Cause di aumento degli eosinofili nel sangue di un bambino


Gli eosinofili sono elevati in un bambino (eosinofilia): questo è un aumento del numero di cellule nel sangue al di sopra della norma consentita per l'età. Un tale processo patologico nella maggior parte dei casi è una conseguenza di una certa malattia nel corpo di un bambino, la cui natura può essere stabilita solo da un medico, eseguendo le necessarie misure diagnostiche. Abbastanza spesso, un aumento del livello di cellule è combinato con un cambiamento nella VES (velocità di sedimentazione degli eritrociti).

Un aumento degli eosinofili nel sangue di un bambino non ha un quadro clinico specifico: i sintomi dipenderanno solo dal fattore sottostante, quindi è impossibile confrontare in modo indipendente i sintomi e il trattamento. Tali attività possono portare a gravi complicazioni..

Il livello di eosinofili può essere determinato solo con metodi diagnostici e per questo viene eseguito un esame del sangue. Va notato che non viene preso in considerazione solo il contenuto di eosinofili, ma anche altri elementi della formula dei leucociti. Sulla base dei risultati di tale analisi, il medico sarà in grado di determinare un ulteriore programma diagnostico, dopo di che farà una diagnosi finale e prescriverà anche un trattamento.

Norma

Gli eosinofili nel sangue di un bambino per età dovrebbero essere contenuti nella seguente quantità:

  • nei neonati - non più del 4%;
  • nei bambini a 3 mesi - non più del 5%;
  • nei bambini fino a un anno - non più del 4%;
  • nei bambini dopo tre anni - non più del 5% e quindi non cambia.

Va notato che l'aumento degli eosinofili non è sempre un segno di un processo patologico: molto spesso una tale violazione può essere di natura fisiologica, che non richiede un trattamento specifico. Tuttavia, questo può essere confermato da un medico solo dopo un esame completo e dopo aver stabilito il motivo per cui gli eosinofili sono elevati..

Eziologia

Un aumento degli eosinofili in un bambino ha le seguenti cause patologiche:

  • reazioni allergiche;
  • invasioni elmintiche;
  • mancanza di magnesio;
  • stati di immunodeficienza;
  • malattie sistemiche;
  • malattie infettive e virali;
  • malattie della pelle croniche;
  • disfunzione della ghiandola tiroidea;
  • malattie del tratto respiratorio superiore, molto spesso polmonite;
  • estese ustioni termiche;
  • avvelenamento con sostanze tossiche;
  • malattie congenite del sistema cardiovascolare;
  • aumento del tono del nervo vago;
  • policitemia;
  • tubercolosi;
  • vasculite;
  • Mononucleosi infettiva;
  • tumori benigni;
  • processi oncologici.

Inoltre, l'aumento degli eosinofili nel sangue di un bambino può essere causato dall'uso prolungato di farmaci come sulfonamidi, nitrofurani, ormoni e antibiotici.

Le ragioni per cui gli eosinofili sono superiori alla quantità consentita possono essere stabilite solo eseguendo misure diagnostiche, poiché questo processo non ha un quadro clinico specifico.

Sintomi

La natura del quadro clinico dipenderà da cosa ha provocato esattamente una tale violazione..

Il complesso sintomatico collettivo può essere caratterizzato come segue:

  • mucose secche, naso che cola e lacrimazione, eruzioni cutanee, che indicano una reazione allergica;
  • temperatura corporea bassa o alta;
  • Sintomi di ARVI: gola secca e irritata, tosse, naso che cola, mal di testa;
  • pallore della pelle, debolezza, malessere crescente;
  • prurito alla pelle;
  • interruzione del funzionamento del tratto gastrointestinale;
  • prurito nell'ano;
  • perdita di peso senza motivo apparente;
  • deterioramento dell'appetito: il bambino può rifiutare persino i piatti preferiti;
  • disturbi del sonno, i neonati possono essere capricciosi, piangere costantemente, rifiutarsi di mangiare, spesso sputare durante l'alimentazione.

