Onda T sull'ECG - norma e patologia


L'onda T riflette il processo di ripolarizzazione del miocardio ventricolare sull'ECG. A seconda del vettore di somma, può essere positivo, negativo o bifase. Ma oltre al vettore, sono importanti anche la sua ampiezza e forma morfologica, ne parleremo un po 'più avanti..

Nella maggior parte delle derivazioni che hanno un'onda R alta, anche l'onda T ha un valore positivo. In questo caso, l'onda R più grande corrisponde all'onda T più grande in ampiezza e viceversa.

  • L'onda T è sempre positiva nelle derivazioni I, II, aVF, V3-V6.
  • L'onda T può essere positiva, bifasica o negativa. nelle derivazioni III, aVL e V1-V2
  • L'onda T è sempre negativa nell'AVR del piombo

Esempio ECG n. 1 - Variante normale

Esempio ECG n. 2 - Variante normale

Esempio ECG # 3 - ECG patologico

Esempio ECG # 4 - ECG patologico

Esempio ECG # 5 - ECG patologico

Oltre alla polarità, l'onda T ha molte altre caratteristiche importanti, ad esempio forma e ampiezza, ma questo articolo non si pone il compito di abbracciare tutte le sfumature, ma solo di imparare a trovare T patologiche.

Tuttavia, esamineremo alcuni esempi di ECG che ogni medico dovrebbe ricordare. Si tratta di iperkaliemia. Non esiste un ECG di alta qualità per questa moneta nell'archivio, quindi questo record è stato preso in prestito da Internet.

ECG Esempio # 6 - Iperkaliemia

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi "Ctrl + Invio"

Copyright © 2013-2020 E-Cardio. Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è un tutorial completo, è solo uno strumento con cui puoi imparare.

Cosa mostra l'onda T sull'ECG

4 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 159

  • Breve descrizione degli elementi ECG
  • Indicatori dell'onda T.
  • Cambiamenti dell'onda T.
  • Cause di un'onda T negativa
  • Video collegati

La diagnosi delle malattie cardiache viene effettuata con il metodo di registrazione ed esame degli impulsi elettrici derivanti dal rilassamento e dalla contrazione del muscolo cardiaco per un certo intervallo di tempo: l'elettrocardiografia. Registra gli impulsi e li converte in un grafico visivo su carta (elettrocardiogramma) un dispositivo speciale: un elettrocardiografo.

Breve descrizione degli elementi ECG

Il tempo viene registrato orizzontalmente sull'immagine grafica e la frequenza e la profondità delle modifiche vengono registrate verticalmente. Gli angoli acuti visualizzati sopra (positivo) e sotto (negativo) dalla linea orizzontale sono chiamati denti. Ognuno di loro è un indicatore dello stato dell'una o dell'altra parte del cuore..

Sul cardiogramma, i denti sono designati come P, Q, R, S, T, U.

  • l'onda T sull'ECG mostra la fase di recupero del tessuto muscolare dei ventricoli cardiaci tra le contrazioni miocardiche;
  • Onda P - un indicatore di depolarizzazione (eccitazione) degli atri;
  • i denti Q, R, S riflettono lo stato eccitato dei ventricoli del cuore;
  • L'onda U definisce il ciclo di recupero di aree distanti dei ventricoli cardiaci.

L'intervallo tra i denti adiacenti è chiamato segmento, ce ne sono tre: ST, QRST, TP. La punta e il segmento insieme rappresentano l'intervallo, il tempo dell'impulso. Per una diagnostica accurata, viene analizzata la differenza negli indicatori degli elettrodi (potenziale elettrico dell'elettrocatetere) collegati al corpo del paziente. I lead sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • standard. I - la differenza di indicatori sulla mano sinistra e destra, II - il rapporto tra i potenziali sulla mano destra e la gamba sinistra, III - mano sinistra e gamba;
  • rinforzato. AVR - dalla mano destra, AVL - dalla mano sinistra, AVF - dalla gamba sinistra;
  • il petto. Sei derivazioni (V1, V2, V3, V4, V5, V6) situate sul torace del paziente, tra le costole.

Dopo aver ricevuto un'immagine schematica del lavoro del cuore, il cardiologo analizza il cambiamento in tutti gli indicatori, nonché il tempo per il quale il cardiogramma li segna. I dati principali per la decodifica sono la regolarità delle contrazioni muscolari del cuore, il numero (numero) di contrazioni cardiache, la larghezza e la forma dei denti che riflettono lo stato di eccitazione del cuore (Q, R, S), la caratteristica dell'onda P, i parametri dell'onda T e dei segmenti.

Indicatori dell'onda T.

La ripolarizzazione o il ripristino del tessuto muscolare dopo le contrazioni, che riflette l'onda T, nell'immagine grafica ha i seguenti standard:

  • mancanza di dentatura;
  • levigatezza in aumento;
  • direzione verso l'alto (valore positivo) nelle derivazioni I, II, V4 - V6;
  • rafforzare i valori dell'intervallo dalla prima alla terza assegnazione a 6-8 celle lungo l'asse grafico;
  • direttività verso il basso (valore negativo) in AVR;
  • durata da 0,16 a 0,24 secondi;
  • predominanza in altezza nella prima guida rispetto alla terza, così come nella guida V6 rispetto alla guida V1.

Cambiamenti dell'onda T.

La trasformazione dell'onda T sull'elettrocardiogramma è dovuta a cambiamenti nel lavoro del cuore. Molto spesso sono associati a una violazione dell'afflusso di sangue, che è sorto a causa di lesioni vascolari da escrescenze aterosclerotiche, altrimenti, cardiopatia ischemica.

La deviazione dalla norma delle linee che riflettono i processi infiammatori può variare in altezza e larghezza. Le principali deviazioni sono caratterizzate dalle seguenti configurazioni.

La forma invertita (inversa) indica ischemia miocardica, uno stato di estrema eccitazione nervosa, emorragia cerebrale, aumento della frequenza delle contrazioni cardiache dall'alto (tachicardia). La T equalizzata si manifesta in alcolismo, diabete, bassa concentrazione di potassio (ipopotassiemia), nevrosi cardiaca (distonia neurocircolare), abuso di antidepressivi.

Un'onda T alta, visualizzata nella terza, quarta e quinta derivazione, è associata ad un aumento del volume delle pareti del ventricolo sinistro (ipertrofia ventricolare sinistra), patologie del sistema nervoso autonomo. Un leggero aumento del modello non rappresenta un grave pericolo, il più delle volte ciò è dovuto a uno sforzo fisico irrazionale. La T bifasica indica un uso eccessivo di glicosidi cardiaci o ipertrofia ventricolare sinistra.

Il dente visualizzato sotto (negativo) è un indicatore dello sviluppo dell'ischemia o della presenza di forte eccitazione. Se allo stesso tempo c'è un cambiamento nel segmento ST, si dovrebbe sospettare una forma clinica di ischemia - un infarto. I cambiamenti nella configurazione del dente senza il coinvolgimento del segmento ST adiacente non sono specifici. In questo caso è estremamente difficile determinare una malattia specifica..

Cause di un'onda T negativa

Se, con un valore negativo dell'onda T, sono coinvolti ulteriori fattori nel processo, questa è una malattia cardiaca indipendente. Quando non ci sono manifestazioni concomitanti sull'ECG, una visualizzazione T negativa può essere dovuta ai seguenti fattori:

  • patologia polmonare (mancanza di respiro);
  • malfunzionamenti del sistema ormonale (livelli ormonali superiori o inferiori al normale);
  • violazione della circolazione cerebrale;
  • sovradosaggio di antidepressivi, farmaci per il cuore e farmaci;
  • complesso sintomatico di disturbi di una parte del sistema nervoso (VVD);
  • disfunzione del muscolo cardiaco, non associata a malattia ischemica (cardiomiopatia);
  • infiammazione della borsa (pericardite);
  • processo infiammatorio nel rivestimento interno del cuore (endocardite);
  • lesioni della valvola mitrale;
  • ingrossamento del cuore destro a causa dell'ipertensione (cuore polmonare).

