Trattamento dell'infiammazione delle vene degli arti inferiori


La flebite è un processo infiammatorio localizzato nei tessuti delle pareti venose. La patologia può colpire varie parti del corpo, ma, secondo le statistiche, tra le malattie di questo gruppo le lesioni alle gambe sono più comuni. I tipi di malattia sono discussi di seguito e i sintomi, le cause e il trattamento della flebite degli arti inferiori sono descritti in dettaglio..

Classificazione e tipi di flebiti

I cambiamenti patologici nelle vene sono classificati in base alle caratteristiche morfologiche..

Secondo questo principio, esistono 4 tipi di disturbo:

  1. Endoflebite o infiammazione dei tessuti interni dei vasi sanguigni.
  2. Mesoflebite - una lesione che si verifica negli strati intermedi delle formazioni tubolari.
  3. La periflebite è una malattia localizzata nel tessuto che circonda la vena.

Poiché periodicamente è impossibile definire rigorosamente i gruppi in esame (le pareti delle vene sono molto sottili), nelle istituzioni mediche al paziente viene diagnosticata la "Panflebite" e viene indicata l'area di lesione predominante.

Ulteriori tipi di classificazioni distinguono le forme croniche e acute dello sviluppo della malattia, nonché 2 tipi di patologie nella posizione dei vasi colpiti dalla malattia: superficiale, interna.

Flebite delle vene superficiali

Un processo infiammatorio che colpisce le vene situate direttamente sotto la pelle. La malattia viene rapidamente fermata; quando si riceve una terapia tempestiva, non provoca complicazioni. La conseguenza dei casi trascurati è la diffusione attiva della malattia. La flebite superficiale nella fase acuta dura da 1 settimana a 1,5 mesi.

Flebite delle vene profonde

Patologia che coinvolge vasi profondi. Il tipo di malattia più pericoloso. La flebite delle vene profonde situate negli arti inferiori può causare coaguli di sangue (trombi) nel lume vascolare. In assenza di misure terapeutiche adeguate, la malattia finisce con la morte..

La durata della forma acuta è fino a sei mesi.

Motivi di sviluppo

I fattori più comuni che provocano la comparsa di cambiamenti nei vasi venosi includono:

  • vene varicose;
  • fumo (la nicotina, che entra nel flusso sanguigno, aumenta la sua coagulabilità);
  • sovrappeso;
  • età da 50 anni;
  • malattie infettive trasferite;
  • uso a lungo termine della contraccezione ormonale senza prescrizione medica;
  • ipodynamia;
  • condizioni di lavoro dannose;
  • malattia metabolica;
  • gravidanza, parto.

Tra i motivi che portano allo sviluppo dell'infiammazione delle pareti venose, viene anche chiamato il ristagno di sangue nelle formazioni tubulari. È causato da una persona che rimane a lungo in una posizione immobile (nel trattamento di lesioni, malattie somatiche, fratture).

La malattia può verificarsi a seguito dell'infusione di alcuni farmaci e quando si utilizza un catetere endovenoso (nei casi in cui la procedura è stata accompagnata dalla penetrazione di agenti infettivi in ​​una vena).

Una condizione per l'insorgenza della flebite è la presenza di patologie genetiche..

Come si manifesta la flebite

Le variazioni nei sintomi della malattia sono dovute alla posizione e alla forma del suo sviluppo.

Il periodo di latenza del danno tissutale è caratterizzato dall'assenza di segni pronunciati di flebite delle vene nelle gambe. I primi segnali allarmanti che costringono i pazienti a prestare maggiore attenzione al proprio stato di salute sono:

  • gonfiore, pesantezza alle gambe, che compaiono alla fine della giornata lavorativa;
  • convulsioni a bassa intensità (principalmente di notte);
  • aumento della fatica;
  • attacchi di mal di testa.

L'inizio della debolezza muscolare è un presagio dell'inizio di un periodo acuto della malattia. La forma in esame provoca tensione, dolore ai vasi infiammati, iperemia della pelle. Alcuni pazienti, descrivendo le loro condizioni, notano un aumento della temperatura corporea generale, prurito, difficoltà derivanti dal movimento. Con la flebite acuta degli arti inferiori, il deterioramento del benessere si osserva principalmente nelle ore mattutine, dopo il sonno.

L'esame rivela macchie rosse che compaiono lungo l'intera formazione tubulare, palpazione - ispessimento delle vene, accompagnato da dolore quando viene premuto.

Il decorso cronico della malattia è caratterizzato da segni meno pronunciati, tra cui: la presenza di ricadute e periodi di remissione, lievi cambiamenti nel colore della pelle, febbre di basso grado, edema transitorio.

Segni dei tipi di malattia

La flebite superficiale degli arti inferiori ha sintomi meno pronunciati rispetto a quelli interni. Si manifesta con dolore acuto nella localizzazione del processo, nausea, attacchi di vertigini e debolezza. Possibile aumento della temperatura.

L'infiammazione delle vene profonde è caratterizzata da:

  • pallore dell'epidermide;
  • edema significativo;
  • la comparsa di ulcerazioni cutanee;
  • significativo deterioramento delle condizioni generali;
  • febbre;
  • l'inizio della febbre;
  • forte disagio e dolore.

Se vengono rilevati tutti i segni di cui sopra, consultare immediatamente un medico.

Diagnosi della malattia

Il flebologo è coinvolto nella diagnosi. L'algoritmo diagnostico comprende interrogatorio orale, esame del paziente, studio dell'eziologia della malattia.

Per chiarire i dati ottenuti, saranno coinvolte ulteriori ricerche:

  • analisi del sangue;
  • UGDZ, o tecnica ad ultrasuoni.

Il primo di questi metodi consente di scoprire il tasso di coagulazione dell'ambiente fluido del corpo, il secondo - per vedere la posizione delle aree infiammate e valutare le condizioni dei tessuti della vena interessata.

In caso di dati insufficienti ottenuti, è possibile prescrivere la risonanza magnetica, la diagnostica TC, l'uso della venografia.

Perché l'infiammazione venosa è pericolosa

Il rifiuto delle cure mediche porta ad un aumento dei sintomi delle malattie, un cambiamento nel colore dell'epidermide in sfumature marrone-nere. I liquidi ristagnano, le vene si ingrossano e compaiono ulcere sulla pelle. Inizia la formazione della cancrena.

Lo sviluppo a lungo termine della malattia senza ricevere una terapia adeguata contribuisce all'emergere di una malattia pericolosa: la tromboflebite.

La particolarità della patologia è la possibilità di movimento del coagulo di sangue distaccato lungo i vasi. Un coagulo di sangue che entra nell'arteria polmonare con il flusso di liquidi causerà il blocco. Il rischio di sviluppare una tale condizione è ridotto al minimo solo in ambiente ospedaliero.

Metodi e obiettivi della terapia

Tra i principali problemi da risolvere con l'uso di metodi terapeutici classici e innovativi ci sono la soppressione dei processi infiammatori, una diminuzione della velocità di coagulazione del sangue, la prevenzione del tromboembolismo e della cancrena venosa, la prevenzione della PTFS (sindrome post-tromboflebica). Ulteriori obiettivi sono rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, aumentare la loro elasticità.

Gli obiettivi vengono raggiunti attraverso l'uso di un trattamento completo.

Armato di dottori di 2 tipi di terapia: conservatore e operativo. L'insieme dei metodi utilizzati varia a seconda delle cause dell'insorgenza, dell'area di localizzazione della malattia e delle forme del suo sviluppo..

