Vasculite


Vasculite: che cos'è? Questo è un gruppo di malattie accompagnate da infiammazione e successiva necrosi (necrosi) della parete vascolare.

Questo gruppo di patologie porta a un significativo deterioramento della circolazione sanguigna nei tessuti che circondano la nave. Diverse forme di questi disturbi hanno sintomi sia caratteristici che generali (febbre, perdita di peso, eruzione cutanea che non scompare con la pressione, dolori articolari). Se non trattata, la lesione primaria può diffondersi e causare danni ad altri tessuti o organi. Successivamente, la malattia può portare a disabilità e persino alla morte..

Secondo le statistiche, la vasculite è ugualmente comune negli uomini e nelle donne e il più delle volte viene rilevata nei bambini e negli anziani. Ogni anno il numero di tali pazienti di un reumatologo aumenta e gli esperti ritengono che un tale aumento dell'incidenza sia associato all'assunzione incontrollata di immunostimolanti e al deterioramento dell'ambiente..

Cos'è?

La vasculite è una condizione patologica del corpo in cui si infiammano le pareti dei vasi sanguigni di varie dimensioni: capillari, venule, arterie, vene, arteriole. Possono essere localizzati nel derma, al confine con l'ipoderma o in qualsiasi altra cavità corporea. La malattia vasculite non è una malattia, è un gruppo di patologie che sono unite su una base unica.

I medici distinguono diversi tipi di disturbo, che differiscono nel luogo di localizzazione, gravità del processo, eziologia:

  1. Primario. Inizia come una malattia indipendente con sintomi propri.
  2. Secondario. Si sviluppa in presenza di altre patologie (tumori, invasione). Può verificarsi come reazione a un'infezione.
  3. Sistemico. La malattia procede in modi diversi. È caratterizzato da lesioni vascolari con infiammazione della parete vascolare, può essere accompagnato da necrosi.

Classificazione

In medicina, ci sono diverse classificazioni di questa malattia. Uno dei criteri per determinare i suoi tipi è il calibro delle navi. Tenendo conto di questo fattore, la malattia di vasculite è suddivisa nelle seguenti forme:

  1. Capillare. Consiste nella sconfitta di piccoli vasi (capillari). In questo caso, possono verificarsi: malattia di Dego, vasculite orticarioide (orticaria), porpora pigmentaria di Shamberg, granulomatosi di Wegener.
  2. Arteriolite. È un'infiammazione di vasi di medie dimensioni (arterie e arteriole). Si manifesta come arterite lepromatosa, poliarterite nodosa, malattia di Kawasaki, febbre mediterranea familiare, vasculopatia striatale.
  3. Arterite. Questa è una lesione di grandi vasi (pareti arteriose). Questi includono arterite a cellule giganti, malattia di Takayasu, sindrome di Kogan, sarcoidosi, aortite tropicale.
  4. Flebite. Questa forma di vasculite provoca infiammazione delle pareti venose..
  5. Vasculopatia. Con questo disturbo, non ci sono chiari segni di infiltrazione di cellule infiammatorie della parete vascolare..

A causa dello sviluppo, la malattia è divisa in due forme: primaria (formata come patologia indipendente) e secondaria (formata sullo sfondo di altre malattie). Tenendo conto del grado di lesione vascolare, la vasculite è:

  • lieve - con un'abbondante eruzione cutanea, bruciore e prurito;
  • moderato - con macchie pronunciate di dimensioni variabili da pochi millimetri a 1-2 cm, debolezza, perdita di appetito, dolore alle articolazioni;
  • grave - con numerose eruzioni cutanee, sanguinamento intestinale e polmonare, cambiamenti significativi nelle articolazioni e negli organi interni.

Motivi di sviluppo

La vasculite primaria è considerata dagli specialisti come una forma nosologica indipendente. Le cause esatte di questa malattia non sono ancora chiare..

Le lesioni secondarie delle pareti vascolari si sviluppano sullo sfondo di un'ampia varietà di patologie. Possibili cause di vasculite secondaria:

  • infezioni (sia acute che croniche);
  • reazione del corpo individuale all'introduzione di vaccini (sieri);
  • contatto con sostanze chimiche o veleni biologici;
  • fattore genetico (predisposizione ereditaria);
  • fattore termico (surriscaldamento o ipotermia del corpo);
  • ustioni della pelle (anche sullo sfondo di una prolungata esposizione al sole);
  • lesioni di varia origine e localizzazione.

Importante: la vasculite si sviluppa spesso nelle persone che hanno avuto un'epatite virale.

Ognuno di questi fattori, così come una combinazione di due o più di essi, può modificare la struttura antigenica dei tessuti del corpo, in questo caso, le pareti dei vasi sanguigni. Il sistema immunitario inizia a percepirli come estranei e attiva la produzione di anticorpi, che danneggiano ulteriormente i vasi sanguigni. Pertanto, viene attivata una reazione autoimmune, in cui si sviluppano processi infiammatori e degenerativi nei tessuti bersaglio..

Primi segni

Indipendentemente dalla forma e dal tipo, la maggior parte delle vasculiti (vedi foto) procede con sintomi simili. I sintomi più caratteristici della patologia:

  • perdita di appetito con conseguente perdita di peso;
  • diminuzione della temperatura corporea;
  • la comparsa di eruzioni cutanee antiestetiche sulla pelle;
  • dolore persistente alle articolazioni;
  • pallore della pelle;
  • affaticabilità rapida, debolezza, malessere;
  • sinusite frequente;
  • esacerbazioni regolari di malattie cardiache e vascolari;
  • nausea e vomito;
  • disturbi della sensibilità - da minimi a pronunciati;
  • mialgia e artralgia.

Le manifestazioni cliniche della malattia possono variare a seconda del tipo di vasculite e della sua localizzazione. In questo caso, il sintomo principale della patologia, in ogni caso, rimane una violazione della normale circolazione sanguigna negli organi e nei sistemi del corpo.

Sintomi di vasculite

I sintomi della vasculite (vedi foto) sono estremamente vari e la manifestazione esterna più caratteristica della vasculite è un'eruzione cutanea. La gravità dei segni della malattia e le condizioni generali del paziente dipendono in gran parte dalla forma e dal tipo di vasculite. In casi gravi e in assenza di cure, la malattia può causare invalidità o morte..

I segni di eruzioni cutanee con vasculite possono essere variati, ma alcuni di essi consentono di distinguere questo disturbo dagli altri:

  • la comparsa di un'eruzione cutanea è spesso associata a una precedente infezione;
  • l'eruzione cutanea appare sullo sfondo di allergie, malattie sistemiche, autoimmuni o reumatiche;
  • l'eruzione cutanea è relativamente simmetrica;
  • i primi elementi dell'eruzione cutanea compaiono sulle gambe (di solito nella zona della parte inferiore della gamba);
  • gli elementi dell'eruzione cutanea sono soggetti a emorragia, edema e necrosi;
  • l'eruzione cutanea è più spesso rappresentata da vari elementi che cambiano colore, dimensione e forma nel tempo.

Nei pazienti con vasculite, possono essere rilevati i seguenti tipi di eruzioni cutanee:

  1. Macchie. Sono rossi o rosa, elementi di un'eruzione cutanea che non superano il livello della pelle. Causato da vampate di calore in risposta all'infiammazione.
  2. Porpora emorragica. Elementi di eruzioni cutanee si verificano con danni significativi alla parete del vaso e all'emorragia. L'eruzione cutanea può apparire come macchie o teleangectasie viola. Le dimensioni degli elementi con contorni irregolari possono raggiungere i 3–10 mm. Dopo un po ', le eruzioni cutanee diventano blu e quindi acquisiscono una tinta giallastra. L'eruzione cutanea non scompare con la pressione.
  3. Orticaria. Questa eruzione cutanea è innescata da una reazione allergica ed è accompagnata da bruciore, formicolio e prurito. Si manifesta come bolle rosa o rosse con contorni irregolari..
  4. Nodi sottocutanei. Tali elementi dell'eruzione cutanea sono causati dalla crescita incontrollata del tessuto connettivo e dell'epidermide. Sono noduli rialzati, semicircolari o piatti. Le loro dimensioni possono variare da pochi millimetri a 1-2 cm, sono dolorose e, nel tempo, può comparire una sede di necrosi al centro a causa di disturbi circolatori significativi. Successivamente, la pelle in questo punto del nodulo diventa nera e inizia a essere respinta.
  5. Bolle. Le violazioni della permeabilità delle pareti vascolari in una determinata area del flusso sanguigno portano al rilascio della parte liquida del sangue sotto la pelle. In tali punti compaiono bolle più grandi di 5 mm. Sono pieni di contenuti trasparenti, che possono contenere inclusioni di sangue..
  6. Ulcere ed erosione. I noduli sottocutanei formati durante la vasculite si disintegrano nel tempo e al loro posto compaiono erosioni (danni superficiali) o difetti cutanei più profondi - ulcere. Se infetti, possono suppurare..

Nella foto, le manifestazioni esterne della vasculite: un'eruzione cutanea sulle gambe

Danni al sistema nervoso

L'esposizione a tossine e danni al tessuto nervoso causati da disturbi circolatori ed emorragie nella vasculite provocano i seguenti sintomi:

  • bruschi cambiamenti nello stato psico-emotivo;
  • convulsioni;
  • debolezza muscolare, paralisi incompleta delle braccia e delle gambe,
  • cambiamenti nella sensibilità (più spesso come "calzini" e "guanti", cioè in queste aree del corpo);
  • emorragie nel cervello, che portano allo sviluppo di ictus emorragico.