È possibile ottenere dati ECG oggettivi relativi ai cambiamenti nell'onda T confrontando il cardiogramma eseguito a riposo e l'ECG in dinamica, nonché i risultati di studi di laboratorio.

Poiché un'anomalia nell'imaging dell'onda T può indicare una malattia coronarica (ischemia), non deve essere trascurata l'elettrocardiografia regolare. Visite regolari a un cardiologo e una procedura ECG aiuteranno a identificare la patologia nella fase iniziale, il che semplificherà notevolmente il processo di trattamento.

L'onda t sull'ecg riflette

Il segmento ST riflette l'inizio dell'estinzione dell'eccitazione ventricolare (fase iniziale di recupero, ripolarizzazione precoce). Durante questo periodo, il cuore produce una forza elettromotrice in avanti molto piccola. Normalmente, questa forza può causare sull'ECG solo un leggero spostamento del segmento S-T verso l'alto dalla linea isoelettrica solo nelle derivazioni toraciche destre (V1-3), poiché i loro assi sono orientati in avanti e gli elettrodi attivi, in particolare V2, si trovano molto vicino al cuore. L'aumento massimo del segmento S - TV1.2 è normalmente di 2,5 mm. Il limite normale dello spostamento verso l'alto del segmento S-T nelle derivazioni I, II, III V4-6 non deve superare 1 mm, verso il basso - 0,5 mm.

L'onda T riflette i cambiamenti nella forza elettromotrice nella seconda fase (principale) del periodo di estinzione dell'eccitazione miocardica. Normalmente, l'onda T nelle derivazioni standard I, II, III e aVL e aVF è positiva, mentre nella derivazione aVR è negativa. In condizioni normali, l'altezza dell'onda T nelle derivazioni standard I, II e III dovrebbe essere in un certo rapporto con l'altezza dell'onda R nelle stesse derivazioni. Ad esempio, se RII> RI, anche T II deve essere maggiore di TI e viceversa. L'onda T nella derivazione III negli individui sani è più spesso positiva, meno spesso negativa o attenuata. È più probabile che un'onda TIII negativa venga considerata patologica se combinata con un TaVF negativo.
Nella piombo aVL, l'onda T è generalmente bassa positiva, talvolta negativa superficiale. L'onda TaVF è generalmente positiva, ma nelle persone di alto livello il diaframma a volte può essere negativo.

L'altezza dell'onda T nelle derivazioni toraciche aumenta dalle derivazioni toraciche di destra a sinistra, raggiunge un massimo nelle derivazioni V3,4 e diminuisce leggermente nelle derivazioni toraciche all'estrema sinistra. Il cambiamento dell'altezza dell'onda T si verifica in modo sequenziale, una diminuzione o un'inversione dell'onda T (negativa) nelle derivazioni centrali del torace è un segno di patologia.

Le onde T alte nelle derivazioni toraciche possono essere registrate sia con disturbi vegetativi che con violazioni dell'afflusso di sangue miocardico. In alcuni casi, può essere un segno di varianti fisiologiche, in altri - una grave patologia. La rilevazione delle onde T negative nelle derivazioni, dove sono normalmente positive, è di grande importanza pratica. Nelle derivazioni Vb, raramente V2, l'onda T può essere negativa ed è normale.

L'onda U di solito si verifica in 0,02-0,04 s dopo la fine dell'onda T e dura 0,16-0,25 s. Nelle derivazioni degli arti, viene rilevato nel 50% dei casi, pur non superando 1 mm. La massima altezza dell'onda U nella norma (fino a 2 mm) si nota nelle derivazioni toraciche e più spesso nella "zona di transizione". Con una frequenza cardiaca superiore a 100 battiti al minuto, può fondersi con l'onda P del ciclo adiacente. L'onda U è più pronunciata negli atleti. Aumenta con l'ipertrofia, aumento della gittata sistolica (dopo l'esercizio), bradicardia.

Cause di un'onda T negativa sull'ECG, possibili malattie cardiache e grado della loro influenza sull'indicatore

L'ECG (elettrocardiografia) è un modo universale per studiare il lavoro del cuore. Si basa sulla misurazione degli impulsi elettrici caratteristici del sistema cardiaco conduttore: eccitazione delle cellule muscolari - depolarizzazione, loro ripristino - ripolarizzazione.

Il cardiogramma, fissando gli impulsi elettrici cardiaci con speciali elettrodi, si riflette sul monitor o graficamente - su carta. Consiste di denti, che corrispondono alle deviazioni delle isoline verso l'alto o verso il basso, segmenti che indicano gli intervalli tra due denti e intervalli contenenti un dente con un segmento.

Per una diagnosi chiara, vengono presi in considerazione i dati degli impulsi cardiaci, registrati a diverse angolazioni. Per questo, vengono utilizzate varie derivazioni nell'ECG:

  1. Standard, che suggerisce tre tipi: I - il rapporto dei potenziali tra le mani (sinistra e destra), II - la differenza tra la mano destra e la gamba sinistra, III - la mano sinistra e la gamba.
  2. Rinforzato, corrispondente all'imposizione di un elettrodo positivo e due negativi (sulla gamba destra è sempre presente un elettrodo nero - massa). Trovando un sensore positivo sul braccio destro e sinistro, la gamba sinistra corrisponde rispettivamente a AVR, AVL e AVF.
  3. Gli elettrodi per il torace sono posizionati in posizioni predeterminate sul torace del paziente. Sono designati dalla lettera V e hanno definizioni numeriche della zona di sovrapposizione - 1,2,3,4,5 e 6.

Ecco i dati di base per leggere un ECG. Successivamente, parliamo in modo specifico del valore dell'onda T..

  1. Valore dell'onda T.
  2. Varietà di deviazioni T dalla norma
  3. Cause di un'onda T negativa

Valore dell'onda T.

Le onde T corrispondono all'insorgenza della ripolarizzazione dopo l'eccitazione muscolare dei ventricoli (contrazione), che corrisponde al ritorno degli ioni sodio e potassio attraverso le membrane cellulari in preparazione alla successiva depolarizzazione. L'onda T ha origine dall'isolina (dall'estremità del segmento ST). I suoi valori normali corrispondono a:

  1. indicatori frastagliati (lisci) e positivi (sopra l'isoline),
  2. appiattimento iniziale,
  3. coincidenza della direzione dell'asse elettrico con il complesso QRS (normalmente sono consentite deviazioni di sessanta gradi), cioè la predominanza di R corrisponde alla direzione positiva dell'onda T e la dominanza di S - al negativo,
  4. un aumento dell'ampiezza dell'onda T nel torace porta dalla prima alla terza (la dimensione consentita è da tre a otto celle lungo l'asse), mentre la polarità negativa per questo intervallo è atipica,
  5. Possibilità di polarità negativa e scorrevolezza in V1 e valore negativo obbligatorio in AVR,
  6. positività obbligatoria in I e II, possibile positività in AVL e AVF (il grafico può essere smussato o bifase),
  7. negatività accettabile in AVL e obbligatoria - in lead III,
  8. superamento degli indicatori in piombo I rispetto a III,
  9. il superamento degli indicatori nella V6 è in vantaggio rispetto alla V1.

