Esercizi il complesso di terapia dopo un colpo - i dettagli degli esercizi, le tecniche di esecuzione


La ginnastica terapeutica è il metodo principale di riabilitazione post-ictus. Permette di ripristinare la mobilità, la coordinazione, la forza, la resistenza degli arti, nonché l'articolazione, migliora la vista, aiuta a combattere lo stress, accelera la socializzazione umana, previene la disabilità, diventa un gruppo disabile.

La qualità, l'aspettativa di vita dopo un ictus, il rischio di ricaduta durante la terapia fisica sono ridotti. Considera quali esercizi esistono, perché sono necessari, come eseguirli correttamente.

Perché la ginnastica è utile nel periodo post-ictus??

Dopo aver subito un colpo di cervello, l'80% dei pazienti può utilizzare esercizi di fisioterapia per ottenere un recupero significativo o completo delle funzioni perse. Del restante 20% dei pazienti, il 10% è riconosciuto come senza speranza, il 10% ha una forma lieve della malattia che non richiede una correzione aggiuntiva.

Il potenziale riabilitativo della ginnastica si spiega con la sua capacità:

  • Forma obbligazioni temporanee a lungo termine. Dopo un ictus, alcune aree del cervello muoiono. Per questo motivo, alcune parti del nostro corpo rimangono incontrollate. L'esercizio fisico regolare aiuta a ripristinare le abilità perse consentendo ad altre cellule cerebrali di assumere le funzioni del defunto. Inoltre, durante l'allenamento, gli ormoni e altri metaboliti vengono rilasciati nel sangue. Aiutano ad attivare il lavoro degli organi interni, degli arti malati..
  • Migliora la nutrizione delle aree danneggiate. Qualsiasi lavoro muscolare è accompagnato dall'attivazione dell'afflusso di sangue, dal metabolismo locale. A causa di ciò, i processi rigenerativi vengono accelerati e atrofici, al contrario, rallentano.
  • Viene avviato il meccanismo di compensazione. Il normale funzionamento dell'area danneggiata non migliora immediatamente. La prima volta, per eseguire il normale lavoro, il corpo deve eseguire "opzioni di backup". La fisioterapia attiva meccanismi che consentono a una persona di adattarsi alle mutate condizioni. Con la perdita irreversibile di un numero, le funzioni di compensazione diventano permanenti.
  • Forma l'effetto della memoria muscolare. Anche con l'esecuzione passiva di esercizi (con l'aiuto di assistenti o speciali simulatori), le fibre muscolari sono in grado di “ricordare” determinate azioni. La presenza di una tale memoria consente a una persona di ottenere l'automatismo durante l'esecuzione di movimenti standard..

Trattamento di posizionamento (posizionamento)

La corretta posizione dell'arto del paziente durante il periodo sdraiato, così come il suo regolare cambiamento, consente di prevenire lo sviluppo di contratture - una forte contrazione di alcuni gruppi muscolari che non può essere estesa.

Ci sono tre opzioni per le posizioni di trattamento:

  1. Posizione di partenza, sdraiato sulla schiena. La testa, le spalle si trovano su un cuscino, il collo è piegato. I cuscini sono posti sotto gli arti paralizzati. Le articolazioni del gomito, della mano, delle dita sono piegate, l'angolo tra il corpo e la mano è compreso tra 30 e 90 gradi (aumenta gradualmente). Gambe dritte e alla larghezza delle spalle.
  2. Posizione di partenza - laterale, sul lato paralizzato. La testa poggia su un cuscino, il corpo è semi-dispiegato (un rullo o un cuscino sotto la schiena). Il braccio paralizzato è completamente dritto, l'articolazione della spalla è leggermente rivolta verso l'esterno. L'angolo tra l'arto superiore e il corpo è di 90 gradi. La gamba ferita è estesa, il ginocchio leggermente piegato. Il braccio sano poggia in alto lungo il corpo e la gamba imita un gradino su una scala. Per evitare che cada, mettici un cuscino sotto..
  3. La posizione di partenza è laterale, sul lato sano. C'è un cuscino sotto la testa e le spalle, il corpo è leggermente rivolto in avanti. Il braccio paralizzato giace su un cuscino, esteso di 90 gradi rispetto al corpo. La gamba dal lato della lesione è leggermente piegata all'articolazione dell'anca, ginocchio. C'è un cuscino sotto. Gli arti sani sono dritti, si trovano comodi per il paziente.

È utile posizionare il posizionamento ogni 1-2 ore per 10-15 minuti o 2 volte al giorno per 30-40 minuti. Se tale ginnastica sdraiata riesce a ottenere un effetto di rilassamento, si consiglia di eseguire un'educazione fisica passiva immediatamente dopo di essa.

Esercizio passivo dopo un ictus

Gli esercizi di fisioterapia iniziano il prima possibile, se lo stato di salute del paziente lo consente, 2-3 giorni dopo il ricovero. L'allenamento passivo consiste in una serie di esercizi speciali che vengono eseguiti senza la partecipazione del paziente. Per prima cosa, il metodologo della terapia fisica esegue gli esercizi per lui, poi uno dei suoi parenti. Tale ginnastica sdraiata migliora la nutrizione dell'arto, ripristina la sua mobilità, previene la comparsa di piaghe da decubito, lo sviluppo della spasticità. Durante le lezioni, è necessario monitorare gli indicatori della pressione sanguigna (BP), il polso del paziente.

Il complesso medico di solito include:

  • flessione in estensione;
  • rotazione;
  • adduzione, rapimento.

Il lavoro inizia con l'allenamento dell'articolazione situata più vicino al corpo (spalla, anca), scendendo gradualmente fino alla punta delle dita. Durante l'allenamento, tutte le articolazioni sono coinvolte, comprese la mano, la caviglia e le dita. Prima di eseguire la ginnastica passiva, il paziente esegue autonomamente movimenti simili con un arto sano. Per un maggiore effetto, può essere preceduto da un massaggio..

Allenamenti attivi

I primi complessi di terapia fisica possono essere eseguiti in posizione supina; eseguire flessione, estensione delle articolazioni, eseguire movimenti per adduzione, abduzione, rotazione. Parallelamente, il paziente inizia a insegnare altre abilità: si siede da solo (da una posizione prona, in piedi), quindi si alza dal letto. Se un paziente dopo un ictus ha una gamba paralizzata prima di alzarsi in piedi, esegue esercizi che simulano la deambulazione, sdraiato sul letto o seduto su una sedia.

Dopo aver padroneggiato con successo questi movimenti, al paziente viene insegnato a stare in piedi. In primo luogo, con il sostegno della mano di un aiutante o del letto, poi in modo indipendente. Quindi al paziente viene insegnato a camminare (sul posto lungo il reparto, corridoio, scale, con accesso alla strada). Per questo, vengono utilizzati anche articoli ausiliari: deambulatori, bastoni da passeggio. I pazienti con paresi della gamba da lieve a moderata, che mantengono un buon equilibrio, sono pronti per il movimento indipendente.

Allo stesso tempo, uno specialista in fisioterapia insegna al paziente una serie di esercizi che aiuteranno a sviluppare un arto paralizzato. L'allenamento inizia 2-3 giorni dopo l'attacco. Anche qui funziona il principio “dal semplice al complesso”. Le prime lezioni di terapia fisica vengono svolte a letto, quindi si aggiunge l'allenamento in posizione seduta, in piedi, con o senza supporto. Affinché la ginnastica sia il più efficace possibile, è necessario osservare le seguenti regole:

  • in primo luogo, viene eseguita una serie di esercizi per un lato sano, quindi per il lato del corpo interessato;
  • alternare necessariamente movimenti semplici e complessi, periodi di lavoro, riposo;
  • il ritmo delle lezioni dovrebbe essere regolare;
  • il carico aumenta gradualmente;
  • non è consentito un forte dolore;
  • la regolarità, la dedizione totale, la fiducia nel risultato sono importanti.