Intossicazione

La vasculite è accompagnata da disturbi circolatori, che portano alla formazione di tossine, avvelenamento del corpo e cambiamenti nel metabolismo. Questi processi fanno sì che il paziente manifesti i seguenti sintomi:

  • diminuzione della tolleranza all'esercizio e debolezza;
  • deterioramento dell'appetito e perdita di peso (fino a 0,3-1 kg ogni mese);
  • sonnolenza frequente;
  • mal di testa (il grado della loro intensità dipende dalla gravità della malattia);
  • aumento della temperatura a 37,5-40 gradi (a seconda della gravità della malattia).

Problemi respiratori

La presenza di una reazione infiammatoria e una ridotta permeabilità delle pareti vascolari nella vasculite porta a edema e infiammazione di varie parti del sistema respiratorio. Di conseguenza, possono svilupparsi le seguenti malattie respiratorie:

  1. naso che cola prolungato.
  2. sinusite e sinusite persistenti.
  3. distruzione delle pareti ossee del seno mascellare o del setto nasale.
  4. bronchite persistente con una componente asmatica.
  5. asma bronchiale.
  6. pleurite.
  7. polmonite.
  8. bronchiectasie.

In caso di rottura delle pareti dei vasi sanguigni, il paziente sviluppa emorragie broncopolmonari di varia intensità.

Problemi di vista

Un insufficiente apporto di sangue e nutrizione agli organi visivi osservati nella vasculite possono causare il loro danno unilaterale o bilaterale:

  • deterioramento della vista costantemente progressivo (fino alla completa cecità);
  • gonfiore e arrossamento degli occhi;
  • sensazione di difficoltà quando si muove il bulbo oculare;
  • occhio sporgente.

Danno ai reni

Molti tipi di vasculite causano malnutrizione e malfunzionamento dei reni. All'inizio, il paziente mostra segni di una diminuzione della loro funzione, manifestata dai seguenti sintomi:

  • mal di schiena;
  • febbre;
  • rigonfiamento;
  • diminuzione del volume di urina escreta;
  • proteine ​​e sangue nelle urine.

Successivamente, la violazione della circolazione sanguigna e della nutrizione nei tessuti renali diventa più pronunciata ei tessuti di questi organi sono colpiti in modo più massiccio. A causa di tali cambiamenti, il paziente sviluppa insufficienza renale acuta e quindi cronica..

Danno gastrointestinale

Il danno alle pareti dei vasi del mesentere e dell'intestino causa una ridotta circolazione sanguigna e porta alla comparsa di emorragie. Di conseguenza, si sviluppa una reazione infiammatoria e in un paziente con vasculite compaiono i seguenti sintomi:

  • dolore addominale parossistico e intenso, che peggiora mezz'ora dopo aver mangiato;
  • nausea e vomito;
  • feci frequenti e acquose (a volte con inclusioni di sangue).

Un massiccio danno vascolare può causare atrofia, distruzione graduale e rottura della parete intestinale. Con lesioni così grandi, il paziente sviluppa la peritonite.

Danno articolare

La vasculite è accompagnata da danni alla capsula articolare, che è causata dalla penetrazione di liquidi in essa, dallo sviluppo di infiammazione ed edema. Sono le articolazioni del ginocchio che hanno maggiori probabilità di soffrire per prime e il paziente sviluppa i seguenti sintomi:

  • arrossamento, gonfiore ed eruzione cutanea nella zona del ginocchio;
  • dolore intenso che porta a difficoltà nella funzione motoria.

Dopo alcuni giorni, il processo infiammatorio si diffonde alle articolazioni adiacenti e il dolore alle ginocchia si indebolisce. Di solito, tali lesioni articolari sono autoriparanti e non portano a conseguenze irreversibili..

Diagnostica

Per il rilevamento tempestivo di una malattia pericolosa, viene eseguito un esame completo. Analisi e studi specifici che vengono mostrati a pazienti con sospetta vasculite:

  • Analisi generale del sangue e delle urine (consentono di confermare o negare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo);
  • Un esame del sangue biochimico (con lo sviluppo di vasculite, determina una diminuzione dell'emoglobina, trombocitosi moderata, leucocitosi ed ematocrito);
  • Angiografia;
  • Cardiografia ECHO;
  • Ecografia del cuore, reni, organi addominali.
  • L'esame a raggi X dei polmoni consente di valutare le condizioni dei vasi colpiti e la posizione del processo infiammatorio.

La vasculite è più difficile da diagnosticare nelle prime fasi, quando la malattia non presenta sintomi pronunciati. Con lo sviluppo intensivo della malattia, è molto più facile determinarlo. Segni più evidenti compaiono solo quando più organi sono danneggiati contemporaneamente.

Nei casi più gravi, viene eseguita una biopsia dei tessuti interessati per diagnosticare la malattia, seguita da uno studio dettagliato..

Complicazioni

Il deterioramento dell'afflusso di sangue ai tessuti intorno ai vasi colpiti porta a gravi danni agli organi interni. Senza un trattamento tempestivo e competente, le conseguenze della vasculite possono portare a una grave disabilità.

  1. Perforazione dello stomaco o dell'intestino - rottura della parete intestinale e rilascio del suo contenuto nella cavità addominale. È la complicanza più comune della forma addominale della vasculite emorragica. Quando i vasi sono danneggiati, la parete del tubo digerente non riceve una corretta alimentazione, si atrofizza e diventa più sottile. La rottura può verificarsi a seguito di spasmo o allungamento del bullone alimentare. Una complicanza pericolosa per la vita di questa condizione è la peritonite - infiammazione dei fogli del peritoneo.
  2. L'insufficienza renale cronica è una violazione di tutte le funzioni renali. Danni al tessuto renale causati da ridotta circolazione. La mancanza di ossigeno e sostanze nutritive porta alla morte massiccia delle cellule renali.
  3. Emorragia degli organi interni: fuoriuscita di sangue nel lume degli organi interni o in altre cavità naturali. L'emorragia interna è causata dalla rottura della parete di grandi vasi o dalla distruzione di infiltrati associati a necrosi. La vasculite è caratterizzata da vari tipi di sanguinamento: polmonare, intestinale, uterino nelle donne, emorragia testicolare negli uomini.
  4. L'ostruzione intestinale nei pazienti con vasculite è spesso associata all'intussuscezione intestinale. In questo stato, una parte entra nel lume dell'altra, intasandola e interrompendo il movimento delle masse alimentari.
  5. Ictus emorragico - emorragia intracerebrale associata alla rottura della parete del vaso.
  6. Insufficienza cardiaca. La malnutrizione porta all'esaurimento delle fibre muscolari del cuore. Si allungano e si deformano. Con una completa mancanza di nutrizione, si verifica la morte cellulare. Le complicazioni più frequenti dal cuore: infarto del miocardio - morte di una parte del muscolo cardiaco; rottura di un aneurisma (rigonfiamento del muro) dell'aorta; la formazione di difetti cardiaci dovuti a danni alle valvole - stenosi e insufficienza delle valvole mitrale e aortica.

Come e come trattare la vasculite?

Il trattamento della vasculite viene effettuato a seconda della malattia sottostante e degli organi colpiti. La vasculite allergica primaria spesso si risolve da sola senza richiedere un trattamento speciale. Quando la malattia colpisce organi importanti per la vita (cervello, cuore, polmoni, reni), il paziente necessita di una terapia intensiva e aggressiva.

Se la vasculite è grave, la persona viene ricoverata in ospedale. Con una malattia moderata, una persona può ricevere la terapia a casa. I pazienti con un attacco acuto di vasculite, donne in gravidanza e bambini devono essere ricoverati. L'ospedale fornisce anche cure per la vasculite emorragica. Quando la malattia peggiora, il paziente deve essere tenuto a letto. Ciò consente di affrontare rapidamente i sintomi della vasculite e stabilizzare la circolazione sanguigna..

Per il trattamento della vasculite vengono utilizzati corticosteroidi e chemioterapia in dosi minime. L'obiettivo del trattamento non è solo ripristinare le funzioni degli organi colpiti, ma principalmente sopprimere la risposta anormale del sistema immunitario, che distrugge i vasi sanguigni e interrompe il normale afflusso di sangue ai tessuti..

Trattamento farmacologico

I farmaci dovrebbero essere prescritti da un medico. La terapia è determinata dalla salute generale della persona. Se la malattia è lieve, il corso di trattamento dura 2-3 mesi. A volte la terapia può richiedere fino a 6 mesi o addirittura un anno. I corsi vengono ripetuti in caso di recidiva della patologia.