Pertanto, il cambiamento dell'onda T sull'ECG indica violazioni della funzione rigenerativa dei ventricoli cardiaci dopo la contrazione. Ma può essere influenzato anche da altri fattori. È possibile determinare le vere cause di tale disfunzione cardiaca dall'ampiezza, dal valore (lungo l'asse) e dalla polarità dell'onda T.

Varietà di deviazioni T dalla norma

Cambiamenti aspecifici nell'onda T sono spesso associati a malattia coronarica (IHD), ma è possibile un'anomalia con processi cardiaci infiammatori (miocardite, pericardite), tromboembolia, tumori e altre malattie. Traumi, farmaci (compresi farmaci per il cuore) e intossicazione da nicotina, carenza di potassio, osteocondrosi, compromissione della circolazione cerebrale, stress e altro influenzano gli indicatori dell'onda T. Ciò corrisponde alle seguenti forme più probabili dell'onda T:

  • L'onda T bifasica sul cardiogramma assume prima valori negativi, quindi sale sopra l'isolina. Una manifestazione simile è caratteristica dell'ipertrofia ventricolare sinistra, sovrasaturazione del sangue con calcio, blocco delle gambe del fascio di Giss, sovradosaggio di glicosidi cardiaci.
  • L'inversione dell'onda T appare come una linea curva invertita rispetto all'isoline. Questo a volte è vero per gli atleti. Un fenomeno simile si verifica con i sintomi di ripolarizzazione precoce o nelle derivazioni toraciche del lato destro - con una configurazione ECG giovanile. Possibilmente con ischemia miocardica o cerebrale, grave stress, emorragia cerebrale, blocco di branca o tachicardia.
  • La T lisciata si nota quando si bevono bevande alcoliche, antidepressivi o una grande quantità di dolci. Si verifica in pazienti con diabete mellito, con ansia o eccitazione. Tali cambiamenti sono caratteristici dell'infarto del miocardio allo stadio di cicatrici, ipopotassiemia o distonia neurocircolare..
  • Un'onda T alta corrisponde alla norma nelle stesse derivazioni degli indici R più alti. Nelle derivazioni da 3 a 5 del torace, il suo valore può raggiungere 1,5 - 1,7 cm. Questi cambiamenti possono essere causati da cardiomiopatia (climaterica o alcolica), ipertrofia ventricolare sinistra, ischemia subendocardica nei primi minuti, iperkaliemia, effetto del sistema nervoso parasimpatico sul cuore.
  • Una diminuzione di T viene considerata quando la sua dimensione raggiunge il 10 percento (o meno) dell'indicatore QRS. Questo è tipico per insufficienza coronarica, obesità, farmaci corticosteroidi, anemia, cardiosclerosi, tonsillite, ipotiroidismo o distrofia miocardica. Si verifica anche negli anziani.
  • Un'onda T piatta può essere trovata normalmente, ma a volte indica anche patologia. Tali indicatori possono essere causati da ostruzione delle vie ventricolari, pancreatite (in forma cronica o acuta), ipertrofia miocardica, assunzione di farmaci antiaritmici o interruzioni dell'equilibrio elettrolitico o ormonale.
  • L'ascesa dell'onda T è spesso causata da stress fisico, varie malattie infettive, iperkaliemia, anemia e tireotossicosi, ma può anche essere una caratteristica individuale.
  • L'onda T coronaria include deviazioni di una curva di questa forma: appuntita, negativa, isoscele. Riflettono l'incapacità dell'endocardio di mantenere una carica negativa, caratteristica dell'insufficienza coronarica e dell'ischemia del muscolo cardiaco. I valori massimi dell'onda T sul cardiogramma corrispondono alle derivazioni della localizzazione della patologia, e nella riflessione reciproca (o specchio) la curva assume una forma acuta o isoscele, ma positiva. Un'onda T più pronunciata indica una maggiore profondità di necrosi del muscolo cardiaco.
  • Una T negativa spesso indica lo sviluppo di una cardiopatia ischemica. Se è accompagnato da cambiamenti aspecifici nel segmento ST, ciò indica uno stadio subacuto della necrosi miocardica. Considerando che un T positivo, deviazioni anormali di QS o Q e ST che eccedono l'isolina indicano una forma acuta di CHD. I normali valori negativi dell'onda T possono essere con respirazione rapida o eccitazione, dopo un abbondante cibo contenente carboidrati, nonché in connessione con altre caratteristiche.

Il comportamento dell'onda T è molto vario e può cambiare non solo a causa della patologia cardiaca, ma è anche tipico delle persone sane. Pertanto, durante la diagnosi, tenere conto dell'intero complesso di definizione dei cambiamenti sull'ECG.

Cause di un'onda T negativa

Un'onda T negativa sull'ECG, come descritto sopra, può avere due opzioni per lo sviluppo di eventi. Il primo è indicare una grave malattia cardiaca con ulteriori fattori concomitanti. Il secondo - come risultato di altre influenze, si manifesta in uno stato normale.

Possibili cause dei cambiamenti dell'onda T:

  • Valori T negativi "giovanili" nelle derivazioni da 1 a 4 del torace possono persistere fino a 30 anni di età nelle persone con struttura astenica (principalmente nelle donne).
  • Un sintomo simile è caratteristico dell'iperventilazione polmonare (difficoltà o respirazione rapida) o dopo aver mangiato una grande quantità di cibo contenente carboidrati.
  • La T negativa può essere associata a squilibrio ormonale o segni di cuore polmonare.
  • A volte la causa è una violazione della ripolarizzazione ventricolare. Denti enormi e profondi, fortemente allargati nei segmenti Q-T, derivano da un insufficiente apporto di sangue cerebrale (emorragia subaracnoidea).
  • Valori di T negativi possono verificarsi con depolarizzazione compromessa (contrazione dei ventricoli cardiaci), caratteristica della cessazione della tachicardia o con frequente extrasistole, che non è prova dello sviluppo di ischemia miocardica (IM) e può durare da diverse settimane a mesi.
  • Un'onda T negativa è caratteristica quando si assumono antidepressivi, farmaci aritmici e alcuni altri farmaci.
  • Onde T simmetriche negative possono verificarsi con una disregolazione del sistema nervoso autonomo.
  • Valori di T negativi, come segno di malattia coronarica, indicano malattie cardiache: malattia coronarica, varie lesioni miocardiche, IM, cardiomiopatia, infiammazione pericardica, endocardite, disfunzione della valvola mitrale e simili..

Pertanto, il fatto stesso di un valore negativo dell'onda T sul cardiogramma non è un segno negativo definitivo..

Cosa mostra l'onda T sull'ECG

In base alla forma e alla posizione dell'onda T, si può concludere che i ventricoli del cuore vengono ripristinati dopo la contrazione. Questo è il parametro ECG più variabile e può essere influenzato da malattie miocardiche, patologie endocrine, farmaci e intossicazione. Il valore, l'ampiezza e la direzione dell'onda T vengono violati, a seconda di questi indicatori, è possibile stabilire o confermare una diagnosi preliminare.

L'onda T sull'ECG è normale nei bambini e negli adulti

L'inizio dell'onda T coincide con la fase di ripolarizzazione, cioè con la transizione inversa degli ioni sodio e potassio attraverso la membrana delle cellule cardiache, dopodiché la fibra muscolare è pronta per la contrazione successiva. Normalmente, T ha le seguenti caratteristiche:

  • inizia sulle isoline dopo l'onda S;
  • ha la stessa direzione del QRS (positivo dove prevale R, negativo quando S domina);
  • di forma liscia, la prima parte è più piatta;
  • ampiezza T fino a 8 cellule, aumenta da 1 a 3 derivazioni toraciche;
  • può essere negativo in V1 e aVL, sempre negativo in aVR.