Sviluppo della mano

Gli esercizi ginnici sono una componente essenziale della riabilitazione. Il complesso stesso è compilato dal metodologo della terapia fisica, tenendo conto delle violazioni esistenti. Il primo livello di difficoltà: il paziente esegue il movimento da solo, aiutando l'arto colpito con la sua mano sana. Man mano che l'esercizio migliora, lo schema di terapia fisica viene integrato con attività combinate in cui sono coinvolti contemporaneamente braccia, gambe, busto e testa.

Per sviluppare le capacità motorie delle mani, si consiglia di:

  • eseguire quanti più movimenti possibili con mano sedentaria: accendere la luce, aprire le porte, mangiare, girare il tappo della bottiglia, abbottonare i vestiti, allacciare i lacci delle scarpe;
  • ordinare piccoli oggetti, come cereali misti;
  • utilizzare selezionatori per bambini di vari livelli di difficoltà;
  • preparare;
  • fare esercizi con la palla;
  • impegnarsi in qualsiasi tipo di ricamo;
  • scolpire dalla plastilina, argilla.
  • suonare strumenti musicali.

Sviluppo delle gambe

Anche gli esercizi fisici per gli arti inferiori hanno diversi livelli di difficoltà. L'opzione più semplice è la ginnastica sdraiata. È disponibile anche per pazienti con gravi disturbi della coordinazione e debolezza muscolare. Per aumentare il carico, i blocchi con un carico sono sospesi dalle gambe. Dopo aver superato con successo questa fase, puoi iniziare a muoverti in posizione seduta, oltre che in piedi con supporto esterno (sedia, spalliera, testiera).

Quando l'equilibrio viene ripristinato, puoi passare all'allenamento senza aiuto esterno. A poco a poco, altre parti del corpo vengono aggiunte ai movimenti isolati delle gambe: gambe, braccia, tronco.

Il processo di riabilitazione può essere accelerato da:

  • giochi con la palla;
  • scale di coordinamento;
  • camminare su terreno accidentato, preferibilmente con varie salite, discese;
  • ballare;
  • giochi all'aperto.

Simulatori assistenti

Con varianti moderate e gravi di violazioni, gli esercizi di fisioterapia ordinari non sono sufficienti. Il miglior risultato può essere ottenuto utilizzando simulatori speciali. Gli esercizi di ginnastica per il recupero dell'ictus possono essere integrati con:

  • espansore, elastici - allenano la forza muscolare, le capacità motorie delle mani;
  • formazione su simulatori robotici - ripristinare la coordinazione, le capacità motorie, la forza muscolare;
  • lavorare con speciali prismi a specchio: attivano il lavoro dei neuroni specchio, che aiutano altre cellule nervose a imparare come controllare l'arto colpito;
  • fissatori: mantengono l'arto interessato non piegato, prevengono lo sviluppo della spasticità;
  • verticalizzatori - dispositivi ausiliari che consentono di dare una posizione verticale del corpo ai pazienti allettati. Aiuta a prevenire insufficienza polmonare e renale, piaghe da decubito, osteoporosi;
  • allenamento in complessi sportivi: creare un carico aggiuntivo, allungare, rafforzare i muscoli, aumentare la resistenza.

Ripristino della mobilità dei muscoli oculari

Alcuni problemi di vista sono associati a debolezza, ridotta mobilità dei muscoli che controllano il movimento del bulbo oculare. L'allenamento attivo consente di allungare, rafforzare le fibre muscolari, eliminare gli spasmi, migliorare l'afflusso di sangue alla zona degli occhi.

Una serie approssimativa di esercizi per rafforzare i muscoli oculari:

  • guardando in alto, in basso e indietro;
  • guarda a destra, a sinistra;
  • tieni lo sguardo in diagonale;
  • eseguire movimenti circolari in senso orario, antiorario;
  • complesso: prova a "disegnare" un triangolo, un quadrato, un'onda o altre forme con gli occhi.

Durante la ginnastica, la testa è mantenuta immobile. Ogni esercizio viene ripetuto 8-12 volte. Prendono una pausa di 10-20 secondi tra di loro, durante i quali battono rapidamente gli occhi.

Per la stimolazione locale, puoi strizzare gli occhi (5 secondi), quindi rilassare le palpebre o, premendo delicatamente sui bulbi oculari chiusi con la base del palmo, eseguire movimenti circolari in senso orario / antiorario.

Per ripristinare la capacità di accogliere, la capacità di vedere chiaramente oggetti vicini e distanti: allungare due mani davanti a te, raddrizzare gli indici, allineare. Guarda i tuoi polpastrelli. Piega lentamente le braccia verso di te, cercando di mantenere la concentrazione. Quindi allontana lentamente anche le dita. Fai 8-10 ripetizioni.

Ginnastica articolare

La paralisi di una parte del viso è una delle cause dei disturbi del linguaggio. Per ripristinarlo, il paziente deve reimparare a controllare i muscoli delle guance, delle labbra, della lingua, del palato. Il modo più efficace di riabilitazione sono gli esercizi di logopedia:

  • piega le labbra in una cannuccia, quindi espandi le distanze per formare un cerchio. Prova a completare l'attività mostrando, nascondendo i denti;
  • mostra la lingua, prova in modo che la sua punta non si discosti da una linea retta;
  • imita il rumore degli zoccoli, il sibilo di un serpente, il fischio degli uccelli;
  • praticare diversi tipi di sorrisi, raggiungere la loro simmetria;
  • bacia l'aria;
  • gonfi, gonfia le guance;
  • leccati le labbra con la lingua;
  • tira le labbra verso l'interno.

Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria aiuta:

  • prevenire lo sviluppo di edema polmonare;
  • stabilire un discorso continuo;
  • impara a gestire le tue emozioni, affrontare lo stress, rilassarti. Quest'ultima abilità è molto importante per un riposo adeguato, un sonno profondo..

Poiché tutte queste attività sono molto diverse, è stata sviluppata una serie speciale di esercizi per ciascuna di esse..

Prevenzione del ristagno

È necessario fare una serie di respiri profondi e lisci, espirazioni. Vengono eseguiti diversi approcci al giorno. Prima sdraiato, poi seduto. Il livello più difficile è combinare con il camminare. Durante ogni lezione, devi assicurarti che non ci siano vertigini. Quando appare, fai una pausa. Se non ci sono controindicazioni, tali esercizi di respirazione possono essere avviati il ​​terzo giorno dopo un ictus..

Correzione vocale

Dopo un colpo di cervello, una persona perde la capacità di eseguire molte azioni che in precedenza erano state ottenute automaticamente. Ad esempio, respira correttamente mentre parli. A causa della mancanza di aria, il paziente non può pronunciare più di 3-4 parole, mantenere la comunicazione. Per correggere il problema, i logopedisti consigliano di eseguire complessi di esercizi di respirazione.

Un esempio di ginnastica respiratoria per disturbi del linguaggio

DescrizioneNumero di ripetizioni, volte
1. Fai un respiro profondo e dolce attraverso la bocca. Trattenere il respiro (1 sec). Espira lentamente dalla bocca, modificando la distanza tra le labbra. Mentre espiri, conta la sua durata. All'inizio, la velocità ottimale è di 10 account, che viene gradualmente portata a 20.3
2. Dopo una calma e graduale inspirazione, una seconda pausa, espira, dicendo un lungo "mmmmm". Ripeti con i suoni "n", "s", "w", "f", "l", "x", "v". Durante l'esecuzione, regolare l'intensità dell'espirazione in modo che ci sia abbastanza aria per almeno 10 secondi di suono uniforme.1

Gestione dello stress

La ginnastica respiratoria può essere un elemento di meditazione o eseguita come esercizio indipendente. La tecnica della sua implementazione è insegnata da uno psicologo.

