Recupero di un braccio dopo un ictus senza dispositivi e medici


Cosa fare per recuperare il braccio dopo un ictus? Come continuare a vivere se la mano “non obbedisce ancora”? Molto spesso, tali domande vengono ascoltate da medici e parenti di coloro che hanno subito un ictus. Infatti, per ripristinare completamente una mano dopo un ictus, è necessario eseguire tutta una serie di esercizi, motivarsi costantemente ed essere in grado di lodare, anche per le più piccole vittorie. È imperativo credere in te stesso, perché senza questo è improbabile che tu abbia successo. Voglio dirti come puoi ripristinare il movimento della mano dopo un ictus e anche come puoi restituire il movimento alle dita a casa.

Ricostruzione della mano dopo un ictus

A casa, a proposito, puoi sviluppare efficacemente la tua mano in modo che inizi a "obbedirti". C'è un malinteso che la mano sia una parte inutile, ma anche i più piccoli allenamenti dopo un ictus aiuteranno lei e la mano nel suo insieme a riprendersi.

Poiché in questo articolo stiamo considerando metodi di recupero senza aiuto esterno, ma solo a casa, ne ho individuati diversi:

  1. La massima flessione / estensione possibile della mano. All'inizio sarà difficile, quasi impossibile, ma poi il processo porterà un po 'di piacere. Una buona flessione ed estensione è molto importante perché queste sono funzioni correlate.
  2. Ginnastica passiva. Chiedi ai tuoi cari di progettare il pennello. Questa pratica produrrà sicuramente un risultato, perché questo è il giusto impulso per l'inizio del processo neuroplastico. A poco a poco, ovviamente, dovrai abbandonarli, altrimenti non sarai in grado di lavorare completamente con un pennello..
  3. Guarda la piega / piega nello specchio. L'imitazione del fatto che il lato sano sia come un lato "malato" consente al paziente di iniziare a eseguire i movimenti abituali del lato "malato" reale molto più velocemente. Devi stare di fronte a uno specchio e guardare la mano "sana" muoversi nel modo desiderato. Quindi, dopo il processo, devi provare a fare le stesse azioni, ma con la mano interessata. L'autoipnosi funziona non solo per le donne gelose, ma anche per coloro che vogliono sbarazzarsi di un ictus..

Ripristino dei movimenti delle dita dopo un ictus

Non vedrai fondamentalmente nulla di nuovo per migliorare la situazione con le dita se hai considerato il problema della mano.

L'unica cosa che puoi fare esercizi aggiuntivi:

  1. Prendi una pallina da tennis e tienila. Devi toccarlo con le dita per 5-10 minuti. Quindi lascia riposare le dita e ripeti questo processo in questa modalità 5-6 volte.
  2. L'espansore, che gli atleti amano così tanto, è utile anche per ripristinare i movimenti delle dita..

Di nuovo, devi fare tutto gradualmente, non devi caricare subito le dita. L'approccio corretto a questa questione ti consentirà di ottenere un risultato positivo, ma dovrai anche impegnarti notevolmente. Un ruolo speciale è giocato dalla stessa voglia di recuperare e dalla componente mentale. Credi in te stesso e che puoi fare tutto, perché dopo un ictus è molto difficile far fronte alla paresi degli arti, ma è del tutto possibile.

Esercizi per le mani dopo un colpo: una serie di movimenti per la ricarica a casa

Durante un ictus, si verifica un disturbo circolatorio acuto nel bacino delle arterie cerebrali. Di conseguenza, parte del tessuto nervoso muore a causa di ischemia o emorragia, che porta alla perdita parziale o completa delle funzioni di quest'area. Ma grazie alla capacità del cervello di riparare le connessioni danneggiate, alcune di esse possono essere restituite. Gli esercizi per le braccia post-ictus sono stati creati per sviluppare i muscoli e recuperare le capacità perse.

Le conseguenze più comuni degli ictus sono disturbi della parola e della deglutizione, paralisi parziale o completa degli arti, perdita di sensibilità.

Di conseguenza, una persona può perdere la capacità di lavorare e la capacità di self-service, il che, ovviamente, è un duro colpo per il paziente. Pertanto, un momento molto importante nel corso della riabilitazione è il morale del paziente e il sostegno dei suoi cari. Dopotutto, il processo di recupero è piuttosto difficile e richiede una forte volontà e dedizione da parte delle persone..

Meccanismo di ictus

Esistono due tipi di ictus: emorragico e ischemico. Nel primo caso, viene violata l'integrità del muro di una delle arterie cerebrali, a seguito della quale l'emorragia interna si sviluppa direttamente nel tessuto cerebrale, portando alla loro morte. Al contrario, con la genesi dell'ictus ischemico, c'è un'ostruzione del vaso dovuta a uno spasmo eccessivo o al blocco da parte di un trombo. Di conseguenza, l'area del tessuto nervoso non riceve i nutrienti e l'ossigeno di cui ha bisogno e muore a causa dell'ipossia..

Nota! È molto difficile stabilire il tipo di ictus senza diagnostica strumentale, pertanto al paziente non devono essere somministrati farmaci prima dell'arrivo dei medici.

Non esiste un unico motivo per lo sviluppo di un ictus. È stato stabilito che molti fattori influenzano la probabilità di ictus ischemico e uno dei principali è la presenza di aterosclerosi. Inoltre, sono influenzati negativamente anche i seguenti:

  • Fumo.
  • Bevendo alcool.
  • Storia di cardiopatia ischemica o infarto.
  • La presenza di aritmie cardiache, in particolare - fibrillazione atriale.
  • Sindrome metabolica o obesità.
  • Diabete mellito, ridotta tolleranza al glucosio.

Queste ragioni non sono fattori scatenanti immediati per lo sviluppo dell'ictus, ma contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi e alla formazione di trombi, che alla fine possono portare a gravi conseguenze sotto forma di perdita di mobilità e sensibilità in alcune parti del corpo..

Primo soccorso e periodo di recupero precoce

Se si sospetta un ictus, il paziente deve ricevere assistenza medica qualificata il prima possibile. È meglio sdraiare il paziente sulla schiena in attesa dei medici. Posizionare i cuscini sotto le spalle e la testa e allinearli in modo che il collo e la testa siano allineati con un angolo di circa 30 gradi rispetto alla linea orizzontale delle gambe. È necessario monitorare attentamente il paziente, poiché è probabile che i pazienti con ictus vomitino, durante il quale dovresti aiutarlo a girare la testa di lato e assicurarti che possa respirare.

Il primo soccorso dovrebbe essere fornito dai medici dell'ambulanza, dopo di che il paziente viene ricoverato in ospedale, dove i medici stabilizzano le sue condizioni, eliminano i rischi per la salute e la vita ed effettuano cure farmacologiche. Dopodiché, è il momento della riabilitazione precoce. Questo è un momento estremamente importante, poiché è nei primi giorni e nelle prime settimane dopo un ictus che il cervello è in grado di formare il maggior numero di nuove connessioni tra i neuroni. Questo fenomeno è chiamato neuroplasticità. Pertanto, è meglio iniziare il restauro della mano già durante questo periodo..

Un approccio moderno alla riabilitazione post-ictus

La medicina prevede una metodologia interdisciplinare. Implica la partecipazione di diversi specialisti nel processo di riabilitazione contemporaneamente:

  • Riabilitologo.
  • Fisioterapista.
  • Massaggiatore.
  • Neuropatologo.
  • Logopedista.
  • Ergoterapeuta.

Il terapista della riabilitazione e il fisioterapista si occupano principalmente di ripristinare il movimento in un arto paralizzato. Per questo, vengono utilizzati set speciali di esercizi che il paziente deve eseguire ogni giorno. Nelle prime fasi lo aiutano, in futuro dovrà eseguirli a casa da solo. I medici monitoreranno i progressi e, se necessario, apporteranno modifiche al programma, se necessario..

È importante! Oltre alla riabilitazione diretta, il paziente dovrebbe essere aiutato ad accettare nuove condizioni di vita, rieducarlo a prendersi cura di se stesso e svolgere le attività quotidiane..

Esercizi di ripristino della mano

Nelle prime fasi, è importante che il paziente compia semplicemente la massima libertà di movimento possibile con l'arto interessato. Gli basta spostarlo, spostarlo all'interno del letto, spostarlo da una parte all'altra. Per lavorare con le capacità motorie nelle prime fasi, chiedigli semplicemente di raddrizzare le dita, quindi piegarle, ripetendo questa manipolazione più volte..

È importante! Prima di sviluppare un braccio dolorante, è necessario eseguire più volte i movimenti necessari con una mano sana per attivare le aree cerebrali responsabili della mobilità..

