Metodi e tecniche di recupero della memoria dopo un ictus a casa


Le conseguenze di un ictus non sono solo paralisi parziale o completa dei muscoli del corpo, ma anche disturbi degli organi di senso e perdita di memoria. In quest'ultimo caso, la persona si sente persa e estranea. È del tutto possibile eseguire il recupero della memoria dopo un ictus a casa. Inoltre, il processo non richiede quasi alcuno sforzo fisico da parte del paziente o della persona che lo aiuta. Come fare tutto bene, spieghiamo di seguito.

Perdita di memoria dopo un ictus, come succede?

La perdita di memoria per ictus è il risultato di un'improvvisa circolazione cerebrale compromessa in uno dei lobi e degli emisferi del cervello. La patologia si forma a seguito della trombosi / stenosi di un'arteria (ictus ischemico) o della sua rottura (ictus emorragico). Di conseguenza, una parte del cervello non riceve più un'alimentazione sufficiente. I neuroni (cellule cerebrali) stanno attivamente morendo. Cioè, muore qualsiasi parte del cervello, che può essere responsabile di varie funzioni nel lavoro dell'intero organismo. Può trattarsi di attività fisica, organi sensoriali, linguaggio e persino memoria..

Sappiamo anche dalle lezioni di biologia che il cervello umano ha due emisferi: sinistro e destro. La sinistra controlla completamente il lavoro del lato destro del corpo ed è responsabile dei processi del pensiero logico, dell'instaurazione di tutte le relazioni causa-effetto, della conduzione di sequenze e dell'assimilazione di qualsiasi informazione. L'emisfero destro del cervello controlla completamente l'attività del lato sinistro del corpo ed è responsabile dell'elaborazione delle informazioni visive ricevute, del background emotivo e dell'immaginazione, di tutti i dati che arrivano costantemente in questo emisfero.

Normalmente, entrambi gli emisferi del cervello durante il loro lavoro mangiano allo stesso modo e funzionano in tandem. Cioè, si completano costantemente a vicenda. Se si verifica un guasto nei processi di afflusso di sangue ad almeno una piccola parte del cervello, anche la sua attività ne risente. È impossibile prevedere cosa influenzerà esattamente questo. Una persona con un ictus può dimenticare gli eventi prima dell'attacco, ma ricorderà la propria infanzia. Oppure dimenticherà come funziona la mano durante la scrittura, ma ricorderà tutti i nomi dei film rivisti, ecc..

Importante: è impossibile ripristinare le capacità di memoria perse del 100%. Ma è del tutto possibile ottenere miglioramenti significativi. Raramente si verificano miglioramenti spontanei nella funzione di memoria del paziente. Ma questa è più un'eccezione che la norma..

Motivi per la perdita di memoria

La memoria è un processo psicologico che permette di ricevere, registrare e riprodurre un numero illimitato di volte ricevute dall'esterno delle informazioni. È consuetudine riferirsi alla memoria come al processo di dimenticanza, che consente di proteggere il cervello da scorie di informazioni non necessarie..

In generale, le connessioni neurali sono responsabili del lavoro della memoria. Con la loro nuova formazione, avviene la memorizzazione, quando vengono attivati, le informazioni vengono riprodotte e quando queste connessioni vengono distrutte, avviene l'oblio. Inoltre, la memoria non è localizzata in nessuna area specifica del cervello umano. Il processo si svolge in entrambi gli emisferi e in qualsiasi parte di essi. Ad esempio, l'ippocampo fornisce la memoria a lungo termine, la corteccia cerebrale è coinvolta nel fornire abilità per l'attività socialmente volontaria e la memoria logico-verbale è fornita dal lavoro attivo dei lobi frontali del cervello..

I microstroke sono una delle cause più comuni di amnesia negli esseri umani. I processi di tale danno cerebrale possono procedere quasi impercettibilmente per il paziente stesso. In questo caso la situazione peggiorerà sempre di più con la frequenza di tali attacchi. Il fatto è che nel processo di un microstroke si verificano i minimi disturbi nel lavoro del sistema vascolare del cervello. Di conseguenza, la trasmissione delle connessioni neurali viene interrotta..

Tipi di memoria e disturbi

Prima di iniziare il processo di recupero della memoria dopo un ictus, è importante capire che esistono diversi tipi di memoria. Quindi, in base alla durata della memorizzazione delle informazioni, la memoria è:

  • Breve termine. Fornisce la percezione delle informazioni primarie (nomi, nomi di luoghi, immagini, ecc.). In assenza di ripetizione dei dati ricevuti, la memoria a breve termine cancella le informazioni. Se i dati ricevuti vengono ripetuti, la memoria a breve termine li trasferisce a quella a lungo termine. Pertanto, questo tipo di memoria è una sorta di trampolino di lancio iniziale per la memoria a lungo termine. Se la memoria a breve termine soffre durante un ictus apoplettico, il paziente non sarà in grado di percepire le informazioni e in seguito ricordarle, ma allo stesso tempo ricorderà tutto ciò che è accaduto prima dell'attacco. Pertanto, recuperare la breve memoria di una persona dopo un ictus è considerato più difficile. Qui devi insegnare a una persona a pensare letteralmente da zero..
  • Lungo termine. Fornisce l'archiviazione a lungo termine dei dati e la loro riproduzione un numero illimitato di volte, se necessario. Se un paziente soffre di questo tipo di memoria, sarà pronto a percepire nuove informazioni, ma non ricorderà tutto ciò che gli è successo prima dell'attacco apoplessico. È più facile ripristinare questo tipo di memoria attraverso associazioni, passeggiate in luoghi familiari, ecc..
  • Operativo. Questo tipo di memoria fornisce l'archiviazione delle informazioni necessarie per eseguire un'operazione. Una volta completata l'azione, il cervello dimentica la sequenza delle azioni. La RAM può funzionare nell'intervallo di diversi minuti - diversi giorni.

Inoltre, esistono diversi tipi di perdita di memoria, a seconda del tipo di informazioni dimenticate:

  • Disturbo visivo. Il paziente non ricorda i volti dei suoi parenti e amici, non ricorda luoghi familiari e altre informazioni visive.
  • Disturbo verbale. In questo caso, nomi e nomi diversi vengono dimenticati.
  • Violazione del processo di pensiero.

Trattamento

Il processo di riabilitazione della memoria in un paziente con ictus dovrebbe essere complesso. Pertanto, gli esperti prescrivono non solo una serie speciale di esercizi, ma anche la terapia farmacologica. Inoltre, con il consenso del medico, possono essere utilizzati metodi di trattamento non tradizionali: aromaterapia e fitoterapia, che stimolano i processi dell'attività cerebrale..

Terapia farmacologica

I seguenti farmaci sono prescritti come terapia farmacologica per un paziente con perdita di memoria dopo un ictus:

  1. "Glycine". È anche acido amminoacetico. Il farmaco accelera i processi dell'attività cerebrale, normalizza la memoria e aumenta la concentrazione. Satura i neuroni danneggiati con un amminoacido essenziale. Inoltre, "Glycine" normalizza il sonno e riduce la gravità della depressione dopo un attacco.
  2. "Phenotropil". Il farmaco attiva il lavoro dei neuroni e allo stesso tempo garantisce l'interazione attiva di entrambi gli emisferi del cervello. A causa di questa azione, aumenta la velocità di assimilazione delle informazioni e la sua memorizzazione. Grazie a "Phenotropil", la concentrazione dell'attenzione aumenta notevolmente.
  3. "Piracetam". Un farmaco che accelera notevolmente il metabolismo nel cervello e stabilizza la circolazione sanguigna. Inoltre, il farmaco protegge i neuroni viventi e aumenta la concentrazione.
  4. "Aminalon". Questo farmaco non solo migliora i processi metabolici nel cervello, ma migliora anche attivamente la memoria, i processi di pensiero e la memorizzazione.