La medicina tradizionale è un fattore ausiliario..

Chirurgia

La chirurgia è coinvolta in un numero limitato di casi. Tra loro:

  • il rischio esistente di tromboembolia;
  • forma grave della malattia;
  • tromboflebite ascendente di tipo acuto.

Se i vasi (uno o più) si infiammano, l'escissione dell'area interessata diventa il tipo di manipolazione raccomandato. Le prestazioni del paziente vengono ripristinate abbastanza rapidamente.

La penetrazione del coagulo nelle arterie è impedita dall'installazione di un filtro cava (la procedura è una delle tecniche innovative). Il dispositivo ritarda la formazione di coaguli di sangue con un diametro di 2 mm.

La sostituzione delle aree danneggiate con un impianto (shunt) consente di ripristinare l'afflusso di sangue, ridurre al minimo il rischio di formazione di coaguli.

Attività terapeutiche

Le misure terapeutiche mirano ad eliminare i fattori che hanno causato la malattia. Gli esperti fanno un esempio: se una vena è infiammata a causa della penetrazione di agenti patogeni, l'obiettivo delle misure terapeutiche sarà quello di fermare la crescita delle colonie batteriche. La soppressione diretta dello sviluppo della malattia sarà la fase successiva.

Il metodo conservativo prevede l'utilizzo di:

  • impacchi antinfiammatori applicati sulla zona interessata;
  • venotonics che migliorano le condizioni dei tessuti vascolari;
  • farmaci per ripristinare la circolazione sanguigna;
  • fisioterapia;
  • medicinali locali.

Inoltre, possono essere utilizzati riflessi, UHF e irudoterapia, farmacopuntura. Le procedure eseguite promuovono le vene varicose, alleviano l'infiammazione.

La terapia della flebite richiede che il paziente rimanga a letto. La gamba interessata deve essere tenuta sollevata (è consentito mettere un rullo denso, un cuscino sotto l'arto) per migliorare il flusso sanguigno.

Terapia farmacologica

L'infiammazione delle vene superficiali delle gambe richiede un trattamento con farmaci che sopprimono lo sviluppo della malattia. I prodotti medici allevia il dolore, allevia la condizione.

Nella lista delle medicine più popolari:

  • unguenti Lioton, Eparina, Troxevasin (gli ultimi due linimenti sono usati nella medicazione);
  • farmaci antinfiammatori non steroidei: Diclofenac, Voltaren;
  • medicinali che ripristinano l'elasticità delle pareti delle vene superficiali (Venoruton, Troxerutin).

I farmaci fibrinolitici (Urokinase, Streptokinase) sono usati per il riassorbimento dei coaguli di sangue e la terapia dei vasi profondi. Anche l'attivatore del plasminogeno è ampiamente utilizzato.

Inoltre, vengono prescritti farmaci per fluidificare il sangue (Normoven, Detralex)

Se la flebite delle gambe ha un'eziologia infettiva, per il trattamento viene utilizzata la terapia antibiotica (viene eseguita sotto forma di iniezioni e infusioni).

Per evitare che i vasi si infiammino, è necessario seguire i consigli ricevuti dal medico al momento della dimissione. Se si sospetta la presenza di un disturbo, non è necessario ascoltare l'opinione di persone che hanno precedentemente subito una terapia complessa: ogni forma della malattia ha le sue caratteristiche e viene interrotta da determinati farmaci. Prima di prendere una decisione definitiva su come trattare al meglio la flebite degli arti inferiori, è necessario sottoporsi alla diagnostica necessaria e ottenere le raccomandazioni del medico.

Solo un professionista sanitario può prescrivere il regime di trattamento corretto.

Medicina tradizionale contro la flebite

Le ricette di medicina alternativa possono essere utilizzate come terapia di supporto.

L'uso di tinture e decotti, nonché l'uso di miele e cera d'api è consentito solo dopo aver consultato un medico.

Trattamento con prodotti dell'apicoltura

I guaritori tradizionali, tra i metodi per fermare la malattia, offrono l'apiterapia, i cui metodi principali sono:

  1. Utilizzando impacchi di miele, realizzati distribuendo uniformemente la forma liquida del prodotto su una tela, un pezzo di lino. La benda è attaccata alle aree interessate, avvolta sopra con carta speciale (medica, con strati applicati di paraffina) e fasciata. Corso - fino a cinquanta compresse.
  2. Trattamento al veleno d'api. Le sostanze biologicamente attive prodotte dalle ghiandole degli insetti migliorano il tono capillare, ripristinano l'immunità, stimolano la coagulazione del sangue.

È vietato l'uso indipendente del metodo. È importante ricevere la procedura solo in cliniche specializzate, poiché la presenza di errori nello schema terapeutico è irta di sviluppo di edema, reazioni allergiche, neoplasie.

Fangoterapia

Una piccola quantità di fango curativo viene riscaldata a una temperatura di 35 ° C, dopodiché viene distribuita sui tessuti. L'impacco deve essere posizionato sulle aree infiammate per non più di un quarto d'ora. Alla fine della procedura, la massa deve essere lavata via con acqua.

Tintura di vischio bianco

In un bicchiere di acqua bollente, viene preparato 1 cucchiaino. materie prime medicinali. Il brodo va avvolto e lasciato in infusione per 12 ore. Devi consumare una bevanda tesa in 2 cucchiai. 20 minuti prima dell'inizio del pasto. La durata minima del corso è di 90 giorni.

Brodo di olivello spinoso fragile

L'elevata efficienza dell'infusione è dovuta alla presenza di sostanze analgesiche e antibatteriche nella corteccia del cespuglio. Per preparare il prodotto è sufficiente versare 1 cucchiaio. materie prime con cinque tazze di acqua bollente, riscaldare il liquido risultante a bagnomaria per circa 10 minuti, lasciarlo raffreddare. Usato come bevanda medicinale (1 cucchiaio. L. Ogni 8 ore), come soluzione per pulire le aree colpite.

Fisioterapia

La ginnastica aiuterà a rafforzare i muscoli e migliorare la circolazione sanguigna in caso di flebite delle gambe. Tra gli esercizi - camminare, rotolare il piede nella "punta del tallone", "forbici", "betulla", "bicicletta".

L'aumento del carico dovrebbe avvenire per fasi. È utile includere nell'allenamento la corsa lenta (jogging), il nuoto.

Qualsiasi movimento di maggiore intensità e sollevamento pesi è vietato..

La serie di esercizi utilizzati a casa è prescritta da uno specialista in terapia fisica o da un medico curante.

Prognosi del corso e possibili complicanze

I moderni metodi di ricerca aiutano a rilevare la flebite nelle fasi iniziali e la terapia può ottenere il recupero nel 95% dei casi del numero totale di chiamate registrate.

Tra le possibili complicanze osservate al termine degli interventi chirurgici, gli esperti chiamano:

  • disagio nella regione lombare;
  • distacco dell'impianto;
  • sviluppo di sepsi a causa di lesioni al tessuto vascolare durante la rimozione del filtro.

La percentuale di probabilità di questi problemi fino ad oggi è stata ridotta al minimo.

Se non trattata, la fase grave della flebite porterà all'amputazione degli arti, disabilità, infarto o morte..

La chirurgia non è una panacea per sbarazzarsi per sempre della flebite. In caso di mancato rispetto delle raccomandazioni fornite al momento della dimissione, è possibile aspettarsi un nuovo sviluppo della malattia.