Un semplice esercizio è adatto per il riscaldamento: alzare e abbassare alternativamente le braccia sinistra e destra lungo il corpo, piegarsi e flettere normalmente l'arto alle articolazioni. Successivamente, puoi passare a esercizi più complessi. Se il disturbo del movimento è insignificante e il paziente sente abbastanza forza in se stesso, la ginnastica ordinaria è perfetta per il riscaldamento. Il riscaldamento dura circa 7-10 minuti. Per comodità, puoi usare simulatori speciali.

Nota! Se l'arto è gonfio, non dovresti sovraccaricarlo, ma non puoi nemmeno interrompere l'esercizio. In questi casi, può essere utile allungarlo, massaggiarlo leggermente e posticipare un po 'l'allenamento. In ogni caso, è consigliabile mostrare il gonfiore della mano al medico..

Per un migliore sviluppo del cingolo scapolare, è necessario eseguire il seguente complesso. Un manubrio o un altro peso viene preso nella mano, dopo di che si alza sopra la testa, quindi è necessario riportarlo nella posizione originale. Vengono eseguite dieci ripetizioni di questo tipo. Successivamente, il paziente deve sollevare un braccio dritto al livello delle spalle e portarlo di lato, quindi abbassarlo nella posizione originale. Quindi devi far funzionare le spalle stesse. Per fare ciò, il paziente deve piegarsi leggermente in avanti e piegare alternativamente le braccia con i manubri alle articolazioni del gomito.

Se i movimenti dell'arto sono quasi completamente assenti, le lezioni devono essere avviate con il massaggio. Dopo questo, dovrebbero essere eseguiti movimenti passivi con una mano paralizzata. In questa fase, l'aiuto e il sostegno dei propri cari è molto importante..

Sotto forma di fondi aggiuntivi, possono essere utilizzati metodi di agopuntura, riflessologia e stimolazione elettrica. In futuro, è necessario osservare i medici che determineranno quando passare ad altri metodi di riabilitazione. È molto importante non interrompere le lezioni e le procedure e farle a casa ogni giorno..

Formazione sulle capacità motorie fini

Uno dei problemi più difficili nei pazienti con ictus è lo sviluppo delle capacità motorie dei piccoli muscoli della mano. Anche se i movimenti in essi vengono conservati, i pazienti spesso lamentano tremori e ridotta coordinazione. Per ripristinare la funzione, la combinazione della terapia fisica della mano con esercizi di gioco aiuta bene.

Ad esempio, una persona deve assemblare un costruttore, disegnare, sistemare piccoli oggetti. Anche le lezioni con modellazione di plastilina, argilla sono utili. Uno speciale fermo può essere utilizzato anche per sviluppare le dita. Devi capire che non sarai in grado di ottenere rapidamente il risultato. Pertanto, dovresti essere paziente e continuare la formazione sistematica, poiché questo è l'unico modo per ottenere risultati..

Un ictus è un duro colpo per qualsiasi paziente, non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Per ripristinare le funzioni motorie perse, è necessario impegnarsi regolarmente in esercizi per le braccia dopo un ictus e fare ogni sforzo per questo. Ecco perché i malati durante questo periodo hanno così bisogno del sostegno e dell'aiuto dei propri cari. Possono aiutare i loro cari con i loro studi e fornire supporto morale e aiutare nelle faccende quotidiane. Dopotutto, le persone devono anche adattarsi alle nuove condizioni di vita..

Una gamma completa di esercizi. Terapia fisica per le dita Riabilitazione di mani e piedi dopo un ictus Esercizi passivi

Ricostruzione della mano dopo un ictus

Dopo un ictus, il braccio può perdere parzialmente sensibilità, diventare insensibile, smettere di muoversi e rimanere completamente paralizzato. Non appena dopo il trattamento farmacologico le condizioni del paziente sono migliorate, è necessario iniziare immediatamente le procedure di riabilitazione e sviluppare l'arto. Se ciò non viene fatto, la rigenerazione delle cellule nervose del cervello sarà incompleta, ci sarà il rischio di un secondo ictus e l'attività motoria della mano non sarà completamente ripristinata..

Perché la mano non si muove

Con un ictus, l'afflusso di sangue al cervello viene interrotto. Con un attacco ischemico, il sangue non scorre ai tessuti e con un attacco emorragico si verifica un'emorragia nelle strutture cerebrali. Ciascuna di queste patologie può portare a una ridotta attività motoria degli arti. La mano non risponde agli stimoli esterni, non sente nulla, non ci sono riflessi. L'arto paralizzato ha un tono muscolare debole. Paresi o paralisi del braccio dopo un ictus si verifica sul lato opposto all'emisfero cerebrale interessato dall'attacco.

L'immobilità di un arto può verificarsi a causa del blocco di un vaso da parte di un coagulo di sangue o della rottura di un'arteria sanguigna nel cervello. La paralisi della mano a seguito di ictus è stata osservata in pazienti che soffrono di ipertensione, aterosclerosi, obesità e livelli elevati di colesterolo. La circolazione sanguigna può essere compromessa nei vasi del midollo spinale. Tali casi sono molto rari, ma possono portare alla paralisi degli arti..

L'attacco emorragico si verifica più spesso durante il giorno. Oltre alla paresi o paralisi della mano, il paziente può avere disturbi del linguaggio, la persona spesso perde conoscenza, può avere problemi respiratori, convulsioni, iperestesia e vomito. L'arto può ferire, gonfiarsi, gonfiarsi e tremare.

Un attacco ischemico si verifica in qualsiasi momento della giornata. Si sviluppa gradualmente. All'inizio, la mano del paziente diventa insensibile e viene portata via, quindi - la guancia, in seguito ci sono problemi con la parola. Una persona diventa debole, stanca, depressa, dorme male, la sua memoria si deteriora.

Molto spesso, la mano diventa insensibile e smette di obbedire quando l'emisfero destro del cervello e il cervelletto stesso sono interessati. Ecco i centri nervosi responsabili dell'attività motoria dell'arto. I sintomi dolorosi appaiono meno intensi se l'ictus si è verificato più lontano dal lato destro del cervello. Spesso la mano non funziona bene a causa di problemi circolatori dopo un attacco. La disfunzione del muscolo cardiaco impedisce il flusso di sangue ai tessuti.

Cosa fare con la tua mano

Se la mano destra o sinistra non funziona dopo un ictus, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a diverse procedure di fisioterapia e trattamenti speciali. Per ripristinare le prestazioni dell'arto paralizzato, è necessario eseguire una riabilitazione psicologica e fisica..

Prima di tutto, una persona deve sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti della vita. Il paziente deve sperare in un risultato positivo e credere nella propria guarigione. È impossibile ripristinare la capacità di lavoro della mano solo con pensieri positivi. È necessario un complesso di procedure fisioterapiche e un trattamento farmacologico.

Con un ictus del lato destro, è meglio per una persona sottoporsi a un corso di riabilitazione in un ospedale o in un centro speciale. È possibile ripristinare l'attività dell'arto sinistro con l'aiuto di terapia farmacologica, massaggi, esercizi terapeutici, idroterapia, agopuntura, modellazione dell'argilla, pasta e plastilina. Se la mano destra non funziona bene dopo un ictus, può essere sviluppata indipendentemente a casa sotto la supervisione di un medico usando esattamente gli stessi metodi..

L'estremità sinistra dopo l'attacco viene ripristinata per un lungo periodo di tempo - circa sei mesi. La situazione è peggiore negli anziani. Se l'arto non funziona per molto tempo, i muscoli si atrofizzeranno gradualmente. Una persona deve reimparare a usare la mano. Le procedure di recupero dovrebbero essere avviate il prima possibile, altrimenti il ​​sangue potrebbe ristagnare. Se ossigeno e sostanze nutritive non raggiungono i tessuti per un po 'di tempo, possono comparire nuovi ematomi e coaguli di sangue..

Metodi di riabilitazione

Non appena le condizioni del paziente si sono stabilizzate, è necessario iniziare la riabilitazione dell'arto immobilizzato. I pazienti sdraiati avranno bisogno dell'aiuto di infermieri e fisioterapisti che sanno come sviluppare un braccio dopo un ictus. Per ogni paziente viene selezionato un corso individuale, che comprende ginnastica correttiva, riflessologia, agopuntura, idroterapia, dieta, modellazione, farmaci, trattamento di malattie croniche.

Come ripristinare un arto immobilizzato:

  • stimolare il desiderio di movimento con l'aiuto di semplici esercizi (piegare le dita, stringere un pugno, prendere piccoli oggetti, afferrare un asciugamano appeso, alzare le mani, allargarle, scrivere, scolpire, disegnare);
  • il paziente dovrebbe provare a mangiare, nascondersi, vestirsi, lavarsi da solo;
  • il massaggio viene eseguito per evitare il ristagno del sangue e il blocco dei vasi sanguigni (la procedura è combinata con lo sfregamento e vari impacchi riscaldanti);
  • l'agopuntura viene eseguita utilizzando dispositivi speciali per inviare cariche elettriche dal GM alla mano e farlo muovere;
  • al mattino, fai esercizi usando i simulatori per rafforzare i muscoli e sviluppare le articolazioni (sollevare i manubri, piegare i gomiti con loro), si consiglia di nuotare in piscina;
  • elettrostimolazione per aumentare il tono muscolare, la procedura migliora la circolazione sanguigna e allevia il dolore.

