Angina pectoris - cause, principali sintomi e trattamento della malattia. Pronto soccorso per un attacco


L'angina pectoris, o, in termini scientifici, l'angina pectoris, è una manifestazione precoce della malattia coronarica associata a un deterioramento della circolazione coronarica. Le vittime più comuni della malattia sono gli uomini sopra i 55 anni..

Questo disturbo si sviluppa a causa del fatto che le placche aterosclerotiche si depositano nelle pareti delle arterie coronarie. Restringono il lume della nave, a seguito del quale il flusso sanguigno al muscolo cardiaco diminuisce e smette di ricevere una quantità sufficiente di ossigeno e sostanze nutritive.

L'ipertensione con vasi coronarici ristretti del cuore porta facilmente ad un attacco di angina pectoris e quindi aumenta significativamente il rischio di infarto miocardico.

Se un paziente con angina pectoris ha il colesterolo alto nel sangue, obesità, ipertensione, diabete mellito e fuma anche, allora le possibilità di contrarre un infarto miocardico sono le più alte per lui..

Un attacco di dolore improvviso

L'angina pectoris è una malattia che non è sempre possibile risolvere con i dispositivi. Molto spesso, la diagnosi viene effettuata dopo aver analizzato i reclami del paziente..

Al centro della malattia c'è la differenza tra la quantità di ossigeno che arriva al cuore e ciò che è necessario per la vita normale..

  • improvviso forte dolore dietro lo sterno o alla sua sinistra;
  • il dolore può essere dato al braccio sinistro, alla scapola, al collo, essere acuto, stringere, premere;
  • una sensazione di soffocamento;
  • sudorazione profusa;
  • pallore improvviso.

La persona afferra il cuore e non riesce a pronunciare una parola, ma dopo poco tempo l'attacco passa, il cuore batte di nuovo ritmicamente, il dolore si libera.

Durante un attacco, i pazienti a volte non possono nemmeno muoversi. Il cuore stesso ferma una persona, come se dicesse: "Fammi riprendere fiato!" L'attacco è spesso accompagnato da sentimenti di ansia.

Motivi di sviluppo

Gli attacchi di angina di solito si verificano quando:

  • attività fisica: camminare a ritmo sostenuto, scalare una montagna o scale, portare pesi;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • ipotermia;
  • abbondante assunzione di cibo;
  • colesterolo alto;
  • fatica;
  • fumare;
  • bevendo alcool.

I cardiologi conoscono due tipi di angina pectoris: tensione e riposo..

  1. stress - si manifesta durante un'intensa attività fisica (camminare a ritmo sostenuto sulle scale, correre, sollevare pesi, ecc.)
  2. riposo - si verifica senza una ragione apparente, a volte anche durante il sonno.

Colesterolo alto

Uno dei principali pericoli sono i livelli di colesterolo alto. Il livello normale di colesterolo nel sangue è 5,5 mmol / l.

A proposito, non è solo il livello generale che conta, ma anche in quali parti è composto. Il fatto è che esistono due tipi di colesterolo:

"Cattivo" - bassa densità, depositato nel tempo sulle pareti dei vasi sanguigni;

"Buono" - l'alta densità, al contrario, aiuta a pulire le pareti dei vasi sanguigni.

Quando ci viene detto dei pericoli del colesterolo, si tratta sempre di colesterolo "cattivo".

Il paziente ha bisogno di sapere!

L'angina pectoris è una forma di malattia coronarica. La ragione del suo aspetto è l'aterosclerosi arteriosa..

Quando il lume dei vasi si restringe a causa delle placche di colesterolo, il cuore è costantemente in condizioni di ridotto flusso sanguigno e soffre di carenza di ossigeno, che è accompagnata da attacchi di dolore. Il dolore al tessuto miocardico segnala che sono in condizioni ischemiche (soffocamento).

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica è finalizzata a:

  1. identificazione e trattamento di malattie che peggiorano il decorso dell'angina pectoris;
  2. eliminazione dei fattori di rischio per l'aterosclerosi;
  3. prevenzione delle complicanze (infarto miocardico o morte cardiaca improvvisa);
  4. riducendo la frequenza e l'intensità degli attacchi.

Solo un medico può prescrivere farmaci. Il fatto è che quando si scelgono i farmaci, è imperativo tenere conto delle malattie concomitanti e delle caratteristiche individuali del paziente. Ciò che funziona per un paziente può ferire un altro.

Il trattamento medico dell'angina pectoris ha lo scopo di ridurre la frequenza cardiaca, eliminare il dolore e le cause della sua comparsa. Se i farmaci non sono sufficienti, i medici raccomandano un intervento chirurgico.

La terapeuta Evgenia Vasilievna Udalova racconta la terapia farmacologica per l'angina pectoris:

Puoi sbarazzarti completamente dell'angina pectoris solo con l'aiuto di un'operazione.

Per ridurre le manifestazioni della malattia, avrai bisogno di farmaci speciali:

  • abbassare il livello di colesterolo dannoso nel sangue (atorvastatina, simvastatina);
  • normalizzare la pressione sanguigna e il polso (concor o bisogamma);
  • se si verifica un attacco di angina pectoris, nitromint, nitroglicerina, isoket, nitrosorbide possono aiutare;
  • in caso di ripetizione frequente di attacchi, vengono prescritti nitrati di lunga esposizione (monosan, olikard, kardiket);
  • durante il trattamento prescrivono anche aspirina (100 mg dopo i pasti), cardiomagnyl, aspicor, tromboass.

Assicurati di consultare il tuo medico per un regime di trattamento specifico..

Presta attenzione al tuo cibo:

  • il cibo dovrebbe essere a basso contenuto di grassi, non fritto;
  • mangiare verdura, frutta, pesce di mare;
  • evitare i dolci;
  • non mangiare troppo.

Cerca di evitare emozioni forti. Anche l'attività fisica non dovrebbe essere molto intensa. Cammina più spesso, respira aria fresca. Ma non farlo in caso di forti gelate e forti venti. Anche camminare al mattino è sconsigliato.

Angina pectoris e diabete mellito

Nei pazienti con diabete mellito, la malattia cardiaca è più grave. Più spesso il ritmo cardiaco è disturbato, si sviluppa edema polmonare.

La cosa più pericolosa è che nei pazienti con diabete mellito l'infarto del miocardio spesso procede senza dolore. Può essere sospettato solo da un improvviso deterioramento delle condizioni generali del paziente, dalla comparsa di mancanza di respiro, debolezza, interruzioni nel lavoro del cuore. Allo stesso tempo, la sete aumenta, l'appetito scompare, si verificano nausea e vomito.

Tutti questi sintomi sono un motivo per chiamare immediatamente un'ambulanza..

Quale sarà l'aiuto

Se viene diagnosticata l'angina pectoris, difficilmente è possibile fare a meno di una transizione verso uno stile di vita sano, senza una costante preoccupazione per il benessere, anche con la più moderna farmacologia..

Nei casi più gravi, è consigliabile eseguire un'operazione chirurgica - bypass innesto, stent per ripristinare il flusso sanguigno attraverso i vasi affetti da aterosclerosi.

Segui la prescrizione del tuo medico! Quando prescrive il trattamento, il medico si pone obiettivi urgenti, a breve e lungo termine.

  1. Il pronto soccorso per l'angina pectoris serve ad alleviare il dolore il più rapidamente possibile.
  2. A breve termine: per ridurre la frequenza degli attacchi, eliminare edema, mancanza di respiro, ecc..
  3. A lungo termine - per rimuovere la minaccia di infarto miocardico e morte del paziente.

Ai pazienti con angina pectoris vengono solitamente prescritti diversi farmaci per la somministrazione simultanea. Alcuni di loro alleviano le convulsioni, altri migliorano la prognosi a lungo termine, altri alleviano il gonfiore, ecc. Devi prendere molte pillole, che alcuni pazienti trovano inutili.

Non c'è niente di superfluo qui: sono tutti necessari. Non è possibile ridurre arbitrariamente la dose o annullare questo o quel farmaco senza consultare un medico.

Aiuto di emergenza

C'è stato un attacco. Cosa fare prima?

  1. Con un attacco, devi immediatamente lasciare tutti gli affari, sederti (sdraiarti) e prendere compresse o gocce di nitroglicerina sotto la lingua il prima possibile. Il dolore dovrebbe scomparire in 2-3 minuti.
  2. Se l'attacco non si è fermato entro pochi minuti, è necessario prendere un'altra dose di nitroglicerina. E se questo non ha portato sollievo, chiama urgentemente un'ambulanza, poiché, molto probabilmente, si è sviluppato un infarto del miocardio. È pericoloso per la vita, richiede un ricovero urgente e un trattamento in ospedale, nonché frequenti attacchi di angina instabile.
  3. Se l'angina pectoris è stabile, dovresti comunque discutere con il tuo medico quali farmaci assumere quotidianamente per ridurre la probabilità di attacchi di dolore toracico..
  • La nitroglicerina, a proposito, non è semplice: alcune persone sviluppano intolleranza a questo farmaco. Quindi non puoi fare a meno di consultare un medico, poiché deve raccomandare un sostituto della nitroglicerina.
  • Molti nuclei sono sicuri che validolo, corvalolo, cordiamina e altri farmaci simili li aiutino.