Farmaci prescritti a pazienti con vasculite:

  • FANS (Piroxicam, Ortofen, ecc.). Possono alleviare l'infiammazione, ridurre i dolori articolari, ridurre il gonfiore e le eruzioni cutanee..
  • Agenti antipiastrinici (Curantil, Aspirina). Questi farmaci hanno lo scopo di fluidificare il sangue. Sono prescritti in modo che i coaguli di sangue non si formino nei vasi sanguigni del paziente..
  • Anticoagulanti (eparina). I farmaci interferiscono con la formazione di coaguli di sangue, poiché influenzano il sistema di coagulazione del sangue.
  • Enterosorbenti (Thioverol, Nutriclins). Questi farmaci legano le sostanze nocive nell'intestino e favoriscono la loro escrezione. Tale trattamento ha lo scopo di ridurre l'intossicazione del corpo..
  • Farmaci glucocorticosteroidi (prednisolone). I farmaci sono prescritti per la vasculite grave. Allevia rapidamente l'infiammazione, poiché sopprimono l'attività del sistema immunitario.
  • Citostatici (azatioprina, ciclofosfamide). Se gli ormoni steroidei non consentono di ottenere un effetto terapeutico e la vasculite continua a progredire, il paziente viene iniettato con citostatici. Queste sono droghe pesanti che sopprimono la produzione di anticorpi. Sono usati per trattare i malati di cancro.
  • Antistaminici. Può essere Suprastin, Tavegil, ecc. Questi farmaci sono prescritti ai bambini se la loro vasculite ha appena iniziato a svilupparsi. Ti aiutano a far fronte a droghe e allergie alimentari.

Trattamento non farmacologico

Le procedure di pulizia del sangue aiutano a far fronte ai sintomi della malattia.

Queste sono le cosiddette tecniche di chirurgia del sangue gravitazionale:

  1. Immunosorbimento. Questa procedura mira a purificare il sangue venoso. È passato attraverso un apparato speciale contenente un immunosorbente..
  2. Emisorbimento. Il sangue viene fatto passare attraverso un dispositivo che contiene uno speciale assorbente. Aiuta a purificarlo da immunocomplessi, anticorpi e antigeni.
  3. Plasmaferesi. Il sangue viene fatto passare attraverso un dispositivo che lo pulisce o lo sostituisce con il plasma.

Prevenzione

Si consigliano procedure di tempra per prevenire l'infiammazione vascolare. Una delle misure preventive importanti è ridurre l'influenza di fattori esterni sfavorevoli sul corpo e normalizzare il sonno e il riposo. Non dovresti assumere farmaci farmacologici senza prescrizione medica o vaccinarti inutilmente. Una persona dovrebbe ricevere tutti i vaccini in conformità con il programma nazionale di immunizzazione.

Previsione

La prognosi della vasculite dipende dalla forma della malattia e dalla rapidità con cui viene avviato il trattamento. Quindi, con la terapia precoce con citostatici in combinazione con glucocorticosteroidi, il tasso di sopravvivenza a cinque anni dei pazienti con vasculite raggiunge il 90%. Ciò significa che 9 pazienti su 10 vivono più di 5 anni. Senza un trattamento tempestivo, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 5%.

La prognosi peggiora nei seguenti casi:

  • insorgenza della malattia dopo 50 anni;
  • danno ai reni;
  • danno al tratto gastrointestinale;
  • danno al sistema nervoso centrale;
  • danni all'aorta e ai vasi cardiaci.

Ciò significa che le persone con condizioni simili devono essere attente alla loro salute e seguire rigorosamente il regime di trattamento. In questo caso, è possibile evitare lo sviluppo di gravi complicazioni..

Vasculite: che cos'è, sintomi, a seconda della posizione dell'infiammazione, cause, trattamento e conseguenze

I disturbi circolatori nei tessuti e negli organi sono considerati una delle principali cause di morte di persone di tutte le età, nonché colpevole di gravi casi di disabilità nei pazienti delle categorie lavorative..

Le deviazioni non sono sempre associate a cause spontanee come malattie endocrine o trombosi. Potrebbero esserci problemi nella nave stessa.

La vasculite della malattia è un nome generalizzato per un gruppo di processi patologici, la cui essenza è l'infiammazione del rivestimento interno delle strutture di fornitura di sangue.

Sono interessate sia le arterie che le vene, i capillari, i vasi di diversi calibri, indipendentemente dal tipo e dalla posizione. Sono possibili varianti sistemiche della malattia, quando nel disturbo sono coinvolti gruppi di strutture cave, questo è particolarmente pericoloso.

Non c'è ancora consenso sull'origine del processo patologico nell'ambiente medico.

Si presume che il motivo principale sia una lesione infettiva, ipersensibilizzazione del corpo, quando il corpo diventa sensibile alle minime fluttuazioni della posizione interna o esterna e un fallimento del sistema immunitario, che inizia ad attaccare erroneamente i propri tessuti.

Trattamento urgente, in ospedale. Perché le complicazioni sono troppo difficili.

Meccanismo del divenire

Al centro dello sviluppo del processo patologico ci sono due punti chiave.

In quali combinazioni si trovano in ogni caso specifico, è difficile da dire, ma è necessario scoprirlo. L'approccio alla terapia e alla diagnosi dipende da tali informazioni..

Autoimmune

Il primo è relativamente raro, almeno in una forma pura e isolata..

La linea di fondo è aumentare la sensibilità del corpo agli stimoli esterni, fino all'esposizione a una piccola quantità di allergeni, tossine batteriche.

L'immunità prende le cellule dell'endotelio, il rivestimento interno del vaso, per sostanze pericolose e avvia la produzione di anticorpi che distruggono i tessuti.

Forse l'inizio del processo senza un fattore scatenante, spontaneo. Dal punto di vista della cura, questo meccanismo per lo sviluppo della vasculite è complesso, richiede l'uso di immunosoppressori e un gruppo di farmaci antinfiammatori di supporto.

Contagioso

Gioca un ruolo importante. Fondamentalmente, provoca forme secondarie di vasculite. Inoltre, l'attenzione è sempre all'esterno della nave..

Può essere mal di gola, tubercolosi localizzata nei polmoni o nel sistema escretore, sifilide trasferita senza trattamento, infezioni a trasmissione sessuale e molte altre opzioni.

Ogni focalizzazione è considerata una potenziale fonte di danno.

Forme miste

Secondo studi specializzati, sono nella stragrande maggioranza dei casi che vengono rilevati.

Ciò accade secondo uno schema complesso: nella fase iniziale, gli agenti infettivi, in particolare quelli che esistono nel corpo da molto tempo, penetrano nelle strutture dei vasi, ma non vengono attivati. Perché non ci sono sintomi di vasculite.

Tuttavia, sono loro, i prodotti della loro attività vitale, che provocano la risposta immunitaria. Ad un certo punto, le difese falliscono e non funzionano come dovrebbero.

La vasculite si sviluppa ulteriormente secondo uno scenario distruttivo: si verifica l'infiammazione della parete vascolare.

Sia le strutture grandi che le arteriole, le vene, i capillari più piccoli soffrono. Non sempre insieme. Possibili forme isolate quando è coinvolto un vaso o un suo frammento.

Come risultato di infiammazione ed edema, si verifica un restringimento del lume, il diametro della struttura cava, il flusso sanguigno si indebolisce. Inizia l'ischemia acuta dei tessuti, che si nutrono dalla nave interessata. Probabili esiti fatali.

Con un trattamento tempestivo, c'è la possibilità di ridurre tutte le complicazioni a nulla, ma nella maggior parte dei casi c'è una traccia della malattia precedente. Sotto forma di filamenti di fibrina - aderenze in un vaso o cicatrici delle pareti, accumulo di tessuto connettivo, che funge da ostacolo meccanico naturale.

In entrambi i casi si tratta di disturbi circolatori cronici. Pertanto, si crea un alto rischio di invalidità o morte, a seconda della nave colpita.

Classificazione

Lo sviluppo della vasculite differisce per localizzazione (posizione del focus principale), numero di aree di cambiamenti anormali, gravità del disturbo, tipo di processo patologico.

I criteri sono utilizzati su un piano di parità, perché lo schema di esposizione, i metodi diagnostici dipendono dalle informazioni ricevute, una valutazione più accurata dell'essenza del disturbo..

Questi dati vengono utilizzati anche come parte della previsione dopo la terapia, nel determinare le dinamiche della malattia..

Sulla base dell'origine del processo patologico, chiamano:

  • Vasculite primaria. Si sta sviluppando rapidamente. Anche un medico esperto è lungi dall'essere immediatamente in grado di capire il motivo. Perché non ci sono manifestazioni oggettive pronunciate o sono scarse.

Di solito, il momento dell'inizio della malattia cade nel periodo dopo un'infezione o un grave episodio di una reazione allergica.

Le ricadute di malattie autoimmuni interessano anche: lupus, artrite, reumatismi.

  • Forma secondaria. È più comune. Tuttavia, è impossibile dire con certezza se un processo di terze parti sia coinvolto o meno in un particolare presunto caso settico..

Secondo studi specializzati, questo è quasi sempre il caso e la vasculite è di origine mista, infettiva-immune..

Le cause sono il decorso di malattie virali e batteriche. Dal semplice ARVI alla sifilide, alla tubercolosi.

Le forme secondarie includono varianti patologiche causate da invasioni elmintiche, il decadimento dei tumori cancerosi. Sebbene siano di origine autoimmune.

Per localizzazione, si distinguono forme sistemiche e isolate. Ce ne sono alcuni di entrambi.

Tra i primi si chiamano:

  • Granulomatosi di Wegener.
  • La sindrome di Behçet.
  • Periarterite nodosa.
  • Arterite temporale a cellule giganti.
  • Tromboangioite (malattia di Buerger).

