Cardiopatia nei bambini


I bambini sono i fiori della nostra vita. Tutti augurano a suo figlio la migliore salute. Ma a volte non è in potere di amare padri e madri proteggere i propri figli dalle malattie. Un grande cuore genitoriale è pronto a soffrire se stesso, se solo i suoi fiori sono sani.

Prevalenza della malattia

Non è del tutto corretto usare il termine cardiopatia. Dopotutto, la cardiopatia nella sua essenza dovrebbe raccogliere tutte le malattie cardiache. Ciò che ora verrà discusso nel nostro articolo si chiama "cardiomiopatia" (CMP). Questo gruppo è stato originariamente proposto per includere malattie miocardiche di eziologia non chiara (cause) che portano all'espansione delle camere cardiache, insufficienza cardiaca e fine alla morte. Le cardiomiopatie sono malattie non coronariche, ad es. con danno miocardico, i vasi coronarici non sono coinvolti nel processo patologico.

Le più comuni tra tutte le CMP sono le cardiomiopatie dilatate e ipertrofiche. La malattia si verifica 10 volte meno spesso rispetto agli adulti. Più spesso i maschi sono ammalati. Il secondo posto dopo i due indicati è il cosiddetto miocardio "spugnoso" (non compatto). Segue la cardiomiopatia restrittiva, che rappresenta circa il 5% di tutte le cardiomiopatie e, sfortunatamente, come la cardiomiopatia ventricolare destra aritmogena, si verifica più frequentemente nei bambini che negli adulti..

Classificazione

Il più comune tra tutti i KMP

Per le cardiomiopatie nei bambini, non una, ma sono state proposte diverse classificazioni. Tuttavia, non differiscono da quelli utilizzati per la diagnosi nella popolazione adulta. Dal punto di vista fisiopatologico ci sono:

  1. Cardiomiopatia dilatativa. La sua caratteristica principale è lo "stiramento" delle camere cardiache. Aumentano di dimensioni, mentre perdono le loro funzioni..
  2. Cardiomiopatia ipertrofica. La sua caratteristica principale è la predominanza dei processi di ipertrofia (tempra) delle pareti del cuore. In questo caso, la dimensione del cuore potrebbe non essere modificata..
  3. Cardiomiopatia restrittiva. Con questa malattia, il cuore non è in grado di rilassarsi adeguatamente durante la fase di diastole (riempimento).
  4. Cardiomiopatia aritmogena ventricolare destra. Le cellule miocardiche vengono sostituite da tessuto adiposo o fibroso-adiposo e vanno incontro a atrofia. Le pareti della camera diventano più sottili e allungate, la malattia è caratterizzata dal verificarsi di vari disturbi del ritmo.

Secondo un'altra classificazione, tutte le cardiomiopatie sono suddivise in genetiche (ereditarie), non genetiche e miste.

Tutte le cardiomiopatie possono anche essere suddivise in primarie e secondarie.

  1. Il gruppo principale comprende cardiomiopatie, in cui il miocardio è danneggiato in isolamento. La causa della malattia è sconosciuta. Un esempio di cardiomiopatia primaria è la cardiomiopatia congestizia dilatativa, costrittiva ipertrofica, ecc..
  2. Nelle cardiomiopatie secondarie, il danno al muscolo cardiaco si verifica a causa di alcuni processi patologici primari (malattia sistemica, uso di sostanze tossiche, ecc.). In questo caso, la malattia è sintomatica. Un esempio di questo gruppo possono essere le cardiomiopatie associate a gotta, amiloidosi, diabete mellito e altre malattie..

Parliamo di alcune opzioni per la cardiomiopatia nei bambini e negli adolescenti.

