Trombocitopenia


La trombocitopenia è un gruppo di malattie o sindromi in cui si verifica una diminuzione del numero di piastrine nel sangue inferiore a 150 * 109 in un litro.

A questa malattia viene assegnato il codice ICD D69 10. Le piastrine o piastrine sono cellule piatte che non hanno nuclei. Hanno una forma rotonda irregolare.

Il diametro della cella è fino a 4 micron e il suo spessore è fino a 0,5 micron.

Cos'è?

La trombocitopenia è una condizione patologica caratterizzata da una diminuzione del numero di piastrine circolanti nel sangue periferico, inferiore a 150.000 in un microlitro. Ciò è accompagnato da un aumento del sanguinamento e dalla cessazione ritardata del sanguinamento da piccoli vasi. La trombocitopenia può essere una malattia del sangue indipendente e può anche essere un sintomo di varie patologie di altri organi e sistemi..

Proprietà piastriniche

Le piastrine, le cellule del sangue, sono prodotte nel midollo osseo, vivono per poco più di una settimana e si degradano nella milza (la maggior parte) e nel fegato. Sono arrotondati e sembrano lenti. Più grande è la dimensione delle piastrine, più giovane è. Gli scienziati hanno notato da tempo al microscopio che sotto qualsiasi azione di stimoli si gonfiano, rilasciano processi villosi, aderiscono l'uno all'altro.

I compiti principali delle piastrine nel corpo:

  • protezione dal sanguinamento: unendo le cellule si formano coaguli di sangue, che si sovrappongono al vaso ferito;
  • sintesi di fattori di crescita che influenzano i processi di riparazione dei tessuti (epitelio delle membrane di vari organi, endotelio della parete vascolare, cellule dei fibroblasti ossei).

Il livello delle piastrine oscilla: diminuisce di notte, in primavera, nelle donne durante le mestruazioni, la gravidanza. È noto che la mancanza di vitamina B12 e acido folico nel cibo riduce il numero di piastrine. Tali fluttuazioni sono temporanee, di natura fisiologica..

Il livello normale di piastrine nel sangue è 150 mila in un microlitro (150 x 109 / l). L'importo al di sotto di questa cifra è indicato come trombocitopenia, condizioni patologiche.

Classificazione

La trombocitopenia viene solitamente classificata sulla base di una serie di segni: cause, natura della sindrome, fattore patogenetico, gravità delle manifestazioni emorragiche. Secondo il criterio eziologico, si distinguono le trombocitopenie primarie (idiopatiche) e secondarie (acquisite). Nel primo caso, la sindrome è una malattia indipendente; nel secondo, si sviluppa di nuovo, con una serie di altri processi patologici.

La trombocitopenia può essere acuta (che dura fino a 6 mesi, con insorgenza improvvisa e rapida diminuzione della conta piastrinica) e cronica (che dura più di 6 mesi, con un aumento graduale delle manifestazioni e una diminuzione della conta piastrinica).

Tenendo conto del principale fattore patogenetico, ci sono:

  • trombocitopenia da diluizione
  • distribuzione della trombocitopenia
  • consumo di trombocitopenia
  • trombocitopenia dovuta a insufficiente formazione di piastrine
  • trombocitopenia dovuta all'aumentata distruzione delle piastrine: non immune e immune (alloimmune, autoimmune, transimmune, eteroimmune)

Il criterio per la gravità della trombocitopenia è il livello delle piastrine nel sangue e il grado di emostasi compromessa:

  • I - conta piastrinica 150-50x109 / l - emostasi soddisfacente
  • II - conta piastrinica 50-20 x 109 / l - con traumi minori, emorragie intradermiche, petecchie, sanguinamento prolungato da ferite
  • III - conta piastrinica 20x109 / le inferiore - si sviluppa sanguinamento interno spontaneo.

Le ragioni per lo sviluppo della patologia

Spesso la causa della malattia è una reazione allergica del corpo a vari farmaci, a seguito della quale si osserva trombocitopenia da farmaco. Con un tale malessere, il corpo produce anticorpi diretti contro il farmaco. I farmaci che influenzano l'aspetto dell'insufficienza circolatoria del sangue dei corpi includono sedativi, alcaloidi e agenti antibatterici.

Anche i problemi di immunità causati dalle conseguenze delle trasfusioni di sangue possono essere cause di carenza..

Soprattutto spesso la malattia si manifesta quando i gruppi sanguigni non corrispondono. La trombocitopenia autoimmune è più spesso osservata nel corpo umano. In questo caso, il sistema immunitario non è in grado di riconoscere le sue piastrine e le respinge dall'organismo. Come risultato del rigetto, vengono prodotti anticorpi per rimuovere le cellule estranee. Le ragioni di questa trombocitopenia sono:

  1. Insufficienza renale patologica ed epatite cronica.
  2. Lupus, dermatomiosite e sclerodermia.
  3. Malattie della leucemia.

Se il disturbo ha una forma pronunciata di una malattia isolata, allora si chiama trombocitopenia idiopatica o malattia di Werlhof (codice ICD-10: D69.3). L'eziologia della porpora trombocitopenica idiopatica (ICD-10: D63.6) rimane poco chiara, ma gli scienziati medici sono inclini a credere che la causa sia una predisposizione ereditaria.

Caratteristica è anche la manifestazione della malattia in presenza di immunodeficienza congenita. Queste persone sono più suscettibili ai fattori di insorgenza della malattia e le ragioni di ciò sono:

  • danno al midollo osseo rosso dall'esposizione a droghe;
  • l'immunodeficienza porta a danni ai megacariociti.

Esiste una natura produttiva della malattia, che è dovuta alla produzione insufficiente di piastrine da parte del midollo osseo. In questo caso, si verifica la loro insufficienza e di conseguenza sfocia nel malessere. Le cause sono considerate mielosclerosi, metastasi, anemia, ecc..

La mancanza di piastrine nel corpo è osservata nelle persone con una composizione ridotta di vitamina B12 e acido folico. Un'eccessiva esposizione radioattiva o alle radiazioni non è esclusa per la comparsa di insufficienza delle cellule del sangue.

Pertanto, ci sono due tipi di cause che influenzano l'insorgenza della trombocitopenia:

  1. Portare alla distruzione delle cellule del sangue: porpora trombocitopenica idiopatica, anomalie autoimmuni, chirurgia cardiaca, disturbi circolatori clinici nelle donne in gravidanza ed effetti collaterali dei farmaci.
  2. Contribuire a una diminuzione della produzione di anticorpi da parte del midollo osseo: influenze virali, manifestazioni metastatiche, chemioterapia e radiazioni, nonché consumo eccessivo di alcol.

Primi segni

La trombocitopenia di solito si presenta con i seguenti sintomi:

  • tendenza all'emorragia intradermica (porpora);
  • gengive sanguinanti;
  • mestruazioni abbondanti nelle donne;
  • sangue dal naso;
  • sanguinamento gastrointestinale;
  • emorragia negli organi interni.

Va notato che i sintomi elencati non sono specifici e possono manifestarsi anche in altre patologie..