Nei neonati, le onde T sono basse o addirittura piatte, la loro direzione è opposta all'ECG dell'adulto. Ciò è dovuto al fatto che il cuore gira nella direzione e assume una posizione fisiologica entro 2-4 settimane. In questo caso, la configurazione dei denti sul cardiogramma cambia gradualmente. Caratteristiche tipiche di un ECG pediatrico:

  • la T negativa in V4 persiste fino a 10 anni, V2 e 3 - fino a 15 anni;
  • adolescenti e giovani possono avere T negativo in 1 e 2 derivazioni toraciche, questo tipo di ECG è chiamato giovanile;
  • l'altezza T aumenta da 1 a 5 mm, negli scolari è di 3-7 mm (come negli adulti).

Cambiamenti dell'ECG e loro significato

Molto spesso, con i cambiamenti, si sospetta una cardiopatia ischemica, ma una tale violazione può essere un segno di altre malattie:

  • tromboembolia,
  • miocardite, pericardite,
  • tumori, infezioni e lesioni,
  • ipertrofia ventricolare,
  • intossicazione, inclusi glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici, clorpromazina, nicotina,
  • stress, distonia neurocircolatoria,
  • malattie del sistema endocrino,
  • carenza di potassio,
  • diminuzione della circolazione sanguigna nel cervello,
  • osteocondrosi.

Pertanto, per fare una diagnosi, nel complesso vengono presi in considerazione tutti i segni clinici e i cambiamenti nel cardiogramma.

Bifasico

Sul cardiogramma, T prima diminuisce al di sotto dell'isolina, quindi la attraversa e diventa positiva. Questo sintomo è chiamato sindrome delle montagne russe. Può verificarsi con tali patologie:

  • ipertrofia ventricolare sinistra;
  • blocco delle gambe del fascio di His;
  • calcio nel sangue alto;
  • intossicazione da glicosidi cardiaci.
Onda T bifasica con ipertrofia ventricolare sinistra

Levigato

L'appiattimento dell'onda T può essere causato da:

  • prendendo alcol, Cordaron o antidepressivi;
  • diabete mellito o mangiare molti dolci;
  • paura, eccitazione;
  • cardiopsiconeurosi;
  • ipopotassiemia;
  • infarto miocardico nella fase di cicatrici.

Diminuzione dell'indicatore

La T diminuita è indicata dalla sua ampiezza, che è inferiore al 10% del complesso QRS. Questo sintomo sull'ECG causa:

  • insufficienza coronarica,
  • cardiosclerosi,
  • obesità,
  • età avanzata,
  • ipotiroidismo,
  • cardiomiopatia disormonale,
  • distrofia miocardica,
  • prendendo corticosteroidi,
  • anemia,
  • tonsillite.

Onda T levigata sull'ECG

L'onda T viene levigata nelle stesse condizioni di quella assente, poiché entrambe le definizioni caratterizzano oscillazioni di bassa ampiezza. Va tenuto presente che la violazione delle regole per la registrazione di un ECG è anche la causa del livellamento T. Si verifica anche nelle malattie metaboliche - bassa funzione tiroidea (mixedema, ipotiroidismo). Può essere trovato in persone perfettamente sane durante il giorno in diversi cicli cardiaci (secondo il monitoraggio Holter).

Inversione

Inversione (capovolgimento) dell'onda T significa un cambiamento nella sua posizione rispetto all'isoline, cioè, nelle derivazioni con T positiva, cambia la sua polarità in negativa e viceversa. Tali deviazioni possono anche essere normali: nelle derivazioni del torace destro con una configurazione ECG giovanile o un segno di ripolarizzazione precoce negli atleti.

Inversione dell'onda T nelle derivazioni II, III, aVF, V1-V6 in un atleta di 27 anni

Malattie accompagnate da inversione T:

  • ischemia del miocardio o del cervello,
  • influenza degli ormoni dello stress,
  • emorragia cerebrale,
  • attacco di tachicardia,
  • violazione della conduzione degli impulsi lungo le gambe del fascio Giss.

Onda T negativa

Per la cardiopatia ischemica, un segno caratteristico è la comparsa di onde T negative sull'ECG e, se sono accompagnate da cambiamenti nel complesso QRS, la diagnosi di infarto è considerata confermata. In questo caso, i cambiamenti nel cardiogramma dipendono dallo stadio della necrosi miocardica:

  • acuto - Q o QS anormale, il segmento ST è sopra la linea, T è positivo;
  • subacuto - ST sull'isoline, T negativo;
  • nella fase cicatriziale, T debolmente negativo o positivo.
Un'onda T negativa nelle derivazioni V5-V6 (evidenziata in rosso) indica ischemia

Una variante della norma può essere la comparsa di valori T negativi con respirazione frequente, eccitazione, dopo un pasto abbondante, in cui ci sono molti carboidrati, nonché con caratteristiche individuali in alcune persone sane. Pertanto, il rilevamento di valori negativi non può essere considerato una malattia grave..

Condizioni patologiche che sono accompagnate da onde T negative:

  • malattie cardiache - angina pectoris, infarto, cardiomiopatia, infiammazione del miocardio, pericardio, endocardite, prolasso della valvola mitrale;
  • violazione della regolazione ormonale e nervosa dell'attività cardiaca (tireotossicosi, diabete mellito, malattie delle ghiandole surrenali, ghiandola pituitaria);
  • cuore polmonare;
  • dopo tachicardia parossistica o extrasistoli frequenti;
  • emorragia subaracnoidea.
L'emorragia subaracnoidea è accompagnata da onde T negative

L'assenza di un'onda T sull'ECG

L'assenza di una T sull'ECG significa che la sua ampiezza è così bassa da fondersi con la linea isoelettrica del cuore. Questo accade quando:

  • bevendo alcool;
  • sullo sfondo di eccitazione, esperienze;
  • cardiomiopatia in pazienti con diabete mellito;
  • distonia neurocircolatoria (con un brusco cambiamento nella posizione del corpo o dopo una respirazione rapida);
  • assunzione insufficiente di potassio o sua perdita con sudore, urina, contenuto intestinale (diarrea);
  • cicatrici di infarto miocardico;
  • uso di antidepressivi.

Alta percentuale

Normalmente, in quelle derivazioni dove si registra la R più alta, si nota l'ampiezza massima, in V3 - V5 arriva a 15 - 17 mm. T molto alto può essere con una predominanza dell'effetto sul cuore del sistema nervoso parasimpatico, iperkaliemia, ischemia subendocardica (primi minuti), cardiomiopatia alcolica o climaterica, ipertrofia ventricolare sinistra, anemia.

Cambiamenti nell'onda T sull'ECG durante l'ischemia: a - normale, b - onda T "coronarica" ​​simmetrica negativa,
c - onda T "coronarica" ​​simmetrica altamente positiva,
d, e - onda T bifase,
e - onda T ridotta,
g - onda T levigata,
h - onda T debolmente negativa.

Piatto

La T debolmente invertita o appiattita può essere sia una variante normale che una manifestazione di processi ischemici e distrofici nel muscolo cardiaco. Si manifesta con un blocco completo delle vie ventricolari, ipertrofia miocardica, pancreatite acuta o cronica, assunzione di farmaci antiaritmici, squilibrio ormonale ed elettrolitico.

Coronarica

Con l'ipossia del muscolo cardiaco, le fibre situate sotto il guscio interno - l'endocardio - sono le più colpite. L'onda T riflette la capacità dell'endocardio di mantenere un potenziale elettrico negativo, quindi, con insufficienza coronarica, cambia direzione e assume questa forma:

  • isoscele;
  • negativo (negativo);
  • appuntito.

