata, traumi e ferite;

Fattori che di per sé non causano l'infiammazione delle vene varicose sulla gamba, ma contribuiscono al suo aspetto:

  • Gravidanza, che è più spesso accompagnata da edema. Il trattamento dell'edema con vene varicose delle gambe eliminerà la manifestazione dei sintomi.
  • Mancanza di vitamine.
  • Sovrappeso.

Classificazione

La tipizzazione viene effettuata per molti motivi. Alcuni di loro non hanno alcun senso per il paziente, quindi interessano più i teorici che i pazienti e i professionisti..

Come per i più utilizzati, il modo principale per suddividere l'infiammazione delle vene delle gambe è valutare l'origine del disturbo..

  • Tipo infettivo. Uno dei più comuni. La sua essenza risiede nella degenerazione vascolare a seguito di danni da stafilococco o altri agenti batterici, virali e fungini. L'identificazione dell'agente patogeno è vitale.
  • Forma traumatica. Il risultato del danno posticipato alle vene, ai tessuti molli. Si verifica anche a seguito di esposizione iatrogena (medica).
  • Forma autoimmune. A volte chiamato allergico, che non è del tutto accurato. Si tratta di un'infiammazione causata dal malfunzionamento del proprio sistema immunitario, che attacca le cellule del rivestimento interno delle vene, scambiandole per batteri. Pertanto, la componente infettiva è assente..
  • Tipo di dolore. Si sviluppa nelle donne in gravidanza e nei pazienti sotto shock. Varietà relativamente rara.
  • Iniezione. Anche un "ospite" raro.

Esiste anche la cosiddetta forma idiopatica. Quando non è possibile trovare la causa specifica del disturbo. Ma chiaramente non c'è traccia di infezione. Nessun segno di un processo autoimmune. La diagnosi può essere rivista in seguito.

La localizzazione della violazione consente di espandere la classificazione:

  • Flebite superficiale. È una lesione dei vasi localizzati poco profondi sotto lo spessore dello strato cutaneo. Di solito è benigno, dà un minimo di sintomi, sebbene sia scomodo in termini di segni clinici. Ha una prognosi favorevole, per quanto possibile.
  • La flebite delle vene profonde è accompagnata da un malfunzionamento dei vasi situati sotto la superficie dei tessuti molli (muscoli). Ha un corso pesante. Richiede cure ospedaliere, le prospettive di guarigione sono vaghe anche sullo sfondo di misure di qualità. Spesso è necessario un intervento chirurgico.

A seconda della prevalenza del processo. Cioè, quanto colpisce la vena.

  • Endoflebite. Solo il rivestimento interno della nave soffre, è il tipo più comune di processo patologico.
  • Periflebite. È accompagnato da danni allo strato esterno. Le perdite sono più pesanti. Prima o poi, si sposta in una nuova fase, coinvolgendo la nave e oltre.
  • Panphlebitis o tipo generalizzato. L'intera vena soffre. La forma più difficile e pericolosa della malattia.

Con la genesi infettiva, c'è un'alta probabilità che la nave totale si sciolga con lo sviluppo della sepsi sullo sfondo del sanguinamento. Richieste cure mediche urgenti, in ospedale.

Infine, il disturbo può essere classificato in base alla natura del corso. La forma acuta è accompagnata da una clinica pronunciata, procede con un alto rischio di complicanze, altri fenomeni.

La fase cronica fornisce un minimo di segni clinici e, se sono presenti, sono di breve durata e difficilmente distinguibili dal paziente..

A volte i medici distinguono un'altra forma, subacuta. È di transizione, è considerato un corso naturale del disturbo, una fase verso la guarigione. I sintomi sono ancora presenti, ma non così pronunciati e la probabilità di complicazioni è ancora alta.

Di norma, le classificazioni nominate vengono prese in considerazione quando si effettua una diagnosi e la si codifica. Ciò consente di ottenere la massima specificità quando si descrivono le condizioni del paziente..

Ad esempio, potrebbe esserci una diagnosi del genere: periflebite superficiale infettiva, decorso acuto e variazioni simili.

Diagnostica

Con le vene varicose a livello superficiale, un esame visivo viene eseguito da un medico che fa una diagnosi preliminare. Tuttavia, questo non è sufficiente, quindi al paziente viene assegnato il doppler ecografico.

Per l'infiammazione venosa profonda, vengono eseguiti test di pervietà venosa, flebografia, angiografia ecografica duplex e risonanza magnetica. Inoltre, è necessario superare un esame del sangue clinico e biochimico, eseguire un coagulogramma e determinare l'indice di protrombina.

Sintomi in corso acuto


Con un processo infiammatorio acuto, si verifica ipertermia (fino a 39 gradi), una forte sensazione di dolore alla gamba e gonfiore. La pelle si rassoda, risplende e la sua tonalità diventa viola o cianotica.

Alla palpazione, la vena colpita è molto dolorosa, spesso più fredda dei vasi sanguigni sani. Il polso non si sente affatto o è molto debole. C'è anche un aumento dei linfonodi.

Nel corso della vena infiammata si sviluppano ulcere trofiche e ascessi - manifestazioni esterne di suppurazione. Il processo acuto può durare da 3 settimane a 2 mesi. È quasi impossibile riprendersi in questi casi: la patologia assume una forma cronica o subaffilata.

Di regola, la flebite acuta che colpisce la vena superficiale non è accompagnata da un forte dolore. La temperatura aumenta leggermente e il gonfiore è piccolo. Alla palpazione si avverte un ispessimento della vena interessata, che occasionalmente si infiltra. La malattia in forma acuta dura da 10 giorni a 1 mese.