Cardiomiopatia secondaria nei bambini

Agenti causali di CMP infettiva

Come accennato in precedenza, la cardiomiopatia secondaria è considerata un danno miocardico con una causa nota. Tale danno è solitamente sistemico. In un altro modo, questo gruppo è chiamato cardiomiopatie specifiche. Comprende i seguenti tipi:

  1. CMP infettivo. Vari agenti patogeni (funghi, virus, batteri, rickettsia, protozoi) possono causare lo sviluppo di una malattia simile.
  2. I CMP endocrini includono danni al muscolo cardiaco in malattie come diabete mellito, feocromocitoma (tumore del midollo surrenale), tireotossicosi, alterato metabolismo dei grassi (obesità), ridotta funzione tiroidea, ecc.
  3. Cardiomiopatie infiltrative e CMP dovute a malattie da accumulo. Infiltrazione in un altro modo significa "ammollo". Come risultato di un metabolismo alterato, le sostanze non necessarie per il corpo "assorbono" il miocardio. Questo gruppo include CMF sullo sfondo di leucemia, sarcoidosi, emocromatosi, amiloidosi, malattia di Pompe, malattia di Gaucher, ecc..

Il quadro clinico è dominato da dolore nella regione del cuore, attacchi di mancanza d'aria, disturbi del ritmo cardiaco (palpitazioni, interruzioni nel lavoro del cuore), svenimenti. Effettuando con attenzione una ricerca diagnostica, il medico può sospettare, sulla base di dati di laboratorio e strumentali, una possibile causa di cardiomiopatia. Il trattamento di tale CMP ha una prognosi più favorevole quando la causa è nota e questo fattore causale può essere influenzato..

Cardiopatia funzionale nei bambini

Cardiopatia funzionale nei bambini

Il concetto di cardiopatia funzionale nei bambini, che implica cambiamenti nel normale funzionamento del cuore, dovrebbe essere distinto dalla cardiomiopatia. Un bambino o un adolescente può lamentarsi di non sentirsi bene. Ma dopo numerosi esami, i genitori hanno improvvisamente l'impressione che il loro amato figlio si rifiuti semplicemente di frequentare il suo istituto scolastico. Il cuore è fantastico! Ma non saltare alle conclusioni. Nella cardiopatia funzionale, la struttura del cuore non viene modificata, ma l'organo non svolge correttamente il suo lavoro nelle condizioni in cui si trova in un dato momento.

Per bambini e adolescenti, tali condizioni possono essere l'inizio dell'anno scolastico, il passaggio alle classi senior, l'ammissione alla palestra, al liceo e ad altre istituzioni educative. Cambiamenti familiari, problemi personali, pubertà. Oltre a questi fattori, la causa della cardiopatia funzionale nei bambini può essere anche malattie della tiroide, cambiamenti ormonali, frequenti infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, ecc. Una volta in un ambiente di maggiore stress emotivo o fisico, anche il cuore inizia a lavorare sotto stress. Ciò significa che il bambino non inventa reclami per se stesso..

Con la cardiopatia funzionale, i bambini e gli adolescenti possono lamentarsi di affaticamento e debolezza. Possono essere disturbati da mal di testa, disagio nella regione del cuore. Spesso, il dolore al cuore ha un carattere lancinante o dolorante, prolungato, che si manifesta spontaneamente. I pazienti possono lamentare una sensazione di mancanza di respiro, palpitazioni, una sensazione di interruzione del lavoro del cuore. I genitori possono notare una diminuzione dell'interesse del bambino per l'apprendimento o una nuova sezione, ecc..

La cardiopatia funzionale può anche essere chiamata un nome diverso. Sicuramente, molti hanno sentito i termini cardiopatia displastica, cardiopatia secondaria, che sono solo sinonimi. Da non confondere, cardiomiopatia e cardiopatia sono concetti completamente diversi. Questa condizione deve essere differenziata dalle possibili malattie esistenti nel paziente. La diagnosi è un'eccezione, quindi, in assenza di dati per la patologia cardiaca, si verifica la cardiopatia funzionale.

