Aritmia del cuore: trattamento, sintomi e cause dello sviluppo


L'aritmia è una delle malattie cardiache più comuni. È accompagnato da un aumento, diminuzione della frequenza cardiaca o disturbi del ritmo del battito cardiaco. Inizialmente, l'aritmia non rappresenta un serio pericolo per la vita del paziente, ma può ridurne significativamente la qualità e successivamente influire negativamente sull'attività contrattile del cuore e causare una serie di complicazioni. In presenza di altre patologie cardiache, può portare a gravi conseguenze. Pertanto, alle persone con aritmia viene mostrato un trattamento complesso e talvolta un intervento chirurgico..

Circa l'80% delle persone ha sperimentato aritmia almeno una volta. Nel 20% le aritmie cardiache sono persistenti. E solo il 2-5% cerca assistenza medica in tempo.

Come funziona il cuore umano

Il cuore di ogni persona ha 4 camere: 2 ventricoli e 2 atri. Un cuore sano si contrae e si rilassa ritmicamente. Inizialmente, il sangue scorre attraverso le vene negli atri, dopo di che vengono compressi e il sangue viene spinto attraverso le valvole nei ventricoli rilassati. Dopodiché, è il turno dei ventricoli di contrarsi. Di conseguenza, il sangue da loro entra nell'aorta e nell'arteria polmonare e le valvole gli impediscono di tornare negli atri. C'è una breve pausa, durante la quale il sangue dalle vene viene nuovamente fornito agli atri e il ciclo si ripete. Pertanto, le contrazioni delle camere richiedono circa 0,43 secondi e il periodo di riposo è di 0,4 secondi. Pertanto, il cuore di un uomo adulto ha il tempo di completare una media di 70 cicli al minuto..

Il sistema di conduzione è responsabile della tempestività delle contrazioni cardiache. È un complesso di fibre muscolari atipiche situate all'interno del cuore: i nodi seno-atriale e atrioventricolare. Sono loro che, sotto l'azione degli impulsi formati nelle cellule muscolari del cuore, assicurano l'automatismo del lavoro del muscolo principale del corpo umano.

Il nodo seno-atriale è chiamato pacemaker di primo ordine o principale. È formato da un piccolo gruppo di cardiomiociti (cellule muscolari speciali). Generano impulsi elettrici che vengono trasmessi lungo le fibre nervose all'atrio sinistro, da dove passano attraverso speciali strutture anatomiche nei ventricoli. Questo garantisce la contrazione iniziale dell'atrio, e quindi del ventricolo, cioè il normale funzionamento del cuore.

Cos'è l'aritmia

Normalmente, il cuore batte ritmicamente con approssimativamente la stessa frequenza. Per un adulto, 60-90 battiti al minuto sono considerati normali indicatori di frequenza cardiaca, per i bambini, a causa delle peculiarità dell'anatomia, questi indicatori sono più alti e vengono calcolati separatamente per ciascuna età. La frequenza cardiaca normale media (FC) nei bambini può essere considerata 70-140 battiti al minuto. Inoltre, più piccolo è il bambino, maggiore è la frequenza cardiaca..

In una persona allenata, il cuore si contrae meno spesso, poiché una regolare attività fisica seria porta ad un aumento della massa miocardica e ad un aumento della sua forza muscolare. Pertanto, il cuore effettua le eiezioni sanguigne più forti, il che consente di ridurre la frequenza delle contrazioni senza influire sulla qualità della circolazione sanguigna. Negli atleti, la frequenza cardiaca può essere di 50 battiti al minuto, il che sarà considerato normale e non causerà conseguenze negative.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità considera aritmia qualsiasi ritmo cardiaco che differisce dal ritmo sinusale normale. Ma in alcuni casi, tali cambiamenti sono considerati dai cardiologi come una norma o un'aritmia fisiologica. In altri, i cambiamenti nella frequenza cardiaca sono riconosciuti in modo inequivocabile come patologia e richiedono l'avvio di una situazione terapeutica adeguata al fine di evitare lo sviluppo di gravi conseguenze indesiderabili..

Cause di aritmia

La causa principale dei disturbi nel ritmo del battito cardiaco sono i disturbi cardiaci, in cui si verifica un cambiamento nella struttura del cuore, ad esempio ipotrofia, ischemia, distruzione e altri. Pertanto, l'aritmia diventa spesso una conseguenza del verificarsi di altre malattie:

  • Cardiopatia ischemica;
  • miopatia cardiaca;
  • processi infiammatori;
  • prolasso della valvola mitrale;
  • difetti cardiaci congeniti e acquisiti.

Alcuni farmaci possono anche causare disturbi del ritmo cardiaco di varia gravità. Questa azione è diversa:

  • glicosidi cardiaci;
  • diuretici;
  • simpaticomimetici, ecc..

A volte una carenza o un eccesso di alcune sostanze nel corpo, in particolare il potassio, il magnesio, porta ad aritmie. La nicotina, l'alcol e le sostanze stupefacenti hanno anche un effetto molto dannoso sullo stato dei vasi sanguigni e del cuore, quindi, in presenza di dipendenza da essi, le aritmie, come altre patologie cardiologiche, si verificano molto più spesso.

Oggi, l'aritmia viene diagnosticata sia negli adulti che nei bambini e più spesso ogni anno. Principalmente, l'aumento dell'incidenza della malattia sta nelle mutevoli condizioni della vita moderna e nell'aumento del numero e della gravità dei fattori di rischio che colpiscono contemporaneamente una persona..

Contribuire ai disturbi del ritmo cardiaco:

  • Predisposizione ereditaria: la presenza di malformazioni congenite è un fattore significativo che aumenta significativamente il rischio di sviluppare aritmie e alcuni tipi, ad esempio la sindrome di Wolff-Parkinson-White, sono ereditati dai bambini dai loro genitori.
  • Malattie della ghiandola tiroidea - gli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea hanno un effetto diretto sulla velocità dei processi metabolici nel corpo. Possono sia rallentarli che accelerarli, il che provoca un aumento o una diminuzione della frequenza cardiaca.
  • Ipertensione: un aumento della pressione sanguigna provoca lo sviluppo di cardiopatia ischemica, in cui alcune delle cellule del miocardio muoiono. Questo, rispettivamente, può causare lo sviluppo di aritmia..
  • Ipoglicemia: bassi livelli di zucchero nel sangue (glucosio) portano a insufficienza cardiaca.
  • L'obesità è uno dei fattori importanti nello sviluppo dell'ipertensione arteriosa, la cui presenza porta ad aritmie. Inoltre, la presenza di un eccesso di peso provoca un aumento del carico sul cuore, che aggrava ulteriormente la situazione..
  • Aumento dei livelli di colesterolo e aterosclerosi: influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni, restringe il loro lume e provoca lo sviluppo di ipertensione, malattia coronarica e, di conseguenza, aritmia.
  • Anemia da carenza di ferro: la carenza di ferro fa sì che molte cellule del corpo umano manchino di ossigeno. Questo può portare a ritmi cardiaci irregolari nel tempo..
  • Disturbi ormonali: il più delle volte l'aritmia diventa una conseguenza dei cambiamenti della menopausa.
  • Osteocondrosi: un cambiamento dell'altezza dei dischi intervertebrali può portare alla violazione delle fibre nervose. Di conseguenza, la trasmissione degli impulsi lungo di essi peggiora, il che porta a disturbi nell'innervazione del cuore e aritmie.

Tuttavia, un cambiamento nella frequenza cardiaca non è sempre un segno di patologia. Esistono fattori fisiologici che contribuiscono a un aumento o una diminuzione a breve termine della frequenza cardiaca. Esso:

  • Situazioni stressanti a breve o lungo termine. Le esperienze provocano il rilascio di catecolamine e cortisolo nel flusso sanguigno, che porta all'attivazione di tutti i sistemi del corpo e al suo sovraccarico. Pertanto, questo non può che influire sulla qualità del cuore. In una persona sana, si osserva un aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), che scompare senza lasciare traccia pochi minuti dopo la fine dell'effetto del fattore di influenza negativo. Ma in presenza di altre malattie cardiache, questo è sufficiente per lo sviluppo di infarto miocardico o ictus..
  • Attività fisica inadeguata per una persona in particolare. Quando si esegue un lavoro fisico troppo duro, per il quale il corpo non è pronto, si verifica una maggiore stimolazione delle strutture del cuore, che porta prima ad un'accelerazione del suo lavoro e quindi a un rallentamento. Nelle persone fisicamente non preparate, questo può portare a shock cardiogeno..
  • Intossicazione. L'uso di alcol, sostanze psicostimolanti, sali di metalli pesanti, il sovradosaggio di alcuni farmaci cardiaci influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni e sulla frequenza cardiaca.
  • Carenza o eccesso di liquidi nel corpo. I cambiamenti nelle proprietà reologiche del sangue possono portare a disturbi del ritmo cardiaco di varia gravità..