Ma il sollievo da loro può venire solo se "è diventato cattivo con il cuore" a causa di nervi cattivi.

Validol - un sedativo a base di menta e radice di valeriana.

Il corvalolo (valocordin) ha anche un effetto sedativo (calmante), ma ha ancora alcune proprietà antispasmodiche. Pertanto, può aiutare con un lieve attacco di angina pectoris causato dal vasospasmo e dallo sviluppo di aritmia.

La cordiamina non influenza direttamente il tono vascolare e non stimola l'attività cardiaca. È usato per problemi respiratori e per aumentare la pressione sanguigna.

Considerare le malattie cardiache come la sorte degli anziani è un ricordo del passato: è rilevante per tutte le età. Negli ultimi 10 anni, la mortalità per infarto tra i 30enni è aumentata dell'80%, tra i 35-40 anni - del 50%.

Cosa devi sapere su validol

Non ha senso prendere una pillola di validol se un attacco di angina pectoris è causato da lunghe camminate o duro lavoro, dicono i medici. Allora perche
quindi questo farmaco rimane saldamente nei kit dei nuclei?

Poiché qualsiasi attacco doloroso è uno stress nervoso, è quello che validol si estingue, alleviando lo stress emotivo.

Se vuoi davvero aiutare il tuo cuore, dovresti acquistare validol in forma liquida e strofinarlo sulla pelle nella zona del torace. Il mentolo, che si trova nella menta piperita, irrita le terminazioni nervose e dilata leggermente i vasi sanguigni, aiutando a ripristinare una parte del flusso sanguigno. Ma fare affidamento su questo aiuto come unico mezzo non ne vale la pena..

Se un attacco di angina pectoris è causato da uno spasmo delle arterie coronarie, Validol all'interno o all'esterno sarà assolutamente inutile. Non dovresti aspettarti sollievo da lui, non dovresti perdere tempo, così prezioso, se c'è una minaccia di infarto.

I nuclei di Validol non vengono presi al posto della nitroglicerina, ma insieme ad essa.

A volte ci sono situazioni in cui il dolore dietro lo sterno non è un segno di angina pectoris, ma si manifesta con tensione nervosa. Se i medici non rilevano anomalie da parte del cuore, validol è in grado di alleviare tale dolore. Può anche essere assunto per alleviare il mal di testa che spesso si verifica dopo l'assunzione di nitroglicerina..

  • È possibile curare l'angina instabile con metodi popolari?

No. La medicina tradizionale è troppo debole nella lotta contro questo grave disturbo.

  • L'osteocondrosi della colonna vertebrale toracica può causare una sensazione come se fosse lancinante nel cuore??

Sì forse. Con l'osteocondrosi, gli analgesici aiutano ad alleviare il dolore e con l'angina pectoris - nitroglicerina.

  • Sono stato testato per gli ormoni tiroidei. La loro carenza è stata scoperta. Questa condizione può influire negativamente sul cuore??

Sì forse. La carenza di ormoni tiroidei peggiora la prognosi nelle malattie cardiovascolari, soprattutto nelle donne anziane.

  • L'angina pectoris stabile può progredire? Oppure il cuore è sempre, anche se non molto sano, ma sempre nello stesso stato?

Angina stabile, anche se lenta, ma in progressione.

  • È possibile morire di infarto a causa di angina pectoris stabile?

Il rischio di morte è basso. Con l'angina pectoris stabile, con la sua attenta correzione e l'adempimento delle prescrizioni del medico, vivono per molti anni.

  • La nitroglicerina è usata come agente profilattico?

Di regola no. Ma se una persona sa che al freddo può avere un attacco di dolore al cuore (questo spesso accade con l'angina pectoris), è meglio mettere una pillola sotto la lingua in anticipo, prima di uscire.

  • Quanto è efficace l'innesto di bypass coronarico?

La sua efficienza è molto alta. I pazienti si liberano delle convulsioni, il che riduce il rischio di infarto miocardico. Dopo l'innesto di bypass coronarico, una persona ritorna alla sua vita abituale e smette di prendere la maggior parte dei farmaci, senza i quali non potrebbe fare a meno.

  • Test di carico: che cos'è?

Una persona con sensori collegati ai pedali del torace su una bicicletta speciale (ergometro da bicicletta) e il medico scopre a quale carico compaiono cambiamenti allarmanti sull'ECG.

  • È vero che le alghe sono utili per l'angina pectoris?

Sì, è vero, ma non in scatola, in cui c'è molto sale, ma fresco o secco. Se il primo non è disponibile per tutti, allora la polvere di cavolo secca è facile da acquistare in farmacia. Prendilo mezzo cucchiaino 4 volte al giorno durante i pasti.

Come trattare con la medicina tradizionale

Infuso di stella alpina per il sistema cardiovascolare

La stella alpina è un ottimo agente rigenerante e antiossidante. Ringiovanisce il corpo, ha un effetto positivo sugli organi digestivi e aumenta la forza del sistema immunitario.

Può essere trattato in questo modo. Versare 1 cucchiaio di erbe e fiori di piante con mezzo bicchiere di acqua bollente. Lascia fermentare per 30 minuti. Filtrare e assumere 1/3 di tazza due volte al giorno a stomaco vuoto 30 minuti prima dei pasti. Il corso del trattamento è di un mese.

Dopo aver completato il corso, molti pazienti sperimentano la stabilizzazione della pressione, la scomparsa degli acufeni. I reclami sul lavoro del sistema cardiovascolare scompaiono. Le persone diventano più allegre e allegre.

Come migliorare la circolazione sanguigna nel cervello

A proposito, anche la stella alpina viene utilizzata come parte della collezione. Per le persone che lamentano problemi con l'afflusso di sangue al cervello, può essere consigliata la seguente raccolta.

Prendi in proporzioni uguali erba di trifoglio dolce, boccioli di betulla, radice di penny, fiori di trifoglio, erba di assenzio, fiori di tanaceto e calendula, viola tricolore ed erba di stella alpina. Versare 1 cucchiaio della raccolta con 1 tazza di acqua bollente, lasciare in un thermos per una notte. Quindi filtrare. Prendi 50-70 ml. 3-4 volte al giorno dopo i pasti.

Invece di pillole - funghi

Per l'angina pectoris, consiglio di mangiare 1 cucchiaio di polpa di funghi bianchi crudi tritati 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. Il corso del trattamento è di 2 settimane. Dopo una settimana, se necessario, il ricevimento può essere ripetuto.

I piatti a base di funghi vengono mostrati ai nuclei, poiché contengono l'alcaloide ercedina, che aiuta nel trattamento dell'angina pectoris.

Miscela di finocchi e miele

Mescola 1 cucchiaio. un cucchiaio di finocchietto con 300 g di miele, lasciare agire 1 settimana. Dopodiché, mescola di nuovo e prendi 1 cucchiaino 2 volte al giorno..

Zuppa di albicocche

Prendi albicocche secche e riso per la zuppa. Immergere un bicchiere di riso in acqua fredda durante la notte. Versare il riso e mezzo bicchiere di albicocche secche lavate con 2,5 litri di acqua, portare a ebollizione, cuocere per mezz'ora. Aggiungere lo zucchero a piacere.

Il piatto è davvero medicinale, poiché le albicocche secche sono ricche di potassio, magnesio e ferro. Insieme al riso, questa zuppa aiuta con ipertensione, edema, eccesso di peso, anemia. Aggiungi un germoglio di chiodi di garofano e un pizzico di curcuma per insaporire.

Datura riporterà in vita

La datura è una pianta velenosa, solo un erborista esperto può prescriverne farmaci.

La tintura viene preparata al ritmo di 1 parte di semi di droga schiacciati in 5 parti di alcol al 70%. Insistere a temperatura ambiente per 20 giorni (più è possibile). Quindi viene filtrato e versato in piccole bolle.

La tintura di Datura deve essere bevuta, a seconda dell'età e della carnagione, una volta al giorno a stomaco vuoto, 20 gocce, diluendo 0,5 tazze d'acqua, per un mese. La prima volta è meglio prendere 10-15 gocce per monitorare come reagisce il corpo. Gli uomini grandi possono bere 25 gocce per mezzo bicchiere d'acqua.

Una leggera secchezza delle fauci dopo aver preso la tintura non dovrebbe essere spaventosa. E per rimuovere le tossine, è necessario bere più liquido, preferibilmente infusi di erbe purificatrici del sangue (salvia, fragole, origano, ecc.). Non ci sono restrizioni sul cibo, ma la preferenza dovrebbe comunque essere data al cibo vegetariano.