Formazione alla memorizzazione

Per un lavoro di alta qualità con la memoria del paziente, si consiglia di eseguire esercizi speciali per ripristinare la memoria dopo un ictus. I più efficaci sono:

  1. Lavorare con le associazioni. In questo caso, è consigliabile scoprire cosa ricorda esattamente il paziente della sua vita passata. Quindi, per risvegliare la memoria a lungo termine, è necessario eseguire catene associative da un evento all'altro. Questo tipo di allenamento può risvegliare ricordi a lungo termine..
  2. Sviluppo della memoria visiva. Si consiglia di posizionare 5–6 immagini di animali davanti al paziente. Dopo 1-2 minuti, puoi capovolgere l'immagine e chiedere al paziente di elencare tutto ciò che ha ricordato. Questo esercizio allena bene la memoria a breve termine, ma a condizione che il paziente non abbia sofferto a lungo termine.
  3. "Scegli l'abito che desideri." Al paziente viene presentata la foto di quattro bambini, ciascuno con un indumento distintivo. I bambini devono avere un nome. Ad esempio, Masha ha un fiocco blu in testa e Petya ha dei pantaloncini gialli. Al paziente viene chiesto di ricordare i nomi dei bambini e i loro capi distintivi del guardaroba. Quindi l'immagine viene rimossa e vengono poste domande di prova. Ad esempio: "Quale dei bambini ha un fiocco blu?" Oppure: "In quali corti Petya?".
  4. Gioco di città. Se la memoria a lungo termine del paziente non ha sofferto, è possibile giocare al solito gioco. In primo luogo, il paziente ricorderà tutte le lettere dell'alfabeto e, in secondo luogo, attiva i processi di pensiero.
    Storia. Offri al paziente le schede con i nomi degli eventi storici e le loro date. Entro un minuto, alla persona viene chiesto di ricordare le informazioni. Quindi la carta viene rimossa e viene chiesto di riprodurre ciò che è stato depositato in memoria.

Importante: con un certo successo nella memorizzazione, le immagini per la ginnastica mentale devono essere cambiate con altre. Ad esempio, possono essere solo numeri da memorizzare, immagini di piante, ecc..

Inoltre, puoi lavorare con la memoria utilizzando i seguenti metodi:

  • giochi di dama e scacchi;
  • risolvere cruciverba e puzzle;
  • memorizzare poesie e cantare canzoni;
  • risolvere problemi logici e matematici.

Ricette popolari

Per ripristinare la memoria, puoi utilizzare attivamente ricette popolari. In particolare, diverse erbe fanno bene alla funzione cerebrale..

Medicina a base di erbe

Le piante sono a disposizione di tutti noi. Il loro costo è basso e la loro efficacia è stata dimostrata per secoli. Se hai bisogno di stimolare l'attività cerebrale, è meglio usare le seguenti erbe:

  1. Timo. È necessario preparare un brodo debole e berlo durante il giorno in diversi piccoli sorsi.
  2. Saggio. Si prepara un debole infuso di erbe e acqua bollente e poi si beve anche un po 'a piccoli sorsi.
  3. Dente di leone. Usa il succo fresco, che viene bevuto 25 ml prima di ogni pasto.
  4. Rowan. La corteccia è usata. Deve essere bollito per 10 minuti e poi insistito per altre 6 ore. Il rimedio filtrato viene bevuto un cucchiaio tre volte al giorno..
  5. Sugar Lemon migliora anche la funzione cerebrale.

Aromaterapia

Alcuni oli aromatici hanno anche effetti benefici sulla microcircolazione del sangue nel cervello e sulla sua funzione. I seguenti oli essenziali si sono dimostrati particolarmente buoni in questo senso:

  • lavanda;
  • Zenzero;
  • rosmarino;
  • menta;
  • ginseng;
  • Limone;
  • saggio.

Importante: quando si combinano oli di rosmarino e lavanda, si verifica una significativa attivazione della circolazione sanguigna nel cervello. Viene attivata anche l'attività di pensiero.

Tutti questi oli possono essere aggiunti all'olio - la base per i massaggi a un paziente che ha subito un ictus apoplettico. Inoltre, l'olio può essere utilizzato in lampade aromatiche o poche gocce, aggiunte al bagno. Combina gli oli essenziali tra loro con molta attenzione..

Sport e attività fisica

L'attività fisica gioca un ruolo importante nel processo di ripristino della memoria del paziente. Pertanto, se il paziente ha entrambe le parti del corpo che lavorano dopo un ictus, è necessario fornirgli una mobilità attiva al meglio delle sue capacità..

In particolare, è possibile caricare il paziente a casa con un lavoro fattibile e non traumatico. I muscoli che lavorano nel corpo invieranno impulsi al cervello, che in questo caso attiverà ulteriormente le connessioni neurali. A causa di ciò, il numero massimo di recettori sarà eccitato. Di conseguenza, le parti non funzionanti del sistema nervoso centrale diventeranno gradualmente più attive. Di norma, sullo sfondo di tali attività, la memoria alla fine ritorna..

Non appena il paziente è in grado di muoversi completamente per la strada, il processo di recupero può includere camminare in luoghi familiari. Con il consenso del medico, una persona può praticare sport leggeri soggetti al normale tono muscolare.

È importante ricordare che il processo di recupero della memoria in un paziente che ha sperimentato l'apoplessia è piuttosto lungo. Pertanto, il paziente stesso e la persona che lo aiuta devono essere pazienti e ottimisti. Le emozioni positive giocano inoltre a favore del recupero della memoria.

Come ripristinare la memoria dopo un ictus a casa

Smirnova Olga Leonidovna

Neuropatologo, formazione: I.M. First Moscow State Medical University Sechenov. Esperienza lavorativa 20 anni.

L'ictus è una malattia che, secondo le statistiche, colpisce più spesso gli anziani. Tale diagnosi viene fatta quando una persona, per vari motivi, ha alterato la circolazione sanguigna nel cervello..

La patologia che porta una persona a questa condizione è chiamata cerebrovascolare. Oltre ai problemi di parola, ai sentimenti di intorpidimento degli arti e talvolta alla paralisi, una persona soffre del fatto che dimentica rapidamente tutto. Come ripristinare la memoria dopo un ictus, ed è anche possibile?

Dopo un ictus, una persona può perdere la memoria. Per sbarazzarsi di questa patologia e diventare un normale membro della società, è necessario seguire tutti i consigli del proprio medico.

Cos'è un ictus

Un ictus in medicina è inteso come una violazione acuta della circolazione cerebrale (ACVA). La patologia si sviluppa a seguito del blocco da parte di un coagulo di sangue delle arterie che alimentano il cervello. In questo caso, la diagnosi conferma l'ictus ischemico, in cui l'apporto di sangue al tessuto cerebrale è privato. La causa della patologia può anche essere una rottura della nave, che porta a un'emorragia nella sostanza cerebrale. Ecco come si forma un ictus emorragico. Con esso, l'ematoma schiaccia le cellule cerebrali, il che porta anche all'interruzione della loro funzione e alla morte..