Un punto importante nel trattamento del disturbo è identificare il fattore che è stato la causa di tutti i problemi. Dovrebbero essere seguiti il ​​rispetto del regime di carico e riposo, il rifiuto della sezione "extra", il cambiamento della dieta, l'assunzione dei farmaci necessari e le altre raccomandazioni del medico. Dopotutto, sebbene questi siano solo cambiamenti funzionali, non lasciare che seguano il loro corso. C'è il pericolo di cambiamenti organici nel cuore.

Cardiomiopatia secondaria nei bambini

Cardiopatia nei bambini piccoli e di mezza età

Le cardiopatie nei bambini sono un fenomeno abbastanza comune che può avere sia cause congenite che quelle acquisite durante la crescita e lo sviluppo fisico del bambino. Molto spesso, la cardiopatia nei bambini inizia a manifestarsi all'inizio e alla scuola media. Se questo fenomeno è associato a difetti cardiaci congeniti o ha una natura reumatica, i sintomi della cardiopatia possono comparire dal momento in cui nasce il bambino..

Durante l'adolescenza e durante la pubertà, la cardiopatia nei bambini è associata a uno squilibrio ormonale. Ciò può causare un rapido affaticamento di un adolescente, la sua apatia, insufficienza cardiaca, rallentamento dei processi metabolici nel suo corpo. Le conseguenze di un tale fallimento possono essere le più imprevedibili, come la perdita di peso. e mancanza di respiro anche quando si cammina con calma. Qualsiasi lamentela degli adolescenti riguardo al malessere dovrebbe diventare una scusa per i genitori per un esame dettagliato da parte di un medico..

In età precoce, si dovrebbe prestare attenzione al cambiamento nel comportamento del bambino durante i vari giochi all'aperto. Si consiglia inoltre di sottoporsi a visita obbligatoria da parte di un cardiologo almeno una volta all'anno con l'obbligo di prelievo di un elettrocardiogramma. I soffi cardiaci con cardiopatia nei bambini non sono sempre ascoltati. I disturbi del ritmo cardiaco sotto forma di tachicardia ed extrasistole sono già manifestazioni tardive di cardiopatia nei bambini. Non vale la pena portare a questo. Adotta misure tempestive per mantenere la salute di tuo figlio.

Nella stragrande maggioranza dei casi di cardiopatia nei bambini, questa è una violazione dello sviluppo fisiologico dei tessuti del muscolo cardiaco. Tra questi, i più comuni:

  • ispessimento del setto interventricolare;
  • sviluppo anormale del ventricolo destro;
  • sviluppo anormale del ventricolo sinistro;
  • anastomosi arteriosa;
  • disposizione e sviluppo anormale di grandi grandi vasi;
  • stenosi delle valvole cardiache;
  • restringimento delle valvole cardiache;
  • violazioni della conduttività degli impulsi elettrici;
  • spostamento dell'asse elettrico del cuore.

Tutti questi fenomeni di cardiopatia nei bambini possono portare a una violazione del ritmo cardiaco, una riduzione del volume di sangue pompato, insufficienza respiratoria polmonare, insufficienza cardiaca, edema.

Cardiopatia funzionale nei bambini

Esiste un numero abbastanza elevato di tipi di cardiopatia nei bambini di età diverse. I più comuni sono:

  • cardiopatie congenite sotto forma di difetti dello sviluppo intrauterino del muscolo cardiaco (le considereremo più in dettaglio in un altro materiale);
  • gruppo secondario di cardiopatie nei bambini;
  • cardiopatia displastica nei bambini;
  • cardiopatia funzionale nei bambini.

Di quest'ultimo possiamo parlare a lungo. In effetti, la cardiopatia funzionale non è altro che una risposta del corpo di un bambino impreparato a un aumento inaspettato dello stress fisico o nervoso. La cardiopatia funzionale si verifica molto spesso con un insegnamento improprio dell'educazione fisica a scuola. L'insegnante dovrebbe tenere conto non solo dell'età degli studenti, ma anche del loro livello generale di preparazione fisica per certi tipi di stress..