Perché Datura è utile?

  • La tintura di Datura tratta l'intera "catena" patologica: ipertensione - aterosclerosi - angina pectoris - infarto (o ictus).
  • È noto che tutte le parti di Datura contengono alcaloidi. E il principale è la scopolamina. In psichiatria, è usato come sedativo quando è agitato. In neurologia - per il trattamento del parkinsonismo e dei tremori (morbo di Parkinson), oltre che ipnotico e anestetico.
  • La scopolamina riduce la secrezione delle ghiandole salivari, mucose e gastriche, riduce il tono e allevia lo spasmo della muscolatura liscia (bronchi, organi addominali), aumenta la frequenza cardiaca.

Nella medicina popolare, la droga viene utilizzata nel trattamento di malattie mentali e nervose, mancanza di respiro.

  • È molto comodo usare la tintura come anestetico: inumidire un batuffolo di cotone (senza diluirlo con acqua) e applicarlo sul punto dolente. Dopo 10-15 minuti, il dolore scompare.
  • Questo rimedio dà anche buoni risultati per i reumatismi, i dolori alla colonna vertebrale..
  • Con l'insonnia, la tintura di droga beve 2 gocce per 2 cucchiai. cucchiai d'acqua 4-5 volte al giorno.

Non assumere droghe per il glaucoma.

Biancospino e motherwort

Con angina pectoris 6 cucchiai. cucchiai con la parte superiore dei frutti di biancospino e 6 cucchiai. cucchiai di erba madre vengono versati con 7 bicchieri di acqua bollente (non bollire). La pentola con le materie prime è avvolta calorosamente e ha insistito per un giorno. Quindi le bacche gonfie vengono filtrate e strizzate attraverso una garza. Conserva il brodo finito in un luogo fresco.

Assumere 1 bicchiere 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, senza dolcificare. Per migliorare il gusto, può essere miscelato con brodo di rosa canina, preparato allo stesso modo..

Essiccatore di funghi

Un tale rimedio è anche efficace. 2 cucchiai. cucchiai di erbe marshmallow vengono versati con un bicchiere di acqua bollente, riscaldati a bagnomaria per 15 minuti. Filtrare attraverso una garza in 2 strati, spremere la materia prima. Quindi l'infuso viene aggiunto con acqua al volume originale.

Prendi un terzo o un quarto di bicchiere 2-3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

Baffi d'oro

In caso di "angina pectoris", 1 gambo (almeno 40 cm di lunghezza) di baffi d'oro viene schiacciato insieme alle foglie e mescolato con miele in rapporto 1: 1. Prendi 30 minuti prima dei pasti 3 volte al giorno per 1 cucchiaio. cucchiaio.

Valeriana officinalis

In caso di forti dolori cardiaci, tieni in bocca per 5-10 minuti un infuso di radice di valeriana o una miscela di valeriana e biancospino. Chiama un medico quando il dolore è passato.

Zucca

Un attacco di dolore può essere alleviato rapidamente con i semi di zucca. Se sei un core, tienili sempre in tasca.

Ortica

Con angina pectoris e ischemia 5 cucchiai. cucchiai di erba di ortica tritata versare 0,5 litri di acqua bollente e tenere a fuoco basso per 5 minuti. Assumere 4 volte al giorno con il miele.

Brodo di lavanda

La lavanda può aiutare a normalizzare le palpitazioni cardiache. Versare 2 cucchiaini di fiori tritati e germogli di lavanda con un bicchiere di acqua bollente e scaldare per 8-10 minuti a fuoco basso in un contenitore sigillato. Quindi lasciare agire per 30 minuti, filtrare e aggiungere acqua al volume originale.

Bere durante il giorno (tre volte) un terzo di un bicchiere di brodo di lavanda 15 minuti prima dei pasti.

Che cos'è l '"angina pectoris"?

Alcune malattie sono note alla maggioranza con i loro nomi popolari, tra cui la cosiddetta angina pectoris. Il malessere è caratterizzato da dolore e sensazione di spremitura nell'area del torace, mancanza di respiro e una serie di altri sintomi spiacevoli.

Che tipo di malattia - "angina pectoris"?

L'angina pectoris è comunemente chiamata "angina pectoris" - cardiopatia ischemica, che di solito si manifesta con mancanza di respiro e attacchi di dolore toracico improvviso e spesso lancinante. In conformità con la classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione (ICD-10), all'angina pectoris viene assegnato il codice I20.

Quali sono i principali sintomi dell'angina pectoris?

Il sintomo principale della malattia è il disagio o il dolore lancinante nell'area del torace, motivo per cui ha preso il suo secondo nome. L'angina era chiamata "angina pectoris" nella Russia pre-rivoluzionaria. I pazienti, descrivendo le loro condizioni, hanno affermato di sentirsi come se un rospo gigante fosse seduto sul loro petto, non permettendo loro di respirare a piena forza. Ad esempio, Pyotr Kurennov, un medico russo emigrato negli Stati Uniti dopo la rivoluzione, scrive di “angina pectoris”. Cita questa malattia nel suo libro "Medicina popolare russa". Fino al 20 ° secolo, altre malattie cardiache erano spesso chiamate "angina pectoris".

Oggi, su Internet, il nome insolito di angina pectoris è spiegato anche dal suono specifico che una persona emette durante un attacco. Quindi, secondo alcuni utenti, quando inizia un attacco, il paziente ansima e tossisce con un caratteristico suono gracchiante.

Spesso, il dolore che si manifesta nel petto e dietro lo sterno risponde nel braccio e nella spalla sinistra. Inoltre, il dolore può irradiarsi al collo, alla mascella e ai denti sul lato sinistro. Le sensazioni dolorose possono essere accompagnate da bruciore di stomaco, coliche, nausea. Molto spesso, gli attacchi di angina si verificano dopo aver mangiato troppo, durante lo sforzo fisico, in situazioni di stress, al freddo. Il sequestro di solito dura da uno a 15 minuti.

Come ridurre il rischio di angina pectoris?

I fattori che aumentano il rischio di vasocostrizione includono:

  • fumare;
  • diabete;
  • sovrappeso e obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • alti livelli di colesterolo;
  • abuso di alcool;
  • patologia arteriosa;
  • difetti congeniti del sistema cardiovascolare;
  • aumento sostenuto della pressione sanguigna (ipertensione).

Come prevenzione dell'angina pectoris, i medici raccomandano di abbandonare le cattive abitudini, di non mangiare cibi grassi con un alto contenuto di colesterolo, di fare esercizio fisico regolarmente e di monitorare la pressione sanguigna. È anche necessario consultare un medico, può prescrivere farmaci.

Angina pectoris

Informazioni generali sull'angina pectoris

L'angina pectoris si riferisce a un disturbo del sistema cardiovascolare, in cui la quantità di sangue fornita ai muscoli del cuore diventa insufficiente per garantire il normale funzionamento di questo organo. Molto spesso l'angina pectoris, i cui sintomi possono essere espressi sia sotto forma di problemi respiratori minori, sia sotto forma di forte dolore nella regione retrosternale, si verifica a causa dell'aterosclerosi delle arterie. I segni della malattia sono particolarmente pronunciati durante i carichi di lavoro (sforzo fisico, camminata veloce). Tuttavia, si osservano spesso situazioni in cui gli attacchi di angina pectoris non sono associati ad un aumento del carico sul cuore e sono spiegati dalla predominanza del tono del nervo vago.

Tra i fattori che influenzano l'insorgenza e lo sviluppo della malattia vanno segnalati anche: ipotermia, fumo, stress psico-emotivo, malattie dello stomaco, ernia iatale, alterazioni infiammatorie delle arterie coronarie. Ciò significa che quando viene diagnosticata l'angina pectoris, il trattamento deve essere mirato non solo all'eliminazione dei sintomi principali, ma anche all'eliminazione della malattia che ha portato all'insorgenza degli attacchi.

Angina pectoris - sintomi e quadro clinico

Il sintomo principale della malattia è un forte dolore nella regione del torace o nella parte superiore del cuore. Se non presti attenzione ai sintomi spiacevoli, il dolore si diffonde gradualmente ad altre parti del corpo: spazio interscapolare, spalla, lato destro. Di norma, le convulsioni compaiono quando determinate condizioni coincidono: camminata veloce, dopo aver lasciato una stanza calda al freddo o esercizio fisico. Inoltre, l'assunzione di cibo, la posizione alta del diaframma e la distensione intestinale possono provocare un attacco..