Per quanto riguarda il secondo, si parla di danni a cuore, cervello, vasi degli arti, articolazioni (la cosiddetta vasculite emorragica), reni, fegato.

La vasculite sistemica dà manifestazioni più gravi, quindi inizialmente la prognosi è difficile.

In base al tipo di nave, ci sono molte altre varietà di disturbo:

  • Arterite. Come suggerisce il nome, colpisce le strutture più grandi che alimentano organi e tessuti. Il corso è molto difficile. Con lo sviluppo di complicanze, portano rapidamente a esiti invalidanti associati a ischemia e ipossia.
  • Flebite. La sconfitta delle vene. È accompagnato da un decorso meno attivo, ma spesso porta alla necrosi dei tessuti, alla necessità di un intervento chirurgico.

Nella stragrande maggioranza dei momenti, le vene superficiali degli arti inferiori sono coinvolte nel processo. Un po 'meno spesso i migliori. Ancora meno casi sono dovuti all'infiammazione delle strutture cerebrali.

  • Arteriolite. I sintomi sono lubrificati, se non c'è flusso sistemico.
  • Capillare. Il quadro clinico, nonostante la relativa sicurezza della condizione, è doloroso per il paziente..

Infine, la vasculite può essere classificata in base alla gravità del disturbo..

  • Laurea facile. Il complesso sintomatico è minimo. C'è un leggero aumento della temperatura corporea. Si verifica anche la corrente latente.
  • Gravità moderata. Clinica pronunciata.
  • Fase terminale. Porta un grande pericolo per la salute e la vita. Spesso finisce con invalidità o morte (in circa il 15-20% dei casi descritti).

Sintomi

La clinica è estremamente eterogenea, perché una varietà di combinazioni dei suddetti tipi di processo sono possibili secondo un gruppo di criteri, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Sintomi generali e foto di patologia

Manifestazioni esterne di vasculite, indipendentemente dalla localizzazione - un'eruzione cutanea. Può essere diverso, non esiste un'unica opzione.

I tipi possibili includono:

  • Macchie rosa. Di piccolo diametro, raggiungendo un massimo di 0,5 cm, multiplo nel sito della lesione. Non si manifestano in alcun modo.
  • Eruzione emorragica. Sembrano macchie rosso intenso o viola e irregolari. Falsamente scambiato per lividi, sembra simile.
  • Infiltrati. Situato sotto la pelle. Palpabile come lesioni morbide, indolore.
  • Orticaria. Prurito, eruzione cutanea rosa. Piccole macchie che presto si fondono in un unico fuoco e causano molto disagio al paziente (vedi foto).
  • Erosione. Aree simili a crateri di ulcerazione tissutale, come dai graffi dopo la varicella.
  • Papule. Vescicole piene di essudato sieroso (liquido trasparente). Dimensioni non superiori a 5 mm.

Il secondo gruppo di punti generali è segni di intossicazione del corpo:

  • Mal di testa. Diverse intensità. Più grave è la malattia, più attivo è il sintomo.
  • Nausea.
  • Aumento della sudorazione, sensazione di freddo.
  • L'aumento della temperatura corporea segna da 37,5 a 40 gradi. La diffusione è ampia, a causa di varie possibili forme del processo patologico.
  • Sonnolenza, debolezza, manifestazioni asteniche (quantità insufficiente di forza per il lavoro, svolgere compiti nella vita di tutti i giorni).
  • Rifiuto di mangiare.
  • Dispnea.

Danni ai vasi che alimentano il tratto digestivo

I sintomi standard della localizzazione della vasculite nelle strutture gastrointestinali sono presentati dalla clinica dell'addome acuto:

  • Forte dolore addominale. Fuoriuscita, taglio o combustione. Tiro.
  • Feci frequenti, diarrea con acqua intervallata da sangue rosso fresco.
  • Nausea.
  • Compromissione dello stato di coscienza, pallore della pelle, cianosi del triangolo naso-labiale, crescita e quindi un rapido calo della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, sonnolenza.
  • Stato collaptoide. Parla dello scenario critico dello sviluppo del processo patologico.
Attenzione:

È possibile la rottura intestinale. Se non esegui un trattamento tempestivo. In questo caso, inizierà la peritonite..

Danno ai reni

La vasculite dei vasi renali è caratterizzata da manifestazioni della struttura escretoria, filtrazione alterata:

  • Forte dolore alla schiena. Vagare. Di solito nell'area della nave colpita, ma può diffondersi oltre.
  • Diminuzione della quantità di urina giornaliera. Oliguria. Quando due organi sono coinvolti contemporaneamente in un disturbo, si sviluppa l'anuria. Completa assenza di produzione di urina. La condizione è critica. Devi trasportare il paziente in ospedale.
  • Rigonfiamento. Su tutto il corpo o solo sugli arti inferiori a livello delle caviglie.

Danno articolare

La vasculite emorragica è accompagnata da sintomi simili a quelli della periartrite o della borsite. Il processo coinvolge la borsa articolare.

  • Violenti dolori lancinanti sordi nella zona interessata. Secondo le osservazioni degli specialisti, la tipica localizzazione del processo patologico sono le grandi articolazioni: ginocchio, gomito.
  • Sensazione di rigidità, spremitura.
  • Violazione dell'attività motoria. Compreso a causa della sindrome del dolore grave.

Lesione vascolare retinica

È accompagnato da una diminuzione dell'acuità visiva. Nebbia in vista.

La cecità monoculare è possibile (su un lato). Quando la nave si rompe, compaiono macchie rossastre galleggianti.

Un grande volume di uscita del sangue è accompagnato da un distacco della retina. Senza assistenza medica, il processo termina con la completa perdita della vista..

Danni ai polmoni

I possibili sintomi includono mancanza di respiro, disturbi del normale ritmo dell'attività cardiaca..

La tosse all'inizio è improduttiva e poi con le impurità del sangue. Oltre al danno al tratto respiratorio inferiore stesso, c'è anche una violazione del funzionamento del rinofaringe.

Mancanza di nutrizione per il sistema nervoso centrale

I sintomi cerebrali sono considerati uno dei più pericolosi in termini di prospettive di morte..

  • Mal di testa. Espresso. Sparare, imballare.
  • Nausea.
  • Disturbi della coscienza.
  • Diminuzione della sensibilità del corpo, degli arti.
  • Svenimento.
  • Letargia, debolezza, sonnolenza. Incapacità di svolgere anche le più semplici attività quotidiane.

Manifestazioni focali neurologiche: paralisi, paresi, vertigini, instabilità dell'andatura, disfunzioni visive, perdita dell'udito, olfatto, tatto, attività mentale e altre opzioni.

Disturbi cardiaci

Le manifestazioni assomigliano a quelle dell'angina pectoris. Di conseguenza, il processo è accompagnato da un fastidio bruciante o pressante al petto, aritmia, alterazione della coscienza, mancanza di respiro.

Tra tutti i tipi, la neurovasculite (che colpisce il cervello), così come la forma cardiaca, sono considerate le più letali.

La distruzione dei vasi addominali porta alla morte a metà. L'interessamento delle estremità raramente finisce in modo fatale, la conseguenza principale è la cancrena e l'amputazione.

Le forme autoimmuni sono solitamente accompagnate da sintomi meno attivi. Ma non è sempre così. I tipi infettivi sono più aggressivi e peggiori in termini di prognosi.

Le ragioni

I fattori di sviluppo del processo patologico sono molteplici. Tra quelli:

  • Malattie veneree. Soprattutto spesso parliamo di sifilide, trascurata, insufficientemente trattata. Un po 'meno spesso c'è una lesione erpetica.
  • Tubercolosi.
  • Malattie del tratto respiratorio superiore e inferiore.
  • Carie, gengiviti. Igiene orale insufficiente (per quanto strano possa sembrare).
  • Storia di reumatismi.
  • Altri tipi di condizioni autoimmuni. Dal morbo di Crohn al lupus eritematoso sistemico e altri.

Esistono prove di un certo grado di predisposizione genetica allo sviluppo del processo.

Diagnostica

Viene eseguito da un reumatologo, meno spesso da altri specialisti. Potrebbe essere necessario l'aiuto di un chirurgo vascolare, in assenza di uno - un medico generico (in una clinica normale, la probabilità di trovare solo un chirurgo è molto più alta).

  • Interrogatorio orale del paziente, raccolta di anamnesi. Valutazione visiva dei tessuti. Con adeguate qualifiche, questi dati sono sufficienti per fare una diagnosi iniziale approssimativa..
  • Esame ecografico (ecografia) dei vasi sanguigni. Nel campo della localizzazione della violazione. Gold Standard diagnostico.
  • Angiografia per determinare le caratteristiche anatomiche delle strutture di apporto sanguigno.
  • Un esame del sangue generale (il livello di VES aumenta, la leucocitosi è presente nei processi infettivi), biochimica (alta CRP).

La risonanza magnetica viene eseguita secondo necessità.

Terapia

Il trattamento della vasculite prevede l'uso di una tecnica conservativa o chirurgica. Il primo è usato più spesso.

Si consiglia di ricoverare una persona in ospedale per un trattamento completo e completo. Più intensi sono i sintomi della vasculite, più attiva è la terapia..