Sintomi di trombocitopenia

Indipendentemente dalla causa della trombocitopenia negli adulti, una diminuzione del numero di piastrine nel sangue si manifesta con i seguenti sintomi:

  1. Sul corpo umano si trovano più emorragie sottocutanee, che possono essere presentate sia sotto forma di piccoli punti che sotto forma di grandi ematomi. Inoltre, si formano anche con un leggero colpo o altro impatto fisico..
  2. L'eruzione cutanea può essere di colore blu, marrone, verde o giallastro. Ciò indica che non sono apparsi contemporaneamente, ma in momenti diversi (alcuni stanno passando, altri sono abbastanza freschi).
  3. Le emorragie si verificano spesso anche nel bulbo oculare.
  4. Può svilupparsi sanguinamento degli organi interni, compreso il cervello.
  5. A volte un sintomo di trombocitopenia è una milza ingrossata.
  6. Le emorragie si trovano sulle braccia e sulle gambe, sull'addome, sul viso, nella bocca, sul petto.
  7. Una persona nota un aumento del sanguinamento delle gengive, è preoccupato per il sangue dal naso, che si verifica abbastanza spesso.
  8. Le donne hanno periodi prolungati e il sanguinamento vaginale si verifica anche tra i cicli.
  9. Sullo sfondo della trombocitopenia, il sanguinamento dopo l'intervento chirurgico è un pericolo per la vita umana. Inoltre, l'intervento non deve essere necessariamente globale. Stiamo anche parlando della rimozione dei denti o del tessuto troppo cresciuto delle tonsille.

I sintomi della trombocitopenia sono spiegati non solo dal fatto che il sangue perde la sua capacità di coagulare, ma anche dal fatto che aumenta la permeabilità della parete vascolare. Il sangue non può coagulare a causa del fatto che la produzione di un enzima è interrotta, che è responsabile dell'adesione delle piastrine alla parete vascolare, nonché delle loro dimensioni normali. I vasi perdono la loro normale permeabilità a causa del fatto che i processi della loro nutrizione, di cui sono responsabili le piastrine, vengono interrotti. L'effetto è esercitato da un basso livello di serotonina, che è prodotta anche dalle piastrine e regola le normali contrazioni della parete vascolare.

Trombocitopenia durante la gravidanza

Si nota che il numero di piastrine durante la gravidanza cambia in modo non uniforme, perché lo stato individuale del corpo della donna è di grande importanza qui. Se la donna incinta è sana, potrebbe esserci una leggera diminuzione delle piastrine. Ciò è dovuto a una diminuzione del periodo della loro vita e alla loro maggiore partecipazione al processo di circolazione periferica.

Con una bassa conta piastrinica, compaiono i prerequisiti per lo sviluppo della trombocitopenia. La ragione di ciò è una diminuzione della formazione di piastrine, un alto grado di morte o consumo. Clinicamente, la malattia è espressa da sanguinamento ed emorragia sottocutanea. I fattori di carenza piastrinica sono un'alimentazione inadeguata di una donna incinta, un'eziologia immunitaria compromessa o una perdita di sangue cronica. Pertanto, le piastrine non vengono prodotte o acquisiscono una forma irregolare..

Per diagnosticare la trombocitopenia, viene eseguito un test di coagulazione del sangue sotto forma di un coagulogramma. Questo è un metodo molto informativo e accurato. L'importanza di ottenere informazioni sulla conta piastrinica nel sangue è che permette di evitare gravi complicazioni durante il parto. Quindi in un bambino con trombocitopenia immunitaria durante il parto, lo sviluppo di emorragie interne è alto, il più pericoloso dei quali è l'emorragia cerebrale. In questo scenario, il medico curante decide se sottoporsi a un parto chirurgico. Nella maggior parte dei casi, questa malattia non minaccia la salute del bambino..

Diagnostica

Il primo metodo per rilevare la trombocitopenia è un esame del sangue clinico. In esso viene rilevata una carenza di cellule, viene valutata la maturità degli elementi rimanenti. Questo è importante per determinare la causa della malattia. Se sospetti una violazione della formazione e della maturazione delle piastrine, viene prescritta una puntura del midollo osseo.

Al fine di escludere una carenza di fattori della coagulazione, viene esaminato un coagulogramma e vengono determinati gli anticorpi alle piastrine se vi sono segni di natura autoimmune della malattia. Oltre a questi metodi, si raccomandano l'ecografia del fegato e della milza, la radiografia del torace, gli esami del sangue immunologici.

Trattamento della trombocitopenia

Il trattamento delle trombocitopenie sintomatiche associate ad altre malattie richiede una terapia primaria per la malattia sottostante.

Forme affilate

La trombocitopenia nel periodo acuto deve essere trattata in un ospedale, dove il paziente è ricoverato. Viene prescritto un rigoroso riposo a letto fino al raggiungimento del livello fisiologico (150 mila per μl) di piastrine.

Nella prima fase del trattamento, al paziente vengono prescritti farmaci corticosteroidi, che impiega fino a 3 mesi, la rimozione della milza, se non c'è scelta, è pianificata nella seconda fase e la terza fase del trattamento è prevista per i pazienti dopo la splenectomia. Consiste nell'uso di piccole dosi di prednisolone e plasmaferesi terapeutica.

Di norma, si evitano iniezioni endovenose di piastrine donatrici, soprattutto nei casi di trombocitopenia immunitaria a causa del rischio di aggravare il processo.

Le trasfusioni di piastrine danno un meraviglioso effetto terapeutico se vengono selezionate appositamente (specificamente per questo paziente) secondo il sistema HLA, tuttavia, questa procedura è molto laboriosa e inaccessibile, quindi, con anemizzazione profonda, è preferibile trasfondere massa di eritrociti lavati scongelati.

Va ricordato che i farmaci che violano la capacità di aggregazione delle cellule del sangue (aspirina, caffeina, barbiturici, ecc.) Sono vietati a un paziente con trombocitopenia, che, di regola, il medico lo avverte quando viene dimesso dall'ospedale.

Ulteriore trattamento

I pazienti con trombocitopenia richiedono un'ulteriore osservazione da parte di un ematologo e dopo la dimissione dall'ospedale. Viene eseguito un paziente che necessita di igiene di tutti i focolai di infezione e sverminazione, viene informato che ARVI e esacerbazione di malattie concomitanti provocano una reazione appropriata delle piastrine, quindi indurimento, esercizi di fisioterapia, sebbene dovrebbero essere obbligatori, vengono introdotti gradualmente e con attenzione.

Inoltre, è previsto che il paziente tenga un diario alimentare, in cui i pasti sono attentamente programmati per la trombocitopenia. Lesioni, sovraccarichi, assunzione incontrollata di farmaci e alimenti apparentemente innocui possono provocare una ricaduta della malattia, sebbene la prognosi sia generalmente favorevole..

Una dieta per la trombocitopenia ha lo scopo di eliminare i cibi allergenici e saturare la dieta con vitamine del gruppo B (B12), acido folico, vitamina K, che prende parte al processo di coagulazione del sangue.

Dieta e regole nutrizionali

Una dieta specifica per pazienti con una storia di trombocitopenia comprende un gruppo di prodotti contenenti componenti coinvolti nella costruzione della struttura portante delle cellule del sangue, nella separazione e formazione delle cellule del sangue. È molto importante rifiutare le sostanze che inibiscono il grado di influenza nella fase dell'ematopoiesi..

La dieta dovrebbe essere ricca di proteine, principalmente di origine vegetale, cianocobalomina o vitamina B 12, e i prodotti devono contenere acido folico e ascorbico. La ragione di ciò è che con questa patologia si verifica una violazione del metabolismo delle purine. Ciò porta ad una diminuzione del consumo di prodotti animali. Le proteine ​​vengono reintegrate da alimenti vegetali contenenti soia: fagioli, piselli e altri. Il cibo per la trombocitopenia dovrebbe essere dietetico, includere una varietà di verdure, frutta, bacche ed erbe. I grassi animali dovrebbero essere limitati e sostituiti meglio con girasole, oliva o qualche altro tipo di olio.