Esempi di allenamento respiratorio:

  1. Respirazione quadrata. La posizione di partenza è seduta o sdraiata. La schiena è dritta, le braccia, il collo, il corpo sono rilassati. Respirate con calma per 2-3 minuti. Inspirare, espirare dovrebbe essere lento, regolare. Cerca di rilassarti sempre di più ad ogni respiro. Quindi inspira lentamente l'aria, metti in pausa, espira, metti in pausa. Dedica 3 secondi a ogni azione. Segui diversi approcci. Ripeti l'esercizio aumentando la durata di ogni fase a 4 secondi. Mentre ti alleni, la durata dei movimenti respiratori, le pause viene aumentata a 7-8 secondi.
  2. Respirazione addominale. Posizione di partenza - sdraiato sulla schiena. Metti la mano destra sul petto e la mano sinistra sullo stomaco. Per 3 secondi, fai un respiro profondo, inspirando lo stomaco, quindi espira lentamente (4 secondi), gonfiando la parete addominale.

Si consiglia di fare esercizio 2 volte al giorno e anche dopo qualsiasi forte eccitazione.

Ginnastica dopo un ictus

Dopo un ictus, è molto importante recuperare le capacità di movimento perse. Per questo, dovrebbero essere eseguiti esercizi fisici speciali. Ti aiuteranno sicuramente a riportarti in uno stato in cui non hai nemmeno pensato a un ictus. È necessario iniziare a fare esercizio solo dopo aver ricevuto le raccomandazioni del medico. Ti offriamo di familiarizzare con la ginnastica riparatrice dopo un ictus a casa, che è adatta per la riabilitazione completa.

Ginnastica articolatoria dopo un ictus

Per migliorare la parola, viene utilizzato un tipo di ginnastica come l'articolazione. Ho trovato per te alcuni esercizi di successo che ti aiuteranno a riabilitare. Quindi, iniziamo:

Esercizio numero 1 - Devi aspirare aria nella cavità orale, in modo che le guance siano ben gonfie e le labbra fortemente compresse. Correggi questa posizione per alcuni secondi e tira le guance. Ripeti più volte e poi fai una pausa. Quindi ripetere di nuovo e così via 5 volte.

Esercizio n. 2 - È necessario spingere l'aria dalle guance alla guancia, come se ci fosse qualcosa in bocca. Se trovi difficile farlo, metti una caramella a forma di palla in bocca e fai pratica con essa. Quindi prova a completare l'attività senza l'aiuto di dolci..

Esercizio numero 3 - Metti la lingua sul labbro inferiore, mentre devi sporgere leggermente e rilassarti. Tocca leggermente la lingua con il labbro superiore e pronuncia le seguenti sillabe: "cinque - cinque - cinque".

Esercizio n. 4 - Rilassa la lingua, inizia a muoverla avanti e indietro e prova a morderla con i denti.

Esercizio n. 5 - Stringi la lingua in modo che sembri restringersi. Prova in questo stato a toccare la punta del naso con la lingua e poi il mento. Ripeti la procedura 5-10 volte con pause se è difficile per te.

È importante capire che non è necessario fare tutti gli esercizi di seguito, perché in questo modo ti caricherai solo su te stesso e non avrai piacere ad andare avanti. La riabilitazione dopo un ictus è un processo lungo e arduo, ma ne vale la pena. Prenditi il ​​tuo tempo quando esegui gli esercizi, sforzati di farli 5-7 volte di seguito. Quando esegui questa o quell'azione dall'elenco sopra, guardati allo specchio e non dimenticare di fissare lo sguardo.

Ginnastica passiva dopo un ictus

Se hai bisogno di ginnastica passiva, devi prima determinare per quali gruppi di articolazioni è indicato. In caso di gravi violazioni, si consiglia di svolgere le lezioni direttamente a letto, tuttavia, sarà difficile per il paziente farlo da solo, quindi è necessario l'aiuto di parenti o personale medico. Questo è il motivo per cui è chiamato passivo, perché la persona stessa non lo soddisfa - viene solo aiutato.

La base della ginnastica passiva è la flessione / estensione del braccio al gomito, rotazione del braccio, serraggio delle dita a pugno / apertura sul palmo, sviluppo della spalla e del polso. In caso di danni agli arti inferiori, piegare la gamba al ginocchio, allungare il piede.

Se trascuri la ginnastica passiva, una persona inizierà ad avere cambiamenti secondari che rallenteranno significativamente il processo di riabilitazione e, inoltre, lo peggioreranno in modo significativo. La passività esterna aiuterà a preparare il paziente per attività future, limitare la contrattura e migliorare il flusso sanguigno.

Un operatore sanitario come S.M. Bubnovsky ha sviluppato un'intera metodologia per il trattamento e la riabilitazione dopo un ictus, che può essere eseguita dopo un periodo passivo di successo. La sua tecnica aiuta non solo a trattare, ma anche a prevenire gli ictus. Grazie alla consistenza e alla natura sistematica della ginnastica secondo Bubnovsky, il recupero è ancora più efficace e veloce.

Ginnastica dopo un ictus

I pazienti colpiti da ictus sono spesso disabili. Le cellule nervose morte nel cervello non possono essere ripristinate. Ma puoi tornare a uno stile di vita attivo seguendo tutte le raccomandazioni del tuo medico. La ginnastica speciale dopo un ictus aiuta, ma deve essere eseguita regolarmente. La riabilitazione è un processo complesso e lungo. Non contare su un rapido recupero.

Esercizi dopo un ictus a casa

Se le condizioni del paziente lo consentono, i primi esercizi dopo un ictus iniziano anche nel momento in cui il paziente è in ospedale. Di solito complessi e programmi speciali sono raccomandati dal neurologo curante in collaborazione con un fisioterapista.

Esistono diversi tipi di esercizi che possono ripristinare alcune aree del corpo:

  • terapia fisica complessa: iniziare a esibirsi in ospedale e continuare a casa;
  • aerobico - per ripristinare la circolazione sanguigna, la respirazione;
  • esercizi che ripristinano l'attività fisica, ripristinano la motilità degli arti;
  • complessi che ripristinano l'equilibrio;
  • massaggio.

Il paziente è in ospedale per diversi giorni, poi viene dimesso a casa. Ma il processo di riabilitazione dura circa un anno e non sempre si conclude con successo. Spesso dipende dall'umore del paziente, dal suo desiderio di ritrovare il suo stile di vita precedente.

Importante! Qualsiasi complesso dovrebbe essere avviato solo se consigliato da un medico. L'auto esercizio dopo un ictus può danneggiare una persona.

Non iniziare mai ad allenarti dopo un ictus e non consigliarlo a una persona cara a meno che il tuo neurologo non lo consigli. Sovratensioni, i carichi possono influire negativamente sulle condizioni generali e provocare una ricaduta.

L'efficacia della riabilitazione con la terapia fisica

È difficile sottovalutare l'importanza della terapia fisica dopo un ictus. Si tratta di esercizi che ripristinano la circolazione sanguigna nelle parti paralizzate del corpo, restituendo elasticità ai tessuti muscolari..

È necessario iniziare le lezioni sotto la supervisione del medico e, se lui consiglia, continuarle a casa. Non c'è bisogno di fare affidamento solo sull'aiuto dei farmaci.

L'attività fisica aiuterà:

  • ripristinare l'attività motoria più velocemente;
  • normalizzare la circolazione sanguigna nel cervello;
  • alleviare gli spasmi muscolari;
  • contrastare le piaghe da decubito.

Non esercitarti dopo un ictus con attività eccessiva. Un carico eccessivo non darà il risultato desiderato.