Prevenzione delle malattie

Al fine di prevenire le ricadute, è necessario seguire i principi fondamentali di uno stile di vita sano, tra cui:

  • rifiuto delle cattive abitudini;
  • aderenza a una dieta;
  • attività sportive regolari, passeggiate.

Nella fase di recupero, si consiglia al paziente di utilizzare biancheria intima a compressione speciale (la classe di pressione richiesta della maglieria è selezionata solo da uno specialista), per impegnarsi in esercizi di fisioterapia.

Si sconsiglia ai pazienti affetti da flebite di fare lunghi viaggi in macchina, voli in aereo.

Alla fine del corso di terapia, è necessario visitare un medico ogni 6 mesi.

Va ricordato: la flebite è una malattia che è efficacemente suscettibile ai moderni metodi di trattamento. Una visita tempestiva alla clinica eviterà complicazioni e manterrà la salute.

Come alleviare l'infiammazione delle vene con vene varicose sulla gamba?

Le persone che soffrono di vene varicose spesso affrontano un problema come la flebite (infiammazione delle pareti vascolari). La malattia provoca sintomi di infiammazione della vena nella gamba, che si verificano in forma acuta e cronica.

p, blockquote 1,0,0,0,0 ->

Le principali cause del processo infiammatorio sono i disturbi dell'omeostasi dovuti a patologie sistemiche e l'introduzione di infezioni nella cavità venosa. Quali sono i sintomi della flebite e come trattarla, è spiegato nell'articolo seguente..

p, blockquote 2,0,0,0,0 ->

Di cosa tratta questo articolo:

Le ragioni per lo sviluppo della flebite

Nel tempo, le vene varicose portano alla deformazione dei vasi sanguigni, che a sua volta causa un flusso sanguigno alterato, aumenta il rischio di formazione di trombi e occlusione (blocco del lume del vaso). Il costante aumento della pressione e cambiamenti nella struttura della vena portano all'infiammazione delle sue pareti.

p, blockquote 3,0,0,0,0 ->

Va ricordato che la flebite è il risultato di agenti patogeni che entrano nel flusso sanguigno, esposizione a determinati farmaci e lesioni vascolari. In rari casi, la causa della flebite è l'infiammazione dei tessuti adiacenti alle vene..

p, blockquote 4,0,0,0,0 ->

Inoltre, i seguenti fattori aumentano la probabilità di sviluppare patologie:

p, blockquote 5,0,0,0,0 ->

  • Obesità e sovrappeso. I chili in più sono un carico aggiuntivo non solo sul sistema vascolare, ma anche su tutto il corpo..
  • Propensione alle reazioni allergiche. Esiste un elenco di farmaci aggressivi, come gli antibiotici, che aumentano la possibilità di infiammazione nelle pareti dei vasi sanguigni..
  • Gravidanza. La flebite può svilupparsi sia durante la gestazione che immediatamente dopo la nascita..
  • Stile di vita inattivo. L'inattività fisica, insieme all'obesità, influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni e può provocare questa malattia.

Carichi eccessivi possono essere attribuiti a questo gruppo di fattori. Con le vene varicose, è importante alternare il lavoro con il riposo e anche non stressare molto le gambe..

p, blockquote 6,0,0,0,0 ->

Altrimenti, la malattia peggiora.

Il meccanismo del processo infiammatorio

Il processo infiammatorio colpisce l'endotelio vascolare, interrompe la microcircolazione e atrofizza i tessuti. Il corpo umano inizia a rispondere agli stimoli, con conseguente formazione di essudato. È un liquido ricco di proteine ​​che viene secreto nella struttura dei tessuti e nella cavità corporea da piccoli vasi..

p, blockquote 8,0,0,0,0 ->

Se la permeabilità della parete vascolare è troppo alta, l'essudato viene rilasciato nei tessuti vicini. Allo stesso tempo, si osserva la proliferazione dei tessuti, il processo di divisione cellulare volto a compensare il danno.

p, blockquote 9,0,0,0,0 ->

Per la proliferazione, è necessario il lavoro dei mediatori dell'infiammazione - sostanze chimiche biologicamente attive. Migliorano la permeabilità delle pareti vascolari, garantendo il rilascio dell'essudato. Il fluido contiene eosinofili che combattono i patogeni infiammatori.

Inoltre, i mediatori aumentano l'attività dei fibroblasti e delle piastrine. La loro azione è finalizzata alla formazione di un coagulo che può bloccare la parete del vaso danneggiata.

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

In risposta all'infiammazione nel corpo, vengono rilasciate sostanze che attivano l'immunità cellulare locale e attivano il sistema immunitario del corpo.

Segni di flebite

Esistono diversi segni di classificazione della flebite: localizzazione, corso di eziologia, grado di danno alla parete venosa.

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

A seconda della localizzazione, si distinguono le seguenti forme di flebite: superficiale, flebite delle vene profonde, migrazione.

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

La forma migratoria della flebite è una delle manifestazioni della vasculite sistemica. Questa malattia si sviluppa a causa di fallimenti nel sistema immunitario. Colpisce le vene degli arti inferiori e superiori, provocando infiammazioni in vasi diversi. La vasculite sistemica non ha nulla a che fare con le vene varicose. Questa patologia si sviluppa sullo sfondo di malattie autoimmuni, oncologiche o è accompagnata da reazioni allergiche.

p, blockquote 15,0,0,0,0 ->

Occorre distinguere tra decorso acuto e cronico della malattia. La forma acuta di flebite è caratterizzata da un quadro clinico pronunciato. Nel decorso cronico della malattia si osservano sintomi lievi.

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

A seconda del grado di lesioni vascolari, si distinguono tali forme di flebite:

p, blockquote 17,0,0,0,0 ->

  1. Periflebite: danno alla guaina venosa esterna.
  2. Mesoflebite: danno alla muscolatura interna della parete del vaso.
  3. Endoflebite: infiammazione dell'endotelio che riveste l'interno di una vena.

Ciò include anche la panflebite, un'infiammazione che copre tutta la coroide.

Il quadro clinico dell'infiammazione venosa

La sintomatologia della malattia dipende in gran parte da quali vene sono interessate dal processo infiammatorio. Se si osserva nelle vene superficiali, i sintomi sono molto simili alle vene varicose. Pertanto, molti pazienti non prestano particolare attenzione ai sintomi iniziali della patologia e spesso vanno dal medico troppo tardi quando l'infiammazione porta a conseguenze più gravi..

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

I primi segni di flebite superficiale comprendono una sensazione di pesantezza alle gambe, principalmente la sera, un leggero gonfiore degli arti inferiori, la presenza di una sindrome convulsiva nella parte inferiore della gamba, simile alla carenza di potassio, una sensazione di calore ai polpacci quando le gambe si trovano su una collina.

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

Se il paziente non cerca assistenza medica in tempo, la patologia diventa acuta. In questo caso, si verificano i seguenti sintomi:

p, blockquote 21,0,0,0,0 ->

  • è visibile una vena rossa infiammata;
  • alla palpazione si avverte la sua compattazione ed espansione;
  • l'area dell'arto dove c'è una vena infiammata, calda e rossa;
  • segni di intossicazione generale del corpo: emicrania, ipertermia e letargia.