Cardiomiopatie secondarie nei bambini. Funzione diastolica ventricolare sinistra nei bambini con cardiomiopatia secondaria

La struttura della patologia cardiaca ha subito cambiamenti significativi negli ultimi decenni del secolo scorso. In Ucraina, c'è una tendenza persistente verso un aumento della morbilità cardiovascolare non reumatica, comprese le cardiomiopatie secondarie (CMF). La loro prevalenza è aumentata dal 15,6% nel 1994 al 27,79% nel 2004..

Secondo le raccomandazioni del gruppo di lavoro dell'OMS, dell'International Society e della Federation of Cardiology (1995), le cardiomiopatie sono malattie miocardiche associate a funzioni compromesse. Negli ultimi 15 anni sono stati condotti molti studi nella direzione di chiarire le modalità di sviluppo della disfunzione e del danno miocardico, sono stati introdotti nuovi metodi di ricerca. Tutto ciò ha costituito le condizioni per la revisione della classificazione della cardiomiopatia. Così, nel 2004, scienziati italiani hanno espresso l'opinione che il termine "disfunzione cardiaca" dovrebbe coprire non solo una diminuzione della contrattilità miocardica e una violazione della funzione diastolica, ma anche disturbi del ritmo e del sistema di conduzione, uno stato di aumentata aritmogenicità. Nel 2006, l'American Heart Association ha proposto di considerare le cardiomiopatie come “un gruppo eterogeneo di malattie miocardiche associate a disfunzioni meccaniche e / o elettriche, di solito manifestate da ipertrofia o dilatazione inadeguate delle cavità cardiache, e sono dovute a vari fattori, principalmente genetici. La cardiomiopatia può essere limitata alle malattie cardiache o essere parte di un disturbo sistemico generalizzato che porta alla progressione dell'insufficienza cardiaca o alla morte cardiovascolare "..

Una delle principali manifestazioni delle cardiomiopatie secondarie sono le violazioni dei processi di ripolarizzazione sull'ECG. Le opinioni sulla loro interpretazione in letteratura sono ambigue e contraddittorie. Ad esempio, fino a poco tempo fa si credeva che la sindrome della ripolarizzazione precoce dei ventricoli (VRV) fosse una variante della norma. Tuttavia, secondo molti autori, SRPC può essere un marker di condizioni patologiche che si verificano nel miocardio..

I disturbi del ritmo stabile e della conduzione in pazienti con patologia cardiaca in presenza di SRPC si verificano 2-4 volte più spesso e possono essere accompagnati da parossismi di tachicardia sopraventricolare. In uno studio elettrofisiologico, i disturbi parossistici del ritmo sopraventricolare sono indotti nel 37,9% degli individui praticamente sani con SRPC..

Anche nei lavori sperimentali di E. Son-nenblick, E. Braunwald, F. 3. Meerson, è stato dimostrato il contributo congiunto delle disfunzioni sistolica e diastolica nello sviluppo dell'insufficienza cardiaca, ma in seguito è stato rivisto il ruolo prevalente della disfunzione sistolica nello sviluppo dell'insufficienza cardiaca. È noto che una diminuzione della contrattilità e una piccola frazione di eiezione ventricolare sinistra (VS) non sempre determinano il grado di scompenso, tolleranza all'esercizio e prognosi nei pazienti con patologia cardiovascolare..

È stato ora dimostrato che le violazioni delle proprietà diastoliche del miocardio di solito precedono una diminuzione della funzione di pompaggio del ventricolo sinistro e possono, da sole, portare alla comparsa di segni e sintomi di insufficienza cardiaca cronica negli adulti con patologia cardiaca..

Considerando che numerose malattie cardiovascolari iniziano nell'infanzia, lo studio della funzione miocardica diastolica nei bambini con la patologia più comune - la cardiomiopatia secondaria - è un compito importante. Allo stesso tempo, nella letteratura scientifica ci sono solo poche pubblicazioni che caratterizzano le proprietà di rilassamento del miocardio nei bambini con cardiomiopatia secondaria..