Indicazioni per la prestazione

L'esercizio fisico è prescritto dopo un ictus in assenza di attività fisica, perdita di sensibilità e nelle seguenti condizioni:

  • compromissione della memoria;
  • diminuzione dell'acuità uditiva;
  • difetti del linguaggio;
  • aumento del tono muscolare o paralisi;
  • mancanza di attività fisica nella maggior parte del corpo;
  • gonfiore degli arti;
  • affaticabilità veloce;
  • mancanza di coordinamento;
  • cambiamenti nella capacità intellettuale.

Il paziente spesso non può eseguire da solo esercizi di recupero dopo un ictus. Questo è un onere aggiuntivo per parenti e amici che vogliono aiutare il paziente..

Quando sono controindicati gli esercizi?

L'esercizio fisico potrebbe non sempre aiutare i pazienti che hanno avuto una tale malattia.

L'educazione fisica dopo un ictus è controindicata per le persone con determinati indicatori:

  • le persone con disabilità mentali dopo un ictus non sono in grado di esercitare;
  • con la comparsa di convulsioni, convulsioni di epilessia;
  • tubercolosi di vari stadi;
  • oncologia;
  • diabete.

Solo la stretta aderenza alle raccomandazioni del medico, l'aderenza alle istruzioni, dà un risultato positivo.

Istruzioni per il recupero competente

Il periodo di riabilitazione prevede la contemporanea osservanza di più misure:

  • assumere regolarmente i farmaci raccomandati;
  • massaggi;
  • esercizi di fisioterapia dopo l'ictus.

Non è necessario aggiungere altri esercizi da soli. Solo ciò che è incluso nel complesso consigliato dal medico. Eventuali modifiche possono essere apportate previa consultazione di un neurologo. Se la terapia fisica non è stata eseguita in un ospedale, a casa il complesso viene eseguito in più fasi.

Formazione

Prima di iniziare a eseguire esercizi fisici a casa dopo un ictus, è necessario eseguire una serie di misure preparatorie. Questo porterà a risultati positivi..

Il controllo sull'attuazione di questa fase spetta al personale medico della clinica in cui il paziente viene curato. Quindi i parenti del paziente controllano tutto. La preparazione viene eseguita in più fasi.

  1. Se un ictus ha paralizzato completamente o parzialmente una persona, i primi 20-30 giorni devono solo cambiare la posizione del suo corpo. Questo viene fatto sotto la supervisione del medico curante in conformità con tutte le sue raccomandazioni.
  2. Si consiglia di voltare la persona ogni tre ore. Ciò eliminerà la formazione di piaghe da decubito e la stasi del sangue..
  3. Se le condizioni del paziente lo consentono, in due settimane iniziano gli esercizi del complesso di terapia fisica passiva. In questa fase, è necessario svolgere attività per rilassare i muscoli per ulteriore stress. Questo è un semplice massaggio degli arti, estensione, movimenti di flessione delle braccia, delle gambe.
  4. Quando il paziente inizia a gestire anche piccoli movimenti, è possibile passare a carichi più attivi. Esercizi dopo un ictus prima a letto.

Come pianificare i tuoi allenamenti

I guaritori tradizionali, i medici professionisti raccomandano uno stile di vita attivo come garanzia di buona salute. La situazione è un po 'più complicata nei pazienti dopo un ictus. Ma il compito principale della terapia fisica per l'ictus è il ripristino della sensibilità persa..

Gli allenamenti sono pianificati dal medico curante e di solito si svolgono in 4 fasi.

  1. Acuto. Le lezioni si tengono nelle prime settimane dopo un attacco in una clinica.
  2. Presto. Effettuato nei primi sei mesi in un centro di riabilitazione oa domicilio.
  3. Tardivo: eseguito dopo sei mesi nei 6 mesi successivi.
  4. Remoto - un anno dopo la malattia.

I corsi di formazione si svolgono in un momento specifico. Molto spesso al mattino o più volte al giorno.

Opzioni di ginnastica per diversi periodi di ictus

Il corpo umano è unico e ha la capacità di rigenerarsi, cioè di riprendersi. La riabilitazione dopo un ictus a casa non aiuterà a ripristinare le cellule nervose cerebrali, ma gli esercizi aiuteranno a ripristinare l'attività fisica di una persona, ripristinare la parola ed eliminare altre conseguenze.

Le ragioni della disabilità dopo una tale patologia sono l'assenza o la compromissione delle capacità motorie. Più spesso uno, il lato del cuore soffre. Ma questo non significa che gli esercizi debbano toccare solo il lato sinistro. Se il lato sinistro del cervello è interessato, la paralisi si verifica sul lato destro e viceversa..

La ginnastica viene eseguita con lo stesso carico su entrambi i lati, con la connessione di un complesso respiratorio regolare. Questi esercizi possono essere limitati al semplice gonfiaggio del palloncino..

Tipi di esercizio

Gli esercizi per la terapia fisica dopo un ictus non differiscono in nessuna caratteristica. Assomigliano agli esercizi mattutini, ma danno risultati efficaci. Diversi esercizi saranno utili per i pazienti e per coloro che vogliono prevenire la malattia o la sua recidiva. Un punto importante è la regolarità dell'evento. Se è difficile ripetere l'esercizio, non è possibile farlo nel periodo acuto o precoce.

Passivo

Questo tipo di esercizio deve essere eseguito anche in ambito ospedaliero..

Di solito il complesso comprende:

  • massaggio agli arti ogni 3 ore;
  • estensione / flessione degli arti - 2 volte al giorno per 30-40 minuti;
  • esercizi per ripristinare la parola, l'articolazione, la memoria;
  • esercizi di respirazione;
  • i primi esercizi di terapia fisica iniziano dopo il ripristino dell'attività motoria indipendente.

Tutto viene fatto prima sul letto. Successivamente, quando una persona può sedersi e alzarsi, inizia a farlo in posizione seduta e in piedi. I carichi passivi aiuteranno ad attivare il flusso sanguigno, ripristinare la sensibilità degli arti

Nel campo mentale

Gli esercizi mentali, che fanno parte del complesso di terapia fisica, comportano il ripristino delle seguenti funzioni dopo un ictus:

  • memoria;
  • discorso;
  • visione;
  • udito;
  • concentrazione dell'attenzione;
  • percezione di ciò che sta accadendo;
  • ragionamento;
  • coordinamento dei movimenti.

Questi sono esercizi riparativi che prendono di mira il cervello. Parlano costantemente con una persona, fanno ricordare loro nomi, eventi della vita, si concentrano su certe cose.

Posizione seduta

Il complesso può essere eseguito in un momento in cui il paziente, autonomamente o con l'aiuto di qualcuno, può assumere una posizione seduta.

  1. Fare in modo che il paziente muova gli occhi di lato, in alto, in basso. Esegui con gli occhi aperti, poi chiedi di chiudere e ripetere i movimenti. Questo esercizio, che normalizza la pressione sanguigna, attiva le cellule cerebrali. Esegui nei primi giorni 5 volte, porta gradualmente a 10.
  2. Gira la testa - 6 volte in ogni direzione.
  3. Alza le braccia simmetricamente e abbassale lentamente. Se una mano è paralizzata, il paziente esegue l'esercizio con l'altra e l'assistente solleva l'altra.
  4. Dare palline da tennis, bande di resistenza tra le mani e chiedere di strizzarle con i pennelli. L'esercizio ripristina le capacità motorie.
  5. Fai rotolare palline o giocattoli di gomma con i piedi.

Il carico viene aumentato gradualmente in modo che il paziente non si senta stanco. Dopo che i suoi movimenti sono diventati più sicuri, puoi ridurre e allargare le scapole, sollevare e abbassare lentamente le gambe.

In piedi

Quando il paziente è riuscito a rialzarsi, il complesso può essere più esteso..