Un elenco approssimativo di piatti inclusi nel menu dei pazienti con trombocitopenia:

  • brodo di pollo, che porta ad un aumento dell'appetito;
  • prodotti da forno a base di farina di segale o frumento;
  • la zuppa dovrebbe essere il primo piatto;
  • insalate di olio vegetale alle erbe;
  • piatti di pesce con varietà di pesce a basso contenuto di grassi;
  • prodotti a base di carne di pollame sottoposti a vari trattamenti termici;
  • i contorni sono a base di cereali, pasta;
  • non ci sono restrizioni sulle bevande.

Affinché la terapia nutrizionale sia benefica e aiuti nel trattamento della trombocitopenia, è importante seguire alcune regole. In primo luogo, gli alimenti contenenti tiamina e azoto sono necessari per controllare il rilascio di nuovi globuli dalla milza. In secondo luogo, la struttura portante dei globuli sanguigni richiede un apporto sufficiente di lisina, metionina, triptofano, tirosina, lecitina e colina, che appartengono al gruppo degli amminoacidi essenziali. In terzo luogo, la divisione delle cellule del sangue è impossibile senza tali oligoelementi come cobalto, vitamine del gruppo B, sostanze contenenti acido ascorbico e folico. E quarto, la qualità dell'emopoiesi dipende dalla presenza di piombo, alluminio, selenio e oro nel sangue. Hanno un effetto tossico sul corpo.

Conseguenze e complicazioni

Le principali manifestazioni della trombocitopenia sono emorragie e sanguinamento. A seconda della loro localizzazione e intensità, possono svilupparsi varie complicazioni, a volte pericolose per la vita.

Le complicazioni più formidabili della trombocitopenia sono:

  1. Emorragia cerebrale. È una manifestazione relativamente rara, ma la più formidabile della trombocitopenia. Può verificarsi spontaneamente o con trauma cranico. L'insorgenza di questa condizione è, di regola, preceduta da altri sintomi della malattia (emorragie nella mucosa orale e nella pelle del viso, sangue dal naso). Le manifestazioni dipendono dal sito dell'emorragia e dal volume di sangue che scorre. La prognosi è infausta: circa un quarto dei casi è fatale.
  2. Emorragia retinica. È una delle manifestazioni più pericolose della trombocitopenia ed è caratterizzata dalla saturazione della retina dell'occhio con il sangue rilasciato dai capillari danneggiati. Il primo segno di emorragia retinica è il deterioramento dell'acuità visiva, dopo di che può apparire la sensazione di un punto negli occhi. Questa condizione richiede cure mediche qualificate urgenti, in quanto può portare alla perdita della vista completa e irreversibile..
  3. Anemia post-emorragica. Molto spesso si sviluppa con forti emorragie nel sistema gastrointestinale. Non è sempre possibile diagnosticare immediatamente e, a causa della maggiore fragilità dei capillari e di un numero ridotto di piastrine, il sanguinamento può continuare per diverse ore e spesso ripresentarsi (ripetizione). Clinicamente, l'anemia si manifesta con pallore della pelle, debolezza generale, vertigini e la morte può verificarsi se si perdono più di 2 litri di sangue..

Trombocitopenia

Informazione Generale

Una condizione chiamata trombocitopenia è caratterizzata da una diminuzione del numero di piastrine nel sangue a meno di 150 x 10 in 9 / L. Di conseguenza, il paziente ha un aumento del sanguinamento e difficoltà a fermare l'emorragia. La trombocitopenia (codice ICD-10 - D69.6 Trombocitopenia, non specificata) può accompagnare malattie ematologiche. Tuttavia, viene diagnosticata anche una malattia indipendente: porpora trombocitopenica idiopatica (codice ICD-10 - D69.3), nonché una forma autoimmune della malattia.

Parlando di trombocitopenia: che tipo di malattia è, va notato che si sviluppa a causa di una ridotta produzione di piastrine o della loro distruzione troppo attiva. La forma più comunemente diagnosticata della malattia è autoimmune. Inoltre, questa condizione può svilupparsi sullo sfondo di una serie di malattie: herpes, epatite, HIV, mononucleosi infettiva, influenza. Alcuni fattori esogeni possono anche provocarlo. Cos'è la trombocitopenia, le cause e il trattamento di questa malattia sono descritti in dettaglio in questo articolo..

Patogenesi

Le piastrine sono cellule del sangue prodotte nel midollo osseo. Nel corpo vivono poco più di una settimana, dopodiché si disintegrano nella milza e nel fegato. La funzione principale di queste cellule nel corpo è quella di prevenire lo sviluppo di sanguinamento. Le cellule si uniscono e si forma un coagulo di sangue, che blocca il vaso ferito. Inoltre, determinano la sintesi dei fattori di crescita che influenzano i processi di riparazione dei tessuti. La conta piastrinica può variare a seconda dell'influenza di determinati fattori. Tuttavia, tali fluttuazioni sono fisiologiche e temporanee. Normalmente, il livello di queste cellule è 150mila per microlitro (150 x 109 / l). Se la conta piastrinica diminuisce, è trombocitopenia.

Attualmente, la patogenesi di questa malattia non è sufficientemente compresa..

Il meccanismo di sviluppo della malattia può essere associato ai seguenti fattori:

  • violazione della produzione di piastrine da parte del midollo osseo;
  • violazione della loro distribuzione nel letto vascolare;
  • inferiorità delle piastrine e loro maggiore distruzione.

La porpora trombocitopenica idiopatica si sviluppa a seguito di una reazione autoimmune diretta contro le proprie piastrine. Questa risposta immunitaria è un processo ciclico complesso che coinvolge linfociti B, linfociti T, macrofagi, cellule NK e citochine. Gli anticorpi contro le piastrine non vengono sempre rilevati nel sangue.

Nei bambini, la ITP si sviluppa spesso dopo infezioni virali respiratorie acute. Quando la conta piastrinica scende al di sotto di 10 x 109 / L, il periodo di sanguinamento si allunga.

Come si manifesta la trombocitopenia??

Classificazione

La malattia è suddivisa secondo diversi criteri. Tenendo conto dell'origine, si determina:

  • Trombocitopenia primaria: lo sviluppo è associato a una violazione dei processi di emopoiesi, la produzione di anticorpi nel corpo che distruggono le piastrine.
  • Trombocitopenia secondaria - si sviluppa sullo sfondo di altre malattie. La forma secondaria della malattia può anche essere il risultato di gravi avvelenamenti, radiazioni, alcolismo.

I tipi di trombocitopenia sono determinati da:

  • Trombocitopenia immunitaria: questa condizione si sviluppa se il sistema immunitario inizia a percepire le piastrine come agenti estranei. Di conseguenza, la trombocitopenia immunitaria porta alla distruzione delle piastrine da parte del sistema immunitario del corpo..
  • Trombocitopenia essenziale: questa forma della malattia colpisce più spesso le persone anziane, dopo 50 anni. La forma essenziale si sviluppa spesso dopo aver subito operazioni chirurgiche, nonché sullo sfondo di malattie croniche degli organi interni, carenza di ferro.
  • La porpora trombocitopenica idiopatica è più comunemente diagnosticata nei bambini. La malattia è associata a disturbi della coagulazione del sangue.
  • Trombocitopenia nei neonati: può accompagnare condizioni patologiche congenite, nonché svilupparsi come malattia secondaria durante l'asfissia durante il parto, l'infezione del bambino, ecc..