Un quadro clinico simile può essere presente con un numero enorme di malattie, quindi, se si verificano tali sintomi, è necessario consultare un medico e non trattare a propria discrezione.

Diagnostica

Se hai i sintomi sopra descritti, dovresti chiedere il parere di un pediatra.

Inoltre, potresti anche aver bisogno del consiglio di specialisti come:

  • parassitologo;
  • specialista in malattie infettive;
  • oncologo;
  • ematologo;
  • gastroenterologo;
  • cardiologo;
  • allergologo.

La determinazione del numero di eosinofili nel sangue del bambino viene effettuata effettuando un esame del sangue generale. Va notato che non viene preso in considerazione solo il numero di eosinofili, ma anche altri elementi della forma leucocitaria. Quindi, se i monociti e gli eosinofili sono aumentati, questo potrebbe indicare lo sviluppo di una malattia parassitaria. Se in combinazione con eosinofili e basofili vengono aumentati, una tale combinazione può essere il risultato di una reazione allergica.

Sulla base dei risultati delle analisi di laboratorio, vengono eseguite ulteriori misure diagnostiche, dopo di che viene stabilita la diagnosi finale e viene prescritto un corso di misure terapeutiche..

Trattamento

Gli eosinofili elevati in un bambino non sono un processo patologico separato, pertanto il trattamento sarà finalizzato all'eliminazione del fattore sottostante e può essere eseguito come segue:

  • prendere farmaci;
  • l'operazione;
  • cibo dietetico;
  • procedure di fisioterapia;
  • Trattamento Spa;
  • rispetto del regime quotidiano, un corso di terapia manuale, terapia fisica.

La prognosi sarà solo di natura individuale, poiché tutto dipenderà dalla natura della malattia di base, dalla tempestività dell'inizio delle misure terapeutiche, nonché dagli indicatori generali della salute del bambino.

Come misura preventiva, i genitori devono adottare misure per rafforzare il sistema immunitario del bambino, sottoporsi sistematicamente a esami medici per prevenire o diagnosticare precocemente la malattia.

Perché gli eosinofili sono elevati in un bambino - trattamento

Un esame del sangue nei bambini è obbligatorio per l'esame di routine e consente di identificare tempestivamente varie patologie all'inizio dello sviluppo, quando non hanno iniziato a manifestare sintomi. Uno degli indicatori che viene determinato nello studio del sangue è il livello di eosinofili. La sua deviazione nella grande direzione è la ragione per un esame completo..

Cosa sono gli eosinofili e cosa mostrano

Leucociti granulocitari - eosinofili

Gli eosinofili sono un tipo di globuli bianchi che sono cellule protettive nel corpo. Il loro compito principale nel corpo è quello di proteggere da allergeni, tossine, parassiti e stafilococchi. Inoltre, questi componenti nel sangue sono regolatori del processo infiammatorio. Gli eosinofili si formano nel midollo osseo e, spostandosi nel flusso sanguigno, sono concentrati nei capillari della pelle, nella mucosa intestinale e nel tratto respiratorio. La loro presenza nel sangue periferico è insignificante. Queste cellule del sangue sono in grado di muoversi attivamente, raggiungendo così facilmente l'agente patogeno e neutralizzandolo.

I leucociti nell'analisi mostrano lo stato di difesa naturale del corpo del bambino, il corretto funzionamento del sistema ematopoietico e la presenza o assenza di patologie. Ad alte velocità, viene eseguito un esame completo, poiché è necessario determinare il motivo per cui aumenta la concentrazione di cellule protettive.

Il tasso di eosinofili nei bambini

Varietà di cellule leucocitarie

La norma è determinata calcolando i dati sulla formula dei leucociti. L'indicatore è espresso come percentuale del numero totale di globuli bianchi nel sangue. Prima di 12 mesi, il limite massimo è del 5%. Dopo un anno, l'indicatore diminuisce ed è solo il 4% del numero totale di leucociti. Una condizione in cui l'indicatore è maggiore del limite superiore è chiamata eosinofilia. Questa violazione è divisa in tre forme: lieve con un indicatore fino al 15%, medio - dal 15% al ​​20% e grave con un indicatore superiore al 20%.