I farmaci prescritti includono:

  • Antifiammatori non steroidei. Fermano il rilascio di speciali sostanze-mediatori, alleviano il dolore, il gonfiore. Agiscono in modo complesso, ma non sono categoricamente adatti per un uso a lungo termine. Sono probabili effetti collaterali pericolosi. Ketorolac, Nise, Ibuprofen e altri.
  • Farmaci glucocorticoidi. Hanno un potenziale antinfiammatorio più potente, vengono utilizzati in dosaggi elevati per la sconfitta di grandi vasi (ad esempio, l'aorta). Colpiscono sistematicamente l'intero corpo, ma non si applicano a lungo. Sono probabili effetti collaterali pericolosi. Desametasone, Prednisolone.
  • Anticoagulanti. Diluire il sangue. Aspirina, eparina.
  • Sorbenti. Legano sostanze tossiche nocive e ne favoriscono l'eliminazione naturale. Thioverol e altri lo faranno..
  • Citostatici. In casi estremi, se si verifica una vasculite autoimmune. Per eliminare una condizione acuta.

La chirurgia è necessaria in un numero limitato di situazioni. Principalmente sullo sfondo della cicatrizzazione totale di una grande nave, la formazione di un gran numero di corde di fibrina (aderenze).

Quindi viene eseguita la loro escissione o protesi dell'area interessata. Allo stesso tempo, a seconda della causa della malattia, è necessario anche un trattamento farmacologico sistematico..

Previsione

Favorevole se la terapia viene iniziata ai primi sintomi e non ci sono cambiamenti organici nei sistemi.

Quando sono iniziate trasformazioni irreversibili nel fegato, nei reni, nel cuore, nel cervello e negli arti, il risultato è molto peggiore.

È meglio controllare i dati con uno specialista leader. Perché devi tenere conto di molti fattori. Dal sesso e dall'età allo stato di salute, allo stile di vita, alla localizzazione della lesione e molti altri.

Possibili complicazioni

Ictus, infarto, sepsi, peritonite, cancrena delle estremità, intestino e questo non è il limite. L'immagine è coronata da morte o grave disabilità.

Non c'è possibilità di guarigione senza un trattamento adeguato. La regressione spontanea è impossibile.

Infine

La vasculite è un intero gruppo di malattie del piano infiammatorio vascolare. Trasporta un pericolo colossale per la salute e la vita. Spesso finisce in invalidità e morte dei pazienti.

Non puoi esitare con il passaggio della diagnostica e della terapia in condizioni stazionarie.

Ai primi segni, anche lontanamente simili a quelli con infiammazione dei vasi, è urgente contattare un medico (prima un chirurgo) o chiamare un'ambulanza.

Vasculite

Informazione Generale

La vasculite (un sinonimo di questo nome è il termine angite) è il nome di un gruppo eterogeneo di malattie, la cui base è un processo infiammatorio immunopatologico che colpisce i vasi. Colpisce vari vasi: arterie, arteriole, vene, venule, capillari. Le conseguenze di questa malattia sono cambiamenti nelle funzioni e nella struttura degli organi che forniscono sangue ai vasi colpiti. La malattia può provocare sanguinamento, necrosi, ischemia.

Fino ad ora, gli scienziati stanno conducendo ricerche, cercando di determinare con maggiore precisione la vasculite: che tipo di malattia è e cosa la causa. Le cause esatte della malattia non sono ancora note. Si presume che la malattia si sviluppi a causa dell'influenza di fattori esterni in combinazione con la disposizione genetica. Ci sono anche prove che la malattia può essere causata dal virus dell'epatite o dallo Staphylococcus aureus. Codice ICD-10 - I77.6.

Patogenesi

Fino ad ora sono in corso lavori per studiare l'eziologia della vasculite sistemica. In particolare, c'è un'opinione sul probabile ruolo di un'infezione batterica o virale nel suo sviluppo. La patogenesi della malattia è complessa e include una serie di meccanismi immunitari. Si presume che i seguenti fattori abbiano un ruolo nello sviluppo della vasculite sistemica:

  • Formazione di autoanticorpi contro gli anticorpi citoplasmatici antineutrofili nel corpo, durante i quali i neutrofili vengono attivati ​​e aderiscono alle cellule endoteliali, che porta al loro danno.
  • Formazione di autoanticorpi contro gli antigeni delle pareti vascolari.
  • Formazione di immunocomplessi patogeni e loro deposizione nella parete vascolare. Che colpisce i leucociti polimorfonucleati dopo l'attivazione del complemento. A loro volta, producono enzimi lisosomiali che danneggiano la parete vascolare. La sua permeabilità aumenta. Con l'infiammazione immunitaria della nave, si manifesta spesso la trombosi.
  • Reazioni del sistema immunitario associate all'azione dei linfociti T. Questo meccanismo è decisivo nello sviluppo della granulomatosi di Wegener. A causa dell'interazione con l'anticorpo, i linfociti T sensibilizzati producono linfochine che inibiscono la migrazione dei macrofagi. Quindi li concentrano dove si accumulano gli antigeni. I macrofagi vengono attivati ​​e producono enzimi lisosomiali, che portano a danni alle pareti vascolari. Questi meccanismi portano alla manifestazione di granulomi.
  • Effetto diretto di vari agenti infettivi sulla parete vascolare.
  • Disturbi vasospastici e della coagulazione.
  • Effetti derivanti dal rilascio di mediatori infiammatori e citochine.
  • I processi di interazione dei leucociti e delle cellule endoteliali, a seguito dei quali viene rilasciato un gran numero di molecole adesive riformate e ri-sintetizzate.
  • La comparsa di anticorpi contro i fosfolipidi. Tali anticorpi si trovano in pazienti con vasculite sistemica. Si nota la loro reazione crociata con le proteine ​​endoteliali, che porta ad un aumento delle proprietà coagulanti del sangue.

Classificazione

Prima di tutto, la vasculite è divisa in primaria e secondaria.

  • Le lesioni primarie sono un processo indipendente in cui i vasi si infiammano. La loro causa è sconosciuta.
  • Secondarie sono lesioni che si sviluppano come complicanza di malattie infettive o oncologiche in corso. La causa di tali malattie può anche essere l'uso di droghe, l'influenza di tossine, agenti infettivi.

A sua volta, la vasculite primaria, tenendo conto delle dimensioni dei vasi infiammati, è suddivisa nei seguenti gruppi:

  • Processo infiammatorio di piccoli vasi: granulomatosi di Wegener, vasculite emorragica (porpora di Schönlein-Henoch), vasculite crioglobulinemica, poliangite microscopica, vasculite orticarioide ipocomplementare, sindrome di Churg-Strauss, vasculite da ipersensibilità.
  • Processo infiammatorio dei vasi medi: malattia di Kawasaki, periarterite nodosa.
  • Processo infiammatorio di grandi vasi: arterite a cellule giganti, malattia di Takayasu.
  • Infiammazione di navi di diverse dimensioni: malattia di Behçet, vasculite nella sindrome di Kogan.
  • Infiammazione nelle malattie sistemiche: lupus, sarcoide, vasculite reumatoide.
  • Vasculite di singoli organi: angioite primaria del sistema nervoso centrale, arterite cutanea, aortrite isolata, angite leucocitaria-clastica cutanea, altri.

Viene isolata anche la vasculite cutanea isolata. Può essere una manifestazione di tali malattie:

  • vasculite emorragica di Shenlein-Henoch;
  • vasculite allergica ipersensibile;
  • vasculite nodulare;
  • eritema nodoso;
  • periarterite nodosa.

A seconda del calibro dei vasi colpiti, di dove si trovano esattamente e del tipo di lesione, esiste un certo quadro clinico.

La forma secondaria di vasculite può essere la seguente:

  • associato alla sifilide;
  • con virus dell'epatite B;
  • con il virus dell'epatite C;
  • con malattie oncologiche;
  • complesso immunitario associato a farmaci;
  • Vasculite associata a farmaci ANCA;
  • altri.

Poiché la vasculite sistemica determina i meccanismi immunitari, quindi, a seconda del tipo di processo immunopatologico, la vasculite primaria sistemica è suddivisa nei seguenti gruppi:

  • Quelli associati agli immunocomplessi: lupus e vasculite reumatoide, malattia di Behçet, vasculite emorragica, vasculite crioglobulinemica.
  • Quelli associati ad anticorpi organo-specifici: malattia di Kawasaki.
  • Quelli associati ad anticorpi citoplasmatici anti-neurofili: poliarterite microscopica, granulomatosi di Wegener, poliarterite nodosa classica, sindrome di Churg-Strauss.

Le ragioni

Fino ad ora, le ragioni dello sviluppo di questa malattia non sono state studiate abbastanza. Le cause della manifestazione della forma primaria della malattia sono determinate solo presumibilmente. Può svilupparsi a seguito di infezioni virali e croniche, allergie, malattie autoimmuni croniche, assunzione di determinati farmaci e contatto con sostanze chimiche. Ipotermia, ustioni, radiazioni, traumi, fattori ereditari sono chiamati fattori che provocano questa malattia. Tuttavia, i fenomeni citati non sono le cause della malattia, ma i suoi fattori scatenanti..