Tenendo conto della gravità della malattia, è determinato:

  • Leggero. La conta piastrinica è il limite inferiore della norma (30-50 x 109 / l), i sintomi della patologia non compaiono. A volte si notano epistassi. Di norma, questa condizione è determinata per caso, durante i test preventivi. Il trattamento in questo caso non è richiesto, il medico controlla le condizioni del paziente.
  • Media. La conta piastrinica è ridotta (20-50 x 109 / l). Si notano emorragie sotto la pelle, anche con piccoli colpi, si verificano ematomi evidenti e frequenti epistassi disturbano. Possono comparire piccole eruzioni cutanee sul corpo. Il trattamento della condizione viene effettuato se esiste una minaccia di sviluppo di emorragia interna.
  • Pesante. La conta piastrinica è molto bassa, a volte critica (meno di 20 x 109 / L). Si sviluppano emorragie interne estese e molteplici eruzioni cutanee. Il trattamento deve essere eseguito senza fallo, il paziente deve essere ricoverato in ospedale.

Per la natura delle violazioni, si distinguono le seguenti forme di trombocitopenia:

  • isoimmune;
  • transimmune;
  • eteroimmune;
  • autoimmune.

La natura del flusso è determinata da:

  • acuto (fino a sei mesi);
  • cronico:
  • con rare ricadute;
  • ricaduta continuamente.

Cause di trombocitopenia

Le ragioni della diminuzione del livello delle piastrine nei bambini e negli adulti sono associate al fatto che vengono distrutte troppo attivamente o che un numero insufficiente di esse si forma nel corpo.

Le seguenti condizioni possono portare alla distruzione delle piastrine:

  • porpora trombocitopenica idiopatica;
  • altre malattie autoimmuni - lupus eritematoso, artrite reumatoide;
  • precedente intervento chirurgico (bypass cardiaco);
  • effetti collaterali di alcuni farmaci;
  • preeclampsia nelle donne in gravidanza.

Le cause della trombocitopenia negli adulti, che portano a una diminuzione della produzione di piastrine, possono essere le seguenti:

  • malattie virali - epatite C, varicella, HIV, mononucleosi, ecc.;
  • malattie oncologiche - leucemia, linfoma;
  • irradiazione del midollo osseo;
  • chemioterapia;
  • alcolismo;
  • carenza di acido folico, vitamina B12.

Sintomi

La trombocitopenia negli adulti si manifesta con una serie di sintomi che dipendono dalla gravità della malattia. I segni possono essere i seguenti:

  • la comparsa di emorragie spontanee nelle mucose e sotto la pelle;
  • nausea, vertigini;
  • sanguinamento prolungato dopo l'estrazione del dente;
  • un aumento del periodo di arresto del sanguinamento;
  • comparsa spontanea di ematomi in diverse parti del corpo;
  • grave sonnolenza, perdita di forza;
  • aumento del sanguinamento dal naso;
  • periodi molto pesanti.

Parlando di cosa sia la trombocitopenia negli adulti, va notato che i risultati di un esame del sangue per la trombocitopenia mostrano da 0 a 50 per 10 piastrine su 9 / l.

Analisi e diagnostica

Lo studio principale per determinare la trombocitopenia è un esame del sangue clinico, che determina il livello delle piastrine.

Se, in base ai risultati dell'analisi, al paziente viene diagnosticata una trombocitopenia degenerata, viene esaminato il midollo osseo. Viene determinata la presenza di megacariociti. Se sono assenti, questo indica una violazione del processo di formazione delle piastrine, erano disponibili - stiamo parlando della deposizione di piastrine nella milza o della loro distruzione periferica.

Per determinare le cause dello sviluppo della patologia, il medico può prescrivere i seguenti studi:

  • test anticorpali;
  • test genetici;
  • Ultrasuoni;
  • elettrocardiogramma;
  • esame endoscopico;
  • radiografia.

Trattamento

Prima di tutto, è necessario sottoporsi a un esame completo e determinare le cause della malattia. Se stiamo parlando di una forma lieve della malattia senza manifestazioni cliniche, viene effettuata la supervisione medica. È sufficiente che il paziente visiti regolarmente uno specialista ed esegua esami del sangue per monitorare la condizione.

Nelle forme più gravi di trombocitopenia, il trattamento viene prescritto a seconda della malattia sottostante.

I dottori

Snezhko Irina Viktorovna

Bykova Irina Leonidovna

Smirnova Ekaterina Archilovna

Medicinali

L'uso di farmaci dipende dalle caratteristiche della malattia e dai motivi che l'hanno provocata.

Se la trombocitopenia è provocata da una mancanza di acido folico o vitamina B12, vengono prescritti farmaci per ripristinare i livelli normali di queste vitamine.

Con la trombocitopenia immunitaria, vengono prescritti corticosteroidi (Prednisone, Desametasone). Se necessario, ai pazienti viene prescritta la vincristina contenente alcaloidi vegetali della Vinca rosea L. Ai pazienti a cui non è consigliato l'uso di questo farmaco viene prescritta la colchicina (un alcaloide tropolone). È possibile la prescrizione di altri farmaci (Dapsone, Danazol).

Vengono utilizzate immunoglobuline endovenose (Gamimun N).

In generale, la terapia farmacologica viene prescritta tenendo conto delle condizioni del paziente. Se non vi è alcun effetto del trattamento con i farmaci elencati, i farmaci del secondo, terzo e quarto livello di trattamento, che sono più tossici per il corpo, vengono prescritti individualmente..

Procedure e operazioni

Se necessario, al paziente viene somministrata una trasfusione di piastrine donatrici.

Nel caso di una forma grave di trombocitopenia immunitaria, viene praticata la splenectomia - rimozione della milza. La resezione di questo organo viene eseguita per prevenire la distruzione patologica delle piastrine nella milza. Se la splenectomia è inefficace, viene somministrata la chemioterapia.

Se lo sviluppo della trombocitopenia è associato all'assunzione di farmaci, dopo che sono stati cancellati, il numero normale di piastrine viene solitamente ripristinato.

In alcuni casi, è consigliabile eseguire la plasmaferesi.

I pazienti con diagnosi di trombocitopenia devono seguire importanti regole di prevenzione:

  • Prevenire gli infortuni rifiutando di praticare sport dove è possibile un infortunio.
  • Non consumare alcol, poiché l'alcol rallenta la produzione di piastrine.
  • Per assumere una serie di farmaci che influenzano negativamente le condizioni dei pazienti con trombocitopenia. Si tratta di farmaci antinfiammatori non steroidei, anticoagulanti indiretti, butazolidine, salicilati, carbenicillina, brufen, clorpromazina, fibrinolitici.

Trattamento con rimedi popolari

Se il trattamento della trombocitopenia viene effettuato secondo lo schema prescritto dal medico, dopo aver consultato uno specialista, puoi provare a migliorare le condizioni generali del corpo con rimedi popolari. Tuttavia, è importante capire che il trattamento della trombocitopenia con rimedi popolari non deve in nessun caso sostituire la terapia prescritta dal medico..