Un leggero aumento dell'indice di solito è raramente un segnale di un grave problema di salute. Se l'eosinofilia è moderata o grave, questo è già motivo di preoccupazione e ricerca della causa del fenomeno. Di solito è associato a gravi reazioni allergiche, ma potrebbero esserci altri fattori provocatori..

Aumento del livello di eosinofili nel sangue di un bambino

Un aumento della concentrazione di queste cellule del sangue ha determinate cause e manifestazioni. La necessità di trattamento è determinata dal medico in base ai risultati dell'esame del bambino. Con una leggera deviazione dalla norma, l'indicatore spesso si riprende da solo e non richiede aggiustamenti con l'aiuto di farmaci.

Sintomi

Eruzione cutanea come possibile segno di eosinofilia nei bambini

L'eosinofilia non ha sintomi specifici e si manifesta con sintomi caratteristici della patologia sottostante, che è diventata la causa del disturbo nel quadro sanguigno. Molto spesso, il paziente presenta i seguenti sintomi di questa patologia:

  • un forte aumento della temperatura;
  • un aumento delle dimensioni del fegato;
  • dolori articolari;
  • eruzioni cutanee.

Con gravi allergie, il bambino sviluppa anche prurito alla pelle, naso che cola, tosse e lacrimazione. Nei casi più gravi, può svilupparsi l'edema di Quincke, che è una pericolosa complicanza della condizione..

Quando l'immagine del sangue viene disturbata sullo sfondo del danno al corpo da parte dei parassiti, i sintomi diventano leggermente diversi. Se c'è un'invasione elmintica di nematodi o ossiuri, il bambino ha tali manifestazioni di patologia:

  • disordini del sonno;
  • prurito nell'ano;
  • perdita di peso;
  • un forte deterioramento o aumento dell'appetito.

Se compaiono i sintomi di un disturbo, è obbligatorio rivolgersi a un medico. Inizialmente, visitano un pediatra e poi, se necessario, specialisti specializzati, a cui verrà dato un rinvio.

Le ragioni

Le invasioni elmintiche sono una delle cause più comuni di eosinofilia

La ragione principale dell'aumento di questi anticorpi nel sangue di un bambino sono varie manifestazioni allergiche. Il secondo posto tra i motivi sono le infezioni da elminti. In questi casi, la deviazione dalla norma non supera quasi mai il 15%. Un eccesso significativo della norma è spesso associato ai seguenti motivi:

  • carenza acuta di magnesio,
  • tumori benigni o maligni negli organi ematopoietici,
  • patologie sistemiche,
  • danno al corpo da protozoi,
  • infezioni batteriche acute con decorso grave,
  • malaria,
  • tubercolosi,
  • stato di immunodeficienza,
  • ustioni estese,
  • cirrosi epatica,
  • mancanza di milza,
  • prendendo una serie di farmaci.

In queste condizioni, il trattamento è prescritto da un medico dopo un esame. La terapia è diretta alla malattia sottostante e, dopo la sua eliminazione, il quadro ematico torna alla normalità.

Trattamento

L'eliminazione della causa porta alla normalizzazione del livello degli eosinofili

Non esiste un trattamento specifico per il disturbo. Quando appare, è importante identificare la causa dello sviluppo della condizione ed eliminarla. A seconda del disturbo diagnosticato vengono utilizzati farmaci antiallergici, antiparassitari o di altro tipo. In caso di patologie gravi è indicato il ricovero del bambino per le cure necessarie.

Nei casi in cui la condizione è provocata dall'assunzione di determinati farmaci, è imperativo consultare il medico che li ha nominati e selezionare analoghi. È inaccettabile continuare il corso del trattamento con un farmaco che ha violato l'emocromo.

Livelli di eosinofili nel sangue ridotti in un bambino

Un livello ridotto del numero di eosinofili nel sangue di un bambino si riferisce anche a condizioni patologiche. Gravi infezioni virali, processi purulenti, grave stress e anemia, causati dalla mancanza di vitamina B12, possono provocare la condizione..