Sintomi di vasculite

I sintomi clinici comuni per tutti i tipi di vasculite sono la febbre ondulatoria, in cui la temperatura corporea aumenta durante i focolai di lesioni vascolari. Si notano anche sindrome emorragica e muscolo-articolare. Anche il sistema nervoso periferico può essere coinvolto nel processo patologico. Ciò porta allo sviluppo di polineurite. C'è anche emaciazione e lesioni viscerali sfaccettate..

Nella letteratura specializzata, il termine "vasculopatia" è talvolta utilizzato per determinare i segni di lesioni vascolari in questa malattia..

In generale, i sintomi della vasculite sistemica, a seconda del tipo, possono essere variati e interessare diversi sistemi e organi. Sono possibili le seguenti manifestazioni:

  • Pelle: eruzioni cutanee, compaiono ulcere, le dita diventano blu, possono formarsi ulcere nell'area genitale, è possibile la cancrena.
  • Polmoni: sono possibili mancanza di respiro, tosse, tosse con sangue, episodi di soffocamento.
  • Sistema nervoso: mal di testa, vertigini, convulsioni, ridotta sensibilità e funzione motoria, ictus.
  • Membrane mucose: comparsa di eruzioni cutanee e piaghe.
  • Rene: aumento della pressione sanguigna, edema.
  • Apparato digerente - diarrea, dolore addominale, sangue nelle feci.
  • Sistema muscoloscheletrico: gonfiore e dolore alle articolazioni, indolenzimento muscolare.
  • Visione: dolore e dolore agli occhi, visione offuscata, arrossamento degli occhi.
  • Cuore e vasi sanguigni - disturbi cardiaci, dolore toracico, salti di pressione sanguigna.
  • Organi ENT: deterioramento dell'olfatto e dell'udito, secrezione dalle orecchie e dal naso, voce rauca, sangue dal naso.

Vasculite emorragica

Foto di vasculite sulle gambe

Questa forma è per lo più benigna. In genere, la remissione o il recupero si verifica dopo alcune settimane. Tuttavia, la vasculite emorroidaria può essere complicata da danni intestinali o renali. Molto spesso, con questa forma della malattia, si sviluppano lesioni cutanee. Una persona è colpita da un'eruzione emorragica, una porpora palpabile che è debolmente visibile, ma può essere rilevata al tatto. All'inizio della malattia, la vasculite appare sulle gambe: l'eruzione cutanea è localizzata nelle parti distali degli arti inferiori e quindi passa alle cosce, ai glutei.

Inoltre, con questa forma della malattia, si nota la sindrome articolare. Molto spesso, sono colpite le grandi articolazioni delle gambe. I dolori articolari migratori si verificano in un momento in cui compaiono eruzioni cutanee. In alcuni pazienti può verificarsi una sindrome addominale, in cui il tratto gastrointestinale è danneggiato. In questo caso si notano dolore addominale, nausea, vomito, dolore addominale, sanguinamento gastrointestinale. È anche possibile la sindrome renale.

Cutaneo

Con questo tipo di malattia vengono colpiti vasi di piccole o medie dimensioni del derma. Tuttavia, i vasi degli organi interni non sono interessati. I sintomi di questo tipo di malattia sono simili a quelli di una serie di condizioni della pelle. In particolare si notano versamenti capillari, danni ai capillari, noduli, orticaria. Se questa forma accompagna malattie sistemiche, il paziente è anche preoccupato per dolori articolari, aumento della temperatura corporea.

Vasculite allergica

Foto dei sintomi della vasculite allergica

Con questa forma, il paziente manifesta macchie, eruzioni cutanee, noduli eritematosi ed emorragici. L'infarto cutaneo è probabile quando si forma una crosta nera nei punti dell'eruzione cutanea. In luoghi di eruzioni cutanee, appare dolore bruciante o prurito. Ci sono emorragie sotto le unghie sulle dita dei piedi, i muscoli e le articolazioni fanno male. I segni caratteristici della malattia possono essere visti nella foto della vasculite allergica..

Molto spesso, con questa forma di vasculite, compare un'eruzione cutanea su cosce, piedi e gambe. Se la malattia si generalizza, le eruzioni cutanee sul tronco e sugli avambracci possono disturbare.

Questo gruppo include eritema nodoso acuto e cronico, eritema indurente di Bazin, angite temporale, malattia di Behçet.

I sintomi più importanti della malattia di Behçet sono la stomatite ricorrente, le ulcere genitali. La sindrome di Behçet colpisce anche la mucosa degli occhi e della pelle. I sintomi caratteristici di questo tipo di malattia sono la formazione di ulcere ed erosione..

Foto della malattia di Behçet

Nei pazienti con eritema nodoso acuto compaiono grandi noduli e il colore della pelle sotto di essi cambia da rosso a verdastro.

Vasculite sistemica

Parlando di vasculite sistemica: che tipo di malattia è, va notato che questa forma della malattia si sviluppa in caso di violazione dei meccanismi immunitari in persone con varie malattie sistemiche con lesioni del tessuto connettivo.

Con lo sviluppo della granulomatosi di Wegener, la malattia si manifesta con i seguenti sintomi: si sviluppano cambiamenti distruttivi nelle vie aeree, pareti vascolari e reni; i granulomi ulcerati compaiono sulle mucose della bocca, del naso, dei bronchi; si sviluppa la glomerulonefrite. La malattia porta a gravi complicazioni: gli organi interni, il sistema nervoso, gli organi della vista, la pelle soffrono.

La vasculite autoimmune con reumatismi si diffonde al corpo nel suo insieme. Le sue manifestazioni dipendono dallo stadio di sviluppo. Il tipo autoimmune della malattia colpisce la pelle, i vasi sanguigni degli organi interni e il cervello. È più probabile l'emorragia interna.

Vasculite crioglobulinemica

Questo è un tipo di forma sistemica della malattia, che è caratterizzata dalla comparsa di proteine ​​crioglobuliniche nelle cellule del sangue. Si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni e gradualmente li distruggono. Un segno caratteristico di questa malattia, che ha una forma progressiva, è il danno ai nervi periferici e una graduale perdita di sensibilità. Se non iniziata in tempo, questa malattia può causare paralisi motoria e perdita della parola.

Vasculite orticarioide

Foto di vasculite orticarioide

Questo tipo di malattia è una delle varietà della forma allergica, in cui si sviluppa l'infiammazione cronica dei vasi superficiali della pelle. All'inizio, a questi pazienti viene spesso diagnosticata l'orticaria cronica. La malattia procede a ondate. Una persona sviluppa noduli emorragici, vesciche, macchie sulla pelle. Spesso avverte una sensazione di bruciore nelle zone colpite. La temperatura aumenta, dolore alla parte bassa della schiena, articolazioni, muscoli, addome, preoccupazioni per il mal di testa. La temperatura aumenta, si sviluppa la glomerulonefrite.

Periarterite nodosa

Si sviluppa principalmente nei maschi. Dolori muscolari preoccupati, calo di peso, aumento della temperatura. A volte nausea e vomito, forti dolori all'addome si manifestano acutamente. La malattia può portare a ictus e disturbi mentali.

Malattia di Takayasu (aortoarterite aspecifica)

L'arterite di Takayasu è un processo infiammatorio granulomatoso progressivo dell'aorta e dei suoi rami principali. L'aortoarterite aspecifica (malattia di Takayasu) colpisce principalmente le donne in giovane età. Circa la metà dei pazienti che sviluppano arterite soffre di sintomi fisici primari. Sviluppano febbre, insonnia, affaticamento, perdita di peso e dolori articolari. Spesso l'aortoarterite aspecifica porta allo sviluppo di anemia e aumento della VES.

In circa la metà dei pazienti, i sintomi somatici preliminari non si sviluppano e si notano solo cambiamenti tardivi nel sistema vascolare. Nel processo di sviluppo della malattia nelle sue fasi successive, possono svilupparsi aneurismi localizzati a causa della debolezza delle pareti dei vasi. La malattia provoca anche lo sviluppo del fenomeno di Raynaud. È quindi importante che il trattamento venga iniziato il prima possibile e che il protocollo per il trattamento dei pazienti con malattia di Takayasu sia seguito rigorosamente.

Granulomatosi di Wegener

Con questa forma si notano dolore ai seni paranasali, ulcere sulla mucosa nasale e rinite necrotizzante ulcerosa. Può verificarsi la distruzione del setto nasale, che porta a una deformità del naso a sella. Anche la probabilità di altri disturbi gravi è alta: l'insufficienza renale si sviluppa rapidamente, si nota mancanza di respiro, tosse con sangue.

Sindrome di Churg-Strauss

Questa condizione è anche chiamata granulomatosi eosinofila con angiopatia. Nel processo del suo sviluppo, le navi sono colpite, a seguito delle quali il processo di fornitura di sangue agli organi vitali peggiora. Il sintomo più comune della vasculite di Churg-Strauss è l'asma. Tuttavia, oltre a ciò, compaiono altri sintomi: febbre, eruzione cutanea, sanguinamento nel tratto gastrointestinale, dolore ai piedi e alle mani. A volte i sintomi sono sottili, altre volte gravi, si sviluppano sintomi pericolosi per la vita.