Importante! Tutti gli esercizi dopo l'ictus ischemico vengono eseguiti sotto la supervisione di medici o parenti. Il paziente non deve provare disagio, dolore, affaticamento.

In caso di inconvenienti, è necessario ridurre l'intensità o l'esercizio da seduti.

  1. Il paziente si alza, le mani vengono abbassate e premute sul corpo. Inspira - metti le mani in cerchio sopra la testa, espira - abbassala lentamente (5-6 volte).
  2. Ruota lentamente il corpo in diverse direzioni. Inspirate - girate, espirate - tornate a e. n. (4-6 volte).
  3. Accovacciati senza sollevare i talloni. Abbassare lentamente durante l'inspirazione, quindi espirare e, durante la seconda inspirazione, alzarsi lentamente (6-8 volte). In caso di vertigini, escludere temporaneamente l'esercizio.
  4. Si piega ai lati alzando la mano opposta. Espira - inclina, inspira - torna a e. p. (6-8 volte).
  5. Posizione di partenza: in piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le mani nella serratura dietro la schiena. Inspira: alzati in punta di piedi, gira le mani senza separarti. Espira - torna a I. p. (6-8 volte).

Questo è un complesso semplice che normalizza la circolazione sanguigna, ripristina l'elasticità delle articolazioni. Viene eseguito due volte al giorno. È consigliabile camminare tra le lezioni.

Massaggio

Ogni serie di esercizi dopo un ictus include necessariamente il massaggio. Avviarlo nelle prime ore dopo l'attacco, se consentito dal medico. Innanzitutto, questi sono colpi leggeri degli arti. Aumenta costantemente l'intensità. Dopo 2-3 giorni, aggiungi colpi di scena e massaggia il corpo (schiena, petto). Qualsiasi infermiera del dipartimento di neurologia ti mostrerà come farlo nel modo giusto.

Video con ginnastica dopo un ictus

Serie speciali di esercizi

Gli esperti raccomandano di utilizzare semplici esercizi per aiutare il paziente a superare un periodo difficile per lui. Il video ti aiuterà a conoscerli..

Quando si eseguono esercizi, è necessario monitorare le condizioni della persona e interrompere l'esecuzione quando si verificano le seguenti condizioni:

  • vertigini;
  • mal di testa;
  • variazione di pressione;
  • debolezza, stanchezza;
  • irritabilità;
  • Pelle d'oca.

Questi sono messaggeri che possono provocare una ricaduta. In assenza di tali fattori, si consiglia di utilizzare simulatori speciali. Ci sono esercizi speciali progettati per le singole parti del corpo..

Per il busto

È importante ripristinare rapidamente tutte le funzioni dopo un attacco. Semplici esercizi di recupero dall'ictus possono aiutarti a tornare più velocemente alla vita normale.

  1. Sdraiato sul letto fai flessioni all'indietro. Ripeti 5-6 volte.
  2. Da una posizione prona, alzati lentamente mentre inspiri fino a una posizione seduta. Sdraiati delicatamente mentre espiri. Ripeti 5-6 volte.
  3. Sdraiati, fissa le gambe in una posizione e gira il corpo in direzioni diverse. Inspirate - girate, espirate - e. n. Ripeti 5 volte in direzioni diverse.

Se compaiono sintomi spiacevoli, interrompi l'esercizio.

Per le gambe

Un complesso semplice che viene eseguito in posizione supina. Tale carica dopo un ictus viene eseguita due volte al giorno:

  • gambe dritte, dirigere le dita dei piedi verso il corpo, fissare un po 'e tornare a e. P.;
  • piegare il ginocchio e trasferirlo sul ginocchio dell'altra gamba, ripetere 5 volte con gambe diverse;
  • sdraiati a pancia in giù, tira alternativamente la gamba sul corpo, piegandoti al ginocchio (5 volte).

Gli esercizi per le gambe sono semplici, ma richiedono un esercizio regolare.

Per le mani

Gli arti vengono colpiti per primi. Gli esercizi con le mani dopo un ictus li aiuteranno a ritrovare rapidamente sensibilità, capacità motorie e mobilità. Cominciano a esibirsi in ospedale e continuano a casa..

  1. Mani nella serratura. Sollevati sopra la testa mentre inspiri, abbassati mentre espiri. Eseguito sdraiato, seduto e in piedi, a seconda delle condizioni del paziente.
  2. Con il palmo della mano, inspirando, raggiungi l'orecchio opposto. Mentre espiri, torna alla posizione di partenza e ripeti con l'altra mano.
  3. Metti entrambe le mani sulle spalle, incrociandole sul petto.

Per pennello

Tutti gli esercizi per le mani vengono eseguiti con mano sana, con la partecipazione di persone non autorizzate, o da sole in una fase successiva della riabilitazione.

Tali semplici esercizi terapeutici per l'ictus aiuteranno a ritrovare rapidamente la mobilità e ripristinare la motilità della mano:

  • stringere e aprire le mani;
  • allarga e unisci le dita;
  • inserire nel palmo e rimuovere il pollice;
  • spostare, sistemare piccoli oggetti;
  • raccogliere puzzle;
  • piegare i fogli di carta con le dita.

Per gli occhi

La ginnastica per il viso e gli occhi dopo un ictus viene eseguita in qualsiasi posizione conveniente per il paziente. È sufficiente eseguire movimenti rotatori dei bulbi oculari con gli occhi aperti e quindi con gli occhi chiusi. Focalizza l'attenzione sul dito, che è avvicinato alla punta del naso e lontano da esso. È utile non solo per il viso e gli occhi, ma aiuta anche a ripristinare l'acuità visiva.

Per ripristinare l'articolazione

L'articolazione è influenzata in tutti i pazienti. È chiaramente visibile sul viso.

Per la riabilitazione dopo un ictus, vengono eseguiti semplici esercizi:

  • sorridi, mantieni il sorriso per 10 secondi;
  • tira fuori la lingua e prova a arrotolarla in un tubo;
  • fare movimenti rotatori con una lingua sporgente;
  • parla l'alfabeto;
  • pronunciare parole familiari;
  • usa gli scioglilingua;
  • prova a fare clic sulla lingua;
  • mordere le labbra alternando.

Ogni esercizio viene eseguito in modo incrementale, iniziando 4-5 volte.

Per migliorare il coordinamento

Dopo un ictus, la coordinazione dei movimenti è compromessa. Puoi ripristinarlo eseguendo i seguenti esercizi:

  • disegna forme geometriche con l'alluce sul pavimento mentre sei seduto sul letto;
  • ripetere l'esercizio con una, poi l'altra gamba, in piedi;
  • cammina su una linea immaginaria.

Lo yoga aiuterà un po 'più tardi. Alcuni esercizi comportano il ripristino della coordinazione dei movimenti.

Per ripristinare la memoria

Non sarà possibile ripristinare rapidamente la memoria della persona ferita. Parenti e amici devono includere esercizi dal complesso di terapia fisica dopo un ictus. Chiedere al paziente la data o il compleanno di oggi. Chiedete l'indirizzo di residenza, i nomi di parenti e amici. Poni continuamente domande, le cui risposte gli erano ben note prima della malattia.

Tali esercizi possono essere eseguiti durante le pause dopo che è stata eseguita la ginnastica correttiva..

Tipi di simulatori

Gli esercizi terapeutici dopo un ictus comportano l'uso di attrezzature per esercizi. Non è sempre possibile acquistarli. L'attrezzatura è disponibile nei centri di riabilitazione e nei sanatori.

I simulatori sono progettati per il corso di recupero generale, nonché per scopi individuali:

  • ripristino del sistema muscolo-scheletrico;
  • per abilità motorie fini;
  • chinesiterapia;
  • verticalizzazione;
  • ripristino della deambulazione;
  • vibroterapia;
  • ascensori.

Esistono simulatori multifunzionali progettati per ripristinare molte funzioni contemporaneamente..