La flebite e la tromboflebite degli arti inferiori delle vene profonde hanno segni clinici meno vividi. Per molto tempo, la malattia procede in una forma latente. Ma con una lesione significativa delle vene, compaiono sintomi acuti:

La forma cronica della patologia è molto spesso percepita come stanchezza ordinaria. Le persone si lamentano di dolori alle gambe ricorrenti, febbre di basso grado (37-37,5 gradi) ed edema. È anche possibile un leggero scolorimento della pelle..

p, blockquote 23,0,0,0,0 ->

Non appena i suddetti sintomi sono complicati da febbre alta, dolore o anche lieve gonfiore degli arti, è necessario consultare un medico.

Sintomi in corso acuto

Con un processo infiammatorio acuto, si verifica ipertermia (fino a 39 gradi), una forte sensazione di dolore alla gamba e gonfiore. La pelle si rassoda, risplende e la sua tonalità diventa viola o cianotica.

p, blockquote 25,1,0,0,0 ->

Alla palpazione, la vena colpita è molto dolorosa, spesso più fredda dei vasi sanguigni sani. Il polso non si sente affatto o è molto debole. C'è anche un aumento dei linfonodi.

p, blockquote 26,0,0,0,0 ->

Nel corso della vena infiammata si sviluppano ulcere trofiche e ascessi - manifestazioni esterne di suppurazione. Il processo acuto può durare da 3 settimane a 2 mesi. È quasi impossibile riprendersi in questi casi: la patologia assume una forma cronica o subaffilata.

p, blockquote 27,0,0,0,0 ->

Di regola, la flebite acuta che colpisce la vena superficiale non è accompagnata da un forte dolore. La temperatura aumenta leggermente e il gonfiore è piccolo. Alla palpazione si avverte un ispessimento della vena interessata, che occasionalmente si infiltra. La malattia in forma acuta dura da 10 giorni a 1 mese.

p, blockquote 28,0,0,0,0 ->

Se la trombosi è presente sullo sfondo della flebite, è del tutto possibile un processo purulento. In una tale situazione, il paziente lamenta ipertermia (fino a 39 gradi). Il tessuto si ammorbidisce al tatto, può apparire iperpigmentazione.

p, blockquote 29,0,0,0,0 ->

Quando un ascesso si rompe, c'è la possibilità di sviluppare sepsi se il pus entra nel flusso sanguigno.

Diagnostica e trattamento della patologia

Per identificare il processo infiammatorio nel corpo, il medico lo indirizza a test di laboratorio. Se è confermato, viene rilevato un aumento del livello di eosinofili, piastrine e leucociti nel sangue.

p, blockquote 31,0,0,0,0 ->

Inoltre, vengono mostrati metodi diagnostici strumentali come l'ecografia degli arti inferiori e la scansione duplex. Aiutano a valutare lo stato della parete del vaso, dei tessuti vicini e della circolazione sanguigna.

p, blockquote 32,0,0,0,0 ->

Quando si conferma la diagnosi, il medico sviluppa un regime terapeutico efficace, che include i seguenti componenti:

Con l'infiammazione delle vene degli arti inferiori, il trattamento farmacologico consiste nell'uso di tali farmaci:

p, blockquote 34,0,0,0,0 ->

  1. Farmaci antinfiammatori che alleviano il processo infiammatorio - azione locale - Nurofen gel, Voltaren Emulgel, Fastum gel, azione sistemica - Diclofenac, Ibuprofen, Naproxen, Piroxicam.
  2. Fenilin, Fragmin, Eskuzan - anticoagulanti che eliminano la trombosi vascolare e fluidificano il sangue.
  3. Troxerutin e Troxevasin, che ripristinano la struttura della parete venosa e ne aumentano l'elasticità.

Per alleviare il dolore, vengono utilizzati analgesici locali. Nel decorso cronico della patologia è in corso il trattamento ambulatoriale, nella forma acuta è necessario il ricovero.

p, blockquote 35,0,0,0,0 ->

Quando l'esacerbazione della patologia è alle spalle, vengono eseguite procedure fisioterapiche: effetto barometrico, microonde, terapia laser, amplipulse, dorsonvalutazione e altri.

p, blockquote 36,0,0,0,0 ->

La domanda rimane rilevante per molti pazienti: "Se una vena della gamba è infiammata, come trattarla a casa?" È meglio non auto-medicare e non applicare i metodi della medicina tradizionale, ma consultare immediatamente un flebologo.

p, blockquote 37,0,0,1,0 ->

Nei casi avanzati, quando si verificano trombosi e necrosi dei tessuti, è indicato un intervento chirurgico. Secondo molte recensioni di specialisti e pazienti, la terapia in una fase iniziale e l'aderenza alle regole di prevenzione interrompe il processo patologico.

Prevenzione dell'infiammazione delle vene

Per prevenire lo sviluppo della malattia o sospendere la sconfitta delle vene durante il suo trattamento, è necessario seguire alcune raccomandazioni..

p, blockquote 39,0,0,0,0 ->

Un'attività fisica moderata dovrebbe essere alternata al riposo.

p, blockquote 40,0,0,0,0 ->

Non puoi stare seduto a gambe incrociate, è anche controindicato essere a lungo in una posizione (in piedi o seduto).

p, blockquote 41,0,0,0,0 ->

Vale la pena proteggersi dal sollevamento di carichi pesanti. Se il lavoro del paziente è associato a un duro lavoro fisico, dovrà cambiare occupazione.

p, blockquote 42,0,0,0,0 ->

È necessario seguire le regole di una dieta sana, soprattutto per proteggere l'assunzione di grandi quantità di grassi e carboidrati a rapida digestione.

p, blockquote 43,0,0,0,0 ->

Assicurati di smettere di prendere bevande alcoliche e fumare.

p, blockquote 44,0,0,0,0 ->

Dovresti indossare solo scarpe comode che non leghino i piedi. È meglio rifiutare i tacchi.

p, blockquote 45,0,0,0,0 ->

Il farmaco viene assunto solo dopo aver consultato un medico.

p, blockquote 46,0,0,0,0 ->

Durante il periodo di terapia, è necessario seguire tutte le istruzioni di uno specialista..

p, blockquote 47.0.0.0.0 ->

Se segui le regole della prevenzione, il paziente dimenticherà i gravi sintomi dell'infiammazione venosa e preverrà il verificarsi di trombosi, ulcere trofiche e necrosi della struttura del tessuto.

p, blockquote 48,0,0,0,0 ->

I metodi per arrestare i processi infiammatori nelle vene sono descritti nel video in questo articolo..

p, blockquote 49,0,0,0,0 -> p, blockquote 50,0,0,0,1 ->

Flebite degli arti inferiori (infiammazione delle vene delle gambe): sintomi e foto, trattamento e prognosi

La f lebita degli arti inferiori è una lesione infiammatoria, infettiva o non settica delle vene delle gambe, accompagnata da una clinica pronunciata.

È estremamente raro che il processo patologico sia primario. Cioè, indipendente e non causato da altre deviazioni. Molto più spesso parliamo di un disturbo secondario sullo sfondo delle vene varicose e di alcune altre diagnosi.

I sintomi sono tipici, ma non si manifestano rapidamente in tutti i casi. Quindi il tempo è sprecato.

La valutazione del quadro clinico è compito del paziente e quindi, dopo aver contattato un istituto medico, dei medici.

La terapia è possibile solo nelle prime fasi, se parliamo di pieno recupero. Quando la patologia viene trascurata, non si può contare su una cura, ma la prognosi è ancora favorevole, il che consente di ottenere risultati di alta qualità nella maggior parte delle situazioni..