Angioite cutanea polimorfica

Foto di angite cutanea

Questa è l'angioite, in cui si sviluppa una dermatosi ricorrente cronica a causa di un processo infiammatorio aspecifico nelle pareti dei vasi della pelle. Durante lo sviluppo della malattia, la pelle delle gambe è principalmente colpita. Ma le eruzioni cutanee possono comparire anche in altri luoghi. A volte il loro aspetto è preceduto da sintomi generali: febbre, debolezza, mal di testa. L'eruzione cutanea non scompare per diversi mesi. Dopo il recupero, c'è il rischio di ricaduta. Esistono molte varietà di questa malattia, a seconda delle caratteristiche dell'eruzione cutanea..

Livedoangite

Si sviluppa principalmente nelle donne durante la pubertà. Inizialmente, sulle gambe compaiono macchie cianotiche dal vivo persistenti. Meno comunemente, compaiono altrove. I punti possono avere dimensioni e forme diverse. Con il raffreddamento, la gravità aumenta. Nel tempo, nelle macchie possono svilupparsi piccole ulcere, necrosi ed emorragie. I pazienti sono preoccupati per il freddo, il dolore alle gambe, il dolore nelle ulcere.

Vasculite cerebrale

Una malattia grave caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio delle pareti dei vasi cerebrali. L'aspetto cerebrale di questa malattia può provocare emorragie, necrosi dei tessuti. Durante lo sviluppo della malattia, il paziente può avvertire un forte mal di testa. Possibile parossismo epilettico, deficit neurologico focale. Nel corso dello sviluppo della malattia, è probabile la manifestazione di uno dei complessi di sintomi:

  • manifestazioni multifocali che ricordano la clinica della sclerosi multipla;
  • encefalopatia acuta con disturbi mentali;
  • sintomi caratteristici di una massa del cervello.

Vasculite microscopica

Questa forma colpisce principalmente i piccoli vasi. È raro, può iniziare come una sindrome polmonare-renale, a cui si uniscono glomerulonefrite rapidamente progressiva ed emorragie alveolari. All'inizio della malattia si sviluppano manifestazioni generali: febbre, mialgia, artralgia, perdita di peso. Altri sintomi dipendono da quali organi e sistemi sono interessati. Molto spesso, si verifica un danno renale, meno spesso: pelle, sistema respiratorio, tratto gastrointestinale.

Arterite temporale a cellule giganti

La malattia colpisce gli anziani. I sintomi includono debolezza, febbre ondulatoria, malessere, forte mal di testa pulsante e gonfiore alle tempie..

Analisi e diagnostica

Nel processo di diagnosi, vengono effettuati i seguenti studi:

  • Esami del sangue e delle urine: vengono eseguiti più volte. Nel processo di tali studi in pazienti con vasculite, vengono spesso determinati un'accelerazione della VES, un aumento del fibrinogeno, un aumento dei parametri della proteina C-reattiva. Può essere determinata la leucocitosi. Gli esami del sangue e delle urine aiutano a identificare i danni ai reni.
  • Studio dell'immunogramma. Nel processo di ricerca immunologica in alcune forme di vasculite, vengono determinati gli anticorpi citoplasmatici antineutrofili (ANCA). Ciò semplifica notevolmente la diagnosi..
  • Test allergologici.
  • Metodi di ricerca strumentale: ecografia, radiografia, ecocardiografia, ecc..
  • Biopsia dell'organo o del tessuto interessato per esame immunoistochimico e istologico. Tale ricerca aiuta a confermare la diagnosi..

Ma il più importante nel processo diagnostico è la determinazione degli ANCA nel siero del sangue mediante immunofluorescenza indiretta o mediante dosaggio immunoenzimatico.

Il complesso di studi che il medico prescrive dipende dal quadro clinico, dai reclami del paziente.

Spesso i medici incontrano difficoltà nella fase della diagnosi precoce, poiché i sintomi della malattia sono spesso lievi e sono anche simili ai segni di altre malattie. Pertanto, la diagnostica differenziale spesso causa alcune difficoltà. Ad esempio, con la vasculite emorragica, a volte si manifesta la sindrome addominale, che può essere percepita come una malattia gastrointestinale che richiede un intervento chirurgico..

Per stabilire correttamente la diagnosi, viene praticato il seguente algoritmo:

  • Determinazione dei segni clinici di vasculite In caso di lesioni vascolari, si sviluppano sindrome della pelle, sindrome da disturbi trofici, sindrome ischemica; Si notano coinvolgimento della mucosa, ipertensione arteriosa, coinvolgimento venoso e alterazioni d'organo.
  • Determinazione dei segni clinici e di laboratorio della malattia. Viene valutata la presenza di sintomi generali, parametri di laboratorio.
  • Distinguere la natura primaria e secondaria della malattia.
  • Ricerca strumentale dei vasi sanguigni. Per confermare le lesioni vascolari si eseguono ecografia doppler, angiografia, biomicroscopia, angiografia, capillaroscopia e si valuta la presenza dei segni caratteristici della lesione.
  • Identificazione di marker specifici di danno alla parete vascolare, diagnosi di laboratorio di vasculite.
  • Esame morfologico del materiale, la cui raccolta è stata effettuata mediante biopsia. Per questo vengono utilizzati metodi istochimici e immunomorfologici..
  • Determinazione dei principali legami patogenetici del danno vascolare. In questa fase viene determinato il tipo di malattia (vasculite associata a immunocomplessi; associata ad ANCA; anticorpi organo-specifici; vasculite cellulo-mediata con formazione di granulomi).
  • Determinazione della probabile eziologia della malattia. Nella maggior parte dei casi, l'eziologia della vasculite primaria è sconosciuta, ma l'effetto di alcuni virus e batteri non è escluso. Vengono identificati i marker immunogenetici.
  • Chiarimento della forma della vasculite utilizzando criteri di classificazione.

Trattamento

Trattamento della vasculite alle gambe, foto

Come trattare la vasculite, il medico determina in base alla forma della malattia e alle sue caratteristiche. Il trattamento della vasculite sulle gambe e altre varietà di questa malattia viene effettuato in un complesso, in più fasi, utilizzando farmaci e procedure.

Il trattamento della vasculite sistemica mediante l'assunzione di agenti farmacologici ha lo scopo di sopprimere le reazioni immunopatologiche. Lo schema di tale terapia è il seguente:

  • Condurre un trattamento aggressivo per sopprimere i processi patologici (breve corso).
  • Mantenimento della remissione utilizzando immunosoppressori (da sei mesi a due anni).
  • Terapia di ricaduta.

È molto importante che nel processo di trattamento e dopo di esso, i pazienti evitino l'esposizione al corpo di quei fattori che possono provocare un'esacerbazione della malattia sulle gambe e altre forme della malattia. Si tratta di malattie infettive, forte stress, uso di farmaci senza prescrizione medica, ecc. È necessario mantenere un peso normale e smettere di fumare. Mangiare bene è altrettanto importante.

I dottori

Ryazantseva Marina Alexandrovna

Uskova Ekaterina Alexandrovna

Krasnikov Timofei Alekseevich

Medicinali

Nel processo di trattamento della vasculite, ai pazienti vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Glucocorticosteroidi: l'uso di questi farmaci consente di ottenere una remissione a lungo termine. Di norma, ai pazienti vengono prescritti farmaci prednisone. Il farmaco viene utilizzato per il trattamento di base..
  • Nelle forme gravi della malattia, viene utilizzato il trattamento combinato con glucocorticosteroidi e citostatici (ciclofosfamide). Questo farmaco viene somministrato per via endovenosa a dosi elevate. Il trattamento è solitamente lungo.
  • Vengono anche utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei: ibuprofene, indometacina.
  • Se necessario, il medico prescrive farmaci da altri gruppi: antimicrobici (Trimetoprim / Sulfametossazolo), antivirali (Interferone, Vidarabina), agenti antipiastrinici, anticoagulanti (Eparina, Warfarin), vasodilatatori, ACE inibitore.
  • Ai pazienti con glomerulonefrite viene prescritta l'immunoglobulina per via endovenosa.
  • In caso di grave danno renale, a volte viene prescritta la plasmaforesi.
  • Il trattamento della vasculite emorragica nei bambini prevede l'uso di antibiotici.
  • Vengono anche prescritti farmaci che rafforzano i vasi sanguigni, riducendone la fragilità e la permeabilità (vitamina C, rutina)
  • Se necessario, vengono prescritti anche i seguenti farmaci: antineoplastici (Rituximab), immunosoppressori (azatioprina, leflunomide, mofetila micofenolato).
  • È possibile utilizzare farmaci che dilatano i vasi sanguigni e attivano la microcircolazione (pentossifillina).
  • Prescrivere farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue (acido acetilsalicilico).
  • Per accelerare il processo di guarigione dell'eruzione cutanea sulle gambe, utilizzare rimedi locali: Ethacridine, Solcoseryl, Iruksol (per ulcere), Dimexide (per applicazioni in luoghi di infiammazione).

Procedure e operazioni

Con alcune forme di vasculite, così come con lo sviluppo di trombosi delle grandi arterie, stenosi delle arterie principali, è necessario un trattamento chirurgico.

Con lo sviluppo di una grave insufficienza renale cronica, viene eseguita l'emodialisi o il trapianto di rene.

Quando è possibile eliminare i sintomi acuti, eseguono la terapia riabilitativa utilizzando esercizi di fisioterapia e psicoterapia..