Gli esercizi di riabilitazione vengono eseguiti 2-3 volte al giorno, le procedure di fisioterapia - una volta al giorno per 2-4 mesi. La durata di ogni sessione di riabilitazione dovrebbe essere di almeno 10, massimo 60 minuti.

Come sviluppare un braccio paralizzato

Se la mobilità della mano è completamente persa, il paziente ha bisogno dell'aiuto di un estraneo. All'inizio, l'assistente dovrebbe piegare e distendere delicatamente l'arto paralizzato. La mano, il gomito e la spalla sono in fase di sviluppo. Dopo un po ', il paziente deve eseguire in modo indipendente semplici esercizi ginnici.

L'educazione fisica è meglio fare con gli occhi chiusi. Il paziente ha bisogno di rilassarsi. Gli esercizi vengono eseguiti stando seduti o sdraiati.

Durante le lezioni, il paziente deve ricordare come ha mosso il braccio prima della paralisi. Quindi devi cercare di "sovrapporre" i ricordi all'arto colpito. Il paziente dovrebbe provare a muovere almeno un dito..

Se all'inizio non funziona nulla, non puoi disperare e smettere di allenarti. Il risultato migliorerà ogni volta. Va ricordato che il recupero di una mano dopo un attacco è un processo molto lento che richiede un lungo periodo di tempo.

Come affrontare la spasticità muscolare:

  • cambiare la posizione della mano dolorante ogni 60 minuti;
  • fare esercizi di stretching durante il giorno e impastare le articolazioni;
  • monitorare la temperatura dell'aria nella stanza, deve essere di almeno 23 gradi;
  • accarezzando costantemente la tua mano;
  • prima di iniziare le lezioni, le dita devono essere impastate e strofinate per un minuto.

Gli esercizi possono essere passivi, cioè eseguiti con l'aiuto di estranei o attivi: il paziente fa gli esercizi da solo. Puoi aiutare solo all'inizio della riabilitazione. Tutti gli esercizi vengono eseguiti durante l'espirazione..

Come condurre sessioni di recupero:

  • gli esercizi vanno iniziati con mano sana per attivare le aree responsabili della mobilità degli arti;
  • se le lezioni vengono svolte con l'aiuto di un assistente, il paziente deve ripetere mentalmente tutti i movimenti;
  • l'esercizio fisico cambia ogni giorno;
  • durante l'allenamento è possibile utilizzare articoli per la casa o simulatori e dispositivi speciali;
  • in primo luogo, vengono eseguiti esercizi di flessione ed estensione per muscoli di grandi dimensioni, quindi vengono sviluppate le capacità motorie fini;
  • il paziente ha bisogno di sviluppare la volontà e, nonostante il dolore, fare ginnastica quotidiana e completa;
  • dopo semplici esercizi, passano all'allenamento della forza e ad esercizi più complessi, durante i quali si sviluppano ulteriormente coordinazione e memoria.

Come fare un massaggio efficace:

  • è necessario iniziare la procedura con una mano sana e quindi passare al paziente;
  • durata - da 12 a 60 minuti;
  • il massaggio viene eseguito 1-2 volte al giorno;
  • i movimenti sono fluidi e sfreganti;
  • spostati sempre dal centro verso i bordi;
  • devi lavorare con le dita per attivare i nervi del cervello;
  • impastare ogni dito separatamente;
  • durante il massaggio, puoi dare al paziente una palla irregolare;
  • durante la procedura, una persona può allargare le dita e stringerle a pugno;
  • i muscoli della spalla sono necessariamente sviluppati in modo che il paziente possa alzare e abbassare il braccio.

Semplici esercizi per tutti i giorni:

  • stringendo le dita in un pugno e raddrizzandosi;
  • flessione ed estensione dell'arto nell'articolazione del gomito;
  • rotazione con un pennello;
  • battendo le mani;
  • pressione sulle dita;
  • premendo i palmi delle mani sul tavolo o tra di loro;
  • afferrare un oggetto;
  • rotolare una palla sul tavolo.

Per eseguire i movimenti della mano, la mano deve prima riposare sul tavolo. Quando diventa più forte, puoi fare esercizi senza supporto..

Dopo un mese, puoi fare un allenamento di forza ogni giorno per ripristinare il braccio. Gli esercizi di riabilitazione dovrebbero coinvolgere la spalla, il gomito, la mano e il polso. L'educazione fisica viene eseguita due volte al giorno. Ogni esercizio deve essere eseguito 10 volte. Il paziente può sviluppare il braccio malato contemporaneamente a quello sano. Puoi fare gli esercizi uno per uno. In questo caso, inizia ad allenarti con una mano sana. Gli oggetti utilizzati durante l'educazione fisica non dovrebbero essere troppo pesanti. Tutti gli esercizi, come i movimenti dopo un ictus, vengono eseguiti in modo fluido e lento..

Allenamento spalle e avambraccio:

  • prendi i manubri, piega i gomiti, raddrizzali e sollevali, piegati di nuovo al gomito, abbassali;
  • prendi i manubri, solleva le braccia tese all'altezza delle spalle, portali in direzioni diverse, abbassale.

Per sviluppare le spalle, è necessario utilizzare, oltre ai manubri, le barre orizzontali. Si consiglia di ruotare a mano. I muscoli si sviluppano meglio in piscina.

Educazione fisica per i gomiti:

  • piegati in avanti, porta indietro i gomiti piegati;
  • prendi i manubri, alza le braccia all'altezza delle spalle, allargale ai lati, piegale ai gomiti, sollevali, piegali di nuovo ai gomiti, abbassali.

Per sviluppare i gomiti, devi sollevare i manubri, ruotare con le mani. Si consiglia di utilizzare attrezzi ginnici e barre orizzontali. È utile sforzare e rilassare alternativamente il braccio. Durante l'educazione fisica non puoi esagerare, altrimenti puoi allungare i legamenti.

Allenamento del polso:

  • prendi i manubri, piega i gomiti con un angolo di 90 gradi davanti a te, ruota le mani su e giù;
  • prendi i manubri, tieni le mani dritte e immobili, alza i polsi su e giù.

Ci sono molti muscoli e articolazioni nell'area del polso. Lo sviluppo di questa parte del braccio richiede molto tempo e fatica. Per rafforzare il polso, devi disegnare, scrivere, scolpire, fare ginnastica con manubri, un allenatore di gomma.

Esercizi per tutto il braccio dopo un ictus:

  • impastare, accarezzare e sfregare le dita;
  • oscillare le braccia, girare il corpo;
  • metti le mani sulle ginocchia, allarga le dita, muovile, stringi a pugno, alza i palmi, allarga le dita, muovile, stringi a pugno;
  • rotazione alternativamente con tutte le dita;
  • unisci le mani in una serratura, prova a togliere tutte le dita dalle mani;
  • prendi un laccio emostatico di gomma, alza le braccia davanti a te all'altezza delle spalle e prova ad allungare il laccio emostatico.

Macchine per esercizi per lo sviluppo degli arti:

  • Cubo di Rubik: impasta le dita, rafforza i muscoli delle mani, migliora le capacità motorie;
  • plastilina, argilla, costruttore: sviluppa dita, polso, promuove un recupero più rapido della mano;
  • scacchi, dama: sviluppa la memoria, attiva le cellule cerebrali, migliora l'attenzione;
  • manubri, imbracature, macchine per esercizi in gomma, palline forate: rafforzano e sviluppano i muscoli;
  • raccogliere bottoni e fiammiferi sciolti - migliora le capacità motorie delle dita.

La riabilitazione è ritardata per un lungo periodo. Per ripristinare completamente la mano, una persona deve essere persistente e non perdere il cuore durante il primo fallimento. Se segui le raccomandazioni di uno specialista e fai regolarmente ginnastica, l'attività dell'arto paralizzato si riprenderà presto. La riabilitazione della mano dopo un attacco viene eseguita presso l'ospedale Nekrasovka.

Trattamento farmacologico

Il trattamento di una mano immobilizzata dopo un attacco viene effettuato sotto la supervisione di un medico e secondo le sue raccomandazioni. Egli prescrive farmaci al paziente su base individuale e fissa il dosaggio. L'automedicazione è vietata.