Meccanismo di sviluppo

Al centro della formazione della flebite degli arti inferiori ci sono tre punti.

  • Il primo è una violazione delle proprietà reologiche del sangue. Fondamentalmente, la sua fluidità sullo sfondo di malattie di terze parti, condizioni oa causa di disturbi ormonali, processi naturali come la gravidanza, l'invecchiamento del corpo.

Indipendentemente dalla causa del disturbo, il tessuto connettivo fluido si ispessisce, rendendo impossibile un flusso adeguato. Ed è qui che entra in gioco il fattore successivo..

  • Il secondo è il ristagno del sangue nelle strutture venose. Da qui il disturbo della normale corrente, la vasodilatazione, un calo della qualità della nutrizione dei tessuti. Il trofismo diventa debole, c'è la tendenza a cambiare lo stato delle pareti venose.

L'impatto meccanico costante sull'endotelio, il rivestimento interno dei vasi sanguigni, porta a una graduale degenerazione, una diminuzione dell'elasticità e della pervietà.

  • Momento del trizio: danno permanente ai tessuti della nave. Le vene possono essere distrutte a causa di una permanenza prolungata in un punto, danni da flora piogena (principalmente stafilococchi) e altri agenti.

Possiamo parlare sia di una combinazione di un gruppo di fattori sia di cause individuali isolate..

La domanda gioca un ruolo nella diagnosi, perché senza comprendere il processo stesso, che funge da fondamento, è impossibile ottenere un trattamento di qualità. I medici combatteranno i sintomi, le ricadute saranno frequenti.

Quindi tutto scorre secondo lo stesso schema. Il processo infiammatorio porta a una graduale distruzione dei tessuti vascolari, il normale flusso sanguigno viene interrotto, le vene cessano di essere abbastanza elastiche da adattarsi ai carichi dinamici.

La patologia passa alla fase successiva. Inizia la cosiddetta tromboflebite, che porta alla trombosi (blocco della nave) e alla disabilità, meno spesso - alla morte.

Fondamentalmente, stiamo parlando della rapida morte dei tessuti, cancrena. La sepsi e la morte imminente non possono essere evitate senza un intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico è traumatico, paralizzante, ma può salvare la vita di una persona.

Classificazione

La tipizzazione viene effettuata per molti motivi. Alcuni di loro non hanno alcun senso per il paziente, quindi interessano più i teorici che i pazienti e i professionisti..

Come per i più utilizzati, il modo principale per suddividere l'infiammazione delle vene delle gambe è valutare l'origine del disturbo..

  • Tipo infettivo. Uno dei più comuni. La sua essenza risiede nella degenerazione vascolare a seguito di danni da stafilococco o altri agenti batterici, virali e fungini. L'identificazione dell'agente patogeno è vitale.
  • Forma traumatica. Il risultato del danno posticipato alle vene, ai tessuti molli. Si verifica anche a seguito di esposizione iatrogena (medica).
  • Forma autoimmune. A volte chiamato allergico, che non è del tutto accurato. Si tratta di un'infiammazione causata dal malfunzionamento del proprio sistema immunitario, che attacca le cellule del rivestimento interno delle vene, scambiandole per batteri. Pertanto, la componente infettiva è assente..
  • Tipo di dolore. Si sviluppa nelle donne in gravidanza e nei pazienti sotto shock. Varietà relativamente rara.
  • Iniezione. Anche un "ospite" raro.

Esiste anche la cosiddetta forma idiopatica. Quando non è possibile trovare la causa specifica del disturbo. Ma chiaramente non c'è traccia di infezione. Nessun segno di un processo autoimmune. La diagnosi può essere rivista in seguito.

La localizzazione della violazione consente di espandere la classificazione:

  • Flebite superficiale. È una lesione dei vasi localizzati poco profondi sotto lo spessore dello strato cutaneo. Di solito è benigno, dà un minimo di sintomi, sebbene sia scomodo in termini di segni clinici. Ha una prognosi favorevole, per quanto possibile.
  • La flebite delle vene profonde è accompagnata da un malfunzionamento dei vasi situati sotto la superficie dei tessuti molli (muscoli). Ha un corso pesante. Richiede cure ospedaliere, le prospettive di guarigione sono vaghe anche sullo sfondo di misure di qualità. Spesso è necessario un intervento chirurgico.

A seconda della prevalenza del processo. Cioè, quanto colpisce la vena.

  • Endoflebite. Solo il rivestimento interno della nave soffre, è il tipo più comune di processo patologico.
  • Periflebite. È accompagnato da danni allo strato esterno. Le perdite sono più pesanti. Prima o poi, si sposta in una nuova fase, coinvolgendo la nave e oltre.
  • Panphlebitis o tipo generalizzato. L'intera vena soffre. La forma più difficile e pericolosa della malattia.
Attenzione:

Con la genesi infettiva, c'è un'alta probabilità che la nave totale si sciolga con lo sviluppo della sepsi sullo sfondo del sanguinamento. Richieste cure mediche urgenti, in ospedale.

Infine, il disturbo può essere classificato in base alla natura del corso. La forma acuta è accompagnata da una clinica pronunciata, procede con un alto rischio di complicanze, altri fenomeni.

La fase cronica fornisce un minimo di segni clinici e, se sono presenti, sono di breve durata e difficilmente distinguibili dal paziente..

A volte i medici distinguono un'altra forma, subacuta. È di transizione, è considerato un corso naturale del disturbo, una fase verso la guarigione. I sintomi sono ancora presenti, ma non così pronunciati e la probabilità di complicazioni è ancora alta.

Di norma, le classificazioni nominate vengono prese in considerazione quando si effettua una diagnosi e la si codifica. Ciò consente di ottenere la massima specificità quando si descrivono le condizioni del paziente..

Ad esempio, potrebbe esserci una diagnosi del genere: periflebite superficiale infettiva, decorso acuto e variazioni simili.

Sintomi

La clinica dipende dal tipo di patologia, è necessario tenere conto della localizzazione del disturbo, della sua origine e di altri fattori sopra menzionati..

Con infiammazione delle vene superficiali

Il dolore locale si sviluppa negli arti inferiori. Disagio premendo, tirando.

C'è la sensazione che i vasi, come se qualcuno si allungasse al limite, come corde. La manifestazione si intensifica sullo sfondo dell'attività fisica, cambiamenti nella posizione del corpo, quando i muscoli della nave iniziano a lavorare, causando il trasporto di sangue e irritando la parete venosa.

Oltre al dolore stesso, si notano altri segni:

  • Sensazione di pesantezza alle gambe. Porta a una diminuzione dell'attività fisica, grave disagio. Il paziente non ha voglia di camminare, ma non si verifica l'immobilizzazione completa. Questa è una caratteristica distintiva del processo patologico..
  • Rossore sul sito della lesione. Cambiare la tonalità in rosa o saturo, lampone. Indica stasi del sangue locale, infiammazione. Un tipico segno di infiammazione venosa.
  • Inoltre, la lesione è calda. L'aumento della temperatura è dovuto a una causa identica..

Si riscontra un leggero gonfiore, un aumento del volume dei tessuti molli, che è ben rilevato dalla palpazione. Anche da solo, senza l'aiuto di un medico.

I sintomi della flebite degli arti inferiori con lesioni superficiali sono ben evidenti, il disagio è pronunciato, ma per la maggior parte è una malattia a basso rischio suscettibile di terapia su base ambulatoriale. Il ricovero è una misura estrema.