Se la condizione richiede un trattamento o meno è determinato dal medico. Ciò tiene conto del fattore che ha causato la violazione del quadro ematico e della possibilità di escluderne l'ulteriore impatto. A volte la terapia non è necessaria e il livello dei leucociti ritorna normale da solo.

Determinazione del livello di eosinofili nel sangue di un bambino

Analisi del sangue clinico: la fase iniziale della diagnostica di laboratorio

Il livello dei leucociti è determinato da un esame del sangue generale. Per identificare la causa della condizione patologica, la biochimica del sangue è obbligatoria, in cui è spesso possibile stabilire con precisione il fattore che causa la deviazione dalla norma.

Il livello di eosinofili viene calcolato utilizzando la formula. I risultati dell'analisi vengono trasmessi per la decodifica al medico curante. Lui, tenendo conto delle caratteristiche del paziente, determina quanto sia forte un cambiamento nel quadro del sangue e se sia necessario prendere delle misure.

Prevenzione

Le principali misure per mantenere normali livelli di leucociti nel sangue di un bambino sono la corretta organizzazione della nutrizione e del regime quotidiano, la riduzione dei carichi di stress. È anche importante che il bambino sia sottoposto a una visita medica programmata; e devi anche spiegargli la necessità di rispettare le norme igieniche.

Gli eosinofili sono elevati nel sangue di un bambino

Un alto livello di eosinofili in un bambino è una violazione dell'emocromo, quando i valori del test sono aumentati di oltre l'8% e che indica un'infezione da elminti o allergie. I valori più alti di eosinofili (EO, EOS) si trovano nell'ipereosinofilia, quando i tassi di analisi raggiungono l'80-90%.

Cause di eosinofilia nei bambini

Le cause più comuni di aumento degli eosinofili nei bambini includono:

  • allergia manifestata da:
    • dermatite atopica;
    • febbre da fieno;
    • asma bronchiale;
    • orticaria;
    • Edema di Quincke;
    • intolleranza alimentare;
    • ipersensibilità alla somministrazione di antibiotici, vaccini, siero;
  • elmintiasi - sia come causa indipendente di eosinofilia, sia come fattore che provoca una reazione allergica;
  • malattie infettive, tra cui scarlattina, varicella, influenza, ARVI, tubercolosi, ecc..

Se gli eosinofili vengono aumentati al 50-70%, ciò significa molto spesso che il bambino è infetto da elminti e nel sangue e nei tessuti i leucociti eosinofili combattono i parassiti. I granulociti secernono enzimi dai granuli citoplasmatici che distruggono la membrana superficiale dei vermi parassiti e delle loro larve, causandone la morte.

Eosinofili, elevati all'8% - 25%, significano, molto spesso, una reazione allergica o una malattia infettiva.

Meno comunemente, gli eosinofili in un bambino sono elevati nel sangue a causa di:

  • malattie autoimmuni - lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, vasculite, psoriasi;
  • disturbi ereditari da immunodeficienza - sindrome di Wiskott-Aldrich, Omenn, istiocitosi familiare;
  • ipotiroidismo;
  • oncologia;
  • carenza di magnesio.

Gli ioni magnesio sono essenziali per la sintesi proteica, comprese le immunoglobuline di tutte le classi. La mancanza di questo macronutriente influisce negativamente sullo stato di immunità umorale.

Gli eosinofili sono aumentati nei neonati con sindrome di Omenn, una malattia genetica ereditaria caratterizzata da:

  • desquamazione della pelle;
  • ingrossamento del fegato e della milza;
  • diarrea;
  • temperatura elevata.

La malattia viene diagnosticata nei neonati subito dopo la nascita. Nell'analisi del sangue, oltre ad un aumento dell'EOS, vengono aumentati i leucociti e i livelli di IgE.

Allergia

Gli eosinofili elevati sono un indicatore di processi allergici acuti o cronici che si sviluppano nel corpo. In Russia, le allergie sono la causa più comune di aumento degli eosinofili nel sangue in un bambino..