Le situazioni in cui l'angina pectoris si manifesta di notte sono particolarmente spiacevoli. In questo caso, la persona si sveglia da dolore acuto, a volte insopportabile, paura, vertigini e attacchi di vomito. L'angina pectoris notturna, i cui sintomi a volte compaiono per 30 minuti o più, viene interrotta con nitroglicerina. Una singola dose del farmaco è sufficiente per alleviare il dolore intenso e provare ad addormentarsi di nuovo.

Durante le convulsioni, i pazienti hanno un comportamento caratteristico, che è la prova più chiara possibile della natura della malattia. La persona sembra congelarsi sul posto, mentre il suo viso assume un aspetto concentrato e sofferente, diventa pallido, si copre di sudore freddo e abbondante. Ci sono casi frequenti in cui l'angina pectoris porta a minzione frequente. Inoltre, durante gli attacchi, il polso rallenta nei pazienti, la pressione sanguigna aumenta e si osservano segni di tachicardia. In casi particolarmente gravi, al paziente deve essere fornita assistenza medica di emergenza, altrimenti l'angina pectoris può portare a gravi complicazioni e persino alla morte di una persona.

Si noti che è necessario differenziare il dolore nell'angina pectoris dal dolore nella nevrosi. Questi ultimi sono più lunghi, doloranti e sono localizzati non dietro lo sterno, ma nella regione del cuore. Tuttavia, di regola, non sono associati a camminare o ad altre attività fisiche..

Per quanto riguarda le caratteristiche dello sviluppo della malattia. Quasi sempre ha un decorso cronico. Gli attacchi possono scomparire per diversi mesi o anni, ma poi ricompaiono, e più spesso e con maggiore intensità. Per questo motivo, quando viene diagnosticata l'angina pectoris, il trattamento deve essere iniziato il prima possibile. Altrimenti, i pazienti sviluppano infarto miocardico e altri cambiamenti patologici nel sistema cardiovascolare, tra cui cardiosclerosi, aritmie cardiache, sintomi di insufficienza cardiaca.

Angina pectoris - trattamento e prevenzione della malattia

Qualche parola su cosa fare durante un attacco. Il paziente deve interrompere qualsiasi attività fisica, assumere una postura calma e rilassata, prendersi cura di un flusso costante di calore alle braccia e alle gambe (a questo scopo vengono utilizzati cuscinetti riscaldanti). Ai primi segni di un attacco, dovresti prendere un vasodilatatore: nitroglicerina o validolo. Quest'ultimo è più debole e meno affidabile. Se il paziente ha l'angina pectoris, i cui sintomi compaiono sotto forma di forte dolore, le sue condizioni possono essere alleviate con l'aiuto di cerotti di senape e sanguisughe sul cuore.

Nel caso in cui i vasodilatatori non portino al risultato atteso, al paziente vengono somministrati promedolo, morfina o omnopon. Efficace per forti dolori e inalazione di una miscela di protossido di azoto con aria. Gli anticoagulanti indiretti, come la neodikumarina, sono particolarmente utili per le convulsioni ostinate, ma dovrebbero essere usati solo sotto controllo medico. L'autoattività in questo caso è assolutamente inaccettabile, poiché i farmaci sono potenti e hanno molti effetti collaterali.

I metodi non farmacologici sono anche di grande importanza nel trattamento dell'angina pectoris: esercizi terapeutici, passeggiate, viaggi in sanatori specializzati, procedure di fisioterapia. Il paziente deve smettere di fumare e alcol, condurre uno stile di vita sano, prendersi cura di un buon sonno, alternanza razionale di lavoro e riposo.

La prevenzione della malattia si riduce alla lotta contro l'aterosclerosi e l'ipertensione, l'alimentazione razionale, il garantire un sonno adeguato e l'abbandono delle cattive abitudini.

Angina pectoris (angina pectoris): cause, sintomi e trattamento, pronto soccorso

Cos'è l'angina pectoris?

Malattia ischemica - un insieme di segni, l'angina pectoris (angina pectoris) è una di queste forme.

La presenza di placche sui vasi, la deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, porta ad una diminuzione del livello di ossigeno nel sangue, che a sua volta provoca carenza di ossigeno e provoca dolore acuto nell'area del muscolo cardiaco, che è anche chiamata angina pectoris.

Che cos'è e come superare questa malattia e sarà discusso nell'articolo. Daremo uno sguardo più da vicino ai principali sintomi e trattamento

Le ragioni

Un attacco di angina pectoris inizia improvvisamente e non si ferma fino a quando non viene chiamata un'ambulanza.

Ci sono molte ragioni per l'attacco, può essere causato da un'alimentazione abbondante, eccesso di cibo, obesità, ansia, sbalzi di temperatura, stress, bere alcolici a stomaco vuoto e fumo.

Secondo le statistiche del centro sanitario, le cause dell'angina pectoris sono:

  • fumare - smettere di fumare; il fumo restringe i vasi sanguigni (organi tubulari);
  • non mangiare troppo, i livelli elevati di colesterolo sono un segno sicuro dell'inizio dei cambiamenti nei vasi sanguigni;
  • smettere di fumare, adottare misure per abbassare la pressione sanguigna, abbassare il colesterolo alto nel sangue. Inizia facendo esercizio. Il diabete aggrava il decorso della malattia.

L'IHD (cardiopatia ischemica) e l'angina pectoris, come un caso speciale, iniziano con un restringimento dei vasi sanguigni. Il sangue alimenta il muscolo cardiaco più debole, inizia una sensazione di debolezza generale del corpo, la formazione di placche sulle pareti dell'organo tubolare, lo stress e il costante superlavoro aggravano la situazione.

Una spiacevole sensazione dolorosa deriva dal fatto che i recettori del dolore affamati reagiscono alla mancanza di ossigeno con impulsi.

Questa condizione è chiamata attacco. Gli organi tubulari perdono la loro elasticità, l'intensificazione del dolore inizia a derivare dallo stress normale. Questa condizione non è corretta, si chiama insufficienza cardiaca cronica..

Fasi di sviluppo e progressione della malattia

Tutto inizia con uno stato di stress in servizio, i medici chiamano questa condizione angina pectoris, il paziente ricorre sempre più a pillole per i dolori cardiaci, i parenti della persona sono obbligati a misurare la sua pressione sanguigna.

Una sensazione di pesantezza al petto è un segno che è necessaria l'assistenza medica. La condizione non lascerà andare, come dice la gente, non ci si può aspettare che l'angina pectoris se ne vada da sola, questa malattia è insidiosa, un attacco supera una persona sulle scale, al lavoro, nel trasporto.

Sintomi

Un attacco è un sintomo classico, viene percepito dal paziente come un normale dolore al cuore, la persona si sdraia e non si muove, ogni tentativo di fare qualcosa provoca dolore.

La sensazione di bruciore nell'area del cuore non si ferma da sola, la pesantezza sull'anima non è facile da rimuovere, è necessario aprire la finestra, adagiare la persona e mettere una benda bagnata sulla sua testa.

Con un tale dolore, è difficile respirare, una persona cerca di ridurre l'attività in linea di principio, poiché qualsiasi movimento provoca spiacevoli sensazioni dolorose sotto la scapola.

Se i parenti hanno una compressa di nitroglicerina, allora dovrebbe essere posta sotto la lingua. Succede che un sequestro vada via da solo, ma questa è più un'eccezione alla regola che una regola.

Riassumendo, possiamo tranquillamente affermare che i principali sintomi dell'angina pectoris sono il dolore, che ha le seguenti caratteristiche:

  • lei è a forma di crisi epilettica;
  • per natura - premendo, spremendo;
  • localizzato nella parte superiore o centrale dello sterno;
  • il dolore si irradia all'arto superiore sinistro di una persona, cioè alle mani;
  • il disagio si accumula lentamente, ma si interrompe rapidamente dopo aver assunto nitroglicerina o aver eliminato la causa che lo ha causato.

Il dolore può essere provocato da:

  • camminare a passo svelto, salire le scale, trasportare oggetti pesanti;
  • aumento della pressione sanguigna (ipertensione);
  • freddo;
  • eccesso di cibo grave;
  • disagio emotivo o stress.

L'angina pectoris inizia con bruciore al petto, sofferenza accompagnata da sudorazione, vomito.

La sensazione è come se un saldatore venisse riscaldato all'interno di una persona e il dolore, pulsante, nel tempo copre l'intera cavità addominale.

L'incapacità di sollevare il braccio e la gamba sinistra dovrebbe allertare la famiglia del paziente, la respirazione diventa a scatti e frequente.

Diverse forme di angina

I cardiologi distinguono diverse forme di questo disturbo, tra cui:

  1. stabile (angina da sforzo) - il momento di amplificazione si verifica sotto carico sui muscoli cardiaci, durante la corsa e il lavoro;
  2. variante - spasmo delle arterie del cuore.

Entrambi sono forieri di un attacco di cuore.