Lo scopo del nostro studio era migliorare la diagnosi precoce delle complicanze della cardiomiopatia secondaria nei bambini sulla base della determinazione della funzione diastolica del ventricolo sinistro..

Per valutare lo stato funzionale del sistema cardiovascolare in pazienti con cardiomiopatia secondaria, sono stati esaminati 65 bambini (46 ragazzi e 19 ragazze, età media 14,9 ± 0,3 anni). Molto spesso, cardiomiopatie secondarie sono state rilevate sullo sfondo di disfunzione autonomica - nel 44,62 ± 6,2% dei bambini, patologia endocrina - nel 26,15 ± 5,5%, malattia renale cronica di 1 ° grado - in 18,46 ± 4,9 % Di bambini. Uno dei criteri per l'inclusione nel gruppo di studio erano le violazioni della ripolarizzazione del miocardio ventricolare sull'ECG.

Il gruppo 1 (40 bambini, 22 ragazzi e 18 ragazze, età media 14,8 ± 0,4 anni) comprendeva bambini con processi di ripolarizzazione alterati (CPD) aspecifici sull'ECG sotto forma di diminuzione dell'ampiezza e inversione dell'onda T, depressione ed elevazione Segmento ST relativo all'isoline di 2 mm o più, allungamento dell'intervallo QT di 0,05 s o più, in base alla frequenza cardiaca. Il gruppo 2 (25 bambini, 24 ragazzi e 1 ragazza, età media 15,1 + 0,4 anni) era costituito da pazienti con SRDS all'ECG.

Tra i bambini del 1 ° gruppo, il CPD è stato più spesso registrato sullo sfondo di disfunzione vegetativa (45,0 ± 8,0%) e cambiamenti metabolici (35,0 ± 7,6%), in particolare sullo sfondo del diabete mellito di tipo 1 (15,0 ± 5,7%). Tra i pazienti del 2 ° gruppo, prevalevano i bambini con manifestazioni di disfunzione autonomica (44,0 + 10,1%), nel 20,0 ± 8,2% della SRAD esaminata è stata registrata sullo sfondo di displasia del tessuto connettivo indifferenziato e malattia renale cronica di 1 ° grado.

La determinazione della funzione diastolica del cuore è stata effettuata sulla base dei parametri del flusso trasmittente durante uno studio ecocardiografico Doppler a onde pulsate utilizzando una macchina ad ultrasuoni AU3Partner di Esaote Biomedica (Italia). I criteri di inclusione per lo studio erano l'assenza di rigurgito mitralico nei bambini, stenosi mitralica (come fattori che alterano la funzione diastolica del ventricolo sinistro) o tachicardia superiore a 110-120 battiti / min..

Per valutare la funzione diastolica del VS, sono stati misurati i seguenti parametri: portata massima nella fase di riempimento diastolico precoce del VS (E, m / s), velocità di flusso nella fase di riempimento del VS diastolico tardivo nella sistole atriale (A, m / s), tempo di accelerazione della portata in la fase di riempimento diastolico precoce del VS (ATE, s), il tempo di decelerazione della portata nella fase di riempimento diastolico precoce (DTe, s), il tempo di rilassamento isovolumetrico del VS (IVRT, s). Sulla base dei valori ottenuti dei parametri di velocità e tempo del flusso trasmittente, sono stati calcolati: il rapporto delle velocità nella fase di riempimento diastolico precoce e tardivo del VS (E / A), l'indice di compliance miocardica (IPM). IPM è il rapporto tra il tempo necessario per raggiungere la portata massima e il tempo per ridurre della metà la portata nella fase iniziale di riempimento diastolico (ATe / DTe / 2). Secondo M. Johnson, l'IPM consente di valutare la rigidità diastolica del miocardio indipendentemente dalla frequenza cardiaca.