Oltre all'aumento degli eosinofili, le allergie alimentari sono caratterizzate da leucopenia, un alto livello di immunoglobuline IgE nel sangue del bambino, presenza di EO nel muco delle feci.

Esiste una relazione tra il grado di eosinofilia e la gravità dei sintomi di allergia:

  • con un aumento dell'EO fino al 7-8% - leggero arrossamento della pelle, leggero prurito, ingrossamento dei linfonodi al "pisello", IgE 150-250 UI / l;
  • EO è aumentato al 10% - forte prurito, crepe, croste sulla pelle, marcato ingrossamento dei linfonodi, IgE 250-500 UI / l;
  • EO superiore al 10% - prurito costante, disturbo del sonno del bambino, lesioni cutanee estese con crepe profonde, ingrossamento di diversi linfonodi fino alle dimensioni di un "fagiolo", IgE superiore a 500 UI / L.

Gli eosinofili sono aumentati in caso di febbre da fieno - infiammazione allergica delle mucose della cavità nasale, dei seni paranasali, rinofaringe, trachea, bronchi, congiuntiva degli occhi. La pollinosi si manifesta con gonfiore delle mucose, naso che cola, starnuti, gonfiore delle palpebre, congestione nasale.

Un aumento del livello di eosinofili nella febbre da fieno si trova non solo nel sangue periferico, ma anche nelle mucose nei focolai di infiammazione.

Allergia alla vaccinazione

Nei bambini può verificarsi un aumento dei granulociti eosinofili a seguito di una reazione allergica alle vaccinazioni. A volte le malattie che non hanno nulla a che fare con la somministrazione del vaccino vengono prese per segni di complicanze della vaccinazione.

Il fatto che gli eosinofili siano aumentati in un bambino proprio a causa del vaccino è indicato dalla comparsa di sintomi di complicanze entro e non oltre:

  • dopo 2 giorni per vaccinazioni con ADS, DTP, ADS-S - vaccini contro difterite, pertosse, tetano;
  • 14 giorni con l'introduzione della vaccinazione contro il morbillo, i sintomi delle complicanze compaiono più spesso il 5 ° giorno dopo la vaccinazione;
  • 3 settimane con vaccino contro la parotite;
  • 1 mese dopo la vaccinazione antipolio.

Complicazione immediata della vaccinazione: shock anafilattico, accompagnato da aumento di eosinofili, leucociti, eritrociti, neutrofili. Lo shock anafilattico alla vaccinazione si sviluppa nei primi 15 minuti dopo la somministrazione del farmaco, si manifesta in un bambino:

  • preoccupazione, ansia;
  • polso debole frequente;
  • fiato corto;
  • pallore della pelle.

Eosinofili per l'elmintiasi

Una causa comune dell'aumento degli eosinofili nei bambini è l'infezione da vermi. La presenza di elminti nel corpo del bambino viene stabilita utilizzando test:

  • feci - la diagnostica, ad eccezione di ascaridi e lamblia, non è accurata, poiché non rileva larve, prodotti di scarto, il metodo non funziona se il fulcro dell'infezione è al di fuori del tratto digestivo;
  • sangue - analisi generale, test di funzionalità epatica;
  • ELISA - dosaggio immunoenzimatico, determina la presenza di anticorpi nel sangue contro alcuni tipi di elminti.

Il modo più affidabile per rilevare i parassiti è l'ELISA nel sangue. Questo metodo consente non solo di stabilire il tipo di elminti, ma anche di identificare il livello di infezione dell'organismo..

Utilizzando l'ELISA, ad esempio, viene diagnosticata l'infezione da toxocar. Se il titolo degli anticorpi contro gli antigeni di questo tipo di parassita supera 1: 800, il paziente viene infettato ed è portatore della malattia. Con ELISA 1: 3200, gli eosinofili nel sangue di un bambino aumentano al 35-40% e questa condizione indica un alto grado di infezione da elminti.

Tipi di elmintiasi

La toxocariasi può verificarsi nei bambini con sintomi di bronchite, polmonite. Le condizioni del paziente sono caratterizzate da tosse, febbre combinata con disturbi intestinali..