Complicazioni

La cardiopatia ischemica e l'angina pectoris, come casi particolari, hanno caratteristiche comuni. L'insufficienza cardiaca cronica è una chiara conseguenza della stanchezza. Con la malattia, le gambe si gonfiano, c'è mancanza di respiro e pesantezza al petto.

I cambiamenti di pressione sono naturali, l'usura del muscolo cardiaco è direttamente proporzionale all'aumento della pressione. Il punto finale è un attacco di cuore, ma può verificarsi da zero.

Prerequisiti per un attacco di cuore

Spasmo delle arterie (organi tubulari che alimentano il cuore), aterosclerosi, placche, risultato di un coagulo che si è bloccato nelle arterie coronarie. In ogni caso, il risultato è lo stesso: un attacco di cuore, il cuore perde la sua capacità di funzionare adeguatamente.

Inoltre, ogni attacco comporterà malattie gravi come:

  • aritmia;
  • tachicardia;
  • blocco ventricolare;
  • insufficienza cardiaca;
  • shock;
  • infiammazione del cuore;
  • coaguli di sangue.

Essendo un testimone oculare di una tale condizione, chiama immediatamente un'ambulanza e fornisci assistenza al paziente, crea condizioni di riposo.

Diagnostica e trattamento

Il medico è responsabile per aiutare il paziente, si raccomanda il ricovero per l'esame e la terapia.

Prima di trattare una malattia, una persona deve sottoporsi a una serie di esami. Quando si diagnostica il paziente viene prescritto:

  • ECG,
  • fare esami del sangue
  • fare un esame delle urine generale.

La diagnosi viene fatta sulla base di questi test. Il medico prescrive forti antidolorifici e ossigenoterapia.

Procedure e misure immediate per rimuovere le conseguenze di un coagulo di sangue, la nomina di trombolitici, angioplastica (vasodilatazione, viene utilizzata una lattina di plastica).

Il popolare innesto di bypass delle arterie coronarie di oggi (il bypass è tradotto dall'inglese come bypass, bypass) corregge il problema dell'afflusso di sangue ai vasi cardiaci, dopo l'operazione è indicata la riabilitazione.

Prima di tutto, i pazienti hanno bisogno di un tonometro. Puoi scegliere un tonometro della categoria budget, ti permetterà di controllare la pressione sanguigna e tenere un diario dei pazienti ipertesi.

La pressione viene misurata utilizzando un bracciale speciale, mentre le condizioni della persona devono essere prese in considerazione, altrimenti scosse e misurazioni frequenti possono indebolire ed esaurire il paziente. Non puoi smettere di prendere farmaci:

Al paziente vengono somministrati nitrati (nitroglicerina) per ridurre la frequenza e la gravità delle crisi. La loro azione di solito dura 10-14 ore, di solito è una pillola e uno spray, le forme di tali farmaci possono differire, alcuni di essi vengono assunti 4 volte al giorno, con una sensazione di pesantezza al petto o in condizioni croniche.

Ricorda! Un attacco di angina pectoris è una condizione grave, non è possibile trascinare il paziente da un luogo all'altro, l'intervallo tra l'assunzione di farmaci che alleviano l'amplificazione dovrebbe essere da cinque a dieci minuti. Se questo non aiuta, questa è un'indicazione diretta per il ricovero..

I nitrati aiutano a rimuovere l'effetto, non la causa, purtroppo negli attacchi acuti aiuta solo il ricovero, sebbene alla dimissione al paziente vengano prescritti beta-bloccanti e calcio antagonisti. I medici prescrivono spesso l'acido acetilsalicilico, riduce il rischio di coaguli di sangue, aiuta ad eliminare le conseguenze di complicazioni cardiache come l'infarto del miocardio.

Ogni persona ha il proprio ritmo di vita: ricordalo!

Non essere complesso, non essere uguale a giovani sani. Non c'è bisogno di stabilire nuovi record, non ascoltare le persone stupide che inizieranno a svergognare te e le tue capacità. L'angina pectoris è soggetta a disabilità, il che significa che le capacità del corpo dovrebbero essere considerate limitate..

Puoi e dovresti condurre uno stile di vita attivo, soprattutto prima di carichi pesanti di natura forzata (salvarti la vita, nuotare, fuggire dal pericolo), dovrai comunque affrontarlo. Bevi un farmaco a base di nitroglicerina prima di un'attività vigorosa, salverà!

Uno stile di vita sano controlla il decorso della malattia del 70% meglio di qualsiasi medico, come hanno detto gli inglesi, se vuoi essere sano, non fumare e mangiare una mela ogni giorno. Il diabete mellito e le malattie del tratto gastrointestinale complicano notevolmente il decorso della malattia, tuttavia è possibile ottenere un indebolimento significativo in presenza di queste malattie, l'importante è consultare un medico in tempo e monitorare la pressione sanguigna e la nutrizione.

Sollievo da un attacco

Se una persona viene raggiunta dall'angina pectoris, è necessario fornire urgentemente il primo soccorso. Quanto segue aiuterà a interrompere la malattia:

  • Tutti sanno che la nitroglicerina è considerata una panacea per le malattie cardiache, sebbene l'aspirina possa essere utilizzata altrettanto bene. Sì, è stato dimostrato che è tossico, ma cosa fare? Validol è inefficace, dopo aver assunto l'aspirina, è necessario prendere una posizione orizzontale ed essere in una stanza con aria fresca.
  • Ai pazienti viene mostrato un massaggio rilassante, aiuta ad allontanarsi rapidamente da un attacco acuto, a volte i pazienti si auto-massaggiano da soli, hanno bisogno di massaggiare le aree del viso e del collo vicino al cuore, cioè sul lato sinistro. Anche il massaggio alle mani è efficace, soprattutto se l'attacco dura a lungo..
  • Lo spasmo vascolare colpisce il cervello, c'è un forte dolore alla testa, un anestetico viene assunto secondo le istruzioni del medico, di solito analgin, se il polso supera i 120 battiti, è necessario bere anaprilina.
  • Se l'aspirina è in polvere, viene versata in un bicchiere, versata con acqua tiepida (non fredda, il freddo intensifica lo spasmo). Una grave vasocostrizione, in cui si osservano pallore e sudore freddo, indica una diminuzione della pressione, nel qual caso non è possibile bere nitroglicerina.
  • Il sollievo di un attacco a riposo e di irritazione è diverso, l'attacco è stato superato da sdraiati? Sollevare la persona in modo che le gambe siano sotto la testa, inversamente proporzionali alla posizione durante lo svenimento.

Il ruolo del fumo durante il decorso della malattia è significativo: di per sé, l'acido nicotinico dilata i vasi sanguigni, ma durante il fumo i vasi si restringono. Il mistero sta nel metabolismo delle cellule, la nicotina e il catrame sono veleni che intasano gli organi tubulari e l'acido nicotinico, separatamente, è una vitamina PP che ha un effetto positivo sul corpo.

Tra le sostanze che provocano piacere, vale a dire grassi nocivi, sostanze psicoattive e alcol, non esiste una sola sostanza che abbia un effetto positivo sulla salute. Fai i conti con l'idea che tutto ciò che è piacevole è dannoso..

Se c'è il desiderio di ripristinare il lavoro del muscolo cardiaco e lo stato dei vasi sanguigni, è necessario iniziare a purificare il corpo dalle tossine e dalle tossine, con un'alimentazione impropria e un'abbondanza di cattive abitudini, anche il medico più intelligente e talentuoso non aiuterà una persona, se non è fortunato, anche il chirurgo non sarà in grado di salvargli la vita. Tutto dipende dal paziente.

Angina pectoris

Angina pectoris (angina pectoris) - insufficienza di afflusso di sangue al cuore acuta e di passaggio rapido - ischemia miocardica acuta.

Cause di angina pectoris. La causa dell'angina pectoris è uno spasmo dell'uno o dell'altro ramo dell'arteria coronaria del cuore.

Di solito, un tale spasmo si sviluppa nelle persone che hanno placche aterosclerotiche nelle arterie del cuore, in casi molto rari, questa malattia si osserva durante i processi infiammatori nei vasi (reumatismi e altre malattie) oa causa di emorragia nella parete del vaso.

Ma anche le arterie completamente invariate possono spasmi. L'angina pectoris è più comune tra gli uomini rispetto alle donne.

La causa immediata dello spasmo dell'arteria coronaria del cuore è l'attività fisica, il freddo, il vento in faccia, il fumo, il trabocco dello stomaco, l'attacco di coliche epatiche, gli affetti, la sovraeccitazione mentale.

Gli attacchi di angina pectoris che si verificano in connessione con lo sforzo fisico o durante il sonno sono considerati più gravi e pericolosi degli attacchi che si verificano con nervosismo e altre irritazioni.