Questi segni caratterizzano il dente di ischemia, o è anche chiamato coronarico. Le manifestazioni dell'ECG sono massime nelle derivazioni in cui è localizzato il danno maggiore e nelle derivazioni speculari (reciproche) è acuto e isoscele, ma positivo. Più pronunciata è l'onda T, più profondo è il grado di necrosi miocardica.

L'aumento dell'onda T sull'ECG

Lo stress fisico moderato, l'ipercaliemia, i processi infettivi nel corpo, la tireotossicosi, l'anemia portano ad un aumento dell'ampiezza delle onde T. L'aumento della T senza cambiamenti nel benessere può essere nelle persone sane e anche essere un sintomo di disturbi vegetativo-vascolari con una predominanza del tono del nervo vago.

Depressione

La diminuzione dell'onda T può essere una manifestazione di cardiomiodistrofia, si manifesta in polmonite, reumatismi, scarlattina, processo infiammatorio acuto nei reni, cuore polmonare e aumento ipertrofico dello strato muscolare del miocardio.

Onda T positiva

Normalmente, le onde T nelle derivazioni dovrebbero essere positive: il primo, il secondo standard, aVL, aVF, V3-V6. Se appare dove nelle persone sane è negativo o vicino alla linea isoelettrica, allora questo indica una mancanza di flusso sanguigno attraverso le arterie del cuore (ischemia miocardica), blocco dei rami del fascio di His. Cambiamenti temporanei causano stress, palpitazioni cardiache, stress intenso negli atleti.

Cambiamenti non specifici dell'onda T

I cambiamenti non specifici nell'onda T includono tutte le sue deviazioni dalla norma, che non possono essere associate a nessuna malattia. Tali descrizioni ECG sono:

  • variante della norma;
  • con forte compressione degli arti con polsini per elettrodi;
  • dopo aver assunto glicosidi cardiaci, diuretici, alcuni farmaci per abbassare la pressione sanguigna;
  • con respirazione frequente e intensa;
  • a causa di dolore addominale;
  • sono associati a uno squilibrio degli elettroliti di base del sangue (sodio, potassio, calcio, magnesio) con vomito, diarrea, disidratazione, assunzione di alcol alla vigilia della diagnosi.

In assenza di sintomi (dolore cardiaco, mancanza di respiro, polso a riposo rapido, interruzioni del ritmo, edema, fegato ingrossato), tali cambiamenti sono considerati insignificanti e non richiedono trattamento. Se ci sono segni di malattie cardiache, è necessario il monitoraggio quotidiano dell'ECG da parte di Holter per chiarire la diagnosi. Mostrerà se il ripristino della polarità del muscolo cardiaco peggiorerà durante il normale sforzo fisico..

In alcuni casi, si verificano violazioni aspecifiche della forma e delle dimensioni dell'onda T quando:

  • nutrizione insufficiente del miocardio (malattia ischemica);
  • ipertensione, soprattutto con concomitante ipertrofia (ispessimento del muscolo cardiaco) del ventricolo sinistro;
  • violazione della conduzione intraventricolare (blocco della gamba).

Onda T a doppia gobba

Le onde T a due gobbe sono chiamate la loro forma, in cui invece di un apice a cupola, 2 onde appaiono sull'ECG. Tali cambiamenti si verificano più spesso con una mancanza di potassio. Ciò si manifesta con la comparsa di un'onda U distinta, che normalmente è difficilmente distinguibile. Con una marcata mancanza di un microelemento, questo aumento è così pronunciato che l'onda raggiunge il livello T e può persino superarlo in ampiezza.

Le possibili ragioni per la comparsa di una T a due gobbe includono:

  • l'uso di diuretici che rimuovono il potassio;
  • abuso di lassativi;
  • diarrea, vomito durante l'infezione;
  • uso a lungo termine di antibiotici, ormoni;
  • sudorazione profusa;
  • malattie dei reni, delle ghiandole surrenali, dell'intestino;
  • sovradosaggio di vitamina B12 e acido folico.

Onda T discordante

L'onda T è chiamata discordante se la sua direzione è opposta al complesso QRS ventricolare. Succede con il blocco del ramo del fascio, così come durante il periodo di ripristino della circolazione sanguigna nel muscolo cardiaco dopo un infarto.

Forse la comparsa di T discordante e con grave ipertrofia del miocardio ventricolare sinistro, così come la sindrome di Wellens - blocco dell'arteria coronaria anteriore sinistra. Quest'ultima condizione è caratterizzata da attacchi di dolore del tipo di angina pectoris, un alto rischio di infarto e l'assenza di altri cambiamenti significativi dell'ECG, ad eccezione della direzione T, normali esami del sangue.

L'onda T alta nel torace conduce

Le onde T alte nelle derivazioni toraciche sono accompagnate da angina pectoris. Può essere sia stabile che progressivo, cioè minacciando lo sviluppo di infarto miocardico. In questo caso, è importante tenere conto del quadro clinico e di altri cambiamenti dell'ECG. La simmetria è un segno tipico dei denti ischemici..

L'alto T può anche manifestarsi:

  • iperkaliemia (assunzione in eccesso di potassio, assunzione di farmaci che ne inibiscono l'escrezione);
  • anemia;
  • violazione della circolazione sanguigna nel cervello;
  • ipertrofia ventricolare sinistra.

Alternanza dell'onda T.

Per alternanza dell'onda T si intende qualsiasi variazione della stessa durante l'esercizio: su tapis roulant, cyclette o farmaci rispetto a un ECG a riposo. Una delle opzioni è l'analisi della registrazione giornaliera (monitoraggio) del cardiogramma.

Il medico potrebbe scoprire che la forma, la direzione, la durata di T, la sua ampiezza (altezza) sono cambiate. Ma ci sono anche microcambi che si riscontrano durante l'analisi con apparecchiature speciali: ECG con media del segnale.

Identificando le alternanze dell'onda T, viene determinata l'instabilità elettrica del muscolo cardiaco. Ciò significa che sotto l'influenza di sforzo o stress possono verificarsi aritmie pericolose per la vita con arresto cardiaco. Lo studio delle caratteristiche di T è necessario se:

  • cambiamenti nella durata dell'intervallo QT;
  • cardiomiopatia sullo sfondo dell'aritmia;
  • tachicardia ventricolare;
  • fibrillazione ventricolare.

Per i cambiamenti nell'onda T sull'ECG, guarda questo video:

Norma dell'intervallo QT

Normalmente, l'intervallo QT non è costante. La distanza dall'inizio di Q alla fine di T dipende da:

  • sesso ed età del soggetto;
  • ora del giorno;
  • lo stato del sistema nervoso;
  • l'uso di farmaci, in particolare analoghi degli ormoni dello stress (adrenalina, dopamina, idrocortisone);
  • il contenuto di calcio, magnesio e potassio nel sangue.

La dipendenza più significativa può essere fatta risalire alla frequenza cardiaca. Pertanto, sono state continuate le formule di calcolo, in cui si tiene conto di questo indicatore. Maggiore è la frequenza cardiaca, minore è il QT. Nell'analisi matematica dei dati ECG di persone sane, è stato derivato uno schema approssimativo, che si riflette nella tabella.

Ecg normale. Origine, dimensione e durata dei denti e degli intervalli

Bassa tensione sull'ECG significa una diminuzione dell'ampiezza dei denti, che può essere rilevata in varie derivazioni (standard, torace, dagli arti). Un tale cambiamento patologico sull'elettrocardiogramma è caratteristico della distrofia miocardica, che è una manifestazione di molte malattie..


