I benefici della donazione per il corpo umano


Gli esperti medici dicono che è utile per una persona sana donare il sangue per la donazione. E non è solo una questione di soddisfazione morale che tu possa aver salvato la vita a qualcuno. La donazione può anche essere utile per la salute fisica. O è dannoso donare il sangue? Scopriamolo.

Vantaggi della donazione del sangue per la donazione

Secondo un rapporto della US Mental Health Foundation, la donazione fa bene almeno alla tua salute mentale ed emotiva. Ebbene, come sappiamo, influisce notevolmente sul benessere generale. Aiutare gli altri:

Migliora lo stato emotivo;

Aiuta a sbarazzarsi delle emozioni negative;

Crea un senso di appartenenza e riduce l'esclusione sociale.

Tuttavia, questi non sono i principali vantaggi della donazione di sangue per la donazione..

La donazione di sangue fa bene al cuore?

Sono state condotte molte ricerche sugli effetti della donazione di sangue sulla salute del cuore. I risultati, tuttavia, sono contrastanti.

Ad esempio, uno studio del 2017 condotto da scienziati dell'Università di Scienza e Tecnologia della Giordania suggerisce che la donazione di sangue regolarmente è associata a un aumento del rischio di CVD. Probabilmente a causa dell'aumento dei livelli di colesterolo.

Si ritiene inoltre che la partecipazione regolare alla donazione di sangue e plasma normalizzi la pressione sanguigna. Tuttavia, i medici del New York Blood Center, la più grande banca del sangue degli Stati Uniti, ritengono che questa sia una risposta fisiologica instabile e non compaia in tutti i donatori..

Un'osservazione di scienziati tedeschi del 2017 afferma che la donazione di sangue può essere in un certo senso benefica per i pazienti ipertesi. Allo stesso tempo, gli autori non hanno trovato alcuna relazione significativa tra la pressione sanguigna e le variazioni dei parametri sanguigni o degli indicatori del metabolismo del ferro..

La donazione di sangue prolunga la vita?

Ad esempio, dopo un'analisi su larga scala delle cartelle cliniche, gli scienziati scandinavi sono giunti alla conclusione che la donazione di sangue non abbrevia certamente l'aspettativa di vita. Ma quella donazione prolunga la vita non è stata dimostrata..

La donazione di sangue provoca anemia

Forse la storia dell'orrore più importante è che perdendo sangue puoi guadagnare l'anemia. In realtà, questo è vero: una perdita di sangue acuta può portare ad anemia post-emorragica. Ma per questo è necessario perdere una grande quantità di sangue contemporaneamente, ad esempio, dopo un grave infortunio.

Per quanto riguarda la donazione, se non doni il sangue troppo spesso, la donazione non causa alcuna anemia. Nel 2017, nel Regno Unito sono stati controllati 45.000 donatori di sangue attivi. Nessuno è stato trovato con patologie gravi, come aumento della fatica, diminuzione delle capacità mentali, ecc..

Donazione di sangue e plasma: qual è la differenza?

In primo luogo, dobbiamo chiarire che i donatori donano non solo sangue, ma anche plasma. Queste sono cose un po 'diverse e sono necessarie per scopi diversi:

Il plasma è la spina dorsale del tuo sangue, con globuli bianchi e rossi. È molto importante per la coagulazione del sangue (coagulazione) delle vittime, ad esempio, con gravi ustioni. La stessa procedura per la donazione del plasma si chiama plasmaferesi. Se hai un gruppo sanguigno IV raro, sarai sempre un donatore di plasma richiesto.

Sangue intero. Necessario per coloro che hanno subito una vasta perdita di sangue, così come durante un intervento chirurgico elettivo a lungo termine.

Inoltre, i medici possono utilizzare singoli componenti del sangue donato:

Cellule immunitarie (richieste se il donatore ha avuto un'infezione e ha sviluppato anticorpi contro di essa).

Visita medica del donatore

Per diventare un donatore, una persona deve sottoporsi a una visita medica:

Misurare il polso e la pressione sanguigna;

Controlla la temperatura corporea;

Esaminare il livello di emoglobina (il sangue viene donato dal dito);

Stabilire il fattore Rh e il gruppo sanguigno.

Inoltre, nella visita medica standard dei donatori sono inclusi i test per le principali malattie infettive:

Chi non è autorizzato a donare il sangue per la donazione?

Ci sono alcune condizioni che devono essere soddisfatte per diventare un donatore di sangue. In primo luogo, devi essere un adulto e, in secondo luogo, non devi soffrire di malattie croniche gravi (anemia, pressione sanguigna bassa, emoglobina bassa) che possono influire sulla tua salute.

Inoltre, non puoi donare il sangue per la donazione:

Tra un anno dopo il contatto con un'epatite virale malata;

Prima di 1 anno dopo la gravidanza, estrazione del dente;

Sei mesi dopo un lungo viaggio all'estero (più di 2 mesi), tatuaggio, agopuntura, dopo un'operazione o gravi ustioni;

Da 2 settimane a 1 anno dopo la vaccinazione;

Entro 1 mese da una malattia infettiva (tonsillite, SARS, influenza, ecc.);

2-3 giorni dopo aver bevuto alcolici;

Per le donne entro 5 giorni dopo le mestruazioni.

Quante volte puoi donare il sangue?

Se stiamo parlando della consegna del plasma, quindi ogni 14 giorni. Ma le piastrine e il sangue intero non sono più frequenti di una volta al mese. Inoltre, gli uomini possono sottoporsi a questa procedura un massimo di 5 volte all'anno, le donne - 4 volte..

Donare il sangue per la donazione è utile e non solo per motivi morali (inoltre, per questo si paga bene). Non reca alcun danno alla salute, a meno che, ovviamente, non si seguano le regole e non si doni il sangue troppo spesso..

È pericoloso donare il sangue. Immunologo - sui benefici e sui rischi della donazione

Si scopre che tale stress per il corpo potrebbe essere necessario..

Per una domanda sui benefici della donazione di sangue, Sport24 si è rivolta a Olga Feoktistova, medico di famiglia, pediatra e allergologo-immunologo presso la Clinica della Dottoressa Bandurina. Il medico ha notato che questa procedura non ha svantaggi.

“Ogni donatore viene testato prima di donare il sangue. Sarai in grado di scoprire il tuo livello di emoglobina e la tua salute generale. I benefici della donazione sono innegabili, poiché dopo aver donato il sangue, il corpo inizia la produzione di nuovi globuli e si rinnova. A questo proposito, il rischio di malattie cardiovascolari è seriamente ridotto. Qualsiasi donazione di sangue è uno stress per il corpo, ma la medicina ha dimostrato che la presenza di un piccolo scossone è persino benefica ", afferma il medico.