Per gli indicatori normativi della funzione diastolica del cuore, sono stati presi i dati ottenuti durante l'esame del gruppo di controllo di 20 bambini praticamente sani, che non avevano disturbi cardiaci, malattie cardiache organiche e gli indicatori della funzione sistolica non differivano da quelli normativi..

Analizzando gli indicatori del flusso trasmittente nel 78,1 ± 7,2% dei bambini esaminati del 1 ° gruppo con CPD aspecifica, è stata registrata una disfunzione diastolica del ventricolo sinistro. Tra i bambini del 2 ° gruppo con CPDS, la disfunzione diastolica del ventricolo sinistro è stata registrata nel 65,0 + 11,6% dei pazienti. L'elevata incidenza di disfunzione diastolica nei pazienti esaminati può essere dovuta a disordini metabolici del miocardio nei bambini con diabete mellito di tipo 1 o manifestazioni di ipersimpaticotonia in pazienti con disfunzione autonomica..

Abbiamo identificato tipi restrittivi e pseudo-normali di disfunzione diastolica del ventricolo sinistro (figura). Non c'erano differenze significative nel tipo di disfunzione diastolica LV nei bambini del 1 ° e 2 ° gruppo. Tuttavia, va notato che il tipo restrittivo più sfavorevole di disfunzione diastolica del ventricolo sinistro è stato rilevato più spesso tra i bambini del 1 ° gruppo ed è stato accompagnato da una diminuzione della funzione contrattile del cuore (50,0% degli esaminati, ð decorso dei bambini nel gruppo, funzione diastolica, insufficienza cardiaca

Cardiopatia nei bambini e negli adolescenti: cos'è, cause, sintomi e trattamento

La cardiopatia è una patologia del muscolo cardiaco. Con un'attenzione insufficiente alla malattia, si sviluppa in gravi problemi, ad esempio l'insufficienza cardiaca. La cardiopatia pediatrica è associata a uno sviluppo anormale del cuore, ma altre varietà sono sempre più comuni, quindi i genitori dovrebbero pensare seriamente a cosa sia: cardiopatia negli adolescenti e nei bambini?

Esistono due tipi principali di cardiopatia negli adolescenti e nei bambini:

  • Congenita
  • Acquisite.

Esternamente, la differenza tra queste varietà a volte è abbastanza difficile da identificare. Sebbene la cardiomiopatia neonatale possa essere diagnosticata nelle prime due settimane di vita, questa presentazione precoce è ancora rara. Molto spesso, fino a circa 7 anni, il bambino praticamente non si lamenta dei sintomi della cardiopatia congenita. A volte l'osservazione del comportamento del bambino durante i giochi all'aperto può diventare motivo di preoccupazione, tuttavia, nella maggior parte dei casi, il difetto congenito non si fa sentire fino all'età di 7-12 anni.

La stessa età nei bambini coincide con la comparsa della cardiopatia acquisita. La seconda ondata di disturbi del dolore cardiaco di solito si verifica più vicino ai 15 anni, quando l'adolescente entra nella pubertà.

La patologia acquisita può essere suddivisa in molte altre categorie, a seconda delle cause della manifestazione della malattia:

  1. Cardiomiopatia secondaria nei bambini. La patologia si verifica a causa di alcune malattie durante l'infanzia. Sebbene il gruppo di rischio per le malattie associate includa patologie come la miocardite o l'asma, le malattie cardiache possono svilupparsi sullo sfondo di un naso che cola lungo o del comune raffreddore..
  2. Funzionale. Le malattie cardiache in questo caso sono la risposta del corpo a uno sforzo fisico eccessivo. I giochi all'aperto per bambini sono comuni; non causeranno patologie funzionali. Ma le lezioni in varie sezioni sportive possono portare a malattie. Di solito è colpa dell'allenatore o dell'insegnante per aver costretto il bambino a eseguire un carico troppo pesante per la sua età..