La frequenza degli attacchi è importante. Se le convulsioni compaiono spesso, più volte durante il giorno o quasi tutti i giorni, allora stiamo parlando di una condizione pericolosa dei pazienti, di una malattia più grave rispetto a quei casi in cui l'angina pectoris compare raramente - a volte dopo un intenso sforzo fisico o dopo una forte eccitazione.

Sintomi e segni di angina pectoris. I sintomi dell'angina pectoris sono dolore nella regione del cuore, spesso dietro lo sterno e un po 'a sinistra. L'area della zona dolorosa è significativa e il paziente la contrassegna con l'intero palmo.

Per sua natura, questa malattia sta premendo, bruciando. Durante un attacco, il paziente si blocca e, se è necessario eseguire un movimento, viene eseguito molto lentamente, con grande cura. L'apparizione di un attacco notturno sveglia il paziente.

Il dolore si irradia al braccio sinistro (di solito lungo la sua superficie interna), sotto la scapola sinistra. Spesso la debolezza si verifica nella mano sinistra, il che costringe i pazienti a spostare anche una cosa leggera nella mano destra.

Un attacco di angina pectoris di solito dura pochi minuti. Nei casi più gravi, l'attacco dura 10-30 minuti. Senza trattamento, l'attacco si attenua gradualmente e l'umore migliora e la sensazione di depressione scompare..

L'impressione più dura sul paziente (e non solo) è prodotta dai primi pochi attacchi, poiché spesso sono accompagnati dalla paura della morte.

A poco a poco, i pazienti si abituano al fatto che questi attacchi finiscono in modo sicuro e non si preoccupano più della sensazione di pericolo e minaccia per la vita..

Quando si esamina un paziente durante un attacco, vengono determinati una postura immobile e congelata del paziente e un certo pallore della pelle. La traspirazione sul viso può comparire con attacchi di dolore più prolungati.

Il polso risulta essere ritmico, teso, solitamente non accelerato, in alcuni casi addirittura rallentato. Durante un attacco di angina pectoris, si riscontra più spesso un leggero aumento della pressione sanguigna.

Le percussioni e l'auscultazione del cuore non danno alcun cambiamento. (Pertanto, dicono che "durante questo dramma, l'attore più calmo è il cuore stesso").

Quando si riconosce l'angina pectoris, è necessario tenere presente che i dolori nella regione del cuore di natura dolorante o lancinante si verificano con le nevrosi cardiache nei giovani. Possono anche dare sotto la scapola sinistra o nella mano sinistra.

A differenza dell'angina pectoris, questo dolore nevrotico nella regione del cuore (cardialgia) è di natura opaca. Un attacco di dolore dura per decine di minuti, per ore, spesso tutto il giorno e (questo è particolarmente importante) non interferisce con la deambulazione del paziente.

Un sintomo di cardialgia puramente nevrotica è un'area limitata di dolore, quindi il paziente indica l'area del dolore con la punta di un dito. Questo dolore è quindi concentrato nell'apice del cuore..

Con distrazione o con un lavoro eccitante, il dolore nella regione del cuore di origine nevrotica scompare. Questi attacchi di dolore si ripetono spesso per molti giorni e settimane, specialmente in un ambiente nervoso..

La giovane età dei pazienti, la capacità di svolgere il proprio lavoro allo stesso tempo, di camminare senza restrizioni, così come altre caratteristiche sopra menzionate, consentono di distinguere l'angina pectoris dal dolore nevrotico al cuore.

L'angina pectoris è una malattia grave quando gli attacchi si ripetono spesso o sono di natura prolungata (fino a 20-30 minuti). In tali casi, il freestyle dovrebbe essere consultato da uno specialista - cardiologo o un terapista esperto per elaborare un piano di trattamento.

Pronto soccorso per angina pectoris. Il primo soccorso durante un attacco di angina pectoris inizia con una conversazione tranquilla con il paziente e con gli altri.

Va ricordato che un attacco di angina pectoris si basa su uno spasmo dei vasi del cuore e che questo è dovuto all'eccitazione del sistema nervoso, che può modificare il lume delle arterie del cuore. (Tutti sanno che quando si è preoccupati, la pelle del viso può diventare rossa o pallida).

Insieme a una conversazione con tono calmo, è necessario somministrare immediatamente al paziente nitroglicerina: una compressa sotto la lingua o due gocce di una soluzione di nitroglicerina sulla lingua, o ancora meglio su un pezzo di zucchero, che il paziente deve poi succhiare lentamente.

Il Validol in compresse o in gocce agisce con un effetto leggermente inferiore e questo medicinale viene applicato in forma liquida, 5 gocce sulla lingua e la compressa viene posta sotto la lingua. Un attacco di angina pectoris viene rimosso dalla nitroglicerina molto rapidamente - dopo 1-2 minuti.

Rimane solo una sensazione di pulsazione dei vasi sanguigni nella testa. Questa pulsazione è scarsamente tollerata da alcuni pazienti con aumento della pressione sanguigna, ma una tale complicanza non può essere una ragione per abolire la nitroglicerina..

Se una compressa di nitroglicerina non ha alcun effetto, dopo 2-3 minuti è necessario somministrare una seconda compressa di questo farmaco. Un attacco in corso di angina pectoris deve essere interrotto mediante iniezione intramuscolare di soluzione di papaverina al 2% in una quantità di 2-3 ml o soluzione di aminofillina 2,4% e una quantità di 10 ml.

Un risultato insufficiente dall'introduzione di questi farmaci per 20-30 minuti dovrebbe forzare l'introduzione di antidolorifici - 2% di promedolo 1 ml o 1 ml di 1% di pantopon sotto la pelle, invece di loro puoi inserire 2 ml di una soluzione al 50% di analgin.

In assenza di questi fondi, le braccia o le gambe del paziente devono essere immerse in un secchio di acqua calda. (La temperatura dell'acqua dovrebbe essere tale che il paziente possa solo sopportarla, ma senza il pericolo di ustioni).

Inoltre, ai fini di un effetto riflesso sui vasi del cuore, invece di un pediluvio caldo o un bagno per le mani, viene applicato un termoforo sulle mani o le mani vengono posizionate su un oggetto caldo - su una stufa, ferro, samovar, bollitore, ecc. Un buon effetto può essere fornito da 2 3 cerotti di senape nell'area del cuore.

Dopo un grave attacco di angina pectoris e per prevenire attacchi ricorrenti, nitropentone viene prescritto 1 compressa sotto la lingua 2 volte al giorno - per 7-10 giorni. (Per lo stesso scopo, al posto del nitropentone, puoi prendere la papaverina a 0,03 in polvere 2-3 volte al giorno. È utile mettere le sanguisughe sulla pelle nella zona del cuore (3-4 pezzi) e ripetere 3-4 giorni consecutivi.

Con attacchi di angina pectoris che si verificano durante il sonno o si ripetono spesso durante il giorno, il paziente deve essere inviato in ospedale per il trattamento, poiché in questi casi esiste una minaccia di infarto miocardico.

Ricorda, le informazioni sul sito web "Medical Reference" sono solo a scopo informativo e non sono una guida al trattamento. Il trattamento deve essere prescritto dal medico personalmente, in base ai sintomi e ai test eseguiti. Non auto-medicare.

Angina pectoris: cause, sintomi e segni, pronto soccorso e trattamento

L'angina pectoris è un tipo di insufficienza coronarica cronica, durante la quale si verifica una violazione della velocità e della natura del flusso sanguigno nel cuore.

L'ischemia (carenza di ossigeno) porta alla morte graduale delle normali strutture anatomiche, cellule miocitarie e alla sostituzione di queste ultime con tessuto connettivo o cicatriziale.

Il secondo nome del processo patologico è angina pectoris. La condizione è chiamata angina pectoris non per un semplice motivo. La malattia procede in convulsioni.

Ciascuno di questi episodi è accompagnato da sensazioni atroci. Il dolore e la pesantezza sono associati a un'intensa esposizione dall'interno.

Il trattamento ha buone prospettive fino a quando non si sono sviluppati cambiamenti anatomici significativi (p. Es., Cardioclerosi). La linea di fondo è eliminare la causa principale della condizione, normalizzare il benessere del paziente e prevenire un'ulteriore progressione.

La possibilità di un trattamento etiotropico totale è associata a una prognosi migliore.

Senza terapia, la contrattilità miocardica diminuisce, si verifica ischemia, ipossia di tutti i tessuti del corpo. Le complicazioni sono inevitabili. Pertanto, ai primi sintomi sospetti, si consiglia di contattare uno specialista.

Meccanismo di sviluppo

L'essenza del processo patologico risiede nell'interruzione del normale flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie..

Nella stragrande maggioranza dei casi, questo è osservato sullo sfondo dell'aterosclerosi.

C'è un blocco della struttura con una placca di colesterolo, radialmente, lungo tutto il diametro. La permeabilità diminuisce, perché è più difficile per il sangue superare la resistenza.