Puoi usare questi metodi popolari:

  • Infuso di verbena. 5 g di verbena versare un bicchiere di acqua bollente. Insisti mezz'ora. Bevi un bicchiere a colpi per un mese.
  • Olio di sesamo. Dovresti consumare 10 g di olio ogni giorno, aggiungendolo a un'insalata o mangiandolo separatamente dal cibo..
  • Ortica. Versare 10 g di materie prime secche con un bicchiere di acqua bollente e far bollire per 10 minuti. Bere 3 volte al giorno, 20 ml.
  • Brodo di bruciato. Un rimedio efficace per fermare l'emorragia. 2 cucchiai. l. versare un bicchiere d'acqua e far bollire per 15 minuti. Dopo 3 ore, filtrare, bere 20 minuti prima dei pasti, 3 cucchiai. l.
  • Raccolta di erbe. Mescolare 30 g ciascuno di fiori di achillea e la borsa del pastore. 1 cucchiaio. l. versare 0,5 litri di acqua bollente su questa miscela e lasciar riposare per diverse ore. Bere mezzo bicchiere tre volte al giorno prima dei pasti.
  • Decotto di rosa canina. 50 g di rosa canina versare 0,5 litri di acqua, cuocere per 5 minuti. Versare in un thermos e lasciare in infusione per una notte. Bevi al posto del tè, aggiungendo miele.
  • Corteccia di viburno. 2 cucchiai. l. materie prime secche versare 300 ml di acqua, cuocere per mezz'ora. Filtrare, aggiungere acqua per ottenere il volume originale. Bere 4 volte al giorno per 2 cucchiai. l.
  • Frutta secca. È necessario tritare 200 g di albicocche secche, fichi, uvetta e prugne. Aggiungere al composto 200 g di miele e il succo di 2 limoni. Mettete il composto in vasetti piccoli e conservate in frigorifero. Al mattino, prendi 1 cucchiaio. l. strutture.
  • Succo di barbabietola. Mescola il succo di barbabietola fresca con la stessa quantità di cetriolo e succo di carota. Prendi un bicchiere di un prodotto del genere al mattino e poi fai colazione tra un'ora..

Prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo di questa malattia, è necessario aderire a misure preventive generali:

  • Conduci una vita sana e attiva.
  • Evita situazioni stressanti e malattie virali.
  • Rinuncia all'alcol.
  • Sottoponiti a esami preventivi e periodicamente fai esami del sangue.

Nei bambini

Quando si discute del trattamento e delle cause della trombocitopenia nei bambini, va notato che questa condizione può essere congenita, accompagnando la patologia dei neonati. Inoltre, la trombocitopenia può essere una malattia secondaria. Le ragioni di ciò sono associate all'infezione del bambino, alla nascita prematura o all'asfissia durante il parto.

Le cause della trombocitopenia nei bambini dipendono dalla forma della malattia.

  • La porpora trombocitopenica idiopatica si sviluppa con una frequenza di 3-5 casi ogni 100 mila bambini. Molto spesso diagnosticato nei bambini in età scolare. Molto spesso si manifesta nei bambini che hanno recentemente sofferto di una malattia virale: parotite, morbillo, varicella, rosolia, ecc..
  • La trombocitopenia secondaria può svilupparsi sullo sfondo di alcune malattie (epatite, infezione da citomegalovirus), assumendo una serie di farmaci (eparina, Abtsiximab, ecc.).

Per riconoscere la malattia in un bambino nel tempo, i genitori dovrebbero prestare attenzione alle manifestazioni caratteristiche della malattia. Con questa condizione, si sviluppa sanguinamento: ci sono emorragie puntate sulla pelle, frequenti epistassi, dalle gengive e disturbi gastrointestinali. È importante capire che l'emorragia interna può essere pericolosa per la vita.

Se la diagnosi è stata confermata durante la ricerca, è importante trattare adeguatamente la trombocitopenia nei bambini. Il suo schema è prescritto dal medico.

Il trattamento è prescritto se il numero di piastrine è inferiore a 20-30 mila per microlitro. Ma molto spesso il medico è guidato dalla presenza di manifestazioni cliniche pronunciate prima di prescrivere un regime terapeutico. Uno specialista può prescrivere corticosteroidi (prednisolone, desametasone). Nei casi più gravi vengono prescritti citostatici (vincristina, vinblastina), immunosoppressori (azatioprina, ciclosporina). In rari casi, viene eseguita la rimozione della milza.

Ma molto spesso, il numero di piastrine nei bambini alla fine diventa normale da solo, senza trattamento. Secondo le statistiche, nel 60% dei bambini, la condizione torna alla normalità dopo un mese e mezzo, nell'80% dei bambini - dopo 6 mesi.

Ma in ogni caso, per un certo periodo, è necessario visitare un medico e condurre esami del sangue di controllo..

Inoltre, i genitori devono rispettare alcune regole importanti per mantenere il loro bambino al sicuro:

  • È importante che il bambino non pratichi attività che possono causare lesioni. Non dovrebbe praticare sport traumatici.
  • Scegli attentamente lo spazzolino da denti: dovrebbe essere morbido.
  • In alcuni casi, è consigliabile assumere lassativi per evitare traumi all'intestino.
  • Non utilizzare medicinali che aumentano il sanguinamento (Aspirina).
  • Fornire ricovero in ospedale del bambino con sanguinamento, in presenza di gravi emorragie nelle mucose e nella pelle.

I genitori devono essere consapevoli che la complicanza più grave della trombocitopenia è l'emorragia cerebrale. Si sviluppa se il numero di piastrine è di 10-20 mila per microlitro. I sintomi che dovrebbero essere allarmanti sono un forte mal di testa, convulsioni, vomito, asimmetria facciale. Con tali segni, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Tuttavia, tali complicazioni si sviluppano raramente..

Trombocitopenia durante la gravidanza

Nelle donne in gravidanza, potrebbe esserci una diminuzione del numero di piastrine e cambiamenti della coagulazione del sangue. La trombocitopenia durante la gravidanza può essere il risultato di processi sia fisiologici che patologici. Normalmente, nella maggior parte delle donne incinte, il numero di piastrine diminuisce del 10% rispetto ai valori normali. La diminuzione più significativa delle piastrine durante la gravidanza si osserva nell'ultimo trimestre.

Se si sviluppa una grave trombocitopenia, ciò si manifesta con una rottura, la formazione di ematomi sulla pelle e sulle mucose.

Le condizioni specifiche associate alla gravidanza sono:

  • Trombocitopenia gestazionale: la conta piastrinica può scendere a 43 x 109 / L. Si sviluppa alla fine del secondo all'inizio del terzo trimestre. È una condizione fisiologica che non complica la gravidanza..
  • Trombocitopenia negli stati ipertesi: queste condizioni includono la preeclampsia e la sindrome HELLP. Queste condizioni richiedono un trattamento in quanto minacciano il normale corso della gravidanza.

Per prevenire complicazioni, una donna incinta dovrebbe eseguire regolarmente un esame del sangue, mangiare bene e seguire tutte le raccomandazioni del medico.

Dieta

Dieta per trombocitemia essenziale

  • Efficacia: effetto curativo dopo 3 settimane
  • Tempistica: costantemente
  • Costo del cibo: 1400-1500 rubli a settimana

Le persone che hanno una conta piastrinica bassa nel sangue dovrebbero aderire ad alcune raccomandazioni quando formano la loro dieta..

  • Devi prendere il cibo in modo frazionato, facendolo almeno 5 volte al giorno.
  • La dieta dovrebbe contenere cibi proteici facilmente digeribili (fegato, pollame, pesce).
  • È importante ottenere proteine ​​da cibi vegetali, consumando legumi, noci, funghi.
  • Si consiglia di aggiungere più frutta e verdura fresca al menu. Meglio scegliere frutta e verdura di stagione da cuocere a vapore, bollire, infornare.
  • Anche i latticini a basso contenuto di grassi dovrebbero essere presenti nella dieta ogni giorno..
  • Si consiglia di cuocere il porridge in acqua da cereali integrali - grano saraceno, riso, grano.
  • Meglio scegliere il pane di crusca.
  • Dovresti bere tè debole, composta di frutta secca, bevande ai frutti di bosco, cacao, succhi freschi.
  • Puoi preparare una frittata con le uova di quaglia.

Conseguenze e complicazioni

Le principali complicanze di questa condizione sono il sanguinamento, che può avere una diversa localizzazione e intensità..

Le condizioni pericolose per la vita sono emorragie interne e sanguinamento nel cervello.