Secondo lei, la donazione di sangue è anche la prevenzione delle malattie del fegato e del pancreas, delle malattie autoimmuni e delle cosiddette "malattie da accumulo" - gotta, aterosclerosi e malattie metaboliche..

Come osserva Olga Petrovna, la donazione regolare di sangue 1-2 volte l'anno aumenta la resistenza del corpo alle influenze ambientali e aiuta a rinnovare regolarmente le cellule del sangue. In caso di lesioni o grandi perdite di sangue, i donatori si riprendono meglio, poiché il loro corpo è già abituato a tali stress.

“La donazione è utile quando il colesterolo plasmatico e i grassi sono elevati. I donatori che hanno più di 50 e anche più di 60 anni si sentono molto meglio. Ciò è dovuto al regolare rinnovamento del sangue, alla normalizzazione del colesterolo. I donatori si ammalano meno spesso, hanno una migliore immunità. Direi anche che donare il sangue aiuta a prolungare la giovinezza ”, sottolinea il medico..

Donazione di sangue: pro e contro

Anche nei tempi più antichi, una persona ha capito: una grande perdita di sangue è irta di morte. Al giorno d'oggi, la trasfusione è percepita come la procedura medica più comune. Ma a questa conoscenza l'umanità ha fatto molta strada per tentativi ed errori..

C'è stato un tempo in cui i nostri antenati bevevano persino il sangue degli animali, sperando in questo modo di ripristinare le proprie riserve. Nel XVII secolo, i guaritori cercarono per la prima volta di trasfondere il sangue. Ma poi hanno usato gli animali come "donatori". È chiaro che tali esperimenti non sono finiti bene. E solo nel XVIII secolo, i medici si resero conto che solo il sangue umano poteva salvare la vita di un paziente. Anche se allora non sapevano ancora dell'esistenza di gruppi e rhesus.

La pratica di massa della trasfusione più o meno professionale iniziò ad essere utilizzata solo durante la prima guerra mondiale. E a proposito, è stato in questo momento che sono nati i primi miti sulla donazione e la trasfusione, molti dei quali sono comuni anche ai nostri tempi.

  • Cos'è la donazione
  • Tipi di donazione
  • Cosa succede al corpo dopo aver donato il sangue
  • Donazione: benefici per il corpo
  • La donazione può essere dannosa
  • Come prepararsi adeguatamente per una donazione di sangue
  • Miti sulle donazioni

La ricerca sui benefici e sui rischi della donazione di sangue è in corso da molto tempo. Gli scienziati di tutto il mondo si sono posti il ​​compito: determinare in che modo la regolare perdita di sangue influisce sulla salute umana, quanto velocemente il suo corpo si riprende dopo la procedura.

Cos'è la donazione

La donazione è la donazione volontaria del proprio sangue a beneficio di un'altra persona che ne ha bisogno per il trattamento. Questo termine è basato sul latino donare, che si traduce come "dare".

Pochi lo sanno, ma la donazione è diversa. Una persona può donare una certa quantità di sangue nella sua interezza o solo alcuni dei suoi componenti. Indipendentemente dal tipo di donazione, prima della procedura, il donatore è obbligato a sottoporsi a ricerche e test medici..

Tipi di donazione

Per obiettivo

Il sangue può essere donato per diversi scopi e per diversi motivi. Sulla base di ciò, la donazione è:

  1. Mirato: il donatore dona il sangue, di regola, urgentemente per il trattamento di un parente o di un'altra persona dopo una grave emorragia (dopo un incidente, un intervento chirurgico).
  2. Alogenico: il materiale donato va a una banca di stoccaggio del sangue e quindi viene utilizzato per i pazienti che necessitano di trasfusioni.
  3. Autologo è un tipo di donazione, quando il sangue viene prelevato dal paziente stesso prima dell'operazione, e dopo di esso il materiale prelevato viene versato nuovamente nel donatore.
  4. Sostituto: in questo caso, il donatore dona il sangue per sostituire il materiale precedentemente prelevato da una banca comune per un parente malato.

Secondo il materiale presentato

A seconda delle circostanze, il donatore può donare sangue intero o solo alcuni dei suoi componenti.

Donazione di sangue intero

La quantità di sangue che un donatore può donare in una volta può variare leggermente da paese a paese. In Russia, ad esempio, 450 ml sono considerati la norma, mentre negli Stati Uniti sono 480 ml, che equivale a 1 pinta. La procedura di solito non richiede più di 15 minuti. Dopo di ciò, il donatore viene completamente ripristinato in media dopo 8 settimane.

Plasmaferesi

Durante questa procedura, il donatore dona solo plasma. Per fare ciò, prendi prima il sangue intero da lui, quindi centrifugalo e separa il plasma dalla massa cellulare. La parte liquida viene prelevata e i componenti spessi vengono diluiti con soluzione salina e iniettati nuovamente nella vena del donatore. È possibile assumere fino a 600 ml di plasma in un'unica procedura senza danni alla salute. La procedura richiede circa 1 ora. Il recupero completo dopo la plasmaferesi avviene dopo 2 settimane.

Consegna di plasma immunitario

Come nel caso precedente, al donatore è richiesto solo plasma. Ma la cosa più importante: deve contenere anticorpi contro un virus o un batterio particolare. Affinché il donatore possa contenere questi anticorpi, deve ricevere la vaccinazione necessaria prima della procedura. Cioè, un vaccino speciale viene introdotto nel suo corpo, provocando la produzione di anticorpi e la formazione di immunità alla malattia..

Trombocitaferesi

Le piastrine vengono estratte dal sangue prelevato, dopodiché i componenti rimanenti vengono reintegrati nel donatore. Questa procedura è un po 'più complicata della plasmaferesi o della consegna di un intero materiale. Fino a 450 ml di massa piastrinica possono essere prelevati da un donatore alla volta. La procedura richiede circa 2 ore. Il recupero richiederà entro 2-3 settimane.

Eritrocitaferesi

La procedura viene eseguita in modo simile alla trombocitferesi, ma non vengono estratte le piastrine, ma gli eritrociti - globuli rossi (eritromassaggio). L'eritrocitaferesi dura entro 30 minuti. Dopo la procedura, il donatore viene ripristinato entro 1 mese.

Cosa succede al corpo dopo aver donato il sangue

In media, il corpo di un adulto contiene circa 5 litri di sangue. Cioè, dopo 1 procedura, il donatore perde quasi il 10% della sua composizione originale. Inoltre, in caso di donazione di materiale intero, la quantità di eme nel suo corpo si riduce di quasi 225-250 ml. Gli esperti di Heme chiamano una combinazione di ferro ferroso e porfirina. Queste sostanze costituiscono il nucleo dell'emoglobina e sono responsabili del trasporto dell'ossigeno in tutto il corpo. Cioè, dopo aver donato il sangue, lo scambio di ossigeno nel corpo del donatore si deteriora. Quanto è pericoloso? Se la perdita di eme non supera i 250 ml, il corpo la affronta abbastanza facilmente, attivando i propri meccanismi compensatori.