Per allenare le capacità motorie della mano, puoi usare:

  • Cubo di Rubik;
  • espansore;
  • palline a spillo per rotolare nei palmi;
  • plastilina.

Per il rapido ripristino dell'attività fisica e il miglioramento dello stato mentale del paziente vengono utilizzati i seguenti simulatori:

  • shanong: ripristina la mobilità degli arti inferiori;
  • Motomed Viva 2 - per carichi sugli arti inferiori e superiori;
  • macchina per esercizi di riabilitazione Alter Step: ripristina il tono muscolare, ripristina la mobilità delle articolazioni degli arti superiori e inferiori, fornisce carichi cardio;
  • Guanto "Anika" - migliora le capacità motorie fini;
  • equos - restituisce la mobilità persa agli arti, diventa più facile per una persona mantenere un corpo in una posizione stabile.

Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria dopo un ictus viene eseguita quando si eseguono tutti gli esercizi di terapia fisica. Controllare l'inspirazione e l'espirazione è importante per i pazienti allettati e per coloro che si muovono in modo indipendente. Ciò garantisce un flusso completo di ossigeno al cervello interessato, normalizza la circolazione sanguigna.

Un tale complesso di solito include:

  • gonfiare palloncini;
  • leggere piccoli scioglilingua, trattenere l'aria;
  • inspirare profondamente attraverso la bocca, trattenere per un secondo ed espirare attraverso il naso;
  • ripetere l'esercizio precedente, aumentando il tempo di trattenimento del respiro a 10 secondi;
  • un respiro profondo attraverso la bocca ed espira pronunciando la lettera "s";
  • ripeti l'esercizio precedente pronunciando altre lettere.

Ci vuole molto tempo prima che la parola si riprenda dopo un ictus. La ginnastica respiratoria aiuta anche in questo caso. Molti medici consigliano di utilizzare il metodo Strelnikova.

La ginnastica respiratoria può essere eseguita separatamente, ma entro determinati intervalli. Ad esempio, al mattino, dopo aver eseguito il complesso di terapia fisica, prima di andare a letto.

Raccomandazioni del fisioterapista

Dopo aver subito un ictus, la vita cambia non solo per la vittima, ma anche per la sua cerchia ristretta. Devi capire che c'è una riabilitazione a lungo termine in vista, che può durare per diversi anni. Pertanto, la ginnastica riparatrice dopo un ictus è così importante. Molte persone usano le tecniche consigliate dal medico curante. Le raccomandazioni di specialisti in questa direzione non interferiranno, tra cui il metodo Bubnovsky è di particolare attenzione..

La direzione principale della terapia riabilitativa di questo medico è la kinesiterapia: il recupero con l'aiuto del movimento. Lui, come altri medici, afferma che è importante iniziare la tecnica che ha sviluppato immediatamente dopo la rimozione dei sintomi gravi. Inizialmente, è una terapia passiva con l'aiuto di assistenti. Successivamente, i pazienti iniziano a esercitarsi utilizzando i simulatori..

Esercizio a casa dopo l'ictus per il recupero

Circa il 90% dei pazienti con ictus rimane disabile. Ci vuole molto impegno per ripristinare la normale attività cerebrale. La riabilitazione richiede molto tempo. Viene eseguito non solo in ospedale, ma anche a casa. L'esercizio dopo un ictus ha lo scopo di ripristinare le funzioni perse.

Perché fare esercizio a casa dopo un ictus

Come risultato di un ictus, una persona sperimenta una violazione acuta della circolazione cerebrale (ACVA). Le cellule nel fuoco della lesione muoiono e non possono più svolgere le loro funzioni. L'ictus è una delle cause più comuni di morte dopo la cardiopatia ischemica. Se ACVA è stato notato e curato in tempo, una persona ha una possibilità di vita, ma le cellule cerebrali morte non vengono più ripristinate.

A seconda della localizzazione della lesione, il paziente soffre di disturbi della memoria, sonnolenza, perdita di orientamento nello spazio, problemi con la parola. Speciali esercizi di riabilitazione dopo un ictus aiutano a migliorare la qualità della vita. Ha le seguenti azioni sul corpo:

  • previene il ristagno di sangue nei tessuti paralizzati;
  • ripristina la memoria muscolare;
  • mobilita l'attività dei neuroni intatti, che assumono parte delle funzioni delle cellule morte;
  • ripristina la capacità del cervello di inviare impulsi motori alle terminazioni nervose;
  • stimola il flusso sanguigno, migliorando così l'afflusso di sangue al cervello;
  • previene lo sviluppo di ictus ricorrenti.

L'efficacia delle misure di riabilitazione

L'esercizio a casa dopo un ictus ha un effetto positivo non solo sul cervello. È necessario che una persona padroneggi le funzioni perse, si adatti al self-service. La ginnastica non è meno importante per la prevenzione delle complicanze, il cui pericolo è elevato a causa della lunga permanenza del paziente in uno stato di immobilità forzata. L'esercizio dopo un ictus ha diverse funzioni:

  • migliorare la microcircolazione sanguigna e il metabolismo;
  • alleviare gli spasmi muscolari;
  • ripristinare le funzioni della parola, del pensiero, della memoria;
  • migliorare l'equilibrio del corpo e la coordinazione dei movimenti;
  • fornire prevenzione di polmonite congestizia, insufficienza cardiaca, coaguli di sangue seguiti da embolia (trombosi degli organi vitali);
  • aiutare il paziente ad adattarsi alla situazione attuale;
  • ripristinare la sensibilità delle parti del corpo interessate;
  • prevenire lo sviluppo di contratture - indurimento muscolare;
  • prevenire la formazione di piaghe da decubito nella schiena, nei piedi, nei talloni e in altri luoghi che subiscono un'elevata pressione in posizione supina;
  • riprendere i movimenti fini delle mani e degli arti superiori.

Indicazioni

L'esecuzione di ginnastica dopo un ictus ha un'indicazione: la presenza di violazioni delle funzioni motorie, sensibili del corpo e altre. Questi includono:

  • problemi di memoria;
  • problema uditivo;
  • difetti del linguaggio;
  • paralisi spastica, aumento del tono muscolare;
  • paralisi di metà o completamente di tutto il corpo;
  • violazioni delle capacità motorie fini;
  • aumento della fatica;
  • improvvisi cambiamenti di umore;
  • gonfiore delle gambe;
  • incapacità di svolgere le attività quotidiane e la cura di sé;
  • demenza (diminuzione della capacità intellettuale);
  • scarsa coordinazione dei movimenti.

Controindicazioni

Non tutti i pazienti possono esercitare dopo un ictus. Con una ricaduta di questa patologia nei pazienti anziani, la riabilitazione non può includere la ginnastica. È controindicato nei seguenti casi:

  • se il paziente è in coma;
  • la presenza di disturbi mentali;
  • la presenza di sintomi di epilessia, convulsioni;
  • una storia di tubercolosi, diabete mellito, cancro.