La toxocariasi è causata dai vermi parassiti della toxocara. Le larve di Toxocar con flusso sanguigno entrano nei polmoni, negli occhi, nei reni, nei muscoli. Le forme adulte parassitano nell'intestino.

Le tossine che vengono rilasciate durante la vita dei vermi parassiti provocano una reazione allergica, accompagnata da eosinofili aumentati al 70-80% e IgE elevate.

I segni della toxocariasi sono:

  • dolore addominale;
  • eruzioni cutanee;
  • ingrossamento del fegato e dei linfonodi.

Fino all'80% di aumento degli eosinofili nei bambini con eosinofilia tropicale. Questa malattia è causata da parassiti, nematodi, tenie, nematodi, echinococchi, anchilostomi.

L'eosinofilia polmonare tropicale è accompagnata da febbre, tosse secca, respiro asmatico. I bambini sono caratterizzati da ingrossamento dei linfonodi e del fegato. Il bambino perde peso, gli eosinofili nel sangue sono aumentati fino al 90%, i leucociti totali alti, aumentati a 50 * 10 9 / l.

EO aumentato con parassitosi

L'infezione con uno qualsiasi dei 98 tipi noti di parassiti comuni nel territorio della Federazione Russa causa un aumento degli eosinofili. A seconda dell'aggressività del parassita e della sua quantità nel corpo, l'EO può essere aumentato dal 7-8% all'80-90%.

Gli eosinofili sono aumentati al 12-50%, la VES è aumentata a 8-12 mm all'ora nell'opisthorchiasis. Il tipo di parassitosi può essere assunto non solo dagli indicatori degli eosinofili, ma anche dalla natura dei loro cambiamenti durante la malattia..

Quindi, se all'inizio gli eosinofili nel sangue del bambino aumentano all'85% e dopo 3 settimane diminuiscono all'8% - 10%, allora questo significa, molto probabilmente, che è stato infettato da trematodi.

L'EOS nell'analisi del sangue aumenta se infettato da protozoi unicellulari. Delle 50 specie di protozoi che possono parassitare nel corpo umano, la causa più comune di parassitosi è l'infezione da lamblia.

Secondo l'OMS, dal 30 al 60% dei bambini in diversi paesi del mondo sono infetti da lamblia. La giardiasi è accompagnata da dermatite atopica, orticaria, allergie alimentari. L'aumento degli eosinofili con giardiasi è persistente, ma l'aumento degli indicatori è spesso insignificante ed è dell'8% - 10%, sebbene ci siano casi con EO 17-20%.

Malattie infettive

Con alti eosinofili e monociti elevati, si verificano invasioni da elminti, malattie infettive dell'intestino, vie respiratorie. I cambiamenti nell'emocromo dei leucociti dipendono dalla natura dell'agente patogeno.

Nelle infezioni causate da virus e batteri, la conta degli eosinofili è inferiore rispetto all'elmintiasi. E la gravità dell'infezione spiega perché gli eosinofili possono essere aumentati in un bambino o rimanere invariati con lo stesso tipo di patogeno.

Il livello di EO cambia in modo diverso a seconda della gravità della malattia quando viene infettato dal virus della parainfluenza. La parainfluenza è un'infezione virale respiratoria acuta con sintomi:

  • aumento della temperatura fino a 38 gradi;
  • rinite grave;
  • tosse secca.

I bambini possono sviluppare laringite, tracheite, il rischio di stenosi laringea è aumentato, soprattutto se il bambino è incline a reazioni allergiche.

La parainfluenza non complicata procede senza un aumento della VES, con una leggera diminuzione dei leucociti. Con la parainfluenza complicata dalla polmonite, gli eosinofili sono aumentati nei bambini fino al 6-8%. Nell'analisi del sangue, i linfociti sono aumentati, l'ESR è aumentato a 15-20 mm all'ora.

Eosinofili elevati nell'analisi del sangue vengono rilevati nella tubercolosi, mononucleosi infettiva. Il livello di eosinofili dipende dalla gravità della tubercolosi. La tubercolosi grave si verifica con eosinofili normali.