L'ictus è caratterizzato da sintomi neurologici focali e cerebrali. Può persistere per 24 ore o causare immediatamente la morte del paziente. Ci sono sintomi di pre-ictus che sono precursori dell'ictus. Questi segnali includono:

  • rumore nelle orecchie;
  • intorpidimento dei muscoli degli arti, del viso;
  • debolezza improvvisa su un lato del corpo senza motivo;
  • violazioni del coordinamento dei movimenti;
  • mal di testa;
  • compromissione della memoria.

In futuro, la patologia progredisce e causa sintomi più gravi. La persona diventa sensibile ai suoni forti e alla luce intensa. Sullo sfondo di debolezza e sonnolenza, il paziente sviluppa:

  • intorpidimento degli arti;
  • disabilità visiva, udito;
  • sbavando, deglutizione ridotta;
  • dilatazione della pupilla di uno degli occhi;
  • confusione di coscienza;
  • afasia - disturbi del linguaggio;
  • un sorriso contorto, in cui uno degli angoli della bocca è più basso dell'altro;
  • pallore o cianosi della pelle;
  • nausea e vomito.

I giochi possono essere un modo divertente per riabilitare

Durante il gioco, vengono allenate contemporaneamente diverse funzioni cognitive: vari tipi di memoria, tipi di pensiero, linguaggio. Un bel bonus: umore migliorato, sollievo dallo stress, distrazione dai problemi attuali, migliore coordinazione.

Il metodo della terapia del gioco è adatto a persone che hanno una moderata perdita di pensiero durante un ictus, nonché a coloro che hanno ottenuto buoni risultati con un duro lavoro..

I primi giochi dovrebbero essere familiari al paziente o abbastanza semplici. Quindi sarà più facile per lui immergersi nel processo stesso. Possibili opzioni:

  • giochi tattici (dama, scacchi, backgammon, strategie da tavolo);
  • risolvere cruciverba, puzzle;
  • giochi di parole ("Città", "Associazioni", "Banca");
  • trova un paio di foto.

Man mano che le condizioni del paziente migliorano, la fiducia in se stessi cresce, possono essere offerte opzioni più complesse o intrattenimento completamente nuovo.

Perdita di memoria per ictus

In una persona sana, entrambi gli emisferi del cervello si completano a vicenda. Quello destro è responsabile della percezione emotiva e della normalizzazione del lavoro della metà sinistra del corpo, quella sinistra - per l'analisi di tutte le informazioni in arrivo e la stabilizzazione del funzionamento del lato destro. La memoria è la capacità del cervello di registrare e memorizzare le informazioni necessarie e rimuovere quelle non necessarie.

Tali processi sono forniti da complesse connessioni neurali che intrappolano la corteccia cerebrale. Collegano insieme le cellule nervose. Quando la memoria funziona con le connessioni neurali, si verificano i seguenti processi:

  • la formazione di nuove connessioni quando una persona ricorda le informazioni;
  • attivazione di connessioni esistenti, se una persona riproduce ciò che già sa;
  • la distruzione delle connessioni quando le informazioni diventano inutili e una persona le dimentica.

Con un ictus, l'intensità del flusso sanguigno diminuisce. Di conseguenza, alcune parti del cervello mancano di ossigeno e sostanze nutritive. Ciò influisce negativamente sul funzionamento dei neuroni. Di conseguenza, le connessioni neurali esistenti vengono distrutte e ne vengono formate di nuove con difficoltà. È così che si verifica la perdita di memoria dopo un ictus. I tipi e i volumi dei disturbi sono determinati dall'età e dal sesso del paziente, dall'area del danno cerebrale e dalla presenza di patologie concomitanti. Le cause dell'ictus stesso includono:

  • diabete;
  • aterosclerosi;
  • ipertensione;
  • violazione dell'attività cardiaca;
  • abuso di alcol, fumo;
  • aneurismi cerebrali;
  • obesità e eccesso di cibo;
  • uso a lungo termine di contraccettivi ormonali;
  • disturbi emorragici.

Possibili violazioni

Per un recupero più efficace da un ictus, è necessario sapere quale tipo di memoria è interessato. È suddiviso in tipologie a seconda della durata della memorizzazione delle informazioni:

  • Breve termine. Responsabile della percezione delle informazioni primarie, comprese immagini, nomi, luoghi. Se una persona non ripete questa conoscenza, la memoria a breve termine la cancella. Quando i dati ricevuti vengono periodicamente restituiti, le connessioni neurali create vengono rafforzate. Di conseguenza, la memoria a breve termine immette le informazioni nella memoria a lungo termine. Ecco come avviene la memorizzazione. Quando la memoria a breve termine soffre, una persona ricorda tutto ciò che gli è successo prima dell'ictus, ma non può percepire nuove informazioni. Il recupero in questo caso è il più difficile.
  • Lungo termine. Responsabile della conservazione a lungo termine dei dati e della loro riproduzione illimitata, se necessario. Se la memoria a lungo termine ha sofferto, il paziente non ricorda tutto ciò che gli è successo prima dell'ictus, ma è in grado di ricordare nuove informazioni. Il recupero in questo caso è più facile grazie alle passeggiate in luoghi e associazioni familiari. Ciò contribuirà a ripristinare la memoria verbale..
  • Operativo. Le informazioni in questo caso vengono cancellate dopo che una persona ha eseguito una determinata sequenza di azioni. Alla fine dell'attività, i dati vengono dimenticati in quanto non necessari.

Il complesso talamoipotalamico è responsabile della memoria genetica, i lobi frontali del cervello sono per la memoria logico-verbale e il sistema limbico è responsabile delle abilità e delle abitudini acquisite. A seconda della localizzazione del focus dell'ischemia del tessuto cerebrale, una persona può sperimentare diversi tipi di disturbi. Più spesso, il paziente soffre di un tipo di problema con questa funzione cognitiva. Tuttavia, in alcuni pazienti si verifica una sovrapposizione di diversi disturbi. I principali tipi di compromissione della memoria:

  • Dismnesia. Questo è un disturbo in cui la capacità di memorizzare diminuisce, la riproduzione della conoscenza peggiora.
  • Ricordi ossessivi. Rappresentano l'apparizione involontaria nella mente di dettagli figurativi di eventi passati.
  • Iperfunzione della memoria. Accompagnato dal fatto che i ricordi diventano più luminosi e più vividi. Una persona ricorda dettagli che prima non conoscevano.
  • Paramnesia. È un disturbo in cui compaiono falsi ricordi, passati e presenti, e reale e immaginario si mescolano.

Articolo correlato: Encefalopatia ipertensiva: sintomi e cause della malattia, diagnosi, metodi di trattamento e prevenzione

La dismnesia è divisa in molti altri tipi: ipermnesia, ipomnesia, amnesia. Nel primo caso, i processi di dimenticanza delle informazioni non necessarie vengono interrotti, nel secondo compaiono difficoltà nel ricordare compleanni, numeri di telefono, nel terzo alcuni eventi scompaiono dalla memoria. L'amnesia ha diversi sottotipi:

  • Retrogrado. Questa è una perdita di memoria per gli eventi che hanno preceduto la malattia. Una persona ricorda eventi più antichi e vive, ad esempio, il giorno del matrimonio.
  • Anterograde. Una persona dimentica gli eventi che si verificano dopo un ictus. Con l'amnesia anterograda, il paziente, anche dopo l'incontro, non ricorda il nome del medico, il giorno della settimana, gli algoritmi di semplici azioni. Il paziente non riesce a ricordare i volti ei nomi dei parenti.