Previsione

In media, la malattia ha una buona prognosi se adeguatamente trattata.

La trombocitopenia nei bambini scompare da sola dopo 6 mesi in circa l'80% dei casi.

Il tasso di mortalità da emorragia interna nella trombocitopenia autoimmune acuta è inferiore all'1%.

Elenco delle fonti

  • Volkova S.A., Borovkov N.N. Fondamenti di ematologia clinica: una guida allo studio. N. Novgorod: casa editrice dell'Accademia medica statale di Nizhny Novgorod, 2013.400 p..
  • Mazurov A.V. Diagnostica di laboratorio delle trombocitopenie immunitarie. Nel libro: A.V. Mazurov. Fisiologia e patologia delle piastrine. Mosca: Litterra, 2011.
  • Pshenichnaya KI Trombocitopatie congenite nei bambini: caratteristiche della diagnosi, sintomi e trattamento: abstract dell'autore. insultare. Dr. med. scienze. SPb, 2002,28 s.

Istruzione: Laureato in Farmacia presso il Rivne State Basic Medical College. Laureato alla Vinnitsa State Medical University intitolato a I. M.I. Pirogov e stage alla sua base.

Esperienze lavorative: Dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e responsabile di un'edicola di farmacia. È stata premiata con certificati e riconoscimenti per molti anni di lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Trattamento della trombocitopenia

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Si raccomanda di iniziare il trattamento della trombocitopenia dopo un esame ematologico..

Per la maggior parte, stabilire la causa esatta di questa malattia è difficile, oppure i fattori che hanno portato alla sua comparsa non sono importanti per l'elaborazione di un piano di trattamento. Ciò è giustificato dal fatto che le misure terapeutiche possono essere orientate sia contro la trombocitopenia stessa sia mirate alla malattia in cui agisce come una malattia concomitante..

La diagnosi di trombopenia prevede esami del sangue di laboratorio durante il trattamento con corticosteroidi. Inoltre, c'è l'uso di metodi di test genetici, nonché test per il contenuto di anticorpi. Il paziente deve sottoporsi a una serie di studi, tra cui un elettrocardiogramma, una radiografia e un esame endoscopico.

L'uno o l'altro programma di misure terapeutiche necessarie per la trombopenia è determinato in base agli standard generali esistenti nel trattamento della malattia sottostante. Quindi la malattia di Werlhof, che è una porpora trombopenica immunopatologica cronica (porpora - emorragie capillari a macchie sottili nelle mucose o sotto la pelle), prevede un intervento chirurgico per la rimozione della milza. La splenectomia nell'80% dei casi porta a un risultato positivo. Se questo trattamento chirurgico è inefficace, viene prescritto un ciclo di terapia chemioterapica o può essere prescritto l'uso di immunoglobuline. In alcuni casi, prima di iniziare la terapia con farmaci ormonali, può essere giustificato eseguire la plasmaferesi.

Di regola, il trattamento della trombocitopenia, dall'esame e diagnosi, alla determinazione dell'adeguatezza dell'uso di determinate misure terapeutiche, al corso effettivo della terapia, richiede un periodo di tempo che va da due mesi a sei mesi. Dopo la fine del corso, il paziente deve essere sotto la supervisione del dispensario.

Trattamento della trombocitopenia con rimedi popolari

A causa del fatto che questa malattia è una diatesi di natura emorragica, il trattamento della trombocitopenia con rimedi popolari è principalmente ridotto all'uso di tutti i tipi di raccolte con proprietà emostatiche.

In caso di sanguinamento gastrico, uterino e renale, nonché sanguinamento nell'intestino, la medicina tradizionale consiglia la bruciatura medicinale. Un decotto di questa erba perenne, chiamata anche un chimico o un bruciatore ghiandolare, produce un effetto astringente. Per cucinare, è necessario far bollire le sue radici schiacciate nella quantità di 2 cucchiai. cucchiai da 250 ml. acqua a fuoco basso per 15-20 minuti. Prendete con un cucchiaino di marmellata.

Con sanguinamento di tutti i tipi, l'uso dell'ortica può portare a un risultato positivo. Questo rimedio popolare è preparato come segue. 1 cucchiaio. un cucchiaio di foglie secche per 250 ml. l'acqua bollente dovrebbe bollire per 10 minuti a fuoco basso, dopo di che dovrebbe essere lasciata raffreddare e quindi filtrare. Dovrebbe essere preso nella quantità di 2 cucchiai. cucchiai 4-5 volte durante il giorno.

Un meraviglioso rimedio popolare che aiuta con tutti i tipi di sanguinamento è la corteccia di viburno. Quattro cucchiaini da 300 ml di corteccia tritata. l'acqua bollente viene fatta bollire a fuoco basso per 30 minuti, dopodiché è necessario filtrare e prendere due cucchiai. cucchiai da 3 a 4 volte al giorno.

La trombopenia viene trattata con rimedi popolari anche utilizzando la raccolta di erbe. È necessario mescolare i fiori e le foglie della borsa del pastore, delle achillea e delle fruste di cetriolo secco, rispettivamente, 25 grammi di ciascuno di questi componenti. One Art. cucchiaio della miscela risultante per 0,5 litri. l'acqua bollente viene prodotta per 5-6 ore. Assumere tre volte al giorno 20 minuti prima dei pasti, in una quantità da 150 a 180 ml.

Il trattamento della trombocitopenia con rimedi popolari può portare a un risultato positivo ed essere un modo abbastanza efficace per affrontare questa malattia, se non è caratterizzato da un significativo grado di gravità. Tuttavia, non bisogna dimenticare che prima di utilizzare questo tipo di trattamento, è imperativo consultare un medico specialista..

Trattamento di trombocitopenia a base di erbe

La trombopenia nelle sue forme gravi comporta l'attuazione di misure terapeutiche volte ad eliminare l'agente suscettibile al danno, il che significa la necessità di stabilire le cause e curare la malattia sottostante. Forme lievi di trombopenia, in cui non si notano le sue manifestazioni cliniche, per la maggior parte non richiedono terapia, è necessario solo un regolare monitoraggio medico del decorso della malattia. Un esempio di ciò è la trombopenia nelle donne durante la gravidanza, che tende a guarire spontaneamente dopo il parto..

Con forme lievi di questa malattia, non associate alla necessità di misure mediche significative e radicali: terapia o chirurgia, vari metodi alternativi possono essere efficaci, in particolare il trattamento della trombocitopenia con le erbe. L'essenza della fitoterapia in questo caso è che utilizzando alcuni rimedi erboristici diventa possibile ottenere un miglioramento delle caratteristiche del sangue. Prima di tutto, questo riguarda la sua coagulazione. A questo proposito, le proprietà curative inerenti a ortiche, rosa canina, achillea sono particolarmente utili..

Con le foglie di ortica si prepara un decotto. Tre cucchiai. Si infornano cucchiai di ortica in un bicchiere di acqua bollente e si lasciano in infusione per 10 minuti, quindi si scolano e si lasciano raffreddare. Dovrebbe essere preso tre o quattro volte durante il giorno.

Cinorrodi e fragole in una quantità di un cucchiaio. un cucchiaio di ciascuno dei componenti viene versato in 250 ml. acqua bollente. Dopo essere stato infuso per un quarto d'ora, l'infuso viene filtrato e preso mezzo bicchiere tre volte nell'arco della giornata.

L'agente curativo dell'achillea viene preparato come segue. I suoi due st. cucchiai da 250 ml. l'acqua bollente viene infusa per mezz'ora. Inoltre, l'infuso viene filtrato e assunto tre volte durante il giorno, un cucchiaio. cucchiaio.