Nel 40% dei casi, l'aritmia è provocata da ragioni fisiologiche. Nel restante 60% dei casi, si verifica a causa della presenza di cambiamenti patologici nel lavoro del cuore e di altri organi..

Sintomi

L'aritmia può manifestarsi in forme diverse ed essere provocata da un numero enorme di malattie diverse, che determina la natura dei cambiamenti risultanti nel benessere di una persona. Le manifestazioni comuni di tutti i tipi di aritmie sono:

  • una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore;
  • disagio nella parte sinistra del torace;
  • cambiamenti nella frequenza cardiaca;
  • debolezza;
  • mani e piedi freddi;
  • vampate di calore;
  • aumento dell'ansia;
  • l'emergere della paura.

In condizioni avanzate si osservano spesso dolori al petto, stordimento e svenimenti. Spesso si osservano anche sbiancamento della pelle, salti della pressione sanguigna.

Tipi di aritmia

Oggi si distinguono diverse dozzine di tipi di aritmie. Sono quasi sempre accompagnati da una diminuzione o un aumento della frequenza cardiaca e dalla loro irregolarità..

La divisione in tipi viene eseguita a seconda di quali funzioni del cuore sono disturbate. Pertanto, le aritmie si distinguono, accompagnate da:

  1. Disturbi dell'automatismo: tachicardia e bradicardia sinusale, sindrome del seno malato, disturbi del driver del ritmo (ritmo atriale inferiore, atrioventricolare e idioventricolare).
  2. Violazioni di eccitabilità: ekstrasistol, tachicardia parossistica.
  3. Disturbi della conduzione: sindrome WPW, conduzione ridotta (blocco di branca, intra-atriale, seno-articolare e altri.
  4. Misto: fibrillazione o flutter atriale o ventricolare.

Determinare il tipo di aritmia è di grande importanza, prima di tutto, per valutare le possibili conseguenze e sviluppare il regime di trattamento corretto. Considera i tipi più comuni di aritmie.

Tachicardia sinusale

La tachicardia sinusale viene diagnosticata con un aumento della frequenza cardiaca fino a 90 battiti / min o più, fino a 150-180 battiti / min. Al centro del suo sviluppo c'è un aumento dell'automatismo del nodo del seno, che produce e invia più impulsi per unità di tempo. Di regola, la tachicardia sinusale si osserva in persone sane con:

  • fare sport, fare lavoro fisico;
  • sovraccarico emotivo;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • l'uso di bevande alcoliche, oltre a quelle contenenti caffeina;
  • fumare.

Può verificarsi con lo sviluppo di anemia a causa di vari processi infiammatori, febbre, bassa pressione sanguigna e una serie di altre patologie. Direttamente la diagnosi di "tachicardia sinusale" viene fatta in quei casi in cui per 3 mesi una persona in uno stato di assoluto riposo ed attività ha un persistente aumento della frequenza cardiaca fino a 100 o più battiti al minuto. Quando si esegue un ECG in questi casi, viene rilevato solo un aumento della frequenza cardiaca, ma non ci sono altre deviazioni dalla norma.

La tachicardia sinusale è il tipo più comune di aritmia.

Molto spesso, la tachicardia sinusale viene diagnosticata nelle donne e nelle giovani donne. Ciò è solitamente dovuto alla sovraeccitazione del sistema nervoso simpatico, che è accompagnata dallo sviluppo di distonia vascolare e da una serie di altri disturbi. In tali situazioni, tutte le forze sono dirette ad eliminare la causa dello sviluppo della malattia..

Bradicardia sinusale

La bradicardia sinusale è una condizione in cui la frequenza cardiaca scende a 60 battiti / min e al di sotto. Questo non può essere considerato inequivocabilmente come una patologia, poiché la bradicardia sinusale può essere presente anche in persone assolutamente sane con una forma sportiva..

Ma se una diminuzione della frequenza cardiaca è combinata con la comparsa di vertigini, oscuramento degli occhi, svenimenti o mancanza di respiro, parlano della presenza di una causa patologica di bradicardia. In tali situazioni, può essere una conseguenza di:

  • infarto miocardico;
  • ipotiroidismo;
  • aumento della pressione intracranica;
  • infezione virale.

Il meccanismo del suo sviluppo è quello di aumentare il tono del sistema nervoso parasimpatico, che porta a un danno primario al nodo del seno e una diminuzione del numero di impulsi inviati alle camere del cuore..

Se la bradicardia sinusale è accompagnata dalla comparsa di cambiamenti nel benessere del paziente e dalla comparsa dei suddetti sintomi, ciò richiede la nomina di un trattamento farmacologico e talvolta l'elettrocardiostimolazione. Ma pur mantenendo uno stato di salute assolutamente normale, la terapia per la bradicardia sinusale non è indicata.

Aritmia sinusale

Le condizioni accompagnate da periodi alternati di tachicardia e bradicardia sono chiamate aritmia sinusale. Può assumere forme diverse e dipendere dall'azione di vari fattori. Molto spesso, viene rilevata aritmia respiratoria, accompagnata da un aumento della frequenza cardiaca durante l'inalazione e una diminuzione di questo indicatore durante l'espirazione..

L'aritmia sinusale è il risultato di fluttuazioni nel tono del nervo vago e formazione irregolare di impulsi nel nodo del seno a causa di cambiamenti nella qualità del riempimento del sangue delle camere cardiache durante la respirazione. Spesso viene diagnosticato con VSD e malattie infettive.

Quando si esegue un ECG in tali situazioni, viene registrato un aumento e una diminuzione episodici degli intervalli R - R con una certa frequenza, che è direttamente proporzionale alle fasi della respirazione. Il resto degli indicatori non cambia, poiché non ci sono cambiamenti nel cuore che possono influenzare il passaggio degli impulsi attraverso il suo sistema di conduzione.

Sindrome del seno malato

Aritmia di questo tipo si verifica quando il nodo del seno si indebolisce o smette di funzionare. Questo può diventare una conseguenza:

  • ischemia (disturbi nutrizionali) dei tessuti nel nodo del seno;
  • cardiosclerosi;
  • cardiomiopatia;
  • micoradite;
  • cardiopatia infiltrativa;
  • caratteristiche strutturali congenite del sistema di conduzione.

Se il nodo del seno smette di funzionare, per compensare le sue funzioni, viene attivato il secondo nodo del sistema di conduzione cardiaca, l'atrioventricolare. È estremamente raro che il nodo del seno sia completamente spento, molto più spesso mantiene la funzionalità, ma funziona con interruzioni prolungate.

Con la sindrome del seno malato, si osservano arresti cardiaci a breve termine, che non sempre causano disagio nei pazienti. Ma nel tempo, questo tipo di aritmia può portare a insufficienza cardiaca e compromissione dell'afflusso di sangue al cervello. Ha anche bradicardia sinusale, che può anche essere combinata con altri tipi di aritmie..

Extrasistole

L'extrasistole è il tipo più comune di aritmia, accompagnata da una violazione dell'eccitabilità del cuore. In tali situazioni, si osserva una contrazione cardiaca prematura quando si forma un impulso al di fuori del nodo del seno..

L'extrasistole può essere osservata anche in persone sane. La presenza di un massimo di 200 extrasistoli al giorno è considerata la norma..

L'aritmia di questo tipo si sviluppa in risposta a:

  • tensione nervosa;
  • superlavoro;
  • bere alcolici o caffeina;
  • fumare.

Per le persone con un cuore sano, l'extrasistole non rappresenta un serio pericolo. Ma in coloro che hanno lesioni miocardiche organiche, può portare a gravi complicazioni..