Come ripristinare un braccio paralizzato dopo un ictus con i farmaci:

  • Baclofen: allevia gli spasmi, rilassa i muscoli, allevia il dolore, rende mobili gli arti;
  • Tizanidine-Teva: allevia il dolore, allevia gli spasmi;
  • Klonopin, Valium: rilassa i muscoli, riduce la spasticità;
  • Fenolo: allevia il dolore, gli spasmi, rilassa i muscoli.

Al paziente vengono anche prescritti antibiotici, analgesici, agenti purificanti del sangue, vitamine, coagulanti, neurostimolanti, nootropi, farmaci riparatori. Tali agenti sono popolari: glicina, aspirina, actovegin, papaverina, pirocetam, neuromidina, vinpocetina. Innanzitutto, è necessario trattare l'area danneggiata del cervello, dopo di che l'attività motoria della mano viene normalizzata.

Metodi tradizionali

Puoi ripristinare il braccio dopo un ictus a casa. Per fare questo, devi prima consultare il tuo medico. Ti aiuterà a trovare rimedi per il trattamento di un arto paralizzato che possono essere preparati e utilizzati a casa..

Rimedi popolari per la paralisi della mano:

  • unguento a base di alloro, aghi di pino, abete rosso;
  • impacchi con tintura alcolica di arnica o pigne, salvia (200 ml di vodka per cucchiaio di erba);
  • sfregamento con una miscela di miele (con propoli) e grasso (1: 1);
  • bagni di salvia (per 300 g di erba - 10 litri di acqua);
  • decotti o infusi da bere dalle piante medicinali - un cucchiaio di erbe tritate (menta, erba di San Giovanni, sofra giapponese, rosa canina, motherwort, valeriana, achillea, origano, vischio) viene preso in un bicchiere d'acqua.
  • alloro in polvere - 20 g;
  • aghi di pino e abete rosso tritati - 10 g;
  • burro o grasso di maiale - 50 g.

Mescola tutti gli ingredienti. Raffredda la miscela. Applicare uno strato sottile sul braccio interessato due volte al giorno per due mesi.

Ricetta per infuso di radice di peonia:

  • radici tritate secche - 1 cucchiaino;
  • acqua - 250 ml.

Versare acqua bollente sulle radici. Insisti per un'ora. Prendi un cucchiaio 4 volte al giorno.

Ricetta alle noci:

  • noci verdi di 2 cm - 10 pezzi.;
  • cherosene raffinato - 2-3 bicchieri.

Le noci vengono macinate in un frullatore. La massa viene trasferita in un barattolo di vetro. Versare il cherosene. Insisti in un luogo buio per 30 giorni. La tintura risultante viene filtrata attraverso una garza. Le compresse vengono eseguite una volta al giorno prima di coricarsi.

Nelle persone di età inferiore ai 50 anni, la mano paralizzata dopo una serie di procedure è completamente ripristinata. Questo richiede almeno due mesi. Per le persone anziane, è più difficile ripristinare l'attività della mano. Se si verifica un secondo attacco, potrebbe causare disabilità. Circa il 40% dei pazienti soffre di paralisi della mano dopo un ictus, il 75% torna alla vita normale dopo sei mesi di procedure riabilitative.

Come ripristinare rapidamente il movimento di un braccio paralizzato dopo un ictus

Le conseguenze di un ictus sono diverse in ogni caso. Questi possono essere disturbi della parola, della memoria o degli arti superiori. Uno specialista esperto ti consiglierà su come ripristinare il braccio dopo un ictus. In questi casi, non vengono utilizzati solo farmaci, ma anche esercizi speciali, simulatori, di cui dovresti essere a conoscenza.

Perché la mobilità e la sensibilità sono compromesse?

Il danno alla mano dopo un ictus si verifica sullo sfondo di un processo infiammatorio nell'emisfero sinistro del cervello. È questa parte che è responsabile dei processi motori..

I disturbi sono considerati come mancanza parziale o completa di attività motoria, debolezza muscolare, tremore o risposta insufficiente a determinati stimoli ambientali.

Esistono due tipi di paralisi che si verificano dopo un ictus ischemico o un'emorragia cerebrale:

  1. Periferica. I disturbi coinvolgono i nervi individuali.
  2. Centrale. I processi patologici influenzano il lavoro dell'intero sistema nervoso.

Dopo un ictus, dovuto a trombosi o gonfiore degli arti, può verificarsi la paralisi del braccio. Questa è una grave conseguenza. Il paziente ha la possibilità di riprendersi se si sottopone a un ciclo completo di trattamento farmacologico e riabilitazione, oltre a eseguire la ginnastica necessaria.

La mano potrebbe diventare insensibile. Quando i recettori del dolore non rispondono agli stimoli, l'attività fisica ei riflessi sono al di sotto del normale. Tali conseguenze sorgono sullo sfondo del danno all'emisfero sinistro del cervello, del cervelletto o del lobo frontale.

Questo perché le cellule nervose ei nervi periferici hanno sofferto dopo un ictus..

Le violazioni scompaiono dopo 2 mesi se la vittima esegue il trattamento, frequenta sedute di massaggio, agopuntura e riflessologia.

Metodi di recupero efficaci

Puoi ripristinare il braccio destro o sinistro dopo un ictus a casa. Ma prima, dovresti sottoporti a una diagnosi completa e al corso del trattamento. Devi fare ginnastica speciale ogni giorno, esercitarti sui simulatori, visitare la piscina.

Inoltre, gli impulsi elettrici e l'agopuntura vengono utilizzati per ripristinare la funzione della mano..

Ginnastica

È necessario eseguire esercizi per sviluppare le capacità motorie delle mani, riportarle alla sensibilità, aumentare il tono e la forza muscolare. Ad esempio, sollevare manubri, scolpire, nuotare.

Per sviluppare le capacità motorie, dovresti scrivere con una penna più spesso. Se dopo un ictus c'è una paralisi parziale delle mani, i medici raccomandano di fare esercizi mattutini, camminando in corsa.

Gli esercizi vengono eseguiti tutti i giorni, mattina e sera, è sufficiente dedicare 15 minuti a questo. Nel primo mese dopo un ictus, non puoi caricare il corpo, altrimenti c'è il rischio di un secondo attacco.

Le lezioni aiuteranno a prevenire la formazione di coaguli di sangue, piaghe da decubito, ulcere sul braccio, seguite da paresi, morte dei tessuti, avvelenamento del sangue.

Assunzione di farmaci

Per ripristinare un braccio paralizzato dopo un ictus, i medici prescrivono ai loro pazienti:

  • farmaci nootropici;
  • farmaci per il dolore;
  • agenti neuroprotettivi;
  • stimolanti.

Inoltre, il paziente assume farmaci che purificano il sangue, oltre a vitamine, antibiotici e antidepressivi. Per calcolare la dose del medicinale e la durata del corso, il medico curante tiene conto delle caratteristiche individuali del corpo della vittima.

Nella prima volta dopo l'attacco, al paziente vengono mostrate iniezioni e contagocce. Dovrebbero volerci un paio di mesi prima che prenda farmaci per via orale.

Altri metodi di recupero

I moderni centri medici offrono varie procedure per ripristinare il movimento del braccio dopo un ictus:

  • impacchi di fango;
  • terapia artistica;
  • riflessologia;
  • agopuntura.

Tali metodi sono molto popolari. Durante la procedura di agopuntura, vengono praticate punture sottili sul corpo.

Gli impulsi elettrici che si generano in essi influenzano i nervi, i muscoli, che sono responsabili del lavoro e della mobilità degli arti superiori.

Esercizi di ripristino della mano

Si consiglia a un paziente con ictus di esercitare prima le dita. Lavorare con loro aiuta ad attivare le funzioni cerebrali per ripristinare i movimenti della mano..

  1. Strofina e impasta ogni dito per 15 secondi.
  2. Siediti, metti i palmi delle mani sui fianchi, le dita divaricate il più possibile. Solleva ciascuno di essi, iniziando con il mignolo e finendo con quello grande. Quindi alza le mani con i palmi verso l'alto e fai lo stesso. Ripeti l'esercizio almeno 10 volte. Peggio risulta, più tempo è necessario dedicare a tali esercizi..
  3. Siediti, metti i palmi delle mani sui fianchi, più vicino alle ginocchia. Ruota le dita una per una. Capovolgi i palmi e continua la ginnastica con le dita. Questo esercizio allena le capacità motorie fini e questo ha un effetto positivo sul cervello. Dovrebbe essere fatto 7 volte.
  4. Allarga tutte le dita il più possibile, quindi stringile a pugno. Ripeti questi esercizi per ripristinare la mano 5 volte..
  5. In posizione seduta o sdraiata, lavora con le dita dei piedi. Per prima cosa, tirali verso di te, allargali, quindi inclinali nella direzione opposta, stringi. L'esercizio viene ripetuto 10 volte..
  6. Stringi le mani con un lucchetto e alza le dita a turno. Ad esempio, grande a destra, poi a sinistra. Terminato con il mignolo, l'esercizio viene continuato nell'ordine inverso 10 volte.
  7. Scorri le dita a turno, iniziando con il pollice e l'indice. L'esercizio viene ripetuto 5 volte..