Se la trombosi è presente sullo sfondo della flebite, è del tutto possibile un processo purulento. In una tale situazione, il paziente lamenta ipertermia (fino a 39 gradi). Il tessuto si ammorbidisce al tatto, può apparire iperpigmentazione.

Quando un ascesso si rompe, c'è la possibilità di sviluppare sepsi se il pus entra nel flusso sanguigno.

Com'è il trattamento

Cosa fare se una vena è infiammata può essere prescritto solo da un medico, poiché il trattamento viene effettuato con farmaci seri. Per il trattamento del processo infiammatorio, vengono utilizzati due metodi: farmaci e chirurgici.

Operazione

Se i metodi di trattamento dell'infiammazione delle vene delle gambe senza intervento non sono efficaci, al paziente viene prescritta un'operazione. L'operazione comprende le seguenti procedure chirurgiche:

  • legatura delle vene;
  • dissezione di una vena nell'area in cui si è formato un coagulo di sangue;
  • rimozione della vena infiammata

Ricette popolari

Infusi di erbe, decotti come impacchi: campo, ortica, celidonia, equiseto e altri aiuteranno ad alleviare l'infiammazione delle vene con vene varicose. I prodotti sono usati e familiari: aceto di mele, patate, oli animali e vegetali e altri.

Compresse e unguenti

Le sostanze medicinali utilizzate per l'infiammazione delle vene degli arti inferiori sono suddivise in base al tipo di azione fornita in tre gruppi principali:

  • preparati venotonici per le gambe;
  • agenti fluidificanti del sangue (anticoagulanti) e medicinali che inibiscono l'adesione piastrinica (agenti antipiastrinici);
  • farmaci antinfiammatori

Classificazione della flebite per localizzazione

Come accennato in precedenza, la flebite è il nome comune di diverse malattie delle vene. Nel sito di localizzazione dei vasi malati si distingue la flebite degli arti superiori e inferiori. Le vene umane sono strutture tubolari cave, le cui pareti sono formate da tre strati: il più forte esterno, il medio e l'interno molto deboli. Si chiama endotelio e la sua infiammazione, rispettivamente, è l'endoflebite. Con l'infiammazione dello strato esterno, la malattia viene diagnosticata con periflebite. È facile decifrare e ricordare questo termine se si ricorda che in greco "peri" è usato per indicare la distanza dal centro, nella traduzione libera "bordo", "periferia".

Se lo strato intermedio è infiammato, la malattia si chiama mesoflebite. "Meso" in greco significa "al centro". Quindi tutto è logico e comprensibile anche qui..

In pratica, molto raramente la flebite è differenziata dal fatto che la guaina venosa è infiammata. Più spesso la malattia si chiama panphlebitis, cioè generale, multipla, ma indica in quale dei tre strati della parete venosa sono presenti lesioni preferenziali.

Regole di vita con malattie venose

Avvicinarsi di un passo alla guarigione, rimuovere i sintomi manifestati durante la malattia ed evitare la recidiva consentirà non solo il trattamento operabile e farmacologico, ma anche il mantenimento di uno stile di vita sano.

Con l'infiammazione delle vene, è necessario seguire una serie di raccomandazioni:

  • Uno stile di vita passivo deve essere ricostruito in uno attivo, stabilendo come regola l'esercizio regolare a ritmo moderato per non provocare affaticamento del corpo;
  • È necessario evitare di rimanere a lungo nella stessa posizione (in piedi, seduto, gettando una gamba sull'altra), interrompere periodicamente gli esercizi monotoni ed eseguire un breve riscaldamento;
  • Quando si scelgono le scarpe, si dovrebbe dare la preferenza ai modelli gratuiti con una piattaforma stabile; non è consigliabile indossare scarpe col tacco alto su base permanente;
  • Il trattamento di processi infiammatori e lesioni deve essere effettuato in modo tempestivo e competente;
  • Si raccomanda di smettere di fumare e di bere bevande alcoliche;
  • Non è necessario effettuare tentativi di automedicazione, il trattamento farmacologico e l'uso di rimedi popolari devono essere effettuati in consultazione con un medico;
  • Nessun massaggio per le vene varicose è adatto in un caso o nell'altro, è necessario consultare un medico in modo che prescriva una procedura di massaggio adeguata;
  • Durante il corso del trattamento e del recupero, è importante seguire le raccomandazioni del medico curante.

Rimedi popolari

I sintomi della flebite non possono essere eliminati usando metodi popolari. Le raccomandazioni e la pubblicità esistenti dovrebbero essere valutate in termini di ritardare le visite a un medico, rinviare la terapia attiva e le conseguenti complicazioni.

Il trattamento alternativo aiuta a prevenire la flebite con vene varicose. Pertanto, può essere utilizzato per la prevenzione costante dell'infiammazione sullo sfondo di altre malattie o del riposo a letto forzato..

Di norma, il consiglio si riduce all'aggiunta di alimenti alla dieta che contribuiscono alla fluidificazione del sangue. Questi includono:

  • succo di rafano nero, barbabietole e carote;
  • decotto di ortica;
  • decotto di foglie e frutti di ippocastano.

Prevenire la tromboflebite superficiale con impacchi da:

  • patate grattugiate,
  • Rafano,
  • brodo caldo di mamma e matrigna,
  • calendula.

Misure preventive simili dovrebbero essere prese con lavoro sedentario, aumento della fatica e stress sulle gambe..

Per prevenire la flebite, è necessario trattare le malattie infiammatorie della pelle su raccomandazione di uno specialista, non contattare medici dubbi, non usare siringhe usate. Il consiglio tempestivo del medico aiuterà a prevenire pericolose conseguenze della trombosi.


Articolo Successivo
Cos'è l'emangioma vertebrale e come trattarlo