Le extrasistoli possono verificarsi con maggiore frequenza con la miocardite. A seconda di dove si formano gli impulsi, si distinguono:

  • atriale;
  • atrioventricolare;
  • ventricolare.

Inoltre, non c'è sempre una sola fonte di impulsi patologici. Spesso ce ne sono diversi, quindi viene diagnosticata l'extrasistole politopica.

Tachicardia parossistica

La tachicardia parossistica è chiamata attacco improvviso di un aumento della frequenza cardiaca da 130 a 200 battiti / min. Può durare un paio di secondi o pochi giorni. Tale aritmia è il risultato della formazione di un focus di eccitazione in qualsiasi parte del sistema di conduzione, che crea impulsi ad alta velocità. A seconda della sua localizzazione, si distinguono tachicardia parossistica atriale e ventricolare.

Questo tipo di aritmia è una conseguenza diretta di:

  • carenza di ossigeno del miocardio;
  • malattie endocrine;
  • squilibrio elettrolitico;
  • Cardiopatia ischemica;
  • cardiomipatia;
  • difetti cardiaci congeniti e acquisiti.

In questo caso c'è:

  • forti palpitazioni;
  • disagio, fino a dolore al petto;
  • mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  • brividi;
  • nodo alla gola.

Un pericolo particolare è la tachicardia parossistica ventricolare, poiché può trasformarsi in fibrillazione ventricolare, in cui solo alcune delle loro fibre si contraggono, e solo in un ritmo caotico. Questo porta all'incapacità del cuore di realizzare le sue funzioni..

Arresto cardiaco

Come risultato di disturbi della conduzione dell'impulso, può verificarsi blocco sinaricolare, intra-atriale, antrioventricolare. Si sviluppano sullo sfondo di aterosclerosi, processi infiammatori nel cuore o cardiosclerosi.

Durante l'aritmia, si distinguono 3 fasi: rallentamento del passaggio dell'impulso, blocco parziale e blocco completo. Il risultato di una forma avanzata della malattia è l'arresto cardiaco..

Aritmie miste

L'evento più comune è la fibrillazione atriale, chiamata fibrillazione atriale. In tali situazioni, c'è una contrazione caotica degli atri con una frequenza fino a 400-600 volte al minuto. Ciò crea un alto rischio di coaguli di sangue, che possono portare a ictus..

La fibrillazione atriale è accompagnata da:

  • un forte aumento della frequenza cardiaca;
  • grave debolezza;
  • respirazione difficoltosa;
  • dolore al petto;
  • forte paura.

Gli attacchi possono durare pochi minuti e andare via da soli. Se ciò non accade, il paziente necessita di cure mediche..

Complicazioni di aritmia

In assenza di un trattamento avviato tempestivamente e adeguatamente selezionato, aritmie di vario tipo possono portare a:

  • arresto cardiaco - nel 15% dei casi, si verifica spontaneamente senza la presenza di alcuna manifestazione della malattia prima e può portare alla morte se la rianimazione non viene eseguita in tempo;
  • shock cardiogeno - è il risultato di un forte calo della pressione sanguigna in risposta a un rallentamento della frequenza cardiaca (la probabilità di morte è del 90%);
  • infarto miocardico - necrosi di parte delle cellule cardiache, derivante da una violazione della loro nutrizione a causa di un livello insufficiente di afflusso di sangue (può verificarsi sullo sfondo di tachicardia parossistica o atriale);
  • ictus - una malnutrizione del cervello, che porta allo sviluppo di gravi disturbi neurologici con un alto rischio di morte;
  • tromboembolia: i coaguli di sangue che si formano nel cuore possono separarsi e viaggiare attraverso i vasi, bloccandoli e bloccando la circolazione sanguigna.

Il rischio di complicanze è direttamente proporzionale al tipo di aritmia, alla presenza di malattie concomitanti e alla durata della loro esistenza. Pertanto, è molto importante diagnosticare l'aritmia il prima possibile ed eseguire un trattamento appropriato per la situazione. Altrimenti, la probabilità di morte o invalidità aumenta molte volte.

Diagnostica dell'aritmia

Se si verificano segni di aritmia, si consiglia ai pazienti di consultare immediatamente un cardiologo. Il medico condurrà un colloquio approfondito e un esame del paziente. Ciò ti consentirà di determinare con precisione se ci sono fattori nella vita di una persona che potrebbero portare al verificarsi di disturbi del ritmo cardiaco e alla gravità della malattia.

Il cardiologo misura necessariamente la pressione sanguigna e determina il polso. Inoltre, il medico esegue l'auscultazione del cuore usando un fonendoscopio. In questa fase, può valutare la natura dei suoni cardiaci e trarre conclusioni preliminari sulla qualità del suo funzionamento..

Per confermare la diagnosi e determinare con precisione il tipo di aritmia, vengono prescritti metodi di ricerca strumentale:

  • ECG;
  • Ultrasuoni;
  • Monitoraggio Holter.

È anche dimostrato di superare un esame del sangue generale e biochimico. A volte, la risonanza magnetica e la TC vengono utilizzate per identificare con precisione i disturbi esistenti e le cause dello sviluppo di aritmie. Inoltre, in alcuni casi, può essere eseguita l'angiografia..

Se gli attacchi di aritmia sono rari e non vengono registrati sull'ECG, il paziente è invitato a sottoporsi a diversi test:

  • ECG durante l'esercizio, come andare in bicicletta o correre.
  • Test del tavolo inclinabile - indicato in caso di vertigini frequenti e perdita di coscienza. Consiste nel fatto che si esegue prima l'ECG quando il paziente giace su una superficie orizzontale, quindi in posizione eretta.

Trattamento delle aritmie cardiache

Dopo aver effettuato la diagnosi, determinato il tipo di aritmia e la gravità del suo decorso, il cardiologo può sviluppare le tattiche ottimali per il trattamento del paziente. In ogni caso, sarà diverso e terrà sicuramente conto delle caratteristiche individuali di una determinata persona..

Con l'aritmia, il trattamento è sempre completo e principalmente finalizzato all'eliminazione della causa del suo sviluppo. Comprende terapia farmacologica, terapia manuale, correzione dello stile di vita.

Con le aritmie, è importante passare a uno stile di vita sano, cioè smettere di fumare e abuso di alcol, camminare all'aria aperta ogni giorno, muoversi di più e passare a una corretta alimentazione. Ciò è necessario, poiché la nicotina, l'alcol, uno stile di vita sedentario, i cibi grassi e salati provocano lo sviluppo di aritmie e contribuiscono allo sviluppo di complicanze. È altrettanto importante normalizzare lo stato psicoemotivo, nonché osservare il regime di lavoro e riposo.

Come parte della terapia farmacologica, ai pazienti possono essere prescritti farmaci di diversi gruppi:

  • bloccanti dei canali del calcio;
  • glicosidi cardiaci;
  • bloccanti dei canali del sodio;
  • farmaci antiaritmici;
  • bloccanti dei canali del potassio;
  • β-bloccanti;
  • vitamine.

Due persone diverse con gli stessi sintomi possono ricevere un regime di trattamento diverso per le aritmie. Pertanto, è categoricamente impossibile acquistare determinati medicinali da soli solo perché non sono stati categoricamente prescritti a un vicino o parente. Tali prestazioni amatoriali possono portare a un peggioramento ancora maggiore della situazione e a una violazione critica del ritmo cardiaco..

Ad esempio, in caso di extrasistole, accompagnata da lesioni organiche del cuore, l'uso di farmaci antiaritmici e beta-bloccanti può causare complicazioni pericolose per la vita.

Inoltre, è obbligatorio il trattamento di malattie concomitanti che sono il risultato o la causa dello sviluppo di aritmie. Pertanto, i pazienti, oltre all'aiuto di un cardiologo, possono richiedere la consultazione di un neurologo, endocrinologo e altri specialisti ristretti. Di conseguenza, per le malattie endocrine, può essere prescritta una terapia sostitutiva, per neurologici - nootropici, agenti cerebrovascolari, con tendenza alla formazione del sangue, si raccomandano farmaci trombolitici, ecc..

Se necessario, i pazienti possono essere sottoposti a cardioversione elettrica. Questa è una procedura piuttosto dolorosa, quindi viene eseguita solo in anestesia o sedazione. Viene utilizzato per normalizzare il ritmo durante il flutter o la fibrillazione dei ventricoli o degli atri. La cardioversione elettrica comporta il passaggio di una corrente elettrica attraverso il torace utilizzando un defibrillatore. La manipolazione viene eseguita sotto il controllo dell'ECG e nella maggior parte dei casi è sufficiente una scarica per normalizzare la frequenza cardiaca.