Atteggiamenti psicologici

Ci vuole molto tempo per recuperare la memoria. Pertanto, è importante sintonizzarsi in anticipo per il lavoro a lungo termine; potrebbero essere necessari uno o due anni per ottenere i massimi risultati. Con un processo così lungo, il corretto atteggiamento psicologico gioca un ruolo chiave. Può essere ottenuto abbandonando gli atteggiamenti negativi. Questo termine si riferisce a qualsiasi affermazione che giustifichi l'inazione o ti prepari al fallimento. Sbarazzati degli atteggiamenti negativi sostituendoli con controparti positive.

Attitudine negativaAttitudine positiva
Tuttavia, da questa impresa non verrà fuori nulla. Studio da due mesi ormai e non va beneIn questi due mesi ho fatto progressi. Se continuo a studiare, la mia memoria si rafforzerà ancora di più (affinché questa affermazione non sia infondata, è importante prendere appunti con cui tracciare le dinamiche)
Sono abbastanza vecchio, non funzioneràLa memoria può essere migliorata a qualsiasi età con uno sforzo.
Non ho bisogno di una buona memoria, il mio tempo sta finendoDurante la mia lunga vita, ho accumulato conoscenze ed esperienze sufficienti che saranno utili agli altri

Come ripristinare la memoria dopo un ictus

Il processo di recupero da un ictus può richiedere molto tempo. Tutto dipende dall'area delle parti del cervello interessate, dal sesso e dall'età del paziente. La velocità di recupero è anche determinata dalla rapidità e dalla professionalità con cui il paziente è stato aiutato. In alcuni pazienti si osservano miglioramenti dopo un paio di settimane, mentre altri richiedono 2-3 mesi o addirittura 1 anno per la riabilitazione..

La memoria ha un meccanismo complesso, ma anche le più piccole sfumature possono aiutare a ripristinarlo. La riabilitazione precoce inizia già dalla prima settimana di ricovero ospedaliero, se la vittima è lucida. Un neurologo, psicologo, logopedista sono coinvolti nel recupero della memoria dopo un ictus. Metodi di base:

  • terapia farmacologica con farmaci che migliorano il flusso sanguigno e la funzione cerebrale in generale;
  • eseguire esercizi speciali (logico, dito, gioco, discorso).

Il sostegno dei propri cari è una condizione importante per il successo del recupero. L'effetto positivo della terapia dipende direttamente dall'infondere fiducia nel paziente. I parenti del paziente devono aderire a diverse raccomandazioni:

  • Quando si comunica con un paziente, parlare lentamente e con frasi brevi, poiché è difficile per una persona percepire un discorso lungo e veloce.
  • Non dovresti affrettarti e cercare di finire le frasi per il paziente ogni volta e mostrare la tua impazienza.
  • Non lasciare una persona incustodita, coinvolgerla in qualsiasi tipo di attività: disegnare, raccogliere puzzle, partecipare a giochi da tavolo.
  • Incoraggiare costantemente il paziente a parlare, anche se la persona risponde alle domande con un cenno del capo, questo aiuta anche a ripristinare le capacità di comunicazione..
  • Stimola la vittima dando semplici compiti di comprensione del parlato, come mostrare e nominare oggetti in immagini semplici.
  • Fornire un ambiente favorevole e accogliente. Con la manifestazione di emozioni negative e cattivo umore da parte dei parenti, il paziente può ritirarsi in se stesso e l'isolamento può portare alla depressione.
  • Mantieni una routine quotidiana. Il paziente dovrebbe andare a letto alle 20-21. Ciò consentirà al corpo di riposare meglio, il che garantirà un più rapido recupero della memoria dopo un ictus..

A casa

Il processo di recupero principale viene eseguito a casa. L'approccio alla riabilitazione deve essere completo. Ogni giorno è necessario eseguire una serie di esercizi con il paziente. È importante affrontare il recupero passo dopo passo, partendo da compiti semplici per passare gradualmente a compiti più complessi. Se inizi improvvisamente ad affrontare compiti difficili, la persona può stancarsi, il che non farà che aggravare la condizione. Il recupero della memoria dopo un ictus a casa include le seguenti attività:

  • conversazioni con una persona su stile di vita, hobby, tradizioni, interessi;
  • leggere e memorizzare poesie o canzoni, memorizzare l'alfabeto;
  • apprendimento delle lingue straniere;
  • cammina in luoghi familiari;
  • lezioni di logopedia, inclusa la musicoterapia, che aiuta a memorizzare le linee delle canzoni e sviluppare ulteriormente il linguaggio.

Prima di iniziare il recupero, è necessario provare a determinare quali oggetti, volti ed eventi si sono verificati prima dell'ictus, la persona ricorda. Quindi puoi costruire una catena associativa che ti aiuterà nel processo di restituzione della memoria. Ad esempio, puoi collegare la memorizzazione delle attività quotidiane a colazione, pranzo o cena. Esistono altri metodi efficaci:

  • Ripetizione forzata. Poiché una persona perde parzialmente la memoria, sarà utile per lui riprodurre costantemente le sue abilità. Ogni volta è necessario aggiungere nuovi dettagli al processo, ampliando così i dati per la memorizzazione.
  • Formazione di immagini visive. Una persona che ha subito un ictus ha una particolare attenzione ai dettagli. In questo caso, è utile esagerare il significato di un evento del passato. Ciò farà ricordare alla persona diversi momenti che non erano così vividi prima dell'ictus..

Esercizi

Il metodo principale di recupero della memoria è il suo allenamento con una serie speciale di esercizi. Hanno lo scopo di memorizzare nuove informazioni. L'esercizio fisico aiuta anche a riportare alla mente ricordi del passato. Le seguenti tecniche sono efficaci:

  • Giochi con le dita. La linea di fondo è piegare le dita mentre si memorizzano brevi rime. Meglio usare in questo caso la mano sinistra per i destrimani e la destra per i mancini. Questo sviluppo delle capacità motorie fini coinvolgerà più attivamente le connessioni neurali nel cervello. Oltre ad arricciare le dita, puoi usare stringendo i palmi in un pugno, accarezzando o sfregando le mani, battendo le mani. Il compito del paziente è ricordare l'ordine delle azioni per determinate parole.
  • Pensiero associativo. La sua formazione consiste nel descrivere al paziente ogni segno di un oggetto e nel tracciare una catena di collegamento tra di loro. Ad esempio, se una persona non ricorda se ha spento gli elettrodomestici a casa, è possibile visualizzare la seguente riga per la memorizzazione: ferro, lampadina, TV, porta d'ingresso. Avvicinandosi a quest'ultimo, il paziente ricorderà di non aver controllato i dispositivi.
  • Giochi rompicapo, ad esempio, nelle città. Questo è un metodo semplice ma efficace per ripristinare l'attività mentale. Tu dici il nome e il paziente deve portare la sua città, il cui nome inizierà con l'ultima lettera della tua parola. Potrebbe non funzionare subito, ma devi essere paziente..
  • Memorizzare la poesia. Ogni giorno devi imparare 1-2 righe da semplici pezzi.

Articolo correlato: trattamento dell'osteocondrosi a casa: esercizio fisico, fisioterapia, farmaci e rimedi popolari

Musico-terapia

Questa tecnica fa parte del complesso di logopedia del trattamento. Il paziente ha bisogno di suonare canzoni a lui familiari. Il paziente deve memorizzare le loro parole e poi cantare insieme. Questa procedura aiuta anche nel ripristino della parola. Inoltre, ascoltare la musica ha un effetto positivo sullo stato emotivo generale. All'inizio, il paziente potrebbe non ricordare e riprodurre il testo male, ma nel tempo le capacità linguistiche e la memoria si riprenderanno gradualmente. Oltre alla musica, puoi dare al paziente l'ascolto di audiolibri.