L'ECG a bassa tensione è un segno di distrofia miocardica

Il valore dei parametri QRS può variare notevolmente. Tuttavia, tendono ad avere valori maggiori nelle derivazioni toraciche rispetto a quelle standard. La norma è il valore dell'ampiezza delle onde QRS di oltre 0,5 cm (nell'abduzione dagli arti o dallo standard), nonché il valore di 0,8 cm nelle derivazioni toraciche. Se vengono registrati valori più bassi, parlano di una diminuzione dei parametri del complesso sull'ECG.

Non dimenticare che ad oggi non ci sono chiari valori normali per l'ampiezza dei denti, a seconda dello spessore del torace, nonché del tipo di fisico. Poiché questi parametri influenzano la tensione elettrocardiografica. È anche importante considerare la norma di età..

Tipi di caduta di tensione

Esistono due tipi: diminuzione periferica e generale. Se l'ECG mostra una diminuzione dei denti solo nelle derivazioni dagli arti, allora parlano di un cambiamento periferico, se l'ampiezza è ridotta anche nelle derivazioni toraciche, allora questa è una bassa tensione generale.


La diminuzione della tensione dell'ECG può avere molte cause.

Cause di bassa tensione periferica:

  • insufficienza cardiaca (congestizia);
  • enfisema dei polmoni;
  • obesità;
  • mixedema.

La tensione totale può essere ridotta per cause pericardiche e cardiache. Le cause pericardiche includono:

  • versamento pericardico;
  • pericardite;
  • aderenze pericardiche.
  • danno miocardico ischemico, tossico, infettivo o infiammatorio;
  • amiloidosi;
  • sclerodermia;
  • mucopolisaccaridosi.


La cardiomiopatia dilatativa porta a insufficienza cardiaca cronica

L'ampiezza dei denti può essere inferiore al normale se il muscolo cardiaco è danneggiato (cardiomiopatia dilatativa). Un altro motivo per la deviazione dei parametri ECG dalla norma è il trattamento con antimetaboliti cardiotossici. Di norma, in questo caso, i cambiamenti patologici sull'elettrocardiogramma si verificano bruscamente e sono accompagnati da gravi violazioni delle capacità funzionali del miocardio. Se, dopo il trapianto di cuore, l'ampiezza dei denti viene ridotta, questo può essere considerato come il suo rigetto.

Ischemia silenziosa

Durante i test da sforzo, alcuni dei soggetti hanno mostrato la classica depressione ischemica del segmento ST in assenza di dolore. Tra i pazienti giovani, più della metà di tutte le crisi sono asintomatiche. In una parte dei pazienti si osserva una combinazione di forme di ischemia dolorosa e indolore, mentre nell'altra tutti gli episodi sono muti. Come risultato della ricerca, è stato rivelato che tra le persone con indubbi cambiamenti cicatriziali nell'ECG, il 25% dei pazienti non sapeva del loro attacco cardiaco silenzioso..

L'ischemia indolore si manifesta durante l'attività fisica standard e non è accompagnata da un aumento significativo della frequenza cardiaca. Per questo motivo, si presume che la base dell'ischemia in una forma indolore sia dominata non da un aumento della necessità di tessuto cardiaco per l'ossigeno, ma dal loro apporto insufficiente a causa del vasospasmo.

L'ischemia miocardica indolore è un fattore prognostico sfavorevole, poiché contribuisce ad un aumento delle complicanze coronariche. Con una forma asintomatica di ischemia, il rischio di infarto aumenta di 1,5 volte, la morte improvvisa aumenta di 5-6 volte. Il valore predittivo dell'ischemia asintomatica è così significativo che si raccomanda un test da sforzo prima di un esercizio intenso negli uomini sopra i 45 anni e nelle donne dai 55 anni in su, indipendentemente dal fatto che siano a rischio.

I criteri diagnostici per l'ischemia muta sono gli stessi delle altre forme di malattia, cioè sono rappresentati dalla formula 1x1x1. Tuttavia, i ricercatori non sono d'accordo su cosa considerare come l'inizio e la fine di un attacco ischemico sul grafico dell'ECG. Molte persone determinano l'intervallo di tempo di un attacco in base al tempo totale in cui il segmento ST devia dal livello di base..

Cambiamenti dell'ECG nella distrofia miocardica

Va notato che i cambiamenti patologici sul cardiogramma, manifestati da una diminuzione dei parametri dell'ampiezza dei denti, sono spesso osservati con cambiamenti distrofici nel miocardio. Le ragioni che portano a ciò sono le seguenti:

  • infezioni acute e croniche;
  • intossicazione renale ed epatica;
  • tumore maligno;
  • intossicazione esogena causata da droghe, nicotina, piombo, alcol, ecc.;
  • diabete;
  • tireotossicosi;
  • avitaminosi;
  • anemia;
  • obesità;
  • sovratensione fisica;
  • miastenia grave;
  • stress, ecc..

Il danno distrofico al muscolo cardiaco è osservato in molte malattie cardiache, come processi infiammatori, malattia coronarica, difetti cardiaci. Allo stesso tempo, sull'ECG, la tensione dei denti si riduce principalmente T. Alcune malattie possono avere determinate caratteristiche sul cardiogramma. Ad esempio, con il mixedema, i parametri delle onde QRS sono al di sotto del normale.

Leggiamo l'ECG del cuore

L'elettrocardiografia (ECG del cuore) è un metodo di registrazione grafica dei processi elettrici nel cuore quando è eccitato. Il metodo si basa sull'idea che le biocorrenti del cuore hanno una distribuzione regolare sulla superficie del corpo e possono essere deviate, amplificate e registrate sotto forma di una curva caratteristica - un elettrocardiogramma.

Un elettrocardiogramma è un test che può fornire a una persona informazioni complete sul lavoro del suo cuore. Abbastanza spesso, un elettrocardiogramma viene eseguito con l'attività fisica. Ciò è necessario per dare una valutazione completa del lavoro del cuore durante i periodi di attività umana attiva..

Un elettrocardiogramma consiste in:

  • Denti ECG,
  • segmenti (distanza tra due denti)
  • intervalli (un insieme di onde e segmenti ECG), che riflettono il processo di propagazione dell'onda di eccitazione attraverso il cuore.

Per rendere più chiaro ciò che viene chiamato i denti, i segmenti e gli intervalli dell'elettrocardiogramma, è necessario studiare il diagramma sottostante.

Il diagramma mostra la visualizzazione ideale dell'ECG del cuore. In realtà, può essere molto diverso dall'ideale. Ad esempio, in presenza di fibrillazione atriale (fibrillazione atriale), non ci sarà affatto un'onda P e la distanza tra le onde R varierà notevolmente.

Denti, segmenti e intervalli dell'ECG del cuore

La depolarizzazione atriale viene registrata sull'ECG sotto forma di un'onda P. La parte ascendente dell'onda P riflette la depolarizzazione dell'atrio destro e la parte discendente dell'atrio sinistro. Sul diagramma: pp - eccitazione atriale destra; lp - eccitazione dell'atrio sinistro, che insieme danno l'onda P..

- associato all'eccitazione del setto interventricolare. Ha una piccola ampiezza ed è un dente opzionale.

- a causa della depolarizzazione dei ventricoli.

ha una piccola ampiezza e spesso può essere assente.

Riflette il processo di ripolarizzazione ventricolare. La direzione delle onde di ripolarizzazione è opposta alla direzione di depolarizzazione ed è diretta dall'epicardio all'endocardio.

Irregolare, a volte registrata dopo l'onda T. L'origine dell'onda U è sconosciuta e il concetto del suo significato clinico è incerto.