Nell'aorta e nell'arteria carotide ci sono speciali barocettori che fissano la pressione all'interno dei vasi. Quando il volume di sangue nel sistema vascolare diminuisce, trasmettono impulsi speciali al cuore e ai polmoni, costringendoli a lavorare più attivamente.

Dopo la procedura di donazione, il corpo produce più attivamente l'ormone antidiuretico, responsabile della regolazione del fluido nel corpo. A causa della sua attività, i vasi sono leggermente ristretti e la pressione in essi viene ripristinata. Quando una persona perde una certa quantità di sangue, nel suo corpo si osserva un'ondata di un altro ormone, l'eritropoietina, che attiva la formazione dei globuli rossi. Pertanto, nel corpo umano, viene lanciata una catena di meccanismi per ripristinare rapidamente le perdite.

Donazione: benefici per il corpo

Di norma, è necessario il sangue del donatore:

  • pazienti con più ustioni gravi;
  • pazienti con grossa perdita di sangue durante un incidente, traumi, interventi chirurgici, parto;
  • donne in gravidanza con grave tossicosi;
  • persone con grave anemia;
  • pazienti con malattie ematologiche o purulento-settiche;
  • persone con gravi emorragie, ecc..

In questi casi, il sangue del donatore può salvare la vita del ricevente. Ma, come si suol dire, c'è un altro lato della medaglia: ci sono dei vantaggi nel donare il sangue per il donatore stesso?.

Anche nei tempi antichi, i guaritori popolari trattavano varie malattie con il salasso. Sebbene in molti casi questa procedura fosse inappropriata e non abbia influenzato in alcun modo il decorso della malattia, l'organismo può comunque ricevere alcuni vantaggi da una piccola perdita di sangue.

  1. Ridotto stress ossidativo.

Gli esperti che hanno studiato gli effetti della donazione di sangue sul corpo del donatore hanno scoperto che questa procedura aiuta a ridurre la quantità di ferro nel corpo e, con essa, a ridurre lo stress ossidativo. Si è scoperto che dopo aver perso una certa quantità di sangue nel corpo, la quantità di un enzima con un nome complesso - superossido dismutasi - aumenta. Questa sostanza inibisce l'attività o addirittura distrugge le specie reattive dell'ossigeno, dannose per l'uomo. E poiché lo stress ossidativo è considerato una delle cause della degenerazione maligna delle cellule, questo fatto ha permesso agli scienziati di considerare la donazione come una prevenzione di vari tipi di cancro. Secondo i risultati di uno studio durato quasi 5 anni, gli scienziati americani hanno suggerito che è utile essere un donatore due volte l'anno per la prevenzione del cancro, inclusi fegato, gola, polmoni e intestino..

  1. Riduce il rischio di malattie cardiache.

Osservando i donatori, gli scienziati hanno concluso che la donazione di sangue aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Le statistiche dicono che i donatori hanno quasi l'80% in meno di probabilità di soffrire di disturbi cardiaci rispetto ad altre persone.

In primo luogo, la donazione aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. In secondo luogo, è noto che uno dei fattori che causano disturbi cardiaci è l'aumento della viscosità del sangue (il cosiddetto "sangue denso"). In queste persone, la circolazione nei vasi è disturbata, aumenta il rischio di coaguli di sangue, il blocco delle arterie, che può causare morte improvvisa. Ma come si è scoperto, la donazione regolare di sangue riduce la sua viscosità, il che riduce il rischio di infarti e ictus. I sostenitori di questa teoria sostengono che l'effetto benefico sul sistema cardiaco sarà evidente se ci si sottopone alla procedura almeno una volta all'anno..

  1. Previene le malattie autoimmuni.

La donazione aiuta a ridurre la quantità di proteine ​​nell'organismo responsabili delle risposte infiammatorie. Quando queste proteine ​​si accumulano eccessivamente, c'è il rischio di danneggiare le membrane cellulari ed è anche possibile lo sviluppo di processi che portano a malattie autoimmuni. Un eccesso di queste proteine ​​può causare cancro, diabete di tipo 1, artrite reumatoide, morbo di Alzheimer o Parkinson e invecchiamento accelerato. La donazione può proteggerti da tutto questo.

  1. Promuove la perdita di peso.

Secondo gli scienziati dell'Università di San Diego (USA), una persona perde più di 650 calorie durante la procedura di donazione. Cioè, donazioni di sangue regolari possono essere utili per le persone in sovrappeso. Ma allo stesso tempo, donazioni frequenti di sangue possono essere controindicate in persone con peso normale o carente..

La donazione può essere dannosa

Se una persona non ha gravi problemi di salute, una donazione di sangue una tantum non la danneggerà. Secondo gli esperti, solo 2 persone su 100 sperimentano effetti collaterali negativi della donazione. L'effetto collaterale più comune è lo svenimento. Dopo la procedura, una persona può perdere conoscenza a causa di un calo della pressione sanguigna..

La questione se una donazione regolare possa essere dannosa o pericolosa è motivo di preoccupazione per la maggior parte delle persone che devono donare il sangue. Inoltre, ai nostri tempi, gli esperti hanno confutato la teoria secondo cui questa procedura aiuta a rinnovare il sangue. Al contrario, puoi spesso sentire che una donazione regolare crea dipendenza in una persona, sebbene sia già stato dimostrato che questo è un mito. Naturalmente, ci sono alcuni rischi di una tale procedura, anche se gran parte di ciò che la donazione minaccia effettivamente è spesso molto esagerata..

La donazione incontrollata di sangue è sempre il rischio di sviluppare carenza di ferro, così come una mancanza di altri componenti, senza una quantità sufficiente di cui si sviluppa l'anemia. Questo pericolo può essere prevenuto seguendo una dieta equilibrata prima e dopo la procedura e non diventando un donatore troppo spesso..

  1. Diminuisce la permeabilità capillare.

Il sanguinamento regolare altera la permeabilità dei capillari che forniscono sangue agli alveoli polmonari. I ricercatori hanno fatto questa ipotesi dopo aver osservato donatori con molti anni di esperienza..

  1. Aumenta il rischio di neoplasie.

Sebbene questa teoria non sia stata ancora scientificamente confermata, alcuni gruppi di scienziati sono sicuri che frequenti donazioni di sangue attivano il processo di proliferazione nell'organismo. Questo termine si riferisce a una condizione in cui le cellule proliferano attivamente dividendosi, provocando così la crescita dei tessuti. Quando una persona dona regolarmente globuli rossi, i nuovi globuli rossi si formano più attivamente a causa della proliferazione. Ma, secondo gli scienziati, la donazione di sangue attiva la crescita accelerata non solo degli eritrociti, ma anche delle cellule maligne (se presenti) negli organi coinvolti nell'ematopoiesi. E questo è il midollo osseo rosso, i linfonodi, la ghiandola del timo, la milza.