Terapia manuale per aritmie cardiache

Le sessioni di terapia manuale condotte correttamente possono migliorare significativamente le condizioni dei pazienti normalizzando la conduzione nervosa. Sono particolarmente efficaci in presenza di osteocondrosi, che oggi è presente in quasi tutti gli adulti in misura maggiore o minore..

Poiché in tali situazioni l'aritmia diventa una conseguenza di una violazione del sistema nervoso autonomo, l'eliminazione della compressione delle radici spinali ha un effetto positivo sul lavoro del muscolo cardiaco. Per far fronte a questo compito è in potere di un chiropratico, soprattutto uno che ha imparato il metodo di trattamento secondo il metodo Gritsenko..

Permette, influenzando la colonna vertebrale, ripristinando la corretta posizione delle vertebre e migliorando la qualità nutrizionale dei dischi intervertebrali, di fermare la progressione dei processi degenerativi che si sono manifestati in essi sullo sfondo dell'osteochonrosi e ripristinare la normale struttura. Il metodo Gritsenko ha un centinaio di brevetti ed è riconosciuto come un metodo efficace per trattare non solo l'osteocondrosi, ma anche una miriade di altre malattie che sono il risultato di disturbi della colonna vertebrale..

Dopo un corso di sessioni, è possibile non solo ridurre le manifestazioni di aritmie o eliminarle completamente, ma anche rafforzare l'intero corpo nel suo insieme. Ciò ha un effetto positivo sul benessere generale del paziente..

Trattamento chirurgico delle aritmie cardiache

In alcuni casi, la vita del paziente può essere salvata solo attraverso l'operazione. Oggi, nel trattamento delle aritmie, possono essere eseguiti i seguenti interventi chirurgici:

  • ablazione con radiofrequenza;
  • elettrocardioversione;
  • installazione di un pacemaker o defibrillatore artificiale.

Per evitare di eseguire interventi al cuore piuttosto pericolosi e costosi, vale la pena non iniziare la malattia e iniziare il trattamento in modo tempestivo, mentre può essere affrontato in modo non chirurgico..

Pronto soccorso per un attacco di aritmia

In caso di attacco di aritmia, è importante non perdersi e seguire esattamente le raccomandazioni ricevute dal medico. Prima di tutto, hai bisogno di:

  1. Misura la pressione sanguigna e valuta il polso.
  2. Prendi un farmaco prescritto da un cardiologo.
  3. Apri la finestra per far entrare aria fresca nella stanza.
  4. Allenta la cravatta, il colletto o rimuovi i gioielli che ostacolano la respirazione.
  5. Sdraiati sul letto e cerca di rimanere assolutamente calmo (puoi anche prendere un sedativo a base di erbe).
  6. Aspetta un quarto d'ora. Se lo stato di salute rimane costantemente scadente, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Durante un attacco di aritmia, è vietato:

  • fare una doccia o un bagno di contrasto;
  • fare lavoro fisico;
  • prendere droghe sconosciute.

Prognosi dell'aritmia

Il decorso e la prognosi più favorevoli sono tipici di extrasistoli singoli, tachicardia sinusale e bradicardia. Nell'80–90% dei casi, possono essere completamente sconfitti e le complicanze si verificano solo nel 2-5% dei pazienti.

Ma quando si diagnosticano aritmie pericolose per la vita, la prognosi è determinata principalmente dalla velocità di inizio del trattamento e dalla sua qualità. Se ignori la malattia, la probabilità di morte è di circa il 70%. Condurre una terapia adeguata riduce questo rischio al 15%..

Pertanto, l'aritmia è una condizione piuttosto insidiosa, poiché ha molte varietà che hanno sintomi molto simili. Pertanto, è impossibile valutare in modo indipendente la gravità della propria condizione e l'entità del rischio. Ma con la dovuta attenzione alla propria salute e la ricerca tempestiva di assistenza medica, è possibile stabilizzare la condizione ed evitare lo sviluppo di conseguenze pericolose..

Aritmia del cuore. Tipi, sintomi, trattamento.

  • Descrizione
  • Prezzi

Le palpitazioni cardiache, i dolori al petto e la mancanza di respiro interferiscono con il vivere una vita appagante? L'aritmia può essere la causa del tuo disagio. L'aritmia è un battito cardiaco irregolare che si verifica a causa di altri disturbi nel corpo..

La normale frequenza cardiaca in una persona di età inferiore ai 60 anni è di 60-80 battiti al minuto. Il muscolo cardiaco si contrae a intervalli regolari, quindi una persona si abitua e non nota il suo battito cardiaco. Le deviazioni dalla norma sono accompagnate da un polso rapido, contrazioni irregolari. Oppure può essere completamente asintomatico. Pertanto, è possibile determinare la presenza di aritmia e il suo tipo solo con l'aiuto della diagnostica strumentale. Molto spesso, l'aritmia si verifica negli uomini di età superiore ai 60 anni. Tuttavia, in rari casi, accade anche nei bambini.

Perché l'aritmia è pericolosa?

La malattia si verifica a seguito di violazioni del sistema di conduzione cardiaca, che fornisce il ritmo sinusale - contrazioni regolari del miocardio. Le contrazioni del muscolo cardiaco hanno origine nel nodo del seno, diffuse attraverso il miocardio dell'atrio destro al nodo atrioventricolare. Risulta essere meno eccitabile, quindi gli atri si contraggono prima, solo dopo i ventricoli. Senza una diagnosi e un trattamento tempestivi, l'aritmia causa attacchi di angina, insufficienza cardiaca, edema polmonare e persino arresto cardiaco.

Cause di aritmie cardiache.

Come risultato di queste malattie, il muscolo cardiaco è danneggiato. Il sistema di conduzione del cuore soffre, la normale propagazione dell'impulso elettrico del cuore ai suoi vari reparti diventa più complicata. A volte la lesione colpisce il nodo del seno.

Inoltre, l'aritmia può essere causata da:

  • distonia vegetativa-vascolare;
  • abuso di tabacco e alcol, intossicazione;
  • sforzo fisico pesante o eccessivo;
  • condizioni febbrili nelle malattie infettive;
  • disturbi nel sistema endocrino;
  • l'influenza dello stress, la presenza di nevrosi;
  • estenuante lavoro mentale o fisico;
  • disturbi del metabolismo elettrolitico importanti per il cuore (potassio, magnesio, sodio, calcio).

Come risultato dell'influenza di questi fattori, si formano difetti nel muscolo cardiaco, a causa dei quali non può funzionare normalmente e condurre impulsi elettrici lungo i rami danneggiati dei nervi.

Sintomi di aritmia cardiaca:

  • Debolezza accompagnata da vertigini, attenzione distratta, sonnolenza e mal di testa. Si manifesta nei casi in cui è necessario compiere sforzi speciali per eseguire un'azione.
  • Battito cardiaco accelerato, che viene percepito come "svolazzare", cuore che batte violentemente o "salta fuori dal petto". Può essere accompagnato da forti pulsazioni al collo, tempie, polpastrelli, acufeni e difficoltà respiratorie.
  • Dolore al petto, dietro lo sterno. Può essere doloroso, lancinante, bruciante. Difficoltà a respirare, sudorazione fredda, nausea.
  • Dispnea. La respirazione diventa rapida e rumorosa. Se la mancanza di respiro si verifica a riposo o con poco sforzo fisico, la sua natura è patologica. Sono le malattie cardiovascolari che portano a una circolazione sanguigna insufficiente. Gli organi non ricevono la quantità richiesta di ossigeno e accumulano anidride carbonica. Gli organi interni non ricevono la quantità richiesta di ossigeno. Per questo motivo, appare la mancanza di respiro.

Tipi di aritmie:

Fibrillazione atriale. Fallimento del ritmo cardiaco, durante il quale gli atri si contraggono più spesso dei ventricoli. Questa è una complicanza associata alla malattia coronarica. Le malattie del sistema endocrino possono anche diventare le ragioni dello sviluppo della fibrillazione atriale. A differenza di un normale battito cardiaco, le fibre muscolari durante la fibrillazione atriale sono spesso e caoticamente eccitate. Oltre alle frequenti contrazioni del muscolo cardiaco, la malattia è accompagnata da aumento della sudorazione, oscuramento degli occhi, debolezza muscolare e svenimento..