Pertanto, il trattamento della trombocitopenia con le erbe si concentra principalmente sull'aiutare a normalizzare la conta ematica, migliorare le proprietà della sua coagulabilità e, inoltre, l'uso di alcune erbe è raccomandato nel caso in cui l'anemia (anemia) si sviluppi sullo sfondo della malattia.

Trattamento della trombocitopenia con prednisolone

Il trattamento della trombocitopenia con prednisolone è il principale metodo di terapia sintomatica per questa malattia del sangue. Il prednisolone è un farmaco ormonale del gruppo degli steroidi e il suo uso ha un effetto benefico sulla prognosi del decorso della malattia, poiché contribuisce al raggiungimento di un effetto positivo già entro la prima settimana di utilizzo. Nel periodo da 7 a 10 giorni del corso di tale terapia, si nota la scomparsa di eruzioni emorragiche e dopo un po 'di tempo il numero di piastrine nel sangue è normalizzato.

Il dosaggio iniziale per la terapia con prednisolone è di 1-2 mg / kg al giorno. Quando la conta piastrinica nel sangue inizia ad aumentare, dopo la 2a o 3a settimana di terapia, la dose del farmaco viene gradualmente ridotta. Al fine di mantenere il numero di piastrine entro il range normale, è consentita una riduzione della dose del 10-20% a settimana. Di conseguenza, più della metà dei pazienti ottiene un effetto positivo e la remissione si verifica nel 25% dei casi..

Se l'uso del farmaco non è abbastanza efficace, si osservano effetti collaterali o, nel caso in cui siano necessarie dosi elevate di prednisolone, vengono prescritte immunoglobuline per la somministrazione endovenosa. Viene prodotto in un dosaggio giornaliero di 0,4 g / kg per cinque giorni.

Il trattamento della trombocitopenia con prednisolone è giustificato quando la sindrome emorragica inizia a mostrare una tendenza ad aumentare la sua intensità, se si verificano emorragie nella congiuntiva, si verificano eruzioni cutanee sul viso e mucose nella cavità orale. Inoltre, la ragione della necessità di tali misure terapeutiche è la diminuzione del contenuto di piastrine nel sangue a un livello criticamente basso, inferiore a 20.000 / μl. Nei casi in cui non si nota la probabilità di emorragia nella cavità cranica o sanguinamento delle mucose, viene scelta la tattica dell'attesa.

Trattamento della trombocitopenia nei bambini

La trombopenia si verifica principalmente nei bambini in età prescolare. L'incidenza di questa malattia nei ragazzi e nelle ragazze è approssimativamente la stessa. La più alta probabilità di sviluppare un tale disturbo si verifica nel periodo inverno-primavera, nella bassa stagione dell'inverno e della primavera. I fattori di rischio associati alla possibilità di trombopenia in un bambino sono considerati malattie recenti di varicella, morbillo, rosolia, virus di Epstein-Barr, ecc. Inoltre, esiste la possibilità che la malattia possa svilupparsi a seguito della vaccinazione contro i patogeni indicati. Ad oggi, è ancora impossibile spiegare con certezza cosa causa esattamente questa malattia. si suggerisce che la trombopenia sia una delle risposte immunitarie alla comparsa di sostanze estranee nel corpo, in cui si formano complessi anticorpo-antigene.

La presenza della malattia è evidenziata dalla comparsa nel bambino di emorragie puntiformi sotto la pelle, frequenti sanguinamenti dal naso, sanguinamento delle gengive. Il pericolo maggiore è l'emorragia intracranica e interna..

Il trattamento della trombocitopenia nei bambini inizia dopo che sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire una diagnosi accurata. Il ruolo principale nella diagnosi della trombopenia in un bambino è svolto sia da un accurato esame del sangue di laboratorio che da una valutazione visiva delle sue cellule attraverso un microscopio. Quando si esegue un esame ecografico, in alcuni casi, viene rivelato che la milza è ipertrofica. In una situazione di ricaduta, così come quando il decorso della malattia è prolungato - da 3 mesi a sei mesi, potrebbe essere necessario eseguire una puntura del midollo osseo.

Le misure terapeutiche vengono eseguite trasfondendo piastrine da un donatore, a seguito delle quali diventa possibile correggere il progresso della malattia. In caso di emorragie ed eruzioni cutanee sul viso e sulle mucose, viene immediatamente avviata la terapia steroidea. Un risultato positivo da esso inizia ad apparire dopo un periodo da una settimana a 10 giorni..

Affinché il trattamento della trombocitopenia nei bambini sia efficace e la prognosi per lo sviluppo della malattia sia favorevole e la sua presenza non rappresenti una minaccia per la vita e lo sviluppo del bambino, è molto importante, dopo aver identificato i sintomi iniziali, condurre gli esami e la diagnostica necessari, in base ai risultati dei quali, procedere con l'attuazione del necessario misure di trattamento.

Trattamento della trombocitopenia durante la gravidanza

Il trattamento della trombocitopenia durante la gravidanza deve essere eseguito senza fallo se la conta ematica è caratterizzata da un livello di piastrine inferiore a 20-40 * 10 9 per litro. Altra condizione importante oltre alla terapia della patologia sottostante che ha provocato una diminuzione del numero di piastrine nel sangue è la necessità di abbinare ad essa il mantenimento del sistema omeostatico.

Un corso di terapia viene prescritto utilizzando desametasone, prednisolone - farmaci del gruppo glucocorticosteroide. Il loro uso nella tarda gravidanza, tra le altre cose, agisce come un fattore positivo che accelera il processo di formazione polmonare in un nascituro. Sulla base di questa circostanza, se ci sono indicazioni rilevanti, è possibile prendere una decisione sul permesso anticipato per il parto. I glucocorticosteroidi sono usati per cicli brevi, poiché si ottiene l'effetto clinico, riducendo gradualmente le loro dosi.

Nei casi in cui i corticosteroidi durante l'intero periodo di utilizzo si sono dimostrati mezzi di terapia non sufficientemente efficaci, può essere consigliabile iniettare l'immunoglobulina per via endovenosa. Durante l'intero periodo in cui una donna porta un bambino, è consentita 3-4 volte la sua introduzione e, successivamente, durante il parto e immediatamente dopo di loro. Durante la gravidanza, la massa trobocitaria viene trasfusa solo in casi urgenti ed estremamente eccezionali..

L'inefficacia delle misure di trattamento medico può richiedere una splenectomia, la rimozione della milza. In gravidanza, tale procedura chirurgica è consentita durante il secondo trimestre e il modo migliore per questo è la chirurgia laparoscopica..

Riassumendo come può verificarsi il trattamento della trombocitopenia durante la gravidanza, notiamo che la salute di una donna durante il periodo in cui si prepara a provare le gioie della maternità richiede un'attenzione estremamente particolare a se stessa e molti fattori devono essere analizzati attentamente in modo che gli effetti dei farmaci e altre manipolazioni terapeutiche non lo siano. ferire il bambino. È necessario calcolare il dosaggio dei farmaci in base a questo, ed è consigliabile scegliere i metodi di intervento chirurgico a favore di quello associato alla minima possibilità di danni al corpo della futura madre (laparoscopia) e danni al suo bambino.

Trattamento della trombocitopenia autoimmune

Trombopenia autoimmune, chiamata anche trombocitopenia idiopatica o malattia di Werlhof. Con questa malattia, ogni piastrina contenuta nel sangue viene identificata dall'organismo come una sorta di corpo estraneo. Sotto l'influenza degli autoanticorpi prodotti dai linfonodi, dal fegato e dalla milza, le piastrine nel sangue diventano inferiori a quegli indicatori che sono normali.