Come prepararsi adeguatamente per una donazione di sangue

Per ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali della donazione, è necessario prepararsi adeguatamente per la procedura in anticipo. Il giorno prima, il donatore ha bisogno di evitare un'attività fisica pesante, oltre che di riposarsi (a questo proposito, un buon sonno è molto importante).

È severamente vietato donare il sangue a stomaco vuoto. È bene scegliere cibi ricchi di carboidrati per la colazione, tra cui tè dolce e dessert ipercalorico. Ma ci sono alcune restrizioni sul cibo. 24 ore prima della consegna del materiale e immediatamente prima della procedura, è vietato utilizzare i seguenti prodotti:

  • uova;
  • carne;
  • fiocchi di latte;
  • latte;
  • noccioline;
  • salsicce e carni affumicate;
  • cioccolato;
  • banane;
  • date;
  • verdura e burro;
  • Fast food.

Per evitare vertigini, sdraiarsi o sedersi per almeno 15 minuti dopo la donazione. Durante questo periodo, la pressione sanguigna avrà il tempo di stabilizzarsi. Dopo la procedura, non dovresti caricarti fisicamente e andare allo stabilimento balneare. Bere molta acqua durante la giornata. Questo aiuta a ripristinare le riserve di liquidi nel corpo più velocemente. La dieta in questo giorno dovrebbe essere equilibrata e ricca di calorie..

Controindicazioni assolute alla donazione:

  • malattie oncologiche;
  • malattia da radiazioni;
  • malattie infettive;
  • malattia cardiovascolare;
  • la presenza di parassiti;
  • malattie dell'apparato digerente;
  • disturbi nel lavoro dei reni o del fegato;
  • asma bronchiale;
  • malattie della pelle;
  • cecità e altre malattie degli occhi;
  • osteomielite;
  • recente intervento chirurgico.

Termini per la donazione:

  • età inferiore a 18 anni e oltre 60 anni;
  • peso corporeo inferiore a 50 kg;
  • gravidanza (entro 12 mesi dal parto);
  • allattamento al seno (3 mesi dopo la laurea);
  • estrazione del dente (10 giorni);
  • prendendo antibiotici (14 giorni);
  • vaccinazione (fino a 12 mesi);
  • bere alcolici (48 ore);
  • visite in Africa, Asia, Centro o Sud America (3 anni);
  • tatuaggio recente, piercing (entro 1 anno);
  • procedura di agopuntura (entro 1 anno).

Miti sulle donazioni

1. Durante la procedura, puoi essere infettato da qualche tipo di malattia

Questa è in realtà un'ipotesi assurda. In qualsiasi clinica, vengono utilizzati sistemi sterili monouso per la raccolta del sangue. Devono essere confezionati in un contenitore sigillato e aperti immediatamente prima della procedura in presenza del donatore. Questa è la principale garanzia di sicurezza per il donatore..

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

2. La donazione richiede molto tempo

Se una persona consegna l'intero materiale, l'intera procedura non richiede più di 10-15 minuti. Ci vorrà più tempo se è necessario estrarre solo singoli componenti dal sangue donato.

3. Fa male

L'unico momento doloroso della procedura è perforare la pelle e perforare la vena sul lato interno della curva del gomito. Per la forza del dolore, queste sensazioni sono paragonate a un pizzico. Il resto della procedura non porta sensazioni dolorose..

4. I fumatori non possono essere donatori

I fumatori possono donare il sangue, ma dovranno astenersi dalla cattiva abitudine per almeno 24 ore prima della procedura e 1 ora dopo di essa.

5. La donazione regolare di sangue crea dipendenza

Se una persona è sana, anche la resa ripetuta non causerà un tale effetto..

Le opinioni degli esperti sui benefici e sui danni della donazione sono molto contraddittorie. Ci sono risultati di ricerca, sia che confermano i vantaggi della procedura, sia che indicano che una donazione regolare potrebbe non essere sicura per una persona. Abbiamo esaminato le teorie più comuni sui potenziali danni e benefici della procedura. Tuttavia, è sempre necessario tenere conto delle caratteristiche individuali dell'organismo e dello stato di salute del donatore.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: terapista, radiologo.

Esperienza totale: 20 anni.

Sede di lavoro: LLC "SL Medical Group", Maykop.

Istruzione: 1990-1996, Accademia medica statale dell'Ossezia settentrionale.

Formazione:

1. Nel 2016, presso l'Accademia medica russa di istruzione post-laurea, ha completato la formazione avanzata nel programma professionale aggiuntivo "Terapia" ed è stata ammessa allo svolgimento di attività mediche o farmaceutiche nella specialità della terapia.

2. Nel 2017, per decisione della commissione esaminatrice presso l'istituto privato di formazione professionale aggiuntiva "Istituto per gli studi avanzati del personale medico", è stata ammessa a svolgere attività medica o farmaceutica nella specialità della radiologia.

Esperienza lavorativa: terapista - 18 anni, radiologo - 2 anni.

Benefici e rischi della donazione di sangue: 12 idee sbagliate sulla donazione

La trasfusione di sangue ha quasi un secolo di storia. Nonostante il fatto che questa procedura sia abbastanza familiare a molte persone, il processo di donazione del sangue stesso è ancora circondato da numerosi miti. Oggi abbiamo deciso di sfatare i più comuni..

La donazione del sangue è dannosa per la salute

La quantità di sangue che circola nel corpo di un adulto è in media di 4000 ml. È stato dimostrato che la perdita periodica del 12% di questo volume non solo non ha un effetto negativo sulla salute, ma funziona anche come una sorta di allenamento che attiva l'emopoiesi e stimola la resistenza allo stress.

Il volume di una singola donazione di sangue non supera i 500 ml (di cui circa 40 ml vengono prelevati a scopo di test). Il corpo compensa rapidamente la perdita di sangue senza conseguenze negative.

Donare il sangue è doloroso e faticoso

I moderni centri di donazione sono dotati di tutto il necessario affinché una persona che dona il sangue si senta a proprio agio. Le sensazioni spiacevoli del donatore si riducono al dolore istantaneo al momento dell'inserimento dell'ago. L'ulteriore procedura è assolutamente indolore..

La donazione di sangue intero richiede circa un quarto d'ora. Dopo il suo completamento, il donatore potrebbe avvertire un leggero affaticamento, quindi, il giorno della procedura, non è consigliabile impegnarsi in lavori fisici pesanti o fare un lungo viaggio. La donazione di emocomponenti (plasma, piastrine o eritrociti) può richiedere fino a un'ora e mezza.