Recupero da un ictus a casa

Il periodo acuto di un ictus è i primi sei mesi dopo l'attacco. Durante questo periodo, alcune cellule cerebrali muoiono irrevocabilmente, mentre altre mantengono le loro capacità, ma hanno bisogno di aiuto per ripristinare completamente le loro funzioni. Questo è lo scopo dell'esercizio. Quando il paziente è cosciente, inizia a eseguire la ginnastica il terzo giorno dopo l'attacco. Per non danneggiare il corpo, la riabilitazione viene eseguita per fasi e metodicamente. Schema per introdurre determinati esercizi nel regime quotidiano del paziente:

  1. Nella fase iniziale, i pazienti allettati sono assistiti da un intero team di medici in un ambiente ospedaliero. Nella prima fase vengono utilizzati solo tipi di carichi passivi. Praticamente dal primo giorno, gli specialisti fanno un massaggio, girano il paziente ogni 2-3 ore per evitare la formazione di piaghe da decubito.
  2. Inoltre, la ginnastica passiva viene eseguita da terzi che sono vicini a casa. Con l'aiuto del massaggio, la pelle del paziente viene riscaldata per garantire il flusso sanguigno ai tessuti. L'impatto non dovrebbe essere troppo forte. La procedura dovrebbe essere facile e divertente. Per quanto riguarda gli esercizi, con carichi passivi è consentita la flessione / estensione degli arti - braccia e gambe. Il paziente viene posto sulla schiena, dopo di che il braccio o la gamba vengono sollevati e piegati. Tali azioni vengono eseguite 2 volte durante il giorno per 40 minuti nella prima settimana, quindi 3 volte al giorno. Inoltre, è consentito eseguire esercizi per ripristinare la parola, la memoria, l'articolazione.
  3. Dopo il carico passivo, vengono aggiunti esercizi di respirazione per normalizzare lo scambio di gas, ossigenare i tessuti e migliorare le prestazioni muscolari. Inoltre, migliora l'umore e aumenta la resistenza, che prepara una persona per ulteriori carichi attivi..
  4. La fisioterapia (terapia fisica) viene prescritta quando il paziente ha i primi risultati positivi e ha già fiducia in se stesso. Questo periodo spesso coincide con la dimissione dall'ospedale. Un cambiamento di ambiente ha un effetto benefico sull'umore e sulla successiva riabilitazione. Per prima cosa, l'esercizio viene eseguito a letto, poi in posizione seduta e poi in piedi.

Una serie di esercizi dopo un ictus

Durante il recupero da un ictus a casa, non è solo la terapia fisica che è importante. I parenti del paziente che si occupano di riabilitazione devono seguire diverse regole:

  • iniziare la riabilitazione fin dai primi giorni di degenza ospedaliera e proseguire a casa fino al ripristino delle funzioni perse;
  • esercitare regolarmente, poiché solo la regolarità aiuterà a ottenere buoni risultati;
  • eseguire il recupero in più fasi, senza cambiare le fasi della riabilitazione in luoghi;
  • ripristinare le funzioni perse in parallelo, tra cui discorso, memoria, movimenti;
  • assicurare la costante supervisione del paziente da parte di un neurologo e di un riabilitologo, poiché solo loro possono controllare l'efficacia della riabilitazione.

Per il busto

L'obiettivo principale di fare questi esercizi a casa è ridurre il rischio di cadute. Lo fa migliorando l'equilibrio e la stabilità nella posizione del corpo. Regole:

  1. Gli esercizi in questo gruppo sono adatti per l'esecuzione in una fase in cui sono consentiti esercizi di fisioterapia.
  2. In questa fase, il paziente deve già eseguire autonomamente qualsiasi movimento.
  3. I primi giorni, è meglio fare ogni esercizio per 1-2 serie. Quindi è consentito aumentare il loro numero a 3-4.

I seguenti esercizi sono considerati efficaci:

  • Il busto gira. Eseguito seduto su una sedia. Posiziona la mano destra sulla superficie esterna della coscia sinistra. La schiena dovrebbe essere dritta. Appoggiandoti alla mano destra, devi girare a sinistra, come se guardassi indietro, e poi tornare alla posizione di partenza. Il movimento viene eseguito 15 volte nell'una e nell'altra direzione.
  • Il corpo si piega ai lati. La posizione di partenza è seduta su una sedia. Da questa posizione, è necessario abbassarsi, cercando di raggiungere con la spalla sinistra la coscia sinistra, piegandosi di lato. Quindi lo stesso viene ripetuto con la metà destra. Per ognuno è necessario eseguire 15 ripetizioni..
  • Il busto si piega in avanti. Posizione di partenza - seduto sul bordo della sedia. Le mani devono essere giunte, raddrizzate davanti a te e non piegarle. In questa posizione, è necessario piegarsi in avanti, cercando di raggiungere con gli arti superiori le dita dei piedi. Successivamente, è necessario mantenere questa posizione per 10 secondi, quindi tornare alla posizione di partenza. Il numero di ripetizioni - 10.

Per le gambe

Esercizi di stretching, miglioramento della mobilità e aumento della forza muscolare possono ripristinare la funzionalità dei muscoli delle gambe. Lo stretching è essenziale per prevenire lesioni, aumentare la gamma di movimento e aumentare la circolazione sanguigna. Gli esercizi di mobilità migliorano le condizioni delle articolazioni e, per il ripristino della forza muscolare, aumentano la resistenza. Per raggiungere questi obiettivi a casa, devi fare quanto segue:

  • Allungando i muscoli delle gambe. Adatto per la fase di carichi passivi. Il paziente è in posizione supina. La sua gamba sinistra deve essere piegata e lanciata sulla destra, quindi tenerla per 30-60 secondi. Lo stesso si ripete con l'altro arto. Per ciascuno, devi fare 3-4 approcci 3-4 volte.
  • Gira le gambe di lato. Adatto alla fase di recupero con esercizi di fisioterapia. Devi sdraiarti sulla schiena, piegare le ginocchia. I piedi dovrebbero essere completamente sul pavimento. Quindi, tenendo le gambe unite, inclinale a destra e poi a sinistra. Ciò migliora la mobilità delle articolazioni dell'anca. È necessario fare 3-4 approcci 8-10 volte.
  • A passeggio. Questa è l'attività fisica più semplice. È adatto per il palco in cui una persona è in grado di muoversi autonomamente, anche se lo fa con un deambulatore o un bastone. Devi camminare per almeno 20-30 minuti più volte durante il giorno.
  • Squat. Devi stare in piedi, gambe divaricate alla larghezza delle spalle. Successivamente, è necessario sedersi in modo che i talloni non si stacchino dal pavimento e che i fianchi siano paralleli ad esso. Allo stesso tempo, le braccia vengono tirate in avanti. Quindi tornano alla posizione di partenza. Devi eseguire almeno 4-10 squat. Gli esercizi sono adatti per la fase in cui il paziente è già in grado di muoversi..

Per le mani

I movimenti passivi della mano a casa possono essere eseguiti con l'aiuto di un estraneo o di un arto sano. Opzioni di esercizio efficaci:

  • Flessione della spalla. Sdraiati sulla schiena, metti le mani sul petto. Inoltre, l'arto colpito con l'aiuto di uno sano viene sollevato al massimo e quindi abbassato lentamente all'indietro. Devi fare 3 serie da 8-10 volte.
  • Rafforzare il cingolo scapolare. Sdraiati sulla schiena con le braccia distese verticalmente sopra il corpo. Quindi strappare le scapole dalla superficie, sollevando leggermente la parte superiore del corpo. Questa posizione viene mantenuta per un paio di secondi, dopodiché tornano lentamente alla loro posizione originale. Ripeti l'esercizio 8 volte, esegui altri 2 approcci.

Quando il paziente è già in grado di eseguire autonomamente qualsiasi azione, è possibile iniziare esercizi più attivi che migliorano il controllo muscolare. A casa puoi fare quanto segue:

  • Afferrare la maniglia del frigorifero con le dita della mano interessata. Chiudi e apri la porta 10-12 volte.
  • Porta una borsa in giro per casa. Aumenta il suo peso mentre migliori.
  • Accendi e spegni la luce con la mano interessata. Esegui più volte durante la giornata.