Terapia farmacologica

Una parte integrante della riabilitazione dopo un ictus è la terapia farmacologica. Ha lo scopo di migliorare l'afflusso di sangue alle aree del cervello colpite e ridurre la pressione intracranica. L'assunzione di farmaci garantisce il ripristino del metabolismo delle cellule nervose, migliorando il background psico-emotivo. Vengono anche assunti farmaci per ridurre l'eccitabilità nervosa. Per raggiungere questi obiettivi, vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • Actovegin;
  • Glicina;
  • Biotredin;
  • Piracetam.

Quest'ultimo farmaco è disponibile sotto forma di capsule, compresse e iniezioni per somministrazione intramuscolare o endovenosa. Si basano sul principio attivo piracetam, che ha effetti psicostimolanti e nootropici. Aumenta la capacità di una persona di apprendere, aumenta le prestazioni mentali, migliora la memoria. Il vantaggio principale di Piracetam è la normalizzazione delle connessioni neurali in entrambi gli emisferi del cervello. Tra gli svantaggi del farmaco, si può notare un gran numero di possibili effetti collaterali..

Il trattamento delle condizioni post-ictus richiede un dosaggio giornaliero di Piracetam di 4800 mg. Questa dose viene utilizzata anche per la somministrazione parenterale. Dopo 10-15 giorni di tale utilizzo, passano a compresse di Piracetam. Indicazioni generali per il trattamento con un tale farmaco:

  • coma;
  • demenza;
  • mioclono corticale;
  • anemia falciforme;
  • danno cerebrale;
  • vertigine;
  • sindrome psicoorganica;
  • Il morbo di Alzheimer.

Un altro farmaco efficace è Actovegin. Dopo un ictus, viene utilizzato sotto forma di compresse e soluzione iniettabile. Il loro componente principale è emoderivato deproteinizzato dal sangue di vitello. Sotto l'influenza di questa sostanza, la risorsa energetica delle cellule aumenta, aumenta la resistenza dei tessuti all'ipossia, che è una delle cause dell'ictus. Schemi per l'utilizzo di Actovegin:

  • La soluzione viene somministrata per via intraarteriosa, endovenosa o intramuscolare. In caso di violazioni dell'afflusso di sangue al cervello, viene prescritto un dosaggio di 10 ml per 2 settimane.
  • La dose media di compresse è di 1-2 pezzi. 3 volte al giorno per 1-1,5 mesi.

Plus Actovegin: buona tolleranza. Secondo le recensioni, il farmaco raramente causa effetti collaterali. Lo svantaggio di Actovegin è l'alto costo (circa 1.500 rubli per 50 compresse). Indicazioni per l'uso di questo farmaco:

  • ictus ischemico;
  • demenza;
  • flusso sanguigno insufficiente nel cervello;
  • trauma cranico;
  • polineuropatia diabetica;
  • angiopatia;
  • ulcere trofiche.

Periodo di recupero precoce per l'attività fisica

La riabilitazione dei pazienti continua a casa alla fine del periodo acuto - dopo 3 settimane. Il recupero dà i migliori risultati se il trattamento viene effettuato durante la prima metà dell'anno. Durante questo periodo si continua ad utilizzare la chinesiterapia, il metodo del biofeedback mediante elettromiogramma, per attivare i movimenti.

I pazienti dovrebbero fare esercizi e ginnastica correttiva quotidianamente secondo le raccomandazioni di un medico di terapia fisica. I pazienti camminano prima con un deambulatore a quattro zampe, poi con un bastone. Diversi tipi di terapia dell'equilibrio vengono utilizzati per insegnare il movimento senza supporto. La riabilitazione post-ictus include fisioterapia - bagni idromassaggio per mani, applicazioni di paraffina e ozocerite.

Dopo aver subito un incidente cerebrale, una persona non è in grado di eseguire anche semplici manipolazioni fisiche, quindi ha bisogno di aiuto esterno. Per facilitare il ripristino dei movimenti degli arti e della colonna vertebrale, esistono 2 tipi di simulatori:

  • Dispositivi meccanici. L'industria produce dispositivi per le dita delle mani e dei piedi che utilizzano la forza muscolare. Aiutano a padroneggiare la flessione e l'estensione delle falangi..
  • Macchine robotiche motorizzate progettate per la riabilitazione di braccia e gambe.

Sono stati realizzati apparati per l'allenamento passivo degli arti dei pazienti allettati. Vengono sotto forma di letti. Sono disponibili in commercio macchine per l'allenamento congiunto. I dispositivi di stimolazione muscolare elettrica alleviano il dolore muscolare spastico.

Come migliorare la memoria con i rimedi popolari

I rimedi popolari possono essere un'aggiunta alla terapia farmacologica e all'esercizio fisico, ma dovresti consultare il tuo medico sul loro uso. Le ricette di medicina alternativa migliorano solo il benessere generale del paziente. I seguenti strumenti sono efficaci a questo proposito:

  • Spremi il succo dal dente di leone. Si consuma 25 ml prima di ogni pasto..
  • Prepara una tazza di germogli di avena verde con 5 tazze di acqua bollente. Bollire il prodotto, cuocere fino a quando il volume del liquido diminuisce di 2 volte. Aggiungi 4 cucchiaini. miele. Versare il latte in modo che il volume del brodo sia di nuovo di circa 5 bicchieri. Porta di nuovo a ebollizione, quindi rimuovi dal fuoco. Consumare tutto il brodo durante la giornata.
  • Circa 2-4 cucchiai. l. Versare acqua bollente sulla corteccia di sorbo tritata. Versare il liquido in una casseruola, dare fuoco, cuocere a fuoco lento per 10 minuti. Lasciare fermentare il prodotto per 6 ore, scolare. Bere caldo 1 cucchiaio. l. fino a 3 volte al giorno.

Durata del processo di recupero della memoria

Supponiamo che una persona abbia un ictus e una perdita di memoria: quanto tempo dovrà recuperare in questo caso? La durata del periodo di riabilitazione dipende dai seguenti fattori:

  • Sesso del paziente. La memoria ritorna alle rappresentanti femminili molto più velocemente.
  • La gravità della malattia.
  • Età del paziente.
  • La presenza di malattie concomitanti.

Non esiste una risposta univoca alla domanda: quanto tempo ci vuole per ripristinare la memoria dopo un ictus? Alcune persone hanno cambiamenti positivi dopo un paio di settimane, altri pazienti hanno bisogno di mesi per riprendersi. Se il paziente non ha ricevuto cure mediche in tempo, la memoria si riprenderà per molto tempo..

Come recuperare la perdita di memoria dopo un ictus a casa

Durante il periodo di riabilitazione, per le persone che hanno sofferto di una grave malattia che ha colpito il sistema circolatorio del cervello, si pone la questione di come ripristinare la memoria dopo un ictus. I pazienti non solo non ricordano cosa è successo prima della malattia, ma non sono nemmeno in grado di ricordare gli eventi accaduti 2 minuti fa già durante il periodo di guarigione. Ci sono molti modi in cui puoi riacquistare gradualmente la tua capacità di ricordare..

Possibili disturbi della compromissione della memoria dopo l'ictus

La memoria è a breve ea lungo termine. A causa della sua perdita dopo un ictus, entrambe le funzioni possono essere influenzate. A seconda della gravità delle condizioni del paziente, si possono osservare tre tipi di perdita di memoria:

  1. Demenza vascolare. Si perde una percezione adeguata del mondo reale, le azioni mentali sono ridotte al minimo.
  2. Verbale. Una persona non ricorda i nomi dei parenti, i nomi degli oggetti, è difficile percepire le informazioni provenienti dal mondo esterno.
  3. Visivo. È impossibile ricordare i volti delle persone, l'aspetto degli oggetti.