C'è il rischio di infezione del donatore

Molte persone credono che il donatore sia a rischio di contrarre una delle pericolose infezioni trasmesse dal sangue (ad esempio, il virus dell'epatite C o l'HIV). Al momento, questo è assolutamente fuori discussione: per il prelievo di sangue vengono utilizzati solo strumenti e dispositivi monouso, che vengono disimballati in presenza del donatore e dopo la procedura vengono immediatamente smaltiti.

La necessità di donatori di sangue è bassa

Le trasfusioni di sangue sono necessarie a pazienti sottoposti a operazioni chirurgiche complesse, donne in travaglio con parto complicato, persone con gravi lesioni o ustioni. Il sangue donato e i suoi componenti sono utilizzati nel trattamento della leucemia e di altre malattie oncologiche. Esistono sostituti artificiali del sangue e del plasma, ma il loro uso ha una serie di controindicazioni, poiché a volte porta a effetti collaterali negativi.

Per fornire completamente al sistema sanitario la quantità di sangue richiesta, i donatori dovrebbero essere 40-50 persone su 1000. In alcuni paesi europei, questo rapporto è stato raggiunto, ma in Russia questa cifra è ancora significativamente al di sotto della norma.

Secondo le statistiche, una persona su tre sul nostro pianeta ha bisogno di una trasfusione di sangue o plasma almeno una volta nella vita. Allo stesso tempo, il sangue di assolutamente tutti i gruppi è richiesto, e non solo quelli rari, come a volte si ritiene che sia.

Chiunque può diventare un donatore

Questo è tutt'altro che vero. In Russia, non puoi diventare un donatore:

  • minori di 18 anni o maggiori di 60 anni;
  • avere un peso corporeo inferiore a 50 kg;
  • essere infettati da epatite, virus dell'immunodeficienza umana o tubercolosi;
  • avere violazioni della composizione del sangue o malattie del sangue (organi ematopoietici);
  • soffre di cancro.

Si applicano restrizioni temporanee alla donazione di sangue:

  • su donne in gravidanza (il sangue verrà prelevato non prima di un anno dopo il parto);
  • sulle madri che allattano (possono diventare donatrici tre mesi dopo la fine dell'allattamento);
  • per le donne durante le mestruazioni (la donazione di sangue è consentita almeno una settimana prima dell'inizio o una settimana dopo la fine);
  • su persone che hanno avuto influenza o SARS meno di un mese fa;
  • per i pazienti che si sono sottoposti a chirurgia dentale (devono trascorrere almeno dieci giorni);
  • su persone che sono state trattate con l'agopuntura meno di un anno fa o che si sono tatuate (piercing) su qualsiasi parte del corpo;
  • per i pazienti che si sono recentemente sottoposti a vaccinazione (il tempo trascorso prima di donare il sangue dipende dal tipo di vaccino e va da dieci giorni a un anno).

Inoltre, è possibile ottenere un ritiro dalla donazione se i test del giorno della procedura mostrano la presenza di un processo infiammatorio o tracce di alcol nel corpo, un aumento della temperatura corporea o se ci sono gravi deviazioni dai normali indicatori di pressione sanguigna. Gli uomini possono donare il sangue non più di cinque volte e le donne - quattro volte all'anno.

La donazione di sangue per la trasfusione implica un atteggiamento responsabile. Il donatore deve rinunciare all'alcol due giorni prima della procedura. Dovresti evitare di fumare per almeno un'ora prima di prendere il sangue. Tre giorni prima della procedura, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che riducono gli indicatori della coagulazione del sangue (inclusi aspirina e antidolorifici).

Il donatore deve mangiare cibi ipercalorici prima e dopo la procedura

Un giorno prima di donare il sangue, non mangiare cibi grassi, latticini, carne, uova, carni affumicate, cioccolato, banane, cibo in scatola e fast food.

È importante che il futuro donatore non commetta errori che possono influire negativamente sulla sua salute. È meglio donare il sangue al mattino. Prima della procedura, è necessario dormire bene, fare colazione, dando la preferenza a porridge o pasticcini e tè dolce. Dopo aver donato il sangue, dovresti seguire una dieta equilibrata (se possibile, almeno cinque volte al giorno) e ricordarti di bere molti liquidi per compensare la perdita di sangue.

La procedura di donazione del sangue provoca un aumento di peso

La donazione stessa (inclusa la donazione regolare) non influisce in alcun modo sul peso corporeo. Il rischio di ingrassare è in quelle persone che, avendo frainteso le raccomandazioni per l'organizzazione della nutrizione, iniziano a consumare intensamente cibi ipercalorici per donare il sangue e non riescono a fermarsi in tempo.

La donazione fa male al tuo aspetto

Alcune donne non osano donare il sangue, credendo che influirà negativamente sulla carnagione e sull'elasticità della pelle. La donazione regolare, infatti, attiva il lavoro degli organi ematopoietici, fa sì che il sangue si rinnovi più velocemente, ha un effetto benefico sul funzionamento del sistema immunitario, cardiovascolare e digerente..

I donatori, di regola, non hanno problemi con il tono della pelle e la carnagione. Sono allegri, in forma, attivi e positivi..

La donazione regolare crea dipendenza

La dipendenza in questo caso si può dire solo nel senso della maggiore resistenza del corpo a vari stress, malattie e agli effetti negativi dell'ambiente esterno. Pertanto, la donazione regolare di sangue insegna al corpo a reintegrare rapidamente la perdita di sangue, che può svolgere un ruolo positivo in caso di lesioni o malattie, da cui nessuno è immune..

È clinicamente dimostrato che la donazione riduce il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari. Alcuni uomini notano che la donazione di sangue regolare ha un effetto positivo sulla potenza..

Per una trasfusione di sangue riuscita, il donatore e il ricevente devono essere della stessa nazionalità

L'affermazione non ha nulla a che fare con la realtà. La compatibilità del donatore e del ricevente (la persona a cui viene trasfuso il sangue) dipende esclusivamente dalla composizione del sangue, cioè dalla presenza o assenza di alcune proteine ​​in esso. Per la trasfusione, è importante la compatibilità del gruppo sanguigno (sistema AB0) e il fattore Rh. Questi indicatori sono quasi equamente distribuiti tra le diverse razze e gruppi etnici..

Con una composizione proteica adeguata, il sangue del donatore può essere trasfuso al ricevente indipendentemente dal sesso, dall'età o dalla nazionalità.

I tratti della personalità del donatore possono essere trasferiti al ricevente

Il pregiudizio ha radici molto antiche. È in sintonia con le idee delle persone primitive che mangiando gli organi del nemico, si possono acquisire la sua forza, coraggio, intelligenza e altre meravigliose qualità. Un malinteso simile esisteva nel Medioevo, quando il sangue era considerato il vettore di una parte dell'anima umana..