Ma se non esegui immediatamente le misure di recupero, la probabilità di cronicità è massima. Le ricadute ridurranno significativamente la qualità della vita del paziente.

Segni di flebite venosa profonda

Tipo molto più pericoloso di processo patologico. C'è una violazione del normale deflusso dai vasi situati sotto lo spessore dei tessuti molli.

I segni clinici includono quanto segue:

  • Dolore alle gambe grave, a volte insopportabile. Accompagnano costantemente il paziente, l'intensità aumenta con l'attività fisica, i tentativi di palpazione, il movimento nello spazio e un cambiamento di posizione del corpo.
  • Aumento della temperatura locale e generale. L'ipertermia si osserva a un livello di 38-40 gradi Celsius, le forme infettive e autoimmuni sono ugualmente difficili, non si può fare a meno dell'aiuto, sono possibili condizioni di shock, gravi problemi cardiaci su uno sfondo di sovraccarico.
  • Cambiamento dell'ombra del derma sulla vena colpita. Di solito bianco, lattiginoso. Il pallore è causato da un flusso sanguigno locale alterato. L'emodinamica (flusso sanguigno) è debole, innaturale.

Man mano che la condizione progredisce, i sintomi scompaiono. Il benessere apparente è un fenomeno estremamente negativo. Indica la morte imminente dei tessuti.

Il trattamento di questa forma del disturbo è possibile solo in ospedale; spesso è necessario un intervento chirurgico. Senza terapia, la probabilità di cancrena alle gambe è quasi del 100%.

Come si può giudicare, le manifestazioni non sono specifiche. È difficile collegarli con la flebite. Pertanto, quando compaiono i primi segni sospetti, è necessario chiamare un'ambulanza o andare rapidamente dai medici da soli..

Specialisti: chirurgo vascolare (o generico, se non c'è), flebologo.

Le ragioni

Ci sono moltissimi fattori di sviluppo e sono ben noti ai medici, così come il loro ruolo nel meccanismo.

  • Vene varicose. Detentore del record assoluto nella "classifica".
  • Lesioni. Meno comune nei vasi delle gambe perché le iniezioni sono meno frequenti. Di solito a causa di lividi, fratture e altre condizioni.
  • Penetrazione di agenti infettivi nei tessuti. Virus, funghi, batteri.
  • Reazione allergica e tendenza ad esso.
  • Malattie autoimmuni, comprese quelle sistemiche, come il lupus eritematoso, l'artrite e molte altre.

La flebite può anche essere un'esperienza desiderabile. Ad esempio, questo processo, infiammazione e distruzione viene provocato durante il trattamento chirurgico, la scleroterapia (per causare la distruzione artificiale della nave). Questa tecnica viene utilizzata per eliminare le vene varicose.

Esistono anche fattori di rischio. Non provocano direttamente una violazione, ma aumentano la probabilità che si verifichi.

  • Attività fisica insufficiente.
  • Natura permanente dell'attività professionale.
  • Sovrappeso.
  • Trauma.
  • Riposo a letto forzato. Più lunga è l'immobilizzazione, maggiori sono i rischi.
  • Disturbi ormonali.
  • Gravidanza. Lavoro pesante.

Diagnostica

Viene eseguito sotto la supervisione di specialisti in regime ambulatoriale o in ospedale. Dipende dalla gravità della condizione.

Un elenco indicativo di attività:

  • Interrogatorio orale del paziente. Per rilevare i reclami, determinare i sintomi e strutturare le manifestazioni. Il quadro clinico viene utilizzato per avanzare ipotesi specifiche sulla diagnosi..
  • Prendendo l'anamnesi. Nominato come parte delle attività primarie di routine. Consente di valutare la probabile causa di una condizione patologica. Rivela età, stile di vita, storia familiare, cattive abitudini e altri punti che potrebbero essere importanti.
  • Test dei riflessi. Con violazioni pronunciate, sono violate o del tutto assenti.
  • Palpazione. Esame fisico, per determinare le proprietà dei tessuti, le reazioni al dolore del paziente.
  • Ecografia Doppler dei vasi degli arti inferiori, scansione duplex. Perseguono un obiettivo: determinare la qualità e la velocità del flusso sanguigno a livello locale. Senza questo metodo è impossibile trattare una specifica vena affetta da flebite, anche con la lunghezza del sito.
  • Se la tecnica precedente è finalizzata allo studio degli indicatori funzionali, la radiografia con contrasto consente di vedere la struttura della vena stessa.
  • In assenza di dati sufficienti per fare una diagnosi, è necessaria una risonanza magnetica; il contrasto non è necessario. Permette di vedere in dettaglio le caratteristiche dei tessuti, le caratteristiche anatomiche dei vasi sanguigni.
  • Analisi del sangue generale. Per identificare un processo infiammatorio e infettivo. Biochimica.
  • Coagulogramma.

Sono possibili anche altre misure diagnostiche. La domanda è la convenienza. Deciso a discrezione di specialisti in chirurgia e flebologia.

Trattamento

La terapia viene eseguita a casa o in ospedale, a seconda della forma e dell'aggressività della malattia.

Viene mostrato l'uso di medicinali di diversi gruppi:

  • Antifiammatori non steroidei. Ketorol, ibuprofene, nimesulide, altri.
    Glucocorticoidi. Ormoni. Utilizzato per lo stesso scopo, ma più potente di diversi ordini di grandezza. Provocano effetti collaterali pericolosi, quindi non sono adatti per l'uso a lungo termine.
  • Mezzi per rafforzare le pareti venose. Anavenol e analoghi.
  • Farmaci che normalizzano il flusso del tessuto liquido: pentossifillina e altri simili.
  • Agenti antipiastrinici. Assottigliamento del sangue, prevenendo lo sviluppo di coaguli di sangue. Pertanto, vengono utilizzati per molto tempo. Ma non tutti in forma. Sono preferite opzioni più sicure a base di acido acetilsalicilico. Analoghi moderni dell'aspirina (Thrombo-Ass e altri).
  • Antistaminici. Per ridurre la probabilità di unirsi a una reazione allergica.
  • Il processo autoimmune viene eliminato da citostatici, depressivi. Ma questa misura estrema e pericolosa.

Il trattamento della flebite degli arti inferiori è un farmaco, presuppone una tecnica conservativa come desiderabile, ma non sempre dà i risultati desiderati.

Se necessario, viene eseguita un'operazione. Le opzioni sono possibili. Ablazione laser, ablazione con radiofrequenza o escissione classica (flebectomia) per distruggere la vena infiammata.

In casi estremi, viene mostrato lo shunt, la creazione di un "nodo di trasporto" di terze parti per il flusso sanguigno che bypassa il vaso interessato. La scelta spetta ai medici.

Per l'intera durata della terapia, è indicato il riposo a letto (con riserve significative, non puoi mentire costantemente, questo porterà a complicazioni), l'aderenza a una dieta povera di grassi. Niente alcool o fumo.

Previsione

Quando le vene superficiali sono colpite, è quasi sempre favorevole. La probabilità di invalidità è di circa l'11%.

Le forme profonde hanno prospettive peggiori. Nelle fasi iniziali, le possibilità di un recupero completo sono circa del 95%, mentre il numero progredisce, il numero scende al 45%. Una grave disabilità fisica si verifica nel 30% delle situazioni, la morte in quasi il 20%.

È meglio rivolgere le domande a uno specialista del trattamento che ha accesso a un massimo di dati specifici.