Altre varietà possono essere distinte in questa classificazione. Ad esempio, la cardiopatia tonsillogenica si sviluppa spesso anche nei bambini, poiché è associata alla presenza di tonsillite nelle tonsille e nelle adenoidi. E la cardiopatia infettiva-tossica può essere considerata sia un modello secondario che una malattia isolata.

È necessario evidenziare la classificazione della patologia associata a quale tipo di cambiamenti si verificano nel cuore. L'essenza della varietà dilatata è che i muscoli del ventricolo sinistro sono allungati. Infatti le pareti cardiache non cambiano il loro spessore, tuttavia, a causa dell'aumento del volume della zona cardiaca, le contrazioni muscolari non sono acute e abbastanza forti per il normale lavoro. Inoltre, questo tipo può essere definito stagnante, poiché il movimento del sangue è notevolmente rallentato. Sebbene nella maggior parte dei casi la cardiopatia dilatativa sia classificata come una malattia acquisita, la possibilità di un difetto congenito non è esclusa..

La cardiopatia ipertrofica si esprime come ispessimento delle pareti. Tuttavia, perdono anche la loro elasticità, quindi è necessario uno sforzo maggiore dal cuore per il normale flusso sanguigno. La malattia può anche essere congenita e acquisita; la patologia congenita è influenzata dall'ereditarietà e non da problemi con lo sviluppo intrauterino.

Il termine cardiopatia displastica nei bambini è usato solo nel territorio dei paesi post-sovietici. Il suo secondo nome è restrittivo. Si vede raramente durante l'infanzia, sebbene in epoca sovietica i medici di solito assegnassero questa categoria. L'essenza di questo tipo è che il tessuto muscolare è sostituito dal tessuto connettivo.

Le ragioni

La cardiopatia congenita è associata allo sviluppo intrauterino, pertanto, durante la gravidanza, le donne devono essere periodicamente esaminate da un medico, oltre che per monitorare la loro salute. Si consiglia di rinunciare alle cattive abitudini che hanno un impatto sulla formazione del feto..

Purtroppo, anche in questo caso, non vi è alcuna garanzia che il bambino nasca completamente sano. Per la patologia congenita, ereditarietà e problemi cardiaci nei parenti più prossimi giocano un ruolo importante. Molto spesso vengono "ripetuti" nel bambino.

In parte, le cause della cardiopatia acquisita sono state considerate nel paragrafo precedente:

  • Attività fisica eccessiva;
  • Conseguenze di malattie passate.

Questi fattori molto spesso influenzano le condizioni del muscolo cardiaco e portano a cambiamenti. Tuttavia, se la malattia si manifesta nell'adolescenza, i livelli ormonali diventano la causa. Inoltre, gli adolescenti sono spesso influenzati da fattori esterni sotto forma di stress e nevrosi, quindi possono comparire molti sintomi se il bambino è preoccupato. Questo è meno tipico per i bambini piccoli, sebbene siano possibili eccezioni per i bambini piccoli provenienti da famiglie svantaggiate che vivono costantemente sotto stress..

Sintomi

Un bambino con cardiopatia funzionale presenta gli stessi sintomi di una patologia congenita. Prima di tutto, è la stanchezza. I bambini in età prescolare sono molto mobili, quindi puoi notare alcuni sintomi nelle prime fasi durante i giochi all'aperto.

Sebbene un bambino a questa età non sia sempre in grado di descrivere la sua condizione, con un'osservazione costante, c'è un netto rifiuto dei giochi all'aperto per un breve periodo. Ciò è dovuto al fatto che nei momenti di attività il cuore deve pompare il sangue più velocemente, con la cardiopatia ci sono problemi con questo, quindi il bambino sente dolore al cuore. Secondo una specifica serie di sintomi, il medico può localizzare il problema nel cuore..