I medici consigliano di utilizzare accessori speciali per riscaldare le dita. Ci sono palline da massaggio che assomigliano a un riccio. Possono essere lanciati dalla mano destra a sinistra, massaggiare le mani e le dita. Ogni giorno, una vittima di ictus dovrebbe esercitarsi con questa palla per almeno 3 minuti.

Il recupero della mano destra è positivamente influenzato dall'esercizio con due palline rotolabili nel palmo della mano.

Istruttori per il recupero di dita e mani

Oltre alla ginnastica e agli esercizi speciali, i medici raccomandano di utilizzare altri metodi per allenare gli arti superiori dopo un ictus..

  1. Il cubo di Rubik è buono per flettere le dita. Durante il suo utilizzo, una persona allena le pieghe dell'intera mano, allunga le falangi e rinforza i muscoli. In una certa misura, un tale simulatore aiuta a sviluppare il micromotore delle dita. Quando si girano i piani del cubo, vengono allenati diversi muscoli sulle braccia. Il paziente deve usare tutte le dita, stringendolo, quindi sarà necessario uno sforzo maggiore.
  2. Si consiglia di scolpire figure dalla plastilina o assemblare un designer per bambini. Ha un effetto positivo sul processo di recupero..
  3. I medici raccomandano di dedicare più tempo alla dama e agli scacchi. Giochi che aiutano ad allenare non solo le dita, ma anche la mano stessa. Inoltre, sono bravi ad aiutare a sviluppare la memoria e il pensiero..

Durante il recupero, la cosa più difficile per il paziente è praticare piccoli movimenti. Per lo sviluppo, puoi utilizzare vari simulatori per scorrerli con le dita. Puoi spargere fiammiferi e pulsanti sul tavolo ogni giorno per raccoglierli in seguito..

Medicina tradizionale

Per ripristinare il braccio sinistro dopo un ictus, puoi utilizzare metodi non convenzionali. Ma prima di ricorrere a tali ricette, dovresti consultare un medico.

Tra i rimedi popolari, i seguenti sono molto popolari:

  • miele con pappa reale;
  • unguento, che comprende aghi di pino e foglie di alloro (il prodotto va strofinato sulla mano che ha subito un ictus).
  • una tintura a base di fiori di arnica di montagna;
  • medicina dalla sophora giapponese;
  • preparati a base di erbe, che includono l'erba madre, la menta e l'erba di San Giovanni.

Durante il recupero, è necessario ricordare che tutti i metodi di trattamento, tra cui i rimedi popolari, nonché le misure di riabilitazione dovrebbero essere mirati a ripristinare la circolazione sanguigna nella mano. Ciò è facilitato da un buon massaggio, che accelererà il recupero..

Puoi cercare altri metodi di recupero, ma dovrebbe essere chiaro che tutto dovrebbe essere controllato dal medico curante. Prende in considerazione tutte le caratteristiche individuali del paziente e, guidato da esse, prende una decisione. Solo in questo modo sarà efficace il ripristino della mano dopo un ictus..

Previsione di ripresa

Molto spesso, le persone anziane subiscono un ictus. Hanno una complicazione sotto forma di paralisi della mano. Nella maggior parte dei casi, si verifica un recupero completo. Ma questo è a condizione che il paziente osservi le raccomandazioni del medico curante, le regole della riabilitazione.

Ci vogliono 6 mesi per recuperare una mano dopo un ictus, a volte 1 anno. Ma dopo un secondo attacco, non è sempre possibile curare complicazioni come paralisi, intorpidimento o perdita di sensibilità. Pertanto, molti pazienti rimangono disabili..

Per prevenire tutte queste complicazioni, è necessario rivolgersi tempestivamente a un medico. Farà una diagnosi accurata, prescriverà un trattamento, soprattutto se i disturbi si sviluppano nella fase iniziale.

Paralisi, tagli e altri disturbi del movimento. Come si ripristina un braccio paralizzato dopo un ictus?

Regole per la manifestazione dell'attività fisica dopo un ictus

Data la patogenesi e l'eziologia dei disturbi della circolazione cerebrale, non dovresti mostrare un'attività fisica eccessiva nelle prime fasi della riabilitazione. L'aumentato rischio di sanguinamento associato all'uso di anticoagulanti diretti può portare a gravi complicazioni. Il recupero precoce del braccio dopo l'ictus ischemico dovrebbe comportare esercizi di massaggio passivo.
Per ripristinare pienamente la salute di un paziente che ha subito un ictus, è estremamente importante redigere un programma riabilitativo individuale. Dovrebbe includere sia le procedure di benessere che le cure termali nelle istituzioni del profilo corrispondente e le misure di recupero.

Gli esercizi per ripristinare il braccio dopo un ictus fanno parte del processo di riabilitazione. La serie di esercizi varia a seconda del periodo di riabilitazione, della presenza di sintomi positivi e di altri fattori.

La riabilitazione di base dopo un ictus comprende esercizi di fisioterapia, massaggi, esercizi ginnici per allenare le braccia utilizzando dispositivi di allenamento.

Esercizi di riabilitazione su simulatori

Nell'ospedale Yusupov vengono utilizzati due tipi di simulatori per la riabilitazione dei pazienti dopo un ictus: meccanico e robotico. I trainer meccanici sono cyclette, tapis roulant, trainer per l'equilibrio e l'andatura. I trainer robotici sono dotati di biosensori elettronici che stimolano l'attività interessando gli arti colpiti. I simulatori robotici hanno un'ampia funzionalità, sono programmati tenendo conto delle esigenze del paziente, favoriscono la trasmissione degli impulsi nervosi dal cervello all'arto ferito, stimolano l'attività motoria.

Gli esercizi di riabilitazione dopo un ictus vengono eseguiti utilizzando simulatori multifunzionali e attrezzature sportive. Esistono diversi tipi di simulatori:

  • Per ripristinare l'attività fisica, viene utilizzato un simulatore nella modalità: flessione ed estensione, un simulatore per lo sviluppo delle articolazioni degli arti, percorsi di allenamento, cyclette.
  • Per i pazienti costretti a letto, vengono utilizzate macchine per esercizi sotto forma di un letto o una bicicletta.
  • Per ripristinare l'equilibrio e l'andatura, l'attività fisica, viene utilizzato un simulatore orizzontale.
  • Per i pazienti che ancora non riescono a stare in piedi, è stato creato un simulatore seduto per sviluppare e rafforzare i muscoli della schiena..

Meccanismo di ictus

Esistono due tipi di ictus: emorragico e ischemico. Nel primo caso, viene violata l'integrità del muro di una delle arterie cerebrali, a seguito della quale l'emorragia interna si sviluppa direttamente nel tessuto cerebrale, portando alla loro morte. Al contrario, con la genesi dell'ictus ischemico, c'è un'ostruzione del vaso dovuta a uno spasmo eccessivo o al blocco da parte di un trombo. Di conseguenza, l'area del tessuto nervoso non riceve i nutrienti e l'ossigeno di cui ha bisogno e muore a causa dell'ipossia..

Nota! È molto difficile stabilire il tipo di ictus senza diagnostica strumentale, pertanto al paziente non devono essere somministrati farmaci prima dell'arrivo dei medici.

Non esiste un unico motivo per lo sviluppo di un ictus. È stato stabilito che molti fattori influenzano la probabilità di ictus ischemico e uno dei principali è la presenza di aterosclerosi. Inoltre, sono influenzati negativamente anche i seguenti:

  • Fumo.
  • Bevendo alcool.
  • Storia di cardiopatia ischemica o infarto.
  • La presenza di aritmie cardiache, in particolare - fibrillazione atriale.
  • Sindrome metabolica o obesità.
  • Diabete mellito, ridotta tolleranza al glucosio.

Queste ragioni non sono fattori scatenanti immediati per lo sviluppo dell'ictus, ma contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi e alla formazione di trombi, che alla fine possono portare a gravi conseguenze sotto forma di perdita di mobilità e sensibilità in alcune parti del corpo..

Intorpidimento nella mano destra

L'intorpidimento della mano destra è una conseguenza più comune della mancanza di risposta del recettore del dolore, bassa attività fisica e diminuzione dei riflessi. Ciò accade anche a causa della posizione dei focolai di infiammazione nell'emisfero sinistro del cervello, del cervelletto o nel lobo frontale. Il motivo risiede nel danno alle cellule nervose e ai nervi periferici. Passa in un mese o due, ma solo dopo aver assunto farmaci, massaggi, agopuntura e riflessologia.