Possibili conseguenze

Sono principalmente rappresentati da disturbi cronici, tromboflebite e, di conseguenza, cancrena delle gambe e morte. Phlegmon, è possibile un'infiammazione dei tessuti molli con lo stesso risultato. La vena purulenta si scioglie e il sanguinamento massiccio.

Prevenzione

I metodi sono il più semplici possibile e non richiedono molto sforzo:

  • Smettere di fumare, alcol, droghe.
  • Adeguata attività fisica (1-2 ore di cammino al giorno).
  • Riabilitazione di focolai infettivi, che si tratti di denti cariati, mal di gola o altro.
  • Indossare scarpe comode senza tacchi alti.
  • Esami regolari da parte di un chirurgo, flebologo, se una persona è ad alto rischio.
  • Combattere il sovrappeso.
  • Se necessario, indossare calze a compressione.

L'infiammazione delle vene degli arti inferiori è una malattia comune, specialmente sullo sfondo delle vene varicose. Richiede un aiuto rapido, le prospettive di cura dipendono da questo. Le previsioni sono abbastanza ottimistiche, quindi non rimandare i medici in visita.

Flebite (infiammazione delle vene)

Informazione Generale

La flebite è un processo infiammatorio nella parete di una nave venosa. La patologia può svilupparsi sotto l'influenza di determinati fattori, ma il più delle volte la flebite è una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori. Raramente, la malattia è isolata. Il processo parietale infiammatorio modifica la struttura della parete venosa, che può portare alla formazione di un coagulo di sangue e una complicazione come la tromboflebite. Nella fascia di età superiore ai 50 anni, lo 0,7% degli uomini e l'1% delle donne soffre di flebite.

Patogenesi

Inizialmente, il processo infiammatorio colpisce il tessuto sciolto rotondo, formando la paraflebite, quindi il processo si diffonde alla membrana esterna della vena, formando la periflebite, dopo di che tutti gli strati della vena sono interessati e si sviluppa la flebite.

Classificazione

Dalla natura del flusso:

  • Flebite acuta. È accompagnato da grave sindrome del dolore, febbre e debolezza.
  • Flebite cronica. Per molto tempo, è quasi asintomatico, i sintomi compaiono solo durante le esacerbazioni.

Nel sito della lesione:

  • Flebite delle vene superficiali.
  • Flebite delle vene profonde.

Per localizzazione dell'infiammazione nella vena:

  • Endoflebite. Il processo infiammatorio è localizzato nel rivestimento interno della vena.
  • Periflebite. Il processo infiammatorio colpisce la membrana esterna della vena.
  • Panphlebitis. Tutte le membrane sono coinvolte nell'infiammazione: interna ed esterna.

Classificazione per il motivo che ha causato la flebite:

  • Flebite allergica. Associato a una risposta allergica.
  • Flebite post-iniezione. Si forma a seguito degli effetti aggressivi dei farmaci somministrati per iniezione (dopo un contagocce). L'opzione post-iniezione può essere associata a lesioni meccaniche.
  • Flebite cerebrale. Sullo sfondo di processi infiammatori purulenti e malattie infettive, le vene del cervello sono colpite.
  • Flebite dolorosa. È acuto, accompagnato da una grave sindrome del dolore e il più delle volte si sviluppa nel periodo postpartum.
  • Flebite migratoria. La malattia è più spesso osservata nei giovani maschi ed è associata a un processo infiammatorio prolungato nelle vene degli arti inferiori. Caratterizzato da un decorso ricorrente e diffuso alle pareti arteriose.
  • Flebite del pene. La patologia si basa su una malattia infettiva (gonorrea) o vene varicose. Caratterizzato dall'aspetto di una compattazione volumetrica simile a un pesante dal dorso del pene, accompagnata da un forte gonfiore dei tessuti adiacenti.
  • Flebite della vena porta (pylephlebitis). Si forma dopo complicazioni associate a processi infiammatori nella cavità addominale (ulcera peptica del tratto digerente, appendicite, infiammazione delle emorroidi, infiammazione purulenta dei genitali, ascesso epatico, infezioni purulente della vena ombelicale in un neonato, dissenteria, ecc.). Molto spesso fatale.

Infiammazione di una vena del braccio

Per gli arti superiori, le vene varicose sono insolite, quindi il processo infiammatorio si forma sulla mano per altri motivi:

  • cambiamenti negli indicatori di coagulazione del sangue;
  • tendenza all'aumento dei coaguli di sangue, anche geneticamente predisposti;
  • diminuzione dell'immunità;
  • diminuzione della velocità del flusso sanguigno nella patologia del sistema cardiovascolare.

Il fattore scatenante per lo sviluppo della flebite sulla mano è il danno alle pareti di un vaso sanguigno o l'ingestione di un agente infettivo.

Infiammazione delle vene delle gambe

Gli arti inferiori sono caratterizzati da vene varicose. Anche l'infiammazione delle vene delle gambe è acuta e cronica. La flebite degli arti inferiori si sviluppa molto spesso sulle vene varicose delle gambe.

Le ragioni

L'infiammazione della parete venosa può verificarsi sotto l'influenza di alcuni fattori. Molto spesso, la ragione risiede nelle vene varicose, meno spesso nell'infezione della parete vascolare.
L'infiammazione può essere provocata da vari microrganismi patogeni, primo fra tutti lo streptococco. La patologia inizia a progredire come complicanza di ferite purulente, ascessi e malattie infettive.

La parete vascolare può infiammarsi dopo un danno meccanico a causa di:

  • trauma;
  • ustione chimica di una vena dopo l'iniezione di alcuni farmaci con effetti aggressivi;
  • puntura delle vene durante l'infusione endovenosa o il prelievo di sangue.

La flebite può anche manifestarsi come una reazione allergica sullo sfondo dell'assunzione di allergeni nel corpo del paziente. Nel periodo postpartum, c'è un prolungato ristagno di sangue nella metà inferiore del corpo, che può anche portare allo sviluppo di flebiti.

Fattori che influenzano lo sviluppo della malattia:

  • ipodynamia, stile di vita sedentario;
  • obesità, sovrappeso;
  • aderenza a lungo termine al riposo a letto;
  • immobilizzazione degli arti dopo lesioni traumatiche;
  • gravidanza;
  • sforzo fisico eccessivo.

Sintomi di flebite

I sintomi della flebite dipendono dal tipo, dalla forma della malattia e sono caratterizzati da un'ampia varietà.

Sintomi di flebite degli arti inferiori con lesioni delle vene superficiali

La sconfitta delle vene superficiali è caratteristica degli arti inferiori, può essere causata come complicanza dopo le iniezioni. Segni caratteristici di un processo infiammatorio acuto:

  • arrossamento della pelle;
  • sindrome del dolore lungo l'infiammazione delle vene;
  • tensione;
  • aumento della temperatura locale;
  • rassodamento della pelle;
  • la comparsa di strisce rosse lungo la nave infiammata.

Nel periodo acuto compaiono spesso grave debolezza, vertigini e febbre. Nel decorso cronico, i sintomi vengono cancellati, i segni evidenti si notano solo durante il periodo di esacerbazione. Durante la remissione, potrebbe esserci un leggero aumento della temperatura corporea e una debolezza apparentemente irragionevole.

Flebite venosa profonda (acuta e cronica)

Caratterizzato dalla sconfitta delle vene degli arti inferiori. Sintomi di infiammazione delle vene delle gambe:

  • rigonfiamento;
  • sindrome del dolore;
  • la pelle diventa bianco latte;
  • non si osservano ipertermia locale, arrossamento e indurimento;
  • grave debolezza;
  • aumento della temperatura corporea.