Ad esempio, con patologia del ventricolo sinistro o dell'atrio, il bambino ha una resistenza molto bassa. Non è in grado di esercitare per molto tempo, si stanca molto rapidamente. Durante il periodo di carico particolarmente attivo, si verificano attacchi di tachicardia. Esternamente, il bambino è molto pallido, questo è particolarmente evidente nel triangolo naso-labiale, dove la pelle, a causa della mancanza di ossigeno, può emanare blu.

Se la malattia colpisce l'atrio o il ventricolo destro, oltre al dolore al cuore, il bambino durante l'attività fisica sentirà non solo debolezza. La sudorazione aumenterà, i bambini spesso hanno edema. La mancanza di respiro accompagna il bambino anche con poco sforzo. Presta attenzione anche alla tosse. In questo caso, non è una conseguenza della malattia, poiché oltre alla tosse e ai sintomi precedentemente elencati, il bambino non si lamenta della sua salute.

I genitori dovrebbero essere più attenti e ascoltare le lamentele dei bambini, oltre a prestare attenzione al loro comportamento. Stanchezza troppo frequente, vertigini e mancanza di respiro sono già un motivo serio per condurre un esame, la diagnostica può facilmente identificare la causa della condizione.

La cardiopatia secondaria nei bambini è più varia in termini di sintomi, poiché la maggior parte di essi non è direttamente correlata a problemi cardiaci. In primo piano sono i segni di una malattia in corso. Poiché il bambino è in trattamento in questo momento, il pediatra stesso deve sospettare la possibilità di sviluppare patologie cardiache e inviarlo al cardiologo, dove è già in corso la diagnosi diretta.

Diagnostica

La cardiopatia è più difficile da diagnosticare nei neonati, quindi i problemi cardiaci vengono solitamente sospettati al momento del parto. Di solito si tratta di asfissia, trauma alla nascita e infezione. La cardiopatia post-ipossica più comunemente diagnosticata nei neonati. Ognuno di questi punti può portare a un monitoraggio più attento del neonato nelle prime settimane di vita..

Per la diagnosi diretta, vengono utilizzati 3 metodi principali:

  • Ultrasuoni del cuore;
  • ECG;
  • Ecocardiografia.

I problemi cardiaci influenzano il suo ritmo e, con l'aiuto di questi metodi, puoi studiare a fondo il battito cardiaco e fare una diagnosi. Ad esempio, per un ECG, gli elettrodi vengono posizionati su aree diverse, che corrispondono a diverse aree del cuore. Il diagramma finito disegna un'immagine per ogni sito, che consente di determinare un tipo specifico di malattia.

In alcuni casi, un cardiologo può ordinare un'ulteriore radiografia del torace. Questa "foto" del muscolo cardiaco permette di vedere quanto è ingrandito il ventricolo. Molto spesso, i raggi X sono prescritti per la cardiopatia dilatativa..

Trattamento

Il trattamento della cardiopatia nei bambini e negli adolescenti è abbastanza efficace. Se aderisci a tutte le raccomandazioni del medico, la malattia rimarrà solo un ricordo d'infanzia. Va notato che il trattamento è solitamente piuttosto lungo e dipende in gran parte dal tipo di patologia..

Il trattamento principale è la terapia farmacologica. Un set di farmaci è prescritto solo da un medico, in base alle caratteristiche individuali del corpo e della malattia. Vengono spesso prescritti verapamil, anaprilina, ACE inibitori e farmaci a base di valeriana. A volte la terapia ormonale viene utilizzata per il trattamento cardinale..

La cardiopatia funzionale nei bambini può essere trattata con trattamenti termali che utilizzano la fisioterapia. Inoltre, come raccomandazione, i genitori sono istruiti a monitorare la routine quotidiana del bambino. Dovrebbe trascorrere più tempo all'aria aperta, impegnarsi in esercizi di fisioterapia. Viene prescritta anche una dieta speciale. La presenza anche di un comune raffreddore con cardiopatia dovrebbe essere la ragione per andare dal medico.


Articolo Successivo
Come alleviare l'infiammazione di una vena dopo un catetere