I seguenti problemi di memoria si verificano anche a causa di un ictus:

  • Verbale e logico. È impossibile ricordare il libro letto o eseguire le operazioni aritmetiche più semplici.
  • Il motore. Le abilità acquisite vengono dimenticate: come riparare un rubinetto, trapiantare fiori, ecc..
  • Figurativo. Una persona non ricorda il gusto del cibo, il significato del suono, non riconosce un odore familiare, non percepisce visivamente una cosa che gli era familiare.
  • Emotivo. Perdita di memoria dei sentimenti vissuti, incapacità di associare le sensazioni a qualcosa di familiare.


Molte persone hanno problemi di memoria dopo un ictus.
Ci sono anche disturbi della memoria patologici dopo un ictus:

  • Amnesia: perdita di ricordi che esistevano prima o dopo un ictus.
  • Paramnesia: ricordi falsi o grossolanamente distorti.
  • L'ipermnesia è un disturbo in cui il paziente non riesce a dimenticare la maggior parte delle informazioni, fin nei minimi dettagli, che influiscono negativamente sulla psiche.
  • Ipomnesia - compromissione della memoria.

Cause di compromissione della memoria negli anziani

Secondo gli esperti, lo sviluppo della sclerosi è graduale, poiché il cervello umano non è in grado di adattarsi troppo rapidamente a cambiamenti specifici. La sclerosi legata all'età non è considerata una delle principali preoccupazioni nell'ambiente medico. Il fatto è che dopo 60 anni questa è considerata una variante della norma, poiché i problemi di memoria sono causati da vari fattori:

  • Diminuzione del flusso sanguigno nel cervello. Le pareti dei capillari sono esaurite, i vasi perdono flessibilità e compaiono depositi di colesterolo. Questi fattori influenzano negativamente il processo di circolazione sanguigna. Inoltre, l'attività cerebrale soffre di continui picchi di pressione..
  • Gli ictus posticipati e gli attacchi ischemici causano una rapida perdita di memoria.
  • Lesioni alla sostanza del cervello. Diverse complicazioni possono verificarsi a causa di lesioni, violazioni dell'integrità dei vasi sanguigni, meningite e altre malattie. Allo stesso tempo, anche se questa o quella malattia passasse senza conseguenze visibili, potrebbe comunque lasciare un certo segno negativo nel cervello. Nella vecchiaia, le riserve del corpo umano diminuiscono, nel tempo questo può causare sclerosi in rapido sviluppo.
  • Mancanza di vitamine e minerali, che spesso si verifica a causa dell'assimilazione incompleta degli alimenti che entrano nel corpo.
  • Metabolismo sbagliato, che si sviluppa sullo sfondo di disfunzione tiroidea, diabete o artrite. Il decorso di queste malattie è accompagnato dal rilascio di tossine che interrompono il funzionamento delle cellule cerebrali..
  • Disbiosi intestinale.
  • Demenza, forma congenita o acquisita.
  • Il morbo di Alzheimer. Di solito si verifica dopo i 70 anni di età, ma ci sono casi precedenti di sviluppo della malattia. In questa condizione, il paziente perde rapidamente la memoria. Se una tale patologia si è manifestata dopo i 60 o 70 anni, non si dovrebbe sperare in una soluzione a questo problema, poiché fino ad ora non hanno trovato un metodo di trattamento che potrebbe essere efficace.
Consigliato

"Come organizzare un parente in una casa di cura pubblica e privata" Di più

Come ripristinare la memoria dopo un ictus

Esistono numerosi metodi efficaci che aiutano a ripristinare rapidamente la perdita di memoria dopo un ictus e tornare a uno stile di vita appagante..

Medicinali

Dopo un ictus, alcuni neuroni muoiono o vengono gravemente danneggiati. In ospedale, al paziente vengono somministrati diversi farmaci che aiutano i neuroni del cervello a riprendersi più velocemente. Dopo essere uscito di casa, è importante prendere regolarmente le compresse prescritte dal medico. Se salti l'assunzione di farmaci, l'effetto positivo sarà insignificante.

I farmaci più efficaci sono riconosciuti:

  • Lucetam
  • Piracetam
  • Thiocetam

Questi fondi sono prescritti per l'ammissione a casa dopo la dimissione dall'ospedale. Non dovresti prenderli senza consiglio medico..


Il piracetam stimola la circolazione cerebrale e accelera il recupero

Esercizi

Una serie di esercizi efficaci può aiutare ad accelerare il recupero della memoria da ictus a casa:

  1. Reiterazione. Una persona che ha subito un ictus dovrebbe ripetere ai parenti a fine giornata: cosa ha visto durante la giornata, cosa ha fatto, ecc. Il tasso di recupero dei neuroni è notevolmente aumentato.
  2. Immagini visive. A una persona viene fornita un'immagine luminosa e dettagliata. Deve considerarlo attentamente per un po 'di tempo, quindi cercare di ripristinarlo nella memoria il più dettagliato possibile. Quando riesci a ricordare completamente ciò che hai visto, puoi passare all'immagine successiva.
  3. Associazioni. Un metodo semplice ma efficace. Associando costantemente parole diverse a oggetti ed emozioni, coloro che hanno subito una perdita di memoria dopo un ictus si riprenderanno molto più velocemente..

Nel processo di giochi semplici e facili, grazie alle emozioni positive, il recupero è notevolmente accelerato.

Esistono un gran numero di giochi in cui la memoria viene migliorata memorizzando oggetti:

  • Gioco di città. Una versione modificata del popolare gioco viene giocata con il paziente. Coloro che hanno subito un ictus e disturbi della memoria stanno cercando di ricordare dove sono stati personalmente. È importante che il paziente ricordi in dettaglio ciò che ha visto lì: persone, architettura, parchi e attrazioni
  • Leggendo insieme un racconto o un estratto da un libro. La compromissione della memoria con un ictus è notevolmente ridotta quando è necessario ripetere costantemente ciò che si sente.


Leggendo insieme una breve storia

Cibo

Gli alimenti ricchi di sostanze che stimolano il cervello possono aiutare a riabilitare a casa.

Miglior aiuto:

  • Acqua. Questo si riferisce all'uso di almeno 2 litri al giorno. È essenziale per un cervello stabile..
  • Uova. Grazie a una sostanza chiamata colina, la conduzione degli impulsi nervosi nel cervello è notevolmente migliorata..
  • Limone. La vitamina C migliora l'attività cerebrale.
  • Noce. Le vitamine B ed E bloccano la distruzione delle cellule e gli acidi grassi aiuteranno ad accelerare il processo di pensiero.
  • Cioccolato amaro. Il flavanolo contenuto in questo prodotto migliora la circolazione e protegge il cervello dagli ossidanti nocivi.

L'assunzione dei prodotti elencati darà un contributo significativo a un rapido recupero da ictus e paralisi..

Metodi non convenzionali

Vengono utilizzati anche metodi di recupero non convenzionali, ma la medicina è scettica sulla maggior parte di essi e devono essere usati con estrema cautela..

Se non ci sono recensioni positive di persone con cui puoi comunicare personalmente su tali metodi, non dovresti rischiare la tua salute già minata. La ricetta più comune per i rimedi popolari sono le pigne. I tannini in essi contenuti aumentano la circolazione sanguigna e arrestano il processo di morte cellulare.