In effetti, una trasfusione di sangue non aggiunge alcun tratto di personalità o abilità al donatore al ricevente. Può solo aggravare i problemi di salute se il donatore senza scrupoli si è permesso di donare il sangue senza rinunciare alle cattive abitudini. Il motivo qui non è affatto nella trasmissione di informazioni crittografate nel sangue, ma nel fatto che i prodotti di decomposizione di nicotina, alcol e altre tossine che possono causare danni alla salute possono entrare nel flusso sanguigno del destinatario. Ecco perché il donatore deve essere molto responsabile e il personale medico deve essere attento..

La Chiesa considera la donazione inaccettabile

La donazione è approvata dalle principali denominazioni come atto di sacrificio di sé e causa salvavita. Gli aderenti di alcune sette, che rifiutano le trasfusioni di sangue e non consentono ai propri figli di eseguire la procedura, commettono un errore enorme, che spesso porta alla morte. Molti autorevoli rappresentanti dei cristiani ortodossi considerano questa una diretta violazione del comandamento "Non uccidere".

Le scorte di sangue e dei suoi componenti sono necessarie per salvare le persone e la stessa procedura di donazione è indolore, sicura e persino benefica per la salute. Non si può negare l'effetto psicologico positivo della donazione: la consapevolezza di compiere un'azione disinteressata e nobile aumenta l'autostima. In assenza di controindicazioni, la donazione può solo essere accolta.

La donazione di sangue è buona o cattiva? Revisione della ricerca medica straniera, video

Benefici e danni alla donazione di sangue

Ho deciso di capire se la donazione di sangue è utile o dannosa, poiché sono un donatore attivo, ho donato sangue per donazione già 5 volte, in poco più di un anno. Ho sempre pensato che facesse bene solo a me. La prima donazione di sangue è stata molto facile, non ci sono state conseguenze negative, né vertigini, né debolezza. Ho anche sopportato facilmente la donazione di sangue per le successive 3 volte, e 5 volte ho sentito un po 'di debolezza il giorno successivo dopo la donazione e ho dovuto persino dormire un paio d'ore nel pomeriggio (fortunatamente, dopo aver donato il sangue, danno due giorni di riposo dal lavoro), anche se subito dopo la donazione, come al solito mi sentivo benissimo. Questo mi ha un po 'infastidito, e ho deciso di dare un'occhiata alla Runet sui benefici o sui danni della donazione di sangue per il corpo. E ciò che sorprende: non ho trovato materiali specifici e affidabili, ho dovuto cercare su siti stranieri e ora posso presentare i risultati della mia ricerca ai miei lettori.

Ho fatto una seria ricerca sulla ricerca medica disponibile su PABMED, così come su altre fonti aperte e ho scoperto quanto sia utile donare il sangue o è dannoso per il corpo, sono lieto di presentare ulteriormente le mie scoperte ai lettori.

La donazione di sangue è utile per prevenire le malattie cardiache??

È noto che uno dei complessi fattori di rischio per le malattie cardiovascolari è la viscosità del sangue. Quando è denso e viscoso, si crea un attrito eccessivo contro i vasi sanguigni, la circolazione sanguigna peggiora e la cosiddetta emodinamica del sangue diminuisce. Ciò, a sua volta, aumenta il rischio che si formino coaguli di sangue nei vasi sanguigni e che i coaguli di sangue, che bloccano i vasi sanguigni, possono portare a varie patologie e persino ad arresto cardiaco improvviso e morte improvvisa. La viscosità del sangue può essere ridotta donando regolarmente il sangue. Quando si dona il sangue, si riduce il livello di ferro nel sangue, che causa stress ossidativo, che è anche dannoso per il sistema cardiovascolare. La donazione di sangue riduce il rischio di infarti e ictus. In uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association [1], gli scienziati hanno scoperto che le persone di età compresa tra 43 e 61 anni che hanno donato il sangue due volte l'anno hanno avuto meno attacchi di cuore e ictus. In uno studio pubblicato sull'American Journal of Epidemiology [2], i ricercatori hanno descritto che su 2.682 uomini in Finlandia che hanno preso parte allo studio, il rischio di attacchi di cuore è stato ridotto dell'88 per cento in coloro che hanno donato il sangue almeno una volta all'anno..

La donazione di sangue è utile per ridurre il rischio di cancro?

Ridurre il ferro nel sangue durante la donazione del sangue può ridurre il rischio di cancro, come evidenziato da uno studio di 4,5 anni a cui hanno preso parte 1200 persone, i risultati dello studio sono pubblicati sulla rivista dell'US National Cancer Institute [3]. Le persone che hanno preso parte allo studio sono state divise in 2 gruppi: nel primo i soggetti hanno donato il sangue 2 volte l'anno riducendo così il livello di ferro, nel secondo non sono state apportate modifiche allo stile di vita.

Lo studio ha scoperto che nel primo gruppo, le persone studiate avevano un minor rischio di cancro e mortalità (incluso il rischio di cancro: cancro al fegato, polmoni, colon e gola) a causa di una diminuzione dello stress ossidativo causato da alti livelli di ferro nel sangue..

La perdita di peso è utile per la donazione?

Le persone bruciano circa 650 calorie da una singola donazione di sangue (450 ml), secondo l'Università della California, San Diego. Un donatore che dona sangue regolarmente può perdere molto peso. I benefici di questo possono essere solo per le persone in sovrappeso, e per i donatori con peso normale, devi stare molto attento a questo, poiché per donare il sangue, devi mantenere invariato il tuo peso ed evitare una perdita di peso eccessiva.

Tipi di donazione di sangue a scopo di donazione

Durante la donazione del sangue, uno degli obiettivi viene spesso perseguito:

  • Allogenica: con questo tipo di donazione, il sangue viene donato per la conservazione in una banca del sangue, ovvero una persona dona il sangue per un donatore sconosciuto per chi avrà mai bisogno di sangue.
  • Donazione mirata: utilizzata quando il sangue è urgentemente necessario, ad esempio per un parente, se si è verificato un incidente o durante un'operazione con una grande perdita di sangue (questo di solito richiede la corrispondenza dei gruppi sanguigni, quindi tale donazione è possibile solo tra parenti).
  • Sostituto: il sangue viene donato per sostituire la dose presa nella banca del sangue, mentre il parente del donatore riceve una dose dalla banca del sangue di qualsiasi gruppo assolutamente necessario.
  • Autologo: in questo tipo, il sangue viene prelevato prima dell'operazione e restituito al donatore stesso, dopo il suo completamento.