Aritmia sinusale. Durante la malattia, il nodo del seno è danneggiato, il principale "motore" degli impulsi nel cuore. Per questo motivo, il nodo del seno inizia a funzionare male. Con l'aritmia sinusale, c'è un'alternanza di ritmo rapido e lento. Spesso c'è un tipo di aritmia sinusale, in cui la frequenza cardiaca aumenta durante l'inspirazione, mentre l'espirazione, al contrario, diminuisce. Questa malattia è anche chiamata aritmia respiratoria. La patologia è accompagnata da vertigini, grave affaticamento, disturbi respiratori, perdita di coscienza.

Flutter atriale. Questo è un ritmo atriale rapido, che raggiunge i 200-400 battiti al minuto. Le ragioni della deviazione possono essere complicazioni dopo altre malattie cardiovascolari, periodo postoperatorio, forte stress o processi patologici nel corpo. È accompagnato da sintomi quali debolezza generale, fastidio al petto o dietro lo sterno, mancanza di respiro e attacchi improvvisi di battito cardiaco accelerato.

Diagnostica dell'aritmia.

Se si sospetta un'aritmia, è necessario contattare uno specialista per l'esame e la diagnosi al fine di confermare o negare la diagnosi. Lo studio e il trattamento dell'aritmia vengono eseguiti da un cardiologo. L'aritmia è una malattia pericolosa, quindi in nessun caso dovresti auto-medicare. Eventuali farmaci possono essere prescritti solo da un medico. Il farmaco stesso, se assunto in modo errato, può causare attacchi di aritmia.

All'appuntamento iniziale con un cardiologo, il medico farà domande sui sintomi e sulla frequenza delle loro manifestazioni, ascolterà il cuore e misurerà il polso. È importante fornire l'intera storia medica al medico curante. Per scoprire le cause dell'aritmia, dovrai superare i test di base:

Per ulteriori ricerche ed esclusione di patologie più gravi, verrà effettuato uno studio diagnostico strumentale.

Aritmia del cuore

L'aritmia è un disturbo nel lavoro del cuore, che si manifesta come interruzioni nella sequenza e nel ritmo delle contrazioni di diverse parti del cuore.

Poiché il cuore è un motore interno di una persona, che funziona continuamente, è proprio l'aritmia del cuore che è una delle malattie più comuni di questo organo. L'aritmia si verifica in persone di tutte le età, ha molte cause ed è suddivisa in diversi tipi. In casi estremamente rari, si verifica da solo. Fondamentalmente, la fonte dell'aritmia sono altri disturbi più o meno gravi nel lavoro di vari sistemi corporei, incluso il sistema cardiovascolare..

All'inizio un aumento del numero di battiti cardiaci e la loro frequenza possono non essere molto disturbanti, tuttavia, nel tempo e con l'età, l'aritmia può causare altre malattie e, in generale, influire negativamente sul benessere di una persona..

Motivi di sviluppo

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo di aritmie cardiache. Sono extracardiaci (non cardiaci), cardiaci e idiopatici..

Fattori cardiaci

  • Miocardite di natura infettiva e non infettiva;
  • Interventi chirurgici e manipolazioni diagnostiche sul cuore.
  • Insufficienza cardiaca;
  • Cardiopatia ischemica (malattia coronarica);
  • Ipertensione arteriosa;
  • Difetti cardiaci congeniti e acquisiti;
  • Cambiamenti sclerodegenerativi legati all'età nel miocardio e nel sistema di conduzione cardiaca (sostituzione delle cellule muscolari del muscolo cardiaco con tessuto fibroso).

Fattori extracardiaci

  • Surriscaldamento o ipotermia del corpo;
  • Disfunzione del sistema nervoso autonomo;
  • PMS (sindrome premestruale);
  • Morsi di insetto;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Attività fisica eccessiva;
  • Situazioni stressanti;
  • Intossicazione da farmaci (disturbi del ritmo cardiaco causati da diuretici, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici e psicotropi, adrenomimetici indiretti);
  • Avvelenamento da nicotina o alcol;
  • Intossicazione da caffeina;
  • Patologie endocrine (ipertiroidismo);
  • Lesioni organiche e funzionali del sistema nervoso centrale;
  • Squilibrio elettrolitico (diarrea, vomito, disidratazione);
  • Feocromocitoma (tumore della ghiandola surrenale);
  • Lesioni elettriche e meccaniche;
  • Fattori genetici (cardiomiopatia ereditaria).

Classificazione e tipi di aritmia

In medicina si distinguono diversi tipi di aritmie - ognuna differisce per sintomi e decorso, quindi è necessario diagnosticare non solo l'aritmia, ma anche il suo tipo specifico - la scelta della terapia terapeutica dipenderà dai risultati.

Tipi di aritmie:

  1. Tachicardia sinusale. La frequenza cardiaca della persona aumenta e supera i 90 battiti al minuto.
  2. Tachicardia parossistica. In questo caso, il cuore funziona normalmente, senza anomalie patologiche, ma il cuore batte molto spesso - da 140 a 240 battiti al minuto. Una caratteristica distintiva della tachicardia parossistica è che l'attacco inizia sempre all'improvviso e termina allo stesso modo.
  3. Bradicardia sinusale. L'aritmia di questo tipo si manifesta con una diminuzione della frequenza cardiaca - in un paziente questo indicatore può essere inferiore a 55 battiti al minuto.
  4. Aritmia sinusale. Il più delle volte diagnosticato durante l'infanzia e l'adolescenza, è caratterizzato da un'anormale alternanza di battiti cardiaci. Con questo tipo di violazione in questione, non è richiesto alcun trattamento specifico, le condizioni del paziente non vengono disturbate ed è possibile ripristinare rapidamente il normale ritmo del battito cardiaco semplicemente trattenendo il respiro per alcuni secondi.
  5. Aritmia tremolante. I medici caratterizzano questo tipo di aritmia come un battito cardiaco al petto: il cuore inizia a contrarsi più velocemente (fino a 150 battiti al minuto), poi ancora più velocemente (fino a 300 battiti al minuto), gli atri non si contraggono completamente ei ventricoli lo fanno in modo irregolare.

Nota: il flutter e la fibrillazione dei ventricoli è considerata la manifestazione più pericolosa per la vita dell'aritmia. Ciò di solito si verifica sullo sfondo di patologie cardiache, scosse elettriche, assunzione di determinati farmaci.

  1. Arresto cardiaco. Questo vale anche per il tipo di aritmia, una condizione in cui la fornitura di impulsi a tutte le parti del miocardio si interrompe. Il polso scompare, la frequenza cardiaca si riduce catastroficamente, il paziente può svenire, il blocco cardiaco può anche provocare una sindrome convulsiva.

Nota: se un paziente sviluppa un blocco trasversale completo, questo spesso diventa una provocazione di insufficienza cardiaca, che può portare alla morte improvvisa.

Sintomi di aritmia

L'aritmia ei suoi sintomi non sempre compaiono. Una persona può vivere con calma e non sentire un ritmo cardiaco irregolare e un medico durante una visita medica può facilmente rilevarlo e prescrivere un trattamento anche prima che compaiano improvvisamente i sintomi di aritmia cardiaca.

Più spesso, tuttavia, si manifestano disturbi del ritmo, che influenzano il cambiamento nello stato di una persona. Come si manifesta l'aritmia cardiaca? Per capire se ci sono problemi cardiaci, dovresti prestare attenzione ai seguenti segni della malattia quando una persona:

  1. Sente palpitazioni e interruzioni del ritmo;
  2. Sembra che il cuore stia battendo troppo velocemente
  3. sente che il suo cuore batte troppo lentamente;
  4. ha dolore al petto;
  5. soffre di mancanza di respiro;
  6. Ha le vertigini
  7. perde conoscenza o è in uno stato di svenimento.

Ma accade che anche segni così gravi di una condizione malsana non siano necessariamente una manifestazione di gravi problemi cardiaci. Spesso le persone, anche quando avvertono aritmia, non hanno alcuna malattia. Al contrario, una certa persona che non ha alcuna manifestazione di aritmia cardiaca soffre effettivamente di una forma grave della malattia e il fattore che l'ha causata è sconosciuta..