Trattamento con rimedi popolari

Se visiti un forum tematico, puoi conoscere i molti modi per trattare la vasculite con metodi alternativi. Ma è sempre importante ricordare che tali metodi di trattamento sono solo ausiliari nel processo della terapia principale. Prima di usarli, è meglio consultare il proprio medico sull'opportunità di tali azioni..

  • Se è necessario trattare la vasculite superficiale, vengono utilizzati preparati a base di erbe che hanno un effetto positivo sulla permeabilità delle pareti vascolari e producono un effetto antinfiammatorio. Questo effetto è posseduto da: sophora giapponese, grano saraceno, acqua e uccello highlander, equiseto, ortica sorda.
  • Mostrato e l'uso di decotti e infusi di erbe, che producono un effetto stimolante generale: chicchi e paglia di avena, achillea, sorbo e foglie di ribes, rosa canina.
  • Per ridurre il gonfiore con forme profonde di vasculite aiuterà: spago, ortica, potentilla eretta.
  • Per stimolare la funzione della corteccia surrenale, importante nelle forme gravi di vasculite, si consiglia di trattare con farmaci e decotti contenenti ginseng, sambuco nero, eleuterococco. Spesso ai pazienti vengono prescritte infusioni alcoliche di ginseng ed eleuterococco.
  • Si consiglia inoltre di bere il tè verde, che rafforza le pareti dei vasi sanguigni e riduce la loro permeabilità, e ha anche un effetto positivo sui processi metabolici nel corpo. Bevetela tutti i giorni alternandola ad altre tisane..

Possono essere utilizzati i seguenti preparati a base di erbe:

  • Prima raccolta. Uccello delle Highlander, ortica, sophora a frutto denso - 4 parti ciascuna, achillea - 3 parti, sambuco nero - 1 parte. L'infuso si prepara versando 5 g della miscela con 1 tazza di acqua bollente. Bere mezzo bicchiere due volte al giorno.
  • Raccolta della seconda. Sambuco nero, equiseto di campo - 3 parti ciascuno, menta piperita - 2 parti. L'infuso si prepara versando 5 g della miscela con 1 tazza di acqua bollente. Bere l'infuso caldo, mezzo bicchiere 4 volte al giorno. Questa infusione viene utilizzata anche per lozioni. Le applicazioni vengono applicate sulle zone interessate e conservate per 15 minuti. Questa procedura può essere eseguita più volte al giorno..
  • Terza raccolta. È usato come fortificante e fornisce al corpo vitamina K.Per la sua preparazione, l'erba di San Giovanni, la piantaggine, l'erba polmonare, il ribes nero e la rosa canina sono mescolati in proporzioni uguali. 10 g di prodotto vanno versati con 1 cucchiaio. acqua e far bollire per qualche minuto. Bere mezzo bicchiere 2 volte al giorno.

Mezzi per uso esterno:

  • Impacchi di resina di pino. Vengono applicati con una forma cutanea sulle aree colpite. Per preparare il prodotto è necessario sciogliere 200 g di resina e 40 g di olio vegetale non raffinato, aggiungere 50 g di cera d'api. Mescola tutto e, quando la miscela si raffredda, applicalo sulle lesioni senza rimuoverlo durante il giorno.
  • Germogli di betulla e grasso di nutria. Per preparare il prodotto, devi prendere 1 cucchiaio. germogli di betulla grattugiati secchi o freschi e mescolarli con 500 g di grasso di nutria. Lasciare il prodotto in una pirofila per una settimana, mantenendolo a fuoco lento in forno per 3 ore ogni giorno. Dividi in barattoli e usa tutti i giorni come unguento.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario adottare le seguenti misure:

  • Evita l'ipotermia grave e il surriscaldamento.
  • Riorganizza i focolai dell'infezione nel tempo.
  • Pratica un'attività fisica adeguata.
  • Evita l'influenza di fattori che possono provocare allergie.
  • Rafforza il sistema immunitario.
  • Rifiutare dalle cattive abitudini.

Vasculite nei bambini

Foto di vasculite emorragica nei bambini

I bambini si ammalano di questo disturbo abbastanza raramente. Ma tutti i tipi di vasculite hanno tratti caratteristici del corso durante l'infanzia..

La vasculite emorragica nei bambini può verificarsi sullo sfondo di malattie infettive: influenza, SARS, scarlattina, varicella. Anche altri fattori provocatori possono influenzare: ipotermia, traumi, allergie, ecc..

La malattia porta al fatto che i bambini hanno molte emorragie rosse sulle mucose della bocca, sulle labbra. Queste emorragie salgono leggermente sopra la mucosa. A volte sanguinano. Sul corpo appare un'eruzione papulo-emorragica. Si forma su arti, gambe, busto, glutei.

Compaiono altri sintomi, in particolare, la sindrome articolare. I dolori articolari compaiono contemporaneamente alle manifestazioni cutanee o un po 'più tardi. Il dolore scompare dopo alcuni giorni, ma quando appare una nuova eruzione cutanea, riappare. Inoltre, i bambini hanno spesso la sindrome addominale, la cui manifestazione principale è un forte dolore addominale. Ciò può complicare la diagnosi, poiché il dolore è simile ai sintomi di appendicite, ostruzione intestinale, ecc..

La sconfitta dei polmoni nella forma emorragica della malattia nei bambini appare meno spesso, ma in questo caso c'è il rischio di sanguinamento polmonare rapido. Con diverse forme di malattia, nei bambini può comparire sangue nelle urine..

Il trattamento della vasculite deve essere effettuato in ambiente ospedaliero. Di norma vengono prescritti eparina, farmaci vascolari, assorbenti, agenti antipiastrinici. In alcuni casi è indicato il trattamento con prednisolone. Con il rapido decorso della malattia, viene prescritta la plasmaferesi.

Il rispetto di una dieta rigorosa è molto importante durante il trattamento. Se la malattia si è ritirata, il bambino è sotto controllo medico per 5 anni. Perché c'è il pericolo di ricaduta.

Dieta

Dieta ipoallergenica

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo 21-40 giorni
  • Tempistica: costantemente
  • Costo del cibo: 1300-1400 rubli. in settimana

Durante il periodo di malattia, è importante escludere dalla dieta tutti gli alimenti che possono provocare manifestazioni allergiche. È necessario rimuovere completamente cioccolato, cacao, uova, agrumi dalla dieta. Con l'insufficienza renale, non dovresti mangiare cibi troppo salati, così come cibi contenenti molto potassio. L'alcol dovrebbe essere completamente eliminato, cibi non troppo freddi e troppo caldi.

È importante attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Mangia in piccole porzioni e almeno 6 volte al giorno.
  • Introdurre alimenti contenenti vitamine C, B, K e A nella dieta.
  • La quantità di sale al giorno non deve superare gli 8 g.
  • È importante mangiare molti prodotti a base di latte fermentato per ripristinare le riserve di calcio nel corpo..
  • Il menu dovrebbe includere zuppe di verdure, verdure bollite, cereali con latte e ordinari, oli vegetali, frutta dolce, carne e pesce bolliti, fette biscottate di pane bianco.
  • Devi bere tè verde, tisane, gelatine e composte.
  • Man mano che ti riprendi, la dieta viene modificata.

Conseguenze e complicazioni

Se la malattia non viene trattata in tempo, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  • insufficienza epatica e renale;
  • ascessi della cavità addominale;
  • sanguinamento polmonare;
  • intussuscezione intestinale;
  • polineuropatia.

Se, durante lo sviluppo della malattia, una parte del vaso sanguigno viene estratta ed espansa, aumenta il rischio di aneurisma.

Se, durante il processo infiammatorio, i vasi si restringono, l'afflusso di sangue a determinati organi e tessuti può interrompersi, il che aumenta la probabilità di necrosi.

Previsione

La prognosi dipende dalla forma della malattia, dal grado di danno vascolare, dalla durata della malattia prima dell'inizio del trattamento, dall'efficacia della terapia.

Con il giusto approccio al trattamento, è possibile ottenere la remissione, che può essere interrotta da periodi di esacerbazioni. Se non trattata, c'è un'alta probabilità di morte..

Elenco delle fonti

  • Dunaeva N.V., Nikitina O.E., Stukov B.V., Karev V.E., Masing A.V., Lerner M.Yu., Lapin S.V., Totolyan A. Vasculite crioglobulinemica associata a Epatite cronica B: osservazioni cliniche e revisione della letteratura.
  • E.L. Nasonov, A.A. Baranov, N.P. Shilkina Vasculite emorragica (malattia di Schönlein-Henoch) // Vasculite e vasculopatia. - Yaroslavl: Upper Volga, 1999 - 616 s.
  • Manuale del medico pratico. Sotto. ed. Vorobieva A. I. "Medicina", 1981.
  • Shostak N.A., Klimenko A.A. Vasculite sistemica: novità nella classificazione, diagnosi e trattamento. Clinico. 2015; 9 (2): 8-12
  • Shilkina N.P., Dryazhenkova I.V. Vasculite sistemica e aterosclerosi. Ter. Arco. 2007; 3: 84-92.

Istruzione: Laureato in Farmacia presso il Rivne State Basic Medical College. Laureato alla Vinnitsa State Medical University intitolato a I. M.I. Pirogov e stage alla sua base.

Esperienze lavorative: Dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e responsabile di un'edicola di farmacia. È stata premiata con certificati e riconoscimenti per molti anni di lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.


Articolo Successivo
Preparazioni per vasi cerebrali