Tipi di donazione di sangue in base al materiale del DONATORE ricevuto

Esistono diversi tipi di donazioni di sangue, differenti a seconda del materiale ricevuto, per ulteriori trasfusioni a chi ne ha bisogno, possono essere tutte effettuate presso un centro di donazione sangue, ma per alcune potrebbero esserci controindicazioni, quindi è sempre meglio consultare un medico. Elencherò i loro tipi e parlerò brevemente di ciascuno di essi:

  • La raccolta del sangue intero è il tipo principale e più comune di donazione, richiede semplicemente il sangue da una vena, senza l'uso di dispositivi aggiuntivi, la procedura di solito non richiede più di 10-15 minuti.
  • Raccolta del plasma sanguigno - plasmeresi: un apparato viene utilizzato per prelevare il sangue, dopodiché separa i componenti del sangue intero dal plasma, il plasma viene immagazzinato e i componenti del sangue vengono pompati nuovamente al donatore attraverso un filtro speciale. La procedura richiede circa un'ora.
  • Ottenere le piastrine del sangue - aparesi: viene utilizzato un apparecchio speciale che preleva prima il sangue intero da un donatore. Quindi il sangue viene diviso in componenti usando uno speciale, in questo momento le piastrine vengono separate dal sangue, dopodiché il plasma e altri componenti del sangue vengono trasfusi di nuovo al donatore, l'intera procedura è piuttosto lunga e può richiedere da 1,5 a 2 ore.
  • Ricezione di globuli rossi: vengono utilizzati dispositivi speciali che prelevano il sangue da un donatore, quindi separano i globuli rossi dal sangue e immediatamente riportano indietro il sangue, questa procedura è molto più veloce del prelievo di sangue per le piastrine - circa mezz'ora.

Danno della donazione di sangue

Se una persona ha una salute normale, di norma non si osservano danni e conseguenze negative della donazione di sangue, è stato determinato che le conseguenze negative si verificano in non più del 2% di tutte le persone che hanno donato il sangue. La più comune di tutte le conseguenze negative è lo svenimento a causa di un forte calo della pressione sanguigna e la comparsa di un livido nel sito di una puntura venosa (ad esempio, non ho mai nemmeno avuto un livido). In uno studio [4], è stato dimostrato che su 194.000 persone che hanno donato il sangue, sono state osservate gravi complicazioni negative a lungo termine in una sola persona..

Quando si donano non sangue intero, ma plasma, a volte si possono osservare conseguenze negative dovute a una reazione all'anestetico usato per preservare il plasma, mentre a volte durante la donazione vengono assunti preparati di calcio per prevenire l'ipocalcemia (è meglio usare cibi ricchi di calcio piuttosto che farmaci) e i donatori hanno bisogno bere buone vitamine.

Come prepararsi per una donazione di sangue?

Alla vigilia della giornata, prima di donare il sangue, è necessario seguire alcune regole, mangiare solo determinati cibi e non essere zelanti con l'attività fisica e non negarsi un sonno completo.

È vietato mangiare:

  • Uova
  • Carne
  • Salsicce, eventuali prodotti affumicati
  • Cioccolato
  • Noccioline
  • Date
  • Latte, ricotta
  • Qualsiasi burro e burro e verdura

Cosa puoi mangiare prima di donare il sangue?

Non c'è bisogno di donare il sangue a stomaco vuoto! Devi mangiare. Puoi mangiare qualsiasi carboidrato prima di donare il sangue per la donazione: farina d'avena senza olio, pasta, tutto questo può essere mangiato con lo zucchero (sì, anche a dispetto del suo danno, è consigliato prima di donare il sangue). Puoi prendere un tè dolce - di solito nei centri del sangue, i dipendenti danno sempre l'opportunità di bere tè e mangiare biscotti dolci prima di donare il sangue.

Restrizioni dopo la donazione di sangue

Dopo aver donato il sangue per la donazione, il personale del centro consiglia di stare seduti per 10-15 minuti senza alzarsi, in modo che la pressione sanguigna sia a livello e non ci siano vertigini. Il giorno della consegna, è meglio non impegnarsi in lavori fisici pesanti e sport. Dopo la procedura, è necessario bere molta acqua per ripristinare il volume di liquidi nel corpo e mangiare bene. Non è consigliabile impegnarsi in un duro lavoro fisico o lavoro fisico dopo la donazione di sangue, è anche meglio evitare di visitare lo stabilimento balneare dopo la donazione di sangue.

Come recuperare rapidamente il sangue e i suoi componenti dopo la somministrazione ?

Durante la procedura di donazione del sangue - il volume di sangue prelevato è molto piccolo, per una donazione di un donatore non vengono prelevati più di 450 ml di sangue intero.

Secondo i ricercatori, il volume del sangue viene ripristinato entro 48 ore e tutti gli eritrociti e le piastrine contenuti nel sangue entro 4-8 settimane (quindi, è consentito donare sangue intero non più di 8 settimane dopo).

Per conto mio, posso aggiungere che, personalmente, sono inoltre incoraggiato ad andare a donare il sangue per la donazione ogni 2-3 mesi, questo è che con un'azione così semplice posso salvare la vita di qualcuno. La Croce Rossa americana ha calcolato che se inizi a donare sangue all'età di 17 anni ogni 56 giorni, al raggiungimento dei 76 anni verranno donati 48 litri di sangue, il che può salvare fino a 1.000 vite umane.!

Riassumendo, voglio dire: la ricerca medica suggerisce inequivocabilmente che la donazione di sangue è benefica, le conseguenze negative e i danni sono trascurabili ei benefici per la società e per il donatore stesso sono molto tangibili, quindi, chiunque deve semplicemente donare sangue regolarmente - se non ci sono controindicazioni mediche per le quali è necessario consultare il proprio terapista.

Per mantenere il funzionamento del sistema cardiovascolare in uno stato giovane e sano, consiglio di assumere il coenzima Q10.

Collegamenti a fonti e articoli di ricerca:

[2] Jukka T. Salonen, Tomi-Pekka Tuomainen, Riitta Salonen, Timo A. Lakka e Kristiina Nyyssonen

"La donazione di sangue è associata a un rischio ridotto di infarto miocardico"

[3] Leo R. Zacharski, Bruce K. Chow, Paula S. Howes, Galina Shamayeva, John A. Baron, Ronald L. Dalman, David J. Malenka, C. Keith Ozaki e Philip W. Lavori.

"Diminuzione del rischio di cancro dopo la riduzione del ferro nei pazienti con malattia arteriosa periferica: risultati di uno studio randomizzato"

[4] Bruce H. Newman, Susan Graves

"Uno studio su 178 reazioni sincopali vasovagali consecutive dal punto di vista della sicurezza http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1046/j.1537-2995.2001.41121475.x/abstract"

Inoltre, puoi guardare un video da YouTube sui vantaggi della donazione:

Se vuoi diventare un donatore di sangue, allora è utile guardare una breve istruzione in formato video.