Perché l'aritmia cardiaca è pericolosa??

Come risultato di un lavoro irregolare, la contrazione degli atri viene sostituita dalla loro contrazione irregolare. Questa è la forma più comune e pericolosa, che può provocare tromboembolia e ictus (il ristagno nel flusso sanguigno contribuisce alla formazione di trombi e un coagulo di sangue impedisce all'ossigeno di entrare nel cervello).

A causa della carenza di ossigeno, un paziente con aritmia può svenire, cadere, urtare o ferirsi. Uno stadio avanzato della malattia può portare allo sviluppo di insufficienza cardiaca, un attacco di angina pectoris o, in generale, edema polmonare, quando è necessario un ricovero urgente per salvare la vita.

Aritmia nei bambini e negli adolescenti

Le aritmie del ritmo cardiaco nei bambini possono verificarsi a qualsiasi età. Nella maggior parte dei casi, è una manifestazione benigna e spesso appare e scompare spontaneamente. Tuttavia, è molto importante distinguere i cambiamenti benigni da quelli potenzialmente pericolosi per la vita..
Quelli benigni sono asintomatici, l'emodinamica del paziente è stabile e non diventa pericolosa per la vita. Non richiede cure, il bambino può svolgere la normale attività fisica con ulteriore supervisione da parte di specialisti.

I sintomi dei disturbi del ritmo dipendono dall'età e dal grado di maturità del bambino. I bambini più grandi possono lamentarsi di vertigini e in un bambino di età pari o inferiore a 3 anni la malattia si manifesta con pallore della pelle, irritabilità e mancanza di interesse per il cibo.

Le forme lievi sono:

  • bradicardia sinusale;
  • extrasistoli sopraventricolari;
  • ventricolare idiopatica.

Particolare attenzione è riservata alla diagnosi della storia personale e familiare, dell'età e della tipologia del paziente.

La tachicardia sinusale è generalmente ben tollerata, scompare dopo che la causa è stata eliminata e non richiede una terapia speciale. È causato da infezioni, eccessivo tono vago, ipertiroidismo, livelli elevati di potassio e calcio, febbre, ipossia, malattia del nodo senoatriale e uso di alcuni farmaci.

Un altro tipo è la malattia del nodo del seno, che può verificarsi dopo l'intervento chirurgico per difetti cardiaci congeniti. Nei pazienti senza insufficienza cardiaca, può svilupparsi durante infiammazioni, disturbi metabolici o endocrini. Si verifica spesso negli adolescenti con anoressia che inducono vomito artificiale dopo aver mangiato. È caratterizzato da un'elevata variabilità dei sintomi e richiede un trattamento appropriato. I bambini con bradicardia sintomatica necessitano dell'impianto di un pacemaker.

Un'altra causa di disfunzione cardiaca sono le aritmie sopraventricolari o sopraventricolari che derivano dalla fibrillazione atriale. È una condizione benigna che può verificarsi nei bambini con e senza patologie..

Durante la gravidanza

La prognosi della gravidanza e del parto imminente dipende da come il cuore della donna reagisce agli eventi attesi. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che la gravidanza stessa, essendo una condizione insolita, può causare disturbi del ritmo e dare aritmia. Ad esempio, la comparsa di extrasistole o tachicardia parossistica durante la gravidanza, di regola, non indica un danno miocardico organico e si verifica in circa il 19-20% delle donne in gravidanza. E se aggiungi la tossicosi tardiva a tutto questo, non dovrai aspettare un'altra dal cuore, le aritmie si intensificheranno.

Questo tipo di aritmia, come il blocco atrioventricolare completo o incompleto, non rappresenta un pericolo particolare per la salute della donna. Inoltre, la gravidanza contribuisce ad un aumento del ritmo ventricolare, pertanto, le misure vengono prese solo nei casi di un calo del polso a 35 e inferiori a battiti al minuto (assistenza ostetrica - imposizione di pinze ostetriche).

Ma con la patologia cardiaca organica, le donne vengono trattate con maggiore attenzione, poiché la comparsa di fibrillazione atriale in una tale situazione è una controindicazione al mantenimento della gravidanza. Inoltre, anche la scelta del metodo di consegna prima del termine richiede un'attenzione particolare. Sembra così parsimonioso, in altri casi, un taglio cesareo in tali pazienti può minacciare di tromboembolia nel sistema arterioso polmonare (EP).

Naturalmente, nessuno può vietare la gravidanza a nessuno, quindi le donne con patologia cardiaca corrono consapevolmente dei rischi, spinte da un caro desiderio: diventare madre. Ma se si è già verificata una gravidanza, le prescrizioni e le raccomandazioni del medico devono essere seguite rigorosamente: osservare il regime di lavoro e di riposo, assumere i farmaci necessari ed essere ricoverati, se necessario, sotto la supervisione dei medici. Il parto in queste donne, di regola, avviene in una clinica specializzata, dove una donna può ricevere cure mediche di emergenza in qualsiasi momento (tenendo conto della patologia cardiaca) in caso di circostanze impreviste..

Diagnostica

La prima diagnosi di disturbi del ritmo cardiaco è rappresentata dalle loro manifestazioni cliniche. I sintomi delle aritmie non sono simili alle manifestazioni di altre malattie; se si verificano, è necessario eseguire un elettrocardiogramma. Ma la diagnosi può essere confermata registrando il cardiogramma solo se l'aritmia è permanente o persistente. In caso di sospetto di aritmia parossistica, viene registrato un elettrocardiogramma 24 ore su 24. Questo metodo diagnostico è chiamato monitoraggio Holter. Consiste nella registrazione continua della frequenza cardiaca tramite sensori collegati a un dispositivo compatto. A volte nella modalità giornaliera non è possibile correggere la violazione.

Se nessun monitoraggio ECG o Holter non registra la malattia, viene eseguita una diagnosi più complessa di aritmia, in cui vengono determinati i fattori che ne causano l'insorgenza. Ciò consente di determinare il meccanismo del suo verificarsi. Questi studi includono la stimolazione cardiaca transesofagea. Il metodo viene utilizzato quando si sospetta la sindrome del seno malato, per chiarire la diagnosi e prescrivere il trattamento profilattico corretto, se si sospetta la sindrome WPW, l'insufficienza coronarica latente, se è impossibile diagnosticare la malattia coronarica con altri metodi. Lo studio consiste nell'imporre un ritmo attraverso un elettrodo specializzato, che viene inserito come una sonda convenzionale e fissato nell'esofago.

Inoltre, viene eseguito un tilt test per rilevare le aritmie. Ti permette di identificare la causa dello svenimento. Durante il test, il paziente viene portato da una posizione orizzontale a una verticale con intensità variabile. Il test provoca uno stato di svenimento e il monitoraggio della frequenza cardiaca e del livello di pressione sanguigna durante l'esame consente di determinare la causa della perdita di coscienza.

Lo studio elettrofisiologico intracardico (invasivo) è considerato lo studio più informativo delle proprietà elettrofisiologiche del cuore e del sistema di conduzione. Tale diagnosi di aritmia viene utilizzata per chiarire la localizzazione del blocco atrioventricolare, la natura della tachicardia e altre anomalie. Questo studio rimane molto importante nella scelta del trattamento chirurgico e dei pacemaker impiantabili. In alcuni casi, l'esame elettrofisiologico intracardiaco viene utilizzato per alleviare le aritmie gravi.

L'esame viene eseguito solo in laboratori appositamente attrezzati, poiché questo metodo è piuttosto rischioso. Per questo, la vena principale della spalla, o la vena femorale, viene perforata. Sotto il controllo dei raggi X, gli elettrodi del catetere vengono inseriti nelle parti giuste del cuore e viene eseguito uno studio.

Primo soccorso

Gli attacchi di aritmia possono verificarsi da soli e iniziare improvvisamente. L'attacco finisce altrettanto imprevedibilmente. Se il paziente ha un primo attacco, chiamare immediatamente un'ambulanza. Spesso, gli inservienti viaggiano lentamente, quindi vale la pena preoccuparsi della salute della vittima. Fai questo:

  • calmare il paziente, sopprimere le manifestazioni di panico;
  • creare condizioni di riposo per il paziente - metterlo su una sedia comoda;
  • prova a cambiare la posizione del corpo della vittima;
  • a volte è necessario indurre un riflesso del vomito - fallo con due dita, irritando la laringe.