Per pennello

Dopo un ictus, è necessario prestare particolare attenzione al ripristino delle capacità motorie. Per riprendere il controllo del pennello, puoi eseguire i seguenti esercizi:

  • Estensione / flessione della mano. Posiziona gli avambracci sul tavolo, i palmi verso il basso. I pennelli dovrebbero pendere oltre il bordo. Quindi devono essere spostati su e giù. Deve essere fatto 8-10 volte. Quindi lo stesso viene ripetuto con i palmi rivolti verso l'alto..
  • Flessione / estensione del pollice. Il palmo deve essere completamente aperto. Successivamente, il pollice è piegato verso il mignolo e non piegato all'indietro. Il movimento viene ripetuto 8-10 volte, dopodiché vengono eseguiti altri 2 approcci. Quindi il pollice dell'altra mano viene allenato allo stesso modo..
  • Altri esercizi. Per migliorare le capacità motorie, si consiglia di stringere e aprire le dita, contare piccoli oggetti con le mani, ad esempio monete, aprire pezzi di biancheria, raccogliere puzzle, giocare a scacchi e dama o altri giochi da tavolo.

Per gli occhi

L'ACVA causa la paresi dei nervi, che può portare a problemi con la funzione oculomotoria. Per ripristinarlo, viene prescritta una serie di esercizi speciali dopo un ictus a casa, che può essere eseguita già il terzo giorno dopo l'attacco:

  • Movimento oculare diagonale. Devi falciarli nell'angolo in basso a sinistra, quindi spostarli verso l'alto in linea retta. Fai lo stesso a destra. È necessario ripetere i movimenti 8-10 volte e in totale eseguire 3-4 approcci.
  • Per circa 30-60 secondi, eseguire movimenti circolari fluidi con gli occhi in una direzione e nell'altra.
  • Quindi puoi battere rapidamente le palpebre per mezzo minuto, dopodiché puoi guardare avanti per lo stesso tempo, eliminando completamente il lampeggiare.
  • Chiudere le palpebre, premere leggermente sulle rientranze sopra i bulbi oculari, quindi rilasciare bruscamente le dita. Fallo 4-5 volte.
  • Per 30 secondi, esegui i movimenti degli occhi, scrivendo un otto in aria.

Per ripristinare l'articolazione

L'articolazione è intesa come la totalità del lavoro degli organi di pronuncia nella formazione dei suoni. Dopo un ictus, la parola può diventare confusa. Per migliorare la pronuncia già in ospedale e poi a casa, puoi eseguire i seguenti esercizi:

  • Tira fuori la lingua, tirala prima sul mento, poi sulla punta del naso. Fai 10-12 volte, 3-4 serie.
  • Per sporgere in avanti la mascella inferiore, catturando il labbro superiore con il labbro inferiore. Questa posizione viene mantenuta per 7-10 secondi, quindi si torna alla posizione di partenza. L'esercizio viene eseguito in 3-4 approcci, ciascuno per 10-12 ripetizioni.
  • Per circa 30 secondi, esegui lo scorrimento della lingua, facendo clic su e giù.
  • Sorridi ampiamente, in modo che tutti i denti siano visibili. Tieni il sorriso per alcuni secondi e poi fai lo stesso, ma con le labbra chiuse. Esegui 2-3 serie, facendo 10-12 ripetizioni.

Per migliorare il coordinamento

Dopo un ictus, una persona inizia a barcollare, la sua andatura diventa instabile, motivo per cui si verificano spesso cadute. Vengono eseguiti esercizi speciali per ripristinare l'equilibrio. Sono consentiti nella fase in cui il paziente è già impegnato nella terapia fisica. Per migliorare la coordinazione, puoi eseguire i seguenti esercizi post-ictus a casa:

  • Lasciando la gamba di lato. Devi stare in piedi, appoggiare la mano su un tavolo o un marciapiede. Successivamente, la gamba viene portata di lato in modo che l'angolo tra la linea del pavimento e l'arto sia di circa 45 gradi. Quindi si abbassa lentamente. Per ogni gamba, devi fare 2-3 serie da 8-10 ripetizioni.
  • Camminare in linea retta. Deve essere tracciata una linea retta sulla superficie. Il paziente deve camminare, camminando su una linea retta, mentre posiziona il tallone della gamba sinistra sulla punta della destra e viceversa. Devi camminare più volte per 3-4 minuti.
  • Stare in piedi. Stai dritto, appoggia le mani su un paracarro o un tavolo. Successivamente, devi alzarti in punta di piedi, fissare la posizione per 10 secondi e poi abbassarti sui talloni. Fallo 8-10 volte.

Per ripristinare la memoria

Per ripristinare le funzioni cognitive, usano il metodo dell'educazione fisica mentale. È prescritto per ripristinare la memoria muscolare. L'essenza della procedura è che durante l'esecuzione dei movimenti, è necessario pronunciarli, ad esempio, "Muovo le dita, piego il braccio" ecc. Se il paziente non è ancora in grado di parlare da solo, una persona cara che è coinvolta nella riabilitazione dovrebbe farlo per lui. Per migliorare la normale memoria, si consiglia di eseguire le seguenti operazioni a casa:

  • parlare con una persona dei suoi interessi, hobby, stile di vita, tradizioni;
  • leggere e memorizzare insieme poesie, impegnarsi con lui a memorizzare numeri, alfabeto, eventi e fatti;
  • camminare in luoghi familiari;
  • accendi la musica in modo che il paziente impari la canzone e poi la canticchi da solo;
  • per cucinare i pasti preferiti del paziente, poiché gli odori ei sapori associati alla vita precedente allenano i recettori del tatto.

Quali simulatori vengono utilizzati dopo un ictus a casa

Quando, nel corso della terapia fisica, una persona si è già abituata ai carichi attivi, è possibile iniziare ad allenarsi su speciali simulatori. Il loro uso aiuterà a rafforzare il corsetto muscolare e ripristinare quasi completamente la funzione motoria. È possibile utilizzare i seguenti simulatori:

  • Mini simulatori. Aiutano a ripristinare le capacità motorie delle dita. Esempi di simulatori: "Shagonog", "Bud".
  • "Attivo passivo". I cosiddetti simulatori progettati per lo sviluppo attivo e passivo degli arti superiori o inferiori. Forniscono un allenamento attivo con resistenza variabile generata dal motore..
  • Cyclette. Migliora le funzioni motorie delle gambe, aumenta la resistenza in generale.
  • Verticalizzatore. Chiamato anche stander. Il simulatore è un dispositivo per dare a una persona una posizione eretta. Può supportare il paziente dalla parte anteriore o posteriore e persino muoversi su ruote. Dando al corpo una posizione verticale, è possibile ridistribuire il sangue nel corpo e migliorare l'afflusso di sangue.
  • "Lokomat" o esoscheletro. Questo è il nome di un trainer ortopedico robotico progettato per ripristinare le capacità di deambulazione. Viene utilizzato in combinazione con un tapis roulant. Il simulatore aiuta a recuperare le capacità di movimento perse, a "verticalizzare" e riprendere a camminare.

Ginnastica respiratoria dopo un ictus

Si consiglia di eseguire esercizi per sviluppare la respirazione mentre si è ancora in ospedale. Il paziente deve fare respiri profondi durante il giorno e prenderli il più spesso possibile. È consentito alternare la respirazione toracica e addominale. Quando il medico ti permette di sederti, non puoi piegare la schiena in modo che l'aria inalata raddrizzi il più possibile i polmoni. A casa, puoi eseguire i seguenti esercizi di respirazione per riprenderti da un ictus:

  • Inspira lentamente e profondamente, trattieni il respiro per alcuni secondi, quindi espira gradualmente. Ripeti 8-10 volte, esegui 3-4 approcci.
  • Gonfia il palloncino più volte. Fai l'esercizio 3-4 volte al giorno.
  • Immergi un tubo in una tazza d'acqua. Fai diverse esalazioni attraverso di essa in modo che il liquido gorgoglia.

video

Trovato un errore nel testo?
Selezionalo, premi Ctrl + Invio e sistemeremo tutto!


Articolo Successivo
Aritmia sinusale: sintomi e metodi di trattamento