Donare il sangue per la donazione: vantaggi e rischi

In Russia, un milione e mezzo di persone hanno bisogno di trasfusioni di sangue ogni anno. Il sangue donato dai benefattori salva migliaia di vite ogni giorno.

Il nostro paese, nella pratica medica, ha iniziato a utilizzare attivamente questo metodo di trattamento dal 19 ° secolo. Il 20 aprile 1832, un'ostetrica salvò una donna morente in travaglio dandole una trasfusione di sangue da suo marito. L'intero paese celebra questo giorno significativo come Giornata nazionale dei donatori.

Chi è un donatore

Un donatore è una persona che dona qualsiasi parte di sé in nome del salvataggio di un altro. Questo potrebbe essere:

  • Sangue intero.
  • Eritrociti.
  • Piastrine.
  • Plasma (parte liquida del sangue).
  • Organi.
  • Sperma, ovulo, ecc..

La parola "donatore" deriva dal latino (donare), che significa dare.

Secondo le statistiche, una persona su tre sul pianeta almeno una volta ha preso sangue da qualcuno.

Per ogni mille persone, per preservare la vita e la salute, dovrebbero essere circa 40 disponibili e in grado di donare il sangue.

Sfortunatamente, non tutti possono aiutare le persone in questo modo. Ci sono una serie di requisiti che deve soddisfare:

  • Raggiungere i 18 anni di età.
  • Limite di età superiore desiderato - 45 anni.
  • Assenza di malattie: infettive, oncologiche, virali, ecc..
  • Il peso minimo per un uomo è di 50 kg, per una donna è considerato su base individuale.
  • La temperatura corporea al momento della donazione di sangue non deve superare i 37 ° C.
  • Pressione sanguigna: sistolica - da 90 a 160 mm. rt. Arte, diastolica - da 60 a 100 mm. rt. st.
  • Livello di emoglobina: negli uomini - 130 g / l, nelle donne - 120 g / l.

La procedura stessa che prende il materiale del donatore richiede, in media, 15 minuti. Ci vorrà circa un'ora per visitare i medici e fare i test.

Cos'altro può impedire a una persona di donare il sangue:

  1. Bere alcolici meno di due giorni prima del test.
  2. Alcolismo cronico.
  3. Assunzione di stupefacenti, inclusi farmaci psicotropi, nootropici e tranquillanti.
  4. Assunzione di alcuni farmaci (come analgesici).
  • Periodo di gravidanza e allattamento.
  • Periodi pre e post mestruali, nonché il periodo delle mestruazioni.

Vantaggi per la persona che dona il sangue

Ogni persona nel corpo circola costantemente circa 4,5-5,5 litri di sangue. Fino a una volta, 450 ml di questo fluido vitale possono essere prelevati dal donatore, che è circa un decimo.

Si raccomanda a un uomo, se lo si desidera, di donare il sangue non più di 5 volte all'anno, una donna - 4 volte.

Inoltre, ci sono diverse regole importanti che ogni donatore che si rispetti deve seguire:

  • Dormi a sufficienza il giorno prima.
  • Riposa prima e dopo.
  • Mangia molto dopo.
  • Bevi molti liquidi prima e dopo, incluso il tè dolce.
  • Non è possibile donare il sangue a stomaco vuoto - al mattino, prima della procedura di donazione del sangue, si consiglia di fare una colazione leggera.
  • Rinuncia all'attività fisica dopo.
  • Non bere bevande alcoliche e astenersi dal fumare prima e dopo.
  • In nessun caso, non andare alla procedura in caso di malessere, brividi, vertigini, ecc..

Le statistiche affermano che i donatori regolari vivono 5-8 anni in più.

Inoltre, è stato notato che gli uomini che donano costantemente sangue hanno molte meno probabilità di avere attacchi di cuore. e le donne tollerano più facilmente la menopausa.

A sua volta, lo stato sostiene le anime caritatevoli pagando ricompense monetarie e fornendo vari benefici:

  1. Per viaggiare.
  2. Per i servizi.
  3. Vacanze pagate aggiuntive, ecc..

È molto importante che una persona che partecipa al programma di donazione del paese possa sottoporsi regolarmente a un esame completo dell'intero corpo gratuitamente, il che, ovviamente, ha un effetto positivo sul mantenimento di uno stato di salute..

Inoltre, la stessa consapevolezza che "qualcuno ha bisogno di te ed è estremamente utile" aiuta il donatore a mantenersi in forma. Per molti, donare il sangue per i malati è diventato un serio stimolo alla vita. A causa del fatto che solo una persona sana è capace di tali imprese, motiva le persone a condurre regolarmente uno stile di vita sano, che ha un effetto positivo sulle condizioni fisiche della persona che passa nel suo insieme.

Danno a una persona che dona sangue

I benefattori non hanno riscontrato alcun danno grave come questo. A meno che una persona non violi le regole stabilite e di cui sopra.

Quindi, ad esempio, se una persona che ha donato il sangue immediatamente dopo la procedura va a lavorare in un cantiere o va in palestra per uno sforzo fisico intenso, ciò comporterà inevitabilmente conseguenze negative, anche se non vale la pena parlare del danno della procedura stessa.

Inoltre, se una persona esprime il desiderio di donare più del materiale donatore specificato (4-5 volte all'anno), possono svilupparsi condizioni anemiche. Ma, ancora una volta, l'azione in sé non ha nulla a che fare con esso. La serietà dell'approccio all'evento scelto gioca un ruolo importante..

Consigli pratici per le persone che desiderano diventare donatori

Sulla base di quanto sopra, possiamo concludere: se ti avvicini a questa azione nella vita in modo responsabile e competente, allora puoi avvantaggiare l'umanità nel suo insieme e te stesso separatamente.

Coloro che hanno deciso seriamente di diventare donatori beneficeranno dei seguenti suggerimenti:

  1. Pesare bene l'azione scelta. Cioè, è ragionevole valutare le tue capacità e darti un resoconto "ne ho bisogno. se - sì, allora - perché ".
  2. Consulta la famiglia.
  3. Completa un esame approfondito dell'intero corpo.
  4. Mantieni sempre uno stile di vita sano.
  5. Scopri tutti i vantaggi e i pagamenti previsti.
  6. In nessun caso violare le regole della donazione del sangue.

Oggi, in Russia, dei 40 donatori richiesti per 1000 persone, ce ne sono solo 14. A proposito, nei paesi dell'UE - 42, 45. La necessità di volontari rimane aperta. Chiunque ne voglia e ne abbia l'opportunità è accolto con grande gioia, sia dal personale medico che da coloro la cui permanenza su questa terra dipende dal sacrificio di queste persone..


Articolo Successivo
Encefalopatia discircolatoria 1, 2, 3 gradi - sintomi e trattamento