L'ulteriore dipende dai professionisti medici. Il cardiologo prescriverà farmaci per le aritmie cardiache in seguito - quando il paziente viene "pompato" e viene fatta una diagnosi preliminare.

Vedendo i sintomi dell'aritmia, prova a interrompere qualsiasi attività fisica.

L'uso di sedativi è accettabile:

  • motherwort;
  • valeriana;
  • corvalol;
  • valocordin (entro 40-50 gocce);
  • Elenium.

Come trattare?

Il trattamento delle aritmie cardiache può differire a seconda della complessità e del tipo di aritmia cardiaca, se l'aritmia è causata da fattori esterni, che si tratti di fumare, bere grandi quantità di caffè, alcol, bevande energetiche, superlavoro, stress frequente, eccesso di cibo frequente, è necessario escludere o ridurne l'uso, cambia il tuo stile di vita.

Nel caso di tipi più complessi di aritmie, è necessario un trattamento medico corretto o addirittura, in alcuni casi, un intervento chirurgico. Ma non dimenticare che non dovresti auto-medicare in ogni caso, poiché può solo peggiorare le tue condizioni.!

Trattamento con farmaci

Questo metodo di trattamento prevede la nomina e la somministrazione di farmaci antiaritmici, di cui esistono 4 classi:

Farmaci antiaritmici

  • Verapamil, digossina, adenosina - prescritti per eliminare le aritmie atriali.
  • Disopiramide, lidocaina, Miksletin - necessario per aritmie ventricolari.
  • Propafenone, Amiodarone, Flecainide - usati per aritmie atriali e ventricolari.

Il farmaco più comunemente usato ed efficace è l'amiodarone (Cordarone). È utilizzato in quasi tutti i tipi di aritmie. È il farmaco di scelta per le aritmie con infarto miocardico e insufficienza cardiaca. L'attività antiaritmica compare 10 minuti dopo la somministrazione endovenosa.

Spesso, dopo due settimane dall'inizio dell'aritmia, Cordaron viene assunto per via orale, riducendo gradualmente la dose a un livello di mantenimento, continuando a prendere e oltre.

Controindicazioni al suo utilizzo: polso inferiore a 50 battiti al minuto (bradicardia), asma bronchiale, blocco cardiaco (blocco AV atrioventricolare), malattie della tiroide e gravidanza.

Beta-bloccanti

Questo gruppo di farmaci è caratterizzato da un effetto antiaritmico e ipotensivo (abbassamento della pressione sanguigna). I beta-bloccanti riducono la frequenza cardiaca per prevenire l'insufficienza cardiaca.

Il loro utilizzo è controindicato in caso di malattie respiratorie croniche e asma bronchiale, in quanto possono provocare un attacco di soffocamento.

Questi farmaci includono:

  • Atenololo;
  • Metoprololo;
  • Propranololo;
  • Bisoprololo;
  • Sotalol;
  • Betaxolol;
  • Nebivalolo;
  • Labetalol;
  • Carvedilolo;
  • Pindolol;
  • Celiprolol.

Farmaci metabolici

Ciò include farmaci che aiutano a migliorare la funzione metabolica, nonché la nutrizione del miocardio e lo proteggono dagli effetti dell'ischemia..

Questi includono:

  • ATP (acido adenosina trifosforico);
  • Panangin, Potassium normmin, Kalipoz, Asparkam - preparati di potassio e magnesio;
  • Cocarbossilasi;
  • Riboxin;
  • Thiotriazoline;
  • Mexicor;
  • Mildronate;
  • Preductal MR.

Glicosidi cardiaci

Si tratta di farmaci che aumentano la contrattilità del muscolo cardiaco e normalizzano la circolazione sanguigna, riducendo lo stress sul cuore.

I glicosidi includono:

  • Digossina;
  • Korglikon;
  • Digitossina;
  • Strofantin.

Operazione

Se il trattamento farmacologico non è efficace, a seconda del tipo di malattia potrebbero essere offerti i seguenti interventi chirurgici:

  1. Ablazione transcatetere con radiofrequenza - per fibrillazione atriale, fibrillazione ventricolare. Durante questa procedura, il chirurgo rileverà focolai patologici nel cuore, che sono la causa della malattia, utilizzando uno speciale sensore sul catetere, che viene inserito attraverso una grande vena o arteria del braccio o della gamba sotto controllo fluoroscopico, quindi utilizza un elettrodo "terapeutico" per agire sul patologico focolare e distruggerlo. Questa procedura viene eseguita in anestesia locale più sedazione per aiutarti a calmarti e rilassarti..
  2. Ablazione del nodo atrioventricolare e installazione di un pacemaker - per la fibrillazione atriale. Questa procedura è simile all'ablazione transcatetere a radiofrequenza, cioè è esattamente la stessa, solo durante questa procedura il nodo atrioventricolare viene distrutto. Quando il nodo atrioventricolare viene distrutto, si forma un blocco, che viene eliminato con l'aiuto di un pacemaker.
  3. Cardioversione - per il trattamento della fibrillazione atriale. Questa procedura viene eseguita in anestesia generale, quindi non sentirai nulla. Durante questa procedura, il chirurgo applica una scarica elettrica controllata al cuore utilizzando un defibrillatore. Ciò contribuirà a riportare la frequenza cardiaca alla normalità..
  4. Pacemaker artificiale - con sindrome da disfunzione del nodo del seno o blocco cardiaco. Durante questa operazione, un pacemaker (un piccolo dispositivo che genera impulsi elettrici) viene impiantato sotto la pelle, di solito nella zona superiore del torace. Gli impulsi elettrici generati dal pacemaker viaggiano verso il cuore, provocando così il battito del cuore a una certa frequenza. Questa operazione viene solitamente eseguita in anestesia locale..
  5. Impianto di un defibrillatore cardioverter - per tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare. Durante questa procedura, il chirurgo impianta un defibrillatore cardioverter sotto la pelle nella zona della parte superiore del torace, questo dispositivo è simile a un pacemaker, ma a differenza di esso, il defibrillatore cardioverter monitora la frequenza cardiaca e se c'è qualche malfunzionamento produce una piccola scossa elettrica che normalizza la frequenza cardiaca. Di solito questo dispositivo viene installato in anestesia locale..

Rimedi popolari

Per il trattamento delle aritmie del cuore, oltre ai farmaci, esistono molti metodi non convenzionali. Le modalità di trattamento sono le seguenti:

  • Infuso di fiori di calendula. Occorrono solo 2 cucchiaini delle materie prime specificate, che vengono versati con 400-500 ml di acqua bollente e infusi in un contenitore sigillato per 60 minuti. Questo farmaco viene assunto 4 cucchiai 4 volte al giorno in qualsiasi momento opportuno..
  • Tintura di fiordaliso. Versare 200-250 ml di acqua bollente su 2 cucchiaini di fiori di fiordaliso blu e lasciare agire per 60 minuti. Quindi l'infuso viene filtrato e assunto ¼ di tazza tre volte al giorno 15 minuti prima dei pasti.
  • Infuso di radice di valeriana. Un cucchiaio della fonte viene riempito con acqua calda (anche la temperatura ambiente è adatta) in una quantità di 200-250 ml e infuso per 10-12 ore. Quindi il prodotto viene filtrato e utilizzato in un cucchiaio da dessert 4 volte al giorno..
  • Infuso di asparagi. Dovrai acquistare giovani germogli di asparagi medicinali (non ha nulla a che fare con il cibo), tritarli e versare 1 tazza di acqua bollente. Il rimedio viene infuso per 2 ore, 2 cucchiai vengono presi 4 volte al giorno in qualsiasi momento opportuno. Si consiglia di assumere questo rimedio entro 3-4 settimane e agisce come un sedativo, necessario per sbarazzarsi della tachicardia..
  • Tintura di lombalgia. Avrai bisogno di 2 cucchiaini di erba lombalgia aperta: vengono versati in 300 ml di acqua fredda e infusi per almeno 12 ore in un contenitore sigillato. Quindi l'infuso viene filtrato e assunto in 1/3 di tazza 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