Il trattamento della trombocitopenia autoimmune è regolato da determinati principi e regole, nonché dalla sequenza e misura dell'applicazione di determinate influenze mediche e misure appropriate in ogni fase specifica del progresso della malattia.

Prima di tutto viene prescritto il prednisone, alla dose iniziale di 1 mg / kg al giorno. Se la malattia ha un grado di gravità più significativo, a seconda di questo, la dose può essere aumentata di una quantità non superiore a quella iniziale di oltre il doppio del massimo. Dopo che sono trascorsi alcuni giorni dall'uso dei glucocorticosteroidi, si osserva una tendenza alla diminuzione della gravità dei sintomi. L'effetto soddisfacente ottenuto serve come razionale per una riduzione graduale della dose fino alla sospensione del farmaco..

A volte la terapia non porta a un risultato positivo o possono verificarsi ricadute. Ciò potrebbe richiedere un intervento chirurgico per rimuovere la milza. Tale rimozione o splenectomia ha una probabilità del 75% di guarire il paziente. In alcuni casi, le condizioni del paziente possono tornare alla normalità nei prossimi sei mesi, il che è un effetto ritardato dell'operazione.

Se, a seguito del decorso del prednisolone e successivamente della rimozione della milza, non ci sono cambiamenti positivi nelle condizioni del paziente, le misure di trattamento continuano con l'uso di glucocorticosteroidi e immunosoppressori citostatici.

Quindi, il trattamento della trombocitopenia autoimmune è un processo piuttosto complesso che richiede che tutte le sue fasi siano costruite in una certa sequenza. Perché, ad esempio, gli immunosoppressori somministrati prima della rimozione della milza influenzeranno negativamente il successo di tale intervento chirurgico.

Trattamento della trombocitopenia secondaria

La trombopenia secondaria può verificarsi a causa del fatto che il corpo è stato esposto all'esposizione radiologica - in questo caso, agisce come uno dei sintomi della malattia da radiazioni. Inoltre, la causa di tale malattia può essere l'avvelenamento del corpo con varie sostanze tossiche, inclusi sali di metalli pesanti, alcol, ecc. In questo caso, questa nosologia è inclusa nella totalità dei sintomi che caratterizzano la pancitopenia. Questa malattia può verificarsi anche con l'uremia..

La trombopenia secondaria si verifica a causa degli effetti dannosi sul midollo osseo di tutti i tipi di tossine: benzina con i suoi derivati ​​- vernici, pesticidi, solventi organici e inoltre a causa dell'ingestione di veleni batterici e principalmente virus: varicella, mononucleosi infettiva, morbillo, scarlattina e così via Anche l'uso di farmaci ad azione citostatica può provocare questa malattia del sangue.

La diagnosi e il trattamento della trombocitopenia secondaria vengono eseguiti con un paziente che deve essere ricoverato in ospedale per questo. Dopo un esame diagnostico e di laboratorio completo, viene prescritta una terapia appropriata. Il piano delle misure mediche è redatto in modo tale da esporre l'effetto terapeutico mirato alla causa sottostante che ha portato alla progressione della trombopenia. E oltre a questo, la terapia di questo disturbo comporta l'orientamento di misure terapeutiche contro i processi e fenomeni patologici iniziali nel corpo del paziente, che è ciò che ha causato la trombopenia secondaria.

Poiché questa malattia del sangue è prevalentemente uno dei complessi di sintomi della malattia di base, il trattamento della trombocitopenia secondaria è principalmente ridotto all'uso di misure terapeutiche e profilattiche focalizzate sulla sua guarigione. La prevenzione è essenziale. Ha lo scopo di evitare gli effetti di fattori che causano danni al midollo osseo e, di conseguenza, portano a trasformazioni patologiche dei megacariociti, precursori delle piastrine.

Trattamento della trombocitopenia dopo la chemioterapia

La trombopenia è una delle complicanze più pericolose che si verificano durante la chemioterapia. La malattia è caratterizzata da una tendenza a una significativa diminuzione del numero di piastrine, che a sua volta si manifesta nel deterioramento della coagulazione del sangue. Per questo si verificano sanguinamenti di diversa intensità, che porta alla necessità di abbreviare i cicli di utilizzo dei farmaci chemioterapici, oppure ne rende impossibile l'utilizzo. Per aumentare il livello delle piastrine, la cui carenza porta a un effetto dannoso sulla composizione sanguigna delle sostanze chimiche utilizzate nella chemioterapia, è possibile prescrivere una varietà di farmaci..

Il trattamento della trombocitopenia dopo la chemioterapia viene effettuato con l'uso di desametasone, prednisolone, ecc., Che sono farmaci ormonali inclusi nell'elenco delle prescrizioni fin dall'inizio del corso di chemioterapia. Hanno un effetto positivo sul rafforzamento delle pareti vascolari e sull'aumento della coagulazione del sangue. Un effetto benefico simile si osserva quando si utilizza il derinato, la cui base per la produzione sono gli acidi nucleici contenuti nel salmone. Un farmaco che ha un effetto positivo sulla composizione del sangue e ha proprietà rinforzanti per le pareti dei vasi sanguigni è l'ethamilato.

Prednisolone. La forma di rilascio del farmaco è in compresse, sotto forma di un unguento e in fiale da 1 ml, 3 pezzi. confezionato. 1-2 mg / kg vengono prescritti durante il giorno, o con una dose giornaliera di 60 mg / m2 per tre settimane, riducendo gradualmente la dose fino a quando non viene completamente annullata. L'uso a lungo termine del farmaco è associato alla possibilità di obesità, eccessiva crescita dei peli nelle donne sul corpo e sul viso, interruzione del ciclo mestruale, sviluppo dell'osteoporosi, aumento dell'indice glicemico, ecc..

Il desametasone è usato per la trombopenia se il prednisolone è inefficace. Si presenta sotto forma di compresse, gocce e anche come soluzione iniettabile in fiale da 1 ml. Il numero di fiale in una confezione può variare da 5 a 10. La terapia farmacologica viene eseguita in più cicli (non più di 4) a 0,6 mg / kg per via endovenosa durante il giorno, o 20 mg / m2 per 4 giorni ogni due settimane. Gli effetti collaterali possono essere l'insorgenza di tachicardia e baricardia, attacchi di angina, ipertensione arteriosa, aumento della pressione intracranica e intraoculare, romboflebite, eosinofilia.

Derinat ha la forma di una soluzione per uso esterno o locale, un'altra forma di rilascio è una soluzione iniettabile in un flacone da 5 o 10 ml, 1,5% e 0,25%, rispettivamente. Il farmaco viene iniettato per via intramuscolare (deve essere iniettato per 1-2 minuti) in una dose di 5 ml (75 mg) di una soluzione all'1,5% con una pausa di 24-72 ore. Il farmaco è ben tollerato dai pazienti. Ma sono possibili sensazioni dolorose da un'ora e mezza a tre ore dopo l'iniezione. A volte c'è un aumento della temperatura fino a 380 ° C, che non causa la necessità di annullare l'uso.

Etamsilate è un blister da 10 o 50 compresse. Viene assunto per via orale tre o quattro volte al giorno, durante o dopo i pasti. L'uso del farmaco può provocare sintomi come il verificarsi di mal di testa, nausea, voglia di vomitare, causare allergie, eruzioni cutanee.

Il trattamento della trombocitopenia dopo la chemioterapia viene effettuato con l'uso di una varietà di farmaci ed è finalizzato a portare la composizione del sangue all'ottimale, inclusa la conta piastrinica, che ha subito modifiche a causa dell'esposizione a sostanze chimiche attive con terapia appropriata.


Articolo Successivo
Indice di protrombina: norma e deviazioni