Abbastanza spesso, la flebite acuta delle vene profonde della gamba e del braccio è complicata dalla tromboflebite. In un decorso cronico, tutti i suddetti sintomi compaiono solo durante un'esacerbazione della malattia.

Flebite del pene

  • arrossamento e dolore nell'area di indurimento;
  • massa dolorosa e pesante sul retro del pene;
  • rigonfiamento;
  • trovare il pene in semi-erezione;
  • diffusione dell'edema allo scroto e al prepuzio.

Con la formazione di complicanze cicatriziali, il pene può rimanere edematoso, ma molto spesso la malattia risponde bene alla terapia e passa quasi senza lasciare traccia.

Flebite cerebrale

Con l'infiammazione delle vene del cervello, si notano sintomi specifici:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • mal di testa grave e intenso;
  • sintomi neurologici: disturbi del sonno, confusione, svenimenti, disturbi del linguaggio, ecc.;
  • debolezza in tutto il corpo.

Pylephlebitis

L'infiammazione della vena porta è accompagnata da chiari segni di intossicazione purulenta:
debolezza crescente;

  • un forte deterioramento del benessere generale;
  • ittero;
  • mal di testa;
  • vomito;
  • febbre frenetica;
  • dolori crampi nell'area del sistema epatico;
  • forti brividi e sudore torrenziale.

La pylephlebitis spesso porta alla morte e con il passaggio della patologia a un decorso cronico, il paziente sviluppa insufficienza epatica o renale.

Analisi e diagnostica

Di norma, la diagnosi di flebite delle vene sia superficiali che profonde non causa difficoltà. Un flebologo può sospettare una malattia sulla base dei reclami presentati dal paziente e dei dati dell'esame. Per identificare altre forme e input di infiammazione venosa e prevenire lo sviluppo dell'infiammazione, viene effettuato un esame completo.

Metodi di ricerca di laboratorio e strumentali:

  • scansione duplex ad ultrasuoni dei vasi sanguigni;
  • esami del sangue: proteina C reattiva, indice di protrombina, coagulogramma, KLA, trombelastogramma;
  • flebografia;
  • Ultrasuoni dei vasi degli organi adiacenti.

Metodi diagnostici strumentali più accurati eseguiti in caso di sospetta tromboflebie:

  • Flebografia TC con contrasto;
  • flebomanometria;
  • fleboscintigrafia.

Trattamento della flebite

Trattamento della flebite degli arti inferiori

Con la sconfitta delle vene superficiali, il trattamento può essere effettuato su base ambulatoriale, tuttavia, per altre forme di patologia, è necessario il ricovero. L'infiammazione delle vene degli arti inferiori richiede il riposo completo dell'arto interessato, a cui viene assegnata una posizione elevata.

Il trattamento dell'infiammazione delle vene nella gamba è di natura conservativa e include:

  • prendere farmaci;
  • procedure di fisioterapia;
  • rispetto di un determinato regime.

Il trattamento dell'infiammazione delle vene del braccio causata da una puntura di un vaso o cateterizzazione si basa sull'uso della sola terapia anestetica.

Il trattamento della flebite di una vena del braccio è lo stesso di una lesione di una nave sull'arto inferiore.

Medicinali

La terapia farmacologica prevede l'assunzione dei seguenti farmaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei: ibuprofene, ketoprofene, diclofenac;
  • antibiotici (per malattie infettive);
  • farmaci che riducono la viscosità del sangue: Cardiomagnet, ThromboASS;
  • farmaci che migliorano la microcircolazione: pentossifillina, vasaprostan, actovegin, reopolyglucin;
  • rimedi locali: Troxevasin, Unguento eparina, Voltaren, Venobene;
  • antistaminici: Pipolfen, Suprastin, Cetrin;
  • farmaci che abbassano i livelli di protrombina: Dikumarin, Phenilan.

La scelta di un farmaco specifico, la selezione della dose e la determinazione della durata della terapia sono stabilite dal medico curante, tenendo conto della gravità e della forma della malattia, nonché delle caratteristiche individuali del paziente.

Procedure e operazioni

Procedure fisioterapiche consigliate per la flebite:

  • irradiazione infrarossa;
  • riflessologia;
  • agopuntura;
  • sollux;
  • magnetoterapia;
  • farmacopuntura;
  • terapia laser;
  • bagni di fango, applicazione;
  • magnetoterapia.

Prevenzione

I metodi di prevenzione per prevenire lo sviluppo di flebiti ricorrenti dipendono dalla posizione, dalla causa dell'evento e dalle caratteristiche individuali del paziente:

  • mantenere uno stile di vita sano;
  • cessazione del fumo;
  • adeguata attività fisica;
  • terapia tempestiva di malattie infettive e purulente;
  • prevenzione delle complicazioni dopo le iniezioni;
  • prevenzione delle malattie infettive;
  • con vene varicose, corsi preventivi regolari con l'uso di unguento eparina e indossando calze a compressione;
  • rafforzamento dell'immunità;
  • osservazione del dispensario da parte di un flebologo;
  • assunzione regolare di agenti antipiastrinici a scopo profilattico a rischio di tromboflebite.

Conseguenze e complicazioni

Possibili complicanze della flebite grave:

  • trombosi;
  • TELA;
  • tromboflebite;
  • ascessi e flebite (dopo iniezione di flebite);
  • insufficienza venosa cronica.

Previsione

La prognosi è considerata positiva se tutte le raccomandazioni vengono seguite dopo la cura:

  • abbandonare le cattive abitudini, incluso il fumo;
  • uso obbligatorio di calze a compressione dopo l'eliminazione di un processo infiammatorio acuto;
  • graduale espansione dell'attività motoria quando si cerca lo sviluppo della tromboflebite.

Elenco delle fonti

  • Givirovskaya N.E., Mikhal'skiy V.V. "Trombosi e tromboflebite delle vene degli arti inferiori: eziologia, diagnosi e trattamento", articolo sulla rivista Breast Cancer, 2009 (№25)
  • A. V. Shatalov "Varicotromboflebite acuta: diagnosi e trattamento chirurgico", Volgograd, 2006
  • Belkov A.V. Manuale di Chirurgia di Facoltà. M: Medicina, 2009

Istruzione: Laureato in Medicina Generale presso la Bashkir State Medical University. Nel 2011 ha conseguito un diploma e un attestato nella specialità "Terapia". Nel 2012 ha ricevuto 2 attestati e un diploma nelle specialità "Diagnostica funzionale" e "Cardiologia". Nel 2013 ha seguito corsi su "Temi di attualità dell'otorinolaringoiatria in terapia". Nel 2014 ha seguito corsi di alta formazione nella specialità "Ecocardiografia clinica" e corsi nella specialità "Riabilitazione medica". Nel 2017 ha completato i corsi di alta formazione nella specialità "Ecografia vascolare".

Esperienze lavorative: Dal 2011 al 2014 ha lavorato come terapista e cardiologa presso il Policlinico MBUZ n. 33 di Ufa. Dal 2014 lavora come cardiologa e dottore in diagnostica funzionale presso il Policlinico MBUZ n. 33 di Ufa. Dal 2016 lavora come cardiologo presso il Policlinico n. 50 di Ufa. Membro della Società Russa di Cardiologia.


Articolo Successivo
Chimica del sangue