Un leggero aumento di eosinofili, linfociti al di sopra del normale e l'assenza di giovani neutrofili nel sangue nella tubercolosi significa recupero, o questo è considerato un segno di un decorso benigno della malattia.

Ma un forte calo dei valori di EO nel sangue o anche la completa assenza di leucociti eosinofili è un segno sfavorevole. Una tale violazione indica un grave decorso di tubercolosi..

I neonati fino a un anno, gli adolescenti dai 12 ai 16 anni sono particolarmente suscettibili alla tubercolosi. Il trattamento della tubercolosi, dovuto a farmaci a lungo termine, può causare allergie ai farmaci. La comparsa di un'allergia significa che nell'analisi del sangue gli eosinofili nel bambino saranno più alti del normale e questo aumento a volte raggiunge il 20-30%.

Eosinofilia autoimmune

Un aumento degli eosinofili nei bambini causato da una malattia autoimmune è raro. Ad alta EOS, al bambino può essere diagnosticata una malattia autoimmune:

  • artrite reumatoide;
  • gastroenterite eosinofila;
  • cistite eosinofila;
  • periarterite nodosa;
  • cardiopatia eosinofila;
  • fascite eosinofila;
  • epatite cronica.

Con la fascite eosinofila, l'EO aumenta all'8% - 44%, l'ESR sale a 30-50 mm all'ora, i valori di IgG aumentano. La periarterite nodosa, oltre all'aumento degli eosinofili, è caratterizzata da piastrine alte, neutrofili, diminuzione dell'emoglobina, ESR accelerata.

La gastroenterite eosinofila è considerata una malattia infantile. Una caratteristica di questa malattia è che quando gli eosinofili sono elevati nel sangue, il bambino a volte non ha manifestazioni allergiche, il che significa che stanno cercando di curarlo da soli e si rivolgono a un medico in ritardo.

I segni di gastroenterite eosinofila nei bambini includono:

  • mancanza di appetito, perdita di peso;
  • dolore addominale;
  • diarrea acquosa;
  • nausea.

L'intolleranza alimentare, sia allergica che non allergica, può causare la malattia. I tentativi di curare un bambino da soli con l'aiuto di rimedi popolari danneggeranno solo, poiché non elimineranno le cause della malattia.

Eosinofilia in oncologia

Si nota un aumento degli eosinofili nei tumori maligni:

  • rinofaringe;
  • bronchi;
  • stomaco;
  • ghiandola tiroidea;
  • intestini.

Aumento degli eosinofili nella malattia di Hodgkin, leucemia linfoblastica, mieloblastica, tumore di Wilms, leucemia eosinofila acuta, carcinomatosi.

Nei bambini, la leucemia linfoblastica acuta è più comune rispetto ad altre malattie maligne (fino all'80% dei casi). Di solito i ragazzi si ammalano, l'età critica - da 1 a 5 anni. La causa della malattia è una mutazione della cellula precursore dei linfociti.

A rischio sono i bambini con sindrome di Down, anemia di Fanconi, condizioni di immunodeficienza congenita o acquisita. Nella leucemia linfoblastica acuta nel test del sangue, i neutrofili, gli eosinofili, i monociti e la VES sono aumentati, i linfociti, gli eritrociti e l'emoglobina sono diminuiti.

Il bambino ha i linfonodi ingrossati, a partire dalla cervicale. I nodi non si saldano insieme, sono indolori, motivo per cui potrebbero non preoccupare né il bambino né i genitori.

La prognosi della malattia in oncologia dipende in larga misura dalla tempestività di contattare un pediatra. Febbre senza una ragione apparente, affaticamento, ingrossamento dei linfonodi, disturbi del bambino di mal di testa, dolore alle gambe, disturbi della vista: questi sintomi non possono essere ignorati. Devono sicuramente diventare un motivo per contattare il pediatra locale e l'esame.


Articolo Successivo
EEG e REG: quale metodo diagnostico scegliere