Suggerimento 4: come eseguire esercizi di recupero dall'ictus

Una delle conseguenze pericolose di un ictus per una persona è la paralisi completa o parziale del corpo. La seconda opzione è più facile da combattere, soprattutto se l'arto superiore è paralizzato. Come ripristinare correttamente una mano dopo un ictus, analizziamo nel materiale qui sotto.

Inizialmente, prima di ripristinare un arto dopo l'apoplessia, è necessario comprendere il meccanismo dello sviluppo della paralisi. Un ictus è una violazione improvvisa e talvolta a lungo termine del flusso sanguigno nei vasi del cervello (in una certa area). Quale emisfero sarà e quale parte è difficile da prevedere.

A sua volta, la circolazione sanguigna alterata nel cervello si forma a causa della rottura di un'arteria o come conseguenza della sua trombosi. Di conseguenza, i neuroni (ovvero le cellule) del cervello, insieme al sangue e agli eritrociti, non ricevono abbastanza nutrimento e quindi ossigeno. In questo momento inizia la loro morte. Possono morire le cellule cerebrali responsabili della mobilità degli arti superiori e / o inferiori, della mobilità dei muscoli facciali, del funzionamento degli organi sensoriali, ecc..

Importante: una prognosi meno favorevole per il recupero in pazienti con paralisi del lato sinistro del corpo, poiché in questo caso l'emisfero destro del cervello soffre. Con questa patologia, il linguaggio del paziente non viene disturbato, il che complica la diagnosi iniziale, il che significa che sottrae tempo prezioso al paziente. Più a lungo il paziente non riceve il primo soccorso, maggiori saranno le conseguenze e più difficile sarà il recupero. Pertanto, se il braccio sinistro del paziente non funziona dopo un ictus, il recupero dovrebbe essere più persistente e più lungo..

La paralisi parziale o completa degli arti superiori in un paziente si verifica sullo sfondo di processi infiammatori nell'area dell'emisfero cerebrale sinistro, del lobo frontale o del cervelletto. Sono responsabili dell'attività motoria di alta qualità degli arti. Inoltre, il paziente può avere sia completa immobilità degli arti sia disturbi parziali sotto forma di tremori, mancanza di risposta a stimoli esterni, ipotonia parziale dei muscoli del braccio.

I medici distinguono due tipi di paralisi:

  • Centrale. Formato sullo sfondo di un malfunzionamento dell'intero sistema nervoso dopo un ictus.
  • Periferica. Qui soffrono solo alcune terminazioni nervose.

Importante: il periodo di recupero per un paziente con paralisi della mano può richiedere fino a 1,5–2 mesi. Tuttavia, ne vale la pena.

Tipi di paralisi

Prima di iniziare la terapia riabilitativa e gli esercizi per le mani e le dita da un ictus, dovresti essere preparato al fatto che gli anziani si sottopongono alla riabilitazione un po 'più difficile. Il fatto è che gli effetti collaterali della paralisi degli arti sono anche una diminuzione del tono muscolare, piaghe da decubito, paresi muscolare..

Con la paralisi del lato sinistro del corpo, il paziente ha i seguenti tipi di intorpidimento e diminuzione della sensibilità:

  • Epestesia. Caratterizzato da una diminuzione della sensibilità su tutto il lato sinistro del corpo.
  • Emiplegia. Paralisi delle gambe e delle braccia sinistre. A volte i muscoli facciali sono colpiti.
  • Emianopsia. Visione ridotta o perdita completa della vista.

Importante: la paralisi del lato sinistro è osservata nei pazienti con ictus più spesso di quella del lato destro.

Con la paralisi del lato destro del corpo, il paziente ha i seguenti tipi di paralisi:

  • Synkinesia. Spasmi spontanei e movimento di un braccio o di una gamba paralizzati.
  • Afasia motoria. Disturbo del linguaggio, completo o parziale.
  • Paralisi dei nervi e dei muscoli facciali.
  • Disturbi della coordinazione del movimento.
  • Difficoltà nella capacità di pensare in modo logico, scrivere e leggere, disturbi della memoria.

Trattamento

Con un ictus in una persona, la trasmissione degli impulsi nervosi viene interrotta. Il compito principale delle misure riabilitative è riportare la mano alla capacità di ricevere questi impulsi e rimandarli al cervello. Per fare questo, è necessario ripristinare la circolazione sanguigna nella mano e il metabolismo nelle sue cellule. È a questo scopo che vengono forniti massaggi speciali, esercizi ginnici di terapia fisica e attrezzature per esercizi per il braccio dopo un ictus..

Consiglio: tutte le manipolazioni durante il recupero di un paziente dopo un ictus devono essere coerenti e sistematiche. In questo caso, è consigliabile eseguire l'intero complesso di terapia a una temperatura confortevole per il paziente, ma non in una stanza calda, ma leggermente fresca. E tutti gli esercizi con cui viene alleviato lo spasmo muscolare dovrebbero essere eseguiti solo durante l'espirazione..

Le conseguenze di un ictus sono varie: possono essere disturbi della memoria o del linguaggio, paralisi parziale degli arti. Se la mano è danneggiata, la capacità della persona di prendersi cura di sé è significativamente ridotta. I disturbi motori fini creano molte difficoltà nelle cose più semplici, come accendere / spegnere le luci, allacciarsi le scarpe, abbottonarsi.

Per questo, ci sono esercizi appositamente progettati per le mani, complessi di misure fisioterapiche progettate per ripristinare almeno parzialmente le funzioni perse. Uno specialista dovrebbe raccomandare un complesso specifico adatto a ciascun caso. Lo specialista controlla la riabilitazione mentre il paziente è in ospedale. Alla dimissione, il controllo passa ai parenti. I compiti principali del restauro della mano dopo un ictus sono la risoluzione dei problemi:

  • spasticità muscolare;
  • disturbi circolatori;
  • contrattura;
  • paralisi;
  • atrofia.

Una caratteristica caratteristica è che il braccio si riprende più lentamente della gamba ferita. Il motivo è che la mano colpita è liberata dal lavoro, mentre la gamba in una situazione simile è costretta a continuare a ricevere un carico durante il movimento. Ricostruire un braccio dopo un ictus è un processo lungo e laborioso, in cui non dovresti aspettarti risultati rapidi.

Inizio dell'esercizio

All'inizio dell'esercizio, è necessario l'aiuto di un'altra persona, specialmente quando la mobilità è completamente persa.

Allo stesso tempo, l'assistente piega e piega dolcemente il braccio alternativamente nella spalla, quindi il gomito e le mani. Il paziente stesso sta cercando di controllare la mano. Con la giusta perseveranza, dopo un certo periodo di tempo, sarà davvero possibile iniziare a muovere un po 'la mano..

Esistono attività separate per l'esecuzione indipendente. All'inizio sono più facili da eseguire con gli occhi chiusi. Posizione: seduto o sdraiato, rilassato. Sequenza approssimativa:

  • immagina che la mano stia ascoltando, ricordando la sensazione prima della perdita dell'attività motoria;
  • mentalmente "imponi" la sensazione sulla mano e cerca di sentire il controllo;
  • prova a muovere almeno un dito.

A poco a poco, i movimenti miglioreranno e la loro ampiezza aumenterà. La cosa più importante è non smettere di fare esercizio e non disperare se non si ottengono risultati rapidi o se i progressi sono più lenti del previsto.

Il primo problema che deve affrontare un paziente con ridotta funzionalità motoria è la spasticità muscolare. È causato da una lunga immobilità dopo un ictus, a seguito della quale i muscoli si accorciano leggermente e perdono elasticità. Esistono numerose regole per combattere questo fenomeno:

  • durante il giorno, cambia regolarmente la posizione della mano - circa ogni 1-1,5 ore, evitando di rimanere nella stessa posizione per lungo tempo;
  • durante il giorno, eseguire esercizi di stretching, riscaldamento delle articolazioni;
  • mantenere calda la temperatura ambiente per la prima volta, ricordando che abbassandola aumenta la spasticità;
  • abituarsi gradualmente alla temperatura fredda, ma senza fallo;
  • i movimenti durante il massaggio sono solo carezze;
  • prima di iniziare gli esercizi, strofinare e impastare le dita della mano paralizzata per 15-20 secondi.

Le attività sono divise in passive (eseguite con un assistente) e attive (indipendenti). Il complesso dovrebbe includere sia quelli che quelli. Tutti gli esercizi vengono eseguiti durante l'espirazione..