Un decotto di coni - un rimedio popolare per il recupero della memoria dopo un ictus

Una delle migliori ricette di tintura:

  1. A marzo, raccogli giovani pigne con semi.
  2. Prendi un barattolo da un litro, riempilo completamente di coni.
  3. Versare la vodka.
  4. In un luogo buio, partire per almeno 21 giorni.
  5. Prendi 2 strati di garza e scola la tintura attraverso di essa.

Di conseguenza, il colore dell'infusione dovrebbe essere rosso intenso..

Assumere 3 volte al giorno prima dei pasti per 1 cucchiaino. Corso di trattamento: 21 giorni - pausa per 7 giorni - 21 giorni.

Conduci tali corsi almeno 3 volte l'anno, quindi assicurati di riposare il corpo per 6 mesi.

Le gemme possono essere raccolte in aprile e maggio, ma saranno meno efficaci. In altri periodi dell'anno perdono la loro utilità. I coni non devono essere raccolti da terra, poiché i microbi intrappolati possono renderli tossici o velenosi e durante la raccolta è importante rimuovere tutti gli insetti e le parti marce.

Se l'alcol è controindicato per il paziente, c'è un'altra ricetta:

  • 5 pigne, tritate finemente.
  • Aggiungere 0,5 litri di acqua calda.
  • Far bollire a fuoco basso per 5-7 minuti.

Bere il brodo 2-3 volte al giorno, dopo i pasti, per ¼ di bicchiere.

Principi di base delle misure di recupero

Il recupero sarà efficace solo se il medico e il paziente stesso, anche i suoi parenti aderiscono a una serie di semplici principi:

  • Richiede, come già accennato, un approccio sistematico alla riabilitazione del paziente. È necessario utilizzare farmaci specializzati, scegliere anche il giusto set di formazione ed eseguirlo regolarmente con la vittima.
  • È necessario il ripristino graduale delle funzioni cognitive. Nessuno può prevedere in anticipo quale sarà il periodo di riabilitazione in questo o quel caso. Devi essere paziente ed eseguire sistematicamente serie di esercizi, iniziando con compiti semplici e passando a quelli più complessi. Un inizio improvviso da uno difficile può stancare una persona. Il risultato sarà l'aggravamento della condizione e il "rollback".
  • È importante che il paziente si senta costantemente supportato dai propri cari. Il background emotivo gioca un ruolo enorme nella riabilitazione e ne aumenta la velocità.

Solo aderendo a queste regole puoi raggiungere il successo in terapia..

Fattori di rischio

La malattia cerebrovascolare è la carenza di ossigeno nel cervello causata dalla vasocostrizione. Le persone con le seguenti abitudini e malattie sono ad alto rischio:

  • Fumo
  • Alcol
  • Aterosclerosi
  • Ipertensione
  • Diabete
  • Patologia vascolare congenita
  • Trombosi
  • Sindrome da antifosfolipidi
  • Malattie del sistema circolatorio

Abbandonare le cattive abitudini e combattere attivamente le malattie aiuterà a proteggersi da un ictus.

Esercizi e giochi per ripristinare la memoria negli anziani

Nella vecchiaia, non solo l'assunzione di pillole per ripristinare la memoria e una corretta alimentazione può influire positivamente sul funzionamento del cervello, ma anche un regolare esercizio fisico: leggere libri, risolvere cruciverba, puzzle, giocare a scacchi, domino.

1. Leggere libri per migliorare la memoria.

Leggere libri affascinanti consente a una persona anziana di sviluppare la memoria, aumentare la concentrazione. Grazie alla lettura con moderazione, la memoria visiva, le capacità motorie, il pensiero logico e associativo sono notevolmente migliorati. È particolarmente utile per una persona anziana raccontare la storia letta agli interlocutori.

2. Risolvere enigmi e cruciverba.

I processi cerebrali vengono attivati ​​durante la risoluzione di cruciverba e puzzle. Eseguendo questo tipo di compito, una persona inizia involontariamente ad analizzare, confrontare determinati dati, memorizzare nuove informazioni, che influiscono sulla concentrazione dell'attenzione.

3. Memorizzare la poesia per migliorare la memoria.

Per migliorare la memoria, si consiglia di recitare versi nuovi e insoliti. Con tale lavoro, il cervello inizia ad analizzare le informazioni in arrivo e inizia ad assimilarle in un modo diverso. Migliorerà anche la memoria visiva..

Cercando di ricordare il testo, una persona inizierà a pensare, iniziando il lavoro attivo del cervello. Allo stesso tempo, è importante ricordare la necessità di rispettare la misura nei carichi.

4. Prendendo musica per migliorare la memoria.

Può sembrare sorprendente, ma quando si ascoltano canzoni con parole, viene attivato il processo di memorizzazione. Se parliamo di musica classica, allora aiuta perfettamente anche a calmarsi..

Consigliato

"Dove si può definire una persona anziana: istituzioni pubbliche, private e specializzate" Continua

Periodo di recupero della memoria dopo l'ictus

Il tempo di riabilitazione dipende dalla gravità dell'ictus e dai metodi di trattamento. Possono essere necessari da 2 mesi, ma c'è anche la possibilità di non riprendersi completamente.

Tipo e conseguenzeTempo di riabilitazione
Ictus ischemico con conseguenze sotto forma di vertigini, leggera paralisi del viso e degli arti, disturbi della vista e della coordinazione.Recupero completo in 2-3 mesi.
Qualsiasi tipo di ictus con gravi conseguenze: compromissione della coordinazione grave e persistente, paralisi pronunciata del viso e degli arti.Forse una riabilitazione parziale entro sei mesi, che ti consente di prenderti cura di te stesso.Forse riabilitazione parziale entro sei mesi, che ti consente di prenderti cura di te stesso.Una cura completa è quasi impossibile..
Gravi colpi. Paralisi completa di una parte o di tutto il corpo.In 1-2 anni è possibile imparare a sedersi indipendentemente.

Regole generali per la conservazione e il ripristino della memoria negli anziani

1. Ambiente sano. Affinché la memoria funzioni correttamente, è necessario mantenere il normale funzionamento del cervello, creare condizioni adeguate per il lavoro e il riposo.

Il punto è che:

  • nessuna necessità di lavorare al limite delle capacità fisiche e mentali;
  • è importante riposare regolarmente;
  • è necessario fare passeggiate all'aria aperta.

2. Attività fisica regolare. Affinché il cervello funzioni correttamente, per mantenere la normale circolazione sanguigna, è necessario dedicare costantemente tempo allo sport. L'esercizio migliora la circolazione sanguigna, quindi più ossigeno entra nel cervello.

È importante camminare, eseguire esercizi anaerobici, correre. È meglio chiedere aiuto a un formatore in modo che elabori un programma di formazione tenendo conto delle caratteristiche dell'età, della storia medica di una persona anziana.

3. Una corretta alimentazione. Il cervello funzionerà correttamente se il cibo è completo. Secondo uno studio di scienziati, gli anziani dovrebbero consumare quotidianamente acidi omega-3, che si trovano in grandi quantità nei pesci. Gli antiossidanti presenti nei mirtilli sono anche molto utili per mantenere la memoria..

4. Anche l'assunzione di glucosio è importante. Spesso i medici consigliano agli anziani di assumere farmaci che contengono grandi quantità di glucosio. Questo elemento è di non poca importanza per il pieno funzionamento della memoria, tuttavia, con l'età, la sua assimilazione attraverso il cibo diventa difficile. Per questo motivo, si consiglia di bere pillole speciali. I nootropi svolgono un ruolo importante nell'instaurazione della circolazione cerebrale. Non dimenticare che la decisione sulla nomina di un particolare farmaco può essere presa solo da un medico..