L'intensità del movimento del tessuto connettivo fluido diminuisce in modo significativo. Il meccanismo compensatorio è un aumento della pressione sanguigna, ma questo non ha senso. Al contrario, la condizione è aggravata solo da un aumento del carico sul miocardio e su tutti i vasi..

Il prossimo stadio patogenetico è l'inizio della morte delle cellule cardiomiocitiche a causa di un'alimentazione insufficiente. Al loro posto, il tessuto cicatriziale cresce, fungendo da spina.

Questo è un processo costantemente ricorrente, scorre il parossismo. Gli episodi di angina pectoris si manifestano con forte dolore, disagio allo sterno.

Man mano che la malattia progredisce, si verifica una grave insufficienza cardiaca e quindi un attacco di cuore, che spesso pone fine alla vita del paziente.

Evitare un tale scenario è il compito della terapia precoce.

Classificazione

Eseguito secondo un gruppo di criteri.

Basato sulla natura dello sviluppo:

  • Angina pectoris stabile o angina pectoris. Tende a fermarsi spontaneamente in progressione. Ad un certo punto, il processo ristagna, si ferma e smette di andare avanti. Ciò è ottimistico e rende possibile una diagnostica di alta qualità e la scelta di tattiche di trattamento competenti.
  • Una varietà instabile. Progredisce costantemente, ogni attacco porta ad un aggravamento del processo patologico. Il movimento della malattia non è sempre uniforme. Forse salti e limiti.

A seconda del tipo e del provocatore dell'episodio:

  • Angina pectoris o angina da sforzo. Formato sullo sfondo di un intenso sovraccarico fisico o emotivo. Se vengono seguite misure preventive, ci sono buone possibilità di rallentare il movimento del processo patologico. Il recupero viene eseguito in un ospedale come previsto. Quindi ambulatoriale.
  • Riposa l'angina. Le convulsioni si verificano al di fuori della connessione con un sovraccarico del corpo. Considerato un tipo più pericoloso.

La suddivisione per fase è possibile rispetto al processo descritto. Nel caso di una malattia di questo tipo si parla di classi funzionali:

ClasseCaratteristica
1 FCQuasi invisibile al paziente. La provocazione delle convulsioni richiede un'intensa attività fisica.
2 FCI sintomi si sviluppano con un'attività significativa. Anche una forma relativamente lieve, ma non più suscettibile di completa guarigione. Con una terapia opportunamente selezionata, ci sono tutte le possibilità di non ricordare affatto la malattia.
3 FCGli episodi compaiono su uno sfondo di esercizio moderato. Il paziente non può salire 3-4 piani.
4 FCUn'attività minima è impossibile. I sintomi si manifestano anche nel completo riposo. Camminando, un leggero movimento è negativo.

Le ragioni

I fattori di sviluppo del processo che causa la malattia possono essere suddivisi in due gruppi. Il primo riguarda i fondamenti dell'inizio del cambiamento.

Aterosclerosi

Il fattore più attivo. Diventa il colpevole dell'angina pectoris nel 90% dei casi circa. L'essenza del processo patologico è duplice, è un gruppo eterogeneo di stati.

La prima variante clinica è già stata nominata. Blocco parziale del lume del vaso coronarico con placca di colesterolo. Le strutture lipidiche formano tali formazioni a causa di disturbi metabolici.

Il sangue non è in grado di superare la resistenza dell'arteria alterata, si verifica l'ischemia, che progredisce con lo sviluppo dell'aterosclerosi.

La seconda opzione clinica è la stenosi o il restringimento del lume. Ha un'origine polifattoriale, può anche essere associata a processi metabolici nell'organismo. O patologie infiammatorie. Qui la portata delle indagini diagnostiche è molto più ampia..

Indipendentemente dall'opzione, l'essenza è la stessa. Malnutrizione del miocardio, ischemia, morte: prima, lenta e regolare (gli attacchi effettivi di angina pectoris indicano tali episodi), poi una valanga (infarto). Entrambe le condizioni descritte sono tipi di insufficienza coronarica.

Vasculite

È anche un'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni, in particolare delle arterie che alimentano il muscolo cardiaco. I tipi autoimmuni del processo patologico sono più comuni. Gli isolati sono relativamente rari.

La variante con l'ingresso in una malattia complessa è molto più diffusa. Quale - devi scoprire. Sono possibili anche varietà virali e generalmente infettive, ma sono molto più rare, hanno sempre un carattere secondario, procedono sullo sfondo di un'immunità ridotta.

L'angina pectoris in questo caso si sviluppa a causa della cicatrizzazione delle pareti vascolari colpite. Compaiono aree di epitelizzazione ruvida. Le aree alterate impediscono al sangue di muoversi normalmente.

Tali difetti anatomici richiedono un trattamento chirurgico. La linea di fondo è la dissezione di strutture o protesi anormali. Il successo dipende dalla prevalenza del processo patologico. La prognosi è generalmente favorevole, se non ci sono cambiamenti grossolani.

Sviluppo anormale delle arterie coronarie

In questo caso parliamo di patologie genetiche che si attualizzano principalmente nei ragazzi o di qualche tipo di mancata crescita intrauterina.

Il periodo perinatale è particolarmente responsabile nel primo trimestre. Quindi tutto procede più agevolmente. Nel caso di un difetto isolato delle strutture vascolari, viene indicata un'operazione per correggere la condizione patologica. Il tipo di intervento è determinato in base alla gravità dei cambiamenti.

Nel caso delle sindromi genetiche, le anomalie delle arterie coronariche non sono isolate. Più spesso sono combinati con difetti del miocardio stesso, mitrale, valvola aortica, setto, altre strutture, vasi in generale, organi e sistemi remoti.

Il trattamento è molto difficile e fornisce previsioni vaghe.

Cardiomiomazia ipertrofica

"Cuore bovino" e altre condizioni pronunciate per le quali è tipico un aumento delle dimensioni dell'organo muscolare nel suo complesso. Si verifica la compressione delle arterie coronarie.

L'effetto di massa prodotto esclude un flusso sanguigno adeguato. La chirurgia può essere la soluzione, ma non sempre. Con strutture cardiache significativamente alterate, è indicato il trapianto di organi. Anche lei non garantisce la sopravvivenza. Maggiori informazioni sulla cardiomiopatia ipertrofica in questo articolo..

Fattori trigger

Il secondo gruppo di fattori sono i punti trigger. Se le ragioni fondamentali determinano la possibilità stessa dell'insorgenza dell'angina pectoris, queste provocano attacchi ripetuti.

  • Obesità. Sono stati raccolti molti miti sull'aumento del peso corporeo. No, non è proprio il sovrappeso che causa un cambiamento nel normale flusso sanguigno. Si tratta del momento più profondo. Quasi tutte le persone obese soffrono di disturbi del metabolismo lipidico. Da qui l'aterosclerosi e gli attacchi persistenti di angina pectoris.
  • Fumo. I risultati del consumo di tabacco dipendono non tanto dalla durata e dall'esperienza, quanto dalla resistenza dell'organismo alle sostanze tossiche. Come evidenziato dalla ricerca scientifica in questo settore, la resistenza è genetica. Per alcuni basta un anno di fumo e una "goccia di nicotina". Per altri, un secchio non è sufficiente per lo sviluppo della stenosi delle arterie coronarie. Ad un certo momento, il corpo continuerà a fallire e inizierà il processo patologico. Nelle fasi avanzate dell'angina pectoris, ogni uso di tabacco porta a un attacco.
  • Dipendenza dalla caffeina. Il rovescio della medaglia ha anche un effetto tonico. C'è un restringimento persistente delle arterie coronarie con l'impossibilità di un normale flusso sanguigno. Pertanto, le persone con patologie cardiache o vascolari diagnosticate non dovrebbero consumare tali bevande. È irto.
  • Alcolismo. Tutto qui è identico al fumo. Ma l'effetto arriva più velocemente e ha conseguenze più disastrose. Il rischio di infarto è più alto, anche la mortalità è più alta.
  • Intenso stress psico-emotivo. Questo include anche stress, tensione prolungata e altri momenti. Un attacco di angina pectoris è causato dal rilascio di una grande quantità di cortisolo nel sangue. Anche adrenalina e generalmente corticosteroidi.

Fattori di rischio

Esistono anche fattori predisponenti. I pazienti con almeno uno di questi sono classificati come a maggior rischio di sviluppare angina pectoris:

  • Appartenente al sesso maschile.
  • Età 45+. Con ogni anno successivo, la probabilità peggiora. Aiuta a ridurre i rischi di cambiamenti nello stile di vita.
  • Una storia di un gruppo di deviazioni dalla norma: ipertensione, diabete mellito, ipertiroidismo, ipertrofia miocardica. Sono pericolosi individualmente, ma insieme rappresentano una minaccia ancora maggiore.
  • La natura fisica del lavoro.
  • Stress frequente.