Inoltre, nella medicina popolare, ci sono diversi rimedi non abbastanza comuni per il trattamento delle aritmie. Credere nella loro efficacia o meno è una questione puramente volontaria, ma puoi provare. Questi includono:

  • Semi di rosa canina. È necessario "estrarre" i semi dai cinorrodi e pulirli completamente, ma tieni presente che non puoi lavare i semi! Dovresti ottenere 1 cucchiaino di questa materia prima, che versiamo in 200 ml di acqua bollente. Insistiamo il prodotto in un contenitore sigillato per almeno 2 ore, quindi filtriamo e aggiungiamo un cucchiaino di miele. Questo rimedio va assunto ¼ di bicchiere 3 volte al giorno prima dei pasti. La durata di tale trattamento è di 30 giorni, quindi è necessario fare una pausa per 10-15 giorni e ripetere il corso.
  • Insalata deliziosa e sana. Prendi la radice di sedano e grattugia su una grattugia media (non puoi tritarla troppo), aggiungi foglie di prezzemolo tritate finemente, aneto e panna acida. Questa deliziosa insalata va consumata la sera, 15 minuti prima di cena.
  • Cipolla e mela. Devi prendere 1 cipolla di media grandezza, sbucciarla e tritarla con un coltello. Quindi viene presa una mela di varietà agrodolce e anche schiacciata (insieme alla buccia). I due componenti vengono miscelati e un tale rimedio viene utilizzato 1 cucchiaino 2 volte al giorno lontano dai pasti. La durata di tale trattamento è di 30 giorni..

Se hai una storia di malattie dei reni o del sistema urinario, dovresti assolutamente consultare il tuo medico sull'opportunità di tale trattamento..

Dieta

Con l'aiuto di una corretta alimentazione, l'aritmia cardiaca non può essere curata, ma è possibile minimizzare le conseguenze e ridurre i rischi di insorgenza. L'attenzione principale dovrebbe essere prestata all'equilibrio e alla fornitura del muscolo cardiaco con tutti gli oligoelementi necessari. Una nutrizione impropria può diventare uno stimolo per interrompere il funzionamento del sistema endocrino, importanti organi vitali iniziano a funzionare fuori equilibrio.

Quali alimenti sono ammessi per l'aritmia:

  • Grano saraceno, crusca, cetriolo, spinaci, avocado, noci, piselli, fagioli, lievito: sono ricchi di magnesio;
  • Banane, prezzemolo, uvetta, albicocche secche, cavoli, patate: contengono potassio;
  • Mare e latticini, pesce, barbabietole, mais, carciofi, cavoli, semi sono le principali fonti di calcio.

Oltre a quanto sopra, pur seguendo una dieta terapeutica per le aritmie, si consiglia di mangiare alghe brune, e aggiungere cime di barbabietola e carota ad insalate e zuppe. È anche consentito mangiare carne, ma solo varietà a basso contenuto di grassi..

Cosa escludere dalla dieta?

Il cibo dietetico terapeutico per le aritmie esclude completamente i seguenti alimenti:

  • Marinate, cibo in scatola, carni affumicate;
  • Sottaceti;
  • Carni grasse e salse;
  • Piatti piccanti.

Oltre ai prodotti, è importante conoscere le caratteristiche nutrizionali delle aritmie, perché l'esito finale del trattamento dipende dalla loro compliance.

Particolare attenzione nella dieta di un paziente con fibrillazione atriale deve essere posta alla quantità e alla qualità del liquido bevuto. Ci sono diverse regole in questa materia che devono essere seguite:

  • non puoi bere bevande contenenti caffeina - caffè, tè forte, bevande energetiche contenenti estratto di guaranà;
  • la quantità di liquido bevuto al giorno deve essere ridotta a 1,5 litri per ridurre il carico sul cuore;
  • è utile bere tisane di menta, melissa, tiglio e camomilla. Tè verde delicato, acqua minerale da tavola senza gas saranno utili.

Affinché la dieta porti il ​​massimo sollievo al paziente, è necessario aggiungere allo stile di vita una semplice educazione fisica con esercizi delicati, che svilupperà il muscolo cardiaco. È importante bere almeno 1,5 litri di acqua non bollita e non gassata durante il giorno e talvolta anche effettuare giorni di digiuno, durante i quali è consentito bere brodo di rosa canina o acqua senza gas.

Abbiamo scoperto che tipo di malattia è, come sbarazzarsi adeguatamente dei sintomi dell'aritmia. un adulto. Monitora le condizioni del tuo cuore, ascoltalo e se provi disagio, consulta un medico.

Esercizio fisico

In assenza di patologie miocardiche congenite, gli esercizi di respirazione possono essere utilizzati per stabilizzare la frequenza cardiaca. Questo metodo di terapia intensiva non richiede l'assunzione di pillole, ma in pratica non è meno efficace della terapia conservativa..

Non tutti i pazienti comprendono appieno come trattare le aritmie cardiache con l'aiuto di esercizi di respirazione, pertanto, il complesso disponibile a casa è presentato di seguito:

  1. Come riscaldamento, fai respiri rapidi e intermittenti e, dopo 30 secondi, un'espirazione lunga e profonda.
  2. Stringere i pugni e fare 6 respiri, congelare per 15-20 secondi, quindi fare un respiro profondo, aprendo i pugni.
  3. Durante l'inspirazione, inclinati in avanti con le braccia tese davanti a te e durante l'espirazione, torna alla posizione di partenza.
  4. Per il trattamento, solleva i grappoli sopra la testa, fai un respiro profondo e mettiti in punta di piedi, mentre espiri, rilassati il ​​più possibile, abbassa le mani sui glutei.
  5. I medici chiamano esercizi di fisioterapia, rappresentati da nuoto, ciclismo, danza e jogging classico, un'ottima prevenzione delle aritmie cardiache..

Dove andare con l'aritmia?

I disturbi del ritmo cardiaco vengono trattati da un cardiologo o, più precisamente, da un aritmologo. Per diagnosticare i disturbi del ritmo cardiaco, è necessario l'aiuto di un medico diagnostico funzionale qualificato, perché solo lui può determinare correttamente il tipo di disturbo del ritmo cardiaco con l'aiuto di studi speciali: monitoraggio ECG giornaliero, PEEPI e altri.

A molti pazienti viene mostrata la consultazione di un endocrinologo (ad esempio, con diabete mellito o ipertiroidismo), un ginecologo (con un decorso patologico della menopausa). Il trattamento della malattia di base porta spesso a sbarazzarsi delle aritmie. In alcuni casi, i pazienti vengono consultati da un cardiochirurgo per l'installazione di un pacemaker o un'operazione di ablazione con radiofrequenza..

Prevenzione

Per prevenire le aritmie, gli esperti raccomandano di aderire alle seguenti regole e raccomandazioni:

  • monitorare la propria salute, curare eventuali malattie (infettive, ipertensione, patologia tiroidea, disturbi cardiovascolari).
  • mangiare bene (cibi meno dolci, fritti e grassi, più frutta, verdura, erbe); attività fisica moderata (ad esempio, camminare all'aria aperta ogni giorno e fare esercizi mattutini);
  • osservare la routine quotidiana (il sonno sano è un elemento molto importante per la salute);
  • abbandonare le cattive abitudini (bere alcolici, fumare, assumere bevande energetiche e droghe);
  • controllare il peso corporeo, prevenire l'obesità (se è già consentito, quindi provare a perdere peso correttamente);
  • con diabete mellito, controllare lo zucchero nel sangue e con ipertensione, pressione sanguigna;
  • evitare lo stress (gioire, amare, sorridere, ecc.).

La comparsa di alcune aritmie cardiache (fibrillazione atriale, flutter atriale, tachicardia ventricolare) può essere accompagnata da sintomi di insufficienza cardiaca acuta (un forte calo della pressione sanguigna, edema polmonare), insufficienza cardiaca cronica (debolezza generale, rapido affaticamento, mancanza di respiro, edema degli arti inferiori), altre aritmie (blocco AV completo, fibrillazione ventricolare) può portare ad arresto cardiaco e morte clinica.

Le aritmie sono il più delle volte una complicazione di una malattia. Tuttavia, essendo apparsi, sono in grado di aggravare drammaticamente il suo decorso clinico. Non tutte le aritmie sono ugualmente pericolose e significative per la prognosi della malattia e per la vita del paziente:


Articolo Successivo
Coronoventricolografia o CVG