Punti importanti

I massimi benefici dell'allenamento porteranno se ricordi alcuni punti:

  • il lavoro inizia dal lato sano, questo attiva le parti del cervello che sono responsabili del movimento degli arti. È richiesta la concentrazione dell'attenzione sugli arti;
  • partecipazione obbligatoria del paziente agli esercizi - quando li si esegue, è imperativo inviare mentalmente un impulso all'arto malato;
  • cambio quotidiano di compiti - complicandoli o sostituendoli con altri;
  • eseguire i movimenti in modo completo: questo aumenta la fiducia in se stessi del paziente e aiuta nel recupero;
  • l'uso di articoli durante l'allenamento, entrambi specificamente progettati per la ginnastica e articoli per la casa;
  • allenare prima i grandi muscoli flessori ed estensori, quindi - lo sviluppo delle capacità motorie fini;
  • dopo aver imparato esercizi semplici, puoi passare alla compilazione di quelli più complessi, che richiederanno non solo la coordinazione, ma anche l'uso della memoria, che è utile anche nel periodo post-ictus.

I principi della riabilitazione si basano sul potenziamento dell'attività volitiva del paziente. Dopo la comparsa dei primi movimenti nella mano, si verificherà gradualmente un ulteriore recupero. La condizione principale è continuare a fare regolarmente ginnastica dopo un ictus..

Massaggio

Nella fase iniziale, si consiglia anche di massaggiare la mano dopo un ictus. Si consiglia di eseguirlo due volte al giorno - al mattino e alla sera, per 10-30 minuti.

Il massaggio inizia con una mano sana. I movimenti dovrebbero essere rapidi, sfreganti, non provocare sensazioni dolorose.

Dopo che la sensibilità è tornata alla mano, si consiglia di continuare a lavorare con le dita, poiché ciò attiva il cervello. Con lo sviluppo del successo, le dita iniziano ad allungarsi. Una piccola palla irregolare può essere utilizzata per ripristinare le capacità motorie..

Un esercizio efficace: per prima cosa, allarga le dita con forza e poi stringile a pugno. In questo caso, il carico dovrebbe aumentare gradualmente. Quindi passano all'allenamento dei muscoli del cingolo scapolare, responsabili del sollevamento e dell'abbassamento delle braccia..

Il programma di riabilitazione per ogni paziente viene selezionato individualmente da uno specialista che sa come sviluppare un braccio dopo un ictus. Il tempo di recupero dipende da una serie di fattori:

  • quale ictus si è verificato e da che parte;
  • il grado di danno al tessuto cerebrale;
  • tempestività dell'inizio del trattamento;
  • tecniche e farmaci utilizzati durante il periodo di riabilitazione;
  • c'è stata una conversazione con uno psicologo e quanto successo.
  • Come sviluppare un braccio dopo un ictus
  • Come sviluppare le dita dopo la frattura
  • Come sviluppare le capacità motorie della mano
  • - bastone liscio 60-70 cm;
  • - Muro svedese
  • recupero del braccio dopo l'ictus

Raccomandazioni generali per il recupero a casa

Se hai scelto il metodo di recupero a casa, allora devi capire che ci vorrà molto tempo e impegno, che non puoi fare a meno dell'aiuto di fisioterapisti e simulatori e che la diagnostica dovrà essere eseguita ogni mese. Inizialmente, è necessario sintonizzarsi su un risultato favorevole, affrontare la depressione e dedicare il massimo degli sforzi al trattamento.

È necessario aderire a una routine quotidiana e un corso di riabilitazione, che include massaggi e sfregamenti due o tre volte al giorno, ginnastica ed esercizio su simulatori, una visita in piscina o riflessologia. Non dimenticare la dieta e i farmaci. È anche importante prestare attenzione allo sviluppo delle capacità motorie, della vista e dei problemi di linguaggio..

La modellazione di plastilina o argilla, esercizi scritti e un istruttore manuale possono aiutare a sviluppare le capacità motorie. Devi farlo regolarmente. Non smettere anche se non lo fai e ricorda che possono essere necessari da sei a otto mesi per riprendersi. Il corso si conclude solo dopo il permesso del medico. Se necessario, aiuta il paziente con gli esercizi, fai gli esercizi con loro o con le sue mani.

Primo soccorso e periodo di recupero precoce

Se si sospetta un ictus, il paziente deve ricevere assistenza medica qualificata il prima possibile. È meglio sdraiare il paziente sulla schiena in attesa dei medici. Posizionare i cuscini sotto le spalle e la testa e allinearli in modo che il collo e la testa siano allineati con un angolo di circa 30 gradi rispetto alla linea orizzontale delle gambe.

Il primo soccorso dovrebbe essere fornito dai medici dell'ambulanza, dopo di che il paziente viene ricoverato in ospedale, dove i medici stabilizzano le sue condizioni, eliminano i rischi per la salute e la vita ed effettuano cure farmacologiche. Dopodiché, è il momento della riabilitazione precoce. Questo è un momento estremamente importante, poiché è nei primi giorni e nelle prime settimane dopo un ictus che il cervello è in grado di formare il maggior numero di nuove connessioni tra i neuroni. Questo fenomeno è chiamato neuroplasticità. Pertanto, è meglio iniziare il restauro della mano già durante questo periodo..

Combattere le piaghe da decubito

Le piaghe da decubito sono un pericoloso nemico dei pazienti costretti a letto che devono rispettare un riposo a letto prolungato. Le piaghe da decubito compaiono sulle aree soggette alla maggiore pressione: coccige, scapole, glutei, gambe, avambracci.

La pelle diventa più sottile qui, si formano zone di necrosi. La lotta più efficace contro le ulcere da pressione è la prevenzione. È importante cambiare la posizione del corpo il più spesso possibile, adagiare il paziente su un lato, monitorare la pulizia della pelle, eseguire quotidianamente procedure igieniche, trattare le aree problematiche con soluzioni disinfettanti ed emollienti.

Le ulcere da pressione negli stadi avanzati richiedono un trattamento chirurgico. Ci sono casi in cui un paziente è stato salvato in terapia intensiva, ma poi, con scarse cure, è morto di sepsi, che si è sviluppata da banali piaghe da decubito. L'infermieristica contro l'ictus è dove un'infermiera esperta e coscienziosa è importante tanto quanto il medico. E a volte anche più importante.

Come fare il massaggio?

L'esercizio fisico è la chiave per un recupero di successo. I principi fondamentali che dovrebbero essere seguiti durante il periodo di riabilitazione:

  • regolarità delle lezioni;
  • passare dal semplice al complesso;
  • sviluppo primario di grandi muscoli, quindi ripristino delle capacità motorie fini;
  • inclusione nel processo riabilitativo della memoria e dell'impatto mentale.

Una condizione importante per fare esercizi per le braccia dopo un ictus è farli prima con il braccio sano. Ciò aumenterà l'intensità della parte motoria del cervello. Se possibile, è necessario utilizzare i simulatori.

Dopo un ictus, il paziente può affrontare i seguenti problemi:

  • a causa della lunga immobilità, si verifica atrofia muscolare;
  • paralisi;
  • spasticità, quando i muscoli sono in tono costante a causa del riflesso di stiramento presente;
  • cattiva circolazione nell'arto.

Se la spasticità non viene rimossa con l'esercizio, può verificarsi una contrattura nell'area articolare. E questo difetto può essere eliminato solo chirurgicamente o con l'aiuto di intonaci a fasi per allungare i tessuti molli ridotti. La ginnastica e il massaggio alle mani dopo un ictus mirano alla graduale eliminazione di uno o più problemi. Con il loro aiuto, la nutrizione dei tessuti migliorerà, la mobilità articolare aumenterà e la spasticità diminuirà..

Il massaggio è parte integrante della riabilitazione. È necessario ripristinare la circolazione sanguigna in un arto paralizzato, ridurre il dolore, riscaldarsi, rilassarsi e prepararsi per la ginnastica. Regole per eseguire il massaggio dopo un ictus:

  • le mani del massaggiatore dovrebbero essere calde per evitare un riflesso ipercinetico nel braccio colpito;
  • i movimenti di maschiatura e impasto sono vietati;
  • il massaggio dovrebbe passare attraverso il flusso sanguigno - dalla mano alla spalla;
  • il massaggio dovrebbe essere indolore.

Durante la procedura, la mano dovrebbe essere in una posizione rilassata e comoda. Prima del massaggio, si consiglia di riscaldare l'arto ferito con una piastra elettrica. Particolare attenzione deve essere prestata ai palmi per ripristinare la capacità della persona di muovere le dita e la capacità di toccare.

Il massaggio inizia con il riscaldamento con leggeri movimenti di carezza. Quando i muscoli si rilassano, puoi iniziare a massaggiare in modo più intenso e profondo. Deve essere fatto in modo che si formino le pieghe della pelle. Questo è seguito dall'impastamento dei muscoli: vengono catturati e sollevati stringendo leggermente. Questo è il modo in cui vengono colpiti i muscoli profondi. I movimenti finali sono scuotimenti leggeri e movimenti oscillatori - vibrazioni.

Usa creme o oli durante il massaggio. Il medico curante può prescrivere farmaci speciali che riducono il gonfiore dell'arto colpito. La prima sessione non dovrebbe durare più di 5 minuti. Quindi possono essere estesi a 10-30 minuti al mattino e alla sera. Il numero di procedure per 1 corso sarà determinato dal medico curante.