Consigliato

"La cura degli anziani dagli 80 anni in su: caratteristiche e possibili difficoltà" Continua

Suggerimenti pratici per il recupero della memoria negli anziani e negli adulti

Cos'altro, oltre allo sport e all'alimentazione, può migliorare la memoria delle persone anziane?

1. Il cervello deve subire uno stress costante. È necessario studiare lingue straniere, risolvere problemi logici, risolvere cruciverba. Ogni attività in cui il cervello è impegnato a elaborare informazioni in grandi volumi ha un effetto benefico sulla memoria..

2. Quando si lavora, ricordarsi di fare delle pause orarie. Vale la pena riscaldarsi un po ', camminare, fare degli esercizi fisici. Questo passaggio da un'attività all'altra è benefico per il cervello..

3. È importante, se possibile, proteggersi dallo stress e dagli esaurimenti nervosi, poiché diventano le cause della perdita di cellule nervose e questo, a sua volta, altera la memoria. La costante mancanza di sonno è anche uno stress per il corpo. Per garantire un riposo adeguato al cervello, una persona deve dormire bene ogni giorno..

4. Per risolvere i problemi dell'oblio nelle persone anziane, puoi avviare un organizzatore. Oggi la scelta di vari notebook è semplicemente enorme. Dovrebbero registrare date memorabili, un piano di affari pianificati, scaricando così la testa.

5. La lettura della letteratura è molto utile per allenare la memoria. Questo processo coinvolge la memoria visiva e motoria, lo sviluppo di connessioni logiche e associative.

6. Molte persone geniali hanno una caratteristica molto importante: sono estremamente attente ai dettagli. Anche le persone anziane dovranno imparare questo. Questo è abbastanza semplice da fare: è necessario considerare attentamente e attentamente un oggetto, evidenziandone le caratteristiche distintive. Dopodiché devi ricordarti di loro. Questa pratica dovrebbe diventare un'abitudine..

7. È molto utile imparare i versi a memoria per ripristinare la memoria. È necessario scegliere un poeta qualsiasi e immergersi nello studio della sua opera, ricordando in ogni caso questa o quell'opera.

8. La musica ha un effetto positivo sul funzionamento del cervello. Le persone anziane possono iniziare a cantare, suonare uno strumento o entrambi. Quando una persona impara le parole di una canzone o delle note, il cervello viene caricato con nuove informazioni e la memoria è notevolmente migliorata..

9. È importante ricordare la psicologia. È estremamente importante seguire atteggiamenti positivi, perché con il loro aiuto, risolvere qualsiasi problema sarà molto più facile. Le persone anziane spesso soffrono di depressione e questo, a sua volta, influisce negativamente sulla memoria. Inutile dire che la vecchiaia diventa un ostacolo per imparare qualcosa di nuovo, quel tempo è sprecato. Tutto ciò influisce sull'autostima, e anche se non direttamente, ma influisce sulle proprietà della memoria. Le persone anziane dovrebbero ricordare che la vecchiaia non è una condanna, la vita non finisce in pensione, al contrario, è ora che puoi vivere per te stesso.

10. I metodi mnemonici (mnemonici) saranno efficaci a qualsiasi età. L'essenza di questa scienza è semplificare la memorizzazione grazie ai collegamenti associativi, sostituendo fatti e oggetti con qualcosa di più familiare e comprensibile..

Medicinali: qual è la particolarità del loro utilizzo

Oggi esiste un numero abbastanza elevato di farmaci speciali che vengono prescritti alle persone quando hanno sintomi di perdita di memoria. Questi includono:

  • Memoria di Vitrum;
  • Glicina;
  • Phenibut e altri.

L'unica cosa che vale la pena ricordare è che tali farmaci devono essere prescritti solo da uno specialista: un neurologo. Dopotutto, molto spesso hanno un certo effetto sul cervello. Ciò significa che con l'appuntamento sbagliato e il dosaggio sbagliato (senza tener conto della gravità del problema), c'è il rischio di aggravare seriamente la tua condizione..
L'autore dell'articolo: Kugusheva Anna

Dieta per migliorare la memoria

Molto spesso, per cominciare, si suggerisce di trattare la memoria con una correzione nutrizionale. È stato dimostrato che chi è a dieta e si priva di molti nutrienti soffre di una ridotta concentrazione e nota una diminuzione della capacità di ricordare.

Gli esperti consigliano di aggiungere più alimenti contenenti vitamina E. Questi aiutano a ripristinare le cellule nervose, forniscono una corretta alimentazione al cervello e normalizzano lo stato del sistema nervoso. Trattare il cervello con il cibo è abbastanza semplice. Hai solo bisogno di includere nella tua dieta uova, semi e noci, pane di crusca, cereali, verdure a foglia verde. Vale anche la pena di aumentare la diversità della dieta con i frutti di mare, che contengono molto iodio..

Per migliorare la funzione cerebrale, vale la pena aggiungere alla dieta e agli alimenti ricchi di zinco. Naturalmente, questo tipo di trattamento sarà molte volte più piacevole di quello che prevede l'ingestione di pillole..

Terapia farmacologica

Il grado di alterata circolazione cerebrale dipende dalla posizione e dalle dimensioni della lesione, dalla tempestività del trattamento. Le prime attività di recupero vengono avviate, maggiori sono le possibilità di recuperare la memoria. La maggior parte dei pazienti riesce a recuperare parte della perdita mentale. Durante il periodo di riabilitazione vengono utilizzati farmaci vasodilatatori:

  • Il piracetam (Nootropil), espandendo i vasi cerebrali, aumenta la circolazione sanguigna nella corteccia cerebrale. Il meccanismo d'azione è quello di facilitare la trasmissione degli impulsi tra i neuroni. Inoltre, il farmaco riduce la viscosità del sangue, previene la formazione di coaguli di sangue. Nootropil previene il vasospasmo rafforzando le loro pareti. Dopo un ciclo di trattamento, la concentrazione dell'attenzione aumenta, la memoria migliora, l'apprendimento diventa più facile.
  • Phenotropil migliora la circolazione sanguigna nella corteccia cerebrale. Secondo il meccanismo d'azione, promuove l'attivazione dei neuroni, aumenta la velocità di trasmissione degli impulsi nervosi, migliora le connessioni tra gli emisferi.
  • Aminalon contiene acido gamma-aminobutirrico o idrossibutirrico, che ripristina i processi metabolici della corteccia. Promuove l'assorbimento del glucosio da parte dei tessuti cerebrali, migliora il metabolismo, facilitando il trasferimento degli impulsi tra i neuroni. Inoltre, il farmaco stimola lo stato psico-emotivo, riducendo la depressione. Inoltre, aiuta a ripristinare il movimento degli arti e la capacità di parlare. Il farmaco stabilizza anche la pressione sanguigna, abbassa i livelli di glucosio nel sangue. L'effetto complesso del farmaco aiuta a ripristinare la perdita di memoria.
  • La glicina migliora i processi metabolici nel cervello. Ha un effetto antidepressivo, riduce la tensione nervosa. Di conseguenza, le compresse riducono l'aggressione interna. La persona diventa meno conflittuale, più socievole. Nei pazienti dopo accidente cerebrovascolare, la glicina riduce la depressione, normalizza il sonno.

Importante! La terapia farmacologica post-ictus è stata utilizzata per molti mesi. Alcuni pazienti assumono nootropi per tutta la vita.

I farmaci ripristinano la memoria in combinazione con l'attività fisica e esercizi speciali per allenare la memoria.


Articolo Successivo
Come pulire facilmente i vasi sanguigni con rimedi popolari a casa