Segmento P - Q.

Questa è la distanza dal punto finale dell'onda P all'inizio dell'onda Q. Il segmento P - Q viene registrato nel momento in cui l'impulso passa attraverso il sistema di conduzione cardiaca, quando la differenza di potenziale è molto piccola, quindi, viene registrata una linea orizzontale sull'ECG.

Intervallo P - Q.

Questa è la distanza dall'inizio dell'onda P all'inizio dell'onda Q o R. Corrisponde al tempo di percorrenza dell'impulso attraverso gli atri, il nodo AV, il fascio di His e i suoi rami.

Complesso QRS.

Riflette il processo di depolarizzazione ventricolare. Il processo di eccitazione inizia con la depolarizzazione della parte prevalentemente sinistra del setto interventricolare nel suo terzo medio. Inoltre, l'eccitazione copre la regione apicale dei ventricoli destro e sinistro. La base dei ventricoli è eccitata per ultima..

Segmento RS - T.

Corrisponde al periodo in cui entrambi i ventricoli sono completamente avvolti dall'eccitazione. Non c'è differenza di potenziale e una linea isoelettrica viene registrata sull'ECG del cuore.

Intervallo Q - T.

Caratterizza la sistole elettrica dei ventricoli.

Segmento T - P.

Corrisponde alla fase diastolica del ciclo cardiaco.

In questo caso, le posizioni standard (derivazioni) degli elettrodi dalle estremità: prima (I) derivazione (mano destra - PR, mano sinistra - LR); seconda (II) derivazione (LR e gamba sinistra - LN) e terza (III) derivazione (LR-LN).

ECG normale del cuore

Denti umani normali dell'elettrocardiogramma (ECG).

Notazione dei dentiCaratteristica dei dentiIntervallo di durata, sGamma di ampiezza nelle derivazioni I, II e III, mm
PRiflette la depolarizzazione (eccitazione) di entrambi gli atri, normalmente il dente è positivo0,07-0,110,5-2,0
QRiflette l'inizio della depolarizzazione ventricolare, dente negativo (diretto verso il basso)0,030.36-0.61
RDente principale di depolarizzazione ventricolare, positivo (verso l'alto)vedi QRS5.5-11.5
SRiflette la fine della depolarizzazione di entrambi i ventricoli, dente negativo-1.5-1.7
QRSUna serie di denti (Q, R, S), che riflette la depolarizzazione dei ventricoli0,06-0,100-3
TRiflette la ripolarizzazione (estinzione) di entrambi i ventricoli; dente positivo in I, II, III, aVL, aVF e negativo in aVR0.12-0.281.2-3.0

Quando si analizza l'ECG del cuore, gli intervalli di tempo tra alcuni denti sono di grande importanza (vedi tabella. Intervalli dell'elettrocardiogramma). La deviazione della durata di questi intervalli oltre il range normale può indicare una funzione cardiaca compromessa.

Intervalli dell'elettrocardiogramma

Designazione dell'intervalloCaratteristiche dell'intervalloDurata, s
P-QDall'inizio dell'eccitazione atriale (P) all'inizio dell'eccitazione ventricolare (Q)0.12-0.20
P-RDall'inizio di P all'inizio di R0.18-0.20
Q-T (QRST)Dall'inizio di Q alla fine di T; corrisponde alla depolarizzazione e ripolarizzazione dei ventricoli (sistole elettrica)0,38-0,55
S-TDalla fine di S all'inizio di T, riflette la fase di completa depolarizzazione dei ventricoli. Normalmente, la sua deviazione (spostamento) dall'isolina non deve superare 1 mm0-0.15
R-RLa durata del ciclo cardiaco (ciclo completo del cuore). Normalmente, questi segmenti hanno quasi la stessa durata.
T-PRiflette lo stato di riposo del miocardio (diastole elettrica). Questo segmento dovrebbe essere preso come il livello della linea isoelettrica in condizioni normali e patologiche.

È possibile sottoporsi a un esame cardiologico con un ECG del cuore durante una lezione di cardio o un test cardio in una scuola di cardio.

Gli svantaggi del metodo elettrocardiografico sono:

  • registrazione a breve termine (che a volte deve essere integrata con il metodo di monitoraggio Holter - il metodo di registrazione a lungo termine, 1-2 giorni, degli indicatori ECG)
  • non diagnostica direttamente difetti cardiaci e tumori
  • non riflette l'emodinamica
  • non riflette la presenza di un soffio al cuore
  • un test eseguito a riposo potrebbe non rivelare una malattia esistente (integrato da un ECG da sforzo)

(3.279 visitatori tutti i tempi, 1 visite oggi)
condividi con i tuoi amici

Trattamento di questa patologia

L'obiettivo della terapia per questa manifestazione elettrocardiografica è trattare la malattia che ha causato i cambiamenti patologici sull'ECG. Inoltre, l'uso di farmaci che migliorano i processi nutrizionali nel miocardio e aiutano ad eliminare i disturbi elettrolitici.

La cosa principale è che ai pazienti con questa patologia vengono prescritti steroidi anabolizzanti (Nerobolil, Retabolil) e farmaci non steroidei (Inosine, Riboxin). Il trattamento viene effettuato con vitamine (gruppi B, E), ATP, cocarbossilasi. Prescrivere prodotti contenenti: calcio, potassio e magnesio (ad esempio, asparkam, panangin), glicosidi cardiaci orali a piccole dosi.


Sulla base del risultato dell'ECG, lo specialista identificherà il problema e prescriverà il trattamento necessario

Con lo scopo preventivo della distrofia del muscolo cardiaco, si raccomanda di trattare tempestivamente i processi patologici che portano a questo. Ed è anche necessario prevenire lo sviluppo di carenze vitaminiche, anemia, obesità, situazioni stressanti, ecc..

Riassumendo, va notato che un tale cambiamento patologico sull'elettrocardiogramma come una diminuzione della tensione è una manifestazione di molte malattie cardiache ed extracardiache. Questa patologia è soggetta a trattamento urgente per migliorare la nutrizione del miocardio, nonché a misure preventive per prevenirlo..

Monitoraggio Holter

Più indicativo in confronto a un elettrocardiogramma a riposo è la registrazione di indicatori durante un episodio di angina. Cambiamenti negli indicatori caratteristici a seguito di un attacco e dopo il suo sollievo consentono di confermare la presenza di ischemia transitoria del cuore.
Certamente, condurre l'elettrocardiografia al momento di un attacco è complicato da parecchie difficoltà tecniche. Pertanto, se è necessario confermare la diagnosi di malattia coronarica, ricorrono a test da sforzo o al monitoraggio Holter a 12 canali per i pazienti che sono controindicati nei test che utilizzano l'attività fisica..

Holter ECG monitoraggio 24 ore

L'essenza del monitoraggio Holter è la registrazione continua dell'ECG su una scheda di memoria situata in un dispositivo speciale sul corpo del paziente. Utilizzando uno speciale programma per computer, la registrazione viene elaborata su un computer. Il medico della diagnostica funzionale esamina i risultati e fornisce una conclusione sui cambiamenti ischemici nel miocardio.

La registrazione a lungo termine di un ECG consente di rilevare episodi dolorosi e asintomatici di malattia ischemica, nonché possibili fallimenti del ritmo cardiaco e della conduzione nell'ambiente naturale del paziente, che è quasi impossibile ottenere con l'aiuto di altri studi.

L'utilizzo del monitoraggio Holter è di grande valore per lo studio delle forme asintomatiche di ischemia. Al momento, solo questo metodo offre l'opportunità di valutare, identificare la gravità della malattia e analizzare i cambiamenti dell'ECG che si verificano in qualsiasi momento della giornata al di fuori dell'osservazione ospedaliera.