I farmaci di base comprendono le vitamine del gruppo "B", che contribuiscono al ripristino della guaina mielinica delle fibre nervose, migliorandone la conduttività attraverso la normalizzazione del potenziale d'azione elettrico. Vale la pena usarli entro uno o tre mesi..

L'assunzione di farmaci nootropici (Fezam, Nootropil) ha un effetto positivo sul recupero. La citicolina sodica ha anche una base di prove, che non è solo in fiale, ma anche in forma orale, che semplifica notevolmente l'assunzione.

Il recupero del braccio sinistro dopo un ictus, o, ad esempio, della gamba sinistra, sarà associato a un miglioramento della memoria, delle capacità cognitive e una diminuzione del mal di testa se si assumono farmaci nootropici per almeno un mese e sotto la stretta guida di un neurologo curante.

La maggior parte dei pazienti colpiti da ictus richiede i servizi di un massaggiatore. In tali pazienti, di regola, l'orientamento nello spazio è deteriorato, la memoria e il pensiero sono compromessi e soffrono anche di disturbi atassici. È difficile per loro ricordare la frequenza e le caratteristiche delle misure riabilitative nelle prime fasi del recupero, e ancor di più esercitare sforzi fisici per massaggiare le parti del corpo danneggiate dalla paralisi.

Il massaggio dovrebbe affrontare i punti di ripristino della sensibilità della mano dopo un ictus. Sono grandi fibre nervose e plessi (nervo mediano, nervi ulnari e radiali, plesso brachiale). La loro stimolazione puntiforme aumenterà la soglia di eccitabilità dei nodi nervosi, che aumenterà direttamente la sensibilità.

La stimolazione elettrica è l'effetto di un'onda elettrica di frequenza sulle masse cellulari, che promuove l'attivazione del trasporto cellulare e uno spostamento del potenziale magnetico a riposo. Il più comune in questo gruppo di metodi è la darsonvalutazione, che, a causa della corrente di alta frequenza e bassa forza, stimola la struttura muscolare liscia dei vasi, ripristina la circolazione sanguigna nell'area danneggiata del corpo.

La terapia a induzione limitata comporta la passività deliberata di un arto sano al fine di sviluppare un braccio paralizzato. Ad esempio, per ripristinare il braccio destro dopo un ictus, il braccio sinistro del paziente è fisso, il che lo costringerà a svolgere le attività quotidiane con l'arto colpito..

La terapia riabilitativa implica lo sviluppo di un programma di recupero individuale, secondo il quale il paziente, con l'aiuto di personale medico di diversi livelli di istituzioni mediche, oltre che a casa, riceverà una serie di attività, tra cui cure sanitarie, day hospital regolari, visite alla palestra del centro di riabilitazione, massaggi di supporto e indipendenti esercizi di fisioterapia secondo il piano predisposto.

La medicina prevede una metodologia interdisciplinare. Implica la partecipazione di diversi specialisti nel processo di riabilitazione contemporaneamente:

  • Riabilitologo.
  • Fisioterapista.
  • Massaggiatore.
  • Neuropatologo.
  • Logopedista.
  • Ergoterapeuta.

Il terapista della riabilitazione e il fisioterapista si occupano principalmente di ripristinare il movimento in un arto paralizzato. Per questo, vengono utilizzati set speciali di esercizi che il paziente deve eseguire ogni giorno. Nelle prime fasi lo aiutano, in futuro dovrà eseguirli a casa da solo. I medici monitoreranno i progressi e, se necessario, apporteranno modifiche al programma, se necessario..

È importante! Oltre alla riabilitazione diretta, il paziente dovrebbe essere aiutato ad accettare nuove condizioni di vita, rieducarlo a prendersi cura di se stesso e svolgere le attività quotidiane..

È difficile sopravvalutare l'importanza dell'arto superiore per l'uomo. La mano esegue molti dei movimenti intenzionali più diversi, altamente differenziati e precisi che forniscono equilibrio, movimento nello spazio, reazioni di difesa, funzioni cognitive (gnosi) e pratiche (prassi) complete.

La maggior parte delle professioni sono in qualche modo legate al lavoro delle mani. La perdita della prestazione della mano è un disagio psicologico colossale. Tutte queste circostanze sono notevolmente aggravate se l'arto dominante è colpito..

L'arto superiore può essere colpito da ictus cerebrali e spinali. Molto spesso, la mano soffre di incidenti vascolari acuti nel sistema dell'arteria cerebrale media.

È lei che fornisce le parti del cervello responsabili delle capacità motorie e della sensibilità dell'arto superiore. Inoltre, i colpi dello stelo possono anche portare a paresi e ipestesia della mano..

Gli ictus spinali danneggiano l'arto superiore se il loro fuoco si trova sopra l'ispessimento cervicale (si forma emiparesi centrale) o direttamente a livello dell'ispessimento cervicale (paresi muscolare periferica dell'arto superiore e monoparesi centrale dell'arto inferiore). Con una posizione inferiore di danno ai percorsi, le mani saranno intatte.

La riabilitazione competente dopo un ictus prevede l'implementazione obbligatoria dei seguenti collegamenti di recupero:

  • stazionario;
  • ambulatoriale;
  • casa;
  • programma (con appello a centri di riabilitazione specializzati).

La riabilitazione ospedaliera inizia già nel periodo acuto di un ictus in istituzioni mediche specializzate, dove il paziente viene ricoverato, di regola, in condizioni di emergenza. La sua reimplementazione è possibile in un secondo momento se il paziente necessita di un monitoraggio continuo da parte del personale medico..

Un'opzione per la riabilitazione ospedaliera è un day hospital, quando il paziente è sotto la supervisione di specialisti solo con l'implementazione diretta di misure riabilitative.

La riabilitazione ambulatoriale prevede il trattamento riabilitativo in un collegamento policlinico.

La riabilitazione a casa è una componente indispensabile di un recupero completo, senza il quale è impossibile restituire completamente le funzioni perse dell'arto superiore. Implica misure riabilitative pressoché costanti per ripristinare abilità e capacità fino alla completa regressione dei sintomi neurologici.

I centri di riabilitazione sono un altro anello del complesso delle misure di recupero. Prevedono l'inclusione dei pazienti in programmi di riabilitazione specializzati con il coinvolgimento del paziente stesso, dei suoi parenti, amici e colleghi nel processo..

Il trattamento riabilitativo completo inizia nel reparto ospedaliero, seguito dal proseguimento a casa con ritorni regolari all'uno o all'altro anello di riabilitazione.

Al momento, la giustificazione della riabilitazione precoce dopo l'ictus è stata dimostrata in modo affidabile. La mano inizia a svilupparsi anche nel periodo acuto della malattia.

Posizione fisiologica dell'arto, giri regolari a letto, movimenti passivi e, se possibile, attivi nelle articolazioni principali aiuteranno ad evitare atrofia muscolare, contratture e ulcere da pressione.

Quando si ripristinano le funzioni perse della mano dopo un ictus, si presta attenzione non solo allo stato neurologico del paziente, ma anche all'umore psicoemotivo in generale..

In effetti, a causa della malattia, una persona ha perso la capacità di utilizzare completamente uno dei principali strumenti utilizzati quotidianamente nel lavoro, nella vita di tutti i giorni e nella vita sociale: a mano.

Tali trasformazioni drammatiche possono provocare manifestazioni di paura, ansia e depressione. Pertanto, inoltre, durante il periodo di riabilitazione, è necessario fornire il comfort psicologico del paziente..

Per l'articolazione della spalla

Il ripristino dell'articolazione dell'avambraccio e della spalla viene eseguito con l'aiuto di esercizi di flessione ed estensione, rotazione, flessioni, tensione muscolare e rilassamento, battiti di mani, massaggio. Per questo, vengono utilizzati macchinari per esercizi, manubri e vari dispositivi. Innanzitutto, la mano viene impastata, quindi viene eseguita una serie di esercizi, la ginnastica terapeutica è sempre combinata con il massaggio degli arti. Una serie di esercizi per l'articolazione della spalla:

  • Il paziente giace sulla schiena, le braccia distese lungo il corpo. L'istruttore tiene la mano nella zona del gomito per evitare di piegarsi, con l'altra mano prende il palmo del paziente ed esegue i movimenti con la mano del paziente su e giù.
  • L'istruttore esegue movimenti circolari con il braccio del paziente fissato in uno stato raddrizzato.
  • Il paziente giace sulla schiena, il braccio è leggermente messo da parte. L'istruttore gira il braccio teso, palmo verso il basso, poi verso l'alto.

Articolo Successivo
Cos'è l'elettroencefalografia, cosa viene rilevato e come viene eseguito l'esame del cervello?