Tutte le cause vengono valutate nel sistema.

Sintomi

Le manifestazioni sono abbastanza specifiche. Prima di tutto, il medico presta attenzione al corso del processo patologico.

L'angina pectoris o l'angina pectoris passa dagli attacchi in modo diverso. Ciascuno di questi episodi dura da 15 a 30 minuti, non di più. Si conclude con un completo restauro dello stato, come se nulla fosse accaduto.

Man mano che progredisce, rimangono alcuni sintomi che indicano problemi cardiaci.

Un quadro clinico tipico è costituito dalle seguenti manifestazioni:

  • Dolore al petto di intensità moderata. Un carattere ardente e opprimente (da cui il nome alternativo). Dura non più di mezz'ora. Sono dati alla mano sinistra, alla scapola, a volte al collo. Un aumento dell'intensità del disagio o della sua durata indica un possibile infarto. In ogni caso, se non c'è ancora un trattamento, si consiglia di chiamare un'ambulanza per correggere rapidamente la condizione..
  • Dispnea. A seconda dello stadio del processo patologico, si verifica a seguito di un'intensa attività fisica o di un riposo completo. La seconda opzione porta alla disabilità e alla ridotta capacità del paziente. Inoltre influisce negativamente sulle condizioni generali, provoca un aggravamento della situazione, aumenta il rischio di morte prematura da una combinazione di insufficienza cardiaca e respiratoria.
  • Punta delle dita blu, triangolo naso-labiale, pallore della pelle. Un tipico segno di angina pectoris al momento di un attacco. Ogni episodio è inoltre accompagnato da iperidrosi o sudorazione eccessiva. Un cambiamento nella natura della secrezione generalmente diventa un compagno costante di una persona.
  • Violazione del normale ritmo del cuore. Di solito del tipo di tachicardia sinusale relativamente innocua. Questa condizione è dolorosamente tollerata, ma non rappresenta una grande minaccia in una fase iniziale. Con il progredire della progressione, può svilupparsi la fibrillazione ventricolare, questo è già un momento allarmante, aumentando il rischio di morte per arresto cardiaco a volte.
  • Mal di testa, vertigini, ridotta efficienza dell'orientamento nello spazio. Indicare una violazione della nutrizione delle strutture cerebrali. Il recupero viene effettuato con nootropi e agenti cerebrovascolari, ma questa è una misura secondaria. Il principale è volto a correggere la condizione primaria.
  • Svenimento. Un segno estremamente inquietante. Può verificarsi più volte al giorno.

I sintomi dell'angina pectoris sono specifici, se si guarda da vicino il quadro clinico e le caratteristiche del decorso. Il sintomo principale è il dolore al petto. Tutto il resto è secondario.

Pronto soccorso per lo sviluppo di un attacco

Indipendentemente da quale episodio di angina pectoris si verifica, è necessario chiamare un'ambulanza. Non puoi mai dire in anticipo come si comporterà un attacco..

Prima dell'arrivo del medico, l'algoritmo è il seguente:

  • Apri una finestra, una finestra per fornire ventilazione alla stanza.
  • Rimuovere i gioielli stretti, allentare il colletto degli indumenti. Ciò è necessario per non provocare un calo riflesso della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. Altrimenti, è possibile svenire..
  • Calmati, rimettiti in sesto. Se hai dei tranquillanti, prendi una compressa. In assenza di un'erba madre, valeriana, ma non tintura di alcol.
  • Il dolore è alleviato dalla nitroglicerina. Almeno l'intensità del tratto diminuirà in modo significativo.
  • Siediti e aspetta l'arrivo della squadra dei medici.

Successivamente, viene deciso il momento del ricovero o dell'assistenza in loco. Se si sospetta un infarto, non vale nemmeno la pena di trasportare il paziente al reparto di cardiologia.

Diagnostica

Viene eseguito sotto la supervisione di uno specialista specializzato. Elenco degli studi in ordine corretto:

  • Interrogatorio orale del paziente, raccogliendo la storia della vita.
  • Misurazione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. Al di fuori di un attacco, tutti gli indicatori possono essere normali. D'altra parte, un aumento della pressione sanguigna è possibile sullo sfondo dell'attuale ipertensione.
  • Monitoraggio giornaliero da parte di Holter. Senza fallire.
  • Elettrocardiografia. L'attività funzionale del cuore è soggetta a valutazione. Tutte le aritmie sono visibili come i palmi delle mani. Ma è richiesta un'alta qualifica di un medico.
  • Ecocardiografia. Tecnica di imaging per strutture cardiache.
  • Test di resistenza. La provocazione di un attacco da parte dell'attività fisica. Condotto con grande cura se altri metodi sono inefficaci.

Infatti, l'angina pectoris può essere rilevata solo al momento dell'episodio utilizzando un ECG e un monitor Holter. Il resto delle tecniche ha lo scopo di identificare i fattori eziologici (causa principale).

Trattamento

La terapia viene eseguita in un ospedale in una fase iniziale, non appena viene rilevata la malattia. Quindi su base ambulatoriale. La natura dell'impatto dipende dall'origine della condizione e dallo stadio del suo sviluppo.

L'angina pectoris della prima classe funzionale richiede l'uso di medicinali per 3-5 mesi. Quindi viene eseguita un'osservazione costante. Il corso viene ripetuto ogni pochi anni secondo necessità. In altri casi, la terapia dura tutta la vita.

L'elenco dei medicinali e il metodo di cura conservativa sono determinati dallo schema ABCDE, in più fasi:

  • Farmaci antitrombotici. Aspirina Cardio. Ripristina la fluidità del sangue, normalizza le sue proprietà reologiche.
  • Nitroglicerina + beta bloccante. I nomi sono determinati dal medico.
  • Statine per la lotta contro l'aterosclerosi. Atoris o altri.
  • Dieta povera di grassi.
  • Cardioprotettori. Mildronate e analoghi.

I farmaci antiaritmici vengono aggiunti secondo necessità, come Hindin.

Il trattamento chirurgico viene eseguito secondo le indicazioni. In alternativa, con anomalie nello sviluppo delle strutture cardiache, difetti cardiaci, aterosclerosi congenita e acquisita, avanzata con occlusione o stenosi delle arterie coronarie.

L'essenza della terapia è sempre più o meno la stessa: sostituzione dell'area interessata del vaso con una protesi artificiale, stent, palloncino, ovvero espandere meccanicamente il lume per garantire il flusso sanguigno.

Le forme trascurate quasi non si prestano alla correzione, quindi non dovresti iniziare la patologia.

Il trattamento dell'angina pectoris è principalmente un farmaco. Ha senso solo nelle prime fasi.

Inoltre, non sarà superfluo cambiare il tuo stile di vita:

  • Smettere di fumare, alcol, droghe, autosomministrazione di farmaci senza consultare uno specialista.
  • Normalizzazione dei modelli di sonno. 8 ore a notte.
  • Attività fisica minima (camminare, nuotare, non di più).
  • Correzione della dieta. Il paziente è in grado di comporre il menu in modo indipendente, vale la pena concentrarsi sul lettino n. 10.
  • Evitare lo stress quando possibile.

L'angina pectoris non può essere eliminata con le sole pillole. Ci vorrà lo sforzo del paziente stesso.

Previsione

Determinato dallo stadio del processo patologico. La prima classe funzionale è curabile nel 90% dei casi.

A partire dal secondo la normalizzazione totale non è più possibile.

La letalità è distribuita come segue:

  • II - 25%,
  • III - 45%,
  • IV - 85%, nei prossimi 5 anni per l'ultima fase - 100%.

I numeri possono cambiare tenendo conto di fattori negativi e positivi: età, sesso, salute generale, stile di vita, eredità e altri punti..

Complicazioni

L'angina pectoris provoca le seguenti conseguenze:

  • Arresto cardiaco Infarto, molto spesso questo fenomeno è il risultato del corso del processo patologico.
  • Ictus. Una condizione simile. Determinato dalla morte delle cellule del tessuto nervoso nelle strutture cerebrali.
  • Shock cardiogenico. Come risultato di un calo critico nell'intensità della produzione di sangue e della contrattilità miocardica.

La prevenzione delle complicanze viene effettuata come parte della terapia.

Infine

L'angina pectoris non è una malattia, ma una sindrome che rappresenta un disturbo circolatorio cronico nello strato muscolare del cuore. Il nome corretto è angina pectoris. Il processo ha molte ragioni e segni, quindi la diagnosi deve essere affrontata in modo responsabile.

Non è così facile identificare il processo patologico, è ancora più difficile determinare il fattore di origine.

Il trattamento è efficace solo nelle prime tre fasi, la probabilità di completa eliminazione del fenomeno diminuisce in proporzione alla durata e all'attività della malattia. Ma ci sono sempre delle possibilità.


Articolo Successivo
Le mani diventano insensibili