Gli indicatori di monitoraggio delle 24 ore vengono presi in considerazione quando si effettua una diagnosi solo se soddisfano i criteri per la malattia ischemica.

Cosa dicono i cambiamenti?

Diamo uno sguardo più da vicino a quali sono le ragioni dell'onda T negativa sull'ECG. In generale, l'elettrocardiogramma aiuta a diagnosticare le seguenti malattie:

  • Osteocondrosi.
  • Violazione della circolazione sanguigna in alcune aree del cervello.
  • Carenza di potassio generale.
  • Malattie endocrine.
  • Cardiopsiconeurosi.
  • Stress costante, forte sovraccarico nervoso.
  • Vari tipi di intossicazione del corpo. Compresi nicotina, glicosidi, clorpromazina, farmaci antiaritmici.
  • Ipertrofia ventricolare cardiaca.
  • Lesioni, infezioni e tumori di varia natura.
  • Pericardite.
  • Tromboembolia.
  • Miocardite, ecc..

Piatto T

Una T appiattita e leggermente invertita è un indicatore controverso. In singoli casi, sarà la norma. In alcuni pazienti si parla di disfunzioni del muscolo cardiaco, processi ischemici e distrofici.

Può accompagnare le seguenti malattie gravi e condizioni pericolose:

  • Blocco completo nei ventricoli delle vie.
  • Pancreatite cronica o acuta.
  • Ipertrofia miocardica.
  • Squilibrio elettrolitico o ormonale.

Inoltre, un'onda T piatta può essere osservata con l'assunzione sistemica di farmaci antiaritmici..

T coronarico

Sul cardiogramma, l'onda T riflette la capacità dell'endocardio di mantenere un potenziale elettrico negativo. Da ciò ne consegue che con insufficienza coronarica, il dente cambierà direzione. Se violato, viene visualizzato in una delle seguenti forme:

  • Negativo, negativo.
  • Isoscele.
  • Puntato.

Tutti questi sono i cosiddetti denti ischemici. Il loro altro nome è coronarico.

Una caratteristica importante è che i denti appariranno il più possibile sul cardiogramma nelle aree in cui si osserva il danno maggiore. Nelle derivazioni specchiate, l'indicatore sarà acuto, isoscele. La T più pronunciata sul grafico, il danno miocardico più pronunciato.

T bifase

Un altro nome è un segno delle "montagne russe". L'onda T cade prima sotto l'isolina, dopodiché la attraversa diventando positiva.

Un'onda T bifasica può indicare le seguenti deviazioni:

  • Blocco degli elementi-gambe del fascio di His.
  • Intossicazione da farmaci-glicosidi.
  • Ipertrofia ventricolare sinistra.
  • Una percentuale maggiore di calcio nel sangue.

Valori normali per gli adulti

Nel grafico, questo dente coincide con la cosiddetta fase di ripolarizzazione, cioè con la transizione inversa degli ioni potassio e magnesio attraverso la membrana delle cellule cardiache. È dopo questo che la fibra muscolare delle cellule sarà pronta per la contrazione successiva..

Ora la decodifica dell'ECG. La norma negli adulti:

  • Il contorno a T inizierà dopo l'onda S..
  • La direzione dovrebbe corrispondere visivamente al QRS. Cioè, essere positivo dove prevale R, negativo nelle aree in cui S già domina.
  • La forma normale del dente è liscia. La sua prima parte sarà più piatta.
  • L'ampiezza raggiunge l'ottava cella.
  • Aumento da 1 a 3 derivazioni ECG del torace.
  • Il polo è negativo in V1 e aVL.
  • T sempre negativo in aVR.

Caratteristiche dei denti in vari stadi dell'infarto miocardico

La patologia di una grande nave non si presenta mai in modo imprevisto: si sviluppa secondo le fasi identificate, che portano il processo di distruzione alla sua conclusione logica. La tabella mostra le caratteristiche degli indicatori cardiogramma per ogni fase..

PalcoscenicoDurataSegni
Precoce (ischemia)Da pochi minuti a mezz'oraL'onda T appuntita raggiunge il limite di altezza
Fase 1 (danno)Da alcune ore a 2-3 giorniL'elevazione ST è un'elevazione a forma di cupola, l'onda R è abbastanza alta e q è ancora "piccola"
Fase 2 (acuta)Da una a tre settimaneST si abbassa, ma è ancora al di sopra dell'isoline. Q si approfondisce in modo significativo, l'onda T è diventata negativa (vista a ciotola)
Fase 3 (subacuta)Da uno a 2-3 mesiQ e T raggiungono un punto inferiore e ST si avvicina gradualmente alla linea dello zero
Fase 4 (cicatrici)Da diversi mesi a un numero indefinito di anniQ praticamente non cambia posizione. ST si trova sulla linea mediana, il "picco" R diminuisce gradualmente, T ricomincia a salire sotto forma di un tubercolo

L'elettrocardiogramma in ciascuno dei casi ha un aspetto diverso, come si può vedere guardando la loro immagine esterna.


Cambiamenti sequenziali nelle posizioni dei denti con l'ulteriore sviluppo di una malattia pericolosa

Le conseguenze negative scavalcheranno la persona se, rilevati segnali di allarme, si rivolge prontamente a uno specialista, il quale, al termine della diagnosi, prescriverà un percorso terapeutico individuale. L'infarto miocardico è una malattia molto grave che può causare la morte, quindi le sue manifestazioni non possono essere ignorate!

Indicatore ridotto

Questo si riferisce all'ampiezza dell'onda T: sarà inferiore al 10% del complesso QRS. Cosa significa una tale deviazione dalla norma??

Ci sono diversi motivi per l'onda T ridotta:

  • Obesità, sovrappeso.
  • Cardiosclerosi.
  • Ipotiroidismo.
  • La veneranda età del paziente.
  • Tonsillite.
  • Distrofia miocardica.
  • Anemia.
  • Cardiopatia disormonale.

Inoltre, il motivo del rigetto potrebbe essere l'assunzione da parte del paziente di farmaci corticosteroidi..

Inversione

Inversione - in altre parole, l'inversione dell'onda T. Che aspetto ha su un elettrocardiogramma? Il polo cambia la sua posizione rispetto all'isoline. Cioè, nelle derivazioni con T positiva (normale), inverte improvvisamente la propria polarità.

L'inversione non parlerà sempre di patologia. È considerato la norma nella configurazione giovanile (se osservato solo nelle derivazioni giuste), segno di ripolarizzazione precoce, tipico degli atleti professionisti.

L'inversione di T allo stesso tempo sarà un segno di una serie di malattie e patologie:

  • Emorragia cerebrale.
  • Recente attacco di tachicardia.
  • Ischemia del cervello o miocardio.
  • Disturbi nella conduzione degli impulsi lungo il fascio delle Sue gambe.
  • Uno stato di forte stress.

Cos'è?

Con questo inizieremo la preparazione per la decodifica ECG. L'onda T è l'indicatore più importante dell'elettrocardiogramma, che può aiutare il medico a concludere il processo di recupero dopo la contrazione dei ventricoli cardiaci. È il più volatile nella grafica.

Dalla sua forma e posizione, si può giudicare l'ampiezza delle contrazioni cardiache, la presenza di malattie, condizioni e patologie pericolose come danno miocardico, malattie endocrine, intossicazione del corpo, assunzione di farmaci selezionati in modo improprio, ecc..

Avviciniamoci alla decodifica dell'ECG e alla norma per questo indicatore.


Articolo Successivo
Pronto soccorso per arresto cardiaco